GUI DA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO INDICAZIONI GENERALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUI DA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO INDICAZIONI GENERALI"

Transcript

1 GUI DA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO IMPRESE INTERESSATE ALLA RILEVAZIONE INDICAZIONI GENERALI La rilevazione riguarda le imprese dell industria e dei servizi. In particolare sono incluse le imprese attive nelle seguenti attività economiche: manifatturiero; fornitura di energia; fornitura di acqua; trattamento rifiuti e risanamento; costruzioni; commercio all ingrosso e al dettaglio; trasporto e magazzinaggio; alloggio e ristorazione; servizi di informazione e comunicazione; attività immobiliari; attività professionali, scientifiche e tecniche; attività amministrative e di servizi di supporto; agenzie di viaggio;. E considerata impresa l unità giuridico-economica che produce beni e servizi destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, ha facoltà di distribuire profitti realizzati ai soggetti proprietari siano essi privati o pubblici. Il responsabile è rappresentato da una o più persone fisiche, in forma individuale o associata, o da una o più persone giuridiche. Tra le imprese sono comprese le imprese individuali, le società di persone, le società di capitali, le società cooperative, le aziende speciali di comuni o province o regioni. Sono considerate imprese anche i lavoratori autonomi, i liberi professionisti, gli studi associati e le società di professionisti 1. INFORMAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO Tutte le informazioni richieste nel questionario devono essere riferite a gennaio 2011, tranne i casi in cui è esplicitamente richiesto di rispondere con riferimento a periodi diversi (Anno 2010). Unità monetaria - (Quesiti Inf. 2, Inf. 3, F2, F5). I valori monetari richiesti nel questionario devono essere quindi forniti in unità di Euro (arrotondati senza centesimi) e con riferimento all anno Per i dati economici (quesiti Inf. 2, Inf. 3, F2, F5) le imprese che utilizzano un esercizio diverso dall anno solare faranno riferimento ai risultati della gestione di 12 mesi dall 1 gennaio al 31/12/2010. Il questionario dovrà essere sempre restituito all Istat anche nel caso in cui l impresa abbia subito eventi di trasformazione aziendale (fusioni, scorpori, messa in liquidazione o in amministrazione straordinaria, ecc); tuttavia tali eventi dovranno essere comunicati tramite la compilazione del riquadro annotazioni della sezione I del questionario inserendo le variazioni (comprese le variazioni anagrafiche relative alla ragione sociale e ai cambi di indirizzo). Solo nei casi in cui l impresa alla data di riferimento dell indagine si trovi in stato di inattività (ad esempio, sospensione temporanea della propria attività produttiva a causa di eventi fortuiti come incendio, terremoto, di ristrutturazione dei locali o di problemi economici contingenti) o sia cessata (per chiusura definitiva della propria attività produttiva) non è dovuta la compilazione del questionario con eccezione della sezione I nella quale si deve dichiarare, oltre alle generalità del rispondente, l evento e la data di avvenimento dell evento. Non costituiscono cessazione dell attività, ma variazioni di dati anagrafici, i seguenti casi: trasferimento in altra sede; modifica dell assetto proprietario dell unità; decesso dell imprenditore se seguito da passaggio ereditario dell unità; affitto dell azienda. SEZIONE INFORMATIVA - DATI ECONOMICI Quesito Inf. 1 DEFINIZIONI Addetti: persona occupata in un unità giuridico-economica, come lavoratore indipendente o dipendente (a tempo pieno, a tempo parziale, con contratto di formazione lavoro o contratto di inserimento, con contratto a termine, stagionali), anche se temporaneamente assente (per servizio, ferie, malattia, sospensione dal lavoro, cassa integrazione guadagni ecc.). Comprende il titolare/i dell impresa partecipante/i direttamente alla gestione, i cooperatori (soci di cooperative che, come corrispettivo della loro prestazione, percepiscono un compenso proporzionato all opera resa o/e una quota degli utili dell impresa), i coadiuvanti familiari (parenti o affini del titolare che prestano lavoro manuale senza una prefissata retribuzione contrattuale), i dirigenti, quadri, impiegati, operai e apprendisti, gli assunti con contratto di lavoro ripartito (job sharing) e quelli con contratto di lavoro intermittente (job on call). Non sono da includere tra gli addetti dell impresa: il personale dipendente che lavora all estero non residente in Italia; il personale con contratto a progetto e di collaborazione coordinata e continuativa; i soci non lavoratori; i lavoratori in congedo di lunga durata; i lavoratori in aspettativa non pagata; lavoratori interinali e quelli in affitto; i lavoratori con contratto di somministrazione. 1 Regolamento CEE n. 696/93 del Consiglio, del 15 marzo 1993, relativo alle unità statistiche di osservazione e di analisi del sistema produttivo nella Comunità. PAGINA DA NON SPEDIRE Pagina 1

2 I lavoratori interinali, quelli in affitto (staff leasing) e i lavoratori con contratto di somministrazione devono essere considerati come propri dipendenti solo dalle agenzie per il lavoro. Quesito Inf. 2 Ricavi delle vendite e delle prestazioni (IVA esclusa): si intendono i ricavi delle vendite e delle prestazioni al netto degli abbuoni, premi e sconti accordati ai clienti e delle merci rese (sono esclusi anche i rimborsi di imposte all esportazione, gli interessi di mora e quelli sulle vendite rateali); al lordo di tutte le spese addebitate ai clienti (trasporti, imballaggi, assicurazioni e simili) e di tutte le imposte indirette (consumo, fabbricazione, bollo, registro, ecc.) ad eccezione dell'iva fatturata ai clienti. Sono comprese le seguenti voci: vendite di prodotti fabbricati dall impresa; vendite di merci acquistate in nome proprio e rivendute senza trasformazione; ricavi da lavorazioni per conto terzi su materie prime e semilavorati di terzi; lavorazioni e servizi industriali su ordinazione di terzi; attività di intermediazione (provvigioni, commissioni e altri diritti sulle vendite di beni per conto terzi); introiti lordi del traffico (per le sole imprese di trasporto); prestazione di servizi a terzi. VOCI DA INCLUDERE - ricavi da vendite di prodotti fabbricati dall'impresa: le imprese che eseguono lavori pluriennali, pagati dai committenti in base allo stato di avanzamento dei lavori, indicheranno gli importi relativi alle fatture emesse nel corso dell'esercizio; le imprese edili devono indicare gli importi relativi agli edifici (o frazioni di essi) venduti nel corso dell'esercizio, anche se ultimati in esercizi precedenti; le imprese con attività prevalente di locazione di immobili devono indicare gli affitti percepiti; - ricavi da vendite di merci acquistate in nome proprio e rivendute senza trasformazione: ricavi dell'attività commerciale definendosi tale anche quella delle imprese non commerciali che occasionalmente rivendono materie prime e materiali vari senza sottoporli ad alcuna trasformazione; - ricavi da lavorazioni per conto terzi su materie prime e semilavorati di terzi (al netto del valore delle materie prime e semilavorati forniti dal cliente); - ricavi da lavorazioni e servizi industriali su ordinazione di terzi; - ricavi da attività di intermediazione (commissioni, provvigioni, ecc.): commissioni, provvigioni o altri compensi percentuali percepiti per la vendita di beni per conto di terzi; le provvigioni ed altri diritti a favore delle agenzie di viaggio per la vendita di biglietti ferroviari, di passaggi marittimi ed aerei, di pacchetti di viaggi organizzati da terzi; nel caso di commissionari indicare l importo dei conti di commissione (costo e spese o netto ricavo) escludendo le fatture di acquisto o di vendita; - ricavi da introiti lordi del traffico (per le sole imprese di trasporto): proventi per il trasporto di merci e persone in c/terzi; gli spedizionieri devono indicare la parte dei ricavi relativa all'eventuale attività collaterale di trasporto; - ricavi da prestazione di servizi a terzi: introiti per noleggi di macchine e di oggetti vari, per consulenze, progettazioni ed ogni altra prestazione professionale; i proventi delle agenzie di pubblicità, i proventi delle agenzie di viaggio per i viaggi e i soggiorni da esse organizzati; gli introiti lordi degli alberghi, dei ristoranti, bar e simili (comprese le percentuali di servizio), gli introiti derivanti da riparazioni di veicoli e di beni di consumo (elettrodomestici, televisori, calzature, ecc.) nonché gli introiti derivanti da prestazioni di servizi per l'istruzione e per la sanità, servizi di pulizia, ecc. VOCI DA NON INCLUDERE - variazioni delle rimanenze di prodotti finiti - variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione e semilavorati - variazioni dei lavori in corso su ordinazione - incrementi di immobilizzazioni per lavori interni - altri ricavi e proventi comprendono i fitti attivi (quando non costituiscono il principale ricavo dell'impresa, nel qual caso vanno riportati TRA LE VOCI DA INCLUDERE), gli introiti per royalties e brevetti, gli indennizzi assicurazioni danni, i contributi ricevuti dallo Stato o da altri enti pubblici in conto esercizio a fini di produzione per risanamento bilancio con esclusione pertanto dei contributi in conto capitale e per interessi e degli importi relativi alla fiscalizzazione degli oneri sociali; proventi finanziari da partecipazioni come i proventi da partecipazioni azionarie e non azionarie; altri proventi finanziari come gli interessi di competenza dell'esercizio relativi a finanziamenti erogati a imprese collegate, controllate o controllanti e ad altre imprese, gli interessi attivi dei c/c bancari e postali, gli interessi su titoli ivi comprese le differenze prezzi positive o negative per il relativo acquisto; gli interessi di competenza dell'esercizio relativi a transazioni commerciali con clienti e altri operatori per vendite rateali, per dilazioni di pagamento, ecc. Quesito Inf. 3 Valore totale degli acquisti di beni o servizi (IVA esclusa): devono essere indicati al netto dell IVA fatturata dai fornitori o gravante sui prodotti importati e degli abbuoni, degli sconti e delle merci rese, ma al lordo di tutti gli oneri sostenuti fino all immissione dei prodotti nei magazzini dell impresa (dazi doganali e altre imposte simili, assicurazioni su merci, spese di trasporto e imballaggio, ecc.). Non devono essere compresi in questa sezione gli acquisti di immobilizzazioni (impianti, macchinari, ecc.) effettuati nell'esercizio. Sono comprese le seguenti voci: acquisto di materie prime, sussidiarie e di consumo; acquisto di prodotti energetici; acquisti di merci da rivendere senza trasformazione; spese per lavorazioni fatte eseguire a terzi su materie prime fornite dall'impresa; spese per PAGINA DA NON SPEDIRE Pagina 2

3 lavorazioni industriali affidate a terzi (comprese le manutenzioni ordinarie); spese di trasporto; spese per pubblicità; spese per studi e ricerche; spese per consulenze; spese per servizi di informatica; premi di assicurazione contro danni; canoni per licenze d'uso di royalties, brevetti, ecc.; spese per smaltimento rifiuti, depurazione scarichi idrici, abbattimento emissioni atmosferico; spese per servizi bancari (esclusi gli interessi); fitti passivi su fabbricati; quote di leasing relative a fabbricati e beni strumentali; fitti passivi su altri immobili; canoni di locazione per beni strumentali diversi dagli immobili; quote di leasing per beni strumentali diversi dagli immobili. VOCI DA INCLUDERE - materie prime, sussidiarie e di consumo; - prodotti energetici: acquisti di energia elettrica, vapore ed acqua calda, gas, acqua, combustibile, carburante, ecc.; - merci da rivendere in nome proprio senza trasformazione: le imposte indirette pagate sugli acquisti di materie prime e di merci da rivendere senza trasformazione, debbono essere incluse nel costo; - lavorazioni fatte eseguire a terzi su materie prime ad essi fornite; - altre lavorazioni industriali affidate a terzi (comprese le manutenzioni ordinarie); - spese per servizi di trasporto forniti da terzi; - servizi di intermediazione e oneri accessori (commissioni, provvigioni, INPS, contributi ENASARCO per rappresentanti e piazzisti di cui si avvale l impresa, ecc.); - pubblicità e propaganda (spese per promozione pubblicitaria, per mostre e fiere); - studi e ricerche di mercato; - consulenze (legali, notarili, di contabilità, fiscali, in ricerca e sviluppo, ecc; comprendere le spese relative ai lavoratori a progetto); - servizi di informatica, elaborazione e acquisizione dati; - premi per assicurazioni pagati per furto, incendio, danni, responsabilità civile sulle auto, ecc.; - canoni per licenze d'uso di royalties, concessioni, copyrights, brevetti, marchi, ecc.: devono essere indicati i soli pagamenti effettuati nell esercizio che, avendo un carattere ricorrente, vengono di solito imputati al Conto Economico; - smaltimento rifiuti, depurazione scarichi idrici e abbattimento emissioni atmosferiche: comprendere le sole spese correnti. Escludere le spese per le acquisizioni o le trasformazioni di impianti effettuate per ridurre l'impatto inquinante; - altri servizi: spese per l utilizzo di contratti di somministrazione di lavoro (ex interinale), spese telefoniche, telegrafiche, postali di affrancatura, ecc.; - servizi bancari (esclusi gli interessi): comprendere i costi per servizi accessori di carattere non finanziari; - fitti passivi, su fabbricati strumentali, quote di leasing relative a fabbricati e beni strumentali, canoni di locazione per beni strumentali diversi dagli immobili: spese per l affitto di fabbricati non residenziali occupati dall'impresa; quote di leasing di competenza dell esercizio per l utilizzo di macchinari, impianti, mezzi di trasporto, fabbricati residenziali e non residenziali; spese per l affitto ed il noleggio di macchine, attrezzature e mezzi di trasporto di proprietà di terzi. - imposte di fabbricazione e altre imposte indirette: imposte sui prodotti da pagare in base alla quantità o al valore dei beni e servizi prodotti o scambiati: imposte di fabbricazione e sui consumi, le tasse di bollo corrisposte sulla vendita di prodotti specifici (es. alcolici) e sui documenti giuridici o su assegni, le imposte di registro, le imposte sull'immatricolazione degli autoveicoli, i diritti su spettacoli e intrattenimenti, le imposte di pubblicità, ecc.; imposte di produzione, da pagare a fronte dell'attività di produzione (indipendentemente dalla quantità o dal valore dei beni o servizi prodotti o scambiati): imposte sulla proprietà o sull'utilizzo dei terreni, fabbricati o altre opere impiegati dalle imprese nell'attività di produzione (ICI, ecc.), le imposte sull'utilizzo del capitale fisso, le tasse versate per ottenere licenze professionali e per l'esercizio dell'attività, le imposte sull'inquinamento provocato dall'attività di produzione, ecc. VOCI DA NON INCLUDERE - spese per il personale (stipendi, straordinari, premi, oneri sociali, quote accantonate per trattamento di fine rapporto, trattamento di quiescenza e simili); - ammortamento delle immobilizzazioni materiali e immateriali; - altre svalutazioni delle immobilizzazioni; - svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide; - variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie e di consumo; - variazioni delle rimanenze di merci da rivendere in nome proprio senza trasformazione; - accantonamenti per rischi futuri e per altri fini; - formazione e aggiornamento professionale del personale; - compensi pagati agli amministratori; - altri oneri di gestione; - imposte sul reddito dell'esercizio; - imposte dirette. PAGINA DA NON SPEDIRE Pagina 3

4 SEZIONE A - INFORMAZIONI GENERALI SULL'UTILIZZO DI COMPUTER E DI RETI INFORMATICHE Quesito A1 Computer: dispositivo o macchina programmabile in grado di ricevere, di elaborare e fornire vari tipi di dati, eseguire calcoli e altre manipolazioni su di essi, sotto il controllo di una serie di istruzioni immagazzinate. Un computer in genere è costituito da una o più unità di elaborazione, unità di memoria, e le relative periferiche di input e output. In questa definizione vengono inclusi: supercomputer, mainframe, minicomputer, workstation, personal computer (desktop), nettop, computer portatili (ad es. laptop, notebook), palmari (PDA), smartphone. Il termine "uso" non si riferisce alla proprietà dei beni e delle infrastrutture. Ad esempio i computer possono appartenere all'impresa, possono essere affittati o condivisi con un'altra organizzazione. Quesito A2b Internet: rete caratterizzata dal collegamento di più reti che si basano sul protocollo di trasferimento dati TCP/IP. La parte più nota di Internet ovvero il WWW è formata da server che pubblicano documenti ipertestuali accessibili tramite specifiche applicazioni (browser). Quesito A3 Software libero o open source: un software libero è un software rilasciato con una licenza che permette a chiunque di utilizzarlo, studiarlo, modificarlo e redistribuirlo; per le sue caratteristiche, si contrappone al software proprietario. Un software libero è comunque soggetto ad una licenza d'uso, a differenza ad esempio del software di pubblico dominio. Rispetto al software proprietario, la licenza d'uso del software libero permette di: eseguire il programma per qualsiasi scopo; accedere alla struttura interna del programma (codice sorgente), studiarla ed eventualmente modificarla; ridistribuirlo in un numero di copie illimitato. Il software libero non deve essere confuso con il software freeware, che è distribuibile gratuitamente ma che non è né software libero né open source, o con il software di pubblico dominio, che non è soggetto a nessuna licenza d'uso. Il software open source è un software che rispetta alcune convenzioni di distribuzione (per esempio il codice sorgente potrebbe essere disponibile, ma potrebbe esserne vietata la ridistribuzione o la modifica e quindi un software distribuito sotto tale licenza non può essere software libero). SEZIONE B - CONNESSIONE E UTILIZZO DI INTERNET Quesito B1 Si riferisce alla disponibilità di accesso ad internet indipendentemente dalla proprietà del collegamento (ad es. il contratto di connessione potrebbe essere di possesso di una società del gruppo di cui l impresa fa parte). Per "connessione ad internet" si intende una connessione esterna tramite un Internet provider di "servizio" (ISP) del tipo "ultimo miglio" del collegamento dell'impresa. Quesito B2 Importante è la distinzione tra le connessioni fisse e mobili. Il collegamento tramite linea fissa si riferisce al collegamento tra due punti fissi, mentre le connessioni mobili avvengono attraverso le reti di telefonia mobile. Il quesito B2 analizza vari tipi di connessione che è possibile raggruppare in: connessione fissa non in banda larga: comprende la connessione via modem e Isdn; connessione fissa in banda larga: comprende la connessione e DSL (xdsl, ADSL, SDSL, ecc.) e quella via cavo, linee affittate, frame relay, Metro-Ethernet, PLC,connessioni fisse senza fili; connessione mobile in banda larga: comprende la connessione via palmari o computer portatili con tecnologia almeno 3G o via smartphone (connessioni UMTS, CDMA2000, 1xEVDO, HSDPA); connessione mobile non in banda larga: comprende la connessione via cellulari analogici, GSM, SPRS, GPRS, EDGE. Modem tradizionale (accesso analogico con normale linea telefonica): dispositivo che, convertendo il segnale analogico in digitale, connette un personal computer a una linea telefonica convenzionale e permette al PC di collegarsi con altri personal computer o server di rete. PAGINA DA NON SPEDIRE Pagina 4

5 ISDN (Integrated Services Digital Network): rete digitale a servizi integrati; rete per le comunicazioni di voce e dati in formato digitale attraverso il cavo telefonico tradizionale a una velocità di trasmissione superiore a quella di una linea analogica. xdsl (x Digital Subscriber Line): tecnologie progettate per aumentare l'ampiezza di banda attraverso l'utilizzo di fili telefonici di rame. Comprende le seguenti tecnologie: DSL, HDSL, SDSL, ADSL, RADSL, VDSL, ecc. 3G (terza generazione): connessione ad alta "velocità" (banda larga) che utilizza una trasmissione a lunga portata wireless tramite la tecnologia di rete mobile CDMA (Code Division Multiple Access) come UMTS (Universal Mobile Telephone System - Wideband "W"-CDMA); CDMA2000x; CDMA x EV-DO; CDMA x EV- DV) o altre tecnologie ad alta capacità mobile basate sulla tecnologia GPRS, EDGE (Enhanced Data rate for Global Evolution - EGPRS), etc. I servizi associati al 3G hanno la capacità di trasferire dati sia voce (una telefonata) e dati non vocali (come ad esempio il download di informazioni, lo scambio di e instant messaging). Altre connessione mobili non in banda larga (2G), che ad esempio utilizzano cellulari analogici, GSM, SPRS, EDGE, GPRS, si distinguono dalle connessioni 3G per la velocità di connessione pur utilizzando stesse tecnologie. Quesito B3 Per velocità massima di download si intende la velocità massima teorica specificata nel contratto del prestatore di Internet per cui i dati possono essere scaricati. La larghezza della banda e la velocità effettiva dipendono da una combinazione di fattori tra cui le apparecchiature, il software utilizzato, il traffico internet, quindi può differire dalla velocità di download presente nel contrattato. Quesito B5 Sito Web: sito World Wide Web identificato da un indirizzo Web. Raccolta di file Web su un particolare argomento, che include un file iniziale chiamato home page. Le informazioni sono codificate con linguaggi specifici (HTML, XML, Java) leggibili con un browser Web come Netscape, Internet Explorer o Mozilla. Questa variabile non si riferisce specificamente alla proprietà del sito web, ma all'utilizzo di un sito web da parte dell'impresa per presentare la propria attività. Comprende, quindi, non solo l'esistenza di un sito web che appartiene all'impresa, ma anche siti web di terzi (ad esempio il gruppo di imprese di cui fa parte). Tuttavia il quesito non include la presenza marginale dell'impresa su un sito web come ad esempio il nome o le sue informazioni di contatto nella directory di un qualsiasi sito o nelle pagine gialle online. Quesito B6 a) si riferisce al servizio che permette di effettuare ordinazioni o prenotazioni on line senza contatti offline supplementari o via . Comprende ad esempio siti web che permettono la prenotazione di camere d'albergo o la prenotazione di voli. b) servizio utile al cliente per rimanere informato sui progressi del processo di ordinazione, come l'arrivo o la partenza dei beni ordinati, la sua ubicazione, la data, l'ora e lo stato. c) indica la possibilità di effettuare pagamenti on line tramite il sito web d) riguarda la fornitura di elenchi di prodotti o servizi offerti dall'impresa ai suoi clienti e a volte include anche le caratteristiche di tali prodotti e i relativi prezzi. e) indica la capacità del sito di riconoscere l'utente da precedenti visite ed adattare il contenuto delle pagine di conseguenza. f) indica l'esistenza sul sito di una interfaccia interattiva dove gli utenti possono scegliere tra diverse possibili caratteristiche del prodotto (colore, modello,ecc) o di servizi on-line e vedere sul sito stesso l'impatto, per esempio, sul prezzo, e l'aspetto del prodotto con le opzioni che sono state selezionate. g) si riferisce ad informazioni sull'uso dei dati personali, in particolare quelli raccolti tramite il sito web da parte del proprietario del sito e alle informazioni relative alle misure adottate per garantire la gestione sicura dei dati. Specifiche etichette sono di solito visibili sul sito, ad esempio per effettuare pagamenti sicuri. h) comprende sia i servizi che offrono solo semplici informazioni sulle offerte di lavoro nel sito web, sia quelli in cui il sito offre uno strumento on-line ai candidati per presentare la propria candidatura. Quesito B7 Include solo le procedure amministrative (es. iscrizione, chiedere l'autorizzazione) che possono essere trattate via internet. Si fa riferimento all'intera procedura amministrativa trattata in maniera completamente elettronica senza bisogno di carta e il pagamento elettronico è stato effettuato o tramite home banking o internet banking. PAGINA DA NON SPEDIRE Pagina 5

6 Quindi le procedure, in parte, effettuate con carta o messaggi di posta elettronica, sono escluse da questa voce e se il pagamento è l'unica procedura effettuata per via elettronica, allora fa parte di questa risposta. Quesito B9 Public electronic Procurement si riferisce all uso di Internet da parte delle imprese per offrire beni o servizi alla Pubblica Amministrazione italiana o di altri Paesi dell Unione Europea. L eprocurement è un processo basato su fasi specifiche dalla notificazione dell avvio del processo (disponibilità online di avvisi e specifiche di gara), gara di appalto, conessione, pagamento. L e-tendering (gara elettronica) rappresenta la fase del processo di eprocurement relativa alla preparazione e presentazione di offerte online da parte dell impresa; sono incluse le offerte presentate mediante procedure aperte, ristrette o negoziali; è esclusa la presentazione delle offerte attraverso l utilizzo di posta elettronica. SEZIONE C - SCAMBIO (INVIO e/o RICEZIONE) DI DATI IDONEI AD ESSERE TRATTATI IN MODO AUTOMATICO A/DA SISTEMI ESTERNI ALL IMPRESA I quesiti inseriti in questa sezione sono mirati alla conoscenza e al grado di evoluzione dei processi automatici tra l impresa e sistemi esterni ad essa quali: i clienti, i fornitori, le istituzioni finanziarie e la Pubblica amministrazione. Come specificato nel questionario, per trasmissione elettronica di dati idonei ad essere trattati automaticamente si intende: l invio e/o la ricezione di dati quali, ad esempio, ordini, fatture, operazioni di pagamento o descrizione di prodotti, documenti di trasporto, dichiarazioni fiscali; l utilizzo di un formato standard o concordato che consente il trattamento automatico dei dati (ad esempio, EDI, EDIFACT, ODETTE, TRADACOMS, XML, xcbl, cxml, ebxml); lo scambio (invio e/o ricezione) dei dati con altre imprese, Pubbliche amministrazioni o istituzioni finanziarie; l assenza di scrittura manuale dei singoli messaggi; l utilizzo di qualsiasi rete informatica. La trasmissione dei dati può essere effettuata tra l impresa rispondente e altre imprese (incluse le imprese facenti parte del gruppo), tra l impresa rispondente e istituzioni finanziarie, tra l impresa rispondente e la Pubblica amministrazione. Quesito C2 a) la trasmissione delle istruzioni di pagamento è concordata a seguito di un contratto tra l impresa e l istituzione finanziaria; negli ordini di pagamento sono indicati l ammontare, il beneficiario, la data, il numero di conto, ecc. ; il beneficiario può essere un fornitore, un dipendente, la Pubblica amministrazione o qualunque altra entità; sono escluse le operazioni di home/internet banking, ovvero tutte quelle operazioni che richiedono la compilazione di moduli elettronici e la digitazione manuale dei messaggi da parte dell ordinante; b) c) d) sono escluse tutte le trasmissioni di dati che implichino la digitazione manuale di messaggi o la compilazione di moduli web. SEZIONE D FATTURAZIONE ELETTRONICA Una fattura elettronica è un documento di transazione elettronica che contiene le informazioni di fatturazione. Le fatture elettroniche possono essere distinte in due tipologie in base alla loro idoneità per l'elaborazione automatica: a) fatture elettroniche in formato standard adatte ad essere trattate automaticamente con una procedura elettronica (quesiti D1a e D2); le fatture elettroniche possono essere scambiate direttamente tra fornitori e clienti o tramite un intermediario di servizi all impresa o tramite un sistema elettronico bancario; b) fatture in formato elettronico non adatte per l elaborazione automatica (quesito D1b) come ad esempio o allegati in formato PDF (nel quesito D1b l impresa rispondente deve includere gli invii di fatture ad altre imprese, istituzioni, individui). La risposta affermativa ai quesiti D1a o D2 implica necessariamente una risposta affermativa al quesito C1 PAGINA DA NON SPEDIRE Pagina 6

7 SEZIONE E - CONDIVISIONE AUTOMATICA DI INFORMAZIONI ALL INTERNO DELL IMPRESE In questa sezione si vogliono accertare i livelli di interazione automatica per via elettronica tra le diverse aree/funzioni aziendali, in particolare tra le funzioni cosiddette di front-office (ad es. acquisti, vendite) e le specifiche relazioni con le cosiddette funzioni di back-office (ad es. contabilità, inventario, produzione/gestione dei servizi e distribuzione). Come specificato nel questionario, la condivisione automatica per via elettronica di informazioni all interno dell impresa tra diverse funzioni aziendali implica: l utilizzo di una applicazione software a supporto delle diverse funzioni interne all impresa (esempi di applicazioni software vanno da software specifici quali ERP, CRM fino a semplici fogli excel o database access utili per gestire ordini di vendita e di acquisto); il collegamento tra le diverse applicazioni software che supportano le diverse funzioni interne all impresa; l utilizzo di un database comune o di un data warehouse a cui si accede attraverso applicazioni software utilizzate a supporto delle diverse funzioni aziendali; la condivisione delle informazioni all interno dell impresa rispondente attraverso l invio o la ricezione elettronica di informazioni che possono essere trattate automaticamente. SEZIONE F - ACQUISTI E VENDITE ATTRAVERSO RETI INFORMATICHE In questa sezione ci si riferisce alle transazioni elettroniche avvenute nel corso dell anno Una transazione elettronica di commercio elettronico è la vendita o l acquisto di beni o servizi svolta su reti di computer con metodi appositamente progettati allo scopo di ricevere o collocare ordini (tra impresa cliente e impresa fornitrice come ad esempio tra impresa madre e concessionari automobilistici, tra agenzie di viaggio e compagnie aeree; tra impresa e Pubblica Amministrazione; tra impresa e consumatore finale). I beni o servizi sono ordinati in base a questi metodi, ma il pagamento e la consegna finale dei beni o servizi possono anche avvenire off-line. Le transazioni di commercio elettronico escludono ordini effettuati tramite messaggi di posta elettronica digitati manualmente non adatti per l elaborazione automatica. La tipologia di transazione elettronica viene definita sulla base del metodo utilizzato per fare un ordine, indipendentemente da come avviene l accesso alla rete per effettuare l ordine (computer, portatile, cellulare, smartphone, ecc.), in particolare vengono distinti ordini effettuati : a) tramite web: l ordine viene effettuato tramite moduli di ordine on-line disponibili sul sito web dell impresa, sull extranet o attraverso un negozio online intermediario (web shop) o il sito web di un altra impresa intermediaria (anche se l impresa rispondente potrebbe ricevere un ordine via messaggio di tipo EDI); b) tramite sistemi di tipo EDI (sistemi di scambio elettronico di dati): l ordine viene effettuato attraverso messaggi di tipo EDI (scambi elettronico di dati); per EDI si intende l invio o la ricezione di informazioni aziendali in un formato stabilito che ne consenta il trattamento automatico (ad esempio EDIFACT, UBL- Universal Business Language, XML, ecc.). La somma degli importi indicati alle domande F2 e F5 non può essere superiore all importo indicato al quesito Inf. 2 (valore totale dei ricavi derivanti da vendite di prodotti e/o da prestazioni di servizi, al netto dell IVA, effettuate dall impresa nel corso dell esercizio 2010). SEZIONE G - UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA RFID L RFID (Radio Frequency IDentification technologies) è una tecnologia utilizzata dall impresa per l identificazione a radio frequenza automatica di oggetti, animali o persone; il sistema si basa sulla lettura a distanza di informazioni contenute in un tag (etichetta) RFID; è un metodo di identificazione automatica per memorizzare e recuperare i dati da remoto utilizzando dispositivi (tag) che possono essere applicati o incorporati in un prodotto o in un oggetto e che trasmette dati via radio frequenza. Quesito G2 vengono indicate le finalità di utilizzo della tecnologia RFID: a. Identificare persone o controllare gli accessi questa finalità è utilizzata generalmente nei badges per l identificazione delle persone che hanno accesso negli edifici in sostituzione del cartellino magnetico; questi badge vengono letti a distanza per l identificazione del possessore. PAGINA DA NON SPEDIRE Pagina 7

8 b. Monitorare e controllare la produzione industriale e il processo di consegna RFID può essere utilizzato nella gestione della catena produttiva per migliorare l efficienza del magazzino, permettendo, ad esempio, la la tracciabilità delle scorte, degli input e degli output del processo produttivo. c. Identificare i prodotti dopo la fase della vendita (ad es. per prevenire contraffazioni e furti) l obiettivo di questo utilizzo è principalmente quello di permettere di distinguere prodotti originali da quelli copiati illegalmente; il tag permette anche di controllare/prevenire furti. SEZIONE H ICT E IMPATTO AMBIENTALE Per la prima volta viene introdotto un modulo relativo all impatto ambientale. L approccio seguito si basa sulla distinzione tra diversi possibili impatti ambientali, compreso il consumo di energia, e la richiesta di politiche finalizzate alla riduzione dell impatto dovuto all utilizzo di ICT o all adozione di ICT dedicate alla riduzione dell impatto ambientale di altri processi aziendali. Si distinguono due possibili approcci: Quesito H1 Tecnologie ICT utilizzate dall impresa rispondente: si chiede all impresa se ha adottato politiche volte alla riduzione dell impatto ambientale dovuto all utilizzo di queste ICT ridurre i quantitativi di carta utilizzati per stampare e fotocopiare (l attività di stampa, fotocopia è legata all utilizzo di tecnologie quali stampanti o fotocopiatrici; una politica volta a ridurre tale spreco di carta potrebbe ad esempio essere quella che richiede una stampa di 2/4 pagine in una pagina, il fronte retro, l utilizzo di carta riciclata, ecc..); ridurre i consumi di energia degli apparecchi tecnologici dell impresa (ad esempio attraverso lo spegnimento automatico di macchinari ICT durante la notte o l utilizzo di periferiche multi-funzione); sostituire gli spostamenti fisici con il ricorso al telefono, a Internet o a videoconferenze (utilizzo di ICT come alternativa a spostamenti fisici, viaggi da parte del personale dell impresa). Quesito H2 Applicazioni IT volte a ridurre l impatto di altri processi aziendali all interno dell impresa rispondente includendo anche iniziative finalizzate all ottimizzazione del lavoro quotidiano, dei processi produttivi, i trasporti e la logistica. PAGINA DA NON SPEDIRE Pagina 8

Lista delle 101 variabili rilevate nell'edizione 2011 dell'indagine ( di cui 39 variabili rilevate e 12 ricostruite per la prima volta )

Lista delle 101 variabili rilevate nell'edizione 2011 dell'indagine ( di cui 39 variabili rilevate e 12 ricostruite per la prima volta ) Lista delle 101 variabili rilevate nell'edizione 2011 dell'indagine ( di cui 39 variabili rilevate e 12 ricostruite per la prima volta ) descrizione sintetica descrizione estesa addetti che almeno una

Dettagli

RILEVAZIONE SULLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE - ANNI 2010/2011

RILEVAZIONE SULLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE - ANNI 2010/2011 IL PRESENTE MODELLO NON E VALIDO PER LA RACCOLTA UFFICIALE DEI DATI LA COMPILAZIONE UFFICIALE VA EFFETTUATA COLLEGANDOSI AL SITO https://indata.istat.it/ict E UTILIZZANDO CODICE IMPRESA E PASSWORD INIZIALE

Dettagli

GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO INDICAZIONI GENERALI

GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO INDICAZIONI GENERALI GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO IMPRESE INTERESSATE ALLA RILEVAZIONE INDICAZIONI GENERALI La rilevazione riguarda le imprese dell industria e dei servizi. In particolare sono incluse le imprese

Dettagli

RILEVAZIONE SULLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE - ANNI 2011/2012

RILEVAZIONE SULLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE - ANNI 2011/2012 RILEVAZIONE SULLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE - ANNI 2011/2012 Pacco Riservato ISTAT Questionario E opportuno che, per la parte relativa all utilizzo delle tecnologie

Dettagli

AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO

AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO Nel caso che l impresa operi in più settori di attività economica, i dati da indicare si riferiscono all'intera gestione, senza distinzione tra i singoli

Dettagli

LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE

LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE 13 Dicembre 2011 Anno 2011 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE Nel 2011 il 94,3% delle imprese con almeno 10 addetti dispone di una connessione a Internet; in molti settori

Dettagli

ATER ALTO FRIULI Bilancio di previsione anno 2014

ATER ALTO FRIULI Bilancio di previsione anno 2014 2014 2013 2014 A) Valore della produzione 2.409.303,00 2.258.862,00 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni 1.802.373,00 1.784.932,00 a) Corrispettivi cessioni di beni e prestazioni di servizi a cui

Dettagli

RILEVAZIONE SULLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE - ANNI 2005/2006

RILEVAZIONE SULLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE - ANNI 2005/2006 ISTAT/ SSI/F ICT06 / 22/ / ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA RILEVAZIONE SULLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE - ANNI 2005/2006 Si prega di compilare il questionario secondo

Dettagli

Anno 2013 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE

Anno 2013 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE 33 18 Dicembre 2013 Anno 2013 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE Nel 2013 il 96,8% delle imprese con almeno 10 addetti dispone di una connessione a Internet (95,7% nel

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO RILEVAZIONE STATISTICA SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE ANNI 2012-2014 INDICAZIONI GENERALI

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO RILEVAZIONE STATISTICA SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE ANNI 2012-2014 INDICAZIONI GENERALI ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO RILEVAZIONE STATISTICA SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE ANNI 2012-2014 IMPRESE INTERESSATE ALLA RILEVAZIONE INDICAZIONI GENERALI Alla rilevazione sono interessate

Dettagli

Anno 2014 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE

Anno 2014 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE 33 22 Dicembre 2014 Anno 2014 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE Nel 2014 il 98,2% delle imprese con almeno 10 addetti dispone di una connessione a Internet (96,8% nel

Dettagli

SP/319.2005 Roma, 21 marzo 2005

SP/319.2005 Roma, 21 marzo 2005 ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA SP/319.2005 Roma, 21 marzo 2005 Gentile Signora, Egregio Signore, l Istituto nazionale di statistica svolge annualmente, in collaborazione con l Istituto di statistica

Dettagli

SEGRETO STATISTICO, OBBLIGO DI RISPOSTA, TUTELA DELLA RISERVATEZZA E DIRITTI DEGLI INTERESSATI

SEGRETO STATISTICO, OBBLIGO DI RISPOSTA, TUTELA DELLA RISERVATEZZA E DIRITTI DEGLI INTERESSATI Il Presidente RAGIONE SOCIALE INDIRIZZO CITTA - CAP SP/100.2006 Roma, 6 febbraio 2006 Spett.le Impresa, l Istituto nazionale di statistica svolge annualmente la rilevazione Tecnologie dell informazione

Dettagli

Anno 2012 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE

Anno 2012 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE 18 Dicembre 2012 Anno 2012 LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLE IMPRESE Nel 2012 il 95,7% delle imprese con almeno 10 addetti dispone di una connessione a Internet. Il 93,6% delle

Dettagli

Statistica del valore aggiunto 2014

Statistica del valore aggiunto 2014 Indagine online: www.esurvey.admin.ch/ews Utente: Password: OID NOGA SAB FB REF Indicare il numero OID in tutti i contatti con il nostro ufficio. Statistica monetaria sulle imprese (MON) Espace de l Europe

Dettagli

RILEVAZIONE SUL SISTEMA DEI CONTI DELLE IMPRESE ANNO 2013

RILEVAZIONE SUL SISTEMA DEI CONTI DELLE IMPRESE ANNO 2013 RILEVAZIONE SUL SISTEMA DEI CONTI DELLE IMPRESE ANNO 2013 Guida per la compilazione del questionario ISTAT/SCI (versione principi contabili nazionali IV Direttiva) Le imprese con esercizio diverso dall

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Dipartimento per la produzione statistica e il coordinamento tecnico scientifico Direzione centrale delle statistiche economiche strutturali Servizio SSI/F Roma 18/11/03

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio DICEMBRE 2015 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Note Note Le tabelle con le

Dettagli

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Gennaio 2010

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Gennaio 2010 13 dicembre 2010 Le tecnologie dell informazione e della comunicazione nelle imprese Gennaio 2010 L Istat diffonde i principali risultati della rilevazione sull uso delle tecnologie dell informazione e

Dettagli

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO PARTE VI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore per la presentazione delle proposte di delibera al

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI STATO

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO 2 CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore - MCC per la presentazione delle

Dettagli

Codice Impresa: «codice_i» «rs01»

Codice Impresa: «codice_i» «rs01» ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Dipartimento per la produzione statistica e il coordinamento tecnico scientifico Direzione centrale delle statistiche economiche strutturali Servizio SSI/F Roma 18/11/03

Dettagli

STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI

STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI 13 dicembre 2013 Anno 2011 STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI Nel 2011 le imprese attive dell industria e dei servizi di mercato sono 4,4 milioni e occupano circa

Dettagli

PIANO DEI CONTI Conto economico 2014 Situazione al 31/12/2014 Situazione al 31/12/2013 4 RICAVI DI ESERCIZIO 4.414.285

PIANO DEI CONTI Conto economico 2014 Situazione al 31/12/2014 Situazione al 31/12/2013 4 RICAVI DI ESERCIZIO 4.414.285 A.R.T.E. Imperia Prospetto Conto Economico 2014 4 RICAVI DI ESERCIZIO 4.414.285 5.233.762 41 A) Valore della produzione 4.236.580 3.522.864 41.1 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni 2.866.596 2.669.004

Dettagli

INDAGINE SUGLI INVESTIMENTI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

INDAGINE SUGLI INVESTIMENTI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Servizio Studi INDAGINE SUGLI INVESTIMENTI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Rilevazione sul 2000 INDICAZIONI GENERALI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO - Tutti i campi devono essere compilati. - Se il valore

Dettagli

Dipendenti a tempo pieno Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti

Dipendenti a tempo pieno Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti 04 79..00 - Attività delle agenzie di viaggio 79..00 - Attività dei tour operator 79.90.9 - Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca

Dettagli

45.40.11 - Commercio all'ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori 45.40.12 - Intermediari del commercio di motocicli e ciclomotori

45.40.11 - Commercio all'ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori 45.40.12 - Intermediari del commercio di motocicli e ciclomotori 04 45.40. - Commercio all'ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori 45.40. - Intermediari del commercio di motocicli e ciclomotori barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente

Dettagli

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

A) VALORE DELLA PRODUZIONE CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE: 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni merci conto vendite - resi su vendite - ribassi e abbuoni passivi 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso

Dettagli

Corso on line di contabilità generale:

Corso on line di contabilità generale: ON02 Nisaba Solution Corso on line di contabilità generale: Il piano dei conti La contabilità ordinaria FEBBRAIO 2014 P a g. 1 Sommario INTRODUZIONE... 2 1. IL PIANO DEI CONTI... 3 2. CONCLUSIONI... 11

Dettagli

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI 17 gennaio 2012 Anno 2009 GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Nel 2009 la spesa complessiva per investimenti ambientali delle imprese dell industria in senso stretto

Dettagli

Le imprese di telecomunicazioni

Le imprese di telecomunicazioni 23 dicembre 2005 Le imprese di telecomunicazioni Anno 2003 L Istat rende disponibili i principali risultati, relativi al 2003, derivanti dalla rilevazione annuale sulle imprese di telecomunicazioni. Tale

Dettagli

Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008

Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008 5 gennaio 2011 Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. +39 06.4673.2243-2244 Centro di informazione statistica

Dettagli

B. COSTI DELLA PRODUZIONE

B. COSTI DELLA PRODUZIONE 6) costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci Denominazione ampia. Non comprende solo gli acquisti dei beni richiamati nella denominazione, ma di ogni bene assimilabile per natura: semilavorati

Dettagli

G.IM S.r.l. con socio unico. Sede in Torino - Corso Dante 14. Capitale Sociale di 50.000 Euro i.v. Iscritta nel Registro delle Imprese di Torino

G.IM S.r.l. con socio unico. Sede in Torino - Corso Dante 14. Capitale Sociale di 50.000 Euro i.v. Iscritta nel Registro delle Imprese di Torino G.IM S.r.l. con socio unico Sede in Torino - Corso Dante 14 Capitale Sociale di 50.000 Euro i.v. Iscritta nel Registro delle Imprese di Torino al n. 08930370013 * * * BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CAVA DE' TIRRENI viale GUGLIELMO MARCONI, 52 Capitale Sociale versato e 100.000,00 C.C.I.A.A. SALERNO n. R.E.A317123 Partita IVA: 03734100658 Codice Fiscale: 03734100658 Nota Integrativa al bilancio

Dettagli

FORMULARIO PER LE SOCIETA E COOPERATIVE

FORMULARIO PER LE SOCIETA E COOPERATIVE FORMULARIO PER LE SOCIETA E COOPERATIVE P.O.R. ABRUZZO Ob. 3 2000-2006 ALLEGATO PER LL.RR. 143/95 E 96/97 136/96-55/98 ANNUALITA MISURA / AZIONE (*) L.R. ART. (*) - Azione D3.1 per le LL.RR. 136/96 e 55/98

Dettagli

8 novembre 2002. 1. Dati relativi all'impresa. 2. Impiego delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione

8 novembre 2002. 1. Dati relativi all'impresa. 2. Impiego delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione Konjunkturforschungsstelle der ETH ETHZentrum, 8092 Zürich Telefon 01 / 632 42 39 Telefax 01 / 632 12 18 Inchiesta 2002 Impiego delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nelle imprese Le

Dettagli

52.29.21 - Intermediari dei trasporti 53.20.00 - Altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale

52.29.21 - Intermediari dei trasporti 53.20.00 - Altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale 0 5.9.0 - Spedizionieri e agenzie di operazioni doganali 5.9. - Intermediari dei trasporti 5.0.00 - Altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale barrare la casella corrispondente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Dipartimento Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di Bilanci secondo i principi contabili internazionali 90001 91070 Ricavi Prof. Daniele Gervasio

Dettagli

ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12

ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12 Piano dei conti ATTIVITA' CREDITI PER QUOTE ASSOCIATIVE DA INCASSARE Crediti per quote associative da incassare Crediti

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

azienda di prova srl

azienda di prova srl azienda di prova srl Sede in sede in Codice Fiscale - Numero Rea RM Capitale Sociale Euro 100.000 Società in liquidazione: no Società con socio unico: no Società sottoposta ad altrui attività di direzione

Dettagli

Il nuovo indice trimestrale di fatturato della manutenzione e riparazione di autoveicoli

Il nuovo indice trimestrale di fatturato della manutenzione e riparazione di autoveicoli Il nuovo indice trimestrale di fatturato della manutenzione e riparazione di autoveicoli I trimestre 2001 IV trimestre 2004 27 aprile 2005 Ufficio della comunicazione tel. +39 06 4673.2244-2243 Centro

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

Conti economici nazionali

Conti economici nazionali Conti economici nazionali Definizioni correnti Ammortamento Rappresenta la perdita di valore subita dai capitali fissi (macchinari, impianti, mezzi di trasporto, etc.) nel corso dell anno a causa dell

Dettagli

Dipendenti a tempo pieno Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti

Dipendenti a tempo pieno Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti 03 79..00 - Attività delle agenzie di viaggio 79..00 - Attività dei tour operator 79.90.9 - Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca

Dettagli

ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata.

ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. B) Immobilizzazioni, con separata indicazione di quelle concesse in locazione finanziaria:

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Contabilità e bilancio di Paolo Montinari IMPORTANTE PDF Il volume è disponibile anche in versione pdf Le istruzioni per scaricare il file sono a pag. 493 N.B.: Nelle versioni elettroniche del volume tutti

Dettagli

Questionario Danni Indiretti

Questionario Danni Indiretti Le informazioni trascritte nel presente modulo sono ad uso esclusivo di Euroconsul S.r.l. e verranno trattate con la massima riservatezza al solo fine di ottenere la quotazione del rischio dalle principali

Dettagli

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI V/S SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI

Dettagli

giornate retribuite Personale

giornate retribuite Personale 0 BOZZA INTERNET del 3/0/0 79..00 - Attività delle agenzie di viaggio 79..00 - Attività dei tour operator 79.90.9 - Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle

Dettagli

ENTE PARCO DELL'ANTOLA parco naturale regionale Sede amministrativa: Via XXV Aprile, 17 16012 Busalla (GE)

ENTE PARCO DELL'ANTOLA parco naturale regionale Sede amministrativa: Via XXV Aprile, 17 16012 Busalla (GE) ENTE PARCO DELL'ANTOLA parco naturale regionale Sede amministrativa: Via XXV Aprile, 17 16012 Busalla (GE) tel. 010 9761014 fax 010 9760147 e-mail: info@parcoantola.it www.parcoantola.it BILANCIO ECONOMICO

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO INDAGINE TRIMESTRALE SUI POSTI DI LAVORO VACANTI E LE ORE LAVORATE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO INDAGINE TRIMESTRALE SUI POSTI DI LAVORO VACANTI E LE ORE LAVORATE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO INDAGINE TRIMESTRALE SUI POSTI DI LAVORO VACANTI E LE ORE LAVORATE Il questionario deve essere compilato con i dati relativi all intera impresa indicata nella Sezione

Dettagli

Le imprese di telecomunicazioni

Le imprese di telecomunicazioni Le imprese di telecomunicazioni Anno 2005 14 febbraio 2007 L Istat rende disponibili i principali risultati, relativi al 2005, della rilevazione annuale sulle imprese di telecomunicazioni. L indagine,

Dettagli

FONDAZIONE CRESCI@MO

FONDAZIONE CRESCI@MO FONDAZIONE CRESCI@MO Sede in 41123 MODENA (MO) VIA CRISTOFORO GALAVERNA 8 Codice Fiscale 03466300369 - Numero Rea MO 390164 P.I.: 03466300369 Capitale Sociale Euro 50.000 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

OPERA DELLA PROVVIDENZA SANT ANTONIO

OPERA DELLA PROVVIDENZA SANT ANTONIO OPERADELLAPROVVIDENZASANT ANTONIO ViadellaProvvidenzan.6835030Rubano BILANCIOESERCIZIO2015 (RAMOATTIVITÀONLUS) Opera della Provvidenza Sant'Antonio Sede legale Via della Provvidenza n. 68 35030 Rubano

Dettagli

Allegato A5 DGR 780 del 21/05/2013 - Bilancio economico annuale di previsione analitico e per centri di costo/responsabilità

Allegato A5 DGR 780 del 21/05/2013 - Bilancio economico annuale di previsione analitico e per centri di costo/responsabilità ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N.R 06 DEL 27 FEBBRAIO 2015 Allegato A5 DGR 780 del 21/05/2013 - Bilancio economico annuale di previsione analitico A VALORE DELLA PRODUZIONE Valore della produzione attività

Dettagli

STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014

STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014 STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014 41 STATO PATRIMONIALE 2014 ATTIVO A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI CON SEPARATA INDICAZIONE DELLA PARTE GIA' RICHIAMATA B) IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

CONSORZIO TURISTICO AREA PISANA società consortile a responsabilità limitata

CONSORZIO TURISTICO AREA PISANA società consortile a responsabilità limitata società consortile a responsabilità limitata Sede Via Pietrasantina c/o Bus Terminal - 56100 PISA (PI) Codice Fiscale, partita IVA e iscrizione Registro Imprese di Pisa n. 0170429 050 9 Repertorio Economico

Dettagli

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze Traccia n. 1 1. Il Candidato compili la Situazione Contabile dell impresa «Omega SpA», tenendo conto che il prospetto contabile di seguito presentato è stato redatto dopo la prima e la seconda fase dell

Dettagli

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI 10 gennaio 2013 Anno 2010 GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Nel 2010, la spesa per investimenti ambientali delle imprese industriali 1 è risultata pari a 1.925

Dettagli

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO Società con Socio Unico Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Rozzano Sede in Piazza Foglia 1-20089 Rozzano ( Mi) Capitale sociale

Dettagli

Il piano dei conti. Il piano dei conti si articola in: CLASSI 1. ATTIVITÀ 2. PATRIMONIO NETTO 3. PASSIVITÀ 4. RICAVI 5. COSTI DELLA PRODUZIONE

Il piano dei conti. Il piano dei conti si articola in: CLASSI 1. ATTIVITÀ 2. PATRIMONIO NETTO 3. PASSIVITÀ 4. RICAVI 5. COSTI DELLA PRODUZIONE I L PIANO DEI CONTI Il piano dei conti Il piano dei conti si articola in: CLASSI RAGGRUPPAMENTI CONTI DI MASTRO SOTTOCONTI 1ª posizione 2ª posizione 3ª e 4ª posizione Posizioni successive (non sviluppato)

Dettagli

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro ALFA SPA Sede in Via Medicei 123 - MILANO (MI) 20100 Codice Fiscale 01234567890 - Rea CCIAA 211471 P.I.: 01234567890 Capitale Sociale Euro 101.400 i.v. Forma giuridica: Soc.a responsabilita' limitata A

Dettagli

Dipendenti a tempo pieno Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti

Dipendenti a tempo pieno Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti 04 55.0.00 - Alberghi 55.0.5 - Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence 55.90.0 - Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo

Dettagli

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo

Dettagli

,00 3 Altre attività soggette a studi. Numero giornate retribuite Personale

,00 3 Altre attività soggette a studi. Numero giornate retribuite Personale 04 0.83.0 - Lavorazione del caffè 0.83.0 - Lavorazione del tè e di altri preparati per infusi 46.37.0 - Commercio all'ingrosso di caffè barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente

Dettagli

REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI

REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Esercizio di attività commerciali (art. 2195 c.c.): - attività industriale diretta alla

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di LATINA

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di LATINA Copertina pag. 1 Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di LATINA Dati di identificazione della richiesta Utente : CLT0121 Annotazione : TERME DI SUIO S.R.L. Data richiesta : 19/09/2013

Dettagli

Informazioni generali sull'impresa

Informazioni generali sull'impresa Informazioni generali sull'impresa Denominazione Sede Codice fiscale Codice CCIAA Partita iva Numero REA Forma giuridica Capitale Sociale Settore attività prevalente (ATECO) Numero albo cooperative Appartenenza

Dettagli

Modulo 1 Concetti teorici di base

Modulo 1 Concetti teorici di base Modulo 1 Concetti teorici di base 1 Quale delle seguenti frasi rappresenta il significato di ICT (Tecnologie per l informazione e la comunicazione)? La progettazione e l utilizzo dei computer Le scienze

Dettagli

,00 3 Altre attività soggette a studi

,00 3 Altre attività soggette a studi 04 5.0.0 - Magazzini di custodia e deposito per conto terzi 5.4.30 - Movimento merci relativo a trasporti ferroviari 5.4.40 - Movimento merci relativo ad altri trasporti terrestri barrare la casella corrispondente

Dettagli

47.74.00 - Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

47.74.00 - Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati 05 Modello VM4U 47.74.00 - Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati = inizio di attività entro sei mesi dalla data di cessazione nel corso dello stesso periodo

Dettagli

giornate retribuite Personale

giornate retribuite Personale 04 46.43.30 - Commercio all'ingrosso di articoli per fotografia, cinematografia e ottica 46.69.9 - Commercio all'ingrosso di strumenti e attrezzature di misurazione per uso scientifico barrare la casella

Dettagli

UNICO 2014. Modello WG74U. ntrate. genzia. Studio di settore (4) Imprese. QUADRO A Personale addetto all attività DOMICILIO FISCALE ALTRE ATTIVITÀ

UNICO 2014. Modello WG74U. ntrate. genzia. Studio di settore (4) Imprese. QUADRO A Personale addetto all attività DOMICILIO FISCALE ALTRE ATTIVITÀ 04 74.0. - Attività di fotoreporter 74.0.9 - Altre attività di riprese fotografiche 74.0.0 - Laboratori fotografici per lo sviluppo e la stampa DOMICILIO FISCALE ALTRE ATTIVITÀ ALTRI DATI QUADRO A Personale

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO

BILANCIO CONSOLIDATO Page 1 of 9 BILANCIO CONSOLIDATO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici Denominazione: MEP SPA 20121 MILANO (MI) - PIAZZA DEL Sede: LIBERTY, 2 Capitale Sociale: 10.372.791 Capitale Sociale

Dettagli

Stock&Store la soluzione software per le gestione del punto vendita nei settori Retail, Ristorazione e Fashion.

Stock&Store la soluzione software per le gestione del punto vendita nei settori Retail, Ristorazione e Fashion. Stock&Store la soluzione software per le gestione del punto vendita nei settori Retail, Ristorazione e Fashion. Stock&Store è la soluzione informatica integrata per la gestione del punto vendita, sia esso

Dettagli

Studio di settore (2) Ricavi (2) Studio di settore (3) Ricavi (3) Studio di settore (4) Ricavi (4) ,00

Studio di settore (2) Ricavi (2) Studio di settore (3) Ricavi (3) Studio di settore (4) Ricavi (4) ,00 Modello UG73B 5.9.0 - Spedizionieri e agenzie di operazioni doganali 5.9. - Intermediari dei trasporti 53.0.00 - Altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale barrare la casella

Dettagli

Fiscal News N. 105. Rimanenze: valutazione di materie e merci. La circolare di aggiornamento professionale 08.04.2014. Rivalutazione beni d impresa

Fiscal News N. 105. Rimanenze: valutazione di materie e merci. La circolare di aggiornamento professionale 08.04.2014. Rivalutazione beni d impresa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 105 08.04.2014 Rimanenze: valutazione di materie e merci Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Scritture contabili In chiusura del

Dettagli

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita C) VARIAZIONE DELLE RISERVE TECNICHE -Riserve tecniche rami danni -Riserve

Dettagli

ALLEGATO (articolo 2, comma 1)

ALLEGATO (articolo 2, comma 1) ALLEGATO (articolo 2, comma 1) CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI PREMESSA I modelli di valutazione adottati sono distinti per procedura, per settore

Dettagli

Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33

Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33 Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33 34 COOPERLAT SOC.COOP. AGRICOLA Sede in 60035 JESI (AN) VIA PIANDELMEDICO, 74 Codice Fiscale 00807560420 - Numero Rea AN 91950

Dettagli

ALLEGATO (articolo 2, comma 1)

ALLEGATO (articolo 2, comma 1) ALLEGATO (articolo 2, comma 1) CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI PREMESSA I modelli di valutazione adottati sono distinti per procedura, per settore

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO UNICO DI ATENEO PER L'ESERCIZIO 2015 A CARATTERE NON AUTORIZZATORIO IN CONTABILITÀ FINANZIARIA

BILANCIO PREVENTIVO UNICO DI ATENEO PER L'ESERCIZIO 2015 A CARATTERE NON AUTORIZZATORIO IN CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO PREVENTIVO UNICO DI ATENEO PER L'ESERCIZIO 2015 A CARATTERE NON AUTORIZZATORIO IN CONTABILITÀ FINANZIARIA PREVENTIVO FINANZIARIO Esercizio Unità analitica autonoma Periodo 2015 UA.00 - Universita'

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

ABBANOA S.P.A. Bilancio al 31/12/2014. Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013

ABBANOA S.P.A. Bilancio al 31/12/2014. Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 ABBANOA S.P.A. Sede in VIA STRAULLU 35-08100 NUORO (NU) Capitale sociale Euro 236.275.415 interamente versati Iscritta al Registro Imprese di Nuoro al numero e codice fiscale 02934390929 Numero Repertorio

Dettagli

Il bilancio delle società di capitali

Il bilancio delle società di capitali Il bilancio delle società di capitali RIMANENZE La voce comprende: - le merci: i prodotti che l impresa acquista per la rivendita; - le materie prime: le materie e le sostanze che sono destinate ad entrare

Dettagli

3. CONTABILITA GENERALE

3. CONTABILITA GENERALE 3. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 1 Scritture di gestione Si distinguono le seguenti rilevazioni contabili: A. scritture relative agli acquisti; B. regolamento

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI

II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI CONTABILITA GENERALE 16 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 3 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014

PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014 PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014 ELENCO VOCI CONTABILI 2013 2013 sp1 ATTIVO 63.654.073,00 60.522.723,00 10 CREDITI PER CAPITALE DI DOTAZIONE DELIBERATO DA VERSARE 10.01 Crediti

Dettagli

1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo. Impresa individuale esercente attività mercantile. Download

1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo. Impresa individuale esercente attività mercantile. Download Download Impresa individuale esercente attività mercantile 1 LIQUIDITA' Piano dei conti e prospetto di raccordo Nome del conto Natura 10 P Banche c.c Fondi liquidi 11 P c.c. postali Fondi liquidi 12 P

Dettagli

Indagine sulle unità locali delle imprese anno 2014

Indagine sulle unità locali delle imprese anno 2014 Istituto Nazionale di Statistica Direzione centrale delle rilevazioni censuarie e dei registri statistici Indagine sulle unità locali delle imprese anno 2014 Guida all uso - compilazione on-line - revisione

Dettagli

Indagine sulle unità locali delle imprese anno 2014

Indagine sulle unità locali delle imprese anno 2014 Istituto Nazionale di Statistica Direzione centrale delle rilevazioni censuarie e dei registri statistici Indagine sulle unità locali delle imprese anno 2014 Guida all uso - compilazione on-line - revisione

Dettagli

BILANCIO ESERCIZIO. Stato patrimoniale. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

BILANCIO ESERCIZIO. Stato patrimoniale. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti Pagina 1 di 9 BILANCIO ESERCIZIO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici MERCOGLIANO Denominazione: SERVIZI S.R.L. CON UNICO SOCIO PIAZZA MUNICIPIO N. Sede: 1-83013 MERCOGLIANO (AV) Capitale

Dettagli