DECRETO LEGISLATIVO 231/01

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DECRETO LEGISLATIVO 231/01"

Transcript

1 DECRETO LEGISLATIVO 231/01 Il Decreto Legislativo 231/2001 ha introdotto per la prima volta nell ordinamento giuridico italiano il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche in dipendenza di reato. La responsabilità degli Enti, formalmente amministrativa, ha natura sostanzialmente penale perché: (i) deriva da reato, (ii) viene accertata con le garanzie del procedimento penale, (iii) comporta l applicazione di sanzioni afflittive (sino all interdizione definitiva dall esercizio dell attività). Essa è autonoma: si aggiunge a quella della persona fisica che ha realizzato materialmente il fatto illecito. Persone Fisiche + Enti Si introduce una forma di responsabilità a carico di società ed altri enti associativi, che prevede sanzioni formalmente di natura amministrativa ma di particolare afflittività e quindi di natura sostanzialmente penale La Società è responsabile per reati commessi da soggetti con potere di impegnare l ente, i c.d. soggetti in posizione apicale (o da persone a questi sottoposte) nell interesse o a vantaggio dell Ente stesso Presupposti della responsabilità Presupposto per la responsabilità della Società è la commissione:

2 di specifiche fattispecie di reato da parte dei soggetti apicali o dei soggetti sottoposti a loro direzione e vigilanza nell interesse o a vantaggio della società, nonché: il non avere predisposto misure idonee ad evitare che il fatto delittuoso venisse commesso. 1/4 2011//DECRETO LEGISLATIVO 231/01 Le fattispecie di reato I reati previsti dal D.Lgs. 231/2001 sono sintetizzabili in quattro grandi aree di appartenenza: 1. Reati contro la Pubblica Amministrazione 2. Reati societari e finanziari 3. Omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime commessi con violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro 4. Altri reati (reati informatici, delitti con finalità di terrorismo ) Recentemente sono stati introdotti nuovi reati, quali la violazione delle norme su marchi e brevetti; l associazione criminale; l agevolazione all immigrazione clandestina ecc. Esistono inoltre diverse proposte di legge che prevedono l ulteriore ampliamento del novero dei reati, includendo tra l altro: alcuni illeciti ambientali (inquinamento prodotto dagli impianti industriali - gestione dei rifiuti), in materia di privacy e reati fiscali.

3 Le sanzioni SANZIONI PECUNIARIE La sanzione pecuniaria è determinata sulla base della gravità del reato commesso e del grado di responsabilità riconosciuto al soggetto giuridico tenuto conto delle attività poste in essere dall ente per mitigare o prevenire la commissione di illeciti. LE SANZIONI PECUNIARIE PREVISTE ARRIVANO FINO A SANZIONI INTERDITTIVE CONFISCA Interdizione dall esercizio dell attività; Sospensione o revoca di autorizzazioni, licenze e concessioni relative alla commissione dell illecito; Divieto di contrarre con la P.A.; Esclusione o revoca di finanziamenti, contributi e sussidi; Divieto di pubblicizzare beni e servizi. Del prezzo o del profitto derivante dal reato commesso. PUBBLICAZIONE DELLA SENTENZA 2/4 2011//DECRETO LEGISLATIVO 231/01 La condizione esimente Il D.Lgs 231/01 ha attribuito rilevanza giuridica ai Modelli. La loro implementazione e la loro dimostrata efficacia nella prevenzione dei reati rappresentano lo strumento per mitigare o escludere la responsabilità della Società. Pertanto l Ente può essere riconosciuto esente da responsabilità se prova che:

4 Ha adottato ed attuato efficacemente MODELLI idonei a prevenire la commissione dei reati Ha affidato ad un PROPRIO ORGANISMO INTERNO, dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo, il compito di vigilare sul funzionamento, l osservanza e l aggiornamento costante dei modelli Le persone che hanno commesso l illecito hanno eluso fraudolentemente i Modelli Non vi è stata da parte dell organismo di controllo omessa o insufficiente vigilanza L adozione di Modelli e la loro idoneità a prevenire i reati, anche se non costituisce un obbligo per l Ente, rappresenta lo strumento per limitare o escludere il coinvolgimento penale della Società. 2011//DECRETO LEGISLATIVO 231/01 3/4 Attori e responsabilità

5 Organo Amministrativo: Soggetto tenuto alla formale adozione e alla successiva efficace attuazione del Modello è l organo dirigente dell Ente, vale a dire l organo titolare del potere di amministrazione: il Consiglio di Amministrazione. Management: Benché non espressamente richiamato nel Decreto, il Management aziendale, ovvero i responsabili operativi aziendali ai vari livelli, è responsabile di assicurare la concreta attuazione del Modello e il rispetto delle regole in esso contenute. E inoltre responsabile di assicurare che il personale sottoposto alla propria direzione e vigilanza allinei i propri comportamenti alle regole indicate nel Modello.

6 4/4

Dlgs D.lgs. 231/01. e Modelli di organizzazione, gestione e controllo

Dlgs D.lgs. 231/01. e Modelli di organizzazione, gestione e controllo Dlgs D.lgs. 231/01 Responsabilità amministrativa delle società e Modelli di organizzazione, gestione e controllo 1 D.lgs. 231/2001: introduce 2 grandi novità per l ordinamento italiano (Necessità di allinearsi

Dettagli

LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001. 28 aprile 2009

LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001. 28 aprile 2009 LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001 28 aprile 2009 Relatore: Co-relatore: Avv. Riccardo Nalin Ing. Andrea Semino D. LGS. 231/2001 Responsabilità Amministrativa Persone Giuridiche

Dettagli

INCONTRO SUL TEMA: D. LGS. N. 81/2008, ART. 300

INCONTRO SUL TEMA: D. LGS. N. 81/2008, ART. 300 INCONTRO SUL TEMA: D. LGS. N. 81/2008, ART. 300 La norma applica a tutti i casi di omicidio colposo o lesioni colpose gravi o gravissime, commessi con violazione delle norme sulla salute e sicurezza sul

Dettagli

Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01

Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01 Studio Porcaro Commercialisti Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa dipendente da reato delle persone giuridiche Studio Porcaro Commercialisti

Dettagli

RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE

RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE D&D srl offre servizi di consulenza per la responsabilità d impresa (D. Lgs. n. 231/01) e la privacy agli Enti, alle PMI e alle

Dettagli

La responsabilità penale dell amministratore e del legale rappresentante di una società

La responsabilità penale dell amministratore e del legale rappresentante di una società La responsabilità penale dell amministratore e del legale rappresentante di una società Se non vi è prova certa su queste condizioni, il proprietario di un azienda. risponde anche penalmente dell operato

Dettagli

Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza

Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza Corso di aggiornamento per coordinatori CEFAS 13 febbraio 2013 Ing. Giancarlo Napoli e Dott. Sandro Celli Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza Responsabilità amministrativa delle persone

Dettagli

ICT SECURITY N. 52 Gennaio/Febbraio 2007 Sicurezza informatica e responsabilità amministrativa degli enti. Autore: Daniela Rocca

ICT SECURITY N. 52 Gennaio/Febbraio 2007 Sicurezza informatica e responsabilità amministrativa degli enti. Autore: Daniela Rocca Sommario - I fatti illeciti a vantaggio o nell interesse dell organizzazione - Le fattispecie di reato rilevanti - I modelli di organizzazione e controllo e la mappatura dei processi a rischio Il D. Lgs.

Dettagli

Il decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa Prima parte

Il decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa Prima parte S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO SISTEMI DI COMPLIANCE E DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001 Il decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa Prima parte Avv. Francesco Santi 1 20

Dettagli

D.lgs. 231/2001 Modelli di Organizzazione. CONFAPI Bari, 19 novembre 2010

D.lgs. 231/2001 Modelli di Organizzazione. CONFAPI Bari, 19 novembre 2010 D.lgs. 231/2001 Modelli di Organizzazione CONFAPI Bari, 19 novembre 2010 Decreto Legislativo 231/2001 Ha introdotto la c.d. responsabilità amministrativa e penale delle Società. Reato Responsabilità individuale

Dettagli

Il sistema delle sanzioni per le violazioni delle norme sulla sicurezza

Il sistema delle sanzioni per le violazioni delle norme sulla sicurezza Il sistema delle sanzioni per le violazioni delle norme sulla sicurezza Milano, 21 ottobre 2010 Conseguenze derivanti dalla inosservanza delle norme sulla sicurezza NORMATIVA SANZIONE CODICE DEI CONTRATTI

Dettagli

Modifiche al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231

Modifiche al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 Articolo 300 D.Lgs. 81/08 Modifiche al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 1. L articolo 25-septies del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231, è sostituito dal seguente: «Art. 25-septies (Omicidio

Dettagli

FONDAZIONE PONTIROLO ONLUS INTERCOMUNALE Via Alessandro Volta n. 4-20090 Assago (MI) Tel 02/45.700.758. - Fax 02/89.77.06.74.

FONDAZIONE PONTIROLO ONLUS INTERCOMUNALE Via Alessandro Volta n. 4-20090 Assago (MI) Tel 02/45.700.758. - Fax 02/89.77.06.74. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE EX D.Lgs. n. 231/01 DELLA FONDAZIONE PONTIROLO ONLUS INTERCOMUNALE Approvato dal Consiglio d Amministrazione con deliberazione n. 16 del 06.10.2015 1 Cronologia delle

Dettagli

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. n. 231/2001

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. n. 231/2001 Studio Bolzoni Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. n. 231/2001 Introduzione Il decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 ha introdotto nell ordinamento italiano la responsabilità degli

Dettagli

Obblighi Amministrativi ed enti di erogazione: come gestirli

Obblighi Amministrativi ed enti di erogazione: come gestirli Assemblea Annuale di Assifero Venezia 7 Maggio 2010 Obblighi Amministrativi ed enti di erogazione: come gestirli Avv. Roberto Randazzo Sommario La Responsabilità Amministrativa degli Enti ex D.Lgs. 231/2001

Dettagli

- I Modelli Organizzativi Dott. Lorenzo G. Pascali lorenzo.pascali@scons.it

- I Modelli Organizzativi Dott. Lorenzo G. Pascali lorenzo.pascali@scons.it La Corporate Governance nelle recenti best practices - I Modelli Organizzativi Dott. Lorenzo G. Pascali lorenzo.pascali@scons.it 27 Febbraio 2012 1 INTRODUZIONE Con il D. Lgs. 231/2001, il legislatore

Dettagli

D.LGS. 231/01: responsabilità penale-amministrativa degli enti

D.LGS. 231/01: responsabilità penale-amministrativa degli enti D.LGS. 231/01: responsabilità penale-amministrativa degli enti Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231, recante la Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società

Dettagli

Decreto legislativo 231/01 e Sistemi di Gestione

Decreto legislativo 231/01 e Sistemi di Gestione Decreto legislativo 231/01 e Sistemi di Gestione Ivo Caldera Coordinatore Gruppo di Studio AFI Sicurezza e Igiene Ambientale RISK MANAGEMENT E BUSINESS CONTINUITY Milano, 26 marzo 2015 26/03/15 Ivo Caldera

Dettagli

Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01

Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01 Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01 1 1. PREMESSA Il presente documento costituisce il Modello di Organizzazione e di Gestione ex D.Lgs. n. 231/2001, che sarà adottato dal CORISA- CONSORZIO DI RICERCA

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001 n. 231 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2001)

DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001 n. 231 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2001) DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001 n. 231 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2001) Disciplina della responsabilita' amministrativa delle persone giuridiche, delle societa' e delle

Dettagli

Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project

Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project IL MANUALE È AD USO ESCLUSIVO DEI CORSISTI: NE È VIETATA LA RIPRODUZIONE 1 Il D.Lgs. 231/01 Il D.Lgs.

Dettagli

IL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO

IL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO Studio Legale Associato Tosello & Partners Modello D.Lgs. 231/01 integrato con l art. 30 D.Lgs. 81/08 La responsabilità degli amministratori per mancata adozione del Modello 231 secondo la giurisprudenza

Dettagli

deleghe di responsabilità Roberto Frigerio Presidente Comitato Affari Legali Federchimica

deleghe di responsabilità Roberto Frigerio Presidente Comitato Affari Legali Federchimica D.Leg. 231/01 e Testo Unico sulla Sicurezza; deleghe di responsabilità Roberto Frigerio Presidente Comitato Affari Legali Federchimica Schema della Presentazione 1) Il Comitato Affari Legali di Federchimica

Dettagli

SALVI SAPONARA & ASSOCIATI

SALVI SAPONARA & ASSOCIATI Via Tibullo 10-00193 Roma Tel (+39) o6 97996050 Fax (+39) 06 97996056 D.lgs 231/01 e responsabilità amministrativa (penale) delle società. Sostanziale obbligo di adozione di specifici modelli organizzativi

Dettagli

Il Sistema di Gestione della Sicurezza e Salute sul Lavoro OHSAS 18000:2007 e il Modello di Organizzazione e Controllo secondo il D.Lgs.

Il Sistema di Gestione della Sicurezza e Salute sul Lavoro OHSAS 18000:2007 e il Modello di Organizzazione e Controllo secondo il D.Lgs. Convegno ASACERT Il Sistema di Gestione della Sicurezza e Salute sul Lavoro OHSAS 18000:2007 e il Modello di Organizzazione e Controllo secondo il D.Lgs. 231/01 Centro Congressi Relaisfranciacorta 20 marzo

Dettagli

L impatto del Decreto Legislativo 231/01 sui sistemi informativi. Michele Crudele www.crudele.it 2011-04

L impatto del Decreto Legislativo 231/01 sui sistemi informativi. Michele Crudele www.crudele.it 2011-04 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN INFORMATION SECURITY MANAGEMENT 8ª EDIZIONE, ROMA FEBBRAIO 2011- SETTEMBRE 2011 ICT Risk Management Aspetti legali L impatto del Decreto Legislativo 231/01 sui sistemi informativi

Dettagli

Benefici della Certificazione Sicurezza OHSAS 18001:2007

Benefici della Certificazione Sicurezza OHSAS 18001:2007 Benefici della Certificazione Sicurezza OHSAS 18001:2007 Premessa Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle

Dettagli

Il quadro sanzionatorio per il datore di lavoro per violazione delle norme. salute dei lavoratori

Il quadro sanzionatorio per il datore di lavoro per violazione delle norme. salute dei lavoratori Il quadro sanzionatorio per il datore di lavoro per violazione delle norme in materia di sicurezza e tutela della salute dei lavoratori Bastia Umbra, 21 maggio 2012 dr. Armando Mattioli Art. 15. (Misure

Dettagli

1/2 (e non può comunque essere superiore ad Euro 103.291,38)

1/2 (e non può comunque essere superiore ad Euro 103.291,38) FAQ sul MOG 1. Che cos è il D. Lgs. 231/2001? Il D. Lgs. 231/2001 entrato in vigore il 4 luglio 2001, individua le disposizioni normative concernenti la disciplina della responsabilità amministrativa delle

Dettagli

Circolare Informativa

Circolare Informativa Circolare Informativa Spett. Clienti, Loro Sedi Treviso, il 7 marzo 2010 RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA PER LE SOCIETÀ DI CAPITALI EX D.LGS. N.231/2001 CERTIFICAZIONE SICUREZZA AZIENDALE OHSAS 18001 Ricordiamo

Dettagli

MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE

MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE Presentazione MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE ex D.Lgs. 231/01 Pag 1 di 6 PREMESSA Con l introduzione nell ordinamento giuridico italiano del D.Lgs. 8 giugno 2001, n.231 qualsiasi soggetto giuridico

Dettagli

Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da

Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da Indice Introduzione Formazione Parte 1 Cosa prevede la legge Principali riferimenti legislativi

Dettagli

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 Studio Legale avv. Paolo Savoldi Bergamo, Via G. Verdi 14 Oggetto del Decreto 231/01 Il Decreto 231/01

Dettagli

IL D.LGS. 231/2001 STUDIO QUAGLIA & ASSOCIATI

IL D.LGS. 231/2001 STUDIO QUAGLIA & ASSOCIATI IL D.LGS. 231/2001 INTRODUZIONE Su delega legislativa il Governo italiano ha emanato il D.lgs. 231/2001 intitolato Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società

Dettagli

Indice SEZIONE PRIMA...3 PREMESSA...3. I Soggetti...4. I Reati...5. Le Sanzioni...6 ADOZIONE DEI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE...

Indice SEZIONE PRIMA...3 PREMESSA...3. I Soggetti...4. I Reati...5. Le Sanzioni...6 ADOZIONE DEI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE... MODELLO ORGANIZZATIVO D. Lgs. 231/2001 Data emissione: Luglio 2006 Indice SEZIONE PRIMA...3 PREMESSA...3 I Soggetti...4 I Reati...5 Le Sanzioni...6 ADOZIONE DEI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE...8

Dettagli

Meda 26-27 novembre 2014. Gruppo Poltrona Frau. Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti

Meda 26-27 novembre 2014. Gruppo Poltrona Frau. Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti Meda 26-27 novembre 2014 Gruppo Poltrona Frau Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti Agenda Prima parte Il D.Lgs. n. 231/2001 1. La norma 2. Le misure sanzionatorie

Dettagli

Responsabilità amministrativa degli enti ex D.Lgs. 231/01 nei gruppi (internazionali) e nell attività transfrontaliera

Responsabilità amministrativa degli enti ex D.Lgs. 231/01 nei gruppi (internazionali) e nell attività transfrontaliera Responsabilità amministrativa degli enti ex D.Lgs. 231/01 nei gruppi (internazionali) e nell attività transfrontaliera Avv. Davide Nervegna Responsabile Area Legale e Normativa Assosim Milano, 10 novembre

Dettagli

BREVE SINTESI DEL MOGC

BREVE SINTESI DEL MOGC BREVE SINTESI DEL MOGC 1. Il d.lgs. 231/01 Con il decreto legislativo 231 del 2001 è stata introdotta la responsabilità amministrativa degli enti in conseguenza di reati commessi o tentati, da soggetti

Dettagli

OHSAS 18001: 2007 un nuovo Standard

OHSAS 18001: 2007 un nuovo Standard SALUTE & SICUREZZA nelle Strutture Sanitarie OHSAS 18001: 2007 un nuovo Standard Modena, 09-10-08 Franco Pugliese SG Formaz. SG Manutenz. SGSL SG L. 231/01 SGA SGQ Il D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 ha introdotto

Dettagli

REATI DI RICETTAZIONE, RICICLAGGIO E IMPIEGO DI DENARO

REATI DI RICETTAZIONE, RICICLAGGIO E IMPIEGO DI DENARO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO ai sensi del D.lgs 8 giugno 2001 n. 231 Parte Speciale E REATI DI RICETTAZIONE, RICICLAGGIO E IMPIEGO DI DENARO di Fujitsu Technology Solutions S.p.A. Vers.

Dettagli

FONDAZIONE PIEMONTESE PER LA RICERCA SUL CANCRO - ONLUS. Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D. Lgs.

FONDAZIONE PIEMONTESE PER LA RICERCA SUL CANCRO - ONLUS. Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D. Lgs. FONDAZIONE PIEMONTESE PER LA RICERCA SUL CANCRO - ONLUS Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D. Lgs. 231/2001 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS.

Dettagli

La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013.

La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013. La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013. Il D.l. 14 agosto 2013, n. 93, entrato il vigore lo

Dettagli

Aloja&Partners. Consulenza Penale alle Aziende - D. LGS. 231

Aloja&Partners. Consulenza Penale alle Aziende - D. LGS. 231 Aloja&Partners Consulenza Penale alle Aziende - D. LGS. 231 Aloja&Partners Consulenza Penale alle Aziende - D. LGS. 231 Consulenza penale alle aziende ex D.lgs. 231/01 1.1 Attività di consulenza e gestione

Dettagli

L applicazione del D.Lgs 231/2001

L applicazione del D.Lgs 231/2001 L applicazione del D.Lgs 231/2001 Prof. Avv.Dario Soria Dottore Commercialista Scuola di formazione Aldo Sanchini White collar crimes prevention and punishment Roma, 10 Giugno 2010 Indice La responsabilità

Dettagli

D.LGS. 231/2001: ADEMPIMENTI NELL AMBITO DELLA COMPLIANCE AZIENDALE Torino, 1 dicembre 2011

D.LGS. 231/2001: ADEMPIMENTI NELL AMBITO DELLA COMPLIANCE AZIENDALE Torino, 1 dicembre 2011 D.LGS. 231/2001: ADEMPIMENTI NELL AMBITO DELLA COMPLIANCE AZIENDALE Torino, 1 dicembre 2011 REATI INFORMATICI (artt. 24bis D. Lgs. 231/2001) Dott. Carlo SALOMONE Gruppo 231 ODCEC Torino Ivrea Pinerolo

Dettagli

Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001. Presentazione

Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001. Presentazione Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001 Presentazione Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 Disciplina della responsabilità amministrativa

Dettagli

La responsabilità amministrativa ex D.Lgs. 231/01 e il Modello di organizzazione, gestione e controllo in materia di salute e sicurezza sul lavoro

La responsabilità amministrativa ex D.Lgs. 231/01 e il Modello di organizzazione, gestione e controllo in materia di salute e sicurezza sul lavoro La responsabilità amministrativa ex D.Lgs. 231/01 e il Modello di organizzazione, gestione e controllo in materia di salute e sicurezza sul lavoro Gabriella Cazzola Direzione Legale e Contenzioso Firenze

Dettagli

ERM Enterprise Risk Management Gestione del Rischio di impresa e modelli di compliance; COSO Framework

ERM Enterprise Risk Management Gestione del Rischio di impresa e modelli di compliance; COSO Framework ERM Enterprise Risk Management Gestione del Rischio di impresa e modelli di compliance; COSO Framework Gazoldo degli Ippoliti MN_28 nov 2014 Dr. Giancarlo Campilli_Resp. Divisione Formazione 1 Di cosa

Dettagli

Compliance aziendale Ex D.lgs. 231/01

Compliance aziendale Ex D.lgs. 231/01 Compliance aziendale Ex D.lgs. 231/01 Consultec Srl Cos è il D.Lgs. n. 231/01 Il D.Lgs. n. 231/2001 ha introdotto nel nostro ordinamento il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

Dettagli

Infortuni sul lavoro: il modello 231 e la certificazione OHSAS 18001 quali presidi della business continuity

Infortuni sul lavoro: il modello 231 e la certificazione OHSAS 18001 quali presidi della business continuity Infortuni sul lavoro: il modello 231 e la certificazione OHSAS 18001 quali presidi della business continuity uu Luca Mazzanti *, Luca Romagnoli ** * Avvocato, Studio Legale Mazzanti, Bologna, Fondatore

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Adottato ai sensi del Decreto Legislativo 231 del 2001 SINTESI DEL MODELLO INDICE SOMMARIO I. IL DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001: PRESUPPOSTI NORMATIVI

Dettagli

Nufarm Italia S.r.l MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001

Nufarm Italia S.r.l MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001 Nufarm Italia S.r.l MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001 Il presente documento ha lo scopo di illustrare il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo adottato

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001. LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE PERSONE GIURIDICHE, DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI

DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001. LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE PERSONE GIURIDICHE, DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE DELLA QUALITÀ Corso di formazione DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001. LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE PERSONE GIURIDICHE, DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI Unitelma Sapienza e

Dettagli

Modello di Organizzazione, gestione e controllo Sintesi

Modello di Organizzazione, gestione e controllo Sintesi Adottato ai sensi del Decreto Legislativo 231 del 2001 Approvato dall Amministratore Unico il 20/04/2015 Indice Sommario Premessa e note introduttive alla lettura del documento...2 1. Il Decreto Legislativo

Dettagli

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo. ai sensi del D. Lgs. 231/2001

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo. ai sensi del D. Lgs. 231/2001 Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/2001 1 Le origini del decreto 1977 (USA): Foreign Corrupt Practices Act 1995 (UE): Convenzione sulla tutela finanziaria delle Comunità

Dettagli

IL CORRETTIVO AL TESTO UNICO DELLA SICUREZZA

IL CORRETTIVO AL TESTO UNICO DELLA SICUREZZA IL CORRETTIVO AL TESTO UNICO DELLA SICUREZZA I modelli di organizzazione e gestione ex art. 30 D. Lgs. 81/08 in connessione con il D. Lgs. 231/01 Pesaro, Hotel Flaminio, 12 febbraio 2010 Collegio Provinciale

Dettagli

Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica,

Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, Decreto Legislativo 231/2001 Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità

Dettagli

STILMAS MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX D.LGS. N. 231/2001¹

STILMAS MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX D.LGS. N. 231/2001¹ STILMAS MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX D.LGS. N. 231/2001¹ ¹ Approvato dall Assemblea dei Soci di Stilmas S.p.A. in data 6 marzo 2012 INDICE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI PARTE GENERALE

Dettagli

Sisthema & Analisi S.r.l. Titolo

Sisthema & Analisi S.r.l. Titolo Titolo LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETA E I MODELLI ORGANIZZATIVI D. Lgs. 231/01 e s.m.i., CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA SICUREZZA SUL LAVORO E AGLI ILLECITI AMBIENTALI Viterbo, 09/02/2012

Dettagli

4. Modello in tema di tutela della sicurezza sul lavoro

4. Modello in tema di tutela della sicurezza sul lavoro 4. Modello in tema di tutela della sicurezza sul lavoro 4.1 Previsioni del d.lgs. 81/2008 Il d.lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 ha sostanzialmente innovato la legislazione in materia di sicurezza e salute

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi Luglio 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Trenitalia S.p.A. ha approvato con delibera del 23 febbraio 2005 il Modello di

Dettagli

I Sistemi di Gestione della Sicurezza dalla legge 123/07 al nuovo Testo Unico

I Sistemi di Gestione della Sicurezza dalla legge 123/07 al nuovo Testo Unico I Sistemi di Gestione della Sicurezza dalla legge 123/07 al nuovo Testo Unico Art.11. della legge 300/2000 Delega al Governo per la disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO: CASTELLO DI CARTE O CASSETTA DEGLI ATTREZZI PER UNA GESTIONE EFFICACE?

REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO: CASTELLO DI CARTE O CASSETTA DEGLI ATTREZZI PER UNA GESTIONE EFFICACE? 13 Salone della qualità e sicurezza sul lavoro REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO: CASTELLO DI CARTE O CASSETTA DEGLI ATTREZZI PER UNA GESTIONE EFFICACE? Dott. Ing. Massimo

Dettagli

La soluzione al D.Lgs. 231/2001, distinguendosi. Network231 è un marchio registrato di LF ITALIA S.r.l. Piazza Quattro Novembre, 7 - Milano

La soluzione al D.Lgs. 231/2001, distinguendosi. Network231 è un marchio registrato di LF ITALIA S.r.l. Piazza Quattro Novembre, 7 - Milano La soluzione al D.Lgs. 231/2001, distinguendosi Il contesto legislativo Come noto, con il D.Lgs. 231/01, il Legislatore ha introdotto nell ordinamento italiano un regime di responsabilità diretta a carico

Dettagli

LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETA E I MODELLI ORGANIZZATIVI, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA SICUREZZA SUL LAVORO

LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETA E I MODELLI ORGANIZZATIVI, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA SICUREZZA SUL LAVORO LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETA E I MODELLI ORGANIZZATIVI, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA SICUREZZA SUL LAVORO Studio Candussi & Partners Università di Udine 30 aprile 2009 Lo Studio Candussi

Dettagli

CUOA 17 marzo 2008 ANALISI DEI BENEFICI E DEI COSTI RELATIVI ALL APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA 231/01. Relatore Guido Zanardi Studio Koncerto - Verona

CUOA 17 marzo 2008 ANALISI DEI BENEFICI E DEI COSTI RELATIVI ALL APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA 231/01. Relatore Guido Zanardi Studio Koncerto - Verona CUOA 17 marzo 2008 ANALISI DEI BENEFICI E DEI COSTI RELATIVI ALL APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA 231/01 Relatore Guido Zanardi Studio Koncerto - Verona Il Modello Organizzativo Analisi dei benefici e dei

Dettagli

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Corporate Governance La Corporate Governance è l insieme dei processi per indirizzare

Dettagli

Novità e aggiornamenti D.Lgs. 231/2001

Novità e aggiornamenti D.Lgs. 231/2001 Novità e aggiornamenti D.Lgs. 231/2001 Evoluzione della normativa e della giurisprudenza Dr. Ennio Battistoli Milano, 15 gennaio 2015 D.Lgs. 231/2001 Il Decreto in sintesi Prevede la responsabilità degli

Dettagli

Consulenza Civile e Penale alle aziende Consulenza penale alle aziende ex D.lgs. 231/01

Consulenza Civile e Penale alle aziende Consulenza penale alle aziende ex D.lgs. 231/01 Consulenza Civile e Penale alle aziende Consulenza penale alle aziende ex D.lgs. 231/01 1) L attivita legale esterna- Outsorcing D impresa Un azienda all avanguardia per migliorare la propria produttività

Dettagli

Buongiorno tutti sono l Avv. Maria SINAGRA e vi parlerò di RESPONSABILITÀ ED OBBLIGHI GIURIDICI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

Buongiorno tutti sono l Avv. Maria SINAGRA e vi parlerò di RESPONSABILITÀ ED OBBLIGHI GIURIDICI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Buongiorno tutti sono l Avv. Maria SINAGRA e vi parlerò di RESPONSABILITÀ ED OBBLIGHI GIURIDICI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO INIZIAMO COL DARE UNA DEFINIZIONE AL CONCETTO DI RESPONSABILITÀ PENALE

Dettagli

Legge 3 agosto 2007, n. 123. Prime indicazioni applicative. Ai Signori Direttori degli SPISAL delle Aziende ULSS del Veneto LORO SEDI

Legge 3 agosto 2007, n. 123. Prime indicazioni applicative. Ai Signori Direttori degli SPISAL delle Aziende ULSS del Veneto LORO SEDI Legge 3 agosto 2007, n. 123. Prime indicazioni applicative. Ai Signori Direttori degli SPISAL delle Aziende ULSS del Veneto LORO SEDI Facendo seguito alla informativa trasmessa dalla scrivente Direzione

Dettagli

Organi di Vigilanza e Sistema sanzionatorio. Dott. Leonardo SCATURRO

Organi di Vigilanza e Sistema sanzionatorio. Dott. Leonardo SCATURRO Organi di Vigilanza e Sistema sanzionatorio Dott. Leonardo SCATURRO Organi di Vigilanza S.Pre.S.A.L. - Azienda Sanitaria Locale Chi è? Ente che fa parte del Dipartimento di Prevenzione delle A.S.L. Quale

Dettagli

AQM incontra le imprese 27 Gennaio 2012

AQM incontra le imprese 27 Gennaio 2012 ucci UTILIZZO DI FINANZIAMENTI INAIL SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA, MODELLI 231 SEMPLIFICATI PER LA PREVENZIONE DEI REATI SULLA SICUREZZA AQM incontra le imprese 27 Gennaio 2012 AGENDA Il Bando

Dettagli

1.1 La responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica

1.1 La responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica PARTE GENERALE 1. Il Decreto Legislativo n. 231/2001 1.1 La responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica Il D.Lgs

Dettagli

Mittel S.p.A. Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.lgs. 231/01 SINTESI DEL MODELLO

Mittel S.p.A. Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.lgs. 231/01 SINTESI DEL MODELLO Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.lgs. 231/01 SINTESI DEL MODELLO Sintesi - Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.lgs. 231/01 Aggiornamento Aprile 2013 1 INDICE SINTETICO

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

Applicazione del Testo Unico sulla Privacy: Responsabilità e sistema sanzionario Pagina 1 di 8. a cura di. Data Ufficio E-learning

Applicazione del Testo Unico sulla Privacy: Responsabilità e sistema sanzionario Pagina 1 di 8. a cura di. Data Ufficio E-learning Pagina 1 di 8 M.2 RESPONSABILITÀ E SISTEMA SANZIONATORIO a cura di Data Ufficio E-learning Gruppo Data Ufficio Spa Pagina 2 di 8 INDICE DOCUMENTO M2. RESPONSABILITÀ E SISTEMA SANZIONATORIO...3 1. Le sanzioni...3

Dettagli

VERONA, 20 Settembre 2010. Ing. Flavia Lepore Senior Inspector HSE. - Copyright Bureau Veritas

VERONA, 20 Settembre 2010. Ing. Flavia Lepore Senior Inspector HSE. - Copyright Bureau Veritas Il modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/01 e il reato connesso ad omicidio o lesioni personali gravi e gravissime in violazione di norme sulla prevenzione degli infortuni

Dettagli

PRINCIPI DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE ex D. Lgs. n. 231 del 8 giugno 2001. ( Modello 231 )

PRINCIPI DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE ex D. Lgs. n. 231 del 8 giugno 2001. ( Modello 231 ) PRINCIPI DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE ex D. Lgs. n. 231 del 8 giugno 2001 ( Modello 231 ) Approvato dal Consiglio di Amministrazione il 23 settembre 2014 SINTESI Sede Legale Via Bronzino 9,

Dettagli

FORMAZIONE E DIFFUSIONE. Codice Documento: MOG 231 PFD

FORMAZIONE E DIFFUSIONE. Codice Documento: MOG 231 PFD FORMAZIONE E DIFFUSIONE Codice Documento: MOG 231 PFD 1 COPIA CONTROLLATA N 1 REV. BREVE DESCRIZIONE E COMMENTO DATA 0 EMISSIONE 22/02/2012 1 REVISIONE 03/12/2013 2 3 4 5 Tutti i cambiamenti sono sottoposti

Dettagli

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S 35131 PADOVA - Piazzale Stazione n. 6 - tel. 049.8759866-049.654879 - fax 049.8753348 C.F./P.IVA 04351050283 avvocati@studiolegaletosello.it

Dettagli

L ILLECITO TRIBUTARIO

L ILLECITO TRIBUTARIO L ILLECITO TRIBUTARIO Costituisce illecito tributario ogni inosservanza degli obblighi attinenti al rapporto giuridico d imposta. Trattasi di fatti giuridicamente rilevanti da cui l ordinamento tributario

Dettagli

Modello Organizzativo di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/01

Modello Organizzativo di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/01 Modello Organizzativo di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/01 PARTE GENERALE Pagina 1 di 13 INDICE PARTE GENERALE 1. PREMESSA 3 2. STRUTTURA DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 3 3. DESTINATARI

Dettagli

Valutatori (auditor) di Sistemi di Gestione per la Qualità, la Sicurezza e l Ambiente

Valutatori (auditor) di Sistemi di Gestione per la Qualità, la Sicurezza e l Ambiente Valutatori (auditor) di Sistemi di Gestione per la Qualità, la Sicurezza e l Ambiente La responsabilità d impresa D.lgs. 231/01 Docente: http:// massimo@massimofarina.it La responsabilità d impresa D.lgs.

Dettagli

IL D.LGS. 231/01 ED IL RUOLO DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

IL D.LGS. 231/01 ED IL RUOLO DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO IL REATO DI LESIONI COLPOSE IN AMBITO DI SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO E RESPONSABILITÀ DELL IMPRESA AI SENSI DELL ART. 25-SEPTIES D.LGS. 231/01 IL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Fatturazione elettronica verso le P.A. Archiviazione ottica sostitutiva e adempimenti Privacy

Fatturazione elettronica verso le P.A. Archiviazione ottica sostitutiva e adempimenti Privacy Fatturazione elettronica verso le P.A. Archiviazione ottica sostitutiva e adempimenti Privacy A cura di: Cristiano Cavallari Grottaferrata, 27 febbraio 2015 Viale Nazioni Unite 3, 00046 Grottaferrata (Roma)

Dettagli

Dott. Antonio Terracina

Dott. Antonio Terracina Procedure semplificate per l adozione dei modelli organizzativi e gestionali ai sensi dell art. 30 del D.lgs 81/08 e s.m.i. da parte delle PMI (DM 13/2/2014) Dott. Antonio Terracina La SSL nel D. Lgs.

Dettagli

RESPONSABILITA' DI EMISSIONE, VERIFICA ED APPROVAZIONE

RESPONSABILITA' DI EMISSIONE, VERIFICA ED APPROVAZIONE Pag. 1 di 5 01 Integrazione DM 13.02.2014, revisione tabella evidenze, Giugno 2014 modalità di individuazione interesse / vantaggio, par. Compiti e responsabilità 00 Prima emissione Luglio 2013 Revisione

Dettagli

Modello 231. Parte Generale. f.to Il Presidente. Gestione delle copie. Copia N Tipo Copia Uso Copia. controllata. NON controllata

Modello 231. Parte Generale. f.to Il Presidente. Gestione delle copie. Copia N Tipo Copia Uso Copia. controllata. NON controllata Modello 231 Adozione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 Parte Generale EMISSIONE Il Consiglio di Amministrazione f.to Il Presidente APPROVAZIONE L organismo

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ DA REATO DELLE SOCIETÀ ALLA LUCE DEL T.U. SULLA SICUREZZA SUL LAVORO

LA RESPONSABILITÀ DA REATO DELLE SOCIETÀ ALLA LUCE DEL T.U. SULLA SICUREZZA SUL LAVORO DECRETO LEGISLATIVO n. 81 del 9 aprile 2008 UNICO TESTO NORMATIVO in materia di salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori LA RESPONSABILITÀ DA REATO DELLE SOCIETÀ ALLA LUCE DEL T.U. SULLA SICUREZZA

Dettagli

PREMESSE. - soggetti che occupano una posizione apicale all interno dell ente ( ossia chi esercita, anche di fatto, le funzioni di rappresentanza,

PREMESSE. - soggetti che occupano una posizione apicale all interno dell ente ( ossia chi esercita, anche di fatto, le funzioni di rappresentanza, 1. Il regime di responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per i reati commessi nel loro interesse ai sensi del D.Lgs. n. 231 del 2001 Il D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 (di seguito Decreto ),

Dettagli

MODELLO 231. (Parte generale) Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 febbraio 2016. Documento inserito nel PGS Progetto Governo Societario

MODELLO 231. (Parte generale) Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 febbraio 2016. Documento inserito nel PGS Progetto Governo Societario MODELLO 231 (Parte generale) Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 febbraio 2016 Documento inserito nel PGS Progetto Governo Societario INDICE SOMMARIO Premessa..4 Definizioni...6 Ambito normativo

Dettagli

LA LEGGE, LA TECNOLOGIA E LA SICUREZZA DEI DATI E DEI SISTEMI: DALLA NORMATIVA SULLA PRIVACY AI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI CONTROLLO

LA LEGGE, LA TECNOLOGIA E LA SICUREZZA DEI DATI E DEI SISTEMI: DALLA NORMATIVA SULLA PRIVACY AI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI CONTROLLO LA LEGGE, LA TECNOLOGIA E LA SICUREZZA DEI DATI E DEI SISTEMI: DALLA NORMATIVA SULLA PRIVACY AI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI CONTROLLO Avv. Giorgio Spedicato CHI SONO Managing Partner dello studio legale

Dettagli

INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI

INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI RHRG00 INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI Rev. 01 2014.10.20 Pagine 10 Pagina 1 RHRG00 REVISIONE 01 INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI RAVENNA HOLDING S.P.A. Via Trieste, 90/A - 48122 Ravenna

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE EX D.LGS 231/01. VICINI S.p.A.

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE EX D.LGS 231/01. VICINI S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE EX D.LGS 231/01 VICINI S.p.A. INDICE PRIMA PARTE... 4 1) Il decreto legislativo n. 231/ 2001... 4 2) La struttura del decreto... 4 3) Sanzioni applicabili... 7 4) Azioni

Dettagli

Formazione Sicurezza 231. Dott.ssa Alessia Sozio

Formazione Sicurezza 231. Dott.ssa Alessia Sozio Formazione Sicurezza 231 Dott.ssa Alessia Sozio L applicazione del D.Lgs. 231/2001 Il D.Lgs. n. 231/2001 ha introdotto nel nostro ordinamento il principio della responsabilità amministrativa delle persone

Dettagli

Avv. Carlo Autru Ryolo

Avv. Carlo Autru Ryolo Gestione della responsabilità amministrativa L'apparato organizzativo della D.Lgs. 231/01 e il Sistema di Gestione della Responsabilità Amministrativa L'APPARATO ORGANIZZATIVO DELLA D.LGS. 231/01 Disciplina

Dettagli

IDEALSERVICE. Principi e linee guida del Modello 231. Codice Etico Idealservice D.Lgs. 231/2001 Pagina 2

IDEALSERVICE. Principi e linee guida del Modello 231. Codice Etico Idealservice D.Lgs. 231/2001 Pagina 2 IDEALSERVICE Principi e linee guida del Modello 231 Codice Etico Idealservice D.Lgs. 231/2001 Pagina 2 INDICE 1.0 PRESENTAZIONE... 5 2.0 IL DECRETO LEGISLATIVO N 231/2001... 6 2.1 Normativa di riferimento...

Dettagli

Circolare informativa: settore consulenza aziendale - tributaria

Circolare informativa: settore consulenza aziendale - tributaria Bosin & Maas & Stocker Wirtschaftsberatung Steuerrecht Arbeitsrecht Revisoren dottori commercialisti consulenti del lavoro revisori dr. F. J. S c h ö n w e g e r dr. M a n f r e d B o s i n dr. G o t t

Dettagli

Studio legale Avv. Paolo Savoldi Bergamo, Via Verdi, 14. SEMINARIO C.S.E. s.r.l IL TRASFERIMENTO DEL RISCHIO

Studio legale Avv. Paolo Savoldi Bergamo, Via Verdi, 14. SEMINARIO C.S.E. s.r.l IL TRASFERIMENTO DEL RISCHIO SEMINARIO C.S.E. s.r.l IL TRASFERIMENTO DEL RISCHIO PERCHE NON SMETTERE DI FARE L IMPRENDITORE EDILE? Mozzo(BG) 27 Marzo 2009 Hotel Holiday Inn Express MANABILE PER LE IMPRESE EDILI SUGLI ADEMPIMENTI PREVISTI

Dettagli