Complicanze Vs Fallimenti Nei Casi Protesici Su Pilastri Naturali: Aspetti Biologici E Biomeccanici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Complicanze Vs Fallimenti Nei Casi Protesici Su Pilastri Naturali: Aspetti Biologici E Biomeccanici"

Transcript

1 Complicanze Vs Fallimenti Nei Casi Protesici Su Pilastri Naturali: Aspetti Biologici E Biomeccanici Obiettivi della realazione Definire complicanze e fallimenti in protesi. Identificare i parametri clinici di valutazione. Identificare i fattori di rischio. Valutare l applicabilità dei dati della letteratura nella pratica clinica. E possibile utilizzare il trattamento basato sull evidenza scientifica in protesi? Pjetursson.Lang (2008) Prosthetic treatment planning on the basic of scientific evidence. J.oral Rheab 35: (suppl.i) Non esistono studi controllati randomizzati( RCT) in protesi Per identificare (80%povver- 5% significance level) una differenza clinicamente rilevante al fallimento annuale uno studio a due braccia necessita di:-1060 pazienti follow-up di 5 anni oppure oppure > 500 pazienti follow-up per 10. Il relatore spiega che per identificare una differenza clinicamente significativa fra due terapie avremmo bisogno di uno studio su oltre 1000 pazienti seguiti per 5 anni oppure 500 pazienti seguiti per 10 anni. L' evidenza scientifica piu alta è legata alle revisioni sistematiche della letteratura le quali nella ricerca in protesi fissa hanno dei limiti Limiti e bias delle revisioni sistematiche Innanzitutto per quanto riguarda le revisioni sistematiche ci sono delle delle difficoltà a raccogliere i dati. Sono analisi retrospettive risentono dei criteri di impostazione della revisione stessa Eterogeneità dei dati Studi prospettici VS studi retrospettici Differenze di parametri di valutazione

2 La qualità dei dati Studi osservazionali Follow-up brevi Scarsità di dati individuali La quantità di dati Mancanza di studi RCT Elevati drop out Il relatore continua sottolineando come un altro fattore di confusione sia quello della mancanza di consenso generale sulla definizione di cosa sia un fallimento, un insuccesso, un successo o una complicanza. Sono state prese le definizioni date dal consensus del Zollner, Belser ( 2007 ) Factor influencing survival of reconstructions. Consensus report of working group 2. Clin. Oral. Impl. Res. ( suppl. 3 ) Successo FDP che rimane immodificata e che non ha richiesto alcun intervento durante il periodo di osservazione. Successo riferito al complesso abutment - reconstruction Sopravvivenza FDPche è presente in situ a prescindere dalle condizioni in cui versa. In questo riguardo alla sopravvivenza del complesso abutment - reconstruction Dobbiamo distinguere in sopravvivenza della protesi ( reconstruction )che può essere ancora in situ con o senza modifiche e sopravvivenza del pilastro ( abutment ) Il relatore continua con una analisi dei dati di 5 metanalisi Scurria et al (1998) Creugers et al (1999) Creugers, Kreulen (2003) Tan et al (2004) Pjetursson et al (2007) La sopravvivenza a 5 anni è del 90-92% a 10 anni del 74-75% Il relatore analizza gli studi osservazionali che sono serviti per costruire queste metanalisi. Karlsson ( 1986 ) Lindquist e Karlsson ( 1989 ) Valderaugh (1993 ) Valderaugh e Jokstad ( 1997 )

3 Goodacre ( 2003 ) Walton ( 2003 ) De Baker et. all. (2008 ) Possiamo notare che: Il follow up è molto ampio anni Ci sono varie tipologie di FPDs es. molte sono in oro resina, altre in metallo ceramica Alcuni studi sono realizzati in ambito universitario altri in ambito privato Travate lunghe confrontate con travate brevi e travate con cantilever Il dato cumulativo di questi studi da un range molto ampio: Spravvivenza a 20 anni che va dal 66 al 83 % Il relatore sottolinea coma questo dato così ampio non ci aiuta a capire come funzionano queste protesi nel tempo. Il dato di letteratura più aggiornato deriva dalla revisione sistematica di Pjetursson del 2007 Pjetursson Et Al (2007): Comparison of survival rates of tooth supported fixed dental proteses (FDPs) and implantsupported FDPs and single crowns (SCs). Clin Oral Impl. Res (suppl.3) Successo: FDP convenzionale che rimane immodificata e che non ha richiesto alcun intrevento durante il periodo di osservazione STUDI FOLLOW-UP FDP numbers NUMBERS OF COMPLICATIO NS ESTIMATED SUCCES RATE 5 YEARS Walton years % Libby years % Fayyad al Raffe years % Reichen- Graden years %

4 Total Summary Estimate (95% ci) Polled data ( %) Il successo cumulativo per FDPs convenzionale a 5 anni è del 84,3 % Successo: FPD CANTILEVER CHE RIMANE IMMODIFICATA E CHE NON HA RICHIESTO ALCUN INTERVENTO DURANTE IL PERIODO DI OSSERVAZIONE. STUDI FOLLOW-UP FDP numbers NUNBERS OF COMPLICATION S ESTIMATED SUCCES RATE 5 YEARS Hammerle (2000) 7.4 Years % Decok (1996) % Carlson (1996) % Palmquist (1993) Rudtz- Joerdensen (1990) Reichen- Graden (1989) Total summary estimate (95% ci) n.a % % % ( ) Il successo cumulativo per FDPs con cantilever a 5 anni è del 79,4% Classicamente le complicanze in FDPs sono classificate in: Complicanze biologiche e Tecniche

5 Complicanze biologiche Carie Endodontiche Parodontali Complicanze tecniche Frattura del moncone Perdita di ritenzione Frattura del rivestimento Frattura della struttura Frattura del pilastro ricostruito Il relatore sottolinea come questa classificazione sia molto schematica e spesso vi è sovrapposizione tra cause biologiche e tecniche. Complicanze biologiche Carie Endodontiche Parodontali Analizzando sempre i dati della revisione sistematica di Pjetursson del 2007 Pjetursson Et Al (2007): Comparison of survival rates of tooth supported fixed dental proteses (FDPs) and implantsupported FDPs and single crowns (SCs). Clin Oral Impl. Res (suppl.3) Sopravvivenza FDPs convenzionali a 5 anni 93, 8% Sopravvivenza FDPs convenzionali a 10 anni 89, 2% Le complicanze biologiche erano: Endodontiche nel 6, 1 % Carie nel 4, 8 % Parodontali 0.4% Analizzando invece i dati della revisione sistematica di Pjetursson del 2007 su FDPs con cantilever Sopravvivenza FDPs con cantilever a 5 anni 91, 4% Sopravvivenza FDPs con cantilever a 10 anni 80, 3% Le complicanze biologiche erano: Endodontiche nel 17,9 % Carie nel 4, 7 % Parodontali 0.5%

6 l relatore sottolinea come l' unico dato che si discosti sia quello endodontico per il resto sia FDPs convenzionali che FDPs con cantilever hanno le stesse percentuali di complicanze biologiche.se però questo dato lo affiniamo ulteriormente eliminando due studi. Owall et all Int. J. Prosthod. Carlsson e Yontchev ( 1996 ) J. Oral. Rehabl. Che includono due riabilitazioni cross arch sostenute da due canini in mandibola vediamo come il dato della complicanza endodontica diventa del 5, 4 % molto simile al dato della protesi convenzionale che è del 6,1 %. Analizzarre i dati e fare diagnosi delle varie complicanze presenta quindi delle difficoltà. Il relatore continua analizzando un' altra complicanza biologica: la carie. La diagnosi sia clinica che radigrafica di carie è molto difficile da fare su elementi protesizzati. Le radiografie non migliorano la diagnosi di carie secondaria nel caso di denti con restauri Zoellner et al (2002) secondary caries in crowned teeth: correlation of clinical and radiografic findigs J Prosthetic Dentistry 88:314-9 Il relatore sottolinea un dato di estrema importanza. Con margini protesici aperti o imprecisi l' incidenza di carie è molto più elevata infatti vediamo nella tabella sottostante come su pilastri protesici con corone con margini accettabili vi sia una incidenza di carie secondaria del 24,9 % mentre su pilastri protesici con corone con margini inaccettabili vi sia una incidenza di carie secondaria del 60,6%. Questo dato clinicamente assume un enorme valore e impone al clinico una accurata ricerca dell' adattamento marginale dei manufatti protesici durante la prova delle mesostrutture sia utilizzando materiali tradizionali quali la metallo ceramica ma anche con i nuovi materiali quali l' ossido di zirconio ( zirconia) Zoellner et al (2002) Table VII.correlation of quality of crown margins to number of carius abutment teeth Crown Margins Acceptable Not Acceptable Total

7 Total Caries free Secondary caries N Secondaries caries % 24.9% 60.6% 31% Carie e perdita di ritenzione Carie e perdita di ritenzione sono distinte come complicanze le une tra le cause biologiche l' altra tra le cause meccaniche in realtà sono strettamente collegate tra di loro. Goodacre (2003) int.j.prost: Carie primo caso di fallimento in protesi fissa. Lindquist,Karlsson (1998) int.j.prost: Carieè secondaria alla perdita di ritenzione. Incidenza della carie su pilastri FDPs Valderaugh al % a 5 anni Pjetursson et al % a 5 anni Karlsson % a 5 anni Hammerle et al % a 10 anni Goodacre et al % a 15 anni Libby et al % a 15 anni L' incidenza della carie sui pilastri FDPs è molto variabile e questo dipende dalla selezione del pziente dalla modalità in cui è eseguita la protesi dal progrmma di mantenimento L' incidenza di carie aumenta comunque nel tempo Fallimento FPDs per carie De Bacher % Pjetursson et al % Tan t al % Holm et al % Sundh e Olman %

8 Decock et al % Valderaugh % Il dato cresce sempre nel tempo Featherstone in un lavoro pubblicato on line nel Settembre 2010 analizza ia fattori din rischi per carie in pazienti trattati con FDPs Featherstone D.B. et All. Early view Sept Fattori di rischio per la carie: anamestici Pregressa cariorecettività Nessun controllo per + di 6 mesi Limitata esposizione a fluorazione Spazzolamento meno di una volta a l giorno Riduzione flusso salivare Frequenti spuntini tra i pasti Stili di vita Basso status socio-economico Basso livello educativo Fattori di rischio per carie: clinici Elevati Str. Mutans et Lactobacillus Scarso flusso salivare (< 0,07 ml a minuto) Elevato numero di restauri Elevato indice di placca Recessioni Restauri incongrui ( margini aperti)

9 Protesi fisse Protesi rimovibili Accentuata morfologia dentale Complicanze endodontiche Wu Shemesh, Wesselink (2009) Limitation of previously published systematic reviews evaluating the outcome of endodontic treatment. Int. Endod.J.42:8; La dignosi sovrastima il successo endodontico L'Assenza di radiotrasparenza periapicale è considerate un successo. La radiografia convenzionale non è in grado di diagnosticare correttamente la presenza di lesioni peri-apicali. Spesso estrazioni e ritrattamenti sono esclusi dall analisi dei dati. Elevato drop-out degli studi (>50%) Recentemente di l' introduzione di tecniche quali la CONE BEAM computed tomography ( CBCT ) ha facilitato la diagnosi di lesioni apicali. Diagnosi endodontica radiologica Reit,Hollander (2007) Radiographic evolution of Endodontic Therapy and the influence of observer varation. European Journal of Oral Sciences, 91: Questo studio confronta la diagnosi radiologica di 3 radiologi con 3 endodontisti e si è visto che solo nel 37% dei casi vi era accordo diagnostico di periapice normale tra endodontisti e radiologi 3 Radiologici 3 Endodontisti 199 Canali Trattati

10 Caratteristica Valutata Grado di Accordo Aumento dello spazio parodontale 6% Insufficienza. cura canalare 12% Adeguata cura canalare 25% Presenza di lesione periapicale 27% Area periapicale normale 37% La variabilità di risultti tra gli studi clinici e radiografici, in terapia endodontica, può essere in parte spiegata dalla difficoltà nel definire e utilizzare criteri omogenei di diagnosi radiologica periapicale. La variabilità dei risultati in terapia endodontica è dovuta alla difficoltà della diagnosi periapicale. Cause di fallimento endodontiche: Ikbal et al. (2003) A retrospective analysis of factors associated wich the periapical status of restored endodontically terated teeth Int J Prosth Chugal et al. ( 2007 ) Endodontic treatment outcome: effect of the permanent restoration. Oral Surg Oral Med Oral Pathal Oral Endod 104: Aquilino e Caplan ( 2002)Relationship between crown placement and the survival of endodontically treated teeth. JProsth Dent 87; Lesione periapicale iniziale Qualità dell otturazione scanalare Quantità di tessuto dentale coronale residuo Qualità del perno e/o ricostruzione Qualità del fit della corona

11 In PDFs la complicanza endodontica più frequente è la perdita di vitalità dell elemento pilastro. Jokstad e Mjor ( 96) Pjetursson ( 2007) Tan K. et al ( 2004) Palmquist e Swartz ( 93) Karlsson (86) Bergehnoltz (84) Il relatore si sofferma ad analizzare alcune pubblicazioni riguardanti le complicanze endodontiche in pilastri di FDPs. Una revisione sistematica di Tan del 2004 che indica come L' incidenza a 10 anni della perdita di vitalità di pilastri protesici sia intorno sia del 10%. Tan K. et al ( 2004): Clin Oral Impl Res 15: De Backer et al (2008) evidenzia come: 3 unit FDPs con almeno un pilastro RCT falliscono 3 volte di più rispetto a FDPs con pilastri vitali. Da 17.6% a 39.6%. Aquilino e Caplan ( 2002): Denti trattati endodonticamente senza copertura falliscono 6 volte di più rispetto a denti coperti con corona. Pjetursson et al (2007): Che indica come il trattamento endodontico rappresenti una cospicua fonte di complicanze per la protesi. 5 year rates failure per endo: 6.1%, FDPs 17.9% cantilever FDPs Da cosa dipende allora la scelta di devitalizzare o meno? Dipende dalla scelta della preparazione protesica. Preparazione radicolare Anatomia e posizione dentale Dente sano o rfacimento protesico Il relatore conclude l' analisi delle complicanze endodontiche citando la revisione sistematica di Tan del 2004 Tan K. et al ( 2004): Clin Oral Impl Res 15: che indica come L' incidenza a 10 anni della perdita di vitalità di pilastri protesici sia intorno sia del 10%.e come le fratture radicolari incidano in circa il 2.1 % in pilastri trattati endodonticamente.

12 La raccomandazione è che procedure protesiche, procedure endodontiche e procedure parodontali devono concorrere al controllo dei fattori di rischio. Valutazione parodontale Sondaggio parodontale Registro indici di placca Radiografie endorali Valutazione parodontale Papapanou P.N. et L. (1990 ) Periodontal treatment needs assessed by the use of clinical and radiographic criteria. Comm Dent Oral E pidemiol 18: Il ralatore cita uno studio di Papapanou del 1990 dove si evidenzia che se si individua come limite della soglia del trattamento parodontale 4 mm o più di sondaggio verranno trattati il 98 % dei pazienti e un terzo dei siti in quei pazienti. Se prendiamo come limite della soglia del trattamento 6mm o più tratteramo molti meno pazienti all' incirca il 54%. Complicanze parodontali in protesi Dobbiamo valutare due situazioni Paziente parodontopatico dove valutiamo l' effetto della malattia parodontale sulla protesi. Scarsa compliance Parodontite aggressiva Lulic et al. (2007)Clin Oral Impl Res 18 ( suppl 1 ): Paziente parodontalmente sano dove valutiamo l' effetto del restauro sul tessuto parodontale. Errata esecuzione della terapia o una violazione dell' attacco sovracrestale. Tan K. et al ( 2004): Clin Oral Impl Res 15: Il relatore cita la revisione sistematica della letteratura sulle complicanze parodontali in protesi pubblicata da Pjetursson nel che da come dato di complicanze solo il 0,4%. Questo dato deriva dal fatto che la maggior parte degli studi in protesi escludono i pazienti parodontopatici. Il relatore riferisce come l' unico lavoro pubblicato su pazienti pardontopatici sia quello di Lulic del 2007 che è una metanalisi di 5 studi condotti in Svezia dal gruppo di Lindhe e Nyman che presentano casi limite con protesi sostenuta da pochissimi pilastri e spesso con cantilever molto lunghi. Tali studi, condotti in ambiente universitario con protocolli estremamente controllati, sono stati molto importanti ed hanno dimostrato come pilastri con supporto parodontale estremamente ridotto potessero supportare una FDPs. Lulic et al 2007 Clin Oral Impl 18 ( suppl 1):

13 Di venta però molto difficile applicare questi rigidi protocolli in clinica Il dato sorprendente è che se vengono paragonati i dati della sopravvivenza della protesi a 10 anni. Lulic et al.( 2007 ) FDPs in pazienti parodontopatici e con cantiliver fallimento a 10 anni solo del 3.6% Pjetursson et al. (2004 )FDPs con cantilever in pazienti sani fallimento a10 anni del 18.2%. Tan K. et al ( 2004): FDPs convenzionale in pazienti sani fallimento a10 anni del 10.9 % Secondo il relatore il dato si spiega tenendo conto che i lavori complessi descritti da Lulic condotti in Svezia sono una prova di efficacia ( efficacy ) cioè la capacità di una tecnica di dare un risultato positivo in un ambiente molto controllato. Mentre i lavori di Pjetursson et al riguardano la cosi detta effectivess cioe la capacità di una tecnica di dare effeetti positivi in una popolazione più ampia e meno controllata. Procedure protesiche, procedure endodontiche e procedure chirurgiche parodontali devono concorrere a ottenere un bilanciamento nella gestione della complicanza e nel controllo dei fattori di rischio. Protesi nei pazienti parodontali Risk managment Diagnosi Errata diagnosi es. non distinìguendo tra parodontite aggressiva e parodontite cronica comporta un aumento del ridìschio Livello paziente OR per estrazione Diagnosi iniziale 2.4 Agressiva Vs Cronica Eickholtz et al. ( 2008 ) Tooth loss after active periodontal therapy, I: patiente-related factors for risk, prognosis and quality of autocome.j Clin Periodontal Controllo dell' infezione a Se lasciamo tasche prima della finalizzione aumentiamo il rischio Livello dente OR per estrazione PPD = 5 mm 7.7 PPD= 6 mm 11.0 PPD= 7 mm 64.2

14 Matuliene et al ( 2008) Influence of residual prockets on progression of periodontitis and tooth loss: Result after II years of maintenance. J Clin Periodontal 35:12-19 Anatomia dentale sfavorevole Se non trattiamo le forcazioni aumentiamo il rischio Forcazione OR per estrazione No Forca 1.0 Forcazione 20.0 Forcazione trattata 7.0 Carnevale G. et al. (2007) Long Term effects of supportive therapy in periodontal patient treated with fiber retention osseous resective surgery.iii tooth extrations during active and supportive therapy. J Clin Periodontal 34: Terapia di mantenimento Terapia di supporto regolare porta ad una riduzione delle complicanze Riduzione di carie e di parodontite ricorrente Axelson et al (2004): the long term effect of a plaque control program on tooth mortality caries and periodontal disease in adults.j clinical Periodontology 31: Se non viene fatta una terapia di supporto regolare abbiamo un' alta incidenza di complicanze si passa da un fallimento parodontale su pilastri protesici del 0,4 % q livelli molto più alti come dimostarno questi due lavori Ikai et al. (2010) a rectrospettive study of fixed dental prostheses without regular maintenance. J Prosth Res (early View sept 2010) Fayyad,AL Rafee (1997) Faillure of dental bridges IV: Effect of Supporting periodontal ligament J Oral Rehabil 24: Dott. Paolo Manicone Il Dott. Manicone inizia la sua relazione parlando delle complicanze tecniche Frattura del moncone Perdita di ritenzione Frattura del rivestimento Frattura della struttura Frattura del pilastro ricostruito Complicanze tecniche

15 Il relatore riferendosi alla metanalisi di Pjetursson de 2007 illustra un'altra classificazione delle complicanze tecniche che adotta un criterio strutturale riferito a problemi legati al coinvolgimento singolo o associa to delle tre componenti dell' unità protesica. Pjetursson Et Al (2007): Comparison of survival rates of tooth supported fixed dental proteses (FDP 5) end implant-supported PDP3 and single crowns (SC5). Clin Oral Impl. Res (suppl.3) Classificazione delle complicanze tecniche seguendo un criterio strutturale riguardo le tre componenti dell' unità protesica Pilastro Cemento Restauro Complicanze tecniche Pjetursson et al. (2007) Conventional FDPs A 5 anni sopravvivenza del 93.8 % Frattura del pilastro 1% Perdita di ritenzione 3.3 % Frattura dei materiali 1.6% Conventional FDPs A 10 anni sopravvivenza del 89,2% Cantilever FDPs a 5 anni sopravvivenza del 91,4 % Frattura del pilastro 1.2 % Perdita di ritenzione 8.4 % Frattura dei materiali 3 % Cantilever FDPs a 10 anni sopravvivenza del 80.3 % Il dato significativo è la differenza tra i due gruppi per quanto riguarda la perdita di ritenzione a 5 anni, Conventional FDPs 3.3 % Cantilever FDPs 8.4% Messi a confronto i due gruppi si evidenzia disomogeneità nelle tipologie dei restauri. Oro resina 45 % 54% Metallo ceramica 6% 17% Ceramica integrale 0% Non era specificato il tipo di restauro nel 38% 40% dei casi Fratture radicolari. Fratture coronali. Perdite di ritenzione del perno. Fallimenti del Pilastro protesico

16 1. fratture radicolari verticali Costituiscono la complicanza più difficile da trattare e da affrontare. In base ai dati forniti dagli autori citati i denti devitalizzati che necessitano di estrazione per frattura verticale vanno dall' 8%( Zadik 2008) al 11% (Fuss,1999) Dati secondo il relatore sottostimati per diagnosi incompleta o errata. Fuss Z. Lusting J. Tamse A (1999) Prevalence of vertical root fractures in extracted endodontically treated teeth. Int Endod. J; 33: Zadik Y, Sandler V,Bechor R Salehrabi R. (2008) Analysis of factor related to extraction of endodontically treated teeth: Oral Surg Oral Med Oral Pathal Oral Radiol Endod; 106: 31-5 Complicanze e o fallimenti sono correlate al tipo di elemento dentale coinvolto nella frattura. Una delle cause principali di frattura è dovuta in primis dall' utilizzo perni-endo canalari fusi a causa dell' effetto cuneo. Fattori critici legati al perno che possono determinare l'aumento di incidenza di fratture verticali. Disegno del perno Effetto ferula Carico occlusale Altra causa di frattura verticale può essere iatrogena es. dovuta a compattazione della guttaperca durante procedure endodontiche. Nel caso in esame il relatore sottolinea come vi sia stato fallimento del restauro protesico precedente a causa della frattura verticale ma si sia potuto recuperare il pilastro protesico pluriradicolato con una rizectomia. 2. Fratture coronali Dente vitale Dente non vitale Evento traumatico Distacco struttura dentale residua Distacco materiale da restauro Effetto combinato Fattori critici per le fratture coronali Presenza o assenza effetto ferula Estensione della frattura Quantità di struttura dentale residua

17 3 Perdita ritenzione del perno in assenza di frattura radicolare Fattori critici per perdita ritenzione del perno Disegno del perno Cementazione inadeguata Carie secondarie Mancanza di Effetto ferula Carico occlusale La complicanza può essere reversibile con possibiltà di mantenere il pilastro o irreversibile con perdita del pilastro protesico. il relatore sottolinea come la gestione della complicanza è correlata al grado di coinvolgimento del pilastro protesico. Cemento Perdita di ritenzione Questa complicanza interessa l' interfaccia del cemento nei suoi aspetti microstrutturali e biomeccanici. La revisione sistematica della letteratura fatta da Edehoff nel 2007 su 125 articoli aveva lo Scopo di definire l impatto del tipo di cemento e delle modalità di cementazione sulla longevità di differenti tipi di FPDs. Edehoff D. et al (2007) Clin Oral Impl Res.2007;18(suppl.3) : Molto importanti per l' asdesione risultavano Le Caratteristiche del restauro Le Proprietà dei cementi Alcune Covariabili cliniche quali il tipo di preparazione, il materiali del buildig up, le condizioni del campo operatorio. Il relatore continua analizzando gli aspetti microstrutturali e biomeccanici che coinvolgono l' adesione del cemento e individuando i fattori critici che la caratterizzano. Fattori critici Aspetti microstrutturali dell' adesione Uniformità dell interfaccia Riduzione della concentrazione degli stress meccanici Controllo dei fattori esterni sull integrità della interfaccia

18 Eick JD. Johnson LN. Fromer JR. Neuman AW (1972). Surface topografhy: its Influence on wetting and adhesion in a dental adhesive system. J Dent Res ; 51: Aspetti biomeccanici dell' adesione Fattori critici Ritenzione micromeccanica La forma di resistenza ( capacità del clinico ) I quali hanno un effetto sulla distribuzione degli stress a livello dell' interfaccia del cemento Wiskott HW. (1999) Compressive and tensile zones in the cement interface of full crown : A tecnical note on the concept of resistance J Prosthodont;8:80-91 I restauri di tipo adesivo sono il gruppo tra le varie soluzioni protesiche di cementazione che hanno la più alta incidenza di decementazione come complicanza o fallimento. Sailer 2007 La distribuzione dei carichi è determinante infatti nei settori posteriori vi è un amento della decementazione di circa dell' 8%. rispetto ai settori anteriori dove i carichi occlusali sono minori Perdita della ritenzione: Cause Fit marginale impreciso Dissoluzione del cemento Preparazione inadeguata Mobilità del pilastro Covariabili cliniche Occlusione Design preparazione Controllo umidità Materiale build up Struttura dentale residua Ruvidità superficie Posizione margine Posizione dentale E possibile conoscere il processo sequenziale degli eventi per classificare le complicanze e i fallimenti? Si: se possiamo controllare la situazione clinica iniziale No: se il contributo è multifratturale e l evento si è gia verificato.

19 Effetto combinato della perdita della ritenzione. Cause biomeccaniche: frattura e mobilita del pilastro. Cause biologiche: preparazione inadeguata e/o carie secondaria. Cause merceologica: dissoluzione del cemento,fit marginale impreciso. Selezione dei materiali Aspetti biomeccanici Fallimento meccanico Complicanze del Restauto Selezione del materiale Fattori investigati negli studi clinici Tipologia dei materiali Condizioni occlusali Posizione del restauro Design protesico Fattori responsabili fallimento biomeccanico Studi in vitro Proprietà dei materiali Condizioni di carico Limiti strutturali Design protesico Natura multifattoriale della performance protesica Non esiste un singolo test che possa predire che un restauro possa avere un tempo di durata ne un tempo di fallimento. Il relatore continua analizzando una metanalisi dl 2007 Anusavice KJ, Kakar K, Ferree N. (2007) Which mechanical and phisical testing methods are relevant for precicting the clinical performance of ceramic-based dental prostheses? Clin. Oral.Impl.Res 18(Suppl.3), Revisione sistematica su 193 studi clinici di cui ne individua 13 il cui scopo è determinare le relazioni potenziali tra dati biomeccanici ottenuti in vitro e performance clinica di FDPs ceramizzate. Fallimento meccanico crack chipping Fallimento adesione Frattura strutturale Frattura interfaccia

20 Conclusioni Non esiste alcun test in vitro eseguito singolarmente che possa predire la performance clinica di questi restauri. Questo implica la natura probablistica del fallimento clinico di protesi in metallo ceramica o in ceramica integrale a causa della variabilità dei parametri clinici e della necessità di metodi standardizzati di valutazione. Relazione tra successo e complicanze I fattori responsabili delle complicanze sono di due tipi: Legati alle procedure cliniche Legati alle procedure realizzative Materiali Design protesici Effetti del processo termico Porosità Parametri clinici Adesione ritenzione Fattori critici Esperienza sull operatore Protocolli di lavorazione Profilo di rischio del paziente ( compliance, cariorecettività) Dobbiamo inserire anche il concetto di Covariabilità : che riguarda i parametri da considerare negli studi inclusi nelle metanalisi, pooled data. Ad easempio nella metallo ceramica abbiamo fattori legati: All' operatore: progetto protesico, preparazione pilastri Alle procedure di laboratorio, progetto sulla struttura metallica, Interfaccia ceramicametallo Cause tecniche: Delaminazione del rivestimento ceramico Mancata compensazione stress da contrazione Microfratture intrinseche Framework inadeguato Vuoti nella ceramica

21 Cause cliniche : Traumi Parafunzioni non compensate Preparazione inadeguata Occlusione instabile Ozcam M. (2003) Fracture reasons in ceramic-fused-to-metal restorations. J Oral Rehabil: 30:265-9 Zirconia Per le complicanze con FDPs in zirconia si ha un con follow-up medio da 5-7 anni: Chipping 10-15% Delaminazione Frattura frameork 3% Sono le complicanze che si riscontrano più frequentemente utilizzando la zirconia. come mesostruttura per FPDs Sono follow up molto bassi a circa 36 mesi Variabilità delle soluzioni protesiche ( corone singole, ponti a 3 o 5 unità) Ozkur R ( 2010) J. Prostodont; 19: Al Arnleh B. J. Ora.l Rheabil; 37: Metallo ceramica vs All ceramica FDPs Il dott Landi conclude sottolineando come molti fattori concorrano per determinare la longevità di un restauro Fattori legati al paziente: suscettibilità individuale e compliance Fattori clinico operativi: abilità del clinico e criteri di scelta Fattori tecnico realizzativi: abilità del tecnico e scelta dei materiali Di grande importanza rimane il valore strategico nella scelta del clinico. Conclusioni La complicanza aumenta il rischio del fallimento La Progressione di complicanze e fallimenti non segue un modello lineare L interpretazione dei dati della letteratura deve essere confrontata con l esperienza clinica attuale in relazione alla selezione di materiali. A causa della complessività delle variabili da controllare e della difficoltà a seguire gli studi clinici randomizzati protesici, nella terapia protesica, i dati della letteratura possono dare degli orientamenti terapeutici generali non danno quindi certezza sull esito del restauro.

che cos è l odontoiatria protesica?

che cos è l odontoiatria protesica? che cos è l odontoiatria protesica? L odontoiatria protesica è quella disciplina che si occupa di ristabilire e mantenere le funzioni orali e l aspetto estetico del paziente attraverso il restauro dei

Dettagli

Dott. Maurizio Zilli La diagnosi ed il piano di trattamento

Dott. Maurizio Zilli La diagnosi ed il piano di trattamento Dott. Maurizio Zilli La diagnosi ed il piano di trattamento Il relatore stressa l importanza di una diagnosi corretta, e delinea una flowchart degli approfondimenti diagnostici necessari o utili alla caratterizzazione

Dettagli

Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA Dott.ssa Eva Pellegrini Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA L integrità di un dente può essere compromessa da molte cause, tra cui le più comuni sono: carie, erosione/abrasione e traumi. La Conservativa

Dettagli

Tecniche Dirette Vs Tecniche Indirette: Dove E Il Confine

Tecniche Dirette Vs Tecniche Indirette: Dove E Il Confine Tecniche Dirette Vs Tecniche Indirette: Dove E Il Confine In odontoiatria restaurativa gli obiettivi sono: eliminare la patologia restaurare forma e funzione proteggere la polpa fare restauri invisibili

Dettagli

CORSO DI ODONTOIATRIA CONSERVATIVA ESTETICA ED ADESIVA

CORSO DI ODONTOIATRIA CONSERVATIVA ESTETICA ED ADESIVA 1 Dott. Mauro Cattaruzza CORSO DI ODONTOIATRIA CONSERVATIVA ESTETICA ED ADESIVA 1. Introduzione all odontoiatria restaurativa. Diagnosi e piano di trattamento. 2 giorni (teorico) La qualità del lavoro:

Dettagli

Società. Italiana di. Endodonzia

Società. Italiana di. Endodonzia Società Italiana di Endodonzia Commissione Accettazione Soci Concorso Under 32 Casi Esempio Case-report Mauro Rigolone Vercelli (VC) Sez. Piemontese (S.P.E.) Franco Ongaro Trieste (TS) Sez. Triveneta (S.T.E.)

Dettagli

Odontoiatria conservativa Corso intensivo teorico-pratico 2012 Dott. Mario Alessio Allegri

Odontoiatria conservativa Corso intensivo teorico-pratico 2012 Dott. Mario Alessio Allegri Odontoiatria conservativa Corso intensivo teorico-pratico 2012 Dott. Mario Alessio Allegri Odontoiatria conservativa Corso intensivo teorico-pratico 2012 Dott. Mario Alessio Allegri L'odontoiatria conservativa

Dettagli

TARIFFARIO RIDOTTO PRESTAZIONI ODONTOIATICHE IN CONVENZIONE

TARIFFARIO RIDOTTO PRESTAZIONI ODONTOIATICHE IN CONVENZIONE TARIFFARIO RIDOTTO PRESTAZIONI ODONTOIATICHE IN CONVENZIONE DIAGNOSI Visita 80,00 La seduta comprende il riscontro della situazione clinica, acquisizione di elementi diagnostici (rx endorali, bite wings

Dettagli

ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO

ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO ESTETICA IN ODONTOIATRIA SOLUZIONI ESTETICHE PER MIGLIORARE IL SORRISO Dott.ssa Federica Nosenzo Laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria presso L Università di Milano Uni Ateneo Ivana Torretta Nerviano

Dettagli

Carta Servizi PROTESI DENTALE

Carta Servizi PROTESI DENTALE Dott. Antonio Calabrese Carta Servizi PROTESI DENTALE La Protesi Dentale è quella branca odontoiatrica che si occupa della sostituzione dei denti naturali andati persi. Se uno o più denti sono andati perduti

Dettagli

Didier Dietschi DMD,PhD, PD 1 /Olivier Duc, DMD 2 / Ivo Krejci, DMD, PD 3 /Avishai Sadan, DMD 4

Didier Dietschi DMD,PhD, PD 1 /Olivier Duc, DMD 2 / Ivo Krejci, DMD, PD 3 /Avishai Sadan, DMD 4 Considerazioni biomeccaniche nel restauro dei denti trattati endodonticamente: revisione sistematica della letteratura II parte. Valutazione del comportamento a fatica, interfacce e studi in vivo. Didier

Dettagli

Sez. 4/1 PROTESI FISSA

Sez. 4/1 PROTESI FISSA Sez. 4/1 PROTESI FISSA La protesi fissa è un manufatto posizionato su denti preparati che una volta fissato può essere disinserito dall'odontoiatra mediante decementazione. E' definita protesi fisiologica

Dettagli

2016 IL RIPRISTINO DELLA FUNZIONE E DELL'ESTETICA CON DENTI E IMPIANTI

2016 IL RIPRISTINO DELLA FUNZIONE E DELL'ESTETICA CON DENTI E IMPIANTI Un approccio razionale e senza pregiudizi per soddisfare le aspettative dei nostri pazienti in modo semplice e prevedibile. Programma 5 incontri (10 giorni): 15-16 Aprile 6-7 Maggio 24-25 Giugno 15-16

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

altin_llukacej@yahoo.it altinllukacej@gmail.com

altin_llukacej@yahoo.it altinllukacej@gmail.com C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ALTIN LLUKACEJ DOMICILIO: VIA CORTICELLA 41, CAP 40128, BOLOGNA, ITALIA. Cell 0039 3403357587 E-mail altin_llukacej@yahoo.it altinllukacej@gmail.com

Dettagli

I principi parodontali fondamentali per il protesista

I principi parodontali fondamentali per il protesista I principi parodontali fondamentali per il protesista Relatore Dott. Roberto Pontoriero Controrelatore Dott. Attilio Bedendo La relazione descrive i principi parodontali che sono alla base del posizionamento

Dettagli

Corso di Odontoiatria Conservativa Predappio 2014

Corso di Odontoiatria Conservativa Predappio 2014 Dr. Adamo Monari 1 V. 12 2013 B Corso di Odontoiatria Conservativa Predappio 2014 Teorico / pratico Il corso tratta dei: vari aspetti teorico - pratici della conservativa diretta e indiretta. Della diagnosi,

Dettagli

DURATA, FREQUENZA E SPESE PER RINNOVI DI CURE ODONTOIATRICHE: UNA PROSPETTIVA MEDICO-LEGALE

DURATA, FREQUENZA E SPESE PER RINNOVI DI CURE ODONTOIATRICHE: UNA PROSPETTIVA MEDICO-LEGALE DURATA, FREQUENZA E SPESE PER RINNOVI DI CURE ODONTOIATRICHE: UNA PROSPETTIVA MEDICO-LEGALE Fabrizio Montagna *, Livia Montagna ** Riassunto Scopo dello studio: riportare raccomandazioni condivise da un

Dettagli

PROTOCOLLI DIAGNOSTICI E PERCORSI ASSISTENZIALI NELL EDENTULISMO

PROTOCOLLI DIAGNOSTICI E PERCORSI ASSISTENZIALI NELL EDENTULISMO ISTITUTO SCIENTIFICO UNIVERSITARIO SAN RAFFAELE MILANO Servizio di Odontoiatria ATENEO VITA-SALUTE Cattedra di Clinica Odontoiatrica Dir. Prof. E. Gherlone PROTOCOLLI DIAGNOSTICI E PERCORSI ASSISTENZIALI

Dettagli

Dichiarazione di ricevuta informazione e consenso ad intervento di CHIRURGIA IMPLANTARE OSTEOINTEGRATA

Dichiarazione di ricevuta informazione e consenso ad intervento di CHIRURGIA IMPLANTARE OSTEOINTEGRATA Dott. Alberto Coccia Piazza Matteotti, 2 80053 Castellammare di Stabia (NA) www.albertococcia.it info@dentistacoccia.it Tel. 081.8712242 081.8711439 Dichiarazione di ricevuta informazione e consenso ad

Dettagli

I principi ricostruttivi fondamentali per il protesista

I principi ricostruttivi fondamentali per il protesista I principi ricostruttivi fondamentali per il protesista Relazione del Dott. Guido Fichera Controrelatore Prof. Simone Grandini La presentazione del Dott. Guido Fichera si incentra attorno a queste 3 domande

Dettagli

STUDIO ODONTOIATRICO DOTT. GIOVANNI BAIARDO - TARIFFARIO ODONTOIATRICO

STUDIO ODONTOIATRICO DOTT. GIOVANNI BAIARDO - TARIFFARIO ODONTOIATRICO STUDIO ODONTOIATRICO DOTT. GIOVANNI BAIARDO - TARIFFARIO ODONTOIATRICO DIAGNOSTICA CLINICA E RADIOLOGIA QUOTA EMPAM 13% TOTALE ARROTONDAMENTO VISITA ODONTOIATRICA Ogni seduta finalizzata a: riscontro della

Dettagli

Il Piano Di Trattamento Di Un Caso Implantare Complesso

Il Piano Di Trattamento Di Un Caso Implantare Complesso Il Piano Di Trattamento Di Un Caso Implantare Complesso La Dott.ssa Manfrini illustra lo schema della presentazione con i tre punti fondamentali che verranno trattati: 1. Razionale nella formulazione del

Dettagli

PRESTAZIONI SPECIALISTICHE ODONTOIATRICHE

PRESTAZIONI SPECIALISTICHE ODONTOIATRICHE AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO SANITARIA N. 1 PRESTAZIONI SPECIALISTICHE ODONTOIATRICHE Definizione dei livelli essenziali di assistenza (LEA) Disposizioni applicative ai sensi della Deliberazione della Giunta

Dettagli

Negli ultimi decenni l Endodonzia

Negli ultimi decenni l Endodonzia DONZ NZIA L ENDODONZIA E LO STANDARD DI TRATTAMENTO Dr. Aniello Mollo 64 Introduzione Negli ultimi decenni l Endodonzia ha conosciuto un periodo di approfondite ricerche e importanti innovazioni che hanno

Dettagli

Corso di Odontoiatria Conservativa Predappio 2015

Corso di Odontoiatria Conservativa Predappio 2015 Dr Adamo Monari 1 V 01 2015 C Corso di Odontoiatria Conservativa Predappio 2015 Teorico / pratico Il corso tratta dei: vari aspetti teorico - pratici della conservativa/restaurativa diretta e indiretta

Dettagli

CORsO DI PERfEzIONAMENTO IN PROTEsI: PER COMPETERE

CORsO DI PERfEzIONAMENTO IN PROTEsI: PER COMPETERE CORsO DI PERfEzIONAMENTO IN PROTEsI: semplificare PER COMPETERE 50 CREDITI ECM 18/19/20 GIUGNO 23/24 OTTObRE 13/14 NOVEMbRE 27/28 NOVEMbRE SEDE DEL CORSO: NH MARINA HOTEL MOLO PONTE CALVI, NR 5 16124 GENOVA

Dettagli

anno 2013 Protesi Fissa Corso Annuale Intensivo Dott. Rino Miraldi Corso teorico-pratico

anno 2013 Protesi Fissa Corso Annuale Intensivo Dott. Rino Miraldi Corso teorico-pratico anno 2013 Protesi Fissa Corso Annuale Intensivo Dott. Rino Miraldi Corso teorico-pratico OBIETTIVI DEL CORSO Il Corso Annuale Teorico-pratico di Protesi Fissa ha come scopo la condivisione con altri colleghi

Dettagli

Lava. La differenza che ci si aspetta. Crowns & Bridges in ossido di zirconio

Lava. La differenza che ci si aspetta. Crowns & Bridges in ossido di zirconio COO EE Lava Crowns & Bridges in ossido di zirconio La differenza che ci si aspetta Reparto dentale 3M Italia S.p.A. via S. Bovio, 3 20090 Segrate - MI Tel. 02 70352419 - Fax 02 70352061 www.3mespe.com

Dettagli

PROGRAMMA. Obiettivo del Corso è quello di dare ai partecipanti delle linee guida per:

PROGRAMMA. Obiettivo del Corso è quello di dare ai partecipanti delle linee guida per: Obiettivo del Corso è quello di dare ai partecipanti delle linee guida per: raccogliere i dati clinici e integrarli in modelli prognostici per il paziente e per ogni singolo dente; identificare i problemi

Dettagli

2.1 Introduzione Questo capitolo si occupa dei parametri operativi dell odontoiatria restaurativa.

2.1 Introduzione Questo capitolo si occupa dei parametri operativi dell odontoiatria restaurativa. ODONTOIATRIA RESTAURATIVA (AIC - Accademia Italiana di Conservativa) 2.1 Introduzione Questo capitolo si occupa dei parametri operativi dell odontoiatria restaurativa. 2.2 Definizione di odontoiatria restaurativa

Dettagli

Tariffario Odontoiatrico

Tariffario Odontoiatrico Tariffario Odontoiatrico Il presente tariffario riporta le prestazioni eseguibili in Odontoiatria. Le prestazioni elencate sono comprensive di tutti i materiali utilizzati sia chirurgici che protesici

Dettagli

e v e n t s u p d a t e s 2 0 i 3 2 5-2 6 o t t o b r e a l e s s a n d r i a

e v e n t s u p d a t e s 2 0 i 3 2 5-2 6 o t t o b r e a l e s s a n d r i a e v e n t s u pdates 20i3 2 5-2 6 o t t o b r e a l e s s a n d r i a l e v e n t o venerdi 25 / i0 sabato 26 / i0 closed meeting o p e n d a y sessione riservata agli odontoiatri che abbiano frequentato

Dettagli

foto 2.1 foto 2.2 Visione destra e sinistra dove si nota l abrasione e l eruzione da mancanza di antagonista di 3.6 e 4.6

foto 2.1 foto 2.2 Visione destra e sinistra dove si nota l abrasione e l eruzione da mancanza di antagonista di 3.6 e 4.6 Il Corso del Giovedì di Rimini: Piani di trattamento - Caso 2 Maschio, 57 anni, diabetico e iperteso, poca compliance, pensionato Presenza di edema, infiammazione e tartaro Il diastema non è peggiorato

Dettagli

STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO

STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO INTRODUZIONE Il successo del restauro del dente trattato endodonticamente e con notevole distruzione

Dettagli

Gengivite e parodontite

Gengivite e parodontite Gengivite e parodontite Opuscolo informativo per il paziente La malattia parodontale (chiamata anche parodontite, parodontosi, piorrea, parodontopatia) è una infezione batterica che colpisce il parodonto,

Dettagli

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE

IGIENE DENTALE E PREVENZIONE IGIENE DENTALE E PREVENZIONE Dispensa n.3 Introduzione Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l origine di molte patologie organiche sono dovute ai rapidi cambiamenti dello stile di vita

Dettagli

Convenzione Studio Dentistico Accarisi-Albergo di ROMA

Convenzione Studio Dentistico Accarisi-Albergo di ROMA Federazione Autonoma Lavoratori del Credito e del Risparmio Italiani 00198 Roma V.le Liegi, 48/b Tel. 06.8416336 Fax 06.8416343 www.falcri.it - falcri@falcri.it aderente Confederazione Generale dei Sindacati

Dettagli

RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE

RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE p.74 p.82 p.83 Garantiscono alti valori di resistenza alla flessione, alla trazione, al taglio e alla fatica e permettono un adesione chimica ideale tra il perno, il cemento

Dettagli

INDICE. 1. Storia dell odontoiatria restaurativa

INDICE. 1. Storia dell odontoiatria restaurativa IX INDICE 1. Storia dell odontoiatria restaurativa 2. Embriologia ed istologia 2.1. Cenni di embriologia 2.1.1. Embriologia dell organo dentale 2.1.2. Formazione dello smalto 2.1.3. Formazione della dentina

Dettagli

Vademecum informativo per il paziente ad esclusivo uso interno

Vademecum informativo per il paziente ad esclusivo uso interno Vademecum informativo per il paziente ad esclusivo uso interno Gentile paziente, siamo lieti di presentarle questo vademecum informativo, sperando Le possa essere di aiuto per una migliore conoscenza dei

Dettagli

NOMENCLATORE TAROFFARIO S.S.N. ODONTOSTOMATOLOGIA MAXILLO FACCIALLE dal sito: www.sanita.regione.lombardia.it

NOMENCLATORE TAROFFARIO S.S.N. ODONTOSTOMATOLOGIA MAXILLO FACCIALLE dal sito: www.sanita.regione.lombardia.it codice nota descr_prestaz breve DESCR_PRESTAZ_completa tariffa_euro in vigore da prenotazioni 1.1.2010 BS_n BS_M1 descr_bs_m1 CHIUSURA DI FISTOLA OROANTRALE; Chiusura di 22.71 P CHIUSURA DI FISTOLA OROANTRALE

Dettagli

OGGETTO: Tariffario di studio in Euro

OGGETTO: Tariffario di studio in Euro OGGETTO: Tariffario di studio in Euro Ablazione tartaro 70,00 Aggancio chirurgico canino 520,00 Aggancio chirurgico altro dente 520,00 Alcoolizzazione 80,00 Allungamento di corona 130,00 Analisi Arcus

Dettagli

Pierpaolo Cortellini. Maurizio Tonetti. Corso formativo di Parodontologia e Terapia Implantare Giugno 2015 - Luglio 2016

Pierpaolo Cortellini. Maurizio Tonetti. Corso formativo di Parodontologia e Terapia Implantare Giugno 2015 - Luglio 2016 Pierpaolo Cortellini Maurizio Tonetti Presentazione Cari Colleghi, negli ultimi 20 anni il percorso formativo PERIO-IT ha dato grandissime soddisfazioni ed è diventato, grazie all apprezzamento di oltre

Dettagli

AFFIDABILITA DEL PRODOTTO IN IMPLANTOLOGIA DENTALE: QUALI POSIZIONI ETICHE E MEDICO LEGALI?

AFFIDABILITA DEL PRODOTTO IN IMPLANTOLOGIA DENTALE: QUALI POSIZIONI ETICHE E MEDICO LEGALI? AFFIDABILITA DEL PRODOTTO IN IMPLANTOLOGIA DENTALE: QUALI POSIZIONI ETICHE E MEDICO LEGALI? Dr. Daniele Manfredini *, Dr. Fabio Piccotti ** ABSTRACT Negli anni recenti numerosi progressi sono stati compiuti

Dettagli

COMPOSITO DI FISSAGGIO UNIVERSALE A POLIMERIZZAZIONE DUALE. 3 indicazioni 1 materiale

COMPOSITO DI FISSAGGIO UNIVERSALE A POLIMERIZZAZIONE DUALE. 3 indicazioni 1 materiale COMPOSITO DI FISSAGGIO UNIVERSALE A POLIMERIZZAZIONE DUALE 3 indicazioni 1 materiale ParaCore è un composito rinforzato con fibra di vetro, a polimerizzazione duale, radiopaco e disponibile in tre tonalità:

Dettagli

DI IMPLANTOLOGIA 4/11. La rivista per il clinico ANNO 9. Not for Publication. SIO SOCIETà ITALIANA

DI IMPLANTOLOGIA 4/11. La rivista per il clinico ANNO 9. Not for Publication. SIO SOCIETà ITALIANA QUINTESSENZA EDIZIONI S.r.l. - Via Ciro Menotti 65-20017 Rho (Mi) - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/04 n. 46) art. 1 comma 1, DCB - Milano IMPLANTOLOGIA La rivista per il clinico ORGANO

Dettagli

VALUTAZIONE SPERIMENTALE CLINICO RADIOLOGICA SULL USO DEGLI IMPIANTI A RIPARAZIONE OSSEA PRIMARIA NEL CARICO IMMEDIATO POST ESTRATTIVO

VALUTAZIONE SPERIMENTALE CLINICO RADIOLOGICA SULL USO DEGLI IMPIANTI A RIPARAZIONE OSSEA PRIMARIA NEL CARICO IMMEDIATO POST ESTRATTIVO I FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ODONTOSTOMATOLOGICHE DIRETTORE: PROF.SSA ANTONELLA POLIMENI DOTTORATO DI RICERCA IN MALATTIE ODONTOSTOMATOLOGICHE XXII CICLO TESI DI DOTTORATO

Dettagli

PARODONTOLOGIA CLINICA

PARODONTOLOGIA CLINICA corso di PARODONTOLOGIA CLINICA Terapia non chirurgica e perio-organizzazione (PC1) Terapia chirurgica (PC2) anno formativo 2012-2013 Dott. Roberto Rotundo Dott. Andrea Giammarini Dott. Francesco Bernardelli

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2519 del 04 agosto 2009 pag. 1/6

ALLEGATOA alla Dgr n. 2519 del 04 agosto 2009 pag. 1/6 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2519 del 04 agosto 2009 pag. 1/6 ALLEGATO n.1 1. Prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale odontoiatrica I livelli essenziali di assistenza

Dettagli

allinone... Incredibile? Ma vero! Foto: Dr. Thano Kristallis

allinone... Incredibile? Ma vero! Foto: Dr. Thano Kristallis allinone... Incredibile? Ma vero! Foto: Dr. Thano Kristallis Un buon provvisorio è la base per una ricostruzione definitiva di successo. 2 Un provvisorio deve essere resistente e durevole ed avere una

Dettagli

dalla perdita alla riconquista

dalla perdita alla riconquista dalla perdita alla riconquista dei denti naturali TRAMITE L IMPLANTOLOGIA COME SI SVOLGE IL TRATTAMENTO E POSIZIONAMENTO DEGLI IMPIANTI? L INTERVENTO E DOLOROSO? L intervento si esegue in regime ambulatoriale

Dettagli

Prof. Giampaolo Dott. Gabriele Dott. Beatrice

Prof. Giampaolo Dott. Gabriele Dott. Beatrice Prof. Giampaolo Dott. Gabriele Dott. Beatrice Lo Studio Caruso si avvale della professionalità di quattro Professionisti, specializzati nelle diverse discipline odontoiatriche. Prof. Giampaolo Caruso Dott.

Dettagli

Studio Dentistico Associato

Studio Dentistico Associato Studio Dentistico Associato.', 1.1)10 III. 'IIS 1/('0 Dott. FRANCO FERRUCCIO FLORI,\l'FI 1\', /I{/{l Rld.!!1 j \/1 Il) l'lr Il.1/} 1'13ll~ l' I "sani. l 1

Dettagli

Detartrasi con trattamento air-flow 35.oo Otturazioni dentali composito estetiche 60.oo. Visita e preventivo sono gratuiti continua

Detartrasi con trattamento air-flow 35.oo Otturazioni dentali composito estetiche 60.oo. Visita e preventivo sono gratuiti continua Lo Studio Medico Dentistico Cosma Dr. Marcello, mette a disposizione di tutti i tesserati FISMIC e loro familiari accesso agevolato alle cure odontoiatriche con sconto del 25% su tutte le specialistiche

Dettagli

ELENCO CURE DENTARIE NOMENCLATORE BASE

ELENCO CURE DENTARIE NOMENCLATORE BASE ELENCO CURE DENTARIE NOMENCLATORE BASE La garanzia copre le seguenti prestazioni: VISITE Visita unica o prima in ambulatorio Visita specialistica ANESTESIA Anestesia di superficie Anestesista locale o

Dettagli

RIDUZIONE DEI PREZZI DEL TARIFFARIO

RIDUZIONE DEI PREZZI DEL TARIFFARIO CONVENZIONE DIRSTAT & STUDIO DENTISTICO Dott.ssa Persia Stefania - Dott.ssa Calviello Vita Roma, Via U. Biancamano 35 (zona S. Giovanni ) tel. 06.70476038-06.70450591 cell. 380.3173153 La convenzione,

Dettagli

Il trattamento dei denti anteriori traumatizzati

Il trattamento dei denti anteriori traumatizzati Sabato 1 dicembre 2012 Bologna - ROYAL HOTEL CARLTON Relatore Dr. Lorenzo Vanini Simposio di conservativa Il trattamento dei denti anteriori traumatizzati Dalla ricostruzione conservativa a quella protesica

Dettagli

Dettagli della convenzione : sconto del 20% sul listino prezzi

Dettagli della convenzione : sconto del 20% sul listino prezzi STUDIO MEDICO DENTISTICO P.F. Dental S.a.s. di Faluci Angela e c Via Trilussa 13 20157 MILANO Partita IVA : 10984260157 Direttore Sanitario : Dott.ssa Sandra Pettineo iscritta all albo degli Odontoiatri

Dettagli

NOMENCLATORE TARIFFARIO 2011

NOMENCLATORE TARIFFARIO 2011 GRUPPO R - PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE SEZIONE DIAGNOSTICA IGIENE ORALE PARODONTOLOGIA Premessa specifica di branca: tutte le prestazioni sono comprensive dell'anestesia locale Premessa: la visita Odontoiatrica

Dettagli

CBCT in IMPLANTOLOGIA

CBCT in IMPLANTOLOGIA Paolo Brunamonti Binello, 4 ottobre 2014 Pre- / Post-Chirurgica Sembra creata per una implantologia sempre più prevedibile e predicibile IMAGING CLASSICO di II livello (RxOPT / RxEndo) 3D IMPLANTOLOGIA

Dettagli

DIAGNOSTICA Prima visita

DIAGNOSTICA Prima visita DIAGNOSTICA Prima visita GRATUITA Radiografia diagnostica endorale 18,00 4 Radiografie diagnostiche endorali 60,00 Status radiografico endorale completo 160,00 Status radiografico endorale parziale 80,00

Dettagli

Prestazioni erogabili solo conformemente alle specifiche indicazioni clinico diagnostiche (allegato 2

Prestazioni erogabili solo conformemente alle specifiche indicazioni clinico diagnostiche (allegato 2 ALLEGATO B Prestazioni erogabili solo conformemente alle specifiche indicazioni clinico diagnostiche (allegato 2 BRANCA CODICE DESCRIZIONE TARIFFA nomenclatore) NOTE 89.7 Visita 22,00 CHIUSURA DI FISTOLA

Dettagli

Lava. Crowns & Bridges. La differenza che ci si aspetta. in ossido di zirconio

Lava. Crowns & Bridges. La differenza che ci si aspetta. in ossido di zirconio Lava Crowns & Bridges in ossido di zirconio La differenza che ci si aspetta Soddisfare i nostri clienti costituisce l obiettivo principale dei programmi di ricerca e sviluppo di 3M ESPE. Il sistema CAD/CAM

Dettagli

IL DENTISTA DI COOPERAZIONE SALUTE NOMENCLATORE TARIFFARIO ODONTOIATRIA

IL DENTISTA DI COOPERAZIONE SALUTE NOMENCLATORE TARIFFARIO ODONTOIATRIA www.cooperazionesalute.it IL DENTISTA DI COOPERAZIONE SALUTE NOMENCLATORE TARIFFARIO ODONTOIATRIA Il Network Odontoiatrico di Cooperazione Salute è disponibile grazie alla collaborazione con Blue Assitance.

Dettagli

ARTICLE IN PRESS. Ateneo Vita e Salute, Istituto Scientifico Universitario San Raffaele Milano; libero professionista in Milano. Fig.

ARTICLE IN PRESS. Ateneo Vita e Salute, Istituto Scientifico Universitario San Raffaele Milano; libero professionista in Milano. Fig. stepbystep Tecnica chirurgica Impianto post-estrattivo a carico immediato Q1 D.A. Di Stefano a, G. Greco, F. Giuzio a Ateneo Vita e Salute, Istituto Scientifico Universitario San Raffaele Milano; libero

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA:

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: Lo sbiancamento Posso fare lo sbiancamento? Ci sono determinate situazioni in cui lo sbiancamento non è utile o non avrebbe un buon risultato oppure ha delle controindicazioni. E consigliabile eseguire

Dettagli

condizioni ideali per ottenere ricopertura radicolare completa non sono presenti. Questa linea,

condizioni ideali per ottenere ricopertura radicolare completa non sono presenti. Questa linea, Curriculum Prof. Giovanni Zucchelli Professore Associato di Parodontologia all Università di Bologna Socio Attivo della Società Italiana di Parodontologia, membro dell European Federation of Pariodontology

Dettagli

CORSO AVANZATO DI PROTESI

CORSO AVANZATO DI PROTESI PROTESI CORSO AVANZATO DI PROTESI Teorico-Pratico Relatore: DOTT. LUCA ORTENSI E.C.M. Richiesta curriculum vitae Dr. LUCA ORTENSI Diplomato in odontotecnica nel 1988 presso la scuola per odontotecnici

Dettagli

FIRENZE Educatorio del Fuligno

FIRENZE Educatorio del Fuligno FIRENZE Educatorio del Fuligno Parodontologia Clinica Dr. Roberto Rotundo ROBERTO ROTUNDO, ha conseguito la laurea con lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l Università degli Studi di Siena nel

Dettagli

Estetica in protesi fissa: solo metal free..?!

Estetica in protesi fissa: solo metal free..?! Estetica in protesi fissa: solo metal free..?! La ceramica ad ossidio di zirconio e la tecnologia CAD/CAM hanno sconvolto il nostro mercato. Molti lo considerano il materiale che a breve sostituirà tutte

Dettagli

IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO. Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica

IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO. Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica VALORE DI UN SORRISO IL SORRISO È ESPRESSIONE DI VITA E SPECCHIO DEI SENTIMENTI. È IL MEZZO PIÙ SEMPLICE PER

Dettagli

Convenzione Odontoiatrica

Convenzione Odontoiatrica Convenzione Odontoiatrica a tariffa agevolata per frequentatori e parenti della Yudanshakai Dott.ssa Massone Giusy Dott. Visenti Guido Chirurgia Protesi Ortodonzia Igiene Conservativa Implantologia Radiografia

Dettagli

IMPLANTOLOGIA DENTALE

IMPLANTOLOGIA DENTALE IMPLANTOLOGIA DENTALE TUTTO PER IL TUO SORRISO Tecnologia / Sicurezza / Evidenza Scientifica VALORE DI UN SORRISO IL SORRISO È ESPRESSIONE DI VITA E SPECCHIO DEI SENTIMENTI. È IL MEZZO PIÙ SEMPLICE PER

Dettagli

CODICE DESCRIZIONE TARIFFA IN

CODICE DESCRIZIONE TARIFFA IN NOMENCLATORE DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA ODONTOIATRICA Direttive 2009 LEGGE PROVINCIALE 22/2007 NOTE: * Quota indicativa se e in quanto dovuta rispetto al grado di coinvolgimento della competenza odontotecnica.

Dettagli

NOMENCLATORE ODONTOIATRIA

NOMENCLATORE ODONTOIATRIA NOMENCLATORE ODONTOIATRIA VISITA SPECIALISTICA 70GN01 ANALISI GNATOLOGICA 70OR01 VISITA SPECIALISTICA ORTODONTICA COMPRENSIVA DI PIANO DI CURE 70VI01 PRIMA VISITA COMPRENSIVA DELLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA

Dettagli

Controindicazioni. Ponte convenzionale

Controindicazioni. Ponte convenzionale Che cos'è l'implantologia dentale L'implantologia dentale consiste nell'inserimento nell'osso mascellare o mandibolare (privo di uno o più denti naturali) di pilastri artificiali che, una volta integrati

Dettagli

casi clinici informazioni su: con esame tridimensionale kodak 3d Dr. Alessandro Veronesi

casi clinici informazioni su: con esame tridimensionale kodak 3d Dr. Alessandro Veronesi Studio dentistico Dr. Alessandro Veronesi Medico Chirurgo Specialista in Odontostomatologia casi clinici con esame tridimensionale kodak 3d informazioni su: impianti a carico immediato impianto post-estrattivo

Dettagli

INDICE. Presentazione del Prof. Francesco Simionato. Prefazione del Dott. Gaetano Calesini. Premessa e ringraziamenti. Introduzione degli autori

INDICE. Presentazione del Prof. Francesco Simionato. Prefazione del Dott. Gaetano Calesini. Premessa e ringraziamenti. Introduzione degli autori INDICE Presentazione del Prof. Francesco Simionato Prefazione del Dott. Gaetano Calesini Premessa e ringraziamenti Introduzione degli autori CAPITOLO 1 La gestione del paziente CAPITOLO 2 La comunicazione

Dettagli

CENTRO ODONTOIATRICO LESSONA SRL

CENTRO ODONTOIATRICO LESSONA SRL Edizione 2008 Allegato 1 CENTRO ODONTOIATRICO LESSONA SRL Costi delle prestazioni Costi e fatturazione Allo scopo di rendere trasparente ed agevole il rapporto convenzionale tra il Centro Medico Odontoiatrico

Dettagli

L odontoiatria conservativa

L odontoiatria conservativa Gianfranco Politano L odontoiatria conservativa come ripariamo un dente cariato Una pubblicazione dello: L autore! Gianfranco Politano Laureato in odontoiatria e protesi dentale all universita di Modena

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI ENDODONZIA COMMISSIONE ACCETTAZIONE SOCI

SOCIETA ITALIANA DI ENDODONZIA COMMISSIONE ACCETTAZIONE SOCI SOCIETA ITALIANA DI ENDODONZIA COMMISSIONE ACCETTAZIONE SOCI CASI ESEMPIO PER DIVENTARE SOCI ATTIVI MARIO MANCINI PESARO (PU) FRANCO ONGARO TRIESTE (TS) ANDREA POLESEL ARENZANO (GE) GIANCARLO PONGIONE

Dettagli

MASTER IN ENDODONZIA CLINICA Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015. ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1

MASTER IN ENDODONZIA CLINICA Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015. ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1 Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015 ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1 Pagina 2 Relatore del corso: Prof. Livio Gallottini. 2015 Tipologia del corso: teorico pratico; lezioni teoriche frontali

Dettagli

L ossido di zirconio in pratica

L ossido di zirconio in pratica IT L ossido di zirconio in pratica Massima naturalezza, estetica e compatibilità Falko Noack, R&D Amann Girrbach Oral Design Bodensee Falko Noack, R&D Amann Girrbach L ossido di zirconio La ceramica per

Dettagli

PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA

PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA 2014 Relatore del corso: Prof. Livio Gallottini. Tipologia del corso: teorico-pratico; lezioni teoriche frontali ed esercitazioni pratiche (workshop) su modelli didattici.

Dettagli

Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI

Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI Core Team COMPETEZA NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI LA COMPETENZA DERIVA DALL ESPERIENZA COMPETENZA GLOBALE NELLA RICOSTRUZIONE DEI MONCONI Dall ideatore dei sistemi adesivi IL CONCETTO DI SISTEMA INTEGRATO

Dettagli

Periotest è un misuratore per uso in odontoiatria con il seguente spettro di applicazioni:

Periotest è un misuratore per uso in odontoiatria con il seguente spettro di applicazioni: PERIOTEST Lo strumento di misurazione dentale per l implantologia e l odontoiatria esigente CHI È MEDIZINTECHNIK GULDEN Nel 1997 la ditta Medizintechnik Gulden ha acquisito da Siemens AG i diritti esclusivi

Dettagli

Shih-Hao Huang, DDS, MS, PhD, From the *Department of Dentistry, School of Dentistry, National Yang-Ming University, Taipei, Taiwan;

Shih-Hao Huang, DDS, MS, PhD, From the *Department of Dentistry, School of Dentistry, National Yang-Ming University, Taipei, Taiwan; L effetto dell uso della diga di gomma sul tasso di sopravvivenza dei denti che ricevono il primo trattamento canalare: studio basato sull intera popolazione nazionale Po-Yen Lin, DDS, MS, MPH,* Yang Chi,

Dettagli

NOMENCLATORE PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE OPZIONE TOP

NOMENCLATORE PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE OPZIONE TOP NOMENCLATORE PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE OPZIONE TOP La garanzia copre le seguenti prestazioni: VISITE Visita unica o prima in ambulatorio Visita specialistica ANESTESIA Anestesia di superficie Anestesista

Dettagli

Odontoiatria Conservativa ed Endodonzia

Odontoiatria Conservativa ed Endodonzia Odontoiatria Conservativa ed Endodonzia Che cos'è l'odontoiatria Conservativa? L'odontoiatria conservativa è una branca dell'odontoiatria che si occupa principalmente della cura della carie dentale. La

Dettagli

Qualitaä e Ottimizzazione dei tempi

Qualitaä e Ottimizzazione dei tempi CORSO TEORICO - PRATICO di CONSERVATIVA 2-3 Ottobre 2015 13-14 Novembre 2015 BRESCIA Restauri Diretti e Indiretti: Qualitaä e Ottimizzazione dei tempi Dr. Luca Tacchini A chi eä rivolto il corso? Il corso

Dettagli

Opzioni terapeutiche implanto-protesiche nel paziente edentulo: protesi tipo Toronto Bridge cementata

Opzioni terapeutiche implanto-protesiche nel paziente edentulo: protesi tipo Toronto Bridge cementata Opzioni terapeutiche implanto-protesiche nel paziente edentulo: protesi tipo Toronto Bridge cementata Dr. Salvatore Belcastro, Dr. Fesal El Zoobi, Dr. Leonardo Palazzo, Dr. Mario Guerra Servizio di Odontoiatria,

Dettagli

Corpo implantare conico.

Corpo implantare conico. Un sistema implantare adatto a tutte le necessità NovitÀ Replace Select / NobelReplace Tapered Replace Select PMC con collare macchinato da 0,75 mm nobelbiocare.com/nobelreplace Corpo implantare conico.

Dettagli

Allegato A 1-. Prestazioni sanitarie assicurate e tariffe erogabili a tutti gli aventi

Allegato A 1-. Prestazioni sanitarie assicurate e tariffe erogabili a tutti gli aventi NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI DELLA BRANCA DI ODONTOSTOMATOLOGIA Allegato A 1-. Prestazioni sanitarie assicurate e tariffe erogabili a tutti gli aventi diritto Codice nota Descrizione prestazione

Dettagli

RELATORE: Prof. Enrico Gherlone

RELATORE: Prof. Enrico Gherlone LA TECNICA SAN RAFFAELE ALL AT COME RIABILITARE IL PAZIENTE IN UN UNICA SEDUTA: DALL INSERIMENTO DEGLI IMPIANTI AL CARICO IMMEDIATO, AL PROTOCOLLO PROTESICO AVVITATO VERSUS CEMENTATO PORTONOVO di ANCONA

Dettagli

la gamma di adesivi dentinali self-etching

la gamma di adesivi dentinali self-etching Dall azienda leader nella tecnologia adesiva la gamma di adesivi dentinali self-etching La tecnologia SELF-ETCHING PRIMER Ormai largamente sperimentata nell odontoiatria moderna con anni di successi clinici,

Dettagli

IMPIANTI TRANSMUCOSI ED ESTETICA. CASO CLINICO

IMPIANTI TRANSMUCOSI ED ESTETICA. CASO CLINICO IMPIANTI TRANSMUCOSI ED ESTETICA. CASO CLINICO Dott. Virgilio Masini Libero Professionista, Roma Gli impianti transmucosi offrono una serie di vantaggi rispetto a quelli bifasici; anzitutto la necessità

Dettagli

Linee guida per Dentisti e Laboratori. Lava. Precision Solutions. cliniche e tecniche

Linee guida per Dentisti e Laboratori. Lava. Precision Solutions. cliniche e tecniche Linee guida per Dentisti e Laboratori Lava Precision Solutions Handling Linee guida & Prep cliniche e tecniche 2 È facile offrire i restauri Lava La gamma di soluzioni Lava integra la tecnologia digitale

Dettagli

I nostri servizi e prezzi:

I nostri servizi e prezzi: I nostri servizi e prezzi: 1 CONSULTAZIONE EURO 1,1 Consultazione primaria, stato dentale 11 1,2 Consultazione primaria, stato dentale, studio radiologico, piano di trattamento, disegni di studio 1,3 Consultazione

Dettagli

DR DENT & DR MED Clinica Odontoiatrica con massima professionalità e esperienza

DR DENT & DR MED Clinica Odontoiatrica con massima professionalità e esperienza DR DENT & DR MED Clinica Odontoiatrica con massima professionalità e esperienza a cura dei dottori CORINA BRATU STEFANITA ANUTOIU Nella clinica si trova l'eccellenza dei servizi e della tecnologia in odontoiatria

Dettagli