IL PIANO REGOLATORE GENERALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL PIANO REGOLATORE GENERALE"

Transcript

1 DOSSIER TORINO Lo sviluppo dell aeroporto di Torino Caselle è regolato da un Piano Regolatore Generale (Master Plan), definito dalla Società di gestione nel 1986, che individua le aree su cui devono essere realizzati gli interventi necessari e le diverse tappe per adeguare le strutture e gli spazi alle nuove e più ampie esigenze del traffico aereo che fa capo a questo scalo IL PIANO REGOLATORE GENERALE Nel 1981 la Sagat, Società di gestione dell aeroporto di Torino, redigeva il piano regolatore generale dell'aeroporto (Master Plan) con lo scopo di programmare razionalmente lo sviluppo dell'infrastruttura aeroportuale fino al Duemila e oltre. Il Master Plan affrontava anche l'integrazione dell'aeroporto con i sistemi stradale e ferroviario esistenti ed evidenziava gli aspetti ecologici e ambientali come l'inquinamento acustico e atmosferico. Il piano, approvato dalla Regione Piemonte e dal Ministero dei Trasporti ha dato così il via ai numerosi interventi che hanno interessato, e continuano a interessare, lo scalo torinese. Interventi Le linee generali che hanno guidato questi interventi sono di due tipi. Il primo rivolto al miglioramento delle prestazioni della pista, sia in termini di massima garanzia per la sicurezza delle operazioni di volo che in termini di continuità operativa, tutti già eseguiti. Il secondo connesso alla ridefinizione dei piazzali di parcheggio degli aeromobili, alla sistemazione delle aerostazioni e alle attività accessorie e di servizio. L'opera più significativa, attualmente in atto, riguarda proprio quest'ultimo tipo di interventi. In particolare spicca la realizzazione della nuova aerostazione passeggeri, collocata in una posizione che, alle spalle dell'attuale aerostazione, permette di procedere con i lavori senza interferire con l attività dell aeroporto. Aerostazione passeggeri La nuova aerostazione, che si inaugurerà negli ultimi mesi del 1993, viene definita nelle sue linee generali dal Master Plan, a partire dal concorso internazionale del 1986: un blocco a T, con sei ponti d imbarco, articolato su 4 livelli, tre dei quali disimpegnano, separatamente, tutti i servizi relativi agli arrivi (al piano terreno) e alle partenze (al primo piano). Ad essa è associato un parcheggio multipiano per circa 3 mila posti, la cui costruzione era inizialmente prevista in due tempi ma è stata viceversa attuata in una sola fase, nel 1990, in seguito ai finanziamenti per Italia 90. Al termine dei lavori previsti Veduta aerea dello scalo di Torino Caselle con in primo piano l attuale aerostazione passeggeri, che sarà demolita nel 1994, e il nuovo complesso realizzato nello spazio retrostante, insieme a un parcheggio multipiano. 68

2 TORINO DOSSIER dal Master Plan, lo scalo sarà in grado di soddisfare le esigenze di un traffico annuo di 3 milioni di passeggeri con un elevato livello di confort. Sempre riguardo al traffico passeggeri il Master Plan guarda a una possibile interconnessione con la linea ferroviaria Torino-Ceres, in concessione alla Satti, che corre immediatamente a ovest dello scalo e alla creazione di un nodo di interscambio fra aereo, ferrovia e auto, integrato da attività commerciali. A progetto realizzato sarà possibile raggiungere l aereo direttamente dal treno attraverso un percorso lineare interamente coperto. Altre infrastrutture Le infrastrutture accessorie previste, molte delle quali già realizzate, comprendono una nuova torre di controllo, una caserma dei vigili del fuoco con spazi adeguati per l addestramento, un più ampio deposito carburanti per gli aeromobili, una nuova centrale termica, una centrale elettrica, un cargo center ora interamente dedicato allo stoccaggio delle autovetture Allantè, prodotte dalla General Motors e dalla Pininfarina, una stazione meteo e una aerostazione postale. L aerostazione merci, a seguito di una ridistribuzione delle attività interne, legate anche alla recente liberazione degli scambi in ambito CEE, garantisce una capacità annua di circa 20 mila tonnellate. Un eventuale consistente aumento del traffico merci che portasse alla saturazione dell impianto, strutturalmente non predisposto per un futuro ampliamento, ne comporterebbe il trasferimento in un'area identificata ad est della pista, con il duplice scopo di consentire una riorganizzazione e di permettere l eventuale estensione della vicina aerostazione passeggeri. Rispetto all aviazione generale (aerei privati da turismo o executive), l aumento di traffico verificatosi negli ultimi anni, ha comportato la necessità di suddividere questo flusso da quello dei normali passeggeri di linea e charters. A tale scopo è stata realizzata un'aerostazione di circa 400 mq. La struttura, completamente autonoma, dispone di tutti i servizi e controlli necessari per il traffico nazionale ed internazionale. Il Piano Regolatore generale (o Master Plan) messo a punto nel 1986, con le infrastrutture in rilocazione (I-XII), le infrastrutture esistenti o in corso di realizzazione nel 1987 (A-O) e le infrastrutture in corso di progettazione (1-11). Fra queste ultime si segnalano la nuova aerostazione passeggeri (2), una stazione ferroviaria di interscambio (3) e il primo lotto del parcheggio multipiano(4). 69

3 DOSSIER TORINO L'aeroporto nella fase di massima espansione, con i prolungamenti della pista (1 e 5), area aviazione generale (2), depositi carburanti (3), area passeggeri (4) e area merci (6). Massima espansione della zona est con la nuova aerostazione merci (5) e gli hangar (8). In alto, massimo sviluppo dell'area passeggeri dopo il 1993: 1 torre di controllo; 2 terminal B passeggeri; 3 parcheggio; 4 dogana; 5 posta; 6 C.E.; 7, 8, 10 terminal A e sue estensioni; 9 parcheggio; 11 enti di Stato; 12 de-icing; 13 piazzale aeromobili. Assetto finale della zona aviazione generale, con la nuova aerostazione (4), hangar (5), stazione (7) e depositi carburanti (6). 70

4 TORINO DOSSIER Gli aiuti visuali luminosi sulla pista e, sopra, planimetria dell aeroporto al completamento dei lavori in corso (1993). In alto, uno degli elementi del sistema di atterraggio strumentale ILS SEL 4000, che fa di Torino uno dei 45 scali nel mondo dove è possibile operare con visibilità minima di atterraggio (cat. 3B), cioè 75 metri in orizzontale e 0 in verticale. 71

5 DOSSIER TORINO Carico di scocche Pininfarina su un aereo diretto negli Stati Uniti. In alto, la vecchia torre di controllo. KINEO 3/93 72

6 TORINO DOSSIER Carico di scocche Pininfarina su un aereo diretto negli Stati Uniti. In alto, la vecchia torre di controllo. KINEO 3/93 73

MASTER PLANNING AEROPORTUALE. Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano

MASTER PLANNING AEROPORTUALE. Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano MASTER PLANNING AEROPORTUALE Paolo Sordi Processi di Scalo ed Aviazione Generale SEA Aeroporti di Milano 1 1 Definizioni Aeroporto Cos è un aeroporto? - sistema complesso - infrastruttura attrezzata per

Dettagli

I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB. Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013

I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB. Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013 I PROGETTI METROPOLITANI L AEROPORTO L. Mantecchini CdA SAB Convegno stato attuazione PTCP Bologna, 15 Maggio 2013 MASTERPLAN AEROPORTUALE ANALISI INIZIALE 1) DEFINIZIONE DI MASTERPLAN 2) STUDIO DEL TRAFFICO

Dettagli

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE

NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE AEROPORTI & FRANCOFORTE NAVETTE E ALTA VELOCITÀ PER FRANCOFORTE Con la recente inaugurazione del nuovo terminal 2 il maggiore scalo tedesco guarda al futuro del trasporto aereo, affidandosi a un complesso

Dettagli

FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA

FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA AEROPORTI FIRENZE FIRENZE SI RINNOVA L aeroporto del capoluogo toscano ha inaugurato nel dicembre scorso la nuova aerostazione passeggeri con la quale, in attesa del prolungamento della pista e del complessivo

Dettagli

LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA

LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE AEROPORTI E SPAZIO AEREO LO SVILUPPO E L ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURALE DEI GRANDI AEROPORTI NAZIONALI ROMA, MILANO, VENEZIA AGENDA 1. IL PIANO NAZIONALE AEROPORTI 2. I

Dettagli

ADF. PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre

ADF. PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre www.aeroportofrosinone.it AEROPORTO PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre Progetto Aeroporto Frosinone

Dettagli

MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI

MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI MASTER PLAN 2014-2029 AEROPORTO DI FIRENZE A. VESPUCCI FIRENZE PALAZZO VECCHIO 6 NOVEMBRE 2014 OBIETTIVI E ASSUNTI DEL NUOVO MASTER PLAN IL NUOVO MASTER PLAN 2014-2029 Il Nuovo Master Plan si pone l obiettivo

Dettagli

LA METROPOLITANA DI ORLY

LA METROPOLITANA DI ORLY LA METROPOLITANA DI ORLY Il secondo scalo della capitale francese si presenta come un esempio di aeroporto collegato al centro urbano mediante una linea metropolitana, anche se con i limiti di un percorso

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono:

Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono: Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono: La realizzazione di un nuovo asse merci Vignale-Novara. Consente di potenziare il traffico merci da e per Domodossola-Luino e di liberare

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 GLI AEROPORTI Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto nodo

Dettagli

L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA

L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA PROGETTI BOLOGNA L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA L'interporto di Bologna, oltre ad essere uno dei maggiori in Italia per traffico merci, si presenta come caso emblematico di infrastruttura interportuale,

Dettagli

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO LOMBARDIA Situato a est di Bergamo, l'interporto di Montello si pone come il punto di riferimento per potenzialità, posizione e rete infrastrutturale del bacino produttivo a nord est di Milano e della

Dettagli

TERMINAL CROCIERE A MIAMI

TERMINAL CROCIERE A MIAMI PORTI MIAMI TERMINAL CROCIERE A MIAMI La capitale del traffico croceristico internazionale presenta numerose strutture per l imbarco e lo sbarco che subiscono però il peso degli anni e del massiccio afflusso

Dettagli

D I R I T T I E T A R I F F E

D I R I T T I E T A R I F F E DIRITTI E TARIFFE Edizione Dicembre 2013 DEFINIZIONE DEI TERMINI Definizione dei termini Società il soggetto cui spetta l esecuzione delle operazioni aeroportuali. Vettore la persona giuridica che svolge

Dettagli

CAP. 1: Generalità sul trasporto aereo 11. CAP. 2: Lo scenario normativo del trasporto aereo 43

CAP. 1: Generalità sul trasporto aereo 11. CAP. 2: Lo scenario normativo del trasporto aereo 43 Prefazione INDICE CAP. 1: Generalità sul trasporto aereo 11 1.1 Introduzione 11 1.2 Definizione di trasporto aereo 11 1.3 Definizione della convenienza all uso dell aereo 12 1.4 Il trasporto aereo nel

Dettagli

La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità. L opportunità offerta da Milano Malpensa Cargo

La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità. L opportunità offerta da Milano Malpensa Cargo La mobilità delle merci nell area metropolitana milanese: vincoli e opportunità L opportunità offerta da Milano Malpensa Cargo Giulio De Metrio Chief Operating Officer and Deputy CEO SEA Aeroporti di Milano

Dettagli

Gestione operativa dei movimenti nell Apron. Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA

Gestione operativa dei movimenti nell Apron. Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA Gestione operativa dei movimenti nell Apron Sommario: Malpensa Layout Aeroportuale Malpensa Dati di traffico Malpensa Apron Mangement Control SEA SEA Milan MXP -LIMC Layout aeroportuale 1 MXP Hub Master

Dettagli

- SERVIZI DI PULIZIA - SISTEMAZIONE DEL VERDE

- SERVIZI DI PULIZIA - SISTEMAZIONE DEL VERDE IL GRUPPO SOGAER SOGAER S.p.A. GESTIONE AEROPORTUALE N Occupati 130 SOGAERDYN SERVIZI DI HANDLING N Occupati 111 Tempo indet 22 Tempo det. SOGAER SECURITY SERVIZI DI SICUREZZA N Occupati 93 Tempo indet

Dettagli

Allegato alla proposta di delibera cod. n. 10/2007

Allegato alla proposta di delibera cod. n. 10/2007 Allegato alla proposta di delibera cod. n. 10/2007 EMERGENZA DERIVANTE DA RISCHIO AEROPORTUALE SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI NOVARA Progetto per la messa a punto di procedure di intervento e l organizzazione

Dettagli

IL CANTIERE FIUMICINO

IL CANTIERE FIUMICINO PROGETTI ROMA IL CANTIERE FIUMICINO L aeroporto intercontinentale di Roma Fiumicino procede verso la sua completa ristrutturazione attraverso una politica dei piccoli passi, condizionata dai finanziamenti

Dettagli

Una piastra logistica verde per l Italia Centrale AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI

Una piastra logistica verde per l Italia Centrale AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI Progetto Territorio Snodo di Jesi Verso una piastra logistica verde per l Italia centrale Daniele Olivi, Assessore Comune di Jesi ANCONA JESI Indice della

Dettagli

AEROPORTI GARDERMOEN E ARLANDA AEROPORTI E TERRITORIO La tutela e la ricerca della compatibilità e dell equilibrio per gli scali aeroportuali rappresenta un elemento ormai centrale, sia nella progettazione

Dettagli

GLI AEROPORTI parte 1/2 GLI AEROPORTI

GLI AEROPORTI parte 1/2 GLI AEROPORTI corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica a.a. 2008-2009 GLI AEROPORTI GLI AEROPORTI parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale

Dettagli

alta velocità per il Ticino?

alta velocità per il Ticino? AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? 24 marzo 2011 SUPSI, Lugano-Trevano Alptransit e le infrastrutture italiane del Nordovest: stato di avanzamento, problemi e prospettive Vittorio

Dettagli

VERSO MALPENSA DUEMILA

VERSO MALPENSA DUEMILA AEROPORTI & MALPENSA VERSO MALPENSA DUEMILA Dopo anni di stasi il programma di attuazione dell aeroporto intercontinentale del nord Italia e del collegamento ferroviario con Milano è entrato in una fase

Dettagli

CORRISPETTIVI REGOLAMENTATI

CORRISPETTIVI REGOLAMENTATI CORRISPETTIVI REGOLAMENTATI Gennaio 2016 - DIRITTI AEROPORTUALI - SERVIZI DI SICUREZZA - INFRASTRUTTURE CENTRALIZZATE - ASSISTENZA PRM - SERVIZI DI HANDLING - BENI IN USO ESCLUSIVO INDICE GENERALE I CORRISPETTIVI

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica GLI AEROPORTI parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto

Dettagli

IL PARCHEGGIO D INTERSCAMBIO DI FAMAGOSTA

IL PARCHEGGIO D INTERSCAMBIO DI FAMAGOSTA IL PARCHEGGIO D INTERSCAMBIO DI FAMAGOSTA Uno dei maggiori parcheggi periferici di interscambio di Milano, realizzato dalla Metropolitana Milanese, si avvia a servire l area sud del capoluogo lombardo

Dettagli

Capitolo 5. Network. Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac

Capitolo 5. Network. Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac Capitolo 5 * Network Analisi di un sistema aeroportuale: il caso Gesac SOMMARIO: Introduzione. 2. Tema. Le relazioni inter-organizzative di un network aeroportuale. 2.1. Il caso Gesac. 3. Conclusioni.

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica GLI AEROPORTI parte 2/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Airside: classificazione degli aeroporti Gli aeroporti sono classificati in diversi modi.

Dettagli

Approva l Accordo a Latere sottoscritto dal Comune con R.F.I. S.p.A. e FS Sistemi Urbani;

Approva l Accordo a Latere sottoscritto dal Comune con R.F.I. S.p.A. e FS Sistemi Urbani; PROGETTO PEOPLE MOVER 16 luglio 2011 A cura di Comune di Pisa, SAT e PISAMO Contenuti della delibera del 14 luglio 2011 Contenuti Prende atto dell Accordo di Programma siglato in data 13 aprile 2011 da

Dettagli

Capitolato Tecnico d Appalto

Capitolato Tecnico d Appalto Capitolato Tecnico d Appalto Appalto per l affidamento del servizio di assistenza passeggeri a ridotta mobilità presso l Aeroporto di Pisa G.Galilei Art. 1 Oggetto del Capitolato Tecnico Il presente capitolato

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 Le aree di attività pag. 3 I risultati pag. 6 Il Gruppo in sintesi pag. 7 Venezia,

Dettagli

ANALISI DEI COSTI DEL TRASPORTO AEREO

ANALISI DEI COSTI DEL TRASPORTO AEREO CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca DEL TRASPORTO AEREO A.A. 2004/05 PROCESSO ANALISI DI DEREGULATION DEI COSTI DIRITTI AEROPORTUALI SERVIZI DI SICUREZZA INFRASTRUTTURE CENTRALIZZATE DIRITTI

Dettagli

La città che cambia. Per ospitare eventi Con un grande parco urbano

La città che cambia. Per ospitare eventi Con un grande parco urbano La città che cambia Per ospitare eventi Con un grande parco urbano Variante al piano strutturale per nuove funzioni pubbliche e strutture di servizio complementari all aeroporto Comune di Pisa Perchè la

Dettagli

L AEROPORTO DI ARLANDA

L AEROPORTO DI ARLANDA L AEROPORTO DI ARLANDA L aeroporto della capitale svedese rappresenta la principale porta del paese con il resto del mondo e uno dei più importanti nodi di comunicazione tra il nord Europa e l area del

Dettagli

Convegno Disabilità e Trasporti Palazzo della Gran Guardia 7 giugno 2013

Convegno Disabilità e Trasporti Palazzo della Gran Guardia 7 giugno 2013 Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca Convegno Disabilità e Trasporti Palazzo della Gran Guardia 7 giugno 2013 Attuazione Regolamento CE n 1107/2006 OGGETTO DELLA PRESENTAZIONE: Rif. Normativi

Dettagli

Aeroporto di Bari Karol Wojtyla Master Plan 2022 Chiarimenti ed integrazioni al documento tecnico e allo SIA

Aeroporto di Bari Karol Wojtyla Master Plan 2022 Chiarimenti ed integrazioni al documento tecnico e allo SIA Sommario 1 PREMESSA...2 2 I FLUSSI DI TRAFFICO PASSEGGERI E MERCI...2 2.1 SCENARIO ATTUALE MOVIMENTI E PASSEGGERI...2 2.2 SCENARIO FUTURO MOVIMENTI E PASSEGGERI...6 2.3 TRAFFICO MERCI...7 3 ANALISI DELLE

Dettagli

Prefattibilità dell Aeroporto di Latina. Latina, 28/02/2007

Prefattibilità dell Aeroporto di Latina. Latina, 28/02/2007 Prefattibilità dell Aeroporto di Latina Latina, 28/02/2007 Attività svolte 1. Definizione dello scenario di riferimento 2. Identificazione dei fattori di successo dell aeroportualità minore a livello europeo

Dettagli

MALPENSA: LA TERZA PISTA A cura di Beppe Balzarini

MALPENSA: LA TERZA PISTA A cura di Beppe Balzarini Somma Lombardo, 28 novembre 2009 CONVEGNO: STRUMENTI PER CAPIRE MALPENSA Organizzato da C.U.V. (Comitato Urbanistico Volontario) CONTRIBUTO DI UNI.CO.MAL. LOMBARDIA (Unione Comitati del Comprensorio di

Dettagli

L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN

L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN INTEGRAZIONE AEROPORTO ZURIGO L AEROPORTO INTERNAZIONALE DI ZURIGO-KLOTEN Lo scalo svizzero è un esempio di integrazione delle funzioni modali e accessorie, tra loro e con la città, ma anche di ruolo urbano

Dettagli

ACCORDO TERRITORIALE PER IL POLO FUNZIONALE AEROPORTO

ACCORDO TERRITORIALE PER IL POLO FUNZIONALE AEROPORTO Comune di Calderara di Reno ACCORDO TERRITORIALE PER IL POLO FUNZIONALE AEROPORTO Conferenza stampa Bologna 15 luglio 2008 La strategia metropolitana 6 Accordi Territoriali sottoscritti per i Poli Funzionali

Dettagli

SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO

SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO La collina degli Erzelli, occupata in precedenza da attività di deposito e movimentazione container, è interessata oggi da un progetto volto

Dettagli

Innsbruck Kranebitten (INN/LOWI)

Innsbruck Kranebitten (INN/LOWI) (Aggiornata 2014) Innsbruck Kranebitten (INN/LOWI) STORIA L idea di costruire un aeroporto nell area di Innsbruck nasce dal governo provinciale tirolese nel 1920, che avvia la stesura dei progetti e l

Dettagli

TERMINAL CONTAINER A VOLTRI

TERMINAL CONTAINER A VOLTRI TERMINAL CONTAINER A VOLTRI Il terminal Voltri Terminal Europa di Genova-Voltri, entrato recentemente nel pieno della sua operatività, rappresenta il classico esempio di terminale marittimo creato ex novo,

Dettagli

Coperture assicurative

Coperture assicurative Coperture assicurative Ogni fornitore e/o sub concessionario (di seguito denominato soggetto ) deve stipulare un adeguata copertura assicurativa a garanzia di tutti i danni arrecati a persone e/o cose

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA Intervento Giuseppe Castelli Vice Presidente Assolombarda Seminario LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEL TRASPORTO AEREO PASSEGGERI E MERCI NEL NORD ITALIA Sala Falck Assolombarda 10 febbraio 2009 Tutte le relazioni

Dettagli

Gli Aeroporti milanesi per. Milano, 22 ottobre 2013

Gli Aeroporti milanesi per. Milano, 22 ottobre 2013 Gli Aeroporti milanesi per 2015 Milano, 22 ottobre 2013 Gli Aeroporti milanesi per Expo 2015 Numerose sono le azioni che SEA sta sviluppando ed intende sviluppare per Expo 2015 e numerosi sono i progetti

Dettagli

Capitolato Tecnico - parte 1 Pulizia e manutenzione della recinzione aeroportuale e delle aree a verde interne al piazzale aeromobili ed esterne

Capitolato Tecnico - parte 1 Pulizia e manutenzione della recinzione aeroportuale e delle aree a verde interne al piazzale aeromobili ed esterne Capitolato Tecnico - parte 1 Pulizia e manutenzione della recinzione aeroportuale e delle aree a verde interne al piazzale aeromobili ed esterne Art 1 Definizioni Nel testo del presente capitolato tecnico

Dettagli

01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO

01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO 01/06/2014-1 - AEROPORTO DI MILANO-BERGAMO LA PORTA D ACCESSO DELLA ZONA EST DELLA REGIONE LOMBARDIA Uno dei principali fattori di successo dell Aeroporto di Milano Bergamo è dato dalla posizione geografica,

Dettagli

IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI VISTO l art. 6, comma 2 e seguenti, della legge 8 luglio 1986, n.349; VISTO il D.P.C.M.

Dettagli

Politiche per la moblità sostenibile

Politiche per la moblità sostenibile Politiche per la moblità sostenibile PERFORMANCE INFRASTRUTTURE STRADALI 2004 2005 * FONTE Sottopassi e sovrappassi ciclopedonali 25 29 29 31 31 N. rotatorie 87 108 120 129 136 N. attraversamenti pedonali

Dettagli

Ente Nazionale dell'aviazione Civile AEROPORTO DI BRESSO PIANO DI RIASSETTO AEROPORTUALE RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Ente Nazionale dell'aviazione Civile AEROPORTO DI BRESSO PIANO DI RIASSETTO AEROPORTUALE RELAZIONE ILLUSTRATIVA Ente Nazionale dell'aviazione Civile AEROPORTO DI BRESSO PIANO DI RIASSETTO AEROPORTUALE RELAZIONE ILLUSTRATIVA INDICE Premessa pag. 2 Inquadramento territoriale pag. 2 Aspetti operativi e utilizzo dell

Dettagli

IL MOLO 4A DI HEATHROW

IL MOLO 4A DI HEATHROW AEROPORTI HEATHROW MOLO 4A IL MOLO 4A DI HEATHROW La creazione di un nuovo molo per i voli nazionali e quelli provenienti dall Irlanda e dalle Isole della Manica, con un sistema di percorsi interni da

Dettagli

Il potenziamento del nodo ferroviario di Torino e l abbassamento del piano del ferro

Il potenziamento del nodo ferroviario di Torino e l abbassamento del piano del ferro Il potenziamento del nodo ferroviario di Torino e l abbassamento del piano del ferro Principali obbiettivi: - creare nell area metropolitana un sistema di trasporto pubblico integrato; - migliorare la

Dettagli

Alla Direzione Generale Ambiente Commissione Europea Capo Unità ENV.A.1 Infrazioni. www.vivicaselle.eu. e per conoscenza

Alla Direzione Generale Ambiente Commissione Europea Capo Unità ENV.A.1 Infrazioni. www.vivicaselle.eu. e per conoscenza Beniamino Sandrini Via del Fante, n 21 37066 CASELLE di Sommacampagna T. 0458581200 Cell. 3485214565 Mail: beniaminosandrini@virgilio.it PROJECT TO PROTECT www.vivicaselle.eu PROGETTARE PER PROTEGGERE

Dettagli

Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza

Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza Contesto operativo aeroportuale Conformità delle infrastrutture e procedure operative alle norme tecniche ed alle norme di Sicurezza SOGAER AEROPORTO di CAGLIARI - ELMAS Ing. Mario Orrù Direttore Infrastrutture

Dettagli

EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l. MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009

EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l. MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009 EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l Expo l 2015 MOBILITY CONFERENCE Milano, 10 febbraio 2009 LE OPERE ESSENZIALI (FONDI STATALI EXPO) PRIVATI PREVISTI COMUNI PROVINCIA REGIONE INTERVENTI

Dettagli

Con riferimento alla richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale ai sensi dell art.26 del D.lgs 152/06 e

Con riferimento alla richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale ai sensi dell art.26 del D.lgs 152/06 e .., /.. /.. Al Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. OGGETTO : Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi dell art.26 del D.lgs 152/06 e s.m.i. relativa al nuovo Master Plan

Dettagli

INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE

INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE PROGETTI PADOVA INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE L'interporto di Padova mostra un modo diverso di intendere questo tipo di strutture, collocandosi al centro del comprensorio industriale

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE

LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLTA DI INGEGNERIA LAUREA MAGISTRALE INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI ED ELIPORTUALI LECTURE 03 REQUISITI DI UN AREA AEROPORTUALE

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture Programma Operativo Nazionale Trasporti 2000-2006

Ministero delle Infrastrutture Programma Operativo Nazionale Trasporti 2000-2006 Titolo del progetto RADDOPPIO ED ELETTRIFICAZIONE BARI LECCE Misura I.1 RFI Costo ammissibile 115,5 Meuro Descrizione Si tratta del programma di interventi che prende il nome di Raddoppio ed elettrificazione

Dettagli

IL COMPLESSO DI MALPENSA NORD

IL COMPLESSO DI MALPENSA NORD AEROPORTI MALPENSA NORD IL COMPLESSO DI MALPENSA NORD L attuale aerostazione di Malpensa, scalo intercontinentale del nord Italia e maggiore aeroporto italiano per il traffico charter, è da tempo oggetto

Dettagli

Presentazione ideata dal DLF di Pordenone per il progetto Scuola Ferrovia attuato nell a. s. 2013/2014 presso la Scuola Media Statale LEONARDO DA

Presentazione ideata dal DLF di Pordenone per il progetto Scuola Ferrovia attuato nell a. s. 2013/2014 presso la Scuola Media Statale LEONARDO DA Presentazione ideata dal DLF di Pordenone per il progetto Scuola Ferrovia attuato nell a. s. 2013/2014 presso la Scuola Media Statale LEONARDO DA VINCI di Cordenons L impatto ambientale della Ferrovia

Dettagli

Aeroporti di Milano Linate e Milano Malpensa

Aeroporti di Milano Linate e Milano Malpensa Progetto esecutivo N. di progetto: MI14/012 Progettazioni Codice: 5 ESE N. Elaborato rev. 2 D T G 0 1 0 4 3 1 REV. Data Oggetto Aeroporti di Milano Linate e Milano Malpensa Contratto quadro per lavori

Dettagli

INDICE 1. PREMESSE... 1 2. STATO DI FATTO... 1

INDICE 1. PREMESSE... 1 2. STATO DI FATTO... 1 INDICE 1. PREMESSE... 1 2. STATO DI FATTO... 1 3. STATO DI PROGETTO... 2 3.1 VIABILITA AUTORIMESSA MARCO POLO...3 3.2 VIABILITA PARCHEGGIO SPEEDY PARK...4 3.3 VIABILITA ZONA DARSENA...5 3.4 SEZIONI TIPO

Dettagli

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Adottato con atto C.C. n. 3400/192 del 16.06.2000 Modificato con atto C.C. n. 2700/223

Dettagli

Piano di sviluppo al 2044 di Aeroporti di Roma S.p.A.

Piano di sviluppo al 2044 di Aeroporti di Roma S.p.A. Nota informativa per la stampa Piano di sviluppo al 2044 di Aeroporti di Roma S.p.A. Sommario 1. Tratti salienti 2. Il Piano di sviluppo al 2044 3. Occupazione: più di 230mila posti di lavoro 4. Grande

Dettagli

CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI GELA

CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI GELA Per l Area di Sviluppo Industriale di Gela CONSORZIO PER L AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DI GELA INDAGINE CONOSCITIVA Il Consorzio Dati sulle Aziende Giudizio sui servizi presenti Aspettativa di nuovi servizi

Dettagli

La sicurezza antincendio in ambito aeroportuale: Piazzali ed aree di manovra

La sicurezza antincendio in ambito aeroportuale: Piazzali ed aree di manovra La sicurezza antincendio in ambito aeroportuale: Piazzali ed aree di manovra A cura di P.I. Gianmario Gnecchi Vice-Responsabile Distaccamento Aeroportuale Vigili del Fuoco di Orio al Serio - 1997 - sicurezza

Dettagli

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni Empoli Centrale numero di treni e passeggeri giornalieri feriali sabato domenica 198 189 124 6.961 4.580 3.315 Localizzazione La stazione di Empoli ha una posizione molto centrale, a poca distanza dal

Dettagli

CONTRATTO QUADRO PER OPERE DI RIFACIMENTO E POTENZIAMENTO CABINE ELETTRICHE MT/BT E RETI MT

CONTRATTO QUADRO PER OPERE DI RIFACIMENTO E POTENZIAMENTO CABINE ELETTRICHE MT/BT E RETI MT Progetto Definitivo N. di progetto: ME15/008 Progettazione Codice: 5 DEF 4 3 N. Elaborato rev. 2 1 D T G 0 1 0 REV. Data Oggetto Aeroporti Linate e Malpensa CONTRATTO QUADRO PER OPERE DI RIFACIMENTO E

Dettagli

Ente Nazionale per l'aviazione Civile. Regolamento. Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale

Ente Nazionale per l'aviazione Civile. Regolamento. Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale Ente Nazionale per l'aviazione Civile Regolamento Operazioni Ogni Tempo nello Spazio Aereo Nazionale Edizione 1-30/06/2003 REGOLAMENTO ENAC Operazioni ogni tempo nello spazio aereo nazionale Art. 1 Definizioni

Dettagli

AEROPORTO TREVISO - CANOVA

AEROPORTO TREVISO - CANOVA AEROPORTO TREVISO - CANOVA UNA PISTA TRA IL SILE E LA NOALESE Com.te Giuliano Mansutti Quinto di Treviso 4 marzo 2011 1 2 L AEROPORTO E UBICATO A SUD OVEST DELLA CITTA DI TREVISO, TRA LA STRADA NOALESE

Dettagli

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est

Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Le infrastrutture ferroviarie del Nord Est Grazie agli interventi di potenziamento infrastrutturale e di ammodernamento tecnologico delle linee ferroviarie del Nord Est portati a termine negli ultimi anni

Dettagli

APPALTI e CONCESSIONI

APPALTI e CONCESSIONI DOTAZIONE INFRASTRUTTURE: DATI UE E NAZIONALI L ISPO (Istituto per gli studi sulla Pubblica opinione) ha reso noti i dati di una ricerca comparata sulle infrastrutture, sia a livello comunitazio che nazionnale.

Dettagli

S.F.M.R. SISTEMA FERROVIARIO METROPOLITANO REGIONALE

S.F.M.R. SISTEMA FERROVIARIO METROPOLITANO REGIONALE 1 SISTEMA INTEGRATO DI TRASPORTO PUBBLICO A SERVIZIO DELL AREA METROPOLITANA DIFFUSA CENTRALE VENETA CON OBIETTIVI DI: DECONGESTIONE DELLE RETI INFRASTRUTTURALI VIARIE RIEQUILIBRIO MODALE CON PASSAGGIO

Dettagli

80.000 mq di terreno adiacente all aeroporto di Milano Malpensa. Un ubicazione strategica e di prestigio per realizzare i vostri progetti.

80.000 mq di terreno adiacente all aeroporto di Milano Malpensa. Un ubicazione strategica e di prestigio per realizzare i vostri progetti. di terreno adiacente all aeroporto di Milano Malpensa. Un ubicazione strategica e di prestigio per realizzare i vostri progetti. Indice Generale 80.000 mq - UBICAZIONE GENERALE - DETTAGLIO INFRASTRUTTURE

Dettagli

SCALE MOBILI PER LE CITTÀ

SCALE MOBILI PER LE CITTÀ PER LE CITTÀ L utilizzo di scale mobili e ascensori per facilitare la mobilità delle persone nelle città d arte o in luoghi difficilmente accessibili vede oggi una significativa accelerazione, e dopo il

Dettagli

LA LOGISTICA DELLE AUTO

LA LOGISTICA DELLE AUTO CORRIERI ZÜST AMBROSETTI LA LOGISTICA DELLE AUTO Il trasporto degli autoveicoli, analizzato attraverso il caso della Züst Ambrosetti, rappresenta uno dei primi esempi di specializzazione, nei mezzi e nelle

Dettagli

SAVE spa Aeroporto Marco Polo di Venezia Contratto di programma

SAVE spa Aeroporto Marco Polo di Venezia Contratto di programma SAVE spa Aeroporto Marco Polo di Venezia Contratto di programma INVESTIMENTI PER CUI E ACCORDATO IL WACC INCREMENTALE E RELATIVA DISCIPLINA PER L APPLICAZIONE 1. L applicazione di una remunerazione incrementale

Dettagli

Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, n. 10-10125 Torino

Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, n. 10-10125 Torino 14/036 Torino Nuova Economia S.p.A. Corso G. Marconi, n. 10-10125 Torino AVVISO PER LA RICERCA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALL ACQUISIZIONE DEL LOTTO UMI A4 ZONA A - AREA MIRAFIORI TORINO ALLEGATO A1

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di. Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel

Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di. Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel Consorzio Zai Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel 1948 da Comune, Provincia e Camera di Commercio di Verona ed

Dettagli

Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale

Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale Cyber Security Come governare la sicurezza informatica nella gestione di un aeroporto internazionale Mario De Pascale Information Technology Aeroporto di Pisa mario.depascale@toscana-aeroporti.com Agenda

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT)

REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT) REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT) 1 PREFAZIONE Il presente Regolamento Operativo costituisce una piccola raccolta di disposizioni,norme e criteri operativi che devono essere

Dettagli

Ambito progetto SICUREZZA E AUTOMAZIONE. Realizzato per AEROPORTO ITALIANO. Esigenza

Ambito progetto SICUREZZA E AUTOMAZIONE. Realizzato per AEROPORTO ITALIANO. Esigenza Ambito progetto SICUREZZA E AUTOMAZIONE Realizzato per AEROPORTO ITALIANO Esigenza IMPLEMENTAZIONE DI UN SISTEMA PER IL CONTROLLO ACCESSI CON LETTORE BIOMETRICO ALL AREA AEROPORTUALE PROFILO Con 5 milioni

Dettagli

2.1. LE GRANDI INFRASTRUTTURE TRASPORTISTICHE

2.1. LE GRANDI INFRASTRUTTURE TRASPORTISTICHE 2. INTERVENTI STRATEGICI: LE GRANDI INFRASTRUTTURE TRASPORTISTICHE E STRADALI SCENARIO A MEDIO LUNGO TERMINE Obiettivo irrinunciabile per conseguire risultati sul fronte della sostenibilità ambientale

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE - VARIANTE - Il R.U.P.: ing. Francesco Cicala. Il Progettista: ing. Francesco Cicala

PROGETTO PRELIMINARE - VARIANTE - Il R.U.P.: ing. Francesco Cicala. Il Progettista: ing. Francesco Cicala Comune di Villaricca Provincia di Napoli Progetto per la realizzazione di un'area parcheggio pubblico e completamento impianto sportivo al Corso Italia con struttura polifunzionale PROGETTO PRELIMINARE

Dettagli

STATISTICHE. A CURA di Nunzio Cuozzo e Luigi Praitano

STATISTICHE. A CURA di Nunzio Cuozzo e Luigi Praitano GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA AREA GENERALE DI COORDINAMENTO RICERCA SCIENTIFICA, STATISTICA, SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICA SETTORE ANALISI, PROGETTAZIONE E GESTIONE SISTEMI INFORMATIVI SERVIZIO

Dettagli

PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE

PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE L ospedale è costituito da quattro ali parallele collegate tra di loro da un corridoio centrale di raccordo e da una piccola palazzina, unita dal corridoio

Dettagli

CIMspa. Prof. Maurizio Comoli Presidente CIM Spa

CIMspa. Prof. Maurizio Comoli Presidente CIM Spa Prof. Maurizio Comoli Presidente CIM Spa 1. La Società 2. L evoluzione strutturale operativa 3. Il Piano Nazionale per la Logistica 4. L Atto di Indirizzo per il sistema del traffico merci e la logistica

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt_2008 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

Il travel retail di AdR nel sistema degli aeroporti italiani Prospettive di crescita. Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR

Il travel retail di AdR nel sistema degli aeroporti italiani Prospettive di crescita. Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR Il travel retail di AdR nel sistema degli aeroporti italiani Prospettive di crescita Fulvio Fassone Direttore Commerciale AdR Il sistema aeroportuale gestito da Aeroporti di Roma Aeroporti di Roma gestisce

Dettagli

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 L EVENTO Complessivamente dal 31 gennaio al 13 febbraio sono stati registrati i seguenti spessori del manto nevoso Parte orientale della Regione: fascia

Dettagli

AEROPORTI MOLI E TERMINAL

AEROPORTI MOLI E TERMINAL AEROPORTI MOLI E TERMINAL 86 A.A. 2015/16 Schema generale di un aeroporto 87 A.A. 2015/16 Caratteristiche generali degli aeroporti POSIZIONE GEOGRAFICA Gli aeroporti per condizioni di operatività e di

Dettagli

MinisterodelleI nfrastruttureedei Trasporti Capitaneria di Portodi Napoli

MinisterodelleI nfrastruttureedei Trasporti Capitaneria di Portodi Napoli Ordinanza CP n. 124 /2004 Ordinanza AP n. 23/2004 Il Presidente dell'autorità Portuale di Napoli e il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Napoli 9LVWR la legge 28.1.1994 n. 84 e il

Dettagli

ORDINANZA N. 54/2005

ORDINANZA N. 54/2005 Direzione Aeroportuale Milano-Malpensa ORDINANZA N. 54/2005 Il Dirigente dell Enac competente per la Direzione Aeroportuale di Milano Malpensa, VISTI gli allegati tecnici ICAO nn. 6 e 17 e il Documento

Dettagli