La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA"

Transcript

1 Panel agroalimentari Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Dicembre 2007 Introduzione La presente indagine monografica è stata condotta attraverso interviste dirette somministrate ad un gruppo di 21 referenti privilegiati 1 del Panel Grande Distribuzione Alimentare Ismea chiedendo di esprimere pareri ed opinioni riguardo la fidelizzazione della clientela presso i punti di vendita (pdv) della grande distribuzione italiana. Nella realtà complessa della grande distribuzione infatti l attenzione per la clientela assume un ruolo sempre più determinante, sia per tenere saldo il livello di competitività sia per quanto riguarda la conquista di quote di mercato. Le insegne più grandi, oltre ad organizzarsi dal punto di vista degli acquisti e della distribuzione, utilizzano tutte le leve del marketing per attirare e fidelizzare i clienti. Il periodo dell indagine è coinciso con il primo semestre del Risultati dell indagine Dai giudizi degli operatori emerge che la gestione della comunicazione dell insegna e dei punti di vendita dipende totalmente dall unità di marketing della sede centrale (tabella 1). Tab 1 - Gestione della comunicazione Num risposte % Unità marketing Gestione diretta del pdv 0 - Società Esterne 0 - Totale risposte Con riferimento alle diverse tipologie di comunicazione presenti all interno dei pdv, la maggior parte degli intervistati considera il layout come il fattore più importante attraverso il quale l insegna riesce a guidare ed aiutare la clientela durante le fasi dell acquisto. Seguono per ordine di importanza le testate di gondola, cioè lo spazio espositivo situato all estremità di una corsia di vendita che normalmente favorisce l acquisto d impulso, l immagine dell insegna all esterno del negozio e la comunicazione fatta per reparto, attraverso l utilizzo di determinati colori ed informazioni affini ai relativi prodotti (tabella 2). 1 Per approfondimenti sulla composizione del Panel e sugli indici Ismea cfr. Nota metodologica 1

2 Tab. 2 - Tipologie di comunicazione più importanti all interno dei pdv Segmentazione dei prodotti per area geografica e stili di vita 3 14,3 Spiegazioni semplici ed importanti caratteristiche prodotto 8 38,1 Segmentazione per caratteristiche del prodotto 5 23,8 Comunicazione orizzontale 5 23,8 Comunicazione verticale 3 14,3 Decorazioni, segnaletica & logo 9 42,9 Layout 16 76,2 Testate di gondola 14 66,7 Utilizzo di televisori 0 0,0 Comunicazione fatta per reparto 10 47,6 Utilizzo di luce con toni speciali a seconda ,0 Suddivisione cromatica dei reparti/segmenti 3 14,3 Isole di degustazione e spazi promozionali ,1 Schermi touchscreen, pallet box sagomati 1 4,8 Suddivisione cromatica dei segmenti reparto 1 4,8 Immagine dell insegna all esterno negozio 12 57,1 Non so/n.r. 1 4,8 Altro 3 14,3 Totale risposte Risposta multipla - max 6 risposte Successivamente, gli operatori si sono trovati a rispondere circa la gestione dei prodotti sullo scaffale. Dalle risposte risulta che il dipartimento marketing dell insegna effettua la maggior parte delle scelte riguardanti il posizionamento sullo scaffale delle seguenti categorie di prodotto: la pasta, i vini, l olio di oliva, i salumi, il latte fresco ed il tonno in scatola. Per altre categorie invece, quali la frutta e gli ortaggi, i prodotti bio, i fiori e le piante, le scelte invece vengono fatte in primo luogo direttamente dal personale del punto di vendita in base ad esigenze specifiche e, in secondo ordine, dal dipartimento marketing. Per i prodotti confezionati, inoltre, il posizionamento viene gestito anche con l ausilio di software specifici, ottimizzando così gli spazi disponibili sullo scaffale e le giacenze nei magazzini (tabella 3). Tab. 3 - Gestione del posizionamento dei prodotti sullo scaffale, per categoria di prodotto (numero di risposte) Pasta Frutta/Ortaggi Vini Olio di oliva Salumi Personale del pdv/esigenze pdv Dipartimento marketing dell'insegna Utilizzo di software Non so/n.r Altro Totale risposte Latte fresco Tonno in scatola Prodotti bio Fiori e piante Personale del pdv/esigenze pdv Dipartimento marketing dell'insegna Utilizzo di software Non so/n.r Altro Totale risposte

3 Tra i fattori che concorrono maggiormente per le decisioni dei prodotti da posizionare sugli scaffali risultano in evidenza, per tutte le categorie prese in considerazione, il volume di vendita del singolo prodotto, seguito dalla popolarità del prodotto, e, in parte minore, dalla costanza delle forniture (tabella 4). Molti operatori hanno inoltre evidenziato, attraverso la voce altro, il margine di profitto di un prodotto come fattore di preferenza sull offerta del pdv. Tab. 4 - Variabili che influenzano il posizionamento dei prodotti sullo scaffale (numero di risposte) Pasta Frutta/Ortaggi Vini Olio di oliva Salumi Volume di vendita Costanza delle forniture Popolarità del prodotto Non so/n.r Altro Totale risposte Latte fresco Tonno in scatola Prodotti bio Fiori e piante Volume di vendita dei singoli prodotti Costanza delle forniture Popolarità del prodotto Non so/n.r Altro Totale risposte Relativamente ai prodotti che hanno un posizionamento preferenziale sullo scaffale, dalle risposte degli operatori risulta per che la pasta, l olio di oliva, i salumi, il tonno in scatola ed i prodotti bio la priorità viene data in primo luogo ai prodotti a marchio dell insegna (private label), e successivamente a quelli maggiormente venduti. Diversamente, per la frutta e gli ortaggi, i vini, il latte fresco ed i prodotti floricoli il volume delle vendite viene considerato come fattore determinante per il posizionamento centrale dei prodotti sullo scaffale, seguito dai prodotti con private label. Per la pasta, i vini, l olio di oliva, i salumi, il latte fresco ed il tonno in scatola risulta importante anche il posizionamento strategico sullo scaffale dei prodotti a marchio leader (tabella 5). 3

4 Tab. 5 - Tipologie di prodotto che hanno priorità sullo scaffale, per categoria di prodotto (numero di risposte) Pasta Frutta/Ortaggi Vini Olio di oliva Salumi Prodotti a marchio leader Prodotti private label Prodotti primo prezzo Prodotti con prezzo civetta Prodotti novità Prodotti in promozione Prodotti maggiormente venduti Non so/n.r Altro Totale risposte Latte fresco Tonno in scatola Prodotti bio Fiori e piante Prodotti a marchio leader Prodotti private label Prodotti primo prezzo Prodotti con prezzo civetta Prodotti novità Prodotti in promozione Prodotti maggiormente venduti Non so/n.r Altro Totale risposte Per quanto riguarda i diversi sistemi di monitoraggio sul comportamento della clientela durante le fasi dell acquisto nei pdv, risulta che la maggior parte degli studi riguarda le zone maggiormente visitate dai clienti rispetto a quelle meno allettanti. Molta importanza viene data anche all analisi fatta sui percorsi di preferenza dei consumatori e lo studio sui prodotti presi dallo scaffale, distinguendo tra quelli valutati e poi messi nel carrello e quelli riposti sullo scaffale (tabella 6). Tab. 6 Tipologie di controllo sul comportamento della clientela nel pdv Num risposte % dei casi Tracciabilità del cliente 3 14,3 Percorsi di preferenza 9 42,9 Zone/aree maggiormente visitate vs zone/aree del pdv poco o mai visitate 10 47,6 Studio ed osservazioni sui prodotti presi dallo scaffale 6 28,6 Studio ed osservazioni sui prodotti che richiedono un maggior tempo per essere selezionati/visionati dal cliente 2 9,5 Non so/n.r. 5 23,8 Altro 3 14,3 Totale risposte 38 - Risposta multipla - max 3 risposte 4

5 Circa la raccolta di informazioni su preferenze e profili della clientela, gli operatori hanno dichiarato che molta attenzione viene posta sulle informazioni provenienti dalle fidelity card, e in seconda misura, sui dati catturati tramite le vendite. Attraverso queste informazioni, infatti, è possibile individuare le differenze dei consumatori in termini socio-demografico e quindi migliorare l offerta a livello locale. Soltanto 2 operatori su 21 hanno inoltre dichiarato di avvalersi di osservazioni fatte direttamente nel punto di vendita (tabella 7). Tab. 7 - Sistemi di raccolta di informazioni su preferenze e profili della clientela Dati sulle vendite 14 66,7 Fidelity card 19 90,5 Osservazioni fatte direttamente nel pdv 2 9,5 Ricerche di mercato post-acquisto 0 0,0 Studi di settore realizzate da società esterne o associazioni di catogoria 1 4,8 Altro 2 9,5 Totale risposte 38 - Nell ambito delle strategie messe in atto nei punti di vendita della grande distribuzione, dalle risposte risulta che i successi vengono misurati soprattutto attraverso il raggiungimento di determinati obiettivi e il conseguimento di volumi di vendita stabiliti. Sebbene in misura inferiore, alcuni operatori hanno inoltre dichiarato di avvalersi di indagini post-vendita e di software specializzati (tabella 8). Tab. 8 - Sistemi di misurazione delle strategie messe in atto nel pdv Attraverso ricerche di mercato post-vendita 3 14,3 Attraverso il raggiungimento di determinati obiettivi ,0 Attraverso i volumi di vendita 7 33,3 Gestione tramite software 3 14,3 Altro 0 0,0 Totale risposte 34 - Le informazioni raccolte dall insegna sulla clientela ai fini dello sviluppo di strategie di breve termine risultano molto importanti per il 20% degli intervistati ed abbastanza importanti per un altro 43%. Ad ogni modo, risulta alta anche la percentuale di quanti non credono che tali informazioni siano cruciali sulle scelte future del gruppo (ben il 38%), e che quindi ritengono di riuscire a programmare le proprie strategie senza dover continuamente interpellare i consumatori (tabella 9). 5

6 Tab. 9 Importanza delle informazioni raccolte Num risposte % Molto 4 19,0 Abbastanza 9 42,9 Non molto 8 38,1 Per niente 0 0,0 Altro 0 0,0 Totale risposte Con riferimento alle tipologie di promozione più frequenti nei pdv, si evidenzia soprattutto lo sconto sui prezzi di listino (indicato nell 81% dei casi), seguito dalle vendite con prezzo sottocosto (62% dei casi), ovvero le vendite effettuate ad un prezzo inferiore a quello che risulta dalla fattura di acquisto dei prodotti, e le promozioni 3 per 2 (il 38% dei casi), utilizzate soprattutto per incrementare i volumi di vendita di un particolare prodotto (tabella 10). Altre promozioni frequenti riguardano l invio di buoni sconto per qualsiasi prodotto per la clientela più affezionata (max tre pezzi), sconto sulla spesa complessiva o su determinati reparti, taglio dei prezzi e buoni spesa da consumare entro una data prefissata. Tab Tipologie di promozione più frequenti Num risposte % dei casi 3 per ,1 Vendita sottocosto 13 61,9 Sconto 17 81,0 Offerte prova-prodotto 0 0,0 Offerte max tre prodotti per cliente 0 0,0 Altro 2 9,5 Totale risposte 40 - La fidelizzazione del cliente avviene anche attraverso servizi extra, oltre alla vendita di prodotti alimentari. Tra i servizi messi a disposizione dalle insegne della grande distribuzione italiana, infatti, vengono considerati molto importanti la disponibilità e la raggiungibilità dei parcheggi insieme alla facilità di accesso al punto di vendita, oltre alla disponibilità di servizi finanziari e l utilizzo di carrelli o cestini speciali (tabella 11). Gli operatori hanno inoltre manifestato un parere favorevole su la disponibilità del personale e l inclinazione ai rapporti personali, il trasporto della spesa all autovettura o la spesa al domicilio, la percorribilità del punto vendita, la cortesia e la gradevolezza dell ambiente associati alla presenza dell insegna sul territorio. 6

7 Tab Servizi per la fidelizzazione della clientela Num risposte % Disponibilità di carrelli/cestini speciali 5 23,8 Differenziazione delle casse 4 19,0 Disponibilità di parcheggio 17 81,0 Accesso a servizi finanziari peculiari 6 28,6 Facilità di accesso al pdv 12 57,1 Altro 7 33,3 Totale risposte 51 - Risposta multipla max 3 risposte Circa le strategie che portano la clientela alla ripetizione dell acquisto, gli intervistati hanno messo in evidenza soprattutto la competitività dei prezzi di vendita rispetto a quelli della concorrenza, seguito per ordine di importanza dalla disponibilità dei prodotti di alta qualità, la presenza di personale specializzato e predisposto ai rapporti interpersonali, l utilizzo costante di promozioni su diverse categorie di prodotti, oltre all assortimento e la facilità del percorso all interno del pdv (tabella 12). Alcune insegne hanno inoltre sottolineato l importanza della facilità nei pagamenti e la comodità/vicinanza del pdv. Tab Strategie per la ripetizione dell'acquisto Facilità del percorso all interno del punto vendita 10 47,6 Caratteristiche espositive 4 19,0 Personale specializzato/ con attitudine ai rapporti interpersonali 14 66,7 Banco assistito/vendita assistita 6 28,6 Qualità dei prodotti 17 81,0 Accessibilità alle informazioni sui prodotti 2 9,5 Competitività dei prezzi 19 90,5 Assortimento 10 47,6 Grandezza del pdv 0 0,0 Presenza del servizio assistenza clienti 5 23,8 Promozioni 12 57,1 Accessibilità del direttore del pdv 0 0,0 Altro 2 9,5 Totale risposte Risposta multipla max 6 risposte In conclusione, per il futuro gli operatori si sono espressi favorevolmente verso strategie ed offerte mirate esclusivamente ai possessori delle fidelity card, che in molti casi prevede una raccolta di punti finalizzati ad un premio, incoraggiando allo stesso tempo la sottoscrizione delle carte per i clienti che non hanno ancora aderito all iniziativa. Interessanti anche le strategie future che si concentrano su un continuo incremento dell assortimento di prodotti, sull utilizzo di tecnologia avanzata all interno dei pdv (etichette elettroniche, schermi touch-screen, casse self-service, etc) e sull utilizzo delle testate di gondola con prodotti chiave, ad angolo tra le file degli scaffali (tabella 13). 7

8 Dalle risposte degli operatori sono inoltre emerse strategie che prevedono corner con prodotti regionali o prodotti di altri paesi, l utilizzo di etichette elettroniche, offerte scaturite da analisi sui profili della clientela, disponibilità di prodotti farmaceutici da banco ed iniziative di marketing one to one, con l'intento di personalizzare le offerte ed il rapporto con gli utenti di riferimento. Tab Strategie di fidelizzazione per il futuro Direct marketing 4 19,0 Più tecnologia nel pdv 8 38,1 Offerte associate alla fidelity card 17 81,0 Migliorare la segnaletica del pdv 3 14,3 Testate di gondola ben visibili con prodotti chiave 5 23,8 Maggiore segmentazione dei prodotti 4 19,0 Casse veloci e diversificate 4 19,0 Maggiore assortimento 11 52,4 Layout, luci, decorazioni, forme del bancone, colori.. 1 4,8 Utilizzo di referenze complementari alla categoria 0 0,0 Isole di degustazione e promozionali in cartotecnica 2 9,5 Altro 6 28,6 Totale risposte 65 - Risposta multipla max 4 risposte Ismea Direzione Mercati e Risk Management Ufficio Statistico e Modelli Econometrici Responsabile: Antonella Finizia (+39) Giovanna Maria Ferrari (+39) Valerio Torriero (+39)

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE DELLE IMPRESE COMMERCIALI

LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE DELLE IMPRESE COMMERCIALI LE POLITICHE DI COMUNICAZIONE DELLE IMPRESE COMMERCIALI Comunicazione esterna Comunicazione interna I target group della comunicazione: la domanda finale il personale di vendita i fornitori i concorrenti.

Dettagli

Figura Professionale codice FP107 ADDETTO VENDITA NO FOOD

Figura Professionale codice FP107 ADDETTO VENDITA NO FOOD settore Comparto descrizione COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E DI BENI PERSONALI E PER LA CASA COMMERCIO AL DETTAGLIO, ESCLUSO QUELLO DI AUTOVEICOLI E DI MOTOCICLI;

Dettagli

SVILUPPIAMO SOLUZIONI. MySales

SVILUPPIAMO SOLUZIONI. MySales SVILUPPIAMO SOLUZIONI MySales mysolution per il retail Fai volare il tuo business con MySales Semplice, veloce, preciso. MySales INFORMATIZZA LA TUA ATTIVITÀ MySales gestisce la tua attività di vendita

Dettagli

Strategie di internazionalizzazione: delocalizzazione produttiva

Strategie di internazionalizzazione: delocalizzazione produttiva Panel agroalimentari Indagini monografiche Panel Agroalimentari Ismea Strategie di internazionalizzazione: delocalizzazione produttiva 2005 Introduzione Attraverso le aziende del Panel delle aziende di

Dettagli

Problematiche di approvvigionamento e commercializzazione delle aziende di prima trasformazione del comparto oleario

Problematiche di approvvigionamento e commercializzazione delle aziende di prima trasformazione del comparto oleario Panel agroalimentare Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea Problematiche di approvvigionamento e commercializzazione delle aziende di prima trasformazione del comparto oleario Novembre 2006

Dettagli

Gallerie Commerciali. Progetti di fidelizzazione per incrementare le vendite e premiare i clienti

Gallerie Commerciali. Progetti di fidelizzazione per incrementare le vendite e premiare i clienti Progetti di fidelizzazione per incrementare le vendite e premiare i clienti Per fidelizzare la clientela è necessario utilizzare sistemi innovativi, flessibili e personalizzabili. Sistemi che diano valore

Dettagli

Net-Store. Gestionale per esercizi commerciali e magazzini

Net-Store. Gestionale per esercizi commerciali e magazzini Gestionale per esercizi commerciali e magazzini è un programma gestionale facile ed efficiente per migliorare la propria azienda. Include la capacità di Gestione per Fatture e DDT, Carico Merci, Logistica

Dettagli

Per. Piano Fidelity Card

Per. Piano Fidelity Card Per Piano Fidelity Card IL CONSORZIO DEL CENTRO STORICO TI DA ANCORA Più servizi Più vantaggi DI PIU PIU VALORE con Perché la CARD? I nostri clienti ci scelgono per lo shopping Perché la CARD? I nostri

Dettagli

Novità BeeStore Rel. 3.00.00

Novità BeeStore Rel. 3.00.00 Novità BeeStore Rel. 3.00.00 05-08-2015 Il Laboratorio BeeStore di Sirio informatica e sistemi SpA è lieto di annunciare il rilascio della nuova versione 3.00.00, che si arricchisce di nuove, importanti

Dettagli

Plurimpresa/e-commerce. soluzione di commercio elettronico

Plurimpresa/e-commerce. soluzione di commercio elettronico Plurimpresa/e-commerce soluzione di commercio elettronico Plurimpresa/e-commerce Plurimpresa/e commerce è la soluzione di Commercio Elettronico di Plurima Software utilizzabile, sia dal cliente consumer

Dettagli

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA NICOLA LASORSA - ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL VALORE DEL MERCATO BIO AL CONSUMO IN ITALIA -2014 STIMA DEL MERCATO RETAIL

Dettagli

SVILUPPIAMO SOLUZIONI. Magaforsystem

SVILUPPIAMO SOLUZIONI. Magaforsystem SVILUPPIAMO SOLUZIONI Magaforsystem mysolution per l abbigliamento Tieni in mano il tuo magazzino con MagaforSystem Facile e comodo come un vestito su misura per te. Magaforsystem GESTIRE I TUOI PUNTI

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione

Dettagli

Twenty Enterprise. con oltre 30 anni di esperienza in Gestione Aziendale

Twenty Enterprise. con oltre 30 anni di esperienza in Gestione Aziendale Erp prodotto ed assistito dal team di Sistemi e Informatica srl con oltre 30 anni di esperienza in Gestione Aziendale Sistemi e Informatica srl (dal 1984) è Certificata ISO 9001 dal 2000 Il Software di

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE. Cristina Botter

LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE. Cristina Botter LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE Cristina Botter CHI SIAMO Trade Business è testata leader del commercio moderno, letto dai protagonisti dell'industria

Dettagli

Il Marketing Analitico

Il Marketing Analitico Il Marketing Analitico Terza Lezione Bari, 19 Novembre 2007 Agenda Il mercato (follow-up) Le performance interne Esercitazione interattiva 2 Il Marketing Analitico 1 2 3 Il consumatore Il mercato Le performance

Dettagli

fornitore globale per la GDO

fornitore globale per la GDO fornitore globale per la GDO evision srl è specializzata in soluzioni software per le aziende della Grande Distribuzione (alimentare e non), per le piattaforme ortofrutticole e per le aziende manifatturiere.

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Panel Ismea. Struttura dell indagine, metodologia di rilevazione e dettaglio informativo

Panel Ismea. Struttura dell indagine, metodologia di rilevazione e dettaglio informativo Indagini di clima Metodologia Panel Ismea Struttura dell indagine, metodologia di rilevazione e dettaglio informativo I Panel Ismea Ismea conduce sistematicamente delle indagini congiunturali e tendenziali

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi Evento organizzato da: In collaborazione con: LE FINALITÀ CONOSCITIVE DEL CONTRIBUTO DI NOMISMA PER L OSSERVATORIO

Dettagli

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA In collaborazione con A cura di Evento organizzato da RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA OSSERVATORIO SANA il contributo di Nomisma Il Bio in cifre Consumer Survey Retail Survey strumento

Dettagli

UN INVESTIMENTO CONTENUTO PER UN SUCCESSO SICURO

UN INVESTIMENTO CONTENUTO PER UN SUCCESSO SICURO FotoDigitalDiscount è la più grande catena di negozi di fotografia in franchising in Italia. Un marchio nato solo nel 2005 che già conta oltre 250 punti vendita distribuiti su tutto il territorio italiano

Dettagli

Un software tutto in uno

Un software tutto in uno 1 2 Un software tutto in uno Bman è il software gestionale modulare e completo. Il sistema modulare di Bman permette di costruire il software in base ad ogni singola richiesta. I moduli sono integrabili

Dettagli

L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ

L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ Il caso in esame di un impresa che opera nella maglieria maschile, mette in evidenza una debolezza della prestazione in due fattori competitivi chiave (qualità

Dettagli

Gdo System Group leader nelle applicazioni

Gdo System Group leader nelle applicazioni Gdo System Group leader nelle applicazioni di Self-Service Service e di Self-CheckOut Gdo System Group Gdo System è un gruppo di aziende, partner di NCR, specializzate nella produzione e nella distribuzione

Dettagli

L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA Fabio Del Bravo ISMEA Bologna, 6 settembre 2014 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA 1. Come cambiano i consumi alimentari e che ruolo ha assunto

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

L Evoluzione del Registratore di Cassa

L Evoluzione del Registratore di Cassa Gruppo Pixel Srl Via E. Mattei, 86/5 40138 - BOLOGNA TEL. 051-53.55.50 www.gruppopixel.com L Evoluzione del Registratore di Cassa X-SHOP 2000 SOLUZIONI SOFTWARE PER IL PUNTO VENDITA MODERNO Il negozio

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

RetailOne. RetailOne è l add-on sviluppato interamente su piattaforma SAP Business One, destinato ai punti vendita.

RetailOne. RetailOne è l add-on sviluppato interamente su piattaforma SAP Business One, destinato ai punti vendita. Le aziende che oggi vogliono operare nel settore della distribuzione organizzata devono saper interagire con l'ambiente competitivo che le circonda con grande prontezza. Avere le informazioni giuste al

Dettagli

Belowthebiz idee in rete

Belowthebiz idee in rete Le 5 forze di Porter Nella formulazione di una strategia un passo fondamentale è la definizione e lo studio delle principali caratteristiche del settore in cui si opera. Lo schema di riferimento più utilizzato

Dettagli

FRANCHISING E DISTRIBUZIONE

FRANCHISING E DISTRIBUZIONE Passepartout Retail è una soluzione studiata per soddisfare le esigenze gestionali e fiscali delle attività di vendita al dettaglio. Il prodotto, estremamente flessibile, diventa specifico per qualsiasi

Dettagli

Rapporto SAM2015 Università di Catania 2 Dipartimento di Economia e Impresa

Rapporto SAM2015 Università di Catania 2 Dipartimento di Economia e Impresa 2 Indice Introduzione 5 Ringraziamenti 6 Premessa metodologica 7 Il Questionario 8 Breve descrizione dei centri di rilevazione dell indagine 10 Localizzazione geografica dei centri di rilevazione dell'indagine

Dettagli

Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari

Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari L agroalimentare italiano nel commercio mondiale: Specializzazione, competitività e dinamiche Il made in Italy nel commercio con l estero dei prodotti agroalimentari Roberto Henke (Inea) Gruppo di lavoro:

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE ENTE BILATERALE CONFESERCENTI MODENA CORSI GRATUITI PER CHI VERSA I CONTRIBUTI ALL ENTE BILATERALE CESCOT MODENA

CORSI DI FORMAZIONE ENTE BILATERALE CONFESERCENTI MODENA CORSI GRATUITI PER CHI VERSA I CONTRIBUTI ALL ENTE BILATERALE CESCOT MODENA 2012 CORSI DI FORMAZIONE ENTE BILATERALE CONFESERCENTI MODENA CORSI GRATUITI PER CHI VERSA I CONTRIBUTI ALL ENTE BILATERALE CESCOT MODENA COMPOSIZIONI DECORATIVE SPONTANEE SVILUPPO ULTIME TENDENZE FLOREALI

Dettagli

Sommario degli argomenti 1. MODA++: IL SOFTWARE PER LE BOUTIQUES...2 2. LE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ DI MODA++...3 3. MODA++ : IL TARGET DI MERCATO...

Sommario degli argomenti 1. MODA++: IL SOFTWARE PER LE BOUTIQUES...2 2. LE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ DI MODA++...3 3. MODA++ : IL TARGET DI MERCATO... Sommario degli argomenti 1. MODA++: IL SOFTWARE PER LE BOUTIQUES...2 2. LE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ DI MODA++...3 2.1 GESTIONE ANAGRAFICA ARTICOLI... 4 2.2 GESTIONE LISTINI... 5 2.3 GESTIONE FIDELIZZAZIONE

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F

Dettagli

FRANCHISING E CATENE DI

FRANCHISING E CATENE DI Passepartout Retail è una soluzione studiata per soddisfare le esigenze gestionali e fiscali delle attività di vendita al dettaglio. Il prodotto, estremamente flessibile, diventa specifico per qualsiasi

Dettagli

Net Restaurant e Punto Cassa Ingegneria della Ristorazione

Net Restaurant e Punto Cassa Ingegneria della Ristorazione e Punto Cassa Ingegneria della Ristorazione e Punto Cassa è un software gestionale nato dall'unione del gestionale per ristoranti e quello per i punti Cassa, ad esempio BAR. Infatti è concepito per tutte

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI

TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI SETTORE AGRICOLTURA TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ED AGROINDUSTRIALI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE

Dettagli

SOLUZIONE SOFTWARE PER CENTRI ESTETICI, SOLARIUM E PARRUCCHIERI

SOLUZIONE SOFTWARE PER CENTRI ESTETICI, SOLARIUM E PARRUCCHIERI Gruppo Pixel Srl Via E. Mattei, 86/5 40138 BOLOGNA TEL. 051-53.55.50 info@gruppopixel.com www.gruppopixel.com X- BEAUTY SOLUZIONE SOFTWARE PER CENTRI ESTETICI, SOLARIUM E PARRUCCHIERI Il settore del benessere

Dettagli

IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON

IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON INTRODUZIONE Ad ognuno la giusta azione di Marketing All interno del cosiddetto Customer Acquisition Funnel 1, le attività di Direct Marketing si posizionano

Dettagli

WinRetail. Il Software completo per la distribuzione moderna

WinRetail. Il Software completo per la distribuzione moderna WinRetail Il Software completo per la distribuzione moderna La missione aziendale di Dbe e lo studio, la realizzazione, l avviamento e la conduzione di sistemi informativi integrati basati sulle piu aggiornate

Dettagli

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela

Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Nuove soluzioni di Factoring e nuovi rapporti con la Clientela Intervento di Antonio De Martini Milano, 16 maggio 2006 Il vantaggio competitivo Principali elementi di soddisfazione: o Velocità e sicurezza

Dettagli

MEDI SERVICE s.r.l. SERVIZI PROMOZIONALI

MEDI SERVICE s.r.l. SERVIZI PROMOZIONALI MEDI SERVICE s.r.l. SERVIZI PROMOZIONALI Medi Service Srl, nasce nel 2000 ed opera con successo nel settore delle attività promozionali, offrendo ai propri clienti serietà, qualità e professionalità.

Dettagli

CAP 11: La gestione dei canali distributivi

CAP 11: La gestione dei canali distributivi CAP 11: La gestione dei canali distributivi La gestione dei canali distributivi 1. I canali distributivi 2. I rapporti con gli intermediari La gestione dei canali distributivi 1. I canali distributivi

Dettagli

Analisi economica del settore agricolo

Analisi economica del settore agricolo LE FILIERE BIOLOGICHE IN LOMBARDIA Analisi economica del settore agricolo Alessandro Banterle Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano

Dettagli

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale -

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale - 3333 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE PER LA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE INDICE AREA COMMERCIALE E GESTIONALE Lo scenario e gli sviluppi della GD in Italia e in Europa pag. 2 Le leve commerciali della distribuzione

Dettagli

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia MARKETING La gestione dei canali distributivi Che cosa è un canale distributivo? E un insieme di imprese il cui compito è trasferire un bene fisico o un servizio dal produttore al consumatore, generando

Dettagli

La pubblicità 1. Le strategie di comunicazione 1. Le strategie di comunicazione 2

La pubblicità 1. Le strategie di comunicazione 1. Le strategie di comunicazione 2 Le strategie di comunicazione 1 Pubblicità Promozione delle vendite Forza vendita Azioni x notorietà marca (advertising) (promotion) (sale force) (publicity) Ricerca del promotion mix per garantire immediata

Dettagli

www.siglacenter.it Sigla Center Srl Via L. Giuntini, 40 50053 Empoli (FI) Tel. 0571 9988 Fax 0571 993366 e-mail:info@siglacenter.

www.siglacenter.it Sigla Center Srl Via L. Giuntini, 40 50053 Empoli (FI) Tel. 0571 9988 Fax 0571 993366 e-mail:info@siglacenter. 1/9 Il software per la gestione del tuo negozio 1. MODA++: IL SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL TUO NEGOZIO... 3 2. LE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ DI MODA++... 4 2.1 Gestione Anagrafica Articoli... 5 2.2 Gestione

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 Report documento per ASCOM dell Emilia - Romagna dicembre 2013 1 SOMMARIO 1 LA DESCRIZIONE DEL PANEL... 3 2 L INDAGINE SULLE VENDITE NEL PERIODO NATALIZIO... 6

Dettagli

Le funzioni dei moduli

Le funzioni dei moduli SellShop applicativo modulare per catene di punti vendita SellShop nasce dalla più che decennale esperienza di SetUp nella realizzazione di programmi applicativi per la gestione della distribuzione, utilizzati

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO ALLA VENDITA

Dettagli

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte. CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato

Dettagli

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO CORERAS IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO La Sicilia sulle tavole italiane Legge Regionale N 25 del 2011, Art. 10 VETRINE PROMOZIONALI E PUNTI MERCATALI Allarghiamo gli orizzonti, accorciamo

Dettagli

Simplex. Gestione integrata del magazzino e della contabilità aziendale

Simplex. Gestione integrata del magazzino e della contabilità aziendale Simplex Gestione integrata del magazzino e della contabilità aziendale Simplex è il risultato di diversi anni di lavoro spesi al servizio delle aziende, nel forte e deciso intento di offrire loro strumenti

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita In costante sviluppo, sempre pronta a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, Holidaytravelpass si è presto consolidata anche come tour operator initalia

Dettagli

Shopping Plus per i Centri Commerciali Naturali. La FideLity Card. per gli acquisti in Città

Shopping Plus per i Centri Commerciali Naturali. La FideLity Card. per gli acquisti in Città La FideLity Card per gli acquisti in Città COS È UN CENTRO COMMERCIALE NATURALE? Il Centro Commerciale Naturale è l unione di più esercenti che operano in un centro storico o in una zona commerciale. Si

Dettagli

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ]

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] PRODUTTORE CHIAMA DISTRIBUTORE L UNIONE FA LA FORZA I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] 1. [PRODUTTORI

Dettagli

innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione

innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione COMUS - SOFTWARE DI RISTORAZIONE Sistema integrato di gestione ristoranti, pizzerie, pub,

Dettagli

Richiedi una Demo Gratuita

Richiedi una Demo Gratuita 1 Introduzione Utilizzi codici a barre già esistenti oppure generi codici a barre personalizzati SHOP ABBIGLIAMENTO SHOP ABBIGLIAMENTO è un prodotto "ad-hoc" per i negozi di Abbigliamento che viene distribuito

Dettagli

Una soluzione nuova, con esperienza consolidata, per il punto cassa del Retail Italiano.

Una soluzione nuova, con esperienza consolidata, per il punto cassa del Retail Italiano. Una soluzione nuova, con esperienza consolidata, per il punto cassa del Retail Italiano. In un contesto tecnologico innovativo, una soluzione software con funzionalità adeguate al mercato, con concetti

Dettagli

SERVICE CARD CARTE DI FIDELIZZAZIONE CLIENTI MULTI-PIATTAFORMA. Disponibile su piattaforme web, phone & tablet, PC software

SERVICE CARD CARTE DI FIDELIZZAZIONE CLIENTI MULTI-PIATTAFORMA. Disponibile su piattaforme web, phone & tablet, PC software SERVICE CARD CARTE DI FIDELIZZAZIONE CLIENTI MULTI-PIATTAFORMA Disponibile su piattaforme web, phone & tablet, PC software Con la parola fidelizzazione si intende propriamente l'insieme di tutte le azioni

Dettagli

La valutazione dell efficienza aziendale ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

La valutazione dell efficienza aziendale ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE La valutazione dell efficienza aziendale EFFICIENZA E LA CAPACITA DI RENDIMENTO O L ATTITUDINE A SVOLGERE UNA DETERMINATA FUNZIONE. E MISURATA DAL RAPPORTO TRA I RISULTATI CONSEGUITI E LE RISORSE IMPIEGATE

Dettagli

LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE. (cap. 15)

LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE. (cap. 15) LE DECISIONI DI DISTRIBUZIONE (cap. 15) IL RUOLO ECONOMICO DEI CANALI DI DISTRIBUZIONE Un canale di distribuzione può essere definito come una struttura formata da partner interdipendenti che mettono beni

Dettagli

Milano, Giugno 2014. www.marketknowledge.it

Milano, Giugno 2014. www.marketknowledge.it Milano, Giugno 2014 www.marketknowledge.it MARKET KNOWLEDGE Un approccio problem solving al servizio di oltre 100 clienti, presidiando ogni tipologia di canale distributivo. La nostra MISSION: il presidio

Dettagli

Nell attuale scenario socio-economico, saturo e caratterizzato da stili di consumo sempre più infedeli alle marche, diviene cruciale per le imprese

Nell attuale scenario socio-economico, saturo e caratterizzato da stili di consumo sempre più infedeli alle marche, diviene cruciale per le imprese Nell attuale scenario socio-economico, saturo e caratterizzato da stili di consumo sempre più infedeli alle marche, diviene cruciale per le imprese la conoscenza dello shopper. Per far sì che consumatore

Dettagli

Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia

Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia Dicembre 2015 Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia Sommario MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL INDAGINE... 3 1.1 OBIETTIVO DELL INDAGINE... 3 1.2 MODALITÀ DI DEFINIZIONE

Dettagli

Progetto di web marketing per promuovere le aziende e portare nuovi clienti a fare acquisti nei negozi anche senza avere il sito web

Progetto di web marketing per promuovere le aziende e portare nuovi clienti a fare acquisti nei negozi anche senza avere il sito web By Progetto di web marketing per promuovere le aziende e portare nuovi clienti a fare acquisti nei negozi anche senza avere il sito web 1 2 Cosa è Happy Carnet Per i Fornitori Primari è lo strumento per

Dettagli

sviluppa le opportunità, riduce i rischi.

sviluppa le opportunità, riduce i rischi. sviluppa le opportunità, riduce i rischi. Kriel è una società specializzata nell applicazione di modelli statistici e finanziari finalizzati al supporto nelle decisioni strategiche d impresa e dei Fondi

Dettagli

Estensione territoriale: nazionale Numerosità campionaria: 1000

Estensione territoriale: nazionale Numerosità campionaria: 1000 Public Affairs S.r.l. Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO SONDAGGIO IPSOS La spesa alimentare tra sicurezza, qualità e convenienza Risultati Pubblicati sul Messaggero del 24 novembre 2009 e presentati in

Dettagli

effetto evento Indagine conoscitiva sulla diffusione degli strumenti di comunicazione nelle aziende italiane Focus sull organizzazione di eventi

effetto evento Indagine conoscitiva sulla diffusione degli strumenti di comunicazione nelle aziende italiane Focus sull organizzazione di eventi effetto evento Indagine conoscitiva sulla diffusione degli strumenti di comunicazione nelle aziende italiane Focus sull organizzazione di eventi INTRODUZIONE I risultati che riportiamo nelle pagine seguenti

Dettagli

Le imprese della trasformazione vitivinicola nei confronti di certificazioni, marchi collettivi e denominazioni di origine

Le imprese della trasformazione vitivinicola nei confronti di certificazioni, marchi collettivi e denominazioni di origine Panel agroalimentare Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea Le imprese della trasformazione vitivinicola nei confronti di certificazioni, marchi collettivi e denominazioni di origine Ottobre

Dettagli

Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione.

Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione. Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione. Scegliere i settori su cui sia opportuno investire fondi pubblici a fini promozionali, non è sempre

Dettagli

TRACE ONE. One Add On certificato Sap Business One per il Settore Food e Beni di Largo Consumo

TRACE ONE. One Add On certificato Sap Business One per il Settore Food e Beni di Largo Consumo TRACE ONE One Add On certificato Sap Business One per il Settore Food e Beni di Largo Consumo I Settori Prodotti da forno Dolci Pasta Piatti Pronti Carni e Salumi Formaggi e Latticini Acque Minerali Bibite

Dettagli

Figura Professionale codice FP205 AGENTE DI COMMERCIO

Figura Professionale codice FP205 AGENTE DI COMMERCIO settore Comparto descrizione COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E DI BENI PERSONALI E PER LA CASA COMMERCIO ALL'INGROSSO E INTERMEDIARI DEL COMMERCIO, AUTOVEICOLI

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

RETAIL Y2K. La soluzione informatica per l'abbigliamento

RETAIL Y2K. La soluzione informatica per l'abbigliamento RETAIL Y2K La soluzione informatica per l'abbigliamento Retail Y2K è la nuova soluzione informatica ideata e sviluppata per gli operatori del ramo abbigliamento. FACILE: La semplicità di utilizzo e l'interfaccia

Dettagli

IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI

IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI Evento IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI Roberta Callieris Roma, 16 Dicembre 2010 1 : 85 Campione : 17 Summer Fancy Food: 16 Aree di provenienza degli espositori (%) Summer Fancy Food I fatturati

Dettagli

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Indice Chi è SAIT Il processo di pricing da analogico verso il digitale Progetto Price Optimization in SAIT: Obiettivi

Dettagli

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto www.unifg.it Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto Valeria Spada Dipartimento di Scienze Economico-Aziendali, Giuridiche, Merceologiche e Geografiche Università degli Studi di Foggia v.spada@unifg.it

Dettagli

Come sviluppare un marketing plan

Come sviluppare un marketing plan Come sviluppare un marketing plan Fasi del marketing plan 1. analisi della situazione; 2. definizione degli obiettivi; 3. individuazione del target; 4. sviluppo strategia di posizionamento 5. definizione

Dettagli

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di:

Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza. con il coordinamento scientifico di: Il prezzo di alcuni beni e servizi di largo consumo a Monza con il coordinamento scientifico di: La rilevazione 2 LA RILEVAZIONE DEI PREZZI Oggetto della rilevazione: Beni di largo consumo: prodotti alimentari

Dettagli

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI

IL BUDGET PUBBLICITARIO SILVIA LEGNANI SILVIA LEGNANI IL BUDGET! È un programma di spesa, riferito ad un periodo di tempo stabilito.! Le voci che compongono il budget riguardano tutti i settori dell azienda.! IL BUDGET PUBBLICITARIO! È il programma

Dettagli

GEOBusiness Geoma Geom rketing rketing e Geolo calizz lizz zione: qua qu ndo l ndo l a cartogr rtogr fi a a fi digit digit le

GEOBusiness Geoma Geom rketing rketing e Geolo calizz lizz zione: qua qu ndo l ndo l a cartogr rtogr fi a a fi digit digit le Geomarketing e Geolocalizzazione: quando la cartografia digitale entra in Azienda L AZIENDA 13 anni di esperienza al servizio delle Aziende Private e Pubbliche Nata nel 1997, TELLUS opera nel settore dei

Dettagli

DADO S.p.A. Presentazione organizzazione ed offerta commerciale

DADO S.p.A. Presentazione organizzazione ed offerta commerciale DADO S.p.A. Presentazione organizzazione ed offerta commerciale Dati generali Ragione sociale: DADO S.p.A. Sede legale, direzione, deposito: San Martino di Lupari PD Via Sanguettara nr. 10 Nr. Iscrizione

Dettagli

My Mobile Business. Web 1... 2... n... Punti di Forza

My Mobile Business. Web 1... 2... n... Punti di Forza è una soluzione integrata rivolta a tutte le aziende che vogliono gestire, controllare e ottimizzare la propria forza vendita con uno strumento di Sale Force Management System. MyMB è: Multi Società, Multi

Dettagli

SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLA VENDITA AL DETTAGLIO

SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLA VENDITA AL DETTAGLIO SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLA VENDITA AL DETTAGLIO UNA SOLUZIONE completa CHE SODDISFA esigenze FISCALI E GESTIONALI UNA SOLUZIONE COMPLETA E FLESSIBILE Passepartout Retail è una soluzione studiata per

Dettagli

VENDI DI PIÙ QUANDO VUOI TU

VENDI DI PIÙ QUANDO VUOI TU VENDI DI PIÙ QUANDO VUOI TU Aumenta le tue vendite in tempo reale senza stampare più un volantino!!! AUMENTI LE VENDITE IN TEMPO REALE Potrai aumentare in tempo reale le vendite nei momenti di poco lavoro.

Dettagli

Osservatorio consumi

Osservatorio consumi Osservatorio consumi Obiettivi L Osservatorio Ismea sui consumi agro-alimentari si pone l obiettivo di monitorare in maniera continuativa l andamento degli acquisti di prodotti agro-alimentari delle famiglie

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Soluzione e-commerce per il Retail. 2014 Guttadauro Network

Soluzione e-commerce per il Retail. 2014 Guttadauro Network Soluzione e-commerce per il Retail Perché e-commerce L e-commerce è uno strumento chiave per svilupparsi sul mercato nazionale ed internazionale migliorare la propria posizione competitiva valorizzare

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

per l Azienda Turistica

per l Azienda Turistica Marketing Comunicazione e Internet per l Azienda Turistica Rurale GATEWAY TO LEARNING Il corso è inserito nel Catalogo Interregionale di Alta Formazione www.altaformazioneinrete.it Titolo del corso: Marketing,

Dettagli

CARTO PLUS 2008 FEDERCARTOLAI. Le iniziative della. a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1

CARTO PLUS 2008 FEDERCARTOLAI. Le iniziative della. a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1 CARTO PLUS 2008 Le iniziative della FEDERCARTOLAI a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1 IQS Innovazione Qualità Servizi È l organismo operativo di Federcartolai delegato a :

Dettagli

Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma. Svezia. Il mercato dei prodotti biologici

Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma. Svezia. Il mercato dei prodotti biologici Agenzia ICE - ufficio di Stoccolma Svezia Il mercato dei prodotti biologici agosto 2013 INDICE 1. ASPETTI NORMATIVI SULLE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI AGRO- ALIMENTARI (SINTESI)...2 2. IL SISTEMA DISTRIBUTIVO

Dettagli