Il Web e le sue professioni: nuovi percorsi per nuove competenze

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Web e le sue professioni: nuovi percorsi per nuove competenze"

Transcript

1 Il Web e le sue professioni: nuovi percorsi per nuove competenze Roberto Castaldo Responsabile Formazione IWA Italy Via Colombo, 1/E Lido di Venezia (VE) Formarsi, certificarsi e diventare professionista del Web non può prescindere dal contesto europeo: IWA lavora assieme a CEN, UNI ed alle associazioni maggiormente rappresentative per creare framework condivisi dall'intera comunità del Web. Durante il seminario verranno presentati i nuovi profili professionali per il Web, le nuove competenze digitali, ma soprattutto i nuovi orizzonti che si aprono per gli Istituti Superiori Professionali e Tecnici, grazie alla collaborazione tra IWA Italy, Delivery Unit Campania ed USR Campania. 1. Introduzione La forza rivoluzionaria del Web ha enormemente influenzato la società e l economia, creando nuovi modi di comunicare e di trasmettere la conoscenza, ma anche nuovi modi di lavorare. Molti nuovi mestieri sono nati grazie a questa rivoluzione, ma fino a ieri non esistevano punti di riferimento affidabili e condivisi in grado di guidare i professionisti o aspiranti tali su cosa essi debbano sapere e saper fare per sopravvivere ai continui stravolgimenti delle tecnologie e dei mercati. D altra parte, imprese, enti, Pubbliche Amministrazioni ed associazioni avevano ed hanno tuttora idee poco chiare sulle competenze da richiedere a dipendenti e consulenti, e persino a livello formativo mancano impianti educativi organici, e il Sistema Scuola si rivela incapace di orientare i suoi alunni nella giusta direzione, fornendo il più delle volte rappresentazioni generaliste e statiche di un universo il Web in mutazione perenne. 2. IWA Italy IWA Italy è la sezione italiana di IWA/HWG (International Webmasters Association/The HTML Writers Guild). IWA/HWG è un Associazione professionale no profit riconosciuta leader mondiale nella fornitura dei principi e delle certificazioni di formazione per i professionisti della Rete Internet; è presente in 110 paesi, con 130 sedi ufficiali in rappresentanza di più di associati. Dal 30 agosto 2001, HTML Writers Guild Inc., realtà no profit attiva T. Roselli, A. Andronico, F. Berni, P. Di Bitonto, V. Rossano (Eds.): DIDAMATICA 2012, ISBN:

2 DIDAMATICA 2012 nell educazione e formazione dei Web authors fin dal 1994, ha scelto di diventare parte integrante dell IWA. Da questa unione è nata IWA/HWG la più importante Associazione di Web professionals ed unica rappresentante della categoria all interno del World Wide Web Consortium (W3C). IWA Italy è l unica Associazione italiana di sviluppatori esperti di accessibilità riconosciuta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'innovazione, ai sensi della Legge 4/2004 (Legge Stanca). L Associazione rappresenta, inoltre, gli editori/autori dei siti Web presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (MIBAC), ai sensi della Legge 106/2004. Il CEN ha riconosciuto IWA/HWG ed i suoi percorsi formativi, standard di formazione e certificazione per i professionisti del Web. IWA Italy è promotrice dell IWA Italy Web Skills Profiles WG, gruppo di lavoro che ha l obiettivo di definire i profili professionali del Web. In Italia l Associazione IWA Italy è riconosciuta anche dal CNEL (Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro). IWA Italy ha curato l iniziativa per lo sviluppo delle linee guida per la formazione dei professionisti del Web. Dal marzo 2004 IWA Italy è Socio UNI (n. E2395) nonché casa editrice di testi specialistici in materia di Web ed ICT. Dal 2001 IWA/HWG partecipa direttamente allo sviluppo di raccomandazioni e alla definizione delle normative di interesse per i professionisti del Web. 2.1 Mission di IWA Italy - Fornire programmi formativi di alta qualità - Fornire certificazioni delle nuove competenze digitali - Sostenere la rete mondiale delle sedi ufficiali IWA/HWG - Fornire agli associati supporto e collaborazione a livello, regionale, nazionale e internazionale, nonché un marchio di affiliazione riconosciuto in tutto il mondo da clienti ed Aziende - Promuovere i principi universali di etica e di pratica professionale per tutti i professionisti della Rete - Fornire supporto per la definizione e lo studio di normative nei Paesi in cui è presente 3. I professionisti del Web 3.1 La zavorra Esiste una vasta moltitudine di professionisti che già operano meritoriamente sul Web, magari assunti col contratto dei metalmeccanici, che però attendono di vedere compiutamente identificata la loro professionalità, e che ambiscono ad un più che legittimo riconoscimento anche dal punto di vista normativo, sindacale e perché no retributivo. Se però proviamo a definire il concetto di qualità del Web, e le modalità per riuscire a raggiungerla e mantenerla, certamente dovremmo parlare di 2

3 Il Web e le sue professioni: nuovi percorsi per nuove competenze standard, di usabilità, ergonomia ed accessibilità, ma anche di altre competenze che attualmente sono estranee a tanti progetti legati al Web, a tanti percorsi formativi, a tante attività PON, e molto spesso ciò avviene a causa della mancanza di conoscenza e di consapevolezza da parte degli addetti ai lavori, delle comunità scolastiche, educative e culturali. In definitiva, la mancanza di un riferimento, magari normativo, che indichi le strade da seguire per avviare un percorso di studi o anche per ridefinire le proprie competenze, è una vera e propria zavorra che opprime l intera comunità legata al Web ed ostacola la piena realizzazione delle enormi potenzialità economiche, occupazionali e culturali di internet e del Web. 3.2 Il Web, gli altri media e la Scuola Il Web non è come la TV, ma neanche come un giornale o come una vetrina. Il Web è invece un media specifico che mal digerisce modelli e formati ereditati da altri media, e che richiede quindi l acquisizione e l utilizzo consapevole di conoscenze ed abilità specifiche, le quali devono necessariamente riferirsi a profili professionali specifici. Ed essere in possesso di un determinato profilo professionale non può non richiedere studio ed approfondimento, visto che sviluppare e gestire siti ed applicazioni Web di qualità non è un attività banale, e visto soprattutto che non esiste (e probabilmente non esisterà mai) una macchina o un software in grado di farlo automaticamente. In quest ottica assumono grande importanza sia gli aspetti strettamente tecnici, legati alla conoscenza di linguaggi, tecnologie, protocolli, sia una dimensione troppo spesso ancora latitante, che noi chiamiamo approccio culturale, che dovrebbe garantire la condivisione tra individui di valori etici e morali in grado di reggere, motivare e guidare lo sviluppo tecnologico. E la natura stessa del web a richiede e favorire la circolazione proprio di quei valori che potrebbero e dovrebbero ispirare i suoi professionisti; eppure, quante volte esso E la latitanza del Sistema Scuola su queste fondamentali questioni etiche e tecnologiche non è più tollerabile, esso deve invece sapersi porre in prima linea nell indirizzare con autorevolezza tutti i membri della sua comunità verso la scoperta del mondo Web e dei mestieri che grazie ad IWA Italy iniziano a prender forma. 3.3 La favola del Webmaster Che significa al giorno d oggi essere webmaster? Può significare tante cose, ma questo termine, che una volta consentiva di esprimere il concetto io sono in grado di creare siti Web, oggi ha un significato sempre più sfumato. Cosa vuol dire allora Webmaster? Cosa bisogna sapere e saper fare per potersi definire Webmaster? Ha ancora senso definire la propria professionalità con questo termine, ed utilizzarlo per proporsi sul mercato? Certamente no, e questa parola che una volta poteva significare quasi tutto, oggi non significa quasi nulla.

4 DIDAMATICA 2012 La verità è che nel Web come in tanti settori l essere generalisti ed il pretendere di saper far tutto porta il più delle volte ad approcci generici col risultato di saper fare bene pochissime cose; la verità è che il webmaster tuttofare oggi non esiste praticamente più se non a livelli amatoriali o poco più e che un professionista del Web dovrebbe potersi specializzare in un area specifica, approfondendo conoscenze ed acquisendo abilità e competenze specifiche di quell area, senza per questo disconoscere completamente il resto. Lo sviluppo di un applicazione Web non banale da parte di un unica figura professionale è cosa d altri tempi, quando il Web non era così complesso e composito come lo è oggi, e quando approcci semi-seri permettevano in ogni caso di intercettare una certa domanda proveniente da un certo tipo di mercato. La favola del Webmaster è oramai arrivata al termine, oggi non si può non parlare di team, di squadra, ed il singolo professionista è chiamato ad interfacciarsi con altri colleghi e a confrontarsi attivamente con loro, condividendo le proprie conoscenze e favorendo lo sviluppo di nuove dinamiche, in favore del raggiungimento degli scopi aziendali condivisi dall intero gruppo di lavoro. I profili professionali del Web: genesi e metodologia 3.4 Le prospettive Da una parte si deve evidenziare le enormi potenzialità che il mercato riserva per il settore ICT, con particolare riferimento al Web, che già oggi costituisce il 2% del PIL nel nostro paese [1], ma che in altri paesi europei e non arriva tranquillamente all 7-10% [2] con ampi margini di miglioramento. Dall altra bisogna ricordare che le dieci professioni per il Web che nel 2010 risultavano più richieste, nel 2004 non esistevano. Quindi oggi l impianto educativo globale dovrebbe essere in grado di formare studenti in grado di svolgere mansioni e lavori che oggi non esistono ancora, ed utilizzare strumenti che non sono ancora stati inventati, con lo scopo di soddisfare esigenze e risolvere problemi che adesso non riusciamo neanche ad intravedere. Il rischio è muoversi a braccio, inventandosi un mestiere nei modi più strani, seguendo vie diverse e strettamente legate ai propri gusti, alle proprie abitudini, ai propri vizi, giungendo quindi a livelli di conoscenza assolutamente aleatori e non schematizzabili un ritorno al fai da te che ha caratterizzato l inizio del Web, le sue fasi pionieristiche. Non è certo questo che si auspica, ma un approccio sistematico in grado di garantire anche e soprattutto negli Istituti Tecnici e Professionali - l acquisizione di conoscenze, competenze ed abilità omogenee e confrontabili. 4

5 Il Web e le sue professioni: nuovi percorsi per nuove competenze 4. I profili delle professioni del Web 4.1 La genesi Il CEN, Comitato Europeo per la Standardizzazione, nel suo EuropeanICT Skills Meta-Framework del febbraio 2006, indicava l Associazione IWA/HWG come struttura tra le censite in grado di fornire certificazioni sui percorsi formativi relativi al settore del Web. I lavori del Gruppo IWA Italy Web Skills Profiles sono quindi iniziati nel gennaio 2007, dopo che nel novembre del 2006 l'international Webmasters Association/The HTML Writers Guild (IWA/HWG) ha demandato al suo chapter Italiano, l'associazione IWA Italy, la definizione dei profili e dei relativi percorsi formativi. L obiettivo del Gruppo è quindi quello di definire i profili professionali operanti nel Web, tenendo nel dovuto conto le analisi ed i risultati indicati dagli EQF European Qualification Framework. L'Associazione IWA Italy ha invitato i maggiori player del Web a una partecipazione attiva nel Gruppo, ben sapendo che dei buoni standard non potevano che scaturire dal confronto fra Aziende, Enti, Organizzazioni e Professionisti che operano concretamente nella realtà del Web. Al momento i partecipanti sono oltre 200 ed hanno cultura e preparazione trasversale. L'elenco completo dei partecipanti è disponibile sul sito Web del Gruppo di Lavoro, su Il primo draft sui profili è dell agosto Il secondo draft sui profili è dell ottobre Il terzo draft sui profili è del giugno 2010, dal quale poi è scaturito la stable release vers. 1.0, pubblicata nel luglio del I risultati: i profili professionali del Web Le macroaree Confrontando le esperienze dei Partecipanti nei diversi ambiti, si è scelto di individuare delle Macroaree contenenti le varie attività che si svolgono dalla nascita dell'idea fino alla pubblicazione di un sito o di un applicazione Web. Sono state quindi individuate le attività più importanti, considerandone alcune di cerniera o border-line e difficilmente etichettabili come appartenenti all'una o l'altra macro area. Si è notato inoltre che alcune variano a seconda dell'ambito applicativo, la dimensione del progetto e altri fattori. Per semplificare l'integrazione e l'identificazione delle attività nei propri processi, si è scelto di non basarsi su un unico e rigido flusso di attività e di non considerare l'ordine in cui vengono eseguite. Le macroaree individuate sono Ideazione, Progettazione, Marketing, Realizzazione e possono essere schematizzate come in fig. 1.

6 DIDAMATICA 2012 Fig. 1 Le macroaree Le attività Ecco di seguito le attività individuate (con la relativa area di appartenenza): - Nascita dell'idea: Ideazione - Definizione dello scopo: Ideazione, Progettazione, Marketing - Analisi di mercato: Ideazione, Marketing - Formalizzazione del progetto: Ideazione, Progettazione - Pianificazione dei tempi e definizione del personale necessario: Progettazione - Progettazione strategica (comunicazione e marketing): Progettazione, Marketing - Progettazione tecnica (tecnologica): Progettazione, Realizzazione - Search Engine Optimization (SEO): Progettazione, Marketing, Realizzazione - Search Engine Marketing (SEM): Marketing, Realizzazione - Sviluppo: Realizzazione - Produzione del contenuti: Realizzazione - Testing e valutazioni: Realizzazione - Pubblicazione (sistema tecnico e contenuti): Realizzazione Abilità e profili adattivi Sono state poi definite le abilità necessarie per svolgere ciascuna delle attività identificate, e quindi i diversi profili. In teoria le abilità di una persona combaciano con quelle di un determinato profilo. Nella realtà sappiamo che una persona può corrispondere anche a più profili contemporaneamente, o a un singolo profilo avendo anche altre abilità. Inoltre alcune abilità possono riferirsi ad un determinato prodotto o tecnologia e sono soggette a cambiamenti sostanziali nel tempo. 6

7 Il Web e le sue professioni: nuovi percorsi per nuove competenze E' stato dunque elaborato il concetto di Profilo Adattivo (Adaptive Profile) cioè un profilo generico composto da più abilità strutturate, alcune necessarie e altre opzionali, così da adattarsi sia all'estro dell individuo, che alle tecnologie ed alle applicazioni presenti e future. Le abilità sono strutturate come: - Abilità di base: specificano le abilità propedeutiche che è necessario in ogni caso possedere. Alcune di esse possono essere condivise tra più profili. - Abilità qualificanti: qualificano e caratterizzano il percorso. Ampliano le abilità di base e arricchiscono il bagaglio professionale. Parte integrante del profilo adattivo, danno la possibilità di delinare un percorso personale, specifico su una tecnologia o applicazione. Sono stati identificati due livelli di qualificazione, necessari per prevedere l esistenza di profili simili riferiti però a tecnologie o ad applicazioni differenti. - Abilità di potenziamento: abilità facoltative ed accessorie, potenziano e danno valore aggiunto alle competenze già acquisite. Sono quelle abilità che - anche se non sempre presenti - arricchiscono ulteriormente il profilo, spingendo altresì l individuo a perfezionare il suo percorso professionale. Una volta scelto il profilo o i profili ai quali aderire: - E obbligatorio acquisire tutte le abilità di base previste, almeno un'abilità qualificante 1 e un'abilità qualificante 2. - E' facoltativo, ma fortemente consigliato, acquisire le abilità di potenziamento. - E' inoltre possibile arricchire il proprio profilo con altre abilità qualificanti di competenza I Profili Di seguito, nella tabella n. 1, si riporta l'elenco di tutti i 17 profili individuati. Il nome dato al profilo deriva da una necessità semplificativa e organizzativa dei vari profili. E' chiaro che vi sono molti modi di nominare un unico profilo, tutti certamente ugualmente corretti. La terminologia da noi adottata deriva dalla ricerca di un equilibrio fra lo stato dell'arte e la necessità di semplicazione. L elenco dettagliato dei profili individuati con le macroaree di competenza, l'elenco delle abilità di base, le qualificanti e di potenziamento per ciascun profilo è disponibile sul sito Web del Gruppo e sulla stable realease. - Web Project Manager - Account - Market Research Analyst - User Experience Designer - Functional Analyst - Db Administrator - Search Engine Optimizator (SEO) - Advertising Manager - Front-end Web Developer - Server Side Web Developer - Web Content Manager - Web Content Editor - Web Server Administrator - Creative Information Architect

8 DIDAMATICA Search Engine Marketer - Community Manager - Digital Strategic Planner Tabella 1 I profili professionali del Web 4.3 Gli Web Skills Profiles e l EU Le attività di IWA Italy volte al pieno riconoscimento a livello europeo e mondiale dei suoi Web Skills Profiles, sono in essere ben da prima della release del documento stabile (lug 2010), e sono tuttora in costante evoluzione, lungo le seguenti direttrici: - IWA/HWG ha immediatamente recepito i profili professionali da noi identificati, e adesso essi già rappresentano un punto di riferimento stabile ed obiettivo per tutti gli oltre membri della nostra comunità; - IWA Italy è entrata nel comitato scientifico dell Osservatorio dei Profili Professionali nell IT 2011, coordinato da Assintel (Confcommercio) ed ha fattivamente contribuito alla pubblicazione dell edizione cartacea ed elettronica dell omonimo documento; - IWA Italy è membro CEN, e fa parte dell ICT/SKILLS Workshop (IT profiles and curricula), che ha riconosciuto i nostri profili professionali, e li ha affiancati agli altri framework che in qualche modo si riferiscono al mondo del Web e ai suoi professionisti, come EUCIP con il suo Web & Multimedia Master; - IWA Italy è membro ISO e UNI, e fa parte del Comitato Tecnico "Attività professionali non regolamentate", gruppo di lavoro Comunicatori Professionisti, con lo scopo di addivenire in tempi ragionevoli al riconoscimento normativo delle professioni da noi identificate. 5. I profili professionali del Web e l Istruzione Superiore Tecnica e Professionale 5.1 Obiettivi IWA Italy da sempre ritiene prioritario intervenire orientando e formando le giovani generazioni, affinchè queste, già tanto vicini al mondo del Web possano: - Acquisire la giusta consapevolezza nell utilizzo di uno strumento tanto dirompente ed innovativo, quanto sconosciuto nelle reali dinamiche che ne regolano il funzionamento; - Avvicinarsi ai nuovi modelli di business che la rete giorno per giorno propone e reinventa; 8

9 Il Web e le sue professioni: nuovi percorsi per nuove competenze - Apprendere ed appassionarsi a un mestiere già oggi molto richiesto e che assicura anche negli anni a venire una piena e matura realizzazione personale e professionale; - Competere nel mercato globale con un bagaglio solido ed affidabile di conoscenze, abilità e competenze allineate ai migliori standard qualitativi europei; - Avviare da subito un processo di tangibile miglioramento del Web e delle sue applicazioni, nonché dei contenuti da esso diffusi. 5.2 Possibili sinergie IWA Italy - Istituti Tecnici e Professionali La nostra proposta di intervento orientativo/formativo e valutativo, destinata agli Istituti Secondari di Secondo grado con particolare riferimento agli Istituti Professionali e Tecnici, si fonda principalmente sul profilo professionale Web Community Manager - e relativo syllabus - e prevede la realizzazione dei seguenti step: - Accreditamento e stipula di un protocollo d intesa; - Collaborazione nella stesura di nuove offerte formative, con particolare riferimento all utilizzo delle quote di autonomia; - Progettazione ed erogazione di interventi di orientamento/formazione di alunni e docenti; - Erogazione di seminari e corsi online e in presenza; - Certificazione online delle nuove competenze digitali per alunni e docenti con conseguente acquisizione del titolo di Web Community Manager. 5.3 l ISIS Europa ed IWA Italy: un esempio virtuoso Un esempio delle possibili azioni che IWA Italy è in grado di avviare con gli Istituti Tecnici e Professionali, e che ben testimonia l immediata spendibilità dei nuovi profili professionali, è rappresentato dal corso di studi professionali Servizi Commerciali per le Community Online che l ISIS Europa di Pomigliano d Arco ha attivato e che prenderà il via a partire da settembre 2012 con quattro classi prime. L ISIS Europa, la sua Dirigente Scolastica Prof.sa Rosanna Genni e l intero collegio dei docenti hanno preso atto della necessità di educare i giovani al cambiamento e fornire le competenze necessarie ad affrontare le nuove sfide. Sfide che oggi passano tutte attraverso l utilizzo del Web, che viene sovente utilizzato solo per comunicare, ma può realisticamente divenire una grande opportunità di lavoro, anche per superare i confini geografici. La constatazione di quanto oggi i nostri ragazzi siano troppo spesso costretti ad emigrare, a causa delle scarse possibilità occupazionali presenti in tutto il Sud Italia, e la necessità di motivare sempre di più una platea scolastica troppo afflitta da fenomeni di dispersione scolastica, hanno rappresentato le leve fondamentali per avviare il cambiamento. Lavorare in rete significa invece poter operare per qualsiasi azienda posta in qualsiasi parte del mondo senza

10 DIDAMATICA 2012 spostarsi dalla propria camera, consente quindi l apertura di nuovi, insperati scenari. Queste riflessioni hanno condotto verso la modifica dei piani di studio (quadri orario) e a stipulare protocolli di intesa con enti certificatori (Cisco) e con IWA Italy per l introduzione delle nuove competenze digitali legate al profilo professionale Community manager. Al termine del nuovo percorso gli alunni oltre a conseguire la qualifica regionale (III anno) e il diploma (V anno), conseguiranno le certificazioni (previo superamento di apposito esame) che attesteranno le competenze informatiche raggiunte. 5.3 IWA Italy, Delivery Unit ed USR Campania La migliore testimonianza di quanto un framework di profili professionali condiviso e riconosciuto possa significare per l intero mondo del lavoro e dell Istruzione, è rappresentato dal concreto interesse che i Web Skills Profiles di IWA Italy hanno suscitato nelle Istituzioni (USR Campania, Indire) con particolare riferimento alla Delivery Unit della regione Campania, coordinata dalla Prof.sa angela Orabona, che ha coinvolto IWA Italy allo scopo di allargare l impatto delle nuove professioni per il Web da noi profilate e di permettere ad altri Istituti dopo il felice incontro con l ISIS Europa di beneficiare di nuove idee, per la realizzazione pratica e concreta di nuovi interventi orientativi e percorsi formativi. 6. Riferimenti bibliografici Pasquale Popolizio, Il Pil dell Italia? Il web incide poco. Il Denaro, 02/02/2012 Enrico Franceschini, Bcg, l'8,3% del Pil britannico ruota intorno alla web economy. La Repubblica Economia e Finanza Online, 19 marzo 2012, co_ruota_intorno_alla_web_economy / Conclusioni Lo scopo immediato delle attività formative di IWA Italy e delle sue proposte è quello di iniziare finalmente a colmare il profondo gap esistente tra le competenze richieste delle aziende ed imprese già operanti sul Web ed il mondo dell Istruzione Tecnica e Professionale. Ma guardando un po più avanti appare evidente come l intero Sistema Scuola debba progressivamente accorgersi, a tutti i livelli, delle enormi prospettive offerte dalla rete internet e adeguare conseguentemente la propria offerta formativa. Il Web - tra tutti i media attualmente disponibili è certamente il più trasversale e quello che meglio di altri riesce a coniugare gli ideali di libertà e 10

11 Il Web e le sue professioni: nuovi percorsi per nuove competenze democrazia, garantendo al tempo stesso grandi margini di sviluppo economico per quelle comunità che sapranno rispondere adeguatamente alle sfide che esso lancia ed ai cambiamenti che esso impone.

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze

Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze Roberto Bellini 1, Pierfranco Ravotto 2 AICA Piazzale Rodolfo Morandi 2, 20121 Milano 1 r.bellini@aicanet.it 2 p.ravotto@aicanet.it EUCIP è uno standard

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3)

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere riconoscibile

Dettagli

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione 10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione LA MAPPA Il RAV non è solo prove Invalsi, ci sono molte altre cose da guardare in una scuola: i processi organizzativi, la didattica, le relazioni, ecc.

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

European ICT Professional Profiles

European ICT Professional Profiles CEN Workshop ICT Skills CWA European ICT Professional Profiles Il presente CEN Workshop Agreement (CWA) definisce un set di profili europei nel settore dell ICT; Usando lo European e-competence Framework

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

RELAZIONE a.s. 2009-10

RELAZIONE a.s. 2009-10 per l'innovazione scolastica e l'handicap "Mario Tortello RELAZIONE a.s. 2009-10 a.s. 2009-10 Ampliamento patrimonio librario Aggiornamento sito Seminario Alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento

Dettagli

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché Il tirocinio extracurriculare come, quando, dove e perché Contenuti Cos è un tirocinio Le finalità del tirocinio extracurriculare La legislazione che lo regola Come cercare informazioni Prima di iniziare

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: LA PROSPETTIVA IN BASE AL MODELLO ICF LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Ins. Stefania Pisano CTS I.C. Aristide

Dettagli

Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale)

Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale) Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale) Premesso che A) IL CONTESTO POLITICO - CULTURALE 1. Col Quarto Programma d azione (1996-2000) la politica europea

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, n. 87, articolo 8, comma 6) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere

Dettagli

REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA

REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA Pag. 1 di 16 REQUISITI DI UN TEST CENTER AICA REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione

Dettagli