IL METODO DI RICHARD WYCKOFF ( )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL METODO DI RICHARD WYCKOFF (1873-1934)"

Transcript

1 1 IL METODO DI RICHARD WYCKOFF ( ) Il metodo qui di seguito spiegato è un elaborazione proveniente dagli scritti e dagli studi di Richard Wyckoff ( ) condotti nella prima metà del XX secolo. Per la cronaca, i metodi di Wyckoff furono applicati con successo in una newsletter dal titolo "La Rivista di Wall Street" (noto per avere abbonati negli anni '20). La newsletter divenne ben presto la beniamina di tutti i traders di Wall Street. (1) In questa immagine si può vedere a colpo d occhio tutto il sistema di cui parleremo. Wyckoff vedeva i principi economici della domanda e dell'offerta applicati al mercato borsistico. Credeva che il comportamento osservato attraverso i movimenti di prezzo e di volume detenessero la chiave per la previsione dei futuri movimenti del mercato. Queste osservazioni condussero Wyckoff a credere che il mercato operasse sotto una serie di tre leggi.

2 2 LA LEGGE DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA Quando c'è una quantità eccessiva di un qualche cosa (cioè dell'offerta in questo caso N.d.R.) il suo valore si riduce allo scopo di attrarre nella n domanda di cui si ha bisogno, per assorbire tale offerta. O, se c'è una mancanza di qualche cosa, allora il suo valore aumenterà per creare l'offerta che incontrerà la domanda. LA LEGGE DELLA CAUSA E DELL'EFFETTO Affinché ci sia un effetto (cambiamento del prezzo N.d.R.), è necessario che ci sia una causa. L'effetto sarà in proporzione diretta a quella causa. Quando vi è stato abbastanza tempo da permettere un periodo di accumulazione o distribuzione (o in altre parole una causa), si verificheranno migliori movimenti di prezzo. LA LEGGE DELLO SFORZO CONTRO I RISULTATI In poche parole, se c'è uno sforzo, il risultato deve essere proporzionato allo sforzo e non può essere separato da esso. Se non lo è, è un indice dell azione di altri principi. Pensare allo sforzo come il volume in movimento, e il risultato come la corrispondente azione del prezzo. Questi due dovrebbero essere in armonia. Se hai molto volume, dovresti vedere molto movimento, ma se non è così... Perché? Che cosa sta accadendo? Questo è il motivo per cui dobbiamo diventare degli investigatori, usando i nostri strumenti, valutando l azione del prezzo (ossia il risultato), con il corrispondente volume (ossia lo sforzo) e arrivando a considerazioni basate sulla "bilancia della probabilità". IL MODO OPERATIVO DI WYCKOFF Quando si arriverà a comprendere le fasi di Wyckoff del mercato, si sarà in grado di determinare quando essere o dentro o fuori dal mercato. Si comincerà a capire come i grandi conti (ossia chi detiene un grosso portafogli e una grande liquidità di denaro da poter muovere il mercato N.d.R.) determinino la sua tendenza, il cambio del trend e l'azione del prezzo. COME TRADAVA WYCKOFF In breve egli tradava la fase del mercato conosciuta come "rialzo/ribasso del prezzo" che si verifica subito dopo che il prezzo, ha completato una chiara rottura di un pattern di base. W. avrebbe poi acquistato azioni sulle correzioni (supponendo che le condizioni del volume garantissero che l'azione del prezzo fossero ancora bullish) W. avrebbe quindi evitato di fare trade durante le fasi significative di "accumulazione e distribuzione all'interno del mercato. W. intervistò molti traders famosi del suo tempo e imparò come applicare l'approccio della selezione dall'alto del titolo: seleziona l'indice più alto, seleziona i settori più forti entro questo indice, seleziona le azioni più forti entro tale settore (la forza fu misurata su una base alpha o forza relativa). Ecco un altro esempio:

3 3 Diviene la norma guardare grafici giornalieri, settimanali e mensili. Troviamo le condizioni favorevoli con la visione dell'azione del prezzo e del volume con grafici di metà mese (s intende dal primo del mese al 15 e dal 15 alla fine dello stesso mese), osservandoli per avere una view più ampia dell'azione del prezzo. Possiamo anche fare le trimestrali, per divertimento.

4 4 Prima di affrontare in dettaglio il sistema, occorre fare anche un altro inciso. Tom Williams è il maestro del metodo di W. Infatti, Tom prese il metodo di lettura dell'azione del prezzo- candela per candela - portando a un nuovo interessante livello il modo di W. Lo chiamò VSA- Analisi dell Ampiezza del Volume. E' doveroso spendere una parola di avviso: molti utilizzano VSA come l'approccio definitivo per eseguire le decisioni di trades come se fosse il metodo Wyckoff originale, molti sono anche convinti che tradare con il VSA possa essere applicato con successo, non importa quale sia la fase di mercato. E' nostro parere è che la fase del mercato sia fondamentale perché il metodo W. abbia successo. ( ) Il grafico sotto mostra come applicare il metodo VSA sia a un grafico daily che a quello di metà mese nel medesimo periodo.

5 5

6 6 ( ) APPROFONDIAMO ADESSO IL SISTEMA DI WYCKOFF: LE NOVE REGOLE PER ENTRARE LONG NEL PROCESSO DI RIALZO DOPO UNA FASE DI ACCUMULAZIONE: 1) Downside Objective Accomplished (PnF) 2) Comportamento rialzista del prezzo 3) Supporto Preliminare Support and Selling climax (vendita al culmine del prezzo,n.d.r.) (PnF) 4) Più forza del mercato: Armonia/Alpha/Forza Relativa 5) Rottura della trend line 6) Minimi altissimi: ragione per muoversi. 7) Massimi altissimi: ragione per muoversi. 8) Formazione della bse (PnF): La causa. 9) Reward / Risk Ratio (PnF): Trade 1:3 Effetto aspettato. LE NOVE REGOLE PER ENTRARE SHORT NEL PROCESSO DI MARKDOWN DOPO UNA FASE DI DISTRIBUZIONE 1) Completata formazione al rialzo (PnF) 2) Comportamento ribassista del prezzo 3) Supporto Preliminare e Buying Climax (acquisto al culmine del movimento, N.d.R.) (PnF) 4) Più debolezza del mercato: Armonia/Alpha/Forza Relativa 5) Rottura della trendline 6) Massimi bassissimi: ragione per muoversi

7 7 7) Minimi bassissimi: Ragione per muoversi. 8) Formazione della sommità (PnF): la causa. 9) Reward / Risk Ratio (PnF) Trade 3:1: Expected Effect. I nove passaggi precedenti sono un sottoinsieme delle considerazioni iniziali : 1) determinare la posizione attuale e il probabile andamento futuro del mercato. 2) selezionare quei titoli che sono in sintonia con il mercato, in un mercato toro più forte, in un mercato or so più debole, usando l'idea di forza relativa. 3) selezionare quei titoli che hanno costruito una causa per una mossa potenziale in armonia con i nostri obiettivi. Utilizzare i punti e le figure sui grafici per determinare quanto sia lontano il titolo dal muoversi.. 4) determinare la disponibilità di titoli a muoversi e quindi analizzare il prezzo standard e i punti e le figure su grafici; Figure, con l'aiuto dei test delle Nove Regole di Acquisto e Vendita. 5) Temporizzare le proprie entrate in vista della svolta nel mercato generale utilizzando le tre leggi che governano tutti i comportamenti di mercato. ( ) ECCO LE FASI PRINCIPALI DEL COMPORTAMENTO DEL PREZZO DI UN TITOLO:

8 8 LA FASE DELL ACCUMULO CON I SEGNALI DI WYCKOFF FASI DELL ACCUMULO DI WYCKOFF Fase A: Qui l offerta è stata dominante fino a che è evidente il suo esaurimento a mano a mano che siamo vicini a questa fase di esaurimento dell offerta o vendita, essa è evidenziata da un primo supporto (PS) e dal culmine delle vendite (SC) area in cui è spesso arrivata al culmine una crescente diffusione (di queste vendite N.d.R.) e dove pesante volume e panico venduto dal pubblico sono poi riassorbiti da più ampi interessi professionisti. Una volta che queste intense pressioni di vendita si sono realizzate, un automatica corsa (AR) verso l alto ritraccia il culmine di vendita (SC). Un secondario test di successo sulla parte bassa di quest area mostra meno vendite rispetto all SC e con un restringimento dell ampiezza delle vendite e un volume diminuito. Un altro test secondario che risulti essere di sicuro successo (ST) dovrebbe fermarsi attorno allo stesso livello di prezzo come visto nel livello del culmine di vendita/selling climax ( N.d.R.). Quindi i minimi di SC e ST e il massimo di AR costituiscono i confini di un trading range (TR). Le linee orizzontali possono essere disegnate per focalizzare l attenzione sul comportamento del mercato.

9 9 E possibile anche che la fase A non includerà una drammatica espansione nell ampiezza e nel volume. Comunque è meglio che si realizzi questa fase (N.d.R.) perché più drammatica è la vendita e più chiaro sarà sgomberato il campo dei venditori e spianata la strada per un più pronunciato e sostenuto ricarico del prezzo verso l alto. Dove un TR rappresenta una fase di riaccumula zione (un TR entro un movimento di continuazione verso l alto), non si avranno prove delle fasi di PS (primo supporto N.d.R.), di SC (selling climax/culmine di vendita N.d.R.) e di ST (test secondario N.d.R.). Invece la fase A avrà un aspetto più simile alla fase A dello schema di distribuzione di Wyckoff. Nonostante tutto, la fase A rappresenta quell area in cui si verifica l arresto del trend precedente. Le fasi di trading range che vanno da B a E si svolgono nello stesso modo perché internamente c è un inziale area di base di accumulazione. FASE B: La funzione di questa fase è di impostare una causa in preparazione del successivo effetto. Nella fase B, la domanda e l offerta sono in maggior parte in equilibrio e non c è un trend decisivo. Sebbene prove del futuro corso siano più mischiate e ambigue, alcune generalizzazioni possono essere fatte. Nei primi momenti della fase B, le oscillazioni di prezzo tendono a oscillare in modo piuttosto ampio, e il volume è solitamente più grande e irregolare. Visto come si svolge il TR (trading range), l offerta diventa più debole mentre la domanda più forte poiché i professionisti stanno assorbendo la prima. a mano a mano che arriviamo alla fine o all uscita dal TR, ci sarà maggior volume che tenderà a diminuire. Le linee di Supporto e di Resistenza di solito contengono l azione del prezzo nella fase B e aiuteranno a d e- finire il processo di test che sta per avvenire nella fase C. Le penetrazioni o la mancanza di penetrazioni del TR ci abilita a reputare ( in modo corretto N.d.R.) la quantità e qualità della domanda e dell offerta. FASE C: In questa fase, il titolo comincia a essere testato, ed è nel corso di questa fase di test che gli operatori con molta liquidità accertano se il titolo è pronto per entrare nella fase di rialzo. Il titolo può uscire dalla fase di TR (trading range) sul lato alto con una serie di doppi massimi e minimi crescenti ( N.d.R.) o può passare attraverso uno spinta al ribasso per poi rimbalzare sulla prima rottura dei precedenti supporti prima di cominciare la scalata al rialzo. Quest ultimo test è preferito dai traders perché fa un lavoro migliore di pulizia spazzando via i rimanenti possessori di offerta debole e creando una falsa impressione per quanto riguarda la direzione finale. Una spinta è un movimento del prezzo sotto il livello di supporto di un trading range che velocemente si gira e torna dentro il range. E un esempio di trappola per orsi/bearish (N.d.R.) poiché la caduta sotto il supporto appare come il segnale di ripresa del movimento ribassista. In realtà però, tale discesa segnale la fine del downtrend, intrappolando così gli ultimi venditori, o ribassisti. L estensione dell offerta, o la forza dei venditori, può essere giudicata dalla profondità del movimento del prezzo verso nuovi minimi e dal relativo livello del volume in quella penetrazione. Fino a quando questo processo è in atto, non si può essere sicuri che il TR sia in fase accumulativa e inoltre occorre aspettare a prendere posizione fino a che non ci sarà prova sufficiente che il rialzo sia in procinto di cominciare. Se si è aspettato e seguito strettamente il TR che si è così rivelato, siamo arrivati al punto in cui possiamo essere abbastanza sicuri del probabile movimento al rialzo. Con la fase di offerta apparentemente

10 10 esauritasi e individuato il nostro punto di pericolo, sarà buona la nostra probabilità di successo e di favorevole il R/R. FASE D: Se siamo quindi stati corretti nella nostra analisi e nel nostro timing (N.d.R.), ciò che andremo a seguire adesso è il consistente predominio della domanda sull offerta, come evidenziato dal pattern di anticipi (SOSs) su differenze ampie di prezzo e di volume crescente, e reazioni (LPSs) su più piccole differenze e volumi in diminuzione. Se questo modello non si verifica, questo diventa un segnale di non aggiungere alla nostra posizione (altre posizioni N.d.R.) o di non entrare in posizione ma di cercare di chiudere la nostra posizione originale e rimanere in disparte fino al momento in cui avremo più prove conclusive che il rialzo sia iniziato. Se il rialzo del titolo progredisce come descritto fino a questo punto, allora si avrà più opportunità di aggiungere altre posizioni a quella iniziale. Lo scopo deve essere quello di iniziare ad aprire una posizione o aggiungere un altra posizione perché il titolo o le materie prime stanno per lasciare l area del TR. A questo punto la forza dell accumulazione ha costruito un buon potenziale come misurato dal metodo punto-figura di Wyckoff. Nella fase D, la fase di rialzo inizia quando i professionisti cominciano a muoversi dentro il titolo. Ed è proprio qui che le nostre migliori opportunità si aggiungono alla nostra posizione esistente, proprio perché il titolo lascia il TR. FASE E: In questa fase si avrà quindi il dispiegarsi della tendenza rialzista, il titolo o le materie prime lasciano definitivamente (N.d.R.) il trading range e la domanda è sotto controllo. Le vendite (sell offs) sono di solito fiacche. LA FASE DI DISTRIBUZIONE CON I SEGNALI DI WYCKOFF

11 11 LE FASI DI DISTRIBUZIONE DI WYCKOFF Fase A: Nella fase A la domanda è stata dominante e la prima prova evidente del fatto che la domanda si stia esaurendo proviene dal supporto preliminare (PSY) e dall acquisto sul culmine del prezzo (BC). Si presenta spe s- so nell ambito di un ampia differenza di prezzo e di un valore culminante del volume. Questo è di solito seguito da un automatica reazione (AR) e da un test secondario (ST) del BC, seguito da una diminuzione del volume. Questo è essenzialmente l inversione della fase A di accumulazione. Come con l accumulazione, la fase A nella distribuzione del prezzo può porre fine senza testare i massimi; l unica prova dell esaurimento della domanda è la diminuzione dell ampiezza e del volume. Dove si concentra la redistribuzione (un trading range all interno di più largo movimento al ribasso che continua), si potrà vedere l arrestarsi del movimento ribassista con o senza massimi d acquisto nella fase A. Tuttavia nel ricordarsi del trading range (TR) per la ridistribuzione, i principi guida e le analisi condotte per andare dalla fase B alla fase E saranno le stessi giacché entro un TR di una distribuzione c è un massimo di mercato. FASE B: La costruzione della causa prende piede nel corso della fase B. I punti che si formano qui nella fase B, sono gli stessi che si formano nella fase B dell accumulazione ad eccezione degli indizi superficiali del bilanciamento della domanda/offerta che si muovono attorno all offerta al posto della domanda.

12 12 FASE C: Una dei modi in cui la fase C si manifesta, è quella dopo lo stallo che c è nella fase B ed è data dal segno della debolezza (SOW). Il SOW è normalmente accompagnato da un ampiezza significativamente aumentata e da un volume verso un movimento al ribasso che sembra voler rompere lo stallo della fase B, il SOW potrebbe o no cadere attraverso il ghiaccio, (falling through the ice in inglese, ovvero tentare di rompere una resistenza critica N.d.R.) ma la seguente corsa indietro lo riporta sull ultimo punto di supporto (LPSY), ed è normalmente poco convincente per una casistica Bullish, accompagnata da un minore (ampiezza) del volume. L ultimo punto di supporto fornisce in primis, l ultima opportunità di chiudere ogni posizione lungo, e in seconda battuta di aprire posizioni short. Per la verità un miglior posizionamento sarebbe situato sulla corsa che testa il livello LPSY, poiché fornisce con maggiore evidenza (riduzione dell ampiezza del volume) uno o più punti strettamente pericolosi. Un movimento repentino verso l alto è l opposto di una spinta, è un movimento di prezzo sotto il livello di resistenza di un trading in range che cambia direzione velocemente e che si muove indietro verso il livello di trading in range. Un movimento rialzista è una trappola per Tori (bull trap) si manifesta cioè come segnale di partenza di un trend rialzista, ma in realtà caratterizza la fine del movimento rialzista. La forza del movimento rialzista può essere determinato dall estensione del movimento del prezzo verso nuovi massimi e dal relativo livello di volume in quel movimento. La fase C può anche rivelarsi attraverso un pronunciato movimento verso l alto determinato dalla rottura dei massimi del prezzo in range. Questo si mostra come un movimento rialzista dopo la fase di distribuzione (UTAD). Come il ridimensionamento finale nella fase di accumulazione, questo ci fornisce una falsa impressione della direzione del mercato e permette ulteriori distribuzioni a prezzi più al ti per i nuovi acquirenti. Ciò si evince anche dalla debolezza di chi detiene posizioni corte che cedono le proprie posizioni a giocatori più forti proprio poco prima che il movimento al ribasso cominci. Il movimento dovrebbe creare nuovi massimi sugli incrementi di volume con relativi aumenti di prezzo (spread) e il prezzo tornerebbe sul livello medio delle chiusure del TR, questa mancanza indica una solida domanda e conferma che il breakout verso l alto non è indicato dal TR di accumulazione, ma piuttosto dalla formazione della distribuzione (del prezzo N.d.R.) Si è capito quindi come l analisi di un trading range permette ai traders di avere speciali opportunità di trading con parametri di R/R potenzialmente davvero molto favorevoli. Quando si analizza un trading in range, per prima cosa andremo a cercare di scoprire cosa la legge della domanda e dell offerta ci sta rivelando. Comunque, quando movimenti individuali, come le corse o le reazioni che non si stanno rivelando nel rispetto della logica della domanda e dell offerta, saranno importanti allora ricordare la legge dello sforzo contro il risultato. (vedi sopra). Da una comparazione delle corse e delle reazioni all interno del trading range, a ogni altro in termini di differenza di prezzo, volume e tempo, prove maggiori potrebbero essere date dalla forza del titolo, dalla posizione e dal probabile corso futuro. Potrà esserci anche utile l impiego della legge della causa e dell effetto (vedi sopra). All interno delle dinamiche di un trading range, la forza dell accumulazione o della distribuzione ci fornisce il motivo e la potenziale opportunità per trading con sostanziali profitti. Il trading range ci fornisce inoltre l abilità, attraverso l uso dei grafici a punti e figure di progettare l estensi one di eventuali movimenti fuori dal trading range stesso, aiutandoci a determinare se queste opportunità di trading possano essere favorevoli o meno per i parametri del nostro R/R. FASE D:

13 13 Nella fase D si approda dopo che si sono fatti tests della fase C, in altre parole dopo che si sono evidenziati gli ultimi gaps o gli ultimi echi della fase della domanda. Nella fase D, le prove che la fase dell offerta stia diventando predominante aumentano anche con la rottura del ghiaccio o con un altra fase SOW all interno di un trading range dopo un movimento al rialzo. Nella fase D ti sono forniti molti dati più evidenti della probabile direzione del mercato e quindi le relative opportunità di andare a mercato aprendo una o più operazioni short. Le miglior opportuni tà sono le cosiddette corse (rally in inglese N.d.R.) che rappresentano i livelli di LPSY prima che cominci un mercato ribassista. La corsa a prendere posizioni nelle fasi C e D rappresenta un approccio calcolato nel proteggere il capitale e massimizzare il profitto. Ed è importante che le successive operazioni short siano aggiunte o piramidate solo se le inziali operazioni sono a profitto. FASE E: Configura l allargamento del trend ribassista, il titolo o le materie prime lasciano il trading range e l offerta è sotto controllo. A questo punto le corse sono normalmente deboli. LA FASE DI RI-ACCUMULAZIONE E DI RE-DISTRIBUZIONE CON IL SEGNO DELE CORRISPONDENZE DI WYCKOFF

14 14 TERMINOLOGIA DELLE ABBREVAZIONI COME FORNITE DALL ARTICOLO SCHEMI DI WYCKOFF: MODELLI VI- SUALI PER LE DECISIONI TEMPISITICHE DEL MERCATO AR Automatic rally or reaction = Corsa automatica o reazione BC Buying climax = Comperare al culmine BOI Backing upto Ice = Sostenere la Resistenza critica BTI Breaking the Ice = Rompere la Resistenza critica BUEC Backup to the edge of creek = Rinforzo a bordo del supporto critico CREEK Critical Support =Supporto critico FTI First time over ice = Primo periodo oltre la resistenza critica ICE Critical Resistance= Resistenza critica JAC Jumping across the creek = Salto attraverso il supporto critico LPS Last Point of Support = Ultimo punto di supporto (Domanda) LPSY Last Point of Supply = Ultimo punto dell Offerta MD Mark Down= Ribasso PS Preliminary Support (Demand) = Supporto Principale (Domanda) PSY Premininary Supply = Offerta Principale SOS Sign of Strenght = Segnale di Forza SOW Sign of Weakness =Segnale di Debolezza ST Secondary Test = Test secondario TSO Terminal shake out (Spring) = Ridimensionamento Finale TUT Terminal Thrust =Spinta finale UTAD thrust after distribution = Spinta dopo la distribuzione SC Selling Climax = Vendita al culmine TR- Trading Range = Stallo del prezzo UT Up thrust = Ulteriore Spinta rialzista (N.d.R.) ( 1) Nota del Redattore: Testo tradotto dal sito a cura di Lorenza Cazzanti con la collaborazione di Alberto Cucca. Il testo è stato tradotto fornendo una lettura tecnica finanziaria la più aderente all originale inglese, ma tale anche da poter permettere a tutti la miglior comprensione possibile. Le immagini dei grafici sono quelle originali provenienti dal sito di cui sopra. Lorenza Cazzanti

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

Cup&Handle, istruzioni per l uso

Cup&Handle, istruzioni per l uso Cup&Handle, istruzioni per l uso STRATEGIE SULL FTSE-MIB FUTURE (VERS. OPENING E INTRADAY) Il grafico e il commento operativo aprono sia la versione Opening sia quella Intraday della newsletter, visto

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 27 novembre 2011 Trimestrale Considerata l elevata escursione settimanale del prezzo diamo uno sguardo ai percorsi trimestrali. 10 8 6 L aspetto è veramente preoccupante,

Dettagli

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter.

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. GLOSSARIO dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. Accumulazione. La fase che precede quella del rialzo vero e proprio. Caratterizzato dal

Dettagli

Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013

Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013 Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013 MERCATO AZIONARIO- SP500 La scorsa settimana è stata caratterizzata da un forte rialzo che ci attendevamo come culmine del Ciclo iniziato nella seconda

Dettagli

ANALISI TECNICA OPERATIVA

ANALISI TECNICA OPERATIVA CAPITOLO 3 ANALISI TECNICA OPERATIVA 3.1. Introduzione Reputo di importanza fondamentale nel trading i concetti esposti di seguito. Grafici,volume,supporto,resistenza,trend line, sono la base del trading.per

Dettagli

L Analisi Grafica che funziona nel Forex

L Analisi Grafica che funziona nel Forex L Analisi Grafica che funziona nel Forex INDICE Presentazione Supporti e Resistenze Pattern Pattern d inversione: spikes D.C.C. H.c.d. e L.c.d. Pattern di continuazione: Flags e Pennants Presentazione

Dettagli

Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading

Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading Intraday guida passo passo per operare su time frame H1 e 5/15/30 min v.1.2 29 Novembre 2011 19:30 Premessa Per fare trading ci vuole la giusta mentalità

Dettagli

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader.

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. LA TRADER'S TRICK Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. Siamo realistici. Il trading è un business in cui chi ha più conoscenza

Dettagli

Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger. Michele Maggi. Rimini, 1-2 dicembre 2005

Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger. Michele Maggi. Rimini, 1-2 dicembre 2005 Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger Michele Maggi Rimini, 1-2 dicembre 2005 Trading con le Bande di Bollinger Capire la logica delle Bande di Bollinger Comprendere il funzionamento degli

Dettagli

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Strategie Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Ci sono molti gap trader professionali nei mercati finanziari. Anche se sono già stati scritti molti articoli sul gap trading,

Dettagli

Report settimanale. 24-28 febbraio 2014. by David Carli

Report settimanale. 24-28 febbraio 2014. by David Carli Report settimanale 24-28 febbraio 2014 by David Carli Tutto immutato su Aud-Nzd. A livello grafico, infatti, il cross pur salendo nella prima parte della settimana ha solo sfiorato il livello di resistenza

Dettagli

CAPITOLO 1 Nozioni di trading

CAPITOLO 1 Nozioni di trading CAPITOLO 1 Nozioni di trading Questo libro vuole essere una guida al day trading sia per le persone già esperte, sia per coloro che si avvicinano per la prima volta al trading. I primi due capitoli servono

Dettagli

Cosa sono le Butterfly

Cosa sono le Butterfly MAX SEVERI 2 INTRODUZIONE Dopo aver affrontato i primi basilari aspetti del mondo delle opzioni, iniziamo ad andare nel dettaglio con una prima struttura molto semplice, sia da capire che soprattutto da

Dettagli

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY INFORMAZIONI Strategia basata sul semplice utilizzo di due medie mobili esponenziali che useremo solamente per entrare in direzione del trend. Utilizzeremo due grafici

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 13 novembre 2011 Trimestrale Vedi aggiornamenti precedenti Mensile Nel corso della settimana è stato testato il supporto in area 2200 ed il buon rimbalzo ha fatto

Dettagli

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi:

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi: 25-nov-2014 Poiché la giornata la passerà ad un Convegno devo fare uscire il report prima dell apertura dei mercati. Inevitabilmente l affidabilità dei Segnali Operativi che scrivo più sotto sarà inferiore

Dettagli

WHS FutureStation - Guida LiveStatistics

WHS FutureStation - Guida LiveStatistics WHS FutureStation - Guida LiveStatistics LiveStatistics è un modulo in abbonamento per la piattaforma WHS FutureStation. Lo scopo di questa guida è quella di far apprezzare al lettore le incredibili possibilità

Dettagli

COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK

COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK di Francesco Fabi Trader Professionista e Responsabile di Joe Ross Trading Educators Italia PREMESSA Il Ross Hook è una delle formazioni grafiche che sono

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

DISCLAIMER: Tutti i diritti riservati Arduino Schenato Pagina 2

DISCLAIMER: Tutti i diritti riservati Arduino Schenato Pagina 2 DISCLAIMER: Questo libro ha esclusivamente scopo didattico. Pertanto NON deve essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento, né come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio.

Dettagli

Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre

Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre MERCATO AZIONARIO Il mercato azionario sta sperimentando un forte trend al rialzo, che tuttavia potrebbe subire una pausa di qualche settimana. Il grafico

Dettagli

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Alessandro Aldrovandi Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Una teoria dei volumi anche per le valute Grazie all osservazione dei contratti futures sulle valute è possibile ampliare la

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore.

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore. 2015 by David Carli Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore. 1 Prefazione PAG. 3 Capitolo 1 Le candlestick PAG.

Dettagli

DAX Future Analisi per il giorno

DAX Future Analisi per il giorno MONEY MANAGEMENT N. di punti/tick di STOP in base al time frame operativo - n. 1 contratto Capitale base 10.000 Perdita max a operazione 100 1 minuto : 3 punti 4 ore : 46 punti N. TICK CORRISPONDENTI Numero

Dettagli

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Chi conosce l Analisi Ciclica capirà meglio la sequenza logica qui seguita. Anche chi non consoce bene l Analisi

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS

LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS FORMAZIONI 1-2-3 HIGHS AND LOWS Un tipico 1-2-3 high si forma alla fine di un trend rialzista. Tipicamente, i prezzi faranno un massimo finale (1), procederanno

Dettagli

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO Questi sono i prezzi più importanti elaborati quotidianamente dal sistema. Ho fatto in modo di "isolarli", dividendoli in 3 settori. Si accede

Dettagli

CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e

CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e Prima di cominciare a spiegare un paio di figure grafiche vorrei porre l attenzione su un concetto che, almeno personalmente, non ho mai trovato scritto da nessuna

Dettagli

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader 1 MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti finanziari.

Dettagli

MATTEO MONGINI Executive Trader https://www.facebook.com/ttradinginvestments. Forex Opportunity. 06 Maggio 2014

MATTEO MONGINI Executive Trader https://www.facebook.com/ttradinginvestments. Forex Opportunity. 06 Maggio 2014 Forex Opportunity 06 Maggio 2014 DISCLAIMER Il presente documento ha esclusivamente finalità didattiche. Non deve pertanto essere inteso in alcun modo come consiglio operativo di investimento né come sollecitazione

Dettagli

Come Creare una Strategia di Trading di Successo

Come Creare una Strategia di Trading di Successo Come Creare una Strategia di Trading di Successo PARTE SECONDA: TIME FRAME PER IL PROPRIO TRADING Questo articolo continua la nostra serie relativa al processo multilivello di creazione di una strategia

Dettagli

Per ora i prezzi dei mercati Asiatici danno un Sentiment Neutrale per l apertura dell Europa.

Per ora i prezzi dei mercati Asiatici danno un Sentiment Neutrale per l apertura dell Europa. 24-nov-2015 Oggi sarò impegnato in un convegno e pertanto posso solo fare il solito report prima dell apertura dei mercati. Poiché scrivo i livelli di trading a mercati chiusi, questi sono da considerarsi

Dettagli

Guida all analisi tecnica

Guida all analisi tecnica Guida all analisi tecnica Guida all analisi Tecnica AVA MT4 REAL http://www.avatrade.it/join-ava/real-account?tradingplatform=2&dealtype=1&mtsrv=mt2&tag=55163&tag2=~profile_default AVA MT4 REAL FLOATING

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un rally che una volta raggiunta la circonferenza tracciata sul grafico weekly

Dettagli

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 05 FEBBRAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man CAPITOLO 5 La Doji La figura più caratteristica della rappresentazione grafica di un mercato attraverso le candele giapponesi è senza ombra di dubbio la Doji. La Doji è una candela con apertura e chiusura

Dettagli

Report settimanale. 20-24 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 20-24 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 20-24 gennaio 2014 by David Carli Il segnale ribassista formatosi sulla resistenza (che risulterà più chiara se vista su time frame settimanale) di Aud- Cad si è rivelato veritiero facendo

Dettagli

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234 DJ EuroStoxx Future Scad. dicembre 2014 F- EUROSTOXX DIC 2014 (3,174.00, 3,188.00, 3,087.00, 3,102.00, -85.0000), Parabolic SAR (3,249.32), PS Adaptive Moving Average 3300 32 3200 31 H: 10.32 Nota giornaliera

Dettagli

COMMENTO AI MERCATI. Pertanto è lecito attendersi una apertura debole dei listini, visto che i futures Usa sono in calo e così pure Euro Yen.

COMMENTO AI MERCATI. Pertanto è lecito attendersi una apertura debole dei listini, visto che i futures Usa sono in calo e così pure Euro Yen. Data :26/11/2008 Buongiorno a tutti. COMMENTO AI MERCATI Dalle indicazioni del commento di preapertura ai mercati di oggi : Fitch abbassa il rating di Toyota. Di conseguenza il Nikkei storna con maggiore

Dettagli

Analisi tecnica di base: La teoria di DOW

Analisi tecnica di base: La teoria di DOW Analisi tecnica di base: La teoria di DOW Italian Trading Forum 2011 Analisi tecnica e teoria di Dow Tutta l analisi tecnica si basa sul principio che i prezzi scontano tutto e che le aspettative degli

Dettagli

Report settimanale. 17-21 febbraio 2014. by David Carli

Report settimanale. 17-21 febbraio 2014. by David Carli Report settimanale 17-21 febbraio 2014 by David Carli Interessante la situazione di Aud-Nzd. A livello grafico, infatti, il rimbalzo dai minimi sembra essersi arrestato sul livello di resistenza sito a

Dettagli

1-2 - 3-4 - 5 L 6-7 - I P

1-2 - 3-4 - 5 L 6-7 - I P TRADING 11 -- AApppprrooffoonnddi imeennttoo ddeel ll AAnnaal lissi i CCaannddl leesstti icckk.. 22 -- LLaa TTeeoorri iaa ddi i EEl llil ioott.. 33 -- LLaa TTeeoorri iaa ddi i GGaannnn.. 44 -- LLaa TTeeoorri

Dettagli

Report settimanale. 27-31 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 27-31 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 27-31 gennaio 2014 by David Carli Aud-Usd, sembra avviato verso un target di medio periodo in area 0.8000/0.8050. L ultimo rimbalzo si è spento sulla resistenza e il cross ha ripreso

Dettagli

ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER:

ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER: ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER: L analisi si basa su dati statistici che calcolano la distanza tra i minimi, tra i minimi e massimi, tra massimi e minimi e tra massimi e massimi

Dettagli

Analisi e Previsioni 2010

Analisi e Previsioni 2010 Analisi e Previsioni 2010 Scritto da Staff Venerdì 08 Gennaio 2010 12:01 OUTLOOK 2010: HURST ELLIOTT GANN ANALISI E PREVISIONI DELL ANNO ZERO Analisi e previsioni 2010.. In questo report analizziamo i

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms

CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms Il Tweezers Bottom è un pattern d inversione del trend cosiddetto minore che si forma al termine di un mercato ribassista e consiste in due candele con body di colore

Dettagli

Financial Trend Analysis

Financial Trend Analysis Financial Trend Analysis Analisi relativa a S&P 500 INDEX Elaborata il giorno 22/02/2013 L'autorizzazione all'accesso alle presenti informazioni è strettamente riservata ad uso personale con il tassativo

Dettagli

LIVE TRADING. 09/10/2015 Milano

LIVE TRADING. 09/10/2015 Milano LIVE TRADING 09/10/2015 Milano Contatti 2 www.cminvesting.com www.shortandlongtrading.com matteo.maggioni@cminvesting.com alessandro.delorenzo@gmail.com Indice 3 1. Mercati & Trading (Matteo Maggioni)

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in rialzo dai minimi del 13 aprile- ha chiuso a 1,1447 - Il cambio Usd/Yen resta elevato, ma

Dettagli

'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 28 SETTEMBRE 2014

'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 28 SETTEMBRE 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Capitolo 4.2. Analisi tecnica: Fibonacci

Capitolo 4.2. Analisi tecnica: Fibonacci 1 Capitolo 4.2 Analisi tecnica: Fibonacci 0 Contenuti ANALISI TECNICA: FIBONACCI L analisi di Fibonacci mira a identificare i potenziali livelli di supporto e di resistenza futuri basati sui trend dei

Dettagli

LE TECNICHE DI JOE ROSS. 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar

LE TECNICHE DI JOE ROSS. 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar LE TECNICHE DI JOE ROSS 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar LE TECNICHE DI JOE ROSS Introduzione Joe Ross ci ha consegnato due pattern molto importanti

Dettagli

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX In questo file so riepilogati : venerdì 5 vembre 2010 PAG. 2 e 3 : SEGNALI DI PREZZO SEMPLICI (senza indicazioni di stop e profit) long - short su base giornaliera, di CICLO

Dettagli

Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per

Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per BSimmy Forex Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per rimbalzare. Potrebbe, infatti, completarsi graficamente

Dettagli

Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo. Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com

Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo. Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com 1 Sommario Definizione di volume e volatilità Valutazione del valore medio dei volumi

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Venditori ancora forti EUR/USD resta all'interno del canale, con una struttura

Dettagli

OPERATIVITA. 1. Serie di massimi e minimi crescenti TREND RIALZISTA; 2. Serie di minimi e massimi decrescenti TREND RIBASSISTA;

OPERATIVITA. 1. Serie di massimi e minimi crescenti TREND RIALZISTA; 2. Serie di minimi e massimi decrescenti TREND RIBASSISTA; OPERATIVITA Perché i traders perdono? Questa è la domanda che fa vacillare molto spesso il nostro mondo. Dieci anni fa, quando iniziai a muovere i primi passi sui mercati finanziari la mia prima esperienza

Dettagli

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI SOMMARIO i vantaggi offerti 4 l indice mib30 6 come funziona 7 quanto vale 8 la durata del contratto 9 cosa accade alla scadenza 10 il prezzo al quale si può negoziare

Dettagli

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio)

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Prima un breve cenno alla situazione Macroeconomica che interessa questi 2 mercati- Anche qui ha pesato

Dettagli

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA CAPITOLO 2 Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA 2.1.Cosa muove i mercati? Il primo passo operativo da fare nel trading è l analisi del sentiment dei mercati. Con questa espressione faccio riferimento al livello

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto) (9-ago-2015) Iniziamo con un breve quadro Intermarket: Valute: Eur/Usd (1,0963) è in fase di incertezza anche se sta tentando una ripresa dai minimi del 21 luglio- Usd/Yen (124,229) resta forte ed in ripresa

Dettagli

Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre

Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre MERCATO AZIONARIO- SP500 Come ci aspettavamo il mercato americano è sceso anche la scorsa settimana, tuttavia lo ha fatto in un modo più significativo del

Dettagli

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi COMMENTO GENERALE DEI METALLI NON FERROSI LME ANALISI E TENDENZE ANALISI DEL 13-10-2008 I dati utilizzati sono relativi alla prima seduta del LME di Londra e sono espressi in $/tonn. Dalla crisi finanziaria

Dettagli

Trading veloce con i pattern di prezzo

Trading veloce con i pattern di prezzo Trading veloce con i pattern di prezzo Analisi Tecnica applicata e strategie operative MICHELE MAGGI www.tradinglibrary.it Costruzione dei grafici a barre Massimo (H) Chiusura (C) Escursione o Range Apertura

Dettagli

BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method)

BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method) BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method) Autore: Dimitry - demighty@libero.it 1) Two Consecutive Matching Lows Il pattern Two Consecutive Matching Lows è un pattern di continuazione-breakout

Dettagli

Trading Manual TNT 4 Tips, Tricks, Strategies, and Tactics for Traders

Trading Manual TNT 4 Tips, Tricks, Strategies, and Tactics for Traders JOE ROSS Traduzione italiana del libro: Trading Manual TNT 4 Tips, Tricks, Strategies, and Tactics for Traders Copyright 2002 by Ross Trading, Inc. ALL RIGHTS RESERVED TUTTI I DIRITTI RISERVATI NESSUNA

Dettagli

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA.

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. CAPITOLO 1 VUOI IMPARARE AD OPERARE IN BORSA CON IL METODO CICLICO? VISITA IL LINK: http://www.fsbusiness.net/metodo-ciclico/index.htm _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione

Dettagli

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008 Analisi dell oro Dal 1980 al 2008 La fase discendente dei prezzi dell oro iniziata nel 1979 si conclude nell agosto del 1999, dopo 20 anni quando tocca il suo minimo ventennale a quota 252. Dopo un tentativo

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Canale ribassista EUR/USD resta all'interno del canale ribassista, ed il trend

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DELL'11 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DELL'11 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo:

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: ore 10:00: IFO (Fiducia Imprenditori) Germania per dicembre ore 14:30: Permessi Edilizi Usa a novembre Fornisco questi orari poiché nelle loro vicinanze

Dettagli

Bande di Bollinger. 7 - I prezzi possono letteralmente "camminare sulle bande", sia su quella superiore che su quella inferiore.

Bande di Bollinger. 7 - I prezzi possono letteralmente camminare sulle bande, sia su quella superiore che su quella inferiore. Bande di Bollinger Per prima cosa occorre tenere presente, sia per il loro utilizzo che per capirne i limiti, alcune delle regole più importanti espresse dallo stesso J. Bollinger dopo la creazione delle

Dettagli

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00)

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): -1,65% Australia (Asx All Ordinaries): -1,12% Hong Kong (Hang Seng): -1,81% Cina (Shangai) -1,40% Singapore (Straits Times) -0,62% Korea (Kospi) -0,946%

Dettagli

Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani. Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini

Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani. Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini Dal trading di breve a quello di lungo termine le migliori figure d'inversione -Stock picking intraday e congestioni

Dettagli

IL MODELLO CICLICO BATTLEPLAN

IL MODELLO CICLICO BATTLEPLAN www.previsioniborsa.net 3 Lezione METODO CICLICO IL MODELLO CICLICO BATTLEPLAN Questo modello ciclico teorico (vedi figura sotto) ci serve per pianificare la nostra operativita e prevedere quando il mercato

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM Supplemento di LombardReport.com, quotidiano di informazione finanziaria, direttore responsabile Emilio Tomasini, Aut. 1403 15/9/97 Tribunale di Modena LombardReport.com s.r.l. - Via Pascoli 7-41057 Spilamberto-Mo

Dettagli

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi:

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi: 26-mag-2015 Ieri l Eurex (future Eurostoxx-Dax-Bund) era chiuso per Festività- i future Usa sono andati ad orari ridotti (gli indici erano chiusi). Oggi torna tutto nella norma. Chiusura Borse Asia/Pacifico

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Trading intraday con il Prezzo di Apertura

Trading intraday con il Prezzo di Apertura Trading intraday con il Prezzo di Apertura Come dal prezzo di apertura effettuare straordinarie operazioni di trading intraday su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading intraday con il Prezzo

Dettagli

Glossario Forex Trading

Glossario Forex Trading By Rizzi Daniele Account Il conto di trading su cui si opera e col quale si svolgono tutte le transazioni. Account Balance Il totale della somma di denaro presente su un account. Ask (Lettera) Prezzo al

Dettagli

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89%

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89% Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89% Cina (Shangai) chiuso Korea (Kospi) -1,72% India (Bse Sensex): -0,44%

Dettagli

TRADINGONLINE EXPO. Milano, 25 e 26 ottobre 2007. Definizione dei take-profit e degli stop-loss. in base base alla volatilità

TRADINGONLINE EXPO. Milano, 25 e 26 ottobre 2007. Definizione dei take-profit e degli stop-loss. in base base alla volatilità TRADINGONLINE EXPO Milano, 25 e 26 ottobre 2007 Definizione dei take-profit e degli stop-loss in base base alla volatilità Relatore: Maurizio Milano, docente SIAT resp. Analisi tecnica Gruppo Banca Sella

Dettagli

Report settimanale. 6-10 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 6-10 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 6-10 gennaio 2014 by David Carli Quello che avevo ipotizzato su Aud-Chf si è realizzato (non perché sia un veggente ma perché il mercato ha voluto invertire la sua rotta) e si è completato

Dettagli

OPERATIVITA SUI MERCATI FINANZIARI

OPERATIVITA SUI MERCATI FINANZIARI CAPITOLO 4 OPERATIVITA SUI MERCATI FINANZIARI 4.1.MTA nozioni generali 4.1.1.Fasi della seduta di borsa Fase di preapertura: L asta competitiva riguardante l MTA (mercato telematico azionario) inizia con

Dettagli

29-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

29-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 29-gen-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,06% Australia (Asx All Ordinaries): +0,28% Hong Kong (Hang Seng): -1,05% Cina (Shangai) -1,31% Singapore (Straits Times) +0,13%

Dettagli

(I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente)

(I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente) (I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente) Aggiornamento Operativo successivo (ore 12:40) Aggiorno le tabelle operative sui vari mercati che restano in

Dettagli

LA FELICITÀ FA I SOLDI I PATTERN ARMONICI MODULO 1. www.corso-trading.com

LA FELICITÀ FA I SOLDI I PATTERN ARMONICI MODULO 1. www.corso-trading.com S U R F I N G T H E P I P S LA FELICITÀ FA I SOLDI MODULO 1 www.corso-trading.com DINAMICHE COMPLESSE E già stato accennato più volte quanto l armonia all interno delle figura tecniche possa modificare

Dettagli

19-mar-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

19-mar-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 19-mar-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,35% Australia (Asx All Ordinaries): +1,80% Hong Kong (Hang Seng): +1,24% Cina (Shangai) +0,14% Singapore (Straits Times) +0,48%

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

INTRODUZIONE AI CICLI

INTRODUZIONE AI CICLI www.previsioniborsa.net INTRODUZIONE AI CICLI _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione di ciclo economico visto l argomento che andremo a trattare. Che cos è un ciclo economico?

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 3 MARZO 2013

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 3 MARZO 2013 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

2-feb-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

2-feb-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 2-feb-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,66% Australia (Asx All Ordinaries): +0,63% Hong Kong (Hang Seng): -0,19% Cina (Shangai) -2,56% Singapore (Straits Times) +0,62%

Dettagli

TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT

TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT 1.1 Introduzione Il MagicBreakout è un trading system che si propone di anticipare le accelerazioni di prezzo di un cross valutario cercando però di limitare al minimo

Dettagli

La delicata situazione tecnica del mercato azionario americano

La delicata situazione tecnica del mercato azionario americano From Technical Analysis To Technical Forecasting Segnali che potrebbero portare alla chiusura di posizioni su Fondi di Investimento USA Al 27 Gennaio 2014 Di Corrado M. Cantore corrado.cantore@tk-it.it

Dettagli