RASSEGNA STAMPA del 16/03/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA STAMPA del 16/03/2010"

Transcript

1 RASSEGNA STAMPA del 16/03/2010

2 Sommario Rassegna Stampa dal al Adnkronos: Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino... 1 Adnkronos: Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino... 2 Adnkronos: Terremoti, lieve sisma in Toscana nella provincia di Grosseto... 3 Adnkronos: Terremoti: scossa di magnitudo 2.8 sull'etna... 4 Adnkronos: Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino... 5 Agi: TERREMOTO: SCOSSA MAGNITUDO 2. 7 IN PROVINCIA AQUILA... 6 Asca: TERREMOTO: LIEVE EVENTO SISMICO IN PROVINCIA DI GROSSETO... 7 Asca: TERREMOTO: SCOSSA DI MAGNITUDO 2.7 STAMANE NELL'AQUILANO Asca: SICUREZZA: MARONI, A VENEZIA INVESTIGHEREMO ANCHE CONDIZIONI DI DEGRADO Avanti Online: Quando gli impressionisti rivoluzionarono la pittura Dire: Legambiente: idrocarburi nel Lambro e nel Po, Italia impreparata Il Giornale.it: "Sono gli amici dei rom a condannarli ai ghetti" Italia Oggi: Ice, a rischio metà delle sedi estere Il Messaggero: Omicidio colposo plurimo e incendio colposo. Il titolare del "Sabor Latino", il locale da Il Nuovo.it: Terremoti, scossa nell'aquilano Il Nuovo.it: Cina: incendio in miniera, 25 morti Rai News 24: Terremoto? Niente di più normale La Repubblica: caserta, blocchi e rifiuti per le strade - raffaele sardo La Repubblica: "tutta colpa delle ferrovie" La Repubblica: porta susa, il ministero boccia la galleria La Repubblica: frana in appennino evacuate sei famiglie La Repubblica: le regole nel paese di alice - (segue dalla prima pagina) La Repubblica: premier-paperone, tremonti tra i poveri - alberto d'argenio Il Riformista.it: Berlusconi sempre più ricco: suo reddito cresciuto di 8,5 milioni Il Secolo XIX: Nuovo campo da boccee maxischermo per i mondiali Il Secolo XIX: Berlusconi non sente la crisie dichiara 9 milioni in più Il Sole 24 Ore: Per le scuole speso un sesto delle risorse Il Sole 24 Ore: Al telefono gli scambi misteriosi sui Cds La Stampa: Bruciano molti ettari nei boschi di Buggio La Stampa: I lavori della caserma bloccati da un vincolo La Stampa: Bruciano molti ettari nei boschi di Buggio La Stampa: Bus di linea bloccati nelle code di auto La Stampa: Quattro telecamere saranno installate a S. Maria del Tempio La Stampa: Demolito l'ex parcheggio Acna TGCom: PAURA DALLA TERRA WindPress.it: LIEVE EVENTO SISMICO IN PROVINCIA DI GROSSETO marketpress.info: POLITICHE INTEGRATE DI SICUREZZA E PROTEZIONE CIVILE, CONVENZIONE TRA marketpress.info: ANAS CAMPANIA: CONSEGNATO IL 1 LOTTO DELLE ATTIVITÀ DI RIMOZIONE DEI marketpress.info: BOLZANO: GIUNTA MERCOLEDÌ 17 IN VISITA NEL CANTONE DEI GRIGIONI marketpress.info: STUDI SUL RELITTO PRODUGAL: UN LAVORO IMPORTANTE marketpress.info: UE: DISASTRI NATURALI: IMPREVEDIBILI NON SIGNIFICA NON C È NIENTE DA FARE. 55

3 Adnkronos Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 17:25 Bologna - (Adnkronos) - I versanti più a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticità i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi commenta 0 vota 1 invia stampa Bologna, 15 mar. - (Adnkronos) - E' stata diramata dalla Protezione civile dell'emilia Romagna un'allerta valanghe a partire dalle 13 di oggi e per le prossime 48 ore. Il manto nevoso, accumulatosi nei giorni scorsi, sta lentamente assestandosi sulla maggior parte dei pendii favorendo il consolidamento degli strati, fa sapere la Protezione civile che segnala l'attenuazione del pericolo a 'Marcato 3' con tendenza stazionaria. I versanti piu' a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticita' i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi. Nell'Appennino emiliano le attivita' sci-alpinistiche ed escursionistiche al di sopra del limite degli alberi sono sconsigliate, in particolare in tutti i comprensori delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. NAZIONALE Pag. 1

4 Adnkronos Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 17:25 Bologna - (Adnkronos) - I versanti più a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticità i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi commenta 0 vota 1 invia stampa Bologna, 15 mar. - (Adnkronos) - E' stata diramata dalla Protezione civile dell'emilia Romagna un'allerta valanghe a partire dalle 13 di oggi e per le prossime 48 ore. Il manto nevoso, accumulatosi nei giorni scorsi, sta lentamente assestandosi sulla maggior parte dei pendii favorendo il consolidamento degli strati, fa sapere la Protezione civile che segnala l'attenuazione del pericolo a 'Marcato 3' con tendenza stazionaria. I versanti piu' a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticita' i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi. Nell'Appennino emiliano le attivita' sci-alpinistiche ed escursionistiche al di sopra del limite degli alberi sono sconsigliate, in particolare in tutti i comprensori delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. NAZIONALE Pag. 2

5 Adnkronos Terremoti, lieve sisma in Toscana nella provincia di Grosseto ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 19:52 Roma - (Adnkronos) - Epicentro tra i comuni di Arcidosso, Roccalbegna e Semproniano commenta 0 vota 0 invia stampa Roma, 15 mar. - (Adnkronos) - Un evento sismico e' stato lievemente avvertito nel pomeriggio dalla popolazione in Toscana, nella provincia di Grosseto. L'epicentro e' stato localizzato tra i comuni di Roccalbegna, Arcidosso e Semproniano. Dalle verifiche effettuate dalla sala situazione Italia del dipartimento della Protezione civile, "non risultano danni a persone o cose". Secondo i rilievi registrati dall'istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l'evento sismico si e' verificato alle ore con magnitudo 1.6. NAZIONALE Pag. 3

6 Adnkronos Terremoti: scossa di magnitudo 2.8 sull'etna ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 16:47 commenta 0 vota 0 invia stampa Catania, 15 mar. - (Adnkronos) - Una scossa di terremoto e' stata registrata sull' Etna dall' istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. L'evento ha avuto magnitudo 2.8 e si e' verificato alle ore 4.16 con epicentro nei pressi di Adrano. NAZIONALE Pag. 4

7 Adnkronos Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 17:25 Bologna - (Adnkronos) - I versanti più a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticità i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi commenta 0 vota 1 invia stampa Bologna, 15 mar. - (Adnkronos) - E' stata diramata dalla Protezione civile dell'emilia Romagna un'allerta valanghe a partire dalle 13 di oggi e per le prossime 48 ore. Il manto nevoso, accumulatosi nei giorni scorsi, sta lentamente assestandosi sulla maggior parte dei pendii favorendo il consolidamento degli strati, fa sapere la Protezione civile che segnala l'attenuazione del pericolo a 'Marcato 3' con tendenza stazionaria. I versanti piu' a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticita' i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi. Nell'Appennino emiliano le attivita' sci-alpinistiche ed escursionistiche al di sopra del limite degli alberi sono sconsigliate, in particolare in tutti i comprensori delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. NAZIONALE Pag. 5

8 Agi TERREMOTO: SCOSSA MAGNITUDO 2. 7 IN PROVINCIA AQUILA Condividi: Facebook Google Yahoo Twitter Altri Preferiti Facebook Delicious LinkedIn Google Yahoo MySpace Digg Twitter Netvibes Reddit Live Stampa Invia questo articolo (AGI) - Roma, 16 mar. - Scossa di terremoto in provincia dell'aquila. L'evento sismico - secondo i rilievi effettuati dall'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia - e' stato registrato alle ore 6.51 con una magnitudo locale di 2.7. Le localita' prossime all'epicentro - riferisce il Dipartimento della Protezione civile - sono Lucoli, San Panfilo D'Ocre, L'Aquila e Tornimparte. (AGI) red NAZIONALE Pag. 6

9 Asca TERREMOTO: LIEVE EVENTO SISMICO IN PROVINCIA DI GROSSETO. TERREMOTO: LIEVE EVENTO SISMICO IN PROVINCIA DI GROSSETO (ASCA) - Roma, 15 mar - Un evento sismico e' stato lievemente avvertito nel pomeriggio dalla popolazione in provincia di Grosseto. L'epicentro e' stato localizzato tra i comuni di Roccalbegna, Arcidosso e Semproniano. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, spiega una nota, non risultano danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall'istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l'evento sismico si e' verificato alle ore 15,24 con magnitudo 1.6. res-rus/cam/ss (Asca) NAZIONALE Pag. 7

10 Asca TERREMOTO: SCOSSA DI MAGNITUDO 2.7 STAMANE NELL'AQUILANO. TERREMOTO: SCOSSA DI MAGNITUDO 2.7 STAMANE NELL'AQUILANO (ASCA) - L'Aquila, 16 mar - Una scossa di terremoto ha svegliato stamane la popolazione dell'aquilano. Secondo i rilievi dell'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l'evento si e' verificato alle ore 6.51 con epicentro localizzato tra la citta' capoluogo, Lucoli, Ocre e Tornimparte. La scossa e' stata chiaramente avvertita, anticipando il risveglio di molti. Non si segnalano, pero', particolari danni, anche se la paura e' stata tanta, soprattutto in relazione al periodo: fra una ventina di giorni, il 6 aprile, ricorre il primo anniversario della scossa delle 3.32 che distrusse L'Aquila. iso/mcc/lv (Asca) NAZIONALE Pag. 8

11 Asca SICUREZZA: MARONI, A VENEZIA INVESTIGHEREMO ANCHE CONDIZIONI DI DEGRADO. SICUREZZA: MARONI, A VENEZIA INVESTIGHEREMO ANCHE CONDIZIONI DI DEGRADO (ASCA) - Venezia, 15 mar - Il ministro dell'interno, Roberto Maroni, ha presentato a Venezia, il nuovo protocollo sulla sicurezza, che coinvolge anzitutto la Provincia. ''Il protocollo si occupa non solo della criminalita' comunemente intesa, ma anche di investigare condizioni di degrado sociale ed ambientale che possono portare a fenomeni di criminalita', come rapine e furti, e anche di sicurezza in termini di protezione civile - ha spiegato Maroni -. Si trata di una forte azione integrata tra forze dell'ordine, Questura, Prefettura e le istituzioni Provincia e Comune. Una sfida importante avendo come unico obiettivo la sicurezza dei cittadini''. fdm/mcc/bra NAZIONALE Pag. 9

12 Avanti Online Quando gli impressionisti rivoluzionarono la pittura La mostra Da Corot a Monet. La sinfonia della natura, in calendario fino al 29 giugno nel Complesso del Vittoriano di Roma, nasce sotto l'alto patronato del presidente della Repubblica ed è stata realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia. Presenta una prestigiosa esposizione, che per la prima volta mette in relazione le straordinarie innovazioni attraverso cui gli impressionisti rivoluzionarono la pittura tradizionale, con una comprensione più ampia della natura, della cultura e della modernizzazione del loro tempo. Oltre 170 opere tra dipinti, disegni su carta, incisioni e fotografie d'epoca, queste ultime mai esposte prima in Italia, ripercorrono l'evoluzione della rappresentazione della natura nella pittura francese dell'ottocento, partendo dalle prime innovazioni ai canoni classici, apportate dai pittori della Scuola di Barbizon, esplorando a fondo la rivoluzione degli impressionisti per arrivare al trionfo cromatico delle Ninfee di Claude Monet.L'esposizione a cura di Stephen F. Eisenman, ordinario di Storia dell'arte alla Northwestern University di Chicago, in collaborazione con Richard R. Brettell, commissario internazionale della mostra, ordinario di Storia dell'arte alla University of Texas di Dallas, si avvale di un prestigioso comitato scientifico composto da studiosi di livello internazionale e di tanti musei di tutto il mondo, insieme ad importanti gallerie e collezioni private che hanno sostenuto questo ambizioso progetto.l'impressionismo è certamente un periodo storico-artistico al quale sono state dedicate innumerevoli esposizioni, studi e pubblicazioni, ma questa mostra al Vittoriano propone per la prima volta un'analisi davvero approfondita e complessiva del rapporto tra Impressionismo e natura e di come gli impressionisti - è stato ribadito durante la presentazione - con il loro linguaggio artistico innovativo, non solo abbiano reso testimonianza visiva dell'impatto della modernità sul paesaggio francese, in una coesistenza di passato e presente, ma abbiano abbracciato una nuova prospettiva olistica che rivela il dinamismo e la contingenza di ogni sistema sociale e naturale.il primo impatto si ha con una selezione di opere a contrasto: da un lato i paesaggi classicheggianti, alla maniera dei Salon, come l'imponente Vista dell'isola di Capri di Harpignies, dall'altro il nuovo approccio degli artisti della Scuola di Barbizon, che sceglievano di raffigurare luoghi meno spettacolari e di creare composizioni meno fedeli ai dettami della tradizione.la Scuola di Barbizon comprende quegli artisti, tra cui Corot, Rousseau, Díaz de la Pena, Dupré e Daubigny, che a partire dagli anni Trenta dell'ottocento si stabilirono proprio a Barbizon, una località della foresta di Fontainebleau, dove cominciarono a disegnare e talvolta anche a dipingere en plein air, con un'attenzione particolare agli effetti transitori della luce e dell'atmosfera, pur mantenendo un notevole rispetto per la tradizione artistica, raffigurando scene rurali solitarie, oltre che per gli elementi legati alla visione e alla vita materiale. La foresta di Fontainbleau, poco lontana da Parigi, rappresentava per i francesi dell'epoca un vero e proprio monumento naturale da proteggere e preservare. Come scrive Stephen Eisenman nel suo saggio: Nel 1860 C.F. Denecourt, il celebre scrittore di guide di viaggio, rivolse un appello all'imperatore Napoleone III affinché la foresta venisse protetta: Con i suoi splendidi orizzonti, le superbe masse di rocce antidiluviane, le valli ombreggiate, gli spazi vuoti e gli alberi secolari... [questa foresta] è stata regalata da Dio alla Francia come un modello di paesaggio terreno'. Théodore Rousseau, dal canto suo, descrisse le foreste come l'unico ricordo ancora vivo dell'epoca eroica della madrepatria da Carlo Magno a Napoleone', e nel 1852 sollecitò Napoleone III a istituire una riserva naturale nella foresta, cosa che quest'ultimo fece nel Questa réserve artistique' di ettari fu uno dei primi parchi nazionali del mondo. (...) I dipinti di Barbizon, comprese le fotografie di Cuvelier, Le Gray, Le Secq e altri, - qui esposte - erano dunque intensamente nostalgici, giacché rievocano il sogno di un'era in cui - almeno così si credeva - nobili e contadini vivevano in armonia, la terra era fertile e pacifica e le uniche tracce significative dello scorrere del tempo erano il mutare delle stagioni e la diversa intensità della luce nelle ore del giorno. Gli impressionisti, che ammiravano Daubigny e negli anni Settanta dell'ottocento lo seguirono a Auvers - spiega Eisenman - amplificarono al massimo le innovazioni e minimizzarono il conservatorismo degli artisti di Barbizon. Nel 1872 Claude Monet si costruì uno studio galleggiante sull'esempio di Daubigny (autore della serie di incisioni En bateau', 1872, New York Public Library, presenti in mostra), ma anziché guardare in basso verso le sponde dei fiumi per rappresentarne la particolare morfologia, di solito abbracciava con lo sguardo acqua, cielo, ponti, gitanti, passeggiatori, battellieri, braccianti e tutte le forme della natura e della cultura rivierasca. Invece di raffigurare quel mondo complesso gradualmente, con pennellate brevi, misurate e relativamente uniformi, utilizzava segni ampi ed espressivi, macchie, tocchi, riccioli e virgole di colore. Attraverso l'unione di una superficie pittorica animata e una nuova gamma di soggetti. In effetti Monet e gli impressionisti aprirono una serie di interrogativi critici sulla modernità che avrebbero stimolato l'ambiziosa pittura europea per i decenni a venire. Essi sostituirono al nominalismo degli artisti di Barbizon un olismo nuovo e convincente: erano diventati artisti ecologici. Una rappresentazione della natura come forza vitale, nella sua perpetua attività generatrice, priva di figure umane, è quella presentata da artisti come Courbet, Boudin e Cazin.Nelle opere degli impressionisti appare evidente NAZIONALE Pag. 10

13 Avanti Online Quando gli impressionisti rivoluzionarono la pittura questa nuova volontà di rappresentare una realtà che è frutto dell'equilibrio e della commistione indissolubile tra tutte le parti del mondo naturale. Prendendo spunto dagli sviluppi della scienza a loro contemporanea, come testimoniano in mostra alcune copie della rivista scientifica La Nature di Gustave Tissandier e pubblicazioni del geologo radicale Elisée Reclus, i pittori impressionisti rappresentarono l'economia della natura, ovvero la terra come un insieme di sistemi umani e naturali collegati tra loro, con tutte le parti ugualmente vitali e reciprocamente vincolate.quella impressionista è una sfida al pittoresco convenzionale, sia nel virtuosismo della tecnica essenziale, sia in quello della composizione. Come spiega John House nel suo saggio in catalogo: Le opere eseguite da Pissarro e Monet tra gli anni Settanta e Ottanta dell'ottocento chiariscono ulteriormente questi temi. Negli anni Settanta Pissarro realizzò una sequenza di vedute delle rive dell'oise in cui le fabbriche giocano un ruolo prominente (in mostra La sente du Chou', Douai, Musée de la Chartreuse). Questa intrusione della contemporaneità equivaleva a un rifiuto delle immagini convenzionali del fiume rese popolari dai dipinti di Charles-Francois Daubigny, in cui le sponde verdi e nebbiose sono presentate come un rifugio incontaminato (esposto Mattino sull'oise', Oshkosh, Paine Art Center and Gardens). A un primo sguardo le fabbriche di Pissarro sembrano accomunabili alla parodistica mietitura di Renoir, ma tra le due c'è una differenza sostanziale: mentre in Renoir contava soprattutto la decisione di declinare il tema della mietitura in chiave antipittoresca, in Pissarro la rottura è provocata da un'intrusione fisica nel paesaggio stesso, quella della fabbrica sulla riva del fiume. (...) Considerato nel suo insieme, questo progetto suggerisce che la presenza della modernità può assumere molte forme e che una pittura realmente moderna dovrebbe riunire quegli elementi contrastanti che le rappresentazioni di paesaggi tradizionali avevano escluso.anche Monet, nelle vedute di Argenteuil realizzate in questo stesso periodo, esplora un'ampia gamma di tonalità e atmosfere. A volte il luogo è raffigurato come un villaggio rurale, ma più spesso sono i segni della modernità a imporsi, pur nella loro estrema diversità: fabbriche e ponti ferroviari, ma anche ville suburbane, chalet sulle rive del fiume e imbarcazioni in movimento, con una continua variazione tonale delle opere, che esplorano tutte le più disparate variazioni atmosferiche in una gamma di effetti visivi davvero straordinaria.l'uomo entra nel paesaggio, come nel capolavoro di Frédéric Bazille dal Musée Fabre di Montpellier, nel quale la donna in primo piano si immerge completamente nella natura, invitando il nostro sguardo a sprofondare nel panorama della valle verdeggiante vicino al villaggio di Castelnau. Come spiega Eisenman, Alfred Sisley dedicò tutta la sua carriera a rappresentare i cicli della natura e il potere dell'idrologia: I suoi maggiori dipinti hanno per soggetto fiumi, laghi, oceani e alluvioni. Ne sono un esempio - tra le opere esposte - L'inondazione a Port-Marly' 1872, (Washington, National Gallery of Art), L'inondazione a Moret' 1872 (Brooklyn Museum) e La Senna a St.-Mammès' ca (Muskegon Museum of Art): essi raffigurano in maniera vivida ciò che Tissandier e Reclus descrivevano a parole, ovvero che le piene sempre più frequenti dei fiumi francesi, tra cui la Senna, il Rodano, la Loira e la Garonna erano una conseguenza dell'azione e degli abusi dell'uomo che tagliava alberi e siepi distruggendo le foreste per lasciar spazio all'agricoltura. In effetti le grandi inondazioni del 1846, 56 e 75 furono ampiamente attribuite alla deforestazione. Ma i quadri di Sisley evidenziano anche un altro aspetto della visione di Reclus, ovvero che le comunità sono in grado di adattarsi ai cicli della natura e persino alle calamità esacerbate dall'agire dell'uomo.l'avvento della Terza Repubblica nel 1879 cambiò nettamente la politica artistica dello Stato francese che, se in passato aveva favorito le forme più tradizionali del paesaggio rurale, incoraggiava ora attivamente la raffigurazione delle scene contemporanee. Fu forse anche questo che contribuì al trasferimento di Monet a Vétheuil e ad un atteggiamento nuovo: abbandono dei soggetti esplicitamente moderni, riduzione al minimo della presenza umana. La fusione tra pratica artistica e vita privata che Monet attuò nella casa e nei giardini di Giverny è un esempio perfetto della tendenza antiurbana e introspettiva dell'arte moderna fin de siècle. Ormai prossimo alla fine della vita e della carriera - scrive Eisenman - Monet ripensò alle opere dei grandi pittori di Barbizon (Rousseau, Díaz, Dupré, Harpignies e Daubigny), nonché dei fotografi Eugène Cuvelier, Gustave Le Gray e Henri Le Secq, i quali avevano tutti posto l'acqua - in particolare i fiumi e le paludi - al centro della loro visione. Al pari di questi artisti, anche lui considerava l'acqua - come aveva scritto il naturalista Justus Liebig nel 1845, durante il periodo d'oro di Barbizon - l'agente intermedio di tutta la vita organica. Le sue ninfee erano forse il piccolo e tiepido stagno descritto da Darwin, il brodo primordiale da cui si svilupparono tutte le forme di vita. La mostra si chiude con una testimonianza dello splendido ciclo delle Ninfee, oggi chiamato Grandes Décorations, installato all'orangerie di Parigi e aperto al pubblico nel 1927, un anno dopo la morte dell'artista. NAZIONALE Pag. 11

14 Avanti Online GUERRINO MATTEI Quando gli impressionisti rivoluzionarono la pittura NAZIONALE Pag. 12

15 Dire Legambiente: idrocarburi nel Lambro e nel Po, Italia impreparata Roma - L'Italia si è rivelata impreparata ad affrontare emergenze come quella accaduta sui fiumi Lambro e Po. Solo la buona volontà e la prontezza della Protezione civile locale, dei tecnici della depurazione dell'impianto di Monza e di alcune Province e Comuni hanno consentito che il disastro non avesse conseguenze peggiori. È questa la considerazione di Legambiente alla conclusione della campagna 'Operazione Sos Po- Lambro', partita subito dopo il disastro raggiungendo le zone più colpite lungo l'asta dei fiumi. Po in piena (alluvione 2002) A conti fatti, da dati ufficiali, "sono state sversati metri cubi di petrolio, cioè tonnellate di idrocarburi di cui di gasolio e 800 di oli combustibili- segnala Legambiente- gli interventi di contenimento hanno fatto sì che tonnellate venissero bloccate dal depuratore di Monza, 300 nel piazzale della Lombarda Petroli, 200 fermate lungo il Lambro e 450 arrestate dalla diga di Isola Serafini". Delle 400 tonnellate che mancano all'appello, "quantità imprecisate sono evaporate o si sono depositate sulle sponde, e dunque solo una piccola frazione, sicuramente inferiore al 10% dello sversamento, ha raggiunto il delta e da qui l'adriatico". Il danno è stato "comunque molto grave per le acque e l'ecosistema fluviale, e richiede azioni efficaci di risanamento e recupero ambientale". Al danno da petrolio "si è aggiunto quello legato alla messa fuori servizio del grande depuratore di Monza, che serve abitanti equivalenti- denuncia Legambiente- gli effetti sono stati limitati grazie alla tempestività degli interventi di ripristino messi in atto dalle maestranze dell'impianto, rientrato in funzione in anticipo sui tempi previsti, e alla modulazione delle portate del fiume attuata dall'ente Parco Regionale della Valle del Lambro, che regola la diga del lago di Pusiano: chiusa durante la discesa del petrolio per rallentare la marea nera, e poi riaperta per diluire i reflui del depuratore". Per verificare la situazione, Legambiente ha voluto toccare con mano ed è partita per un viaggio contro corrente- dal Delta fino a Villasanta- sulle tracce del disastro, per constatare direttamente i fatti e verificare, con i diretti interessati, come è stata affrontata l'emergenza. Per dieci giorni i tecnici di Legambiente, insieme ai circoli e ai comitati regionali di Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, hanno incontrato associazioni, amministratori e semplici cittadini, che vivono sulle sponde di Po e Lambro. Dagli agricoltori ai pescatori, dagli allevatori di mitili del delta del Po ai dirigenti dei Parchi e agli assessori delle provincie da Rovigo a Piacenza fino a Monza, "chiedono con forza che il Lambro non venga escluso dagli interventi di risanamento del Po", segnala Legambiente. Fra le istituzioni incontrate non potevano mancare l'autorità di Bacino del Po e le Arpa delle tre regioni coinvolte. Durante il viaggio Legambiente ha registrato "la rabbia e la speranza dei cittadini che vivono sull'asta fluviale e la preoccupazione per il danno ambientale che questo disastro ha portato". Molte sono state "le conferme alle accuse lanciate fin dalla prima ora". Innanzitutto quella relativa "alla sottovalutazione della Regione Lombardia sull'entità dello sversamento, sottovalutazione che ha messo in grave difficoltà gli interventi successivi messi in campo nelle regioni Emilia Romagna e Veneto". A questo si aggiunge "la mancanza e l'inadeguatezza dei controlli delle industrie a rischio di incidenti rilevanti come la Lombarda Petroli: un fatto scandaloso, considerato che nella sola Lombardia le aziende a rischio sono ben 287". Appare ormai "chiaro", infatti, che "Lombarda Petroli, pur essendo riuscita da un anno ad uscire dal novero delle aziende a rischio, deteneva quantitativi di idrocarburi superiori al consentito, in condizioni di grave carenza di sistemi di sicurezza". Un quadro "sconcertante- attacca Legambiente- derivante anche dalla perdurante sovrapposizione di ruoli (le ispezioni al sito di Lombarda Petroli, a quanto pare superate con esito positivo, sono infatti una competenza del ministero dell'ambiente), che alla fine si è trasformata in tragedia ambientale". "Tutti i rappresentanti istituzionali incontrati nel corso del viaggio hanno lamentato la mancanza di un coordinamento nazionale per l'emergenza fin dall'inizio del disastro- denuncia Legambiente- il ritardo con cui le Regioni hanno chiesto lo stato d'emergenza nazionale ha determinato disordine e conflitti nell'organizzazione degli interventi, senza che vi fosse chiarezza sulla catena di comando". Resta "tutta da chiarire la dinamica degli eventi che hanno impedito di fermare la marea nera agli sbarramenti di Cerro al Lambro e Melegnano (Milano): in quel punto sono transitate circa mille tonnellate di idrocarburi, una quantità certo enorme, ma corrispondenti alla capacità di autocisterne, mezzi che non sarebbe stato impossibile predisporre e NAZIONALE Pag. 13

16 Dire Legambiente: idrocarburi nel Lambro e nel Po, Italia impreparata gestire nell'arco delle molte ore che la marea nera ha impiegato per raggiungere i due centri al confine del territorio milanese". Un "plauso" invece va "agli enti brianzoli e a quelli piacentini- rileva l'associazione ambientalista- con sangue freddo e decisioni giuste, gli interventi dei dirigenti della provincia monzese, del Parco della Valle del Lambro e dell'azienda che gestisce il depuratore sono stati sicuramente i più efficaci e tempestivi, mentre ai Sindaci di Piacenza e Monticelli, insieme al Presidente della Provincia e all'autorità di Bacino, deve essere riconosciuta l'azione risolutiva, resa possibile dalla richiesta di intervento della Protezione Civile Nazionale in un momento di grave mancanza di coordinamento". NAZIONALE Pag. 14

17 Il Giornale.it "Sono gli amici dei rom a condannarli ai ghetti" articolo di lunedì 15 marzo 2010 di Giulia Guerri Dopo il caso del ragazzino rumeno vittima di un incendio in un accampamento abusivo non si placano la polemiche E chi si oppone agli sgomberi ora è sotto accusa. Moioli: "Troppo comodo fare i buonisti con chi fa vivere così i bambini" «È stata la cultura astratta dell'opera Nomadi a creare i ghetti. Sono loro che hanno sbagliato teoria, hanno fatto una cosa culturalista per cui avremmo dovuto garantire una diversità che per i rom alla fine si è rivelata una condanna a morte». Il giorno dopo la tragedia del campo nomadi di via Novara, dove venerdì notte il piccolo Emil Enea è morto carbonizzato nell'incendio divampato nella sua baracca per colpa di una stufa, il presidente della commissione delle politiche sociali del Comune, Aldo Brandirali ha ancora tutta l'amarezza in bocca per quello che è successo. Il pensiero che forse si sarebbe anche potuto evitare e la consapevolezza che quando muore un ragazzino di tredici anni è sempre una sconfitta, comunque. «I campi nomadi sono condizioni di vita bestiali, inaccettabili. Gli sgomberi fanno parte di un progetto che va verso la chiusura degli accampamenti. Siamo già partiti con Triboniano, con i contratti di responsabilità sociale. Ma bisogna arrivare alla chiusura completa, dobbiamo smantellarli». Brandirali prova a dare anche una scadenza: il primo ad essere eliminato sarà proprio Triboniano, tempo un anno e mezzo. E poi tutti gli altri a seguire entro tre anni. «Nei campi regolari ci sono famiglie nomadi ricche che hanno uno stuolo di schiavi al loro seguito. Non sono condizioni accettabili, questo è il punto». E la sinistra pecca di astrattezza, buonismo e intellettualismo quando si scaglia contro le scelte dell'amministrazione. Quando ogni volta che si tratta di fare uno sgombero, levano gli scudi in segno di protesta. Che puntano il dito contro il Comune tacciandolo di portare avanti soltanto una politica di repressione e d'intimidazione. Accusandolo di fare una caccia al rom per campagna elettorale. Già, ma se il campo di via Novara fosse stato sgomberato, così come aveva detto il sindaco sabato mattina, quel ragazzino sarebbe ancora vivo. «Se non era in un campo, allora non moriva. Sì, ma dov'era? Forse sotto i ponti, o chissà dove». Patrizia Quartieri è consigliere comunale del Prc e a fine novembre, quando è stato smantellato l'accampamento nomadi di via Rubattino, aveva accompagnato i rom in una chiesa lì vicino insieme a un altro consigliere del Pd. Sui rom, su ciò che il Comune sta facendo e ha fatto non cambia idea. «Non è sgomberando che il problema si risolve. Arrivati a questo punto, si deve smettere con questa politica indiscriminata e crudele. Che il Comune, le associazioni, le comunità rom si mettano intorno a un tavolo per cercare delle soluzioni condivise. Basta col dire che non si integrano». Perché sono in molti che ci stanno provando a trovare un lavoro, assicura la consigliera, e anche a fare un percorso di autonomia professionale e abitativa. Certo, poi spesso sono costretti a lavorare in nero, perché nessuno li vuole mettere in regola. Tutta colpa del pregiudizio, invece bisogna andare fino in fondo a vedere come sono davvero questi nomadi. «I peggiori nemici dei rom sono quelli che li difendono a parole - ribatte l'assessore alle politiche sociali Mariolina Moioli -. Pensano solo a fare propaganda. È troppo comodo fare i buonisti rispetto a chi delinque e non ha rispetto di donne e figli. Qualche volta, volere il bene di una persona, vuol dire fare azioni forti, di legalità». Il campo nomadi, continua Moioli, è nemico dell'integrazione finché al suo interno prevarranno logiche di potere, di sopraffazione e di criminalità. «L'abusivismo va combattuto, e dove ci sono le condizioni di aiuto positivo, ci si prova». «Mandiamoli via tutti o lasciamoli lì, povere vittime. Raffreddiamo lo scontro politico su questa vicenda. La morte di un bambino non va strumentalizzata». Sono anni che don Colmegna lavora con i rom e nei campi nomadi. E di fronte ad un problema così ammette che nemmeno lui sa bene cosa fare. Ma di una cosa è certo. «L'errore più grande è farne una questione politica. È molto quotata da tutti e due gli schieramenti. Ma bisogna stare nel mezzo e fare. Noi non siamo buonisti, ma carichi di una visione umanitaria. Vogliamo tirare fuori questo problema dall'impossibilità di affrontarlo e pensare a cosa fare in concreto. Non urlando». IL GIORNALE ON LINE S.R.L. - Via G. Negri Milano - P.IVA NAZIONALE Pag. 15

18 Italia Oggi Ice, a rischio metà delle sedi estere L'allarme dell'istituto: la situazione è drammatica. Il piano di ridimensionamento è pronto Scomparsi dal decreto incentivi i fondi per il Made in Italy Scompaiono i fondi per il Made in italy dal decreto incentivi del governo. L'allarme giunge dall'ice, dove i vertici si preparano a chiudere oltre quaranta tra uffici esteri e punti di corrispondenza. La situazione, fanno sapere a via Liszt, è drammatica. Il ministero dello sviluppo economico aveva promesso oltre dieci milioni di euro per le attività di promozione del Made in italy e altri dieci per il rafforzamento e il rilancio della rete estera dell'istituto presieduto da Umberto Vattani, 105 uffici in 80 paesi. Soldi che fino venerdì scorso c'erano e che ora sembrano essersi volatilizzati. Senza risorse finanziarie per gli uffici, l'ice si appresta a chiudere quasi la metà della rete all'estero: un danno gravissimo per le imprese, specialmente piccole e medie, che vogliono operare sui mercati internazionali. Una smobilitazione che potrebbe rivelarsi catastrofica per l'intero Made in Italy.Nel calderone del decreto, in cui trovano posto le sovvenzioni a elettrodomestici, motocicli, banda larga, rimorchi agricoli e persino lo stanziamento per la costruzione di una unità navale per le calamità naturali, dei fondi per il nostro export che attraversa una fase non certo facile non vi è più traccia. Per il sistema Italia è una mazzata forte, inaspettata e in controtendenza rispetto alla riforma che il governo sta portando avanti e che prevede un ruolo centrale dell'ice con l'obiettivo di realizzare sinergie ed evitare sprechi e sovrapposizioni con altri enti. Scongiurata l'ipotesi Spa, anche a seguito delle polemiche sull'agenzia della protezione civile, prima proposta e poi ritirata dall'esecutivo in seguito alla vicenda Bertolaso, la riforma è in dirittura d'arrivo. Ma, dicono all'ice, ha poco senso se poi si tagliano i finanziamenti alla rete estera, lo strumento maggiormente utilizzato dalle imprese. Il piano di ridimensionamento è pronto: richiamo in Italia dei dirigenti all'estero, chiusura di oltre venti uffici tra cui Atene, Amsterdam, Dusseldorf, Lisbona, Praga, Riga e Oslo in Europa; Miami negli Stati Uniti e Toronto in Canada; Calcutta, Damasco, Karachi, Manila e Giacarta in Asia; Lima e Montevideo in Sudamerica. A ciò si aggiungerà la cessazione di una ventina di punti di corrispondenza gestiti da personale locale in Turchia, Brasile, Russia, Romania, Australia, Nuova Zelanda e Paesi Baltici. A questo punto, spiegano a via Liszt, sono a repentaglio anche le nuove aperture come quelle nei Territori Palestinesi, in Bielorussia e nei paesi dell'ex Unione Sovietica. La politica di contenimento delle spese va ormai avanti da diversi anni, man mano che i rubinetti dei finanziamenti vanno chiudendosi di pari passo con i periodici annunci di grandi riforme. Mai però nessun governo aveva stretto il cordone della borsa fino a questo punto. Anzi. L'assegnazione di nuovi fondi era stata promessa all'interno del decreto incentivi come parte di un più ampio rilancio dell'azione a favore delle imprese esportatrici, almeno fino a oggi. NAZIONALE Pag. 16

19 Il Messaggero Omicidio colposo plurimo e incendio colposo. Il titolare del "Sabor Latino", il locale da... Martedì 16 Marzo 2010 Chiudi Omicidio colposo plurimo e incendio colposo. Il titolare del Sabor Latino, il locale da ballo dove sabato sera sono morti quattro giovani stranieri, è da ieri formalmente sotto accusa. Il nome di Mece Bajram, 48 anni, titolare e gestore del seminterrato, è stato iscritto nel registro degli indagati. Il Comune, nello scorso dicembre, aveva proibito a Bajram di organizzare «intrattenimenti danzanti» nel garage di via Cappadocia. Ma l'intimazione è rimasta sulla carta, perché nessuno, né i vigili urbani né la polizia, ne ha imposto l'attuazione. Il macedone tra l'altro aveva presentato un ricorso al Tar contro la decisione del Campidoglio. L'iscrizione di Bajram nel registro degli indagati è stata decisa da Maria Bice Barborini, il magistrato che coordina le indagini, dopo che la Procura ha ricevuto un rapporto dai carabinieri della compagnia di Piazza Dante. Non è tanto il funzionamento della porta sotto accusa, ma il fatto che nel buio seguito allo scoppio dell'incendio non c'erano indicazioni sufficienti per trovarla in un locale saturo di fumo. Non a caso il dj rimasto in trappola al Sabor Latino, nell'ultima drammatica telefonata, ha chiesto aiuto agli amici dicendo che non riusciva a trovare la porta stessa. Ora si indaga anche su chi avrebbe dovuto far attuare la decisione del Comune e non lo fece. Il magistrato ha disposto l'autopsia sui corpi dele quattro vittime, il dj peruviano, un operaio romeno, e due ragazze, una del Guatemala, l'altra di El Salvador. E su proposta del presidente del consiglio comunale, Marco Pomarici, l'aula Giulio Cesare ha osservato ieri un minuto di silenzio per le quattro persone morte. Infine il Codacons si chiede come sia possibile che nessuno abbia fatto rispettare le disposizioni del Comune. NAZIONALE Pag. 17

20 Il Nuovo.it > Terremoti, scossa nell'aquilano Sisma di magnitudo 2.7 avvertito dalla popolazione (ANSA) - ROMA, 16 MAR - Una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 si e' verificata questa mattina, alle 6.51, in provincia dell'aquila. Le localita' piu' vicine all'epicentro sono Lucoli, San Panfilo d'ocre, l'aquila e Tornimparte. Il sisma e' stato avvertito dalla popolazione. NAZIONALE Pag. 18

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4............

sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4............ sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4........................ LA SPEZIA 19 luglio 2013 online A rischio i sommozzatori dei pompieri La Spezia Il corpo dei vigili del Fuoco subisce tagli, e farne le

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile

Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile Comunicato Stampa 8 dicembre 2010 Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile Mentre commentiamo stupiti ed attoniti l incendio sviluppatosi nel penitenziario di Santiago del Cile, che ha portato

Dettagli

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale)

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) SICUREZZA: MILANO; POLIZIA E ESERCITO CONTRO TAGLI GOVERNO (ANSA) - MILANO, 17 LUG - I tagli del Governo mettono a forte rischio la sicurezza

Dettagli

SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA PROVINCIALE

SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA PROVINCIALE SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA PROVINCIALE Via A. Diaz, 2 16129 GENOVA Tel.0105366356 FAX 010/8600173 genova@sap-nazionale.org www.sap-nazionale.org COMUNICATO STAMPA Per la sicurezza dei cittadini

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Sabato 10 ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. Sabato 10 ottobre 2015 RASSEGNA STAMPA Sabato 10 ottobre 2015 Via Gervasoni, 19 60129 Ancona - tel.071.2288.417 fax 071.54.655 web: www.siulpancona.it e-mail: ancona@siulp.it Criminalità in provincia, il Siulp: Problematiche

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Cattive pratiche e dolore

Cattive pratiche e dolore Il dolore nelle sue molteplici forme implicazioni assistenziali Cattive pratiche e dolore Livia Bicego giovedì, 4 marzo 2010 Teatro del Parco di San Giovanni Savona, 15 giugno 2009 Ospizio lager: dove

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro

La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro La strage di Capaci raccontata da Tina Montinaro Venerdì 17 aprile, è venuta nella nostra scuola signora Tina Montinaro, vedova di Antonio Montinaro, uno dei tre uomini di scorta che viaggiavano nella

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

pissarro l anima dell impressionismo family guide

pissarro l anima dell impressionismo family guide pissarro l anima dell impressionismo family guide +5 CAMILLE PISSARRO Il giovanotto che vediamo rappresentato è Camille Pissarro. Dipinge questo autoritratto poco prima dei 25 anni. Da un isola delle Antille

Dettagli

Sostenibilita : Nel 2011 sono 144 mila i siti produttivi certificati

Sostenibilita : Nel 2011 sono 144 mila i siti produttivi certificati Sostenibilita : Nel 2011 sono 144 mila i siti produttivi certificati http://www.dailyblog.it/sostenibilita-nel-2011-sono-144-mila-i-siti-produttivi-certifica... Page 1 of 1 10/06/2011 Temi Caldi: calcio

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA

PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA Capece, stop a tagli indiscriminati a comparto sicurezza (ANSA) - ROMA, 14 NOV - «Alzare i livelli di sicurezza in Italia dopo i gravissimi attentati

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa?

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa? 1. In Germania c'è l'impressione che in Italia il periodo degli grandi assassini della mafia sia passato: Non si vede più grandi attentati come quellineglianninovanta.comemai?egiustoquestaimpressione?

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni.

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni. 1 Prima di qualsiasi altra valutazione, vorrei soffermarmi su tre considerazioni, per me fondamentali per meglio definire il contesto in cui si sviluppa la nostra azione o le nostre pratiche sindacali,

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

Settimana del Pianeta Terra L Italia alla scoperta delle Geoscienze Una società più informata è una società più coinvolta

Settimana del Pianeta Terra L Italia alla scoperta delle Geoscienze Una società più informata è una società più coinvolta Settimana del Pianeta Terra L Italia alla scoperta delle Geoscienze Una società più informata è una società più coinvolta La terza edizione della Settimana del Pianeta Terra si svolgerà dal 18 al 25 ottobre

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. II Giornale CENTONO VE Quotidiano di Sicilia IL SOLE 24 ORE II Messaggero CORRIERE DELLA SERA RAITV RAlSSicilia MEDIASET 13-4-2015

RASSEGNA STAMPA. II Giornale CENTONO VE Quotidiano di Sicilia IL SOLE 24 ORE II Messaggero CORRIERE DELLA SERA RAITV RAlSSicilia MEDIASET 13-4-2015 GAZZETTA DEL SUD Agenzia ANSA Giornale di Sicilia Milano Finanze LA SICILIA Agenzia ITALIA LA REPUBBLICA Agenzia ITALPRESS Italia Oggi Agenzia ADNKRONOS RASSEGNA STAMPA 13-4-2015 II Giornale CENTONO VE

Dettagli

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Quadro statistico: alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali e non statali di Vinicio Ongini

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO

RESOCONTO STENOGRAFICO 1/5 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE 22.10.08- Incontro con la Stampa QUESTIONE CAMPO NOMADI E POSIZIONE UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PORTOGRUARO IN MERITO Nonostante le ripetute dichiarazioni,

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

CRO 21/07/2009 17.42.20 CARCERI: SOVRAFFOLLAMENTO; SAPPE, 11 REGIONI 'FUORI LEGGE'

CRO 21/07/2009 17.42.20 CARCERI: SOVRAFFOLLAMENTO; SAPPE, 11 REGIONI 'FUORI LEGGE' CRO 21/07/2009 17.42.20 CARCERI: SOVRAFFOLLAMENTO; SAPPE, 11 REGIONI 'FUORI LEGGE' CARCERI: SOVRAFFOLLAMENTO; SAPPE, 11 REGIONI 'FUORI LEGGE' (ANSA) - ROMA, 21 LUG - ''Sono undici le Regioni 'fuori legge'

Dettagli

DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO

DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO E tempo di cambiare decisamente la modalità di governare il problema. Da una gestione delle emergenze ad una gestione innovativa e preventiva del territorio

Dettagli

Rilancio della cartografia geologica

Rilancio della cartografia geologica Silvio Seno Presidente Federazione Italiana di Scienze della Terra 1 Rilancio della cartografia geologica 7 th Euregeo, Bologna - Conferenza stampa 14 giugno 2012 2 Premessa 3 Perché ci servono informazioni

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

CONVEGNO: INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA

CONVEGNO: INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA CONVEGNO: IMPARARE DALL ESPERIENZA. L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE MAXIEMERGENZE INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA ZANHOTEL EUROPA VIA BOLDRINI,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Tutte le bugie del governo sul clima

Tutte le bugie del governo sul clima Tutte le bugie del governo sul clima Roma, 17 ottobre 2008 Il Consiglio europeo del 16 ottobre ha confermato tempi ed obiettivi del Pacchetto Clima e Energia, ma l Italia continua a chiedere più flessibilità

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

I bambini vengono costretti a lavorare

I bambini vengono costretti a lavorare Un continente segnato dalle violenze, dai soprusi e dalle ingiustizie. Il destino di schiavitù che nei secoli scorsi ha colpito l'africa non si è esaurito nemmeno nel Terzo millennio. Nell'Ottocento, uomini

Dettagli

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 26-SET-2015 pagina 1 foglio 1 25-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 25-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale «Alda Costa» Ferrara

Istituto Comprensivo Statale «Alda Costa» Ferrara Istituto Comprensivo Statale «Alda Costa» Ferrara 1 evento del progetto nazionale La scuola studia e racconta il terremoto Convegno Mirandola Giovedì 18 Aprile 2013 Istituto Comprensivo «Alda Costa» Ferrara

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

PUBBLICITA' E DECORO URBANO. stampa chiudi

PUBBLICITA' E DECORO URBANO. stampa chiudi stampa chiudi PUBBLICITA' E DECORO URBANO Cartelloni abusivi mai rimossi: i comitati per il decoro denunciano sindaco e assessore «Omissione d'atti d'ufficio» e «collocamento pericoloso di cose» i reati

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI

LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI LA SITUAZIONE ENERGETICA ITALIANA ALL INIZIO DEL XXI SECOLO DAL CONFRONTO CON IL SECOLO PASSATO ALLA CERTIFICAZIONE DEGLI EDIFICI Giovanni Petrecca Dipartimento di Ingegneria Elettrica- Facoltà di Ingegneria

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 21/10/2011

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 21/10/2011 COMUNE DI COLOGNO MONZESE Rassegna Stampa del 21/10/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne TUTTOSCUOLA.COM Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne La FISM (Federazione Italiana delle Scuole Materne) denuncia la mancanza totale

Dettagli

terremoto (evento n. 10820) Data: 22/5/1868 Attendibilità evento: attendibile Attendibilità data: data certa

terremoto (evento n. 10820) Data: 22/5/1868 Attendibilità evento: attendibile Attendibilità data: data certa terremoto (evento n. 10820) Data: 22/5/1868 terremoto (evento n. 3891) Data: 15/9/1928 terremoto (evento n. 3893) Data: 25/12/1930 terremoto (evento n. 10841) Data: 19/2/1932 1935/12/ Varie Sismicità del

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Provinciale di Napoli CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI PROGETTO SICUREZZA E LEGALITÀ Strumenti operativi per prevenire e contrastare efficacemente il racket e l usura, liberare le imprese da tutti i condizionamenti

Dettagli

Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare

Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare Cardinal Bagnasco sostiene utilizzo combustibile da disarmo nucleare - 22 febbraio 2011- Il Cardinale Angelo Bagnasco accoglie il Programma Megatons to Development come occasione di sviluppo per l umanità,

Dettagli

Provincia di Milano, al via unità di crisi per casi di emergenza

Provincia di Milano, al via unità di crisi per casi di emergenza 27 novembre 2012, al via unità di crisi per casi di emergenza La ha approvato in giunta l istituzione dell Unità di crisi provinciale (Ucp), una sorta di coordinamento in grado di coordinare risorse umane

Dettagli

Testi tratti da: Cent anni di Mafia Storia criminale. G. Lo Schiavo E. Ciconte. N. Dalla Chiesa La convergenza

Testi tratti da: Cent anni di Mafia Storia criminale. G. Lo Schiavo E. Ciconte. N. Dalla Chiesa La convergenza 3^asl 4^bs STORIA DELLA MAFIA Testi tratti da: G. Lo Schiavo E. Ciconte Cent anni di Mafia Storia criminale N. Dalla Chiesa La convergenza Antecedenti storici Agli inizi dell 800 vi era ancora in Sicilia

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

IL MODELLO TURCO TRA REALTÀ

IL MODELLO TURCO TRA REALTÀ 440 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com IL MODELLO TURCO TRA REALTÀ E GRAVI LIMITI 6 giugno 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 La guerra civile siriana Le fasi iniziali del conflitto

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

LA GRANDE GUERRA sui media

LA GRANDE GUERRA sui media LA GRANDE GUERRA sui media 1 IL CENTRO http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2015/11/21/news/marini-la-grande-guerra-e-il-terrorismo- 1.12485624 Il CENTRO 22 novembre 2015 2 Il Messaggero 22 novembre

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

[Digitare il testo] Copyright Codacons 2010 www.codacons.it

[Digitare il testo] Copyright Codacons 2010 www.codacons.it A TUTTI I CITTADINI DI NAPOLI E PROVINCIA: Il Codacons scende in campo e lancia la clamorosa azione collettiva contro i RIFIUTI! AGISCI CON NOI PER RICHIEDERE UN RISARCIMENTO DI 2.000 EURO! TUTTI I NAPOLETANI

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

Ecco come (non) lavorano i dipendenti municipali della Polizia Locale ed all' AMIU di Taranto...

Ecco come (non) lavorano i dipendenti municipali della Polizia Locale ed all' AMIU di Taranto... Ecco come (non) lavorano i dipendenti municipali della Polizia Locale ed all' AMIU di Taranto... Continuano ad arrivarci in redazione fotografie, documenti, storie di ordinaria follia nella vita (in)civile

Dettagli

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo Unità 14 Telefonare fuori casa In questa unità imparerai: che cosa sono e come funzionano le schede telefoniche prepagate le parole legate alla telefonia a conoscere i pronomi e gli avverbi interrogativi

Dettagli

SOS Telefono Azzurro Onlus

SOS Telefono Azzurro Onlus SOS Telefono Azzurro Onlus L Associazione Italiana che ascolta e aiuta bambini e adolescenti intervenendo con passione e competenza, anche in emergenza, per contrastare la violenza e riportare la serenità.

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI)

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Purtroppo noi scontiamo, in Italia, il fatto che l odontoiatria come branca autonoma rispetto alla medicina si sia affermata solo in anni recenti, e nel passato l odontoiatria

Dettagli

Lezione 9. Tema: La comunicazione interculturale. Parte I. 1ª parte:

Lezione 9. Tema: La comunicazione interculturale. Parte I. 1ª parte: Lezione 9 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

26-11-2014 18 1. Fedagri. Quotidiano. Data Pagina Foglio. Pag. 2. Codice abbonamento:

26-11-2014 18 1. Fedagri. Quotidiano. Data Pagina Foglio. Pag. 2. Codice abbonamento: 8 Fedagri Pag. 2 27 Fedagri Pag. 5 / 2 domenica24 24 casa24 24 moda24 24 food24 24 motori24 24 job 24 stream24 24 viaggi24 24 salute24 24 shopping24 24 radio24 24 altri Cerca Accedi NEW! How To Spend It

Dettagli