Risk Data Aggregation. Riconciliazioni e controlli AUI - partitari. Reporting ICAAP. Migrazione di dati e gestione dei controlli di parallelo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risk Data Aggregation. Riconciliazioni e controlli AUI - partitari. Reporting ICAAP. Migrazione di dati e gestione dei controlli di parallelo"

Transcript

1 Data quality Segnalazioni, IRBA, 263 Riconciliazioni Front-Middle-Back Office Validazione e caricamento data warehouse Risk Data Aggregation Quadratura contabile-gestionale Management Control Monitor controparti Monitoraggio Corporate Actions Controllo commissioni e billing EMIR Garante Privacy 2 Decreto Monti Riconciliazioni e controlli AUI - partitari Product Control Contabilità industriale e cost allocation Liquidity Reporting Consolidamento ed aggregazione dati Credit Reporting Cleansing e Standardizzazione Anagrafiche Reporting ICAAP Controlli AntiFrode & Antiriciclaggio Reporting clientela private Calcolo di indicatori di performance e rischio (KPI, KRI) Recon Bank Accounts Modernizzazione dei flussi di dati Governance & reporting Migrazione di dati e gestione dei controlli di parallelo Riconciliazioni Vigilanzapartitari-coge Marketing analysis and benchmark position dashboards Master Data Management

2 l ambito regolamentare e l utilizzo di IrionDQ agenda le principali funzionalità di IrionDQ applicazioni e un caso di successo

3 AMBITO REGOLAMENTARE qualità dei dati Garanzia del rispetto di elevati standard di qualità nei termini di: Completezza (informazioni rilevanti) Pertinenza Accuratezza Tempestività Deve essere definito uno standard aziendale di «data policy» completo di: Controlli Procedure per gestire le eccezioni (dati mancanti o non soddisfacenti) Gli obiettivi dello standard di qualità devono essere sempre più stringenti definizione di Key Quality Indicator degli esiti e analisi dei trend per il miglioramento 3

4 AMBITO REGOLAMENTARE qualità dei dati I dati inseriti o corretti manualmente (rettifiche, override, ecc.) devono essere documentati. Si devono registrare: I dati originali L utente che ha operato Il timestamp dell operazione Eventualmente le motivazioni delle rettifiche Gli interventi manuali devono essere costantemente verificati anche con appositi controlli e procedure autorizzative 4

5 AMBITO REGOLAMENTARE qualità dei dati Deve essere tenuta traccia di: Controlli effettuati Esiti Dati scartati o introdotti Informazioni Mancanti Non plausibili Outlier Con forti discontinuità periodali Posizioni escluse Risultati delle riconciliazioni con procedure contabili Risultati di verifiche con archivi esterni 5

6 IRIONDQ perché Consente, ad esempio: La realizzazione o l adeguamento di controlli sulle registrazioni contabili nonché di verifica dell'allineamento tra i dati utilizzati per la gestione dei rischi e per la rendicontazione finanziaria, accedendo a qualunque tipologia di fonte dato e permettendo la definizione di qualunque tipo di controllo La realizzazione di controlli di quadratura tra sottosistemi sezionali, segnalazioni di vigilanza, contabilità generale, AUI La realizzazione di sistemi di quadratura tra applicazioni di front-office e middle/backoffice La definizione di misure atte a garantire e a misurare la qualità dei dati La definizione delle procedure di gestione delle eccezioni rilevate, con tracciatura automatica La definizione delle procedure per assicurare che gli indicatori di qualità (esiti e KQI) siano riportati periodicamente agli utenti di business, alle funzioni di controllo e all organo con funzione di gestione La definizione di ruoli e responsabilità nell effettuazione dei controlli 6

7 IRIONDQ perché Può essere inserito nelle attività di identificazione, misurazione o valutazione, monitoraggio, prevenzione o attenuazione dei rischi connessi con la qualità dei dati nell'ambito del processo di gestione dei rischi, anche per quanto riguarda l acquisizione o incorporazione di soggetti esterni, grazie alla estrema flessibilità nell integrazioni di fonti dati Viene utilizzato in processi per la verifica della qualità e coerenza complessiva dei dati aziendali in relazione all'eventuale utilizzo di procedure settoriali (contabilità, segnalazioni es. Intesa SanPaolo, antiriciclaggio es: Banco Popolare, ecc.) Ha funzionalità per la definizione di procedure che assicurino l'integrazione e la verifica della qualità a livello consolidato delle informazioni provenienti da tutte le componenti del gruppo E di supporto per l adeguamento dei rapporti prodotti sui dati aziendali, con riguardo all'esigenza di esporre le principali assunzioni e gli eventuali criteri di stima adottati (ad es., nell ambito del monitoraggio dei rischi aziendali) E di supporto per l adeguamento del sistema di reporting con riguardo all'esigenza di produrre informazioni tempestive e di qualità elevata per l autorità di vigilanza e per il mercato 7

8 IRIONDQ accountability & verificabilità Grazie alle funzionalità di One Click Audit & Automatic Documentation IrionDQ consente, in modo automatico: La registrazione completa, corretta e tempestiva dei fatti aziendali, al fine di consentire la ricostruzione dell attività svolta, comprensiva di data, ora, autore, motivo, ambiente, dati precedenti l eventuale modifica La documentazione dettagliata delle procedure di estrazione dei dati, di trasformazione, controllo e caricamento negli archivi accentrati nonché delle funzioni di sfruttamento dei dati, ad esempio nel caso di alimentazioni ed estrazioni da datawarehouse La documentazione dettagliata delle procedure di gestione e aggregazione dei dati, con specifica previsione delle circostanze in cui è ammessa l immissione o la rettifica manuale sempre mediante IrionDQ di dati aziendali La documentazione e il presidio dei processi di acquisizione di dati da information provider esterni, nel caso si utilizzi IrionDQ come motore di integrazione 8

9 l ambito regolamentare e l utilizzo di IrionDQ agenda le principali funzionalità di IrionDQ applicazioni e un caso di successo

10 connessioni e adapter a fonti dati IrionDQ mette a disposizione un ricco set di adapter per accedere e validare dati virtualmente in qualsiasi formato: Connessione a tutti i DBMS (Data& Metadata); Capacità di leggere qualunque tipo di file e formati strutturati (csv, txt, VSAM, EBCDIC, Packed/Zoned Decimal, CopyBook, SWIFT, ); File normalizer per accedere a dati semistrutturati o non strutturati (es: report di applicativi mainframe, ) XML, FpML, ; Script Engine: integrazione con Microsoft PowerShell per chiamare code MQ, API per accesso a dati esterni (es: API SAP, Hadoop, ecc.) ; Qualunque Web Services come «consumer»; Open Bloomberg API Adapter/Bloomberg Data License; Sistemi di mailing, ; File, APPS & Add-ins (MatLab, Fincad, ) Excel, anche con file multisheet e parzialmente strutturati, con la possibilità di acquisire anche informazioni di corredo quali commenti, colori, ecc. Ampliare il set di funzionalità sviluppando classi.net ad hoc che non richiedono installazioni di nuove versioni di IrionDQ I dati possono essere arricchiti anche da fonti esterne (ad esempio Bankscope, Bloomberg, Cerved, Centrale Rischi, ecc.) 10

11 dati in forma testuale IrionDQ mette a disposizione la tecnologia File Normalizer con un ricchissimo set di funzioni per: Scomporre i campi testo sulla base di delimitatori qualsiasi Scomporre i campi testo utilizzando «regular expression» anche complesse con pattern matching, ad esempio rispetto a strutturazioni del testo, set di valori ammessi, ecc. (es: verifica congruenza del codice fiscale) Definire tabelle di termini da usare nei confronti Definire regole di «parsing» custom Effettuare conversioni di dati da qualunque formato (es: EBCDIC, packed/zone decimal, ) Accedere ai dati presenti in file pdf (con alcune limitazioni dipendenti dal file originario) 11

12 valutazione qualità dei dati e reporting Grazie ai package di regole IrionDQ è possibile implementare sistemi di analisi dei dati per ottenere valutazioni della qualità dei dati Profiling dei dati Analisi dei dati in colonna Analisi «custom» Analisi e verifica su base temporale Rappresentazioni grafiche dei dati e delle analisi Reporting Dashboarding Possibilità di esportare analisi ed esiti a sistemi terzi Esecuzione interattiva o batch (schedulata) 12

13 configurazione e gestione delle regole Con IrionDQ è possibile definire dei package di regole di validazione, controllo ed arricchimento con sintassi SQL standard Possono essere definite facilmente tipologie diverse di controlli: Puntuali Logici Andamentali Coerenza Adeguatezza Accuratezza Tempestività Integrità Quadratura Riconciliazione (es: segnalazioni con contabilità, partitari con AUI, ) Fino a controlli più complessi quali riconciliazioni contabili/gestionali 13

14 normalizzazione e pulizia dei dati IrionDQ consente inoltre la modifica, l integrazione, la derivazione e la pulizia dei dati: Trasformazioni semplici (tipo dato, splitting di stringhe, operatori di concatenazione) Trasformazioni complesse (ricerca e sostituzione, operazioni di parsing sofisticato delle stringhe, ecc.) Le funzioni possono essere standardizzate e messe a disposizione in librerie (es: interpretazione dei codici fiscali) Le funzioni possono essere arricchite con l utilizzo di API di terze parti (ad esempio per la normalizzazione di indirizzi) Tutte queste funzioni possono essere estese facilmente con un linguaggio di scripting fino allo sviluppo di classi.net ad-hoc 14

15 matching, riconciliazione e quadratura Con la realizzazione dei package di regole IrionDQ si possono implementare: Regole di matching deterministico Regole o algoritmi per il matching basato su modelli piuttosto che valori esatti Sistemi di matching linguistico (es. Soundex, Difference, funzioni di librerie di terze parti chiamabili via API) Sistemi di attribuzioni di «pesi», «scoring» e valori con soglie di tolleranza (ad esempio per verificare il grado di match di valori) Sistemi per deduplicare, collegare o fondere record correlati Regole per creare gruppi logici di dati basati su chiavi I set di dati da valutare o riconciliare possono essere preventivamente elaborati per ricondurli a grandezze confrontabili tra loro (es: necessità di riconciliare sistemi diversi in cui i dati di base sono per uno i movimenti e per l altro i saldi ) 15

16 monitoraggio I pacchetti di regole IrionDQ consentono: Lo sviluppo di regole di controllo che indirizzano specifiche problematiche di data quality La possibilità di definire livelli diversi di «gravità» del problema (errore, warning, ok), oltre a sistemi di scoring La possibilità di generare alert di vario tipo, quali messaggi , messaggi di errore, codici di ritorno, ecc. La realizzazioni di report e dashboard che rappresentano, ad esempio ma non solo, il monitoraggio dei dati (o dei processi) e il numero di regole violate nel tempo IrionDQ inoltre mette a disposizione una console centralizzata di monitoraggio e tracciatura dei processi, con il log completo di tutte le attività poste in essere 16

17 processo di gestione della qualità dei dati IrionDQ mette a disposizione un potente motore di workflow interno (invocabile anche dall esterno, ad esempio per esecuzioni schedulate in grado di effettuare «continous monitoring») Possono essere definite delle videate di user interface dove gli operatori possono integrare, correggere e commentare i dati Tutto in un ambiente profilato in termini di sicurezza utente (sia per le funzioni a disposizione sia per la segregazione dei dati), con la possibilità di definire ruoli diversi per gli utenti (es: analisti, data steward, data owner, ecc.). Con la possibilità di aprire e gestire «pratiche» di gestione delle problematiche emerse in fase di controllo, fino alla loro chiusura anche con l interfaccia verso sistemi esterni 17

18 gestione dei workflow della qualità Grazie al motore di workflow e alle funzionalità End User può essere gestito completamente il ciclo della qualità dei dati, compresi cleansing e remediation: Integrare i dati mancanti (sia in modo automatico, in base ad algoritmi di filling, che in modo manuale con l intervento dell operatore preposto) Procedere automaticamente al cleansing, sia definindo opportuni algoritmi, sia integrando funzioni di terze parti (ad esempio, funzionalità di Address Verification, Correction and Standardization Risolvere i conflitti nei casi di duplicazione Profilare i dati Definire passi di risoluzione delle problematiche emerse con gestione degli stati di avanzamento e di un set di metadati definibile Monitorare l andamento del processo di risoluzione ed evidenziarne eventualmente anche key performance indicators. 18

19 gestione dei metadati IrionDQ gestisce un archivio delle regole di controllo e di gestione del processo Tutti i componenti dei pacchetti di regole IrionDQ sono documentati automaticamente dal sistema, con la possibilità di arricchire la documentazione con opportuni commenti utente Tutte le dipendenze tra oggetti IrionDQ sono tracciabili e visualizzabili I pacchetti di regole possono essere versionati IrionDQ è in grado di utilizzare automaticamente i metadati dagli RDBMS esterni 19

20 l ambito regolamentare e l utilizzo di IrionDQ agenda le principali funzionalità di IrionDQ applicazioni e un caso di successo

21 SUCCESS CASE alcuni esempi di applicazione DQM per le segnalazioni di vigilanza DQM per i dati IRB Controlli per la corretta alimentazione dell AUI Controlli per antifrode DQM per l alimentazione ai datawarehouse DQM anagrafe Riconciliazioni e quadrature 21

22 architettura di esempio rule 2 rule 1 rule n validate check & investigate process exception manage approvals Match Mismatch Missing fields Wrong Fields Missing Trade Different Value Delta 22 Duplicate Key

23 SUCCESS CASE DQM per le segnalazioni di vigilanza Le Banche devono dotarsi di un sistema di Data Quality Management (DQM) volto a migliorare la qualità dei dati utilizzati per la produzione delle Segnalazioni di Vigilanza: «Le responsabilità per la correttezza delle segnalazioni consolidate e per l adeguatezza delle procedure di produzione e di controllo di tali segnalazioni fanno capo agli organi aziendali Particolare cura va posta nella predisposizione e nell utilizzo di appositi strumenti di controllo interno, che prevedano anche forme di visualizzazione delle informazioni per i responsabili aziendali, volti ad assicurare la necessaria coerenza dei dati segnalati con le risultanze della contabilità e dei sistemi informativi aziendali» Deve essere a supporto degli utenti della funzione vigilanza nel processo di controllo dei dati lungo tutta la filiera di produzione delle voci segnaletiche: dati in input estratti dai partitari dati archiviati voci delle diverse basi informative prodotte IrionDQ è lo strumento che esegue in automatico i controlli sui flussi di input all archivio delle segnalazioni e che rende disponibili e interrogabili gli esiti dei controlli e gli indicatori di sintesi della qualità. 23

24 SUCCESS CASE perché IrionDQ IrionDQ utilizza tecnologie proprietarie per gestire automaticamente tutta la componente operativa: L infrastruttura dei dati La gestione e l ottimizzazione delle esecuzioni La gestione di accessi concorrenti in un contesto multiutente La gestione della sicurezza (profili utenti, permessi, data segregation) I workflow La persistenza dei dati... Con IrionDQ è sempre possibile dimostrare che si seguono le politiche e le normative interne ed esterne e giustificare il perché è stata assunta una decisione. 24

25 SUCCESS CASE perché IrionDQ IrionDQ mette a disposizione funzionalità per: accedere in lettura ai file contenenti i dati oggetto di controllo; normalizzare i flussi in ingresso da formato nativo a formato relazionale; archiviare i flussi necessari in un apposito repository per garantire i controlli andamentali; permettere la navigazione dei dati di input; eseguire un set di controlli predefiniti volti a garantire la qualità di tali dati; gestire tabelle di supporto ai controlli; implementare controlli sulle chiavi mancanti ; produrre in output due flussi relativi ai risultati dei controlli (flusso esiti e flusso casi anomali); permettere il browsing e l analisi dei risultati dei controlli; produrre in output un flusso normalizzato relativo ai dati di II livello; produrre un flusso periodico di aggiornamento sull anagrafica dei controlli esistenti al fine di alimentare un repository centralizzato (se gestito al di fuori di IrionDQ); disporre di un monitor di controllo IT sull avanzamento del processo; gestire l automazione dell intero processo (lettura, normalizzazione, controllo, output) mediante opportuni strumenti (workflow). Il processo è interamente unattended ed eseguito in modalità batch. 25

26 SUCCESS CASE tipologie di controlli Tipologie di controlli mirati a verificare che i dati presenti nel flusso segnaletico siano in primis conformi a quanto presente nei partitari di origine e alle risultanze della contabilità: Contabile: controlli di quadratura fra dati del flusso di interfaccia e mastri contabili Puntuale: controlli di coerenza fra informazioni del flusso di interfaccia e il partitario di origine, per verificare che le fasi di estrazione dati dai partitari siano avvenute in modo corretto e completo; Andamentale: di controlli che pongono in relazione i dati di un flusso con gli stessi dati dello stesso flusso prodotto nel mese precedente o nello stesso mese dell anno precedente, al fine di sterilizzare eventuali effetti di stagionalità. Logico: controlli che agiscono su informazioni presenti sullo stesso flusso ponendole in relazione fra loro in funzione di caratteristiche delle operazioni a cui si riferiscono; Logico con tabelle: controlli di coerenza fra informazioni presenti nello stesso flusso di interfaccia con l ausilio di tabelle di appoggio (ad esempio la Tabella cambi) Logico/Andamentale: controlli di coerenza fra informazioni presenti in un flusso con le stesse informazioni di periodi precedenti 26

27 SUCCESS CASE quadratura con i partitari Per ogni flusso di alimentazione all archivio segnaletico viene attivato il controllo per verificare che le fasi di estrazione dati dai partitari siano avvenute in modo corretto e completo. In funzione del flusso da certificare è possibile definire controlli analitici controlli sintetici I flussi di contraddittorio utilizzati per i controlli puntuali possono essere: gli inventari di fine mese del partitario di provenienza; le informazioni fornite dai partitari stessi al sistema contabile; flussi costruiti ad hoc, nel caso in cui le informazioni già esistenti non siano sufficienti. 27

28 SUCCESS CASE quadratura con la contabilità Prevede la verifica dei campi importo dei flussi di alimentazione che trovano corrispondenza con i saldi contabili saranno oggetto di quadratura con i flussi di contraddittorio provenienti dal general ledger. Avviene principalmente per aggregati (saldi a livello di forma tecnica contro saldi a livello di mastrino o di aggregati); 28

29 SUCCESS CASE valutazione e misura della qualità Completezza: tali controlli devono verificare 2 aspetti: siano presenti i risultati per tutte le dimensioni di analisi (o entità di dettaglio) previste (e ragionevoli) siano riportati i dati per tutti i dettagli base del modello, ad es. siano presenti tutti i rapporti (in questo caso sono da testare anche le possibili valorizzazioni a zero o null poiché per tali dettagli è ammissibile che non si siano generati dati) Accuratezza: tale aspetto è riferito a tutti i controlli di quadratura Coerenza: i controlli che rapportano i dati in relazione al tipo per capire se sono tra loro coerenti: l esempio classico è il confronto tra gli interessi attivi / passivi di competenza un prodotto / rapporto finanziario ed i suoi numeri liquidi di competenza se il tasso nominale annuo è insensato si deve segnalare l anomalia; il tasso di confronto si può reperire dalle condizioni clienti o si impostano tabelle di range tassi ad hoc ). Tutti questi controlli hanno dati di confronto diversi a seconda della chiave (dettaglio) a cui sono associati 29

30 SUCCESS CASE valutazione e misura della qualità Tempestività: tali controlli sono relativi allo stato di avanzamento delle elaborazione (normalmente questi sono al 90% sulle alimentazioni) Pertinenza: sono i controlli andamentali; per essi occorre definire, in relazione al livello di aggregazione degli stessi, delle soglie di ammissibilità dei trend Univocità: occorre verificare che non vi siano chiavi o dati duplicati (è il controllo coniugato a quello di completezza) Integrità: è normalmente riferita ai controlli sui domini chiusi delle varie dimensioni di analisi (sono attributi di entità cardine del modello dati) e quindi molto spesso è demandato ai controlli tecnici di controllo del formalismo delle alimentazioni, ad esempio non vi possono essere codici classificatori non previsti dalle tabelle anagrafiche del sistema (SAE, Segmenti, codici tipi rapporti inesistenti nei domini); alcuni tipi di controllo possono essere gestiti in quelli di coerenza 30

31 SUCCESS CASE ambiti oggetto di controllo Amministrazione Partecipazioni Cespiti Contabilità Anagrafe Conti Correnti e Depositi Crediti Crediti Medio/Lungo Termine Crediti Large Corporate (anche in valuta) Fidi Garanzie Sofferenze Prestiti su pegno Crediti di firma concessi Estero Finanza e titoli Operatività finanza c/clientela Movimentazione titoli Certificati di deposito Depositaria titoli Polizze Collocamento Operatività finanza c/proprio Personale Portafoglio Tesoreria 31

32

Data aggregation and risk infrastructure

Data aggregation and risk infrastructure Data aggregation and risk infrastructure Il Contesto di riferimento: Principi applicabili in ambito IT I principi di Data Risk Aggregation indirizzano 4 specifiche aree di controllo: 4 - Revisione, strumenti

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

Utilizzo dei flussi di segnalazione di Vigilanza e di Centrale Rischi trasmessi e ricevuti dalla Banca d Italia a fini di controllo e di gestione

Utilizzo dei flussi di segnalazione di Vigilanza e di Centrale Rischi trasmessi e ricevuti dalla Banca d Italia a fini di controllo e di gestione Utilizzo dei flussi di segnalazione di Vigilanza e di Centrale Rischi trasmessi e ricevuti dalla Banca d Italia a fini di controllo e di gestione Claudia Pelliccia CO.BA.CO. Srl ROMA, 12-13 DICEMBRE 2012

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio

Banca Popolare di Sondrio Banca Popolare di Sondrio Governo e Qualità dei Dati: l impostazione organizzativa e progettuale a copertura delle esigenze aziendali 1 Giugno 2015 Ver 3.0 Indice Generale La normativa Soluzione organizzativa

Dettagli

RRF Reply Reporting Framework

RRF Reply Reporting Framework RRF Reply Reporting Framework Introduzione L incremento dei servizi erogati nel campo delle telecomunicazioni implica la necessità di effettuare analisi short-term e long-term finalizzate a tenere sotto

Dettagli

Governance IT. Il governo della qualità dei dati in Cattolica. Un percorso oltre i requisiti normativi

Governance IT. Il governo della qualità dei dati in Cattolica. Un percorso oltre i requisiti normativi Governance IT Il governo della qualità dei dati in Cattolica. Un percorso oltre i requisiti normativi Lunedì 23 novembre 2015 Cattolica Assicurazioni Verona 1 Il percorso del Gruppo Cattolica verso la

Dettagli

DQM e Segnalazioni di Vigilanza, un caso concreto

DQM e Segnalazioni di Vigilanza, un caso concreto DQM e Segnalazioni di Vigilanza, un caso concreto Un progetto di DQM in linea con le nuove normative Bankit e Comitato di Basilea in tema di Data Governance Roberto Tosti: Responsabile Servizio Contabilità

Dettagli

Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio. Vincenzo M. Re

Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio. Vincenzo M. Re Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio Vincenzo M. Re Il documento riflette le opinioni personali del relatore che non possono in alcun modo essere ritenute espressione della posizione

Dettagli

SAP BO DISCLOSURE MANAGEMENT PER LE

SAP BO DISCLOSURE MANAGEMENT PER LE Solution Brief Chi siamo Obiettivi Soluzione Vantaggi In breve SAP BO DISCLOSURE MANAGEMENT PER LE IMPRESE ASSICURATIVE Solution Brief SAP BO Disclosure Management per le imprese assicurative Qintesi -

Dettagli

L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino

L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino AICS MEETING DAY 2009 Agenda La partnership La survey L integrazione Le soluzioni 2 Agenda La partnership

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

E-Mail. Scheduling. Modalità d invio. E-Mail

E-Mail. Scheduling. Modalità d invio. E-Mail BI BI Terranova, azienda leader in Italia per le soluzioni Software rivolte al mercato delle Utilities, propone la soluzione Software di Business Intelligence RETIBI, sviluppata per offrire un maggiore

Dettagli

DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM

DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM Definio Reply è una piattaforma tecnologica in grado di indirizzare le esigenze di gestione, analisi e reporting su portafogli di strumenti finanziari (gestiti, amministrati,

Dettagli

SIA-EAGLE Intermediari per i Conflitti di interessi e la MiFID Deborah Traversa, SIA-SSB, Responsabile Marketing Divisione Capital Markets

SIA-EAGLE Intermediari per i Conflitti di interessi e la MiFID Deborah Traversa, SIA-SSB, Responsabile Marketing Divisione Capital Markets SIA-EAGLE Intermediari per i Conflitti di interessi e la MiFID Deborah Traversa, SIA-SSB, Responsabile Marketing Divisione Capital Markets Milano, 01/12/2008 sia ssb 2008 Importante per la nuova funzione

Dettagli

Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi. Firenze, 28 Febbraio 2013

Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi. Firenze, 28 Febbraio 2013 Assetti Organizzativi, di Controllo e Risk Governance nei Confidi Firenze, 28 Febbraio 2013 Indice ß Introduzione ß Assetti Organizzativi ß Sistema dei Controlli Interni ß Risk Governance ß Conclusioni

Dettagli

Reconciliations & Exceptions Processing. Corporate Actions Manager. Financial Instruments Product Control

Reconciliations & Exceptions Processing. Corporate Actions Manager. Financial Instruments Product Control data with a new eye Reconciliations & Exceptions Processing Key Performance & Risk Indicators Data consolidation Risk & ICAAP Reporting Process Corporate Actions Manager Data integration, consolidation

Dettagli

Credit Factory. Piattaforma completa e integrata per la gestione del Credito

Credit Factory. Piattaforma completa e integrata per la gestione del Credito Credit Factory Piattaforma completa e integrata per la gestione del Credito Canali e Core Banking Finanza Crediti Credit Factory Piattaforma completa e integrata per la gestione del Credito Sistemi Direzionali

Dettagli

Overview. Le soluzioni Microsoft per la Business Intelligence

Overview. Le soluzioni Microsoft per la Business Intelligence Overview Le soluzioni Microsoft per la Business Intelligence La strategia Microsoft per la BI Improving organizations by providing business insights to all employees leading to better, faster, more relevant

Dettagli

Cover. La soluzione gestionale per conoscere ed elaborare i TEMPI di produzione ottimizzandone i METODI di realizzo.

Cover. La soluzione gestionale per conoscere ed elaborare i TEMPI di produzione ottimizzandone i METODI di realizzo. Cover La soluzione gestionale per conoscere ed elaborare i TEMPI di produzione ottimizzandone i METODI di realizzo. Tempi e Metodi Realizzato sull esperienza vissuta in prima persona all interno delle

Dettagli

Segnalazioni di Vigilanza e Bilancio

Segnalazioni di Vigilanza e Bilancio Segnalazioni di Vigilanza e Bilancio Canali e Core Banking Finanza Crediti Sistemi Direzionali Smart Accounting Sistema di contabilità bancaria su piattaforma SAP Smart Invoice Gestione elettronica e workflow

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

XXIV Convegno AIEA. Il contributo dell IT Audit al governo e alla qualità dei processi IT aziendali. Siena, 21 ottobre 2010

XXIV Convegno AIEA. Il contributo dell IT Audit al governo e alla qualità dei processi IT aziendali. Siena, 21 ottobre 2010 XXIV Convegno AIEA Il contributo dell IT Audit al governo e alla qualità dei processi IT aziendali Siena, 21 ottobre 2010 Agenda Lo scenario di riferimento Il ruolo dell IT Audit nei diversi contesti Scelte

Dettagli

Reportistica Gestione completa della reportistica, controllo e monitoraggio dei dati.

Reportistica Gestione completa della reportistica, controllo e monitoraggio dei dati. 2 TC 2 TC 2 L applicativo RETITC2, evoluzione del prodotto Software TC, rappresenta la soluzione proposta da Terranova, per il mercato delle Utilities, per la gestione ed il monitoraggio dei flussi di

Dettagli

Il Business Performance Management & QlikView

Il Business Performance Management & QlikView Il Business Performance Management & QlikView 1 I SISTEMI DI SUPPORTO ALLE DECISIONI O DI BUSINESS INTELLIGENCE sono oggi considerati componenti di sistemi più ampi conosciuti come: CPM - CORPORATE PERFORMANCE

Dettagli

Microsoft Project 2010 si basa sulle fondamenta di Microsoft Project 2007 per offrire soluzioni di gestione del lavoro flessibili e strumenti di

Microsoft Project 2010 si basa sulle fondamenta di Microsoft Project 2007 per offrire soluzioni di gestione del lavoro flessibili e strumenti di Microsoft Project 2010 si basa sulle fondamenta di Microsoft Project 2007 per offrire soluzioni di gestione del lavoro flessibili e strumenti di collaborazione adatti ai project manager professionisti

Dettagli

L applicazione è frutto dell esperienza maturata da CAB, nel corso degli ultimi quindici anni, nell ambito dei sistemi di pagamento.

L applicazione è frutto dell esperienza maturata da CAB, nel corso degli ultimi quindici anni, nell ambito dei sistemi di pagamento. PREMESSA OPPIO-SERVICE è una procedura espressamente realizzata per normalizzare le disposizioni di portafoglio, bonifico ed F24 provenienti dalla clientela bancaria. L applicazione è frutto dell esperienza

Dettagli

Introduzione alla Business Intelligence. E-mail: infobusiness@zucchetti.it

Introduzione alla Business Intelligence. E-mail: infobusiness@zucchetti.it Introduzione alla Business Intelligence E-mail: infobusiness@zucchetti.it Introduzione alla Business Intelligence Introduzione Definizione di Business Intelligence: insieme di processi per raccogliere

Dettagli

Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento

Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento Sistema dei Controlli interni Gestione coordinata delle aree di miglioramento Stefano Moni Resp. Servizio Validazione e Monitoraggio Convegno ABI - Basilea 3 Roma, 16-17 Giugno 2014 INDICE 1. INTRODUZIONE

Dettagli

Microsoft SQL Server Integration Services

Microsoft SQL Server Integration Services Sistemi Informativi Dott.ssa Elisa Turricchia Alma Mater Studiorum - Università di Bologna elisa.turricchia2@unibo.it 1 Microsoft SQL Server Integration Services 1 SQL Server Integration Services SSIS

Dettagli

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment

Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi aziendali di Vendor Assessment Un sistema di valutazione dei fornitori che integra e potenzia i sistemi di Vendor Assessment Tel. 02 38608265 Fax. 0238608901 Tel. 02 02 72546759 La valutazione del rischio fornitori in meno tempo, riducendo

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO

SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO LA SUITE JSIDIC La soluzione proposta, identificata da JSIDIC SISTEMA INFORMATIVO DIREZIONE E CONTROLLO, si presenta come un sistema capace di misurare le performance aziendali, con una soluzione unica

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP integrata CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è un ERP innovativo, flessibile

Dettagli

1. Caratteristiche generali

1. Caratteristiche generali Allegato 1 (articolo 1, comma 1) ISTRUZIONI TECNICHE DI CUI AL DECRETO N. 108 DEL 11 MAGGIO 2015 1. Caratteristiche generali Premessa Il nucleo informativo dell AIA è costituito dalla Banca Dati Sinistri

Dettagli

IASCRED IAS 39 nell'area Crediti

IASCRED IAS 39 nell'area Crediti Finance Solutions Salvatore Sessa IASCRED IAS 39 nell'area Crediti 3 Forum di aggiornamento tecnico APB "L impatto dei nuovi principi contabili internazionali sul controllo direzionale" Milano, 1 luglio

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 4 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT Obiettivi del CobiT (Control Objectives

Dettagli

Riccardo Paganelli Analisi, Reporting, Dashboard, Scorecard per prendere le migliori decisioni: Cognos 8 BI

Riccardo Paganelli Analisi, Reporting, Dashboard, Scorecard per prendere le migliori decisioni: Cognos 8 BI Riccardo Paganelli Analisi, Reporting, Dashboard, Scorecard per prendere le migliori decisioni: Cognos 8 BI Information On Demand Business Optimization Strumenti per comprendere meglio le informazioni

Dettagli

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI

Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Microsoft Dynamics NAV 2009 REALIZZARE GLI OBIETTIVI Una soluzione ERP ALL AVANGUARDIA CONNETTERE Microsoft Dynamics NAV 2009 SEMPLIFICARE ANALIZZARE Microsoft Dynamics NAV 2009 è una soluzione di gestione

Dettagli

DEFINIO REPLY BACKTESTING

DEFINIO REPLY BACKTESTING DEFINIO REPLY BACKTESTING La piattaforma Definio Reply può essere utilizzata come strumento di supporto per l implementazione del processo di Backtesting, inteso come metodologia per misurare il carattere

Dettagli

Brochure Internet. Versione 2010.1 The Keyrules Company s.r.l. Pagina 2 di 8

Brochure Internet. Versione 2010.1 The Keyrules Company s.r.l. Pagina 2 di 8 Ogni organizzazione possiede un sistema di regole che la caratterizzano e che ne assicurano il funzionamento. Le regole sono l insieme coordinato delle norme che stabiliscono come deve o dovrebbe funzionare

Dettagli

Corso di Formazione. Normativa Segnalazioni di Vigilanza Corso Base. Padova, 05 Maggio 2015. L informatica per i Confidi

Corso di Formazione. Normativa Segnalazioni di Vigilanza Corso Base. Padova, 05 Maggio 2015. L informatica per i Confidi Corso di Formazione Normativa Segnalazioni di Vigilanza Corso Base Padova, 05 Maggio 2015 Programma del Corso Ore 09.30 11.00 LA MATRICE DEI CONTI: BASE 3 Il sistema Sic107, il sistema Parsifal e la procedura

Dettagli

Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa

Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa Governance & Compliance Customer Relationship Payments & Settlements Wealth Management Insurance Basilea II - L accuratezza e la qualità delle informazioni chiave: survey qualitativa Alessandra Bertulli

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Milano, Settembre 2014

Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 Agenda - Il mercato italiano - Chi Siamo - Le nostre competenze - La nostra offerta - La Piattaforma IT - Processi supportati - Modularità - Principali funzionalità - Risultati raggiunti

Dettagli

Prodotto Release <1.0> Gennaio 2015

Prodotto <ADAM DASHBOARD> Release <1.0> Gennaio 2015 Prodotto Release Gennaio 2015 Il presente documento e' stato redatto in coerenza con il Codice Etico e i Principi Generali del Controllo Interno Sommario Sommario... 2 Introduzione...

Dettagli

Innovazione. Tecnologia. Know How

Innovazione. Tecnologia. Know How > Presentazione FLAG Consulting S.r.L. Innovazione. Tecnologia. Know How SOMMARIO 01. Profilo aziendale 02. Gestione Documentale 03. Enterprise Document Platform 01. Profilo aziendale Il partner ideale

Dettagli

QlikView TRAINING: qlikview.com/it. Questa guida aiuta nella determinazione del percorso di training più appropriato.

QlikView TRAINING: qlikview.com/it. Questa guida aiuta nella determinazione del percorso di training più appropriato. QlikView TRAINING: OFFERTA FORMATIVA La guida è divisa in 2 sezioni principali: corsi live con un trainer in aula e corsi e-learning per lo studio personale. INDICE Corsi live - in aula Designer I 02 Designer

Dettagli

SAP Assure SAP Integrity Assure Tool

SAP Assure SAP Integrity Assure Tool Enterprise Fraud Application Risk Management Solution SAP Assure SAP Integrity Assure Tool Agenda Introduzione a SAP Assure Tool Suite Focus su Assure Integrity Presentazione di un caso pratico 1 I prodotti

Dettagli

CONSULENZA AVANZATA Obiettivi e evoluzione del modello organizzativo. Convegno Sec - 22 ottobre 2010

CONSULENZA AVANZATA Obiettivi e evoluzione del modello organizzativo. Convegno Sec - 22 ottobre 2010 CONSULENZA AVANZATA Convegno Sec - 22 ottobre 2010 - Indice - - Premessa e benchmark di mercato - Come cambia il modello di relazione con il cliente - Come cambia il raccordo tra direzioni centrali e rete

Dettagli

Self-Service Business Intelligence

Self-Service Business Intelligence Self-Service Business Intelligence VISUALIZZA DATI, SCOPRI LE TENDENZE, CONDIVIDI I RISULTATI Analysis offre a tutti gli utenti aziendali strumenti flessibili per creare e condividere le informazioni significative

Dettagli

ACTIVITY TRACKING PER UNA MAGGIORE EFFICIENZA ALL INTERNO DELL IMPRESA

ACTIVITY TRACKING PER UNA MAGGIORE EFFICIENZA ALL INTERNO DELL IMPRESA ACTIVITY TRACKING PER UNA MAGGIORE EFFICIENZA ALL INTERNO DELL IMPRESA Activity Tracking è l applicazione ideata in Fiat Group Automobiles (FGA) e sviluppata da Cluster Reply per gestire la tracciabilità

Dettagli

DDConfidi è una soluzione per: LA SUITE DI SOLUZIONI SOFTWARE E SERVIZI DISEGNATA PER I CONFIDI

DDConfidi è una soluzione per: LA SUITE DI SOLUZIONI SOFTWARE E SERVIZI DISEGNATA PER I CONFIDI DDConfidi è una soluzione per: LA SUITE DI SOLUZIONI SOFTWARE E SERVIZI DISEGNATA PER I CONFIDI SELEZIONARE CON ATTENZIONE I CLIENTI, MONITORARE IN MODO EFFICACE LA QUALITÁ DEL PORTAFOGLIO, RISPONDERE

Dettagli

LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE

LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE SCEGLIERE PER COMPETERE : Soluzione Sme.UP per i processi metallurgici e siderurgici La logica Bringing Light per il governo dell azienda

Dettagli

Scriviamo insieme il futuro

Scriviamo insieme il futuro Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Research for Enterprise Systems 1 Generale - 1 Obbiettivo Fornire al Cliente uno strumento a supporto della problematica Legata

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

I riflessi sugli assetti gestionali e organizzativi

I riflessi sugli assetti gestionali e organizzativi I riflessi sugli assetti gestionali e organizzativi III 1 La sostenibilità del piano strategico e i riflessi sul finanziamento dell Istituto Come sottolineato nella Premessa, la capacità della Consob di

Dettagli

TiQ Green Energy Management: La soluzione IT per il continuo miglioramento dell utlizzo dell energia. You cannot Manage What you cannot Measure

TiQ Green Energy Management: La soluzione IT per il continuo miglioramento dell utlizzo dell energia. You cannot Manage What you cannot Measure TiQ Green Energy Management: La soluzione IT per il continuo miglioramento dell utlizzo dell energia You cannot Manage What you cannot Measure 1. Moduli di GEM Energy Monitoring Misurare è il primo passo

Dettagli

Benchmarking regolamentare (Basilea) Sistemi di Rating e Parametri di Rischio

Benchmarking regolamentare (Basilea) Sistemi di Rating e Parametri di Rischio Benchmarking regolamentare (Basilea) Sistemi di Rating e Parametri di Rischio 2011 Experian Limited. All rights reserved. Experian and the marks used herein are service marks or registered trademarks of

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

Workshop AML L equilibrio fra proporzionalità e avanguardia nella lotta al riciclaggio: soluzioni organizzative e operative. Milano, 8 marzo 2012

Workshop AML L equilibrio fra proporzionalità e avanguardia nella lotta al riciclaggio: soluzioni organizzative e operative. Milano, 8 marzo 2012 Workshop AML L equilibrio fra proporzionalità e avanguardia nella lotta al riciclaggio: soluzioni organizzative e operative Le attività di Internal Auditing sull antiriciclaggio tramite sistemi evoluti:

Dettagli

Il governo dei processi in Intesa Sanpaolo

Il governo dei processi in Intesa Sanpaolo Il governo dei processi in Intesa Sanpaolo Alberto Lugano Servizio Processi ed Efficienza Direzione Personale e Organizzazione Intesa Sanpaolo Group Services Milano, 16 giugno 2015 Il percorso di evoluzione

Dettagli

Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento

Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento Il sistema di condivisione delle informazioni sulle abitudini di pagamento Alcune Premesse Un terzo delle risorse delle imprese servono per finanziare i clienti attraverso il credito commerciale. Quando

Dettagli

E.T.L. (Extract.Tansform.Load) IBM - ISeries 1/8

E.T.L. (Extract.Tansform.Load) IBM - ISeries 1/8 E.T.L. (Extract.Tansform.Load) IBM - ISeries Quick-EDD/ DR-DRm ETL 1/8 Sommario ETL... 3 I processi ETL (Extraction, Transformation and Loading - estrazione, trasformazione e caricamento)... 3 Cos è l

Dettagli

Attività: 3.d Test e sperimentazione

Attività: 3.d Test e sperimentazione UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO, IL LAVORO E L INNOVAZIONE "Living Labs Smartpuglia 2020" P.O. FESR Puglia 2007-13 - Asse I - Linea di

Dettagli

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a:

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: RELAZIONE E COMUNICAZIONE Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: Microsoft Office System 2007 Windows Vista Microsoft Exchange Server 2007 è ancora più potente ed efficace, grazie

Dettagli

Analisi funzionale della Business Intelligence

Analisi funzionale della Business Intelligence Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

B usiness I ntelligence: L a scintilla che accende. un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno. la conoscenza.

B usiness I ntelligence: L a scintilla che accende. un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno. la conoscenza. B usiness I ntelligence: un investimento che si fa apprezzare giorno dopo giorno.... abbiamo constatato ad esempio come le aziende che hanno investito significativamente in BI (Business Intelligence) abbiano

Dettagli

ORDINE DEGLI ATTUARI

ORDINE DEGLI ATTUARI La Funzione Attuariale in ottica Solvency 2 La Data Governance Paola Scarabotto Roma, 1 luglio 2014 Agenda I requisiti normativi e regolamentari Principi di riferimento Architettura dei processi DQ Rischi

Dettagli

Abstract. PMS MES Project. Descrizione PMS

Abstract. PMS MES Project. Descrizione PMS Abstract Il PMS (Product Manufacturing System) è un sistema classificabile in ambito MES (Manufacturing Execution System), che permette la supervisione, il controllo e la Gestione delle attività di fabbrica

Dettagli

COGNOS 8 BUSINESS INTELLIGENCE DECIDERE MEGLIO, PIU RAPIDAMENTE. REPORTING ANALISI DASHBOARDING SCORECARDING

COGNOS 8 BUSINESS INTELLIGENCE DECIDERE MEGLIO, PIU RAPIDAMENTE. REPORTING ANALISI DASHBOARDING SCORECARDING COGNOS 8 BUSINESS INTELLIGENCE DECIDERE MEGLIO, PIU RAPIDAMENTE. REPORTING ANALISI DASHBOARDING SCORECARDING MIGLIORI INFORMAZIONI OGNI GIORNO COGNOS 8 BUSINESS INTELLIGENCE La Business Intelligence consiste

Dettagli

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto La conoscenza del Cliente come fonte di profitto Giorgio Redemagni Responsabile CRM Convegno ABI CRM 2003 Roma, 11-12 dicembre SOMMARIO Il CRM in UniCredit Banca: la Vision Le componenti del CRM: processi,

Dettagli

Requisiti della Business Intelligence

Requisiti della Business Intelligence Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

Perché e per chi. Perché Lyra News? Sistema di Gestione Offerte e Organizzazione dell Attività Commerciale

Perché e per chi. Perché Lyra News? Sistema di Gestione Offerte e Organizzazione dell Attività Commerciale Sistema di Gestione Offerte e Organizzazione dell Attività Commerciale Perché e per chi. Il processo di interazione cliente azienda che porta alla predisposizione dell offerta di un mezzo di produzione

Dettagli

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS Alessandro Ronchi Senior Security Project Manager La Circolare 263-15 aggiornamento

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Overview. Enterprise Project Control System. Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema. Piemme S.r.l

Overview. Enterprise Project Control System. Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema. Piemme S.r.l Enterprise Project Control System Overview Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema Bridge è stato realizzato da PIEMME s.r.l. di Genova Via Carducci 5/4 sn Tel. 010 4075751 «Bridge», per

Dettagli

DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT

DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT Definio Reply dà una risposta concreta ed efficiente alle richieste sempre più pressanti provenienti dal mercato del risparmio gestito, in termini di strumenti di analisi

Dettagli

CMDB. Table of Contents. Open Source Tool Selection

CMDB. Table of Contents. Open Source Tool Selection CMDB Open Source Tool Selection Table of Contents BPM Space 3 itop 5 One CMDB 6 i-doit 7 CMDBuild 8 Rapid OSS 10 ECDB 11 Page 2 Tutti i marchi riportati sono marchi registrati e appartengono ai loro rispettivi

Dettagli

Sistemi informativi secondo prospettive combinate

Sistemi informativi secondo prospettive combinate Sistemi informativi secondo prospettive combinate direz acquisti direz produz. direz vendite processo acquisti produzione vendite INTEGRAZIONE TRA PROSPETTIVE Informazioni e attività sono condivise da

Dettagli

Novità di Visual Studio 2008

Novità di Visual Studio 2008 Guida al prodotto Novità di Visual Studio 2008 Introduzione al sistema di sviluppo di Visual Studio Visual Studio Team System 2008 Visual Studio Team System 2008 Team Foundation Server Visual Studio Team

Dettagli

IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IL RUOLO DEL RISK MANAGEMENT NEL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Andrea Piazzetta Risk Manager Gruppo Banca Popolare di Vicenza Vicenza, 18 settembre 2009 Gruppo Banca Popolare di Vicenza Contesto regolamentare

Dettagli

ESAME CISA 2003: 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino in caso di calamità e continuità operativa (10%)

ESAME CISA 2003: 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino in caso di calamità e continuità operativa (10%) ESAME CISA 2003: 1. Gestione, pianificazione ed organizzazione SI (11%) 2. Infrastrutture tecniche e prassi operative (13%) 3. Protezione del patrimonio dati e degli asset aziendali (25%) 4. Ripristino

Dettagli

SQL Server 2005. Introduzione all uso di SQL Server e utilizzo delle opzioni Olap. Dutto Riccardo - SQL Server 2005.

SQL Server 2005. Introduzione all uso di SQL Server e utilizzo delle opzioni Olap. Dutto Riccardo - SQL Server 2005. SQL Server 2005 Introduzione all uso di SQL Server e utilizzo delle opzioni Olap SQL Server 2005 SQL Server Management Studio Gestione dei server OLAP e OLTP Gestione Utenti Creazione e gestione DB SQL

Dettagli

Il Provvedimento del Garante

Il Provvedimento del Garante Il Provvedimento del Garante Il provvedimento del Garante per la Protezione dei dati personali relativo agli Amministratori di Sistema (AdS) Misure e accorgimenti prescritti ai titolari dei trattamenti

Dettagli

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema.

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema. SCHEDA PRODOTTO Descrizione sintetica Il modulo consente di gestire i procedimenti amministrativi legati alle sportello unico per le attività produttive. Fa parte dell area dedicata alla componente tecnico

Dettagli

emanager La soluzione a supporto dei processi di Clinical Governance www.dedalus.eu

emanager La soluzione a supporto dei processi di Clinical Governance www.dedalus.eu emanager La soluzione a supporto dei processi di Clinical Governance www.dedalus.eu 3 La Clinical Governance Nell ambito dell erogazione di servizi sanitari è sempre più evidente l esigenza di poter disporre

Dettagli

BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO

BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO I MODULI DI BUSINESS FILE Nella versione Net di BUSINESS FILE sono disponibili i seguenti moduli: > BF_K Software development kit > BF01 Archiviazione, visualizzazione,

Dettagli

SAP Business One: la soluzione per la gestione aziendale delle piccole e medie imprese

SAP Business One: la soluzione per la gestione aziendale delle piccole e medie imprese SAP Business One è la soluzione di gestione aziendale completa, accessibile e di facile implementazione. Pensata specificatamente per le piccole e medie imprese, ne assicura la crescita aiutandole a incrementare

Dettagli

ABI Costi & Business Cost Management Optimization

ABI Costi & Business Cost Management Optimization ABI Costi & Business Cost Management Optimization Il Percorso Evolutivo I principali player stanno adottando modelli sempre più evoluti e completi per coniugare obiettivi di saving di breve termine con

Dettagli

Alfresco ECM. La gestione documentale on-demand

Alfresco ECM. La gestione documentale on-demand Alfresco ECM La gestione documentale on-demand Alfresco 3.2 La gestione documentale on-demand Oltre alla possibilità di agire sull efficienza dei processi, riducendone i costi, è oggi universalmente conosciuto

Dettagli

La realtà di Banca Aletti

La realtà di Banca Aletti CAPIRE CAPIRE E GESTIRE GESTIRE I RISCHI RISCHI FINANZIARI FINANZIARI Sistemi di risk management a confronto: La realtà di Banca Aletti Christian Donati Milano, 7 Novembre 2011 - Sala Convegni S.A.F. SCUOLA

Dettagli

I valori di un prodotto disegnato da chi lo usa Vantaggi che garantiscono l'alta qualità del servizio

I valori di un prodotto disegnato da chi lo usa Vantaggi che garantiscono l'alta qualità del servizio Gestire, condividere e controllare le informazioni nei processi aziendali Dataexpert attraverso un evoluto sistema di Document Management, consente la gestione e la condivisione di flussi informativi aziendali

Dettagli

Le Soluzioni Tango/04 per adempiere alla normativa sugli amministratori di sistema

Le Soluzioni Tango/04 per adempiere alla normativa sugli amministratori di sistema Le Soluzioni Tango/04 per adempiere alla normativa sugli amministratori di sistema Normativa del Garante della privacy sugli amministratori di sistema la normativa: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?id=1577499

Dettagli

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise SisTabWeb Web Sistema Tabelle for Enterprise Overview La condivisione del patrimonio dati a livello aziendale diventa essenziale nel momento in cui il sistema informativo, elemento chiave per l'efficienza

Dettagli

Sessione di Studio AIEA-ATED. La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi

Sessione di Studio AIEA-ATED. La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi Sessione di Studio AIEA-ATED La gestione del rischio informatico nel framework dei rischi operativi 24 Novembre 2014 Agenda La gestione del rischio operativo nel Gruppo ISP La gestione degli eventi operativi

Dettagli

Microsoft Dynamics AX 2009. Una soluzione ERP completa

Microsoft Dynamics AX 2009. Una soluzione ERP completa Microsoft Dynamics AX 2009 Una soluzione ERP completa Una soluzione ERP completa ADATTABILE Microsoft Dynamics AX 2009 GLOBALE Flessibile Il mercato globale di oggi non è semplicemente interconnesso: è

Dettagli

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione integrata della produzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione e il controllo della produzione J-Mit di Revorg è la soluzione gestionale flessibile

Dettagli

La gestione del processo di compliance applicato ai servizi di investimento. - Roma, 12 novembre 2010 -

La gestione del processo di compliance applicato ai servizi di investimento. - Roma, 12 novembre 2010 - La gestione del processo di compliance applicato ai servizi di investimento - Roma, 12 novembre 2010 - 2 Agenda Attività di Bancoposta Compliance in Bancoposta L applicazione ai servizi di investimento

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO:

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO: Terranova, azienda leader in Italia per le soluzioni Software rivolte al mercato delle Utilities, propone la soluzione Software RETICDM, (Consumption Data Management), per la gestione integrale dei processi

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli