FMC Powered by Concentric Finance. In collaboration with Aifirm

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FMC 2015. Powered by Concentric Finance. In collaboration with Aifirm"

Transcript

1 FMC 2015 Powered by Concentric Finance In collaboration with Aifirm

2 Concentric is an international team of finance, corporate governance, strategy and professional development experts providing training and advisory solutions to banks, insurance companies and medium-large organizations. To enable the idea, Concentric has firmly fixed sector-specific strategic partnerships with world renowned thought and action leaders who, together with a close-knit client delivery team of local business analysts, project managers and experts, distinguish the company and its values. Dates Workshop Speakers 25, 26 e 27 Marzo 2015 Il Comprehensive Assessment della BCE: linee guida e implicazioni operative Martin Marchesi Giacomo Petrini 23 e 24 Aprile 2015 ICT Risk & Data Quality, Risk Data in action nel nuovo contesto di Vigilanza Michele Bonollo 8, 9 e 10 giugno 2015 Stress Testing, Scenario Generation e RAF: strumenti e framework gestionale Alexander Denev Marin Gueorguiev Cristina Gualerzi 21 e 22 Settembre 2015 Metodologie quantitative per la Validazione di III livello Elisa Alghisi Giacomo Petrini 22 and 23 October 2015 Counterparty Credit Risk, Collateral and Funding valuation under Bilateral CSA and CCPs Damiano Brigo Andrea Pallavicini 19 and 20 November 2015 Securities Lending, Repos and Collateral management in the new financial context Dino Fabbro 17 e 18 Decembre 2015 Modern ALM: risks measurement and balance sheet management under B3 Cristiano Bonisoli Umberto Crespi Marco Palumbo Sconto convezione soci Aifirm 10%

3 Il Comprehensive Assessment della BCE: linee guida e implicazioni operative 25, 26 e 27 Marzo 2015 Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 Milano Il workshop fornisce una panoramica complessiva su come organizzare efficacemente un framework per gestire impatti regolamentari, operativi e metodologici connnessi all esercizio di AQR e Stress Testing per il comprehensive assessment EBA-BCE. Giorno 1 (Petrini) Il Comprehensive Assessment della BCE e il contesto normativo. Le "EBA Recommendations on asset quality reviews" e l'"its EBA on Supervisory reporting on forbearance and NPEs" del 21 ottobre 2013; il disegno dell'assessment. La nuova segmentazione regolamentare; fasi dell'assessment: Supervisory Risk Assessment (SRA), Asset Quality Review (AQR), Join-up e Stress Test. Il Supervisory Risk Assessment (SRA). Overview delle aree di indagine: processo contabile, gestione del credito e accantonamenti, garanzie, esposizioni in derivati creditizi, clienti connessi, costi legali. Classificazione attivi di bilancio (Amortised Cost, Designated at Fair Value, HFT, AFS); la gerarchia di fair value prevista dall'ifrs 13 e la classificazione delle esposizioni. La definizione di NPE (Non Performing Exposure); le policy di ristrutturazione e riscadenzamento del credito, individuazione delle esposizioni forborne e la gestione dei relativi accantonamenti. Il processo di gestione degli accantonamenti (triggers, impairment, calcolo degli accantonamenti); la valutazione del valore e dell'efficacia legale delle garanzie; la valutazione creditizia dell'aggiustamento per i derivati. Clienti connessi: identificazione e gestione; il deconsolidamento contabile; il processo di gestione degli accantonamenti per il rischio legale. Giorno 2 (Petrini) L'AQR; la creazione dei Loan Tape; la validazione di Data Integrity; il campionamento e la Credit File Review. La valutazione delle garanzie reali ed immobiliari; proiezione dei risultati a livello di portafoglio; l'analisi degli accantonamenti collettivi ed il Challenger Model BCE; il calcolo dell'aqr-adjusted CET1% e la definizione delle azioni di mitigazione. Giorno 3 (Marchesi) Lo stress test: principali caratteristiche; scenari ipotizzati e i profili di rischio interessati. La metodologia: portafoglio crediti, margine di interesse, altre componenti di conto economico, titoli di stato, cartolarizzazioni e altri ambiti interessati; stima dell'evoluzione del CET1. Il sistema di data quality BCE. Il join-up; Macro approccio del join-up; integrazione dei risultati dell'aqr e dello stress test (compreso il tool). Stima dell'evoluzione del CET1. Giacomo Petrini è responsabile Ufficio Audit Misurazione Rischi Di Credito e Operativi del gruppo BancoPopolare. Martin Marchesi e responsabile operativo direzione Risk Management gruppo Banca Popolare di Vicenza. Conditions Sconto soci Aifirm 10% Cost: Euro 2.700,00+ VAT Data for Bank Transfer Concentric srl Bank Account Number 6951 CIN X ABI CAB Bank: Credito Artigiano Spa Milano IBAN: IT87B Ai sensi dell art 13 Dec. Leg. 30/06/2006 i dati forniti saranno tenuti rigorosamente riservati e usati unicamente per l invio di ulteriori simili iniziative. I dati non verranno diffusi a terzi ne ceduti ad altre società e rimarranno a disposizione del cliente per eventuali modifiche e/o cancellazioni Concentric SRL piazza 4 novembre 6, Milan (Italy) Tel

4 ICT Risk & Data Quality, Risk Data in action nel nuovo contesto di Vigilanza 23 and 24 Aprile 2015 Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 Milano Il recente esercizio del comphrensive assessment ha evidenziato il ruolo critico che la qualità dei dati gioca nell intero processo di risk management. Il presente workshop, attraverso casi, concreti mostra come sviluppare un framework robusto per data quality e ICT risk control. Giorno 1 (Bonollo) ICT Risk & data Quality. Normative e loro relazioni. Le origini. Sistemi Informativi e Validazione dei Modelli interni. Circolare 263, 15^ Aggiornamento, Capitolo 8; definizione Rischio ICT; intersezione con Rischio Operativo. Ownership del Rischio ICT. Competenze di metodo vs. Competenze di Dominio; policy di governo del rischio. Esempi pratici. Paper basilea 239, sistemi di Risk Mgt e di Accounting; il doppio binario. Dati Risk Mgt vs. Dati di Bilancio. Sistemi transazionali (legacy) vs. sistemi direzionali e di controllo. Enterprise datawarehouse. Mito o realtà? Dabatase relazionali vs. Big Data file systems. Il nuovo Archivio delle Perdite LGD di Banca d Italia. Scopi e utilizzi. ICT Risk: Le Componenti Sicurezza Accessi, Profili, provisioning e deprovisioning; software development; change management Principi, roll back, processi e strumenti. Auditability: Esempi pratici. Trackability. Esempio: provvedimento del garante Privacy. Data Quality. Definizione, le dimensioni del Data Quality. Metriche di ICT RISK Metriche di Rischio vs. SLA e KPI Esempi pratici. Giorno 2 (Bonollo + ICT Specialist) Data Quality & Risk Management Dimensioni formali del Data Quality: correttezza, consistenza, accuratezza, Catalogo dei controlli & KQI Key Quality Indicators. Un approccio concreto: il business value del data quality. Caso 1. Qualità Market parameters e impatti su calcolo del VaR-ES. Caso 2. Qualità dati anagrafici e impatti su calcolo RWA del credito in modelli standard e modelli interni. AQR, Stress test e Data Quality: alcune problematiche delle banche italiane. Data Integrity, Credit File Review; campionamento; AQR del Trading Book e Data Quality; Data Quality BCE. Trade repositories EMIR e loro utilizzo; TRs vs statistiche BIS ISDA. TRs. Aggregazioni e utilità per le banche. Esempio pratico: tool GTRA. Michele Bonollo è senior consultant IT risk della società Iason. Conditions Cost: Euro 2.000,00+ VAT Sconto soci Aifirm 10%

5 Stress Testing, Scenario Generation e RAF: strumenti e framework gestionale 8, 9 and 10 June 2015 Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 Milano This course will review Stress Testing techniques for Credit, Market and Liquidity Risk. The course will also offer a new technique of how to design forward-looking scenarios to satisfy both the regulatory requirements and the internal need for a better capital planning. Day 1 Preparing the ground (Denev) Risk parameters at transaction and counterparty level. Portfolio risk measures and correlations. The Basel II/III master formula. Value-at-Risk, Economic Capital and Concentration Risk. Market practices in Stress Testing. Taxonomy of Stress Testing: Sensitivity Analysis, Scenario Analysis; Reverse Stress Testing. Credit risk: defining credit cycle indices and transition matrices; architecture of models and link to macroeconomic variables; stressing credit risk. Market risk: what are the specificities of a market risk stress test; examples; IRRBB. Liquidity risk: Funding and asset side; Deposit flight, wholesale funding freeze, rating downgrades and higher margining requirements stresses; interaction with Credit and Market risks. Pro&Cons of current widespread modelling techniques. Reasons for the problems with the market practice models; Structural breaks, nonlinearities and outliers. Validating a model for Stress Testing: main steps and challenges. Case study: The CDO market. Managing a stress scenario: setting the right governance and controls. How it works; the need for an integrated view; what can be done and what is missing; putting the right governance in place. Managing a stress scenario: Capital Planning, setting limits and pricing; hedging. Balance sheet data, interconnectedness, risk factors; network effects and systemic indicators; bottom-up and top-down approaches; Stress Scenarios: which ones to select and how often, impact, aggregation of the results and reporting, actions. Discussion of regulatory stress testing exercises: CCAR and EBA. Day 2 - A new way of thinking (Denev) A new way to approach S.T. : what historical data cannot teach us; too much data & everywhere! Introduction to Bayesian Nets: properties and simplifications; Calibration, subjective and market implied information; Examples of building simple stress testing models; integration with normal times distributions; revolution in Scenario Analysis? How it is going to impact the governance process; consolidating the results ; Creating management reports. Case study: Building a complete scenario for a major event and its consequences. Day 3 designing the comprehensive framework (Gueorguiev Gualerzi) Risk Culture; Link between risk management and strategic planning: RAF; Circolare 263 Banca d Italia; international market practice; R.A.P.M. metrics; how risk analysis is intergrated in the planning process; B3 and the new capital definition; the «quasi-equity» instruments; Recovery and Resolution Plan: why, when and how to build. Alexander Denev is Senior Advisor at Risk Dynamics and Founder of AD Consulting Marin Gueorguiev is Managing Director at Protiviti Italia Cristina Gualerzi is Senior Manager Protiviti Italia Sconto soci Aifirm 10%

6 Metodologie quantitative per la Validazione di III livello 21 e 22 Settembre 2015 Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 Milano Il workshop illustra approcci e metodologie per la validazione di III livello dei modelli e dei processi nell ambito dei sistemi di rating AIRB. L incontro prevede anche sessioni operative di supporto mediante librerie in Excel. Giorno 1 (Petrini Alghisi) Il processo di validazione dei modelli interni AIRB Le funzioni aziendali coinvolte e le fasi del processo. I contenuti del processo: requisiti normativi ed indicazioni del Comitato di Basilea. I contenuti del processo di validazione (drill down) La validazione dei modelli. La validazione dei sistemi IT a supporto. La validazione dei processi aziendali (use test). La validazione dei modelli di PD Introduzione teorica - approccio di validazione di III livello: verifica autonoma di quanto realizzato dalla Funzione Sviluppo ; valutazione degli interventi e verifiche della Funzione Convalida. Excursus teorico delle metodologie di stima dei modelli di PD, LGD e EAD (come si stimano, approcci maggiormente utilizzati, ). Approfondimento degli aspetti normativi della CRR/CRD e della Circolare 285 per la verifica dei requisiti minimi quantitativi richiesti. Definizione di una check-list metodologica ; definizione dei livelli di aderenza (trigger). Giorno 2 (Petrini Alghisi) Esercitazioni pratiche Calcolo autonomo di indicatori di performance dei modelli di PD (mediante Excel). Accuracy ratio; AUROC; matrici di confusione ; Pietra Index e indice di entropia. Calcolo autonomo di indici di concentrazione e stabilità (mediante Excel): Herfindhal e population stability index. Calcolo delle matrici di transizione (mediante Excel). La validazione dei modelli di LGD L approccio di validazione di III livello ai modelli di LGD; Dati e processi di recupero: completezza, correttezza, tempestività e conformità. La validazione dei sistemi informatici e dei processi aziendali ( use test) L approccio di validazione di III livello per KPI. Matrice dei processi e trigger. La validazione IT: i principi di Audit ICT; la formalizzazione delle risultanze di Internal Audit. Elisa Alghisi è Senior Credit risk consultant area sviluppo modelli, Concentric. Giacomo Petrini è responsabile Ufficio Audit Misurazione Rischi Di Credito e Operativi del gruppo BancoPopolare. Conditions Cost: Euro 2.000,00+ VAT Sconto soci Aifirm 10%

7 CCR, Collateral & Funding valuation under Bilateral CSA and CCPs 22 and 23 October 2015 Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 Milano Credit, Collateral and Funding Costs and Benefits are currently impacting valuation of financial products. In this course we explain where the different type of adjustments (mostly Credit (CVA), Debit (DVA), Liquidity (LVA) and Funding (FVA)) impacts. Day 1 (Brigo) Credit Risk, Collateral and Funding Costs: introduction. Credit Risk Products and Models: CDS and Bonds; market implied and Rating implied default probabilities; recovery rates; intensity models; Firm Value Models; Lehman Brothers case study; Rating implied vs market implied default probability; credit spread volatility. CVA and DVA: Unilateral CVA and unilateral DVA; Bilateral Adjustment; Problems with DVA: Wrong incentives and hedging. First to default analysis; ISDA Closeout choices; Payout Risk; Examples of CVA and DVA with Wrong Way Risk; Rates, Commodities, Credit, Equity, Longevity. Credit, Collateral and Funding together. Collateral and Gap Risk; Collateral and residual Credit risk: CVA/DVA; Margining costs for collateral: LVA; Funding costs & benefits of replication: FCA & FBA; Default risk for the funding operations: DVAF and CVAF; Full theory: Recursive Nonlinear pricing problem. Arguments for and against funding costs; Is Modigliani Miller relevant here? Non-separability; Price or value? The Black Scholes case study. Theoretical implications for the bank structure. Funding Costs Analysis and implications. Possible numerical techniques and linearization; Nonlinearity Valuation Adjustment: NVA; Simplified benchmark industry solution; FCA, FBA, CVA, DVA, CVAF, DVAF, LVA; Double counting? Hints on adding initial margin and specializing to SCSA and CCPs; Hints at multiple curves with funding costs; CVA/FVA Desk: What are banks doing? Day 2 (Pallavicini) The money market. Central bank and inter-bank rates; the basis of interest-rate modelling. Interest-rate derivative contracts and the hjm framework. Post-crisis pricing. Counterparty credit risk and collateralization; the credit crunch and the rising of the basis. Trading contracts under bilateral csa or ccp clearing; margining procedures and collateralization costs; pricing in collateralized markets. The multiple-curve framework. Bootstrapping discount and forwarding curves. Modelling constraints for multiple curves; a multiple-curve extension of the hjm framework. Model calibration and numerical examples. Damiano Brigo is the Chair in Mathematical Finance at Imperial College, London Andrea Pallavicini is Head of Equity, FX and Commodity Models at Banca IMI Conditions Cost: Euro 2.000,00+ VAT Sconto soci Aifirm 10%

8 Securities Lending, Repos & Collateral MNG in the new financial context 22 and 23 October 2015 Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 Milano This workshop focuses on the international securities borrowing and lending and repurchase agreements (repo) markets. It will provide you with an insight on market practices as well as the collateral management processes required. Day 1 (Fabbro) Securities financing transactions Repo; Security lending and Collateralisation of derivatives. Repo: understanding Repo. Mechanics (Legally, Economically). Definition; market conventions; principal uses; terminology. Key characteristics legal/economic - Repo 105/108. Credit risk; Operational risk; Legal risk; Liquidity risk. Collateral management: Valuation of collateral; Initial margin and hair cut; Margin maintenance; Right of substitution. GMRA 2000 overview; Default procedures; Fails; Custody; GC vs Special. Repo vs Sell and buy Back; Repo Variants. Day 2 (Fabbro) Securities Lending and Borrowing Basic structure. Terminology. Calculations. Core use; Return, Recall. Substitution; Fees. Cash Collateral reinvestment. Collateral selection. Initial Margin. Margin Maintenance. Manufactured payments on securities; Non-cash income; Fails. Default procedures; Indemnification. Corporate actions; Voting rights. Custody. Security lending market structure. Security lending vs repo. Dino Fabbro is Deputy Head Division Liquidity Mng Treasury Department - European Investment Bank Conditions Cost: Euro 2.000,00+ VAT Sconto soci Aifirm 10%

9 Modern ALM: risks measurement and balance sheet management under B3 17 e 18 Dicembre 2015 Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 Milano ALM has been strongly impacted by systemic risk and B3. In this workshop we will present a new approach to ALM and liquidity risk that seeks to overcome traditional techniques in order to analyze and manage higher volatility and complexity within Banking Book. Day 1 (Bonisoli) Financial Context and new regulations Risks from Financial Institutions perspective, Balance Sheet Re-Classification for Banking and Trading book Risk. Banking Book regulation: evolution and perspective. IAS principles, accounting rules and Banking Book management. ALM environment IRR management, FX risk management, LR management, CR management; Boundaries between Banking and Trading Book. ALM definition, goals, evolution, organization, governance, policies, processes and controls. ALM & Treasury, ALM as a BU. ALM & planning. ALM and risk mng, RAF. The role of ALM in the deployment, mng and conservation of capital. ALM and ICAAP process. ALM and credit risk. ALM management Creation and categorization of assets and liabilities in the Banking Book: measuring interest rate, liquidity and currency gaps. Identifying interest-rate sensitive assets and liabilities that impact NII. Basis, yield curve twist, and re-investment/re-funding risks. Measuring cost-to-close exposures for BB: analysis of impacts on cash flow, accounting performance and economic value. Complications from financial, contractual, and real options in assets and liabilities. Estimating impacts of volatility and correlations. Transfer Price FTP basics, metrics, evolution, components; FTP & interest rate risk transfer; FTP & pricing. Day 2 (Crespi Palumbo) Advanced tools to measure and manage interest rate risks in the Banking Book NII vs NEV; EaR: concepts and variations; advantages and disadvantages. Duration and Duration of Equity (DoE): concepts; using key rate; understanding convexity; pro and cons; EvE: concepts and variations; advantages and disadvantages. IRR stress testing: scenario design (e.g. dynamic vs static) and reporting. Hedging: risk minimization vs risk positioning; optimizing EaR and EvE; differences between IRR management tactics and strategies; managing interest rate risk with and without derivatives. ALM Modelling Techniques Effective risk modeling: data, aggregation, back testing, model risk, regulatory requirements. Non-maturing deposits (NMD): review; modelling assumptions; NMD interest rate replicating strategies. Assets with prepayment: the importance of prepayment in ALM; prepayment risk for different type of assets; different prepayments models; implementation of prepayment models in earnings simulation and EVE/valuation models. Pipelines transactions: definition; modelling and pre-hedging. Equity capital: definition of non-interest bearing capital resources, corporate planning assumptions for its investment. Show how the ALM model are used in the management of liquidity risk and setting FTP rates. ALM Involvement with Credit Exposures Credit metrics for expected and unexpected losses; Credit RM through sec. & strategic structured finance. Problems with past due and impaired loan exp. Cristiano Bonisoli è responsabile dell unità ALM del Gruppo BancoPopolare Umberto Crespi è responsabile modelli/strategie rischio tasso banking book unità ALM UniCredit Marco Palumbo è senior quantitative analyst modelli/strategie rischio tasso banking book unità ALM Unicredit Conditions Sconto soci Aifirm 10% Cost: Euro 2.000,00+ VAT

10 . Concentric FINANCE Concentric FINANCE is the Concentric business unit specialized in advisory, research and training solutions for decision makers and technical experts in risk, finance, strategic planning, auditing and IT of banks and insurance companies. Organizations on the look out for marked improvements in their company performances request support from Concentric FINANCE, aware of the fact that results stem from a balanced mix of the following factors: 1.Commitment Extended and continual involvement of company decision makers before, during and after every project. 2.Expertise The possibility to involve leading technical / management professionals able to provide a careful mix of experience, content and methods. 3.Projects Experience with primary international and national players enables a global vision in the definition of client needs through a pragmatic use of technical-methodological, organizational and governance best practice. 4.Management Rigour during roll-out, respect for deadlines and realization of satisfaction targets represent elements of commitment with clients that guarantee high levels of quality. 5.Culture Particular attention to the definition of holistic processes for the diffusion of a risk culture throughout client structures has always represented a distinctive quality of Concentric FINANCE solutions. Concentric SRL piazza 4 novembre 6, Milan (Italy) Tel

Programma Rating e Credit Risk Management

Programma Rating e Credit Risk Management Programma Rating e Credit Risk Management 20-24 maggio 2013 PROGRAMMA Copyright 2012 SDA Bocconi, Milano Lunedì, 20 maggio 2013 Il quadro regolamentare e le metodologie di rating 09.30 10.45 Andrea Sironi

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

La trasversalità della funzione di convalida interna, applicata al framework complessivo del Credit e del Counterparty Risk

La trasversalità della funzione di convalida interna, applicata al framework complessivo del Credit e del Counterparty Risk La trasversalità della funzione di convalida interna, applicata al framework complessivo del Credit e del Counterparty Risk Milano, 14 febbraio 2012 Group Internal Validation UniCredit CRO AGENDA Overview

Dettagli

BASILEA 3 2013. Credit Risk & Risk integration: nuovi requisiti per la raccolta e storicizzazione delle informazioni. Roma, 27 Giugno 2013

BASILEA 3 2013. Credit Risk & Risk integration: nuovi requisiti per la raccolta e storicizzazione delle informazioni. Roma, 27 Giugno 2013 BASILEA 3 2013 Credit Risk & Risk integration: nuovi requisiti per la raccolta e storicizzazione delle informazioni Roma, 27 Giugno 2013 ALCUNI ELEMENTI NORMATIVI (1) Financial Stability Board One of the

Dettagli

Basilea 3, CRD4 e Banking Union

Basilea 3, CRD4 e Banking Union Basilea 3, CRD4 e Banking Union Dove siamo oggi, dove saremo domani? Rischio di Mercato: quali novità sul Trading Book I cambiamenti per le banche a Modello Interno Roma 4 Dicembre 2012 Rita Gnutti Head

Dettagli

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice OUR PHILOSOPHY PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT POLICY ERM MISSION manage risks in terms of prevention and mitigation proactively seize the

Dettagli

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Sede AICA Liguria Competenze Professionali per l Innovazione Digitale Le competenze per la SOA-Service Oriented Architecture I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Roberto Ferreri

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome BONOLLO MICHELE Indirizzo VIA BLIGNY 11 Telefono 335 7542605 Fax E-mail mbonollo@yahoo.it Nazionalità Data di nascita 04, 02, 1966 ESPERIENZA

Dettagli

L active management - spinte regolamentari e opportunità di business. ABI -24 giugno 2015

L active management - spinte regolamentari e opportunità di business. ABI -24 giugno 2015 L active management - spinte regolamentari e opportunità di business ABI -24 giugno 2015 Agenda Introduzione Active management I principali Impatti Active management Le innovazioni Active management Un

Dettagli

*** Principali misure di rafforzamento patrimoniale* Min eccedenza/ Max carenza

*** Principali misure di rafforzamento patrimoniale* Min eccedenza/ Max carenza IL GRUPPO VENETO BANCA SUPERA GLI ESAMI EUROPEI CON LE MISURE DI MITIGAZIONE GIA REALIZZATE NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2014 AMPIA SODDISFAZIONE DEI VERTICI Il Gruppo Veneto Banca, prendendo atto dei comunicati

Dettagli

HIGH PERFORMANCE ANALYTICS PER AUMENTARE LA COMPETITIVITÀ E RISPONDERE AI NUOVI REQUISITI NORMATIVI

HIGH PERFORMANCE ANALYTICS PER AUMENTARE LA COMPETITIVITÀ E RISPONDERE AI NUOVI REQUISITI NORMATIVI HIGH PERFORMANCE ANALYTICS PER AUMENTARE LA COMPETITIVITÀ E RISPONDERE AI NUOVI REQUISITI NORMATIVI SAS CAMPUS, 16 GENNAIO 2014 UNIVERSITA CATTOLICA, MILANO ANSELMO MARMONTI, SAS REGIONAL LEADER RISK MANAGEMENT

Dettagli

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business

La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business La Governance come strumento di valorizzazione dell'it verso il business Livio Selvini HP IT Governance Senior Consultant Vicenza, 24 novembre Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information

Dettagli

CORSO BASE TESORERIA AITI. Il Risk Management in azienda

CORSO BASE TESORERIA AITI. Il Risk Management in azienda CORSO BASE TESORERIA AITI Il Risk Management in azienda Agenda Introduzione al Risk Management in azienda Il Rischio Liquidità (cenni) Il Rischio di Credito (cenni) Il Financial Risk Management: definizione

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

Let s study ALM. L origine dei rischi finanziari

Let s study ALM. L origine dei rischi finanziari Let s study ALM Mismatch risks: rischio di tasso di interesse rischio di liquidità L origine dei rischi finanziari L attività delle banche consiste nel congiungere unità in surplus a unità in deficit,

Dettagli

Syllabus. Course: Risk Management - CFU 6. C.L. Magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie (Curriculum: Economic and Financial Analysis)

Syllabus. Course: Risk Management - CFU 6. C.L. Magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie (Curriculum: Economic and Financial Analysis) Syllabus Course: Risk Management - CFU 6 C.L. Magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie (Curriculum: Economic and Financial Analysis) Academic Year 2013-14 Prof. Enzo Scannella Course Objectives:

Dettagli

Operazioni di Project Finance

Operazioni di Project Finance Università degli Studi di Milano-Bicocca Anno Accademico 2005 / 2006 Operazioni di Project Finance Corso di Risk Management S Milano, 22 Marzo 2006 definizione Finanziamento tipicamente di natura bancaria:

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

Processo ICAAP: Lo stato dell arte nella progettazione e implementazione dei sistemi di supporto. Anselmo Marmonti SAS

Processo ICAAP: Lo stato dell arte nella progettazione e implementazione dei sistemi di supporto. Anselmo Marmonti SAS Processo ICAAP: Lo stato dell arte nella progettazione e implementazione dei sistemi di supporto Anselmo Marmonti SAS Agenda Premessa Evoluzione delle tematiche implementative di Basilea 2 Internal Rating

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma

Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma Www.ebitda.it Facebook:Ebitda Twitter: Ebitda Discussion Paper Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma Numero 10 Marzo 2014 Analysis methodology The fair value recognition of derivative

Dettagli

MISSION TEAM CORPORATE FINANCE BADIALI CONSULTING TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI

MISSION TEAM CORPORATE FINANCE BADIALI CONSULTING TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI MISSION TEAM BADIALI CONSULTING CORPORATE FINANCE TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI MISSION "contribuire al successo dei nostri clienti attraverso servizi di consulenza di alta qualitá" "to contribute to

Dettagli

IX Convention ABI Implementazione dei sistemi informativi e organizzativi in ottica IAS/IFRS: criticità, soluzioni e scelta delle IFRS options

IX Convention ABI Implementazione dei sistemi informativi e organizzativi in ottica IAS/IFRS: criticità, soluzioni e scelta delle IFRS options FINANCIAL SERVICES IX Convention ABI Implementazione dei sistemi informativi e organizzativi in ottica IAS/IFRS: criticità, soluzioni e scelta delle IFRS options Roma, 30 Novembre 2005 Antonio Mansi Raffaele

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente PAVARANI EUGENIO Matricola: 002525. Insegnamento: 1001399 - CORPORATE BANKING AND FINANCE. Anno regolamento: 2012

Testi del Syllabus. Docente PAVARANI EUGENIO Matricola: 002525. Insegnamento: 1001399 - CORPORATE BANKING AND FINANCE. Anno regolamento: 2012 Testi del Syllabus Docente PAVARANI EUGENIO Matricola: 002525 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1001399 - CORPORATE BANKING AND FINANCE Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel Cloud Computing: la visione di IBM

IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel Cloud Computing: la visione di IBM Raffaella D Alessandro IBM GTS Security and Compliance Consultant CISA, CRISC, LA ISO 27001, LA BS 25999, ISMS Senior Manager, ITIL v3 Roma, 16 maggio 2012 IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel

Dettagli

MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN INTERNATIONAL COMMERCE - MASCI. Anno Accademico 2014-2015

MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN INTERNATIONAL COMMERCE - MASCI. Anno Accademico 2014-2015 MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN COMMERCE - MASCI Sezione di Diritto/Law Section Sezione di Economia e Finanza/Economics and Finance Section XIV edizione Anno Accademico 2014-2015 CORSI

Dettagli

L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT Management)

L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT Management) L'evoluzione nella gestione dei Processi l IIM (Integrated IT ) Claudio Sangiorgi IT Governance Solutions claudio.sangiorgi@it.compuware.com +39.02.66123.235 Sezione di Studio AIEA 25 Novembre 2005 Verona

Dettagli

Gli impatti pratici della normativa Basilea III, CRD IV e altre modifiche regolamentari sul Rischio di Controparte

Gli impatti pratici della normativa Basilea III, CRD IV e altre modifiche regolamentari sul Rischio di Controparte Gli impatti pratici della normativa Basilea III, CRD IV e altre modifiche regolamentari sul Rischio di Controparte QFIN LAB 14 Febbraio2012 Rita Gnutti Direzione Risk Management Responsabile Modello Interno

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane

Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane IX Convention ABI 29 e 30 novembre 2005 Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane Giampaolo Gabbi Università degli Studi di Siena SDA Bocconi 1 Le fasi dell ORM nei progetti in essere

Dettagli

Le ricerche del Laboratorio del 2010 e quelle in corso

Le ricerche del Laboratorio del 2010 e quelle in corso Le ricerche del Laboratorio del 2010 e quelle in corso Convegno di presentazione delle attività di ricerca e incontro con gli operatori Claudio Giannotti Direttore del Laboratorio Università LUM giannotti@lum.it

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E GESTIONE DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI EGIF (84/S Classe delle lauree specialistiche in scienze economico-aziendali) Articolo 1 Denominazione

Dettagli

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY.

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING PROCESS OPTIMIZATION Mappatura as is dei processi, definizione dello stato to be, gap analysis, definizione ed implementazione

Dettagli

LOW DEFAULT PORTFOLIO MODELS: THREATS AND INDUSTRY PRACTICES

LOW DEFAULT PORTFOLIO MODELS: THREATS AND INDUSTRY PRACTICES LOW DEFAULT PORTFOLIO MODELS: THREATS AND INDUSTRY PRACTICES Il contributo del gruppo di lavoro AIFIRM nell' attuale contesto regolamentare e di sistema Milano, 20 Novembre 2014 L'attuale contesto regolamentare

Dettagli

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Al servizio dei professionisti dell IT Governance Capitolo di Milano Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Valter Tozzini - ItSMF Italia Paola Belforte - ItSMF

Dettagli

Crediti in sofferenza e crisi bancarie

Crediti in sofferenza e crisi bancarie Crediti in sofferenza e crisi bancarie ISTITUTO PER L ALTA FORMAZIONE E LE ATTIVITA EDUCATIVE (I.P.E.) Napoli, 11 dicembre 2015 Giuseppe Boccuzzi Agenda 1. Crisi bancarie e business model delle banche

Dettagli

Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio. Vincenzo M. Re

Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio. Vincenzo M. Re Il data quality nei progetti IRB e nel processo creditizio Vincenzo M. Re Il documento riflette le opinioni personali del relatore che non possono in alcun modo essere ritenute espressione della posizione

Dettagli

26 e 27 giugno. Direttore Scientifico Prof. Andrea Resti

26 e 27 giugno. Direttore Scientifico Prof. Andrea Resti 26 e 27 giugno Direttore Scientifico Prof. Andrea Resti 1 SCHEMA DI SINTESI MARTEDÌ 23 MATTINA (9.15 13.00) SESSIONE PLENARIA DI APERTURA SUPERVISIONE E RISCHI: DENTRO LA VIGILANZA UNICA Giovanni Sabatini,

Dettagli

Portfolio-Driven Performance Driving Business Results Across The Enterprise

Portfolio-Driven Performance Driving Business Results Across The Enterprise Portfolio-Driven Performance Driving Business Results Across The Enterprise IT Governance e Portfolio Management Supportare il Business The core business of tomorrow is a "new and different" idea today

Dettagli

SYLLABUS. Course: Risk Management - CFU 6. C.L. Magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie - Curriculum: Economic and Financial Analysis

SYLLABUS. Course: Risk Management - CFU 6. C.L. Magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie - Curriculum: Economic and Financial Analysis SYLLABUS Course: Risk Management - CFU 6 C.L. Magistrale in Scienze Economiche e Finanziarie - Curriculum: Economic and Financial Analysis Academic Year 2014-15 Prof. Enzo Scannella Course Objectives:

Dettagli

MS SQL SERVER 2005 - UPGRADING TO MICROSOFT SQL SERVER 2005

MS SQL SERVER 2005 - UPGRADING TO MICROSOFT SQL SERVER 2005 MS SQL SERVER 2005 - UPGRADING TO MICROSOFT SQL SERVER 2005 UN BUON MOTIVO PER [cod. E316] Lo scopo di questo corso non MOC è fornire ai database professionals che lavorano in realtà di tipo enterprise

Dettagli

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi 1) information goes to work 2) model the way Quale migliore prospettiva

Dettagli

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA LA STORIA ITI IMPRESA GENERALE SPA nasce nel 1981 col nome di ITI IMPIANTI occupandosi prevalentemente della progettazione e realizzazione di grandi impianti tecnologici (termotecnici ed elettrici) in

Dettagli

Il Business Plan nel processo di comunicazione tra Banca ed Impresa

Il Business Plan nel processo di comunicazione tra Banca ed Impresa S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il Business Plan nei rapporti con il mondo finanziario Il Business Plan nel processo di comunicazione tra Banca ed Impresa Massimo Talone Milano, 26 maggio

Dettagli

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007 La struttura della ISO 26000 Antonio Astone 26 giugno 2007 Description of operational principles (1/2) Operational principles guide how organizations act. They include: Accountability an organization should

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it )

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) CEPIS e-cb Italy Report Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) Free online selfassessment tool Online services Enables the identification of competences needed for various ICT roles e-cf Competences

Dettagli

Risk Management IL GOVERNO DEI RISCHI IN BANCA: NUOVE TENDENZE E SFIDE. Il monitoraggio andamentale del portafoglio crediti: problematiche aperte

Risk Management IL GOVERNO DEI RISCHI IN BANCA: NUOVE TENDENZE E SFIDE. Il monitoraggio andamentale del portafoglio crediti: problematiche aperte IL GOVERNO DEI RISCHI IN BANCA: NUOVE TENDENZE E SFIDE Il monitoraggio andamentale del portafoglio crediti: problematiche aperte Aldo Letizia Banca Popolare Pugliese Sapienza Università di Roma Facoltà

Dettagli

ILLY AND SUSTAINABILITY

ILLY AND SUSTAINABILITY ILLY AND SUSTAINABILITY DARIA ILLY BUSINESS DEVELOPMENT - PORTIONED SYSTEMS DIRECTOR NOVEMBER 14 THE COMPANY Trieste 1 9 3 3, I t a l y R u n b y t h e I l l y f a m i l y D i s t r i b u t e d i n m o

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

Un approccio olistico alle strategie di ottimizzazione del capitale

Un approccio olistico alle strategie di ottimizzazione del capitale Un approccio olistico alle strategie di ottimizzazione del capitale Carlo Gabardo Head of Basel Consulting, EMEA Daniele Vergari Head of Analytics, Italia Roma, 23 giugno 2015 2015 Experian Limited. All

Dettagli

Agenda. La società. Industries. I servizi. Credentials. Il network. I contatti

Agenda. La società. Industries. I servizi. Credentials. Il network. I contatti Company profile Agenda La società Industries I servizi Credentials Il network I contatti 1 La società Profile KEP Consulting è una società di consulenza indipendente creata da professionisti con esperienza

Dettagli

Bank Competition and Financial Stability: A General Equilibrium Exposition. When Financial Institutions can get in trouble together

Bank Competition and Financial Stability: A General Equilibrium Exposition. When Financial Institutions can get in trouble together Tuesday, June 26th - 2012 at 14.30, San Giobbe, Room E Gianni De Nicolò IMF Research Department, Washington D.C. Bank Competition and Financial Stability: A General Equilibrium Exposition Monday, June

Dettagli

Gianpaolo Bresciani Copyright IBM Corporation 2007

Gianpaolo Bresciani Copyright IBM Corporation 2007 FINANCIAL INTELLIGENCE dati, informazioni e fattore tempo Gianpaolo BRESCIANI CFO IBM ITALIA S.p.A. Globalizzazione: opportunità e sfide Opportunità... Ottimizzazione supply chain Mercato del lavoro (costi

Dettagli

Rating interni e controllo del rischio di credito

Rating interni e controllo del rischio di credito Rating interni e controllo del rischio di credito La valutazione del rischio delle operazioni di project finance Stefano Gatti Newfin Bocconi Milano, 31 marzo 2004 1 Agenda Introduzione: Basilea 2 e operazioni

Dettagli

CONCENTRATION IN HOSPITALITY MANAGEMENT www.mib.edu/hm CONCENTRATION IN HOSPITALITY MANAGEMENT La concentration in Hospitality Management è un programma che può essere frequentato come singolo corso oppure

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

ASSICURA CONVEGNO SOLVENCY II L esperienza di una media impresa

ASSICURA CONVEGNO SOLVENCY II L esperienza di una media impresa ASSICURA CONVEGNO SOLVENCY II L esperienza di una media impresa Laura Blasiol Servizio Risk Management Milano, 30 giugno 2010 1 Agenda Solvency II: A challenge and an opportunity 2 Milestones 22/04/2009:

Dettagli

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Risk mangement trough structured products Origination Department Axpo Italia SpA From market risk to customer s risks RISK: The chance that an investment s actual return will be different

Dettagli

Pillar II e ICAAP per la gestione del Profilo di rischio complessivo La situazione ed i fattori di successo

Pillar II e ICAAP per la gestione del Profilo di rischio complessivo La situazione ed i fattori di successo Pillar II e ICAAP per la gestione del Profilo di rischio complessivo La situazione ed i fattori di successo Roma, 27 giugno 2012 Tullio Lucca Head of Risk Integration & Capital Adequacy Agenda Pillar II

Dettagli

Introduzione all attività bancaria

Introduzione all attività bancaria Università Bicocca - Milano Anno Accademico 2007 / 2008 Introduzione all attività bancaria Corso di Risk Management Milano, 27 Febbraio 2008 1 Organizzazione Lezioni nella fascia oraria 16,45-19,00 Ricevimenti

Dettagli

il finanziamento alle PMI e il ruolo dell advisora supporto Milano 11 giugno 2014

il finanziamento alle PMI e il ruolo dell advisora supporto Milano 11 giugno 2014 il finanziamento alle PMI e il ruolo dell advisora supporto Milano 11 giugno 2014 della selezione e gestione materiale per discussione claudio bocci - prometeia riservatezza Questo documento è la base

Dettagli

Insight. Modelli di gestione del rischio di liquidità (survey) Markets can remain irrational longer than you can remain solvent

Insight. Modelli di gestione del rischio di liquidità (survey) Markets can remain irrational longer than you can remain solvent Insight N. 39 Settembre 2012 Modelli di gestione del rischio di liquidità (survey) La liquidità a disposizione delle banche era considerata, fino al 2007, cost e risk free. Trovare fondi a basso costo

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Investor Group Presentation

Investor Group Presentation Investor Group Presentation Lugano September 19th, 2014 «La prima parte del viaggio - Fact Sheet 2008-2014» (1/2) L acquisizione di DataService a metà 2007 guidata da Tamburi Investment Partner è origine

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Il modello CMMI Engineering nelle organizzazioni software Agenda Focalizzazione sul processo CMMI come modello per il miglioramento dei processi Struttura del modello CMMI Aree di processo Riferimenti

Dettagli

IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO

IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO IT e FRAUD AUDIT: un Alleanza Necessaria GRAZIELLA SPANO 1 Perché l alleanza è vincente Per prevenire le frodi occorre avere un corretto controllo interno che è realizzabile anche grazie al supporto dell

Dettagli

Telecontrol systems for renewables: from systems to services

Telecontrol systems for renewables: from systems to services ABB -- Power Systems Division Telecontrol systems for renewables: from systems to Adrian Timbus - ABB Power Systems Division, Switzerland Adrian Domenico Timbus Fortugno ABB - Power ABB Power Systems Systems

Dettagli

2006 IBM Corporation

2006 IBM Corporation La polarizzazione del mercato Polarizzazione del mercato consumer Bell Curves Crescita e valore percepito Well Curves Mass Competitive Spectrum Targeted Gli specialisti di settore devono possedere value

Dettagli

Comunicato Stampa. Press Release

Comunicato Stampa. Press Release Comunicato Stampa Come previsto dal Capitolo XII, Paragrafo 12.4 del Prospetto Informativo Parmalat S.p.A. depositato presso la Consob in data 27 maggio 2005 a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio

Dettagli

ADVISORY. People & Change. Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane. kpmg.com/it

ADVISORY. People & Change. Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane. kpmg.com/it ADVISORY People & Change Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane kpmg.com/it La Soluzione P&C in Italia In contesti di mercato fortemente competitivi e

Dettagli

Classificazione tipologie di rischio

Classificazione tipologie di rischio Università Bicocca - Milano Anno Accademico 2007 / 2008 Classificazione tipologie di rischio Corso di Risk Management Milano, 27 Febbraio 2008 1 Rischi impliciti nell attività bancaria RISCHIO DI CREDITO

Dettagli

Percorso formativo blended BASILEA 3: IL NUOVO FRAMEWORK DI VIGILANZA PRUDENZIALE E GLI IMPATTI PER LE BANCHE

Percorso formativo blended BASILEA 3: IL NUOVO FRAMEWORK DI VIGILANZA PRUDENZIALE E GLI IMPATTI PER LE BANCHE Percorso formativo blended BASILEA 3: IL NUOVO FRAMEWORK DI VIGILANZA PRUDENZIALE E GLI IMPATTI PER LE BANCHE Fase a distanza DA BASILEA 2 A BASILEA 3: COSA CAMBIA Fase in aula a Milano dal 29 al 31 ottobre

Dettagli

IL RISCHIO DI SPREAD :

IL RISCHIO DI SPREAD : Corso tecnico/pratico Seconda Edizione IL RISCHIO DI SPREAD : MISURAZIONE E GESTIONE TRAMITE COSTRUZIONE IN AULA DI MODELLI IN EXCEL Milano, 26 e 27 novembre 2013 Hotel Four Points Sheraton Via Cardano

Dettagli

NOTA TECNICA SULLE MODALITÀ DI CONDUZIONE DELL ESERCIZIO DI VALUTAZIONE APPROFONDITA (COMPREHENSIVE ASSESSMENT)

NOTA TECNICA SULLE MODALITÀ DI CONDUZIONE DELL ESERCIZIO DI VALUTAZIONE APPROFONDITA (COMPREHENSIVE ASSESSMENT) NOTA TECNICA SULLE MODALITÀ DI CONDUZIONE DELL ESERCIZIO DI VALUTAZIONE APPROFONDITA (COMPREHENSIVE ASSESSMENT) Roma, 26 ottobre 2014 L esercizio di valutazione approfondita (Comprehensive Assessment,

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Testi del Syllabus Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Corso di studio: 5003 - AMMINISTRAZIONE E DIREZIONE AZIENDALE

Dettagli

L IT Risk Management e le strategie di business

L IT Risk Management e le strategie di business L IT Risk Management e le strategie di business Lugano, 16 Gennaio Agenda Protiviti Enterprise Risk Management IT Risk Management Case study 2 Chi siamo Protiviti è una società di consulenza indipendente

Dettagli

AQR: implicazioni per la gestione dei crediti

AQR: implicazioni per la gestione dei crediti AQR: implicazioni per la gestione dei crediti Paolo Testi Chief Lending Officer 20 Novembre 2014 Agenda Comprehensive Assessment Obiettivi, timeline e risultati dell Asset Quality Review Lezioni apprese

Dettagli

KPMG Advisory: per vincere la sfida della complessità

KPMG Advisory: per vincere la sfida della complessità KPMG Advisory: per vincere la sfida della complessità Corporate Profile 0 KPI rilevanti KPMG nel mondo KPMG nel Mondo 145mila Professionisti $ 22,71 mld Ricavi KPMG nel Mondo 152 Paesi 739 Uffici Network

Dettagli

Portfolio Analyst. Interactive Brokers presenta. Alessandro Bartoli, Interactive Brokers. Il webinar inizia alle 18:00 CET

Portfolio Analyst. Interactive Brokers presenta. Alessandro Bartoli, Interactive Brokers. Il webinar inizia alle 18:00 CET Interactive Brokers presenta Portfolio Analyst Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch Il webinar inizia alle 18:00 CET webinars@interactivebrokers.com www.ibkr.com/webinars

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

Global Risk Forum. 22 Aprile 2010

Global Risk Forum. 22 Aprile 2010 Stato dell'arte del RM nelle aziende italiane: Evoluzione della funzione e nuove strategie di Enterprise Risk Management Global Risk Forum 22 Aprile 2010 Marco Giorgino Ordinario di Finanza e Risk Management,

Dettagli

Generali Investments Europe S.p.A.

Generali Investments Europe S.p.A. Mercoledì, 19 Giugno 2013 alle 11.30, San Giobbe, Aula 3A Tages Capital SGR Sebastiano Di Pasquale Executive Director Hedge Funds e Investimenti Alternativi: la possibile risposta al problema dei Risk

Dettagli

SOLUZIONI PER IL FUTURO

SOLUZIONI PER IL FUTURO SOLUZIONI PER IL FUTURO Alta tecnologia al vostro servizio Alta affidabilità e Sicurezza Sede legale e operativa: Via Bologna, 9 04012 CISTERNA DI LATINA Tel. 06/96871088 Fax 06/96884109 www.mariniimpianti.it

Dettagli

Il rapporto tra CRO e CFO nella gestione del rischio di mercato e controparte GRUPPO BANCA SELLA

Il rapporto tra CRO e CFO nella gestione del rischio di mercato e controparte GRUPPO BANCA SELLA Il rapporto tra CRO e CFO nella gestione del rischio di mercato e controparte 1 Il rapporto tra CFO e CRO: la fine della competizione Una sempre crescente partnership tra CRO e CFO può determinare un più

Dettagli

Studi e Analisi Finanziaria. R2001-01a STIMA DI STRUTTURE A TERMINE: IL CASO DEI CORPORATE SPREAD FINANZIARI APPENDICI. Enrico Bernini Dean Fantazzini

Studi e Analisi Finanziaria. R2001-01a STIMA DI STRUTTURE A TERMINE: IL CASO DEI CORPORATE SPREAD FINANZIARI APPENDICI. Enrico Bernini Dean Fantazzini Studi e Analisi Finanziaria R2001-01a STIMA DI STRUTTURE A TERMINE: IL CASO DEI CORPORATE SPREAD FINANZIARI APPENDICI Enrico Bernini Dean Fantazzini STIMA DI STRUTTURE A TERMINE: IL CASO DEI CORPORATE

Dettagli

DIRETTIVE DEGLI ESAMI

DIRETTIVE DEGLI ESAMI DIRETTIVE DEGLI ESAMI PER GLI ESAMI PROFESSIONALI SUPERIORI DIPLOMA FEDERALE DI ANALISTA FINANZIARIO ED AMMINISTRATORE DI PATRIMONI Copyright 2012, SFAA SFAA, Feldstrasse 80, 8180 Bülach, T +41 44 872

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

DOCENTE: Prof.ssa Pasqualina Porretta TITOLO DELL INSEGNAMENTO: RISK MANAGEMENT DELLE BANCHE E ASSICURAZIONI CFU: 9 SEMESTRE: PRIMO SEMESTRE

DOCENTE: Prof.ssa Pasqualina Porretta TITOLO DELL INSEGNAMENTO: RISK MANAGEMENT DELLE BANCHE E ASSICURAZIONI CFU: 9 SEMESTRE: PRIMO SEMESTRE DOCENTE: Prof.ssa Pasqualina Porretta TITOLO DELL INSEGNAMENTO: RISK MANAGEMENT DELLE BANCHE E ASSICURAZIONI SSD: SECSP/011 CORSO DI LAUREA: INTERMEDIARI FINANZA INTERNAZIONALE E RISK MANAGEMENT CFU: 9

Dettagli

FORMULAZIONE, ANALISI E VERIFICA DELLA FATTIBILITÀ DEI PIANI DI RISANAMENTO E ATTUABILITÀ (*) DELL ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO

FORMULAZIONE, ANALISI E VERIFICA DELLA FATTIBILITÀ DEI PIANI DI RISANAMENTO E ATTUABILITÀ (*) DELL ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO FORMULAZIONE, ANALISI E VERIFICA DELLA FATTIBILITÀ DEI PIANI DI RISANAMENTO E ATTUABILITÀ (*) DELL ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO FOCUS: RIPRISTINO DELLE CONDIZIONI DI CONTINUITÀ AZIENDALE Solidità

Dettagli

Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One - Oracle

Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One - Oracle FACOLTÀ DI INGEGNERIA RELAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One

Dettagli

Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena?

Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena? Tanta fatica solo per un bollino ne vale davvero la pena? Relatori: Paolo SFERLAZZA Alberto PERRONE Relatori Paolo Sferlazza Security Advisor CISA,LA27001,LA22301,OPST, COBIT 5, ITIL,LA9001,ISFS, ITSM,ISMA

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE ACCELERATE BUSINESS SUCCESS.

BUSINESS INTELLIGENCE ACCELERATE BUSINESS SUCCESS. BUSINESS INTELLIGENCE ACCELERATE BUSINESS SUCCESS. La Business Intelligence di Experis (BI) è un ciclo di vita completo di BI e un gruppo di consulenza e data warehousing focalizzato nel proporre soluzioni

Dettagli

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013

Catalogo Corsi. Aggiornato il 16/09/2013 Catalogo Corsi Aggiornato il 16/09/2013 KINETIKON SRL Via Virle, n.1 10138 TORINO info@kinetikon.com http://www.kinetikon.com TEL: +39 011 4337062 FAX: +39 011 4349225 Sommario ITIL Awareness/Overview...

Dettagli

Documento Banca d Italia/Consob/IVASS n. 6 dell 8 marzo 2013

Documento Banca d Italia/Consob/IVASS n. 6 dell 8 marzo 2013 Documento Banca d Italia/Consob/IVASS n. 6 dell 8 marzo 2013 Tavolo di coordinamento fra Banca d Italia, Consob ed IVASS in materia di applicazione degli IAS/IFRS Trattamento contabile di operazioni di

Dettagli

IL PROCESSO DI INVESTIMENTO DI UNA SGR IMMOBILIARE THE INVESTMENT PROCESS OF AN ASSET MANAGEMENT COMPANY

IL PROCESSO DI INVESTIMENTO DI UNA SGR IMMOBILIARE THE INVESTMENT PROCESS OF AN ASSET MANAGEMENT COMPANY Maria Giuditta Losa MRICS, Responsabile Funzione Valutazioni Serenissima SGR S.p.A. Milano, 11 Aprile 2014, Camera di Commercio Gli Impatti degli effetti della riforma catastale sulla valorizzazione di

Dettagli