BAS Tutto sui bond: I'ABC dei mercati obbligazionari. Tutto sui bond:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BAS075-051110. Tutto sui bond: I'ABC dei mercati obbligazionari. Tutto sui bond:"

Transcript

1 BAS Tutto sui bond: I'ABC dei mercati obbligazionari Tutto sui bond: I'ABC dei mercati obbligazionari

2 Indice Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni Duration: l indicatore più usato per misurare il rischio obbligazionario La curva dei rendimenti La selezione di un indice di riferimento nel reddito fisso La crescita del mercato obbligazionario globale accresce le opportunità L inflazione e il suo impatto sugli investimenti Titoli di stato protetti dall inflazione (TIPS) Cosa sono le obbligazioni societarie e quali vantaggi offrono? I titoli garantiti da ipoteca (Mortgage-Backed Security, MBS) Le obbligazioni dei mercati emergenti (in valuta locale o estera) Cosa sono e come funzionano gli Interest Rate Swap? Cosa sono e come funzionano i Credit Default Swap? Valute: come funzionano i mercati dei cambi globali? Commodity: cosa sono e perché investire in commodity? Gestione attiva o passiva? Perché scegliere una gestione attiva Amsterdam Hong Kong London Munich Newport Beach New York Singapore Sydney Tokyo Toronto Zurich

3

4 I'ABC dei mercati obbligazionari Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni Il mercato obbligazionario è il mercato finanziario più vasto al mondo e offre agli investitori un numero praticamente illimitato di possibilità di investimento. Molti investitori conoscono bene le caratteristiche di questo mercato, ma con la frequente nascita di nuovi prodotti anche un esperto fatica a tenere il passo. Trascorriamo molto tempo a discutere di previsioni economiche e dell influenza di queste previsioni sui singoli settori del mercato obbligazionario, ma dovremmo porci prima di tutto una domanda fondamentale: Cos è un obbligazione? In questo articolo illustreremo gli aspetti fondamentali del mercato obbligazionario, tra cui la determinazione dei prezzi e i tassi di interesse, i rischi di un investimento in obbligazioni e il ruolo tradizionale delle obbligazioni in un portafoglio di investimento. Esploreremo quindi i numerosi settori del mercato oltre ai vantaggi che le obbligazioni possono produrre nell ambito di una strategia di investimento. Cosa caratterizza realmente un obbligazione? Innanzitutto, un obbligazione è una forma di prestito che l acquirente dell obbligazione, ovvero l obbligazionista, eroga nei confronti dell emittente dell obbligazione. Governi, società ed enti locali emettono obbligazioni quando hanno bisogno di capitale. Se si acquista un titolo di stato si presta denaro al governo. Se si acquista un obbligazione societaria, si presta denaro a una società. Come un prestito l obbligazione prevede il pagamento di interessi su base periodica e il rimborso del capitale a una data prestabilita. Supponiamo che una società intenda costruire un nuovo impianto di produzione del costo di 1 milione di sterline e decida di emettere un obbligazione per raccogliere il denaro necessario a pagare l impianto. L azienda può decidere di vendere agli investitori obbligazioni per sterline ciascuna: il valore nominale di ciascuna obbligazione è di sterline. La società, che d ora in poi chiameremo emittente dell obbligazione, fissa un tasso di interesse annuo, ovvero la cedola, e il periodo di tempo entro il quale rimborserà la somma capitale, ovvero 1 milione di sterline. Per stabilire la cedola l emittente prende in considerazione i tassi di interesse prevalenti, al fine di garantire che la cedola sia competitiva nei confronti di obbligazioni comparabili e quindi interessante per gli investitori. La nostra ipotetica società può decidere di vendere obbligazioni a cinque anni con una cedola annua del 5%. Alla fine dei cinque anni l obbligazione giunge a scadenza e la società rimborsa il valore nominale di sterline a ciascun obbligazionista. Valore nominale: Il valore di un obbligazione riportato effettivamente sul titolo. Corrisponde anche all importo che sarà restituito all obbligazionista quando l obbligazione giungerà a scadenza. Cedola: Il tasso di interesse su un obbligazione stabilito al momento dell emissione. Nel Regno Unito la maggior parte delle cedole viene pagata semestralmente, mentre in Europa sono più comuni le cedole annuali. Scadenza: Il periodo di tempo che deve trascorrere prima del rimborso dell obbligazione. Un obbligazione con una scadenza a 10 anni sarà rimborsata dall emittente nel decimo anno. Insolvenza: Si parla di insolvenza quando l emittente di un obbligazione non è in grado di rimborsare interamente l obbligazione (ovvero di pagare le cedole o il valore nominale). Generalmente l insolvenza è il risultato di un fallimento. Il periodo impiegato da un obbligazione per giungere alla scadenza può rivestire un ruolo importante per valutare il rischio e il rendimento potenziale atteso dall investitore. Un obbligazione di 1 milione di sterline rimborsata in cinque anni Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni 1

5 I'ABC dei mercati obbligazionari Prezzo: Il prezzo di mercato di un obbligazione è il valore attuale dei suoi flussi di cassa futuri, compreso il pagamento delle cedole e il capitale. I prezzi delle obbligazioni generalmente sono espressi in percentuale del valore nominale dell obbligazione. Rendimento: Il termine rendimento generalmente indica il rendimento a scadenza, che corrisponde al rendimento medio annuo di un obbligazione se conservata fino a scadenza. Il rendimento corrente si riferisce agli interessi attivi annui prodotti da un obbligazione. generalmente è considerata meno rischiosa della stessa obbligazione rimborsata in oltre 30 anni, dato che sono molti i fattori che possono influire negativamente sulla capacità dell emittente di rimborsare gli obbligazionisti in un periodo superiore a 30 anni. Il rischio aggiuntivo in cui incorre un obbligazione con una scadenza più lunga è direttamente correlato al tasso di interesse, o cedola, che l emittente deve pagare sull obbligazione. In altri termini, un emittente pagherà un tasso di interesse più alto per un obbligazione a lungo termine. Un investitore quindi può guadagnare un rendimento più alto sulle obbligazioni a più lungo termine, ma in cambio di tale rendimento l investitore assumerà un rischio aggiuntivo. Ogni obbligazione implica un certo grado di rischio collegato alla possibile insolvenza dell emittente, ovvero l incapacità di rimborsare completamente il prestito. Le agenzie di rating del credito indipendenti valutano il rischio di insolvenza della maggior parte degli emittenti di obbligazioni e pubblicano i rating di affidabilità creditizia sui principali quotidiani finanziari. Questi rating non solo aiutano gli investitori a valutare il rischio ma contribuiscono anche a determinare il tasso di interesse sulla singola obbligazione. Un emittente con un rating creditizio elevato pagherà un tasso di interesse più basso rispetto a un emittente con un rating di affidabilità creditizia più basso. Gli investitori che acquistano obbligazioni con un rating basso possono quindi guadagnare un rendimento più alto, ma devono sostenere il maggiore rischio di insolvenza dell emittente. Come si determina il prezzo di un obbligazione sul mercato libero? Dopo l emissione le obbligazioni possono essere negoziate sul mercato libero. Quando sono quotate sul mercato libero il prezzo e il rendimento delle obbligazioni determinano il loro valore. Ovviamente un obbligazione deve avere un prezzo a cui può essere venduta e acquistata (v. Capire i prezzi del mercato obbligazionario qui di seguito). Per rendimento di un obbligazione si intende il rendimento effettivo annuo che un investitore può attendersi nel caso in cui conservi l obbligazione fino alla scadenza. Il rendimento pertanto si basa sul prezzo di acquisto dell obbligazione e sulla cedola. Se i tassi salgono Scendono i prezzi Sale il rendimento Se i tassi scendono Scendono i prezzi Sale il rendimento Il prezzo di un obbligazione va sempre in direzione opposta rispetto al rendimento, come illustrato nella figura precedente. La chiave per comprendere questa caratteristica fondamentale del mercato obbligazionario sta nel riconoscere che il prezzo di un obbligazione riflette il valore del reddito prodotto dal titolo attraverso il pagamento regolare degli interessi ovvero della cedola. Quando i tassi di interesse scendono, in particolare i tassi sui titoli di stato, le obbligazioni 2 Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni

6 Scendono i prezzi rendimento i prezzi Sale il rendimento più vecchie di ogni tipo aumentano di valore perché sono state vendute in un contesto di tassi di interesse più alti, e quindi hanno una cedola più alta. Gli investitori che detengono obbligazioni di più vecchia data possono applicare un premio al prezzo di vendita dell obbligazione sul mercato libero. Invece, se i tassi di interesse salgono, le obbligazioni più vecchie possono diminuire di valore: presentano cedole relativamente basse e quindi le obbligazioni di più vecchia data scambiano a un prezzo inferiore a quello nominale, ovvero sotto la pari. Capire i prezzi del mercato obbligazionario Sul mercato i prezzi delle obbligazioni sono quotati in percentuale del valore nominale del titolo. Il modo più semplice per comprendere i prezzi delle obbligazioni è di aggiungere uno zero al prezzo quotato sul mercato. Ad esempio, se un obbligazione è quotata a 99 sul mercato il prezzo è di 990 sterline per ogni sterline di valore nominale e l obbligazione scambia quindi sotto la pari. Se l obbligazione scambia a 101, costa sterline per sterline di valore nominale e l obbligazione scambia sopra la pari. Se l obbligazione scambia a 100 costa sterline per Sterline di valore nominale, quindi alla pari. Un altro termine utilizzato per indicare il valore nominale è infatti il valore alla pari. Valore Prezzo di L obbligazione nominale: Quotazione: mercato: scambia: alla pari sopra la pari sotto la pari sotto la pari La misurazione del rischio obbligazionario: Cos è la duration? Una volta stabilito che i prezzi delle obbligazioni e il rendimento vanno in direzioni opposte, passiamo ad esaminare più dettagliatamente il rapporto prezzo/rendimento. Come facciamo a sapere di quanto oscillerà il prezzo di un obbligazione al variare dei tassi di interesse? È una domanda fondamentale dato che alcune obbligazioni sono più sensibili di altre alle variazioni dei tassi di interesse. Per stimare quanto oscillerà il prezzo di una determinata obbligazione al variare dei tassi di interesse il mercato obbligazionario utilizza una misura chiamata duration. La duration è la media ponderata del valore attuale dei flussi di cassa di un obbligazione che comprendono una serie di pagamenti regolari della cedola seguiti da un pagamento molto più consistente alla fine, quando l obbligazione giunge a scadenza e avviene il rimborso del valore nominale, come illustrato nella figura seguente. Duration: La duration misura il rischio di interesse di un obbligazione ed è espressa in anni. Più lunga è la duration di un obbligazione, più il prezzo sarà sensibile alle variazioni dei tassi di interesse. Pagamenti della cedola $ $ $ $ $ $ $ $ $ $ $ $ Rimborso valore nominale Duration Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni 3

7 I'ABC dei mercati obbligazionari Come si può vedere dalla figura, la duration è inferiore alla scadenza. La duration dipenderà anche dalla dimensione dei pagamenti regolari della cedola e dal valore nominale dell obbligazione. Nel caso di un obbligazione zero coupon ovvero a cedola zero, scadenza e duration coincidono dato che non sono previsti i pagamenti regolari della cedola e il flusso di cassa si concentra interamente alla scadenza. Per questo motivo il prezzo delle obbligazioni a cedola zero generalmente oscilla moltissimo se i tassi di interesse cambiano e ciò rende queste obbligazioni interessanti per gli investitori che prevedono una riduzione dei tassi di interesse. Punti base: Un punto base è 1/100 di una percentuale ovvero 100 punti base equivalgono all 1 per cento. Le variazioni dei rendimenti obbligazionari spesso sono espresse in punti base. Ad esempio, se il rendimento obbligazionario scende dal 5% al 4,5% si tratta di una riduzione di 50 punti base. Anche il rendimento può essere espresso in punti base. Il risultato finale del calcolo della duration, diverso per ogni obbligazione, rappresenta una misura del rischio che consente di confrontare obbligazioni con scadenze, cedole e valori nominali diversi su base omogenea. La duration indica la variazione approssimativa in termini di prezzo che subirà una determinata obbligazione se si verifica una variazione di 100 punti base (ovvero un punto percentuale) dei tassi di interesse. Ad esempio, supponiamo che i tassi di interesse scendano dell uno per cento, facendo scendere i rendimenti di tutte le obbligazioni sul mercato della stessa percentuale. In questo caso, il prezzo di un obbligazione con una duration di 2 anni salirà del 2 per cento e il prezzo di un obbligazione con una duration di 5 anni aumenterà del 5 per cento. Il ruolo delle obbligazioni in un portafoglio Gli investitori tradizionalmente investivano in obbligazioni per tre ragioni: reddito, diversificazione e protezione nei confronti della debolezza dell economia o della deflazione. Esaminiamo questi aspetti più in dettaglio. Reddito: La maggior parte delle obbligazioni produce per l investitore un reddito fisso. In base a uno schema stabilito, ad esempio trimestralmente, due volte all anno oppure una volta all anno, l emittente dell obbligazione paga all obbligazionista gli interessi, un importo che può quindi essere speso ovvero reinvestito in altre obbligazioni. Anche le azioni possono produrre reddito attraverso il pagamento dei dividendi, ma i dividendi generalmente sono più bassi rispetto alle cedole; inoltre le società effettuano la distribuzione dei dividendi a propria discrezione, mentre gli emittenti delle obbligazioni sono obbligati a pagare la cedola. Diversificazione: Diversificare vuol dire non puntare tutto sulla stessa cosa. Chi investe sul mercato azionario affronta il rischio di un crollo del mercato che trascinerebbe con sé anche il portafoglio. Per compensare tale rischio gli investitori si rivolgono al mercato obbligazionario dato che la performance di azioni e obbligazioni spesso non è correlata: storicamente i fattori di mercato che possono influire negativamente sulla performance dei mercati azionari non pesano su quelli obbligazionari e in alcuni casi possono effettivamente incrementare il rendimento 4 Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni

8 delle obbligazioni. Ad esempio, un investitore che acquista un azione blue chip e un titolo di stato può compensare l eventuale ribasso del ciclo di mercato in una delle due categorie di investimento; infatti un calo del corso azionario di una determinata società generalmente non presenta una correlazione con la capacità del governo di rimborsare un titolo di stato. Anche se la diversificazione non rappresenta una garanzia nei confronti di possibili perdite, un investitore può diversificare il portafoglio in diverse categorie di investimento che producono una performance indipendente, con l obiettivo di ridurre il rischio di ottenere un rendimento basso o persino negativo. Protezione nei confronti del rallentamento dell economia o della deflazione: Le obbligazioni possono contribuire a tutelare gli investitori da un rallentamento dell economia per diversi motivi. Ricordiamo che il prezzo di un obbligazione dipende da quanto gli investitori valutano il reddito prodotto dalle obbligazioni. La maggior parte delle obbligazioni produce un reddito fisso che non cambia. Quando i prezzi di beni e servizi salgono, e si parla quindi di inflazione, il reddito fisso dell obbligazione diventa meno interessante dato che questa cifra serve ad acquistare una quantità inferiore di beni e servizi. L inflazione solitamente è causata da un accelerazione della crescita economica, e ciò incrementa la domanda di beni e servizi. D altra parte un rallentamento della crescita dell economia solitamente porta a una riduzione dell inflazione, e ciò rende più interessante il reddito prodotto dalle obbligazioni. Un rallentamento economico generalmente è una condizione negativa anche per gli utili societari e i rendimenti azionari, e ciò alimenta l interesse per le obbligazioni come fonte di rendimento. Se il rallentamento si aggrava tanto che i consumatori smettono di fare acquisti e i prezzi nell economia iniziano a scendere, una condizione economica difficile chiamata deflazione, allora il reddito delle obbligazioni diventa ancora più interessante, dato che con la stessa cifra si acquista una quantità maggiore di beni e servizi (i prezzi infatti diminuiscono). Con l incremento della domanda di obbligazioni salgono anche i prezzi delle obbligazioni e il rendimento per l obbligazionista. Rating di credito: La tabella seguente illustra i rating di credito assegnati da Moody s e Standard & Poor s in ordine decrescente, dal più alto al più basso: Investment Grade Moody s S&P Aaa AAA Aa AA A A Baa BBB High Yield Ba BB B B Caa CCC Ca CC C C D Variazioni sul tema: ci sono molte tipologie diverse di obbligazioni Dopo aver illustrato le caratteristiche principali che contraddistinguono praticamente tutte le obbligazioni, esaminiamo l evoluzione del mercato obbligazionario e le numerose tipologie di obbligazioni disponibili sul mercato globale. Inizialmente il mercato obbligazionario era soprattutto il luogo in cui governi e grandi imprese prendevano a prestito del denaro. I principali investitori in obbligazioni erano le compagnie di assicurazione, i fondi pensione e singoli investitori alla ricerca di investimenti di alta qualità necessari per conseguire un obiettivo futuro specifico. Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni 5

9 I'ABC dei mercati obbligazionari Negli anni 70 il mercato obbligazionario ha iniziato a evolversi in quanto gli investitori hanno imparato che era possibile guadagnare scambiando obbligazioni sul mercato libero. Con l incremento del grado di interesse degli investitori per le obbligazioni (mentre i nuovi computer più rapidi rendevano più semplici i calcoli necessari), i professionisti della finanza crearono modi innovativi a disposizione degli emittenti di obbligazioni per accedere al mercato obbligazionario e modi nuovi per gli investitori per adattare la loro esposizione a rischio e rendimento. Punti base: Un punto base è 1/100 di una percentuale ovvero 100 punti base equivalgono all 1 per cento. Le variazioni dei rendimenti obbligazionari spesso sono espresse in punti base. Ad esempio, se il rendimento obbligazionario scende dal 5% al 4,5% si tratta di una riduzione di 50 punti base. Anche il rendimento può essere espresso in punti base. In generale, i titoli di stato e le obbligazioni societarie sono ancora i settori più vasti del mercato obbligazionario, ma c è un numero crescente di sottocategorie nell ambito di questi gruppi principali. Inoltre ci sono ampi segmenti del mercato, come i titoli garantiti da ipoteca (MBS) e garantiti da attivi (ABS), che non rientrano facilmente in una di queste categorie. Riepiloghiamo alcune informazioni fondamentali sui settori principali del mercato obbligazionario: Titoli di stato Il settore dei titoli di stato è una categoria ampia che comprende il debito sovrano, ovvero obbligazioni emesse e garantite da un governo centrale. Tra questi: GoC (canadesi), gilt (britannici), U.S. Treasuries (statunitensi), Bund (tedeschi), JGB (giapponesi) e OAT (francesi). Stati Uniti, Giappone ed Europa (soprattutto Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Spagna) predominano sul mercato dei titoli di stato. Le obbligazioni governative emesse dai principali paesi industrializzati sono generalmente considerate a bassissimo rischio di insolvenza e sono tra gli investimenti più sicuri. Tuttavia occorre sottolineare che le garanzie sui titoli di stato sono generalmente correlate al rimborso puntuale degli interessi e non eliminano il rischio di mercato. Inoltre le quote di un portafoglio di titoli di stato non sono garantite. Alcuni governi emettono obbligazioni collegate all inflazione, i cosiddetti Linkers in Europa o i TIPS negli Stati Uniti. Gli interessi e/o il capitale di un obbligazione indicizzata all inflazione sono rettificati regolarmente al fine di riflettere le variazioni dell inflazione, e quindi forniscono un rendimento reale, ovvero adeguato all inflazione. Oltre alle obbligazioni sovrane, il settore dei titoli di stato comprende una serie di sottosegmenti, come: Obbligazioni di organismi governativi o semigovernative : I governi centrali perseguono diversi obiettivi, ad esempio cercano di favorire l accessibilità del mercato immobiliare o lo sviluppo delle piccole imprese, e lo fanno tramite agenzie o enti che talvolta emettono obbligazioni a sostegno della loro attività. Alcune obbligazioni emesse da enti governativi sono garantite dal governo centrale, altre non lo sono. Ad esempio, il governo tedesco garantisce le obbligazioni emesse dalla KfW, l agenzia che eroga prestiti per 6 Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni

10 la casa e le piccole imprese. Anche le organizzazioni sovranazionali come la Banca Mondiale e la Banca Europea per gli Investimenti si rivolgono al mercato obbligazionario per finanziare progetti pubblici e/o lo sviluppo. Obbligazioni dei mercati emergenti: Le obbligazioni dei mercati emergenti sono obbligazioni sovrane emesse da paesi con economie in via di sviluppo, tra cui la maggior parte dell Africa, Europa dell est, America latina, Russia, Medio Oriente e Asia (Giappone escluso). Il settore dei mercati emergenti è cresciuto e maturato in misura rilevante negli ultimi anni e ha attirato molti nuovi investitori. Le obbligazioni dei mercati emergenti possono offrire rendimenti molto interessanti ma d altra parte presentano rischi particolari, tra cui ad esempio l oscillazione delle valute e il rischio politico. Un portafoglio che investe sui mercati emergenti sarà generalmente più volatile di un portafoglio che investe solamente negli Stati Uniti. Obbligazioni di enti locali: Le autorità locali chiedono denaro in prestito per finanziare diversi progetti, ponti, scuole, ma anche la loro attività in generale. Il mercato delle obbligazioni di enti locali è consolidato negli Stati Uniti, dove si parla di municipal bond, ma negli ultimi anni questo mercato è cresciuto molto anche in Europa. I municipal bond statunitensi godono di vantaggi fiscali rispetto ad altri tipi di obbligazioni, gli interessi prodotti sono infatti esenti da imposte federali. Tuttavia, le plusvalenze sulle obbligazioni di enti locali negli Stati Uniti non sono esenti da imposte e il reddito dei portafogli che investono in queste tipologie di obbligazioni è soggetto a imposte statali e locali e talvolta anche all Alternative Minimum Tax, un imposta personale sul reddito. Obbligazioni societarie: Dopo il settore dei titoli di stato, il segmento più ampio sul mercato obbligazionario è quello delle obbligazioni societarie. Le aziende si rivolgono al mercato obbligazionario per trovare i fondi necessari ad ampliare la propria attività o per finanziare nuove imprese. Rating di credito: La tabella seguente illustra i rating di credito assegnati da Moody s e Standard & Poor s in ordine decrescente, dal più alto al più basso: Investment Grade Moody s S&P Aaa AAA Aa AA A A Baa BBB High Yield Ba BB B B Caa CCC Ca CC C C D Le obbligazioni societarie rientrano in due categorie principali: investment grade e speculative (note anche come ad alto rendimento o junk bond, obbligazioni spazzatura). Le obbligazioni speculative sono emesse da società che presentano un livello di qualità di credito percepita inferiore e un rischio di insolvenza più alto rispetto alle società con un rating più elevato che rientrano nella categoria investment grade. Nell ambito di queste due categorie principali le obbligazioni societarie sono classificate in base a un ampia gamma di rating che riflettono il diverso grado di solidità finanziaria degli emittenti (v. tabella). Generalmente le obbligazioni di tipo speculativo sono emesse da società di nuovissima costituzione che operano in un settore particolarmente competitivo o volatile, oppure che presentano fondamentali problematici. Un rating Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni 7

11 I'ABC dei mercati obbligazionari creditizio di tipo speculativo indica una maggiore probabilità di insolvenza, pertanto il grado di rischio più elevato di queste obbligazioni spesso è compensato da cedole più alte. I rating possono essere rivisti al ribasso se la qualità creditizia dell emittente si deteriora oppure possono essere rivisti al rialzo se i fondamentali migliorano. LIBOR: LIBOR è l acronimo di London Interbank Offered Rate, ovvero il tasso interbancario lettera di Londra. È il tasso al quale le grandi banche con rating di credito elevato erogano prestiti l una nei confronti dell altra. Se il LIBOR è pari al 2% e un obbligazione è quotata a 100 punti base sul LIBOR, l obbligazione scambia al 3%. Spread di credito: Lo spread di credito riflette il rendimento aggiuntivo (rispetto ai titoli di stato) che gli investitori richiedono per assumere un rischio di credito maggiore. Le obbligazioni con un rating creditizio più basso hanno spread di credito più ampi. Ad esempio, nel caso di un obbligazione societaria con uno spread di credito di 100 punti base gli investitori richiederanno un rendimento supplementare di 100 punti base per acquistare tale obbligazione anziché un alternativa priva di rischio, come un titolo di stato. Negli ultimi anni sono emersi nuovi titoli che danno agli investitori più possibilità di ottenere esposizione sulle obbligazioni societarie. Ad esempio, gli investitori possono acquistare credit default swap (CDS) che rappresentano una sorta di assicurazione rispetto all insolvenza dell emittente delle obbligazioni societarie. I credit default swap si possono utilizzare anche per esporsi sul credito societario senza acquistare di fatto le obbligazioni societarie oppure per vendere allo scoperto obbligazioni societarie, mentre in precedenza ciò non era possibile. I credit default swap e altri derivati di credito societario sono stati raggruppati in strumenti su indici che consentono di investire in modo diversificato, talvolta facendo ricorso alla leva finanziaria, in un ampia gamma di obbligazioni societarie. I derivati implicano rischi specifici e i portafogli che investono in derivati potrebbero perdere più del capitale originariamente investito. L utilizzo di questi strumenti può implicare determinati costi e rischi, come il rischio di liquidità, il rischio di interesse, il rischio di mercato, il rischio di credito, il rischio di gestione e il rischio che un portafoglio non possa chiudere una posizione nel momento più vantaggioso. Titoli garantiti da ipoteca (MBS) e da attivi (ABS) Un altra area in forte crescita sul mercato obbligazionario mondiale è collegata al processo noto come cartolarizzazione : i flussi di cassa di diverse tipologie di finanziamento (ad esempio rate del mutuo, prestiti auto o pagamento di carte di credito) vengono raggruppati e rivenduti agli investitori sotto forma di titoli. MBS e ABS sono gli esempi principali nell ambito della cartolarizzazione, ma ci sono molte altre varianti. Riepiloghiamo alcune informazioni fondamentali sui settori principali dei prestiti cartolarizzati: Titoli garantiti da ipoteca (MBS): Questo tipo di obbligazioni è costituito da titoli creati attraverso i pagamenti mensili dei mutui di molti proprietari di abitazioni residenziali. Gli istituti di credito ipotecario vendono i singoli mutui a un altro soggetto che li raggruppa in un titolo che produce un tasso di interesse simile al tasso ipotecario pagato dai proprietari dell abitazione. Come per altre obbligazioni, i titoli garantiti da ipoteca possono essere soggetti alle variazioni dei tassi di interesse in vigore; se i tassi aumentano il loro valore può diminuire. Inoltre, dato che la maggior parte dei titoli MBS è garantita da un garante privato, non c è garanzia che gli emittenti o i garanti privati adempiranno i propri obblighi. 8 Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni

12 Titoli garantiti da attivi (ABS): Questo tipo di obbligazioni è costituito da titoli creati con i prestiti auto, crediti connessi all uso della carta di credito o altri tipi di finanziamento. Come nel caso degli MBS, prestiti simili vengono raggruppati e confezionati sotto forma di un titolo che poi viene venduto agli investitori. Vengono costituiti dei soggetti specifici per la gestione degli ABS che consentono alle società di carte di credito e ad altri finanziatori di eliminare tali impieghi dal loro stato patrimoniale. I titoli garantiti da attivi generalmente sono in tranche, ovvero i prestiti sono raggruppati in classi di titoli di alta qualità e di più bassa qualità. Pfandbriefe e Obbligazioni coperte: I titoli tedeschi garantiti da ipoteca sono noti come Pfandbriefe o, a seconda delle dimensioni dell offerta, come Jumbo Pfandbriefe. Il mercato dei Jumbo Pfandbriefe è uno dei più vasti sul mercato obbligazionario europeo. La differenza fondamentale tra Pfandbriefe e titoli garantiti da ipoteca o da attivi è che le banche che erogano i prestiti e li impacchettano in Pfandbriefe iscrivono questi crediti in bilancio. Per questo motivo i Pfandbriefe sono talvolta classificati come obbligazioni societarie. Altre nazioni in Europa emettono sempre più frequentemente titoli simili ai Pfandbriefe, noti come covered bond ovvero obbligazioni coperte. Il prezzo delle obbligazioni non governative descritte in precedenza generalmente viene determinato rispetto a un tasso con un rischio minimo o privo di rischio, come il rendimento dei titoli di stato o il LIBOR (London Interbank Offered Rate). La differenza tra il rendimento di un obbligazione con rating più basso e il tasso LIBOR o dei titoli di stato è noto come spread di credito. Lo spread di credito viene rettificato sulla base della percezione dell investitore della qualità di credito e della crescita economica, oltre che in base alla domanda dell investitore in termini di rischio e rendimento più elevato. Dopo aver approfondito le tipologie principali di obbligazioni e compreso che ci sono molte varianti in ciascuna delle principali categorie che abbiamo discusso illustriamo alcune delle principali strategie di investimento sul mercato obbligazionario applicate da investitori e gestori. Strategie di investimento sul mercato obbligazionario Gli investitori hanno diverse opzioni se intendono investire in obbligazioni nell ambito del loro portafoglio. Una possibilità è di investire con una gestione obbligazionaria attiva, che adotterà diverse strategie di investimento nel tentativo di massimizzare il rendimento di un portafoglio obbligazionario e di registrare una performance superiore a quella del mercato sulla base di un determinato benchmark. Una seconda possibilità è di investire con una strategia passiva : l obiettivo è di replicare (e non sovraperformare) il rendimento del mercato obbligazionario o di uno specifico settore del mercato obbligazionario. Una terza possibilità è di investire in una strategia obbligazionaria a gradini ; in questo Tutto quello che bisogna sapere sulle obbligazioni 9

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza

credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza chiarezza e trasparenza State progettando un investimento? Oppure desiderate semplicemente conoscere quali possibilità vi

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Le agenzie di rating e la crisi finanziaria

Le agenzie di rating e la crisi finanziaria Facoltà di Economia Corso di Laurea in Mercati e intermediari finanziari Le agenzie di rating e la crisi finanziaria RELATORE Prof. Claudio Boido CANDIDATO Greta Di Fabio ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Indice

Dettagli

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04.

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04. Report dei prodotti del' 23.04.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 7.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su Carrefour, Nestlé,

Dettagli

Parte 2: Primo pilastro Requisiti patrimoniali minimi

Parte 2: Primo pilastro Requisiti patrimoniali minimi Parte 2: Primo pilastro Requisiti patrimoniali minimi I. Calcolo dei requisiti patrimoniali minimi 40. In questa Parte vengono esposte le modalità di calcolo dei requisiti patrimoniali minimi complessivi

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli