8. Il Fondo Speciale dei Medici di Medicina Generale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "8. Il Fondo Speciale dei Medici di Medicina Generale"

Transcript

1 8. Il Fondo Speciale dei Medici di Medicina Generale 8.1. La composizione del Fondo Gli iscritti attivi al Fondo sono coloro che hanno un rapporto professionale con il Servizio Sanitario Nazionale (o altri istituti) in qualità di: medici generici; pediatri di libera scelta; addetti ai servizi di continuità assistenziale ed emergenza territoriale; transitati alla dipendenza, appartenenti alle categorie di cui sopra. Alla data del 31 dicembre 2006 risultano essere così divisi per categorie professionali: Tabella 8.1. Fondo dei Medici di Medicina Generale. Maschi Femmine Totale Medici di Medicina Generale Pediatri di libera scelta Addetti alla continuità assistenziale e all emergenza territoriale Transitati alla dipendenza Totale Gli iscritti pensionati al Fondo alla data del 31 dicembre 2005 sono di cui medici e superstiti. Le pensioni ordinarie erogate dal Fondo sono , quelle di invalidità 665. Il rapporto tra iscritti e pensionati è 2,78 (I/P = /24.839). Il rapporto tra contributi e pensioni è 1,47 (C/P = 821,27/560,55 in milioni di Euro). Nella figura che segue si può valutare nel tempo il rapporto tra contributi e prestazioni. Figura 8.1. Fondo dei Medici di Medicina Generale.

2 66 La previdenza ENPAM del Medico e dell Odontoiatra 8.2. La contribuzione al Fondo I Medici di Medicina Generale, della continuità assistenziale e dell emergenza territoriale, in relazione all Accordo Collettivo Nazionale del 20 gennaio 2005, e i pediatri di libera scelta, in relazione all Accordo Collettivo Nazionale del 15 dicembre 2005, contribuiscono al Fondo con un aliquota contributiva dal 1 gennaio 2004 del 15% di cui il 9,375% a carico dell azienda e il 5,625% a carico del medico. I medici transitati alla dipendenza in relazione al contratto di lavoro contribuiscono al Fondo con un aliquota contributiva del 32,35% di cui il 23,80% a carico dell azienda e l 8,55% a carico del medico. È previsto un contributo aggiuntivo a carico del medico dell 1% sulla quota di compenso superiore a un tetto predeterminato e indicizzato (per il 2007 pari a ,00). Figura 8.2. Entrate. Contributi ordinari 91,8% Contributi di riscatto e interessi 4,9% Contributi medici transitati alla dipendenza 2,2% Contributi per ricongiunzione attiva e relativi interessi 1,0% Sanzioni e penalità 0,1% 8.3. Le prestazioni del Fondo Le prestazioni del Fondo sono: 1. la pensione ordinaria di vecchiaia; 2. la pensione ordinaria di anzianità; 3. la pensione di invalidità assoluta e permanente; 4. la pensione indiretta e di reversibilità ai superstiti; 5. l indennità per invalidità temporanea.

3 8. Il Fondo Speciale dei Medici di Medicina Generale 67 I requisiti per la pensione ordinaria di vecchiaia sono: cessazione del rapporto; sessantacinque anni di età; attualità della contribuzione al sessantacinquesimo anno oppure quindici anni di contribuzione. I requisiti per la pensione ordinaria di anzianità sono: cessazione del rapporto; trentacinque anni di contributi (effettivi, riscattati o ricongiunti) con cinquantotto anni di età e trent anni di anzianità di laurea; quarant anni di contributi (effettivi, riscattati o ricongiunti) e trent anni di anzianità di laurea. Il calcolo della pensione avviene secondo un metodo detto retributivo di tipo reddituale, proprio del Fondo, secondo cui il reddito di ciascun anno viene ricostruito dalla contribuzione versata e dall aliquota percentuale di prelievo contributivo corrispondente a quello specifico anno di versamento. La pensione si determina applicando alla base pensionabile, cioè alla media dei redditi rivalutati di tutta la vita professionale, che si ottiene dividendo la somma di tutti i redditi annuali rivalutati del 100% dell indice ISTAT per tutti gli anni di contribuzione effettiva, le seguenti aliquote o coefficienti di rendimento per gli anni di contribuzione effettiva o ricongiunta: 1,65% per gli anni dal 1961 al 1983; 2,25% per gli anni dal 1984 al 1994; 1,40% per gli anni dal 1995 al 1998; 1,456% per gli anni dal 1999 al 2003; 1,50% per gli anni dal 2004 in poi; e le seguenti aliquote o coefficienti di rendimento per gli anni di contribuzione riscattata: 1,65% per gli anni sino al 31 dicembre 1994; 1,40% per gli anni dal 1995 al 1998; 1,456% per gli anni dal 1999 al 2003; 1,50% per gli anni dal 2004 in poi. Quindi la pensione si ottiene applicando un aliquota percentuale a un entità numerica: e cioè: x % base pensionabile x aliquota di rendimento (reddito medio annuo rivalutato) (somma aliquote annuali) A partire dal 1 agosto 2006, nei casi di pensionamento a un età superiore a sessantacinque anni e fino ai settant anni, si applica, in misura doppia del 3%, il coefficiente di rendimento pro tempore vigente, fatto salvo il principio dei diritti acquisiti dagli ul-

4 68 La previdenza ENPAM del Medico e dell Odontoiatra trasessantacinquenni, con applicazione dei coefficienti di maggiorazione riferiti all età del medico raggiunta alla data del 31 luglio La misura della pensione ordinaria di anzianità, che si determina con le stesse modalità di calcolo del trattamento ordinario di vecchiaia, viene calcolata a sessantacinque anni e poi ridotta in base all aliquota riferita all età del medico al raggiungimento dei requisiti. Le scadenze temporali o finestre di accesso al trattamento pensionistico di anzianità sono previste per legge (Legge 27 dicembre 1997, n. 449). Indicizzazione ISTAT delle pensioni. Dal 1 gennaio 2007 le pensioni di importo complessivo annuo fino a quattro volte il trattamento minimo INPS vengono maggiorate ogni anno nella misura del 75% dell indice ISTAT dell anno precedente. Oltre tale limite l indicizzazione è pari al 50% dell indice ISTAT. Trattamenti ordinari indennità in capitale. L iscritto ha la facoltà di convertire in una indennità in capitale una quota pari, nel massimo, al 15% della pensione. L indennità viene erogata solo nel caso in cui l iscritto conservi una pensione di importo pari almeno al doppio del trattamento minimo INPS ( ,64 annui per il 2007). Requisiti per la restituzione dei contributi: cessazione del rapporto professionale prima del sessantacinquesimo anno di età; anzianità contributiva inferiore a quindici anni. La restituzione consiste in un indennità formata dall 88% dei contributi versati, maggiorati dell interesse al tasso annuo del 4,50%. Professionisti transitati a rapporto di impiego. Per i professionisti transitati a rapporto di impiego, che hanno optato per il mantenimento della posizione assicurativa presso l Ente, la determinazione dei contributi previdenziali è rimessa alle norme e agli accordi contrattuali relativi alla dirigenza del SSN. A essi si applicano, al fine del riconoscimento del trattamento ordinario di vecchiaia e di anzianità, i requisiti previsti dalla normativa vigente per i lavoratori dipendenti. Pertanto: le donne a sessant anni hanno diritto alla pensione di vecchiaia; i requisiti per il pensionamento di anzianità e le finestre di accesso sono diversi rispetto ai medici convenzionati e rientrano nella previsione dell ultima riforma previdenziale. I requisiti per la pensione di invalidità assoluta e permanente sono: età inferiore a sessantacinque anni; inabilità assoluta e permanente all esercizio della professione medica intervenuta prima della cessazione del rapporto e accertata dalla Commissione Medica dell Ordine Professionale di appartenenza. Il calcolo della pensione è identico a quello del trattamento ordinario con un bonus aggiuntivo pari al numero degli anni mancanti al sessantacinquesimo, fino a un massimo di dieci anni.

5 8. Il Fondo Speciale dei Medici di Medicina Generale 69 Non è consentita la conversione di parte della pensione in un indennità in capitale. In caso di cessazione del rapporto professionale prima del sessantacinquesimo anno all iscritto che divenga inabile in modo assoluto e permanente all esercizio dell attività professionale spetta il trattamento di pensione ordinario. L ENPAM effettua controlli periodici per accertare la permanenza dello stato di invalidità e in caso di ripresa dell attività la pensione viene revocata. La decorrenza della pensione è dal mese successivo alla domanda o, se posteriore, alla cessazione del rapporto. Le pensioni erogate vengono indicizzate nella stessa misura prevista per la pensione di vecchiaia. Requisito per la pensione indiretta ai superstiti è il decesso dell iscritto in costanza di contribuzione al Fondo. Sono considerati superstiti il coniuge e i figli infraventunenni o infraventiseienni se studenti e, in loro assenza, ascendenti o collaterali a carico. La pensione indiretta ai superstiti è un aliquota della pensione di invalidità che sarebbe spettata all iscritto ove fosse divenuto totalmente e permanentemente invalido al momento del decesso e decorre dal mese successivo al decesso. Le aliquote più frequenti prevedono: solo il coniuge 70%; coniuge con un figlio 60% + 20%; coniuge con due o più figli 60% + 40%; solo un figlio 80%, due figli 90%, tre o più figli 100%. La pensione di reversibilità ai superstiti decorre dal mese successivo al decesso dell iscritto già pensionato, e consiste in un aliquota della pensione in godimento da parte dell iscritto all atto del decesso, utilizzando le stesse aliquote applicate per la pensione indiretta. Per tutte le prestazioni erogate dai Fondi Speciali vengono effettuate riliquidazioni a seguito dell accreditamento di contributi in epoca successiva all ultima erogazione. Requisiti indispensabili per usufruire dell indennità per invalidità temporanea sono l inabilità totale e temporanea all esercizio dell attività professionale in costanza del rapporto professionale con gli istituti del SSN e un età inferiore a settant anni. Decorre dal trentunesimo giorno di insorgenza dello stato di inabilità e può essere liquidata per un periodo massimo continuativo di ventiquattro mesi. Dopo la ripresa dell attività l indennità spetta dopo un nuovo periodo di almeno trenta giorni. In ogni caso non può comunque essere corrisposta per un periodo superiore a ventiquattro mesi nell arco degli ultimi quarantotto. Vengono pagati ogni anno circa assegni giornalieri di malattia, divisi in mandati mensili, a oltre medici convenzionati.

6 70 La previdenza ENPAM del Medico e dell Odontoiatra Tempi massimi di erogazione: sessanta giorni. I primi trenta giorni sono a carico delle assicurazioni stipulate con apposite convenzioni secondo quanto stabilito dagli Accordi Collettivi Nazionali delle categorie interessate. L indennità giornaliera è pari a 1/30 del 62,5% del compenso medio mensile, calcolato sulla base dei tre mesi precedenti quello di sospensione dell attività. Figura 8.3. Uscite. Pensioni ordinarie 60,6% Pensione per invalidità 2,9% Pensioni a superstiti 32,9% Indennità 1,8% Ricongiunzioni passive 0,3% Assegni malattia 1,5% 8.4. I riscatti nel Fondo L aumento della contribuzione volontaria al Fondo con il riscatto è riferibile alle seguenti fattispecie: 1. laurea e specializzazione: sei anni del corso di laurea + corso di formazione in medicina generale + corso di specializzazione per i soli pediatri di libera scelta (requisiti: età inferiore a sessantacinque anni, rapporto professionale in essere, anzianità contributiva di almeno dieci anni, non aver presentato domanda per invalidità permanente né aver rinunciato da meno di due anni allo stesso riscatto); 2. servizio militare o servizio civile obbligatorio (requisiti: non averlo già riscattato in altre gestioni obbligatorie); 3. periodi di attività precontributiva prestati per conto di enti ex mutualistici per i quali non vi è stato versamento contributivo (è in via di esaurimento); 4. periodi oggetto di restituzione contributiva; 5. periodi di sospensione totale dell attività per maternità, malattia, aggiornamento all estero ecc.;

7 8. Il Fondo Speciale dei Medici di Medicina Generale allineamento contributivo alla media degli ultimi trentasei mesi coperti da contribuzione (requisiti: età inferiore a settant anni, rapporto professionale in essere con SSN, anzianità contributiva effettiva al Fondo di almeno cinque anni, non aver presentato domanda di prestazione per invalidità permanente, aver completato versamenti relativi e non aver rinunciato da meno di due anni ad analogo riscatto, in regola con pagamenti relativi a precedenti riscatti). L onere del riscatto è di importo pari alla riserva matematica, determinata sulla base dei contributi obbligatori, necessaria per la copertura assicurativa del periodo da riscattare, e si ottiene moltiplicando la maggior quota di pensione conseguibile con il riscatto per un coefficiente di capitalizzazione, che aumenta in funzione dell età anagrafica e dell anzianità contributiva possedute alla data di presentazione della domanda. Dal 2001 i contributi di riscatto sono totalmente deducibili dall imponibile IRPEF (DLgs 18 febbraio 2000, n. 47). Si può pagare in unica soluzione o in rate semestrali in un numero di anni non superiore a quelli oggetto del riscatto aumentati del 50% e comunque entro i sessantacinque anni per la laurea e specializzazione ed entro la decorrenza della pensione per l allineamento contributivo, con una maggiorazione pari all interesse legale pro tempore vigente in ragione d anno. Ai fini del calcolo della pensione si tiene conto esclusivamente dei contributi effettivamente versati. Il mancato pagamento o il mancato inizio di versamento nei termini indicati dall ENPAM comportano la rinuncia al riscatto. In caso di invalidità o decesso prima del completamento del versamento rateale, il riscatto viene considerato come interamente effettuato. Il debito residuo, senza interessi, viene trattenuto sulle prestazioni in misura non superiore al 20% del loro importo, sino a estinzione. Qualora nessun versamento sia stato effettuato a titolo di riscatto, in caso di decesso dell iscritto i superstiti possono rinunciare al riscatto medesimo all atto della presentazione della domanda di pensione; l iscritto riconosciuto invalido può rinunciare al riscatto medesimo, entro sessanta giorni dall accoglimento della domanda di invalidità RISCATTO DI LAUREA E ALLINEAMENTO: CONFRONTO Alcune brevi osservazioni generali sono necessarie quando si prenda in esame uno strumento che nell ultimo bilancio consuntivo 2006 ha fatto registrare un incremento notevole rispetto all anno precedente, superiore di un terzo nel solo Fondo della Medicina Generale, che ha superato i 40 milioni di Euro. Nel corso del 2006 sono pervenute quasi seimila domande di riscatto agli uffici della Fondazione, una massa ingente che ha dato esito a duemila proposte di cui due terzi accettate dagli iscritti.

8 72 La previdenza ENPAM del Medico e dell Odontoiatra Il riscatto è uno strumento volontario totalmente deducibile fiscalmente per integrare la propria pensione. Quello di laurea, agendo su anni in cui non si erano versati contributi, va ad aumentare l aliquota percentuale del 9% (1,50% per sei anni nel Fondo della Medicina Generale) da applicare alla base pensionabile, mentre quello di riallineamento, che agisce su anni in cui è già presente contribuzione, agisce sulla base pensionabile aumentandola, ma non aumenta l aliquota percentuale finale. A differenza del riscatto degli anni di laurea, quello di riallineamento contributivo non permette di accedere prima al pensionamento per anzianità contributiva, ma agisce solo per l incremento della pensione. Si ribadisce come sia sempre conveniente fare prima possibile la domanda di riscatto di allineamento dato che questa non è vincolante e prima la si fa meno il riscatto risulterà oneroso. Infatti questi riscatti sono sempre onerosi, e lo sono nella misura in cui si paga in anticipo il vantaggio pensionistico che si ottiene, commisurato su coefficienti di capitalizzazione che tengono conto dell aspettativa di vita residua del medico richiedente. Infatti, come già affermato, l onere del riscatto è pari alla riserva matematica necessaria per la copertura assicurativa del periodo da riscattare, e cioè la maggior quota di pensione conseguibile con il riscatto moltiplicata per il coefficiente di capitalizzazione, che aumenta in funzione dell età anagrafica e dell anzianità contributiva possedute alla data di presentazione della domanda. Negli ultimi anni si è registrato in ENPAM un notevole aumento delle domande di riscatto da parte dei medici, che ha superato la capacità degli uffici di dare una risposta immediata. Grazie però al meccanismo dell erogazione di un acconto sul calcolo definitivo, si è permesso lo stesso ai medici interessati di usufruire a fine anno dei vantaggi fiscali del riscatto. A contribuire alla crescita dell ultimo fine anno del numero di domande vi è stata la decisione deliberata dal Consiglio di Amministrazione di inasprire dal 1 gennaio del 2007 il costo del riscatto, elevando i coefficienti di capitalizzazione sulla base delle ultime tavole ISTAT di aspettativa di vita della popolazione, quelle del 2002 rispetto a quelle in uso del Dato che però il Ministero dell Economia e delle Finanze ha ritenuto tali aumenti troppo contenuti, non ha dato la sua approvazione alla manovra rimandando indietro la delibera, per cui, nelle more di un ulteriore delibera della Fondazione che inasprisca tali aumenti, sono rimasti in vigore i vecchi coefficienti di capitalizzazione più favorevoli per gli iscritti. La Fondazione ENPAM a seguito di uno specifico progetto-obiettivo si è imposta di smaltire tutta la quota arretrata di domande di riscatto di allineamento che si sono accumulate e sicuramente in tempi brevi tutte le domande giacenti saranno evase, per

9 8. Il Fondo Speciale dei Medici di Medicina Generale 73 cui i medici che hanno fatto domanda di riscatto di allineamento si vedranno recapitare la relativa proposta. Nella proposta ENPAM in arrivo, per facilitare la valutazione sulla convenienza e sull entità dell adesione all istituto, viene sempre preso per esempio un potenziale incremento di Euro del trattamento annuo finale al sessantacinquesimo anno di età, collegandolo all importo del contributo da pagare per la riserva matematica necessaria alla copertura assicurativa del periodo da riscattare. Il contributo, totalmente deducibile, si potrà rateizzare al tasso di interesse legale per un numero di anni maggiore fino al 50% degli anni oggetto di riscatto di allineamento. Alcune precisazioni sono necessarie per leggere bene questa proposta: in caso di rinuncia si potrà in seguito presentare in qualsiasi momento una nuova domanda di allineamento; si prevede la possibilità di riscattare l intera posizione contributiva ottenendo il massimo di incremento possibile della pensione a sessantacinque anni anche se la cifra potrà sembrare spropositata: se non si intende aderire non si consideri l allegato modulo MOD.ALL; tutti i gradi inferiori in un ventaglio totale di possibilità di cui nella lettera è espresso solo il livello massimo, per cui ogni medico può esercitare la sua opzione: in tal caso va compilato e restituito entro sessanta giorni l allegato modello MOD.ALL.PARZ; quello che conta è il rapporto fisso esistente tra l incremento annuale di pensione e il suo costo da pagare come riserva matematica, espresso nella lettera dell ENPAM dal contributo da versare per beneficiare di un incremento annuo di Euro; normalmente il rapporto può oscillare a seconda dell età anagrafica e della data della domanda: Euro annuali in più di pensione a sessantacinque anni potranno costare tra e Euro, quindi nell arco di un rapporto che si posiziona tra 1 a 8 e 1 a 13. Con i nuovi interventi, rigettati dal Ministero dell Economia e Finanze (MEF) perché troppo morbidi, tale rapporto aumentava di almeno un terzo. Un altro momento critico avviene generalmente quando nella proposta si valuta la propria pensione annua lorda senza riscatto: vanno chiariti almeno tre passaggi che pur se tecnicamente corretti producono effetti distorsivi sulla definizione e comprensione della cifra finale: la base pensionabile è quella della data della domanda e non quella verosimilmente più alta che poi sarà a sessantacinque anni; la rivalutazione di ogni reddito annuale che contribuisce a definire la base pensionabile è riferita alla data della domanda, non è proiettata ai sessantacinque anni, per cui tale base anche in questo è sicuramente più bassa di quello che sarà alla data del pensionamento; l aliquota di rendimento risulta dalla somma delle aliquote annuali esistenti alla data di domanda e non a quella di pensionamento, per cui più anni mancano al pensionamento più è significativa la distorsione.

10 74 La previdenza ENPAM del Medico e dell Odontoiatra Va inoltre fatto notare che l importo in questione non contabilizza un eventuale riscatto di laurea o altro, già finito di pagare. Quindi la cifra di pensione annua riportata è quella cifra che si riscuoterebbe come pensione a sessantacinque anni se dalla data della domanda effettuata fino al pensionamento non si lavorasse né contribuisse più, e l ISTAT restasse nel periodo pari a zero. La pensione finale verosimilmente quindi sarà maggiore di quanto riportato sulla proposta e il vantaggio perseguito con il riscatto di allineamento contributivo potrà inoltre realizzare un vantaggio finanziario anche decisamente consistente in caso di una longevità compresa la reversibilità ai superstiti maggiore rispetto a quella attuarialmente definita con il coefficiente di capitalizzazione usato per determinarne il costo, che, come detto, è riferito alle tabelle ISTAT del 1983.

Requisiti Ammontare del contributo

Requisiti Ammontare del contributo 1 Requisiti Rapporto professionale con il Servizio Sanitario Nazionale (o altri Istituti) in qualità di Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta ed addetti ai servizi di continuità assistenziale

Dettagli

La Previdenza del Pediatra di libera scelta

La Previdenza del Pediatra di libera scelta ENTE NAZIONALE PREVIDENZA ED ASSISTENZA ENTE NAZIONALE MEDICI PREVIDENZA ED ODONTOIATRI ED ASSISTENZA DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI La Previdenza del Pediatra di libera scelta Pietro Fusilli Responsabile

Dettagli

PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM. Marzo 2003

PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM. Marzo 2003 LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE Marzo 2003 ENPAM LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM A cura della Direzione dei Servizi del Dipartimento della Previdenza Marzo 2003 I INDICE Contributi FONDO DI PREVIDENZA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE

REGOLAMENTO DEL FONDO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE REGOLAMENTO DEL FONDO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE ALLEGATO B Testo in vigore Art. 1 Testo emendato Art. 1 Il Fondo di Previdenza a favore dei Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta,

Dettagli

LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. Vademecum

LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. Vademecum LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. Vademecum 2015 FONDO DI PREVIDENZA GENERALE Contributi Obbligatorietà della contribuzione pag. 4 Contributi fissi Quota A pag. 5 Contributi di riscatto Quota A

Dettagli

LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. A cura della Direzione del Dipartimento della Previdenza

LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. A cura della Direzione del Dipartimento della Previdenza LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. A cura della Direzione del Dipartimento della Previdenza Febbraio 2009 1 FONDO DI PREVIDENZA GENERALE Contributi Obbligatorietà della contribuzione pag. 4 Contributi

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO DEGLI SPECIALISTI AMBULATORIALI

REGOLAMENTO DEL FONDO DEGLI SPECIALISTI AMBULATORIALI REGOLAMENTO DEL FONDO DEGLI SPECIALISTI AMBULATORIALI Testo in vigore Art. 1 Testo emendato Art. 1 Il Fondo di Previdenza a favore degli iscritti aventi rapporto professionale con gli Istituti del Servizio

Dettagli

PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM. Marzo 2004

PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM. Marzo 2004 LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE Marzo 2004 ENPAM LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE ENPAM A cura della Direzione del Dipartimento della Previdenza Marzo 2004 I INDICE Contributi FONDO DI PREVIDENZA GENERALE

Dettagli

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 2014 1 Previdenza ENPAM Il fondo di Previdenza Generale è composto da: Quota A Quota B 2 QUOTA

Dettagli

Il sistema previdenziale di categoria. Fondi di Previdenza ENPAM

Il sistema previdenziale di categoria. Fondi di Previdenza ENPAM Il sistema previdenziale di categoria Fondi di Previdenza ENPAM Obbligatorietà dei Fondi I Fondi di Previdenza ENPAM sono tutti ad iscrizione obbligatoria ed automatica: 1) FONDO DI PREVIDENZA GENERALE

Dettagli

LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. Vademecum

LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. Vademecum LA PREVIDENZA DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. Vademecum Gennaio 2014 1 FONDO DI PREVIDENZA GENERALE Contributi Obbligatorietà della contribuzione pag. 4 Contributi fissi Quota A pag. 5 Contributi di riscatto

Dettagli

La Fondazione E.N.P.A.M.

La Fondazione E.N.P.A.M. 1 I FONDI DI PREVIDENZA 2 Il Fondo di Previdenza Generale Contribuiscono alla Quota A : tutti gli iscritti all Albo dei Medici Chirurghi ed all Albo degli Odontoiatri Contribuiscono alla Quota B - Fondo

Dettagli

DIREZIONE PRESTAZIONI

DIREZIONE PRESTAZIONI DIREZIONE PRESTAZIONI Regolamento di disciplina del Regime Previdenziale (Deliberazione dell AdD del 27-28/11/2003) (D.I. 14 luglio 2004) La svolta del sistema previdenziale: come cambiano le prestazioni

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN Previdenza ENPAM Il fondo di Previdenza Generale è composto da: Quota

Dettagli

Testo in vigore dal 1 gennaio 2013. Art. 1. Art. 2

Testo in vigore dal 1 gennaio 2013. Art. 1. Art. 2 REGOLAMENTO DEL FONDO DI PREVIDENZA A FAVORE DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE, PEDIATRI DI LIBERA SCELTA E ADDETTI AI SERVIZI DI CONTINUITA ASSISTENZIALE Testo in vigore dal 1 gennaio 2013 Art. 1 1. Il

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO DI PREVIDENZA GENERALE

REGOLAMENTO DEL FONDO DI PREVIDENZA GENERALE REGOLAMENTO DEL FONDO DI PREVIDENZA GENERALE Testo in vigore dal 1 gennaio 2013 Art. 1 (Campo di applicazione) 1. La previdenza e l assistenza a favore della generalità degli iscritti al Fondo di Previdenza

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO DI PREVIDENZA GENERALE

REGOLAMENTO DEL FONDO DI PREVIDENZA GENERALE REGOLAMENTO DEL FONDO DI PREVIDENZA GENERALE TITOLO I Dei contributi ART. 1 (Campo di applicazione) 1) La previdenza e l assistenza a favore della generalità degli iscritti al Fondo di Previdenza Generale

Dettagli

FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2013

FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2013 FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2013 Alla fine del mese di gennaio arrivano come sempre i dati Istat sull inflazione registrata nell anno precedente e si può

Dettagli

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM a cura di Marco Perelli Ercolini 2005 LA PREVIDENZA DEI MEDICI CON ATTIVITA PROFESSIONALE A RAPPORTO DI LAVORO IN DIPENDENZA

Dettagli

FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2014

FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2014 FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2014 Si rinnova anche per il 2014 il tradizionale appuntamento con le nuove tabelle per il calcolo dei trattamenti previdenziali

Dettagli

LA CASSA FORENSE CARATTERISTICHE DELLA CASSA

LA CASSA FORENSE CARATTERISTICHE DELLA CASSA LA CASSA FORENSE CARATTERISTICHE DELLA CASSA La Cassa è stata istituita con legge 8 gennaio 1952 ed è stata trasformata, a decorrere da 1 gennaio 1995, in fondazione con personalità giuridica di diritto

Dettagli

" Il Futuro Previdenziale Dei Giovani Medici E Degli Ospedalieri: La Necessità Della Previdenza Integrativa "

 Il Futuro Previdenziale Dei Giovani Medici E Degli Ospedalieri: La Necessità Della Previdenza Integrativa Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Monza Brianza " Il Futuro Previdenziale Dei Giovani Medici E Degli Ospedalieri: La Necessità Della Previdenza Integrativa " I redditi

Dettagli

I sistemi previdenziali INPDAP ed ENPAM dopo le riforme

I sistemi previdenziali INPDAP ed ENPAM dopo le riforme I sistemi previdenziali INPDAP ed ENPAM dopo le riforme - quando si può andare in pensione - come si calcola la pensione 1 Tutele previdenziali per i medici attività libero professionale attività lavoro

Dettagli

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE

SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE DIPARTIMENTO WELFARE Politiche Previdenziali SCHEDA ESPLICATIVA I PRINCIPALI CONTENUTI DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLA TOTALIZZAZIONE a cura di Maria Rita Gilardi Roma, 23 gennaio 2006 1 Articolo 1 Totalizzazione

Dettagli

ENPAM e Fondi Pensione

ENPAM e Fondi Pensione ENPAM e Fondi Pensione Dopo aver assunto, da novembre 2001, l Incarico Speciale di Responsabile Nazionale di ENPAM e Previdenza ho potuto constatare un crescente interesse dei pediatri di famiglia per

Dettagli

Totalizzazione-Ricongiunzione Totalizzazione retributiva

Totalizzazione-Ricongiunzione Totalizzazione retributiva Totalizzazione-Ricongiunzione Totalizzazione retributiva INPS- ex INPDAP ENPAM Vantaggi e svantaggi di una scelta difficile L attività lavorativa dei medici e degli odontoiatri dà luogo a rapporti giuridici

Dettagli

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Obbligatoria www.logicaprevidenziale.it A Adeguamento della pensione: Rivalutazione annuale delle pensioni in essere in base all aumento del costo della

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Fondo di Previdenza Generale Requisiti Età inferiore a quella di

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE. Comitato dei Delegati 19 settembre 2008

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE. Comitato dei Delegati 19 settembre 2008 LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA FORENSE Comitato dei Delegati 19 settembre 2008 LA CASSA FORENSE La Cassa di Previdenza Forense è stata trasformata in ente con personalità giuridica di diritto privato con

Dettagli

Come sono cambiate le regole sulle pensioni

Come sono cambiate le regole sulle pensioni Foglio Informativo Anno 2012 - Numero 1 9 febbraio 2012 Newsletter per i soci Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125 00198 Roma - Tel. 0683057422 Fax 0683057440 http://www.anse-enel.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA GESTIONE SEPARATA ENPAPI

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA GESTIONE SEPARATA ENPAPI Approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell Economia e delle Finanze in data 29 marzo 2013 REGOLAMENTO DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA GESTIONE SEPARATA

Dettagli

REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI. Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti

REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI. Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti REGOLAMENTO RISCATTI E RICONGIUNZIONI Art. 1 - Soggetti, modalità e termini per i riscatti 1.1 - Gli iscritti ad Inarcassa possono riscattare: a) il periodo legale dei corsi di laurea d ingegneria e di

Dettagli

TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI

TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI TOTALIZZAZIONE: NORME GENERALI A chi si rivolge La totalizzazione può essere esercitata dai soggetti iscritti a due o più forme di previdenza obbligatoria. Requisiti Pensione di vecchiaia: occorre avere

Dettagli

WORKSHOP PER I DELEGATI

WORKSHOP PER I DELEGATI WORKSHOP PER I DELEGATI PRINCIPI IN MATERIA PREVIDENZIALE: il retributivo ed il contributivo; il Dott.ssa Paola Celli ROMA, 20 FEBBRAIO 2014 PRINCIPI IN MATERIA PREVIDENZIALE: il retributivo ed il contributivo;

Dettagli

BREVIARIO SULLA PREVIDENZA FORENSE di Giulio Pignatiello Delegato nazionale alla Cassa Forense

BREVIARIO SULLA PREVIDENZA FORENSE di Giulio Pignatiello Delegato nazionale alla Cassa Forense IL PRATICANTE E LA CASSA. Il praticante non ha alcun tipo di obbligo nei confronti della Cassa. Non deve inviare il MODELLO 5, non deve applicare in fattura il contributo integrativo del 4% e di conseguenza

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini

MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM. a cura di Marco Perelli Ercolini MINIGUIDA PER UNA RAPIDA CONSULTAZIONE ALLA PENSIONE DEL FONDO GENERALE ENPAM a cura di Marco Perelli Ercolini 2009 LA PREVIDENZA DEI MEDICI e DEGLI ODONTOIATRI CON ATTIVITA PROFESSIONALE A RAPPORTO DI

Dettagli

Cumulo contributivo. ( Totalizzazione retributiva)

Cumulo contributivo. ( Totalizzazione retributiva) Cumulo contributivo ( Totalizzazione retributiva) Cumulo contributivo o Totalizzazione retributiva La legge di stabilità 2013 -Legge 24/12/ 2012 n. 228- introduce una nuova istituzione : il cumulo contributivo,

Dettagli

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA La Gestione separata (G.S.) è una gestione pensionistica separata di nome e di fatto. Infatti la contribuzione ivi versata viene accreditata

Dettagli

Il nuovo cumulo, terza via per la pensione

Il nuovo cumulo, terza via per la pensione Il nuovo cumulo, terza via per la pensione La legge di stabilità 2013 (Legge n. 228/2012) per rendere meno gravosi i requisiti di accesso alla pensione dopo la riforma Monti-Fornero ha previsto, accanto

Dettagli

Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap)

Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap) Pensione di inabilità assoluta e permanente ENPAM - INPS( ex-inpdap) ENPAM La pensione di inabilità assoluta e permanente è una prestazione economica che viene erogata da ENPAM ai medici e odontoiatri

Dettagli

PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA

PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA Anno 2012 PREVIDENZA OBBLIGATORIA E FORME ASSISTENZIALI L ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA Percorso ENPAPI: previdenziale ENTRAT ISCRIZIONE A GESTION E CONTRIBUZIONE

Dettagli

Il calcolo della pensione INPS e il Sistema Previdenziale in Italia

Il calcolo della pensione INPS e il Sistema Previdenziale in Italia La Previdenza Sociale in Italia Il calcolo della pensione INPS e il Sistema Previdenziale in Italia BBF&Partners, Servizi per la Gestione delle Risorse Umane 1 2 L Assicurazione Previdenziale Obbligatoria

Dettagli

Manovra Finanziaria 2010:

Manovra Finanziaria 2010: Manovra Finanziaria 2010: Confermati i tagli agli enti locali. Blocco degli stipendi per gli statali. Dal 2015 si alza l età per la pensione. Pensioni Dal 2015 i requisiti di età e la somma tra età e contributi

Dettagli

La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti

La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti Analisi degli Enti del decreto 509/1994 LA PENSIONE DELL AVVOCATO CASSA FORENSE Indice Considerazioni di carattere generale La contribuzione

Dettagli

Salviamo la pensione: riscatti, aliquota modulare

Salviamo la pensione: riscatti, aliquota modulare Salviamo la pensione ENPAM: istruzioni per l'uso Salviamo la pensione: riscatti, aliquota modulare Salviamo la pensione ENPAM: istruzioni per l'uso Vi racconterò una storia... Salviamo la pensione ENPAM:

Dettagli

A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010

A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010 g A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010 RETRIBUTIVO : Da retributivo a contributivo La pensione viene calcolata riferendosi allo stipendio: QUOTA A ) Dipendenti pubblici : ultimo percepito,

Dettagli

Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego

Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego Previdenza e Assistenza nel Pubblico impiego Le schede di approfondimento della Federazione Confsal-Unsa A cura dell Avv. Pasquale Lattari n. 4 I SISTEMI DI CALCOLO DELLA PENSIONE RETRIBUTIVO E CONTRIBUTIVO.

Dettagli

Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli REGOLAMENTO GENERALE PREVIDENZA 2012

Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli REGOLAMENTO GENERALE PREVIDENZA 2012 Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli REGOLAMENTO GENERALE PREVIDENZA 2012 1 Art. 4 Art. 5 Art. 7 Contributo soggettivo c.2 Contributo facoltativo c.4 Contributo figurativo Contributo integrativo

Dettagli

LEGGE 5 MARZO 1990, n. 45

LEGGE 5 MARZO 1990, n. 45 LEGGE 5 MARZO 1990, n. 45 Norme per la ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi professionisti Art. 1 - Facoltà di ricongiunzione 1.1 - Al lavoratore dipendente, pubblico

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Riscatto di laurea. Requisiti e calcolo dell onere

Riscatto di laurea. Requisiti e calcolo dell onere Riscatto di laurea Requisiti e calcolo dell onere Il riscatto Si definisce riscatto l operazione che consente la copertura contributiva di alcuni periodi privi di assicurazione La facoltà di riscatto può

Dettagli

FONDO DI PREVIDENZA A FAVORE DEGLI SPECIALISTI ESTERNI REGOLAMENTO

FONDO DI PREVIDENZA A FAVORE DEGLI SPECIALISTI ESTERNI REGOLAMENTO FONDO DI PREVIDENZA A FAVORE DEGLI SPECIALISTI ESTERNI REGOLAMENTO REGOLAMENTO DEL FONDO DI PREVIDENZA A FAVORE DEGLI SPECIALISTI ESTERNI Art. 1 1. Il Fondo di Previdenza a favore dei medici ed odontoiatri

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno grandi frecciate sulle pensioni con cambiamenti rilevanti per l accesso. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2013,

Dettagli

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue:

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue: Le pensioni nel 2007 Gli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps, con particolare riferimento al fondo pensioni lavoratori dipendenti Tetto di retribuzione pensionabile Il tetto

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

PREVIDENZA. obbligatoria degli Agrotecnici TITOLO I: DEI SOGGETTI - DEI CONTRIBUTI - DELLE SANZIONI ARTICOLO 1 ARTICOLO 2

PREVIDENZA. obbligatoria degli Agrotecnici TITOLO I: DEI SOGGETTI - DEI CONTRIBUTI - DELLE SANZIONI ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 Regolamento della gestione approvato con decreto interministeriale del 25 marzo 1998 PREVIDENZA obbligatoria degli Agrotecnici TITOLO I: DEI SOGGETTI - DEI CONTRIBUTI - DELLE SANZIONI CAPO PRIMO DEI SOGGETTI

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità. L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR

La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità. L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR La previdenza dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri tra rischi e opportunità L impatto delle riforme sulla Casse CNPADC e CNPR Il sistema previdenziale obbligatorio dei liberi professionisti Previdenza

Dettagli

RIFORMA DELLE PENSIONI I POSSIBILI SCENARI

RIFORMA DELLE PENSIONI I POSSIBILI SCENARI RIFORMA DELLE PENSIONI I POSSIBILI SCENARI Si sintetizzano, nelle schede che seguono, gli effetti che, in materia di pensionamento e di trattamento pensionistico, si avranno qualora dovessero essere approvate

Dettagli

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA REGOLAMENTO DI PREVIDENZA INDICE PARTE I DEI SOGGETTI, DEI CONTRIBUTI E DELLE SANZIONI pag. 6 PARTE II ATTUAZIONE DELLE ATTIVITÀ DI PREVIDENZA A FAVORE DEGLI ISCRITTI E DEI LORO FAMILIARI pag. 18 PARTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI. Art. 1 PRESTAZIONI

REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI. Art. 1 PRESTAZIONI REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI Art. 1 PRESTAZIONI 1. La Cassa corrisponde le seguenti prestazioni previdenziali: a) Pensione di vecchiaia; b) Pensione di anzianità; c) Pensione di invalidità;

Dettagli

IL SISTEMA CONTRIBUTIVO

IL SISTEMA CONTRIBUTIVO IL SISTEMA CONTRIBUTIVO M I L A N O, 1 8 M A G G I O 2 0 1 3 D O T T. F I L I P P O B O N A N N I I N P S - D I R E Z I O N E C E N T R A L E P E N S I O N I 1 SISTEMA CONTRIBUTIVO Nell Ordinamento previdenziale

Dettagli

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti:

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti: Totalizzazione dei contributi È stata prevista da recenti disposizioni legislative per consentire l acquisizione del diritto ad un unica pensione di vecchiaia, di anzianità o ai superstiti a quei lavoratori

Dettagli

A cura di Claudio Testuzza. aggiornato a Dicembre 2013

A cura di Claudio Testuzza. aggiornato a Dicembre 2013 g A cura di Claudio Testuzza aggiornato a Dicembre 2013 RETRIBUTIVO : Da retributivo a contributivo pensione viene calcolata riferendosi allo stipendio: QUOTA A ) Dipendenti pubblici : ultimo percepito,

Dettagli

Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE

Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE SPECIALE/ottobre 2011 a cura di Antonio Marchini www.fpcgil.it Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE...1 Coefficienti di trasformazione

Dettagli

La consapevolezza di. 30giorni LA PREVIDENZA. questo difficile momento economico rende auspicabile una programmazione

La consapevolezza di. 30giorni LA PREVIDENZA. questo difficile momento economico rende auspicabile una programmazione LA PREVIDENZA CAPITALIZZAZIONE DEI MONTANTI CONTRIBUTIVI Con la modulare capitale e rendimento sono garantiti Con la pensione modulare è garantita la restituzione del capitale, maggiorato di rendimento.

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2015, in modo schematico e il più chiaro possibile. Spero di esservi riuscito. Ringrazio

Dettagli

Le pensioni nel 2006

Le pensioni nel 2006 Le pensioni nel 2006 Proponiamo il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE

Dettagli

LE NOSTRE PENSIONI a cura di Marco Perelli Ercolini. ENPAM - Fondo Generale

LE NOSTRE PENSIONI a cura di Marco Perelli Ercolini. ENPAM - Fondo Generale LE NOSTRE PENSIONI a cura di Marco Perelli Ercolini ENPAM - Fondo Generale CONVENZIONE ENPAM Fondi Speciali LIBERA PROFESSIONE ENPAM Reddituale DIPENDENZA INPDAP INPS ISCRIZIONE ALL ALBO PROFESSIONALE

Dettagli

Assicurazioni sociali - pensione i.v.s. - calcolo delle pensioni secondo il sistema contributivo

Assicurazioni sociali - pensione i.v.s. - calcolo delle pensioni secondo il sistema contributivo Circolare 14 settembre 1996 n. 180 INPS Assicurazioni sociali - pensione i.v.s. - calcolo delle pensioni secondo il sistema contributivo OGGETTO: Legge 8 agosto 1995, n.335. Calcolo delle pensioni secondo

Dettagli

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare Le riforme del sistema previdenziale attuate negli anni 90 hanno apportato una serie di interventi restrittivi alle pensioni erogate dal sistema pubblico,

Dettagli

Interventi di riordino Fondo di Previdenza Generale Quota A

Interventi di riordino Fondo di Previdenza Generale Quota A Interventi di riordino Fondo di Previdenza Generale Quota A 1. Innalzamento graduale dell età di vecchiaia: Fino al 31.12.2012 65 anni 65 anni e 2013 2014 2015 2016 2017 66 anni 66 anni e 67 anni 67 anni

Dettagli

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA LE PENSIONI NEL 2006 Gli aggiornamenti sugli aspetti di maggior interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Secondo l art., comma 1, della legge 29/5/82,

Dettagli

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE Enpals: le pensioni di anzianità e vecchiaia dal 2008 (Enpals, Circolare 15.2.2008 n. 1) Modifiche alla legge 23.8.2004 n. 243 introdotte dalla legge 24.12.2007 n.247 recante Norme di attuazione del protocollo

Dettagli

Approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell Economia e delle Finanze.

Approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell Economia e delle Finanze. Approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell Economia e delle Finanze. REGOLAMENTO DI PREVIDENZA INDICE PARTE I DEI SOGGETTI, DEI CONTRIBUTI E DELLE SANZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI

REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI REGOLAMENTO PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI (Testo approvato dal Comitato dei Delegati nella seduta del 5 settembre 2012) ART. 1 PRESTAZIONI 1. La Cassa corrisponde le seguenti prestazioni previdenziali:

Dettagli

La previdenza dei medici dipendenti dal Servizio Sanitario Nazionale (ex Cassa Pensioni Sanitari = CPS)

La previdenza dei medici dipendenti dal Servizio Sanitario Nazionale (ex Cassa Pensioni Sanitari = CPS) La tutela previdenziale del medico dipendente La tutela previdenziale del lavoro dipendente fa capo, in linea generale, al sistema di Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) per l invalidità, la vecchiaia

Dettagli

APPUNTI DI PREVIDENZA

APPUNTI DI PREVIDENZA Unione Italiana Lavoratori della COMunicazione Segreteria Provinciale e Regionale Via Alessandria, 21 10152 Torino tel. 011.232188 Fax 011.232176 Posta elettronica : uilcomunicazione@uilcomunicazione.net

Dettagli

Legge 7 febbraio 1979, n. 29 Ricongiunzione dei periodi assicurativi dei lavoratori ai fini previdenziali.

Legge 7 febbraio 1979, n. 29 Ricongiunzione dei periodi assicurativi dei lavoratori ai fini previdenziali. Legge 7 febbraio 1979, n. 29 Ricongiunzione dei periodi assicurativi dei lavoratori ai fini previdenziali. Art. 1. 1. Al lavoratore dipendente, pubblico o privato, che sia o sia stato iscritto a forme

Dettagli

DOCUMENTO SULLE RENDITE FONDO PENSIONE FONDENERGIA

DOCUMENTO SULLE RENDITE FONDO PENSIONE FONDENERGIA DOCUMENTO SULLE RENDITE FONDO PENSIONE FONDENERGIA Redatto in conformità allo schema di Nota Informativa deliberato dalla Covip in data 31.10.06 Allegato Nota Informativa depositata presso la Covip in

Dettagli

Le pensioni nel 2005

Le pensioni nel 2005 marzo 2005 Le pensioni nel 2005 TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Il tetto di retribuzione pensionabile per il calcolo delle pensioni con il sistema retributivo con decorrenza nell anno 2005 è stato definitivamente

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c.

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c. Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Prestazioni e Contributi Direzione Prestazioni Previdenziali MESSAGGIO N. 1 DEL 15/02/2008

Dettagli

NORMATIVA PENSIONISTICA PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI STATO

NORMATIVA PENSIONISTICA PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI STATO NORMATIVA PENSIONISTICA PERSONALE APPARTENENTE ALLA POLIZIA DI STATO Facciamo il punto sulla normativa pensionistica di cui sono destinatari i lavoratori delle forze di polizia attualmente vigente, a seguito

Dettagli

Documento sul regime fiscale

Documento sul regime fiscale Fondo Scuola Espero FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 145 Documento sul regime fiscale (depositato presso la Covip

Dettagli

Andamento Economico-patrimoniale Fondo Clero (milioni di euro)

Andamento Economico-patrimoniale Fondo Clero (milioni di euro) -1.888-1.986-2.084 17/7/2015 In questa sezione pubblichiamo informazioni che chiariscono le regole previste per la composizione e l effettivo funzionamento delle maggiori gestioni pensionistiche amministrate

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Sindacato Autonomo Bancari di Mantova e provincia Via Imre Nagy 58 - Località Borgochiesanuova - 46100 Mantova Telefono 0376-366221 - 324660-365274 Fax 0376-365287

Dettagli

Regolamento del Fondo di Previdenza Generale

Regolamento del Fondo di Previdenza Generale Regolamento del Fondo di Previdenza Generale Titolo I - dei contributi art. 1 - campo di applicazione art. 2 - entrate ed uscite del fondo art. 3 - contributo obbligatorio art. 4 - contributo obbligatorio

Dettagli

Gruppo di lavoro PREVIDENZA

Gruppo di lavoro PREVIDENZA Gruppo di lavoro PREVIDENZA OLTRE LA CLINICA. LA PROFESSIONE MEDICA OGGI Discussant: Dr. Giorgio Cavallero (Vice Segretario Nazionale ANAAO, Segretario generale CosMed) Dr.ssa Claudia Pozzi (Resp AG Regione

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione)

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione) La previdenza complementare La previdenza complementare ha lo scopo di pagare pensioni che si aggiungono a quelle del sistema obbligatorio, in modo da assicurare migliori condizioni di vita ai pensionati.

Dettagli

Servizio Prestazioni. FONDAZIONE ENASARCO: tutti i diritti riservati

Servizio Prestazioni. FONDAZIONE ENASARCO: tutti i diritti riservati 1 PRESTAZIONI INTEGRATIVE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI PENSIONE ai SUPERSTITI Gestione INDENNITÀ di SCIOGLIMENTO del RAPPORTO di AGENZIA PENSIONE di VECCHIAIA PENSIONE di INVALIDITÀ PENSIONE di INABILITÀ

Dettagli

TRATTAMENTO PENSIONISTICO

TRATTAMENTO PENSIONISTICO TRATTAMENTO PENSIONISTICO di Valerio Cai, dalla Gilda di Firenze, 2 dicembre 2005. Le riforme del sistema pensionistico, attuate a partire dal 1992, hanno mirato ad impedire il prepensionamento e a ridurre

Dettagli

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS.

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. Roma, 12 febbraio 2009 Le pensioni nel 2009 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE

Dettagli

Comitato dei Delegati

Comitato dei Delegati Comitato dei Delegati 9 settembre 2013 La necessità di una riforma del sistema previdenziale I provvedimenti adottati 1. Aumento dell'aliquota del soggettivo e del massimale sul reddito; 2. Aumento del

Dettagli

La riforma delle pensioni

La riforma delle pensioni La riforma delle pensioni A partire dal 1 gennaio 2012, le anzianità contributive maturate dopo il 31 dicembre 2011 verranno calcolate per tutti i lavoratori con il sistema di calcolo contributivo. Il

Dettagli

Penalizzati per legge. Un piano pensione pubblico molto più oneroso di uno privato

Penalizzati per legge. Un piano pensione pubblico molto più oneroso di uno privato La Gestione Separata INPS Penalizzati per legge. Un piano pensione pubblico molto più oneroso di uno privato Silvestro De Falco Roma aprile 2011 www.actainrete.it Che cos è la Gestione Separata La gestione

Dettagli