Data Quality. Cinzia Cappiello 14/11/2005 Politecnico di Milano. Tecnologie per i Sistemi Informativi,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Data Quality. Cinzia Cappiello 14/11/2005 Politecnico di Milano. Tecnologie per i Sistemi Informativi, 2005-2006"

Transcript

1 Data Quality Cinzia Cappiello 14/11/2005 Politecnico di Milano Perché la qualità dei dati è importante? La scarsa qualità dei dati si diffonde La scarsa qualità dei dati è costosa La qualità dei dati può essere migliorata La qualità dei dati può costituire un forte vantaggio competitivo 1

2 Motivazioni per una scarsa qualità dei dati Cambiamenti storici: l importanza di un dato può cambiare nel tempo Esempio: la data di nascita dei clienti per una compagnia assicurativa. Utilizzo dei dati: l importanza dei dati dipende dal processo in cui vengono utilizzati Esempio: processo operativo o decisionale Fusioni societarie: l integrazione dei dati può provocare difficoltà Leggi sulla privacy: molte nazioni proteggono la privacy degli individui. Arricchimento dei dati: è pericoloso arricchire i dati interni con sorgenti esterne. Un caso interessante di scarsa qualità Dicembre 2003 ponte tra Germania e Svizzera Gli svizzeri e tedeschi iniziarono a costruire un ponte di collegamento tra le due nazioni Nel punto di incontro trovarono che il ponte presentava un dislivello di 27 cm. Come mai? Il sistema tedesco prende come riferimento per misurare l altitudine il mar Baltico mentre il sistema svizzero il mar Mediterraneo. Inconsistenza tra formati Data quality problem!!! 2

3 Effetti della scarsa qualità dei dati (1) Diminuisce la soddisfazione della clientela Implica il sostenimento di costi alti e superflui Recenti studi hanno riportato che: Il costo diretto che un organizzazione deve sostenere per correggere errori nei dati ricevuti da una seconda organizzazione è il 6% del suo budget totale Il costo stimato che una compagnia deve sostenere per la scarsa qualità dei dati relativi alla clientela è circa il 6-14% dei ricavi Influenza i processi decisionali Implementare sistemi di data warehouse o data mining su dati di scarsa qualità è molto rischioso Effetti della scarsa qualità dei dati (2) Impedisce il re-engineering: in molti progetti di re-engineering la cosa fondamentale è individuare i dati giusti da collocare nel posto giusto al momento giusto per soddisfare le esigenze di un cliente. Ma se i dati individuati sono sbagliati, essi non possono essere di alcuna utilità al cliente Rende difficile una strategia a lungo termine 3

4 Analisi della qualità dei dati L analisi della qualità dei dati va condotta tramite quattro fasi principali: Definizione delle dimensioni di qualità Analisi dei dati Misurazione delle dimensioni di qualità Miglioramento della qualità dei dati Definizione delle dimensioni di qualità dei dati 4

5 Definizioni di Dati (1) 1. I dati sono un insieme di fatti: i dati sono rappresentazioni di eventi appartenenti al mondo reale. 2. I dati sono il risultato di misurazioni: i dati vengono definiti dall indicazione di come sono stati ottenuti 3. I dati sono le materie prime delle informazioni: i dati costituiscono l input di un processo che genera informazioni Definizioni di Dati (2) 4. I dati sono rappresentati da tre caratteristiche: <entità,attributo,valore> I dati sono rappresentazioni di oggetti appartenenti alla realtà. Ogni oggetto è rappresentato da un entità che è definita da degli attributi. Ogni attributo ha un dominio ammissibile di valori Es. Entità: studente Attributi: N_matricola, nome, cognome, data di nascita. Valori: nome stringa di caratteri (Mario, Paolo ecc.) data di nascita formato gg/mm/aaaa 5

6 Dimensioni di Qualità dei Dati Categoria Schema logico Valore dei dati Rappresentazione dei dati Contenuto Copertura Livello di dettaglio Accuratezza Completezza Appropriatezza Interpretabilità Portabilità Precisione del formato Dimensioni Composizione Consistenza Reazione al cambiamento Currency Consistenza Flessibilità del formato Abilità a rappresentare i valori nulli Uso efficiente della memoria (Redman 1996) Dimensioni - Accuratezza L accuratezza di un dato <e,a,v> si riferisce alla vicinanza del valore v ad un valore v che è considerato corretto per l entità e e l attributo a. Se v coincide con v allora il dato viene definito corretto. Una misura aggregata dell accuratezza può essere espressa come rapporto tra i valori corretti e il numero totale dei valori 6

7 Dimensioni - Completezza La completezza si riferisce al grado con cui una determinata entità è rappresentata all interno della base di dati La completezza può essere rappresentata dalla percentuale con cui i valori sono presenti in un insieme di dati Criticità nel trattamento del valore null, che può essere interpretato come: Valore sconosciuto di un attributo ( e indicatore di incompletezza) Un attributo non applicabile (e indicatore di completezza) Un attributo di sconosciuta applicabilità Valore speciale di un attributo (e indicatore di completezza) Dimensioni - Currency Age [Bovee et al. 2001] [Ballou et al. 1998] [Wang and Strong 1996] T origin T input T update T use t Currency è la misura del grado di aggiornamento di un dato. Un dato è non aggiornato se è incorretto al tempo t 1 ma era corretto al tempo t < t 1 [Redman 1996] 7

8 Dimensioni - Consistenza La consistenza è generalmente definita come la proprietà di diversi valori di non entrare in conflitto tra di loro. Problemi di consistenza si hanno quando due o più collezioni di dati si sovrappongono La consistenza è comunemente definita a tre livelli : Consistenza delle viste: definita come consistenza semantica, si riferisce alla consistenza tra gli attributi delle diverse entità considerate. Consistenza di valore: esamina conflitti tra valori dei dati. L inconsistenza si verifica quando due o più valori non possono essere corretti contemporaneamente. Es. città e c.a.p Consistenza della rappresentazione: si riferisce alla consistenza tra formati di rappresentazione Analisi dei dati 8

9 Analisi delle dimensioni di qualità L analisi delle dimensioni di qualità dei dati è vincolata all analisi del processo in cui dati vengono utilizzati. E necessario analizzare il processo di origine e individuare le attività che introducono errori o influenzano la qualità dei dati Il ciclo di vita dei dati (1) Il processo di memorizzazione visto come attività principale in un sistema informativo I sistemi possono essere classificati in relazione del ruolo dato alla memorizzazione dei dati: Se la memorizzazione dei dati è la fase finale, il sistema si dice di Acquisizione Attività di acquisizione 9

10 Il ciclo di vita dei dati (2) Se l accesso a dati memorizzati è l attività iniziale, il sistema si dice di Utilizzo Attività di utilizzo Il sistema si dice di tipo Combinato se i processi utilizzano e acquisiscono i dati Attività di acquisizione Attività di utilizzo Ciclo di acquisizione dei dati Le principali attività incluse nel ciclo di acquisizione sono le seguenti: Definire la view dei dati: una view è composta dalle parti del mondo reale che devono essere memorizzate. Devono essere specificate una o più entità con gli attributi relativi. Implementazione: dopo aver definito gli elementi che devono essere memorizzati, si devono tenere conto restrizioni e/o limitazioni imposte dal mezzo di memorizzazione e dal DBMS. Viene definito lo schema dei dati. Ottenere i valori: si acquisiscono i valori degli attributi delle singole istanze delle entità definite. Aggiornare record: i dati sono memorizzati in uno o più database. Il termine aggiornare include l inserimento di un nuovo record, cancellazione e modifica dei record esistenti 10

11 Ciclo di utilizzo Le principali attività incluse nel ciclo di utilizzo sono le seguenti: Definire una subview: tipicamente un processo di utilizzo userà solo una piccola parte dei dati disponibili. Si definisce il sottoinsieme di dati da utilizzare Recupero: i dati precedente memorizzati vengono recuperati Manipolazione: i dati recuperati vengono utilizzati come input in un processo di trasformazione che deve generare come output i dati soddisfacenti la richiesta di un utente Presentazione risultati: i risultati devono essere presentati all utente finale con una rappresentazione appropriata che dipende da molti fattori: la natura del risultato, il mezzo di visualizzazione, e le preferenze dell utente Utilizzo dei dati: L utilizzatore del dato potrà giudicare la qualità dello stesso Ciclo di vita modificato per il miglioramento della qualità dei dati (1) Per migliorare la qualità dei dati bisogna inserire: Valutazione (Assessment): in questa fase si valuta la qualità dei dati ottenuti. E necessario valutare le dimensioni legate ai valori dei dati: consistenza, accuratezza, currency, e completezza. Se i dati sono di qualità accettabile sono memorizzati, altrimenti attività correttive sono intraprese. Analisi: in questa fase vengono individuate le ragioni della bassa qualità dei dati riscontrata nella fase di valutazione Correzione: In molti casi, i dati insoddisfacenti possono essere corretti o migliorati Scarto: se un dato giudicato di bassa qualità non può essere corretto, dovrebbe essere scartato 11

12 Ciclo di vita modificato per il miglioramento della qualità dei dati (2) Definizione view Ottenimento valori Valutazione Implementazione Memorizzazione Scarto Analisi Ciclo di acquisizione Definizione sottoinsieme Recupero Valutazione Manipolazione presentazione Valutazione Uso Valutazione Analisi Ciclo di utilizzo Ottenere nuovi valori Cancella Ridefinire le viste Un metodo standard per l analisi l delle dimensioni di qualità: : IP-MAP Per fare l analisi delle dimensioni di qualità è necessario adottare meccanismi di data tracking Un Information Product MAP è un modello grafico progettato per aiutare a comprendere, valutare e descrivere il modo in cui un informazione viene assemblata Il prodotto informativo viene generato da due elementi principali: Raw data items: dati elementari utilizzati per creare l informazione finale Component data items: informazioni intermedie necessarie per produrre il prodotto finale 12

13 Costruzione e utilizzo di IPMAP La costruzione e l utilizzo di IP-MAP si compone di cinque fasi: Catalogare i prodotti informativi Si definisce la natura del prodotto, chi lo utilizza, quando si utilizza, qual è il processo che permette di creare il prodotto ecc. Identificazione dei prodotti informativi critici: prodotti che non possono riportare errori in quanto si causerebbero danni agli utenti del processo Definizione dei requisiti di qualità Costruzione IP-MAP Definizione e miglioramento della qualità del prodotto informativo Costruzione di IP-MAP: blocchi principali Nome blocco Source (raw input block) Customer (output) block Data Quality block Processing block Data Storage block Decision block Business Boundary block Information System Boundary block Simbolo Significato Blocco usato per rappresentare la sorgente di ogni raw data che può essere utilizzata per produrre il prodotto informativo Blocco usato per rappresentare gli utenti del prodotto informativo. L utente specifica i dati che costituiscono il prodotto finito Blocco utilizzato per rappresentare i punti in cui è necessario eseguire dei controlli sulla qualità dei dati Blocco utilizzato per rappresentare ogni manipolazione, calcolo o azione che interessa qualche raw data Blocco usato per rappresentare la memorizzazione di dati in file o basi di dati Blocco utilizzato per rappresentare delle condizioni che devono essere valutate prima di attivare specifiche procedure Blocco utilizzato per specificare il passaggio delle informaizoni attraverso diversi dipartimenti o organizzazioni Blocco utilizzato per specificare le trasformazioni che i dati devono subire passando da un sistema informativo a un altro 13

14 Account data Account activities Account management Customer data Credit Card Extraction Extraction Extraction Extraction Extraction CD 3 CD 4 CD 2 CD 1 CD 5 Integration CD 6 Transformation CD 7 Global account RD 11 View and print balances Account activities Send a request Send a request Query definition Extraction Aggregation CD 8 CD 9 Open a saving account Move money Insert data customer Insert transfer request Elaborate from Home banking application Pay bills Insert transfer request Format data Report definition CD 10 Choice service IP 1 RD 1 Customer accesses Home banking service Customer view accounts activities Misurazione delle dimensioni di qualità 14

15 Processo di misurazione Il processo di misurazione risulta complesso dal momento che non ci sono algoritmi precisi per il calcolo delle singole dimensioni Algoritmi consolidati esistono per le dimensioni: Completezza Accuratezza Currency (e timeliness) Completezza Considerando un attributo in una tupla t e il suo valore v: se v= null completezza (v)=0 se v <> null completezza (v)=1 Completezza della tupla può essere calcolate come: Completezza( t) = i= 1 completezza( v ) Dove N è il numero di attributi che compongono lo schema N N i 15

16 Accuratezza L accuratezza si misura considerando una sorgente di benchmark e paragonando i valori contenuti all interno del database v i con valori di benchmark considerati corretti. se v = v ' accuratezza( v ) = 1 L accuratezza totale risulta: i i i se v v ' accuratezza( v ) = 0 Accuratezza( t) = i N i= 1 accuratezza( v ) N i i i Currency e timeliness La currency è comunemente associata alla data dell ultimo aggiornamento. La currency viene utilizzata nel calcolo della timeliness La timeliness è la dimensione che rivela il grado di aggiornamento dei dati : currency( v ) i Timeliness( vi ) = max 1 ;0 volatility( vi ) 16

17 Altre misurazioni utili per la valutazione della qualità Oltre alla valutazione diretta delle dimensioni di qualità dei dati attraverso: La valutazione dei valori dei dati e dei tipi La loro vicinanza a valori di riferimento La verifica di assenza di duplicati La verifica di correttezza secondo le regole di integrità referenziale è importante anche analizzare i dati all interno del processo, in particolare: Le caratteristiche dei dati: si verifica che i valori dei dati siano conformi a regole di funzionamento dello specifico processo Analisi dei protocolli di sistema (es. numero di record non aggiornati) Il volume dei dati trattati: le analisi mirano a identificare anomalie nell utilizzo dei dati o periodicità Plausibilità (es. distribuzione dei dati) Verifica dei dati con altri sistemi e sorgenti Inoltre bisogna considerare: La valutazione fatta dagli utenti utilizzatori dei dati e dai clienti dell organizzazione misurabile ad esempio attraverso le lamentele o diversi riscontri Valutazioni fatte manualmente attraverso procedure di valutazione standard e tecniche varie Caratteristiche dei dati (Esempio) Credit authorisation Payout before authorisation Authorisation expired Credit Payout 17

18 Analisi del volume dei dati (Numero dei record)? Miglioramento della qualità dei dati 18

19 Strategie per il miglioramento della qualità dei dati Ci sono tre approcci che permettono di migliorare la qualità dei dati del proprio sistema: Ispezione e correzione: i dati sono controllati e confrontati con standard di qualità, gli elementi che non sono ritenuti idonei vengono scartati o corretti fino a quando non passano il controllo Miglioramento e controllo dei processi: l obiettivo è identificare e eliminare le cause di errori Progettazione dei processi: nella fase di progettazione si tiene conto della qualità Ispezione e correzione Laissez-faire: i clienti trovano gli errori e l impresa cerca di correggerli Confronto dei valori con le controparti del mondo reale: tecnica molto costosa e lunga. Non aiuta a prevenire gli errori futuri Database bashing: confronta i record fra due o più database. Ha tre svantaggi principali: L assunzione che i dati che coincidono siano uguali non è sempre corretta I dati usati come termine di confronto potrebbero essere di per sé sbagliati Non previene gli errori futuri Data edits: sono procedure automatiche che verificano che i valori dei dati e/o la loro rappresentazione soddisfino predeterminati vincoli. Questi vincoli sono a volte chiamati business rules 19

20 Miglioramento e controllo dei processi Diverse tecniche di gestione dei processi possono essere applicate alla catena di creazione dell informazione. Metodi che attraverso l uso di edits e data tracking effettuano le misurazioni delle performance dei processi Applicati alla catena dell'informazione gli edit possono visualizzare certi tipi di errore prima ancora che siano riportati nel database Per migliorare il processo, viene gestito un log dei fallimenti, che può essere studiato per determinare i pattern di errore e eliminare le cause. Progettazione dei processi Progettazione dei processi consiste nel fare processi che siano a prova di errore Vengono direttamente inseriti nel processo degli strumenti di misurazione che consentono di controllare e migliorare il processo dall interno del processo stesso. Utilizzo dell IT per minimizzare le attività di interazione diretta tra l utente e il dato per quelle operazioni considerate più a rischio (es. data entry, cambio di formato, ecc.) 20

21 Riepilogo dei principali metodi per il miglioramento di DQ Laissez-faire Metodo Confronto dei valori con le controparti del mondo reale Database bashing, one time Database bashing, ongoing Cleaning, usando data edits, one time Cleaning, usando data edits, ongoing Miglioramento e controllo dei processi Miglioramento Breve Termine Basso Alto Medio Medio Medio Medio Medio Lungo termine Basso Basso Basso Medio Basso Medio Alto Progettazione di processi a Medio Alto prova di errore Costi totali Breve Termine Alto Alto Medio Medio Medio Medio Medio Medio Lungo termine Alto Alto Alto Molto Alto Alto Alto Basso Molto Alto Dati non importanti Per valutare livelli di qualità correnti Quando un secondo DB è disponibile Mai Su dati che non vengono aggiornati spesso Mai Quando è appropriato Su dati che vengono creati o aggiornati frequentemente Ogni volta che un nuovo processo viene progettato o re-ingegnerizzato Metodi per il miglioramento della qualità dei dati alta Frequenza di cambiamento Proactive Data Quality Management bassa Laissez faire Data Cleansing bassa alta Rilevanza dei dati Le misure proattive sono sempre quelle da preferire [de Fries, Seidl und Windheuser 1999] 21

22 Data Quality Management Quality Philosophy Quality Culture Data Quality Policy Data Quality Strategy Strategic Management Data Quality Planning Data Quality Control Definition and Specification of quality objectives Feedback and control Operative Management Information Management [Helfert, Herrmann 2003] Data Quality Management è più che Data Cleaning! 6% 59% 35% Data Cleansing DQM Both (Cleansing & DQM) [Helfert 2002] Definire obiettivi di qualità Analizzare l esistente qualità dei dati Identificare le cause e gli effetti della scarsa qualità dei dati Analizzare il costo e i benefici della qualità dei dati Sviluppare misure per migliorare la qualità dei dati 22

23 External Transaction oriented s(call Center, WWW-Portal, CRM) Operative Data Sources Non relational other DB 2 Net ORACLE Operational Data Store Transformation Component Data Warehouse Data Base Data Warehouse Data Base Data Marts End-User-Tools BERI CH T ' EI NNAH ME N U ND A USG ABEN ' b i s Es s e n 40, 34% Son s t i g e 3 3, 08 % Fr ei ze i t 10, 63% St ud i um 15, 95% Il concetto di DQM proattivo Definizione dei requisiti di qualità dei dati Misurazione del livello corrente di qualià Requisiti Processo organizzativo Valori di qualità Struttura organizzativa (ruoli e responsabilità) Extraction, Transformation, Loading Tecniche e strumenti Cambio di sistema Standard e regole Efficacia Efficienza Identificazione e passi Implementativi per migliorare Continuamente la qualità dei dati Analisi Cause Mancanza di dati Analisi Effetti e implicazioni Diversi approcci per diversi tipi di sistemi informativi Le problematiche relative alla qualità dei dati sono diverse a seconda del sistema informativo in cui si opera: Centralizzati Distribuiti Sistemi informativi direzionali di tipo data warehouse 23

24 SI centralizzati Ipotizziamo che in questi sistemi si operi con un unico database. Per selezionare il miglior metodo di miglioramento dei dati dobbiamo valutare il turnover dei parametri: frequenza delle creazione e aggiornamento dei dati Se il turnover dei parametri è alto metodo di miglioramento e controllo dei processi Se il turnover dei parametri è basso metodo di ispezione e correzione Se il turnover dei parametri è medio o misto Prima si applicano metodi di miglioramento e controllo dei processi e poi metodi di ispezione e correzione In tutti i casi ogni volta che si progetta un nuovo processo, si inseriscono nello stesso procedure per il controllo della qualità dei dati SI distribuiti In questi sistemi i dati da migliorare sono contenuti in più database. Si possono presentare tre casi: I dati contenuti nei database non si sovrappongono per ogni database sono valide le considerazioni fatte per il SI centralizzato I dati sono contenuti sia nel database A che B ma il database B utilizza il database A come sorgente per il database A sono valide le considerazioni fatte per i SI centralizzati e B eredita le correzioni I dati sono contenuti in più database ma manipolati da processi diversi. Più alternative: Tenere i database divisi e usare periodicamente una tecnica di database bashing (sconsigliato) Rivedere la composizione dei processi e controllare se è proprio necessario mantenere la gestione dei database separata Cercare di instaurare fra i due database un rapporto di master/slave 24

25 Sistemi informativi direzionali di tipo data warehouse Metà dei costi associati all implementazione di un data warehouse sono imputabili alla scarsa qualità dei dati I sistemi con data warehouse aumentano la ridondanza dei dati, un generico processo per sviluppare un piano operazionale mirato al miglioramento dei dati si compone dei seguenti passi: Analisi della strategia di business, dei problemi noti, dei tassi di errore e dei costi Selezione dei dati da cui si riescono a definire i requisiti di qualità e determinazione delle basi di dati e processi ad essi associati Selezionare i database principali (master databases) Eliminazione dei processi ridondanti Applicare il metodo di miglioramento opportuno (caso SI centralizzato) In dettaglio: problemi di qualità dei dati nei data warehouse 25

26 BERI CH T ' EINNAH M EN UND AUS G ABEN' b i s S o ns t i g e 3 3, 08 % Fr e i z e i t 1 0, 6 3 % S t ud i um 15, 9 5% Ess e n 40, 34 % BERI CH T ' EI NNAH M EN UND AUSG ABEN' b i s So n s t i ge 3 3, 0 8% F r ei z ei t 10, 63 % S t ud i um 1 5, 9 5 % Es s e n 4 0, 3 4% La scarsa qualità dei dati è percepita attraverso inconsistenze... Qual è il vero valore dell informazione per i clienti? Osservazione diretta Rappresentazione del Sistema Informativo Mondo reale Operative Data Transformation Data Warehouse Sources Component Data Base External Net ORACLE Data Warehouse DB 2 Data Base other Non relational Extraction, Transformation, Loading Data Marts End-User-Tools Interpretazione data user s Percezione data user s dei real real world dati da world parte degli perception perception utenti Transaction oriented s(call Center, Operational Data Store WWW-Portal, CRM) Inconsistenze percepite Scarsa qualità dei dati percepita [ see also Wand, Wang 1996] Problemi chiave di qualità dei dati Estrazione e interpretazione dati operazionali Integrazione di diversi sistemi operazionali Applicazione / (Interpretazione dati lato utente) Trasferimento dati Acquisizione dati Operative Data Sources Transformation Component Data Warehouse Data Base Data Marts End-User-Tools External Non relational Net ORACLE DB 2 other Extraction, Transformation, Loading Data Warehouse Data Base Transaction oriented s(call Center, WWW-Portal, CRM) Operational Data Store 26

27 Interpretazione dati (Esempio)... Name Date of Birth Product Price Day Keane 09/03/70 AB 14.3 SFR O Conner AC 27.2 EUR O Conner 14/07/65 BB Schmidt 1/1/11 AC 26.2 EUR Keane 09/03/70 BA??? Duplicati/ridondanze Uso di valori di default... C# Name Date of Birth Keane 09/03/70... O Conne /07/65... r... 3 Schmidt Null Codice non esplivativo C# P-Cat. 1 A 2 A 2 B Problemi di formato Incompletezza Referenza temporale impliita P# Cur. Price Date... 2 SFR /11/ EUR /11/ EUR /11/ A 1 B 3 SFR /11/ Null Null 14/11/00... Approcci per l estrazione l e trasferimento dei dati Frequentemente risolti in cooperazione con i dipartimenti operativi Spesso gli errori vengono automaticamente risolti nel processo di trasferimento dati Feedback dei problemi di qualità dei dati Data Warehouse Semantic Syntax Sviluppo di una logica di trasformazione per il trasferimento dati (mapping) Fornitura dei dati secondo gli standard concordati Conoscenza implicita Op. System Semantic Syntax Scarsa qualità dei dati (ma tollerata a livello operativo) Sviluppo di definizioni esatte (descrizione dati, origine dei dati, formato dei dati) 27

28 Problemi di integrazione (Esempio) Tabelle con dati ridondanti (indirizzo) in diversi sistemi operazionali... Name Street ZIP City Phone Fax O Conner Ballymon Rd. 5 9 Dublin Ahern Griffen Av. 24 Galway Correct address data Office information... Name Street ZIP City Phone Fax O Conner Finglass Rd Dublin Ahern Galway Private information I dati sono raccolti per diversi scopi La standardizzazione può disturbare i processi organizzativi a livello operativo I problemi di integrazione sono... Molto complessi e costosi in termine di tempo, dal momento che diverse unità organizzative sono coinvolte (lunghe procedure decisionali, analisi complessa dei problemi, fattori politici) Difficili da analizzare e quindi implicano un alto rischio di progetto Sono causati maggiormente da problemi organizzativi piuttosto che tecnici, e.g. Mancanza di attenzione per la qualità dei dati e dell informazione Mancanza di standard / procedure per lo sviluppo di applicazioni Sviluppo indipendente dei concetti organizzativi e di sistema Addestramento del personale insufficiente Sicurezza delle informazioni 28

29 Processo di trasferimento e consistenza temporale Real world Data- Warehouse- Database Operational Systems [Helfert 2002] Un caso di studio: qualità dei dati in un istituto finanziario 29

30 Il caso di studio Obiettivi del progetto: Analizzare la situazione corrente di qualità dei dati Analizzare i requisiti di qualità dei dati degli utenti finali Sviluppare un sistema concettuale di qualità dei dati per la banca Definizione di una serie di regole per gestire la qualità dei dati per specifiche aree applicative Incentivare del trattamento della qualità dei dati e guadagnare l attenzione da parte dell intera direzione aziendale Sviluppo di una strategia orientata alla qualità dei dati [Helfert 2002] 30

31 l B ERI CH T ' EI NNAH M E N UND AUS G ABE N' b i s Son s t i g e 33, 08 % Fr ei z ei t 1 0, 63% St u di um 1 5, 9 5% E s s en 4 0, 34% Esempi di regole operative per il controllo della qualità >conta tutti i conti correnti che sono stati chiusi ma a cui Non è associata nessuna data di chiusura select count(account_id) from pkw_accounts where substr(appl_flags_1,8,1) = '1' and account_closing_date is null >GESTIONE DI ECCEZIONE: tra marzo 2001 e Dicembre 2001 la tabella cr_col_cat >è aumentata da a righe per mese. >EXCEPTION: >In gennaio 2002 ci si aspetta un aumento solo di un terzo delle righe del mese precedente select count (*) from cr_col_cat a where a.date_per = to_date(' ','dd.mm.yyyy') Data Cleansing (passi principali) Documentazione (documentare i risultati del passo del processo di dati cleansing in metadati) Householding (combinare record individuali che sono attribuiti allo stesso indirizzo) Trasformazione dei dati (es.1 per uomini, e 2 per donne diventano M e F) Record matching (determinare se due record si riferiscono allo stesso soggetto) Correzione e verifica dei dati (confronta i dati con liste certificate, es. Codici postali, liste di prodotti) Standardizzazione (adottare formati standard per alcuni valori dei dati) Parsing (scomporre il record in unità atomiche) Datenquellen Data Warehouse Datenbank Data Marts Transformationskomponente End-User- Werkzeuge [Neely 1998] External Net ORACL E DB 2 other Non relationa Transaction oriented s(call Center, Operational Data Store WWW-Portal, CRM) Extraction, Transformation, Loading Data Warehouse Data Base 31

32 Esempi di specifiche per la qualità (regole) Criteria Approach Example Domain and attribute Value corresponds specified Data type / format Value is within range of values DateOfBirth IS Date <= DateOfBirth <= Today Obligatory fields (missing values) DateOfBirth NOT NULL Plausibility Record and relation Referential integrity Relations between records Key values are unique Foreign key relations (Product#= 4x AND CustomerCode = 1x) credit_balance >= Account# NOT NULL AND UNIQUE Account.Customer# IN Customer.Customer# Sum of credit balances from system A is equivalent to former balance + account movements Other integrity constrains Relations between different attributes Average balance is related to Number of Customers (e.g. Average Credit_Balance is within a plausibility interval dependent on Number of Customers) Data volumes (Number of records) Number of account movements are within a plausibility interval (e.g <= (COUNT (*) FROM Account WHERE Transaktion_Date = Today) <= ) Test for execution of scheduled Tecnologie Timeliness per i Sistemi Informativi, Transfer Processes Transfer process T is at scheduled time t completed (e.g. scheduled_time = start_time AND Status = completed ) Esempio di analisi dei dati Città City Data di of nascita Birth St. Gallen

33 Modifiche nei processi: ciclo di pianificazione e controllo della qualità dei dati [Helfert, Herrmann 2003] Modifiche nei processi: Pianificazione della qualità dei dati [Helfert, Herrmann 2003] 33

34 Modifiche nei processi: controllo della qualità dei dati [Helfert, Herrmann 2003] database Valori di tolleranza: > 30 Azione da effettuare in caso di violazione delle regole? Risultati attesi Casi di test e regole SQL-Script Notifica: History log file [Winter, Helfert, Herrmann 2002] 34

35 Utilizzo effettivo del sistema implementato: indagine dei clienti dell istituto finanziario Indagine dei clienti Gestione del rischio Reputazione Legale Operazionale Si investiga per la riduzione del rischio Frequenza e Qualità dell indagine Sui clienti Lotta contro il terrorismo Implementare misure per contrastare il finanziamento del terrorismo Preliminare identificazione dei terroristi fra I clienti Mezzi per contrastare il riciclo di denaro Monitoraggio delle transazioni Indagini Si indagano clienti che effettuano transazioni sospette 35

36 Problema: : un nome non è un identificatore unico Esempio: Hans Müller 1190 matches Hans Müller, matches Hans Müller, Zurigo 58 matches Hans Müller, Zurigo, match Problema: affrontare diversi problemi di qualità dei dati Esterne Esempio: In molti nomi stranieri si ha difficoltà nel capire quale sia il cognome Definizione della data di nascita Interne Esempio: Crescita incrementale del sistema Date di nascita inserite in modo automatico (es ) Typos (es. Smith -> Simth) Inserimento di campi che consentono l inserimento di testo libero nel sistema 36

37 Problema: : Un nome può essere scritto in diversi modi Individuo #1 - Adnan El Shukrijumah Name Component Variant Form Relative Frequency Interpretazione dei nomi dipende dal contesto sociale e culturale ADNAN ADNAN COMMON ADNANE COMMON ALADNAN LESS COMMON EL SHUKRI SHUKRI COMMON SHOUKRY COMMON SHOKRY COMMON SHOKRI LESS COMMON CHOUKRI LESS COMMON SHUKRY LESS COMMON SHOUKRI LESS COMMON CHUKRI LESS COMMON ALSHUKRI LESS COMMON CHOUKRY LESS COMMON CHOQRI LESS COMMON JUMAH JUMA COMMON GOMAA COMMON JUMAH COMMON JOMAA COMMON ALJUMAH COMMON JUMAA COMMON ALJUMA COMMON ALJUMAAH COMMON JOUMAA LESS COMMON JOMAH LESS COMMON GOMA LESS COMMON ALJOMAH LESS COMMON GOMMA LESS COMMON JUMAAH LESS COMMON ALJOMAAH LESS COMMON Example courtesy of Tobi Moriarty / / Problema: controllo dei dati inseriti World-Check Updates per Day (October January 2004) Updates 1500 Average: 240 Updates / Inserts per Day Dates I controlli iniziali non bastano, i dati possono essere soggetti a modifiche, ci vuole monitoraggio!

38 Come è stato modificato il processo. Investigations & Inquiries Inquirer E stato adottato un processo breve e efficiente Una sola interfaccia al sistema Utilizzo del data warehouse descritto precedentemente Evoluzione del processo di indagine < telefono - FAX telefono - FAX 40+ standard di interrogazione Consultazione parallela dello stesso sistema Coinvolgimento di terze parti solo se necessario ma si possono consultare da un unica postazione più di 16 basi di dati differenti Tutti i dati necessari accessibili Da un unico sistema 38

39 Il nuovo processo: l applicazione trova i nomi scritti in modo errato Visualizzazione dei dettagli dei clienti 39

40 L applicazione per la ricerca di un azienda Visualizzazione dei dettagli delle aziende 40

41 L applicazione che consente di trovare i possibili clienti sospetti oltre all applicazione applicazione Migliorare l interfaccia di inserimento dati nello strumento attraverso cui si inseriscono i dati della clientela (evitare campi memo, eseguire controlli preliminari ecc.) Ridurre il numero dei campi per la ricerca dei nomi (es. meta-database) Usabilità: pensare prima a falsi positivi e poi a confronti reali Se utile, aggiungere informazioni provenienti da terze parti nel sistema, per supportare il processo decisionale Bilanciare l utilizzo dei tre ingredienti: dati, utente e algoritmi 41

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Grandi dimensioni e dimensioni variabili

Grandi dimensioni e dimensioni variabili Grandi dimensioni e dimensioni variabili aprile 2012 1 Questo capitolo studia alcuni ulteriori aspetti importanti e caratteristici della gestione delle dimensioni in particolare, delle grandi dimensioni

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Dal modello concettuale al modello logico

Dal modello concettuale al modello logico Dal modello concettuale al modello logico Traduzione dal modello Entita - Associazione al modello Relazionale Ciclo di sviluppo di una base di dati (da parte dell utente) Analisi dello scenario Modello

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Algebra Relazionale. algebra relazionale

Algebra Relazionale. algebra relazionale Algebra Relazionale algebra relazionale Linguaggi di Interrogazione linguaggi formali Algebra relazionale Calcolo relazionale Programmazione logica linguaggi programmativi SQL: Structured Query Language

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International money transfer send form

Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International money transfer send form Parte A a cura del Mittente/Section A reserved to the Customer Parte B a cura dell Ufficio Postale/Section B reserved to the Post Office Richiesta di trasferimento internazionale di denaro International

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Il linguaggio SQL: transazioni

Il linguaggio SQL: transazioni Il linguaggio SQL: transazioni Sistemi Informativi T Versione elettronica: 4.8.SQL.transazioni.pdf Cos è una transazione? Una transazione è un unità logica di elaborazione che corrisponde a una serie di

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Sistemi ERP e i sistemi di BI

Sistemi ERP e i sistemi di BI Sistemi ERP e i sistemi di BI 1 Concetti Preliminari Cos è un ERP: In prima approssimazione: la strumento, rappresentato da uno o più applicazioni SW in grado di raccogliere e organizzare le informazioni

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT FOR BUSINESS AND FINANCE

IT FOR BUSINESS AND FINANCE IT FOR BUSINESS AND FINANCE Business Intelligence Siena 14 aprile 2011 AGENDA Cos è la Business Intelligence Terminologia Perché la Business Intelligence La Piramide Informativa Macro Architettura Obiettivi

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

DNS cache poisoning e Bind

DNS cache poisoning e Bind ICT Security n. 19, Gennaio 2004 p. 1 di 5 DNS cache poisoning e Bind Il Domain Name System è fondamentale per l'accesso a internet in quanto risolve i nomi degli host nei corrispondenti numeri IP. Se

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

journal tutto PArte dalla conoscenza del dato N.2 MAGGIO 2011

journal tutto PArte dalla conoscenza del dato N.2 MAGGIO 2011 N.2 MAGGIO 2011 journal Business Intelligence: tutto PArte dalla conoscenza del dato CASO UTENTE In uno scenario in cui la competitività e le istituzioni regolamentari impongono sempre più rigore nel time

Dettagli

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence dal Controllo di Gestione alla strumenti strategici per la gestione delle imprese Giovanni Esposito Bergamo, 29 Ottobre 2012 dal Controllo di Gestione alla 25/10/2012 1 Agenda 14:00 Benvenuto Il Sistema

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

MANUALE UTENTE CARICO MASSIVO ANAGRAFICA PRODOTTI INDICE DEL DOCUMENTO 1 Introduzione... 1-1 Contenuto del documento...... 1-1 2 Template file Excel... 2-2 3 Carico prodotti... 3-4 4 Caricamento tabella

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Cos è la Businèss Intèlligèncè

Cos è la Businèss Intèlligèncè Cos è la Businèss Intèlligèncè di Alessandro Rezzani Il sistema informativo aziendale... 2 Definizione di Business Intelligence... 6 Il valore della Business Intelligence... 7 La percezione della Business

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

Stefano Bonetti Framework per la valutazione progressiva di interrogazioni di localizzazione

Stefano Bonetti Framework per la valutazione progressiva di interrogazioni di localizzazione Analisi del dominio: i sistemi per la localizzazione Definizione e implementazione del framework e risultati sperimentali e sviluppi futuri Tecniche di localizzazione Triangolazione Analisi della scena

Dettagli