PROGRAMMI WORKSHOP FORMATIVI COM-PA martedì 3 novembre 2009 L IMPATTO DEL WEB 2.0 E DEI SOCIAL MEDIA NELLA COMUNICAZIONE DELLA P.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMI WORKSHOP FORMATIVI COM-PA 2009. martedì 3 novembre 2009 L IMPATTO DEL WEB 2.0 E DEI SOCIAL MEDIA NELLA COMUNICAZIONE DELLA P.A."

Transcript

1 PROGRAMMI WORKSHOP FORMATIVI COM-PA 2009 martedì 3 novembre 2009 In collaborazione con: ASSOREL L IMPATTO DEL WEB 2.0 E DEI SOCIAL MEDIA NELLA COMUNICAZIONE DELLA P.A. Martedì 3 novembre DIEGO BIASI Gli obiettivi formativi del workshop partono dall analisi di come si possa colmare la distanza derivante dall arretratezza digitale della PA per ripensarne la comunicazione e proiettare la PA verso le performance d impresa attraverso un approccio più strutturato e moderno alla comunicazione con il cittadino. I Digital Media e il Web 2.0 rappresentano la nuova frontiera della comunicazione one to one, mentre emerge la richiesta sempre più pressante da parte del cittadino/cliente di un livello di servizio adeguato ai tempi di risposta guidato dalle nuove tecnologie e richiede alla PA una nuova configurazione della propria organizzazione nel comunicare in modo mirato e personalizzato. - L impatto del Web 2.0 e i cambiamenti di scenario nell e-government e nel dialogo tra istituzioni e cittadino: aspettative, opportunità e casi di successo - I nuovi info-mediari e il loro ruolo nella comunicazione tra PA e cittadino: giornali online, social media e blogosfera - Comunicare in modo efficace con giornalisti e blogger attraverso l ufficio stampa online Operatori della comunicazione di enti pubblici e istituzioni. Il Seminario ha come destinatari principali tutti gli addetti che operano nella comunicazione, sia dalla parte delle agenzie che hanno l occasione di confrontarsi con la PA come utenza, sia da parte degli addetti che lavorano nelle Pubbliche Amministrazioni e che devono confrontarsi con i cambiamenti nella comunicazione imposti dall avvento delle nuove tecnologie. In collaborazione con: FONDAZIONE POLITECNICO DI MILANO

2 I BISOGNI DI COMUNICAZIONE E COLLABORAZIONE EMERGENTI DALLA PA: VERSO NUOVI MODELLI ORGANIZZATIVI PER LA PROMOZIONE DELL INFORMAZIONE E DELLA PARTECIPAZIONE DEGLI STAKEHOLDER Martedì 3 novembre STEFANO MAINETTI La comunicazione, intesa come strumento di condivisione della conoscenza, rappresenta uno dei fattori abilitanti alla creazione di un nuovo modello di Pubblica Amministrazione che punti a valorizzare la relazione con i cittadini, in pieno accordo con quanto indicato dal piano egov 2012, oltre che a migliorare il funzionamento stesso dell Ente Pubblico. Il workshop ha l obiettivo di ripercorrere i cambiamenti che stanno attraversando l ecosistema della comunicazione partendo dall analisi di due grandi processi di cambiamento in atto. Il cambiamento dell ecosistema della comunicazione on line che con i nuovi modelli sociali di impiego delle ICT, il cosiddetto fenomeno del Web 2.0, sta modificando il modo di operare delle organizzazioni: le forme di governo centralizzate stanno lasciando spazio a strutture più aperte e decentrate. Il cambiamento della Pubblica Amministrazione che, coinvolta in un progressivo processo di decentramento amministrativo, è chiamata a cogliere obiettivi di efficienza interna e di efficacia nella gestione delle relazioni con il cittadino e le imprese. Gli impatti che le nuove modalità di impiego dei diversi strumenti di comunicazione possono avere sulla Pubblica Amministrazione sono molteplici: le reti sociali, la condivisione delle informazioni e la collaborazione emergente possono rappresentare una notevole opportunità per l integrazione con gli altri Enti, per l erogazione di servizi ai cittadini e per il loro coinvolgimento attivo nella vita pubblica, stimolando nuove forme di partecipazione. Molteplici sono le iniziative in corso di sviluppo, anche se non pochi sono gli ostacoli con cui le organizzazioni devono confrontarsi per attuarle: per il ruolo e le specificità di funzionamento dell Ente Pubblico e per la natura delle informazioni gestite, questa forma innovativa di utilizzo delle ICT comporta una valutazione attenta dei vincoli e dei rischi. Nell ambito del workshop, avvalendosi dei risultati prodotti dall Osservatorio Enterprise 2.0 della School of Management del Politecnico di Milano su un campione di indagine ristretto al settore della Pubblica Amministrazione, saranno illustrate le opportunità per la PA legate all impiego collaborativo delle ICT, evidenziandone le problematiche e proponendone una modalità di valutazione e gestione. Il workshop sarà articolato in 5 moduli principali. - I bisogni di comunicazione e collaborazione emergenti interni ed esterni alla PA - I nuovi modelli organizzativi per una PA partecipata ed efficiente - Il quadro di attuazione italiano dei progetti di PA I principali percorsi di attuazione dei progetti - Le tecnologie come fattore abilitante Il corso si rivolge agli Amministratori ed ai Dirigenti della PA, agli operatori della comunicazione pubblica (uffici stampa, comunicatori, operatori Urp, web content manager), a professionisti e specialisti del mercato dell offerta e alle persone che possono promuovere o influenzare lo sviluppo di iniziative innovative all interno delle Pubbliche Amministrazioni.

3 PUBBLICITA E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Martedì 3 novembre MAURO FERRARESI (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) Il Workshop ha lo scopo di esplicitare lo specifico della comunicazione pubblicitaria istituzionale, evidenziando i punti di convergenza e i punti di differenza con la pubblicità classica. Si tratta di comprendere meglio il modo di comunicare tipico delle amministrazioni, centrali, locali e periferiche. Struttura del programma - Introduzione al corso - Analisi e discussione di alcuni casi di comunicazione pubblicitaria istituzionale e classica - Approfondimenti teorici - Elaborazioni in aula - Conclusioni Il corso è destinato a tutti gli operatori della pubblicità e della comunicazione e in particolare a coloro che svolgono questa professione all interno della istituzione e delle amministrazioni, centrali, locali e periferiche.

4 In collaborazione con: FONDAZIONE POLITECNICO DI MILANO TECNOLOGIE OPEN SOURCES NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL RUOLO CHIAVE DELLA COMMUNITY Martedì 3 novembre EUGENIO CAPRA Il workshop mira a mettere in luce i reali vantaggi garantiti dall adozione di soluzioni open source nell ambito della Pubblica Amministrazione. Il fenomeno in questione è in forte crescita, basti pensare che i software repository liberamente accessibili online, cioè i collettori di progetti Open Source, stanno fiorendo con nuove comunità di utenti e sviluppatori (per esempio SourceForge conta ormai più di progetti), le più grandi aziende software del pianeta stanno investendo nell Open Source, e sempre più aziende stanno costruendo il loro business attorno all Open Source. Anche la pubblica amministrazione è molto interessata all Open Source. Basti pensare che circa il 60% del software in uso nelle PA è di questo tipo. In particolare, le applicazioni Open Source sono sempre più utilizzate come tool di sviluppo o come sottocomponenti di altre applicazioni. Il mondo Open Source ha infatti una grande prerogativa: quella di favorire lo sviluppo di strumenti simili ed interpretabili, grazie agli standard aperti, che permettono la creazione di servizi omogenei e integrati fra le diverse Pubbliche Amministrazioni. Il software Open Source inoltre fa sì che chi fornisce il software non sia più solamente un fornitore, ma diventi un partner del cliente e quindi della Pubblica Amministrazione. Si è soliti ritenere che uno dei principali vantaggi dell open source sia da individuare nella sua maggiore economicità in termini di minori costi di sviluppo, come conseguenza dei contributi volontari da parte della comunità. Uno degli obiettivi del workshop è quello di sfatare tale assunto, in quanto in realtà il software Open Source non è gratis per chi lo sviluppa. La progettazione e la gestione di applicazioni complesse, così come la scrittura di codice per funzioni altamente specifiche, richiedono sicuramente molto tempo e soprattutto un ingente sforzo di coordinamento. Infatti, come risulta da una ricerca recentemente condotta dal Dipartimento di Elettronica e Informazione del Politecnico di Milano, le applicazioni sviluppate in contesti più open hanno, a parità di dimensione, costi di sviluppo più elevati rispetto a quelle sviluppate in contesti più tradizionali. Tale maggior costo è determinato principalmente dal peso degli oneri organizzativi necessari per gestire la comunità e per coordinare tra loro gli sviluppatori. Pertanto i vantaggi dell Open Source vanno ricercati più in termini di efficacia che non di efficienza. In particolare l adozione dell Open Source induce un cambiamento culturale all interno dell organizzazione e stimola le persone a collaborare attivamente allo sviluppo di un progetto, facendo leva sul concetto di comunità. Quest ultimo elemento rappresenta infatti una preziosa fonte di feedback per gli sviluppatori e uno strumento di marketing molto efficace. Al contrario di quanto si possa pensare, il contributo in termini di codice che arriva dalla comunità è solitamente molto contenuto. La maggior parte del codice viene scritta da un nucleo molto ristretto di sviluppatori core, mentre i membri della comunità contribuiscono testando l applicazione, segnalando bachi, proponendo patch per chiudere i bachi aperti, traducendo nelle varie lingue le interfacce, gestendo il sito web e soprattutto fornendo feedback immediati sulle funzionalità e sui requisiti del progetto. Infatti i forum delle comunità più attive pullulano di commenti, discussioni, suggerimenti. Ciò permette un interazione rapida ed efficace fra utenti e sviluppatori producendo effetti positivi in termini di:

5 un coinvolgimento diretto ed una maggiore soddisfazione degli utenti una maggiore motivazione e gratificazione di sviluppatori ed amministratori Il workshop sarà articolato in 4 moduli principali: - Introduzione all Open Source - I vari modelli di progetti Open Source - Come cogliere i vantaggi della comunità di utenti - Esercitazione guidata su alcuni significativi progetti Open Source Il corso si rivolge ai Dirigenti della PA, a professionisti e specialisti del mercato dell offerta e alle persone che possono promuovere o influenzare lo sviluppo di iniziative innovative all interno delle Pubbliche Amministrazioni.

6 LOGICHE E STRUMENTI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITA DEI SERVIZI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Martedì 3 novembre GUIDO DI FRAIA (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) L ascolto dell utenza e la rilevazione della qualità percepita dei servizi rappresenta una delle indicazioni più qualificanti e innovative, rispetto alle tradizionali logiche di funzionamento della Pubblica Amministrazione, tra quelle contenute nelle disposizioni istitutive degli Uffici per le Relazioni con il Pubblico. Ma tale funzione risulta tra quelle concretamente meno attivate o svolte in modo più occasionale e meno pianificato. Alla base di questo stato delle cose, vi sono numerosi fattori, tra cui la molteplicità delle funzioni più generali a cui l ufficio è preposto a fronte di una generalizzata scarsità delle risorse (umane, formative, ecc.) su cui può contare; ma tra essi, un posto non secondario è anche rappresentato dalla difficoltà (culturale e organizzativa) di integrare quella che continua ad essere ritenuta una funzione collaterale e accessoria (secondaria rispetto al core business percepito dell ufficio) all interno delle prassi operative quotidiane degli Urp. L obiettivo del workshop è quello di presentare gli strumenti utilizzabili per la misurazione del grado di qualità percepita da parte dell utenza e di fornire gli skills necessari per effettuare rilevazioni continuative e ad hoc della stessa, in una logica di costante ottimizzazione dei servizi e fine tuning con l utenza. In modo particolare, attraverso la discussione di alcune best practies relative ad URP presenti sul territorio nazionale, verranno individuate e analizzate le possibili linee guida per la costruzione e la gestione di un sistema di ascolto e di rilevazione strutturata della qualità percepita dei servizi. Nel corso del work shop saranno affrontati i seguenti temi: - I fattori di qualità del servizio pubblico - Logiche dell ascolto e progettazione di strumenti per la rilevazione della qualità percepita delle attività e dei servizi nel settore pubblico - Presentazione di best practices riproducibili di strumenti e modelli organizzativi finalizzati alle attività di ascolto e di rilevazione del grado di soddisfazione dell utenza realizzati da Uffici Relazioni con il Pubblico della PA locale e centrale. - Amministratori e operatori pubblici, in particolare addetti URP - Studenti o Neolaureati di primo/secondo livello, provenienti in particolare da corsi di laurea in discipline della comunicazione pubblica o del marketing.

7 In collaborazione con: Gruppo Humanitas UFFICIO STAMPA 2.0: COME CAMBIA LA COMUNICAZIONE SANITARIA NELL'ERA INTERNET Martedì 3 novembre WALTER BRUNO LAURA CAPARDONI Nuove tecnologie, motori di ricerca, social network, portali e giornali on line hanno di fatto cambiato il contesto in cui ospedali e aziende sanitarie agiscono e comunicano con pazienti, media e stakeholder. Conoscere le opportunità di questi strumenti è fondamentale per pianificare attività di comunicazione e media relation efficaci. - Salute on-line: qualità dell informazione e fattore tempo - Blog e forum: i pazienti si confrontano e parlano di te - Caro dottore ti scrivo - Tempo di video - Uffici comunicazione e di staff di Asl, Aziende ospedaliere pubbliche e private - Urp - Studenti di discipline umanistiche orientati a lavorare nel settore sanitario

8 mercoledì 4 novembre 2009 COMUNICAZIONE INTERNA E RELAZIONI ORGANIZZATIVE Mercoledì 4 novembre ALESSANDRA MAZZEI (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) Gli obiettivi del workshop sono: 1) stimolare nei partecipanti l acquisizione di una prospettiva dinamica della comunicazione interna sempre più focalizzata sulle relazioni organizzative e orientata a: - supportare lo sviluppo della conoscenza e delle relazioni di alleanza - governare l insieme di iniziative e di strumenti di relazione e di interazione - attivare comportamenti di comunicazione proattivi in tutta l organizzazione 2) proporre un metodo di riflessione e di autodiagnosi sul sistema di comunicazione dell organizzazione di provenienza 3) sviluppare nei partecipanti competenze per impostare un piano di azioni per sviluppare le interazioni e le relazioni organizzative - Un modello di comunicazione interna orientato a generare risorse di conoscenza e a sviluppare relazioni di alleanza attiva con i collaboratori: finalità, interlocutori, processi, pratiche - Diagnosi del modello di comunicazione prevalente in un organizzazione - Impostazione di un piano di azioni per migliorare il sistema di comunicazione Il seminario è rivolto a professionisti che operano nell area della comunicazione in generale e della comunicazione interna in particolare che vogliano approfondire le proprie competenze nel settore specifico; a professionisti che operano in aree contigue alla comunicazione interna, come la gestione delle risorse umane, che vogliano estendere le proprie competenze in un settore che può rappresentare un ambito di evoluzione professionale.

9 In collaborazione con: FONDAZIONE POLITECNICO DI MILANO LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI NELLA NUOVA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARTECIPATA ED EFFICIENTE Mercoledì 4 novembre STEFANO MAINETTI La raccolta, la gestione e la condivisione delle informazioni è uno dei temi su cui sempre più si sta focalizzando l attenzione delle organizzazioni. Una delle leve per aumentare l efficienza e l efficacia della prestazione è proprio quella di recuperare e distribuire contenuti prima inesistenti (conoscenza implicita) o accessibili a poche persone (isole applicative). L obiettivo del workshop è quello di analizzare il tema dell Enterprise Information Management (EIM) individuando possibili modelli di utilizzo ottimale delle informazioni all interno della Pubblica Amministrazione, a partire dal supporto ai processi decisionali interni fino all utilizzo di conoscenza per erogare servizi operativi. Una gestione delle informazioni evoluta, per essere attuata all interno degli Enti Pubblici, richiede una delicata combinazione di scelte strategiche, organizzative e tecnologiche, che è importante pianificare attraverso un percorso consapevole: a partire dall analisi delle attività e delle procedure da cui i flussi informativi nascono, alla definizione delle strutture organizzative che li gestiscono fino ad arrivare alla progettazione dei sistemi informativi che li supportano (portali Intranet e Internet). Nell ambito del workshop, avvalendosi dei risultati prodotti dall Osservatorio Enterprise 2.0 della School of Management del Politecnico di Milano su un campione di indagine ristretto al settore della Pubblica Amministrazione, verrà fornito il quadro di attuazione dei progetti EIM evidenziando le migliore pratiche ad oggi presenti sul tema, saranno illustrate le principali opportunità e criticità legate all attuazione dei progetti di questo tipo proponendone una metodologia per il loro sviluppo e gestione. Il workshop sarà articolato in 5 moduli principali. - La gestione delle informazioni nella PA - Le tipologie di progetti: Intranet ed Internet - Il quadro di riferimento - Una metodologia per lo sviluppo e la gestione dei progetti - I casi di successo Il corso si rivolge agli Amministratori ed ai Dirigenti della PA, agli operatori della comunicazione pubblica (uffici stampa, comunicatori, operatori Urp, web content manager), a professionisti e specialisti del mercato dell offerta e alle persone che possono promuovere o influenzare lo sviluppo di iniziative innovative all interno delle Pubbliche Amministrazioni.

10 In collaborazione con: Università L. Bocconi Milano SPA E SRL SENZA DISTRIBUZIONE DI UTILI E COMUNI: COMUNICARE LA SUSSIDIARIETA ORIZZONTALE Mercoledì 4 novembre GIORGIO FIORENTINI ROBERTO RANDAZZO Il workshop si propone di declinare la sussidiarietà orizzontale in logica comunicativa e descrivere gli strumenti di comunicazione utili per la filiera sussidiaria. Il corso presterà particolare attenzione al ruolo della comunicazione pubblica e alla valorizzazione comunicativa della funzione dell impresa sociale come spa e srl senza distribuzione di utili. - La filiera sussidiaria e la filiera aziendale - L impresa sociale come spa e srl senza distribuzione di utili - Strumenti di comunicazione - Comunicatori pubblici dei comuni e delle regioni - Responsabili comunicazione imprese sociali

11 TECNICHE DI COMUNICAZIONE POLITICA DIGITALE. DAL SITO INTERNET ALL E-DEM 2.0 Mercoledì 4 novembre ALESSANDRO PAPINI (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) Il workshop verrà concentrato sulla visione analitica della comunicazione dei principali partiti nelle elezioni politiche degli ultimi due anni, in modo che i partecipanti possano verificare i diversi format comunicativi. Emergeranno le immagini, gli argomenti e i linguaggi utilizzati per colpire il cuore dell elettorato, rassicurandone le paure e le incertezze con toni forti o, al contrario, estremamente pacati e confidenziali. Il panorama delle campagne illustrate verte unicamente sulle campagne realizzate sui media classici, in quanto diversamente dai new media fruibili da tutto il pubblico dei potenziali elettori e destinatarie dei maggiori investimenti. Il workshop tratterà le seguenti tematiche: - La rivoluzione internet: dalla comunicazione all interazione digitale - Processi di politics: website methodology, web positioning, web advertising, - Il web 2.0 per la politica. - Tecniche ed esperienze di successo a confronto. Il seminario è rivolto ai portavoce, responsabile comunicazione, consulenti politici, responsabili relazioni esterne di PA e organizzazioni di pubblica utilità.

12 BRANDING A PRESIDENT. LA COMUNICAZIONE VINCENTE DI BARACK OBAMA. Mercoledì 4 novembre EMANUELE GABARDI (Università degli Studi di Milano) GIUSEPPE STIGLIANO La campagna elettorale di Obama è stata caratterizzata da numerose novità non soltanto in un uso accorto ed efficace dei new media. L immagine di Obama è stata costruita come quella di una marca di successo, a partire dal logo e da claim molto efficaci. Il workshop si propone quindi di analizzare i diversi aspetti di una grande operazione di marketing politico destinata ad influenzare il futuro delle competizioni elettorali per la sua capacità di impiegare coerentemente tutte le più moderne tecnologie della comunicazione. - Eisenhower, Kennedy e gli altri. Gli Stati Uniti come innovatori della comunicazione politica. - Il Brand Obama - L uso innovativo dei new media per Obama - La corsa alla Casa Bianca: le principali mosse di Obama e dei suoi concorrenti - La comunicazione di Obama presidente: Organizing for America. Professionisti della comunicazione che operano all interno dei partiti o che collaborano con essi in vari ruoli (pubblicitari, giornalisti, ecc.), studenti di Scienze politiche e di Scienze della comunicazione con interesse specifico alla propaganda politica.

13 COMUNICAZIONE INTERNA E SVILUPPO ORGANIZZATIVO: CRESCITA, CRISI, RIPRESA Mercoledì 4 novembre ALESSANDRA MAZZEI (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) Il corso parte dalla constatazione che le organizzazioni sono in continua evoluzione e che i cicli di cambiamento sono sempre più rapidi e talvolta repentini. L obiettivo del corso è favorire nei partecipanti lo sviluppo di competenze gestionali e relazionali per governare i processi di cambiamento che possono essere sia espansivi sia di riduzione. In tutte le fasi del cambiamento è necessario gestire l incertezza e le preoccupazioni dei collaboratori e favorire il realizzarsi del cambiamento stesso. - Sviluppo organizzativo e cambiamento: rischi, opportunità, resistenze, risorse - La comunicazione interna e la gestione delle relazioni organizzative per il cambiamento - Il processo di cambiamento: attivare le energie positive verso il fare - Le competenze di comunicazione e di gestione del manager e dei leader nei processi di cambiamento Responsabili Comunicazione interna, Risorse Umane, Formazione, Sviluppo organizzativo, Relazioni esterne impegnati a gestire progetti di cambiamento organizzativo.

14 TECNOLOGIE, SERVIZI E APPLICAZIONI DI ULTIMA GENERAZIONE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA Mercoledì 4 novembre GUIDO DI FRAIA (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) Ciò che maggiormente caratterizza la rivoluzione digitale è la straordinaria accelerazione dei processi di innovazione in tutti i settori coinvolti dal processo. Tale accelerazione rende oggettivamente difficile riuscire a cogliere le opportunità che essa offre in tempi sufficientemente rapidi per poter beneficiare effettivamente delle stesse prima che divengano obsolete, distinguendo, al contempo, tra quelle effettivamente in grado di offrire benefici significativi e quelle che invece, col senno di poi finiranno per apparire mode passeggere. Queste difficoltà presenti anche nel settore privato, rischiano di accentuarsi in ambito pubblico tradizionalmente meno rapido nel rispondere alle sollecitazioni dell ambiente. Muovendo da queste considerazioni, sul piano metodologico il workshop prende spunto da modelli di relazione (meno diffusi nel nostro paese di quanto non siano in altri contesti internazionali) finalizzati alla disseminazione dell innovazione tecnologica, che vedono l università come intermediatore qualificante tra i settori più avanzati della ricerca privata e la PA potenziale beneficiaria di tali innovazioni. Più nello specifico, esso è finalizzato a presentare i servizi di informazione, comunicazione e relazione con l utenza resi possibili da alcune tecnologie di ultima generazione connesse rispettivamente con l analisi semantica dei testi, e gli applicativi sviluppati per l Enterprise2.0. Il workshop sarà articolato secondo i seguenti 4 punti: breve presentazione degli aspetti teorico concettuali di due ambiti particolarmente interessanti dell innovazione tecnologica per la PA connessi rispettivamente con: o l analisi semantica del linguaggio naturale o la gestione globale dell informazione e della comunicazione (interna ed esterna) attraverso le logiche dell Enterprise web 2.0. approfondimento sugli strumenti e gli applicativi e i servizi implementabili a partire dalle innovazioni tecnologiche sopra ricordate in relazione, rispettivamente, a: o la messa a punto di servizi informativi multipiattaforma (mobile, internet, ecc.) a partire dagli applicativi di analisi automatizzata del linguaggio naturale o la gestione della comunicazione interna esterna e della relazione con il cittadino attraverso logiche di Enterprise 2.0 descrizione di alcune best practices di utilizzo avanzato delle tecnologie sopra ricordate nel settore pubblico, finalizzate ad evidenziarne le potenzialità e far emergere i modelli di implementazione e le logiche di gestione esportabili alle diverse realtà della PA.

15 esercitazione/discussione con i partecipanti rivolta a esplorare le possibilità di applicazione e gli step necessari ad implementare le soluzioni presentate all interno dei loro rispettivi contesti operativi. Il corso si rivolge a: - Dirigenti della PA - Operatori e responsabili Urp Operatori e responsabili di servizi informativi delle PPAA

16 giovedì 5 novembre 2009 CRISIS MANAGEMENT IN SANITÀ: ASPETTI RELAZIONALI E DI COMUNICAZIONE INTERNA ED ESTERNA Giovedì 5 novembre VINCENZO RUSSO (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) GABRIELLA PRAVETTONI (Università degli Studi di Milano) La finalità del corso è di fornire indicazioni pratiche e professionali relative alla gestione delle situazioni di crisi in sanità ed alla relativa comunicazione interna ed esterna. Spesso le aziende sanitarie rischiano di trovarsi impreparate nella gestione delle situazioni di crisi. Ancora troppo spesso, di fronte a situazioni impreviste e di crisi, si assiste ad una generale condizione di incomprensione, di impotenza e nel peggiore dei casi di negazione o di fuga (professionale ed organizzativa), lasciando il campo all arbitrarietà ed all improvvisazione delle azioni. La preparazione nella prevenzione e gestione delle condizioni di crisi richiede specifiche competenze professionali e relazionali, oltre che un adeguata preparazione organizzativa. La gestione delle situazioni di rischio prevede infatti un approfondita capacità di rilevamento dei segnali premonitori e (diagnosi), un adeguata pianificazione delle attività di prevenzione e di intervento (organizzazione) e una corretta abilità comunicativa. Il corso intende affrontare queste tematiche come singoli step per la gestione delle situazioni di crisi, soffermandosi prevalentemente sugli aspetti di gestione della comunicazione interna ed esterna e sulla gestione delle relazioni con pazienti e famiglie di pazienti coinvolti in particolari situazioni di crisi. - La gestione strategica delle crisi: aspetti organizzativi e gestionali - La comprensione dell origine delle crisi e degli errori per una corretta comunicazione - La gestione della comunicazione interna in caso di crisi - Il ruolo dell Ufficio Relazioni Pubbliche - Aspetti relazionali nella gestione delle situazioni di crisi con i pazienti e le famiglie dei pazienti - Aspetti strategici e pratici della comunicazione esterna in situazione di crisi Il corso è rivolto a Dirigenti di aziende sanitarie pubbliche e private, responsabili di dipartimenti, responsabili ed operatori di Uffici di Reazioni Pubbliche, responsabili ufficio stampa di aziende sanitarie.

17 BE-COM IL PIANO DI COMUNICAZIONE Mercoledì 4 novembre ALESSANDRA MAZZEI (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) La comunicazione è una funzione organizzativa e in quanto tale per massimizzarne l efficacia è indispensabile che venga gestita secondo metodi e tecniche manageriali quali la pianificazione. L obiettivo del corso è presentare approccio alla pianificazione come un processo organizzativo, che implica la gestione di relazioni e di impegni impiegando specifiche tecniche e metodi. - Le fasi del processo di pianificazione - I metodi e le tecniche utili in ciascuna fase - I principali aspetti organizzativi, gestionali e relazionali - Discussione di esempi Responsabili e operatori della comunicazione interna e ed esterna.

18 L EVENTO COME MOTORE DELLA COMUNICAZIONE Giovedì 5 novembre MAURO PECCHENINO L evento è oggi considerato uno degli strumenti più efficaci della comunicazione d impresa. Il Corso intende illustrare le modalità e le tecniche per organizzare un evento di successo nella Pubblica Amministrazione così come in qualsiasi altra impresa. Il Corso presenta i principali aspetti della ideazione e gestione di un evento: - Costruzione dell idea - Ricerca della sede - Scenografia - Grafica di un evento - Gestione del budget - L evento come contenitore della comunicazione - Il full communication event (FCE) - Le varie tipologie di evento - L evento a livello dei mercati internazionali Il workshop è destinato sia a coloro che vogliono lavorare nell ambito dell organizzazione degli eventi che a coloro che già lavorano in questo campo e vogliono approfondire le problematiche e il confronto tra Pubblica Amministrazione e privato in merito a questo strumento di comunicazione.

19 URP: STRUMENTI E STRATEGIE INNOVATIVE PER LA COMMUNICAZIONE E LA RELAZIONE COL CITTADINO Giovedì 5 novembre GUIDO DI FRAIA (Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm) Le trasformazioni che hanno caratterizzato e continuano ad interessare il mondo della Rete hanno rivoluzionato il modo di fare e di negoziare le comunicazioni e le relazioni a vario livello. Tali cambiamenti interessano da vicino anche il mondo delle PPAA che necessitano di aggiornarsi e utilizzare al meglio, nella comunicazione con i cittadini e, più in generale, con l utenza finale, i mezzi, i canali e soprattutto gli ambienti interattivi di ultima generazione. Per rispondere a questa esigenza diventa fondamentale conoscere logiche, dinamiche e modalità di utilizzo di questi strumenti anche e in special modo nella relazione con il cittadino. Obiettivo del workshop è quello di offrire un inquadramento concettuale rispetto allo scenario attuale connesso all uso e alla pervasività dei social media - e più in generale alla realtà del web e di fornire agli operatori Urp gli skill necessari per la progettazione e la pianificazione di strategie di comunicazione rivolte ai cittadini attraverso l uso degli strumenti offerti dalla Rete. Il workshop sarà articolato secondo i seguenti tre punti: breve presentazione degli aspetti teorico concettuali connessi alle logiche di socializzazione, condivisione e costruzione dei contenuti nei media di ultima generazione e negli ambienti interattivi che li caratterizzano (user generated content, ambienti di condivisione e collaborazione wiki, ecc.); approfondimento sugli strumenti e sulle principali utilities disponibili nel Web (2.0) utilizzabili nell ambito delle pubbliche amministrazioni, con particolare riguardo ai software open-source (blog, piattaforme di interazione wiki, myspace, SL etc) utilizzabili da parte degli uffici Urp per ottimizzare i processi informativi comunicativi e di relazione con gli utenti; descrizione delle best practices di uso e applicazioni delle logiche del web 2.0 nel settore pubblico finalizzate a far emergere i punti di forza e le aree di problematicità, i processi di implementazione all interno degli uffici Urp e le logiche di gestione esportabili ad altre PPAA. Il corso si rivolge a: - Dirigenti della PA - Operatori e responsabili di servizi rivolti all utenza - Dirigenti e operatori Urp - Operatori e responsabili di servizi informativi delle PPAA

COMUNICAZIONE ITALIANA

COMUNICAZIONE ITALIANA COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su carta, interagisce su internet, decide di persona. Edizioni Servizi Eventi COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su

Dettagli

GESTIRE I SOCIAL MEDIA

GESTIRE I SOCIAL MEDIA - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION GESTIRE

Dettagli

Formare i formatori al tempo della crisi

Formare i formatori al tempo della crisi Settembre 2013, anno VII N. 8 Formare i formatori al tempo della crisi di Giusi Miccoli 1 La situazione della formazione e confronto con l Europa La crisi economica e finanziaria che da alcuni anni colpisce

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Corso di Aggiornamento Professionale Coordinatori dei Processi di AutoValutazione PREMESSA

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI

NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI NETWORK MANAGEMENT e COPROGETTAZIONE dei SERVIZI Master Universitario di II Livello, Anno Accademico 2014/2015 PERCHÉ QUESTO MASTER Le trasformazioni dei sistemi di welfare locale Nel corso degli ultimi

Dettagli

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione.

Verso una Coop 2.0. Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione. Verso una Coop 2.0 Media e comunicazione nelle imprese cooperative: tecnologie comunicative, pratiche e partecipazione Agata Meneghelli Obiettivi ricerca Che potenzialità hanno i nuovi media digitali per

Dettagli

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE fondazione cuoa business school dal 1957 Il punto di riferimento qualificato

Dettagli

2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13) non consecutivi, per un totale di 24 ore di formazione

2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13) non consecutivi, per un totale di 24 ore di formazione COME IDEARE E PROGETTARE UN SITO VINCENTE PER L'IMPRESA TURISTICA Ottenere un sito web efficace di ultima generazione Durata 2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13) non consecutivi, per un totale di 24

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

Challenge Network Gamification

Challenge Network Gamification Challenge Network Gamification Gamification - Premessa L introduzione di concetti come: punti, livelli e sfide all interno di un percorso formativo, incoraggia gli utenti ad investire il proprio tempo,

Dettagli

AREA MARKETING E COMUNICAZIONE

AREA MARKETING E COMUNICAZIONE AREA MARKETING E COMUNICAZIONE Si tratta di un area particolarmente centrale del nostro settore, che punta a sviluppare le capacità comunicative e le tecniche di marketing (anche quelle non convenzionali),

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore Il progetto in breve Questo percorso formativo si propone di formare 25 persone in modo da aumentarne la capacità

Dettagli

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Convegno di studio La biometria entra nell e-government Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Alessandro Alessandroni Cnipa alessandroni@cnipa.it Alessandro Alessandroni è Responsabile

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

SCENARIO DIGITALE, ASCOLTO DELLA RETE E DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA

SCENARIO DIGITALE, ASCOLTO DELLA RETE E DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION SCENARIO

Dettagli

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO Il corso di formazione, promosso dall Organizzazione Internazionale per

Dettagli

Il social network. dei professionisti della salute

Il social network. dei professionisti della salute Il social network dei professionisti della salute Chi è Sanitanova Sanitanova è un azienda leader nel panorama italiano nella formazione, consulenza e progettazione di modelli organizzativi, da sempre

Dettagli

E il momento di iniziare: le fondamenta del fundraising

E il momento di iniziare: le fondamenta del fundraising ENGAGEDin propone corsi di formazione per le organizzazioni che vogliono avviare o sviluppare la propria attività di raccolta fondi attraverso la crescita delle proprie competenze, la discussione di casi

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP

Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino. Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP Dialogare con il cliente esterno ed interno per un miglior servizio al cittadino Giusi Miccoli - Amministratore Unico ASAP CHI È ASAP ASAP Società in house della Regione Lazio Finalità Formazione del personale

Dettagli

I SOCIAL MEDIA GESTIRE. 29 Novembre 2013 / 30 Novembre 2013 Z2112.4 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION

I SOCIAL MEDIA GESTIRE. 29 Novembre 2013 / 30 Novembre 2013 Z2112.4 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION GESTIRE

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007 Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni UO MONITORAGGIO E ANALISI REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della

Dettagli

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA PROGETTARE IN EUROPA Risultati attesi La partecipazione ad un bando europeo presuppone, prima di tutto, lo sviluppo di un idea progettuale contenutisticamente

Dettagli

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove

Affianchiamo l imprenditore ed i suoi collaboratori nella gestione della complessità nella quale l azienda quotidianamente si muove Dr. Mario Venturini Professionista operante in conformità alla Legge n. 4 del 14 /01/2013 Certified Management Consultant - Socio qualificato APCO-CMC n 2003/0042 Affianchiamo l imprenditore ed i suoi

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO Corso di alta formazione FORMULA INTENSIVA 7 venerdì non consecutivi di lezione in aula DOPPIA EDIZIONE: TORINO 1 EDIZIONE DAL 31 GENNAIO

Dettagli

COMMUNICATION MIX MANAGEMENT:

COMMUNICATION MIX MANAGEMENT: PERCORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER IL PERSONALE CAMERALE COMMUNICATION MIX MANAGEMENT: SCEGLIERE E GESTIRE IN MODO INTEGRATO TUTTI GLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE DELLA CAMERA APRILE GIUGNO 2011

Dettagli

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce PROVINCIA DI LECCE SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE SERVIZIO INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce Il nuovo portale istituzionale, che oggi presentiamo, è

Dettagli

BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione -

BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione - BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione - Laboratorio operativo sugli strumenti di Business, Marketing & Reputation,per aumentare la visibilità e il potere attrattivo delle aziende on-line SCENARIO Ogni giorno

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

RELAZIONE ATTIVITÀ I SEMESTRE A.A. 2014-2015

RELAZIONE ATTIVITÀ I SEMESTRE A.A. 2014-2015 RELAZIONE ATTIVITÀ I SEMESTRE A.A. 2014-2015 Breve introduzione La Commissione Accompagnamento al Lavoro del Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali (Management & Information Technology), muovendo dalle

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia MARKETING MANAGEMENT Master serale Anno Accademico 2010-2011 Master universitario di primo livello Facoltà di Economia Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale del

Dettagli

Corso in Store Management

Corso in Store Management in collaborazione con presenta Corso in Store Management EDIZIONE SICILIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE In un mondo del lavoro altamente competitivo, nel quale l offerta turistica è molto vasta e i clienti possono scegliere tra

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

il contesto INNOVARE PER COMPETERE LE CHIAVI PER AFFRONTARE LA COMPLESSITÀ www.cfmt.it

il contesto INNOVARE PER COMPETERE LE CHIAVI PER AFFRONTARE LA COMPLESSITÀ www.cfmt.it il contesto www.cfmt.it Ormai abbiamo capito tutti che questa non è una crisi ma una transizione, sfidante ma al contempo fonte di opportunità. Bisogna però avere coraggio e determinazione. Occorre anticipare

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

MANAGER. e la COMUNICAZIONE. Strategie, metodi e nuove tecnologie

MANAGER. e la COMUNICAZIONE. Strategie, metodi e nuove tecnologie Il MANAGER e la COMUNICAZIONE Strategie, metodi e nuove tecnologie Manuale per sviluppare le competenze individuali e facilitare il flusso comunicativo all interno e all esterno dell organizzazione Indice

Dettagli

MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA

MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA Il contesto di riferimento verso cui muove l incontro formativo parte dall assunto che il Web è un acceleratore di visibilità

Dettagli

2014 / 2015 Marketing sales & communication WEB WRITING Z2104. Edizione autunnale 2014

2014 / 2015 Marketing sales & communication WEB WRITING Z2104. Edizione autunnale 2014 WEB WRITING 2014 / 2015 Marketing sales & communication Z2104 Edizione autunnale 2014 5 NOVEMBRE 6 NOVEMBRE 2014 REFERENTE SCIENTIFICO Mauro Miccio, docente incaricato di Sociologia della Comunicazione

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

Big Data e Customer Engagement

Big Data e Customer Engagement 2013 Big Data e Customer Engagement Una Ricerca di: Novembre 2013 SOMMARIO PRINCIPALI RISULTATI DELLO STUDIO 2 INTRODUZIONE 5 COSA SONO I BIG DATA 5 PERCHÉ I BIG DATA SONO DIVENTATI IMPORTANTI 6 ADOZIONE

Dettagli

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna A r e a F o r m a z i o n e U n a p r o p o s t a f o r m a t i v a p e r i l t e r z o s e t t o r e C o m e f a r e p r o g e t t a z i o n e A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia

Dettagli

DALL IDEA AL PITCH: COME DARE VITA AD UNA STARTUP - PROGETTO PER SUPPORTARE LA CREAZIONE DI NUOVE STARTUP E LO SVILUPPO DELLE NUOVE AZIENDE MANTOVANE

DALL IDEA AL PITCH: COME DARE VITA AD UNA STARTUP - PROGETTO PER SUPPORTARE LA CREAZIONE DI NUOVE STARTUP E LO SVILUPPO DELLE NUOVE AZIENDE MANTOVANE DALL IDEA AL PITCH: COME DARE VITA AD UNA STARTUP - PROGETTO PER SUPPORTARE LA CREAZIONE DI NUOVE STARTUP E LO SVILUPPO DELLE NUOVE AZIENDE MANTOVANE Obiettivi del progetto Un percorso per chi decide di

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR MASTER 2013 Tecnologie digitali e metodologie sullo spettacolo direttore scientifico da Antonella Ottai Il Centro Teatro Ateneo, insieme con il Dipartimento

Dettagli

Per essere utili, ovunque

Per essere utili, ovunque MASTER IN ECONOMIA DELLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ANNO ACCADEMICO 2013-2014 In collaborazione con Per essere utili, ovunque LINK CAMPUS UNIVERSITY VIA NOMENTANA, 335 00162 Roma Tel: + 39

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo Essere leader nella Green Economy Percorso formativo L urgenza di innovare il modello produttivo e di mercato che ha causato la crisi economica e ambientale che stiamo vivendo, sta aprendo spazi sempre

Dettagli

Studio Staff R.U. S.r.l. Consulenti di Direzione REFERENZE AREA FORMAZIONE Nell ambito della propria strategia di crescita, lo Studio Staff R.U. ha da sempre riservato un ruolo importante alle attivitàdi

Dettagli

L AGENZIA, CHI SIAMO, LE NOSTRE QUALITÀ IL NOSTRO LAVORO I NOSTRI SERVIZI CI HANNO SCELTO CONTATTI

L AGENZIA, CHI SIAMO, LE NOSTRE QUALITÀ IL NOSTRO LAVORO I NOSTRI SERVIZI CI HANNO SCELTO CONTATTI L AGENZIA, CHI SIAMO, LE NOSTRE QUALITÀ Ma&Mi è un agenzia di comunicazione a servizio completo, dove differenti professionalità si mettono al servizio del cliente per creare valore e per supportare lo

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

ACCELERARE LO SVILUPPO

ACCELERARE LO SVILUPPO ACCELERARE LO SVILUPPO Metodi e strumenti operativi per il sostegno e lo sviluppo d impresa Novembre - Dicembre 2012 Il percorso si pone l obiettivo di fornire una formazione tecnica di alto livello, di

Dettagli

I VANTAGGI. Flessibilità

I VANTAGGI. Flessibilità E-LEARNING E-LEARNING La proposta E-Learning della suite Agorà di Dedagroup A CHI SI RIVOLGE L OFFERTA fornisce al cliente un sistema complementare di formazione a distanza sui prodotti della suite Agorà

Dettagli

Formazione e Sviluppo

Formazione e Sviluppo Lo Scenario Equitalia è la società a totale controllo pubblico (51% Agenzia delle entrate e 49% Inps), nata il 1 ottobre del 2006 e incaricata dell esercizio dell attività di riscossione di tributi, contributi

Dettagli

INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale

INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale INFORMA srl Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale Attività Informa - Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale opera dal 1988. Certificato ISO 9001 dal dicembre 1997. E la scuola per dirigenti,

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO PERCORSO FORMATIVO PART TIME E MODULARE IN COLLABORAZIONE CON MAGGIO LUGLIO 2016 CUOA Business

Dettagli

27 Giugno 2014 Z2120.6 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

27 Giugno 2014 Z2120.6 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION REPUTAZIONE

Dettagli

PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016

PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016 PERCORSO EXECUTIVE IN MANAGEMENT PUBBLICO A.A. 2015-2016 Negli ultimi anni le amministrazioni pubbliche, e in particolar modo le Regioni, sono coinvolte in un processo di forte cambiamento dettato dalla

Dettagli

Struttura e contenuti del progetto

Struttura e contenuti del progetto Struttura e contenuti del progetto GLI OBIETTIVI Sales Innovation & Management si propone di fornire stimoli e strumenti nuovi per accrescere le conoscenze e le competenze nella gestione di reti commerciali.

Dettagli

Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line

Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line Social Media: Nuovi modelli di Marketing e Vendita on-line Enrico Bertoldo Marketing Director Stefano Marongiu Customer Segment Manager Andrej Crnjaric Social Media Specialist 2009 Amadeus IT Group SA

Dettagli

Le fasi di un percorso di consultazione online

Le fasi di un percorso di consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Le fasi di un percorso di consultazione online Autore: Angela Creta, Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER LA CLASSE DIRIGENTE COOPERATIVA IL BISOGNO CHE VOGLIAMO SODDISFARE Accompagnare amministratori e manager delle

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

WEB WRITING. 17 Aprile / 18 Aprile 2013 Z2104 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION

WEB WRITING. 17 Aprile / 18 Aprile 2013 Z2104 AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA MARKETING, SALES & COMMUNICATION WEB

Dettagli

BRAND ED EVENTI. Tra queste in particolare

BRAND ED EVENTI. Tra queste in particolare 1 CHI SIAMO comevoi, nata nel 2011, è un'agenzia di comunicazione composta da un gruppo di soci che vantano esperienza decennale nel campo dell editoria e della comunicazione. MISSION La nostra missione

Dettagli

BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2012. La migliore comunicazione digitale PRIMA EDIZIONE L INIZIATIVA

BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2012. La migliore comunicazione digitale PRIMA EDIZIONE L INIZIATIVA BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2012 NC Digital Awards La migliore comunicazione digitale PRIMA EDIZIONE L INIZIATIVA ADC Group, la casa editrice delle più autorevoli pubblicazioni specializzate

Dettagli

COMUNICAZIONE PER L INNOVAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

COMUNICAZIONE PER L INNOVAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COMUNICAZIONE PER L INNOVAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Corso di Alta Formazione - Pubblica Amministrazione, Sanità e No Profit Premessa E comprovato che in ogni organizzazione la formazione riveste

Dettagli

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale

Lindt Academy. Percorso di Formazione Manageriale Academy Lindt Academy Percorso di Formazione Manageriale EDIZIONE 2010-2011 Academy Da dove siamo partiti Dal desiderio di definire un percorso che miri a soddisfare i fabbisogni formativi di giovani con

Dettagli

SDA Bocconi School of Management per Unindustria Reggio Emilia. Percorso formativo per Responsabili Sistemi Informativi"

SDA Bocconi School of Management per Unindustria Reggio Emilia. Percorso formativo per Responsabili Sistemi Informativi SDA Bocconi School of Management per Unindustria Reggio Emilia Percorso formativo per Responsabili Sistemi Informativi" 1 Il percorso formativo 2 L idea della formazione per Unindustria Reggio Emilia In

Dettagli

Investire nel valore e nell identità del Liceo economico-sociale

Investire nel valore e nell identità del Liceo economico-sociale Investire nel valore e nell identità del Liceo economico-sociale Lezioni economico-sociali Programma di aggiornamento dei docenti 11/11/2013 1 Il Progetto Nel 2011 nasce il progetto di accompagnamento

Dettagli

BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2013. La migliore comunicazione digitale SECONDA EDIZIONE L INIZIATIVA

BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2013. La migliore comunicazione digitale SECONDA EDIZIONE L INIZIATIVA BANDO ANNUAL DELLA COMUNICAZIONE DIGITALE 2013 NC Digital Awards La migliore comunicazione digitale SECONDA EDIZIONE L INIZIATIVA ADC Group, la casa editrice delle più autorevoli pubblicazioni specializzate

Dettagli

Case history Miss Broadway

Case history Miss Broadway E giunto il momento per i brand di non preoccuparsi più dei social media, ma solo di goderne i benefici. Case history Miss Broadway Paglieri Sell System Miss Broadway http://www.missbroadway.it/ http://www.facebook.com/miss.broadway.makeup

Dettagli

Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato

Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato Il Citizen Relationship Management ai primi passi in Italia Un confronto pubblico-privato A cura di Thomas Schael e Gloria Sciarra (irso e Butera e Partners) Il Citizen Relationship Management (CRM) in

Dettagli

www.osservatori.net - CHI SIAMO

www.osservatori.net - CHI SIAMO Virtual Workspace ed Enterprise 2.0: prospettive e barriere di una rivoluzione annunciata Mariano Corso Politecnico di Milano www.osservatori.net - CHI SIAMO Nati nel 1998, gli Osservatori ICT della School

Dettagli

Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM. di CANELLA Cecilia

Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM. di CANELLA Cecilia Libera Università di Lingue e Comunicazione di CANELLA Cecilia La missione dell Università IULM Creare professionisti per l Europa attraverso una preparazione fondata su l approfondita conoscenza della

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

Master in marketing e comunicazione

Master in marketing e comunicazione Master in marketing e comunicazione Il Master intende fornire i fondamenti metodologici per operare in un settore in continua evoluzione come quello del marketing. Oggi la saturazione dei mercati impone

Dettagli

Corsi di formazione. Ventidue srl - News & Events / corporate@nexthr.it

Corsi di formazione. Ventidue srl - News & Events / corporate@nexthr.it Corsi di formazione 2014 Ventidue srl - News & Events / corporate@nexthr.it 16 ore Social & Antonio INCORVAIA digital STRATEGIES 26-27/2 MI *18/6 MI 8-9/10 Mi *fast edition 38 anni, laureato in Architettura

Dettagli

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia Analizzare e gestire il CAMBIAMENTO tramite lo strumento e la metodologia LA GESTIONE DEL CAMBIAMENTO Le aziende sono sempre più di frequente poste di fronte al cambiamento. Oggi ai manager si richiede

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico:

Dettagli

Professione Welfare. Gestione e sviluppo del welfare in azienda CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Milano - II edizione

Professione Welfare. Gestione e sviluppo del welfare in azienda CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Milano - II edizione CORSO DI ALTA FORMAZIONE Professione Welfare Gestione e sviluppo del welfare in azienda Milano - II edizione Università Cattolica del Sacro Cuore ALTIS - Alta Scuola Impresa e Società 6 giornate di lezione

Dettagli

PROGETTARE E REALIZZARE LA COMUNICAZIONE CON IL PUBBLICO INTERNO

PROGETTARE E REALIZZARE LA COMUNICAZIONE CON IL PUBBLICO INTERNO PROGETTARE E REALIZZARE LA COMUNICAZIONE CON IL PUBBLICO INTERNO 2014 / 2015 Marketing sales & communication Z2124.3 Formula weekend 13 NOVEMBRE 15 NOVEMBRE 2014 OBIETTIVI Il seminario si propone di trasmettere

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli