Java EE 1. Andrea Bei

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Java EE 1. Andrea Bei"

Transcript

1 Java EE 1 Laboratorio di Ingegneria del Software Andrea Bei

2 CBD (Component Based Development) interfaccia componente La definizione secondo il glossario "UML-User Guide" : "Un componente è una parte fisica e sostituibile di un sistema che implementa un insieme di interfacce." L implementazione (classi utilizzate) è nascosta Lo sviluppo a componenti incrementa la qualità del SW Ovvero: Manutenibilità, Leggibilità, Riusabilità, Portabilità, Affidabilità Applicazioni progettate secondo il paradigma a componenti sono chiamate component-based 2

3 Application Server (AS) Le applicazioni component based possono essere installate in component container ( o più semplicemente container) Un AS è costituito da un insieme di container per componenti di diverso tipo (EJB Container, WEB Container, WEB Server) Lo scopo principale di un container è gestire il ciclo di vita dei componenti (creazione, distruzione, pooling, passivazione, ) Tra gli altri principali servizi offerti dagli application server Gestione dello stato Gestione della sicurezza Gestione dell accesso ai dati Gestione delle transazioni Per essere installato (il termine corretto è deploy) su un AS un componente deve aderire ad opportune specifiche 3

4 Applicazioni di classe Enterprise Sono sistemi informatici utilizzati in medie o grandi organizzazioni a supporto di sistemi informativi critici. Ad esempio: ERP (Enterprise Resource Planning): Contabilità, Personale, Inventario,.Controllo di gestione CRM (Customer Relationship Management): sistemi i per la gestione dei clienti, dei contatti ed il tracciamento degli eventi associati ai clienti SRM (Service Request Management): gestione e processamento di richieste Una applicazione i di classe Enterprise deve avere le seguenti caratteristiche: Performante: deve servire più richieste concorrenti (multiuser) in maniera efficiente. Tale caratteristica si ottiene attraverso i servizi di caching e pooling. Distribuita: i componenti devono poter essere distribuiti su server diversi Scalabile: l applicazione deve garantire il mantenimento dei tempi di risposta all aumentare degli utenti concorrenti. (ad es: deve essere possibile scalare orizzontalmente mediante il clustering) Sicura: gli utenti devono essere autenticati e autorizzati Affidabile Portabile Transazionale 4

5 Java EE Java Enterprise Edition è un insieme di tecnologie e API Supporta un approccio component-based per la progettazione, lo sviluppo, l assemblaggio e la messa in esercizio di applicazioni di classe enterprise Definisce le specifiche per i vendor di application server Java EE- compliant Comprende le seguenti principali tecnologie/api JSP Java Server Pages JSF Java Server Faces Java Servlets Servlet API Web Services EJB Enterprise JavaBeans JNDI Java Naming and Directory Interface JDBC 2.0 Extensions Java Database Connectivity it Extensions RMI-IIOP RMI over Internet Inter-Orb Protocol JMS Java Message Service Java Mail Java Mail JAF JavaBeans Activation Framework JTA Java Transaction API XML Extensible Markup Language JMX Java Management Extensions 5

6 Application Server Tra gli application server Java EE- Compliant più conosciuti: IBM WebSphere Oracle WebLogic Server JBoss (Open Source) Glassfish (Open Source) Tomcat (Open Source) Tutti gli AS elencati sopra sono dotati di Web Container + EJB Container tranne Tomcat 6

7 Componenti e strati Java EE La piattaforma Java EE supporta il pattern architetturale Layer Il numero di Layer (o Tier) adottati è una scelta di progettazione Un modello classico di applicazione Java EE prevede almeno 4 Layer I Presentazione o Client Tier: Componenti client: Applicazioni e Thin Client (CL) HTML (CL) II Applicazione o Web Tier Componenti Web: Servlet,JSP,JSF, JSF JavaBean, POJO (AS) III - Logica di business o Business Tier Componenti di business: EJB (Enterprise Java Bean) e POJO (AS) IV Persistenza o EIS Tier Componenti EIS (Enterprise Information Systems) I sistemi per la persistenza dei dati DB, ORM (Object Relational Mapping) 7

8 Componenti e strati J2EE Un modello completo prevede la suddivisione del layer logica di business nei due layer Servizi e Dominio. Si ottengono 5 Layer Tale modello è molto diffuso ed è quello di riferimento per il corso Livello Responsabilità Tecnologia Presentazione User Interface Componenti Client HTML/Javascript/Swing Applicazione Servizi sintassi,interazione con lo strato dei servizi, workflow degli use case (Controller di sessione) transazioni, logica di business e di workflow Componenti Web Servlet, JSP, JSF, JavaBean Componenti di Business EJB (Session bean) e POJO Dominio i semantica, modello di dominio, i Componenti di Business logica business di dominio (EJB) Entity bean e POJO Persistenza Accesso e gestione dati Componenti EIS RDBMS/ODBMS/ORM 8

9 Componenti e strati J2EE E possibile usare l architettura di riferimento in maniera flessibile. Es: Unire differenti strati logici usando una sola tecnologia. Applicazione Web con strati di servizio e dominio realizzati con semplici JavaBean. Non vengono utilizzati EJB nel Business Tier Usare solo un sottoinsieme degli strati Applicazione Client-Server senza l utilizzo del Web Tier. Lo strato di presentazione è realizzato con classi Swing, gli strati di applicazione, servizio, dominio sono realizzati con EJB o semplici JavaBean 9

10 Componenti e strati J2EE Sfruttando le tecnologie offerte dalle piattaforme Java SE+ Java EE è possibile sviluppare applicazione con caratteristiche "Enteprise" Le tecnologie fondamentali sono: JDBC, Servlet, JSP, EJB, JNDI Presentazione J2EE Application Server Applicazione Persistenza JDBC JNDI Servizi Dominio 10

11 Il percorso didattico Presentazione Persistenza Architettura "semplice" 1. JDBC 2. Servlet Presentazione Persistenza Presentazione J2EE Application Server Architettura "media" complessità 1. JSP 2. MVC Persistenza Architettura completa: 1. EJB 2. JNDI Gli strati di applicazione, servizi e dominio sono implementati dalle tecnologie presenti nel tier 2 11 A destra gli argomenti che sono via via spiegati a partire dalla architettura "semplice"

12 Architettura "semplice", Lo strato di presentazione Presentazione (Client Tier) Browser (Thin Client) Interpreta le pagine HTML generate dinamicamente dai componenti web Applet (Thin/Thick Client) Piccole applicazioni Java realizzate mediante le API Swing Sono eseguite all "interno" del browser (su una JVM associata al browser) Sono classi che estendono java.applet.applet o javax.swing.japplet 12

13 Lo strato di persistenza Persistenza (EIS Tier) E lo strato responsabile della persistenza dei dati. E implementato da sistemi EIS (Enterprise Information System). Questi possono essere: DBMS (relazionali (RDBMS), a oggetti (ODBMS), ) Sistemi ORM (Object Relational Mapping) (es: Hibernate) creano una rappresentazione a oggetti di dati memorizzati in database relazionali Sistemi Informativi preesistenti (Sistemi Legacy) Nel caso comune in cui il sistema EIS coincide con un RDBMS la comunicazione tra lo strato di business (servizio + dominio) e lo strato di persistenza avviene mediante JDBC 13

14 JDBC JDBC (Java DataBase Connectivity) è una API per l accesso a DataBase relazionali Permette ad applicazioni JAVA di eseguire istruzioni SQL su database relazionali e gestire i risultati restituiti. JDBC definisce delle classi per rappresentare: connessioni a database istruzioni SQL result sets (insieme dei record restituiti da una Query SQL) database metadata (dati che descrivono la struttura del DB), ecc. è organizzata in diversi "strati": l applicazione vede solo lo strato superiore, che è indipendente dal database che viene interrogato il compito di interfacciarsi effettivamente con il database è delegato ad una serie di driver sottostanti, che possono essere scritti in codice Java o nativo. 14

15 JDBC Presentazione Applicazione i Servizi Dominio Persistenza 15

16 ODBC ODBC (Open DataBase Connectivity) è una API Microsoft per l accesso a RDBMS Nei sistemi operativi Microsoft è presente il Data Source Administrator che permette di dichiarare al sistema operativo le fonti dati ODBC usate Una fonte dati ODBC è caratterizzata da: un nome: il DSN (Data Source Name) un driver ODBC per la comunicazione con il DBMS (Oracle, SQL Server, Access) il riferimento ad un database (il nome del DB) Le applicazioni instaurano una connessione con il database riferendosi al nome della fonte dati ODBC relativa. 16

17 JDBC JDBC-ODBC Bridge Driver: implementa un "ponte" di comunicazione tra JDBC e ODBC; Permette ad applicazioni JAVA (tramite JDBC) di accedere a database registrati via ODBC API Native: convertono chiamate JDBC in chiamate alle API proprietarie dei vari DBMS (Oracle, Sybase, Informix, DB2, Postgres, MySQL) Driver 100% JAVA Basati su un protocollo indipendente dal DBMS (JDBC-Net): traducono le chiamate JDBC in un protocollo indipendente dal DBMS. Tale protocollo viene poi ritradotto da un server nel protocollo specifico del DBMS. Il server permette di connettere una applicazione sviluppata interamente in JAVA ai vari DBMS. Basati sul protocollo del DBMS: traducono le chiamate JDBC nel protocollo usato dal DBMS. Questo permette una chiamata diretta dal client al server DBMS 17

18 JDBC 18

19 JDBC: Classi, interfacce e metodi principali Classe java.sql.drivermanager: fornisce le funzionalità base di un gestore di driver. I metodi sono: Connection getconnection(url,user,password): crea una connessione con un DB void setlogintimeout(int): imposta il timeout di connessione int getlogintimeout(): t() restituisce i il timeout t di connessione setlogstream( PrintStream ): imposta lo Stream di log PrintStream getlogstream(): accede allo Stream di Log void println(string): scrive un messaggio sul Log Interfaccia java.sql.connection: rappresenta una connessione con uno specifico database. I metodi sono: void close(): chiude la connessione Statement createstatement(): crea e restituisce un oggetto di tipo Statement DatabaseMetaData getmetadata(): restituisce informazioni sulla struttura del database setautocommit(boolean): indica se presente o no l autocommit (default=true) commit(): rende effettive le istruzioni i i SQL eseguite dall ultimo lti commit rollback(): annulla le istruzioni SQL eseguite dall ultimo commit 19

20 JDBC: Classi, interfacce e metodi principali Classe java.sql.statement: un oggetto di tipo Statement è usato per eseguire delle istruzioni SQL. I metodi sono: ResultSet executequery( String ): esegue una Query SQL. Restituisce un oggetto di tipo ResultSet che rappresenta il risultato della Query int executeupdate( String ): esegue una istruzione SQL che modifica la struttura o i dati del database( CREATE, INSERT, ecc..). int è il numero di righe modificate boolean execute( String ): esegue un comando SQL di interrogazione o modifica ResultSet getresultset(): restituisce il risultato dell ultima istruzione SQL eseguita con execute (null se l istruzione era di modifica) int getupdatecount(): restituisce il numero di righe coinvolte nell ultima istruzione SQL eseguita con execute. void setquerytimeout(int) eou e int getquerytimeout(): eou accesso al timeout Classe java.sql.resultset: un oggetto di tipo ResultSet rappresenta il risultato di una Query. I metodi sono: getxxx("nome Campo") con XXX=Float,String,Byte,Short;Long.. Restituisce tu sce del record corrente il valore del campo passato come argomento next() : Aggiorna il puntatore al record corrente facendolo avanzare di un record in JDBC2.0 ci sono anche: absolute(int), relative(int) e previous() 20

21 Connessione con un DBMS JDBC-ODBC Driver / API Native Per effettuare una connessione con un DBMS è necessario: Effettuare l import delle classi del package java.sql Caricare il driver di accesso a DB con l istruzione Class.forName(<path completo della classe che implementa il driver>); individua carica ed esegue il link della classe passata come parametro Instaurare la connessione con il DBMS con l istruzione: Connection con = DriverManager.getConnection(url, <login>, <password>); url è di tipo String ed ha la sintassi "jdbc:<subprotocol>:<subname>" dove: <subprotocol>: è il sottoprotocollo (es: odbc) <subname>: serve ad identificare la sorgente dei dati. 21

22 Connessione con un DBMS esempi Es: connessione con il DBMS Access libreria.mdb associato ad una fonte dati ODBC chiamata "libreria" con login="libreria" e password="libreria" Class.forName("sun.jdbc.odbc.JdbcOdbcDriver"); String url="jdbc:odbc:libreria"; Connection con =DriverManager.getConnection(url, "libreria", "libreria"); Es: connessione con il DBMS open source Postgres "mynewdb" sulla macchina (www.postgresql.org) Class.forName( "org.postgresql.driver" " ); String url = "jdbc:postgresql:// /mynewdb"; Connection con = DriverManager.getConnection( url, USER, PASS ); 22

23 Connessione con un DBMS esempi Es: connessione con db Oracle 1. Copiare i file contenenti i driver (scaricabili dal sito Oracle) classes12.zip, jndi.zip in $ORACLE_HOME/jdbc/lib/ 2. aggiornare il CLASSPATH inserendo "$ORACLE_HOME/jdbc/lib/classes12.zip:$ORACLE_HOME/jdbc/lib/jndi.zip" 1. Eseguire la connessione al DataBase Class.forName("oracle.jdbc.driver.OracleDriver"); String (PORT=1521))(CONNECT_DATA=(SID=ID_DB)))"; Connection con =DriverManager.getConnection(url, "login", "password"); 23

24 Istruzioni SQL Stabilita una connessione è possibile eseguire istruzioni SQL creare un oggetto di tipo Statement. Se la connessione è descritta dall oggetto con l istruzione è: Statement stmt = con.createstatement(); invocare i metodi dell oggetto Statement: int executeupdate("<istruzione SQL>"): per istruzioni di tipo CREATE, DROP, DELETE, INSERT, UPDATE stmt.executeupdate("create table Anagrafica"+ "( Nome varchar(32)," + " Cognome varchar(32))"); ResultSet executequery("<istruzione SQL>") è usato per query stmt.executequery("select * from Libro"+ " where Titolo like \"Moby Dick%\" "); 24

25 Accesso al risultato delle query Il metodo executequery restituisce un oggetto di tipo ResultSet Un ResultSet è l insieme di record che costituiscono il risultato di una query. Su quest insieme viene mantenuto un puntatore alla posizione corrente. l puntatore viene posto sul primo record alla prima invocazione del metodo next. String query = "SELECT Titolo, ISBN FROM Libro"; ResultSet rs = stmt.executequery(query); while (rs.next()) { String s = rs.getstring("titolo"); String c = rs.getstring("isbn"); System.out.println(s + " " + c); } 25

26 Esempio import java.sql.*; class provajdbc { public static void main(string arg[]) throws Exception { Class.forName("sun.jdbc.odbc.JdbcOdbcDriver"); String url="jdbc:odbc:libreria"; Connection con=drivermanager.getconnection(url,"libreria","libreria"); Statement stmt = con.createstatement(); stmt.executeupdate("create table Anagrafica"+ "( Nome varchar(32)," + " Cognome varchar(32))"); stmt.executeupdate("insert into Anagrafica values ( Giacomo, Leopardi )"); ResultSet rs=stmt.executequery("select Nome,Cognome from Anagrafica"); }} while (rs.next()) { System.out.println(rs.getString("Nome")+" "+rs.getstring("cognome")); } 26

27 Prepared statement è una istruzione SQL precompilata dal DBMS l esecuzione di una query è più efficiente (si risparmia il passo di compilazione del DBMS) conviene quando occorre eseguire molte volte la stessa query e possibile il passaggio di parametri PreparedStatement updatesales = con.preparestatement( "UPDATE COFFEES SET SALES =? WHERE COF_NAME LIKE? "); updatesales.setint(1, 75); updatesales.setstring(2, "Colombian"); int n=updatesales.executeupdate(); (1) creazione: i parametri sono specificati con "?" (2) passaggio parametri: posizionale (3) esecuzione n=numero di righe modificate 27

28 Prepared statement PreparedStatement updatesales; String updatestring = "update COFFEES " + "set SALES =? where COF_NAME like?"; updatesales = con.preparestatement(updatestring); t t( t int [] salesforweek = {175, 150, 60, 155, 90}; String [] coffees = {"Colombian", "French_Roast", "Espresso", "Colombian_Decaf", "French_Roast_Decaf"}; int len = coffees.length; for(int i = 0; i < len; i++) { updatesales.setint(1, salesforweek[i]); updatesales.setstring(2, coffees[i]); updatesales.executeupdate(); } 28

29 Transazioni una transazione è un insieme di operazioni su un database che soddisfa le seguenti proprietà (ACID) 1. Atomicity le operazioni vengono eseguite in modo atomico "tutte a buon fine o nessuna" 2. Consistency: l esecuzione della transazione fa transitare il db da uno stato consistente ad un altro stato consistente (durante l esecuzione è possibile la "non consistenza") 3. Isolation le transazioni concorrenti sono isolate l una dall altra. L una non deve vedere i dati che l altra sta modificando. 4. Durability i dati sopravvivono a crash. Esiste un log transazionale che registra tutte le operazioni eseguite sul db. E possibile risalire ad un punto di consistenza. 29

30 Transazioni I comandi classici i dei DBMS per la gestione delle transazioni i sono: COMMIT rende definitivo sul DB ciò che è stato fatto dalla transazione chiude la transazione ROLLBACK annulla sul DB ciò che è stato fatto dalla transazione. riporta il DB allo stato consistente in cui era prima che iniziasse la transazione per soddisfare la Atomicity e la Consistency viene eseguito se una delle operazioni i della transazione non va a buon fine 30

31 Transazioni ed eccezioni disabilito AutoCommit try { con.setautocommit(false); PreparedStatement updatesales = con.preparestatement( "UPDATE COFFEES SET SALES =? se arrivo qui le operazioni WHERE COF NAME LIKE?"); SQL sono andate a buon updatesales.setint(1, 50); fine. eseguo il COMMIT e updatesales.setstring(2, "Colombian"); chiudo la transazione. updatesales.executeupdate(); PreparedStatement updatetotal = con.preparestatement( "UPDATE COFFEES SET TOTAL = TOTAL +? WHERE COF_NAME LIKE?"); updatetotal.setint(1, 50); updatetotal.setstring(2, "Colombian"); updatetotal.executeupdate(); con.commit(); con.setautocommit(true); } catxh (SQLException e){ if (con!=null) con.roolback()} se qualche operazione SQL non va a buon fine viene catturata l eccezione. eseguo il ROLLBACK e annullo la transazione 31

32 Es: sito WEB di una catena di librerie Ogni libreria possiede un accesso WEB Il fornitore del servizio fornisce un WEB Server che pubblica su WEB i dati relativi ai libri venduti (Autore, Titolo, Prezzo, Disponibilità nei vari punti vendita, ecc.) I dati sui libri e sulla loro disponibilità vengono inseriti da un operatore di ogni libreria in base ai libri acquistati e venduti Cliente libreria 1 DBMS Application Server Internet libreria 2 libreria i N 32

33 Esempio: sito WEB di una catena di libreri Use Case Diagram 33

34 Esempio: sito WEB di una catena di librerie nome Cod libreria copie Prezzo Titolo Editore Anno LIBRERIA (1,1) (1,n) LIBRO (1,1) 1) (1,n) GENERE (1,1) ISBN Cod_genere Genere Schema ER ( può essere fatto in UML!) (1,n) AUTORE Cod_autore Cognome Nome Anno di nascita Luogo di nascita 34

35 Esempio: sito WEB di una catena di libreri Architettura Applicativa (Package Diagram) Strato di dominio In questo caso è un semplice Facade verso il DB. Deve: Incapsulare le istruzioni (SQL) di comunicazione con il DB Offrire al livello superiore metodi indipendenti dal paradigma relazionale E composto da classi dette "DAO" (Data Access Object): incapsulano la logica di connessione e le istruzioni SQL (in questo caso una sola) classi dette Value Objects o DTO (Data Transfer Object) sevono per rappresentare "a oggetti" i dati relazionali Strati di servizio/applicazione Strato di persistenza (un db MS Access) Servizio/ Applicazione Dominio Persistenza 35

36 Esempio: sito WEB di una catena di librerie Class Diagram Dominio DAO Value Objects 36

37 Esempio: sito WEB di una catena di librerie I metodi principali della classe Libreria public Libreria(fonteDatiODBC, userodbc, passwordodbc): costrutt. public Collection ricercapergenere(string genere): restituisce una Collection di oggetti di tipo Libro con il genere passato come parametro. public Collection ricercaperautore(string nome): restituisce una Collection di oggetti di tipo Libro scritti dall autore passato come param. public Collection ricercapertitolo(string titolo):restituisce una Collection contenente gli oggetti di tipo Libro che hanno il titolo passato come parametro. public void inseriscilibro(libro l): insert nel database dei dati dell oggetto Libro private int inserisciautore(autore a): insert nel database dei dati dell oggetto Autore. Ritorna il codiceautore, un numero che identifica univocamente l autore. public void aggiornacopie(string g ISBN,String lib,int copie): Aggiorna le copie del libro ISBN della libreria lib. Copie può essere positivo o negativo public Libro getschedalibro(string ISBN): restituisce l oggetto di tipo Libro che ha come ISBN il codice passato come parametro 37

38 Implementazione:il DB Access libreria.mdb AUTORE Cod_autore Cognome Nome Anno di nascita Luogo di nascita 0 Melville Herman 1819 New York 1 Hesse Herman 1847 Estonia 3 Dick Philip 1920 New York 4 Hofstader Douglas 1945 New York 5 Russel Bertrand 1872 New York 6 Pirsig Robert 1928 Minnesota 7 Clarke Arthur 1917 Inghilterra COPIE Libreria ISBN Copie X LIBRERIA Cod_Libreria Nome 1 Feltrinelli 2 Apogeo 3Ricordi 38

39 Implementazione:il DB Access libreria.mdb LIBRO ISBN Titolo Editore Anno Cod_autor Cod genere Prezzo Ubik Fanucci L Storia della filosofia occidentale Mondadori L Amicizia Newton L X Knulp Newton L Lo Zen e l'arte della manutenz Adelphi L Goedel, Escher, Bach Adelphi L Moby Dick Adelphi L Lila Adelphi L X 2001: Odissea nello spazio Mondadori L GENERE Cod_genere Genere 0 Saggio 1 Romanzo 2 Fantascienza 3 Giallo 39

40 Value Objects: Libro class Libro { // serve ha mantenere tutte le informazioni di String ISBN; //un Libro compreso i dettagli sull autore String titolo; String editore; int anno; Autore autore; String genere; int prezzo; Libro (String ISBN, String titolo, String editore, Int anno, Autore autore, String genere, Int prezzo) { this.isbn=isbn; this.titolo=titolo; titolo titolo.. this.autore=autore; } public String getisbn() { return ISBN;} public void setisbn(string ISBN) { this.isbn=isbn;}... 40

41 Value Objects: Autore class Autore { // serve ha mantenere tutte le informazioni // su un autore String nome; String cognome; int datadinascita; String luogodinascita; Autore (String nome, String cognome, int datadinascita, String luogodinascita) { this.nome=nome; this.cognome=cognome; g... } public String getnome() { return nome;} public void setnome(string nome) { this.nome=nome;}... 41

42 Libreria: implementazione del costruttore import java.sql.*; import java.io.*; import java.util.*; class Libreria { Connection con=null; Statement stmt=null; String fontedatiodbc=null; null; String userodbc=null; String passwordodbc=null; Libreria(String fontedatiodbc,string userodbc, String passwordodbc) // costruttore { this.fontedatiodbc= fontedatiodbc; this.userodbc= userodbc; this.passwordodbc= passwordodbc; } 42

43 Libreria:implementazione di metodi di utilità... private ResultSet executequery(string Query) { // questo metodo serve solo per catturare le eccezioni del metodo // executequery ResultSet rs=null; try { rs=stmt.executequery(query); } catch(sqlexception e) { System.out.println("Problemi con l'esecuzione della Query SQL: "+ Query);} return(rs); } 43

44 Libreria:implementazione di metodi di utilità private void createconnection() { try { Class.forName("sun.jdbc.odbc.JdbcOdbcDriver"); // carico il driver JdbcOdbc } catch(classnotfoundexception e) { System.out.println("Driver Jdbc-Odbc non presente"+e.getmessage()); } String url="jdbc:odbc:"+fontedatiodbc; Try { con = DriverManager.getConnection(url, userodbc, passwordodbc); //eseguo la connessione stmt=con.createstatement(); // creo un oggetto di tipo Statement } catch(sqlexception e) { System.out.println("Problemi i nella apertura di sessione con la fonte dati "+ fontedatiodbc+"\n"+"verificare l'esistenza della fontedati e la correttezza di User e Password");} } private void closeconnection() { Con.close(); Con=null; Stmt=null} 44

45 Libreria:implementazione di ricercapergenere public Collection ricercapergenere(string genere) { createconnection(); String Query="SELECT ISBN,Titolo,Editore,Anno,Genere,Prezzp, " Cognome,Nome,Anno_di_Nascita," " Luogo_di_Nascita "+ "FROM Genere, Libro, Autore"+ "WHERE Genere.Cod_genere=Libro.Cod_genere "+ "AND Genere.genere = '"+genere+"'"+ "AND Libro.cod_autore=Autore.cod_autore"; Collection a = new ArrayList(); ResultSet rs=null; rs=executequery(query); try { while (rs.next()) { Autore autore= new Autore(rs.getString(7),rs.getString(8), rs.getstring(9), rs.getstring(10)); Libro libro= new Libro(rs.getString(1),rs.getString(2),rs.getString(3),rs.getString(4), rs.getstring(5), rs.getstring(6),autore); a.add(libro); } } catch(sqlexception e) {System.out.println("Errore nella navigazione del ResultSet");} closeconnection(); return a;} 45

46 Libreria: implementazione di inserisciautore private int inserisciautore(autore a) { // la classe Autore ha solo metodi setter e createconnection(); // getter per le variabili cognome, nome, int cod_autore=0; // annodinascita, luogodinascita String query="select * "+ // verifico se l autore è già presente "FROM Autore "+ "WHERE Nome='"+a +a.getnome()+ getnome()+"' and Cognome='"+a +a.getcognome()+ getcognome()+" "; try { ResultSet rs=executequery(query); if (rs.next()) { cod_autore=rs.getint("cod_autore"); closeconnection(); return(cod_autore); // se è gia presente retituisco il codice relativo } query="select MAX(Cod_autore) FROM Autore"; // altrimenti seleziono il massimo Cod autore ResultSet rs=executequery(query); rs.next(); cod_autore=rs.getint(1)+1; // il nuovo Cod_autore è il max + 1 Query="INSERT INTO AUTORE (cod_autore,cognome,nome,anno_di_nascita,luogo_di_nascita) "+ " VALUES ("+cod_autore+",'"+a.getcognome()+"','"+a.getnome()+"',"+ a.getannodinascita()+",'"+a.getluogodinascita()+"')"; getluogodinascita()+"')" int rc=executeupdate(query); } catch(sqlexception e) {System.out.println("Errore nella navigazione del ResultSet");}} closeconnection();} 46

47 Libreria: implementazione di inseriscilibro public void inseriscilibro(libro l) { // la classe Libro ha solo metodi createconnection(); // setter e getter per le variabili ISBN,Titolo,. String stmt="select * "+ "FROM Libro "+ "WHERE ISBN='"+l.getISBN(); try { ResultSet rs=executequery(stmt); if (!rs.next()) // se non è gia presente lo inserisco { stmt="select t Cod Genere) e e) "+ // seleziono e o il codice ce genere e e dalla a descrizione e " FROM Genere"+ // suppongo che i generi siano precaricati nel DB " WHERE Genere.Genere="+l.getGenere(); ResultSet rs=executequery(stmt); rs.next(); int codgenere=rs.getint(1); rs.getint(1); int codautore=inserisciautore(l.getautore()); //inser. l autore se manca o ricavo il codice stmt="insert INTO Libro (ISBN,Titolo,Editore,Anno,Cod_Autore,Cod_Genere,Prezzo)"+ " VALUES ("+l.getisbn()+","+l.gettitolo()+","+l.geteditore()+","+l.getanno()+","+codautore+ ","+codgenere+","+l.getprezzo()+")";"+codgenere+" "+l int rc=executeupdate(stmt); } catch(sqlexception e) {System.out.println("Errore nella navigazione del ResultSet");}} closeconnection();} 47

48 Libreria: implementazione di aggiornacopie public void aggiornacopie(string ISBN,String lib,int copie) { createconnection(); // ricavo il codice libreria String stmt= "SELECT Cod Libreria i "+ "FROM Libreria "+ "WHERE Libreria.Nome="+lib; try { ResultSet rs=executequery(stmt); rs.next(); int codlibreria=rs.getint(1); String stmt="update Copie SET Copie = Copie+"+copie+ " WHERE ISBN='"+ISBN+"' AND"+ " Libreria="+codLibreria; if (executeupdate(stmt)==0) // il negozio non aveva nemmeno una copia { // inserisco una riga con il numero di copie stmt="insert INTO Copie ( ISBN, Libreria, Copie ) "+ "VALUES('"+ISBN+"',"+lib+","+copie+")"; int rc=executeupdate(stmt); }} catch(sqlexception e) {System.out.println("Errore nella navigazione del ResultSet");} closeconnection();} 48

49 Un esempio di uso della classe Libreria import java.sql.*; import java.io.*;import java.util.*; import Libreria; import Libro; import Autore; class provajdbc{ public static void main(string args[]) throws Exception { Libreria l=new Libreria("libreria","libreria","libreria"); System.out.println(" prima dell inserimento "); Collection c=l.ricercapergenere("romanzo"); Iterator i = c.iterator(); while (i.hasnext()) { Libro libro = (Libro)i.next(); System.out.println(libro.getTitolo()+" "+ libro.getisbn()); } Autore autore=new Autore(); autore.setcognome("pennac"); autore.setnome("daniel"); autore.setannodinascita(1944); autore.setluogodinascita("casablanca"); 49

50 Un esempio di uso della classe Libreria Libro lib=new Libro(); lib.setisbn(" "); lib.settitolo("signor Malaussene"); lib.seteditore("feltrinelli"); lib.setanno(1995); lib.setgenere("romanzo"); lib.setprezzo(20.000); lib.setautore(autore) ; l.inseriscilibro(lib); System.out.println(" dopo l inserimento "); c=l.ricercapergenere("romanzo"); Iterator i = c.iterator(); while (i.hasnext()) { Libro libro = (Libro)i.next(); System.out.println(libro.getTitolo()+" "+ libro.getisbn()); } } } 50

51 Esecuzione di provajdbc C:\jdk1.3.1_03>java provajdbc prima dell'inserimento Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta Lila Moby Dick Knulp X Amicizia dopo l'inserimento Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta Lila Moby Dick Knulp X Amicizia Signor Malaussene C:\jdk1.3.1_03> 51

52 Impostazione della fonte dati "libreria" 1) Add di una nuova fonte dati dal Data Source Administrator 52

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org 1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org In questo tutorial studiamo come sfruttare la tecnologia EJB, Enterprise JavaBean, all interno del SAP Netweaver Portal. In breve, EJB è un

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java Riassunto Rassegna API - 1 Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro/ mizzaro@uniud.it Programmazione, lezione 17 3 maggio 2015! Programmazione

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Il linguaggio SQL: transazioni

Il linguaggio SQL: transazioni Il linguaggio SQL: transazioni Sistemi Informativi T Versione elettronica: 4.8.SQL.transazioni.pdf Cos è una transazione? Una transazione è un unità logica di elaborazione che corrisponde a una serie di

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); }

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); } import java.util.*; class coda * Questa classe contiene tutti i metodi per la gestione della coda * @author D'Ambrosio Giovanni Classe 4D I.T.I.S. Grottaminarda * @version 26/02/2010 * VETTORE DINAMICO

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Programmazione di rete in Java

Programmazione di rete in Java Programmazione di rete in Java Reti di calcolatori Una rete di calcolatori è un sistema che permette la condivisione di dati informativi e risorse (sia hardware sia software) tra diversi calcolatori. Lo

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java] Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I Programmazione a Oggetti Lezione 3 Il linguaggio Java: aspetti generali e definizione di classi I Sommario Storia e Motivazioni Definizione di Classi Campi e Metodi Istanziazione di oggetti Introduzione

Dettagli

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case Università degli Studi di Roma La Sapienza Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Sede di Latina Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Consorzio Nettuno La fase di realizzazione si occupa

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli

MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI. Luca Carnini. Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in

MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI. Luca Carnini. Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI di Luca Carnini Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in Ingegneria informatica Politecnico di Milano sede

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1 Networking Java permette comunicazioni in rete basate sul concetto di socket, che permette di vedere la comunicazione in termini di flusso (stream), in modo analogo all input-output di file, usando Stream

Dettagli

Classi ed Oggetti in JAVA

Classi ed Oggetti in JAVA Classi ed Oggetti in JAVA Dott. Ing. Leonardo Rigutini Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Siena Via Roma 56 53100 SIENA Uff. 0577233606 rigutini@dii.unisi.it www.dii.unisi.it/~rigutini/

Dettagli

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final romina.eramo@univaq.it http://www.di.univaq.it/romina.eramo/tlp Roadmap Definire una classe» Variabili membro» Metodi La parola chiave

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Finestra.java. static String nomicolonne[] = {"ind.","cognome","nome","telefono","e-mail"}; //nomi delle colonne della tabella

Finestra.java. static String nomicolonne[] = {ind.,cognome,nome,telefono,e-mail}; //nomi delle colonne della tabella import java.awt.*; import java.awt.event.actionevent; import java.awt.event.actionlistener; import java.awt.event.windowevent; import java.awt.event.windowlistener; import java.io.*; import java.util.*;

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

Sistem Design Document (SDD) Franchising viruale

Sistem Design Document (SDD) Franchising viruale Sistem Design Document (SDD) Franchising viruale 1- Introduzione 1.1- Scopo del sistema Lo scopo del sistema è quello di progettare un franchising virtuale operante nel settore della distribuzione degli

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Corso di Programmazione ad Oggetti

Corso di Programmazione ad Oggetti Corso di Programmazione ad Oggetti Introduzione alla programmazione ad oggetti a.a. 2008/2009 Claudio De Stefano 1 La programmazione modulare Un programma può essere visto come un insieme di moduli che

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Cos è un JavaBean. Java. Componenti software

Cos è un JavaBean. Java. Componenti software Java java beans e programmazione visuale G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Cos è un JavaBean Un JavaBean (o semplicemente Bean) è un componente software riusabile Analogia con i componenti elettronici I

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Il linguaggio Java. Concetti base. I packages

Il linguaggio Java. Concetti base. I packages Il linguaggio Java I packages Concetti base Un package è una collezione di classi ed interfacce correlate che fornisce uno spazio dei nomi ed un controllo sugli accessi Un package facilita il reperimento

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di implementazione ed

Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di implementazione ed Capitolato Tecnico Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di implementazione ed evoluzione del sistema informativo dell Autorità, consulenza specialistica, gestione e monitoraggio del sistema

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

Dal modello concettuale al modello logico

Dal modello concettuale al modello logico Dal modello concettuale al modello logico Traduzione dal modello Entita - Associazione al modello Relazionale Ciclo di sviluppo di una base di dati (da parte dell utente) Analisi dello scenario Modello

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

esercizi Esercizi / problemi

esercizi Esercizi / problemi Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): esercizi 1 Esercizi / problemi 1. Creare un applicazione che calcoli la media aritmetica dei seguenti valori interi: 35, 117, 23 e ne visualizzi il

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

Fondamenti di Informatica. Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java

Fondamenti di Informatica. Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java Fondamenti di Informatica Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java Array in Java - creazione La creazione fa una inizializzazione implicita: num = new int[10]; con valore 0 per int e double,

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence Breve panoramica sulla Business Intelligence con software Open Source Roberto Marchetto, 14 Gennaio 2009 L'articolo ed eventuali commenti sono disponibili su www.robertomarchetto.com (Introduzione) Il

Dettagli

EMC Documentum xcp for Business Process Management

EMC Documentum xcp for Business Process Management Analisi dettagliata Abstract Oggi le aziende devono affrontare una sfida comune: ottimizzare i processi di business e la loro efficienza operativa. Per vincere questa sfida, EMC Documentum xcelerated Composition

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli