Dal sito di YAHOO.Finanza, 11 ottobre 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dal sito di YAHOO.Finanza, 11 ottobre 2010"

Transcript

1 Dal sito di YAHOO.Finanza, 11 ottobre 2010 Grecia discute dilazione rimborsi aiuti FMI / UE, dice Min. Finanze ( Reuters ) Nessuna decisione in merito è ancora stata presa, la Grecia però sta discutendo di un possibile prolungamento dei tempi per i rimborsi dovuti a Unione Europea e Fondo Monetario Internazionale intervenuti a sostegno di Atene nella fase più acuta della crisi. La cifra dei fondi da rimborsare è pari a 110 miliardi di euro. Lo dice all'emittente televisiva locale Skai il Ministro delle Finanze George Papaconstantinou, aggiungendo che il rapporto tra deficit e Prodotto interno lordo greco dovrebbe scendere quest'anno in area 8 % dopo il 14 % del " Se ne sta discutendo, non è stata presa alcuna decisione ma si tratta di un'ipotesi che non ha niente a che vedere con una ristrutturazione del debito greco " si legge nell'anticipazione dell'intervento del Ministro ottenuta da Reuters. Grecia, da Germania no dilazione rimborso ( Ansa ) Roma 11 ottobre La Germania si oppone a concedere alla Grecia più tempo per ripianare i prestiti concessi dai Paesi europei per salvarla dalla bancarotta. ' Non siamo in favore di una dilazione dei tempi di rimborso ', ha detto il portavoce del Ministero delle Finanze Tedesco, Bertrand Benoit, in una intervista a Bloomberg, aggiungendo che una mossa del genere sarebbe ' prematura '. Questa mattina il numero uno dell'fmi, Strass-Kahn, aveva aperto alla possibilità di allungare i tempi per il rimborso. FMI considera alternative per rifinanziamento prestito a Grecia ( Reuters ) I prestiti di salvataggio per la Grecia potrebbero essere allungati o sostituiti se continuano sui mercati le preoccupazioni per il rifinanziamento, ma al momento non ci sono piani concreti per farlo. Lo ha detto ieri il Fondo Monetario Internazionale dopo che all'inizio della giornata di ieri un rappresentante della Banca Centrale Europea aveva detto che il FMI sta valutando l'opportunità di allungare il programma di prestiti alla Grecia da 110 miliardi di euro lanciato lo scorso maggio. " Siamo consapevoli che i mercati sono preoccupati per il Piano di rimborso legato ai sostegni pubblici " ha detto una portavoce del FMI in un comunicato. " Se tali preoccupazioni dovessero continuare, ci sarebbero diverse opzioni: la sostituzione di prestiti a breve termine con prestiti a lungo termine, l'allungamento del periodo di rimborso, oppure l'accordo su un nuovo programma quando quello attuale giungerà al termine ". La portavoce ha detto che non ci sono Piani concreti in questo momento visti i recenti miglioramenti nella fiducia degli investitori verso la Grecia. Un calo degli spread dei rendimenti dei titoli greci e l'attuazione di forti riforme del Governo " suggeriscono che la Grecia sarà in grado di coprire interamente la sua necessità di finanziamento attraverso i mercati a partire dal 2012, come ipotizzato quando il programma è stato approvato ", ha detto la portavoce. Lorenzo Bini Smaghi, membro del Comitato Esecutivo della BCE, in precedenza aveva detto che il FMI ha meccanismi " per trasformare i pacchetti a breve termine in pacchetti a lungo termine " quando ha parlato del prestito greco in una conferenza bancaria. " E certamente il FMI ci sta pensando " ha detto. Bini Smaghi ha descritto il potenziale ampliamento del FMI come una " procedura standard " per i programmi di prestito a breve termine del FMI, ma ha detto che nessuna decisione è stata presa.

2 Tenere la porta aperta per estendere i prestiti del settore pubblico potrebbe alleviare le preoccupazioni degli investitori circa il fatto che i mercati potrebbero chiedere rendimenti sui bond ancora più alti nel 2012, quando il programma terminerà. Secondo la prassi normale del FMI, sarebbe la Grecia a decidere se richiedere più tempo. Il Piano di salvataggio è in atto solo da circa quattro mesi, e la Grecia ha ben più di due anni prima che il programma finisca, un lungo periodo per ritrovare la fiducia dei mercati e ricostruire le proprie finanze. Stamane lo spread di rendimento tra titoli decennali greci e tedeschi si è stretto di ben 27 punti base a 740 punti base.. Crisi: Lannutti a Tremonti, anche banchieri italiani sono Bankster ( Asca ) Roma, 11 ottobre '' Vorrei informare il Ministro dell'economia Tremonti, che non solo i cattivi banchieri e le Banche di affari estere effettuano montagne di speculazioni a largo raggio, ma anche i banchieri italiani, che il Ministro mette tra i buoni, stanno salassando le tasche dei cittadini con una raffica di rincari esagerati ed incompatibili con le regole del mercato ''. Lo denuncia il capogruppo dell'italia dei Valori in Commissione Finanze al Senato, Elio Lannutti. '' Tremonti, a cui ho inviato uno studio di comparazione sui costi dei conti correnti in cui risulta che i nostri sono tra i più cari al mondo, dovrebbe attivarsi - aggiunge Lannutti - per frenare la rapacità dei banchieri che continuano impunemente, al di fuori di ogni controllo, a strangolare consumatori, famiglie, piccole e medie imprese ''. Bnl: ' Recruiting Day ', il modo più veloce di entrare in Banca ( Asca ) Roma, 11 ottobre Il Gruppo Bnp Paribas continua ad investire in Italia e, attraverso Bnl, si pone l'obiettivo di espandere la propria rete distributiva attraverso l'apertura di 60 nuove agenzie l'anno per raggiungere i punti vendita nel Gli assi portanti di questa strategia di sviluppo sono la valorizzazione delle 15mila professionalità Bnl e l'assunzione di persone nel triennio con un unico obiettivo: assicurare all'interno del Gruppo le migliori capacità e potenzialità per servire al meglio la propria clientela attuale e prospettica. In questo contesto Bnl - Gruppo Bnp Paribas lancia oggi a Roma il primo ''Recruiting day Bnl'', una giornata in un'agenzia Bnl per dare ai migliori laureati la possibilità di dimostrare il loro valore ed entrare da subito a far parte del Gruppo. Alla prima edizione del ''Recruiting day Bnl'', che si svolge all'interno della storica agenzia Bissolati di Roma, partecipano 40 tra i migliori laureati pre selezionati tra 200 candidati. La giornata offrirà ai laureati la possibilità di vivere l'azienda in maniera autentica e avere risposte concrete sui possibili percorsi di orientamento e sviluppo professionale; la Banca potrà dal canto suo sperimentare dal vivo le potenzialità dei candidati e assicurare le selezione dei migliori in un solo giorno. Al termine del ''Recruiting day Bnl'' l'amministratore Delegato Fabio Gallia consegnerà alle persone ritenute più idonee per attitudini e potenzialità una lettera di impegno all'assunzione. I giovani '' talenti '' Bnl avranno quindi l'opportunità di lavorare in un Gruppo altamente motivante dove la crescita e lo sviluppo professionale vengono costantemente accompagnati su basi meritocratiche e di eccellenza. Questo canale di recruiting è una vera innovazione nel mercato italiano che si affianca alla campagna avviata a giugno 2010 sui canali digitali che - con una presenza importante nei social networks come Youtube e Facebook - ha consentito di raccogliere curriculum in 3 mesi. Dopo questa prima edizione, Bnl conta di realizzare ogni anno quattro ''Recruiting day Bnl'' nelle principali città italiane.

3 Il Progetto ''Recruiting days Bnl'' si rivolge a brillanti neo laureati e laureati, preferibilmente delle facoltà di Economia, Ingegneria Gestionale, Giurisprudenza e Scienze Politiche con eccellente curriculum di studi e una forte propensione all'imprenditorialità e alla innovazione. Il sito di Bnl - - costituisce l'unico canale per inviare la propria candidatura ed è costantemente aggiornato con le posizione aperte e le sedi di inserimento nel lavoro. Bnl: Gallia, assumiamo perchè stiamo crescendo ( Asca ) Roma, 11 ottobre '' Assumiamo perchè stiamo crescendo ''. Cosi' ai microfoni di Radio 24 l'amministratore Delegato di BNL, Fabio Gallia, commenta la prima edizione del Recruiting Day BNL svoltasi oggi a Roma all'interno della storica sede di Via Veneto dove hanno partecipato 40 tra i migliori candidati preselezionati tra 200. '' L'obiettivo - prosegue - è quello di assumere 1500 persone nel triennio e ripetere l'operazione quattro volte all'anno. I ragazzi entrano alla mattina come candidati e 20 di loro escono alla sera con una lettera di assunzione. Questo ci sembra ci segnale positivo. La giornata - aggiunge Gallia - ha offerto ai laureati la possibilità di vivere l'azienda in maniera autentica e avere risposte concrete sui possibili percorsi di orientamento e sviluppo professionale. I giovani avranno l'opportunità di lavorare in un Gruppo altamente motivante dove la crescita e lo sviluppo professionale vengono costantemente accompagnati su basi meritocratiche e di eccellenza ''. Innovativo il canale utilizzato per raggiungere i candidati, spiega infine l'a. D. di BNL: '' Con una campagna avviata a giugno 2010 sui canali digitali che - con una presenza importante nei social networks come Youtube e Facebook - ha consentito di raccogliere curriculum in 3 mesi. Questo canale di recruiting è una vera innovazione nel mercato italiano.' B. Akros ( B. P. Milano ): rafforzato team P. B. a Torino ( MF - DJ ) Milano Banca Akros, Banca di Investimento e Private Banking controllata da B. P. Milano, ha ampliato la Divisione Private Banking di Torino con quattro nuovi arrivi. A dirigere il team sarà Bruno Travostino, in arrivo dal Gruppo Banca Sella. Gli altri componenti del gruppo, che riporterà al direttore centrale del P. B., Francesco Cosmelli, sono Francesco Dell'Accio, Alberto Ghia e Massimo Matarazzo. Banco Popolare avrebbe in programma una riduzione di 800 risorse ( Trend.online ) Banco Popolare avrebbe in programma una riduzione di 800 risorse, pari a circa il 4 % del totale, di cui 300 entro fine anno. Il taglio del personale dovrebbe avere un impatto positivo sull'eps 2012 di circa il 5 %, con un risparmio stimato intorno ai milioni di euro lordi, hanno calcolato gli analisti della Sim, che ritengono l'indiscrezione di un Piano di esodi molto fondata. B. P. è, infatti, l'unica fra le Popolari maggiori a non aver ancora attivato alcuna azione di riduzione strutturale dei costi del Personale. B. Carige: Berneschi, in nuovo Piano previste aperture in Piemonte ( MF - DJ ) Milano " Oggi come oggi, il Progetto attraversa una fase di sostanziale stallo, che non dipende dalla volontà delle parti interessate.

4 Tuttavia, indipendentemente dagli sviluppi di tale Progetto, è nostra intenzione, nell'ambito del Piano Industriale che predisporremo a breve, tenere conto di un'ulteriore espansione della Banca nell'area piemontese tramite nuove aperture ". E' quanto dichiarato dal Presidente di B. Carige, Giovanni Berneschi, in un'intervista a Milano Finanza, nella quale ha precisato che " tutte le filiali di quest'area si concentreranno sullo sviluppo dei rapporti con la Piccola e media impresa, gli artigiani e le famiglie, conservando appieno le specificità di Carige ed utilizzando eventualmente un nuovo marchio che valorizzi al meglio il legame con il territorio ". B. Carige: Berneschi, ingresso in ICBPI apre prospettive sviluppo ( MF - DJ ) Milano E alleanza sia. Ma solo allo sportello, non certo nel capitale. A Genova, in Cassa di Risparmio, qualcosa si muove. Il Presidente Giovanni Berneschi ha impresso un'accelerazione industriale all'istituto. Questa volta, però, niente shopping di sportelli. Ma una santa alleanza con un altro banchiere di lungo corso, quel Giovanni De Censi che non solo presiede il Creval ed è al vertice dell'istituto Centrale delle Banche Popolari ma siede pure nel CdA dello Ior, la Banca vaticana che è entrata nei mesi scorsi nel capitale della Carige sottoscrivendo una quota del prestito convertibile da 400 mln emesso a inizio anno dall'istituto ligure. Berneschi, in un'intervista a Milano Finanza, si augura che "il nostro ingresso nel capitale di ICBPI possa essere foriero di vantaggi reciproci. La cessione del nostro Asset a un player specializzato è stata fatta anche alla luce della sempre più stringente normativa su queste attività che, nel tempo, renderanno necessari maggiori investimenti, favorendo la concentrazione per via delle economie di scala ottenibili. Per noi è risultato vantaggioso ricorrere all'outsourcing per questo genere di prodotti, piuttosto che sviluppare i servizi all'interno della Banca ". Banche: Geronzi, opportuna verifica ordinamento Fondazioni ( Asca ) Roma, 11 ottobre Una verifica dell'ordinamento delle Fondazioni Bancarie. Il Presidente di Generali, Cesare Geronzi, auspica una '' ricognizione '' degli ordinamenti delle Fondazioni delle quali - ammette - '' non si disconosce affatto la fondamentale funzione svolta per la riorganizzazione e il consolidamento bancari in un quindicennio; né si sottovaluta il ruolo che potranno continuare a svolgere ''. Nel suo intervento all'inaugurazione dell'asilo nido aziendale a Trieste, Geronzi spiega che '' non è, tuttavia, giudicabile inopportuna la sollecitazione - a venti anni dalla legge Amato / Carli di riforma dalla Banca pubblica e a dodici dall'adozione della normativa Ciampi - a considerare se e quali innovazioni introdurre nel relativo ordinamento per rafforzare l'autonomia dei soggetti in questione, migliorare ancora il sostegno ai settori dell'intervento istituzionale, definire più particolareggiatamente il rapporto con gli Enti che concorrono a formare i loro organi e con il sistema bancario ''. Per il Presidente di Generali '' una ricognizione, insomma, al termine della quale si potrebbe anche convenire che non esistono ragioni di innovazione. Ma una verifica appare opportuna ''. Generali:Caltagirone,1,4 mln euro azioni ( Ansa ) Milano, 11 ottobre Francesco Gaetano Caltagirone ha acquistato il 6/10, tramite la società Gamma, 100mila azioni Generali a un prezzo unitario di 14,71. Importo complessivo 1,47 milioni di.

5 Lo si legge in una comunicazione sull'internal dealing, obbligatoria perchè l'editore romano, oltre che socio del Leone con una quota poco lontana dal 2,2 %, è Vice Presidente della Compagnia. Assicurazioni: scoppia la guerra ai sinistri ( MF - DJ) Milano E di nuovo bagarre sul settore Rc auto. Da una parte l'antitrust ha ricordato che le polizze automobilistiche in Italia sono tra le più care d'europa e dall'altra l'ania, che rappresenta le Compagnie di assicurazione, ha schivato il colpo lanciando un sos al Governo: è vero che le tariffe sono aumentate, ha riconosciuto il Presidente Fabio Cerchiai, ma per riportarle verso valori più contenuti bisogna sedersi tutti intorno a un tavolo per cambiare le regole che hanno provocato proprio quegli aumenti: come correggere la normativa sul bonus malus, rivedere le tabelle per il pagamento delle microlesioni o creare l'agenzia antifrode. Finora però, si legge in un articolo di Milano Finanza, nulla si è mosso. Solo l'isvap, l'istituto di controllo, ha aperto il dibattito chiamando a raccolta imprese e consumatori per tentare di individuare le soluzioni. Ma le imprese, soprattutto quelle quotate che devono rispondere al mercato dei risultati raggiunti ogni trimestre, non possono attendere che sia la politica a risolvere i problemi, e hanno aperto la guerra ai sinistri per riportare efficienza nel ramo Rc auto. Un settore che, nonostante i recenti rincari delle tariffe, ammessi dagli stessi assicuratori, continua a registrare pesanti perdite: il combined ratio medio, l'indice che rappresenta i costi sostenuti e i sinistri pagati rispetto ai premi incassati supera il 100 %. In pratica le Compagnie pagano più di quello che incassano, nonostante negli ultimi anni il costo medio dei sinistri si sia ridotto ABI boccia nuove regole sistema finanza ( Ansa ) Washington, 11 ottobre Le nuove regole sulla finanza, in primis Basilea 3, rischiano di essere un ' incentivo perverso per fare finanza '. Così l'abi. Il D. G. Giovanni Sabatini sottoscrive in parte l'allarme lanciato giorni fa dal ministro Tremonti secondo il quale ' i bankers sono tornati e la speculazione è a piede libero '. Al termine della missione a Washington per l'assemblea dell'fmi, Sabatini torna a manifestare perplessità per il nuovo quadro regolamentare cui devono sottoporsi le Banche. Fed: nuova liquidità in arrivo, lo crede il 93 % dei money manager ( Wall Street Italia.it ) Non ci sono dubbi tra gli operatori di Borsa: il prossimo 3 novembre la FED annuncerà l'adozione di nuove misure di allentamento monetario. Tradotto: tornerà ad acquistare Asset tra cui Treasury. Stando a un sondaggio condotto dall'emittente televisiva CNBC, il 93 % circa del campione ( composto da 70 persone tra economisti, gestori di fondi e trader ) è convinto che la Banca Centrale Americana allargherà il suo portafoglio con nuovi Asset finanziari. La percentuale è cresciuta dal 69 % emerso dal medesimo sondaggio svolto sole due settimane fa. Tra coloro che sono sicuri dell'arrivo di un Piano di Quantitative Easing 2, l'86 % ( dal 38 % ) crede che l'annuncio arriverà alla prossima riunione di inizio novembre. Quanto varrà il Piano di riacquisto di Treasury, ma non solo? In media la stima è pari a $ 500 miliardi ma le aspettative più contenute si fermano a $ 100 miliardi, quelle più generose arrivano a $ miliardi.

6 Secondo la maggioranza degli operatori intervistati, la FED non dirà tutto e subito, come fece nel 2009: il Governatore Bernanke annuncerà di mese in mese, o su base trimestrale, quanto spenderà per sostenere l'economia Usa immettendo nuova liquidità nel mercato. Nel suo sondaggio, CNBC ha anche chiesto cosa c'è da aspettarsi il prossimo anno da parte della FED. Il 37 % degli intervistati crede che verranno abbassati i tassi di interesse sulle riserve. Non lo pensa il 48 % del campione. Quanto al target sull'inflazione, il 20 % è convinto che sarà rivisto al rialzo dall'attuale 2 %. Fiat: Cisl, Fiom rispetti voto Pomigliano ( MF - DJ ) Roma " La Cisl ha una concezione molto alta delle regole sulla Rappresentanza e della democrazia sindacale. Noi abbiamo sempre rispettato l'esito di ogni pronunciamento assembleare dei Lavoratori ed il risultato di ogni consultazione. Cominciasse la Fiom a rispettare il voto libero e democratico della stragrande maggioranza dei Lavoratori di Pomigliano che hanno validato l'intesa finalizzata alla difesa dell'occupazione, agli investimenti, al miglioramento dei salari ". Lo dichiara in una nota Luigi Sbarra, segretario confederale della Cisl, aggiungendo che " in democrazia vale il principio della rappresentanza e del mandato che i Lavoratori affidano al proprio Sindacato liberamente e volontariamente attraverso la delega. La Cisl sulla rappresentanza e sulla democrazia sindacale sta chiedendo da tempo alla Cgil di perfezionare l'accordo, Bonanni ha rilanciato questo tema all'ultimo Congresso della Cgil, partendo dal documento unitario del E' proprio l'atteggiamento della Fiom - conclude Sbarra - che si è opposta all'intesa essendosi affidata imprudentemente ad una raccolta di firme per una regolamentazione legislativa che offende l'autonomia delle parti e mortifica l'azione sindacale ". Lavoro: al Sud la disoccupazione reale supera il 17 % ( MF - DJ ) Mestre In Campania la disoccupazione reale è al 20,1 % ( 5,8 punti in più rispetto al dato ufficiale calcolato dall'istat ), in Puglia al 17,5 % ( + 4 ), in Calabria al 17,3 % ( + 5,7 ) e in Sicilia al 16,8 % ( + 1,8 ). Nel Mezzogiorno il dato medio si attesta al 17,2 %. A livello nazionale, invece, si colloca al 10,2 %: quasi 2 punti in più rispetto al dato ufficiale calcolato dall'istat. Questi i valori del tasso di disoccupazione reale ( o, con una accezione più tecnica, del tasso di marginalità dal lavoro ), calcolato dalla Cgia di Mestre. In termini assoluti l'esercito dei disoccupati reali è composto da oltre persone: ben in più rispetto al numero calcolato ufficialmente dall'istat. " Sebbene il numero degli inattivi presenti nel nostro Paese ", afferma Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia, " sia rimasto pressocchè stabile negli ultimi decenni, dall'avvento della crisi ad oggi, coloro che hanno deciso di non cercare più attivamente un lavoro sono cresciuti in maniera molto decisa. Negli ultimi 2 anni sono fuoriuscite dalla categoria delle forze di lavoro oltre persone che, di conseguenza, non vengono più classificate come occupate o in cerca di occupazione. Ciò significa che il tasso di disoccupazione calcolato dalle statistiche ufficiali è attualmente inferiore a quello reale. Pertanto, alla luce del forte aumento degli scoraggiati, abbiamo stimato un nuovo indicatore: il tasso di marginalità dal lavoro, inteso come sommatoria dei disoccupati e di quel forte numero di sconfortati cresciuto proprio in questo ultimo periodo ". " Il risultato ", aggiunge Bortolussi, " fa esplodere la disoccupazione reale presente nel Mezzogiorno: + 3,7 punti rispetto al dato medio ufficiale; con punte del + 5,8 in Campania; del + 5,7 in Calabria e del + 5 in Abruzzo. Nel Centro Nord, invece, i differenziali tra le due medie sono invece molto contenuti.

7 L'esercito dei nuovi scoraggiati ", conclude Giuseppe Bortolussi, " si concentra prevalentemente al Sud. Tra le oltre persone che in questi ultimi 2 anni di profonda crisi hanno deciso di non cercare più un lavoro, oltre il 61 % del totale risiede nelle Regioni del Mezzogiorno. E' evidente che una gran parte di queste persone è andata ad alimentare l'abusivismo e il lavoro nero con gravi ripercussioni per quelle aziende che, nonostante le difficoltà economiche, sono rimaste in attività ". Buoni Pasto: Fipe, non sia un'obbligazione ( Asca ) Roma, 11 ottobre '' Se anche alcune catene della grande distribuzione cominciano a rifiutare i buoni pasto vuol dire che la situazione è arrivata davvero al culmine ''. Lino Stoppani, Presidente Fipe, rincara la dose sulla vicenda della distorsione nel mercato sempre più difficile dei tagliandi sostitutivi del servizio mensa. '' Il problema sta nel sistema di aggiudicazione delle gare di appalto dei servizi sostitutivi mensa - prosegue Stoppani - che trasferisce sulla filiera dei pubblici esercizi tutti gli svantaggi per aggiudicazioni effettuate a valori molto inferiori rispetto al nominale. L'uso del buono pasto inoltre ha ormai profondamente tradito il suo principio ispiratore, trasformandolo da titolo di credito mirato a consumare il pasto nell'intervallo di lavoro, a semplice buono spesa utile per comperare di tutto, con evidenti irregolarità anche di natura amministrativa - fiscale. E' un meccanismo pericoloso - conclude Stoppani - perchè i buoni pasto diventano dei titoli di credito al portatore, equiparabili in tutto e per tutto a carta moneta che però sfugge al controllo della Banca d'italia. Se non si cambiano alla radice le regole in questo settore ridando valore ad un servizio che va riconosciuto e compensato dai richiedenti e non cannibalizzato come sta succedendo, tanto vale monetizzare in busta paga il valore del buono pasto ''. Ricchezza privata + 72 % in 10 anni ( Ansa ) Roma, 11 ottobre I patrimoni detenuti dai privati nel mondo sono saliti del 72 % negli ultimi 10 anni nonostante la crisi economica, afferma Credit Suisse. Ma le diseguaglianze, seppure in diminuzione grazie alla crescita di Cina e India, restano abissali. Appena l'1 % della popolazione mondiale possiede il 43 % delle ricchezze private. Alla base della piramide, il 50 % delle persone detiene solo il 2 %. L'Italia Paese dai forti patrimoni e pochi debiti privati e il bene rifugio della casa è ai primi posti. Fisco: Intesa Comuni toscani - Inps per lotta evasione, 1 in Italia ( Asca ) Firenze, 11 ottobre I Comuni toscani collaboreranno attivamente al processo di accertamento e riscossione dei crediti Inps. E' quanto stabilisce il Protocollo d'intesa ( il primo in Italia di questo tipo ) siglato stamani tra ANCI Toscana e Direzione regionale dell'inps, l'istituto Nazionale di Previdenza Sociale. L'intesa punta a sviluppare sinergie tra i Comuni della Toscana e l'inps per il contrasto dell'evasione ed elusione contributiva sul territorio regionale. '' Con il Protocollo siglato stamani si rafforza l'impegno dei Comuni sul fronte della lotta all'evasione e all'elusione fiscale e contributiva - afferma il segretario generale di ANCI Toscana Alessandro Pesci -. L'accordo di oggi è un ulteriore tassello che va ad aggiungersi alle intese già siglate nei mesi scorsi con la Direzione regionale dell'agenzia delle Entrate e con la Regione Toscana sull'accertamento dei tributi regionali ''. La collaborazione tra ANCI Toscana e Inps si concretizzerà in diverse forme, dalla creazione di una rete di referenti composta da funzionari dell'inps e dei Comuni coinvolti ( finalizzata alla condivisione delle informazioni rilevanti dal punto di vista contributivo con effetti previdenziali ) allo svolgimento di attività di formazione per individuare e formalizzare le tipologie di ' informazioni qualificate ' più utili ed efficaci. Prevista anche la partecipazione di funzionari dell'inps ai Consigli tributari istituiti dai Comuni, ripristinati dalla recente manovra estiva.

8 Fisco: Ag. Entrate, no tasse 1 anno praticanti avvocati ( MF - DJ ) Roma Niente tassa di concessione governativa per i laureati in legge che si iscrivono al primo anno nel registro dei praticanti, perchè non ancora abilitati all'esercizio della professione forense. Il tributo - si legge in una nota dell'agenzia delle Entrate - è invece dovuto per gli anni successivi, in cui i praticanti procuratori possono essere nominati difensori d'ufficio o svolgere le funzioni di Pubblico Ministero. In particolare, il documento di prassi precisa che la tassa è dovuta nella misura fissa di 168 e si applica a partire dal secondo anno di iscrizione all'albo dei praticanti, perchè solo da quel momento si ha effettivamente l'abilitazione ad esercitare la professione forense. Federalismo: Irpef, possibili aumenti ( Ansa ) Roma, 11 ottobre Il federalismo potrebbe portare ad aumenti delle addizionali Irpef, in alcune Regioni e per determinate fasce di reddito, fino al 300 %. ' Il Sole 24 Ore ' analizza gli effetti del federalismo fiscale regionale spiega che il peso delle addizionali sarà differente a seconda che si tratti di Regioni virtuose o in rosso. La ' base ' dell'addizionale rimane allo 0,9 % ma dal 2015 le Regioni potranno alzare il livello fino al 3 %. L'Irap invece può essere ridotta fino all'azzeramento dalle Regioni. Economia: Vegas, federalismo è cardine per sgravio fiscale ( MF - DJ ) Milano " Il meccanismo del federalismo e' uno dei cardini che consente di non aumentare la pressione fiscale ". Lo ha detto questa sera il Vice Ministro all'economia e alle Finanze, Giuseppe Vegas, a margine della presentazione di un suo libro presso l'università Bocconi di Milano. " Non posso fare entrare dalla finestra una tassa che esce dalla porta. Occorre tenere la finestra chiusa ed è proprio questo che fa il federalismo. Bisogna sempre partire dalle tasche del contribuente che non può sopportare un carico fiscale superiore a quello attuale. Bisogna cercare di diminuirlo ". Lavoro: Enea, il 15 ottobre preselezione per 181 laureati ( Asca ) Roma, 11 ottobre Enea, per il concorso per 181 la riserva è sciolta. Si parte con la prova preselettiva. Il diario del bando indetto il 30 luglio e destinato a laureati e diplomati con esperienza biennale è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale serie concorsi di martedì 5 ottobre. Stessa data e unica sede per tutti. Appuntamento, quindi, all'hotel Ergife, in via Aurelia 619 a Roma, venerdì 15 ottobre. Il calendario segue il seguente ordine a seconda del profilo per il quale ci si è candidati: 120 laureati tecnici ( Rif. 05/2010 ) alle ore 8; 32 diplomati tecnici ( Rif. 06/2010 ) alle ore 13; 21 laureati amministrativi ( Rif. 07/2010 ) alle ore 15; 8 diplomati amministrativi ( Rif. 08/2010 ) alle ore 17. Bankitalia: CPL nell'elenco intermediari finanz. Vigilati ( MF - DJ ) Milano Bankitalia ha iscritto Confidi Province Lombarde ( CPL ) nell'elenco speciale degli intermediari finanziari vigilati. L'assunzione della veste di intermediari finanziari sottoposti a Vigilanza, si legge in una nota, equipara le garanzie di CPL a quelle delle Banche.

9 La nuova garanzia mitiga il rischio di credito, riduce l'assorbimento di capitale della Banca e riduce lo spread pagato all'impresa sul credito. Nella nuova veste CPL potrà anche rilasciare garanzie fidejussorie a favore dell'amministrazione Finanziaria dello Stato, al fine dell'esecuzione dei rimborsi di imposte alle imprese socie e gestire fondi pubblici di agevolazione. Attualmente sono meno di trenta i Confidi riconosciuti nell'apposita sezione. Consob: avvia consultazione su misure antiriciclaggio ( MF - DJ ) Roma La Consob ha posto in consultazione un documento recante disposizioni attuative in materia di organizzazione, procedure e controlli interni volti a prevenire l'utilizzo a fini di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo delle società di revisione iscritte nell'albo speciale previsto dall'art. 161 del TUF e contemporaneamente iscritte nel Registro dei revisori contabili. E' quanto si legge sulla newsletter settimanale della Commissione. Le disposizioni concernenti le società di revisione iscritte nell'albo Consob, per quanto concerne la disciplina relativa all'organizzazione, alle procedure e ai controlli interni, devono essere emanate dalla Consob, d'intesa con la Banca d'italia e l'isvap. Il Provvedimento in esame, dopo una "premessa" di carattere normativo, è suddiviso in quattro capitoli intitolati rispettivamente: " Fonti normative ", " Destinatari delle disposizioni ", " Assetti organizzativi a salvaguardia dai rischi di riciclaggio e finanziamento del terrorismo " e " Disposizioni finali ". Le osservazioni al documento in consultazione, disponibile sul sito dovranno pervenire entro il 15 novembre Antitrust: Catricalà, molti passi avanti ma occorre fare di più ( Adnkronos ), Roma, 11 ottobre Non malata ma neanche sana, l'italia dal punto di vista della concorrenza è convalescente ''. La diagnosi giunge dal Presidente dell'antitrust Antonio Catricalà, che, in occasione delle celebrazioni per i 20 anni dall'istituzione dell'autorità, fa il punto sui risultati raggiunti dal Garante della Concorrenza e del Mercato. '' Da una parte - spiega - siamo usciti da situazioni di vecchio monopolio statale in tanti settori, e da questo punto di vista sono stati fatti molti passi avanti e il sistema è competitivo. Dall'altra, però, occorre fare molto di più e la strada è lunga da percorrere ''. Per andare in questa direzione '' abbiamo gli strumenti '', ha rilevato Catricalà riferendosi alla legge annuale sulla concorrenza che però non è stata ancora varata. '' Il Ministro Romani - ha proseguito Catricalà - mi ha assicurato che studierà approfonditamente la nostra segnalazione per portare al più presto il testo in Consiglio dei Ministri. L'augurio è che la legge possa essere varata prima della fine dell'anno. Tra le priorità suggerite, ha ricordato il Presidente, l'istituzione di una Autorità indipendente dei Trasporti e di una sulle Poste: settori in vista di liberalizzazione e dove è necessario avere un terzo, regolatore indipendente ''. Dati i vincoli di bilancio, il suggerimento dell'antitrust al legislatore è di attribuire in via transitoria le competenze alle Autorità già esistenti, ha ricordato Catricalà. Antitrust: Catricalà, 22 ottobre Consiglio Stato si pronuncia su mutui ( Asca ) Roma, 11 ottobre

10 Il 22 ottobre il Consiglio di Stato si pronuncerà sul ricorso presentato dall'antitrust contro l'annullamento deciso dal Tar delle sanzioni inflitte a numerose Banche in materia di portabilità dei mutui. Lo ha detto il Presidente dell'autorità, Antonio Catricalà, a margine della cerimonia per il ventennale dell'agcm. L'Antitrust, in seguito alla segnalazione di alcune Associazioni di consumatori, ha irrogato sanzioni a più di 20 Istituti di credito che avevano '' orientato il cliente a scegliere la più costosa opzione della sostituzione '' invece della portabilità del mutuo, oppure che avevano '' fatto pagare oneri non previsti dalla legge ''. Ma il Tar del Lazio ha deciso di annullare la decisione dell'autorità non riscontrando '' elementi univocamente indizianti la presenza di una pratica commerciale scorretta ''. Previdenza: pensioni ai parasubordinati, c'è una verità nascosta? ( Intrage.it ) " Se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati, rischieremmo un sommovimento sociale ". Sono parole attribuite dal Corriere della Sera al Presidente dell'inps, Antonio Mastrapasqua, che le avrebbe pronunciate nel corso di un convegno. La notizia principale sarebbe dovuta essere quella che l'inps invierà, la prossima settimana, circa 4 milioni di lettere ai parasubordinati, dopo quelle spedite a luglio ai Lavoratori dipendenti, per spiegare come consultare on line la posizione previdenziale personale. Per verificare, cioè, i contributi che risultano versati. La seconda notizia è che non sarà possibile, per il Lavoratore parasubordinato, simulare sullo stesso sito quella che dovrebbe essere la sua pensione, come invece possono già fare i Lavoratori dipendenti. Il motivo di questa differenza pare sia stato spiegato da Mastrapasqua proprio con quella battuta. Per dire, in altre parole, che se i vari collaboratori, consulenti, lavoratori a progetto, co.co.co., iscritti alla gestione separata Inps, cioè i parasubordinati, venissero a conoscenza della verità, potrebbero arrabbiarsi sul serio. E la verità è che col sistema contributivo, i trattamenti maturati da collaboratori e consulenti spesso non arrivano alla pensione minima. Ricordiamo che i Lavoratori con contratti di collaborazione a progetto, e i vari tipi di parasubordinati sono tutelati da una specifica forma di previdenza obbligatoria, la gestione separata dell'inps. Essi devono versare all'inps una quota del proprio reddito ( fissata per il 2010 al 26,72 % ), per due terzi a carico dell'azienda e per un terzo a carico del Lavoratore stesso. Dal sito di YAHOO.Finanza, 12 ottobre 2010 Giudice censurato per idee personali ( Reuters ) Contrariamente a quanto avviene in Italia, i giudici inglesi non possono esprimere giudizi personali nelle loro sentenze. E, se lo fanno, vengono sanzionati. È quanto accaduto a George Bathurst-Norman, che si è trovato a giudicare un gruppo di attivisti che avevano fatto irruzione in una fabbrica di armi di Brighton, sospettata di lavorare per l'esercito israeliano, e progettando di danneggiarla. Il loro obiettivo era prevenire crimini di guerra contro i palestinesi.

11 Il giudice, durante il processo, aveva espresso valutazioni personali, affermando che le forze di Tel Aviv avevano evidentemente commesso crimini di guerra nella striscia di Gaza e riferendosi a scene terribili di devastazione, che si sperava fossero scomparse con il regime nazista del secolo scorso. Espressioni che non sono affatto piaciute ai vertici dell'amministrazione giudiziaria britannica, che hanno fortemente censurato il magistrato per essersi pronunciato non in base all'evidenza, ma unicamente secondo una visione personale, su una questione politica. Secondo Jonathan Hoffman, Vice Presidente della Federazione sionista, Bathurst-Norman si è comportato come uno dei difensori degli imputati. UE: Commissione, la Chiesa paghi l'ici. Verso indagine su Italia ( Asca ) Roma, 12 ottobre La Commissione Europea potrebbe aprire oggi un'indagine formale sull'italia per violazione dei principi del Trattato: nel mirino di Bruxelles c'è la legge italiana che esenta il Vaticano dal pagamento dell'ici. Secondo quanto riportano alcuni quotidiani, l'annuncio della Commissione UE dovrebbe essere formalizzato oggi: l'inchiesta riguarderebbe, oltre all'esenzione dall'ici, anche gli sconti fiscali che lo Stato italiano riserva agli immobili ecclesiastici con fini commerciali e, quindi, non di culto. Privilegi che il nuovo Commissario UE per l'antitrust, Joaquin Almunia, ritiene '' aiuti di Stato non compatibili '' con le norme del mercato unico europeo. Sulla norma, contenuta nella finanziaria del 2005 del Governo Berlusconi e reiterata con modifiche nel 2006, l'italia dovrà fornire chiarimenti a Bruxelles entro due mesi. B. P. Milano: pronta all'offerta per Monte Parma ( MF - DJ ) Milano Oggi B. P. Milano deciderà sul dossier Monte Parma. Il Consiglio Straordinario di Piazza Meda presieduto da Massimo Ponzellini si troverà a un bivio: presentare un'offerta per l'istituto emiliano finito nel mirino della Banca d'italia oppure fare un passo indietro. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, i Consiglieri propenderebbero per il sì e potrebbero fornire una prima indicazione di prezzo. L'obiettivo, si legge in un articolo di MF, è raggiungere la quota di maggioranza per blindare il controllo dell'istituto e avere così mano libera nella gestione. Proprio nelle ultime ore sono arrivati chiari segnali di apertura da Fondazione Monte Parma ( azionista di controllo dell'istituto con il 68 % ) che ha deciso di mettere in vendita il 51 %. Eppure, fino a qualche giorno fa, l'ente non sembrava disposto a cedere la maggioranza e nemmeno a stringere accordi di governance trasferendo la gestione ad altri soggetti. Sono state decisive la moral suasion della Banca d'italia e l'azione diplomatica di Carlo Salvatori, che a giugno ha assunto la Presidenza dell'istituto emiliano. Monte Parma ha infatti bisogno di un aumento di capitale da 120 mln per dissipare le incertezze sul fronte patrimoniale. La Fondazione però non dispone di queste risorse e quindi dovrà fare spazio a un socio di maggioranza che inietti mezzi freschi in cassa. Insomma per B. P. Milano la strada sembra spianata, anche se resta da definire il delicato nodo del prezzo. Sempre oggi si riunirà il CdA di Monte Parma che potrebbe già valutare l'eventuale Offerta. Unicredit: per Société Générale è Sell (Tendenze&Mercati )

12 Negativo il giudizio emesso dal secondo Istituto bancario francese, Société Générale, sul Gruppo Unicredit. Gli esperti della Banca d'affari hanno infatti abbassato il rating a Sell ( vendere ) dal precedente Hold ( mantenere ). La notizia del downgrade sta influenzando l'andamento del titolo che sul listino principale Ftse Mib registra al momento un calo dello 0.8 % a 1,858 euro dopo aver registrato un minimo di giornata a quota 1,852. Unicredit: avanza candidatura Nicastro come D. G. ( MF - DJ ) Roma Prende corpo la candidatura di Roberto Nicastro come Direttore Generale di Unicredit. Ma resta ancor il nodo del ruolo di Sergio Ermotti che non gradirebbe una posizione di fatto analoga a quella attuale, di capo del Corporate&Investment Banking a riporto del CEO Federico Ghizzoni. Lo scrive Il Messaggero aggiungendo che Paolo Fiorentino ricoprirà la carica di Direttore Operativo sempre a riporto di Ghizzoni, ma con deleghe la cui ampiezza deve calibrarsi all'interno della nuova governance. Questo impianto del nuovo vertice sarebbe uscito rafforzato dal colloquio di sabato scorso a Washington tra Ghizzoni, il Presidente di Unicredit, Dieter Rampl, e il Governatore di Bankitalia, Mario Draghi. Oggi pomeriggio Rampl, Ghizzoni e i tre Vice A. D. dovrebbero riunirsi a Milano e dall'incontro potrebbe uscire l'imprimatur anche se si deve sistemare la casella Ermotti per evitare che il manager esca dal Gruppo. Eventualità, sottolinea il giornale, che soprattutto Rampl vuole scongiurare. Intanto sarebbe stato cancellato il CdA Straordinario di domani in programma per l'ultimo ok alla " Banca Unica ": un nuovo CdA, conclude il quotidiano, potrebbe essere convocato per la settimana prossima allo scopo di varare la governance, preceduto dal Comitato. Unicredit: pressing di Draghi sul D. G. ( MF - DJ ) Milano L'invito formulato al vertice di Unicredit a definire in tempi rapidi il nuovo assetto di governance dell'istituto è arrivato nel corso del faccia a faccia di sabato a Washington tra il Governatore della Banca d'italia, Mario Draghi, e il neo Amministratore Delegato di Piazza Cordusio, Federico Ghizzoni. Nel corso dell'incontro, al quale non avrebbe partecipato il Presidente Dieter Rampl anche per sottolineare il ruolo di capoazienda ricoperto da Ghizzoni, il Governatore non avrebbe fatto domande sulle candidature al ruolo di Direttore Generale, ma avrebbe però invitato l'a. D. di Piazza Cordusio ( che ieri ha partecipato per la prima volta al pranzo tra i banchieri e il Ministro dell'economia, Giulio Tremonti ) ad arrivare a una decisione in tempi molto rapidi. Dall'uscita di Alessandro Profumo da Unicredit sono passate ormai tre settimane e da allora il vertice della Banca, si legge in un articolo di MF, è stato impegnato a ridefinire la governance interna, lasciando in secondo piano gli aspetti operativi. Il primo novembre, inoltre, diventa efficace a tutti gli effetti il Piano One4C, che prevede la fusione nella Holding delle cinque Banche controllate in Italia, ed è dunque importante che Unicredit si presenti a quell'appuntamento con un assetto di vertice definito. Unicredit: accordo con kazaka Sunkar ( Ansa ) Astania, 12 ottobre La Sunkar Resources PLC ha stipulato con l'italiana Unicredit un accordo per un Progetto di servizi di consulenza finanziaria. Lo ha dichiarato la stessa società mineraria kazaka di fertilizzanti, riferisce il sito SRI. UniCredit sarà consulente unico di Sunkar sul finanziamento del debito per il suo progetto Chilisai Phosphate Fertilizer ( concimi fosfatici ) a nord ovest del Kazakhstan: si tratta di uno dei più grandi depositi conosciuti di fosforite nell'ex Urss.

13 Veneto Banca: deliberata la fusione con B. P. Intra ( MF - DJ ) Milano Le Assemblee Straordinarie dei soci di Veneto Banca e di B. P. Intra, ed il CdA di Veneto Banca Holding hanno approvato il Progetto di fusione che prevede l'incorporazione di Veneto Banca e di B. P. Intra in Veneto Banca Holding. In particolare, si legge in una nota, l'operazione di riassetto organizzativo, che porterà sotto l'unica denominazione di Veneto Banca Holding ( di cui è previsto a breve il cambio di denominazione sociale in Veneto Banca ) le filiali attualmente facenti capo a B. P. Intra e Veneto Banca, è stata autorizzata dalla Banca d'italia con delibera del 6 settembre Con la stipula dell'atto di fusione, previsto per la fine di ottobre 2010, si perfezionerà la fusione suddetta, con effetti a decorrere rispettivamente dal 1 novembre 2010 per B. P. Intra e dal 22 novembre 2010 per Veneto Banca. Banca Pop. Vicenza: Approvata Incorporazione Cariprato ( Asca ) Roma, 12 ottobre L'Assemblea degli azionisti della Cassa di Risparmio di Prato, ieri, e il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Vicenza, oggi, hanno approvato la fusione per incorporazione di Cariprato nella controllante Banca Popolare di Vicenza. Lo annuncia l'istituto vicentino in una nota ricordando che l'incorporazione è stata autorizzata dalla Banca d'italia il 24 agosto scorso. Banche: Vigni, nostro ruolo è aiutare aziende a superare crisi ( MF - DJ ) Milano " Il ruolo di una Banca del territorio oggi, per come vediamo le esigenze delle aziende, è aiutarle a superare la crisi che c'è e che continuerà. Prevediamo che, almeno per un paio di anni ancora, alcuni settori soffriranno ". Lo ha detto ad Arezzo ai microfoni di Class CNBC ( televisione del Gruppo Class E. che insieme a Dow Jones & Co controlla questa agenzia ) Antonio Vigni, D. G. di B. Mps. " Abbiamo scoperto " ha detto " due cose. Che Banche e aziende, soprattutto Banche e aziende piccole e medio piccole sono sempre più vicine. Nella crisi, il rapporto tra Banche e questo tipo di aziende che hanno voglia di superare e andare avanti si è rafforzato. Così come i rapporti con Confindustria e con il Ministero dell'economia. Gli strumenti li abbiamo messi in campo ". Vigni è poi intervenuto anche sul tema delle nuove regole, previste dalle norme di Basilea 3: " Bisogna che si tenga conto che i problemi della finanza globale non sono i problemi dei singoli territori e che gli interventi, i regolamenti, le regole che occorreranno per gestire la finanza globale non sono le regole necessarie a questi territori. Finiremo per essere penalizzati, Banche e imprese ". Parmalat: Tribunale Riesame, Tanzi deve tornare in carcere ( Asca ) Milano, 12 ottobre Calisto Tanzi deve tornare a scontare la sua pena in carcere. Lo ha stabilito oggi il Tribunale del Riesame di Milano accogliendo la richiesta di arresto presentata dalla Procura Generale nei confronti dell'ex patron della Parmalat. Tanzi è stato condannato in primo grado e in appello per aggiotaggio in relazione al crack del Gruppo di Collecchio.

14 I suoi difensori hanno già preannunciato ricorso in Cassazione. Sarà la Suprema Corte a pronunciare l'ultima parola. E così Tanzi non andrà in carcere almeno fino al verdetto definitivo della Cassazione. Intesa S. P. ritiene Ungheria strategica, conferma impegni su Paese (Reuters ) L'Ungheria è un Paese strategico per Intesa Sanpaolo che conferma i suoi impegni verso il Paese. Lo dice una portavoce della Banca interpellata in merito alle indiscrezioni di un quotidiano locale secondo cui tre Banche stanno valutando l'uscita dal Paese a causa della nuova imposta sui profitti per il settore finanziario. " L'Ungheria è strategica per Intesa Sanpaolo. La Banca è un affidabile investitore di lungo termine e conferma gli impegni per l'ungheria ", dice la portavoce. Dexia: da 2012 distribuzione dividendo ( Ansa ) Bruxelles, 12 ottobre Dexia, il Gruppo franco - belga colpito dalla crisi, prevede di distribuire nuovamente un dividendo a partire dal Il patron Pierre Mariani si è detto fiducioso sul futuro, sottolineando come i benefici degli aiuti statali ricevuti per fronteggiare la crisi e portare avanti il Piano di Ristrutturazione si faranno sentire soprattutto nel 2010 e nel L'obiettivo è quindi quello di tornare entro due anni a risultati finanziari simili a quelli del Banche italiane: Société Generale bullish su Intesa Sanpaolo, bearish su UniCredit (Borsainside.com ) Société Générale ha alzato il suo rating su Intesa Sanpaolo da " Hold " a " Buy " e declassato allo stesso tempo UniCredit da " Hold " a " Sel l". Secondo la Banca d'affari francese il mercato avrebbe di recente sopravvalutato alcuni potenziali rischi di Intesa Sanpaolo. Il management della Banca italiana avrebbe fatto un buon lavoro e sarebbe riuscito a creare valore. Intesa Sanpaolo avrebbe delle solide basi e dovrebbe continuare a distribuire dividendi. Société Générale si attende invece presso UniCredit un aumento del costo del rischio. Société Générale crede inoltre che i proventi da negoziazione di UniCredit caleranno nei prossimi due anni. Société Générale indica infine che sulla strategia del Gruppo domina l'incertezza dopo i recenti cambiamenti ai suoi vertici. Francia, nuova sfida alla riforma pensioni con uno sciopero ( Reuters ) I sindacati francesi hanno dato il via oggi a una nuova ondata di scioperi contro la riforma delle pensioni, mettendo alla prova la risolutezza del Governo del Presidente Nicolas Sarkozy mentre l'impopolare progetto si avvia a diventare legge. Treni, aeroporti e porti funzioneranno in modo ridotto mentre i sindacati sperano di alzare la posta nella loro lunga sfida contro le misure che prevedono un innalzamento dell'età pensionabile da 60 a 62 anni. I disagi a livello nazionale sono un serio banco di prova per la leadership di Sarkozy mentre tenta di spingere su una riforma che è un cavallo di battaglia della sua Presidenza. Si prevede una riduzione di voli all'aeroporto di Orly e di circa un terzo all'aeroporto Charles de Gaulle-Roissy.

15 I sindacati hanno detto che solo uno su tre dei treni ad alta velocità TGV saranno attivi, mentre opereranno circa otto treni su dieci dei treni Thalys con destinazioni tra le quali Bruxelles. Funzionerà a servizio ridotto anche la metropolitana di Parigi. Una serie di proteste nelle ultime settimane hanno radunato milioni di dimostranti. La speranza dei sindacati è che la protesta di oggi raccolga più dei tre milioni di Lavoratori che, secondo le stime, hanno partecipato alle manifestazioni dei giorni scorsi. Le proteste sono state provocate dalla decisione del Senato di approvare la legge che innalza l'età per accedere alla pensione piena da 65 a 67 anni. Inps: estesi benefici esenzione contributiva a Stock Option ( Asca ) Roma, 12 ottobre '' In assenza di una definizione legale di stock option, il regime di esenzione contributiva per i redditi di lavoro dipendente può essere esteso non soltanto ai Piani che prevedano l'attribuzione di diritti di opzione, ma anche a quelli che - in un'ottica di fidelizzazione dei Dipendenti - prevedano un'assegnazione di azioni anche a titolo gratuito ''. E' quanto afferma un comunicato dell'inps. E' questa la novità - si legge nel comunicato - introdotta dal messaggio n del 12 ottobre 2010 che estende i benefici previsti dal D. L. n. 112/2008 ( art. 82, comma 24-bis ). Il nuovo messaggio integra la circolare n. 123/2009 che introduceva il regime di esonero per i soli Piani di stock option. Affinchè tale regime esonerativo possa essere applicato anche ai Piani di assegnazione di azioni ( anche a titolo gratuito ), è necessario che i Piani di azionariato presentino però alcune caratteristiche. Anzitutto il piano azionario non deve essere generalizzato, ma riferito soltanto a categorie di Dipendenti o singoli Dipendenti, l'attuazione del Piano deve essere subordinata al verificarsi delle condizioni in esso previste, come ad esempio il decorrere di un periodo minimo per maturare il diritto a ricevere le azioni, la permanenza in servizio dei Dipendenti alla scadenza di tale periodo, il raggiungimento di determinati risultati aziendali, un termine minimo per la cessione delle azioni assegnate. Inoltre, il Piano deve prevedere esclusivamente l'assegnazione di titoli azionari, in quanto il regime di esenzione non si applica ai piani di incentivazione che prevedono la corresponsione in denaro del valore delle azioni. I datori di lavoro possono recuperare la contribuzione versata ma non dovuta sulle azioni assegnate dal 25 giugno 2008, utilizzando la procedura Uniemes appositamente integrata con uno specifico codice causale che consente di effettuare il recupero della contribuzione non dovuta e, contemporaneamente, la riduzione del relativo imponibile già comunicato con l'emens. Luxottica: Del Vecchio vara Fondazione, eredità a figli ( MF - DJ ) Roma Cambia la forma giuridica, ma non la sostanza del patrimonio e dell'eredità di Leonardo Del Vecchio. Il patron di Luxottica, scrive Repubblica, ha infatti deciso di trasformare la Delfin, il veicolo che controlla il Gruppo di occhiali e un " buon giardinetto " di partecipazioni, da una società di diritto lussemburghese a una Fondazione di diritto olandese.

16 Dietro questa scelta, prosegue il giornale, non ci sarebbero grandi vantaggi fiscali, ma soprattutto una forma più trasparente e tale da garantire la pace della futura governance di famiglia, e quindi anche quella della Luxottica, in primis, nell'interesse dei sei figli dell'imprenditore italiano, con un occhio di riguardo per i più piccoli. Con la Fondazione, Del Vecchio si è garantito anche il diritto di nominare un " temporary board member ", cioè una sorta di curatore testamentario per i figli più piccoli. Lo Statuto della nuova Fondazione, continua il giornale, prevede poi che se gli eredi di Del Vecchio volessero cedere azioni Luxottica, Generali Ass., Unicredit, Molmed, o di Fdr che controlla Beni Stabili, dovrebbero decidere " quasi ad unanimità ", con una maggioranza di 5 su 6, in modo da non pregiudicare gli interessi tra fratelli e fratellastri. Banche: ABI, al via 1 Forum internazionale ABIfore - justice ( MF - DJ ) Roma Prende il via oggi a Roma il primo forum internazionale " ABIfore-justice 2010 " sullo sviluppo della giustizia digitale in Italia e in Europa, promosso dall'abi con il patrocinio del Ministero della Giustizia, alla presenza dei rappresentanti di Istituzioni nazionali e comunitarie. In Italia - si legge in una nota - il Progetto di digitalizzazione della giustizia procede a ritmo sostenuto: 9 i Tribunali in cui è già attivo il Processo civile telematico per lo scambio degli atti online ( a fine 2010 saranno 14 ), 24 quelli che possono emettere decreti ingiuntivi via web, 52 le Procure della Repubblica che hanno aderito ai protocolli organizzativi promossi dall'abi per l'efficienza delle procedure, l'uso degli strumenti informatici e la riduzione dei costi negli accertamenti penali. Il forum si pone come un'importante occasione di dialogo sull'evoluzione della giustizia elettronica ( civile, penale, amministrativa, tributaria e del lavoro ), i riflessi positivi per la competitività delle imprese e le soluzioni concrete per rendere i servizi più facilmente accessibili, rapidi e meno costosi e mettere a confronto iniziative e progetti nazionali con quelli adottati in altri Paesi dell'unione Europea. Il progetto di formazione e-learning - conclude la nota - è destinato a magistrati, cancellieri, avvocati e a tutti gli operatori del settore giudiziario ( circa i professionisti coinvolti ) per favorire la conoscenza e l'adozione degli strumenti del processo civile telematico. Basilea 3, Mussari: male rinviare problema leva finanziaria ( Reuters ) l problema delle nuove regole di Basilea 3 sui requisiti di patrimonio delle Banche è che rinvia il tema della leva finanziaria, tra le cause del disastro finanziario e rischia di penalizzare chi ha subito la crisi senza averla causata. Lo ha ribadito il Presidente dell'abi Giuseppe Mussari nel corso del suo intervento all'italian Axa Forum 2010, organizzato da Axa. " Il limite della legislazione che si va proponendo è la sua parzialità, Basilea 3 non si occupa del problema della leva e lo rinvia a data futura ", ha detto Mussari. " Una delle preoccupazioni e che non finisca come Basilea 2, perché stiamo ancora aspettando che gli Usa la applichino. Ci sono Banche e Assicurazioni che non sono causa del disastro che hanno pagato il conto del disastro ", ha detto Mussari che, con una battuta, ha suggerito ai vertici di Axa presenti all'incontro di " trasferirsi armi e bagagli negli Usa, dove non si applica Solvecy 2 ", cioè il nuovo sistema di regole per il capitale delle Assicurazioni.

17 " Alle Banche si dice che non guadagneranno più e, beffa, di applicare regole che i loro concorrenti che hanno determinato gli squilibri non applicano ". Per Mussari, che ha già criticato come Presidente dell'abi in una audizione parlamentare gli effetti di Basilea 3 sulla capacità delle Banche di assicurare credito alle imprese, " oggi si vorrebbe evitare un nuovo collasso partendo da quelli che lo hanno subito. Questo rischia di non farci riprendere dal collasso. Si devono invece eliminare le cause vere, se c'è una leva di 50 volte a poco servono più alti requisiti ", ha detto. Mussari ha anche sottolineato che serve fare dei distinguo perché le Banche non sono tutte uguali. Parlando subito dopo l'ex presidente del Consiglio e oggi consulente di Deutsche Bank, Giuliano Amato, Mussari ha condiviso il discorso di Amato " quando dice che non guadagneranno quanto guadagnato negli anni scorsi, dico guadagneranno perché negli anni scorsi non siamo stati tutti uguali, non avevamo tutti gli stessi ritorni sul capitale e non abbiamo pagato tutti gli stessi bonus, non siamo stati sulla stessa barca ". Crisi: Mussari, servono regole precise e prigione per chi sbaglia ( Asca ) Roma, 12 ottobre Ci vogliono '' regole e limiti e la prigione per chi sbaglia ''. A chiederlo è il Presidente dell'abi, Giuseppe Mussari, che intervenendo all'italian Axa Forum, sottolinea che la crisi economica ha messo in evidenza che '' il mercato ha fallito clamorosamente. La mano invisibile va bene per il macellaio ma non per gli Edge Found. Ci vogliono - sottolinea il Presidente dell'associazione dei banchieri italiani - regole e limiti e la prigione per chi sbaglia ''. Cgil: Camusso, manifestazione Fiom sabato rimanga strettamente sindacale ( Asca ) Udine, 12 ottobre '' Quella di sabato deve rimanere una manifestazione sindacale ''. Così Susanna Camusso, segretario generale vicario della Cgil, sull'iniziativa della Fiom in programma il 16 ottobre. '' Si tratta di una manifestazione giusta, necessaria - ha spiegato Camusso a margine di un convegno della propria organizzazione ad Udine - sia in ragione della rottura intervenuta alla Fiat sia in ragione di una scelta non condivisibile, sbagliata, di Federmeccanica di procedere alle deroghe contrattuali. Questo è il senso della manifestazione e questo deve rimanere. Ieri, per altro, il segretario generale della Fiom, Landini, ha detto che questa deve rimanere una manifestazione sindacale e che come tutte le manifestazioni sindacali deve essere pacifica, per affermare il proprio punto di vista, senza altri scopi. Mi auguro che tutti coloro che partecipano garantiscano uno svolgimento rigoroso e che non presti il fianco ad alcun altro commento che non sia quello di una manifestazione sindacale legata a questione contrattuali ''. Cgil: Camusso, Sacconi continua a non fare il suo lavoro ( Asca ) Udine, 12 ottobre '' Noi continuiamo ad avere un Ministro del Welfare che non fa il suo lavoro ''. Lo ha detto Susanna Camusso, segretaria aggiunta della Cgil, a margine di un convegno a Udine, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano di commentare recenti dichiarazioni di Maurizio Sacconi, secondo il quale c'è già un sindacato unico Cisl - Uil. '' Il Ministro dovrebbe avere una funzione terza e non partigiana - ha spiegato Camusso -, mentre invece Sacconi, come ben sappiamo ha teorizzato e praticato la divisione del sindacato.

18 E questo non è il suo mestiere. Si tratta, invece, di una scelta grave e ancora più grave dentro la crisi. Il ministro può affermare quello che vuole ma se c'è un unico sindacato bisogna chiederlo ai due soggetti che vengono indicati come unificati d'autorità dal Ministro ''. Per Camusso, '' solo loro possono avere parola. Noi, in ogni caso, pensiamo che sia sbagliato, da parte del Governo, dividere il sindacato - ha concluso Camusso -. Pensiamo, inoltre, che scaricare i costi della crisi sulle condizioni di lavoro e sulle retribuzioni dei Lavoratori. Non abbiamo problemi a dire che ci sono delle differenze con le altre Organizzazioni, però queste vanno discusse con loro, non con altri. Non dev'essere il Governo l'arbitro di tutto ciò ''. Fiat: Camusso a Bonanni, abbassa toni e alza qualità linguaggio ( Asca ) Udine, 12 ottobre '' Bisogna abbassare i toni e alzare la qualità del linguaggio ''. E' l'invito che Susanna Camusso, segretario generale vicario della Cgil, rivolge al leader della Cisl, Bonanni, quando auspica '' 10, 100, 1000 Accordi come quelli di Pomigliano '', se le intese come quelle sottoscritte con la Fiat portano investimenti e lavoro. '' Certi slogan evocano cose tristi - ha aggiunto Camusso, a margine di un convegno a Udine - e credo che non dovrebbero far parte del linguaggio dei dirigenti sindacali e di chi, comunque, ha cuore il futuro di questo Paese, la coesione sociale, le prospettive. Nel merito può apparire - ha concluso la sindacalista - una logica di rottura e, come tale, non utile. Altrimenti non posso che ribadire l'opinione che noi abbiamo: che sul piano dell'utilizzo degli impianti e della produttività abbiamo fatto e continueremo a fare tantissimi accordi per affrontare il futuro, ma non condividiamo il modello che riduca i diritti dei Lavoratori, anche perchè crediamo che non sia né una ricetta né una soluzione ''. Crisi: Marzano ( Cnel ), priorità creare posti di lavoro ( Asca ) Roma, 12 ottobre '' La creazione di posti di lavoro è una priorità e servono proposte concrete per far fronte alla crisi occupazionale mondiale che lo scorso anno ha colpito più di 200 milioni di persone ''. Per Antonio Marzano, Presidente del CNEL e dell'associazione Internazionale dei Consigli Economici e Sociali e di Istituzioni Simili ( AICESIS ), che stamane a Cotonou in Benin ha aperto il seminario Il ruolo dei Consigli Economici e Sociali come promotori e attori per l'attuazione del Patto Mondiale per l'occupazione, l'impegno più urgente è dare attuazione al Patto Globale per l'occupazione, varato dall'organizzazione Internazionale del Lavoro nel 2009 con l'obiettivo di orientare le politiche nazionali e internazionali a stimolare la ripresa economica, a creare occupazione, a proteggere i lavoratori e le loro famiglie. '' Per contrastare gli effetti della crisi economica mondiale sono state stanziate più risorse a vantaggio degli Istituti finanziari di quanto sia stato speso per salvaguardare l'occupazione e i sistemi di protezione sociale '', ha detto Marzano parlando ai rappresentanti dei Consigli Economici e Sociali dei Paesi Africani intervenuti all'incontro organizzato dall'aicesis con il partenariato dell'ilo. Il Presidente ha quindi invitato gli oltre 60 Consigli aderenti a coinvolgere i rappresentanti del mondo del lavoro e delle imprese per elaborare progetti di rilancio dell'occupazione. '' Gli aiuti ai Paesi africani più poveri si sono ridotti drasticamente, la situazione sociale si deteriora, crollano le esportazioni e gli investimenti esteri diretti, si riducono le rimesse degli immigrati ''. Per Marzano a questa situazione si dovrebbe rispondere con un'azione coordinata tra le diverse istituzioni internazionali ( Fmi, Banca Mondiale, Omc, Oil, Psnu ) e una maggiore cooperazione per ristabilire un clima di fiducia, mentre a livello dei singoli Stati sono necessari investimenti in infrastrutture e più stimoli per la creazione di imprese, anche attraverso la microfinanza. '' E' dalla crescita del lavoro, soprattutto attraverso le Piccole e medie imprese, e da politiche attive di gestione del mercato del lavoro e di qualificazione professionale, che potrà venire uno sviluppo sociale diffuso e duraturo '', conclude Marzano.

19 '' Ma si potrà parlare di sviluppo solo se il lavoro che verrà sarà dignitoso, rispettoso della parità tra uomini e donne, delle pari opportunità e delle libertà civili ''. Sangalli: per ripresa meno burocrazia ( Ansa ) Roma, 12 ottobre ' Quello dei costi della burocrazia è certamente uno dei principali ostacoli che gravano sulle Pmi '. Parola di Carlo Sangalli. Il Presidente di Rete Imprese Italia e di Confcommercio commenta i dati diffusi dall'agenzia delle Entrate sui costi amministrativi medi a carico delle imprese e punta il dito anche sulla elevata pressione fiscale, sulle difficoltà di accesso al credito e sul ritardo dei pagamenti della Pubblica Amministrazione. Crisi: Adiconsum, serve fiscalità di vantaggio per imprese ( Asca ) Roma, 12 ottobre '' L'onda lunga della crisi - dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum - continua a falcidiare il reddito delle famiglie e lo stato di fiducia degli italiani diminuisce sensibilmente non solo nelle regioni del sud, ma anche nel Nord Ovest, area non certo tradizionalmente debole del Paese. Solo una seria politica - continua Giordano - di fiscalità di vantaggio per le imprese che vogliono investire in attività produttive unitamente alla defiscalizzazione diffusa del salario di produttività, riuscirà a far uscire dalle sacche della crisi l'italia. Adiconsum è convinta che altro pezzo importante di una strategia di sviluppo economico è lo sblocco delle risorse pubbliche per gli investimenti ed una seria e concreta evasione fiscale. Basta andare nei porti, negli aeroporti o verificare il parco macchine di tanti liberi professionisti, imprenditori o gioiellieri per scoprire un mondo di evasione fiscale a tutti noto, ma da pochi contrastato ''. Fisco: Ag. Entrate, burocrazia costa a Pmi 2,7 Mld l'anno ( MF - DJ ) Roma Il costo complessivo degli adempimenti burocratici per le imprese con meno di 250 dipendenti è stato stimato in circa 2,7 miliardi di euro all'anno. Questi i primi risultati dell'attività di misurazione degli oneri amministrativi condotta dall'agenzia delle Entrate e dal Dipartimento della Funzione Pubblica. Gli adempimenti interessati, si legge in una nota, sono la comunicazione dati e la dichiarazione annuale Iva, la dichiarazione unificata dei sostituti d'imposta ( modello 770 semplificato ), le richieste di rimborso del credito Iva e l'anticipazione in conto fiscale del rimborso Iva. La rilevazione è stata effettuata nell'ambito dell'attuazione del " Taglia - oneri amministrativi ", introdotto dall'art. 25 del D. L. 112/2008, che ha previsto la misurazione dei costi burocratici in tutte le materie di competenza statale con l'obiettivo di giungere, entro il 2012, come stabilito in sede comunitaria, alla riduzione del 25 % dei costi della burocrazia che gravano sulle imprese. Francia esaminerà tassazione su patrimonio prossima primavera ( Reuters ) Il Governo del Presidente Nicolas Sarkozy rivedrà il sistema di tassazione sul patrimonio e altre misure all'interno di una revisione del budget nella prima parte del prossimo anno, secondo quanto hanno riferito dei parlamentari. " L'idea è quella di avere un dibattito sulla tassazione sull'eredità patrimoniale come parte di una revisione del bilancio alla fine della primavera ", ha detto Hervè Mariton del partito Ump.

20 Philippe Marini, senatore dell'ump, ha aggiunto che l'idea viene direttamente da Sarkozy e dal Primo Ministro Francois Fillon. Lavoro: i supermercati si ribellano, buoni pasto a rischio ( Intrage.it ) Scricchiola il meccanismo dei buoni pasto, che col loro giro d'affari da 2,5 miliardi l'anno costituisce uno dei pilastri della retribuzione dei lavoratori, in quanto forma di reddito non soggetta a tassazione. Si stanno infatti ribellando gli esercenti, per mezzo della Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, l associazione che rappresenta bar, ristoranti, pizzerie, tavole calde ed esercizi vari della ristorazione. Si lamentano, in particolare, della commissione che sono costretti a pagare per ogni buono pasto incassato. Un problema che sta esplodendo, collegato alla decisione di importanti catene da McDonald a Esselunga di non accettarne più quale forma di pagamento. "Se anche alcune catene della grande distribuzione cominciano a rifiutare i buoni pasto, vuol dire che la situazione è arrivata davvero al culmine" ha detto Lino Stoppani, presidente Fipe "Il problema sta nel sistema di aggiudicazione delle gare di appalto dei servizi sostitutivi mensa, che trasferisce sulla filiera dei pubblici esercizi tutti gli svantaggi per aggiudicazioni effettuate a valori molto inferiori rispetto al nominale. L uso del buono pasto, inoltre, ha ormai profondamente tradito il suo principio ispiratore, trasformandolo da titolo di credito mirato a consumare il pasto nell intervallo di lavoro, a semplice buono spesa, utile per comperare di tutto, con evidenti irregolarità anche di natura amministrativa-fiscale. È un meccanismo pericoloso, perché i buoni pasto diventano dei titoli di credito al portatore, equiparabili in tutto e per tutto a carta moneta, che però sfugge al controllo della Banca d Italia". B. co Popolare: effettuata la riapertura del covered bond a 5 anni ( Trend.online ) di Alberto Susic Il Banco Popolare ha effettuato la riapertura della seconda serie di Obbligazioni Bancarie Garantite emessa nell'ambito del programma pluriennale in essere dal febbraio I titoli emessi, per un valore nominale pari a 150 milioni di Euro e con scadenza 30 settembre 2015, vanno ad incrementare la seconda serie che raggiunge così un importo complessivo pari a 950 milioni di Euro. Il Banco Popolare ha deciso di effettuare la riapertura, che è stata condotta da Royal Bank of Scotland PLC e UBS AG in qualità di Joint Lead Managers con Banca Aletti in qualità di comanager, sulla base di una reverse inquiry ricevuta gli scorsi giorni da parte di alcuni investitori istituzionali. L'operazione è stata prezzata al tasso mid swap +135 punti base, con una cedola pari a 3,25 % ed un prezzo pari a 100,138. DFP: Ok Commissione Bilancio Camera, domani in aula ( Reuters ) Via libera della Commissione Bilancio della Camera alla Decisione di Finanza Pubblica, il documento che ha sostituito il vecchio DPEF. La Commissione ha votato il mandato al relatore a riferire in aula sulla DFP. A favore si è espressa tutta la maggioranza, compresi Fli e Mpa. Domani mattina è prevista la discussione generale in aula e dalle 16 il voto sulla risoluzione che dovrebbe essere sottoscritta da tutti i capigruppo della maggioranza. Crisi Economica: Trichet, tempi più brevi in procedure deficit eccessivo UE (Adnkronos ) New York, 12 ottobre '' Servono tempi più brevi '' per le procedure di deficit eccessivo dell'ue.

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2015 Circolare n. 72 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della 1 Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo con la quale la Francia è stata condannata per il divieto legislativo di costituire associazioni

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA

VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA TITOLO VII NORME COMUNI SULLA CONCORRENZA, SULLA FISCALITÀ E SUL RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO. (Gazzetta Ufficiale n.

LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO. (Gazzetta Ufficiale n. LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO (Gazzetta Ufficiale n. 20 del 20-1-1979) TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1. Esercizio della professione

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

La legge sul Volontariato della Regione Lazio

La legge sul Volontariato della Regione Lazio La legge sul Volontariato della Regione Lazio Legge 29 del 1993 Art. 2 Attività ed organizzazioni di volontariato 1. Ai sensi dell'art. 2 della legge n. 266 del 1991: a) l'attività di volontariato disciplinata

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Negli ultimi mesi lo scenario europeo ha avuto un'evoluzione nuova e positiva. I margini di flessibilità del Fiscal Compact sono

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 20/03/2015 Circolare n. 63 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli