Petria 6(1), 11-36, (1996) Rassegna/Review Meccanismi di difesa e diffusione microbica nei processi di carie del legno degli alberi viventi.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Petria 6(1), 11-36, (1996) Rassegna/Review Meccanismi di difesa e diffusione microbica nei processi di carie del legno degli alberi viventi."

Transcript

1 Petria 6(1), 1-10, (1996) Rassegna/Review Respiration in systemically virus-infected plants SERGIO PENNAZIO Istituto di Fitovirologia Applicata del CNR, Strada delle Cacce, 73, I Torino Changes in respiratory activity in plants systemically infected with viruses have been reviewed taking into account results on respiration rates and alterations in respiratory metabolism. The small numbers of papers devoted to the subject indicate that most infected plants increase their respiration just after symptom appearance, and that this increase may be accounted for by activation of pentose phosphate shunt pathway. Nothing is known of the molecular mechanisms responsible for the respiratory changes, although these are important cause of crop losses. Key words: Pathogenesis, Respiration, Viruses. Attività respiratoria in piante infette da virus in modo sistemico. Piante affette da virosi sistemiche modificano la loro attività respiratoria incrementando l intensità di respirazione, con possibili variazioni delle annesse vie metaboliche. Relativamente all argomento considerato, esistono pochissimi lavori sperimentali; da essi si può concludere che l incremento respiratorio si verifica subito dopo la comparsa di sintomi sistemici visibili e che tale incremento è dovuto, nella maggior parte dei casi, ad un aumento d attività della via collaterale dei pentosofosfati. Nulla è noto relativamente ai meccanismi molecolari di tali alterazioni, sebbene esse costituiscano una delle cause importanti della perdita di raccolto. Parole chiave: Patogenesi, Respirazione, Virus. Petria 6(1), 11-36, (1996) Rassegna/Review Meccanismi di difesa e diffusione microbica nei processi di carie del legno degli alberi viventi. PAOLA MINARDI Dipartimento T.E.S.A.F - Università degli Studi di Padova, Via Gradenigo 6, I Padova Le conoscenze microbiologiche maturate negli ultimi vent anni hanno evidenziato che la genesi della carie è assai più complessa di quanto si ritenesse in passato. L interpretazione corrente è che la carie sia il risultato finale di una serie di interazioni pianta-microrganismi e tra i microrganismi stessi. Le due principali teorie proposte per spiegare la dinamica della carie all interno degli alberi viventi sono la teoria di compartimentazione (CODIT) e quella del condizionamento microambientale (CM). Lo sviluppo della carie sarebbe condizionato, secondo il modello CODIT, dalle risposte di difesa attiva della pianta (barriere antimicrobiche: pareti di compartimentazione e zone di reazione) mentre, secondo il modello CM, da fattori fisici prevalenti nel legno in seguito alla perdita di funzionalità e all embolia per danni di origine biotica o abiotica. I due meccanismi di base proposti per spiegare le modalità di protezione dei tessuti

2 xilematici nei confronti della carie non si escludono a vicenda e anzi è possibile proporre modelli in cui meccanismi attivi e passivi agiscono di concerto. Parole chiave: Carie del legno, Risposte di difesa, Contenuto idrico del legno, Zone di reazione, Teoria CODIT, Teoria del condizionamento microambientale (CM). Defence mechanisms and microbial diffusion during the decay processes in the xylem of living trees. The growing microbiological literature in the last twenty years has made it evident that the development of wood decay is a more complex phenomenon than previously thought. The extension of decay lesions in the living xylem of woody plants is restricted by the host plant, but the underlying mechanisms are still imperfectly understood. The two most important theories proposed to explain the spread of wood decay in trees are the compartimentalization of decay in trees (CODIT), and the theory based on microenvironment (CM). According to the CODIT model, the development of decay is restricted by active host defences (i.e. antimicrobial barriers: compartimentalization walls and reaction zones). On the other hand, according to the CM model, the primary limitation on fungal growth in intact sapwood depends on microenvironmental factors resulting from passive restriction by the high water content and low oxigen tension in functional xylem tissues. These two basic mechanisms for the protection of xylem tissues against the decay are not mutually exclusive, and models involving both mechanisms acting in concert represent a likely development of this literature. Key words: Wood decay, Defence responses, Wood water content, Reaction zones, CODIT theory, Microenvironment theory. Petria 6(1), 37-44, (1996) Articolo scientifico/scientific paper A leaf disc transformation system to test the sensitivity of peach to crown gall disease. WANG ZHIQIANG 1, ALESSANDRA SFALANGA 2, LAURA MUGNAI 2 and GIANCARLO ROSELLI 3. 1 Zhengzhou Pomology Institute, Chinese Academy of Agricultural Sciences, P.R. China; 2 Istituto di Patologia e Zoologia forestale e agraria, Università degli Studi di Firenze, Piazzale delle Cascine, 28, I Firenze, Italy; 3 Istituto sulla Propagazione delle Specie Legnose, C.N.R., Via Ponte di Formicola, 76, I Scandicci Firenze, Italy. A leaf disc transformation system for peach and its use to evaluate peach roottocks (in this case a genotype of Prunus davidiana and two sources of P. persica) for susceptibility to crown gall is described. Three Agrobacterium tumefaciens strains were used in these experiments: 2P, T2 and NCPPB1651. Peach leaf discs from all sources produced tumors in response to inoculation with A. tumefaciens but the percentage of positive discs, as well as the average tumor fresh and dry weights varied depending on the host plant and the bacterial strain. The 2P strains formed large tumors on a higher percentage of leaf discs than T2 and NCPPB1651; regarding the three host genotypes, P. persica cv. Missouri developed fewer, smaller and delayed galls than P. davidiana and

3 wild peach. Key words: Agrobacterium tumefaciens, Prunus persica, Prunus davidiana, Susceptibility, Selection, Leaf infection. Valutazione in vitro della suscettibilità al tumore batterico di portainnesti di pesco. Viene descritto un metodo di trasformazione di dischi di foglie di pesco per valutare la suscettibilità di portainnesti di pesco (in questo caso di un genotipo di Prunus davidiana e di due accessioni di differente origine di P. persica) al tumore batterico. Nelle prove sono stati usati tre ceppi di Agrobacterium tumefaciens: 2P, T2 e NCPPB1651. I dischi fogliari dei tre genotipi hanno prodotto tumori in risposta all inoculazione con A. tumefaciens ma la percentuale di dischi con tumori, così come il peso secco dei tumori sui dischi, variavano con la pianta ospite e con il ceppo batterico. Il ceppo 2P ha causato, rispetto ai ceppi T2 e NCPPB1651, la formazione di tumori più grandi su una più alta percentuale di dischi fogliari mentre, dei tre genotipi saggiati la cv. Missouri ha sviluppato, anche con un certo ritardo, tumori più piccoli e meno numerosi di P. davidiana e del pesco selvatico. Parole chiave: Agrobacterium tumefaciens, Prunus persica, Prunus davidiana, Suscettibilità, Selezione, Infezione fogliare. Petria 6(1), 45-50, (1996) Articolo scientifico/scientific paper Marciumi batterici su carota nel Lazio. GIORGIO MARIANO BALESTRA 1, GABRIELE CHILOSI 1, ROBERTO FANIGLIULO 2 e LAURA LUONGO 2. 1 Dipartimento di Protezione delle Piante, Università degli Studi della Tuscia, Via S. Camillo de Lellis, I Viterbo; 2 Istituto Sperimentale per la Patologia Vegetale, Via C. G. Bertero, 22, I Roma. Viene segnalata la presenza di estesi marciumi su fittoni di carota (Daucus carota L.) nella Provincia di Roma (Maccarese). Vengono descritti i sintomi della malattia che risulta causata dal batterio Pseudomonas fluorescens (Trevisan) Migula, biotipi II e III. Si tratta della prima segnalazione in Italia di marciumi su carota provocati da P. fluorescens. Gli eventi che favoriscono tali manifestazioni patologiche vengono ricondotti alle condizioni ambientali ed alle pratiche agronomiche adottate. Parole chiavi: Carota, Marciumi molli, Pseudomonas fluorescens. Bacterial soft rots on carrot in Latium (central Italy). The occurrence of a soft rots on carrot (Daucus carota L.) in horticultural area of Maccarese (central Italy, Rome) caused by Pseudomonas fluorescens (Trevisan) Migula, biotypes II and III, is reported. The symptoms of the disease are described. The severity of the disease could depend on both the environmental conditions and the cultural practices. This is the first record of P. fluorescens, as causal agent of soft rots of carrot in

4 Italy. Key words: Carrot, Soft rots, Pseudomonas fluorescens. Petria 6(1), 51-58, (1996) Articolo scientifico/scientific paper Studi preliminari sulla variabilità di Alternaria alternata nel causare la volpatura del frumento duro. GIORGIO CHIUSA, CLAUDIO ORSI e VITTORIO ROSSI Istituto di Entomologia e Patologia Vegetale, Università Cattolica S. Cuore, Via Emilia Parmense, 84, I Piacenza. L inoculazione artificiale di cariossidi in vitro e spighe in planta di frumento duro Castello (molto suscettibile alla volpatura) e Vezio (poco suscettibile) con alcuni ceppi di Alternaria alternata, precedentemente isolati da cariossidi imbrunite di diversa origine geografica, hanno sempre determinato la comparsa della volpatura, ma con gravità differente. Alcuni ceppi hanno mostrato in planta capacità di causare la volpatura differente da quella dimostrata in vitro. Parole chiave: Frumento duro, Volpatura, Alternaria alternata, Variabilità fra ceppi. Preliminary study on variability among Alternaria alternata strains causing black point on durum wheat. In vitro and in planta inoculations on Castello (very susceptible to black point) and Vezio (less susceptible) durum wheat kernels and heads were performed using several Alternaria alternata strains isolated from black pointed kernels collected from several wheat-growing areas. All isolates were able to cause black point, but disease severity changed significantly from a strain to another. In some cases the ability to cause black point was different in in plantaand in vitro inoculations. Key words: Durum wheat, Black point, Alternaria alternata, Strain variability. Petria 6(1), 59-64, (1996) Articolo scientifico/scientific paper Effetto della malattia delle enazioni della vite sulla produzione e sullo sviluppo vegetativo nella cv. Trebbiano Romagnolo RINO CREDI Istituto di Patologia Vegetale, Centro Ricerche Viticole ed Enologiche: Sezione Fitopatologica, Università degli Studi, Via F. Re, 8, I Bologna. L effetto della malattia delle enazioni sulla produzione e sullo sviluppo vegetativo di viti della cv. Trebbiano Romagnolo, è stato valutato durante un periodo di quattro anni ( ). In diverse categorie di piante affette, rispetto a quelle asintomatiche di controllo, la malattia ha indotto significative riduzioni dei quantitativi di uva prodotta. Le maggiori perdite, dal 10% al 72%, sono risultate nei primi due anni; riguardo alle medie produttive dell intero periodo, le perdite sono variate dal 13% al 20%. Le

5 differenze fra le medie del peso del legno di potatura non sono risultate invece statisticamente significative. Parole chiave: Vite, Malattia delle enazioni, Perdita di prodotto. Effect of enation disease on yield and growth of cv. Trebbiano Romagnolo grapevines. The effect of enation disease on yield and vegetative growth of cv. Trebbiano Romagnolo grapevines was evaluated over a 4-year period ( ). The disease induced significant reductions in yield of affected vines compared with the asymptomatic ones. Greater reductions were observed in the first two years, with yield losses ranging from 10% to 72%, depending on the diseased plant category. Mean yield reductions over the entire period ranged from 13% to 20%. Mean differences in pruning wood weight, on the contrary, were not statistically significant. Key words: Grapevine, Enation disease, Yield loss. Petria 6(1), 65-76, (1996) Articolo scientifico/scientific paper DNA-based analyses to detect and identify phytoplasmas in yellows-diseased grapevines in Sicily. GIULIANA ALBANESE 1, ROBERT E. DAVIS 2, GIOVANNI GRANATA 1, ELLEN L. DALLY 2, TINA SANTUCCIO 1 and MATILDE TESSITORI 1. 1 Istituto di Patologia Vegetale, Università di Catania, Via Valdisavoia, 5, I Catania; 2 Molecular Plant Pathology Laboratory. Agricultural Research Service - USDA, Beltsville, MD USA. Leaves of grapevine cultivars Inzolia and Chardonnay, naturally yellows affected, were collected in Sicily and tested for the presence of phytoplasmas by use of polymerase chain reaction (PCR) analysis using the R16F2/R2 primer pair to amplify a sequence of the phytoplasma 16S rrna gene. Under our conditions, this technique was suitable to detect phytoplasmas only in few tested grapevines. To increase sensitivity of the analysis, the PCR amplification products were hybridized with a specific probe of the amplified DNA (758/1232) or were submitted to a secondary amplification (nested- PCR) through use of other nested universal primers 758F/1232R. The use of this approach revealed the presence of phytoplasmas in most of the symptomatic grapevines analyzed. Identification of detected phytoplasmas was achieved by using nested-pcr, in which products from PCR primed by R16F2/R2 were reamplified in PCR primed by R16(I)F1/R1, R16(III)F2/R1, or R16(V)F1/R1 primer pairs specific for phytoplasma 16S rrna groups 16SrI, 16SrIII and 16SrV respectively. All phytoplasmas detected belonged to group 16SrI. To confirm that phytoplasmas belonged to group 16SrI and to determine their subgroup affiliation, the products of nested-pcr primed by 758F/1232R were digested with Alu I, Kpn I, or Mse I restriction enzymes. Restriction fragment length polymorphism (RFLP) analysis showed that all phytoplasmas detected in Sicilian grapevines belonged to group 16SrI and to subgroup I-G. Key words: Grapevine, Yellows diseases, Flavescence dorée, Phytoplasma.

6 Analisi del DNA per l individuazione e l identificazione di fitoplasmi in piante di vite affette da giallumi in Sicilia. Foglie di vite delle cultivar Inzolia e Chardonnay, naturalmente affette da giallumi, raccolte in Sicilia sono state analizzate per accertare la presenza di fitoplasmi con la tecnica della reazione a catena della polimerasi (PCR) utilizzando la coppia di primer R16F2/R2 che amplifica una sequenza del gene rrna 16S dei fitoplasmi. Nelle nostre condizioni, l analisi PCR è stata in grado di evidenziare fitoplasmi solo in poche viti saggiate. Per aumentare la sensibilità del saggio è stato necessario ibridare i prodotti della PCR con una sonda specifica del DNA amplificato (758/1232) o sottoporre gli amplificati ad un secondo ciclo di PCR (nested-pcr) utilizzando un altra coppia di oligonucleotidi universali 758F/1232R. L uso di queste metodiche ha consentito di individuare la presenza di fitoplasmi in quasi tutte le viti sintomatiche analizzate. L identificazione dei fitoplasmi individuati è stata possibile applicando la nested-pcr in cui i prodotti della PCR, ottenuti con gli oligonucleotidi R16F2/R2, sono stati amplificati una seconda volta utilizzando le coppie di primer R16(I)F1/R1, R16(III)F2/R1 o R16(V)F1/R1 rispettivamente specifiche dei gruppi del rrna 16S dei fitoplasmi 16SrI, 16SrIII e 16SrV. Tutti i fitoplasmi identificati appartenevano al gruppo 16SrI. Per confermare l appartenenza al gruppo genetico 16SrI e per determinare il sottogruppo genetico, i prodotti della nested-pcr amplificati con 758F/1232R, sono stati digeriti con gli enzimi di restrizione Alu I, Kpn I o Mse I. L analisi dei frammenti di restrizione (RFLP) ha evidenziato che tutti i fitoplasmi individuati nelle viti siciliane appartenevano al gruppo 16SrI ed al sottogruppo I-G. Parole chiave: Vite, Malattie da giallumi, Flavescence dorée, Fitoplasma. Petria 6(1), 77-82, (1996) Note brevi/short notes Il "mal dell esca" della vite in Puglia: micoflora associata al legno infetto. ANNAMARIA CONTESINI Dipartimento di Patologia Vegetale, Università di Bari, Via G. Amendola, 165/A, I Bari. Il "mal dell esca" della vite si è manifestato in questi ultimi anni nei vigneti pugliesi, con intensità e diffusione preoccupanti, anche in impianti giovani. Dagli isolamenti effettuati dai tessuti alterati del fusto e branche di viti con evidenti sintomi della malattia, si è potuta accertare l elevata frequenza di Phellinus ignarius (L. ex Fr.) Quél. rispetto ad altri miceti isolati con frequenza di gran lunga inferiore. Parole chiave: Vite, "Mal dell esca", Phellinus ignarius. The "esca" disease of grapevine in Apulia: fungi isolated from infected woody tissues. In these last years the occurrence of epidemic outbreaks of "esca" disease of grapevine has increased in Apulia (Southern Italy), even in the case of relatively young vineyard. Phellinus ignarius (L. ex Fr.) Quél. was the most common fungus isolated

7 from woody tissues of grapevines showing symptoms of the disease, in comparison to other fungi. Key words: Grapevine, "Esca", Phellinus ignarius. Petria 6(1), 83-88, (1996) Note brevi/short notes Fitoplasmi associati a scopazzi dell olivo. PAOLA DEL SERRONE 1, FRANCESCO FAGGIOLI 1, ALESSANDRA ARZONE 2, ANGELO TARQUINIi 3 e MARINA BARBA 1 1 Istituto Sperimentale per la Patologia Vegetale, Via C.G. Bertero, 22, I Roma; 2 Dip.di Entomologia e Zoologia applicata all Ambiente "C.Vidano", Università di Torino, Via P. Giuria, 15, I Torino; 3 Ente Regionale per lo Sviluppo Agricolo, Regione Abruzzo, UTA, Via Colognaspiaggia, snc, I Roseto degli Abruzzi (TE). Vengono segnalati per la prima volta fitoplasmi associati a scopazzi e ad altre alterazioni vegetative osservati in piante di olivo (Olea europaea L.). La diagnosi è stata effettuata mediante la tecnica di amplificazione genomica a catena (PCR), seguita dall analisi del polimorfismo della lunghezza dei frammenti di restrizione (RFLP). Lo studio dell entomofauna ha evidenziato la presenza di diversi Auchenorrinchi, tra cui esemplari appartenenti a un genere vettore di fitoplasmi. DNA fitoplasmale è stato rilevato, con la stessa analisi molecolare, anche in piante di Catharanthus roseus (L.) G. Don infettate sperimentalmente in campo da olivo mediante ponte di cuscuta. L avvenuta trasmissione, verificata anche su base sintomatologica, ha permesso il mantenimento in collezione dei fitoplasmi. Parole chiave: Olivo, Fitoplasmi, Diagnosi, Scopazzi. Phytoplasmas associated to olive witches -broom. This is the first report on the presence of phytoplasmas associated to olive (Olea europaea L.) plants showing a witches - broom like disorder. The diagnosis was made by polymerase chain reaction (PCR) and restriction fragment length polymorphism (RFLP). Investigations on entomofauna revealed the presence of several Auchenorrhyncha including some specimens of the genus Hyalesthes, known to be a vector of phytoplasmas. Phytoplasmatal DNA was also detected in periwinkle plants experimentally infected (in the field) by connecting them to diseased olive trees by dodder. The experimentally infected periwinkles showed characteristic phytoplasma symptoms; they are maintained in collection as a phytoplasma source. Key words: Olive, Phytoplasmas, Diagnosis, witches -broom.

Flavescenza dorata (FD) Diffusione epidemica Vettore: cicalina Scaphoideus

Flavescenza dorata (FD) Diffusione epidemica Vettore: cicalina Scaphoideus L AVANZAMENTO DELLA RICERCA SULLA RESISTENZA ALLA FLAVESCENZA DORATA Elisa Angelini CRA-VIT Centro di Ricerca per la Viticoltura, Conegliano (TV) DUE GIALLUMI IMPORTANTI IN EUROPA ED ITALIA Flavescenza

Dettagli

Legno nero: interazioni vite fitoplasma e fenomeno del recovery

Legno nero: interazioni vite fitoplasma e fenomeno del recovery Legno nero: interazioni vite fitoplasma e fenomeno del recovery Rita Musetti Department of Agricultural and Environmental Sciences, University of Udine via delle Scienze, 208 I-33100 Udine, Italy Rita.Musetti@uniud.it

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo Giornate di Studio: Un approccio integrato allo studio dei flussi di massa e di energia nel sistema suolo pianta atmosfera: esperienze e prospettive di applicazione in Sicilia Tecniche di misura dei flussi

Dettagli

MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO

MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO Le prospettive del vivaismo viticolo europeo MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO Elisa Angelini CRA VIT Centro di Ricerca per la Viticoltura Conegliano (TV) 1. Giallumi (Flavescenza dorata e Legno nero):

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE?

GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE? GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE? Elisa Angelini elisa.angelini@entecra.it C.R.A. Centro di Ricerca per la Viticoltura Conegliano (TV) Foto P. Marcuzzo Foto G. Rama UN PO DI

Dettagli

GIALLUMI DELLA VITE: aggiornamenti tecnici

GIALLUMI DELLA VITE: aggiornamenti tecnici FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Misura 111B Informazione e diffusione della conoscenza GIALLUMI DELLA VITE: aggiornamenti tecnici Piero Attilio Bianco DI.S.A.A - C.I.R.I.V.E. CENTRO INTERDIPARTIMENTALE

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT

NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT 2 NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT NUOVI CLONI DI VITE ISMA - AVIT di Umberto Malossini Le schede ISMA - AVIT 3001 da Goldtraminer, B. ISMA - AVIT 513 da Pinot grigio, G.

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio

Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto Collana divulgativa dell Accademia Volume XIII PRINCIPALI PATOGENI E DIFESA A cura di N. Iannotta, G. Loconsole, M.E. Noce, M. Saponari, V. N. Savino,

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA (1) Dato il genotipo AaBb: quali sono i geni e quali gli alleli? Disegnate schematicamente questo genotipo con i geni concatenati

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PADOVA TITOLO TESI

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PADOVA TITOLO TESI UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PADOVA Sede Amministrativa: Università degli Studi di Padova Dipartimento di Biotecnologie Agrarie DOTTORATO DI RICERCA IN: Viticoltura, Enologia e Marketing delle Imprese vitivinicole

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.)

MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.) Diss. ETH Nr. 13793 MAP-BASED CLONING OF RESISTANCE GENE HOMOLOGUES IN THE Vf -REGION OF THE APPLE (Malus sp.) A dissertation submitted to the SWISS FEDERAL INSTITUTE OF TECHNOLOGY ZÜRICH For the degree

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes

Synthesis and Reactivity of Silica-Grafted Iridium Pincer Complexes DISS. T N. 21754 Synthesis and eactivity of lica-grafted idium incer Complexes A dissertation submitted to T ZUIC for the degree of DCT F SCINCS resented by MATIN IMLDI Dottore magistrale in Scienze Chimiche,

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987)

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Prima regola: oltre un certo carico produttivo per ceppo la qualità diminuisce ( ) Fittezza in relazione

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI scopo del lavoro: Confronto tra oli EVO addizionati con estratti di capperi campionati

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un

La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un COME FUNZIONA UN ALBERO di Mario Carminati e Massimo Ranghetti La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un albero è che si tratta di un essere vivente, proprio come noi. È un fatto scontato, certo,

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese Introduzione Nell articolo vengono mostrate vari possibili legami tra la costante di Archimede (pi greco) e la sezione aurea (phi).

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA IL PRESENTE TESTO E UNA SINTESI DEL TESTO COMPLETO EDITO DA LA MEDICINA BIOLOGICA, n.4, 2010, WWW.MEDIBIO.IT Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA Lo sviluppo

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

Import-export. di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo

Import-export. di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo Import-export di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo Il riso rappresenta dopo il frumento la coltura più diffusa al mondo. L Italia è il principale Paese produttore ed esportatore di riso dell

Dettagli

La trascrizione negli eucarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione negli eucarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione negli eucarioti Il promotore eucariotico L inizio della trascrizione negli eucarioti necessita della RNA polimerasi e dei fattori di trascrizione. Qualsiasi proteina sia necessaria per

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Confronto tra gruppi (campioni indipendenti)

Confronto tra gruppi (campioni indipendenti) Confronto tra gruppi (campioni indipendenti) Campioni provenienti da una popolazione Normale con medie che possono essere diverse ma varianze uguali campioni: Test z or t sulla differenza tra medie 3,

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli