U.L.S.S. della Provincia di Treviso settembre - ottobre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "U.L.S.S. della Provincia di Treviso settembre - ottobre 2013"

Transcript

1 U.L.S.S. della Provincia di Treviso settembre - ottobre 2013 Farmarca_Consorzio di Farmacie della Marca Trevigiana _ Le Notizie Sulla Salute _ Bollettino d Informazione sul Benessere _ n.63 _ settembre / ottobre 2013

2 SOMMARIO Farmarca Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013 EDITORIALE a cura della Dr.ssa M. Sandra Muffato, farmacista Pag Intervista al Dott. Mario Del Prete Prevenzione del Cavo Orale a cura di Barbara Vian Pag Intervista al Prof. Edoardo Stellini La Salute dei Denti del Tuo Bambino a cura di Sergio Mazzoleni Pag Turni di Tutte le Farmacie della Marca I Turni delle Farmacie mesi di settembre e ottobre 2013 Pag Intervista al Dott. Diego Salvi Salute Orale nell Anziano a cura di Chiara Cestaro Pag I Cibi Amici del Nostro Sorriso Alimentazione e Salute dei Denti a cura di Barbara Vian Pag Nella Precoce Difesa del Danno Endoteliale Monacolina K 10 mg Informazione Pubblicitaria CONSORZIO FARMARCA Via Cortese, Treviso Tel Fax: Direzione Generale DMC Agenzia di Pubblicità Via Borgo Treviso, Castelfranco Veneto (TV) Tel Fax Referente Redazione Farmarca: Maria Sandra Muffato Responsabile DMC per Farmarca: Paola Bonora IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE DENTALE Il sorriso è il biglietto da visita di una persona, sorridere fa stare bene con se stessi e con gli altri; è quindi molto importante mantenere sana la nostra bocca. Tutti noi ci occupiamo quotidianamente dell igiene orale con spazzolino, dentifricio, collutorio e quando si presentano dei problemi ai denti o alle gengive andiamo dal dentista di fiducia. Da ricerche pubblicate recentemente su vari quotidiani nazionali e locali, è emerso che circa il 29% della popolazione italiana rinuncia alle cure dentistiche a causa della crisi di questi ultimi anni. E un dato allarmante; è come se la popolazione rinunciasse alle cure contro il diabete, o le malattie cardiovascolari o l ipertensione; la salute della bocca è importante tanto quanto quella di altri organi e disturbi a denti e gengive possono provocare complicanze anche gravi! Dal 1980 l Associazione Dentisti Italiani (ANDI) e la Società Italiana di Ortodonzia (SIDO), organizzano con successo Il mese della prevenzione dentale e Il mese della salute orale, il cui obiettivo è sensibilizzare la popolazione a non trascurare le visite odontoiatriche di controllo. Queste associazioni offrono gratuitamente la loro consulenza sulle più importanti tematiche: cura e prevenzione della carie, l igiene orale per gli adulti e i bambini, la salute delle gengive, la sensibilità dentale, le cure estetiche, l impiantologia e l ortodonzia. L ortodonzia si occupa della prevenzione, diagnosi e cura della malposizione dei denti e delle anomalie di crescita della faccia. Gli odontoiatri specialisti in ortodonzia evidenziano come la masticazione, la deglutizione, la fonazione e la respirazione possano essere alterate da un allineamento dentale non corretto. Approfittiamo di questa opportunità per un controllo della nostra bocca e quella dei nostri bambini perché mai come in questo ambito prevenire è meglio che curare, negli studi privati, nelle cooperative o all estero... l importante è farlo! FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013 Pag. 03

3 IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE DEL CAVO ORALE A COLLOQUIO CON IL DOTT. MARIO DEL PRETE, DIRETTORE SANITARIO DENTALCOOP DI SAN DONÀ DI PIAVE A cura della Dott.ssa Barbara Vian, farmacista naturopata Dott. Del Prete, come è ormai risaputo, la carie dentaria è una patologia del cavo orale e può essere considerata, tra le numerose patologie dentali, quella più diffusa. E possibile sapere se una persona è cariocettiva, cioè soggetta più di un altra alla carie dentaria? Sì, oggi è possibile tramite alcuni semplici esami eseguibili dal proprio odontoiatra. Il primo test consiste nel misurare il potere tamponante della saliva: una saliva poco acida, tendente cioè al basico, riesce a tamponare l acidità di alcuni alimenti, come per esempio agrumi, soft drink, succhi di frutta e gli acidi prodotti da batteri che corrodono la superficie del dente. Questo esame si può fare anche nei bambini prima dei sei anni di età. Un altro esame permette di calcolare la quantità di batteri che provocano la carie presenti in bocca, in particolare dello Streptococcus mutans e del Lactobacillus spp. Generalmente più batteri di questo tipo sono presenti, più i denti sono soggetti alle carie. Possiamo fare qual cosa se sappiamo di essere cariocettivi? Assolutamente sì, se la propria saliva è caratterizzata da un ph troppo acido, può essere utile correggere la propria alimentazione diminuendo il consumo di zuccheri, caramelle, cioccolato, bibite gassate, aperitivi e prodotti da forno. Ma contro la presenza di batteri cariogeni è soprattutto l odontoiatra che può attuare una strategia di difesa del dente. Innanzitutto con visite di controllo ogni tre-quattro mesi per verificare lo stato di salute della bocca e intervenire precocemente se si riscontra una lesione cariosa. E per quanto riguarda la placca e il tartaro? La placca (più specificamente placca batterica, è un aggregato di germi tenacemente uniti tra loro e alle superfici dentali, che promuove e sostiene la carie e le padontopatie, cioè infezioni dei tessuti che si trovano attorno al dente e che ne determinano la perdita) e il tartaro (chiamato anche calcolo, è formato dall insieme dei depositi minerali che si annidano intorno al dente; si possono distinguere due tipi di tartaro ed il più pericoloso è quello che alberga all interno della gengiva e delle tasche parodontali ed è correlato a malattie dentali e gengivali), e la conseguente gengivite (infiammazione dei tessuti gengivali, caratterizzata da gonfiore, arrossamento, calore e sanguinamento), sono a volte sottovalutati perchè, almeno nelle prime fasi, non generano dolore eccessivo o sono confusi con un banale ingiallimento dei denti dovuti all abuso di caffè o di fumo. In realtà dovrebbero essere immediatamente curati, per evitare l aggravarsi dello stato e l insorgere di problemi parodontali e quindi anche della futura spesa odontoiatrica. Come conseguenza di ciò occorre dare spazio agli interventi di pulizia e ordinaria manutenzione: l igienista, generalmente ogni sei mesi, rimuove fisicamente placca e tartaro consentendo di ripristinare lo stato ottimale delle gengive, scongiurando infezioni o patologie più gravi. Nei pazienti già in cura, per esempio persone che hanno impianti, ponti, corone è consigliabile una bonifica o levigatura radicolare più approfondita che va fatta ogni tre quattro mesi affinchè non sopraggiungano infiammazioni gengivali o carie che colpiscano, per esempio, il moncone sotto la capsula. Avere denti e gengive sane è una scelta che dà i migliori risultati a lungo termine. Una corretta strategia di prevenzione consente di rinviare nel tempo effetti irreversibili di alcune patologie come la gengivite, la parodontite e la carie. Cosa ne pensa dell uso di collutori disinfettanti nella pulizia del cavo orale? Per quanto riguarda la prevenzione farmacologica, recenti studi al riguardo consigliano l uso, più che di disinfettanti e/o antibiotici, quando necessario, di farmaci con azione antinfiammatoria. Si parla sempre più spesso di prevenzione delle lesioni precancerose del cavo orale, può dirci qual cosa a tale proposito? La possibilità da parte dell odontoiatra di incontrare pazienti potenzialmente candidati a sviluppare una neoplasia nella bocca, fa sì che nello studio odontoiatrico sia d estrema importanza porre l attenzione su qualsiasi anomalia riscontrabile, al di là delle normali cure odontoiatriche. Una diagnosi precoce di una possibile lesione benigna e/o maligna del cavo orale può salvare la vita a molte persone. La prevenzione è fondamentale in odontoiatria, come lo è, del resto, in ogni branca della medicina. La prevenzione dunque è l arma fondamentale per evitare l insorgere di infiammazioni e patologie anche gravi del cavo orale. Come si effettua una corretta igiene orale? Per una bocca sana e un sorriso spendente, occorre conoscere i principi che regolano la pulizia dei denti ed applicarli con perseveranza ogni giorno. Innanzitutto bisogna spazzolare i denti per almeno due minuti dopo ogni pasto. Anche se siamo al ristorante, ricordiamoci di portare con noi uno spazzolino tascabile. Utilizziamo uno spazzolino con setole sintetiche arrotondate (perché hanno un azione di sfregamento ottimale ) e di durezza media (tranne quando il proprio dentista da un consiglio differente). Effettuiamo lo spazzolamento dei denti inclinando lo spazzolino e muovendo verticalmente con azione rotatoria dalla gengiva verso il dente. Ricordiamoci di cambiare lo spazzolino quando le setole hanno modificato la loro forma iniziale. Altri sussidi per una corretta igiene orale sono il filo interdentale, lo scovolino e le pasticche rivelatrici di placca. Il filo interdentale, meglio se non cerato, aiuta a pulire gli spazi interdentali. Si consiglia per una rapida ed efficace pulizia l archetto tendifilo, un dispositivo venduto in farmacia che facilita l utilizzo del filo sui denti posteriori. Lo scovolino o spazzolìno interprossimale e un altro strumento che insieme al filo interdentale permette un efficace pulizia degli spazi tra dente e dente. Infine, per verificare quali punti del cavo orale puliamo meno correttamente e quindi, correggere la nostra tecnica di spazzolamento dei denti, è utile fare uso delle pasticche rivelatrici di placca che, sciolte in bocca dopo aver lavato i denti, colorano di rosso le superfici dentali coperte ancora da placca batterica. Pag. 04 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013 Pag. 05

4 INTERVISTA AL PROF. EDOARDO STELLINI, PRIMARIO DIRETTORE RESPONSABILE DELL UNITÀ OPERATIVA DI PEDODONZIA DELL ULSS 8 A CASTELFRANCO VENETO LA SALUTE DEI DENTI DEL TUO BAMBINO A cura del Prof. Sergio Mazzoleni, Ricercatore Universitario, Dirigente medico U.O. Pedodonzia e Docente di Odontoiatria Pediatrica, Padova Un articolo apparso poco tempo fa in una famosa testata nazionale riportava dati allarmanti riguardo al ricorso alle cure dentarie da parte degli italiani. Sembra che a causa della crisi una famiglia su tre non porti i propri figli dal dentista in quanto molte famiglie non possono più permettersi le cure. Per capire quale sia la situazione nel nostro territorio ci siamo rivolti al Prof. Edoardo Stellini, Primario Direttore responsabile dell Unità Operativa di Pedodonzia dell Ulss 8 a Castelfranco Veneto. Professor Stellini, cosa ne pensa di questo fenomeno e cosa può consigliare alle neo mamme? La situazione generale della salute orale vede, fortunatamente, un calo dell incidenza di nuove carie nella popolazione in età pediatrica anche nella nostra regione. Questa situazione, in analogia con ciò che accade ormai da decenni in tutti i paesi occidentali come l Italia, è dovuta essenzialmente alla diffusione nella popolazione di concetti di educazione sanitaria per la promozione della salute oro-dentale. Nella condizione generale di difficoltà legata alla crisi economica il fatto che i bambini tendano ad essere gravati da meno carie rispetto alle generazioni precedenti è un fatto estremamente positivo e su cui far leva per potenziare in maniera sempre più efficace l aspetto preventivo nei confronti della terapia che risulta molto più costosa ed indaginosa sia per l operatore che per il paziente. Naturalmente la carie non è scomparsa, anzi rappresenta ancora la malattia più diffusa tra la popolazione pediatrica, ma la reale possibilità di prevenirla efficacemente è dimostrato per contrasto dalla ben più grande incidenza presente nella popolazione di bambini immigrati che meno hanno risentito finora degli effetti benefici della prevenzione. In questa ottica diventa estremamente preziosa la presenza nel territorio di strutture pubbliche come la U.O Pedodonzia che fungano da riferimento per la popolazione non solo per l aspetto curativo ma soprattutto per la prevenzione della malattie nelle nuove generazioni. Nei bambini, comunque, la carie non è l unica patologia dentale riscontrabile. La U.O Pedodonzia, infatti, svolge un ruolo importante nella diagnosi precoce delle malocclusioni e delle problematiche di crescita delle strutture scheletriche mascellari e mandibolari. In alcuni casi ci è possibile intervenire direttamente come per esempio mediante il progetto di trattamento del morso crociato, ovvero della relativa ristrettezza trasversale dell arcata superiore, che viene eseguito a tutti i bambini che lo presentano. In tutti gli altri casi diamo puntuali informazioni sui tempi e modi di intervento ortodontico intercettivo. Presso il nostro Reparto è svolto, inoltre, un servizio di pronto soccorso per la traumatologia dentale e di trattamento, in seduta di Anestesia Generale, di quei piccoli pazienti che per condizioni generali non possono essere curati ambulatorialmente. Da ultimo, con la collaborazione degli Igienisti del Corso di Laurea in Igiene Dentale che ha sede a Castelfranco Veneto, ci è possibile intervenire per formare una generazione di pazienti educati fin dall età infantile alla cura della salute delle gengive e del parodonto per prevenire ed evitare per quanto possibile, in età adulta, le problematiche connesse alla malattia parodontale. Professor Stellini, Lei ritiene fondamentale il ruolo dell ambiente familiare nel prevenire le malattie dei denti? Quali indicazioni e consigli può dare ai genitori dopo la nascita del bambino? La famiglia è la sentinella della salute dei propri figli. E questo vale in particolar modo per la salute dentale in quanto fino ad un certa età i genitori devono provvedere direttamente (e poi indirettamente con il controllo) ad eseguire le manovre necessarie alla detersione dei denti. Altro protagonista fondamentale nel guidare i comportamenti corretti di prevenzione e nel suggerire eventuali visite dallo specialista odontoiatra è il Pediatra di Famiglia. La prevenzione, della carie in particolare, è uno stile che va introdotto fin dalla più tenera età perché è fatto di regole semplici da attuare ma che vanno seguite con costanza e fiducia nel tempo. Si può dire che la prevenzione va fatta dalla nascita, anzi anche prima del lieto evento ponendo attenzione alla cura personale della salute dentale della mamma e della famiglia in generale. É provato infatti che i figli di genitori (le mamme in particolare), che trascurano la propria salute dentale e abbiano molte carie attive vadano a loro volta incontro ad un alto numero di lesioni cariose. Ciò è dovuto sia all importanza di recepire come proprie, e quindi trasmettere ai figli, abitudini positive per la prevenzione sia alla trasmissione diretta di batteri cariogeni da genitori a figli che sarà maggiore se i genitori stessi sono afflitti da molte carie. Per cui è fondamentale curare un aspetto di prevenzione di comunità all interno della famiglia intervenendo sugli stili di igiene e di alimentazione che possono essere coinvolti nell insorgenza della carie. Fondamentale è soprattutto controllare le abitudini alimentari non corrette come introdurre frequentemente nel cavo orale quantità seppur modeste di alimenti zuccherati ma che, nella loro ripetitività, risultano estremamente nocivi nel produrre la carie. Un esempio su tutti è la cosiddetta Carie da biberon che colpisce in maniera molto destruente i denti da latte dei bambini; infatti l errata abitudine di assumere ogni sera liquidi zuccherati, latte o altro, prima di addormentarsi procura il ristagno durante il riposo notturno di questo liquido sulla superficie dei denti, causando dapprima la demineralizzazione dello smalto e successivamente lesioni profonde (carie dette rampanti ) e molto precoci del tessuto dentiario del bambino. L igiene orale deve essere eseguita almeno 2 volte al giorno, al mattino dopo la colazione e alla sera prima di andare a letto, con un dentifricio contenente fluoro per una protezione locale nel cavo orale del bambino per diverse ore. Si comincia ad eseguire l igiene orale alla comparsa del primo dente da latte, in genere attorno al sesto mese di vita, e la manovra va fatta dai genitori fino a quando progressivamente il bambino acquisisce autonomia ma sempre sotto la supervisione dei genitori. Altro caposaldo fondamentale della prevenzione è il controllo periodico da parte del dentista pedodontista. La prima visita è consigliabile che sia anch essa precoce, non oltre il primo anno di vita del bambino, per poter impostare da subito correttamente le abitudini di igiene e prevenzione. All eruzione dei primi denti permanenti, incisivi e primi molari, di solito dopo i 6 anni, si eseguono le sigillature dei molari per ridurre il rischio di carie delle fossette occlusali e va fatta una prima valutazione sulla occlusione in formazione. Nel caso si possono individuare interventi mirati per migliorare la crescita dei denti e dei mascellari e rendere meno impegnativo l intervento ortodontico con apparecchi fissi in età adolescenziale. L armonica evoluzione dello sviluppo dei denti e della masticazione e la prevenzione delle malattie sono basati su questo insieme di regole, di principi e di interventi di soggetti diversi che collaborano assieme in ambito sinergico. La coordinazione di tutto ciò è appunto quello di cui si occupa la U.O. di Pedodonzia dell Ospedale di Castelfranco Veneto. Pag. 06 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013 Pag. 07

