Federazione Italiana della Caccia Ufficio Avifauna Migratoria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Federazione Italiana della Caccia Ufficio Avifauna Migratoria"

Transcript

1 Federazione Italiana della Caccia Ufficio Avifauna Migratoria Dott. Michele Sorrenti Milano, 14 novembre 2010 SITUAZIONE DEMOGRAFICA DELLA POPOLAZIONE DI STORNO (Sturnus vulgaris) IN EUROPA E ITALIA IN RELAZIONE ALLA REINTRODUZIONE NELLE SPECIE CACCIABILI. Valutazioni generali sulla specie in Europa aggiornate La specie storno è stata classificata nel 2004 da BirdLifeInternational come Declining (BirdLifeInternational, 2004). Questa valutazione è stata modificata nell aggiornamento delle informazioni presente sul sito dello stesso ente in cui la valutazione è di STABILITA (vedi tabella 1). La valutazione dell International Union for Conservation of Nature (IUCN) per le soglie di attenzione sulla conservazione delle specie è Least Concern, ovvero minima importanza, ovvero nessun rischio per la conservazione della specie. Come si può notare dalla tab.1 sottostante questa valutazione dell IUCN è stata modificata dal 2004, evidentemente a seguito di informazioni nuove e diverse da quelle che avevano portato BirdLifeInternational a stabilire la definizione di declino nel testo del 2004, che ovviamente si basava sui dati precedenti a questo anno.

2 LC Common Starling Sturnus vulgaris IUCN Red List history Range Year Category 2009 Least Concern 2008 Least Concern 2004 Least Concern 2000 Lower Risk/Least Concern 1994 Lower Risk/Least Concern 1988 Lower Risk/Least Concern Estimate Data quality Extent of Occurrence breeding/resident (km 2 ) 17,200,000 medium Population & trend Extent of Occurrence non-breeding (km 2 ) 8,870,000 medium Estimate Data quality Derivation Year of estimate No. of mature individuals 310,000,000 poor estimated 2009 Trend justification: The overall population trend is difficult to determine because some populations are increasing while others are decreasing. In Europe, trends since 1980 have been stable, based on provisional data for 21 countries from the Pan-European Common Bird Monitoring Scheme (EBCC/RSPB/BirdLife/Statistics Netherlands; P. Vorisek in litt. 2008). Tab. 1: dati aggiornati al 2009 sulla demografia della Storno (www.birdlifeinternational.org) SI PUO CONCLUDERE CHE LO STATO DI CONSERVAZIONE DELLO STORNO IN EUROPA SIA OGGI FAVOREVOLE CON UNA POPOLAZIONE DI DI SOGGETTI E UNA TENDENZA DEMOGRAFICA STABILE.

3 Popolazione nidificante in Italia La popolazione nidificante in Italia è valutata in declino dal 2000 al 2005 dal progetto MITO, mentre è valutata in possibile incremento da BirdLifeInternational dal 1994 al L entità della popolazione è valutata fra e di coppie (BirdLifeInternational, 2004). I soggetti che nidificano in Italia raggiungono per svernare l Africa settentrionale ed in parte la penisola iberica. Come riportato da Spina & Volponi la specie è cacciata attivamente nei paesi dell Africa settentrionale, anche con trappole, ma questo non ha portato, in un periodo di tempo piuttosto lungo ( ) a una diminuzione riconosciuta della specie in Italia come nidificante. Origine riproduttiva delle popolazioni in transito e svernanti in Italia (Spina &Volponi, 2008)

4

5 Da quanto si osserva dalla tabelle sopra esposte l Italia è raggiunta da popolazioni di storni che nidificano in Europa centro-orientale, Russia e paesi balcanici L Italia è attraversata in modo importante da popolazioni che raggiungono l Africa settentrionale, come si desume dalla tabella sottoriportata (Spina & Volponi, 2008). Si puo concludere che l Italia sia un paese attraversato da un importante flusso migratorio di storni nidificanti a latitudini più settentrionali e orientali, che in parte raggiungono l Africa e la penisola iberica. a questo principale flusso si aggiungono gli storni nidificanti in Italia che anch essi migrano verso le stesse aree di svernamento. Prelievo venatorio possibile La stagione di caccia allo storno si collocherebbe principalmente nel periodo della migrazione autunnale, ovvero nel momento delle presenze più importanti numericamente, in cui l Italia è raggiunta dalle popolazioni estere, e in cui sono ancora presenti (almeno nelle fasi iniziali della stagione) gli storni nidificanti in Italia.

6 Eventuali variazioni delle date di apertura o chiusura della caccia possono permettere di scegliere se consentire o ridurre il prelievo sulla popolazione nidificante in Italia e su quella svernante. Non esistono dati disponibili sul prelievo compiuto quando la specie era cacciabile nel nostro paese. Per altri passeriformi cacciabili l ISPRA ha stimato il prelievo sulla base di dati forniti dalle province, ad esempio Tordo bottaccio Turdus philomelos : alcune decine di milioni di capi, Cesena Turdus pilaris: alcuni milioni di capi, Allodola Alauda arvensis : 1,5 milioni di capi (ISPRA, 2008). Considerando la diffusione dello Storno, le modalità di caccia,e il numero di appassionati esistente in Italia si può ipotizzare un prelievo possibile intorno ai 2-3 milioni di capi. Questo prelievo si svolge su una popolazione di 310 milioni di soggetti e ne rappresenterebbe quindi lo ,96 %, ovvero una mortalità ben al di sotto della soglia della mortalità naturale, valutata nel primo anno intorno al 60-70% e fra il 48% e il 22 % negli anni successivi (European Commission, 2008). Conclusioni La situazione confortante della demografia della specie, aggiornata oggi rispetto ad alcuni anni fa, permette di attuare il reinserimento dello storno nell allegato 2/2 della direttiva 147/2009 Uccelli (ex 79409) nelle specie cacciabili in Italia. La stima del prelievo possibile conferma la sostenibilità della caccia ricreativa sulle popolazioni della specie che interessano l Italia. La proposta di reinserimento ha quindi il supporto dei dati scientifici richiesti dall Unione Europea. Dott. Michele Sorrenti Opere citate BirdLife International, Birds in Europe: population estimates, trends and conservation status. Cambridge, UK: BirdLife International. (BirdLife Conservation Series No. 12).

7 Spina F. & Volponi S., Atlante della Migrazione degli Uccelli in Italia. 2. Passeriformi. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). Tipografia SCR-Roma. 632 pp. European Commission Guida alla disciplina della caccia nell ambito della direttiva 79/409/CEE sulla conservazione degli uccelli selvatici ProgettoMITO2000 ISPRA 2008: Rapporto ISPRA sullo stato di conservazione delle specie cacciabili. On line su oppure Ufficio Avifauna Migratoria Federazione Italiana della Caccia E mail: Tel

PROVINCIA DELLA SPEZIA

PROVINCIA DELLA SPEZIA PROVINCIA DELLA SPEZIA VERBALE ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. Prot.Gen.N. OGGETTO: TESTO COORDINATO DELLE NORME PER LA DETENZIONE ED USO DEI RICHIAMI VIVI PER L ESERCIZIO VENATORIO

Dettagli

REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE REGIONALE DELL AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA

REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE REGIONALE DELL AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA D.A. N. DIPARTIMENTO REGIONALE DELLO SVILUPPO RURALE E TERRITORIALE Servizio 7- U.O. 2 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE REGIONALE DELL AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA

Dettagli

Uno zigolo che fa primavera, anzi estate!

Uno zigolo che fa primavera, anzi estate! ALI NEL VENTO Ornitologia da campo Uno zigolo che fa primavera, anzi estate! Prima osservazione di zigolo capinero, Emberiza melanocephala, in Trentino GILBERTO VOLCAN (1) & KAROL TABARELLI DE FATIS (2)

Dettagli

CODICE REGIONALE N AATVNU19

CODICE REGIONALE N AATVNU19 AZIENDA VENATORIA AGRO-TURISTICO- ISALLE/ORRULE CODICE REGIONALE N AATVNU19 REGOLAMENTO ATTIVITA VENATORIA E LISTINO PREZZI ANNO 2011-2012 Art.1 Nell ambito dell Azienda Agro-Turistico-Venatoria Isalle/Orrule,

Dettagli

R E G I O N E C A L A B R I A

R E G I O N E C A L A B R I A R E G I O N E C A L A B R I A ASSESSORATO AGRICOLTURA FORESTE FORESTAZIONE IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE VISTA la L.R. n 9/96; VISTA la L.R. n 1 del 11/01/2006 che all art. 12 comma 1 modifica la

Dettagli

ADESIONE CODICE ETICO CACCIA ALLA BECCACCIA ALL ESTERO RICHIESTA LOGO BEC VERT

ADESIONE CODICE ETICO CACCIA ALLA BECCACCIA ALL ESTERO RICHIESTA LOGO BEC VERT ADESIONE CODICE ETICO CACCIA ALLA BECCACCIA ALL ESTERO RICHIESTA LOGO BEC VERT LA/IL AGENZIA VENATORIA/ TOUR OPERATOR:.. LEGALE RAPPRESENTANTE: SEDE LEGALE:.. INDIRIZZO:. MAIL:..TEL: FAX.. AREE DOVE ESERCITA

Dettagli

COPPIE NIDIFICANTI IN ITALIA RICERCA

COPPIE NIDIFICANTI IN ITALIA RICERCA CICONIA Nr.2 luglio 2005 FOGLI DI CONSERVAZIONE DELLA CICOGNA BIANCA COPPIE NIDIFICANTI IN ITALIA RICERCA Lo scorso anno, l Associazione Olduvai Onlus ha coordinato la raccolta di informazioni relative

Dettagli

PARTE SECONDA SOMMARIO

PARTE SECONDA SOMMARIO Mercoledì 15 Aprile 2015 Anno XLVI N. 15 PARTE SECONDA CONDIZIONI DI VENDITA: Ogni fascicolo 3,00. La vendita è effettuata esclusivamente in Genova presso la Libreria Giuridica- PARTE SECONDA SOMMARIO

Dettagli

BIOLOGIA RIPRODUTTIVA DEL FRINGUELLO ALPINO Montifringilla nivalis A CAMPO IMPERATORE NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA (AQ)

BIOLOGIA RIPRODUTTIVA DEL FRINGUELLO ALPINO Montifringilla nivalis A CAMPO IMPERATORE NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA (AQ) Alula XVIII (1-2): 95-100 (2011) BIOLOGIA RIPRODUTTIVA DEL FRINGUELLO ALPINO Montifringilla nivalis A CAMPO IMPERATORE NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA (AQ) Eliseo Strinella (1,2),

Dettagli

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE, MOBILITÀ, PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, LAVORI PUBBLICI, UNIVERSITÀ SERVIZIO TUTELA DEL PAESAGGIO E BIODIVERSITÀ CON LA COLLABORAZIONE DEL SERVIZIO CACCIA E RISORSE ITTICHE

Dettagli

Milano, 10 settembre 2010

Milano, 10 settembre 2010 WWF Italia Sezione regionale Lombardia Via P. Orseolo 12 20144 Milano Tel: 02831331 Fax: 0283133202 e-mail: lombardia@wwf.it sito: www.wwf.it/lombardia Milano, 10 settembre 2010 Provincia di Mantova Settore

Dettagli

CONDIZIONI DI VENDITA:

CONDIZIONI DI VENDITA: Mercoledì 30 Gennaio 2013 Anno XLIV - N. 5 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363

Dettagli

A relazione dell'assessore Sacchetto: Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157;

A relazione dell'assessore Sacchetto: Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157; PIEMONTE BU23S1 15/06/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 13 giugno 2011, n. 45-2200 Art. 45, l.r. 70/1996. Approvazione del Calendario venatorio regionale per la stagione 2011/2012, delle relative

Dettagli

REGIONE CAMPANIA Assessorato Agricoltura ed Attività Produttive A.G.C. Sviluppo Attività Settore Primario Settore Foreste, Caccia e Pesca

REGIONE CAMPANIA Assessorato Agricoltura ed Attività Produttive A.G.C. Sviluppo Attività Settore Primario Settore Foreste, Caccia e Pesca REGIONE CAMPANIA Assessorato Agricoltura ed Attività Produttive A.G.C. Sviluppo Attività Settore Primario Settore Foreste, Caccia e Pesca CALENDARIO VENATORIO PER L ANNATA 2009-2010 L esercizio venatorio

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrero:

A relazione dell'assessore Ferrero: REGIONE PIEMONTE BU15 16/04/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 13 aprile 2015, n. 6-1302 Art. 18, l. 157/1992. Art. 40, l.r. 5/2012. Approvazione del Calendario venatorio per la stagione 2015/2016

Dettagli

Atti del convegno LE AUTOSTRADE DEL CIELO ROTTE DI MIGRAZIONE DELL AVIFAUNA ATTRAVERSO LE ALPI TORINO, 15 giugno 2007

Atti del convegno LE AUTOSTRADE DEL CIELO ROTTE DI MIGRAZIONE DELL AVIFAUNA ATTRAVERSO LE ALPI TORINO, 15 giugno 2007 Lo studio della migrazione attraverso i Pirenei come indicatore dell evoluzione delle popolazioni di rapaci, piccioni e grandi volatili: bilancio di venticinque anni di monitoraggio Jean-Paul Urcun Organbidexka

Dettagli

AGENZIA DI STAMPA. WWW.GEAPRESS.ORG info@geapress.org

AGENZIA DI STAMPA. WWW.GEAPRESS.ORG info@geapress.org Emendamenti al Ddl 588 presentati in Commissione Politiche dell'unione Europea del Senato nel Giugno 2013. Sono riportati quelli relativi all'art. 19 bis della legge 157/92 (cosiddetta "legge caccia")

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Istruzione e formazione

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Istruzione e formazione Curriculum Vitae Informazioni personali Nome / Cognome GIANPASQUALE CHIATANTE Indirizzo Residenza: Via Antonio Gramsci, 17-74015, Martina Franca (TA), Italia Cellulare 0039 33 31 86 81 29 E-mail harrier84@libero.it

Dettagli

Istruzioni per la collaborazione al progetto «Monitoraggio degli uccelli rari nidificanti e di passo» (SI)

Istruzioni per la collaborazione al progetto «Monitoraggio degli uccelli rari nidificanti e di passo» (SI) Istruzioni per la collaborazione al progetto «Monitoraggio degli uccelli rari nidificanti e di passo» (SI) Il progetto Lo scopo del progetto «Monitoraggio degli uccelli rari e di passo» (chiamato anche

Dettagli

Purple Gallinule Porphyrio porphyrio Il Pollo sultano Porphyrio porphyrio

Purple Gallinule Porphyrio porphyrio Il Pollo sultano Porphyrio porphyrio Purple Gallinule Porphyrio porphyrio Il Pollo sultano Porphyrio porphyrio Genetic diversity of the Mediterranean populations Diversitá genetica delle popolazioni mediterranee Ricardo Jorge Lopes Where

Dettagli

LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI Foto di Gianni Pezzani

LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI Foto di Gianni Pezzani LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI Foto di Gianni Pezzani Per migrazione s intende quel complesso di spostamenti periodici che si verificano nel corso del ciclo biologico di un animale. La migrazione è una prerogativa

Dettagli

Melanomi in Ticino. Andrea Bordoni. Registro Tumori Canton Ticino Istituto cantonale di Patologia Locarno

Melanomi in Ticino. Andrea Bordoni. Registro Tumori Canton Ticino Istituto cantonale di Patologia Locarno Melanomi in Ticino Andrea Bordoni Registro Tumori Canton Ticino Istituto cantonale di Patologia Locarno 1 Incidenza standardizzata per età Melanoma, 2008 2 Incidenza standardizzata per età Melanoma, 2003-2007

Dettagli

Manuale Utente per l utilizzo della banca dati richiami vivi di Regione Lombardia

Manuale Utente per l utilizzo della banca dati richiami vivi di Regione Lombardia Manuale Utente per l utilizzo della banca dati richiami vivi di Regione Lombardia ATTENZIONE: il manuale è destinato agli utenti che sono già stati registrati nella banca dati dei richiami vivi. Per i

Dettagli

LUCA PEDROTTI FINALITA DELLA GESTIONE FAUNISTICA. LE SPECIE PROBLEMATICHE, TRA AREE PROTETTE E AREE VENATORIE

LUCA PEDROTTI FINALITA DELLA GESTIONE FAUNISTICA. LE SPECIE PROBLEMATICHE, TRA AREE PROTETTE E AREE VENATORIE LUCA PEDROTTI FINALITA DELLA GESTIONE FAUNISTICA. LE SPECIE PROBLEMATICHE, TRA AREE PROTETTE E AREE VENATORIE SPECIE (FAUNA) PROBLEMATICHE Popolazioni che esercitano un impatto significativo sull Ambiente

Dettagli

1 ROUND L impatto della migrazione sul sistema dei servizi alle persone: i bisogni e le opportunità

1 ROUND L impatto della migrazione sul sistema dei servizi alle persone: i bisogni e le opportunità Consultazione tra esperti su: Migrazione e servizi alle persone: opzioni strategiche per una politica di co-sviluppo sociale 1 ROUND L impatto della migrazione sul sistema dei servizi alle persone: i bisogni

Dettagli

Ecologia e conservazione della Lepre in Italia

Ecologia e conservazione della Lepre in Italia Ecologia e conservazione della Lepre in Italia Alberto Meriggi e Francesca Meriggi Dipartimento di Scienze della Terra e dell Ambiente Università di Pavia Premessa Declino generale della lepre in tutta

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE REGIONE PIEMONTE BU19S1 14/05/2012 Decreto del Presidente della Giunta Regionale 11 maggio 2012, n. 25 Dichiarazione di non procedibilita' del procedimento referendario per l'abrogazione parziale di norme

Dettagli

CONDIZIONI DI VENDITA:

CONDIZIONI DI VENDITA: Mercoledì 22 agosto 2012 Anno XLIII - N. 34 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363

Dettagli

Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico

Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico Programma di Geografia classe 1^ Tecnico Turistico Strumenti della Geografia L orientamento Longitudine e Latitudine La cartografia Le proiezioni cartografiche Le rappresentazioni di dati (Areogrammi,

Dettagli

A relazione dell'assessore Sacchetto: Visti:

A relazione dell'assessore Sacchetto: Visti: REGIONE PIEMONTE BU22 30/05/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 21 maggio 2013, n. 28-5825 Art. 18, della Legge 157/1992 e art. 40 della l.r. 4 maggio 2012 n. 5. Approvazione del Calendario venatorio

Dettagli

ALLEGATO I LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI VALUTAZIONE DI INCIDENZA PER OPERE/PIANI AVENTI EFFETTI SUL SITO

ALLEGATO I LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI VALUTAZIONE DI INCIDENZA PER OPERE/PIANI AVENTI EFFETTI SUL SITO ALLEGATO I LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI VALUTAZIONE DI INCIDENZA PER OPERE/PIANI AVENTI EFFETTI SUL SITO Nell ambito delle misura di conservazione obbligatorie per i Siti della Rete Natura 2000, la normativa

Dettagli

Nunatak isola di rifugio - Nunatak isola di rifugio - Nunatak isola di rifugio - Nunatak

Nunatak isola di rifugio - Nunatak isola di rifugio - Nunatak isola di rifugio - Nunatak LA PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO AGRO-SILVO PASTORALE. 1. Il Piano faunistico-venatorio regionale. 2. La gestione privata della caccia. 3. Aziende faunistico-venatorie. 4. Aziende agri-turistico-venatorie.

Dettagli

L inanellamento per la scienza e la conservazione

L inanellamento per la scienza e la conservazione L inanellamento per la scienza e la conservazione EURING The European Union for Bird Ringing Prefazione Viviamo in un mondo che muta rapidamente, nel quale le attività umane stanno causando rapidi declini

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE. Articolo 6 Attivazione degli interventi e sistema informativo gestionale

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE. Articolo 6 Attivazione degli interventi e sistema informativo gestionale REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLA FAUNA SELVATICA IN PROVINCIA DI FIRENZE Articolo 1 Finalità Articolo 2 Piani di controllo con cattura e/o abbattimento Articolo 3 Cattura Articolo 4 Tempi ed orari Articolo

Dettagli

Calendario del cacciatore bracconiere 2013-2014. Una rapida analisi della caccia illegale in Italia

Calendario del cacciatore bracconiere 2013-2014. Una rapida analisi della caccia illegale in Italia Una rapida analisi della caccia illegale in Italia INDICE DEI CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 2 2 METODOLOGIA... 2 3 RISULTATI... 3 Authors: Andrea Rutigliano, Investigations Officer, CABS Contact Details:

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COPIA dell ORIGINALE Decreto di Governo DECRETO DEL PRESIDENTE N. 89 / 2015 OGGETTO: PIANO DI CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CORNACCHIA GRIGIA (CORVUS CORONE CORNIX) E GAZZA.(PICA PICA) NEL TERRITORIO

Dettagli

FORAPAGLIE (Acrocephalus schoenobaenus) [12430] SEDGE WARBLER

FORAPAGLIE (Acrocephalus schoenobaenus) [12430] SEDGE WARBLER FORAPAGLIE (Acrocephalus schoenobaenus) [12430] SEDGE WARBLER Ordine: Passeriformi (Passeriformes) Famiglia: Silvidi (Sylviidae) Specie monotipica a distribuzione eurasiatica, il Forapaglie è un migratore

Dettagli

Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po ATTIVITA PROGETTUALI

Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po ATTIVITA PROGETTUALI Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po ATTIVITA PROGETTUALI Projekt je sofinanciran v okviru Programa čezmejnega sodelovanja Slovenija-Italija 2007-2013 iz sredstev Evropskega sklada za regionalni

Dettagli

NATURA 2000 - STANDARD DATA FORM

NATURA 2000 - STANDARD DATA FORM NATURA 2000 - STANDARD DATA FORM For Special Protection Areas (SPA), Proposed Sites for Community Importance (psci), Sites of Community Importance (SCI) and for Special Areas of Conservation (SAC) SITE

Dettagli

In volo sulla campagna

In volo sulla campagna Alla scoperta della rondine, tra agricoltura e scienza In volo sulla campagna Con il contributo di In volo sulla campagna alla scoperta della rondine, tra agricoltura e scienza 1 con il contributo di Volume

Dettagli

Invecchiamento demografico: la sfida politica. Michela C. Pellicani

Invecchiamento demografico: la sfida politica. Michela C. Pellicani Invecchiamento demografico: la sfida politica Michela C. Pellicani Premessa La demografia, grazie al rigore formale che le dà la matematica delle popolazioni, costruisce scenari per il futuro che servono

Dettagli

Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria

Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria Corso per il prelievo del cinghiale con metodi selettivi - ATC PG2 Dott. Luca Convito - Spoleto - 2014 Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria settori per la caccia al cinghiale

Dettagli

RILEVAMENTI ED ANALISI DEI DATI FAUNISTICI ED AMBIENTALI

RILEVAMENTI ED ANALISI DEI DATI FAUNISTICI ED AMBIENTALI RILEVAMENTI ED ANALISI DEI DATI FAUNISTICI ED AMBIENTALI Riferimenti normativi e tecnici. Gli INDIRIZZI REGIONALI PER LA PIANIFICAZIONE FAUNISTICO VENATORIA PROVINCIALE (allegato 6 INDIRIZZI PER LA GESTIONE

Dettagli

Analisi statistica inverni in Pianura padana in presenza del Nino

Analisi statistica inverni in Pianura padana in presenza del Nino Analisi statistica inverni in Pianura padana in presenza del Nino In questa ricerca puramente statistica abbiamo pensato di mettere a confronto tutti gli inverni del passato concomitanti alla presenza

Dettagli

FRATINO (Charadrius alexandrinus) [04770] KENTISH PLOVER

FRATINO (Charadrius alexandrinus) [04770] KENTISH PLOVER FRATINO (Charadrius alexandrinus) [04770] KENTISH PLOVER Ordine: Caradriformi (Charadriiformes) Famiglia: Caradridi (Charadriidae) Il Fratino nidifica dalle coste temperate e tropicali alle zone umide

Dettagli

PROGETTO LIFE+ Trans Insubria Bionet - TIB

PROGETTO LIFE+ Trans Insubria Bionet - TIB Trans Insubria Bionet - TIB Relazione attività Ottobre 2013 Monitoraggio dell'avifauna A cura di Severino Vitulano Indice 1 - Premessa... 4 2 - Metodi... 5 2.1 Action e.2.5 - Monitoraggio delle specie

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MATERIA GEOGRAFIA CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM / TUR. DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: FORMA E SUPERFICIE DELLA TERRA Interpretare il linguaggio cartografico. - I sistemi di riferimento

Dettagli

Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009

Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009 Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO VENATORIO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

Dettagli

La presenza del Grifone Gyps fulvus in Provincia di Cuneo

La presenza del Grifone Gyps fulvus in Provincia di Cuneo La presenza del Grifone Gyps fulvus in Provincia di Cuneo A cura di Luca Giraudo Associazione Cuneobirding www.cuneobirding.it Un volo di avvoltoi, maestosi e muti, rotea alto su un pendio assolato Un

Dettagli

L INVERNO meteorologico 2011

L INVERNO meteorologico 2011 L INVERNO meteorologico 2011 I primi tre mesi dell anno, oltre ad avere nel complesso temperature abbastanza in linea con i valori attesi per la stagione (ad eccezione di febbraio che presenta una lieve

Dettagli

Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it pagina 1 di 5

Scuola Media Piancavallo www.scuolapiancavallo.it pagina 1 di 5 L Africa è il terzo continente della terra per superficie. Ha una forma simile a un triangolo, le coste sono poco articolate. A ovest è bagnata dall Oceano Atlantico, a sud è bagnata dall Oceano Indiano

Dettagli

MONITORAGGIO AMBIENTALE

MONITORAGGIO AMBIENTALE MODIFICHE AL PROGRAMMA D AZIONE DI OBBLIGATORIA APPLICAZIONE PER LE ZONE VULNERABILI DA NITRATI DI ORIGINE AGRICOLA (REGOLAMENTO REGIONALE 10/R/2007) PROCEDURA VAS MONITORAGGIO AMBIENTALE Sommario 1. Premessa

Dettagli

AllarmeNatura: più di 500.000 firme in tutta Europa!

AllarmeNatura: più di 500.000 firme in tutta Europa! DONA ISCRIVITI RINNOVA News e storie La Lipu Il mondo degli uccelli Le Oasi e i Centri Come puoi aiutarci Cerca... AllarmeNatura: più di 500.000 firme in tutta Europa! Etichettato sotto allarmenatura petizioni

Dettagli

LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta

LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta 1. La migrazione e l esistenza delle specie La migrazione è un processo in cui gli animali compiono viaggi ricorrenti da un area ad un altra. Molti animali (vertebrati

Dettagli

oltre i confini L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

oltre i confini L esperienza del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Workshop AIDAP: Classificare per Innovare la Gestione delle Aree Protette Torino 19 Maggio 2008 Nino Martino Direttore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi Andare oltre i confini L esperienza del Parco

Dettagli

24 DOMANDE PER ANDREA ZANONI I cacciatori sbugiardati

24 DOMANDE PER ANDREA ZANONI I cacciatori sbugiardati Padova, 28 ottobre 2012 24 DOMANDE PER ANDREA ZANONI I cacciatori sbugiardati Andrea Zanoni, Deputato Europeo e Presidente della LAC Lega Abolizione Caccia Veneto, ha così risposto ad un intervista telefonica

Dettagli

Manuale di Gestione Faunistica Venatoria

Manuale di Gestione Faunistica Venatoria Dematteis A. Menzano A. Craveri P. Manuale di Gestione Faunistica Venatoria Provincia di Cuneo Giugno 2005 Manuale di Gestione Faunistica Venatoria un testo per... la preparazione dell esame di abilitazione

Dettagli

Figura 1 Andamento della popolazione residente in Piemonte dal 1951 al 2014

Figura 1 Andamento della popolazione residente in Piemonte dal 1951 al 2014 Capitolo 5.1 ANALISI DEI MOVIMENTI ANAGRAFICI DELLA PO- POLAZIONE 1 Maria Cristina Migliore Un primo sguardo di sintesi Nel 2014 la popolazione residente in Piemonte è diminuita di oltre 10mila unità.

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA

LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA LA CONSERVAZIONE DELLO SCOIATTOLO COMUNE IN ITALIA AZIONI PREVISTE DAL PROGETTO LIFE+ EC-SQUARE LIFE09 NAT/IT/000095 Progetto finanziato dalla Commissione Europea tramite lo strumento finanziario LIFE+

Dettagli

Laurea in Scienze Naturali-Università degli Studi di Pisa (110/110) conseguita il

Laurea in Scienze Naturali-Università degli Studi di Pisa (110/110) conseguita il Curriculum vitae Dr. Dario Filogari Nato a Pisa il 25.08.1972 Residente in via Primo Levi, 6 Nodica (Vecchiano) 56019 - Pisa TITOLI DI STUDIO Laurea in Scienze Naturali-Università degli Studi di Pisa (110/110)

Dettagli

Le migrazioni internazionali delle professioni altamente qualificate

Le migrazioni internazionali delle professioni altamente qualificate Le migrazioni internazionali delle professioni altamente qualificate Antonietta Pagano Roma 23 novembre 2010 Percorso delle lezioni Introduzione al fenomeno delle migrazioni qualificate Definizione di

Dettagli

Ingegneria: Laureati e Prospettive Occupazionali

Ingegneria: Laureati e Prospettive Occupazionali Ingegneria: Laureati e Prospettive Occupazionali Dario Petri presentazione realizzata sulla base di notizie di cronaca e di dati elaborati dal Centro studi del Consiglio nazionale degli Ingegneri www.centrostudicni.it

Dettagli

Bundled benefits. Your payments in future-proof hands. Guido Gatti 15 Ottobre 2013. Classification: Open

Bundled benefits. Your payments in future-proof hands. Guido Gatti 15 Ottobre 2013. Classification: Open Bundled benefits Your payments in future-proof hands Guido Gatti 15 Ottobre 2013 Classification: Open Status: Final Full service, flexible solutions Dual processor: card & payment processing Complete and

Dettagli

Pubblicazione svolta all interno del Progetto Qualità ambientale e vocazione faunistica del territorio della provincia di Lecce

Pubblicazione svolta all interno del Progetto Qualità ambientale e vocazione faunistica del territorio della provincia di Lecce Pubblicazione svolta all interno del Progetto Qualità ambientale e vocazione faunistica del territorio della provincia di Lecce Coordinamento: ing. Giovanni Refolo Dirigente Settore Territorio ed Ambiente

Dettagli

Il mappaggio semplificato dei territori un metodo razionale per rilevamenti degli effettivi di uccelli nidificanti

Il mappaggio semplificato dei territori un metodo razionale per rilevamenti degli effettivi di uccelli nidificanti Il mappaggio semplificato dei territori un metodo razionale per rilevamenti degli effettivi di uccelli nidificanti I fondamenti per l applicazione del mappaggio dei territori sono già stati posti nella

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO VENATORIO SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO STAGIONE VENATORIA 2014/2015 ATC PIANURA BERGAMASCA

DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO VENATORIO SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO STAGIONE VENATORIA 2014/2015 ATC PIANURA BERGAMASCA DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO VENATORIO SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO STAGIONE VENATORIA 2014/2015 DGP n.209 del 23.06.2014 DD n.1507 del 09.07.2014 Dec.RL n. 8133 del 08.09.2014 DD n.int. 73

Dettagli

Il Piano di sorveglianza nelle Marche. Relazione a cura di S.Gavaudan e A.Duranti; IZS Umbria e Marche.

Il Piano di sorveglianza nelle Marche. Relazione a cura di S.Gavaudan e A.Duranti; IZS Umbria e Marche. Piano di sorveglianza della West Nile disease Approfondimenti su un cluster di positività sierologica sui cavalli saggiati nelle attività di sorveglianza 2008; 1 semestre. Relazione a cura di S.Gavaudan

Dettagli

Il cinghiale specie cacciabile per corretta gestione

Il cinghiale specie cacciabile per corretta gestione Il cinghiale specie cacciabile per corretta gestione CINGHIALE Prime segnalazioni nel 1919; forte espansione dalla metà degli anni 60 Tre sottospecie: Centroeuropeo (Sus scrofa scrofa), di dimensioni maggiori;

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia Università del Piemonte Orientale Master per data manager Epidemiologia dei tumori Screening in oncologia Epidemiologia Che cos è l epidemiologia Metodi e strumenti La descrizione epidemiologica di una

Dettagli

Capitolo 5 MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI DEI SITI PREVISTE DALLE NORMATIVE

Capitolo 5 MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI DEI SITI PREVISTE DALLE NORMATIVE Capitolo 5 MISURE DI CONSERVAZIONE GENERALI DEI SITI PREVISTE DALLE NORMATIVE 5.1 Normativa Nazionale Le Linee Guida per la gestione dei siti della Rete Natura 2000 del D.M. 3 settembre 2002 lasciano ampie

Dettagli

1 ROUND L impatto della migrazione sul sistema dei servizi alle persone: i bisogni e le opportunità

1 ROUND L impatto della migrazione sul sistema dei servizi alle persone: i bisogni e le opportunità Consultazione tra esperti su: Migrazione e servizi alle persone: opzioni strategiche per una politica di co-sviluppo sociale 1 ROUND L impatto della migrazione sul sistema dei servizi alle persone: i bisogni

Dettagli

a.roselli@provincia.livorno.it

a.roselli@provincia.livorno.it C U R R I C U L U M V I T A E Pubblicazione ai sensi dell art. 11, c. 8 lettera f, del D.Lgs. n. 150 del 27/10/2009 INFORMAZIONI PERSONALI Nome ROSELLI ANNA Indirizzo 72, VIALE MAMELI, 57100, LIVORNO Telefono

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 16 DEL 3 APRILE 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 16 DEL 3 APRILE 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 16 DEL 3 APRILE 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 21 febbraio 2006 - Deliberazione N. 231 - Area Generale di Coordinamento N. 5 - Ecologia,

Dettagli

URBAN AUDIT III LE PROBLEMATICHE DEI DATI

URBAN AUDIT III LE PROBLEMATICHE DEI DATI URBAN AUDIT III LE PROBLEMATICHE DEI DATI Il possibile contributo dei Comuni A cura di Pierpaolo Napolitano Alessandra Carlini Roma 14 settembre 206 1 I domini di Urban Audit III 1. Demografia 2. Aspetti

Dettagli

DESTINAZIONE INCOME: Un analisi dei trend che alimentano il crescente bisogno di reddito

DESTINAZIONE INCOME: Un analisi dei trend che alimentano il crescente bisogno di reddito DESTINAZIONE INCOME: Un analisi dei trend che alimentano il crescente bisogno di reddito Settembre 2014 Il presente documento è ad uso esclusivo degli Intermediari e degli investitori professionali. Ne

Dettagli

L audit e la grande distribuzione

L audit e la grande distribuzione L audit e la grande distribuzione Roma, 18 settembre 2008 Dr. Claudio Truzzi Quality Assurance Manager METRO Italia Cash and Carry Il gruppo METRO Il gruppo METRO Nel 1964 a Muelheim in Germany, è stato

Dettagli

Senato della Repubblica Commissione Igiene e sanità Roma. 19 marzo 2014

Senato della Repubblica Commissione Igiene e sanità Roma. 19 marzo 2014 Riccardo Saccardi, Banca Sangue Placentare Firenze Roberta Destro, Banca Sangue Placentare Padova Michele Santodirocco, Banca Sangue Placentare S. Giovanni Rotondo Senato della Repubblica Commissione Igiene

Dettagli

Si definiscono sinantropi quegli animali che, pur non appartenendo all uomo, ne condividono gli spazi e da cui possono trarre sostentamento.

Si definiscono sinantropi quegli animali che, pur non appartenendo all uomo, ne condividono gli spazi e da cui possono trarre sostentamento. EVENTO FORMATIVO Gli intrusi nella scuola Conoscerli per evitarli Dipartimento di Prevenzione - Servizi Veterinari Dott. Claudio Anconitani I volatili di interesse igienico sanitario Si definiscono sinantropi

Dettagli

SUSTAINABLE TRENDS scenari e tendenze di sostenibilità dall impresa alle scelte del consumatore

SUSTAINABLE TRENDS scenari e tendenze di sostenibilità dall impresa alle scelte del consumatore SUSTAINABLE TRENDS scenari e tendenze di sostenibilità dall impresa alle scelte del consumatore Introduzione Negli ultimi anni le scelte di acquisto dei consumatori, sono maggiormente orientate alla ricerca

Dettagli

curriculum aziendale borghini εstocchetti Grafica e editoria. pagina 1/6

curriculum aziendale borghini εstocchetti Grafica e editoria. pagina 1/6 pagina 1/6 Borghini & Stocchetti è uno studio di progettazione grafica che opera nel settore della comunicazione e del visual design dal 1996. Lo studio realizza progetti per editoria, comunicazione aziendale,

Dettagli

Rete Natura 2000 & IBA:

Rete Natura 2000 & IBA: Rete Natura 2000 & IBA: la rete europea per la biodiversità. La regione Lazio, un caso di successo. Testi e coordinamento progetto: Tullia Costa Supervisione scientifica: Claudio Celada e Giorgia Gaibani

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-08-2012 (punto N 22 ) Delibera N 767 del 27-08-2012 Proponente GIANNI SALVADORI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

II CONVEGNO ITALIANO RAPACI DIURNI E NOTTURNI

II CONVEGNO ITALIANO RAPACI DIURNI E NOTTURNI ASSOCIAZIONE FAUNISTI VENETI II CONVEGNO ITALIANO RAPACI DIURNI E NOTTURNI a cura di FRANCESCO MEZZAVILLA e FRANCESCO SCARTON Quaderni Faunistici - n. 3 L Associazione Faunisti Veneti (www.faunistiveneti.it,

Dettagli

COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita. RISULTATI CENSIMENTI ALLE SPECIE CAMOSCIO E MUFLONE s.v. 2012/2013

COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita. RISULTATI CENSIMENTI ALLE SPECIE CAMOSCIO E MUFLONE s.v. 2012/2013 COMPRENSORIO ALPINO CN2 Valle Varaita RISULTATI CENSIMENTI ALLE SPECIE CAMOSCIO E MUFLONE s.v. 2012/2013 - RELAZIONE TECNICA - A cura di Omar Giordano Giorgio Ficetto Tecnici faunistici C.A. CN2 PREMESSA

Dettagli

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620 Anno XLII Repubblica Italiana BOLLETTINO UFFICIALE della Regione Toscana Parte Prima n. 37 venerdì, 29 luglio 2011 Firenze Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620 Portineria

Dettagli

Le previsioni demografiche nell area fiorentina

Le previsioni demografiche nell area fiorentina Le previsioni demografiche nell area fiorentina Convegno nazionale: Persone, popolazioni, numeri Statistiche per le comunità locali Cagliari, 16-17 settembre 2010 Francesco Acciai Gianni Dugheri Serena

Dettagli

LA POPOLAZIONE IERI, OGGI E DOMANI

LA POPOLAZIONE IERI, OGGI E DOMANI LA POPOLAZIONE IERI, OGGI E DOMANI Trieste novembre 2012 Riproduzioni e stampe dovranno riportare in modo visibile la fonte e la proprietà dell informazione. Inoltre, su richiesta al Servizio Statistica

Dettagli

I FATTORI CHE DETERMINANO IL CLIMA

I FATTORI CHE DETERMINANO IL CLIMA UNITA N 10 I FATTORI CHE DETERMINANO IL CLIMA Quali sono i fattori che influenzano il clima? Si chiamano fattori climatici le condizioni che producono variazioni negli elementi del clima. Molto importante

Dettagli

West Nile Disease in Italia nel 2012

West Nile Disease in Italia nel 2012 19 luglio n. 3, 2012 West Nile Disease in Italia nel 2012 Introduzione Sorveglianza nelle specie avicole Situazione epidemiologica Sorveglianza entomologica Sorveglianza negli equidi Sorveglianza sulla

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLA FAUNA PRESENTE NELL OASI PROTETTA ATC 3 SAN COLOMBANO

RELAZIONE TECNICA SULLA FAUNA PRESENTE NELL OASI PROTETTA ATC 3 SAN COLOMBANO RELAZIONE TECNICA SULLA FAUNA PRESENTE NELL OASI PROTETTA ATC 3 SAN COLOMBANO L'ambiente: L'Oasi di San Colombano è situata nel parco collinare del Comune di San Colombano a 40 km. da Milano. Nonostante

Dettagli

Enrico CAIRO NIDIFICAZIONE DI RONDONE MAGGIORE APUS MELBA NELLA CITTÀ DI BERGAMO

Enrico CAIRO NIDIFICAZIONE DI RONDONE MAGGIORE APUS MELBA NELLA CITTÀ DI BERGAMO Riv. Mus. civ. Sc. Nat. E. Caffi BERGAMO, 25 2006 (2011), pp. 37-42 ISSN 0393-8700 Enrico CAIRO NIDIFICAZIONE DI RONDONE MAGGIORE APUS MELBA NELLA CITTÀ DI BERGAMO RIASSUNTO - Questa nota documenta il

Dettagli

Le procedure di valutazione dei Corsi di studio www.anvur.org

Le procedure di valutazione dei Corsi di studio www.anvur.org Le procedure di valutazione dei Corsi di studio www.anvur.org Roberto Torrini Direttore ANVUR Roberto.Torrini@anvur.org Una offerta formativa flessibile, orientata alle competenze, atta a migliorare l

Dettagli

FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES

FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES FIERI International and European Forum of Migration Research La Sapienza University of Rome Department of Demographic Science FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES Prof. Antonio Golini,

Dettagli

Regolazione del mercato del gas naturale in Italia:

Regolazione del mercato del gas naturale in Italia: Milano, 18 Marzo 2002 Regolazione del mercato del gas naturale in Italia: situazione e tendenze Paolo Caropreso Il Il quadro di regolazione Snam Rete Gas L evoluzione prevedibile Il quadro di regolazione

Dettagli

(Il ritorno del lupo sulle Alpi tra dubbi, realtà e bugie.)

(Il ritorno del lupo sulle Alpi tra dubbi, realtà e bugie.) Gestione faunistica Il lupo (di nuovo) tra noi di Andrea Mustoni*, Alessandro Brugnoli, Luca Pedrotti** (Il ritorno del lupo sulle Alpi tra dubbi, realtà e bugie.) IL RITORNO Grazie a diversi fattori,

Dettagli

Prime considerazioni sul progetto di marcatura dei fratini con geolocalizzatori in Abruzzo e stima della popolazione nidificante nella regione

Prime considerazioni sul progetto di marcatura dei fratini con geolocalizzatori in Abruzzo e stima della popolazione nidificante nella regione il Fratino: status, biologia e conservazione di una specie minacciata Prime considerazioni sul progetto di marcatura dei fratini con geolocalizzatori in Abruzzo e stima della popolazione nidificante nella

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. Andrea

Dettagli

Lega Autonomie Campania Associazione autonomie locali * Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali ANCREL Club dei Revisori

Lega Autonomie Campania Associazione autonomie locali * Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali ANCREL Club dei Revisori Lega Autonomie Campania Associazione autonomie locali * Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali ANCREL Club dei Revisori Con il patrocinio Ordine dei Dottori Commercialisti di Torre

Dettagli

Conservazione attiva e restauro di documenti sonori

Conservazione attiva e restauro di documenti sonori Sergio Canazza Università di Udine, sergio.canazza@uniud.it, http://www.uniud.it/dssd/afferenti/canazza Conservazione attiva e restauro di documenti sonori Conservazione attiva Rumore Restauro Tutela dei

Dettagli