Federazione Italiana della Caccia Ufficio Avifauna Migratoria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Federazione Italiana della Caccia Ufficio Avifauna Migratoria"

Transcript

1 Federazione Italiana della Caccia Ufficio Avifauna Migratoria Dott. Michele Sorrenti Milano, 14 novembre 2010 SITUAZIONE DEMOGRAFICA DELLA POPOLAZIONE DI STORNO (Sturnus vulgaris) IN EUROPA E ITALIA IN RELAZIONE ALLA REINTRODUZIONE NELLE SPECIE CACCIABILI. Valutazioni generali sulla specie in Europa aggiornate La specie storno è stata classificata nel 2004 da BirdLifeInternational come Declining (BirdLifeInternational, 2004). Questa valutazione è stata modificata nell aggiornamento delle informazioni presente sul sito dello stesso ente in cui la valutazione è di STABILITA (vedi tabella 1). La valutazione dell International Union for Conservation of Nature (IUCN) per le soglie di attenzione sulla conservazione delle specie è Least Concern, ovvero minima importanza, ovvero nessun rischio per la conservazione della specie. Come si può notare dalla tab.1 sottostante questa valutazione dell IUCN è stata modificata dal 2004, evidentemente a seguito di informazioni nuove e diverse da quelle che avevano portato BirdLifeInternational a stabilire la definizione di declino nel testo del 2004, che ovviamente si basava sui dati precedenti a questo anno.

2 LC Common Starling Sturnus vulgaris IUCN Red List history Range Year Category 2009 Least Concern 2008 Least Concern 2004 Least Concern 2000 Lower Risk/Least Concern 1994 Lower Risk/Least Concern 1988 Lower Risk/Least Concern Estimate Data quality Extent of Occurrence breeding/resident (km 2 ) 17,200,000 medium Population & trend Extent of Occurrence non-breeding (km 2 ) 8,870,000 medium Estimate Data quality Derivation Year of estimate No. of mature individuals 310,000,000 poor estimated 2009 Trend justification: The overall population trend is difficult to determine because some populations are increasing while others are decreasing. In Europe, trends since 1980 have been stable, based on provisional data for 21 countries from the Pan-European Common Bird Monitoring Scheme (EBCC/RSPB/BirdLife/Statistics Netherlands; P. Vorisek in litt. 2008). Tab. 1: dati aggiornati al 2009 sulla demografia della Storno (www.birdlifeinternational.org) SI PUO CONCLUDERE CHE LO STATO DI CONSERVAZIONE DELLO STORNO IN EUROPA SIA OGGI FAVOREVOLE CON UNA POPOLAZIONE DI DI SOGGETTI E UNA TENDENZA DEMOGRAFICA STABILE.

3 Popolazione nidificante in Italia La popolazione nidificante in Italia è valutata in declino dal 2000 al 2005 dal progetto MITO, mentre è valutata in possibile incremento da BirdLifeInternational dal 1994 al L entità della popolazione è valutata fra e di coppie (BirdLifeInternational, 2004). I soggetti che nidificano in Italia raggiungono per svernare l Africa settentrionale ed in parte la penisola iberica. Come riportato da Spina & Volponi la specie è cacciata attivamente nei paesi dell Africa settentrionale, anche con trappole, ma questo non ha portato, in un periodo di tempo piuttosto lungo ( ) a una diminuzione riconosciuta della specie in Italia come nidificante. Origine riproduttiva delle popolazioni in transito e svernanti in Italia (Spina &Volponi, 2008)

4

5 Da quanto si osserva dalla tabelle sopra esposte l Italia è raggiunta da popolazioni di storni che nidificano in Europa centro-orientale, Russia e paesi balcanici L Italia è attraversata in modo importante da popolazioni che raggiungono l Africa settentrionale, come si desume dalla tabella sottoriportata (Spina & Volponi, 2008). Si puo concludere che l Italia sia un paese attraversato da un importante flusso migratorio di storni nidificanti a latitudini più settentrionali e orientali, che in parte raggiungono l Africa e la penisola iberica. a questo principale flusso si aggiungono gli storni nidificanti in Italia che anch essi migrano verso le stesse aree di svernamento. Prelievo venatorio possibile La stagione di caccia allo storno si collocherebbe principalmente nel periodo della migrazione autunnale, ovvero nel momento delle presenze più importanti numericamente, in cui l Italia è raggiunta dalle popolazioni estere, e in cui sono ancora presenti (almeno nelle fasi iniziali della stagione) gli storni nidificanti in Italia.

6 Eventuali variazioni delle date di apertura o chiusura della caccia possono permettere di scegliere se consentire o ridurre il prelievo sulla popolazione nidificante in Italia e su quella svernante. Non esistono dati disponibili sul prelievo compiuto quando la specie era cacciabile nel nostro paese. Per altri passeriformi cacciabili l ISPRA ha stimato il prelievo sulla base di dati forniti dalle province, ad esempio Tordo bottaccio Turdus philomelos : alcune decine di milioni di capi, Cesena Turdus pilaris: alcuni milioni di capi, Allodola Alauda arvensis : 1,5 milioni di capi (ISPRA, 2008). Considerando la diffusione dello Storno, le modalità di caccia,e il numero di appassionati esistente in Italia si può ipotizzare un prelievo possibile intorno ai 2-3 milioni di capi. Questo prelievo si svolge su una popolazione di 310 milioni di soggetti e ne rappresenterebbe quindi lo ,96 %, ovvero una mortalità ben al di sotto della soglia della mortalità naturale, valutata nel primo anno intorno al 60-70% e fra il 48% e il 22 % negli anni successivi (European Commission, 2008). Conclusioni La situazione confortante della demografia della specie, aggiornata oggi rispetto ad alcuni anni fa, permette di attuare il reinserimento dello storno nell allegato 2/2 della direttiva 147/2009 Uccelli (ex 79409) nelle specie cacciabili in Italia. La stima del prelievo possibile conferma la sostenibilità della caccia ricreativa sulle popolazioni della specie che interessano l Italia. La proposta di reinserimento ha quindi il supporto dei dati scientifici richiesti dall Unione Europea. Dott. Michele Sorrenti Opere citate BirdLife International, Birds in Europe: population estimates, trends and conservation status. Cambridge, UK: BirdLife International. (BirdLife Conservation Series No. 12).

7 Spina F. & Volponi S., Atlante della Migrazione degli Uccelli in Italia. 2. Passeriformi. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). Tipografia SCR-Roma. 632 pp. European Commission Guida alla disciplina della caccia nell ambito della direttiva 79/409/CEE sulla conservazione degli uccelli selvatici ProgettoMITO2000 ISPRA 2008: Rapporto ISPRA sullo stato di conservazione delle specie cacciabili. On line su oppure Ufficio Avifauna Migratoria Federazione Italiana della Caccia E mail: Tel

PROBLEMI DI CONSERVAZIONE DELLE SPECIE CACCIABILI, UTILIZZATE COME RICHIAMI. Marco Gustin - Responsabile Specie Ricerca LIPU

PROBLEMI DI CONSERVAZIONE DELLE SPECIE CACCIABILI, UTILIZZATE COME RICHIAMI. Marco Gustin - Responsabile Specie Ricerca LIPU PROBLEMI DI CONSERVAZIONE DELLE SPECIE CACCIABILI, UTILIZZATE COME RICHIAMI Marco Gustin - Responsabile Specie Ricerca LIPU QUALE LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO SUI RICHIAMI VIVI? La legislazione Nazionale

Dettagli

LA PROBLEMATICA DELLA CATTURA DI UCCELLI SELVATICI DA UTILIZZARE COME RICHIAMI VIVI NELL AMBITO DELLA NORMATIVA ITALIANA ED EUROPEA. Jacopo G.

LA PROBLEMATICA DELLA CATTURA DI UCCELLI SELVATICI DA UTILIZZARE COME RICHIAMI VIVI NELL AMBITO DELLA NORMATIVA ITALIANA ED EUROPEA. Jacopo G. LA PROBLEMATICA DELLA CATTURA DI UCCELLI SELVATICI DA UTILIZZARE COME RICHIAMI VIVI NELL AMBITO DELLA NORMATIVA ITALIANA ED EUROPEA Jacopo G. Cecere LA LEGGE 157/92 La Legge n. 157 dell 11 febbraio 1992

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 maggio 2015, n. 1169. Calendario Venatorio regionale annata 2015/2016.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 maggio 2015, n. 1169. Calendario Venatorio regionale annata 2015/2016. 25290 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 maggio 2015, n. 1169 Calendario Venatorio regionale annata 2015/2016. L Assessore alle Risorse Agroalimentari, Fabrizio Nardoni, sulla base dell istruttoria

Dettagli

La gestione della caccia ai turdidi Riccardo Carradori

La gestione della caccia ai turdidi Riccardo Carradori Biologia Ambientale, 25 (n. 2, 2011) 73 La gestione della caccia ai turdidi Riccardo Carradori Biologo-Faunista; riccardo.carradori@libero.it Riassunto Sono indicati i metodi di caccia e il quadro legislativo

Dettagli

I Tordi in Italia. Biologia e conservazione delle specie del genere Turdus RAPPORTI

I Tordi in Italia. Biologia e conservazione delle specie del genere Turdus RAPPORTI I Tordi in Italia Biologia e conservazione delle specie del genere Turdus RAPPORTI 123 / 2010 ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale I Tordi in Italia Biologia e conservazione

Dettagli

PROGETTO MONITORAGGIO TURDIDI IN UMBRIA

PROGETTO MONITORAGGIO TURDIDI IN UMBRIA PROGETTO MONITORAGGIO TURDIDI IN UMBRIA Inanellamento scientifico all'isola Polvese sul Trasimeno RELAZIONE CONCLUSIVA 2 ANNO DI MONITORAGGIO - FEBBRAIO 200 Pag. INDICE Introduzione pag. 0 Materiali e

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Luogo e data di nascita: Milano, 7 giugno 1964

CURRICULUM VITAE. Luogo e data di nascita: Milano, 7 giugno 1964 Dott. Michele Sorrenti Ricerca e gestione faunistico venatoria Via Agordat 2, 20127 Milano Tel. 348 3110560 fax 02 312511 E mail acma_ricerche@yahoo.com CURRICULUM VITAE Luogo e data di nascita: Milano,

Dettagli

REGIONE LAZIO DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO. Decreto del Presidente

REGIONE LAZIO DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO. Decreto del Presidente REGIONE LAZIO Dipartimento Direzione Regionale DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO AGRICOLTURA Decreto del Presidente DECRETO N. T00276 DEL 7 AGOSTO 2012 Oggetto: Stagione venatoria 2012/2013. Esercizio

Dettagli

PROVINCIA DELLA SPEZIA

PROVINCIA DELLA SPEZIA PROVINCIA DELLA SPEZIA VERBALE ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. Prot.Gen.N. OGGETTO: TESTO COORDINATO DELLE NORME PER LA DETENZIONE ED USO DEI RICHIAMI VIVI PER L ESERCIZIO VENATORIO

Dettagli

REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE REGIONALE DELL AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA

REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE REGIONALE DELL AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA D.A. N. DIPARTIMENTO REGIONALE DELLO SVILUPPO RURALE E TERRITORIALE Servizio 7- U.O. 2 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE REGIONALE DELL AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA

Dettagli

L Avifauna dell Orto Botanico di Brera

L Avifauna dell Orto Botanico di Brera L Avifauna dell Orto Botanico di Brera 1 Censimento dell Avifauna presente all Orto Botanico Braidense, Milano 7 Novembre 1997 Ottobre 1998 a cura di ANTONIO PERUZ Una coppia di Cinciallegra Parus major

Dettagli

LA LISTA ROSSA EUROPEA SCHEDE BOX - LE SPECIE

LA LISTA ROSSA EUROPEA SCHEDE BOX - LE SPECIE LA LISTA ROSSA EUROPEA SCHEDE La Lista rossa dell Iucn é universalmente riconosciuta come il metodo più autorevole e oggettivo per analizzare il rischio di estinzione di una specie. Sebbene sia stato pensato

Dettagli

ALLEGATO 1 Schema per l identificazione di specie cacciabili in base alla Direttiva Uccelli.

ALLEGATO 1 Schema per l identificazione di specie cacciabili in base alla Direttiva Uccelli. L APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA 79/409/CEE UCCELLI, ALLA LUCE DELLA GUIDA INTERPRETATIVA* DELLA COMMISISONE AMBIENTE EUROPEA. ASPETTI DI RILIEVO E COMMENTI. a cura di Ariel Brunner e Danilo Selvaggi, Dipartimento

Dettagli

MIGRAZIONE POST-NUZIALE DEL TORDO BOTTACCIO (Turdus philomelos):

MIGRAZIONE POST-NUZIALE DEL TORDO BOTTACCIO (Turdus philomelos): FONDAZIONE EUROPEA IL NIBBIO MIGRAZIONE POST-NUZIALE DEL TORDO BOTTACCIO (Turdus philomelos): 72 ANNI DI DATI (1941-2012) ALL OSSERVATORIO ORNITOLOGICO DI AROSIO (COMO) a cura di Silvia Capasso in collaborazione

Dettagli

Silvano Toso. ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI

Silvano Toso. ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI Silvano Toso ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE ed OSSERVATORI FAUNISTICI REGIONALI L Istituto Superiore per Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) è un ente pubblico di ricerca

Dettagli

Uno zigolo che fa primavera, anzi estate!

Uno zigolo che fa primavera, anzi estate! ALI NEL VENTO Ornitologia da campo Uno zigolo che fa primavera, anzi estate! Prima osservazione di zigolo capinero, Emberiza melanocephala, in Trentino GILBERTO VOLCAN (1) & KAROL TABARELLI DE FATIS (2)

Dettagli

16/07/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 57. Regione Lazio. Atti del Presidente della Regione Lazio

16/07/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 57. Regione Lazio. Atti del Presidente della Regione Lazio Regione Lazio Atti del Presidente della Regione Lazio Decreto del Presidente della Regione Lazio 14 luglio 2015, n. T00128 Calendario Venatorio e regolamento per la stagione venatoria 2015/2016. Oggetto:

Dettagli

75 Congresso dell Unione Zoologica Italiana Bari 22-25 Settembre 2014

75 Congresso dell Unione Zoologica Italiana Bari 22-25 Settembre 2014 75 Congresso dell Unione Zoologica Italiana Bari 22-25 Settembre 2014 ANASAT PROJECT: FOLLOWING FEMALE EUROPEAN TEALS ANAS CRECCA ALONG THE WAY-BACK TO BREEDING GROUNDS Vanni L., Baldaccini N.E., Lenzoni

Dettagli

L AVERLA MAGGIORE, LANIUS EXCUBITOR, SVERNANTE NEL SETTORE CENTRO-SETTENTRIONALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO (PASSERIFORMES, LANIIDAE)

L AVERLA MAGGIORE, LANIUS EXCUBITOR, SVERNANTE NEL SETTORE CENTRO-SETTENTRIONALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO (PASSERIFORMES, LANIIDAE) Giancarlo Silveri, Katia Bettiol L AVERLA MAGGIORE, LANIUS EXCUBITOR, SVERNANTE NEL SETTORE CENTRO-SETTENTRIONALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO (PASSERIFORMES, LANIIDAE) Riassunto. È stata indagata la distribuzione

Dettagli

6 ANALISI DELLA DINAMICA - SPECIE DI INTERESSE CONSERVAZIONISTICO

6 ANALISI DELLA DINAMICA - SPECIE DI INTERESSE CONSERVAZIONISTICO 6 ANALISI DELLA DINAMICA - SPECIE DI INTERESSE CONSERVAZIONISTICO Le specie più a rischio non sono oggetto di monitoraggi organici, in mancanza di fondi destinati a questo scopo; gli studi attivati sono

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE DEGLI HABITAT NATURALI E DELLE POPOLAZIONI FAUNISTICHE

OSSERVATORIO REGIONALE DEGLI HABITAT NATURALI E DELLE POPOLAZIONI FAUNISTICHE DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO E POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA OSSERVATORIO REGIONALE DEGLI HABITAT NATURALI E DELLE POPOLAZIONI FAUNISTICHE PROGETTO PER LE ATTIVITA DI MONITORAGGIO, GESTIONE E CONSERVAZIONE

Dettagli

44 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 26 - Martedì 24 giugno 2014

44 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 26 - Martedì 24 giugno 2014 44 Bollettino Ufficiale D.g.r. 20 giugno 2014 - n. X/1985 Autorizzazione alle province ad effettuare la cattura di uccelli selvatici per la cessione a fini di richiamo ai sensi dell art. 9, comma 1, lett.

Dettagli

Studio sulla migrazione autunnale dell Allodola in Campania, autunno 2012 1 Ottobre 10 Novembre III Resoconto

Studio sulla migrazione autunnale dell Allodola in Campania, autunno 2012 1 Ottobre 10 Novembre III Resoconto Gruppo Inanellamento Limicoli (G.I.L., Napoli) in collaborazione con Federazione Italiana della Caccia - Ufficio Avifauna Migratoria Studio sulla migrazione autunnale dell Allodola in Campania, autunno

Dettagli

Allegato tecnico B DCE n. 20/2011. Progetto Esecutivo WP2 - Attività 2. 28 marzo 2011

Allegato tecnico B DCE n. 20/2011. Progetto Esecutivo WP2 - Attività 2. 28 marzo 2011 Allegato B alla Delibera di Comitato Esecutivo n. 21 del 04/04/2011 Capitolato tecnico - Allegato tecnico B DCE n. 20/2011 Monitoraggio delle popolazioni di uccelli nidificanti, svernanti e migratrici

Dettagli

PIANO FAUNISTICO VENATORIO PROVINCIALE 2009 2013

PIANO FAUNISTICO VENATORIO PROVINCIALE 2009 2013 PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO CACCIA E PESCA... PIANO FAUNISTICO VENATORIO PROVINCIALE 2009 2013 PARTE QUARTA : FAUNISTICA (Art. 25, comma 2, R.R. del 04/08/2008 n. 3 e ss.mm.ii.) Arch. Anna Aiello, Dott.

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA' PUBBLICA VETERINARIA E DEGLI ALIMENTI UFFICI VIII Ordinanza del Ministro della Salute Misure

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE DEGLI ALLEVAMENTI DI FAUNA SELVATICA IN APPLICAZIONE DELL ART. 5 LETT. b) DELLA L.R. 06/2008. Art.

REGOLAMENTO PROVINCIALE DEGLI ALLEVAMENTI DI FAUNA SELVATICA IN APPLICAZIONE DELL ART. 5 LETT. b) DELLA L.R. 06/2008. Art. REGOLAMENTO PROVINCIALE DEGLI ALLEVAMENTI DI FAUNA SELVATICA IN APPLICAZIONE DELL ART. 5 LETT. b) DELLA L.R. 06/2008 (DISPOSIZIONI PER LA PROGRAMMAZIONE FAUNISTICA E PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA VENATORIA)

Dettagli

CAPO I ALLEVAMENTO DI FAUNA SELVATICA. Art.1 Ambito di applicazione

CAPO I ALLEVAMENTO DI FAUNA SELVATICA. Art.1 Ambito di applicazione Dalla DGR 1519/03 DIRETTIVE CONCERNENTI L'ALLEVAMENTO DI FAUNA SELVATICA A SCOPO DI RIPOPOLAMENTO, ALIMENTARE, ORNAMENTALE ED AMATORIALE (L.R. 8/1994, art. 62, comma 1, lett. c) CAPO I ALLEVAMENTO DI FAUNA

Dettagli

CODICE REGIONALE N AATVNU19

CODICE REGIONALE N AATVNU19 AZIENDA VENATORIA AGRO-TURISTICO- ISALLE/ORRULE CODICE REGIONALE N AATVNU19 REGOLAMENTO ATTIVITA VENATORIA E LISTINO PREZZI ANNO 2011-2012 Art.1 Nell ambito dell Azienda Agro-Turistico-Venatoria Isalle/Orrule,

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1985 Seduta del 20/06/2014

DELIBERAZIONE N X / 1985 Seduta del 20/06/2014 DELIBERAZIONE N X / 1985 Seduta del 20/06/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Mod. A - originale pag. 2 Dgr n. del

Mod. A - originale pag. 2 Dgr n. del 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Unità di Progetto Caccia e Pesca Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto Maurizio Conte

Dettagli

*** Consiglio Regionale della Toscana ***

*** Consiglio Regionale della Toscana *** *** Consiglio Regionale della Toscana *** - IX legislatura - Consiglio regionale della Toscana Proposta di Legge n. 19 Prot. n. 10303/2.6 del 02.08.2010 Proposta di Legge Regionale: Disciplina dell attività

Dettagli

Prot. n. (ABF/03/20954) ------------------------------------------------------------- LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Prot. n. (ABF/03/20954) ------------------------------------------------------------- LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Prot. n. (ABF/03/20954) ------------------------------------------------------------- LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Richiamata la Legge 11 febbraio 1992, n. 157 "Norme per la protezione della

Dettagli

R E G I O N E C A L A B R I A

R E G I O N E C A L A B R I A R E G I O N E C A L A B R I A ASSESSORATO AGRICOLTURA FORESTE FORESTAZIONE IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE VISTA la L.R. n 9/96; VISTA la L.R. n 1 del 11/01/2006 che all art. 12 comma 1 modifica la

Dettagli

Progetto Turdidi -Isola Polvese-

Progetto Turdidi -Isola Polvese- Progetto Turdidi 2012 2012 Progetto Turdidi -Isola Polvese- Studio sullo svernamento dei Turdidi cacciabili tramite inanellamento e strumentazione VHF Daniel Tramontana e Sauro Giannerini Progetto Turdidi

Dettagli

ADESIONE CODICE ETICO CACCIA ALLA BECCACCIA ALL ESTERO RICHIESTA LOGO BEC VERT

ADESIONE CODICE ETICO CACCIA ALLA BECCACCIA ALL ESTERO RICHIESTA LOGO BEC VERT ADESIONE CODICE ETICO CACCIA ALLA BECCACCIA ALL ESTERO RICHIESTA LOGO BEC VERT LA/IL AGENZIA VENATORIA/ TOUR OPERATOR:.. LEGALE RAPPRESENTANTE: SEDE LEGALE:.. INDIRIZZO:. MAIL:..TEL: FAX.. AREE DOVE ESERCITA

Dettagli

PARTE SECONDA SOMMARIO

PARTE SECONDA SOMMARIO Mercoledì 15 Aprile 2015 Anno XLVI N. 15 PARTE SECONDA CONDIZIONI DI VENDITA: Ogni fascicolo 3,00. La vendita è effettuata esclusivamente in Genova presso la Libreria Giuridica- PARTE SECONDA SOMMARIO

Dettagli

Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia

Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia VIII LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI C O N S I G L I O R E G I O N A L E CG/GO/db N. 152-A RELAZIONI DELLA IV COMMISSIONE PERMANENTE

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 11.10.2010 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 11.10.2010 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41 Visto il regolamento emanato con decreto del Presi- 11.10.2010 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41 3 SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI dente della Giunta regionale 25 febbraio 2004,

Dettagli

COPPIE NIDIFICANTI IN ITALIA RICERCA

COPPIE NIDIFICANTI IN ITALIA RICERCA CICONIA Nr.2 luglio 2005 FOGLI DI CONSERVAZIONE DELLA CICOGNA BIANCA COPPIE NIDIFICANTI IN ITALIA RICERCA Lo scorso anno, l Associazione Olduvai Onlus ha coordinato la raccolta di informazioni relative

Dettagli

%FMJCFSBOm PHHFUUP &TUSBUUPEFMQSPDFTTPWFSCBMFEFMMBTFEVUBEFM HJVHOP %-(4 1"3&3&.05*7"50 %* 7"4 & 7"-65";*0/& %* */$*%&/;" %&- 1*"/0 '"6/*45*$03&(*0/"-&

%FMJCFSBOm PHHFUUP &TUSBUUPEFMQSPDFTTPWFSCBMFEFMMBTFEVUBEFM HJVHOP %-(4 13&3&.05*750 %* 74 & 7-65;*0/& %* */$*%&/; %&- 1*/0 '6/*45*$03&(*0/-& %FMJCFSBOm &TUSBUUPEFMQSPDFTTPWFSCBMFEFMMBTFEVUBEFM HJVHOP PHHFUUP %-(4 1"3&3&.05*7"50 %* 7"4 & 7"-65";*0/& %* */$*%&/;" %&- 1*"/0 '"6/*45*$03&(*0/"-& %FCPSB4&33"$$)*"/* 4FSHJP#0-;0/&--0 -PSFEBOB1"/"3*5*

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PER LA FAUNA SELVATICA

ISTITUTO NAZIONALE PER LA FAUNA SELVATICA ISTITUTO NAZIONALE PER LA FAUNA SELVATICA LA CATTURA DEGLI UCCELLI DA RICHIAMO DALL ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE N. 157/92 AD OGGI: SINTESI DELL ATTIVITÀ SVOLTA DALLE AMMINISTRAZIONI E VALUTAZIONE DELLE

Dettagli

Studio delle Migrazioni e Inanellamento degli Uccelli

Studio delle Migrazioni e Inanellamento degli Uccelli 18 18 maggio 2008 C.R.A.S. Vanzago Studio delle Migrazioni e Inanellamento degli Uccelli Ruolo dei Centri di Recupero Guido Romagnoli * Stazione Ornitologica Lago BOSCACCIO Al volo Dalla cura Temi trattati:

Dettagli

CALENDARIO PER L ANNATA VENATORIA 2015-2016 - REGIONE CAMPANIA -

CALENDARIO PER L ANNATA VENATORIA 2015-2016 - REGIONE CAMPANIA - CALENDARIO PER L ANNATA VENATORIA 2015-2016 - REGIONE CAMPANIA - L esercizio venatorio per l annata 2015/2016, ai sensi della legge regionale 9 agosto 2012, n. 26 come modificata dalla legge regionale

Dettagli

animale e vegetale marina

animale e vegetale marina Il ruolo del MIPAAF nel sistema nazionale e comunitario a tutela della biodiversità animale e vegetale marina Dott. Giuseppe Ambrosio Capo di Gabinetto Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Dettagli

D.D.L. concernete "Disciplina del regime in deroga in attuazione della Direttiva 79/409/CEE" relativa alla conservazione degli uccelli selvatici.

D.D.L. concernete Disciplina del regime in deroga in attuazione della Direttiva 79/409/CEE relativa alla conservazione degli uccelli selvatici. D.D.L. concernete "Disciplina del regime in deroga in attuazione della Direttiva 79/409/CEE" relativa alla conservazione degli uccelli selvatici. TESTO Articolo 1 Finalità 1. La presente legge disciplina

Dettagli

BIOLOGIA RIPRODUTTIVA DEL FRINGUELLO ALPINO Montifringilla nivalis A CAMPO IMPERATORE NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA (AQ)

BIOLOGIA RIPRODUTTIVA DEL FRINGUELLO ALPINO Montifringilla nivalis A CAMPO IMPERATORE NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA (AQ) Alula XVIII (1-2): 95-100 (2011) BIOLOGIA RIPRODUTTIVA DEL FRINGUELLO ALPINO Montifringilla nivalis A CAMPO IMPERATORE NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA (AQ) Eliseo Strinella (1,2),

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 14 DEL 3-08-2005 REGIONE LOMBARDIA

LEGGE REGIONALE N. 14 DEL 3-08-2005 REGIONE LOMBARDIA LEGGE REGIONALE N. 14 DEL 3-08-2005 REGIONE LOMBARDIA DISCIPLINA DEL REGIME DI DEROGA PREVISTO DALL'ARTICOLO 9 DELLA DIRETTIVA 79/409/CEE DEL CONSIGLIO, DEL 2 APRILE 1979, RELATIVA ALLA CONSERVAZIONE DEGLI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Michele Soprano Via Cescole n 52 Itri (LT) Telefono 3296155377 E-mail Data di nascita 01/09/1985

Dettagli

Censimento dello Storno (Sturnus vulgaris) nidificante nella Regione Marche. Report 2008

Censimento dello Storno (Sturnus vulgaris) nidificante nella Regione Marche. Report 2008 Censimento dello Storno (Sturnus vulgaris) nidificante nella Regione Marche Report 2008 Novembre 2008 Sommario INTRODUZIONE... 2 1 Obiettivi... 4 MATERIALI & METODI... 5 Area di studio... 5 Metodo di censimento

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 20-05-2004 REGIONE MOLISE

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 20-05-2004 REGIONE MOLISE LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 20-05-2004 REGIONE MOLISE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA LEGGE REGIONALE 10 AGOSTO 1993 N. 19, RECANTE: NORME PER LA PROTEZIONE DELLA FAUNA SELVATICA OMEOTERMA E PER IL PRELIEVO

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 103/CR del 2 ottobre 2012

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 103/CR del 2 ottobre 2012 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Unità di Progetto Caccia e Pesca Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto Maurizio Conte

Dettagli

COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI VENATORIE PIEMONTESI

COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI VENATORIE PIEMONTESI COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI VENATORIE PIEMONTESI OSSERVAZIONI E PROPOSTE MODIFICATIVE AL CALENDARIO VENATORIO REGIONALE 2015-2016 Il Coordinamento delle Associazioni Venatorie del Piemonte, presa

Dettagli

TORDO BOTTACCIO (Turdus philomelos) [12000] SONG THRUSH

TORDO BOTTACCIO (Turdus philomelos) [12000] SONG THRUSH Atlante della Migrazione degli Uccelli in Italia TORDO BOTTACCIO (Turdus philomelos) [12000] SONG THRUSH Ordine: Passeriformi (Passeriformes) Famiglia: Turdidi (Turdidae) Specie politipica a distribuzione

Dettagli

Articolo 1 Fauna selvatica

Articolo 1 Fauna selvatica Articolo 1 Fauna selvatica 1. La fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato ed è tutelata nell'interesse della comunità nazionale ed internazionale. 2. L'esercizio dell'attività venatoria è

Dettagli

MODULO 2. Da restituire entro il 31 maggio 2013. Il sottoscritto nato a il. residente in. via n. telefono lic. di caccia n. e-mail

MODULO 2. Da restituire entro il 31 maggio 2013. Il sottoscritto nato a il. residente in. via n. telefono lic. di caccia n. e-mail MODULO 2 AUTODICHIARAZIONE AI FINI DEL CENSIMENTO DEI RICHIAMI VIVI DI CUI ALL art. 4 L. 11 febbraio 1992 n. 157 DETENUTI DAI CACCIATORI IN REGIONE LOMBARDIA Da restituire entro il 31 maggio 2013 ALLA

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles,

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, COMMISSIONE EUROPEA SEGRETARIATO GENERALE Bruxelles, SG-Greffe(2014)D/ RAPPRESENTANZA PERMANENTE D ITALIA PRESSO L UNIONE EUROPEA Rue du Marteau, 7-15 1000 BRUXELLES Oggetto: Costituzione in mora - Infrazione

Dettagli

RIUNIONE 19 NOVEMBRE 2006 PADERNELLO (BORGO S. GIACOMO, BS) Associazione Amici del Castello di Padernello. A cura di Arturo Gargioni

RIUNIONE 19 NOVEMBRE 2006 PADERNELLO (BORGO S. GIACOMO, BS) Associazione Amici del Castello di Padernello. A cura di Arturo Gargioni RIUNIONE 19 NOVEMBRE 2006 PADERNELLO (BORGO S. GIACOMO, BS) Associazione Amici del Castello di Padernello A cura di Arturo Gargioni Anche quest anno siamo stati ospiti degli "Amici del Castello di Padernello"

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE ALLEGATO ALLA DELIBERA DI N./06 CALENDARIO VENATORIO 2006 2007 La stagione venatoria ha inizio il 2 settembre 2006 e termina il 31 gennaio 2007. Le specie di selvaggina cacciabili sono le seguenti: a)

Dettagli

BECCACCIA Scolopax rusticola

BECCACCIA Scolopax rusticola BECCACCIA Scolopax rusticola Distribuzione nel Paleartico occidentale Areale di svernamento Areale di presenza stabile Areale di nidificazione Stato giuridico Convenzione di Berna Convenzione di Bonn Direttiva

Dettagli

IL PROGETTO DI CONSERVAZIONE DEL GRIFONE SULLE ALPI ORIENTALI

IL PROGETTO DI CONSERVAZIONE DEL GRIFONE SULLE ALPI ORIENTALI IL PROGETTO DI CONSERVAZIONE DEL GRIFONE SULLE ALPI ORIENTALI Il grifone (Gyps fulvus) un tempo era presente in tutto il bacino del Mediterraneo e in vari settori delle Alpi e dell Europa centrale. Spostamenti

Dettagli

CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016

CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016 ALLEGATO A CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016 L esercizio venatorio nella stagione 2015/2016, è consentito con le seguenti modalità: 1) SPECIE E PERIODI

Dettagli

Un anello è per sempre...

Un anello è per sempre... Un anello è per sempre... Quindici anni di inanellamento a scopo scientifico degli uccelli selvatici a Molentargius Sergio Nissardi & Carla Zucca L inanellamento... Consiste nel marcare gli uccelli con

Dettagli

Elementi di etologia delle specie e di ecologia del territorio per il riconoscimento e trattamento delle specie

Elementi di etologia delle specie e di ecologia del territorio per il riconoscimento e trattamento delle specie Elementi di etologia delle specie e di ecologia del territorio per il riconoscimento e trattamento delle specie Imbalsamazione Molte specie animali sono state pesantemente colpite per la moda dell'imbalsamazione

Dettagli

ANIMALISTI ITALIANI - ENPA - ITALIA NOSTRA - LAC - LAV - LIPU - WWF ITALIA

ANIMALISTI ITALIANI - ENPA - ITALIA NOSTRA - LAC - LAV - LIPU - WWF ITALIA ANIMALISTI ITALIANI - ENPA - ITALIA NOSTRA - LAC - LAV - LIPU - WWF ITALIA Al Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni Fax 02 67655653 E-mail segreteria_presidente@regione.lombardia.it All Assessore

Dettagli

Università degli studi di Genova. Facoltà di Ingengneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con Perform

Università degli studi di Genova. Facoltà di Ingengneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con Perform Università degli studi di Genova Facoltà di Ingengneria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in collaborazione con Perform Master Universitario di II livello in 1 ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

Dettagli

II CONVEGNO ITALIANO RAPACI DIURNI E NOTTURNI

II CONVEGNO ITALIANO RAPACI DIURNI E NOTTURNI ASSOCIAZIONE FAUNISTI VENETI II CONVEGNO ITALIANO RAPACI DIURNI E NOTTURNI a cura di FRANCESCO MEZZAVILLA e FRANCESCO SCARTON Quaderni Faunistici - n. 3 L Associazione Faunisti Veneti (www.faunistiveneti.it,

Dettagli

Direttiva 79/409/CEE "Conservazione degli uccelli selvatici"

Direttiva 79/409/CEE Conservazione degli uccelli selvatici Si prefigge la protezione, la gestione e la regolazione di tutte le specie di uccelli viventi naturalmente allo stato selvatico nel territorio europeo degli Stati membri Gli Stati membri devono adottare

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna L Assessore della Difesa dell Ambiente

Regione Autonoma della Sardegna L Assessore della Difesa dell Ambiente Decreto n 34 / V Regione Autonoma della L Assessore della Difesa dell Ambiente OGGETTO: Azione di protezione delle produzioni ittiche negli stagni dell Oristanese dalla predazione degli uccelli ittiofagi.

Dettagli

Crisi economica e migrazioni nella realtà europea

Crisi economica e migrazioni nella realtà europea XIII CONVEGNO Italian National Focal Point Infectious Diseases and Migrant Salute e Migrazione: nuovi scenari internazionali e nazionali Roma, 17 Febbraio 2015 Crisi economica e migrazioni nella realtà

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CATTURA DEGLI UCCELLI A FINI DI RICHIAMO

REGOLAMENTO PER LA CATTURA DEGLI UCCELLI A FINI DI RICHIAMO REGOLAMENTO PER LA CATTURA DEGLI UCCELLI A FINI DI RICHIAMO Art. 1 (Norme generali) 1. L attività di cattura di uccelli finalizzata alla costituzione del patrimonio di richiami vivi è effettuata esclusivamente

Dettagli

Atti del convegno LE AUTOSTRADE DEL CIELO ROTTE DI MIGRAZIONE DELL AVIFAUNA ATTRAVERSO LE ALPI TORINO, 15 giugno 2007

Atti del convegno LE AUTOSTRADE DEL CIELO ROTTE DI MIGRAZIONE DELL AVIFAUNA ATTRAVERSO LE ALPI TORINO, 15 giugno 2007 Lo studio della migrazione attraverso i Pirenei come indicatore dell evoluzione delle popolazioni di rapaci, piccioni e grandi volatili: bilancio di venticinque anni di monitoraggio Jean-Paul Urcun Organbidexka

Dettagli

AGENZIA DI STAMPA. WWW.GEAPRESS.ORG info@geapress.org

AGENZIA DI STAMPA. WWW.GEAPRESS.ORG info@geapress.org Emendamenti al Ddl 588 presentati in Commissione Politiche dell'unione Europea del Senato nel Giugno 2013. Sono riportati quelli relativi all'art. 19 bis della legge 157/92 (cosiddetta "legge caccia")

Dettagli

Silvano Toso. Gli aspetti culturali, sociali e tecnici della gestione faunistico-venatoria in Europa

Silvano Toso. Gli aspetti culturali, sociali e tecnici della gestione faunistico-venatoria in Europa Silvano Toso Gli aspetti culturali, sociali e tecnici della gestione faunistico-venatoria in Europa L Europa ha conosciuto tutte le tappe della cultura e del diritto della caccia La caccia preistorica

Dettagli

REGIONE CAMPANIA Assessorato Agricoltura ed Attività Produttive A.G.C. Sviluppo Attività Settore Primario Settore Foreste, Caccia e Pesca

REGIONE CAMPANIA Assessorato Agricoltura ed Attività Produttive A.G.C. Sviluppo Attività Settore Primario Settore Foreste, Caccia e Pesca REGIONE CAMPANIA Assessorato Agricoltura ed Attività Produttive A.G.C. Sviluppo Attività Settore Primario Settore Foreste, Caccia e Pesca CALENDARIO VENATORIO PER L ANNATA 2009-2010 L esercizio venatorio

Dettagli

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE, MOBILITÀ, PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, LAVORI PUBBLICI, UNIVERSITÀ SERVIZIO TUTELA DEL PAESAGGIO E BIODIVERSITÀ CON LA COLLABORAZIONE DEL SERVIZIO CACCIA E RISORSE ITTICHE

Dettagli

9.1- ALLEGATO A. Legenda delle tabelle relative agli elementi naturalistici (flora, fauna, habitat) analizzati per ciascun SIR

9.1- ALLEGATO A. Legenda delle tabelle relative agli elementi naturalistici (flora, fauna, habitat) analizzati per ciascun SIR 9.1- ALLEGATO A Legenda delle tabelle relative agli elementi naturalistici (flora, fauna, habitat) analizzati per ciascun SIR L. 157/92 (recepita in Toscana con L.R. 3/94): Norme per la protezione della

Dettagli

R.R. 23 marzo 1995, n. 15. Disciplina degli appostamenti fissi e temporanei di caccia e per l'uso e la cattura dei richiami vivi.

R.R. 23 marzo 1995, n. 15. Disciplina degli appostamenti fissi e temporanei di caccia e per l'uso e la cattura dei richiami vivi. R.R. 23 marzo 1995, n. 15 Disciplina degli appostamenti fissi e temporanei di caccia e per l'uso e la cattura dei richiami vivi. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA n. 19 del 10 aprile 1995

Dettagli

Un sovrano in carenza di regni

Un sovrano in carenza di regni 103 Speciale UCCELLI Un sovrano in carenza di regni L indagine sullo status del re di quaglie in Trentino FRANCESCA ROSSI Museo Tridentino di Scienze Naturali Fig.1 Primo piano di un maschio adulto di

Dettagli

Melanomi in Ticino. Andrea Bordoni. Registro Tumori Canton Ticino Istituto cantonale di Patologia Locarno

Melanomi in Ticino. Andrea Bordoni. Registro Tumori Canton Ticino Istituto cantonale di Patologia Locarno Melanomi in Ticino Andrea Bordoni Registro Tumori Canton Ticino Istituto cantonale di Patologia Locarno 1 Incidenza standardizzata per età Melanoma, 2008 2 Incidenza standardizzata per età Melanoma, 2003-2007

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Foreste e fauna PRESCRIZIONI TECNICHE 2014/2015 PER L'ESERCIZIO DELLA CACCIA IN PROVINCIA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Foreste e fauna PRESCRIZIONI TECNICHE 2014/2015 PER L'ESERCIZIO DELLA CACCIA IN PROVINCIA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Foreste e fauna PRESCRIZIONI TECNICHE 2014/2015 PER L'ESERCIZIO DELLA CACCIA IN PROVINCIA DI TRENTO PRESCRIZIONI TECNICHE 2014/2015 PER L'ESERCIZIO DELLA CACCIA IN

Dettagli

Settembre, andiamo. É tempo di migrare Alcuni concetti generali sulla migrazione

Settembre, andiamo. É tempo di migrare Alcuni concetti generali sulla migrazione 1 2 3 Speciale UCCELLI Settembre, andiamo. É tempo di migrare Alcuni concetti generali sulla migrazione PAOLO PEDRINI Sezione Zoologia dei Vertebrati, Museo Tridentino di Scienze Naturali Fig.1 Difficilmente,

Dettagli

CHECK-LIST DEGLI UCCELLI OSSERVATI PRESSO L AZIENDA AGRICOLA TENUTA CIVRANA (PEGOLOTTE DI CONA - VENEZIA): PERIODO 2004-2009

CHECK-LIST DEGLI UCCELLI OSSERVATI PRESSO L AZIENDA AGRICOLA TENUTA CIVRANA (PEGOLOTTE DI CONA - VENEZIA): PERIODO 2004-2009 Silvia Barbierato, Mirko Destro, Aldo Tonelli CHECK-LIST DEGLI UCCELLI OSSERVATI PRESSO L AZIENDA AGRICOLA TENUTA CIVRANA (PEGOLOTTE DI CONA - VENEZIA): PERIODO 2004-2009 Riassunto. La Tenuta Civrana,

Dettagli

QUAGLIA (Coturnix coturnix) [03700] QUAIL

QUAGLIA (Coturnix coturnix) [03700] QUAIL QUAGLIA (Coturnix coturnix) [03700] QUAIL Ordine: Galliformi (Galliformes) Famiglia: Fasianidi (Phasianidae) Specie politipica a distribuzione paleartico-paleotropicale, la Quaglia è presente in Eurasia

Dettagli

I monitoraggi a medio e lungo termine condotti da AsOER: specie, aree e metodi

I monitoraggi a medio e lungo termine condotti da AsOER: specie, aree e metodi I monitoraggi a medio e lungo termine condotti da AsOER: specie, aree e metodi Roberto Tinarelli 29.03.2014 - I monitoraggi a medio e lungo termine condotti da AsOER: specie, aree e metodi Un Associazione

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Il seguente documento è una copia dell'atto. La validità legale è riferita esclusivamente al fascicolo in formato PDF firmato digitalmente. Parte prima Decreti Regolamenti e decreti Assessorato Difesa

Dettagli

ISPEZIONE E CONTROLLO SELVAGGINA CACCIATA E ALLEVATA. Cenni di legislazione venatoria relativa agli aspetti sanitari

ISPEZIONE E CONTROLLO SELVAGGINA CACCIATA E ALLEVATA. Cenni di legislazione venatoria relativa agli aspetti sanitari ISPEZIONE E CONTROLLO SELVAGGINA CACCIATA E ALLEVATA Cenni di legislazione venatoria relativa agli aspetti sanitari Legge 11 febbraio 1992, n. 157 Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma

Dettagli

MONITORAGGIO DEGLI UCCELLI NIDIFICANTI, SVERNANTI E MIGRATORI NELL AREA DEL M. N. DI MONTECASSINO

MONITORAGGIO DEGLI UCCELLI NIDIFICANTI, SVERNANTI E MIGRATORI NELL AREA DEL M. N. DI MONTECASSINO MONITORAGGIO DEGLI UCCELLI NIDIFICANTI, SVERNANTI E MIGRATORI NELL AREA DEL M. N. DI MONTECASSINO Indagine conoscitiva A CURA DI dott. SILVIO G. d ALESSIO e dott. MASSIMO SACCHI ASSOCIAZIONE CIBELE ONLUS

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 8 DEL 10-04-1996 REGIONE CAMPANIA

LEGGE REGIONALE N. 8 DEL 10-04-1996 REGIONE CAMPANIA LEGGE REGIONALE N. 8 DEL 10-04-1996 REGIONE CAMPANIA " Norme per la protezione della fauna selvatica e disciplina dell' attività venatoria in Campania" Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA

Dettagli

Soc. Ven. Sc. Nat. - Lavori - Vol. 2, pp. 50-55, Venezia, 15 Gennaio 1977 ALBERTO AZZOLINI (*) SULL'AVIFAUNA DI ALCUNE CAVE DELL'ENTROTERRA VENEZIANO

Soc. Ven. Sc. Nat. - Lavori - Vol. 2, pp. 50-55, Venezia, 15 Gennaio 1977 ALBERTO AZZOLINI (*) SULL'AVIFAUNA DI ALCUNE CAVE DELL'ENTROTERRA VENEZIANO Soc. Ven. Sc. Nat. - Lavori - Vol. 2, pp. 50-55, Venezia, 15 Gennaio 1977 ALBERTO AZZOLINI (*) SULL'AVIFAUNA DI ALCUNE CAVE DELL'ENTROTERRA VENEZIANO Abstract About the Birds Observed in some Quarries

Dettagli

MERLO Turdus merula Stato giuridico Convenzione di Berna Convenzione di Bonn Direttiva Uccelli Stato di conservazione SPEC: IUCN Red List Status

MERLO Turdus merula Stato giuridico Convenzione di Berna Convenzione di Bonn Direttiva Uccelli Stato di conservazione SPEC: IUCN Red List Status MERLO Turdus merula Distribuzione nel Paleartico occidentale Areale di svernamento Areale di presenza stabile Areale di nidificazione Stato giuridico Convenzione di Berna Convenzione di Bonn Direttiva

Dettagli

Milano, 10 settembre 2010

Milano, 10 settembre 2010 WWF Italia Sezione regionale Lombardia Via P. Orseolo 12 20144 Milano Tel: 02831331 Fax: 0283133202 e-mail: lombardia@wwf.it sito: www.wwf.it/lombardia Milano, 10 settembre 2010 Provincia di Mantova Settore

Dettagli

CONDIZIONI DI VENDITA:

CONDIZIONI DI VENDITA: Mercoledì 30 Gennaio 2013 Anno XLIV - N. 5 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 26 DEL 16-08-1993 REGIONE LOMBARDIA

LEGGE REGIONALE N. 26 DEL 16-08-1993 REGIONE LOMBARDIA LEGGE REGIONALE N. 26 DEL 16-08-1993 REGIONE LOMBARDIA Norme per la protezione della fauna selvatica e per la tutela dell' equilibrio ambientale e disciplina dell' attività venatoria Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

A relazione dell'assessore Sacchetto: Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157;

A relazione dell'assessore Sacchetto: Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157; PIEMONTE BU23S1 15/06/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 13 giugno 2011, n. 45-2200 Art. 45, l.r. 70/1996. Approvazione del Calendario venatorio regionale per la stagione 2011/2012, delle relative

Dettagli

Ecologia e conservazione della Lepre in Italia

Ecologia e conservazione della Lepre in Italia Ecologia e conservazione della Lepre in Italia Alberto Meriggi e Francesca Meriggi Dipartimento di Scienze della Terra e dell Ambiente Università di Pavia Premessa Declino generale della lepre in tutta

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrero:

A relazione dell'assessore Ferrero: REGIONE PIEMONTE BU15 16/04/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 13 aprile 2015, n. 6-1302 Art. 18, l. 157/1992. Art. 40, l.r. 5/2012. Approvazione del Calendario venatorio per la stagione 2015/2016

Dettagli

Anthus STUDIO SULL AVIFAUNA MIGRATORIA IN SARDEGNA

Anthus STUDIO SULL AVIFAUNA MIGRATORIA IN SARDEGNA STUDIO SULL AVIFAUNA MIGRATORIA IN SARDEGNA Aprile 2012 Coordinamento Sergio Nissardi biologo snc Carla Zucca naturalista snc Relazione di Sergio Nissardi biologo snc Carla Zucca naturalista snc Attività

Dettagli