.116 LONTANI DALLA SOLITA TURISMO RESPONSABILE VS CEMENTO L INFORMAZIONE PER AGIRE. le nostre proposte per una vacanza in punta di piedi _08

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ".116 LONTANI DALLA SOLITA TURISMO RESPONSABILE VS CEMENTO L INFORMAZIONE PER AGIRE. le nostre proposte per una vacanza in punta di piedi _08"

Transcript

1 altreconomia L INFORMAZIONE PER AGIRE.116 maggio euro le nostre proposte per una vacanza in punta di piedi _08 acqua: intervista a stefano rodotà _44 Spedizione in a.p. - d.l. 353/2003 Art.1, Comma 1, DCB Milano - Contiene I.R. LONTANI DALLA SOLITA ESTATE TURISMO RESPONSABILE VS CEMENTO

2 chiara dattola Segnatevi la data: il 15 maggio l assemblea dei soci! Attenzione! I soci di Altra Economia soc. coop. sono tutti convocati per l assemblea annuale di approvazione del bilancio 2009, che si terrà (in seconda convocazione) a Milano, via Calatafimi 10, il 15 maggio 2010 a partire dalle ore Diventa socio di Altreconomia, scommetti con noi sul futuro di una casa editrice indipendente dalla pubblicità e dai finanziamenti pubblici. Per farlo, basta depositare una quota che dà diritto a partecipare alla vita della cooperativa. Oggi siamo già più di 400! Info: Corso Lodi Milano - Tel Usate gli sconti pensati per i soci! Avrete diritto a una riduzione sul prezzo di tutti i prodotti della cooperativa: dall abbonamento alla rivista, dai libri alle magliette. Controllate le offerte sul sito

3 EDITORIALE & sommario di pietro raitano 3_.116 La partecipazione politica è un costo? Non molti se ne sono accorti, ma con le leggi Finanziarie del 2008 e del 2010 il governo ha di fatto abolito le circoscrizioni di decentramento per tutti i comuni con meno di 250mila abitanti. Che vengano chiamate zona, municipio, municipalità, la loro origine va cercata nei tanti comitati di quartiere spontanei sorti un po in tutta Italia negli anni 70. Quel movimento dal basso spinse nel 1976 il governo a disciplinare la materia. La legge di allora, firmata da Aldo Moro, stabiliva all articolo 1 che i Comuni avevano la facoltà di ripartire il territorio in circoscrizioni allo scopo di promuovere la partecipazione popolare alla gestione amministrativa della comunità locale e in attuazione del principio di autonomia sancito dall articolo 128 della Costituzione. Altri tempi, altre parole, altri ideali forse. Nell ordinamento italiano le circoscrizioni oggi sono organismi di partecipazione, consultazione e gestione dei servizi di base ; non sono enti locali ma organi dei Comuni. Oggi si è deciso di abolirli nei comuni più piccoli, nel nome dei tagli ai costi della politica. Il meccanismo sarà progressivo a partire dal Attenzione: i comuni sopra i 250mila abitanti, per i quali il decentramento invece è confermato, sono 12 -su un totale , per 9 milioni di residenti. Vuol dire che il provvedimento riguarda comuni e 51 milioni di italiani. Per loro, la nuova normativa prevede la possibilità di creare organismi di partecipazione di tipo volontario, senza riconoscimento di gettoni o indennità, che non abbiano poteri gestionali, ma solo consultivi e propositivi. Non un granché. È probabilmente vero che oggi le circoscrizioni non sono come un tempo in grado di attrarre i cittadini. Le presenze alle assemblee sono minime, il ruolo stesso di questi apparati -e chi ci lavora- non sono noti a tutti gli elettori. Paradossalmente, questo è più vero nei comuni con un grande numero di abitanti. Ma da qui a sostenere che la partecipazione dei cittadini all amministrazione dei Comuni sia un costo e che quindi vada tagliato è troppo. O meglio, è l ennesimo attacco all autonomia dei Comuni, ai quali si stanno progressivamente sottraendo poteri e risorse. La partecipazione è un valore, e questo va ribadito. Trovarne nuove forme, più efficaci e attrattive, a questo punto è un dovere imposto a enti locali e cittadini da una classe politica che esalta l individualismo del voto al posto della cittadinanza e del senso di appartenenza a una comunità. Non trovando poi soluzioni al crescente astensionismo e disaffezione. Se il modello degli anni 70 non funziona, i Comuni possono ispirarsi a esperienze che altrove hanno avuto la capacità di coinvolgere i cittadini in un processo decisionale partecipato. O possono anche guardare al mondo dell economia solidale, che non a caso si interroga sempre più sul tema della politica e della rappresentanza. IN COPERTINA _08 TURISMO RESPONSABILE in barca o a piedi, contromano _14 SABBIA E CEMENTO l invasione degli ultra porti gli altri servizi CONSUMI CRITICI _18 in pasto ai buoni STORIE DI ORDINARIA PRECARIETÀ _21 vaccini anti crisi FOTOREPORTAGE _24 campi profondi I NOSTRI LIBRI _28 tutti i lati del cibo ECONOMIE SOLIDALI _31 l energia viene dal gas LA FINE DEL WELFARE _33 cura o prestazione? POLITICHE PUBBLICHE _34 il costo della tangente l antimafia quotidiana _37 sindaci contro le mafie GIUSTIZIA FISCALE _38 grandi rendite in fuga dalle tasse dal nostro inviato _40 alla corte del dittatore _44 Intervista né pubblica né privata _47 economie solidali la casa dell alternativa LE RUBRICHE _04 Fotonotizia _05 Racconto del mese di Lorenzo Guadagnucci _06 le brevi /consumi critici _30 distratti dalla libertà di Lorenzo Guadagnucci _43 i signori delle guerre di Francesco Vignarca _46 la banca dei ricchi di Luca Manes _48 trade watch di Monica Di Sisto _49 un posto in prima fila di Ugo Ripamonti _50 idee eretiche di Roberto Mancini

4 FOTONOTIZIA _4 ikea, sciopero per andare dal reparto-bagno al bagno I dipendenti dell Ikea di Corsico, alle porte di Milano, hanno scioperato ad aprile (foto), per una giornata intera, con tanto di presidio davanti al punto vendita, tra le facce incuriosite dei clienti armati di carrello e matitina. La protesta, hanno spiegato i rappresentanti sindacali, è dovuta alle condizioni di lavoro, definite inaccettabili, tra un clima faticoso, fatto di contestazioni disciplinari inutili e pretestuose, ed eccessivi carichi lavorativi, in quello che si stima sia il terzo punto vendita Ikea al mondo per fatturato. I lavoratori lamentano il fatto che i loro superiori siano arrivati addirittura a cronometrare il tempo che trascorrono in bagno i dipendenti. Sullo sfondo delle proteste, l impiego di contratti part-time e la progressiva riduzione del personale, in vista dell apertura del nuovo punto vendita della catena svedese (il diciottesimo in Italia) a San Giuliano Milanese. gian maria garuti

5 IL RACCONTO DEL MESE di lorenzo guadagnucci 5_ Sempre più italiani scelgono di non votare; gli enti locali lombardi manifestano: hanno le casse vuote. E intanto l Abruzzo intero, e gli aquilani, paiono abbandonati, a un anno dal terremoto. l addio ai seggi C è chi lo chiama partito del non voto e fa notare che è di gran lunga il più forte del paese: alle recenti elezioni regionali gli astenuti -chi non si è presentato ai seggisono stati il 35,81% degli elettori ( ). Ma i commenti sulla partecipazione elettorale hanno accompagnato stancamente solo la prima giornata di voto, e appena le urne si sono aperte l attenzione si è spostata sulle percentuali ottenute da candidati e partiti. Ogni preoccupazione è stata dimenticata. Eppure, sarebbe opportuno esprimere i risultati elettorali avendo come base di riferimento il numero degli elettori, e non, come sempre si fa, l insieme dei cosiddetti voti validi (escluse quindi anche le schede nulle e bianche). Scopriremmo così che alle regionali le due formazioni maggiori, Pd e Pdl, insieme non toccano nemmeno un terzo dei consensi dei cittadini-elettori. Il Pd, con 5,8 milioni di voti, ottiene il 14,3% (i giornali hanno indicato il 26%, calcolato sui voti validi); il Pdl, con quasi sei milioni di voti ottiene poco di più, il 14,6%. Anche aggiungendo i voti ottenuti dalle liste del presidente -2,6 milioni fra centrodestra e centrosinistra- cambia poco: c è da aggiungere un 6,4%, che porta la somma dei voti ottenuti dalle due principali forze politiche del Paese a poco più di un terzo dell elettorato (35,3%). Detto in altro modo, le formazioni di maggioranza (Pdl, Lega Nord, La Destra più le liste del presidente di centrodestra), il 28 e 29 marzo hanno avuto 10 milioni 651mila voti, pari al 26% degli aventi diritto al voto. Queste cifre sono un indicatore certo della crisi dei partiti, visto che nessuno di questi riesce a raggiungere la pur miserabile quota del 15%: per dare un termine di paragone, nel 92, alle politiche, la Democrazie cristiana ottenne un dignitoso 24,5% (il Pds di fermò al 13,3%, il Psi all 11,2%), con un affluenza al voto che toccava l 87,29%. Più in generale, siamo di fronte a una crisi profonda della democrazia rappresentativa, nonostante i discorsi ufficiali si soffermino sul successo elettorale di questo o quel partito, sul grande consenso di cui godrebbe l attuale premier e così via (a proposito, la coalizione guidata da Silvio Berlusconi nel 2008 ha ottenuto un ampia maggioranza alla Camera coi voti del 36,2% del corpo elettorale). Letti sotto questa luce, i progetti presidenzialisti -che si profilano come risposta alla crisi di credibilità della politicasembrano più scorciatoie, caldeggiate da leader e partiti privi di un effettivo e sufficiente consenso democratico, che reali vie d uscita. i sindaci e il deficit Pochi giorni dopo le elezioni, un singolare corteo ha sfilato per le vie di Milano: alcune centinaia di sindaci lombardi, fascia tricolore indosso, hanno manifestato contro i tagli alla finanza locale e il cosiddetto patto di stabilità che impone rigidi limiti di spesa agli enti locali. La manifestazione ha avuto toni un po paradossali: i sindaci che contestano e i ministri contestati appartengono in larga misura allo stesso schieramento; in aggiunta, gli uni e gli altri alzano da anni la bandiera del federalismo fiscale, che evidentemente è rimasto un mero slogan. L impressione, per chi osserva, è di un estrema confusione: diventa difficile per chiunque comprendere quale sia la reale posta in gioco (l autonomia degli enti locali?, l entità dei servizi pubblici erogati?, la tenuta dei bilanci comunali o di quello statale?) e quali le responsabilità politiche per le difficoltà che i sindaci denunciano. Oltretutto, compaiono sui media e subito si inabissano notizie a prima vista allarmanti: l Istat all inizio di aprile ha informato che lo Stato ha chiuso il 2009 con un deficit pubblico del 5,2%, il doppio dell anno precedente. La causa principale è la caduta delle imposte su redditi e patrimoni (-7%), determinata dalla recessione. Sarebbe andata anche peggio senza l entrata una tantum dello scudo fiscale (5,3 miliardi di euro, rispetto a un deficit complessivo di 80 miliardi). Proteste di piazza da un lato, statistiche ufficiali dall altro sono comparse e sparite nel discorso pubblico senza incrociarsi. A questo punto servirebbe un operazione verità, che non pare però nelle corde delle leadership politiche ed economiche. la fine dell aquila L anniversario del terremoto in Abruzzo è trascorso lasciando una sensazione di disagio. L intervento d emergenza e l avvio della ricostruzione sono entrati nell agenda politica come eventi-bandiera: si pensi allo show del G8 o alla celebrazione della Protezione civile, nonostante le inchieste giudiziarie che ne stanno compromettendo l immagine. Questa visione, legittimata dai maggiori media, ha in realtà parecchie crepe, che tuttavia non è facile decifrare. Stando alle cifre ufficiali, fornite dal commissario straordinario Gianni Chiodi (presidente della Regione Abruzzo), oltre 14mila persone sono state collocate nei nuovi alloggi del piano Case, strutture assai pubblicizzate e concepite come piccole new town, prive di quella rete di relazioni sociali, servizi, memoria condivisa che fanno di un luogo una città. Altre persone vivono in abitazioni prese in affitto, circa in Moduli di abitazioni provvisorie, 800 in altre strutture temporanee. La cifra più consistente fra quelle snocciolate da Chiodi, persone, indica cittadini abruzzesi in sistemazione autonoma, cioè -pare di capire- che si sono trovati un posto da soli: da amici o parenti, in altre case proprie, trasferendosi altrove, abbandonando la propria abitazione e con prospettive incerte di rientro. In più ci sono cinquemila persone ancora alloggiate in alberghi sulla costa abruzzese. Quei 27mila e questi 5mila faranno mai ritorno all Aquila e nelle altre cittadine disastrate? Esiste davvero la possibilità che il centro storico dell Aquila sia ricostruito? Gli aquilani che nelle settimane scorse si sono armati di carriole e hanno cominciato a svuotare il centro dai detriti, hanno posto queste domande e rivendicato il diritto a essere protagonisti di una ricostruzione che al momento non c è. Il primo anniversario del sisma ha lasciato più dubbi che certezze.

6 LE BREVI / CoNSUMI CRITICI il portale sul Medioriente che non fa notizia è a rischio chiusura _6 GLI APPUNTAMENTI TRA MAGGIO E GIUGNO da lodi a trento un caffè per nestlé Chi siamo, cosa facciamo, dove andremo. Comportamenti umani, a Lodi dal 6 al 9 maggio, riunisce persone curiose del presente che vogliano cercare di capire il futuro. Il festival è un iniziativa dell assessorato alle Politiche culturali del Comune (comportamentiumani.org). Altreconomia edizioni fa il suo esordio al Salone internazionale del libro di Torino, dal 13 al 17 maggio. Cercateci sul programma: domenica 16, Luca Martinelli presenta il libro L acqua è una merce. Alla Fortezza da Basso di Firenze, infine, dal 28 al 30 maggio c è Terra Futura, la 7 edizione della mostra convegno internazionale promossa dal sistema Banca Etica. Siamo nelle sezione comunicare la sostenibilità. Cercateci anche sul programma culturale (www.terrafutura.it). Dal 3 al 6 giugno, la carovana di Ae si sposta a Trento, per il Festival dell economia, giunto alla 5 edizione, dedicata a Informazioni, scelte, sviluppo. La rivista e i libri di Ae saranno presenti nella Piazzetta dell altra economica, curata da Trentino Arcobaleno. Tra i nostri autori, ci saranno Francesco Gesualdi (con L altra via) e Roberto Mancini (con Idee eretiche). Info: Una storia da leggere sul fondo delle tazzine, quando beviamo un caffè messicano. Partiamo da un dato: il 50% delle esportazioni di grani dal Paese è controllato da Amsa (Agroindustrias Unidas de Mexico), partner Nestlé. La multinazionale, che partecipa a iniziative certificate da commercio equo e solidale e responsabilità sociale d impresa, in Messico è responsabile di pratiche assai scorrette. Secondo La Jornada del campo, Amsa seleziona varietà di caffè congeniali alla produzione di Nestlé, con le modalità del coyote : ribasso sul prezzo, pressioni sui piccoli produttori perché vendano il loro caffè solo a Nestlé, pressioni per effettuare nelle piantagioni un cambio verso varietà meno caratterizzanti, più congeniali a una produzione globalizzata. A ciò si aggiunge la nomina di trader di Nestlé nelle alte cariche degli enti preposti alla gestione e promozione del caffè messicano, e la creazione di cooperative fantasma, al fine di accedere a fondi pubblici creati per il sostegno ai contadini: il quadro è completo. In Messico le zone caffeicole sono molte, e in alcune Amsa e Nestlé sono gli unici compratori. I produttori che aderiscono al loro programma sopportano: ricevono 6 pesos al chilo (0,35 euro) per il caffè non lavorato (café cereza) contro i 9 che paga il mercato locale. (mm) 3208 battute di news ilaria favè Nuova, pulita, rinnovabile: energia : i Beati i costruttori di pace hanno scelto di rispondere così, con un libretto di 36 pagine, al papello pro-nucleare Energia per il futuro, distribuito nei mesi scorsi come allegato ai giornali diocesani (vedi Ae 114) per spianare la strada alle nuove centrali volute dal governo italiano. L obiettivo: mostrare, con un linguaggio semplice e alla portata anche dei non esperti, come l alternativa delle fonti rinnovabili sia praticabile e al tempo stesso desiderabile, mentre il nucleare è pericoloso e sconveniente anche da un punto di vista economico. In quarta, una citazione dal discorso di Benedetto XVI in occasione della Giornata mondiale della pace (1 gennaio 2010): Occorre incoraggiare le ricerche volte ad individuare le modalità più efficaci per sfruttare la grande potenzialità dell energia solare. Secondo i curatori di Energia per il futuro, lo stesso papà sarebbe un convinto assertore del ritorno al nucleare nel nostro Paese. Info: Per ricevere più copie stampate (al costo di circa 0,25 euro l una) può ordinarle scrivendo a beati.org Del bio mi fido!. Aiab ha scelto questo slogan per aprire ai cittadini le porte delle aziende agricole biologiche. Fino a domenica 16 maggio, è PrimaveraBio Tutti gli eventi, regione per regione, sul sito Dal 18 al 23 maggio, invece, il Bloom di Mezzago (Mb) ospita Il mondo nel piatto, la vita nei campi. Un iniziativa di Acra, Bloom e cooperativa Scret. Info:

7 notizie, negozio on line e l archivio completo con tutti i numeri della rivista IMBROCCHIAMOLA! bottiglie o fontane? eni cerca gas a fano 7_ Un sorso di Casentino. Il gruppo Maniva, che nello stabilimento di Chiusi della Verna (Si) imbottiglia l acqua minerale Verna e le bibite Aquidea, ha trovato la chiave di volta: niente canone di concessione per l acqua imbottigliata in cambio della promozione turistica del territorio casentinese. L accordo, che dura un anno, è stato siglato a fine marzo tra Maniva e Casentino sviluppo e turismo, il Consorzio misto pubblico e privato che riunisce i tredici Comuni che compongono il Casentino e un vasto numero di strutture ricettive ed esercizi commerciali del territorio. La pubblicità riguarderà 30 milioni di bottiglie. Dal 9 maggio è on-line fontanelle. org (www.fontanelle.org), un progetto interattivo per valorizzare le fontanelle collocate in strada (chiamateli draghi verdi, vedovelle o nasoni...), fornendo ai cittadini e ai turisti una mappa per individuarle. Dal sito è possibile fare una ricerca per indirizzo e individuare la fontanella più vicina, ma anche segnalarne una non ancora inserita nella mappa. La prima mappa si riferisce alla città di Milano, anche se il progetto prevede di allargare la mappatura ad altre città (contattate scrivendo a Il lancio del progetto prevede anche la distribuzione di una mappa cartacea dei fontanelli di Milano (in formato pieghevole 50 per 70). A breve saranno disponibili anche gli applicativi per i-phone. Eni estrae gas dalle coste marchigiane. Ad aprile la compagnia ha annunciato lo start up della produzione della piattaforma offshore a gas Annamaria B, al largo di Fano. La produzione -che a regime arriverà a circa 1,2 milioni di metri cubi al giorno- viene inviata tramite una condotta sottomarina di circa 70 chilometri alla centrale di trattamento di Fano per essere immessa nella rete nazionale di distribuzione. Le riserve certe più quelle probabili di gas sono pari a circa 10 miliardi di metri cubi. Il giacimento Annamaria si estende fra l Italia e la Croazia ad una distanza di 60 chilometri dalla costa ad una profondità d acqua di circa 60 metri: si tratta del primo giacimento transfrontaliero messo in produzione in Adriatico e l accordo per lo sviluppo congiunto è stato ratificato dai governi croato e italiano nel luglio Nel giacimento è già operativa la piattaforma gemella Annamaria A, posta in acque croate, che produce circa 800 mila metri cubi al giorno. Annamaria, il più importante campo a gas messo in produzione dal 1998, è stato interamente sviluppato da aziende italiane e croate con commesse per un totale di circa 420 milioni di euro. Le piattaforme sono state costruite da un consorzio costituito da Rosetti Marino, Saipem Energy Services e Intermare Sarda nelle yard di Marina di Ravenna, Arbatax e Rijeka in Croazia. archivio eni La mappa dell altra Roma si allarga. Lo SpazioBio della Città dell altra economia apre un secondo punto vendita in zona Tiburtina, presso la cooperativa sociale Cacciarella, in via di Casal Bruciato 11. Info: cittadellaltraeconomia.org. Equa, in Liguria, significa mostra-mercato del commercio equosolidale. Dal 3 al 6 giugno, l iniziativa ritorna a Genova, in piazza Caricamento, a pochi metri dal Porto Antico. Arriveranno partner produttori dalla Colombia, dal Bangladesh, dalla Bolivia e dal Nepal. Programma e informazioni aggiornate su www. equodiliguria.it Fair e Made in No hanno vinto il premio Impresa ambiente Made in No è un progetto di intimo biologico ed equo-solidale, realizzato in rete con produttori di cotone brasiliani e indiani (vedi Ae 98). Il premio rappresenta la selezione italiana dell European Business Awards for the Environment, istituito dalla Direzione generale Ambiente della Commissione europea nel 1987 per promuovere le organizzazioni che contribuiscono allo sviluppo sostenibile. Info: Abbiamo bisogno di un altra cultura. Dobbiamo sostituire l io con il noi, la disoccupazione con il lavoro, l esclusione con l accoglienza, lo sfruttamento con la giustizia sociale, l egoismo con la responsabilità, l individualismo con l apertura agli altri, l intolleranza con il dialogo, il razzismo con il rispetto dei diritti umani, il cinismo con la solidarietà, la competizione selvaggia con la cooperazione, il consumismo con nuovi stili di vita. L appello completo per la Marcia della pace è su l appuntamento, tra Perugia e Assisi, è il 16 maggio. Ae è media partner.

8 TURISMO RESPONSABILE / UN ESTATE CON AE _8 in barca o a piedi, contromano Itinerari a vela s incrociano tra Mar Ligure e Mar Tirreno. Dal rumore delle onde ai profumi di montagna, per chi cammina in quota alla scoperta di culture millenarie archivio non solo vela Una maxi-rubrica di turismo responsabile, v invita -per tempo- a passare un estate da altreconomi, meglio se con una copia della rivista (o di uno dei nostri libri) nello zaino. Vi serviamo due idee -quella di inseguire il vento in mare aperto o con lo zaino in spalla- declinate in molti modi diversi. Sei pagine di proposte per affrontare una vacanza solidale, partecipe, lenta e soprattutto ricca di incontri. Nel rispetto della natura e dell altro. E ricordate: ognuna di queste esperienze è uno stimolo per mettersi in gioco e riscoprire il dialogo. In mezzo al mare, spinto dal vento, l uomo è solo con la natura. È allora che, salpate le ancore, può riscoprire se stesso e l altro attraverso percorsi educativi e formativi, vedrà la terra dal mare e imparare a stare insieme. Ad essere gruppo. L Unione genovese vela solidale (unionegenovesevelasolidale. com) riunisce diverse organizzazioni che utilizzano il mare e la vela come strumento educativo, formativo, culturale, riabilitativo e socializzante. L attenzione è rivolta a tutti, dai bambini agli anziani, ma con particolare attenzione a persone con disabilità e a giovani con problematiche sociali. In particolare, Non solo vela Onlus si concentra su attività con minori e giovani. Tra le proposte: giornate di avvicinamento alla vela per ragazzi seguiti dai servizi educativi; percorsi di educazione al mare per scuole medie (in collaborazione con l associazione 5 gli itinerari in barca a vela per l estate 2010 Ce.Sto e Matti per la vela, la fondazione Tender to nave Italia e le scuole Don Milani); attività in barca per i minori del circuito penale in collaborazione con gli uffici di Genova del Centro per la giustizia minorile. Un progetto su tutti è Amerigo, nuove rotte dell apprendimento, rivolto a studenti delle scuole medie inferiori e superiori, con problemi scolastici legati a difficoltà relazionali e ragazzi coinvolti in episodi di bullismo o che non frequentano la scuola. Si organizzano incontri, laboratori, lezioni ma anche uscite in mare di almeno 5 giorni (il responsabile del progetto è Lorenzo Costa, www. nonsolovelagenova.com). L Unione genovese vela solidale e Non solo vela condividono personale e barche con Avventuramare, associazione che organizza crociere ecologico-culturali e sportive centrate sull idea del turismo responsabile e aperte a tutti. È affiliata all Uisp, Unione italiana sport per tutti. La barca Tanimar è il cabinato a vela principale delle attività di Non solo vela ma viene usato da Avventuramare per diverse crociere estive. Per l estate 2010, le proposte di viaggio sono molteplici. Si parte a giugno con una crociera sul Mar Ligure e l arcipelago toscano (dal 13 al 19 giugno), da Genova a Porto Santo Stefano passando per Portofino, Capraia, Elba, Montecristo e Giglio. Sempre a giugno, le Isole Pontine (20-26 giugno) da Porto Santo Stefano a Formia o Anzio. Dal 27 giugno al

9 In apertura, l isola Tabaccara, presso Lampedusa: ci passano, in agosto, gli itinerari di Non solo vela. Sotto, l imbarcazione Flash di Vela Flash di silvia leone 9_ 3 luglio si visitano le Isole Pontine e Flegree, con tappa a Ventotene, Santo Stefano, Procida e Ischia. E ancora, le Eolie e Ustica. Ad agosto le tappe principali sono Pantelleria e Lampedusa. Passando, a seconda delle date, per Linosa e Malta, o in Tunisia. Ciò che accomuna ogni viaggio è la partecipazione: tutti gli ospiti sono invitati a partecipare alle attività di bordo, dalla programmazione della crociera, alle manovre, alla navigazione, ai turni ai fornelli e, infine, alla pulizia degli spazi comuni. Le notti in barca sono sempre 6. La quota di partecipazione per ogni adulto varia da 700 a 750 euro, a seconda della tratta prescelta. La quota comprende: iscrizione all associazione, barca, equipaggio di due persone, cambusa, gasolio, porti programmati (tre: per l imbarco, lo sbarco e uno intermedio), tender, assicurazione. Gli eventuali costi per ulteriori pernottamenti in porto sono indicativamente 10 euro a persona per notte. Per i gruppi che organizzano un imbarco di 8 persone, una è gratis. Sono esclusi i costi di trasferimento verso e dalle sedi di imbarco e sbarco (potete informarvi telefonando a Lorenzo Costa, , Emanuela Fracassi, , Un alternativa è il Circolo sportivo dilettantistico Velaflash, anch esso associato a Uisp ed è socio della Lega nazionale vela e windsurf e di Aitr. Flash è una scuola di vela: attraverso il percorso didattico l allievo viene messo in grado di condurre un imbarcazione a vela in autonomia. Il circolo propone anche crociere estive aperte a tutti: Crociere scuola-vacanze. Tra le varie proposte estive c è Route du Jasmin, regata a livello amatoriale che quest anno compie 20 anni. Si svolge dal 31 luglio al 17 agosto, si parte da Tolone per arrivare ad Hammamet, dove è prevista la premiazione. Le tappe intermedie sono in Sardegna (alla Maddalena e a Porto Corallo), Djerba e Mahdia. Il numero di partecipanti è 7. Il costo è di euro e comprende l iscrizione alla regata, la partecipazione alle iniziative previste, cene e ormeggi. Sono esclusi dal prezzo la cambusa e il gasolio. Un altra proposta è il viaggio per raggiungere le Isole Eolie: si parte il g(i)usto di viaggiare archivio valalash il 17 luglio da Sanremo, si attraversa il Mar Tirreno con navigazione d altura, e infine si trascorre qualche giorno di crociera tra Lipari, Vulcano e Panarea. Si sbarca a Lipari il 23 luglio. Il prezzo è di 500 euro (esclusi cambusa, gasolio e porti). Massimo 10 partecipanti. E ancora, un viaggio a ritroso partendo però dalle Egadi: dopo un assaggio di isole si attraversa il tirreno sfiorando Sardegna e Corsica e si sbarca a Sanremo. Dal 28 agosto al 3 settembre. Prezzo: 500 euro (esclusi cambusa, gasolio e porti). C è anche la possibilità di una crociera settimanale alle isole Eolie (24-30 luglio, 31 luglio-6 agosto; prezzo 550 euro) o alle isole Egadi (14-20 agosto, agosto; prezzo 650 euro). E così via, le proposte sono molteplici e con destinazioni differenti. Sempre via mare. Per informazioni: Circolo Velaflash tel , Restiamo in Sicilia, ma per circumnavigarla. È la proposta dell associazione AMEntelibera in collaborazione con Planet viaggiatori responsabili, cooperativa A.l.i. (www.alicooperativa.com) ed Eco-Culture e viaggi. Un itinerario articolato in 4 settimane, Libera il g(i)usto di viaggiare nasce con lo scopo di valorizzare e far conoscere le strutture e i terreni confiscati attraverso lo sguardo di chi si batte contro la mafia, vive e opera sul territorio. E soprattutto attraverso l occhio vigile di Libera (vedi Ae 114). Si tratta di percorsi per scoprire il territorio, dal punto di vista culturale e sociale. Una delle prorposte per l estate 2010 è un viaggio di 3 giorni di conoscenza archivio libera delle realtà che aderiscono al progetto Libera Terra e gestiscono beni confiscati nell Alto Belice corleonese (Pa). A Palermo si incontrano gli organizzatori e gli accompagnatori di Libera terra Mediterraneo. Una volta presentato il programma di viaggio, ci si trasferisce nella Valle dello Jato per visitare la cantina Centopassi e la cantina Kaggio e conoscere le attività delle cooperative che curano queste strutture e i terreni. Si pranza presso l agriturismo Portella della Ginestra gestito dalla coop Placido Rizzotto. Una sosta al Memoriale di Portella della Ginestra, dove il 1 maggio 1947 avvenne la prima strage di Stato italiana per mano mafiosa, alla presenza di testimoni privilegiati, reduci della strage. A Corleone si visita il centro storico in compagnia dei ragazzi dell associazione Corleono Dialogos. Incontro con i soci della coop Pio La Torre e visita guidata del Cidma, Centro Internazionale di documentazione sulle mafie. Infine, una passeggiata per il centro di Palermo, per scoprire i più significativi luoghi della memoria della città. L incontro con Libera Palermo avviene presso la Bottega dei sapori e dei saperi della legalità. Pranzo presso un ristorante aderente ad Addiopizzo, e testimonianza del commerciante gestore della struttura. La quota di partecipazione è di 310 euro a testa (da min 15 a max 20 persone). Si dorme in foresteria, piccolo albergo o b&b. L itinerario può essere studiato insieme agli organizzatori. Info: , www. ilgiustodiviaggiare.it

10 TURISMO RESPONSABILE / UN ESTATE CON AE in barca o a piedi, contromano _10 tra mare e terra, coniugando navigazione e conoscenza sociale e culturale di questa terra. Durante la prima e la seconda settimana si parte da Marsala (Tp) e si sbarca a Siracusa, visitando le isole Egadi, Selinunte (e il suo sito archeologico), Agrigento e la valle dei templi, Modica, Capo Passero e -per finire- Siracusa. La terza settimana da Siracusa si archivio non solo vela sbarca a Milazzo. Durante il viaggio si fa tappa a Catania, Acitrezza, Acicastello e Savoca, Parco dell Etna e le Isole Eolie. L ultima settimana, dalle Isole Eolie ci si sposta verso Cefalù, il Parco delle Madonie e, per concludere, Palermo. Dal 24 luglio al 21 agosto. Il numero minimo di partecipanti è 6, il massimo 8. Il prezzo è calcolato a base settimanale: 750 euro (per la prima o la seconda settimana), 790 euro (la terza o la quarta settimana). La quota non comprende carburante, cambusa, eventuali spese portuali. Per informazioni: associazione AMEntelibera tel ; Il percorso prosegue in Sicilia, ma questa volta tra barca a vela e trekking. L associazione la Boscaglia propone un velatrek nelle Isole Eolie. La navigazione comincia a Milazzo (Me) per raggiungere la prima isola, Vulcano. Dopo averne visitato il cratere, accompagnati da un vulcanologo, ci si rilassa con bagni di fango. In base al vento e al mare, nei giorni successivi si prospettano veleggiate, passeggiate e trekking tra Lipari, Salina, Panarea, e Stromboli. Si dorme in barca e sotto le stelle. Dal 29 maggio al 5 giugno. La quota è di 940 euro (comprende guida, affitto barca a vela, cambusa a base bio, skipper, marinaio e assicurazione) più 230 euro per la cassa comune. Il numero massimo di partecipanti è 8. Per ogni persona che partecipa ad un viaggio in Sicilia, la Boscaglia devolve 3 euro al progetto in viaggio con Emergency. Il ricavato andrà a finanziare il progetto del Poliambulatorio per migranti di Palermo. Per informazioni: la Boscaglia tel , Un estate in cammino. Dagli Appennini alle Alpi, sentieri da percorrere con gli zaini in spalla e la testa ben sgombra di pensieri. Proposte per tutte le gambe compagni di suola Sbarchiamo. E, finalmente con i piedi per terra, riprendiamo il cammino alla ricerca della lentezza, delle proprie origini, dei sapori e del g(i)usto. Con la Boscaglia facciamo tappa in Abruzzo: un cammino per famiglie con bambini, in compagnia degli asinelli che insegnano a vivere la lentezza e l esperienza degli antichi viaggiatori. Si parte dal Casale le Crete, a Tagliacozzo (Aq), attraversando antiche vie di collegamento tra la Marsica e la valle di Sulmona -la via Valeria, che fu percorsa dai romani, da San Francesco, poi dai briganti e dai viaggiatori inglesi dell Giunti sotto il Monte Velino si osserva il panorama e il volo 5 trekking per un estate con sacco a pelo e zaino in spalla dei grifoni. Dopo Celano comincia la salita verso il Passo di Forca Caruso. Poi Cocullo, Anversa degli Abruzzi con le gole del Sagittario, da qui a Castrovalva per arrivare all antico borgo di Scanno, la cittaduzza dal sapore orientale. Tanta storia, tanta natura, tanti incontri e tanto buon cibo. Ogni tappa prevede la sosta in un agriturismo biologico dove si producono formaggi e dove si recuperano antiche varietà di grano, mele e legumi (dal 3 al 10 luglio, la quota è di 300 euro e comprende guida, assicurazione, cibo e asini al seguito forniti di basti. Altre spese previste: 240 euro -per mangiare e dormire-, massimo 20 partecipanti). Rimaniamo in Abruzzo per continuare il cammino tra luoghi e sapori di questa terra.

11 Un momento del campo di lavoro di febbraio 2010 in Nicaragua, promosso dall associazione Italia-Nicaragua. Sotto, turisti in cammino con AMEntelibera nel Parco del Cilento. Nell altra pagina, sulla barca di Non solo vela un campo in centro-america L Associazione Italia- Nicaragua organizza un campo di lavoro presso la comunità El Moro, situata a Zapatera, piccola isola del lago Nicaragua. I primi 2 giorni si trascorrono a Managua. È qui infatti che si svolgono gli incontri con le organizzazioni di base. Poi si parte per partecipare alla ricostruzione di un impianto di acqua potabile. Gli ultimi giorni il gruppo partecipa a una carovana in occasione del trentesimo anniversario della Crociata dell alfabetizzazione, lanciata dalla rivoluzione sandinista dopo aver rovesciato il governo Somoza, nel Il viaggio dura dal 5 al 23 agosto. Sono previsti al massimo 10 partecipanti. La quota prevista è così suddivisa: 100 euro per iscrizione e materiale informativo più 380 dollari da versare a Managua per copertura spese di vitto alloggio e trasporto. Ogni partecipante provvede all acquisto del biglietto aereo. Viene inoltre richiesto un contributo volontari al progetto. Per informazioni: , itanica.org, www. itanica.org archivio associazione italia nicaragua 11_ L organizzazione Camminare con gusto propone i campi del gusto : 8 giorni di escursioni e laboratori per riscoprire un alimentazione sana e naturale. Una vacanza pensata per le famiglie, con alloggio in agriturismo o albergo diffuso nel centro storico di Anversa degli Abruzzi (Aq). Durante il soggiorno si svolgono diverse attività: La fattoria di Nonna Papera, per imparare a coltivare senza inquinare; io faccio il formaggio, per sperimentare la caseificazione; il laboratorio di panificazione e la lavorazione della lana. Si visita la Riserva regionale del Sagittario di Anversa, oasi Wwf, e la città di Sulmona, il suo centro storico, la fabbrica di confetti e Asino mania, allevamento di asini per escursioni e onoterapia. Escursione in Camosciara, primo nucleo di Riserva integrale del Parco nazionale d Abruzzo, visita alle cascate delle Ninfe e delle Tre cannelle, al Centro natura e centro recupero della fauna selvatica di Pescasseroli e degustazione di prodotti tipici presso la Bottega di Gaia. Infine, tappa nel borgo medievale di Scanno (Aq), visitandone il centro storico e una bottega artigiana orafa dove assistere alla realizzazione di gioielli in filigrana scannese. Dal 21 al 28 agosto. Minimo di 6 persone. Il prezzo è di 560 euro a persona per gli adulti (i bambini fino a 6 anni non pagano e fino a 14 anni c è una riduzione del 50%). Per informazioni: , www. camminarecongusto.it. Qualche centinaio di chilometri più a Sud, c è il Parco nazionale del Cilento. L associazione AMEntelibera propone un tour di dieci giorni seguendo le piste dei briganti, realizzato in collaborazione con Planet e l associazione Trekking Campania. Si parte da Piaggine (Sa), e subito c è l ascesa del Monte Cervati; spostamento a Felitto per visitare le gole del Calore, poi a Bellosguardo per visitare le sorgenti del Sammaro e Roscigno Vecchia, borgo abbandonato all inizio del secolo scorso. Dalla località Fontana Inverno si inizia un trekking con destinazione Monte Motola. archivio amente libera

12 TURISMO RESPONSABILE / UN ESTATE CON AE compagni di suola _12 E ancora, a Sant Angelo a Fasella per la risorgenza dell Auso e la Grotta di San Michele, chiesa rupestre medievale ricavata all interno di una grotta. Dalla località Casone Sant Angelo parte un trekking sull altopiano degli Alburni per giungere poi sulla vetta del monte Panormo. Infine, visita al borgo di Castelcivita e delle sue grotte. Si dorme in agriturismi e case rurali. Si mangiano prodotti tipici locali. Dal 14 al 23 maggio, dall 11 al 20 giugno, dal 27 agosto al 5 settembre, dal 17 al 26 settembre e dal 8 al 17 ottobre. Il prezzo è di 715 euro. Per informazioni: associazione AMEntelibera (vedi a p. 10). archivio la boscaglia Le Alpi sono lo sfondo de Lou Tsamin Francoprovensal, un cammino simbolico per riunire le genti francoprovenzali abitanti a cavallo di tre Paesi: Italia, Francia e Svizzera. 28 giorni di percorso e più di 500 chilometri tra Piemonte, Savoia, Alta Savoia, Vallese svizzero e Valle d Aosta. Si cammina per incontrare la gente, per parlare una lingua comune e riunire per la prima volta tutti i dialetti galloromanzi. Ad ogni sosta si entra nel vivo delle realtà locali, si incontrano gli enti istituzionali e le varie associazioni. La camminata ha un obiettivo scientifico: effettuare una ricognizione territoriale per verificare lo stato della lingua, il suo attuale utilizzo orale e scritto, per ascoltare e raccogliere documentazione riguardante usi, costumi, tradizioni, canti inseriti nel comune contesto montanaro. Un gruppo di otto camminatori fissi, ognuno con un proprio compito specifico (comunicatori in lingua, giornalista, documentarista, fotografo, guida, ufficio stampa, e così via) percorre l intero cammino. Chi vuole può accompagnare il gruppo fisso per tutto il numero di tappe che desidera. Si parte da Susa (To), antica città romana che, con i paesi limitrofi, è una delle zone a parlata francoprovenzale. Si attraversano i più importanti valichi alpini per arrivare in Francia, in Savoia e Alta Savoia, per 500 chilometri e 28 giorni in cammino per Lou Tsamin Francoprovensal poi attraversare il paesaggio della Vanoise e gli specchi d acqua savoiardi. I camminatori gireranno attorno alle più alte cime europee del massiccio del Monte Bianco. Poi il Lago di Ginevra. Da Losanna si rientra nelle vallate del Vallese svizzero per dirigersi in Valle d Aosta. Dal Gran Paradiso l itinerario rientra in Piemonte e chiude l anello a Susa. Dal 27 giugno al 24 luglio. Info: , , www. chambradoc.it. Restando sui monti, ma in autogestione, potrete intraprendere il Cammino delle Dolomiti. Un percorso ad anello in 30 tappe che abbraccia l intera provincia bellunese. Dal santuario dei Santi Vittore e Corona alle valli di cultura ladina. Dal Parco nazionale Dolomiti bellunesi ai resti del Castello di Andraz. Dal lago di Misurina alle sorgenti del Piave. E ancora il lago di Alleghe, il passo Falzarego, il Cadore, gli scavi di epoca romana di Feltre e il sacrario di Pian di Salesei a ricordo della prima guerra mondiale. Infine, la diga del Vajont, subito oltre il confine friulano. Un percorso che evidenzia vari aspetti del territorio: da quello naturalistico a quello storico-religioso, delle tradizioni e della memoria. Un cammino individuale e a tappe: ognuno può intraprendere una o più parti dell intero percorso, ma realizzarlo completamente richiede un mese di tempo (mettendo in conto 6-7 ore di cammino a tappa). Per informazioni: Ufficio informazioni e accoglienza turistica di Belluno: , it, www. camminodelledolomiti.it. archivio la boscaglia Sono proposte di viaggio a piedi e in punta di piedi. Per conoscere le nostre terre con uno sguardo curioso e partecipe, ma senza disturbare. Attraversando paesaggi e culture, nel giusto silenzio e con la dovuta calma.

13 Sotto, realizzazione di un gioco di legno in una delle vacanze autoprodotte del Gaos dell associazione Circuito corto di Incisa Valdarno (Fi). Nell altra pagina, in alto l attraversamento delle terre d Abruzzo in compagnia di un cavallo, con la Boscaglia. E (una proposta della stessa realtà), un trek sulle isole Eolie (in basso) 13_ idee in rassegna nelle marche Tutti a Fano, per la sesta Rassegna di turismo responsabile!. La cooperativa ViaggieMiraggi, agenzia di turismo responsabile, in collaborazione con i nostri soci della cooperativa di commercio equo e solidale Mondo solidale e con la Rees Marche (Rete di economia etica e solidale marchigiana) promuove l evento che si svolge il 14 e 15 maggio presso l Emporio dell Altreconomia. Tra stand di turismo responsabile locale e nazionale e approfondimenti su turismo responsabile e scuola. In programma anche la presentazione del libro L Italia eco-solidale, edito da Altreconomia e curato da Silvia Leone (l autrice di queste pagine), che ha visto la collaborazione di ViaggieMiraggi per la parte relativa ai weekend urbani di turismo responsabile. Per informazioni: , , IO LO SO FARE : IL FELTRO, I COSMETICI, I DETERSIVI, IL PANE, LE CESTE DI SALICE. IMPARA L ARTE E METTILA DA PARTE la vacanza per mani impegnate Un estate 2010 da ricordare è quella alla ricerca della propria anima artigiana e a km0. Ecco allora due proposte di viaggiolaboratorio per riscoprire la nostra creatività e poter dire io lo so fare!. L associazione di volontariato Circuito corto, nata dal Gaos (Gruppo di acquisto ostinatamente solidale, vedi Ae109) di Incisa Valdarno (Fi), propone la quarta edizione della vacanza autoprodotta. In montagna, nel Mugello, a seguire laboratori di sapone, feltro, cosmetici, detersivi, pane a lievitazione naturale, giochi di legno, cibi fermentati e cucina naturale. E non solo. Tanto tempo libero per bagni al fiume e passeggiate. Lasciate a casa pc e macchine fotografiche, tanto non c è energia elettrica e nessun segnale per icellulari. Si dorme in camerate presso il rifugio Cannova (989 metri sul livello del mare, Il prezzo del rifugio è di 12 euro a notte. Le spese di cibo, legna e carburante si dividono in base al numero di partecipanti. La partecipazione ai laboratori è gratuita, salvo le spese dei materiali. Per informazioni e prenotazioni: (Annalisa), I corsi-laboratorio Vivere con cura, promossi dal circolo Irene e Lucia di Milione di Capracotta (Is), propongono attività per avvicinarsi alla natura in modo pratico, teorico e creativo. Singoli laboratori, weekend e vacanze per sperimentare una vita ecologica e conviviale strettamente influenzata dalla natura intorno, ancora incontaminata. Passeggiate ecologiche con riconoscimento delle piante, esercizi per il corpo come yoga, pilates, laboratori di intreccio creativo e ceramica. In particolare, dal 28 agosto al 4 settembre, si organizza una vacanza di intreccio creativo in Liguria, a Triora. Un viaggio artistico che mette in risalto la creatività e le abilità di ciascuno dei partecipanti. Per imparare a realizzare, a partire dai rami di salice, lavori unici e personali. archivio gaos Da una materia rigida, acquisendo la dovuta tecnica, si costruiscono ad esempio ceste e altri manufatti. Un corso per principianti e cestai esperti. Il prezzo del corso è di 320 euro (materiale incluso). Possibilità di vitto e alloggio presso il Circolo delle fate e streghe (10 euro a notte, 8 euro per ogni pasto). Per informazioni e prenotazioni: (Karin e Rainer), (Alexandra Mases, responsabile del corso), www. vivereconcura.it.

14 IN COPERTINA / SABBIA E CEMENTO _14 di luca martinelli l invasione degli ultra porti Si moltiplicano in Italia i progetti di porti turistici. Sono un pretesto per nuovi insediamenti immobiliari, e spesso recano con sé problemi ambientali Il Porto degli Argonauti è come un astronave calata da un altro pianeta sul Mar Jonio. Basta guardarla nella foto qui sotto per rendersi conto che, in questa struttura, niente sembra naturale: il porto, con l annesso resort, occupa 92 ettari e le barche sono accolte in un canale scavato per 700 metri all interno della terraferma. Gli Argonauti sono, per natura, diversi rispetto alla costa del metapontino, in provincia di Matera, che è per lo più selvaggia -la macchia mediterranea accarezza la sabbia, e arriva fin quasi al mare- e con poche infrastrutture turistiche. Dentro il porto, 450 ormeggi possono ospitare imbarcazioni lunghe fino a ventotto metri. Il problema, però, è nascosto dietro le barche, dove 92 gli ettari occupati dal Porto degli Argonauti e dal resort annesso a Pisticci (Mt) trovano posto un hotel con una piscina da 6mila metri quadri, ville e appartamenti, case vacanza, la ricostruzione di un borgo. L investimento è stato pensato nel suo insieme fin dall inizio, alla metà degli anni Ottanta spiega l ingegner Antonio De Nicolò, consigliere di amministrazione di Nettis Resort, la società pugliese che ha ideato il progetto e gestisce la struttura. Gli Argonauti sono realizzati sul modello di nuovo porto turistico italiano: le barche restano ferme, i diportisti nuotano in piscina e a servizio dei posti barca c è una colata di cemento a ridosso della costa. È lo stesso che incontriamo anche a Fiumicino (Roma) e nei porti della rete di Italia Navigando, di cui parliamo nelle pagine che seguono. È il modello che troviamo nelle parole del ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, secondo il archivio porto degli argonauti

15 In apertura, il nuovo Porto degli Argonauti, a Pisticci (Mt). In questa pagina, si lavora per limitare i danni dell erosione costiera a Metaponto (Mt). Qui sotto, la mappa dei porti turistici in costruzione o ampliamento in Italia Trieste Imperia Igea Marina Ospedaletti Boccadarno Francavilla al mare Livorno Pinetamare S. Salvo Marina San Vincenzo Vasto Santa Marinella Termoli Montenero Civitavecchia Anzio Rodi Garganico La Maddalena Ostia Sperlonga Fiumicino Formia Manfredonia Marina di Nettuno Gaeta San Felice Circeo Marina Marina di Stabia Sorrento di Arechi Piano di Sorrento Ponza Marina Policoro Porto Marina della Cesareo Pisticci di Equa Lobra Balestrate (Pa) Marina di Cala di Sole (Licata) Saline Joniche Siracusa la carica dei porti turistici Abbiamo 147mila posti barca, distribuiti lungo chilometri di costa, ma non sono sufficienti. Solo nel biennio , in Italia sono stati inaugurati ben 30 nuovi porti (4 in Liguria, 6 in Sicilia), aumentando di circa 17mila unita i parcheggi per le imbarcazioni da diporto. L affare dei nuovi porti non si ferma, neanche in Liguria, dove ormai c è un ormeggio ogni cinque chilometri (62 su 349 chilometri di costa) e un posto barca ogni 50 residenti: il gruppo Cozzi Parodi, uno dei più attivi insieme 15_ all Acqua marcia di Francesco Bellavista Caltagirone (vedi a p. 16), ha aperti i cantieri di Bordighera (Im) e Ventimiglia (Im) dopo aver realizzato Marina degli Aregai a Santo Stefano al Mare (Im). Caltagirone, invece, ha inaugurato a fine 2009 il porto di San Maurizio, a Imperia. Bisogna fare più posti barca -ha spiegato Beatrice Cozzi Parodi al Corriere della Sera-. È cresciuta la richiesta di ormeggi per grandi imbarcazioni, ma ritengo si debba incentivare anche una nautica di medie dimensione, e per questo dobbiamo creare delle strutture. quale il nostro Paese ha bisogno di un centinaio di porti turistici con annessi servizi. Un modo come un altro per continuare a costruire, senza prestare attenzione al consumo del suolo. In più, i bracci a mare di questi porti non naturali non sono a impatto zero: quelli degli Argonauti, lunghi circa 250 metri, frenano le correnti e i sedimenti. E hanno acuito un problema di erosione della spiaggia che qui, alla foce del fiume Basento, che segna il confine tra i territori del comune di Pisticci (all interno del quale si è sviluppato il porto) e Bernalda, esiste già dagli anni 50. Per questo, a febbraio, gli operatori turistici di Metaponto (frazione di Bernalda) hanno occupato il municipio. Ogni anno perdono metri di spiaggia, che loro misurano in file di ombrelloni: dove prima ce ne stavano dieci, oggi c è posto solo per cinque, o due. Leonardo Chiruzzi è il neoeletto sindaco di Bernalda, ma era vice quando venne autorizzata la costruzione del porto, nel L erosione c era già, la realizzazione dei bracci a mare degli Argonauti ha solo aumentato le criticità sul territorio, spiega nel suo ufficio, in un bel palazzo nel centro storico della cittadina. Plana diretto sul problema che ha incontrato in campagna elettorale: Abbiamo chiesto la realizzazione di sistemi di tutela, e il ripascimento delle coste, anche usando la sabbia ricavata dal dragaggio del porto canale degli Argonauti. Lo scorso anno la Regione ha speso 2 milioni di euro. Davanti al borgo di Metaponto Lido, vediamo le ruspe in mare: spostano grandi massi, cercando di frenare il potere erosivo delle onde. È un palliativo: prima, la costruzione di dighe a monte ha limitato l apporto di sedimenti dei cinque fiumi che sboccano nello Jonio lucano; poi il prelievo forsennato di materiale per costruzioni ha fatto il resto. I bracci a mare degli Argonauti sono solo la ciliegina sulla torta: ci sono delle simulazioni che lo dimostrano, anche se per rendersene conto basta visitare, come abbiamo fatto, la spiaggia a monte e a valle del porto, misurando con gli occhi la differenza. Verso Est, la spiaggia di Metaponto è molto più indietro. Nicola Laviola, di Nettis Resort, mi fa notare invece che quella del loro resort (lato Pisticci) cresce di qualche metro ogni anno, cosa che fa comodo, perché su quel lato ospitano ombrelloni e sdraio. Il sindaco Chiruzzi spiega di voler chiedere alla Regione di inserire in Finanziaria regionale un capitolo di spesa, ogni anno, per il ripascimento delle costa. Gianni Palumbo, che per la Lipu è stato luca martinelli animatore, a partire dalla fine degli anni Novanta del Comitato contro la cementificazione delle Costa Jonica, lo definisce il capitolo degli sconfitti. Al privato, Nettis Resort, vanno i guadagni (l affitto di un posto barca per un anno costa dai euro ai 9.200; l acquisto dai ai 156mila; il valore degli immobili di servizio è triplicato dopo la costruzione del porto), mentre i costi ricadono sulla collettività. Il Porto degli Argonauti è stato inaugurato nell ottobre del 2009, anche se una delle due banchine non è ancora completa e le gru segnalano lavori ancora in corso anche al resort. È costato una trentina di milioni di euro, almeno 6 dei quali arrivati a fondo perduto con un finanziamento del Cipe (Comitato interministeriale programmazione economica). È il secondo lungo la Costa Jonica lucana: in 35 chilometri ci sono ben due porti, l altro è quello di Marinagri, nel territorio del comune di Policoro (Mt). Due porti costruiti dove non avrebbe potuto nascerne nemmeno uno. Sì, perché per dare il là ai cantieri c è voluta una variante al Piano paesistico del metapontino, deliberata della Giunta regionale nel luglio del Ci hanno messo solo sei mesi a modificare il Piano -spiega Palumbo-. I due porti sono stati costruiti all interno di zone Sic, Siti d interesse comunitario, alle foci dei fiumi Basento

16 IN COPERTINA / SABBIA E CEMENTO l invasione degli ultra porti _16 e Agri. La scelta non è stata condivisa con il territorio. In Regione, non c è stata opposizione. Il progetto era sostenuto da Filippo Bubbico, presidente della Basilicata e oggi senatore del Pd, che è stato anche sottosegretario per lo Sviluppo economico nell ultimo governo Prodi. Un documento di Osservazioni alla variante è stato redatto, invece, da Città ideale, un associazione che riunisce professionisti tecnici del territorio di Bernalda e Metaponto. Il presidente Gianni Antenore mi accoglie nella penombra del suo studio, sul corso di Bernalda, e rincara la dose. M invita a leggere il documento, indirizzato alla Regione Basilicata e al ministero dell Ambiente: È acclarato che il porto sul Basento (il Porto degli Argonauti, ndr) finirebbe per sovvertire l equilibrio ambientale di un habitat particolarmente caratteristico e delicato, con impatti pregiudizievole ed effetti distruttivi irreversibili. E cita i motivi per cui il Piano paesistico pre-variante non permetteva la costruzioni di porti: un ambiente naturale di eccezionale valore naturalistico ed ecologico, un ambiente palustre in riva sinistra definito suggestivo elemento di diversificazione e di elevata naturalità. La giunta comunale di Bernalda non ha fatto nemmeno opposizione formale -racconta Antenore-. Ha inviato solo una lettera. Anche per questo a fine di febbraio è nato un Comitato per la difesa di Metaponto-Sos Costa Jonica (http://soscostaionica.jimdo.com). IL NUOVO PORTO TURISTICO DI ROMA HA LA FIRMA DI CALTAGIRONE attracco bipartisan La prima scena dell opera nuovo porto turistico di Roma è andata in onda il 4 febbraio scorso a Fiumicino. Alla sfilata davanti al Mar Tirreno, alla foce del fiume Tevere, si sono presentati governo e opposizione: il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, le due candidate alla presidente della Regione Lazio Renata Polverini ed Emma Bonino, il presidente Pd della provincia di Roma Nicola Zingaretti. A fare gli onori di casa c era Francesco Bellavista Caltagirone, l azionista di riferimento di Iniziative portuali srl (Ip), la società concessionaria del porto turistico: Caltagirone è presidente di Acqua pia antica marcia, l immobiliare incaricata di realizzare l intervento, ribattezzato Porto della Concordia, per un investimento complessivo di oltre 300 milioni di euro. L azionista di minoranza di Ip, con il 30 archivio acqua pia antica marcia per cento, è invece la società pubblica Italia Navigando (vedi articolo a p. 17), che -ci ha spiegato il presidente, Ernesto Abaterusso-, si è impegnata per ottenere la concessione, mentre uno dei soci privati (Caltagirone, appunto, ndr) ha avuto un incarico di general contractor. Italia Navigando curerà la gestione delle opere a mare. Sì, perché oltre ai posti per barche da 10 a 60 metri nelle 4 darsene principali, davanti a Fiumicino troveranno posto anche yacht club, un albergo, un centro congressi, spazi commerciali e residenziali. È per questo che Legambiente Lazio, nel 2009, ha assegnato a Iniziative portuali una Bandiera nera nell ambito del dossier Goletta verde nel Lazio. Caltagirone -che è anche azionista di Alitalia- ha ottenuto l autorizzazione ad occupare 104,2 ettari di terreno demaniale, 77,4 per opere a mare, 26,89 per opere a terra e 4,5 per l area cantieristica, come spiega Legambiente 300 milioni di euro il costo del Porto della Concordia di Fiumicino Lazio nel dossier Fiumicino, no al nuovo porto alla foce del Tevere. Oltre ai posti barca, ci saranno 66mila metri cubi di attrezzature ricettive, per attrezzature commerciali e uffici, congressi e cinema, oltre 4mila per servizi e un parcheggio da posti auto. L esempio di Fiumicino e degli altri porti turistici in corso di autorizzazione lungo la costa laziale dimostrano che le esigenze cui rispondono questi progetti sono di tutt altra natura rispetto ai semplici posti barca -spiega Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Dietro Fiumicino, Anzio, Formia ci sono costruttori, che legano sempre alla realizzazione del porto spazi commerciali e uffici. Dixit il ministro Matteoli: Dobbiamo concepire i nuovi porti turistici come strutture piacevoli, dove ci siano un ristorante, dei negozi, delle attrazioni.

17 Nella pagina accanto, la cerimonia di posa della prima pietra del nuovo porto turistico di Fiumicino (Roma): presenti Altero Matteoli, Nicola Zingaretti, Gianni Letta, Francesco Bellavista Caltagirone. Accanto, il rendering del progetto. In questa pagina, il porto turistico di Gallipoli (Le) che verrà ampliato da Italia Navigando 17_ Gli imprenditori si adeguano, e costruiscono ex novo. Anche se, ricorda Parlati, Ucina, l Unione nazionale cantieri e industrie nautiche, ha pubblicato uno studio secondo il quale in Italia esistono 240 porti sottoutilizzati, nei quali basterebbe allestire pontili galleggianti per recuperare 39mila posti barca. Solo nel Lazio ci sono lavori in corso per quasi 9mila posti barca, tra ampliamenti e nuove costruzioni. Dal raddoppio del porto di Ostia (a ben 200 metri da Fiumicino), al nuovo Porto del Tirreno di Civitavecchia (un altro progetto dell Acqua pia antica marcia di Caltagirone, in collaborazione con il gruppo Cozzi Parodi, vedi box a p. 15), a quello di Formia. A Fiumicino si costruirà in piena zona R4, considerata a rischio idrogeologico molto elevato, secondo l Autorità di bacino del Tevere -racconta ancora Parlati-; si costruirà in piena foce del fiume, eppure c è un parere positivo di tutti gli enti. Tutti abbiamo avuto paura quando il Tevere ha rischiato di esondare a Roma, all inizio del 2010, ma pochi sanno che se non è successo è perché le correnti hanno favorito il deflusso dell acqua a mare. La costruzione del nuovo porto potrebbe comportare seri problemi, ma poco importa di fronte a un argine da rompere. Oltre, c è una nuova frontiera per i costruttori del nostro Paese. DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE 48 MILIONI DI CONTRIBUTI l italia sta navigando C è una regia di Stato dietro i porti turistici. Il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli lo ha ribadito, a febbraio 2010, in un intervista a il Giornale: Abbiamo bisogno di realizzare almeno 100 porti, ha spiegato, scagliandosi contro le scelte ideologiche che avrebbero bloccato -negli anni scorsi- la costruzione di nuove strutture. La rincorsa, però, è partita: circa un anno fa, il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha sbloccato un contributo di 48 milioni di euro a favore di Italia Navigando, una società pubblica, controllata da InvItalia (ex Sviluppo Italia) e indirettamente dal ministero del Tesoro. Nata nel 2002, la mission di Italia Navigando è quella di creare una rete portuale turistica in tutta Italia, soprattutto nel Centro-Sud, dove c è forte carenza di posti barca. Ernesto Abaterusso, presidente di Italia Navigando ed ex deputato Pds, sciorina i risultati della società: Abbiamo ottenuto la concessione di Trieste, Balestrate (Pa), stiamo per appaltare Trani, la concessione di anticipata occupazione a Gallipoli (nella foto sopra) e Roccella Jonica. E ancora: Sta per arrivare la concessione di Anzio, è partito Fiumicino. Abbiamo firmato con la Regione Puglia l Accordo di programma quadro che prevede la realizzazione e ammodernamento di 3 porti, Gallipoli, Brindisi e Trani, e la riqualificazione o nuova realizzazione a Margherita di Savoia, Fasano, Monopoli, Porto Cesareo, Ostuni. Abbiamo nuove iniziative Campania, nell ambito di un Accordo di programma che firmeremo a breve: Procida è già realizzato e in cantiere ci sono Portici, Torre Annunziata italia navigando e Monosiglio, nel centro di Napoli. L ammontare di tutti gli investimenti è di circa 150 milioni di euro. I fondi stanziati dal Cipe possono essere utilizzati solo firmando Accordi di programma quadro con le Regione, che impegneranno anche fondi propri. Dopo Puglia e Campania, sono in arrivo anche quelli con Friuli, Sicilia e Sardegna. Italia Navigando o le società di scopo create per realizzare i porti (vedi tabella, ndr) potranno reperire fondi propri per completare gli investimenti. Tra le società di scopo c è anche Marinagri Resort spa, che ha realizzato il porto turistico di Policoro (Mt), un controverso progetto bloccato in passato da un inchiesta della magistratura: Abbiamo meno del 20%, e c è un contenzioso con il socio privato. Siamo in trattative per uscire dalla società spiega Abaterusso. Marina di Reggio Calabria S.r.l. (51%) Reggio Calabria Marina di Portisco S.p.A. (100%) Marina di Portisco Marina di Monfalcona Terme Romane S.p.A. (51%) Marina di Monfalcone La rete di Italia Navigando spa Siculiana Navigando S.r.l. (80%) Siculiana Teulada Navigando S.r.l., (51%) Su Portu Nou Teulada Marina Marine di Napoli S.r.l.(50%) Molosiglio - Bagnoli Campania Navigando S.r.l. (80%) Sub - Holding Società controllate Isola di Procida Navigando S.p.A. (51%) Marina di Procida Trapani Navigando S.r.l. (51%) Trapani Marina di Margherita di Savoia S.u.r.l.(100%) Margherita di Savoia Gallipoli Navigando S.r.l. (100%) Gallipoli Agropoli Navigando S.r.l. (100%) Agropoli Stintino Navigando S.r.l. (51%) Stintino Marina di Trani Srl (100%) Marina di Trani Porto delle Grazie S.r.l. (51%) Roccella Jonica italia navigando grottammare senza porti La nostra è una città a misura d uomo e quindi di turista. Luigi Merli è sindaco di Grottammare (Ap), sull Adriatico, per il movimento Solidarietà e partecipazione, che governa la cittadina dalla metà degli anni Novanta: Allora abbiamo deciso che sulla costa non si costruisce. C era un progetto, del 1986, per costruire un porto megagalattico, da posti barca, poi ridotti a 600. E a servizio del porto avrebbero costruito mila metri cubi. Anche senza porto (ci sono già, a pochi chilometri, quelli di San Benedetto del Tronto e Porto San Giorgio), dal 1997 ad oggi abbiamo raddoppiato le presenza turistiche: non serve correr dietro all idea di grandi edifici e grandi numeri -spiega Merli-. Non abbiamo voluto stravolgere il borgo marinaro trecentesco, conservando l idea urbanistica del Piano regolatore del Lo aveva voluto il Papa.

18 APPROFONDIMENTO / CONSUMI CRITICI _18 di luca martinelli Ogni giorno vengono utilizzati 11 milioni di ticket in sostituzione delle mense. Tra tasse evitate, commissioni troppo alte e rischi di spirali inflazionistiche in pasto ai buoni Una margherita vale un buono pasto. Se un ristorante o una pizzeria non accettasse i cosiddetti ticket, in una grande città come Milano, rischierebbe di chiudere. L equazione ce la spiega Danilo, napoletano trapiantato a Milano: la pizza del suo locale è una delle più buone della città, eppure a mezzogiorno Buoni pasto: mercato e quote delle principali imprese dal 2007 al 2009 Aziende Gruppo Accor 40,7 41,2 42,6 Qui Group 13,4 13,6 14,2 Day Ristoservice 10,6 11,5 13,1 Sodexho Pass 11,9 11,2 9,8 Pellegrini 5,6 5,4 5,0 Compass Group Italia nd. 4,5 4,5 Lunch Time 0,8 0,8 nd. Ristochef 4,8 4,2 3,3 Repas Lunch Coupon 4,6 3,9 3,2 Coop. Italiana di Ristorazione 2,0 2,0 2,3 E.P. 0,4 1,1 1,6 E-Lunch 0,1 0,1 0,3 Sagifi 0,1 0,0 0,0 Sogart Service 0,2 nd. nd. Ristomat 4,6 nd. nd. Altri 0,3 0,3 0,2 Nel nostro Paese, in una normale giornata lavorativa, il numero dei buoni pasto utilizzati ammonta ad oltre 2,2 milioni per un valore complessivo di spesa prossimo agli 11 milioni di euro. Fonte: Databank nessuno la sceglierebbe se una selva di adesivi sulla porta d ingresso non rendesse evidente che, alla cassa, si accettano i buoni pasto, un insalata mista di nomi e sigle. Chi ha un lavoro dipendente considera il ticket un diritto, ma basta fermarsi un attimo a riflettere, prima di addentare il panino e bere un sorso di cola, per capire agenzia fotogramma che a differenza dell indennità di mensa in busta paga, che sostituiscono, i buoni pasto sono solo un diritto a spendere, che alimenta un mercato ricco e concentrato. Un mercato, soprattutto, defiscalizzato: chi garantisce ai propri dipendenti un ticket da 5,29 euro, su quelli non paga imposte. Se prendete in mano uno dei buoni pasto che avete in tasca, probabilmente lo inizierete a vedere con occhi diversi. Guardatelo in controluce: è solo un foglio di carta. L unica fortuna che ha è che governo, aziende, lavoratori ed esercenti gli riconoscono un valore convenzionale. Ogni giorno, secondo la Federazione italiana dei pubblici esercizi (Fipe), ne vengono usati 2,2 milioni, per un valore di circa 11 milioni di euro. A mezzogiorno, i ticket rappresentano l 80-90% del mio fatturato -spiega Danilo-. La sera capitava anche gente che si offriva di pagare per una tavolata di amici usando solo buoni pasto, facendosi dare in cambio denaro contante. Non sanno, queste persone, quanto ci costa recuperare quei soldi: dobbiamo occuparci di contare i ticket, di suddividerli per tipo, di timbrarli uno ad uno, di consegnarli alle società che li emettono, girando tutti gli come funziona il buono pasto I buoni pasto non sono cedibili, commercializzabili, cumulabili o convertibili in denaro. Questo in teoria, perché nella realtà accade tutt altro. Il titolare di una pizzeria usa i buoni accumulati per far la spesa, lasciando ad altri l incombenza di contarli e chiedere il rimborso; il dipendente va a far la spesa, acquistando prodotti non alimentari, anche se non si potrebbe. Poco importa, quando l importante è -ad ogni costo- aumentare il giro d affari della moneta parallela. La legge di riferimento è il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 18 novembre 2005, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale ad inizio 2006 e successivamente modificato in virtù di una sentenza del Tar del Lazio e poi di un giudizio del Consiglio di Stato. Stabilisce, tra l altro, che è sufficiente un capitale di 750mila euro per battere moneta, cioè emettere i ticket. E definisce, poi, chi sono le parti, i quattro attori sul mercato dei ticket, le cui relazioni somigliano a un circolo vizioso: emettitore-cliente (pubblica amministrazione, azienda privata)-dipendente-ristoratore... E, spiega la Fipe, non c è nessuna disposizione che vieti al secondo attore di far pagare al terzo (il dipendente) una parte dei costi sostenuti per acquistare dal primo il buono pasto.

19 19_ uffici, che sono sparsi tutt intorno a Milano. E quando ce ne capitano di falsi, scansionati ad esempio, di scaduti e di rubati, non ci vengono rimborsati. Mi chiedono una commissione anche per redarre un rendiconto, per questo me lo faccio da solo. Lui e la moglie, spiega, passano il giorno di chiusura della pizzeria a mettere ordine tra i ticket: È per questo che la sera non accetto più i buoni pasto. Più ticket incassa e più s incazza, Danilo. Perché, spiega, il buono pasto è come il gioco delle tre carte : a vincere è sempre il banco. In questo caso, il banco è rappresentato da una ventina di società, quelle che emettono i buoni. Le più importanti si chiamano Accor, Qui Group, Day Ristoservice, Sodexo, Pellegrini e Compass (vedi box). Sono le sei regine di un mercato che nel 2009 ha toccato i 2,6 miliardi di euro (in crescita del 7,3 per cento rispetto al 2008). Sono società cui, a differenza della Banca d Italia, mandata in pensione dalla Banca centrale europea, è come se fosse ancora permesso stampare moneta: una moneta nuova, che è parallela all euro ed è l unica battuta in Italia. E la vittoria di ogni moneta si misura su una dato: la loro diffusione. L impegno massimo delle aziende emettitrici di ticket è per questo volto ad aumentare il numero di fruitori e la rete di esercizi che accettano i buoni: sono 7 milioni gli italiani che consumano, comunemente, il pranzo fuori casa, ma poco più di due milioni quelli che ricevono dal datore di lavoro un buono. C è ancora tanto spazio per conquistare nuove aziende alla religione del ticket. Anche i pesci piccoli, come noi di Ae, sono appetibili: abbiamo inviato a Qui Group, che con il 14,2% è il secondo gruppo sul mercato e ha tra i propri clienti anche la presidenza del Consiglio dei ministri, la richiesta di un preventivo per buoni pasto da 7 euro al giorno per i soci lavoratori della cooperativa, ed immediatamente è arrivata la risposta e un offerta. Al telefono, poi, ci hanno spiegato che ovviamente l azienda avrebbe ricevuto uno sconto sull acquisto del buono pasto. E questo è un punto importante: hanno detto, in le sei sorelle del tagliando Sei gruppi controllano, complessivamente, l 89,2 per cento del mercato italiano dei buoni pasto, milioni di euro di fatturato nel 2009 contro i del Danno da mangiare, ogni giorno, ad oltre 2 milioni d italiani, ma restano ai più sigle sconosciute. A guidare saldamente la classifica, con il 42,6%, c è Accor Services Italia srl, che fa capo alla multinazionale Accor, 490mila clienti, uffici in 40 Paesi, attiva con 14 brand nell ospitalità alberghira. Il suo Ticket restaurant, nato in Francia nel 1962, è definito dall azienda motore di cambiamento economico e sociale. È presente in Italia anche con il marchio City time. In seconda posizione, molto staccato (14,2%), c è il Qui Ticket di Qui Group, azienda italiana di Gregorio Fogliani con sede a Genova e circa 380 milioni di euro di fatturato. Oltre 250 milioni di titoli di servizio emessi. Mangiano grazie a Qui Group, tra gli altri, i dipendenti di Fs, Erg, pratica, che siccome quella è carta comune, su cui è stampigliato un valore che è solo nominale, loro possono cederlo anche sottocosto. I ticket di Ae non valgono granché, ma il fenomeno riguarda anche le aste al ribasso fatte da grandi gruppi. Nel 2008, ad esempio, la Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) ha denunciato che Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi ed Unicredit hanno messo all asta forniture di buoni pasto per i propri dipendenti per 190 milioni di euro, chiedendo a chi partecipava alla gara un ribasso del 20% rispetto al Eni, Regione Liguria. Qui Group si occupa anche di creare per aziende e gruppi della distribuzione carte di pagamento con fido, quelle che permettono di posticipare a fine mese, in un unico addebito, il pagamento dei beni acquistati. Il progetto si chiama Fidetico. Sul podio, con il 13,1%, anche i ticket Day, nati nel Day Ristoservice è una società per azioni con oltre 340 milioni di euro di fatturato, nata dall alleanza tra il gruppo Camst e la società francese Chèque Déjeuner. Camst è una cooperativa di lavoro con oltre 10mila soci, seconda in Italia solo ad Autogrill nel comparto ristorazione. Socia di Legacoop, è azionista di BolognaFiere. Pass Lunch, 9,8% del mercato italiano, è il ticket di Sodexo, un gruppo attivo in 80 Paesi che fattura oltre 13 miliardi di euro gestendo servizi di ristorazione e facilities management (oltre ai buoni pasto anche buoni sconto e motivazionali ). In Italia, ha creato Better day people, un club on line che offre buoni sconto e promozioni agli utilizzatori del Pass Lunch (www.betterdaypeople.it). Pellegrini Card (5%) è il ticket del gruppo Pellegrini (Ernesto, l ex presidente dell Inter), oltre 400 milioni di euro di fatturato nel 2009 (la metà circa dalla ristorazione, il 35,7 per cento dalla vendita di buoni pasto). Ristomat e Lunch Time (4,5%), per finire, sono i buoni di Compass Group Italia, filiale di un gruppo che fattura 19 miliardi di euro l anno, attivo dalla ristorazione aziendale (Eurest) a quella scolastica (Scolarest). loro valore reale. Alla fine della giostra, il cerino resta in mano agli esercenti: Chi li emette propone alle aziende i buoni pasto a uno costo che io ignoro -racconta Danilo-. Quello che so, però, è che se voglio avere il rimborso in 7 giorni mi chiedono una commissione del 10%. A 45 giorni, lo sconto è mediamente del 7%. È su questo sconto che si forma il guadagno delle

20 APPROFONDIMENTO / CONSUMI CRITICI in pasto ai buoni _20 al posto della busta Il gruppo Cremonini vorrebbe pagare in buoni pasto e buoni benzina il premio aziendale a 600 dipendenti. Sono quelli che lavorano a Castelvetro, in provincia di Modena, negli stabilimenti di Inalca Jbs, joint venture tra l azienda italiana e la brasilina Jbs, il più grande produttore al mondo di carne bovine. Nel bel mezzo della trattativa per il rinnovo del contratto aziendale (che è scaduto il 31 dicembre del 2008), Inalca ha fatto sapere al sindacato che per il 2009 avrebbe riconosciuto un premio di produzione di 258 euro, e che lo avrebbe erogato in buoni. Sarebbe la prima volta, per il settore, per i lavoratori dell agri-industria. E non a caso i 258 euro corrispondono al massimo di erogazioni liberali che possono essere date senza pagare tasse né contributi a favore dei lavoratori -spiega Umberto Franciosi, segretario della Flai/Cgil di Modena, che sta seguendo la vertenza Inalca per il rinnovo contrattuale-. Per i reparti più produttivi, ad esempio quelli dove vengono prodotti gli hamburger, si tratta di una pesante penalizzazione, visto che prima il premio sfiorava i 600 euro. A Castelvetro ci sono stati uno sciopero, assemblee e il blocco delle flessibilità e degli straordinari (foto in basso): Rivendichiamo un contratto che possa ritenersi tale -continua Franciosi-. Da un lato c è Confindustria che lascia alla contrattazione aziendale l esigenza di soddisfare una richiesta di aumento di potere d acquisto delle famiglie, dall altro il gruppo Cremonini che agendo così annulla di fatto il contratto integrativo aziendale. Nel frattempo, la notizia ha fatto il giro del mondo: lettere di solidarietà a favore dei dipendenti modenesi di Inalca Jbs sono arrivate dalle organizzazioni sindacali internazionali, affiliate all International Union of Food workers (Iuf), che rappresentano i lavoratori della Jbs in Brasile, Usa, Canada e Australia. Info sulla vertenza: contrattoinalcajbs 2,6 miliardi di euro è il giro d affari annuo dei buoni pasto in Italia società di emissione. In questa versione del gioco delle tre carte del XXI secolo non poteva mancare la leva finanziaria della liquidità: chi emette i buoni incassa denaro contante, dalle aziende che acquistano i ticket, e lo restituisce agli esercenti, depauperato della commissione, mediamente dopo due mesi (perché per potersi garantire commissioni più basse, i gestori di bar, ristoranti e pizzerie accettano di aspettare più a lungo). Tra l altro, il buono pasto è moneta che scade (generalmente il 31 dicembre dell anno in cui è stato emesso): dopo, chi emette incassa comunque, e non è obbligato a restituire niente. Più buoni circolano, più esercizi devono essere convenzionati. In tutta Italia, sono circa 100mila. Sul sito di Qui Group, l azienda invita i titolari di Qui Ticket a segnalare eventuali esercizi vicini al proprio luogo di lavoro che ancora non accettano i buoni; il blocchetto di Pellegrini Card si chiude con una pagina per segnalare i dati del locale che desideri venga convenzionato. Come se fosse un favore. Ma non è così: secondo Carlo Pileri, presidente dell Adoc (Associazione per la difesa ed orientamento dei consumatori), i ticket generano anche una spirale inflazionistica: Il barista che incassa un buono da 5 euro e 29 nominali, sa che in termini reali varrà poco più di 4 euro e mezzo. Per poter rientrare, dovrà aumentare i prezzi. Questo meccanismo si scaricherà su tutti gli avventori, anche quelli che non pagano con i buoni. L Adoc chiede la fine delle aste al ribasso e l obbligo di pagare gli esercenti entro 60 giorni. L unico fronte su cui tutti (associazioni dei consumatori, degli esercenti, degli emettitori) sembrano essere d accordo però è un altro, ed è il dibattito intorno all aumento della quota defiscalizzata, ovvero quella parte di buono pasto su cui non si pagano tasse. È ferma da una decina d anni a 5,29 euro, che è proprio il valore della maggior parte dei ticket in circolazione. Significa che anche se già oggi le aziende sono libere di garantire ai dipendenti un rimborso superiore ai 5,29 euro per il pasto, poche lo fanno, perché sulla quota aggiuntiva dovrebbero pagare le tasse. L Anseb, l Associazione nazionale delle società emettitrici di buoni pasto, punta proprio su questo per attrarre clienti: il risparmio. Il buono pasto costa meno dell indennità di mensa in busta, su cui si pagano i contributi. Su tutti i siti ci sono dei contatori che aiutano i curiosi a scoprirlo inserendo i dati della propria azienda. Danilo resta dietro il bancone: prepara la pasta per le pizze della sera. E si chiede ancora perché l Epam, l Associazione provinciale milanese pubblici esercizi, affiliata Fipe, invece di tutelare gli iscritti sulle alte commissioni manda loro offerte e convenzioni sui buoni pasto. agenzia fotogramma

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Osservatorio sul turismo giovanile

Osservatorio sul turismo giovanile Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 2013 Osservatorio sul turismo giovanile A cura di Iscom Group 1/49 Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 Sommario 1 Vacanze con gli under 18... 6 1.1 Propensione

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno.

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno. ITALIA FISICA Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 10 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE A. Le idee importanti l L Italia è una penisola al centro del Mar Mediterraneo, con due grandi isole l In Europa, l

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Notte Europea dei Ricercatori a L Aquila il 26 settembre

Notte Europea dei Ricercatori a L Aquila il 26 settembre giovedì, luglio 10th, 2014 10:06 AM Contatti Meteo Attualita Esteri Politica Economia e Finanza Cultura e Spettacolo Scienza e medicina PANDORA laboratori di visioni Notte Europea dei Ricercatori a L Aquila

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli