RASSEGNA STAMPA del 16/03/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA STAMPA del 16/03/2010"

Transcript

1 RASSEGNA STAMPA del 16/03/2010

2 Sommario Rassegna Stampa dal al Adnkronos: Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino... 1 Adnkronos: Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino... 2 Adnkronos: Terremoti, lieve sisma in Toscana nella provincia di Grosseto... 3 Adnkronos: Terremoti: scossa di magnitudo 2.8 sull'etna... 4 Adnkronos: Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino... 5 Agi: TERREMOTO: SCOSSA MAGNITUDO 2. 7 IN PROVINCIA AQUILA... 6 Asca: TERREMOTO: LIEVE EVENTO SISMICO IN PROVINCIA DI GROSSETO... 7 Asca: TERREMOTO: SCOSSA DI MAGNITUDO 2.7 STAMANE NELL'AQUILANO Asca: SICUREZZA: MARONI, A VENEZIA INVESTIGHEREMO ANCHE CONDIZIONI DI DEGRADO Avanti Online: Quando gli impressionisti rivoluzionarono la pittura Dire: Legambiente: idrocarburi nel Lambro e nel Po, Italia impreparata Il Giornale.it: "Sono gli amici dei rom a condannarli ai ghetti" Italia Oggi: Ice, a rischio metà delle sedi estere Il Messaggero: Omicidio colposo plurimo e incendio colposo. Il titolare del "Sabor Latino", il locale da Il Nuovo.it: Terremoti, scossa nell'aquilano Il Nuovo.it: Cina: incendio in miniera, 25 morti Rai News 24: Terremoto? Niente di più normale La Repubblica: caserta, blocchi e rifiuti per le strade - raffaele sardo La Repubblica: "tutta colpa delle ferrovie" La Repubblica: porta susa, il ministero boccia la galleria La Repubblica: frana in appennino evacuate sei famiglie La Repubblica: le regole nel paese di alice - (segue dalla prima pagina) La Repubblica: premier-paperone, tremonti tra i poveri - alberto d'argenio Il Riformista.it: Berlusconi sempre più ricco: suo reddito cresciuto di 8,5 milioni Il Secolo XIX: Nuovo campo da boccee maxischermo per i mondiali Il Secolo XIX: Berlusconi non sente la crisie dichiara 9 milioni in più Il Sole 24 Ore: Per le scuole speso un sesto delle risorse Il Sole 24 Ore: Al telefono gli scambi misteriosi sui Cds La Stampa: Bruciano molti ettari nei boschi di Buggio La Stampa: I lavori della caserma bloccati da un vincolo La Stampa: Bruciano molti ettari nei boschi di Buggio La Stampa: Bus di linea bloccati nelle code di auto La Stampa: Quattro telecamere saranno installate a S. Maria del Tempio La Stampa: Demolito l'ex parcheggio Acna TGCom: PAURA DALLA TERRA WindPress.it: LIEVE EVENTO SISMICO IN PROVINCIA DI GROSSETO marketpress.info: POLITICHE INTEGRATE DI SICUREZZA E PROTEZIONE CIVILE, CONVENZIONE TRA marketpress.info: ANAS CAMPANIA: CONSEGNATO IL 1 LOTTO DELLE ATTIVITÀ DI RIMOZIONE DEI marketpress.info: BOLZANO: GIUNTA MERCOLEDÌ 17 IN VISITA NEL CANTONE DEI GRIGIONI marketpress.info: STUDI SUL RELITTO PRODUGAL: UN LAVORO IMPORTANTE marketpress.info: UE: DISASTRI NATURALI: IMPREVEDIBILI NON SIGNIFICA NON C È NIENTE DA FARE. 55

3 Adnkronos Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 17:25 Bologna - (Adnkronos) - I versanti più a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticità i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi commenta 0 vota 1 invia stampa Bologna, 15 mar. - (Adnkronos) - E' stata diramata dalla Protezione civile dell'emilia Romagna un'allerta valanghe a partire dalle 13 di oggi e per le prossime 48 ore. Il manto nevoso, accumulatosi nei giorni scorsi, sta lentamente assestandosi sulla maggior parte dei pendii favorendo il consolidamento degli strati, fa sapere la Protezione civile che segnala l'attenuazione del pericolo a 'Marcato 3' con tendenza stazionaria. I versanti piu' a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticita' i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi. Nell'Appennino emiliano le attivita' sci-alpinistiche ed escursionistiche al di sopra del limite degli alberi sono sconsigliate, in particolare in tutti i comprensori delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. NAZIONALE Pag. 1

4 Adnkronos Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 17:25 Bologna - (Adnkronos) - I versanti più a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticità i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi commenta 0 vota 1 invia stampa Bologna, 15 mar. - (Adnkronos) - E' stata diramata dalla Protezione civile dell'emilia Romagna un'allerta valanghe a partire dalle 13 di oggi e per le prossime 48 ore. Il manto nevoso, accumulatosi nei giorni scorsi, sta lentamente assestandosi sulla maggior parte dei pendii favorendo il consolidamento degli strati, fa sapere la Protezione civile che segnala l'attenuazione del pericolo a 'Marcato 3' con tendenza stazionaria. I versanti piu' a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticita' i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi. Nell'Appennino emiliano le attivita' sci-alpinistiche ed escursionistiche al di sopra del limite degli alberi sono sconsigliate, in particolare in tutti i comprensori delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. NAZIONALE Pag. 2

5 Adnkronos Terremoti, lieve sisma in Toscana nella provincia di Grosseto ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 19:52 Roma - (Adnkronos) - Epicentro tra i comuni di Arcidosso, Roccalbegna e Semproniano commenta 0 vota 0 invia stampa Roma, 15 mar. - (Adnkronos) - Un evento sismico e' stato lievemente avvertito nel pomeriggio dalla popolazione in Toscana, nella provincia di Grosseto. L'epicentro e' stato localizzato tra i comuni di Roccalbegna, Arcidosso e Semproniano. Dalle verifiche effettuate dalla sala situazione Italia del dipartimento della Protezione civile, "non risultano danni a persone o cose". Secondo i rilievi registrati dall'istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l'evento sismico si e' verificato alle ore con magnitudo 1.6. NAZIONALE Pag. 3

6 Adnkronos Terremoti: scossa di magnitudo 2.8 sull'etna ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 16:47 commenta 0 vota 0 invia stampa Catania, 15 mar. - (Adnkronos) - Una scossa di terremoto e' stata registrata sull' Etna dall' istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. L'evento ha avuto magnitudo 2.8 e si e' verificato alle ore 4.16 con epicentro nei pressi di Adrano. NAZIONALE Pag. 4

7 Adnkronos Allerta della Protezione civile per valanghe in appennino ultimo aggiornamento: 15 marzo, ore 17:25 Bologna - (Adnkronos) - I versanti più a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticità i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi commenta 0 vota 1 invia stampa Bologna, 15 mar. - (Adnkronos) - E' stata diramata dalla Protezione civile dell'emilia Romagna un'allerta valanghe a partire dalle 13 di oggi e per le prossime 48 ore. Il manto nevoso, accumulatosi nei giorni scorsi, sta lentamente assestandosi sulla maggior parte dei pendii favorendo il consolidamento degli strati, fa sapere la Protezione civile che segnala l'attenuazione del pericolo a 'Marcato 3' con tendenza stazionaria. I versanti piu' a rischio sono i pendii aperti con inclinazione superiore a Presentano maggiori criticita' i canaloni, le creste e le zone sottovento o caratterizzate da accumuli nevosi. Nell'Appennino emiliano le attivita' sci-alpinistiche ed escursionistiche al di sopra del limite degli alberi sono sconsigliate, in particolare in tutti i comprensori delle province di Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. NAZIONALE Pag. 5

8 Agi TERREMOTO: SCOSSA MAGNITUDO 2. 7 IN PROVINCIA AQUILA Condividi: Facebook Google Yahoo Twitter Altri Preferiti Facebook Delicious LinkedIn Google Yahoo MySpace Digg Twitter Netvibes Reddit Live Stampa Invia questo articolo (AGI) - Roma, 16 mar. - Scossa di terremoto in provincia dell'aquila. L'evento sismico - secondo i rilievi effettuati dall'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia - e' stato registrato alle ore 6.51 con una magnitudo locale di 2.7. Le localita' prossime all'epicentro - riferisce il Dipartimento della Protezione civile - sono Lucoli, San Panfilo D'Ocre, L'Aquila e Tornimparte. (AGI) red NAZIONALE Pag. 6

9 Asca TERREMOTO: LIEVE EVENTO SISMICO IN PROVINCIA DI GROSSETO. TERREMOTO: LIEVE EVENTO SISMICO IN PROVINCIA DI GROSSETO (ASCA) - Roma, 15 mar - Un evento sismico e' stato lievemente avvertito nel pomeriggio dalla popolazione in provincia di Grosseto. L'epicentro e' stato localizzato tra i comuni di Roccalbegna, Arcidosso e Semproniano. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, spiega una nota, non risultano danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall'istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l'evento sismico si e' verificato alle ore 15,24 con magnitudo 1.6. res-rus/cam/ss (Asca) NAZIONALE Pag. 7

10 Asca TERREMOTO: SCOSSA DI MAGNITUDO 2.7 STAMANE NELL'AQUILANO. TERREMOTO: SCOSSA DI MAGNITUDO 2.7 STAMANE NELL'AQUILANO (ASCA) - L'Aquila, 16 mar - Una scossa di terremoto ha svegliato stamane la popolazione dell'aquilano. Secondo i rilievi dell'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l'evento si e' verificato alle ore 6.51 con epicentro localizzato tra la citta' capoluogo, Lucoli, Ocre e Tornimparte. La scossa e' stata chiaramente avvertita, anticipando il risveglio di molti. Non si segnalano, pero', particolari danni, anche se la paura e' stata tanta, soprattutto in relazione al periodo: fra una ventina di giorni, il 6 aprile, ricorre il primo anniversario della scossa delle 3.32 che distrusse L'Aquila. iso/mcc/lv (Asca) NAZIONALE Pag. 8

11 Asca SICUREZZA: MARONI, A VENEZIA INVESTIGHEREMO ANCHE CONDIZIONI DI DEGRADO. SICUREZZA: MARONI, A VENEZIA INVESTIGHEREMO ANCHE CONDIZIONI DI DEGRADO (ASCA) - Venezia, 15 mar - Il ministro dell'interno, Roberto Maroni, ha presentato a Venezia, il nuovo protocollo sulla sicurezza, che coinvolge anzitutto la Provincia. ''Il protocollo si occupa non solo della criminalita' comunemente intesa, ma anche di investigare condizioni di degrado sociale ed ambientale che possono portare a fenomeni di criminalita', come rapine e furti, e anche di sicurezza in termini di protezione civile - ha spiegato Maroni -. Si trata di una forte azione integrata tra forze dell'ordine, Questura, Prefettura e le istituzioni Provincia e Comune. Una sfida importante avendo come unico obiettivo la sicurezza dei cittadini''. fdm/mcc/bra NAZIONALE Pag. 9

12 Avanti Online Quando gli impressionisti rivoluzionarono la pittura La mostra Da Corot a Monet. La sinfonia della natura, in calendario fino al 29 giugno nel Complesso del Vittoriano di Roma, nasce sotto l'alto patronato del presidente della Repubblica ed è stata realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia. Presenta una prestigiosa esposizione, che per la prima volta mette in relazione le straordinarie innovazioni attraverso cui gli impressionisti rivoluzionarono la pittura tradizionale, con una comprensione più ampia della natura, della cultura e della modernizzazione del loro tempo. Oltre 170 opere tra dipinti, disegni su carta, incisioni e fotografie d'epoca, queste ultime mai esposte prima in Italia, ripercorrono l'evoluzione della rappresentazione della natura nella pittura francese dell'ottocento, partendo dalle prime innovazioni ai canoni classici, apportate dai pittori della Scuola di Barbizon, esplorando a fondo la rivoluzione degli impressionisti per arrivare al trionfo cromatico delle Ninfee di Claude Monet.L'esposizione a cura di Stephen F. Eisenman, ordinario di Storia dell'arte alla Northwestern University di Chicago, in collaborazione con Richard R. Brettell, commissario internazionale della mostra, ordinario di Storia dell'arte alla University of Texas di Dallas, si avvale di un prestigioso comitato scientifico composto da studiosi di livello internazionale e di tanti musei di tutto il mondo, insieme ad importanti gallerie e collezioni private che hanno sostenuto questo ambizioso progetto.l'impressionismo è certamente un periodo storico-artistico al quale sono state dedicate innumerevoli esposizioni, studi e pubblicazioni, ma questa mostra al Vittoriano propone per la prima volta un'analisi davvero approfondita e complessiva del rapporto tra Impressionismo e natura e di come gli impressionisti - è stato ribadito durante la presentazione - con il loro linguaggio artistico innovativo, non solo abbiano reso testimonianza visiva dell'impatto della modernità sul paesaggio francese, in una coesistenza di passato e presente, ma abbiano abbracciato una nuova prospettiva olistica che rivela il dinamismo e la contingenza di ogni sistema sociale e naturale.il primo impatto si ha con una selezione di opere a contrasto: da un lato i paesaggi classicheggianti, alla maniera dei Salon, come l'imponente Vista dell'isola di Capri di Harpignies, dall'altro il nuovo approccio degli artisti della Scuola di Barbizon, che sceglievano di raffigurare luoghi meno spettacolari e di creare composizioni meno fedeli ai dettami della tradizione.la Scuola di Barbizon comprende quegli artisti, tra cui Corot, Rousseau, Díaz de la Pena, Dupré e Daubigny, che a partire dagli anni Trenta dell'ottocento si stabilirono proprio a Barbizon, una località della foresta di Fontainebleau, dove cominciarono a disegnare e talvolta anche a dipingere en plein air, con un'attenzione particolare agli effetti transitori della luce e dell'atmosfera, pur mantenendo un notevole rispetto per la tradizione artistica, raffigurando scene rurali solitarie, oltre che per gli elementi legati alla visione e alla vita materiale. La foresta di Fontainbleau, poco lontana da Parigi, rappresentava per i francesi dell'epoca un vero e proprio monumento naturale da proteggere e preservare. Come scrive Stephen Eisenman nel suo saggio: Nel 1860 C.F. Denecourt, il celebre scrittore di guide di viaggio, rivolse un appello all'imperatore Napoleone III affinché la foresta venisse protetta: Con i suoi splendidi orizzonti, le superbe masse di rocce antidiluviane, le valli ombreggiate, gli spazi vuoti e gli alberi secolari... [questa foresta] è stata regalata da Dio alla Francia come un modello di paesaggio terreno'. Théodore Rousseau, dal canto suo, descrisse le foreste come l'unico ricordo ancora vivo dell'epoca eroica della madrepatria da Carlo Magno a Napoleone', e nel 1852 sollecitò Napoleone III a istituire una riserva naturale nella foresta, cosa che quest'ultimo fece nel Questa réserve artistique' di ettari fu uno dei primi parchi nazionali del mondo. (...) I dipinti di Barbizon, comprese le fotografie di Cuvelier, Le Gray, Le Secq e altri, - qui esposte - erano dunque intensamente nostalgici, giacché rievocano il sogno di un'era in cui - almeno così si credeva - nobili e contadini vivevano in armonia, la terra era fertile e pacifica e le uniche tracce significative dello scorrere del tempo erano il mutare delle stagioni e la diversa intensità della luce nelle ore del giorno. Gli impressionisti, che ammiravano Daubigny e negli anni Settanta dell'ottocento lo seguirono a Auvers - spiega Eisenman - amplificarono al massimo le innovazioni e minimizzarono il conservatorismo degli artisti di Barbizon. Nel 1872 Claude Monet si costruì uno studio galleggiante sull'esempio di Daubigny (autore della serie di incisioni En bateau', 1872, New York Public Library, presenti in mostra), ma anziché guardare in basso verso le sponde dei fiumi per rappresentarne la particolare morfologia, di solito abbracciava con lo sguardo acqua, cielo, ponti, gitanti, passeggiatori, battellieri, braccianti e tutte le forme della natura e della cultura rivierasca. Invece di raffigurare quel mondo complesso gradualmente, con pennellate brevi, misurate e relativamente uniformi, utilizzava segni ampi ed espressivi, macchie, tocchi, riccioli e virgole di colore. Attraverso l'unione di una superficie pittorica animata e una nuova gamma di soggetti. In effetti Monet e gli impressionisti aprirono una serie di interrogativi critici sulla modernità che avrebbero stimolato l'ambiziosa pittura europea per i decenni a venire. Essi sostituirono al nominalismo degli artisti di Barbizon un olismo nuovo e convincente: erano diventati artisti ecologici. Una rappresentazione della natura come forza vitale, nella sua perpetua attività generatrice, priva di figure umane, è quella presentata da artisti come Courbet, Boudin e Cazin.Nelle opere degli impressionisti appare evidente NAZIONALE Pag. 10

13 Avanti Online Quando gli impressionisti rivoluzionarono la pittura questa nuova volontà di rappresentare una realtà che è frutto dell'equilibrio e della commistione indissolubile tra tutte le parti del mondo naturale. Prendendo spunto dagli sviluppi della scienza a loro contemporanea, come testimoniano in mostra alcune copie della rivista scientifica La Nature di Gustave Tissandier e pubblicazioni del geologo radicale Elisée Reclus, i pittori impressionisti rappresentarono l'economia della natura, ovvero la terra come un insieme di sistemi umani e naturali collegati tra loro, con tutte le parti ugualmente vitali e reciprocamente vincolate.quella impressionista è una sfida al pittoresco convenzionale, sia nel virtuosismo della tecnica essenziale, sia in quello della composizione. Come spiega John House nel suo saggio in catalogo: Le opere eseguite da Pissarro e Monet tra gli anni Settanta e Ottanta dell'ottocento chiariscono ulteriormente questi temi. Negli anni Settanta Pissarro realizzò una sequenza di vedute delle rive dell'oise in cui le fabbriche giocano un ruolo prominente (in mostra La sente du Chou', Douai, Musée de la Chartreuse). Questa intrusione della contemporaneità equivaleva a un rifiuto delle immagini convenzionali del fiume rese popolari dai dipinti di Charles-Francois Daubigny, in cui le sponde verdi e nebbiose sono presentate come un rifugio incontaminato (esposto Mattino sull'oise', Oshkosh, Paine Art Center and Gardens). A un primo sguardo le fabbriche di Pissarro sembrano accomunabili alla parodistica mietitura di Renoir, ma tra le due c'è una differenza sostanziale: mentre in Renoir contava soprattutto la decisione di declinare il tema della mietitura in chiave antipittoresca, in Pissarro la rottura è provocata da un'intrusione fisica nel paesaggio stesso, quella della fabbrica sulla riva del fiume. (...) Considerato nel suo insieme, questo progetto suggerisce che la presenza della modernità può assumere molte forme e che una pittura realmente moderna dovrebbe riunire quegli elementi contrastanti che le rappresentazioni di paesaggi tradizionali avevano escluso.anche Monet, nelle vedute di Argenteuil realizzate in questo stesso periodo, esplora un'ampia gamma di tonalità e atmosfere. A volte il luogo è raffigurato come un villaggio rurale, ma più spesso sono i segni della modernità a imporsi, pur nella loro estrema diversità: fabbriche e ponti ferroviari, ma anche ville suburbane, chalet sulle rive del fiume e imbarcazioni in movimento, con una continua variazione tonale delle opere, che esplorano tutte le più disparate variazioni atmosferiche in una gamma di effetti visivi davvero straordinaria.l'uomo entra nel paesaggio, come nel capolavoro di Frédéric Bazille dal Musée Fabre di Montpellier, nel quale la donna in primo piano si immerge completamente nella natura, invitando il nostro sguardo a sprofondare nel panorama della valle verdeggiante vicino al villaggio di Castelnau. Come spiega Eisenman, Alfred Sisley dedicò tutta la sua carriera a rappresentare i cicli della natura e il potere dell'idrologia: I suoi maggiori dipinti hanno per soggetto fiumi, laghi, oceani e alluvioni. Ne sono un esempio - tra le opere esposte - L'inondazione a Port-Marly' 1872, (Washington, National Gallery of Art), L'inondazione a Moret' 1872 (Brooklyn Museum) e La Senna a St.-Mammès' ca (Muskegon Museum of Art): essi raffigurano in maniera vivida ciò che Tissandier e Reclus descrivevano a parole, ovvero che le piene sempre più frequenti dei fiumi francesi, tra cui la Senna, il Rodano, la Loira e la Garonna erano una conseguenza dell'azione e degli abusi dell'uomo che tagliava alberi e siepi distruggendo le foreste per lasciar spazio all'agricoltura. In effetti le grandi inondazioni del 1846, 56 e 75 furono ampiamente attribuite alla deforestazione. Ma i quadri di Sisley evidenziano anche un altro aspetto della visione di Reclus, ovvero che le comunità sono in grado di adattarsi ai cicli della natura e persino alle calamità esacerbate dall'agire dell'uomo.l'avvento della Terza Repubblica nel 1879 cambiò nettamente la politica artistica dello Stato francese che, se in passato aveva favorito le forme più tradizionali del paesaggio rurale, incoraggiava ora attivamente la raffigurazione delle scene contemporanee. Fu forse anche questo che contribuì al trasferimento di Monet a Vétheuil e ad un atteggiamento nuovo: abbandono dei soggetti esplicitamente moderni, riduzione al minimo della presenza umana. La fusione tra pratica artistica e vita privata che Monet attuò nella casa e nei giardini di Giverny è un esempio perfetto della tendenza antiurbana e introspettiva dell'arte moderna fin de siècle. Ormai prossimo alla fine della vita e della carriera - scrive Eisenman - Monet ripensò alle opere dei grandi pittori di Barbizon (Rousseau, Díaz, Dupré, Harpignies e Daubigny), nonché dei fotografi Eugène Cuvelier, Gustave Le Gray e Henri Le Secq, i quali avevano tutti posto l'acqua - in particolare i fiumi e le paludi - al centro della loro visione. Al pari di questi artisti, anche lui considerava l'acqua - come aveva scritto il naturalista Justus Liebig nel 1845, durante il periodo d'oro di Barbizon - l'agente intermedio di tutta la vita organica. Le sue ninfee erano forse il piccolo e tiepido stagno descritto da Darwin, il brodo primordiale da cui si svilupparono tutte le forme di vita. La mostra si chiude con una testimonianza dello splendido ciclo delle Ninfee, oggi chiamato Grandes Décorations, installato all'orangerie di Parigi e aperto al pubblico nel 1927, un anno dopo la morte dell'artista. NAZIONALE Pag. 11

14 Avanti Online GUERRINO MATTEI Quando gli impressionisti rivoluzionarono la pittura NAZIONALE Pag. 12

15 Dire Legambiente: idrocarburi nel Lambro e nel Po, Italia impreparata Roma - L'Italia si è rivelata impreparata ad affrontare emergenze come quella accaduta sui fiumi Lambro e Po. Solo la buona volontà e la prontezza della Protezione civile locale, dei tecnici della depurazione dell'impianto di Monza e di alcune Province e Comuni hanno consentito che il disastro non avesse conseguenze peggiori. È questa la considerazione di Legambiente alla conclusione della campagna 'Operazione Sos Po- Lambro', partita subito dopo il disastro raggiungendo le zone più colpite lungo l'asta dei fiumi. Po in piena (alluvione 2002) A conti fatti, da dati ufficiali, "sono state sversati metri cubi di petrolio, cioè tonnellate di idrocarburi di cui di gasolio e 800 di oli combustibili- segnala Legambiente- gli interventi di contenimento hanno fatto sì che tonnellate venissero bloccate dal depuratore di Monza, 300 nel piazzale della Lombarda Petroli, 200 fermate lungo il Lambro e 450 arrestate dalla diga di Isola Serafini". Delle 400 tonnellate che mancano all'appello, "quantità imprecisate sono evaporate o si sono depositate sulle sponde, e dunque solo una piccola frazione, sicuramente inferiore al 10% dello sversamento, ha raggiunto il delta e da qui l'adriatico". Il danno è stato "comunque molto grave per le acque e l'ecosistema fluviale, e richiede azioni efficaci di risanamento e recupero ambientale". Al danno da petrolio "si è aggiunto quello legato alla messa fuori servizio del grande depuratore di Monza, che serve abitanti equivalenti- denuncia Legambiente- gli effetti sono stati limitati grazie alla tempestività degli interventi di ripristino messi in atto dalle maestranze dell'impianto, rientrato in funzione in anticipo sui tempi previsti, e alla modulazione delle portate del fiume attuata dall'ente Parco Regionale della Valle del Lambro, che regola la diga del lago di Pusiano: chiusa durante la discesa del petrolio per rallentare la marea nera, e poi riaperta per diluire i reflui del depuratore". Per verificare la situazione, Legambiente ha voluto toccare con mano ed è partita per un viaggio contro corrente- dal Delta fino a Villasanta- sulle tracce del disastro, per constatare direttamente i fatti e verificare, con i diretti interessati, come è stata affrontata l'emergenza. Per dieci giorni i tecnici di Legambiente, insieme ai circoli e ai comitati regionali di Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, hanno incontrato associazioni, amministratori e semplici cittadini, che vivono sulle sponde di Po e Lambro. Dagli agricoltori ai pescatori, dagli allevatori di mitili del delta del Po ai dirigenti dei Parchi e agli assessori delle provincie da Rovigo a Piacenza fino a Monza, "chiedono con forza che il Lambro non venga escluso dagli interventi di risanamento del Po", segnala Legambiente. Fra le istituzioni incontrate non potevano mancare l'autorità di Bacino del Po e le Arpa delle tre regioni coinvolte. Durante il viaggio Legambiente ha registrato "la rabbia e la speranza dei cittadini che vivono sull'asta fluviale e la preoccupazione per il danno ambientale che questo disastro ha portato". Molte sono state "le conferme alle accuse lanciate fin dalla prima ora". Innanzitutto quella relativa "alla sottovalutazione della Regione Lombardia sull'entità dello sversamento, sottovalutazione che ha messo in grave difficoltà gli interventi successivi messi in campo nelle regioni Emilia Romagna e Veneto". A questo si aggiunge "la mancanza e l'inadeguatezza dei controlli delle industrie a rischio di incidenti rilevanti come la Lombarda Petroli: un fatto scandaloso, considerato che nella sola Lombardia le aziende a rischio sono ben 287". Appare ormai "chiaro", infatti, che "Lombarda Petroli, pur essendo riuscita da un anno ad uscire dal novero delle aziende a rischio, deteneva quantitativi di idrocarburi superiori al consentito, in condizioni di grave carenza di sistemi di sicurezza". Un quadro "sconcertante- attacca Legambiente- derivante anche dalla perdurante sovrapposizione di ruoli (le ispezioni al sito di Lombarda Petroli, a quanto pare superate con esito positivo, sono infatti una competenza del ministero dell'ambiente), che alla fine si è trasformata in tragedia ambientale". "Tutti i rappresentanti istituzionali incontrati nel corso del viaggio hanno lamentato la mancanza di un coordinamento nazionale per l'emergenza fin dall'inizio del disastro- denuncia Legambiente- il ritardo con cui le Regioni hanno chiesto lo stato d'emergenza nazionale ha determinato disordine e conflitti nell'organizzazione degli interventi, senza che vi fosse chiarezza sulla catena di comando". Resta "tutta da chiarire la dinamica degli eventi che hanno impedito di fermare la marea nera agli sbarramenti di Cerro al Lambro e Melegnano (Milano): in quel punto sono transitate circa mille tonnellate di idrocarburi, una quantità certo enorme, ma corrispondenti alla capacità di autocisterne, mezzi che non sarebbe stato impossibile predisporre e NAZIONALE Pag. 13

16 Dire Legambiente: idrocarburi nel Lambro e nel Po, Italia impreparata gestire nell'arco delle molte ore che la marea nera ha impiegato per raggiungere i due centri al confine del territorio milanese". Un "plauso" invece va "agli enti brianzoli e a quelli piacentini- rileva l'associazione ambientalista- con sangue freddo e decisioni giuste, gli interventi dei dirigenti della provincia monzese, del Parco della Valle del Lambro e dell'azienda che gestisce il depuratore sono stati sicuramente i più efficaci e tempestivi, mentre ai Sindaci di Piacenza e Monticelli, insieme al Presidente della Provincia e all'autorità di Bacino, deve essere riconosciuta l'azione risolutiva, resa possibile dalla richiesta di intervento della Protezione Civile Nazionale in un momento di grave mancanza di coordinamento". NAZIONALE Pag. 14

17 Il Giornale.it "Sono gli amici dei rom a condannarli ai ghetti" articolo di lunedì 15 marzo 2010 di Giulia Guerri Dopo il caso del ragazzino rumeno vittima di un incendio in un accampamento abusivo non si placano la polemiche E chi si oppone agli sgomberi ora è sotto accusa. Moioli: "Troppo comodo fare i buonisti con chi fa vivere così i bambini" «È stata la cultura astratta dell'opera Nomadi a creare i ghetti. Sono loro che hanno sbagliato teoria, hanno fatto una cosa culturalista per cui avremmo dovuto garantire una diversità che per i rom alla fine si è rivelata una condanna a morte». Il giorno dopo la tragedia del campo nomadi di via Novara, dove venerdì notte il piccolo Emil Enea è morto carbonizzato nell'incendio divampato nella sua baracca per colpa di una stufa, il presidente della commissione delle politiche sociali del Comune, Aldo Brandirali ha ancora tutta l'amarezza in bocca per quello che è successo. Il pensiero che forse si sarebbe anche potuto evitare e la consapevolezza che quando muore un ragazzino di tredici anni è sempre una sconfitta, comunque. «I campi nomadi sono condizioni di vita bestiali, inaccettabili. Gli sgomberi fanno parte di un progetto che va verso la chiusura degli accampamenti. Siamo già partiti con Triboniano, con i contratti di responsabilità sociale. Ma bisogna arrivare alla chiusura completa, dobbiamo smantellarli». Brandirali prova a dare anche una scadenza: il primo ad essere eliminato sarà proprio Triboniano, tempo un anno e mezzo. E poi tutti gli altri a seguire entro tre anni. «Nei campi regolari ci sono famiglie nomadi ricche che hanno uno stuolo di schiavi al loro seguito. Non sono condizioni accettabili, questo è il punto». E la sinistra pecca di astrattezza, buonismo e intellettualismo quando si scaglia contro le scelte dell'amministrazione. Quando ogni volta che si tratta di fare uno sgombero, levano gli scudi in segno di protesta. Che puntano il dito contro il Comune tacciandolo di portare avanti soltanto una politica di repressione e d'intimidazione. Accusandolo di fare una caccia al rom per campagna elettorale. Già, ma se il campo di via Novara fosse stato sgomberato, così come aveva detto il sindaco sabato mattina, quel ragazzino sarebbe ancora vivo. «Se non era in un campo, allora non moriva. Sì, ma dov'era? Forse sotto i ponti, o chissà dove». Patrizia Quartieri è consigliere comunale del Prc e a fine novembre, quando è stato smantellato l'accampamento nomadi di via Rubattino, aveva accompagnato i rom in una chiesa lì vicino insieme a un altro consigliere del Pd. Sui rom, su ciò che il Comune sta facendo e ha fatto non cambia idea. «Non è sgomberando che il problema si risolve. Arrivati a questo punto, si deve smettere con questa politica indiscriminata e crudele. Che il Comune, le associazioni, le comunità rom si mettano intorno a un tavolo per cercare delle soluzioni condivise. Basta col dire che non si integrano». Perché sono in molti che ci stanno provando a trovare un lavoro, assicura la consigliera, e anche a fare un percorso di autonomia professionale e abitativa. Certo, poi spesso sono costretti a lavorare in nero, perché nessuno li vuole mettere in regola. Tutta colpa del pregiudizio, invece bisogna andare fino in fondo a vedere come sono davvero questi nomadi. «I peggiori nemici dei rom sono quelli che li difendono a parole - ribatte l'assessore alle politiche sociali Mariolina Moioli -. Pensano solo a fare propaganda. È troppo comodo fare i buonisti rispetto a chi delinque e non ha rispetto di donne e figli. Qualche volta, volere il bene di una persona, vuol dire fare azioni forti, di legalità». Il campo nomadi, continua Moioli, è nemico dell'integrazione finché al suo interno prevarranno logiche di potere, di sopraffazione e di criminalità. «L'abusivismo va combattuto, e dove ci sono le condizioni di aiuto positivo, ci si prova». «Mandiamoli via tutti o lasciamoli lì, povere vittime. Raffreddiamo lo scontro politico su questa vicenda. La morte di un bambino non va strumentalizzata». Sono anni che don Colmegna lavora con i rom e nei campi nomadi. E di fronte ad un problema così ammette che nemmeno lui sa bene cosa fare. Ma di una cosa è certo. «L'errore più grande è farne una questione politica. È molto quotata da tutti e due gli schieramenti. Ma bisogna stare nel mezzo e fare. Noi non siamo buonisti, ma carichi di una visione umanitaria. Vogliamo tirare fuori questo problema dall'impossibilità di affrontarlo e pensare a cosa fare in concreto. Non urlando». IL GIORNALE ON LINE S.R.L. - Via G. Negri Milano - P.IVA NAZIONALE Pag. 15

18 Italia Oggi Ice, a rischio metà delle sedi estere L'allarme dell'istituto: la situazione è drammatica. Il piano di ridimensionamento è pronto Scomparsi dal decreto incentivi i fondi per il Made in Italy Scompaiono i fondi per il Made in italy dal decreto incentivi del governo. L'allarme giunge dall'ice, dove i vertici si preparano a chiudere oltre quaranta tra uffici esteri e punti di corrispondenza. La situazione, fanno sapere a via Liszt, è drammatica. Il ministero dello sviluppo economico aveva promesso oltre dieci milioni di euro per le attività di promozione del Made in italy e altri dieci per il rafforzamento e il rilancio della rete estera dell'istituto presieduto da Umberto Vattani, 105 uffici in 80 paesi. Soldi che fino venerdì scorso c'erano e che ora sembrano essersi volatilizzati. Senza risorse finanziarie per gli uffici, l'ice si appresta a chiudere quasi la metà della rete all'estero: un danno gravissimo per le imprese, specialmente piccole e medie, che vogliono operare sui mercati internazionali. Una smobilitazione che potrebbe rivelarsi catastrofica per l'intero Made in Italy.Nel calderone del decreto, in cui trovano posto le sovvenzioni a elettrodomestici, motocicli, banda larga, rimorchi agricoli e persino lo stanziamento per la costruzione di una unità navale per le calamità naturali, dei fondi per il nostro export che attraversa una fase non certo facile non vi è più traccia. Per il sistema Italia è una mazzata forte, inaspettata e in controtendenza rispetto alla riforma che il governo sta portando avanti e che prevede un ruolo centrale dell'ice con l'obiettivo di realizzare sinergie ed evitare sprechi e sovrapposizioni con altri enti. Scongiurata l'ipotesi Spa, anche a seguito delle polemiche sull'agenzia della protezione civile, prima proposta e poi ritirata dall'esecutivo in seguito alla vicenda Bertolaso, la riforma è in dirittura d'arrivo. Ma, dicono all'ice, ha poco senso se poi si tagliano i finanziamenti alla rete estera, lo strumento maggiormente utilizzato dalle imprese. Il piano di ridimensionamento è pronto: richiamo in Italia dei dirigenti all'estero, chiusura di oltre venti uffici tra cui Atene, Amsterdam, Dusseldorf, Lisbona, Praga, Riga e Oslo in Europa; Miami negli Stati Uniti e Toronto in Canada; Calcutta, Damasco, Karachi, Manila e Giacarta in Asia; Lima e Montevideo in Sudamerica. A ciò si aggiungerà la cessazione di una ventina di punti di corrispondenza gestiti da personale locale in Turchia, Brasile, Russia, Romania, Australia, Nuova Zelanda e Paesi Baltici. A questo punto, spiegano a via Liszt, sono a repentaglio anche le nuove aperture come quelle nei Territori Palestinesi, in Bielorussia e nei paesi dell'ex Unione Sovietica. La politica di contenimento delle spese va ormai avanti da diversi anni, man mano che i rubinetti dei finanziamenti vanno chiudendosi di pari passo con i periodici annunci di grandi riforme. Mai però nessun governo aveva stretto il cordone della borsa fino a questo punto. Anzi. L'assegnazione di nuovi fondi era stata promessa all'interno del decreto incentivi come parte di un più ampio rilancio dell'azione a favore delle imprese esportatrici, almeno fino a oggi. NAZIONALE Pag. 16

19 Il Messaggero Omicidio colposo plurimo e incendio colposo. Il titolare del "Sabor Latino", il locale da... Martedì 16 Marzo 2010 Chiudi Omicidio colposo plurimo e incendio colposo. Il titolare del Sabor Latino, il locale da ballo dove sabato sera sono morti quattro giovani stranieri, è da ieri formalmente sotto accusa. Il nome di Mece Bajram, 48 anni, titolare e gestore del seminterrato, è stato iscritto nel registro degli indagati. Il Comune, nello scorso dicembre, aveva proibito a Bajram di organizzare «intrattenimenti danzanti» nel garage di via Cappadocia. Ma l'intimazione è rimasta sulla carta, perché nessuno, né i vigili urbani né la polizia, ne ha imposto l'attuazione. Il macedone tra l'altro aveva presentato un ricorso al Tar contro la decisione del Campidoglio. L'iscrizione di Bajram nel registro degli indagati è stata decisa da Maria Bice Barborini, il magistrato che coordina le indagini, dopo che la Procura ha ricevuto un rapporto dai carabinieri della compagnia di Piazza Dante. Non è tanto il funzionamento della porta sotto accusa, ma il fatto che nel buio seguito allo scoppio dell'incendio non c'erano indicazioni sufficienti per trovarla in un locale saturo di fumo. Non a caso il dj rimasto in trappola al Sabor Latino, nell'ultima drammatica telefonata, ha chiesto aiuto agli amici dicendo che non riusciva a trovare la porta stessa. Ora si indaga anche su chi avrebbe dovuto far attuare la decisione del Comune e non lo fece. Il magistrato ha disposto l'autopsia sui corpi dele quattro vittime, il dj peruviano, un operaio romeno, e due ragazze, una del Guatemala, l'altra di El Salvador. E su proposta del presidente del consiglio comunale, Marco Pomarici, l'aula Giulio Cesare ha osservato ieri un minuto di silenzio per le quattro persone morte. Infine il Codacons si chiede come sia possibile che nessuno abbia fatto rispettare le disposizioni del Comune. NAZIONALE Pag. 17

20 Il Nuovo.it > Terremoti, scossa nell'aquilano Sisma di magnitudo 2.7 avvertito dalla popolazione (ANSA) - ROMA, 16 MAR - Una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 si e' verificata questa mattina, alle 6.51, in provincia dell'aquila. Le localita' piu' vicine all'epicentro sono Lucoli, San Panfilo d'ocre, l'aquila e Tornimparte. Il sisma e' stato avvertito dalla popolazione. NAZIONALE Pag. 18

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Pagina 1 di 5 Giovedì, 8 Maggio 2008 Notizie Web Politica NOTIZIE Cronaca Economia Esteri Politica Scienze e Tech Spettacoli Sport Top New MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Presentata

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Edilizia 38 Il Sole 24 Ore 23/01/2015 IN BREVE - EDILIZIA 3 Rubrica Lavori pubblici 36 Il Messaggero - Cronaca di Roma 23/01/2015 DAL MUSEO

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

UNA CANZONE IN CUI CREDERE 2015 Premio FriulAdria

UNA CANZONE IN CUI CREDERE 2015 Premio FriulAdria Radio Vigiova presenta UNA CANZONE IN CUI CREDERE 2015 Premio FriulAdria 3 edizione Contest Musicale Festival Biblico - REGOLAMENTO - ART.1_PARTECIPANTI UNA CANZONE IN CUI CREDERE 2015 è un contest musicale

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli