Definizione carie. Smalto e dentina sono i tessuti duri del dente più facilmente attaccabili dai batteri cariogeni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Definizione carie. Smalto e dentina sono i tessuti duri del dente più facilmente attaccabili dai batteri cariogeni"

Transcript

1 Lezione del 13/03/03 Definizione carie La carie è una malattia ad epidemiologia vastissima, tanto da essere la seconda malattia al mondo di tipo batterico in quanto a diffusione. La sua eziologia è di tipo batterico, ma possiamo dire che essa dipenda da cause plurifattoriali. Il primo sito d attacco dei batteri cariogeni verso l elemento dentale è lo smalto, tuttavia se l elemento dentale si depaupera delle sue protezioni naturali quali possono essere i tessuti molli gengivali che si retraggono per vari motivi, i tessuti meno duri come la dentina possono venire attaccati. Benché sia smalto che dentina vengano considerati tessuti duri, la dentina risulta essere meno protetta e quindi più facilmente danneggiabile. Smalto e dentina sono i tessuti duri del dente più facilmente attaccabili dai batteri cariogeni Dove agiscono i batteri della carie? FLORA MICROBICA: i batteri delle carie sono dei batteri saprofiti che sono in uno stato di equilibrio dinamico nel cavo orale. Patologie del cavo orale cominciano a verificarsi nel caso in cui questo equilibrio venga rotto. OSPITE: la persona (adulto o bambino in esame) con le corrispondenti derive genetiche. DIETA: cofattore esterno. Noi dobbiamo agire su questi 4 fattori per limitare o eliminare il problema carie. Delicata interfaccia Anatomia SMALTO: tessuto inorganico per eccellenza e di conseguenza anche il più duro, costituito da un reticolo estremamente ordinato. Può essere considerato come una cuticola protettiva per svolgere la funzione masticatoria di incidere, triturare per spappolare il cibo che passa attraverso la bocca per poi essere digerito nel tubo digerente. DENTINA: contenente invece parti organiche e può essere considerata come un prolungamento dell organo vitale che è la polpa. Svolge le proprie funzioni accrescitive per tutta la vita dell individuo.

2 CEMENTO RADICOLARE. POLPA: il cuore vitale dell elemento dentale responsabile delle connessioni vascolari e nervose del corpo nel corpo Flora microbica La flora microbica è costituita da più specie che colonizzano la superficie dell elemento dentale e l intero apparato orale, formando la placca batterica nella quale i batteri si trovano in equilibrio, equilibrio che dipende anche dalla nostra costanza nell igiene orale (dovrebbe essere effettuata almeno tre volte nell arco di una giornata) e dalle nostre abitudini di vita. Chi ha messo in chiaro l origine delle malattie parodontali (anche in questo caso di origine batterica) è stato Award (o Arold) Low negli anni 60 con un esperimento: escludendo ogni tipo di igiene orale per una quindicina di giorni si sviluppa gengivite dovuta all accumulo non rimosso di placca batterica che va a modificare dei tessuti sani rendendoli patologici. Dalla gengivite in modo silenzioso, lento e cronico si può giungere a parodontite e dopodiché alla malattia parodontale. Fino ad allora si credeva invece che la malattia parodontale derivasse principalmente da infezioni virali insieme ad altri cofattori (deriva genetica, eventi traumatici ) in cui però i batteri giocavano un ruolo di scarsa rilevanza (era quindi considerata una malattia infettiva). Noi facciamo il 30% del lavoro, è il paziente che con le manovre di igiene orale domiciliare deve farne il 70% Il nostro compito è di informare il paziente riguardo a come eseguire le manovre di igiene orale domiciliare e di eseguire in studio con le strutture accreditate le manovre di igiene orale professionale che portino ad avere la minor carica batterica in bocca, in modo da avere il miglior quadro orale possibile. In questo modo avremo sempre la possibilità di lavorare su terreni sani, belli e rosei. Il nostro compito non è quello di eliminare ogni tipo di batterio dal cavo orale, perché così facendo eliminerei anche batteri che ci sono utili e perderei delle difese che prima mi aiutavano a mantenere il giusto equilibrio nella composizione della placca, ma quello di permettere una corrette coesistenza nei rapporti di questi ultimi. La placca batterica di per sé non è aggressiva se non si vengono a verificare delle condizioni predisponenti all interno del cavo orale. Pastiglie rivelatrici

3 La placca batterica si presenta clinicamente come un velo di cellophan trasparente che va a ricoprire la superficie degli elementi dentali. Questo film è invisibile ad occhio nudo o visibile solo quando la quantità di popolazione batterica presente è particolarmente consistente, allora si noteranno come degli orletti bianchi intorno alla festonatura cervicale dei colletti degli elementi dentali. Rapporto clinico: la CARIE DEL PASTICCERE. Se per una scarsa igiene orale si arriva ad avere placca depositata sugli orletti scoperti degli elementi dentali, questa zona può fungere da deposito di batteri su cui i fumi di zucchero si vanno a depositare determinando così nutrimento dei batteri stessi che innalzano il loro metabolismo producendo di conseguenza acidi che vanno ad abbassare il ph del cavo orale favorendo l azione di altri batteri permettendo l erosione direttamente della dentina (carie di radice) che si trova a più stretto contatto con la polpa sottostante. Ecco perché la CARIE DEL PASTICCERE è la tipica carie di QUINTA CLASSE, ossia la carie al colletto che è generalmente devastante, profonda e ampia. Clinicamente si può aiutare il paziente con scarsa igiene orale che presenti accumuli di placca rimovendone una parte dal colletto del dente e mostrandola al paziente stesso, ma soprattutto posso usare delle PASTIGLIE RIVELATRICI DI PLACCA che vanno succhiate per un minuto e successivamente occorre sciacquarsi la bocca. Tali pastiglie mettono in evidenza le porzioni delle superfici dei denti ricoperte da placca batterica. Il paziente va quindi istruito circa il modo migliore di effettuare la propria igiene orale domiciliare, tenendo inoltre presente la conformazione morfologica della bocca del paziente. Placca:colonizzazione batterica STRPT MUTANS Se ingrandiamo una piccola porzione della superficie di un dente si rendono chiaramente visibili (a sx) varie forme batteriche: STREPTOCOCCHI LACTOBACILLI NAISSERIE ACTINOMICES FUNGHI BATTERI

4 Se guardiamo ancora più in piccolo (figura a dx) possiamo notare delle specie che si sono sviluppate preponderantemente: gli STREPTOCOCCHI MUTANS, che è il maggior responsabile, insieme al LACTOBACILLO, dell attacco alla dentina. E un laboratorio microbiologico enorme che continua a produrre acido. Ospite Nella saliva tuttavia abbiamo dei sistemi tampone insiti nei nostri sistemi di difesa che ci permettono di limitare l azione nefasta degli acidi prodotti dai batteri responsabili dell eziologia cariosa. I principali sistemi di difesa di cui disponiamo sono le IgA, il LISOZIMA, la LATTOPEROSSIDASI, FATTORI DI CRESCITA. I fattori di difesa dei singoli individui dipendono dalla deriva genetica di ognuno di noi (se ho genitori cariorecettivi ho più possibilità che anche io sia particolarmente predisposto al manifestarsi di carie, ma posso tuttavia limitare i danni con una accorta igiene orale come prevenzione, associando però anche controlli e terapie). La cariorecettività è direttamente correlata con la quantità di batteri cariogeni presenti nel cavo orale; per questo motivo pazienti cariorecettivi vanno individuati precocemente prima che si manifestano i danni di questa cariorecettività, in modo che, anche quando si dovrà operare in un quadro di questo tipo, potremo comunque farlo avendo a che fare con dei tessuti sani. Il primo problema delle carie sta nella placca Dieta La dieta è uno dei fattori esogeni basilari di cui dobbiamo tenere conto nella valutazione dello sviluppo della carie, perché porta ad uno squilibrio dei batteri cariogeni (STREPTOCOCCO MUTANS,LACTOBACILLUS ACIDOPHYLA, le popolazioni degli ACTYNOMICES e i LIEVITI) che sono i maggiori fruitori di una dieta alterata o viziata. L ACTYNOMICES ACTYNOMICETEM COMITANS è il responsabile di una grave forma di parodontite giovanile, che è fortunatamente piuttosto rara.

5 Patogenesi Se il fattore esogeno viene controllato o limitato nel tempo ecco che la cascata di eventi vista sopra viene interrotta o quantomeno rallentata. Se si squilibra l ecosistema della placca con degli agenti esterni che possono essere degli spazzolini da denti, dei colluttori o delle sostanze farmacologiche si abbassa la prevalenza delle specie cariogene e dunque si abbassa il livello di manifestazione clinica della malattia. La carie: Biochimica Questi batteri, nel loro metabolismo interno, trasformano gli zuccheri che assumiamo dalla dieta in acidi, abbassando di conseguenza il ph della placca batterica. Se ad esempio una popolazione assume quotidianamente acqua da una falda acquifera non depurata, ovverosia acqua ricca di Sali minerali come il Fluoro, queste popolazioni (come è il caso delle popolazioni circumvesuviane Napoli-) non ammaleranno di carie. Avranno magari dei denti gialli o bruni, con delle macchie marroni (fluorosi) perché hanno immagazzinato nel loro smalto in crescita (l organo dello smalto), e quindi all interno proprio della costituzione dei cristalli di Idrossiapatite, il Fluoro che ha la capacità di rendere lo smalto più resistente agli attacchi dei batteri cariogeni. Se un individuo di questa popolazione si sposta e non può più fare uso quotidiano di quell acqua, ammalerà di carie. Le persone di colore hanno generalmente dei denti gialli, eburnei e fortissimi e ammalano difficilmente di carie, mentre sarà in questo caso più facile che ammalino di malattia parodontale. Il SACCAROSIO (comunemente usato in cucina) è uno degli elementi che si rende maggiormente responsabile dello squilibrio nella composizione della flora orale, favorendo così l instaurarsi di carie. L IDROSSIAPATITE e la FLUOROPATITE si dissolvono quando lo zucchero riesce a portare il ph della saliva a livelli molto più acidi rispetto al normale (ph=5.5).

6 Una volta che lo smalto è dissolto i batteri si fanno strada verso la parte centrale del dente. Dopo un certo periodo di tempo dalla ingestione dello zucchero si instaura una specie di omeostasi biologica per la quale si riequilibra il ph normale della bocca. Una dieta alterata dal punto di vista delle abitudini alimentari (spuntini e caffè a distanza dai pasti) può portare a una maggiore incidenza delle manifestazioni cariose. I pasti zuccherini devono essere concentrarti una o due volte nell arco di una giornata e nei 20/30 minuti successivi devo far seguire una detersione, anche veloce, del cavo orale con uno spazzolino da denti possibilmente coadiuvato con del dentifricio al fluoro. Il cardine dell igiene orale domiciliare è la sera, perché di notte diminuisce la produzione di saliva insieme all autodetersione della lingua, accentuata con il linguaggio durante la giornata. Anche al mattino l igiene orale è fondamentale per eliminare la stasi batterica determinatasi durante la notte. Zucchero dà nutrimento al batterio I batteri sono i pallini gialli, mentre gli zuccheri sono i triangoli verdi accoppiati. I batteri riescono a scindere lo zucchero, vi entrano in contatto in modo che il batterio elabori lo zucchero producendo delle sostanze acide che vanno a dissolvere lo smalto. Dalla fotografia si può invece notare in profondità uno smalto ancora compatto, duro, forte, che non è ancora stato dissolto. I batteri cariogeni agiscono in modo silenzioso anche sulla dentina, dove i tubuli sono sclerotizzati, ossia sono chiusi, quindi non c è sensibilità perché le terminazioni nervose si sono ritirate e la placca batterica resta in quella zona agendo silentemente. Zuccheri modificati diversi dal saccarosio sono meno attivi nel meccanismo di abbassamento di ph dell acido. Se si riesce ad inibire l azione degli streptococchi (ad esempio agendo in modo tale da non permettere loro l utilizzo degli zuccheri) riesco a bloccare la loro capacità cariogenica o addirittura ad ucciderli. La carie: BIOCHIMICA

7 Quando si avrà un abbassamento del ph della saliva (saliva più acida) avrò maggiori livelli di disponibilità di superfici ruvide, perché sgretolate, ai batteri, favorendo così la demineralizzazione dello smalto o della dentina. Curva di Stephan Questa è la curva di Stephan, la quale mostra come i pasti zuccherini abbassino il ph del cavo orale in 5/10 minuti da un ph medio di circa 7 ad un ph salivare diminuito drasticamente. Il VALORE CRITICO del ph salivare, oltre il quale si va incontro a demineralizzazione dello smalto, è 5.5. Se continuiamo ad ingerire zuccheri manteniamo il nostro cavo orale in condizione di continua acidità (perennemente al di sotto di ph=5.5), favorendo così l intaccarsi dello smalto da parte dei batteri cariogeni. Tra i 5 e 10 minuti successivi ai pasti riesco a ristabilire il ph normale della saliva, in modo da mantenere delle condizioni orali ottimali, o quantomeno sfavorenti l azione dei batteri cariogeni. Soprattutto per i pazienti cariorecettivi è nostro dovere cercare di insegnare che si dovrebbero eliminare tutti gli zuccheri superflui, concentrare gli zuccheri una volta in una giornata e nell arco dei 20 minuti successivi far seguire una appropriata igiene orale. Diagnosi di carie Per fare una diagnosi di carie devo innanzitutto vederci grande, chiaro e pulito. La diagnosi si effettua innanzitutto in MODO CLINICO, con dei mezzi di indagine e con dei mezzi ingrandenti davanti agli occhi. La carie inizia come una macchia bianca (white spot) che è una fase di demineralizzazione, cioè lo smalto diventa gessoso. Generalmente la carie inizia in quelle zone in cui i mezzi di detersione o di autodetersione (è compreso anche il ciclo masticatorio, durante il quale i solchi posteriori vengono puliti dalla lingua, dalla saliva, dal bolo alimentare che viene coinvolto) sono scarsi.

8 Qui c è la parte in cui ci sono stati i disegni alla lavagna delle corone dei molari dell adulto e del bambino Questi solchi possono essere particolarmente profondi, come ad esempio sulla corona di un molare di un adolescente (rispetto ad esempio della corona di una persona adulta). Nel sesto permanente appena erotto (ad esempio in un bambino di età compresa tra i 6 e i 10 anni), e dunque con ancora tutte le cuspidi non erose o abrase nella loro superficie smaltea, è facile che si trovino dei solchi molto profondi nei quali il bolo alimentare penetra in profondità formando come un tappo. In questo caso è difficile che il tappo di batteri venga rimosso e incomincia l acidificazione con la conseguente demineralizzazione dello smalto. Ma in questa zona, essendo molto vicini alla dentina, una volta demineralizzato lo smalto, siamo subito in polpa. Nei bambini le zone più colpite sono i solchi principali dei sesti e dei settimi, sia dell arcata superiore che inferiore. Disegno dei batteri annidati nello spazio interdentale In queste zone si annida la placca batterica che ristagna e può demineralizzare gli spazi interprossimali, oltre che danneggiare la papilla gengivale. L uso del FILO INTERDENTALE è proprio quello di andare a detergere gli spazi parodontali interprossimali. Lo stesso vale per lo SCOVOLINO. Un medico è bravo quando non fa la diagnosi per telefono Dobbiamo vederci bene, grande e pulito. Immagine sonda sottile/specillo con grande diametro Dobbiamo avere degli strumenti appuntiti e sottili per avere una diagnosi facile ed inequivocabile. Se sondo il solco con uno strumento sottile ho diagnosi molto accurata e raffinata, se al contrario lo strumento è grosso potremmo addirittura non riuscire a fare diagnosi. Ho bisogno di strumenti appuntiti e affilati per entrare nei solchi più piccoli e andare ad appoggiarmi alla lesione. Devo applicare sull elemento dentale una forza di 40 grammi.

9 Devo avere una mano leggera e delicata, benché non sia la mano che sonda, ma è lo strumento che deve sondare e fare diagnosi corretta e precoce. La diagnosi precoce della carie deve essere fatta con mano leggera, in modo da sentire se lo strumento si impegna nel solco, perché trova tessuto decalcificato e molliccio, ossia fa fatica ad essere rimosso perchè il tessuto demineralizzato fa ritenzione. Se la carie è molto estesa occorre prestare maggiore attenzione ed agire con maggiore delicatezza per non finire con lo specillo appuntito troppo in profondità e creare un sintomo algico al paziente, dato che in questo caso la superficie libera sarebbe già molto vicina alla polpa. Delicatezza, visione in grande e strumenti appuntiti Con specilli ricurvi posso sondare lo smalto nelle porzioni interdentali per mettere in evidenza se ci sono zone di minor resistenza a livello dello smalto. Disegno delle carie interprossimali Spesso anche in bocche apparentemente intonse si possono avere delle lesioni interprossimali visibili con 2 radiografie BITE-WINGS. Una radiografia ben eseguita è fattore indispensabile per una corretta diagnosi di carie interprossimale. Una carie che abbia intaccato solo la porzione dello smalto (senza possibilità che abbia intaccato la dentina) può essere contrastata senza l utilizzo di manipoli o otturazioni, ma con una terapia di prevenzione della carie già in atto attraverso procedimenti farmacologici basati sull utilizzo di fluoro. Il Fluoro infatti aiuta la remineralizzazione del dente e una carie primaria può essere remineralizzata con un trattamento a base di Fluoro. Disegno classificazione carie Felix Luts, direttore della cattedra di odontoiatria conservativa e parodontologia alla Università di Zurigo, aveva classificato i vari tipi di carie interprossimali in: D1 quando la carie colpisce solamente metà dello smalto. Non è mai sintomatologia. D2 quando la carie colpisce lo smalto e la prima parte della dentina. E scarsamente sintomatologia. D3 quando la carie è molto profonda e va a lambire la parte più vicina alla polpa dentaria. E molto più spesso sintomatologia rispetto a una D2. In fase D1 Felix Luts sosteneva che la carie si potesse remineralizzare con l utilizzo di filo interdentale fluorato, sciacqui di fluoro e clorexidina insieme,

10 una perfetta igiene orale e controlli ogni 4 mesi dal dentista o dall igienista con i conseguenti controlli radiografici previsti. Nell arco di 6 mesi/1 anno la lesione si dovrebbe remineralizzare e tornare ad avere un aspetto simile (per colore e consistenza) a quello degli altri elementi dentali. Altro disegno della classificazione delle carie D1,.. ma con schema ad onde concentriche. Con una buona radiografia a tecnica parallela e mediante l utilizzo del centratore di Rinn posizionato in bocca e tubo lungo, riesco ad ottenere un ottima immagine radiografica che mi permetta di individuare anche questa particolare situazione. Attualmente un paziente che presenti una carie D1 si tende a non trattare, ma metterla semplicemente a bagno di Fluoro. Radiografica L altro metodo per una corretta diagnosi di carie ci basa sul METODO RADIOGRAFICO. Guardando una radiografia devo anche saper spiegare al paziente quello che vede, ossia fargli capire che dove è nero è vuoto e dove è bianco è pieno perché ho materiale più denso come l osso. I vari colori indicano la varie conformazioni strutturali dell elemento dentale; ad esempio se vedo una parte grigia nella polpa in corrispondenza di una carie, so che quella è dentina terziaria o di reazione che si è venuta a formare in risposta allo stimolo carioso (come conseguenza dell apposizione di dentina terziaria ho anche una retrazione dei cornetti pulpari oltre al processo fisiologico stesso di deposizione di dentina secondaria che porta ad una riduzione del volume pulpare). La carie appare nera perché è data da una mancanza di tessuto perché la carie ha depauperato le componenti dello smalto e della dentina. Il segreto per fare una buona indagine di carie è avere una buona radiografia. La carie nella diapositiva è già una D2/D3.

11 Prevenzione e cura La cura non parte dalla cura, ma parte dalla prevenzione, soprattutto per le carie. La nostra terapia si basa soprattutto sulla cura dei segni, è dunque una terapia di tipo preventivo dell evento patologico. Profilassi 1,2,3 Per IGIENE intendiamo una profilassi attuata all interno della carie. Esistono varie strategie per i vari tipi di profilassi, che viene distinta in PROFILASSI: PRIMARIA SECONDARIA TERZIARIA Profilassi primaria La PROFILASSI PRIMARIA consiste nella lotta contro la malattia, prima che questa malattia si instauri. Si basa essenzialmente su una corretta divulgazione delle manovre di una corretta igiene orale domiciliare, abitudini alimentari corrette, fluoroprofilassi e la sigillatura dei solchi. Igiene orale domiciliare L igiene orale domiciliare, svolta in maniera corretta, diminuisce la carica batterica presente nel cavo orale. L ideale è lavarsi i denti 3 volte al giorno, dopo ogni pasto principale. Disegno del 25,26,27 Il metodo corretto per lavarsi i denti è la TECNICA DI BASS MODIFICATA:

12 spazzolino posto a 45 rispetto al solco gengivale, in modo che le setole vi possano penetrare per i primi 1-2 mm (es. nel nostro caso le setole saranno orientate dal basso manico dello spazzolino- verso l alto gengiva-) lavo i denti a gruppi di 3 per volta movimento circolare di massaggio per 5/10 secondi. Serve per staccare la placca batterica dal colletto gengivale e dagli spazi interprossimali segue un movimento verticale dalla gengiva verso la corona dei denti in modo da rimuovere la placca staccata precedentemente dal massaggio circolare lo spazzolino si sposta poi di tre denti in avanti tale tecnica fino ad ora descritta viene eseguita sia sulle facce vestibolari che su quelle linguali (o palatali) ai movimenti circolari e verticali per le superfici vestibolari e linguali (o palatali) si aggiunge poi la pulizia delle superfici occlusali dei denti, sempre a gruppi di tre tramite sfregamento in senso orizzontale per quanto riguarda le superfici interprossimali si utilizza il filo interdentale o, se gli spazi lo consentono, l uso degli scovolini indispensabile è infine anche la detersione della lingua, eseguita con lo spazzolino. La lingua infatti è un ricettacolo di placca, che si annida tra le sue papille. L alitosi è infatti data da una mancata rimozione quotidiana dei batteri che si annidano tra le papille della lingua. L alito puzza perché la lingua è sporca. g à na vulp! VOLPE=ALITOSI ALITOSI combattuta con una buona igiene orale e l apertura degli spazi interdentali, perché è anche qui che si annidano i batteri. Alcuni batteri Gram negativi che troviamo nelle tasche parodontali sono gli stessi che si trovano anche nelle feci. Alcuni individui posseggono delle immunoglobuline e degli altri sistemi di difesa che riescono a debellare alcuni tipi di questi batteri. Igiene orale domiciliare i Germania L 80% della popolazione tedesca ha una cattiva igiene orale. Ottengo una buona igiene orale domiciliare con almeno due minuti di spazzolamento al giorno effettuando tale igiene in almeno due momenti durante la giornata: dopo pranzo e prima di andare a letto.

13 1.3 spazzolini ogni anno In germania ogni persona cambia lo spazzolino in media ogni 9 mesi, questo significa che si acquistano 1.3 spazzolini nuovi all anno. Il filo interdentale viene utilizzato costantemente e regolarmente solo dal 3% dei nuclei familiari. Tempo ideale 5.1 minuti Il tempo ideale per una ottima pulitura degli elementi dentali è di 5,1 minuti, basandosi sull utilizzo della tecnica di Bass modificata, nello spazzolamento della lingua e nel passaggio del filo interdentale o dello scovolino. Il tempo medio della detersione della popolazione tedesca è di 80 secondi. Tempo medio: 80 secondi Tempo necessario per una buona igiene orale: 2 minuti Tempo per una igiene orale ideale: 5.1 minuti Soluzione Questa situazione si può migliorare attraverso consigli, motivazione e dei presidi di igiene orale. Superbrush Zimmer ha ideato questo spazzolino, SUPERBRUSH, che ha la peculiarità di avere tre superfici pulenti in modo da detergere contemporaneamente la superficie vestibolare, quella palatale o linguale e quella occlusale. Dimezzato indice di placca dopo una settimana

14 Superbrush dimezza l indice di placca dopo una settimana e dimezza inoltre l indice di sanguinamento gengivale. Vince su manuale Il Superbrush è risultato essere più efficace rispetto ad uno spazzolino manuale. Spazzolini elettrici Gli spazzolini elettrici si dividono in 3 generazioni: spazzolini elettrici di 1ª GENERAZIONE: con movimenti oscillanti, non più in commercio 2ª GENERAZIONE: testa rotante, paragonabili come efficienza al Superbrush, ma più difficili da usare, soprattutto per persone con difficoltà motorie come gli anziani. Non arrivano ad eliminare la placca dagli spazi più difficilmente raggiungibili. Terza generazione, ultrasonici 3ª GENERAZIONE: comprende gli spazzolini ultrasonici, ossia che possono produrre 3000 micromovimenti al secondo creando un effetto a cavitazione a livello del solco gengivale rimuovendo perfettamente la placca batterica in maniera rapida ed estremamente efficace. In commercio sono i 4 tipi sopra elencati e sono ritenuti decisamente superiori sia agli spazzolini manuali che a quelli a testina rotante. Attivazione sonica + cavitazione L attivazione sonica combinata alla cavitazione permette alle setole di questa 3ª generazione di spazzolini di penetrare fino a 3 mm al di sotto il solco gengivale.

15 Conclusioni Gli spazzolini ad attivazione ultrasonica sono migliori rispetto ai convenzionali spazzolini manuali. Gli spazzolini rotanti sono utili solo se utilizzati da persone capaci, perché sia i disabili che gli anziani non ne mantengono un buon controllo né lo appoggiano bene al dente. Per le persone con deficit motori è molto più semplice insegnare loro a sentire l azione dello spazzolino sul dente, eventualmente facendo delle manopole in silicone attorno al manico insegnando al paziente a riconoscere il contatto della sua mano allo spazzolino e di conseguenza dello spazzolino sul dente. Spazzolino da raccomandare? L utilizzo e la scelta dello spazzolino a questo punto si divide in livelle diversi, sia a seconda dell efficienza che della facilità d uso. Vado a piedi: Al livello base c è lo spazzolino manuale, il quale deve avere le setole artificiali in nylon (le setole naturali si impregnano di batteri e sono troppo morbide per detergere), di media durezza, ciascuna con la testa arrotondata. Sono efficaci ed efficienti, possono essere utilizzati da tutti, hanno un basso costo. Vado in bici: Migliore dello spazzolino manuale, ma basato sullo stesso principio è il superbrush, che accelera i tempi e migliora la resa, anche se il costo diventa più elevato (il doppio di uno spazzolino normale) Plaque control elettrico Vado con la jeep: Il grado più elevato rispetto a superbrush. Arriva in ogni punto, ma non è facile da usare per tutti e il costo è più elevato di uno spazzolino manuale Vado con la Ferrari:

16 E lo spazzolino ultrasonico. E il più efficiente, ma bisogna saperlo usare ed è molto costoso. Forma corretta dello spazzolino Tecnica Danni da errato spazzolamento Abrasioni dello smalto dipendono o da spazzoli tropo duri o da una sbagliata tecnica di spazzolamento (abrasioni dello smalto e recessioni della gengiva). Mezzi ausiliari Tepais (piccoli cunei di legno che si appoggiano alla papilla) hanno la stessa funzione degli stuzzicadenti. Scovolino ha funzione detergente dello spazio interprossimale e spazzolante per la rimozione della placca batterica. Gli scovolini sono molto comodi anche da viaggio, perché se usati tra un pasto e l altro svolgono già da soli il 50% dell igiene orale domiciliari. Filo interdentale Il filo interdentale va passato

Perche l, igiene orale si impara da piccoli!

Perche l, igiene orale si impara da piccoli! Prevenzione avanzata della carie Perche l igiene orale si impara da piccoli! I tuoi denti.. un mondo pieno di sorprese Lo sapevi che......i tuoi primi dentini si sono formati ancor prima di nascere? Nella

Dettagli

Prevenzione della carie dentaria

Prevenzione della carie dentaria Studio Medico Dentistico Prestigiacomo s.n.c. Via B. Mattarella, 30 90011 Bagheria (Pa) Tel. 091.903448 Cell. 320.7104860 E-mail: studioprestigiacomo@yahoo.it Campagna di: Prevenzione della carie dentaria

Dettagli

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE ARTICOLO CASTELLETTO TICINO SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE Esiste un miglior biglietto da visita di un bel sorriso? La nostra epoca è sicuramente dominata

Dettagli

- All inizio, la carie può essere solo visibile, senza dare sintomi particolari. Man mano che la lesione cariosa progredisce fino a giungere alla

- All inizio, la carie può essere solo visibile, senza dare sintomi particolari. Man mano che la lesione cariosa progredisce fino a giungere alla LA CARIE La carie è una malattia degenerativa dei tessuti duri del dente (smalto dentina) e che origina dalla superficie e procede in profondità fino alla polpa dentale. CAUSE: Le cause della carie sono

Dettagli

Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica

Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica Lo spazzolino adeguato per ogni esigenza specifica Per una protezione quotidiana dalla carie accurata dei colletti dentali scoperti efficace ma delicata del margine gengivale Balsamo per le gengive Nuovo

Dettagli

Igiene e cura dei denti

Igiene e cura dei denti Igiene e cura dei denti Capitolo 3 La salute della bocca La nostra bocca (cavo orale) è un sito anatomico riccamente abitato da microrganismi, che insieme formano un complesso e delicato ecosistema in

Dettagli

Igiene orale e profilassi

Igiene orale e profilassi Igiene orale e profilassi Per igiene orale si intende la pulizia della cavità orale nella sua interezza, sia nei suoi tessuti duri come i denti sia nei suoi tessuti molli come le mucose. Tali argomenti

Dettagli

Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione!

Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione! Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione! Prenderti cura della tua salute non dà solo benefici riguardanti il tuo benessere ma ti aiuta anche ad acquisire fiducia in te stesso,

Dettagli

ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA IGIENE ORALE

ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA IGIENE ORALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA IGIENE ORALE Una corretta igiene orale è fondamentale per mantenere nel tempo i propri denti e le proprie gengive sane. I nemici principali della salute orale sono i batteri,

Dettagli

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Guida all Igiene Dentale

Guida all Igiene Dentale Guida all Igiene Dentale Education Scuola & Lavoro srl Torino Tutti i diritti riservati I DENTI La bocca o cavità orale è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide con

Dettagli

EDUCAZIONE ALIMENTARE

EDUCAZIONE ALIMENTARE EDUCAZIONE ALIMENTARE E uno dei pilastri fondamentali per la prevenzione della carie, insieme alla: sigillatura dei solchi Fluoroprofilassi Igiene orale Controlli periodici CARIE E ALIMENTAZIONE PLACCA

Dettagli

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite Guida per il paziente Gengivite e parodontite La parodontite è più comune di quanto tu possa immaginare. Circa il 40% degli adulti soffre di questa patologia - spesso senza esserne a conoscenza. Le condizioni

Dettagli

IL VERO MANUALE A CASA SULL IGIENE ORALE

IL VERO MANUALE A CASA SULL IGIENE ORALE IL VERO MANUALE SULL IGIENE ORALE A CASA Prenderti cura della tua salute non dà solo benefici riguardanti il tuo benessere ma ti aiuta anche ad acquisire fiducia in te stesso, facilitando i rapporti con

Dettagli

IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA

IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA Linee guida per l igiene orale in caso di apparecchi ortodontici. Durante il periodo di trattamento con l apparecchiatura ortodontica il paziente deve mantenere

Dettagli

Opuscolo informativo per i pazienti. I quattro pilastri della prevenzione

Opuscolo informativo per i pazienti. I quattro pilastri della prevenzione Opuscolo informativo per i pazienti I quattro pilastri della prevenzione La carie, le parodontiti e le erosioni La carie insorge quando la placca batterica, che aderisce sulla superficie dei denti, non

Dettagli

Un sorriso da salvare

Un sorriso da salvare R O T A R Y I N T E R N A T I O N A L Service Above Self He Profits Most Who Serves Best DISTRETTO 2110 SICILIA E MALTA - ROTARY CLUB COSTA GAIA Un sorriso da salvare Progetto prevenzione della carie dentale

Dettagli

Studio Odontoiatrico. Dott. Pietro Bettanini

Studio Odontoiatrico. Dott. Pietro Bettanini Studio Odontoiatrico Dott. Pietro Bettanini Via Cavour, 105 39012 Merano Tel. 0473/212421 Fax 0473/258539 Un'alimentazione equilibrata è fondamentale per lo sviluppo e la salute dell'organismo e dei denti.

Dettagli

EZIOPATOGENESI DELLA CARIE

EZIOPATOGENESI DELLA CARIE STORIA DELLA CARIE Numerose sono le teorie formulate a proposito della etiologia e patogenesi della carie dentaria. Le teorie ESOGENE considerano l agente eziologico responsabile della patologia cariogena

Dettagli

Guida per il paziente. Consigli utili per un sorriso sano

Guida per il paziente. Consigli utili per un sorriso sano Guida per il paziente Consigli utili per un sorriso sano 2 Denti sani per tutta la vita Hai parecchio da guadagnare dedicando ai tuoi denti qualche minuto di attenzione ogni giorno. Lo sapevi che una bocca

Dettagli

A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini!

A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini! A tutti i bambini Grazie per i vostri dentini! I denti sono un bene prezioso! Ci aiutano a: 1. MASTICARE 2. PRONUNCIARE BENE LE PAROLE 3. AVERE UN BEL SORRISO Sai chi è l igienista dentale? L igienista

Dettagli

Guida interattiva. all educazione orale nella prima infanzia. A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana

Guida interattiva. all educazione orale nella prima infanzia. A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana Guida interattiva all educazione orale nella prima infanzia A cura della Dott.ssa Miriam Madau M. Madau, A. Dovana DALLA MAMMA AL BAMBINO Come mantenere sana la bocca dei nostri figli Educare i bambini

Dettagli

Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco

Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco Studio Ortodontico Dott. Giovanni Bavaresco Specialista in Odontostomatologia ed Ortodonzia OPUSCOLO IGIEE Documento informativo per il paziente Pratica esclusiva in Ortodonzia In accordo UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

DR. MARIO BUCCIARELLI MEDICO DENTISTA DANILO AVOLIO MEDICO DENTISTA

DR. MARIO BUCCIARELLI MEDICO DENTISTA DANILO AVOLIO MEDICO DENTISTA 1 DR. MARIO BUCCIARELLI MEDICO DENTISTA Denti e dentizioni DANILO AVOLIO MEDICO DENTISTA 2 A seconda della loro morfologia distinguiamo quattro tipi di denti: - Gli incisivi - I canini - I premolari -

Dettagli

Scovolini interdentali:

Scovolini interdentali: Scovolini interdentali: istruzioni per l uso UN COSTANTE IMPEGNO IN DIFESA DELLA SALUTE Migliorare il benessere e la salute delle persone anche attraverso una corretta igiene orale: questa la filosofia

Dettagli

Dott.ssa Gloria Funiciello

Dott.ssa Gloria Funiciello MANUALE PRATICO DI PREVENZIONE DENTALE PER TUTTA LA FAMIGLIA A Cura della Dott.ssa Gloria Funiciello Odontoiatra e Specialista in Ortodonzia e Gnatologia Quando un bel SORRISO vuol dire BUONA SALUTE! La

Dettagli

guida pratica per la salute orale del paziente disabile

guida pratica per la salute orale del paziente disabile Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari U.O. di Odontostomatologia Direttore: Prof.ssa Pietrina Franca Lugliè guida pratica per la salute orale del paziente disabile A cura dell Igienista dentale

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

terapia della carie con ozono.

terapia della carie con ozono. Il vostro dentista consiglia: terapia della carie con ozono. "Per tutti quelli che danno importanza ad un trattamento delicato e approfondito!" 99,9% senza carie indolore 100% "Salve, io sono il Dott.

Dettagli

Il sorriso è l espressione della salute

Il sorriso è l espressione della salute Il sorriso è l espressione della salute...esprimi la tua salute iniziando da un sorriso sano. PROGRAMMA DI PROMOZIONE ALLA SALUTE ORALE e IGIENE ALIMENTARE Introduzione L educazione alla salute rappresenta

Dettagli

LINEE GUIDA DI SALUTE ORALE NEL BAMBINO

LINEE GUIDA DI SALUTE ORALE NEL BAMBINO LINEE GUIDA DI SALUTE ORALE NEL BAMBINO La salute orale del bambino è un obiettivo per i genitori che sanno quanto sia importante per la qualità di vita del bambino. La bocca è infatti sede di funzioni

Dettagli

Fili interdentali: istruzioni per l uso

Fili interdentali: istruzioni per l uso 4_Leaflet_Fili:Layout 1 21-12-2007 12:29 Pagina 1 Fili interdentali: istruzioni per l uso UN COSTANTE IMPEGNO IN DIFESA DELLA SALUTE Migliorare il benessere e la salute delle persone anche attraverso una

Dettagli

Una bocca sana. ad ogni età

Una bocca sana. ad ogni età Una bocca sana ad ogni età La bocca e i denti Attraverso la bocca possiamo nutrirci e assaporare il cibo, parlare e comunicare, sorridere. Prendersi cura della bocca è importante, per tutta la durata della

Dettagli

Crescita e sviluppo: una guida per i genitori

Crescita e sviluppo: una guida per i genitori Crescita e sviluppo: una guida per i genitori Cari genitori, Promes Sanità lancia l iniziativa Giovani Sorrisi destinata ai pazienti più piccoli con l obiettivo di assicurare la salute della bocca dei

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009

PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 PROGETTO EDUCAZIONE ALIMENTARE anno scolastico 2008 2009 Educare i bambini ad acquisire e mantenere sane abitudini alimentari rappresenta un importante intervento di promozione alla salute Il progetto

Dettagli

PER GENGIVE PIÙ SANE MANUALE DI IGIENE ORALE DOMICILIARE SOLUZIONI COMPLETE PER L IGIENE ORALE

PER GENGIVE PIÙ SANE MANUALE DI IGIENE ORALE DOMICILIARE SOLUZIONI COMPLETE PER L IGIENE ORALE PER GENGIVE PIÙ SANE MANUALE DI IGIENE ORALE DOMICILIARE SOLUZIONI COMPLETE PER L IGIENE ORALE D A L L A P R E V E N Z I O N E A L L A C U R A LA CORRETTA IGIENE ORALE TUTELA LA SALUTE DI TUTTO L ORGANISMO

Dettagli

Combatti la minaccia della carie!

Combatti la minaccia della carie! Segui il tuo istinto! Gioco 1 Sai riconoscere il tuo vero maestro? Trova le 7 differenze tra le due immagini di Yoda nel minor tempo possibile: la potenza di un cavaliere Jedi si riconosce anche dalla

Dettagli

COME BISOGNA PULIRE I DENTI CON LO SPAZZOLINO

COME BISOGNA PULIRE I DENTI CON LO SPAZZOLINO COME BISOGNA PULIRE I DENTI CON LO SPAZZOLINO G G.R.IERFINO www.igieneorale.info PREMESSA IMPORTANTE Il fatto che alla verifica dal dentista si constati che le condizioni di salute dentale e parodontali

Dettagli

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Daniela Batisti SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Guida per mamme e papà alla prevenzione della carie Daniela Batisti, Sporchicini nascosti tra i dentini Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale

Dettagli

Manuale Igiene.qxd 24-07-2012 17:10 Pagina 2

Manuale Igiene.qxd 24-07-2012 17:10 Pagina 2 Manuale Igiene.qxd 24-07-2012 17:10 Pagina 2 Sunstar Italiana s.r.l. Corso Italia 13 21047 Saronno (Va) Italia Tel. 02.96319003 - Fax 02.96319008 www.sunstargum.it - info.italy@it.sunstar.com SEGUICI SU

Dettagli

Dottor Fabio Lupi igienista dentale LA NOSTRA BOCCA

Dottor Fabio Lupi igienista dentale LA NOSTRA BOCCA Dottor Fabio Lupi igienista dentale LA NOSTRA BOCCA La bocca Ä una parte molto importante del corpo e non solo per l aspetto estetico. Attraverso la bocca parliamo, comunichiamo con gli altri ma soprattutto

Dettagli

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA Ecco LE MOSSE VINCENTI LA BOCCA I punti nevralgici della masticazione La bocca è, in tutti gli animali, il luogo in cui avviene la prima parte della digestione,

Dettagli

«I DENTI E L IGIENE ORALE» Lunedì 14 Dicembre 2015 Scuola media statale Padre Pio Torremaggiore Dott. Antonio Recchia

«I DENTI E L IGIENE ORALE» Lunedì 14 Dicembre 2015 Scuola media statale Padre Pio Torremaggiore Dott. Antonio Recchia «I DENTI E L IGIENE ORALE» Lunedì 14 Dicembre 2015 Scuola media statale Padre Pio Torremaggiore Dott. Antonio Recchia IL DENTE CORONA RADICE SMALTO DENTINA CEMENTO RADICOLARE POLPA OSSO ALVEOLARE GENGIVA

Dettagli

PARODONTALE CON SCALING e PREPARAZIONI GNATOLOGICHE

PARODONTALE CON SCALING e PREPARAZIONI GNATOLOGICHE Elenco DEBRIDMENT: dei vassoi utilizzati TRATTAMENTO in sequenza al corso di PARODONTALE CON SCALING e levigatura PROTESI delle FISSA radici E PREPARAZIONI GNATOLOGICHE Vassoio 30 per portaimpronte.......................

Dettagli

Il Rondoflex Plus agisce con tutta la sua forza per aprire con precisione le cavità, nel rispetto della sostanza sana del dente.

Il Rondoflex Plus agisce con tutta la sua forza per aprire con precisione le cavità, nel rispetto della sostanza sana del dente. PREVENZIONE INFANTILE L'infanzia è sicuramente il terreno più fertile per una corretta educazione sanitaria odontoiatrica. In queste fasce di età la prevenzione primaria è di particolare interesse. Essa

Dettagli

a cura di Giovanni Sammarco Francesca Manfrini Quaderno di aggiornamento odontoiatrico Analisi del paziente cariorecettivo e metodiche mini-invasive

a cura di Giovanni Sammarco Francesca Manfrini Quaderno di aggiornamento odontoiatrico Analisi del paziente cariorecettivo e metodiche mini-invasive a cura di Giovanni Sammarco Francesca Manfrini Quaderno di aggiornamento odontoiatrico Analisi del paziente cariorecettivo e metodiche mini-invasive INDICE INTRODUZIONE...9 1 - LA CARIE:...11 DEFINIZIONE

Dettagli

che cos è la paradontologia?

che cos è la paradontologia? che cos è la paradontologia? La parodontologia è una disciplina di area odontoiatrica che promuove la salute dell individuo attraverso la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle patologie che colpiscono

Dettagli

Gengivite e parodontite

Gengivite e parodontite Gengivite e parodontite Opuscolo informativo per il paziente La malattia parodontale (chiamata anche parodontite, parodontosi, piorrea, parodontopatia) è una infezione batterica che colpisce il parodonto,

Dettagli

Attività ospedaliera con pazienti autistici

Attività ospedaliera con pazienti autistici Attività ospedaliera con pazienti autistici DIRIGENTE DR ARRIGONI CARLO RESPONSABILE DR TEALDI RODOLFO COLLABORATORI DR FIORELLINO MARIO MEDICO FREQUENTATORE INFERMIERE BONGIOVANNI ISABELLA GIRAUDI CARMEN

Dettagli

Opuscolo informativo per i pazienti. I fluoruri per prevenire la carie

Opuscolo informativo per i pazienti. I fluoruri per prevenire la carie Opuscolo informativo per i pazienti I fluoruri per prevenire la carie Tutto quello che dovete sapere sui fluoruri Negli ultimi decenni, in Svizzera e in molti paesi industrializzati, si è assistito a una

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA:

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: Lo sbiancamento Posso fare lo sbiancamento? Ci sono determinate situazioni in cui lo sbiancamento non è utile o non avrebbe un buon risultato oppure ha delle controindicazioni. E consigliabile eseguire

Dettagli

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE IGIENE DENTALE E PREVENZIONE Dispensa n.3 Introduzione Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l origine di molte patologie organiche sono dovute ai rapidi cambiamenti dello stile di vita

Dettagli

Quando un dente si ammala dovremmo curarlo non solo con la stessa attenzione ma anche con la stessa sollecitudine delle altre parti del corpo.

Quando un dente si ammala dovremmo curarlo non solo con la stessa attenzione ma anche con la stessa sollecitudine delle altre parti del corpo. Igiene orale Tecniche e gli strumenti per una corretta igiene orale quotidiana. Il metodo e la tecnica di esecuzione sono semplici e poco costosi e sono alla portata di tutti e richiedono poco tempo. Osservandoci

Dettagli

3M ESPE. Comfortable Oral Care. Il concetto di. sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid

3M ESPE. Comfortable Oral Care. Il concetto di. sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid 3M ESPE Comfortable Oral Care Il concetto di sorriso sano. Clinpro Gel Clinpro Fluid Profilassi sistematica con un programma di prodotti completo All avanguardia nel progresso scientifico Aroma gradevole

Dettagli

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA educazione alla salute come avere denti da campione prevenzione

Dettagli

Guida per il paziente. Aver cura dei tuoi impianti

Guida per il paziente. Aver cura dei tuoi impianti Guida per il paziente Aver cura dei tuoi impianti Prenditi cura dei tuoi impianti esattamente come se ti prendessi cura dei tuoi denti naturali. Un approfondita igiene orale è necessaria per prevenire

Dettagli

che cos è la cariologia?

che cos è la cariologia? che cos è la cariologia? La cariologia promuove la salute dell individuo attraverso la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle patologie che colpiscono i tessuti duri dei denti (smalto, dentina), la

Dettagli

Come pulire i denti. su concessione dell Ambulatorio Odontoiatrico San Matteo - Fe

Come pulire i denti. su concessione dell Ambulatorio Odontoiatrico San Matteo - Fe Come pulire i denti su concessione dell Ambulatorio Odontoiatrico San Matteo - Fe HI-LUX LABORATORIO ODONTOTECNICO di Martello Francesco Via Modena, 191/A 44122 Ferrara Italy Tel 0532771296 Cell 3483919876

Dettagli

Anestesia Locale Indolore

Anestesia Locale Indolore Anestesia Locale Indolore Particolare cura a non far avvertire disagi durante l'effettuazione della Anestesia Locale MicroDose Test iniziale, per valutare eventuali reazioni con dosi farmacologiche minime.

Dettagli

Un sorriso smagliante? È questione di igiene quotidiana: il vademecum per non trascurarla

Un sorriso smagliante? È questione di igiene quotidiana: il vademecum per non trascurarla Home / In Forma / Benessere & Salute / Un sorriso smagliante? È questione di igiene quotidiana: il vademecum per non trascurarla Un sorriso smagliante? È questione di igiene quotidiana: il vademecum per

Dettagli

PREVALENZA PATOLOGIA CARIOSA

PREVALENZA PATOLOGIA CARIOSA PREVENZIONE il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute

Dettagli

Aver cura dei tuoi impianti

Aver cura dei tuoi impianti Guida per il paziente Scovolini TePe Originali 0,4 mm 930410826 0,45 mm 930410840 0,5 mm 930410853 0,6 mm 930410865 0,7 mm 930410877 0,8 mm 930410889 1,1 mm 930410891 1,3 mm 935421305 1,5 mm 930513332

Dettagli

Sbiancamento dentale. Perché sbiancare i denti!

Sbiancamento dentale. Perché sbiancare i denti! Sbiancamento dentale Perché sbiancare i denti! Il sorriso e i denti di una persona sono tra le prime cose che noi guardiamo quando comunichiamo con gli altri. Un bel sorriso dà un'idea di igiene, di ordine,

Dettagli

I NOSTRI DENTI IMPARIAMO A CONOSCERLI E AD AVERNE CURA

I NOSTRI DENTI IMPARIAMO A CONOSCERLI E AD AVERNE CURA I NOSTRI DENTI IMPARIAMO A CONOSCERLI E AD AVERNE CURA PREFAZIONE Questo opuscolo ha lo scopo di riassumere brevemente quelle semplici norme che ciascuno di noi deve conoscere e mettere in pratica per

Dettagli

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale Scuola Primaria Paritaria «San Giuseppe» Foggia Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale 17 e 24 aprile 2012 Dott. Felice Lipari odontoiatra IL SORRISO Ciao, amici, sapete che il nostro sorriso

Dettagli

I denti, un bene prezioso.

I denti, un bene prezioso. I denti, un bene prezioso. Direzione Generale Sanità Struttura Piani e Programmi www.sanita.regione.lombardia.it Call Center 840.000.006 Televideo di RAI 3 pp. 530-535 La salute della bocca: consigli per

Dettagli

Metodo per la valutazione del rischio individuale in Parodontologia

Metodo per la valutazione del rischio individuale in Parodontologia Come può modificare il suo livello di rischio? Dalla corretta attuazione di procedure preventive e terapeutiche atte a diminuire il livello di rischio per la Parodontite deriva una migliore probabilità

Dettagli

U.O.S. Pediatria di Comunità

U.O.S. Pediatria di Comunità U.O.S. Pediatria di Comunità U.O. C. Materno Infantile come avere denti da campione prevenzione primaria della carie anno scolastico 2012-2013 classi seconde della scuola primaria aggiornato al 25.07.2012

Dettagli

Scopri come vincere un trattamento di igiene orale professionale a pag.15.

Scopri come vincere un trattamento di igiene orale professionale a pag.15. Scopri come vincere un trattamento di igiene orale professionale a pag.15. E un iniziativa di guida per una corretta igiene orale Per rafforzare la relazione con i nostri clienti con pubblicazioni e articoli

Dettagli

INDICE. 1. Storia dell odontoiatria restaurativa

INDICE. 1. Storia dell odontoiatria restaurativa IX INDICE 1. Storia dell odontoiatria restaurativa 2. Embriologia ed istologia 2.1. Cenni di embriologia 2.1.1. Embriologia dell organo dentale 2.1.2. Formazione dello smalto 2.1.3. Formazione della dentina

Dettagli

paro paro TUTTO PER LA PERFETTA IGIENE DENTALE paro DISTRIBUZIONE SWISS SPECIALISED SWISS DENTAL CARE SPECIALISED SWISS DENTAL CARE

paro paro TUTTO PER LA PERFETTA IGIENE DENTALE paro DISTRIBUZIONE SWISS SPECIALISED SWISS DENTAL CARE SPECIALISED SWISS DENTAL CARE P R O P H Y L A X I S Igiene dentale Igiene interdentale Igiene orale paro SWISS PROFESSIONAL paro DISTRIBUZIONE ProfiMed Srl Via Copernico, 22 paro TUTTO PER LA PERFETTA IGIENE DENTALE 20060 Cassina De

Dettagli

Mini Dossier Prevenzione N. 10-11/09

Mini Dossier Prevenzione N. 10-11/09 Le malattie della bocca ed i loro sintomi L IGIENE DELLA BOCCA La bocca è una parte molto importante del nostro corpo: il viso deve molto al sorriso e una bocca con denti cariati, macchiati, rotti o addirittura

Dettagli

come avere denti da campione prevenzione primaria della carie

come avere denti da campione prevenzione primaria della carie Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria VICENTINO OVEST U..O.C.. MATTEERNO IINFFANTTIILLEE U..O.. PEDIATRIA DII COMUNITA educazione alla salute come avere denti da

Dettagli

A P P R O F O N D I M E N T I U T I L I

A P P R O F O N D I M E N T I U T I L I A P P R O F O N D I M E N T I U T I L I Com'è composta la dentizione decidua e a che età avviene l'eruzione dei dentini da latte? I denti da latte sono in tutto 20, cinque per ogni emiarcata. Spuntano

Dettagli

Carta Servizi PROTESI DENTALE

Carta Servizi PROTESI DENTALE Dott. Antonio Calabrese Carta Servizi PROTESI DENTALE La Protesi Dentale è quella branca odontoiatrica che si occupa della sostituzione dei denti naturali andati persi. Se uno o più denti sono andati perduti

Dettagli

Abstract: Diagnosi e gestione della xerostomia

Abstract: Diagnosi e gestione della xerostomia Abstract: Diagnosi e gestione della xerostomia Autore: Dott.ssa Caterina Ardito Razionale La xerostomia è definita come una denuncia soggettiva di secchezza della bocca derivante da una diminuzione della

Dettagli

Dai 0 ai 3 anni. Con l obiettivo di ridurre i rischi della contaminazione mammabimbo è consigliabile che la mamma:

Dai 0 ai 3 anni. Con l obiettivo di ridurre i rischi della contaminazione mammabimbo è consigliabile che la mamma: Studio Dentistico LE REGOLE D'ORO DELLA PREVENZIONE Prevenzione odontoiatrica a 360 - Corriere della salute - Articolo tratto da Corriere Salute, inserto del Corriere della Sera del 3 febbraio 2002-1-

Dettagli

F.A.Q. (Domande Frequenti)

F.A.Q. (Domande Frequenti) F.A.Q. (Domande Frequenti) 1) QUANTO COSTA UNA VISITA? La prima visita è gratuita; 2) OGNI QUANTO DOVREI FARE L'ABLAZIONE DEL TARTARO? La frequenza con cui è opportuno farsi controllare dipenda essenzialmente

Dettagli

ODONTOIATRIA INFANTILE

ODONTOIATRIA INFANTILE ODONTOIATRIA INFANTILE IGIENE ORALE E PREVENZIONE NELLE NOSTRE STRUTTURE ODONTOIATRICHE SI APPLICANO PROTOCOLLI CHE PREVEDONO L APPLICAZIONE DI TECNOLOGIE AVANZATE PER OTTENERE UN ODONTOIATRIA PREVENTIVA

Dettagli

Diagnosi di carie. Classificazione della carie

Diagnosi di carie. Classificazione della carie Diagnosi di carie La Scuola di Medicina Dentale dell'università di Ginevra definisce l'odontoiatria conservativa come "l'insieme dei procedimenti clinici atti alla conservazione dei denti naturali e al

Dettagli

EROSIONE DELLO SMALTO

EROSIONE DELLO SMALTO EROSIONE DELLO SMALTO 1 Che cos è lo smalto? Lo smalto è: il rivestimento esterno che agisce come scudo protettivo del dente; la sostanza più dura presente nell organismo; composto da minerali e non contiene

Dettagli

Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013

Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013 Sig.ra ------------------- PROGETTO PREVENZIONE 2011-2013 Il Progetto Prevenzione, un idea di CLD nata nel 2011 e curata dalla dott.ssa Sara Zambelli, si prefiggeva di comprendere quanto l igiene orale

Dettagli

Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA Dott.ssa Eva Pellegrini Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA L integrità di un dente può essere compromessa da molte cause, tra cui le più comuni sono: carie, erosione/abrasione e traumi. La Conservativa

Dettagli

Z âçzt t àâàà Ä Å É tâzâü É w UâÉÇ atàtäx x fxüxçé ECDH4 WÉààA ctéäé Wâz{ xüé GUIDA ALL ACQUISTO DI SPAZZOLINO E DENTIFRICIO

Z âçzt t àâàà Ä Å É tâzâü É w UâÉÇ atàtäx x fxüxçé ECDH4 WÉààA ctéäé Wâz{ xüé GUIDA ALL ACQUISTO DI SPAZZOLINO E DENTIFRICIO Newsletter degli studi dentistici del dott. Paolo Dughiero Numero 3 GUIDA ALL ACQUISTO DI SPAZZOLINO E DENTIFRICIO Vediamo in questo numero le caratteristiche degli strumenti a nostra disposizione per

Dettagli

Programma di promozione alla salute orale & igiene alimentare

Programma di promozione alla salute orale & igiene alimentare Programma di promozione alla salute orale & igiene alimentare Introduzione L'educazione alla salute rappresenta uno dei mezzi vincenti attraverso cui fondare e diffondere una cultura di prevenzione. Il

Dettagli

L'angolo del sorriso

L'angolo del sorriso L'angolo del sorriso A cura di: Dott. Maria Cristina Ceccarelli, Laurata in Odontoiatria e Protesi Dentale, Specialista in Ortognatodonzia Daniela Martelli Diplomata in Igiene Dentale Questo è un breve

Dettagli

NOVITÀ L UNICO SISTEMA COMPLETO CON SOLUZIONI SPECIFICHE PER I PORTATORI DI APPARECCHI ORTODONTICI

NOVITÀ L UNICO SISTEMA COMPLETO CON SOLUZIONI SPECIFICHE PER I PORTATORI DI APPARECCHI ORTODONTICI 2011 McCann Healthcare NOVITÀ L UNICO SISTEMA COMPLETO CON SOLUZIONI SPECIFICHE PER I PORTATORI DI APPARECCHI ORTODONTICI PORTATORI DI APPARECCHI ORTODONTICI: UNA POPOLAZIONE CON SPECIFICHE ESIGENZE DI

Dettagli

I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara

I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara I DENTI nell Epidermolisi bollosa simplex di Dowling-Meara 1. Introduzione Nel caso di numerose forme di EB, i disturbi dentali possono comparire con una diversa frequenza e con vari livelli di gravità.

Dettagli

PROGETTO IGIENE ORALE - 3 -

PROGETTO IGIENE ORALE - 3 - PROGETTO IGIENE ORALE - 3 - - 4 - SOMMARIO Denti e ambiente orale 3 Denti 3 Saliva 3 Placca batterica 4 Patologie dentali 7 Carie 7 Carie in età pediatrica 9 Ipersensibilità dentinale 10 Patologie parodontali

Dettagli

2. Chiusura di gap e sostituzione del dente mancante 35 con ponte modellato direttamente nella regione 34-36

2. Chiusura di gap e sostituzione del dente mancante 35 con ponte modellato direttamente nella regione 34-36 GrandTEC Test Kit Egr. utilizzatore, Questo Test Kit è stato realizzato per permetterle di testare GrandTEC sul modello prima di usare il prodotto in una situazione clinica. GrandTEC è una striscia in

Dettagli

L odontoiatria conservativa

L odontoiatria conservativa Gianfranco Politano L odontoiatria conservativa come ripariamo un dente cariato Una pubblicazione dello: L autore! Gianfranco Politano Laureato in odontoiatria e protesi dentale all universita di Modena

Dettagli

Igiene orale Informazioni utili per una corretta igiene orale

Igiene orale Informazioni utili per una corretta igiene orale Igiene orale Informazioni utili per una corretta igiene orale Ciss Consorzio intercomunale per i servizi socio sanitari Il Ciss, Consorzio Intercomunale per i Servizi Socio Sanitari, ha un ruolo strategico

Dettagli

La Prevenzione Dentale Oggi. Giuseppe Di Mauro

La Prevenzione Dentale Oggi. Giuseppe Di Mauro La Prevenzione Dentale Oggi Giuseppe Di Mauro In campo odontoiatrico è fondamentale il ruolo del pediatra che, per i suoi frequenti contatti con il bambino e i suoi genitori, può attuare un efficace programma

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RICEVUTA INFORMAZIONE E CONSENSO A TRATTAMENTO ORTODONTICO. Cognome: Nome: Nato/a il: a: Residente a: Via Tel. Cell.

DICHIARAZIONE DI RICEVUTA INFORMAZIONE E CONSENSO A TRATTAMENTO ORTODONTICO. Cognome: Nome: Nato/a il: a: Residente a: Via Tel. Cell. DICHIARAZIONE DI RICEVUTA INFORMAZIONE E CONSENSO A TRATTAMENTO ORTODONTICO Cognome: Nome: Nato/a il: a: Residente a: Via Tel. Cell. Gentile Paziente, lo scopo di questo modulo è di avere il Suo consenso

Dettagli

La qualità dello smalto come valore estetico del sorriso

La qualità dello smalto come valore estetico del sorriso La qualità dello smalto come valore estetico del sorriso Autore_Consuelo Sanavia, Italia Fig. 1_La foto rappresenta la dentatura di un giovane di 24 anni. Malgrado il sorriso sia sano, bianco e armonioso,

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA:

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: Lo sbiancamento Posso fare lo sbiancamento? Ci sono determinate situazioni in cui lo sbiancamento non è utile o non avrebbe un buon risultato oppure ha delle

Dettagli

ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO

ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO Dott.ssa Federica Nosenzo Laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria presso L Università di Milano Uni Ateneo Ivana Torretta Nerviano

Dettagli

Numero Libretto sanitario Pediatrico. codice sanitario. cognome. nome. nato/a a. data di nascita. indirizzo. telefono. variazioni di indirizzo

Numero Libretto sanitario Pediatrico. codice sanitario. cognome. nome. nato/a a. data di nascita. indirizzo. telefono. variazioni di indirizzo Numero Libretto sanitario Pediatrico codice sanitario cognome nome nato/a a data di nascita indirizzo telefono variazioni di indirizzo Indicazioni generali sulle problematiche odontoiatriche dell età evolutiva

Dettagli

Un dente mancante significa perdita di osso. Gli Impianti

Un dente mancante significa perdita di osso. Gli Impianti Un dente mancante significa perdita di osso Gli Impianti Un dente mancante si Perdere uno o più denti provoca un grande problema estetico, perdita di funzione masticatoria ed inabilità nel sottostare ad

Dettagli