5 Federfarma Treviso ASSOCIAZIONE TITOLARI DI FARMACIA DELLA PROVINCIA DI TREVISO farmarca CONSORZIO DI FARMACIE DELLA MARCA TREVIGIANA Chiedi sempre il sacchetto Biodegradabile Compostabile al tuo Farmacista e sfruttane i molti vantaggi... Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: Settembre - Ottobre 2013) I TURNI DELLE FARMACIE [dal 30 Agosto al 6 Settembre 2013] _ [30th August to 6th September 2013] Conegliano - LOSEGO - via Cavallotti, 11 Vittorio Veneto - COMUNALE 3/COSTA - via Forlanini, 2 Follina - CESCA - via Sanavalle, 1 Sarano/S. Lucia di P. - FRUSI E CALLEGARI -Via Distrettuale, 58 Sarmede - POJANA - via dei Sarmati, 12 Gaiarine - GENTILI - via Roma, 37 [dal 6 al 13 Settembre 2013] _ [6th to 13th September 2013] Paré di Conegliano - MODENESE - v.le Venezia, 34/G Scomigo di Conegliano - FERRARESE - via Bortotti, 61 Vittorio Veneto - ZAMPERLINI - via L. da Ponte, 26 San Pietro di Feletto - EREDI PETRONE - Via Salera, 2 Susegana - TONOLO - Via Nazionale 2/F Cordignano - DAVANZO - Via Roma, 27 Miane - FARMACIA DI MIANE - Via A. De Gasperi, 70 [dal 13 al 20 Settembre 2013] _ [13th to 20th September 2013] Conegliano - FIORENZATO - via Veneto, 14 Vittorio Veneto - AI FRATI - via G. Garibaldi, 114 Bocca di Strada /Mareno - VIGILANTI CAMA - via A. Manzoni, 2 Cappella Maggiore - MARSON SNC - piazza Vittorio Veneto, 34 Col San Martino - CALLEGARI - via Treviset, 61 U.l.s.s. 7 [dal 4 all 11 Ottobre 2013] _ [4th to 11th October 2013] Conegliano - MELATI - via Cavour, 7 Vittorio Veneto - COMUNALE 2 - San Giacomo di Veglia Moriago della Battaglia - MARIANA - via Montegrappa 7/A Ponte della Priula -FARM. GT PRIULA- via IV Novembre 75 e 75/A San Fior - SABADIN - Via Europa, 40/D Revine Lago - CESCA - Strada dei Laghi, 5 [dall 11 al 18 Ottobre 2013] _ [11th to 18th October 2013] Conegliano - TONOLO SAS - viale Italia, 192/C Vittorio Veneto - PANCOTTO - piazza Flaminio, 10 Falzè di Piave - COMUNALE - piazza Arditi, 20 Tarzo - FARMACIA DI TARZO - via Roma, 13 Zoppè di San Vendemiano - ZAN - piazza San Pietro, 13 Bibano di Godega - FARMACIA - via Marconi, 28 [dal 18 all 25 Ottobre 2013] _ [18th to 25th October 2013] Conegliano - CARLI - via Matteotti, 13/A Vittorio Veneto - COMUNALE 3/COSTA - via Forlanini, 2 Mareno di Piave - GRIGIO - piazza Municipio, 9 Corbanese - FARMACIA - via Piave, 2/E Sernaglia della Battaglia - TOSETTO - via della Rimembranza, 6 [dal 20 al 27 Settembre 2013] _ [20th to 27th September 2013] Conegliano - MARSON S.N.C. - via XX Settembre, 64 Vittorio Veneto - COMUNALE 1 CENTRO -via Brandolini 111 Pieve di Soligo - BATTISTELLA -piazza Umberto I, 9 S. Lucia di Piave - PEZZE - via Caldemessa, 1 Orsago - MAZZA - via Vittorio Veneto, 2/A [dal 25 Ottobre al 1 Novembre 2013] _ [25th October to 1th November 2013] Conegliano - LOSEGO - via Cavallotti, 11 Vittorio Veneto - ZAMPERLINI - via L. da Ponte, 26 Vazzola - BOCCARDINI - Via Roma, 3 Colle Umberto - CARRARO - Via Menarè, 14 Refrontolo - CICERCHIA -Viale Degli Alpini, 13 [dal 27 Settembre al 4 Ottobre 2013] _ [27th September to 4th October 2013] Conegliano - DE LORENZO - p.le Chiesa S.Pio X Vittorio Veneto - PALATINI -via Cavour 114 Cison di Valmarino - FONTANIN - via Sanavalle, 1/H Codognè - DE ROIA - via Roma, 20 Fregona - PESSA - via Roma, 43 Colfosco di Susegana - CAIS - via 18 Giugno, 122 Via Grecia, 14 - Padova - Tel N.B. Per le U.L.S.S. 7, 8 e 9 Opitergino Mottense, tutte le farmacie fanno turno continuato 24 ore. (Il turno inizia il venerdì sera e prosegue ininterrottamente fino al venerdì sera della settimana successiva). N.B. For the U.L.S.S. 7, 8 and 9 Opitergino Mottense, all the pharmacies work a full 24 hour duty. (The duty will start on the Friday evening and continue uninterrupted until the Friday evening of the following week). U.L.S.S. n.7 Elenco Comuni Appartenenti Bocca di Strada Cappella Maggiore Cison di Valmarino Codognè Col San Martino Colle Umberto Conegliano Corbanese Cordignano Falzè di Piave Farra di Soligo Follina Francenigo di Gaiarine Fregona Gaiarine Godega S.Urbano Mareno di Piave Miane Moriago della Battaglia Orsago Parè di Conegliano Pieve di Soligo Ponte della Priula Refrontolo Revine Lago S.Lucia di Piave S. Pietro di Feletto San Fior San Vendemiano Sarmede Sernaglia della Battaglia Susegana Tarzo Vazzola Vittorio Veneto Zoppè di S.Vendemiano.

6 Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: Settembre - Ottobre 2013) I TURNI DELLE FARMACIE U.l.s.s. 8 [dal 30 Agosto al 6 Settembre 2013] _ [30th August to 6th September 2013] Castelfranco V.to - STELLA - ALPHEGA FARMACIA- via Francia, 8 Coste di Maser - SAN GIORGIO - via Bassanese, 185/A Resana - PILLA - via Castellana, 10 Montebelluna - AI PILASTRONI - piazza Parigi, 32 [dal 4 all 11 Ottobre 2013] _ [4th to 11th October 2013] Castelfranco V.to - ALLA FONTE della SALUTE -v.valsugana 3/D Venegazzù del Montello - FEDELE -via Montello, 2 Riese Pio X - SAN PIO X - via G. Sarto, 36 Asolo - BONOTTO - piazza Garibaldi, 79 [dal 6 al 13 Settembre 2013] _ [6th to 13th September 2013] Castelfranco V.to - FARMACIA ALLA TORRE - via F.M.Preti, 1 Volpago del Montello - MINA - via Schiavonesca, 92 Albaredo di Vedelago - SCHIAVETTO - via Fornace, 1 Paderno del Grappa - GARBUIO - via Roma, 5 S. Vito di Altivole - FARMACIA S. VITO - via Castellana, 2/B [dall 11 al 18 Ottobre 2013] _ [11th to 18th October 2013] Castelfranco V.to - ALLA GATTA - piazza Giorgione, 14 Montebelluna - BASSI - via Montegrappa, 100 Ciano del Montello - BONOTTO - via Boschieri, 95/1 Castione di Loria - BARON - via Villa, 43/A Crespano del Grappa - CHIMENTI - piazza San Marco, 23 [dal 13 al 20 Settembre 2013] _ [13th to 20th September 2013] Treville di C.franco V.to - AI DUE ANGELI - via S. Daniele, 1/A Montebelluna - FAGGIONATO - corso Mazzini 120 Onè di Fonte - AGOSTINI - via Asolana, 16 Vidor - GONELLA - via Montegrappa, 24 [dal 18 all 25 Ottobre 2013] _ [18th to 25th October 2013] C.franco V.to - MONTI ALL AQUILA REALE - b.go Treviso, 138/A Trevignano - LEONARDI - via Roma, 18/A Fanzolo di Vedelago - BOSCARINI - via dell Unione, 6 Cavaso del T. - ALLA MADONNA DELLA SALUTE - borgo Filanda, 21 [dal 20 al 27 Settembre 2013] _ [20th to 27th September 2013] C.franco V.to - Alla MADONNA (c/o Shopping Day) - v.le Europa, 24 Falzè di Trevignano - ROSSI - via Privata, 2 Vedelago - BOSCARINI - via G. Marconi, 10 Cà Rainati - LA CARINATESE - via Risorgimento, 137 Pederobba - GOBBATO - via Roma, 127 [dal 25 Ottobre al 1 Novembre 2013] _ [25th October to 1th November 2013] Castelfranco V.to - STELLA - ALPHEGA FARMACIA- via Francia, 8 Biadene di Monteb. - DALLE FESTE - v. Feltrina Centro, 56 Vallà di Riese Pio X - SAN GIOVANNI - via Marconi, 6 Possangno - GALLO - viale Canova, 11 [dal 27 Settembre al 4 Ottobre 2013] _ [27th September to 4th October 2013] Castelfranco V.to - FABBIAN - via b.go Padova, 65/A Montebelluna - COMUNALE - corso G. Mazzini, 92 Crocetta del Montello - MAGAGNIN - via G. Marconi, 40 Castelminio di Resana - BERTUZZO - via Della Croce, 24 Borso del Grappa - SERENA&MARINI - via Piave, 22 U.L.S.S. n.8 Elenco Comuni Appartenenti Albaredo Altivole Asolo Biadene di Montebelluna Borso d. G. Caerano di S.Marco Casella d Asolo Castelcucco Castelfranco Veneto Castello di Godego Cavaso del Tomba Ciano del Montello Cornuda Coste di Maser Crespano d. G. Crocetta del Montello Falzè di Trevignano Fanzolo Giavera del Montello Loria Montebelluna Nervesa della Battaglia Onè di Fonte Onigo di Piave Paderno d. G. Pederobba Possagno Resana Riese Pio X Salvarosa S. Zenone degli Ezzelini Segusino Trevignano Treville Valdobbiadene Vallà di Riese Vedelago Venegazzù Vidor Volpago del Montello. U.L.S.S. n.9 _ Opitergino Mottense Elenco Comuni Appartenenti Campodipietra di Salgareda Cessalto Chiarano Cimadolmo Fontanelle Gorgo al Monticano Mansuè Meduna di Livenza Motta di Livenza Negrisia di Ponte di Piave Oderzo Ormelle Piavon di Oderzo Ponte di Piave Portobuffolè Salgareda S. Polo di Piave.

7 Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: Settembre - Ottobre 2013) I TURNI DELLE FARMACIE Duty Rotas for all the Pharmacies in the U.L.S.S. of Treviso. (Period: September - October 2013) PHARMACY DUTY ROTAS Dalle ore 8.45 alle ore Giorno e Notte (dalle ore 8.45 alle ore 8.45 del giorno successivo) Settimanale 24 ore (dal venerdì alle ore continuato fino alle del venerdì successivo) Sabato (Mattina e Pomeriggio) Sabato (Mattina) Dalle ore alle ore From 8.45 to Day and Night (from 8.45 to 8.45 the following day) A Continuous Week (from Friday 7.30 pm uninterrupted til the following Friday 7.30 pm) Saturday (Morning and Afternoon) Saturday (Morning) From to U.l.s.s. 9 Mese di SETTEMBRE 2013_ SEPTEMBER 2013 Mese di OTTOBRE 2013 _OCTOBER Treviso - EREDI FANOLI - p.zza Duomo, 29 Treviso - CALLEGARI - via S. Pelaio, 100 Treviso - COMUN. S. GIUSEPPE - via Noalese, 47 Treviso - S. M. MAGGIORE - p.zza S. M. Maggiore, 6 Treviso - FARMACIA PATELLI S.N.C. - p.zza Quart. Latino 18/21 Treviso - S. BONA - via S. Bona Nuova, 43 Treviso - FIERA - v.le IV Novembre, 84/E Treviso - SS. QUARANTA - b.go Cavour, 95/A Treviso - DALLA ZORZA - via Terraglio, 37 Treviso - CALMAGGIORE - via Calmaggiore, 24 Treviso - S. AGOSTINO - via S. Agostino, 55/57 Treviso - COMUN. VILL. SAN LIBERALE - via Mantiero, 4 Treviso - COMUN. ZONA STADIO - via Rota, 13 Treviso - AL PONTE S. MARTINO - c.so del Popolo, 2 Treviso - COMUNALE - via S. Antonino, 162/A Treviso - COMUN. VIALE LUZZATTI - v.le Luzzatti, 38/B Treviso - S. ANGELO S.N.C. - via Sant Angelo, 83-83/A Treviso - S. MARIA DEL ROVERE - via Ellero, 1 Treviso - MILLIONI - piazza Borsa Treviso - ALLA TESTA D ORO - v.le Burchiellati, 10/A Treviso - COMUN. EDEN - v.le XXIV Maggio, 5/B Treviso - COMUN. SAN LAZZARO - via Terraglio, 104 Treviso - GRAZIATI AI DUE POMI - p.zza Monte di Pietà U.l.s.s. 9 Mogliano Mese di SETTEMBRE 2013_ SEPTEMBER 2013 Mese di OTTOBRE 2013 _ OCTOBER Mogliano V.to - VILLA - via G. Matteotti, 29 Mogliano V.to - ALLA MARCA DI VIA MARIGNANA, 7 Mogliano V.to - AL TERRAGLIO S.A.S. - via Terraglio, 18 Mogliano V.to - RIZZO - via Zermanesa, 35 Mogliano V.to - ALLA MARCA - via Roma, 91 Mogliano V.to - SAN MARCO - via Ronzinella, 68/A

8 Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: Settembre - Ottobre 2013) I TURNI DELLE FARMACIE Duty Rotas for all the Pharmacies in the U.L.S.S. of Treviso. (Period: September - October 2013) PHARMACY DUTY ROTAS Giorno e Notte (dalle ore 8.45 alle ore 8.45 del giorno successivo) Day and Night (from 8.45 to 8.45 the following day) Settimanale 24 ore (dal venerdì alle ore continuato fino alle del venerdì successivo) A Continuous Week (from Friday 7.15 pm uninterrupted til the following Friday 7.15 pm) U.l.s.s Monastier - GIOVANNI XXIII - via Giovanni XXIII Paese - COMUNALE - via della Resistenza, 10 Varago - FARMACIA DI VARAGO - via Trevisana, 61 Lancenigo - FARMACIA DI LANCENIGO - via Udine, 2/I S. Cristina - FARMACIA - via M. Tognana, 62 S. Elena di Silea - FERRARA - via S. Elena, 77 Casier - DODI - via Dalla Chiesa, 1 Maserada - CREPET - via G. Matteotti, 3 Postioma - EREDI SILVESTRI - via E. Fermi, 6 Scandolara - COMUNALE - via G. D Annunzio, 3/B Santrovaso - SANTROVASO SNC - via Franchetti, 24 Carità - FARMACIA A CARITÀ S.A.S. - via Roma, 117 Zenson di Piave - CONTE - via Badini, 14 Paderno - SAN FRANCESCO S.A.S. - via Cicogna, 23 Preganziol - FARM. CENTRALE SNC - via Terraglio, 210 Saletto - GRISOSTOLO - via Davanzo, 12/9 Zero Branco - SANTARELLO - via Trento Trieste, 23 Povegliano - BREDA GIORGIO - via Capitello, 12 Casale sul Sile - SAVIO SNC - via Vittorio V.to, 27/29 Istrana - BERTIN SAS - via N. Sauro, 11 Visnadello - CASTELLARI - via Gritti, 41 Olmi - CLAUDIA AUGUSTA - via Postumia Ovest, 243 Ponzano Veneto - COMUNALE - via Burlini Carbonera - IELLOUSHEG - via degli Alpini, 16 Preganziol - LUCIANI - via Saragat, 9/11 Catena - CHIARADIA - via Marconi, 129 Roncade - COLLOVINI - via Roma, 57 Zero Branco - SAGRAMORA - p.zza Umberto I Badoere - TONICELLO - via S. Ambrogio, 32 Silea - INTERNAZIONALE - via Treviso, 22 Spresiano - BUREI - via Menegazzo, 3 Breda - BRUSCAGNIN - via Trento Trieste, 21 Dosson - FARMACIA DOSSON - p.zza L. Da Vinci, 13 Sala di Istrana - PIVA - via F. Baracca, 22 A/B Campocroce - VIALE - via Zero Branco, 24 Paese - BURLINI - via Pravato, 2 S.Biagio - BELLAVITIS - via Postumia Centro Villorba - SIGNORI - p.zza V. Emanuele, 25 Biancade - EUROPEA - via Boito, 7/A Castagnole - FARMACIA - via Mons. D Alessi, 4 Frescada - BRUNELLO - via Terraglio, 115/B Lovadina - GRANZOTTO - p.zza della Repubblica, 1/A Arcade - INNOCENTI - via D. Guido Tognana, 19 Lughignano - RIBAUDO - p.zza S. Martino, 4/2 Quinto di Treviso - GIRARDI - via Vittorio Emanuele, 13 Mignagola - LE ZARE - via Grande, 100 Padernello - PATRICELLI - via Trento, 5 San Cipriano - ZERBINI - via Marconi, 6 Mese di SETTEMBRE 2013 _ SEPTEMBER 2013 Mese di OTTOBRE 2013 _ OCTOBER

9 Turni di tutte le Farmacie delle U.L.S.S. della provincia di Treviso. (Periodo: Settembre - Ottobre 2013) I TURNI DELLE FARMACIE U.l.s.s. 9 Opitergino Mottense [dal 30 Agosto al 6 Settembre 2013] _ [30th August to 6th September 2013] Oderzo - SCOTTO di Mason Dr. Paola - via Postumia di Camino, 6 Fontanelle - LEGRENZI -via Roma, 310 [dal 6 al 13 Settembre 2013] _ [6th to 13th September 2013] Oderzo - FAVERO - via G. Garibaldi, 18 Chiarano - SCOTINI - via Roma 1/A [dal 4 all 11 Ottobre 2013] _ [4th to 11th October 2013] Oderzo - SCOTTO di Mason dott.ssa Paola- via Postumia di Camino, 6 Ormelle - MOLIN - via Roma, 26 [dall 11 al 18 Ottobre 2013] _ [11th to 18th October 2013] Oderzo - FAVERO - via G. Garibaldi, 18 Meduna di Livenza - BROTTO - piazza Umberto I, 9/10 [dal 13 al 20 Settembre 2013] _ [13th to 20th September 2013] Oderzo - TREVISAN - piazza Grande, 18 Campodipietra - DALL OSSO - via Marconi, 48/50 [dal 20 al 27 Settembre 2013] _ [20th to 27th September 2013] Oderzo - COMUNALE - via Maestri del Commercio, 6 Salgareda - ZANETTE - via Roma, 107 * [dal 18 all 25 Ottobre 2013] _ [18th to 25th October 2013] Oderzo - TREVISAN - piazza Grande, 18 Portobuffolè - GRANDE - via Settimo, 7 * [dal 25 Ottobre al 1 Novembre 2013] _ [25th October to 1th November 2013] Oderzo - COMUNALE - via Maestri del Commercio, 6 Motta di Livenza - AL PONTE - via IV Novembre, 42 [dal 27 Settembre al 4 Ottobre 2013] _ [27th September to 4th October 2013] Piavon di Oderzo - DAL MAGRO - p.zza M. D Aviano, 7 San Polo di Piave - FERRARI - V.lo Strada Maggiore, 1 ATTENZIONE * Si segnala che i turni dal 18 al 31 Ottobre 2013 dell Ulss 9 Opitergino Mottense potrebbero subire variazioni a seguito di delibera dell Ulss successiva alla data di stampa della presente rivista. Chiedete informazioni al Vostro farmacista. Per curiosità, domande ed informazioni, invia le tue lettere a: Consorzio Farmarca LO SPECIALISTA RISPONDE Via Cortese, Treviso Fax: Oppure invia le tue a: Pag. 16 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013

10 INTERVISTA AL DOTT. DIEGO SALVI, SPECIALISTA IN ODONTOIATRIA, RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI ODONTOSTOMATOLOGIA DELLA CASA DI CURA GIOVANNI XXIII, MONASTIER DI TREVISO L IMPORTANZA DELLA SALUTE ORALE NELL ANZIANO A cura della Dott.ssa Chiara Cestaro, farmacista Oggi, la considerazione che la salute orale sia parte integrante di quella generale, ed essenziale al benessere dell individuo, ha favorito lo sviluppo non solo delle conoscenze, ma anche degli strumenti per migliorare significativamente la salute dentale e quindi la qualità della vita. L aumento della popolazione e della speranza di vita è un dato di fatto, basti pensare che nel 1970 la vita media era di 67 anni, nel 2005 la vita media si è spostata a 79 anni. Ciò comporta un evidente aumento di popolazione anziana che, oltre alle cure sanitarie generali, necessita di cure odontoiatriche atte a garantire un adeguata masticazione. L intervento di un professionista diventa un atto di primaria importanza non solo per preservare, ma anche per ripristinare la corretta funzionalità del cavo orale soprattutto nel paziente anziano. Ci rivolgiamo pertanto ad uno specialista, il Dott. Salvi, per sapere quali sono i problemi dentari più frequenti riscontrabili nell anziano. Sicuramente la masticazione! Se è vero che la prima digestione avviene in bocca è anche vero che la masticazione assume un ruolo basilare per evitare problemi digestivi e di malassorbimento. Diventa una funzione di assoluta importanza, indispensabile alla vita, soprattutto in un paziente anziano dal momento che l assunzione di proteine, carboidrati, sali minerali ecc.. è fondamentale. Attualmente la popolazione anziana, spesso edentula, viene riabilitata mediante apparecchiature protesiche mobili rimovibili. Quest ultime nella maggior parte dei casi risultano inadeguate nel soddisfare la fisiologica masticazione. E ben noto che inoltre una protesi tradizionale influenzi l osso basale aumentandone il riassorbimento e diminuendo la normale mineralizzazione ossea, tutto ciò comporta una instabilità protesica sempre maggiore e proporzionale agli anni. Il microcircolo gengivale risulta sofferente a causa della compressione e del carico masticatorio della protesi con conseguente inassorbimento osseo e lesioni da decubito. La popolazione anziana già di per sé affetta da dismetabolismo e/o vascolopatie è maggiormente penalizzata da quanto sopra. Inoltre la protesi mobile nella sua instabilità, comporta un insieme di condizioni indesiderate quali: l aumentato invecchiamento facciale dal momento che accentua le pliche naso labiali favorendo così l abbassamento dei muscoli facciali, l allungamento del labbro superiore che assume il tipico aspetto malinconico, gli incisivi non risultano più visibili, le commessure labiali vengono striate verso il basso compromettendo sia la mimica facciale che l estetica del viso stesso. L inevitabile impatto psicologico che ne deriva su un paziente portatore di protesi mobile, è la tendenza, spesso associata a vera rassegnazione, ad evadere eventi conviviali-sociali proprio a causa del disagio masticatorio soprattutto di fronte ai cibi solidi. Inutile evidenziare l insoddisfazione e la depressione che ne può derivare in soggetti già compromessi. L abbandono delle protesi mobili tradizionali diventa oggi una scelta obbligata se l obiettivo è quello di migliorare gli aspetti funzionali e psicologici del paziente anziano. La tecnica proposta si definisce ALL ON FOUR perché grazie a solo quattro impianti osteointegrati, la protesi viene avvitata e resa stabile in tempi brevi con evidente beneficio psicologico e soprattutto funzionale del paziente edentulo. Tale metodica è quindi economica, semplice, scarsamente invasiva e all avanguardia. La tecnica implantare infatti può essere eseguita anche con preventive metodiche computerizzate che predefiniscono l intervento e che mediante l uso di una mascherina chirurgica si possono applicare sul paziente in modo indolore, molto rapido e confortevole. La protesi avvitata su impianti decurta tempi tecnico-protesici con contenimento di costi, maneggevolezza e follow-up che tutela maggiormente il tessuto osseo del paziente. Dott. Salvi, quali sono le patologie più frequenti, riscontrabili nell anziano? Purtroppo con l avanzare dell età, aumenta la tendenza a dedicarsi sempre meno a se stessi e a non recarsi dallo specialista per sottoporsi ai controlli e cure necessarie. Anche nel soggetto anziano autosufficiente esiste l incapacità di guardarsi in bocca non riuscendo di conseguenza a valutare il proprio stato di igiene orale. Nella maggior parte dei casi si riscontrano infezioni più o meno gravi, in relazione anche allo stato di salute generale del paziente: un soggetto diabetico sviluppa infezioni molto più accese. Le infiammazioni gengivali nascono spesso dall uso di apparecchi protesici sporchi o non calibrati per mancanza dei controlli di manutenzione, come raccomandato, ogni sei mesi o al massimo un anno. La situazione diventa più problematica quando si deve intervenire su un soggetto anziano non collaborante o affetto da una grave disabilità delle funzioni motorie ed intellettive. La difficoltà di gestione di questi casi, obbliga ad intervenire con uno stato di sedazione o di narcosi. La patologia più comune è la sepsi orale, ovvero delle infezioni di tipo purulento, che nascono dall incapacità del soggetto di pulirsi adeguatamente. Le conseguenze possono essere gravi se si considera da un lato che queste infezioni molto spesso impediscono di potersi alimentare correttamente portando alla totale debilitazione dell organismo, dall altro che se non trattate portano a delle incidenze sistemiche. L unico intervento in questi casi è una terapia di bonifica che permette di eliminare il focus infiammatorio, mentre la riabilitazione purtroppo non è attuabile. Pag. 18 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013 Pag. 19

11 I CIBI AMICI DEL NOSTRO SORRISO ALIMENTAZIONE E SALUTE DEI DENTI A cura della Dott.ssa Barbara Vian, farmacista naturopata Esiste uno stretto legame tra salute del cavo orale e sana alimentazione. All origine dei problemi dello stato fisico dentale ci sono i cambiamenti dello stile di vita, che hanno portato in molti paesi industrializzati la diffusione di diete ricche di zuccheri e aumentati consumi di alcol e tabacco. Mangiando in media quattro volte al giorno, non solo risulta fondamentale la pulizia dei denti (almeno al mattino dopo la prima colazione e la sera prima di coricarci), ma ancora più importante diviene la scelta scrupolosa e attenta di cibi e bevande. Mangiare in modo scorretto può portare alla formazione di carie ed aumentare il rischio di patologie gengivali di diversa gravità, che possono portare fino alla perdita dei denti, come nel caso della piorrea. Ogni alimento ha un proprio grado di acidità (ph), capace di indebolire lo strato protettivo che riveste i nostri denti. In particolare, gli agrumi, contengono acido citrico, sostanza abrasiva per lo smalto. Questo non significa che debbano essere banditi dalla nostra tavola, in quanto alimenti preziosi, ricchi di vitamine tra le quali la vitamina C, che protegge le gengive. Basta semplicemente sciacquarsi la bocca subito dopo averli ingeriti. Un vero pericolo ed attentato per il benessere del cavo orale costituiscono le bibite gassate e gli energy drink che, a causa della loro composizione in zuccheri semplici, corrodono dentina e polpa dei nostri denti. Anche l aceto, insieme alla birra, secondo studi recenti, si è constatato che triplichino il rischio di danni allo smalto. Chi beve ogni giorno queste bevande, dovrebbe usare un dentifricio specifico, in grado di proteggere e riparare lo smalto dei denti. E bene ridurre drasticamente il consumo di caramelle e dolciumi, ma anche di snack sia dolci che salati, ma anche di patatine, tartine e altri prodotti da forno fatti con farine raffinate, che, specialmente se presi con l aperitivo, possono lasciare residui adesivi sui denti anche per ore, danneggiandoli seriamente. Inoltre l alcol presente negli aperitivi viene degradato da enzimi naturalmente presenti nella bocca che lo trasformano in acetaldeide, sostanza in grado di danneggiare i fibroblasti, cioè le cellule che compongono i tessuti di sostegno delle gengive. Inoltre tutti i prodotti da forno raffinati, la pasta e il pane aumentano i depositi di placca e la formazione del tartaro. Ricordiamoci anche, se beviamo un caffè, di lavarci subito dopo i denti e di usare uno spazzolino che permetta di pulire anche la lingua. Il caffè infatti oltre a lasciare delle macchie gialle piuttosto vistose sui denti, è una bevanda acidificante e che quindi favorisce la formazione della carie. Via libera invece a snack spezza fame come sedano e carote che, oltre ad essere una preziosa fonte di vitamine e sali minerali, al tempo stesso eliminano la placca. I pomodori, i rapanelli, il crescione e le ciliegie sono ricchi di fluoro che rinforza lo smalto dentario. I frutti di bosco contengono sostanze antibatteriche naturali capaci di ridurre i depositi di placca dell 80%, ovviamente mangiati senza zuccheri. Molto bene assumere anche verdure a foglia larga, come spinaci, bieta, insalata e radicchio che stimolano la salivazione e aiutano a pulire la bocca. Per quanto riguarda le proteine, molto consigliati sono anche i fagioli che contengono ferro e magnesio, utili alla salute dei denti e delle gengive. Come carboidrati meglio scegliere quelli integrali, in quanto più ricchi in fibre e sali minerali. Anche un buon bicchiere di vino rosso a pasto, essendo ricco di polifenoli, sostanze in grado di inibire la capacità dei batteri ad aderire alla superficie dentale, aiuta a mantenere in forma il sorriso. Pag. 20 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013

12 NELLA PRECOCE DIFESA DEL DANNO ENDOTELIALE MONACOLINA K 10 MG Informazione Pubblicitaria La disfunzione endoteliale appare presto nell aterosclerosi (indurimento della parete arteriosa) ed è assodato che giochi un ruolo rilevante nell aterotrombosi (formazione di trombi nel lume del vaso). L endotelio rappresenta il confine fra sangue e vasi e ha la proprietà di non consentire, normalmente, l adesione delle cellule sanguigne favorendo il fisiologico scorrimento del sangue. La cellula endoteliale è la sede di un attività biologica importante di sintesi e di secrezione, con produzione di numerose sostanze fondamentali per emostasi e la trombosi. L altra importante proprietà dell endotelio è quella di essere barriera a permeabilità selettiva, che permette e regola lo scambio di molecole (nutrienti, prodotti di scarto delle varie attività metaboliche) fra sangue e tessuti. La disfunzione endoteliale acuta si manifesta a seguito dell aumento fisiologico dei trigliceridi dopo i pasti non solo nei pazienti affetti da malattia coronarica ma anche nei pazienti sani. Strettamente associata alla disfunzione endoteliale e all aterosclerosi è l infiammazione cronica a carico delle arterie di grande e medio calibro. Recenti dati osservazionali indicano che trattando l aumento del colesterolo e l infiammazione si possa ridurre la disfunzione endoteliale. Monacolina K 10 mg è un estratto del Riso rosso fermentato approvato e ritenuto efficace con tale dosaggio da EFSA (European Food Safety Autority, Autorità Europea per la Sicurezza degli Alimenti ) con l indicazione contribuisce al mantenimento dei livelli normali di colesterolo nel sangue. Anche le linee guida della Società Europea di Cardiologia (ESC) e della Società Europea dell Aterosclerosi (EAS), suggeriscono l utilizzo dei nutraceutici (integratori alimentari), insieme alla dieta, nelle primissime fasi in cui la disfunzione endoteliale è ancora silente e i pazienti sono in una fase di basso o medio rischio cardiologico, che non prevede ancora l uso delle statine o anche in associazione alle statine stesse per ridurne i dosaggi e limitare gli effetti collaterali. Concludendo il Riso rosso fermentato (di cui monacolina K 10 mg) rappresenta un efficace scelta terapeutica per prevenire la disfunzione endoteliale sia attraverso la sua efficace azione antiinfiammatoria sull endotelio stesso che aiutando a mantenere normali i livelli di colesterolo nel sangue. Pag. 22 FARMARCA _ Le Notizie Sulla Salute _ n.63 _ settembre / ottobre 2013

13

Verbale 2/14 Altri Comuni

Verbale 2/14 Altri Comuni Tavolo Tecnico Zonale Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell Atmosfera Verbale 2/14 Altri Comuni L'anno duemilaquattordici, il giorno 3 del mese di dicembre, alle ore 11.30 presso la sede della Provincia

Dettagli

M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E MOD. 1 PREVISIONE DEGLI ORGANICI DEL PERSONALE DOCENTE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I

M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E MOD. 1 PREVISIONE DEGLI ORGANICI DEL PERSONALE DOCENTE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I ANNO SCOLASTICO 2015/16 PAG. 1! CODICE: TVMM81301V DENOMIN.: SMS PREGANZIOL (I.C) INDIRIZZO: VIA A.MANZONI!! COMUNE: PREGANZIOL DISTR: 018 CAP 31022 TEL. 0422/330645!! C L A S S I ANNO! IPOTESI! VARIAZIONI

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ULSS9 Azienda ULSS n. 9 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 DESIGNAZIONE dei DIRIGENTI MEDICI AUTORIZZATI al RILASCIO dei

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

DISCIPLINARE TESTO AGGIORNATO DA G.U. 183, 8 AGOSTO 2014

DISCIPLINARE TESTO AGGIORNATO DA G.U. 183, 8 AGOSTO 2014 DISCIPLINARE TESTO AGGIORNATO DA G.U. 183, 8 AGOSTO 2014 Art. 1. Denominazione e vini 1. La denominazione d'origine controllata e garantita «Conegliano Valdobbiadene - Prosecco», o «Conegliano - Prosecco»

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi STUDIO MEDICO DENTISTICO ROTA - Ripa - 20800 - BASIGLIO (MI) Tel: 02 90753222 Fax: 02 90753222 E-mail:maurorota2002@libero.it P.IVA

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE La bocca o cavità orale (Fig. 1) è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità

Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1) Ente proponente il progetto: ASSOCIAZIONE COMUNI DELLA MARCA TREVIGIANA - Via Terraglio, 58 31022 Preganziol (TV) Enti co-progettanti:

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

STRADARIO DI ISEO: A Airone Via. Alighieri Dante Via. Bedeschi Via Beloardo Via del. Bonardi X Traversa. Bonomelli IV Traversa.

STRADARIO DI ISEO: A Airone Via. Alighieri Dante Via. Bedeschi Via Beloardo Via del. Bonardi X Traversa. Bonomelli IV Traversa. COPYRIGHT TutiicontenutidelepaginecostituentiilpresentedocumentosonoCopyright 2008.Tutiidiritiriservati. Icontenutiqualiadesempio,cartografie,testi,graficiicone,sonodiesclusivaproprietàdiGeoplans.r.l.esonoprotetidaleleggiitalianeedinternazionalisuldiritod

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

AVVISO AGLI UTENTI. Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate

AVVISO AGLI UTENTI. Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate AP AU nr. 11/2015 AVVISO AGLI UTENTI Data emissione 21 Gennaio 2015 Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate Si informa la Gentile Clientela che a partire

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia

informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia informazioni paziente it Che cos'è un trattamento ortodontico? Informazioni per il paziente che lo inizia Buon giorno, prima di affrontare un trattamento ortodontico, desideriamo darle alcune informazioni

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Presentazione dei risultati del progetto e prospettive future dr. Antonio Biasi

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli