BIBLIOGRAFIA. (ultima consultazione 20/08/2010).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BIBLIOGRAFIA. http://www.regione.piemonte.it/sanità/cms/pubblicazioni/caegory/18.html (ultima consultazione 20/08/2010)."

Transcript

1 BIBLIOGRAFIA 1. Siracusano A, Troisi A, Marino V, Tozzi F. Comorbilità nei disturbi della condotta alimentare;revisione critica della letteratura. Nooς: aggiornamenti in psichiatria 2003; 9(1): Ostuzzi R, Luxardi GL. Figlie in lotta con il cibo: un aiuto per i genitori, le ragazze, gli insegnanti e gli amici. Baldini Castoldi Dalai Editore: Milano; Abbate Daga G, Audisio M, Brigoni P, Campagnoli C, Domenicani D, Fassino S, et al. I disturbi del comportamento alimentare: una proposta della Regione Piemonte per un percorso diagnostico-terapeuticoassistenziale Disponibile all URL: (ultima consultazione 20/08/2010). 4. Dalla Ragione L. La casa delle bambine che non mangiano. Il pensiero scientifico editore: Roma; American Psychiatric Association. DSM-IV-TR. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Masson ed: Milano; World Health Organization. International statistical classification of disease and health related problems. ICD-10. Ginevra Disponibile all URL (ultima consultazione 15/05/2010). 7. Abbate Daga G, Gramaglia C, Amianto F, Marzola E, Fassino S. Attachment insecurity, personality, and body dissatisfaction in eating disorders. J Nerv Ment Dis 2010; 198(7): Giovannini A. Ricerca sul fenomeno pro-ana Disponibile all URL: (ultima consultazione 05/08/2010). 9. American Psychiatric Association. Linee guida pratiche per il trattamento di pazienti con disturbi alimentari. American Psychiatric Association 2006; 3: Peláez Fernández MA, Labrador FJ, Raich RM. Prevalence of eating disorders among adolescent ed young adult scholastic population in the region of Madrid (Spain). J Psichosom eis 2007; 62(6):

2 11. Pompili M, Mancinelli I, Girardi P, Accorrà D, Ruberto A, Tatarelli R. Suicidio e tentato suicidio nell anoressia nervosa e nella bulimia nervosa. Annali Istituto Superiore di Sanità 2003; 39(2): Mitchell JE, Wonderlich S,Steffen K, Roerig J. Binge eating disorders: epidemiologia e diagnosi. Nooς: aggiornamenti in psichiatria 2009; 15(2): DeAngelis T. Revamping our definitions of eating disorders. Monitor on Psychology 2009; 40(4): National Institute for Clinical Excellence. Eating disorders. Core intervention in the treatment and management of anorexia nervosa, bulimia nervosa, and related eating disorders. National Clinical Practice Guideline Number CG9. London: The British Psychological Society and the Royal College of Psychiatrist Disponibile all URL (ultima consultazione 02/05/2010). 15. Bellodi L, Erzegovesi S, Negri B, Tenace M, Righi E. Predittori dell outcome nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare. Nooς: aggiornamenti in psichiatria 2003; 9(1): Adams LA, Shepard N, Caruso RA, Norling MJ, Belansky H, Cunningham RS. Putting evidence into practice: evidence-based intervention to prevent and manage anorexia. Clinical Journal of Oncology Nursing 2009; 13(1): Treasure J, Caudino A. Eating disorders. The lancet 2010; 375(9714): Ricca V, Castellini G, Favarelli C. Binge eating disorder: caratteristiche psicopatologiche. Nooς: aggiornamenti in psichiatria 2009; 15(2): Leombruni P, Fassino S. Personalità e Binge Eating Disorders. Nooς: aggiornamenti in psichiatria. 2009; 15(2): Whiteside U, Chen E, Neighbors C, Hunter D, Lo T, Larimer M. Difficulties regulating emotion: do binge eaters have fewer strategies to modulate and tolerate negative effect? Eat Behav 2007; 8: Javaras K, Laird NM, Reichborn-Kjennerud A, et al. Familiarity and heritability of binge eating disorders: results of a case control family study and a twin study. Int J Eat Didord 2008; 41:

3 22. Wilfley DE, Friedman MA, Dounchis JZ, Stein RI, Welch RR, Ball SA. Comorbil Psychopathology in binge eating disorders: relation to eating disorder severity at baseline and following treatment. J Consul Clin Psycol 2000; 68: Todisco P, Viani P. La terapia del binge eating disorders. Nooς: aggiornamenti in psichiatria 2009; 15(2): Passarelli P, Carlos S, Luis S. Quality of life and eating disorders: a systematic review. Cadernos de Saúde Pública 2010; 26(3): Le Grange D et al. Early identifcation and treatment of eating disorders: prodrome to syndrome. Eur Eat Disorder Rev. 2006; 1: Treasure J, Schmidt U, Webster P. L efficacia delle psicoterapie nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare. Nooς: aggiornamenti in psichiatria 2003; 9(1): Ramjan LM. Nurses and the therapeutic relationship: caring for adolescents with anorexia nervosa. Journal of advanced nursing 2004; 45(5): Birmingham CL, Su J, Hiynsky JA, Goldner EM, Gao M. The mortality rate from anorexia nervosa. Int J Eat Disord 2007; 38(2): Cuzzolaro M. La terapia farmacologica nei disturbi del comportamento alimentare. Nooς: aggiornamenti in psichiatria 2003; 9(1): Tan J, Stewart A, Fitzpatrick R, Hope T. Attitude of patients with anorexia nervosa to compulsory treatment and coercion. International Journal of Law and Psychiatry 2010; 33: David B. Eating disorders: What are the risks? J Am Acad Child Adolescent Psychiatry 2009: 48(8): Benci L. Aspetti giuridici della professione infermieristica. Mc Graw Hill ed: Milano; Federazione nazionale dei collegi IPASVI. Nuovo codice deontologico Disponibile all URL: (ultima consultazione 20/04/2010). 103

4 34. Calvetti A, Castro Q, Heckler H, Cecagno D, Lima C. Gestão participativa na educação permanente em saúde: olhar das enfermeiras. Revista brasileira de enfermagem 2010; 63(1): Montalti M. L infermiere: manuale teorico pratico di infermieristica. Maggioli editore: Santarcangelo di Romagna; Newell C. Viewpoint: Nursing and eating disorders. Eurepean eating disorders review 2004; 12: Ryan V, Malson H, Clarke S, Anderson G, Kohn M. Discursive construction of eating disorders nursing : an analysis of nurses accounts of nursing eating disorders patients. Eurepean eating disorders review 2006; 14: Van Ommen J, Meerwijk EL, Kars M, Van Elburg A, Van Mijel B. Effective nursing care of adolescents diagnosed with anorexia nervosa: the patients perspective. Journal of clinical nursing 2009; 18: Currie V, Harvey G, West E, McKenna H, Keeney S. Relatioship between quality of care, staffing levels, skill mix and nurse autonomy: literature review. Journal of advanced nursing. 2005; 51(1): Zenobia CY, Chan RN. Uncertainty in nursing practice. Journal of clinical nursing 2004; 13: Pavone E. Relación clínica y problemas éticos en atención primaria, São Paulo, Brasil. Aten Primaria 2010; 42: Vitale E, Maglie RB. Il ruolo dell infermiere psichiatrico nel trattamento di anoressia e bulimia nervosa. Professioni infermieristiche 2007;60(4): Russell-Mayew S. Preventing a continuum of disordered eating: going beyond the individual. The prevention researcher 2007; 14(3): Gallino L, Baldissera A, Ceri P. Manager del cambiamento, la gestione delle persone e dei processi nell era post-industriale. Franco Angeli editore: Milano; Marradi, A. L analisi monovariata, Franco Angeli editore: Milano;

5 SITI INTERNET CONSULTATI

Outcome assistenziali. Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia?

Outcome assistenziali. Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia? I Congresso Internazionale Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia?, soddisfazione dei professionisti e governo assistenziale 13 novembre 2007 1 2 1 OBIETTIVO dello

Dettagli

SCHEMA THERAPY nel trattamento

SCHEMA THERAPY nel trattamento seminariodi due giorni SCHEMA THERAPY nel trattamento dei DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE RELATRICE Vartouhi Ohanian Consultant Clinical Psychologist In collaborazione con Schema Therapy UK Un organizzazione

Dettagli

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Angela Fantoni Coordinatore Infermieristico fanangi1@gmail.com SPEDALI CIVILI BRESCIA, Gussago (BS)

Dettagli

Contributi a convegni scientifici

Contributi a convegni scientifici Contributi a convegni scientifici Cefalea in età evolutiva Ardovini C., Bruni O., Cortesi F. & Guidetti V. (1991) - "DSM-III R vs ACL: applicability in preadolescence and adolescence primary headache".

Dettagli

Due obiettivi principali:

Due obiettivi principali: Massa E., Conti L., Amadori F., Pierini P., Silvestre V., Vona M. terzocentro@iol.it @ www.terzocentro.it Inclusione dei familiari nel trattamento del paziente grave. Due obiettivi principali: Potenziare

Dettagli

ALIMENTARE. nella terapia dei Dca sono pochi e oberati da liste d attesa di mesi.

ALIMENTARE. nella terapia dei Dca sono pochi e oberati da liste d attesa di mesi. LA CURA DEL DISTURBO ALIMENTARE L approccio ai Dca deve tenere presente i due versanti coinvolti: quello fisico e quello psicologico. Per questo motivo è previsto l'intervento di specialisti di formazione

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Assessorato alla Tutela della Salute e Sanità I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Una proposta della Regione Piemonte per un percorso diagnosticoterapeutico-assistenziale Ottobre 2008 Assessorato alla

Dettagli

Dimensioni del problema

Dimensioni del problema SIMPOSIO La stipsi severa: attualità terapeutiche Dimensioni del problema Stefano Tardivo Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità Università degli Studi di Verona FC (FUNCTIONAL CONSTIPATION)

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Fax E-mail MARIA PONTILLO maria.pontillo@opbg.net maria.pontillo@uniroma1.it Nazionalità Data di nascita

Dettagli

Leggere le citazioni - per Infermieristica

Leggere le citazioni - per Infermieristica Leggere le citazioni - per Infermieristica di Laura Colombo Seminario per il primo anno del corso di laurea in Infermieristica Sede di Bergamo Università degli studi di Milano-Bicocca Monza, 11-12 dicembre

Dettagli

Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA

Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA G. Martinotti Addictive Behaviours Unit Istituto di Psichiatria e Psicologia Università Cattolica del Sacro Cuore Roma L outcome in psicoterapia La valutazione

Dettagli

dr.ssa Enrica Capitoni 10 giugno 2014

dr.ssa Enrica Capitoni 10 giugno 2014 La proposta di regolamento europeo sulle sperimentazioni cliniche: nuove opportunità per i pazienti e per la ricerca dr.ssa Enrica Capitoni 10 giugno 2014 Clinical research nurse: (UK e USA) Contesto Italiano:

Dettagli

CURRICULUM VITAE DOCENTI/ESPERTI Sistema Regionale ECM BREVE CURRICULUM VITAE

CURRICULUM VITAE DOCENTI/ESPERTI Sistema Regionale ECM BREVE CURRICULUM VITAE CURRICULUM VITAE DOCENTI/ESPERTI Pagina 1 di 5 Informazioni personali Cognome / Nome BREVE CURRICULUM VITAE Roberta Siani nata a Monza il 18/06/1949 SIANI ROBERTA Qualifica Possibili qualifiche: 1. Docente

Dettagli

Figura 1. Obiettivi della riabilitazione dei DCA. Migliorare la gestione del comportamento alimentare: Ridurre i comportamenti ritualizzati

Figura 1. Obiettivi della riabilitazione dei DCA. Migliorare la gestione del comportamento alimentare: Ridurre i comportamenti ritualizzati pag. 1 Errepiesse Anno II n 1 Aprile 2008 pag. 2 Errepiesse Anno II n 1 Aprile 2008 La riabilitazione territoriale dei disturbi del comportamento alimentare tra linee guida e pratica clinica di Bruno Gentile*,

Dettagli

Disturbi alimentari, intervento Cognitivo Comportamentale

Disturbi alimentari, intervento Cognitivo Comportamentale Disturbi alimentari, intervento Cognitivo Comportamentale ABSTRACT Dr. Dai Prà Mirko, tratto ed adattato da (Fursland, 2012)) I disturbi del comportamento alimentare sono molto frequenti nella nostra società

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA

CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA Programmi Corsi AA 2012/2013 3 ANNO CORSO INTEGRATO COORDINATORI Psicopedagogia II Salis Francesca Pagina 2 Scienza della riabilitazione psichiatrica

Dettagli

Dr antonella arata Centro Disturbi Alimentari ASL3

Dr antonella arata Centro Disturbi Alimentari ASL3 U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Centro Disturbi Alimentari TITOLO: PROGETTO EDUCATIVO PER LA PREVENZIONE PRIMARIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) RIVOLTO A DOCENTI E ALLIEVI

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Buzzichelli Sara. Informazioni personali. Esperienze lavorative. Recapito telefonico 3470708989 sara.buzzichelli@gmail.

CURRICULUM VITAE. Buzzichelli Sara. Informazioni personali. Esperienze lavorative. Recapito telefonico 3470708989 sara.buzzichelli@gmail. CURRICULUM VITAE Buzzichelli Sara Informazioni personali Recapito telefonico 3470708989 E-mail sara.buzzichelli@gmail.com Psicologa (n. 5775 sez. A - Albo degli Psicologi della Regione Piemonte) Esperienze

Dettagli

La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella

La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella Facoltà di Psicologia 2 La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella Disturbi dell alimentazione (DSM-IV-TR): Anoressia

Dettagli

REFERENTE AREA BUONE PRATICHE IN PROMOZIONE DELLA SALUTE Tipo di impiego Consulenza, formazione e assistenza alla progettazione

REFERENTE AREA BUONE PRATICHE IN PROMOZIONE DELLA SALUTE Tipo di impiego Consulenza, formazione e assistenza alla progettazione CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail COD FISC P.IVA Nazionalità PAOLA RAGAZZONI italiana Data di nascita Luogo di nascita Albo Professionale degli Psicologi della Regione

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

L infermiere di famiglia e di comunità: una risorsa per le cure primarie prospettive nazionali ed internazionali. Relatore Paola Obbia.

L infermiere di famiglia e di comunità: una risorsa per le cure primarie prospettive nazionali ed internazionali. Relatore Paola Obbia. L infermiere di famiglia e di comunità: una risorsa per le cure primarie prospettive nazionali ed internazionali Relatore Paola Obbia Affiliazione L infermiere di famiglia e di comunità. un idea dell OMS

Dettagli

4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE 4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE R.Siani, L. Ravazzin, D. De Pauli Binge Eating Disorder e Comorbilità Psichiatrica

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ ALESSIA MINNITI, Unità Funzionale Semplice di Dietetica e Nutrizione Clinica Università degli Studi di Verona 4 Congresso SIO-Triveneto Udine,

Dettagli

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE E DISTURBI DI PERSONALITÀ

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE E DISTURBI DI PERSONALITÀ DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE E DISTURBI DI PERSONALITÀ Giacomo De Caterina Master in Disturbi del comportamento alimentare Direttore Caterina Renna Lecce 2010-2011 Introduzione Chiunque lavori

Dettagli

Il progetto di studio multicentrico

Il progetto di studio multicentrico Progetto di studio multicentrico sui fattori predittivi e le caratteristiche psicopatologiche dei disturbi del comportamento alimentare in età adolescenziale e preadolescenziale. Ministero della Salute/Regione

Dettagli

Giovanni de Girolamo ETA DI INSORGENZA DEI DISTURBI MENTALI: COSA SAPPIAMO? QUALI IMPLICAZIONI PER I SERVIZI?

Giovanni de Girolamo ETA DI INSORGENZA DEI DISTURBI MENTALI: COSA SAPPIAMO? QUALI IMPLICAZIONI PER I SERVIZI? Giovanni de Girolamo ETA DI INSORGENZA DEI DISTURBI MENTALI: COSA SAPPIAMO? QUALI IMPLICAZIONI PER I SERVIZI? CHE COSA E L ETA DI INSORGENZA? Vi sono vari criteri, non univoci, per definire l età di insorgenza

Dettagli

Linee guida e formazione in Day Surgery

Linee guida e formazione in Day Surgery Linee guida e formazione in Day Surgery Azienda Ospedaliero-Universitaria Udine Day Surgery Direttore: Dott. Luigi Conte Responsabile Infermieristica: Mariuccia Rizzuto Page 1 Day Surgery Gastro-enterologia

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Edda Simoncini Breast Unit A.O.Spedali Civili Brescia Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

Dettagli

IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA)

IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) ANNAPIA VERRI ISTITUTO NEUROLOGICO NAZIONALE C. MONDINO-PAVIA WEIGHT-RELATED DISORDERS

Dettagli

ROMA, 12-13 MARZO 2016

ROMA, 12-13 MARZO 2016 Associazione di Psicologia Cognitiva Scuola di Psicoterapia Cognitiva s.r.l SCUOLA DI PSICOTERAPIA COGNITIVA S.R.L. ASSOCIAZIONE DI PSICOLOGIA COGNITIVA Direttore delle scuole : Prof. Francesco Mancini

Dettagli

CONVEGNO. Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico (10 aprile 2015, Roma)

CONVEGNO. Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico (10 aprile 2015, Roma) CONVEGNO Salute e malattia nei detenuti in Italia: i risultati di uno studio multicentrico (10 aprile 2015, Roma) Il 10 aprile prossimo si svolgerà a Roma, presso il Centro Congressi Cavour in via Cavour

Dettagli

Attualmente l obesità non rappresenta una categoria diagnostica autonoma all interno dei sistemi

Attualmente l obesità non rappresenta una categoria diagnostica autonoma all interno dei sistemi Obesità e psicopatologia in età evolutiva. Filippo Muratori, Valentina Viglione IRCCS Stella Maris, Università di Pisa Attualmente l obesità non rappresenta una categoria diagnostica autonoma all interno

Dettagli

Le legge del marzo 2010 nonché il Piano Oncologico previsto dal Ministero della. Sanità per il bienno 2010-2012 propongono e rafforzano il modello del

Le legge del marzo 2010 nonché il Piano Oncologico previsto dal Ministero della. Sanità per il bienno 2010-2012 propongono e rafforzano il modello del Progetto di un ambulatorio multidisciplinare di oncologia - cure palliative per pazienti in fase avanzata di malattia gestito dalla Associazione di Cure Palliative della Zona Elba Dott. A. Massaro Premessa

Dettagli

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Isabella Castellano Dipartimento di Scienze Mediche Università di Torino Breast Unit Città della Salute e della Scienza-Torino

Dettagli

La proposta e la scelta dell intervento psicologico per i familiari R. Chattat Dip. Psicologia, Università degli Studi di Bologna I dati dell ISTAT

La proposta e la scelta dell intervento psicologico per i familiari R. Chattat Dip. Psicologia, Università degli Studi di Bologna I dati dell ISTAT La proposta e la scelta dell intervento psicologico per i familiari R. Chattat Dip. Psicologia, Università degli Studi di Bologna I dati dell ISTAT del 2004 riportano che circa 2,6 milioni di persone con

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

La terapia farmacologica

La terapia farmacologica La terapia farmacologica Angelo Bianchetti Gruppo di Ricerca Geriatrica, Brescia Dipartimento Medicina e Riabilitazione, Istituto Clinico S.Anna, Brescia Gli outcome del trattamento del delirum Prevenzione

Dettagli

PILLERI M.F. (2002), Traduzione (capitoli 1, 2, 3, 4, 5), in Troisi A. (a cura di), Manuale dell Attaccamento, Giovanni Fioriti Editore, Roma.

PILLERI M.F. (2002), Traduzione (capitoli 1, 2, 3, 4, 5), in Troisi A. (a cura di), Manuale dell Attaccamento, Giovanni Fioriti Editore, Roma. Dott.ssa MARIA FRANCESCA PILLERI PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE: TESTI DI PSICOLOGIA PILLERI M.F. (2002), Traduzione (capitoli 1, 2, 3, 4, 5), in Troisi A. (a cura di), Manuale dell Attaccamento, Giovanni

Dettagli

4 NEUROSCIENZE.IT Sito dedicato all'adhd, alla Depressione, alla Schizofrenia e al Disturbo Bipolare

4 NEUROSCIENZE.IT Sito dedicato all'adhd, alla Depressione, alla Schizofrenia e al Disturbo Bipolare # Web Link ITALIANI 1 A.I.D.A.I. onlus Associazione Italiana Disturbi dell'attenzione e Iperattività 2 Lab-io ADHD Neuropsicologia on Web. Lab-io è un Laboratorio di Ricerca privato senza scopo di lucro

Dettagli

Chirurgia bariatrica. Valutazione psicologico-psichiatrica

Chirurgia bariatrica. Valutazione psicologico-psichiatrica CAPITOLO 8 Chirurgia bariatrica. Valutazione psicologico-psichiatrica Massimo Cuzzolaro, Flavia Temperilli, Maria Sole Basso Introduzione Anche in Italia sono sempre più numerose le persone che si rivolgono

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Curriculum Formativo e Professionale della Dott.ssa Rosalia Iacoponelli Informazioni personali Nome Rosalia Iacoponelli Telefono 0917036685 Data di nascita 06/10/1960 E-mail Lia.iacoponelli@libero.it Nazionalità

Dettagli

ETICA PROFESSIONALE E COMUNICAZIONE

ETICA PROFESSIONALE E COMUNICAZIONE 2015 ETICA PROFESSIONALE E COMUNICAZIONE Federazione Logopedisti Italiani Il presente documento è stato approvato dalla Direzione Nazionale della Federazione Logopedisti Italiani il 30 Novembre 2014. Tali

Dettagli

MODULO 2 BIS: DESCRIZIONE DEL CONTRIBUTO DI CIASCUNA UNITÀ OPERATIVA

MODULO 2 BIS: DESCRIZIONE DEL CONTRIBUTO DI CIASCUNA UNITÀ OPERATIVA MODULO 2 BIS: DESCRIZIONE DEL CONTRIBUTO DI CIASCUNA UNITÀ OPERATIVA (Si devono presentare tanti moduli 2 bis quante sono le Unità Operative coinvolte) UNITÀ OPERATIVA: Servizio di Psicologia RESPONSABILE

Dettagli

Tavola rotonda: COMUNITA LOCALE, SCUOLA SERVIZI NPIA: ESEMPI DI BUONE PRASSI DALLA PARTE DEI BAMBINI.

Tavola rotonda: COMUNITA LOCALE, SCUOLA SERVIZI NPIA: ESEMPI DI BUONE PRASSI DALLA PARTE DEI BAMBINI. Tavola rotonda: COMUNITA LOCALE, SCUOLA SERVIZI NPIA: ESEMPI DI BUONE PRASSI DALLA PARTE DEI BAMBINI. L ANORESSIA A MILANO, RETE PER LA PREVENZIONE E LA CURA Carlo Lenti, Direttore U.O.C. e Cattedra di

Dettagli

Psichiatra responsabile dei Centri DCA Residenza Palazzo Francisci di Todi, Centro DAI Città della Pieve, AUSL 2 dell Umbria

Psichiatra responsabile dei Centri DCA Residenza Palazzo Francisci di Todi, Centro DAI Città della Pieve, AUSL 2 dell Umbria 157 I Disturbi del Comportamento Alimentare Laura Dalla Ragione Psichiatra responsabile dei Centri DCA Residenza Palazzo Francisci di Todi, Centro DAI Città della Pieve, AUSL 2 dell Umbria Maria Vicini

Dettagli

Differenze di sopravvivenza e percorsi di diagnosi e trattamento in Europa

Differenze di sopravvivenza e percorsi di diagnosi e trattamento in Europa L impatto dei tumori sui sistemi sanitari: approcci ed esperienze a confronto Aula Marconi, CNR, P.le Aldo Moro, 7 - Roma 4 febbraio 2014 Differenze di sopravvivenza e percorsi di diagnosi e trattamento

Dettagli

C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A

C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A Trento, 14 marzo 2015 Dott. Alessandro Salvi UNA VISIONE PANORAMICA DEI DCA : ALCUNI TRATTI CARATTERISTICI I DCA sono

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo LUCCHI FABIO [ Azienda Ospedaliera Spedali Civili, Dipartimento Salute Mentale, Unità Operativa

Dettagli

Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue

Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue «Etica e Ricerca per assistere e curare in oncologia» III Congresso Nazionale AIIAO Ancona, 29-31 Maggio 2014 Carla Pedrazzani Istituto Oncologico della

Dettagli

ADHD e iperattività a scuola: come conoscerli e intervenire per favorire l autonomia e l autoregolazione

ADHD e iperattività a scuola: come conoscerli e intervenire per favorire l autonomia e l autoregolazione ADHD e iperattività a scuola: come conoscerli e intervenire per favorire l autonomia e l autoregolazione Paola Bellandi paobell1960@gmail.com 5 MARZO 2015 A. LUNARDI -BRESCIA- DEFINIZIONE L ADHD è un disturbo

Dettagli

cinzia.bressi@unimi.it

cinzia.bressi@unimi.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CINZIA BRESSI Indirizzo VIA ALZAIA NAVIGLIO PAVESE, 32 - MILANO Telefono 0039-02.58101915 E-mail cinzia.bressi@unimi.it Nazionalità

Dettagli

CONOSCERE E RI-CONOSCERE I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL'INFANZIA E NELL'ADOLESCENZA PARMA 18 SETTEMBRE 2015

CONOSCERE E RI-CONOSCERE I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL'INFANZIA E NELL'ADOLESCENZA PARMA 18 SETTEMBRE 2015 CONOSCERE E RI-CONOSCERE I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL'INFANZIA E NELL'ADOLESCENZA PARMA 18 SETTEMBRE 2015 IN VOLO RESIDENZA SOCIO RIABILITATIVA ACCREDITATA PER DCA VIA I MAGGIO,8 PELLEGRINO

Dettagli

Dirigente ASL I fascia - U.O.V.S. di Salute Mentale, CSM Atri

Dirigente ASL I fascia - U.O.V.S. di Salute Mentale, CSM Atri INFORMAZIONI PERSONALI Nome Giosuè Patricia Data di nascita 06/10/1972 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico ASL DI TERAMO Dirigente ASL I fascia -

Dettagli

OSPEDALIZZAZIONE PER COMPLICANZE A BREVE E LUNGO TERMINE IN PAZIENTI DIABETICI

OSPEDALIZZAZIONE PER COMPLICANZE A BREVE E LUNGO TERMINE IN PAZIENTI DIABETICI OSPEDALIZZAZIONE PER COMPLICANZE A BREVE E LUNGO TERMINE IN PAZIENTI DIABETICI Razionale Il diabete mellito è uno dei maggiori problemi sanitari dei paesi economicamente evoluti e la cui prevalenza è in

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Luglio 1982: Diploma di Maturità Classica conseguito presso il Liceo-Ginnasio " Kant" di Roma.

CURRICULUM VITAE. Luglio 1982: Diploma di Maturità Classica conseguito presso il Liceo-Ginnasio  Kant di Roma. CURRICULUM VITAE Giovanni A. Ronzani nato a Roma nel 1963 Domicilio: Roma via Nemorense 176 telefono 0328/8218175 e-mail: grla@libero.it FORMAZIONE E C ORSI DI AGGIORNAMENTO Luglio 1982: Diploma di Maturità

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BIAVATI CATIA Indirizzo Via Albertoni, 15 40138 Bologna Telefono Lavoro 0512141226 Fax 0516361375 E-mail

Dettagli

Gusto dolce: scelte alimentari e implicazioni nutrizionali

Gusto dolce: scelte alimentari e implicazioni nutrizionali Dipartimento di Psicologia Facoltà di Medicina e Psicologia Gusto dolce: scelte alimentari e implicazioni nutrizionali Caterina Lombardo caterina.lombardo@uniroma1.it Negli ultimi secoli si è assistito

Dettagli

Relazioni interpersonali, stati emotivi e autostima in soggetti obesi binge eaters.

Relazioni interpersonali, stati emotivi e autostima in soggetti obesi binge eaters. Relazioni interpersonali, stati emotivi e autostima in soggetti obesi binge eaters. di Gianluca Lo Coco *, Laura Salerno*, Salvatore Gullo*, Lia Iacoponelli ** Introduzione I criteri diagnostici del Binge

Dettagli

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI Caratteristiche generali I NAS sono disturbi dell alimentazione di severità clinica che soddisfano la definizione di disturbo dell alimentazione

Dettagli

I conflitti di interesse delle associazioni. Cinzia Colombo IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

I conflitti di interesse delle associazioni. Cinzia Colombo IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri I conflitti di interesse delle associazioni Cinzia Colombo IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri I conflitti di interesse delle associazioni di pazienti Cinzia Colombo IRCCS - Istituto

Dettagli

Qual è la prevalenza dell ADHD?

Qual è la prevalenza dell ADHD? Che cos'è l'adhd (Attention Deficit/Hyperactivity Disorder)? La Sindrome da Deficit di Attenzione ed Iperattività è una patologia neuropsichiatrica che insorge nei bambini in età evolutiva. L ADHD consiste

Dettagli

AGGIORNAMENTI IN PSICHIATRI

AGGIORNAMENTI IN PSICHIATRI Direttore Gaspare Vella Direttore Associato Alberto Siracusano NÓOς 53 AGGIORNAMENTI IN PSICHIATRIA Quadrimestrale - Poste italiane S.p.A. - Sped. abb. postale - 70% DCB - Roma - ISSN 1590-0711 IL BINGE

Dettagli

DOOR: UNO STUDIO PROSPETTICO

DOOR: UNO STUDIO PROSPETTICO MARIA GRAZIA PROIETTI: Docente Metodologia della ricerca presso l Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Infermiere Dirigente presso la Cooperativa Sociale Nuova SAIR MICHELE VIRGOLESI: Docente Infermieristica

Dettagli

APPLICAZIONE LINEE GUIDA PER L USO DEGLI STABILIZZATORI DEL TONO DELL UMORE NELLA SINDROME AFFETTIVA BIPOLARE

APPLICAZIONE LINEE GUIDA PER L USO DEGLI STABILIZZATORI DEL TONO DELL UMORE NELLA SINDROME AFFETTIVA BIPOLARE APPLICAZIONE LINEE GUIDA PER L USO DEGLI STABILIZZATORI DEL TONO DELL UMORE NELLA SINDROME AFFETTIVA BIPOLARE Dr.ssa Ester Pasetti Introduzione e scopo Questo progetto del Dipartimento di Salute Mentale

Dettagli

GIORNATE NAZIONALI DI SENSIBILIZZAZIONE E INFORMAZIONE SUI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE II^ Edizione

GIORNATE NAZIONALI DI SENSIBILIZZAZIONE E INFORMAZIONE SUI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE II^ Edizione SERVIZIO MULTIDISCIPLINARE INTEGRATO PER LA DIAGNOSI E LA TERAPIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Responsabile: Prof.ssa Francesca D Ecclesia www.centrodcaroma.altervista.org centrodca@libero.it

Dettagli

L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari

L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari Quali sono i disturbi alimentari? Anoressia nervosa Bulimia nervosa Binge Eating Disorder e Disturbi NAS Anoressia nervosa 1- Rifiuto di mantenere il proprio

Dettagli

Domanda. L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze. Programma. Programma

Domanda. L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze. Programma. Programma Domanda L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze Perché è necessario un approccio interprofessionale in sanità? Giorgio Bedogni Unità di Epidemiologia Clinica Centro Studi Fegato

Dettagli

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari VI Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA DI VALUTAZIONE ALZHEIMER (UVA)NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA Roma 16 novembre 2012 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ADI PER PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER

Dettagli

Nuove tecnologie digitali: un opportunità per la promozione della salute? Dr. Maddalena Fiordelli

Nuove tecnologie digitali: un opportunità per la promozione della salute? Dr. Maddalena Fiordelli Nuove tecnologie digitali: un opportunità per la promozione della salute? Dr. Maddalena Fiordelli Institute of Communication and Health Università della Svizzera Italiana (Lugano) ehealth: definizioni

Dettagli

Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile

Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile Dai risultati del sistema di sorveglianza OKkio alla SALUTE agli interventi di prevenzione dell obesità infantile Paola Nardone 1 e Gianfranco Mazzarella 2 per il Comitato Tecnico di OKkio alla SALUTE

Dettagli

TECNOLOGIE SANITARIE

TECNOLOGIE SANITARIE Corso di aggiornamento in cardiologia nucleare ULSS n.6 Vicenza, 18 settembre 2004 Technology assessment: aspetti metodologici Paolo Spolaore Regione Veneto Definizioni TECNOLOGIE SANITARIE Dispositivi

Dettagli

Dove e come leggere informazioni cliniche?

Dove e come leggere informazioni cliniche? Dove e come leggere informazioni cliniche? Oltre dieci al giorno: più di trecento al mese. Il ritmo di pubblicazione delle sperimentazioni controllate randomizzate sembra non risentire delle scelte delle

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

EVIDENCE BASED PRACTICE E IL PROCESSO DELLA RICERCA BIBLIOGRAFICA

EVIDENCE BASED PRACTICE E IL PROCESSO DELLA RICERCA BIBLIOGRAFICA EVIDENCE BASED PRACTICE E IL PROCESSO DELLA RICERCA BIBLIOGRAFICA per fisioterapisti e logopedisti Patrizia Brigoni Biella 8 novembre 2014 Overload information 28.000 STM journals 1.800.000 articoli ogni

Dettagli

CURRICULUM VITAE TONIOLO IRENE

CURRICULUM VITAE TONIOLO IRENE CURRICULUM VITAE TONIOLO IRENE (Mar. 2013) Recapiti: Docente Convenzionato Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Studio in "Educazione Professionale" Palazzo

Dettagli

ME and WE Women for Expo

ME and WE Women for Expo 1 ME and WE Women for Expo Settembre/ September * vincitore del concorso Progetti per le Donne / winner of Projects for Women competition Dal 27 agosto al 2 From August 27 to September 2 Micro Food Workshop

Dettagli

Schema per la stesura dei Progetti CCM

Schema per la stesura dei Progetti CCM Ministero della Salute Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie Schema per la stesura dei Progetti CCM Tabella 1. Struttura del progetto GRIGLIA DI PROGETTAZIONE TITOLO E RIFERIMENTI

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome E-mail Lucia Stocchi Cittadinanza Italiana Data di nascita 05-03-1978 Il/La sottoscritta, consapevole delle sanzioni penali e leggi speciali

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

Curriculum Vitae. Da Gennaio 1999 al Luglio 2003 Responsabile Unità Operativa Semplice Sert, ASL 6, Corleone (PA).

Curriculum Vitae. Da Gennaio 1999 al Luglio 2003 Responsabile Unità Operativa Semplice Sert, ASL 6, Corleone (PA). Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome Buffa Giuseppe M. Data di nascita 28/01/59 Posto di lavoro e indirizzo CEDIAL Centro per i Disturbi del Comportamento Alimentare C/O P.T.A. E. Albanese,

Dettagli

Il punto di vista del Medico di famiglia

Il punto di vista del Medico di famiglia Comprendere e tutelare i diritti dei pazienti con BPCO Il punto di vista del Medico di famiglia G. Bettoncelli Il malato è padrone e colui che lo assiste è suo servitore Antica Regola dell Ospedale Santo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA. Corso di Laurea in Infermieristica. Tesi di Laurea

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA. Corso di Laurea in Infermieristica. Tesi di Laurea UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di Laurea in Infermieristica Tesi di Laurea RUOLO DEL PERSONALE INFERMIERISTICO NEL PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DELLA PAZIENTE

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Risorse Umane e Relazioni Sindacali delegato dal Direttore Generale dell Azienda con

Dettagli

Le basi della ricerca bibliografica

Le basi della ricerca bibliografica Le basi della ricerca bibliografica per Infermieristica sede di Sondrio di Annalisa Bardelli e Laura Colombo Seminario per il primo anno del corso di laurea in Infermieristica - Sondrio Università degli

Dettagli

Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile

Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile 1 Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile Corsi di formazione professionale per medici, nutrizionisti, psicologi ed insegnanti Diretto e coordinato dal prof. Luca Pecchioli

Dettagli

L infermiere NEL sostegno nutrizionale. 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta, 5-00144 Roma VIWORKSHOP

L infermiere NEL sostegno nutrizionale. 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta, 5-00144 Roma VIWORKSHOP L infermiere NEL sostegno nutrizionale E NELLA promozione della salute VIWORKSHOP Centro di Eccellenza per la Cultura e la Ricerca Infermieristica 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio

Dettagli

Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia

Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia Maria Bologna Dipartimento Salute Mentale-DP AUSL Reggio Emilia Corso di Formazione Gestione della depressione

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE DEL DOTTOR LUCA LAVAGNINO

CURRICULUM PROFESSIONALE DEL DOTTOR LUCA LAVAGNINO CURRICULUM PROFESSIONALE DEL DOTTOR LUCA LAVAGNINO nato a Torino il 10 marzo 1977 CORSO DEGLI STUDI E FORMAZIONE Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita il 06/11/2002 con tesi dal titolo Il problema

Dettagli

CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE ASL3- GENOVESE PROGETTO Corpo, cibo, identità: una relazione difficile Dott.ssa Francesca Policante Dott.ssa Barbara Masini Creazione di un centro specialistico

Dettagli

Anziani e rischio nutrizionale

Anziani e rischio nutrizionale Firenze, 5 ottobre 2011 Anziani e rischio nutrizionale Fattori fisiologici Fattori patologici PREVALENZA MALNUTRIZIONE PROTEICO-ENERGETICA PER DIFETTO FINO A 85% Fattori socio-economici Fattori psicologici

Dettagli

Alla ricerca delle prove di efficacia

Alla ricerca delle prove di efficacia Ozzano dell Emilia EBVM e accesso a informazioni evidence-based 14 marzo 2009 Claudio Fabbri Biblioteca Centralizzata Polo Scientifico-Didattico di Rimini Università degli Studi di Bologna Alla ricerca

Dettagli

Il ruolo dei SIAN nella prevenzione dell OBESITA : dalle strategie alle azioni.

Il ruolo dei SIAN nella prevenzione dell OBESITA : dalle strategie alle azioni. Il ruolo dei SIAN nella prevenzione dell OBESITA : dalle strategie alle azioni. ROMA 6-7 Dicembre 2007 Dati auto-riferiti e misure oggettive nella sorveglianza nutrizionale Dr OSCAR CORA Referente Scheda

Dettagli

Making clinical governance work. Il Governo Clinico nelle Aziende Sanitarie il Position Statement GIMBE. 1. Definizione

Making clinical governance work. Il Governo Clinico nelle Aziende Sanitarie il Position Statement GIMBE. 1. Definizione Convention Nazionale Clinical Governance e Management Aziendale Sostenibilità delle innovazioni organizzative nell era del federalismo sanitario Bologna, 15-16 ottobre 2010 il Nino Cartabellotta 3. Strumentiti

Dettagli

00 Risk romane 18-01-2006 16:38 Pagina V. Introduzione

00 Risk romane 18-01-2006 16:38 Pagina V. Introduzione 00 Risk romane 18-01-2006 16:38 Pagina V Indice Autori Introduzione XV XVII Capitolo 1 Il Sistema Qualità Aziendale e il miglioramento continuo della qualità dei servizi sanitari 1 Premessa 1 La Qualità

Dettagli

CURRICULUM VITAE Prof. Ezio Menoni

CURRICULUM VITAE Prof. Ezio Menoni CURRICULUM VITAE Prof. Ezio Menoni INFORMAZIONI PERSONALI Neuropsichiatra Infanzia, psicoterapeuta Via Erbosa, 30 50127 Firenze, Italia Mobile +39 3356622253 ezio.menoni@fastwebnet.it TITOLI ACCADEMICI

Dettagli

Agli albori della salute: prevenzione e cura della depressione post-natale Riva del Garda, 31 Gennaio 2009. Andrea Gaddini

Agli albori della salute: prevenzione e cura della depressione post-natale Riva del Garda, 31 Gennaio 2009. Andrea Gaddini Elaborazione e sviluppo di iniziative preventive di riconosciuta efficacia per individuare e ridurre il rischio di suicidio, di tentato suicidio e di depressione post partum Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA

IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA 1 ottobre 2011 IPOTIROIDISMO IN GRAVIDANZA Dott.ssa Elena Fachinat DATI EPIDEMIOLOGICI : Prevalenza stimata di ipotiroidismo conclamato in gravidanza : 0,3-0,5% Prevalenza stimata di ipotiroidismo subclinico

Dettagli

1. Background. Introduzione

1. Background. Introduzione Introduzione 13 1. Background In questo volume viene presentata la versione breve 1 della Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute, nota come ICF. 2 Lo scopo generale

Dettagli

Curriculum formativo della Sig.ra Botticelli Luigina nata ad Ascoli Piceno il 17-08-1967 e residente a Porto Sant'Elpidio in via Umberto I 765.

Curriculum formativo della Sig.ra Botticelli Luigina nata ad Ascoli Piceno il 17-08-1967 e residente a Porto Sant'Elpidio in via Umberto I 765. INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Botticelli Luigina Data di Nascita 17-08-1967 Qualifica Coordinatore Infermieristico Amministrazione ASUR ZT 11 FERMO Incarico attuale P.O. Dipartimento Salute Mentale

Dettagli