LA STORIA DELL ANPAS

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA STORIA DELL ANPAS"

Transcript

1 LA STORIA DELL ANPAS

2 Le Pubbliche Assistenze nascono alla metà dell 800 sulla spinta degli ideali risorgimentali SCHEDA 2

3 Le radici storiche SOCIETÀ OPERAIE DI MUTUO SOCCORSO Sodalizi attivi negli stati sabaudi (statuto albertino 1848) si diffondono in tutta la penisola seguendo l unificazione nazionale. Forma di auto tutela di salariati e operai nei confronti di malattie, infortuni, morte, ma anche in relazione alla necessità formativa su mestieri o per fronteggiare scarsità di lavoro o disoccupazione. SCHEDA 3

4 SOCIETÀ OPERAIE DI MUTUO SOCCORSO SCHEDA 4

5 Le radici storiche LE PRIME PUBBLICHE ASSISTENZE NASCONO TRA LA TOSCANA E LA LIGURIA Perché le P.A. hanno nomi diversi? Perché in genere la loro costituzione era promossa da persone che si richiamavano a ideali diversi, a seconda delle realtà sociali, economiche, politiche locali. SCHEDA 5

6 Le radici storiche LA CROCE VERDE Ha avuto sicuramente al suo interno dirigenti e volontari che si riconoscevano negli ideali repubblicani, o socialisti, o anche anarchici. SCHEDA 6

7 Le radici storiche LA CROCE BIANCA Va considerata di estrazione più conservatrice o monarchica. SCHEDA 7

8 Le radici storiche LA CROCE D ORO Caratterizzata da un concetto aristocratico del lavoro (notai, avvocati, medici); la nuova classe borghese emergente. SCHEDA 8

9 Le radici storiche LA FRATELLANZA POPOLARE Si riconoscono e si ritrovano categorie di persone che svolgono lavori artigianali. SCHEDA 9

10 Le radici storiche LA FRATELLANZA MILITARE Di cui oggi rimane solo una realtà a Firenze era costituita da reduci delle guerre di Risorgimento. SCHEDA 10

11 Le Pubbliche Assistenze fra 800 e 900 CROCE VERDE APM DI MILANO:CARRO OSPEDALE Trovano nel nuovo stato unitario spazi di intervento sanitario e sociale non coperti dallo stato. SCHEDA 11

12 Le Pubbliche Assistenze fra 800 e 900 Fin dall inizio si caratterizzano come associazioni laiche e democratiche. Gli ideali che condividono sono: solidarietà e fratellanza. Sono aperte alla partecipazione di tutti i cittadini. SCHEDA 12

13 Le Pubbliche Assistenze fra 800 e 900 CAMPI DI AZIONE Soccorso. Sostegno alle categorie deboli. Interventi nelle calamità. Divulgazione di educazione civile e sanitaria. LIVORNO. FINE 800: VOLONTARIO IN TENUTA ANTICOLERICA DELLA P.A. SOCIETÀ VOLONTARIA DEL SOCCORSO SCHEDA 13

14 La vita e la storia delle Pubbliche Assistenze si intreccia con le vicende politiche, sociali e culturali del nostro paese. SCHEDA 14

15 Le Pubbliche Assistenze all inizio del 900 Si diffondono rapidamente e nasce l esigenza di un coordinamento nazionale. A Spoleto nel 1904 si costituisce la Federazione Nazionale delle Società di Pubblica Assistenza e Pubblico Soccorso. (Eretta in ente morale con Regio Decreto del 1911) SCHEDA 15

16 Le Pubbliche Assistenze all inizio del novecento Le Pubbliche Assistenze affrontano: Lotta alla tubercolosi Difesa della maternità (nascita delle prime banche del latte) Asili notturni Scuole di igiene Servizi di pronto soccorso (diffusi da squadre urbane, rurali e ciclistiche) INIZIO 900: PIOMBINO (LI), GRUPPO VOLONTARIE DELLA PUBBLICA ASSISTENZA SCHEDA 16

17 PUBBLICA ASSISTENZA CROCE BIANCA PIACENZA SCHEDA 17

18 Le Pubbliche Assistenze nella prima guerra mondiale Il progresso di crescita si arresta: Gli uomini sono chiamati al fronte. I volontari delle Pubbliche Assistenze grazie alla loro esperienza diventano elementi preziosi del corpo di sanità militare. L esperienza tragica maturata nel periodo bellico sfocia nell impegno nei confronti dei reduci. SCHEDA 18

19 Le Pubbliche Assistenze nel ventennio fascista Non è ancora terminata la ripresa post bellica quando il regime fascista assesta un duro colpo alle associazioni di pubblica assistenza. Nel 1930 il regime scioglie quasi tutte le associazioni trasferendo beni e competenze alla Croce Rossa Italiana. SCHEDA 19

20 Le Pubbliche Assistenze nel ventennio fascista Restano in piedi solo una trentina di associazioni che avevano ottenuto il riconoscimento di IPAB (Istituti Pubblici di Assistenza e Beneficenza) e che comunque vengono sottoposte a tutela prefettizia e la cui attività progressivamente si militarizza. SCHEDA 20

21 Le Pubbliche Assistenze nel dopoguerra Mentre il paese vive la ripresa dopo la guerra anche le Pubbliche Assistenze si riorganizzano, ricostituiscono la Federazione Nazionale e tentano di recuperare beni e mezzi. Nel 1946 si tiene a Milano il primo congresso dopo la Liberazione e si da il via ad un nuovo percorso MILANO: PRIMO CONGRESSO DÀ IL VIA AD UN LUNGO PROCESSO DI RINNOVAMENTO SCHEDA 21

22 Le Pubbliche Assistenze negli anni 50/60 La crescita del movimento è lenta ma costante mentre nella società si avviano i grandi processi di riforma. Si avvia il dibattito interno al movimento. CROCE VERDE DI LUCCA CROCE GIALLA DI ANCONA VOLONTARI DI PIOMBINO VOLONTARI DI LIVORNO SCHEDA 22

23 Le pubbliche assistenze nel corso degli anni si definiscono sempre di più come interlocutori autorevoli nei confronti delle forze politiche e sociali. Il processo di rinnovamento ha il suo culmine nel 1978 al Congresso di Sarzana. SCHEDA 23

24 Nel 1987 al congresso di Lerici nasce: ANPAS Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze Il cambiamento è l espressione di una evoluzione che mira al rafforzamento di una concezione unitaria di un grande movimento di volontariato e di solidarietà. LERICI, 1987: IL CONGRESSO STRAORDINARIO DELLE PUBBLICHE ASSISTENZE SCHEDA 24

25 L ANPAS oggi L ANPAS oggi, oltre ad occuparsi dei settori storici dell emergenza e del trasporto sanitario, si occupa di: Protezione civile. Attività sociali. Solidarietà internazionale. Adozioni internazionali. SCHEDA 25

26 SCHEDA 26

27 Dal 1981 Anpas è un ente di servizio civile Prima con obiettori in servizio presso le Pubbliche Assistenze. Poi accreditata quale ente di 1 classe per il Servizio Civile Nazionale. Dal 2006 sono stati circa i ragazzi che, ogni anno, hanno partecipato a progetti presso le oltre 500 sedi di attuazione. SCHEDA 27

28 Le Pubbliche Assistenze come esperienza di: CITTADINANZA ATTIVA SCHEDA 28

29 Le Pubbliche Assistenze come esperienza di: Incontro e convivenza costruttiva con altre persone (volontari) diverse per estrazione sociale, formazione culturale, etnia, religione ed idee politiche. Interazione e collaborazione con le istituzioni (ASL, Amministrazioni Comunali, Comunità Montana, Amministrazioni Provinciali, etc.). SCHEDA 29

30 Le Pubbliche Assistenze come esperienza di: Lavoro in rete con altri enti. Difesa dei diritti fondamentali dei cittadini (diritto alla salute). SCHEDA 30

31 Le Pubbliche Assistenze come esperienza di: Sperimentazione quotidiana delle regole della vita democratica. Impegno nella tutela del territorio e dei cittadini (protezione civile). SCHEDA 31

32 Nel 2004 ANPAS ha festeggiato 100 anni di solidarietà SCHEDA 32

33 SCHEDA 33

34 Il Comitato Emilia - Romagna Nasce nel 1970 e si costituisce in UNIONE REGIONALE nel Nel 1990 il consiglio nazionale delibera le costituzioni delle Sezioni Regionali. Nel 1999 con il nuovo statuto nazionale nascono i Comitati Regionali dotati di un proprio statuto approvato a Salsomaggiore il SCHEDA 34

35 ANPAS Emilia - Romagna ANPAS Emilia Romagna è iscritta al registro regionale del volontariato (DR 1105 del ). ANPAS Emilia Romagna acquisisce la personalità giuridica (DR 436 dell ). Croce Gialla di Ancona SCHEDA 35

36 VALLE D AOSTA 12 ASSOCIAZIONI 0 SEZIONI 490 SOCI 490 VOLONTARI 2 DIPENDENTI ACCREDITAMENTO REGIONALE GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE 18 MEZZI PIEMONTE 81 ASSOCIAZIONI 11 SEZIONI SOCI VOLONTARI 353 DIPENDENTI 189 GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE 745 MEZZI LOMBARDIA VOLONTARI 108 ASSOCIAZIONI 619 DIPENDENTI 30 SEZIONI 258 GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE SOCI MEZZI VENETO VOLONTARI EMILIA ROMAGNA VOLONTARI 23 ASSOCIAZIONI 76 DIPENDENTI 109 ASSOCIAZIONI 167 DIPENDENTI 5 SEZIONI 0 GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE 21 SEZIONI 38 GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE SOCI 100 MEZZI FRIULI VENEZIA GIULIA 3 ASSOCIAZIONI 0 SEZIONI 150 SOCI 100 VOLONTARI 0 DIPENDENTI 0 GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE 11 MEZZI SOCI 809 MEZZI LIGURIA VOLONTARI 101 ASSOCIAZIONI 321 DIPENDENTI 20 SEZIONI 48 GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE SOCI 743 MEZZI TOSCANA VOLONTARI 150 ASSOCIAZIONI 952 DIPENDENTI 107 SEZIONI 310 GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE SOCI 1850 MEZZI SCHEDA 36

37 ANPAS Emilia - Romagna 111 PUBBLICHE ASSISTENZE VOLONTARI SOCI SOSTENITORI Piacenza 14 Parma 19 Reggio E. 10 Modena 33 Bologna 20 Ferrara 4 Ravenna 6 Forlì Cesena 4 Rimini 1 SCHEDA 37

38 Le nostre pubbliche assistenze CENTENARIE (Colorno) SCHEDA 38

39 Le nostre Pubbliche Assistenze CENTENARIE (Piacenza) SCHEDA 39

40 Le nostre Pubbliche Assistenze CENTENARIE (Noceto) SCHEDA 40

41 Le nostre Pubbliche Assistenze CENTENARIE (Parma) SCHEDA 41

42 Le nostre Pubbliche Assistenze CENTENARIE, Croce Verde (Reggio Emilia) SCHEDA 42

43 ANPAS Emilia - Romagna Le attività di supporto al sistema: Sanità e sociale Protezione civile Formazione Servizio civile Cooperazione internazionale e adozioni SCHEDA 43

44 FINE

Pubbliche Assistenze. La Storia

Pubbliche Assistenze. La Storia Pubbliche Assistenze La Storia nell 800 L 800 è un secolo di fermento per tutta l Europa: operai, giovani, studenti, chiedono maggiori spazi di libertà, maggiore democrazia. In Italia i reduci delle guerre

Dettagli

OFICINA IMPRESA SOCIALE

OFICINA IMPRESA SOCIALE OFICINA IMPRESA SOCIALE Oficina Impresa Sociale nasce il 28/04/2011, è Accreditata dalla Regione Emilia Romagna per gestire attività formative finanziate da Enti pubblici (Provincia di Bologna, Regione

Dettagli

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00024 AREA: Mercato del lavoro Settore di interesse: Mercato del lavoro Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico

Dettagli

Alcolisti Anonimi che cos è. Una presentazione della nostra Associazione a cura dell Area Emilia-Romagna

Alcolisti Anonimi che cos è. Una presentazione della nostra Associazione a cura dell Area Emilia-Romagna Alcolisti Anonimi che cos è. Una presentazione della nostra Associazione a cura dell Area Emilia-Romagna Alcolisti Anonimi è un'associazione di uomini e donne che mettono in comune la loro esperienza,

Dettagli

La mutualità integrativa volontaria in campo sanitario

La mutualità integrativa volontaria in campo sanitario RUOLO E PROSPETTIVE DELLA MUTUALITÀ NEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO La mutualità integrativa volontaria in campo sanitario Placido Putzolu - Presidente FIMIV Federazione Italiana Mutualità Integrativa Volontaria

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

OFICINA IMPRESA SOCIALE

OFICINA IMPRESA SOCIALE OFICINA IMPRESA SOCIALE Oficina Impresa Sociale nasce il 28/04/2011, è Accreditato dalla Regione Emilia Romagna per gestire attività formative finanziate da Enti pubblici (Provincia di Bologna, Regione

Dettagli

LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA

LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA LE ASSOCIATE ACRI FONDAZIONI DI ORIGINE BANCARIA Abruzzo Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell Aquila Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti Fondazione Pescarabruzzo Fondazione

Dettagli

Attualità e storia della mutualità. L esempio della SNMS Cesare Pozzo

Attualità e storia della mutualità. L esempio della SNMS Cesare Pozzo Attualità e storia della mutualità. L esempio della SNMS Cesare Pozzo Stefano Maggi Docente di Storia contemporanea Università di Siena Presidente Fondazione Cesare Pozzo per la mutualità Le mani intrecciate,

Dettagli

LE POLITICHE SOCIOSANITARIE Relative alle IPAB - ASP CON RIFERIMENTO ALLA MAPPA-RETE

LE POLITICHE SOCIOSANITARIE Relative alle IPAB - ASP CON RIFERIMENTO ALLA MAPPA-RETE LE POLITICHE SOCIOSANITARIE Relative alle IPAB - ASP CON RIFERIMENTO ALLA MAPPA-RETE POLITICHE SOCIOSANITARIE I.P.A.B. - Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza SCHEDA ISTITUZIONALE ENTI AUTONOMI

Dettagli

Storia contemporanea WELFARE STATE Percorso analitico tra lo storico e il sociale

Storia contemporanea WELFARE STATE Percorso analitico tra lo storico e il sociale Facoltà di Scienze Sociali Lezioni di Storia contemporanea WELFARE STATE Percorso analitico tra lo storico e il sociale PROGRAMMA DELLE LEZIONI Prima parte Concezione del welfare state e caratteri generali;

Dettagli

Randagismo e Pappataci, un fattore di rischio per la diffusione della Leishmaniosi. Luciano Venturi

Randagismo e Pappataci, un fattore di rischio per la diffusione della Leishmaniosi. Luciano Venturi Progetto integrato di formazione dei Dipartimenti di Sanità Pubblica Area Vasta Romagna - Regione Emilia-Romagna Corso di formazione Una panoramica sui principali infestanti urbani di interesse sanitario

Dettagli

Gruppo di lavoro Contabilità ambientale degli Enti Locali

Gruppo di lavoro Contabilità ambientale degli Enti Locali Gruppo di lavoro Contabilità ambientale degli Enti Locali dell Associazione Coordinamento Agende 21 locali Italiane Gruppo di lavoro Contabilità ambientale degli Enti Locali Programmazione 2010 Incontro

Dettagli

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 L EVENTO Complessivamente dal 31 gennaio al 13 febbraio sono stati registrati i seguenti spessori del manto nevoso Parte orientale della Regione: fascia

Dettagli

Ritenuto di condividere le motivazioni espresse nella mozione consiliare in argomento ed in particolare che:

Ritenuto di condividere le motivazioni espresse nella mozione consiliare in argomento ed in particolare che: REGIONE PIEMONTE BU44S1 30/10/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 13 ottobre 2014, n. 1-405 Adesione della Regione Piemonte all'associazione "Avviso Pubblico Enti Locali e Regioni per la formazione

Dettagli

L ASSOCIAZIONISMO FEMMINILE MIGRANTE IN EMILIA-ROMAGNA

L ASSOCIAZIONISMO FEMMINILE MIGRANTE IN EMILIA-ROMAGNA L ASSOCIAZIONISMO FEMMINILE MIGRANTE IN EMILIA-ROMAGNA Intrecci per una rete di associazioni di donne migranti e italiane ALCUNI DATI DI CONTESTO L immigrazione straniera in Emilia-Romagna raggiunge al

Dettagli

GIOCARESPONSABILE. Un anno di attività. 1 novembre 2009-31 ottobre 2010. Umbertide, 4 dicembre 2010. Progetto sostenuto da

GIOCARESPONSABILE. Un anno di attività. 1 novembre 2009-31 ottobre 2010. Umbertide, 4 dicembre 2010. Progetto sostenuto da GIOCARESPONSABILE Un anno di attività 1 novembre 2009-31 ottobre 2010 Umbertide, 4 dicembre 2010 Progetto sostenuto da Mission Aumentare la consapevolezza del giocatore sui fattori di rischio eventualmente

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA Le Delegazioni dell Amministrazione e delle sottoscritte Organizzazioni Sindacali, riunitesi il giorno 19 settembre 2007

Dettagli

Il confidi nazionale della cooperazione italiana. Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative

Il confidi nazionale della cooperazione italiana. Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative Il confidi nazionale della cooperazione italiana Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative chi siamo Cooperfidi Italia è il confidi nazionale della cooperazione italiana ed è sostenuto da Agci,

Dettagli

COME DIVENTARE VOLONTARIO DI PROTEZIONE CIVILE NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

COME DIVENTARE VOLONTARIO DI PROTEZIONE CIVILE NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA COME DIVENTARE VOLONTARIO DI PROTEZIONE CIVILE NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA TUTTI I CITTADINI POSSONO DIVENTARE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE L iscrizione del volontario ad un Associazione è il primo

Dettagli

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Argomenti Storia della Croce Rossa: fondatori e precursori Convenzioni di Ginevra del 1949 Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

Servizi di formazione. Formazione superiore e continua

Servizi di formazione. Formazione superiore e continua Progetti nazionali ANTEAS (Roma) - Periodo 01-05/13 - Percorso di formazione per i dirigenti nazionali - Periodo 07-12/12 - Percorso di formazione per i dirigenti nazionali CONSORZIO CONDIVIDERE PAPA GIOVANNI

Dettagli

AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI. COINCIDENZA AMBITI SOCIALI E DISTRETTI SOCIOSANITARI (art. 8 L. 328/2000) Normativa di riferimento

AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI. COINCIDENZA AMBITI SOCIALI E DISTRETTI SOCIOSANITARI (art. 8 L. 328/2000) Normativa di riferimento REGIONI ABRUZZO Coincidenza ambiti territoriali sociali e ambiti del distretto sanitario No 73 distretti sanitari 35 ambiti sociali Normativa di riferimento Note Il Piano sociale regionale 2002-04 (D.C.R.

Dettagli

Abruzzo/Marche Associazione On the Road Associazione On the Road. Calabria Arcidiocesi Reggio Calabria Arcidiocesi Reggio Calabria

Abruzzo/Marche Associazione On the Road Associazione On the Road. Calabria Arcidiocesi Reggio Calabria Arcidiocesi Reggio Calabria Regione Nome proponente Enti attuatori Abruzzo/Marche Associazione On the Road Associazione On the Road Basilicata Centro Studi e Ricerche sulle Realtà Meridionali - Ce.St.Ri.M. Centro Studi e Ricerche

Dettagli

POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014

POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014 POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014 Ai sensi dell'art. 19, comma 1 bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.

Dettagli

Numero di Banche in Italia

Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE Analisi statistica Anni di riferimento: 2000-2012 Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - Tidonacomunicazione.com

Dettagli

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013)

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Consolati Regionali Consolati Provinciali Indirizzo Posta

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

PROTEZIONE CIVILE A.N.A. PROTEZIONE CIVILE

PROTEZIONE CIVILE A.N.A. PROTEZIONE CIVILE PROTEZIONE CIVILE A.N.A. 3 RGPT SOTTOCOMMISSIONE INFORMATICA PROGETTO FORMAZIONE PERMANENTE 2011 SUPPORTO ALLE ATTIVITA DI COORDINAMENTO CORSO PER ADDETTI ALLA SEGRETERIA ED ALLA SALA OPERATIVA IL SISTEMA

Dettagli

CURRICULUM. Laura Maria Restuccia Saitta, nata ad Avola (SR), il 09/01/1946, residente

CURRICULUM. Laura Maria Restuccia Saitta, nata ad Avola (SR), il 09/01/1946, residente CURRICULUM Laura Maria Restuccia Saitta, nata ad Avola (SR), il 09/01/1946, residente TITOLI ACCADEMICI : Diploma di maturità classica, presso il Liceo Statale Megara di Augusta (SR); Laurea in Giurisprudenza,

Dettagli

Facoltà di Economia e Commercio

Facoltà di Economia e Commercio Facoltà di Economia e Commercio Una analisi comparata degli obiettivi dei Piani Sanitari e Socio Sanitari delle Regioni e delle Province Autonome : 2003-2005 di: Eleonora Todini (*) (*) Il presente contributo

Dettagli

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Primo Convegno Nazionale Qualita della vita: territorio e popolazioni Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Sabrina Stoppiello, Stafania Della Queva, Manuela Nicosia Censimento

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI DI COOPERAZIONE DECENTRATA ALLO SVILUPPO E SOLIDARIETÁ INTERNAZIONALE

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI DI COOPERAZIONE DECENTRATA ALLO SVILUPPO E SOLIDARIETÁ INTERNAZIONALE CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO (SETTIMA LEGISLATURA) PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI DI COOPERAZIONE DECENTRATA ALLO SVILUPPO E SOLIDARIETÁ INTERNAZIONALE PERIODO 2004-2006 * Allegato alla deliberazione

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

Distributori RCS Education

Distributori RCS Education Distributori RCS Education ABRUZZO Bookservice S.r.l. Gross Ancona Via Albertini 36 60131 Ancona Tel: 071 2861810 Fax: 071 2861642 Email: bookserv@tin.it BASILICATA per la provincia di: Matera CE.DI. Puglia

Dettagli

UFFICI DIREZIONE GENERALE

UFFICI DIREZIONE GENERALE OPERAZIONE TRASPARENZA (LEGGE 18 GIUGNO 2009, N. 69) DATI RELATIVI AI TASSI DI ASSENZA E PRESENZA DEL PERSONALE Maggio 2011 Assenze (Ore) 37.475,60 Area Assenze (Ore) ABRUZZO CASA SOGGIORNO PESCARA 252,10

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

LA STORIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

LA STORIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE LA STORIA DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE L. 1888 legge Pagliai (Legge Riforma sanitaria) istituzione Medici Comunali istituzione Medici Provinciali istituzione Direzione Generale Sanità L. 1890 legge

Dettagli

Diventa ambasciatore dei diritti dei bambini! Partner istituzionali Iniziativa realizzata con Grazie a

Diventa ambasciatore dei diritti dei bambini! Partner istituzionali Iniziativa realizzata con Grazie a Con il Patrocinio di: Presidenza del Consiglio dei Ministri Regione Campania Regione Emilia Romagna Regione Lazio Regione Liguria Regione Lombardia Regione Piemonte Regione Puglia Regione Sardegna Regione

Dettagli

COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI

COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI Comune di Montefiore Conca Provincia di Rimini Certificazione del 14/09/2002 COME DIVENTARE PIÙ RICCHI IN SOLI 12 MESI S e r v i z i o C i v i l e P e r g l i a l t r i. P e r t e. HAI L'ETÀ GIUSTA PER

Dettagli

Gli standard HPH e il sistema di qualità

Gli standard HPH e il sistema di qualità Gli standard HPH e il sistema di qualità Bologna, 27 giugno 2008 Progetto di ricerca finalizzata Valutazione di efficacia e definizione di un modello integrato di promozione della salute Bianca Maria Carlozzo

Dettagli

7. Assistenza primaria

7. Assistenza primaria 7. Assistenza primaria BSIP Marka Assistenza primaria 7.1. Medicina di base L assistenza distrettuale, allo scopo di coordinare ed integrare tutti i percorsi di accesso ai servizi sanitari da parte del

Dettagli

Dai progetti alla programmazione partecipata: l esperienza della Regione Emilia-Romagna

Dai progetti alla programmazione partecipata: l esperienza della Regione Emilia-Romagna Dai progetti alla programmazione partecipata: l esperienza della Regione Emilia-Romagna Trento 20 giugno 2014 Alba Carola Finarelli, Patrizia Beltrami, Claudia Serra Regione Emilia-Romagna Sommario Le

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012 Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica Venerdì 1 giugno 2012 Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori

Dettagli

La Rete regionale per la tutela delle tartarughe marine dell'emilia-romagna e il progetto di estensione della rete ad altre Regioni

La Rete regionale per la tutela delle tartarughe marine dell'emilia-romagna e il progetto di estensione della rete ad altre Regioni NetCet Workshop Città e Regioni per la conservazione e gestione di cetacei e tartarughe marine 8 ottobre 2015 - Arsenale Torre di Porta Nuova, Castello, 30122 Venezia La Rete regionale per la tutela delle

Dettagli

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 1 CHI SIAMO Coopservice nasce nel 1991 dalla fusione di due cooperative reggiane

Dettagli

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA.

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. AIRC. DA OLTRE 40 ANNI LA NOSTRA FORZA SONO LE TANTE PERSONE CHE CREDONO IN NOI. Dietro la sigla AIRC ci sono quasi due milioni di soci

Dettagli

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013 D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI ESTIMATIVI AREA OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE UFFICIO GESTIONE BANCA DATI QUOTAZIONI OMI 80,00% 20,00% D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI

Dettagli

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015 Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità Ferrara - Novembre 2015 1 Invitalia per la crescita e la competitività del sistema produttivo Sosteniamo la nascita di nuove imprese la realizzazione

Dettagli

Presidente. Past President. Senato della Repubblica Commissione Igiene e Sanità

Presidente. Past President. Senato della Repubblica Commissione Igiene e Sanità Società Italiana Neuropsichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza SINPIA Bernardo Dalla Bernardina Presidente Franco Nardocci Past President Senato della Repubblica Commissione Igiene e Sanità Roma, 13

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PAOLO GIOVANNINI N. 40, VIA DAMIANI, 29122 PIACENZA Telefono 0523/456810 3356388158 Fax E-mail giovanninipaolo61@virgilio.it Nazionalità

Dettagli

IGIENE DELLA RISTORAZIONE

IGIENE DELLA RISTORAZIONE IGIENE DELLA RISTORAZIONE Corso di formazione sull'igiene e la Sicurezza Alimentare per addetti alla ristorazione, su DVD e piattaforma e-learning, in sostituzione del libretto di idoneità sanitaria APPLICABILITÀ

Dettagli

Indici annate1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992

Indici annate1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 Indici annate1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1984 1 Informare i giovani. Le esperienze di Torino, Bologna, Brescia, Forlì, Milano, Verona, Voghera. 2 La dispersione scolastica nella scuola

Dettagli

Servizi Veterinari di Sanità Pubblica: competenze ed attività di Igiene urbana veterinaria. Enrico Loretti

Servizi Veterinari di Sanità Pubblica: competenze ed attività di Igiene urbana veterinaria. Enrico Loretti Servizi Veterinari di Sanità Pubblica: competenze ed attività di Igiene urbana veterinaria Enrico Loretti Radici UFMA Igiene Urbana Veterinaria Il mandato: (DPCM LEA 2008) 3 Allegato 1 DPCM 4 Le attività

Dettagli

19 RADUNO NAZIONALE DELL ASSOCIAZIONE DEI VIGILI DEL FUOCO DEL CORPO NAZIONALE L AQUILA 9 GIUGNO 2012 ORDINE DI SFILATA

19 RADUNO NAZIONALE DELL ASSOCIAZIONE DEI VIGILI DEL FUOCO DEL CORPO NAZIONALE L AQUILA 9 GIUGNO 2012 ORDINE DI SFILATA Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale Iscritta al n. 161/2002 del Registro delle Persone Giuridiche presso l UfficioTerritoriale del Governo Roma Firmissima est inter pares amicitia

Dettagli

POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA. Roma, ottobre 2008

POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA. Roma, ottobre 2008 POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA Roma, ottobre 2008 La rete distributiva diretta SPECIALIZZAZIONE NEI GRANDI IMPIANTI Le biglietterie XXL XL L specializzano la propria attività esclusivamente

Dettagli

Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana -

Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana - Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana - SICUREZZA STRADALE Politiche ed esperienze europee a confronto Bari, 11 luglio 2008 www.progettomost.org SINTESI DEL PROGETTO MO.S.T. www.progettomost.org

Dettagli

Benvenuti in BPER Banca.

Benvenuti in BPER Banca. Benvenuti in BPER Banca. Passato Presente e Futuro si intrecciano a formare una storia unica che parla di evoluzione, conquiste e risultati tangibili. Il Presente si arricchisce del Passato, ascolta il

Dettagli

Espr.it. la comunità genera nuovo welfare FONDAZIONE CARIPARMA. (Volontariato, Associazionismo, Cooperazione sociale)

Espr.it. la comunità genera nuovo welfare FONDAZIONE CARIPARMA. (Volontariato, Associazionismo, Cooperazione sociale) FONDAZIONE CARIPARMA Espr.it la comunità genera nuovo welfare Alcuni dati sulla provincia di Parma TERZO SETTORE (Volontariato, Associazionismo, Cooperazione sociale) 1 Le organizzazioni di volontariato

Dettagli

PUBBLICA ASSISTENZA CROCE VERDE LAMPORECCHIO ATTIVITA DEI VOLONTARI

PUBBLICA ASSISTENZA CROCE VERDE LAMPORECCHIO ATTIVITA DEI VOLONTARI PUBBLICA ASSISTENZA CROCE VERDE LAMPORECCHIO ATTIVITA DEI VOLONTARI Che sono le Pubbliche Assistenze? LE PUBBLICHE ASSISTENZE SONO ASSOCIAZIONI DI CITTADINI INTERESSATI ALLA TUTELA DELLA SALUTE IN OGNI

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

Regolamento interno della sezione Assistenza sanitaria integrativa della Società nazionale di mutuo soccorso CesarePozzo

Regolamento interno della sezione Assistenza sanitaria integrativa della Società nazionale di mutuo soccorso CesarePozzo Regolamento interno della sezione Assistenza sanitaria integrativa della Società nazionale di mutuo soccorso CesarePozzo Edizione 2011 Sezione Assistenza Sanitaria Integrativa ex art. 51 comma 2 lettera

Dettagli

ABITARE LA VITA Pisa 21 febbraio 2013

ABITARE LA VITA Pisa 21 febbraio 2013 APPARTAMENTI VERSO L AUTONOMIA ABITARE LA VITA Pisa 21 febbraio 2013 Le politiche Regionali di sostegno all abitare Marzia Fratti Settore Politiche per l integrazione socio-sanitaria e la salute in carcere

Dettagli

III Workshop Formativo Nazionale Rete Città Sane OMS. Simona Arletti Presidente Nazionale Rete Italiana Città Sane OMS

III Workshop Formativo Nazionale Rete Città Sane OMS. Simona Arletti Presidente Nazionale Rete Italiana Città Sane OMS III Workshop Formativo Nazionale Rete Città Sane OMS Simona Arletti Presidente Nazionale Rete Italiana Città Sane OMS 1 PRINCIPI La salute è la sfida centrale del nostro tempo. Le città, in quanto primo

Dettagli

L'associazionismo in provincia di Piacenza. Anno 2009. Rapporti Interni

L'associazionismo in provincia di Piacenza. Anno 2009. Rapporti Interni Rapporti Interni Amministrazione Provinciale di Piacenza Servizio Pianificazione Territoriale e Ambientale L'associazionismo in provincia di Piacenza. Anno 2009. R.I. 03/09 Febbraio 2009 09_03.odt 1 Amministrazione

Dettagli

E LE SINERGIE TRA GENERAZIONI

E LE SINERGIE TRA GENERAZIONI Friuli Venezia Giulia Protocollo d intesa REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA AUSER FVG FEDERSANITA ANCI FVG ANCI FVG PER L INVECCHIAMENTO ATTIVO E LE SINERGIE TRA GENERAZIONI 1 PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani, i nuovi dati: sono 169.076 i giovani che si sono registrati, 36.566 sono stati già convocati dai servizi per il lavoro e 23.469 hanno già ricevuto il primo colloquio

Dettagli

Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014)

Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014) Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014) Il Fia ha finora assunto complessivamente delibere definitive d investimento

Dettagli

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione Regione Toscana Bando 2014 Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica www.regione.toscana.it/bandolegalita Progetti di educazione alla legalità offerti alle scuole

Dettagli

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA.

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. AIRC. DA OLTRE 40 ANNI LA NOSTRA FORZA SONO LE TANTE PERSONE CHE CREDONO IN NOI. SOSTENGA LA RICERCA NEI MOMENTI CHE CONTANO, PER LEI

Dettagli

ALLEGATO ALLA CARTA DEI SERVIZI ANPAS EMILIA ROMAGNA

ALLEGATO ALLA CARTA DEI SERVIZI ANPAS EMILIA ROMAGNA DENOMINAZIONE: ASSISTENZA PUBBLICA PARMA (onlus) INDIRIZZO: PARMA 43125 V.LE GORIZIA 2/A TELEFONO E FAX: 0521/224922 0521/224920 MAIL: amministrazione@apparma.org ANNO DI FONDAZIONE: 1902 CARTA DEI SERVIZI

Dettagli

STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA

STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA STUDIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIASSETTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELLA REGIONE SICILIANA Il quadro di contesto e la normativa di settore in materia di Trasporto Pubblico.

Dettagli

per i Donatori, i nostri Soci e Dirigenti che nel corso dell anno sono deceduti.

per i Donatori, i nostri Soci e Dirigenti che nel corso dell anno sono deceduti. Roma 8 9 giugno 2013 per i Donatori, i nostri Soci e Dirigenti che nel corso dell anno sono deceduti. . alle tante famiglie che con grande sensibilità hanno acconsentito alla donazione degli organi e dei

Dettagli

Coopermondo: la mission. value

Coopermondo: la mission. value Coopermondo: la mission value manage partner / global alliance for sustainable development partnership: a global alliance for sustainable development 415 progetti (295 in corso) 612 organizzazioni partner

Dettagli

LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE: UNA TRADIZIONE VENETA

LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE: UNA TRADIZIONE VENETA FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE Associazione delle Scuole dell Infanzia paritarie e servizi alla Prima Infanzia Via Visinoni,4/c 30174 VENEZIA ZELARINO c/centro Cardinal Urbani c.f. 94046810266, IBAN

Dettagli

LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni

LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni PREMESSA La sperimentazione dei Piani Locali Giovani ha la finalità di sostenere l azione degli enti locali nel campo delle politiche

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali ACCONTO ADDIZIONALI REGIONALI E COMUNALI: STANGATA IN ARRIVO CON LA BUSTA PAGA DI MARZO

A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali ACCONTO ADDIZIONALI REGIONALI E COMUNALI: STANGATA IN ARRIVO CON LA BUSTA PAGA DI MARZO A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali ACCONTO ADDIZIONALI REGIONALI E COMUNALI: STANGATA IN ARRIVO CON LA BUSTA PAGA DI MARZO TRA ACCONTI E SALDI SI PAGHERANNO 97 EURO MEDI CON PUNTE DI 139

Dettagli

REGISTRI TUMORI. Cosa sono? La storia

REGISTRI TUMORI. Cosa sono? La storia REGISTRI TUMORI Cosa sono? I Registri tumori sono strutture impegnate nella raccolta di informazioni sui malati di cancro residenti in un determinato territorio. Sono necessari perché in nessuna struttura

Dettagli

DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA

DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA Divisione Antifrode Assicurativa DAA L agenzia è in grado di offrire servizi e soluzioni professionali e qualificate nel campo dell'antifrode assicurativa. Accertamenti

Dettagli

9. Assistenza ospedaliera

9. Assistenza ospedaliera 9. Assistenza ospedaliera Keystone LaPresse Assistenza ospedaliera 9.1. Assistenza ospedaliera per acuti e lungodegenti Il sistema SSN si avvale per l assistenza ospedaliera di 1.410 Istituti di ricovero

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Giorgio Martelli. 11 novembre 2009

CURRICULUM VITAE. Giorgio Martelli. 11 novembre 2009 CURRICULUM VITAE DI Giorgio Martelli 11 novembre 2009 2 Cognome e Nome Martelli Giorgio Luogo e data di nascita Medicina (BO) 03.04.1959 Professione Recapito Residenza Medico Direzione Sanitaria Azienda

Dettagli

Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza. Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A.

Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza. Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A. Tavola rotonda eprocurement e Centrali di Committenza Dott. Giovanni Mariani PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A. Premessa La spesa per consumi intermedi costituisce una parte rilevante delle uscite

Dettagli

Progetto per la definizione di linee guida per l utilizzo dell ICD-10 nell ambito dei servizi per le dipendenze

Progetto per la definizione di linee guida per l utilizzo dell ICD-10 nell ambito dei servizi per le dipendenze Servizio Salute Mentale, Dipendenze Patologiche, Salute nelle Carceri Area Dipendenze Servizio Sistema Informativo Sanità e Politiche Sociali Progetto per la definizione di linee guida per l utilizzo dell

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA)

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA) ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA) 10/022/CR6d/C7 Accordo di collaborazione (ex art. 15 Legge 7 agosto 1990, n

Dettagli

5 per mille: una occasione per decidere in prima persona

5 per mille: una occasione per decidere in prima persona 5 per mille: una occasione per decidere in prima persona L ultima legge finanziaria (legge n. 266 del 23 dicembre 2005) ha previsto per l anno 2006 la possibilità per il contribuente di destinare una quota

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA Studio generale 2008 a cura di Federico Della Puppa con la collaborazione di Dem.Co Indice Risultati principali, 3 Presentazione,

Dettagli

Regione Retribuzioni Curricula Presenze/Assenze Evidenza sull'home page Abruzzo SI SI NO SI

Regione Retribuzioni Curricula Presenze/Assenze Evidenza sull'home page Abruzzo SI SI NO SI REGIONE ABRUZZO Abruzzo SI SI NO SI L'Aquila NO NO NO NO Chieti SI SI DATI MARZO SI Pescara SI SI NO SI Teramo SI SI DATI MARZO SI L'Aquila NO NO NO NO Chieti SI SI DATI MARZO SI Pescara SI PARZIALI NO

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

Estate 2011. Roma, 11 luglio 2011

Estate 2011. Roma, 11 luglio 2011 Estate 2011 Roma, 11 luglio 2011 Indice Parte Generale... 3 Misure di assistenza degli utenti in viaggio ( A.I.S.C.A.T.)... 8 Treni periodici ( Ferrovie dello Stato).... 9 Piano di vigilanza aerea (Polizia

Dettagli

Percorsi di innovazione nelle Cure Primarie L integrazione socio-sanitaria tra innovazione e sostenibilità L integrazione socio-sanitaria tra innovazione e sostenibilità Esperienze regionali a confronto:

Dettagli

Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale Veneto 60. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto. servizi d integrazione sanitaria

Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale Veneto 60. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto. servizi d integrazione sanitaria SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria Fondo integrativo sanitario Impresa Sociale Veneto 60 Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto 1 Fondo integrativo sanitario Impresa

Dettagli

Monitoraggio della prevalenza dell allattamento al seno in Emilia Romagna, 1999-2008.

Monitoraggio della prevalenza dell allattamento al seno in Emilia Romagna, 1999-2008. Monitoraggio della prevalenza dell allattamento al seno in Emilia Romagna, 1999-2008. Regione Emilia Romagna Associazione Pediatria di Comunità (APeC) A cura di: Chiara Cuoghi Pediatria di Comunità - Azienda

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

A.L.I.Ce. Italia Onlus

A.L.I.Ce. Italia Onlus ICTUS, PREVENZIONE E (IN)FORMAZIONE Paolo Binelli A.L.I.Ce. Italia Onlus ROMA, 12 novembre 2013 ALIC A.L.I.Ce. Italia Onlus È una Federazione a cui aderiscono 20 Associazioni A.L.I.Ce. Regionali ubicate

Dettagli

Il nome Lepida. Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente.

Il nome Lepida. Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente. Il nome Lepida Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente. La banda larga in Emilia-Romagna PIACENZA prima di Lepida (2003) PARMA FERRARA REGGIO EMILIA

Dettagli