INDICE SOMMARIO. Premessa... Collaboratori... PARTE PRIMA I REATI PREVISTI DAL CODICE PENALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE SOMMARIO. Premessa... Collaboratori... PARTE PRIMA I REATI PREVISTI DAL CODICE PENALE"

Transcript

1 XI Premessa... Collaboratori... VII IX PARTE PRIMA I REATI PREVISTI DAL CODICE PENALE CAPITOLO I I NUOVI REATI IN MATERIA DI TERRORISMO INTERNAZIONALE (ARTT. 270-BIS-270-SEXIES) 1. Premessa Alla ricerca di una corretta definizione di «terrorismo internazionale» La nozione di terrorismo internazionale: le più recenti posizioni della giurisprudenza sulla questione La natura del reato del 270-bis: un reato di pericolo solo presunto? Gli elementi costitutivi del reato di cui all articolo 270-bis: l elemento oggettivo del reato Segue: l elemento soggettivo del reato Il concorso eventuale nell art. 270-bis: è possibile un concorso esterno in associazione terroristica? CAPITOLO II L ASSOCIAZIONE A DELINQUERE DI STAMPO MAFIOSO (ART. 416-BIS) E LO SCAMBIO ELETTORALE POLITICO MAFIOSO (ART. 416-TER) 1. Premessa Gli elementi costitutivi del delitto di associazione a delinquere di stampo mafioso Concorso esterno in mafia. Origine del problema e configurabilità dell ipotesi Le pronunce delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione in merito al concorso esterno nel 416-bis c.p Il reato di scambio elettorale politico mafioso ex art. 416-ter c.p Un rapporto di particolare rilievo: art. 416-ter e concorso esterno in mafia Sulla configurabilità del favoreggiamento nel reato permanente del 416- bis c.p Segue: rapporti tra 416-bis, concorso esterno e favoreggiamento aggravato... 33

2 XII 6. Reato associativo e responsabilità degli associati nei reati fine Segue: La responsabilità dei vertici Segue: La questione della continuità tra reato associativo e reati fine CAPITOLO III I DELITTI CONTRO LA FEDE PUBBLICA E LE FALSITAv IN ATTI 1. Premessa La rilevanza penale del falso: falso grossolano, falso innocuo, falso inutile Caratteri generali del falso documentale: interesse giuridico tutelato ed oggetto materiale della condotta tipica. La nozione di «documento falso» L elemento soggettivo del reato: il dolo nei reati di falso Falsità materiali e falsità ideologiche: considerazioni preliminari Il falso materiale Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici Segue. I casi di falsi ideologici più significativi: quando l atto pubblico falsificato ha valore dispositivo Segue: Ancora sulla falsità ideologica in atti dispositivi: il diploma di laurea falso. Cassazione, Sez. Un., 3 febbraio 1995, n Il falso ideologico del dipendente pubblico in ordine a false attestazioni nel cartellino marcatempo. La soluzione proposta da Cassazione, Sez. Un., 11 aprile 2006, n Il falso ideologico del difensore che verbalizza in modo incompleto o infedele le dichiarazioni di persone informate dei fatti. La soluzione proposta da Cassazione, Sez. Un. 27 giugno 2006, n Segue: Critiche alla decisione delle Sezioni Unite Un ipotesi di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici. Falso per omissione Falso ideologico del notaio per attestazione di certezza di identità personale basata su documento di identità. Il c.d. falso implicito Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.): considerazioni preliminari Segue: La questione della rilevanza probatoria dell atto falso. Da dove dedurla? Ancora un ipotesi applicativa del reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. Falsa denuncia di smarrimento della patente di guida. Tribunale Catania, 16 febbraio Ulteriori applicazioni specifiche dell art. 483 c.p Rapporti tra l art. 483 e il combinato disposto degli artt. 48 e 479 c.p.: è configurabile un concorso di reati? Falsità in scrittura privata (art. 485 c.p.) Uso di atto falso (art. 489 c.p.)... 92

3 XIII CAPITOLO IV LA TUTELA PENALE DEL SENTIMENTO RELIGIOSO 1. Premessa L evoluzione dei reati in materia di religione: dalla originaria impostazione del codice Rocco ad oggi La Corte costituzionale di fronte alle norme sulla tutela del sentimento religioso e le novità introdotte nel I reati di vilipendio Offese a una confessione religiosa mediante vilipendio di persone Offese a una confessione religiosa mediante vilipendio o danneggiamento di cose Il turbamento di funzioni religiose Prospettive de iure condendo CAPITOLO V I DELITTI CONTRO LA P.A.: LE NOZIONI PENALMENTE RILEVANTI DI PUBBLICO UFFICIALE E INCARICATO PUBBLICO SERVIZIO 1. Premessa Le diverse tesi sulla distinzione (interna) tra pubblica funzione e pubblico servizio e (esterna) tra pubblici agenti e privati prima della riforma del Segue: In particolare sul servizio pubblico: il dibattito della dottrina amministrativistica Le novità introdotte dalla riforma del 1990 agli artt. 357 e 358 c.p La nozione di pubblico ufficiale di cui all art. 357 c.p La delimitazione esterna della pubblica funzione La delimitazione interna della pubblica funzione Il funzionario di fatto Le diverse categorie di pubblico ufficiale che emergono dalla casistica giurisprudenziale Segue: Un esempio di pubblico ufficiale titolare di un funzione giudiziaria: la figura dell avvocato nella sentenza delle Sezioni Unite Penali, 28 settembre 2006, n Segue: Un esempio di pubblico ufficiale titolare della funzione amministrativa. L operatore bancario La nozione di incaricato di pubblico servizio dell art. 358 c.p Le diverse categorie di incaricato di pubblico servizio che emergono dalla casistica giurisprudenziale CAPITOLO VI I CONTROVERSI RAPPORTI TRA L ART. 316-TER C.P. E L ART. 640-BIS C.P. 1. Una questione preliminare: la funzione dell articolo 640-bis (truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche) rispetto a quella dell art. 640 c.p. (truffa semplice)

4 XIV 2. La genesi della questione di coordinamento tra gli articoli 316-ter e 640- bis c.p I labili confini tra le fattispecie degli articoli 316-ter c.p. e 640-bis c.p.: due possibili impostazioni della loro relazione La definizione della questione controversa da parte delle Sezioni Unite: tra 316-ter e 640-bis esiste una relazione di sussidiarietà Segue: Le Sezioni Unite sul rapporto tra 316-bis e le ipotesi di truffa o di indebita percezione di erogazioni pubbliche (artt. 640 comma 2º, n. 1; 640-bis e 316-ter c.p.) L articolo 316-ter nel contesto dei principi costituzionali e comunitari Segue: Ulteriori considerazioni circa le ragioni comunitarie del 316- ter c.p CAPITOLO VII L ABUSO D UFFICIO 1. La genesi e l attuale struttura dell art. 323 c.p La condotta in violazione di norme di legge o regolamento La condotta in violazione del dovere di astensione L evento: ingiusto vantaggio patrimoniale e danno ingiusto L elemento soggettivo: il dolo intenzionale Concorso di persone e rapporto con altri reati CAPITOLO VIII IL DELITTO DI CONCUSSIONE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA CONCUSSIONE AMBIENTALE E AI CRITERI DISTINTIVI RISPETTO ALLA CORRUZIONE 1. La concussione dopo la riforma del Gli elementi strutturali della fattispecie di concussione: interesse giuridico, soggetto attivo e passivo del reato Segue: I requisiti del soggetto agente messi in luce dalla giurisprudenza più recente I caratteri del fatto tipico: l abuso di qualità o di poteri da parte del pubblico ufficiale (o incaricato di pubblico servizio) Il metus rei publicae potestatis: quale ruolo all interno della fattispecie? La condotta tipica di costrizione o induzione della vittima alla promessa o dazione successiva L eventus damni: la dazione o promessa di denaro o altra utilità Segue: L oggetto e le modalità della promessa o dazione L elemento soggettivo nel delitto di concussione Concussione ambientale Rapporti con altre figure di reato: corruzione e truffa aggravata

5 XV CAPITOLO IX PROFILI PROBLEMATICI DEI DELITTI DI PECULATO E PECULATO D USO 1. Il bene giuridico I soggetti I presupposti della condotta e l oggetto materiale Il possesso o la disponibilità Segue: la ragione dell ufficio o del servizio Segue: l altruità del denaro o della cosa mobile Segue: l oggetto materiale La condotta penalmente rilevante: l appropriazione Segue la palingenesi della distrazione Consumazione e tentativo L elemento soggettivo Circostanze e rapporti con altri reati Peculato d uso e furto d uso: analogie e differenze I rapporti tra peculato d uso e peculato comune: circostanza attenuante o fattispecie autonoma? Uso momentaneo, uso differito e uso prolungato L oggetto materiale Un caso paradigmatico: l uso del telefono d ufficio per fini privati L elemento soggettivo Sulla configurabilità del tentativo di peculato d uso CAPITOLO X LA CONFISCA PER EQUIVALENTE EX ART, 640-QUATER C.P. 1. Inquadramento della questione giuridica Un primo orientamento: il rinvio disposto dall articolo 640-quater del codice penale è solo al primo comma dell art. 322-ter del codice penale Un secondo orientamento: il rinvio disposto dall articolo 640-quater del codice penale è all intero ariticolo 322-ter del codice penale Le Sezioni Unite del 2007 condividono il secondo orientamento Conclusioni CAPITOLO XI PROFILI PROBLEMATICI IN TEMA DI MILLANTATO CREDITO 1. Il bene giuridico tutelato dalla norma sul millantato credito: le diverse opzioni della dottrina e le soluzioni «costituzionalmente orientate» La posizione del c.d. compratore di fumo: una questione difficile da districare La condotta tipica nella fattispecie di millantato credito

6 XVI 4. L elemento soggettivo nella fattispecie di millantato credito Concorso di norme e concorso di reati. Le possibili relazioni con altre figure criminose CAPITOLO XII I DELITTI DI FAVOREGGIAMENTO PERSONALE E REALE 1. Premessa Il favoreggiamento nel codice del 1930: la distinzione tra favoreggiamento reale e personale I presupposti del favoreggiamento La mancata compartecipazione nel reato presupposto Il presupposto positivo del favoreggiamento: la previa commissione di un reato Favoreggiamento e reato permanente Favoreggiamento personale: struttura e caratteri Cenni preliminari Autofavoreggiamento: forme e ammissibilità Favoreggiamento personale: elementi costitutivi Favoreggiamento mediante omissione: configurabilità Favoreggiamento personale: ipotesi applicative La condotta dell avvocato può integrare una ipotesi di favoreggiamento personale? Un ipotesi applicativa peculiare: il favoreggiamento del sacerdote Favoreggiamento e prestazioni mediche Favoreggiamento reale Analisi strutturale CAPITOLO XIII LA RITRATTAZIONE 1. La natura giuridica e la ratio della esclusione di punibilità nell ipotesi di ritrattazione (art. 376 c.p.) Le caratteristiche generali Questioni di legittimità costituzionale intorno all art. 376 c.p Il rapporto tra ritrattazione e responsabilità penale per favoreggiamento personale L applicazione della esclusione di punibilità nell ipotesi della ritrattazione che provenga da uno dei concorrenti nel medesimo reato Una causa di esclusione della punibilità molto discussa: l articolo 384 c.p CAPITOLO XIV I REATI CONTRO LA FAMIGLIA 1. Premessa Violazione degli obblighi di assistenza familiare

7 XVII 3. L abuso dei mezzi di correzione o disciplina Gli elementi costitutivi del reato di abuso I maltrattamenti in famiglia o verso i fanciulli Alcune questioni giurisprudenziali in merito al reato di maltrattamenti Sottrazione consensuale di minorenne Sottrazione di persona incapace Rapporti con altri reati CAPITOLO XV I DELITTI CONTRO LA PERSONALITAv INDIVIDUALE 1. Premessa: dalla originaria collocazione nel codice del 1930 alla attuale configurazione dei delitti contro la personalità individuale Il reato di riduzione o mantenimento in stato di schiavitù o servitù ex art. 600 c.p La tratta di persone nel testo dell articolo 601 c.p L acquisto o alienzazione di schiavi ex art. 602 c.p I delitti contro l integrità psico-fisica del minore La prostituzione minorile (art. 600-bis c.p.) La pornografia minorile (art. 600-ter c.p.): cenni introduttivi sulla ratio di questa incriminazione Qualche osservazione sulla condotta tipica di «utilizzazione» di minori, introdotta nel 2006 in luogo dello «sfruttamento» della precedente formulazione Le ipotesi di reato contemplate dai commi successivi al primo del 600-ter: commi 2 o,3 o,4 o e5 o La recentissima ricostruzione «a tutto campo» da parte della Suprema Corte della fattispecie prevista dal 600-ter c.p La detenzione di materiale pornografico (art. 600-quater c.p.) Le iniziative turistiche volte allo sfruttamento della prostituzione minorile (art. 600-quinquies c.p.) CAPITOLO XVI I DELITTI DI VIOLENZA SESSUALE Premessa Gli elementi costitutivi della nuova violenza sessuale: un breve riepilogo Le diverse posizioni della giurisprudenza in merito al concetto di «atto sessuale» Una questione molto dibattuta: il «bacio» può integrare atto di violenza sessuale? La violenza sessuale per costrizione: violenza, minaccia, abuso di autorità La violenza sessuale per induzione, per abuso delle condizioni di inferiorità fisica o psichica della persona offesa o mediante inganno

8 XVIII 5. La circostanza attenuante di cui al terzo comma: i casi di minore gravità La rilevanza scusante dell errore sull età del partner: la posizione della Corte costituzionale sulla questione dei reati sessuali contro i minori Il tentativo nella violenza sessuale: presupposti e limiti della sua ammissibilità Concorso del 609-bis c.p. con altri reati Questioni di diritto intertemporale La violenza sessuale di gruppo: considerazioni preliminari su questa nuova fattispecie Gli elementi costitutivi della violenza sessuale di gruppo Ulteriori precisazioni sui concetti di «più persone riunite», di «partecipazione» e sul dolo nella violenza sessuale di gruppo Le circostanze di reato previste dall art. 609-octies c.p Concorso di reati Questioni di diritto intertemporale CAPITOLO XVII I DELITTI CONTRO IL PATRIMONIO Premessa Un terreno di scontro fra «pancivilisti» ed «autonomisti»: il rapporto fra furto ed appropriazione indebita Ancora sul significato del possesso nel nostro ordinamento penale. Momento consumativo e tentativo di furto L impossessamento come condotta tipica del furto in relazione ad altri tipi di illecito: il rapporto tra prelievo abusivo di acque pubbliche e furto aggravato Un esempio di furto aggravato dall uso del mezzo fraudolento: il furto nei supermercati Segue: Le conclusioni più recenti della giurisprudenza di legittimità in merito al momento consumativo del furto Il furto in abitazione ed il furto con strappo (art. 624-bis c.p.): considerazioni preliminari sulla struttura Ancora sulla natura «autonoma» del delitto descritto dal nuovo art. 624-bis c.p.: la parola alla Corte di Cassazione Il furto in abitazione Il furto con strappo: la definizione della «direzione» della violenza per la distinzione dall ipotesi di rapina Il delitto di rapina (art. 628 c.p.): caratteri generali La rapina impropria Consumazione e tentativo nella rapina impropria Il delitto di truffa: considerazioni generali La struttura della fattispecie dell art. 640 c.p: gli artifici o raggiri al centro della condotta incriminata L eventus damni nella truffa: la induzione in errore della vittima Un ipotesi particolare molto discussa di truffa: la truffa processuale

9 XIX 4.4. La costruzione dell illecito del 640 c.p.: indicazioni ulteriori intorno al nesso causale, al danno ed all ingiusto profitto del reato Il momento consumativo del delitto di truffa: le diverse tesi sul punto Alcune specie particolari di truffa I rapporti fra la truffa e gli altri reati Il concorso tra truffa e reati di falso e truffa e frode fiscale La distinzione tra truffa e furto aggravato dall uso del mezzo fraudolento: una questione strettamente interpretativa ed applicativa L ipotesi di truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche dell art. 640-bis c.p.: circostanze della sua introduzione e natura giuridica dell illecito La descrizione del delitto di truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche: elementi strutturali La responsabilità degli enti per il delitto di cui al 640-bis: la parola alla Corte di Cassazione Il delitto di usura: brevi cenni alle modifiche legislative che esso ha subito Gli elementi strutturali del delitto di usura Il momento consumativo del reato e la configurabilità del tentativo La disciplina della prescrizione del reato di usura: note all art. 644-ter c.p I rapporti tra il delitto di usura e la valutazione in sede civile del contratto usurario La punibilità della cd. «usura sopravvenuta» dopo la riforma del Un altra questione di diritto intertemporale: la rilevanza penale della cd «usura impropria» dopo l abrogazione del 644-bis con la riforma del Il delitto di ricettazione: profili generali inerenti alla struttura Segue: I rapporti tra la ricettazione ed il reato presupposto La struttura della fattispecie di cui all art. 648 c.p.: l elemento oggettivo del reato Ancora sulla struttura della ricettazione: l elemento soggettivo del reato Consumazione e tentativo di ricettazione. L attenuante di particolare tenuità I rapporti fra la ricettazione e le figure di reato affini. In particolare: l incauto acquisto Segue: Il concorso tra ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi di cui all art. 474 c.p Il rapporto tra il delitto di ricettazione e l art. 171-ter legge 22 aprile 1941 n Segue: Un caso particolare: quando oggetto materiale del reato è un software abusivo I rapporti tra il reato di ricettazione e l art. 12 d.l. 3 maggio 1991 n. 143 (legge 5 luglio 1991 n. 197) Il reato di riciclaggio. Nozione e interesse tutelato I requisiti strutturali del delitto di riciclaggio La distinzione tra riciclaggio e ricettazione

10 XX Segue: Un applicazione pratica dei principi generali: la sostituzione della targa di circolazione costituisce ricettazione o riciclaggio? L art. 648-ter c.p.: il reimpiego di denaro o altra utilità proveniente da delitto PARTE SECONDA I REATI PREVISTI DALLE LEGGI COMPLEMENTARI CAPITOLO XVIII I NUOVI REATI SOCIETARI Premessa La collocazione della materia dei reati societari Patrimonializzazione e privatizzazione della tutela I soggetti attivi dei reati societari: le qualifiche soggettive e le funzioni di fatto Il trattamento sanzionatorio previsto per i reati societari La circostanza attenuante comune dell art c.c.: l offesa di particolare tenuità La tutela della trasparenza societaria nella disciplina previgente Il nuovo reato di false comunicazioni sociali I caratteri delle nuove false comunicazioni sociali: il bene giuridico tutelato L oggetto materiale del reato I soggetti attivi Le condotte tipiche L idoneità ingannatoria Il danno nell ipotesi delittuosa Le soglie quantitative per la punibilità dei reati societari L elemento soggettivo del reato Questioni di diritto intertemporale con riguardo alle false comunicazioni sociali La tutela penale del patrimonio sociale. L art c.c.: «infedeltà patrimoniale»: premessa I possibili modelli di tutela Il conflitto d interessi: presupposto oggettivo del reato di cui al 2634 c.c Il fatto tipico di infedeltà patrimoniale di cui all art c.c La condotta incriminata L evento L elemento soggettivo La clausola di esenzione per i gruppi di società La procedibilità a querela Questioni di diritto intertemporale

11 XXI 10. La tutela penale contro le frodi. In particolare, il reato di aggiotaggio di cui all art c.c.: premessa Le condotte tipiche dell aggiotaggio Gli eventi di pericolo e l idoneità offensiva L elemento soggettivo CAPITOLO XIX I REATI FALLIMENTARI: LA BANCAROTTA 1. I Reati fallimentari: la bancarotta Inquadramento e classificazioni La sentenza dichiarativa di fallimento: natura e caratteri La bancarotta fraudolenta La bancarotta fraudolenta patrimoniale La bancarotta fraudolenta documentale la bancarotta c.d. preferenziale Il concorso di persone nel reato di bancarotta. questioni applicative La bancarotta c.d. impropria il concorso mediante omissione La responsabilità penale ex art. 223 L.F. dell amministratore di fatto CAPITOLO XX ABUSO DI INFORMAZIONI PRIVILEGIATE E MANIPOLAZIONE DEL MERCATO 1. Il mercato finanziario: un «valore» da tutelare L abuso di informazioni privilegiate (insider trading) L evoluzione normativa La ratio normativa e la problematica individuazione del bene giuridico tutelato La categoria dei soggetti punibili La condotta di abuso di informazioni privilegiate Lo sfruttamento di informazioni privilegiate La comunicazione a terzi di informazioni privilegiate (tipping) La raccomandazione o l induzione a compiere le operazioni sub a) (tuyautage) L insider da reato La definizione di «informazione privilegiata» Il carattere «preciso» dell informazione Il carattere «non pubblico»dell informazione Il carattere price sensitive dell informazione La nozione di strumento finanziario Il regime sanzionatorio Profili problematici connessi a successioni normative La manipolazione del mercato Il quadro normativo La ratio normativa e la problematica individuazione del bene giuridico tutelato (parziale rinvio) I soggetti attivi La condotta di manipolazione del mercato

12 XXII La diffusione di notizie false La realizzazione di operazioni simulate Gli «artifizi» La price sensitivity e la natura del reato Il regime sanzionatorio Profili problematici connessi a successioni di norme Il doppio binario punitivo Il rapporto tra il reato e l illecito di manipolazione del mercato in una recente sentenza della Cassazione La responsabilità degli enti Il rapporto tra procedimento penale, procedimento amministrativo e giudizio di opposizione I poteri della Consob Il procedimento sanzionatorio Consob La Consob come parte civile CAPITOLO XXI I REATI TRIBUTARI Premessa Cenni storici sul cd. «diritto penale tributario» Il bene giuridico protetto dalla disciplina dei reati tributari introdotta nel I caratteri del d.lgs. 10 marzo 2000, n La disciplina dell errore sul precetto, determinato da «obiettiva incertezza» (art. 15) La disciplina del tentativo Concorso di persone nei casi di omissione o utilizzazione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti I delitti in materia di dichiarazione Dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti (art. 2) Il dibattito sulla rilevanza penale delle operazioni inesistenti solo a livello giuridico e la natura della falsità penalmente rilevante La condotta tipica del delitto di dichiarazione fraudolenta L elemento soggettivo del reato Le questioni di diritto intertemporale concernenti questa fattispecie Ulteriori conferme, nella giurisprudenza successiva, della avvenuta abrogazione della disciplina previgente, e considerazioni conclusive sulla questione I rapporti fra delitto di dichiarazione fraudolenta ed altri reati Dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici (art. 3) Il delitto di dichiarazione infedele (art. 4) Gli elementi strutturali del reato di dichiarazione infedele ed il confronto con la disciplina previgente

13 XXIII 9.2. L elemento soggettivo del reato: ancora un confronto con le disposizioni previgenti in materia Problemi applicativi connesso alla novità della rilevanza penale delle dichiarazioni mendaci o stime CAPITOLO XXII I REATI URBANISTICI 1. Premessa Caratteri generali dei reati urbanistici: natura dell illecito e interesse protetto. La tesi formalistica e quella sostanzialistica sulla questione La recente riaffermazione della tesi sostanzialistica da parte delle Sezioni Unite La vera natura dei reati edilizi: propri o comuni? Segue: l individuazione della committenza occulta e il problema della responsabilità del proprietario L elemento psicologico nei reati edilizi Le cause di non punibilità dei reati edilizi La natura permanente dei reati edilizi e inconfigurabilità del tentativo La lottizzazione abusiva: natura e finalità della lottizzazione nella legge urbanistica n del Le forme della condotta di lottizzazione abusiva: quadro di sintesi La lottizzazione materiale senza autorizzazione La lottizzazione materiale realizzata in totale difformità dall autorizzazione La lottizzazione materiale attuata in contrasto con previsioni di zonizzazione e/o localizzazione La lottizzazione materiale realizzata in forza di un provvedimento amministrativo illegittimo La ratio sottesa alla punizione del reato di lottizzazione abusiva secondo le Sezioni Unite del La lottizzazione negoziale L elemento psicologico nel reato di lottizzazione abusiva Altri profili significativi del reato di lottizzazione abusiva: la natura permanente, la prescrizione del reato e l ipotesi di più soggetti concorrenti nel medesimo reato Segue: La posizione degli acquirenti dei singoli lotti nella giurisprudenza più recente Segue: La posizione del notaio

CORSO DI MAGISTRATURA. Le lezioni di Roberto GAROFOLI

CORSO DI MAGISTRATURA. Le lezioni di Roberto GAROFOLI CORSO DI MAGISTRATURA Le lezioni di Roberto GAROFOLI Roberto GAROFOLI DIRITTO PENALE Parte generale e speciale Volume quinto SOMMARIO PARTE II IL REATO CAPITOLO VI LE CIRCOSTANZE DEL REATO 751 1. Le circostanze

Dettagli

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 CAPITOLO PRIMO L ELEMENTO OGGETTIVO

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 CAPITOLO PRIMO L ELEMENTO OGGETTIVO pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 TESTI LEGISLATIVI... 9 BIBLIOGRAFIA... 13 AVVERTENZA... 19 CASISTICA... 21 CAPITOLO PRIMO L ELEMENTO OGGETTIVO 1. Gli artifici e raggiri... 23 1.1. In

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI 50 PARERI PENALE SU CASI ESAMINATI DALLA CASSAZIONE NEGLI ULTIMI ANNI con la collaborazione di Giovanna MANCA Mariangela CALÒ SOMMARIO Premessa V PARTE GENERALE

Dettagli

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00 IL PROGRAMMA 2016 MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00 Il diritto penale dell impresa nell evoluzione legislativa e giurisprudenziale: le norme e

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte I LINEAMENTI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA di Adelmo Manna INTRODUZIONE AL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA. ... Pag.

INDICE SOMMARIO. Parte I LINEAMENTI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA di Adelmo Manna INTRODUZIONE AL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA. ... Pag. Parte I LINEAMENTI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA di Adelmo Manna INTRODUZIONE AL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA... Pag. 3 Capitolo I I BENI GIURIDICI TUTELATI 1. I beni giuridici di rilievo costituzionale...

Dettagli

La collana SISTEMA GAROFOLI comprende: DIRITTO CIVILE Volume I Teorico Volume II Pratico Volume III Giurisprudenziale

La collana SISTEMA GAROFOLI comprende: DIRITTO CIVILE Volume I Teorico Volume II Pratico Volume III Giurisprudenziale SISTEMA GAROFOLI La collana SISTEMA GAROFOLI comprende: DIRITTO CIVILE Volume I Teorico Volume II Pratico Volume III Giurisprudenziale DIRITTO PENALE Volume I Teorico Volume II Pratico Volume III Giurisprudenziale

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto Garofoli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto Garofoli SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto Garofoli Fabio BASILE PARERI DI SOMMARIO QUESTIONE I Concorso c.d. anomalo di persone (art. 116 c.p.) 1 QUESTIONE II Causalità e colpa nelle malattie da esposizione

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I FALSO E OFFENSIVITÀ

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I FALSO E OFFENSIVITÀ INDICE SOMMARIO L attribuzione dell opera, pur se unitariamente concepita dai due Autori, va così ripartita: A. Larussa, capitoli I, IV (paragrafi da 1 a 6), VI, VII, formule; A. Cisterna, capitoli II,

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2013 di Roberto GAROFOLI 50 PARERI PENALE SU CASI ESAMINATI DALLA CASSAZIONE NEGLI ULTIMI ANNI con la collaborazione di LUANA BENNETTI MARIANGELA CALÒ ALESSANDRO CARRA VINCENZA RAGANATO

Dettagli

I Compendi Superiori. diretti da Roberto GAROFOLI

I Compendi Superiori. diretti da Roberto GAROFOLI I Compendi Superiori diretti da Roberto GAROFOLI propone: I COMPENDI SUPERIORI : DIRITTO CIVILE DIRITTO PENALE PARTE GENERALE DIRITTO PENALE PARTE SPECIALE DIRITTO AMMINISTRATIVO Roberto GAROFOLI DIRITTO

Dettagli

pag. ABBREVIAZIONI... SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 GIURISPRUDENZA E DOTTRINA... 15 CAPITOLO PRIMO

pag. ABBREVIAZIONI... SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 GIURISPRUDENZA E DOTTRINA... 15 CAPITOLO PRIMO pag. ABBREVIAZIONI... XIX SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 GIURISPRUDENZA E DOTTRINA......................... 15 CAPITOLO PRIMO I DELITTI IN MATERIA DI DICHIARAZIONE: ELEMENTI COMUNI 1. I

Dettagli

Indice XIII. Introduzione

Indice XIII. Introduzione Indice Introduzione XIII 1 L evasionefiscaleel usodellostrumentopenalepercontrastarla 1 1.1 Il fenomeno dell evasione 2 1.1.1 Le frodi fiscali 6 1.1.2 Alcuni dati sull evasione 11 1.2 Il ricorso allo strumento

Dettagli

Parte I Il delitto di rapina

Parte I Il delitto di rapina INDICE SOMMARIO Capitolo I Premessa... pag. 1 1.1. Elementi comuni alle fattispecie in esame...» 2 1.2. Nozione di patrimonio...» 4 1.3. Altruità della cosa e del danno...» 7 1.4. Profitto e danno...»

Dettagli

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 TESTI LEGISLATIVI... 11 1. Legge 25 giugno 1999, n. 205 (Delega al Governo per la depenalizzazione dei reati minori e modifiche al sistema penale e tributario):

Dettagli

Sommario. I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9

Sommario. I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9 I. Il reato di riciclaggio e le misure antiriciclaggio pag. 9 1. Le norme antiriciclaggio previste dal decreto legislativo n. 231 del 21 novembre 2007: applicabilità al nuovo reato di autoriciclaggio pag.

Dettagli

APPENDICE 1. Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto);

APPENDICE 1. Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto); APPENDICE 1 REATI ED ILLECITI (Generale)* I II Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto); Reati informatici e trattamento illecito di dati (art. 24 bis del

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XV PARTE PRIMA LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO CAPITOLO 1 LA REPRESSIONE DEGLI ILLECITI PENALI TRI- BUTARI 1. L illecito tributario...

Dettagli

Meda Pharma SpA Modello di Organizzazione Gestione e Controllo - Allegato A Documento di mappatura dei processi sensibili

Meda Pharma SpA Modello di Organizzazione Gestione e Controllo - Allegato A Documento di mappatura dei processi sensibili Meda Pharma SpA - Allegato A al Modello Organizzativo Reato non rilevante Reato rilevante Articolo D.Lgs Fattispecie iilecito amministrativo Anno introduzione Reato Articolo 23 D. Lgs. Inosservanza delle

Dettagli

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S 35131 PADOVA - Piazzale Stazione n. 6 - tel. 049.8759866-049.654879 - fax 049.8753348 C.F./P.IVA 04351050283 avvocati@studiolegaletosello.it

Dettagli

Prefazione alla quinta edizione

Prefazione alla quinta edizione Prefazione alla quinta edizione Il manuale Diritto penale. Lineamenti di parte speciale è giunto alla quinta edizione, appena in tempo per festeggiare l ottantesimo compleanno del codice Rocco: un codice

Dettagli

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001:

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001: MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 ADECCO ITALIA S.P.A. - ELENCO DEI REATI 231 - Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I LE TIPOLOGIE DI RAPPORTI TRA REATO E CONTRATTO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I LE TIPOLOGIE DI RAPPORTI TRA REATO E CONTRATTO INDICE SOMMARIO CAPITOLO I LE TIPOLOGIE DI RAPPORTI TRA REATO E CONTRATTO 1. Considerazione introduttive... 1 2. L evoluzione dottrinale... 9 3. I reati «implicanti» la conclusione di un contratto... 20

Dettagli

CORSO CARTACEO E ON LINE MAGISTRATURA E CONCORSI PUBBLICI di Roberto GAROFOLI

CORSO CARTACEO E ON LINE MAGISTRATURA E CONCORSI PUBBLICI di Roberto GAROFOLI CORSO CARTACEO E ON LINE MAGISTRATURA E CONCORSI PUBBLICI di Roberto GAROFOLI Roberto GAROFOLI CORSO RAGIONATO DI PENALE PER GLI SCRITTI DI MAGISTRATURA Volume I SOMMARIO PARTE I LEGALITÀ ED EFFICACIA

Dettagli

(Artt. 5-quinquies e 5-septies D.L. 167/1990) Avv. Mario Garavoglia

(Artt. 5-quinquies e 5-septies D.L. 167/1990) Avv. Mario Garavoglia (Artt. 5-quinquies e 5-septies D.L. 167/1990) Avv. Mario Garavoglia VOLUNTARY DISCLOSURE (Legge n. 186 del 15 dicembre 2014) Procedura straordinaria di collaborazione volontaria tesa a consentire ai contribuenti

Dettagli

CAPITOLO 1. Legge 15 Dicembre 2014 n. 186

CAPITOLO 1. Legge 15 Dicembre 2014 n. 186 CAPITOLO 1 Legge 15 Dicembre 2014 n. 186 Art 3. Modifica al codice penale in materia di riciclaggio 1. All Art. 648 bis, primo comma, del codice penale, che disciplina il diritto di riciclaggio le parole

Dettagli

INDICE - SOMMARIO PARTE PRIMA. di Caterina Coco CAPITOLO I LE SANZIONI TRIBUTARIE PENALI DALLA LEGGE N. 516 AL D.LGS. N. 74

INDICE - SOMMARIO PARTE PRIMA. di Caterina Coco CAPITOLO I LE SANZIONI TRIBUTARIE PENALI DALLA LEGGE N. 516 AL D.LGS. N. 74 INDICE - SOMMARIO PARTE PRIMA di Caterina Coco CAPITOLO I LE SANZIONI TRIBUTARIE PENALI DALLA LEGGE N. 516 AL D.LGS. N. 74 1. Le violazioni delle norme tributarie fra illeciti patrimoniali e inosservanza

Dettagli

I MEMO-MANUALI Schemi e tavole sinottiche

I MEMO-MANUALI Schemi e tavole sinottiche I MEMO-MANUALI Schemi e tavole sinottiche Roberto GAROFOLI MEMO MANUALE CON SCHEMI E TAVOLE SINOTTICHE DI PENALE II edizione con il coordinamento di Luisa e Maria COLOSIMO INDICE PARTE PRIMA PRINCIPI CAPITOLO

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone)

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) 1. Aspetti

Dettagli

PANDORA LE ULTIMISSIME TRACCE

PANDORA LE ULTIMISSIME TRACCE Roberto GAROFOLI PANDORA LE ULTIMISSIME TRACCE PER IL CONCORSO IN MAGISTRATURA ULTIMISSIME TRACCE DI CIVILE, PENALE E AMMINISTRATIVO AD ALTA PROBABILITÀ CONCORSUALE 2014 SOMMARIO PARTE PRIMA CIVILE SEZIONE

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XIII PARTE PRIMA I CARATTERI DELLA FRODE FISCALE NELL IM- PIANTO NORMATIVO DEL D. LGS. 74/2000 CAPITOLO 1 IL CONCETTO DI FRODE AL FISCO 1. Premessa... 3 2. Concetto e finalità

Dettagli

INDICE CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA

INDICE CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA INDICE Prefazione alla VI edizione................ VII Prefazione alla I edizione................ IX CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1.1. Il concetto di mercato............... 2 1.2.

Dettagli

La legge antiriciclaggio e lo scudo fiscale

La legge antiriciclaggio e lo scudo fiscale S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La legge antiriciclaggio e lo scudo fiscale Inquadramento generale sui reati presupposto I reati per i quali è esclusa la punibilità I reati per i quali non è esclusa la

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte prima LA FRODE FISCALE E RIFORMA PENAL-TRIBUTARIA CAPITOLO I NOZIONE ED EVOLUZIONE DELLA FRODE FISCALE

INDICE SOMMARIO. Parte prima LA FRODE FISCALE E RIFORMA PENAL-TRIBUTARIA CAPITOLO I NOZIONE ED EVOLUZIONE DELLA FRODE FISCALE INDICE SOMMARIO Prefazione alla quarta edizione... Prefazione... pag. V VII Parte prima E RIFORMA PENAL-TRIBUTARIA CAPITOLO I NOZIONE ED EVOLUZIONE DEL 1. La figura della frode fiscale in giurisprudenza

Dettagli

In Diritto24 www.diritto24.com. SCHEMI E TABELLE Rappresentazioni grafiche dei principali istituti del codice penale e delle leggi complementari

In Diritto24 www.diritto24.com. SCHEMI E TABELLE Rappresentazioni grafiche dei principali istituti del codice penale e delle leggi complementari In Diritto24 www.diritto24.com SCHEMI E TABELLE Rappresentazioni grafiche dei principali istituti del codice penale e delle leggi complementari codice penale Reati in generale Principio di legalità e principio

Dettagli

DIRITTO PENALE TRIBUTARIO

DIRITTO PENALE TRIBUTARIO DIRITTO PENALE TRIBUTARIO a cura di GIOVANNI FIANDACA - ENZO MUSCO SECONDA EDIZIONE MVLTA PAVCIS AG GIUFFRÈ EDITORE MILANO INDICE-SOMMARIO Premessa alla seconda edizione Pagv CAPITOLO I L'ART. 1 DELLA

Dettagli

ICT SECURITY N. 52 Gennaio/Febbraio 2007 Sicurezza informatica e responsabilità amministrativa degli enti. Autore: Daniela Rocca

ICT SECURITY N. 52 Gennaio/Febbraio 2007 Sicurezza informatica e responsabilità amministrativa degli enti. Autore: Daniela Rocca Sommario - I fatti illeciti a vantaggio o nell interesse dell organizzazione - Le fattispecie di reato rilevanti - I modelli di organizzazione e controllo e la mappatura dei processi a rischio Il D. Lgs.

Dettagli

Torino, 27 novembre 2015 Riciclaggio, autoriciclaggio e responsabilità 231

Torino, 27 novembre 2015 Riciclaggio, autoriciclaggio e responsabilità 231 Torino, 27 novembre 2015 Riciclaggio, autoriciclaggio e responsabilità 231 Avv. Gian Piero Chieppa Foro di Torino Dott.ssa Lucia Starola Dottore Commercialista in Torino FATTI di riciclaggio e responsabilità

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA

INDICE CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA 1.1 Le frodi fiscali. Evoluzione storica della fattispecie... pag. 13 1.2 Il concetto di frode.

Dettagli

I MANUALI SUPERIORI. diretti da Guido ALPA e Roberto GAROFOLI

I MANUALI SUPERIORI. diretti da Guido ALPA e Roberto GAROFOLI I MANUALI SUPERIORI diretti da Guido ALPA e Roberto GAROFOLI Roberto GAROFOLI MANUALE DI DIRITTO PENALE PARTE SPECIALE Tomo II (artt. 453-623-bis) 2013 Premessa edizione 2013 Nel por mano a questa nuova

Dettagli

INDICE CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA

INDICE CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA INDICE Prefazione alla VII edizione............... VII Prefazione alla I edizione................ IX CAPITOLO I NOZIONE DI DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1.1. Il concetto di mercato................ 3 1.2.

Dettagli

IITALIAN PENAL CODE. Per il solo fatto di partecipare all'associazione [c.p. 115], la pena è della reclusione da uno a cinque anni [c.p. 29, 32] (3).

IITALIAN PENAL CODE. Per il solo fatto di partecipare all'associazione [c.p. 115], la pena è della reclusione da uno a cinque anni [c.p. 29, 32] (3). IITALIAN PENAL CODE Art. 416 Codice Penale. Associazione per delinquere. 416. Associazione per delinquere (1). Quando tre o più persone si associano allo scopo di commettere più delitti [c.p. 576, n. 4],

Dettagli

LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI

LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI Presentazione... VII PARTE PRIMA LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI CAPITOLO I LA REPRESSIONE DEGLI ILLECITI PENALI TRI- BUTARI 1 L illecito tributario... 3 2 Reati finanziari e tributari... 5 3 Soggetto

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI Antonino GIGLIA COME SI SCRIVE IL PARERE GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Paolo ABBATE Anna DIFALCO Sergio DI GERLANDO - Franz DONATI - Paola MARINO SOMMARIO

Dettagli

INDICE. Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI

INDICE. Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI INDICE Presentazione... Avvertenza... pag VII XIII Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI 1. Costituzione della Repubblica Italiana... 3 2. Convenzione per la salvaguardia dei diritti

Dettagli

MANUALE DEL RISARCIMENTO PER IL DANNO ALLA PERSONA

MANUALE DEL RISARCIMENTO PER IL DANNO ALLA PERSONA Novità Aprile 2014 Con Rassegna delle più significative sentenze suddivisa in base alle più importanti e attuali questioni giurisprudenziali Patrimoniale Non patrimoniale Biologico Morale Esistenziale

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE I PARTE GENERALE

INDICE SOMMARIO PARTE I PARTE GENERALE IX Presentazione... VII PARTE I PARTE GENERALE CAPITOLO I LA CORTE COSTITUZIONALE SULLE RICADUTE INTERNE DELLA SENTENZA SCOPPOLA DELLA CORTE EDU: IL PRINCIPIO DI RETROATTIVITÀ DELLA LEX MI- TIOR SI IMPONE

Dettagli

GAROFOLI LE TRACCE DELL ANNO

GAROFOLI LE TRACCE DELL ANNO Roberto GAROFOLI LE TRACCE DELL ANNO 2015 PENALE CON GIURISPRUDENZA EDIZIONE COMPLETAMENTE NUOVA SOMMARIO SEZIONE I L IMPATTO DEL DIRITTO SOVRANAZIONALE SUL DIRITTO PENALE NAZIONALE 1. Il rango della CEDU

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIX Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING 1.1. Introduzione... 1 1.2. I pregiudizi... 2 1.3. La tutela.... 4 1.4. La mancanza di una

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione IV. Reati contro industria e commercio

PARTE SPECIALE Sezione IV. Reati contro industria e commercio PARTE SPECIALE Sezione IV Reati contro industria e commercio PARTE SPECIALE Sezione IV Sommario 1.Le fattispecie di Reati Presupposto (Artic 25 bis 1 D lgs 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole

Dettagli

TEMI DOTTORATO DIRITTO PROCEDURA PENALE

TEMI DOTTORATO DIRITTO PROCEDURA PENALE TEMI DOTTORATO DIRITTO PROCEDURA PENALE XXXI ciclo : 1) Il Reato aberrante 2) Divergenze tra voluto e realizzato nell ambito del concorso di persone 3) Diffamazione e responsabilità per omesso impedimento

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2015 di Roberto GAROFOLI Antonino GIGLIA COME SI SCRIVE IL PARERE GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Paolo ABBATE - Anna DIFALCO - Sergio DI GERLANDO Franz DONATI - Paola MARINO

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO II L AMBITO DI OPERATIVITÀ DELLA NORMA

INDICE SOMMARIO CAPITOLO II L AMBITO DI OPERATIVITÀ DELLA NORMA INDICE SOMMARIO Prefazione alla terza edizione............................. Prefazione alla seconda edizione........................... Prefazione alla prima edizione............................ V VII

Dettagli

SOMMARIO. Parte I Aspetti generali

SOMMARIO. Parte I Aspetti generali SOMMARIO Presentazione... Profilo Autori... V VII Parte I Aspetti generali Capitolo 1 Linee di tendenza del mercato del risparmio di Marco Prosperetti 1. Caratteristiche del mercato del risparmio... 3

Dettagli

ALL. 2 Fatti di bancarotta fraudolenta patrimoniale (art. 216, comma 1, n. 1) Fatti di bancarotta fraudolenta documentale (art. 216, comma 1, n.

ALL. 2 Fatti di bancarotta fraudolenta patrimoniale (art. 216, comma 1, n. 1) Fatti di bancarotta fraudolenta documentale (art. 216, comma 1, n. ALL. 2 Fatti di bancarotta fraudolenta patrimoniale (art. 216, comma 1, n. 1): L art. 216, primo comma, n. 1, L. Fall. sanziona l imprenditore, dichiarato fallito, che prima della dichiarazione di fallimento

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2011 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2011 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2011 di Roberto GAROFOLI Antonino GIGLIA COME SI SCRIVE IL PARERE GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Paolo ABBATE- Anna Maria Rosa DIFALCO Sergio DI GERLANDO - Paola MARINO - Giuseppe

Dettagli

I tascabili PARERI E ATTI CIVILE E PENALE

I tascabili PARERI E ATTI CIVILE E PENALE I tascabili PARERI E ATTI CIVILE E PENALE La sempre più avvertita esigenza di selezione ha, di fatto, modellato l esame di abilitazione alla Professione di Avvocato sulla falsa riga del concorso pubblico:

Dettagli

INDICE-SOMMARIO PARTE PRIMA L INQUADRAMENTO DELLA SUCCESSIONE DI NORME INTEGRATRICI

INDICE-SOMMARIO PARTE PRIMA L INQUADRAMENTO DELLA SUCCESSIONE DI NORME INTEGRATRICI VII Elenco delle abbreviazioni... Introduzione... XIX XXI PARTE PRIMA L INQUADRAMENTO DELLA SUCCESSIONE DI NORME INTEGRATRICI SEZIONE PRIMA INTEGRAZIONE (REALE O APPARENTE) DELLA FATTISPECIE LEGALE ASTRATTA

Dettagli

- PARTE SPECIALE D- I REATI DI RICETTAZIONE, RICICLAGGIO E IMPIEGO DI DENARO, BENI O UTILITA DI PROVENIENZA ILLECITA

- PARTE SPECIALE D- I REATI DI RICETTAZIONE, RICICLAGGIO E IMPIEGO DI DENARO, BENI O UTILITA DI PROVENIENZA ILLECITA 75 - PARTE SPECIALE D- I REATI DI RICETTAZIONE, RICICLAGGIO E IMPIEGO DI DENARO, BENI O UTILITA DI PROVENIENZA ILLECITA 75 76 D.1. I reati di cui all art. 25 octies del D. Lgs. n. 231/2001. Esemplificazione

Dettagli

6. Rapporto tra azione di rivendicazione e azione di restituzione 125 7. Immissioni intollerabili 147

6. Rapporto tra azione di rivendicazione e azione di restituzione 125 7. Immissioni intollerabili 147 I tascabili PARERI CIVILE SEZIONE IV DIRITTI REALI E PROPRIETÀ 6. Rapporto tra azione di rivendicazione e azione di restituzione 125 7. Immissioni intollerabili 147 SEZIONE V CONDOMINIO 8. Delibera assembleare

Dettagli

CORSO INTENSIVO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI AVVOCATO 2014 PROGRAMMA DEL CORSO:

CORSO INTENSIVO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI AVVOCATO 2014 PROGRAMMA DEL CORSO: CORSO INTENSIVO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI AVVOCATO 2014 PROGRAMMA DEL CORSO: PRIMA LEZIONE Venerdì 24 ottobre 2014 ore 14.00 - Diritto civile OBBLIGAZIONI +++ Gli obblighi di protezione In particolare:

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V. Introduzione... pag. VII. La dichiarazione giudiziale di paternità... pag.

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V. Introduzione... pag. VII. La dichiarazione giudiziale di paternità... pag. INDICE-SOMMARIO Presentazione della Collana... pag. V Introduzione... pag. VII La dichiarazione giudiziale di paternità... pag. IX Indice-Sommario... pag. XV CAPITOLO I STORIA GIURIDICA DELLA FILIAZIONE

Dettagli

EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA

EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA MARZO MAGGIO 2010 n. 8 GIORNATE (DA 3 ORE CADAUNA) + 1 GIORNATA CONCLUSIVA (DA 6 ORE) Direzione: Avv. Maurizio Arena, Avvocato penalista

Dettagli

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO

Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO Pag. 1 di 4 Consorzio Train Modello di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO conforme ai requisiti del D.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, e smi Indice Pag. 2 di 4 I) PARTE GENERALE INTRODUZIONE 1 PRESENTAZIONE

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... pag. XIII CAPITOLO I

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... pag. XIII CAPITOLO I INDICE-SOMMARIO Introduzione... pag. XIII CAPITOLO I USURA E GIUSTIZIA: L ABUSO A SCOPO DI LUCRO DELLE ALTRUI CONDIZIONI DI DEBOLEZZA NELLE RELAZIONI ECONOMICHE 1. L usura come violazione della giustizia

Dettagli

Codice penale Sezione I DEI DELITTI CONTRO LA PERSONALITÀ INDIVIDUALE

Codice penale Sezione I DEI DELITTI CONTRO LA PERSONALITÀ INDIVIDUALE Codice penale Sezione I DEI DELITTI CONTRO LA PERSONALITÀ INDIVIDUALE Art. 600 Riduzione in schiavitù Chiunque riduce una persona in schiavitù, o in una condizione analoga alla schiavitù, è punito con

Dettagli

MAPPATURA DELLE AREE DI RISCHIO EX D. LGS. 231/01

MAPPATURA DELLE AREE DI RISCHIO EX D. LGS. 231/01 LAURO CANTIERI VALSESIA S.P.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MAPPATURA DELLE AREE DI RISCHIO EX D. LGS. 231/01 Premessa Ai fini dell efficace predisposizione di un Modello Organizzativo,

Dettagli

INDICE INDICE. Premessa...p.

INDICE INDICE. Premessa...p. INDICE Premessa...p. XV I I REATI CONTRO IL MATRIMONIO E LA MORALE FAMILIARE 1 La bigamia: configurabilità del reato nell ipotesi di inefficacia del precedente matrimonio contratto all estero... 3 Introduzione...

Dettagli

Profili sostanziali. Inquadramento generale. Le molte facce della responsabilità delle pubbliche amministrazioni

Profili sostanziali. Inquadramento generale. Le molte facce della responsabilità delle pubbliche amministrazioni Premessa...XIX Parte Prima Profili sostanziali Sezione Prima Inquadramento generale Le molte facce della responsabilità delle pubbliche amministrazioni 1. Considerazioni preliminari.... 5 2. La nozione

Dettagli

CORSO ORDINARIO DI PREPARAZIONE ALL ESAME PER AVVOCATO 2014 PROGRAMMA DI DIRITTO CIVILE E PROCEDURA CIVILE

CORSO ORDINARIO DI PREPARAZIONE ALL ESAME PER AVVOCATO 2014 PROGRAMMA DI DIRITTO CIVILE E PROCEDURA CIVILE CORSO ORDINARIO DI PREPARAZIONE ALL ESAME PER AVVOCATO 2014 Il corso si articolerà in appuntamenti teorico-pratici. Verranno analizzati sia casi concreti sia gli istituti generali della parte sostanziale

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX D.LGS. 231/01 1

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX D.LGS. 231/01 1 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX D.LGS. 231/01 1 ALITALIA SOCIETÀ AEREA ITALIANA S.p.A. ALLEGATO 1 ELENCO REATI 1 Adottato con delibera del 25/03/2016. INDICE I Reati previsti dal Decreto

Dettagli

APPENDICE 1. Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo D. Lgs. 231/2001 APPENDICE 1

APPENDICE 1. Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo D. Lgs. 231/2001 APPENDICE 1 Pagina 1 di 7 APPENDICE 1 Il D.Lgs 231/2001, recante la disciplina in tema di responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, superando il principio che individuava nella persona fisica l unico

Dettagli

INDICE. Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI

INDICE. Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI Indice VII INDICE Presentazione.... V Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI Capitolo Primo LE FONTI NORMATIVE DELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE 1. Generalità....

Dettagli

- ALLEGATO A E B (FATTISPECIE DEI REATI E ARTICOLI DEL CODICE PENALE RICHIAMATI DALL ART 4 DEL D.LGS. 231/2001)

- ALLEGATO A E B (FATTISPECIE DEI REATI E ARTICOLI DEL CODICE PENALE RICHIAMATI DALL ART 4 DEL D.LGS. 231/2001) MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO DI WIND RETAIL S.R.L. AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 231/2001 Responsabilità amministrativa della Società - ALLEGATO A E B (FATTISPECIE DEI REATI E

Dettagli

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI Realizzazione di programmi di formazione e di servizi a favore del personale finanziati con contributi pubblici Area di attività a rischio diretto con riferimento ai Corruzione pubblica 1 Truffa in danno

Dettagli

si riferisce a soggetti diversi da quelli effettivi, determina il realizzarsi di un' ipotesi di

si riferisce a soggetti diversi da quelli effettivi, determina il realizzarsi di un' ipotesi di LE OPERAZIONI SOGGETTIVAMENTE INESISTENTI L'intestazione fittizia della fattura o del documento, tale da far apparire che l'operazione si riferisce a soggetti diversi da quelli effettivi, determina il

Dettagli

Modifiche al codice penale ex legge 190/2012

Modifiche al codice penale ex legge 190/2012 Modifiche al codice penale ex legge 190/2012 Art. 32 quaterc.p. Casi nei quali alla condanna consegue la incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione. Testo previgente Ogni condanna per i

Dettagli

DIRITTO PENALE TRIBUTARIO

DIRITTO PENALE TRIBUTARIO DIRITTO PENALE TRIBUTARIO a cura di GIOVANNI FIANDACA - ENZO MUSCO con contributi di GIANCARLO DE VERO - MARIA BEATRICE MIRRI ROBERTO RAMPIONI - PAOLA SEVERINO DI BENEDETTO ROBERTO ZANNOTTI GIUFFRE 1992

Dettagli

TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI

TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI Simona DI NICOLA - Gianluca FILICE TRACCE DI PARERI PENALE con PARERI SVOLTI CASI PROBABILI TECNICHE DI REDAZIONE PREMESSA Si è inteso estendere, con i dovuti

Dettagli

INDICE DEL SECONDO VOLUME

INDICE DEL SECONDO VOLUME INDICE DEL SECONDO VOLUME Avvertenza... pag. XI I CRITERI DI IMPUTAZIONE OGGETTIVA DEL FATTO ALL AUTORE LA RESPONSABILITÀ OGGETTIVA 1. La responsabilità oggettiva nel Codice Rocco e il suo contrasto con

Dettagli

CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI

CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI CODICI PLUS diretti da Roberto GAROFOLI CODICE PENALE aggiornato a - D.L. 31 agosto 2013, n. 101 (cd. Decreto salva precari) - D.L. 14 agosto 2013, n. 93 (in materia di Sicurezza e femminicidio) - D.L.

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione...

INDICE SOMMARIO. Presentazione... INDICE SOMMARIO Presentazione...................................... VII CAPITOLO I LA TESTIMONIANZA IN GENERALE 1.1. Introduzione................................... 2 1.2. La prova testimoniale nella Costituzione

Dettagli

GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon. Marta Catania USURA: PROFILI PENALI E CIVILI UTET

GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon. Marta Catania USURA: PROFILI PENALI E CIVILI UTET GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon Marta Catania USURA: PROFILI PENALI E CIVILI UTET INDICE SOMMARIO Parte I La tutela penale pag. Capitolo I Premessa 1.1. La disciplina attuale: la

Dettagli

IL PROGRAMMA ITALIANO PER LA VOLUNTARY DISCLOSURE SUI PATRIMONI ESTERI: ASPETTI PENALI IL REATO DI AUTO-RICICLAGGIO

IL PROGRAMMA ITALIANO PER LA VOLUNTARY DISCLOSURE SUI PATRIMONI ESTERI: ASPETTI PENALI IL REATO DI AUTO-RICICLAGGIO IL PROGRAMMA ITALIANO PER LA VOLUNTARY DISCLOSURE SUI PATRIMONI ESTERI: ASPETTI PENALI IL REATO DI AUTO-RICICLAGGIO AVV. FABIO CAGNOLA VOLUNTARY DISCLOSURE E AUTO-RICICLAGGIO a) Voluntary disclosure per

Dettagli

L ILLECITO TRIBUTARIO

L ILLECITO TRIBUTARIO L ILLECITO TRIBUTARIO Costituisce illecito tributario ogni inosservanza degli obblighi attinenti al rapporto giuridico d imposta. Trattasi di fatti giuridicamente rilevanti da cui l ordinamento tributario

Dettagli

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I MATRIMONIO E FAMIGLIA. Sezione I Il matrimonio civile. Origini e principi pag.

INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I MATRIMONIO E FAMIGLIA. Sezione I Il matrimonio civile. Origini e principi pag. INDICE-SOMMARIO CAPITOLO I MATRIMONIO E FAMIGLIA Il matrimonio civile. Origini e principi pag. 1. Il matrimonio come fondamento della famiglia. Evoluzione storica, disciplina costituzionale e principi

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI INDICE-SOMMARIO Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI CAPITOLO I CENNI STORICI: EVOLUZIONE DEL CONCETTO DI ADOZIONE 1. Introduzione... pag. 1 2. L'istituto dell'adozione

Dettagli

TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI

TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI TRACCE PER ESAME AVVOCATO di Roberto GAROFOLI Adriano ZULLO TRACCE di PARERI con PARERI SVOLTI CASI PROBABILI TECNICHE DI REDAZIONE SOMMARIO Premessa V PARTE GENERALE SEZIONE I EFFICACIA TEMPORALE E TERRITORIALE

Dettagli

Allegato 1 - I REATI PREVISTI DAL D.LGS. 231/2001

Allegato 1 - I REATI PREVISTI DAL D.LGS. 231/2001 Allegato 1 - I REATI PREVISTI DAL D.LGS. 231/2001 a) REATI IN TEMA DI EROGAZIONI PUBBLICHE (Art. 24, D. Lgs. n. - Malversazione a danno dello Stato (art. 316-bis c.p.): qualora, dopo aver ottenuto dallo

Dettagli

Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001. Presentazione

Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001. Presentazione Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001 Presentazione Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 Disciplina della responsabilità amministrativa

Dettagli

REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATO 2 REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1) CORRUZIONE La corruzione consiste in un accordo tra un privato ed un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio mediante il

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE Edizione 2015 Area Avvocati i nostri corsi sono riconosci dall Ordine degli Avvocati e rilasciano i Criti Formativi Deontologia CNF0319 Società tra professionisti,

Dettagli

Indice LE CONDOTTE TIPICHE -------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Indice LE CONDOTTE TIPICHE -------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 IL DELITTO DI ABUSO DI UFFICIO: APPROFONDIMENTI PROF. FABIO FOGLIA MANZILLO Indice 1 LE CONDOTTE TIPICHE --------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione Introduzione Parte I Il contratto di leasing 1 Premessa... 15 2 Il leasing nelle sue diverse forme... 16 3 Il leasing operativo e le sue principali caratteristiche... 17 4 Limiti soggettivi per le società

Dettagli

Cassa del Trentino S.p.A. Analisi delle attività sensibili ex D.Lgs. 231/01 art. 6 comma 2. Relazione di sintesi

Cassa del Trentino S.p.A. Analisi delle attività sensibili ex D.Lgs. 231/01 art. 6 comma 2. Relazione di sintesi Cassa del Trentino S.p.A. Analisi delle attività sensibili ex D.Lgs. 231/01 art. 6 comma 2 Relazione di sintesi Marzo 2013 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1. DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 3 1.2. METODOLOGIA...

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... 5 Tecnica di redazione del parere motivato in materia regolata dal codice penale... 13

INDICE SOMMARIO. Presentazione... 5 Tecnica di redazione del parere motivato in materia regolata dal codice penale... 13 indice sommario 7 INDICE SOMMARIO Presentazione... 5 Tecnica di redazione del parere motivato in materia regolata dal codice penale.... 13 PARTE PRIMA PARERI DI DIRITTO PENALE PARERE N. 1 Il concorso di

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LA PRESCRIZIONE CIVILE

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LA PRESCRIZIONE CIVILE Elenco delle principali abbreviazioni... XXXIII Parte Prima LA PRESCRIZIONE CIVILE CAPITOLO I CENNI GENERALI ED INTRODUTTIVI 1.1. Il tempo.... 5 1.2. Il tempo e la prescrizione... 6 1.3. La prescrizione

Dettagli

Parte Speciale G : I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita

Parte Speciale G : I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita Parte Speciale G : I reati transnazionali e di ricettazione, riciclaggio ed impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ADOTTATO DA COMAG s.r.l.

Dettagli

POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960

POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960 INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Luogo e data di nascita Data assunzione in AQP S.p.a. o società del gruppo FRANCESCO ARDITO POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960 2 APRILE 2005 PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI RISARCIMENTO DEL DANNO DA SINISTRO STRADALE

PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI RISARCIMENTO DEL DANNO DA SINISTRO STRADALE Prefazione dell Autore... V CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI RISARCIMENTO DEL DANNO DA SINISTRO STRADALE 1. I principi generali in tema di danno da fatto illecito extra contrattuale. 2 2. La nozione

Dettagli

Titolo I MODIFICHE AL CODICE PENALE

Titolo I MODIFICHE AL CODICE PENALE DISEGNO DI LEGGE RECANTE MODIFICHE ALLA NORMATIVA PENALE, SOSTANZIALE E PROCESSUALE, E ORDINAMENTALE PER IL RAFFORZAMENTO DELLE GARANZIE DIFENSIVE E LA DURATA RAGIONEVOLE DEI PROCESSI E PER UN MAGGIORE

Dettagli