Simona Bernardini Centro Medico di Foniatria Padova

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Simona Bernardini Centro Medico di Foniatria Padova"

Transcript

1 Chivasso Novembre 2011 Simona Bernardini Centro Medico di Foniatria Padova

2 REBT La REBT è una metodica d intervento d per la soluzione dei problemi psicologici basati sull identificazione e sulla trasformazione dei modi di pensare distorti ed irrealistici che ostacolano il conseguimento del benessere psicologico

3 1. PRINCIPI BASE DELLA REBT 1.L individuo reagisce principalmente alla rappresentazione cognitiva degli eventi più che agli eventi di per sés 2. 2.Emozioni disfunzionali sono influenzate da modalità di pensiero irrazionale 3. 3.E possibile identificare e codificare le principali modalità di pensiero irrazionale 4. 4.Per superare emozioni e comportamenti disfunzionali è possibile ricorrere a modalità di pensiero razionali 5. 5.I I metodi cognitivi possono essere costruttivamente integrati con metodi comportamentali

4 6. La sofferenza emotiva viene ridotta cambiando il proprio modo di pensare e una pratica costante 7. Il pensiero razionale conduce ad una riduzione nella frequenza, nell intensità e nella durata delle emozioni negative e non una mancanza di emotività 8. Cominciare a pensare in modo diverso, non è sufficiente a risolvere i problemi emotivi bisogna applicarsi ed esercitarsi ad adottare nuovi pensieri razionali e nuovi comportamenti funzionali

5 BENESSERE PSICHICO PER LA REBT 1. Benessere per la propria salvaguardia 2. Presenza di interessi e attività sociali 3. Indipendenza psicologica 4. Elevata tolleranza alla frustrazione 5. Flessibilità mentale 6. Accettazione dell incertezza e del rischio 7. Modo di pensare obbiettivo e logico 8. Auto accettazione 9. Accettazione della propria responsabilità personale per le proprie reazioni emotive

6 ORGINI DELL EDUCAZIONE EDUCAZIONE RAZIONALE EMOTIVA L educazione razionale emotiva (ERE( ERE) è un estensione in ambito educativo di quei principi e di quei metodi che sono stati applicati con successo nell ambito di quella prassi psicoterapeutica denominata Terapia Comportamentale Razionale Emotiva (REBT = Rational Emotive Behavior Therapy) ) ideata da Albert Ellis

7 Scopo generale dell ERE L educazione razionale emotiva mira ad aiutare le persone a rendere le emozioni più funzionali, non certo ad eliminare dalla loro vita tutte le emozioni spiacevoli

8 Caratteristiche dell ERE Ha carattere preventivo E un intervento cognitivo comportamentale Si basa su un metodo scientifico Mira a far acquisire abilità metacognitive

9 Assunto di base della terapia comportamentale razionale emotiva (REBT): Non sono gli eventi di per sés a creare sofferenza emotiva, ma il significato che diamo a tali eventi Il nostro modo di reagire emotivamente ed il nostro comportamento non sono determinati dagli eventi ma da come percepiamo ed interpretiamo tali eventi

10 Il mondo in cui viviamo comincia nella testa; è il modo in cui PERCEPIAMO INTERPRETIAMO VALUTIAMO IMMAGINIAMO LE CONSEGUENZE che modella il nostro mondo

11 EMOZIONI DISFUNZIONALI E EMOZIONI FUNZIONALI La differenza è qualitativa non solo quantitativa Ad esempio, l ansia l è qualitativamente diversa dalla preoccupazione Emozioni e sopravvivenza Le emozioni hanno una loro funzione legata alla sopravvivenza della specie: gli esseri umani sono sopravvissuti grazie ai segnali forniti loro dalle emozioni

12 FASI DELL EDUCAZIONE EDUCAZIONE RAZIONALE-EMOTIVA EMOTIVA FASE 1 Riconoscimento e identificazione delle emozioni (inadeguate) FASE 2 Identificazione del rapporto tra pensieri ed emozioni FASE 3 Identificazione dei propri PI (pensieri irrazionali) Trasformazione dei PI in PR (pensieri razionali) FASE 4 Messa in pratica di nuovi modi di pensare di sentirsi e di comportarsi

13 Riconoscimento delle emozioni ALFABETIZZAZIONE EMOTIVA L alfabetizzazione emotiva è l abilità di identificare le emozioni e di capirne i meccanismi mentali

14 PARLARE DI EMOZIONI NON BASTA E NECESSARIO CAPIRLE!

15 Capire le emozioni significa conoscere ciò che determina l insorgere l e il mantenimento di una certa emozione Capire le emozioni significa essere consapevoli del rapporto tra mente ed emozioni Il mondo delle emozioni è tutto dentro la nostra mente!

16 Superare emozioni nocive significa acquisire una competenza metacognitiva,, ossia la capacità di individuare quei meccanismi mentali che influenzano le nostre emozioni La competenza metacognitiva è il punto centrale dell educazione educazione razionale emotiva ed è ciò che contraddistingue questa metodica di educazione affettiva da tanti altri approcci che si occupano di emozioni

17 FASE 2 Identificazione del rapporto tra pensieri ed emozioni: IL MODELLO ABC A Avversità C Conseguenze Emotive\comportamentali A Avversità B Convinzioni C Conseguenze Emotive\comportamentali

18 ABC Esempio Piove, Lisa cammina per strada quando improvvisamente una macchina passando sopra una pozzanghera la bagna. Lisa si arrabbia moltissimo e impreca contro l automobilista dicendogli brutto cretino hai visto cosa hai combinato? Dovrebbero ritirarti la patente! ABC A Lisa viene incidentalmente bagnata da una macchina che passa sopra ad una pozzanghera C Si arrabbia e insulta l automobilistal B Come ha potuto fare questo proprio a me! Chi guida è certamente un cretino e meriterebbe che gli venisse ritirata la patente!!

19 CARATTERISTICHE FONDAMENTALI DEI PENSIERI IRRAZIONALI (PI) SONO RIGIDI ED ESTREMI SONO IN CONTRADDIZIONE CON LA REALTA OGGETTIVA SONO ILLOGICI SONO DANNOSI PER IL CONSEGUIMENTO DEI PROPRI SCOPI E DEL PROPRIO BENESSERE SI BASANO SU NOZIONI ASSOLUTISTICHE

20 PI CATEGORIE FONDAMENTALI PRETESE ASSOLUTE (doverizzazioni bisogni assoluti) Esempio: Io devo assolutamente... Tu devi assolutamente... Gli altri (o le cose) devono.. CATASTROFIZZAZIONI Esempio: Sarebbe terribile E una cosa orrenda BASSA TOLLERANZA ALLA FRUSTRAZIONE (insopportabilità) Esempio: Io non tollero che... Non sopporto che... GIUDIZI TOTALI SU DI SE O SUGLI ALTRI (svalutazione condanna) Esempio: Non valgo niente Sei una carogna

21 TRE RAGGRUPPAMENTI DI CONVINZIONI IRRAZIONALI Attinenti pretese assolutistiche Devo avere sempre ciò che voglio Conseguenze: rabbia ostilità gelosia comportamento antisociale aggressività Attinenti la bassa tolleranza alla frustrazione Le cose devono essere sempre facili e piacevoli Non sopporto certe cose Conseguenze: ansia rabbia depressione Attinenti il valore personale e l autostima Devo sempre riuscire bene e piacere a tutti per essere uno che vale Se sbaglio non valgo niente Conseguenze: ansia bassa autostima

22 METODO SOCRATICO Limitare l esposizione l del proprio punto di vista Evitare affermazioni perentorie Porre il più possibile domande Evitare riscontri punitivi Favorire la partecipazione di tutto il gruppo Riassumere quanto emerge dalla discussione

23 B 1 Pensieri razionali Modello ABC dell emozione emozione A EVENTO ATTIVANTE B 2 Pensieri irrazionali C 1 Reazioni emotive e comportamentali funzionali C 2 Reazioni emotive e comportamentali disfunzionali D Ristrutturazione cognitiva E Nuova reazione emotiva e comportamentale funzionale

24 DOMANDE PER CONFUTARE I PI Questo pensiero è realistico e concreto? Questo pensiero è logico? Questo pensiero è flessibile? Questo pensiero è può essere confutato? Questo pensiero prova merito o demerito? Condividere questo pensiero prova che agirò nel modo migliore e otterrò buoni risultati? Dov è la prova che questo pensiero corrisponde a verità?? Quali fatti supportano il mio PI?

25 Trasformazione dei PI in PR Confutare i PI con 3 accorgimenti I. Attaccare i pensieri e non l emozione: l (non te la prendere non servirebbe a niente) II. Utilizzare argomentazioni realistiche e non risposte consolatorie: (non mi interessa se non mi hanno scelto per la finale, non capiscono niente di tennis) III. Affrontare tutti gli argomenti irrazionali presenti in un pensiero

26 Esempi contrapposti di convinzioni irrazionali e razionali sulle relazioni interpersonali Convinzioni irrazionali Io devo piacere a tutti; se a qualcuno non piaccio significa che non valgo niente. Un amico è qualcuno che fa sempre quello che voglio io. Gli altri sono cattivi; se la prendono tutti con me Convinzioni razionali Io valgo anche se a qualcuno non piace ciò che faccio Si può essere amici anche quando non si vuole fare le stesse cose Alcuni sono gentili con me; altri invece a volte si comportano male

27 Pratica di nuovi modi di pensare Sostituire i pensieri assolutistici le doverizzazioni..con.con preferenze permette di aver un cambiamento cognitivo emotivo e comportamentale

28 RISTRUTTURAZIONE COGNITIVA E il processo attraverso cui l individuo l impara a trasformare quei modi di pensare che portano a reazioni emotive disfunzionali sostituendoli con pensieri costruttivi

29 SOLUZIONE PRATICA E SOLUZIONE EMOTIVA Gli individui tendono a voler cambiare soprattutto l evento attivante (soluzione pratica) La soluzione emotiva consiste nel trasformare la propria reazione emotiva all evento, piuttosto che cercare di fuggire da esso o eliminarlo

30 PRESE IN GIRO: qualche dato Il 59% dei CWS riportano di essere vittime di prese in giro e causa della propria balbuzie Il 56% dei CWS riferiscono di essere stato deriso con una frequenza di almeno una volta a settimana (Leaving( et al., 1998; 2000) Da uno studio condotto su AWS emerge che il 75% riferiva che le prese in giro subite a scuola avevano influenzato negativamente le scelte scolastiche e le prestazioni (Langevin( et al. 1998) La balbuzie nei CWS scolari è speso accompagnata da sentimenti di colpa, vergogna, imbarazzo, paura (Marphy( Marphy, 2005)

31 Perché i bambini prendono in giro? Imitano l comportamento di altri bambini (leader) per sentirsi parte del gruppo Sono stati a loro volta presi in giro e per sfogare la rabbia si vendicano su qualcun altro Si annoiano e trovano divertente far star male altri bambini Si vieni presi in giro per qualche (piccolo) difetto o per qualcosa di diverso che abbiamo rispetto agli altri.

32 Prese in giro e risonanza emotiva La presa in giro fa male poiché sottolinea un difetto che abbiamo e che probabilmente non accettiamo. La presa in giro mira a renderci diversi dagli altri e ci fa sentire inferiori, non accettati, tristi, ci fa vergognare di essere così. Queste emozioni negative probabilmente non faranno altro che aumentare la frequenza degli episodi di balbuzie e ti porteranno ad evitare le situazioni comunicative al fine di non sentirti così ì.

33 REGOLA GENERALE Non puoi controllare il comportamento di quelli che ti prendono in giro ma puoi controllare ciò che pensi e ciò che fai quando vieni preso in giro! Le emozioni che proviamo dipendono da ciò che pensiamo circa quella situazione Se cambi i tuoi pensieri proverai emozioni meno intense e nocive

34 PRESA IN GIRO O.VERITA??? Prima di provare emozioni negative poniti queste domande: Quando un bambino mi dice che balbetto mi sta prendendo in giro o sta dicendo una cosa vera? Perché se dice una cosa vera io ci rimango così male? Ho imparato ad accettare la mia balbuzie o sono io che per primo non la tollero? Se non mi accetto e rispetto per quello che sono come posso pretendere che lo facciano gli altri!

35 RISTRUTTURAZIONE COGNITIVA 1) IDENTIFICAZIONE dei pensieri che generano emozioni negative balbetterò molto e sicuramente e i bambini mi prenderanno in giro Ansia 2) RACCOGLIERE LE PROVE probabilmente balbetterò ma che prove ho a conferma del fatto che balbetterò molto? In passato in situazioni simili i miei compagni di classe come si sono comportati?

36 3) VALUTARE L APPROPRIATEZZA L DEI PA che probabilità c è che questa pensiero si avveri? In una scala da 0 a 10 indica quanto pensi che questo pensiero corrisponda a verità 4) ESAMINARE LE CONSEGUENZE anche se il tuo pensiero corrispondesse a verità qual è la cosa peggiore che potrebbe capitare se si avverasse?

37 CAMBIARE PUNTO DI VISTA Se provi VERGOGNA probabilmente penserai anche i bambini piccoli parlano fluentemente e io non sono neanche capace a dire il mio nome, non valgo niente! Trova i virus e cambia il tuo pensiero in uno più funzionale A A volte balbetto ma questo non vuol dire che non sappia parlare! Il fatto che io abbia un difetto non vuol dire che non abbia molte altre qualità

38 Se provi COLPA probabilmente penserai è colpa mia se gli altri non mi ascoltano perché balbetto e si annoiano, non devo parlare in questo modo Trova i virus e cambia il tuo pensiero in uno più funzionale sarebbe meglio parlare senza balbettare ma io sono nato così e non dipende da me se a volte le mie parole si bloccano. Se gli altri si stancano è un loro problema e sono liberi di non ascoltarmi anche se mi piacerebbe che mi dessero il tempo per finire il mio pensiero

39 Se provi RABBIA probabilmente penserai non è giusto essere trattato così!! non si devono permettere di prendermi in giro non lo sopporto! Trova i virus e cambia il tuo pensiero in uno più funzionale è molto spiacevole essere preso in giro ma è sopportabile, posso rispondere in modo da farli smettere Se provi ANSIA probabilmente penserai adesso devo leggere e sicuramente balbetterò, gli altri rideranno di me e io farò una figuraccia Trova i virus e cambia il tuo pensiero in uno più funzionale non posso essere sicuro che balbetterò ma anche se capitasse i m ie compagni sanno che mi succede e non si meraviglieranno

40 FRONTEGGIARE LE PRESE IN GIRO A questo punto è chiaro che: Non puoi pretendere che i bambini non ti prendano in giro ma se cambierai il valore che dai alle loro parole ti sentirai meglio Adesso è il momento di agire per farli smettere!!!

41 Ricorda che inizialmente non sarà facile rispondere in modo adeguato alle prese in giro e che ci vorrà un po di pazienza per far smettere i tuoi compagni (attività: : gioco della pesca)

42 Cos altro poi fare? Se è vero che le derisioni sono alimentate dalle differenze che ti distinguono dagli altri bambini cerca di spiegare loro cos è la balbuzie e perché ti rende diverso DIVERSO= non bello o brutto ma solo differente Dimostra ai tuoi compagni che se vuoi puoi non balbettare (usando le tecniche) ma fa capire loro che questo per te non è naturale e che ti costa molta fatica Esprimi come ti piacerebbe che si comportassero quando balbetti, cosa possono fare per aiutarti

43 Riflessioni per favorire l autoaccettazione Ho anche caratteristiche positive e non solo negative Le mie caratteristiche negative possono essere cambiate o migliorate Anche quando commetto errori, le mie caratteristiche positive rimangono Pensare solo alle mie caratteristiche negative non mi aiuta a stare bene

44 Coinvolgimento del bambino Una data strategia è stata compresa dal bambino e ha senso per lui? Una data strategia è adatta allo sviluppo cognitivo del bambino? Il bambino ritiene che una data strategia possa essere di aiuto? Il bambino ritiene di poter mettere in atto la strategia?

45 Ho imparato che non è possibile piacere sempre a tutti quanti, ma posso piacere a me stesso anche quando gli altri non vogliono essere miei amici Marco, 9 anni

46 Riferimenti bibliografici Di Pietro M. L'educazione razionale-emotiva emotiva,, Edizioni Erickson Di Pietro M., L ABC delle mie emozioni, Edizioni Erickson Roberts R. e Di Pietro. M. P Positiva-Mente,, Edizioni Erickson Di Pietro M. e Dacomo M., Giochi e attività sulle emozioni, Edizioni Erickson National Stutering Association, Bullying and teasing helpinh children who stutter

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

Educazione Emotiva. Dott.ssa Antonella De Luca Psicologa Psicoterapeuta - Ipnoterapeuta PhD Psicologia e Clinica dello Sviluppo Università di Roma TRE

Educazione Emotiva. Dott.ssa Antonella De Luca Psicologa Psicoterapeuta - Ipnoterapeuta PhD Psicologia e Clinica dello Sviluppo Università di Roma TRE Educazione Emotiva Dott.ssa Antonella De Luca Psicologa Psicoterapeuta - Ipnoterapeuta PhD Psicologia e Clinica dello Sviluppo Università di Roma TRE REBT = Rational Emotive Behavior Therapy Ideata da

Dettagli

Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it

Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it Intervento a scuola: trattamento cognitivo-comportamentale e gestione delle emozioni Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it Bassa autostima Depressione Ansia Ostilità Problematiche emotive frequentemente

Dettagli

Benessere emotivo e apprendimento

Benessere emotivo e apprendimento Rilevanza delle emozioni per l adattamento sociale del bambino e dell adolescente L equilibrio emotivo facilita il superamento delle difficoltà Un livello adeguato di coinvolgimento emotivo migliora le

Dettagli

LA CLASSE CONTESTO DIFFICILE IL MEGLIO DI NOI LO DIAMO QUANDO INTERPRETIAMO LE SITUAZIONI DIFFICILI COME PROBLEMI CHE AMMETTONO SOLUZIONI 1 PASSO

LA CLASSE CONTESTO DIFFICILE IL MEGLIO DI NOI LO DIAMO QUANDO INTERPRETIAMO LE SITUAZIONI DIFFICILI COME PROBLEMI CHE AMMETTONO SOLUZIONI 1 PASSO LA CLASSE CONTESTO DIFFICILE IL MEGLIO DI NOI LO DIAMO QUANDO INTERPRETIAMO LE SITUAZIONI DIFFICILI COME PROBLEMI CHE AMMETTONO SOLUZIONI 1 PASSO PERCEPIRE IL PROBLEMA, AVENDO BEN CHIARA LA DIFFERENZA

Dettagli

Emozioni in classe. Part - 2 -

Emozioni in classe. Part - 2 - Part - 2 - Le emozioni nel corpo: I correlati fisiologici Gesti Postura Prossemica Il valore del rilassamento : ABC Alla ricerca dei pensieri che mi fanno sentire l emozione le connessioni A-B-C Di Pietro,

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

IL BAMBINO CON PROBLEMI ESTERNALIZZANTI:

IL BAMBINO CON PROBLEMI ESTERNALIZZANTI: IL BAMBINO CON PROBLEMI ESTERNALIZZANTI: riflessioni dopo un anno di lavoro Dr.ssa Acquistapace Susanna Dr. Ruffoni Giampaolo Sondrio, 19 maggio 2014 Programma del corso 1 Incontro I disturbi esternalizzanti:

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Educhiamoci ad educare

Educhiamoci ad educare Educhiamoci ad educare Percorso per genitori ed insegnanti dei ragazzi della scuola secondaria con la dott.ssa Katia Guerriero, educatrice professionale Scopriamo l'abc delle nostre emozioni Vezzano, 4-11

Dettagli

TEAM DEVELOPMENT GUIDARE E SVILUPPARE UN GRUPPO DI LAVORO

TEAM DEVELOPMENT GUIDARE E SVILUPPARE UN GRUPPO DI LAVORO TEAM DEVELOPMENT GUIDARE E SVILUPPARE UN GRUPPO DI LAVORO "Non posso cambiare la direzione del vento ma posso aggiustare le vele per raggiungere sempre la mia destinazione" E. SHAFAK Capacità di guidare,

Dettagli

La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD. Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico

La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD. Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico Perché parlare di gestione emotiva? ADHD è un disturbo che colpisce

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

FORMAZIONE A DISTANZA (FAD)

FORMAZIONE A DISTANZA (FAD) Università Del Sociale FORMAZIONE A DISTANZA (FAD) EDUCAZIONE RAZIONALE EMOTIVA - ERE COD. FAD01-ERE Inizio corso: 9 settembre 2014 Fine corso: 11 novembre 2014 60 ore di formazione online che comprendono

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Cominciamo da noi stessi

Cominciamo da noi stessi 1 Cominciamo da noi stessi L autorieducazione razionale-emotiva Probabilmente nessuno penserebbe di poter insegnare la matematica ad un bambino senza neanche saper eseguire le quattro operazioni. Sarebbe

Dettagli

Il metodo ACT applicato al sostegno psicologico nella relazione di cura

Il metodo ACT applicato al sostegno psicologico nella relazione di cura Il metodo ACT applicato al sostegno psicologico nella relazione di cura Psicologo Psicoterapeuta Dott. Giuseppe Deledda giuseppe.deledda@sacrocuore.it Coordinatore Servizio Psicologia Clinica Ospedale

Dettagli

Assertività. Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi. Assenza Di paure o Inibizioni sociali. di sé

Assertività. Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi. Assenza Di paure o Inibizioni sociali. di sé Assertività Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi Presenza di Affinate Abilità interpersonali Assenza Di paure o Inibizioni sociali Buona immagine di sé Privata e professionale ESSERE

Dettagli

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro)

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Rispondi alle seguenti domande indicando quale risposta è più vicino

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta

Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta Confusione nell ambiente: cos è un dsa Fino a che una persona non si mette nei panni dell altro è facile sentir parlare di DSA

Dettagli

Super Memoria Copyright Oreste Maria Petrillo e Fabio Santoro www.successo3x.com

Super Memoria Copyright Oreste Maria Petrillo e Fabio Santoro www.successo3x.com Note legali Le strategie riportate in questo documento sono il frutto di anni di studi, quindi non è garantito il raggiungimento dei medesimi risultati. L autore si riserva il diritto di aggiornare o modificarne

Dettagli

Le fondamenta del successo

Le fondamenta del successo 13 October 2014 Le fondamenta del successo Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Le fondamenta del successo? Responsabilità al 100%! Le persone di successo si assumono il 100%

Dettagli

Indice. Presentazione 7 Introduzione 9 Il metodo 11. FAVOLA 1 Il bruco Matteo 17 (L autostima)

Indice. Presentazione 7 Introduzione 9 Il metodo 11. FAVOLA 1 Il bruco Matteo 17 (L autostima) Indice Presentazione 7 Introduzione 9 Il metodo 11 FAVOLA 1 Il bruco Matteo 17 (L autostima) FAVOLA 2 La rana Susanna 29 (La paura del giudizio degli altri) FAVOLA 3 Il cavallo Riccardo 41 (Il dover essere

Dettagli

20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL

20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL 20 GENNAIO 2011 SCHEMA DELLA RELAZIONE DEL DOTT. ANDREA TOSI Chi sono i miei interlocutori Quale è il mio ruolo Quale situazione devo affrontare Quale richiesta mi viene effettuata Cosa faccio io di fronte

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

I 12 principi della. Leadership Efficace in salone

I 12 principi della. Leadership Efficace in salone I 12 principi della Leadership Efficace in salone Leadership = capacita di condurre e di motivare Per condurre i tuoi dipendenti devono avere stima e fiducia di te. Tu devi essere credibile. Per motivare

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

LE STRATEGIE DI COPING

LE STRATEGIE DI COPING Il concetto di coping, che può essere tradotto con fronteggiamento, gestione attiva, risposta efficace, capacità di risolvere i problemi, indica l insieme di strategie mentali e comportamentali che sono

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE

ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE ELENCO DEI CORSI LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA O PERSUASIVA: COME SVILUPPARE LA CAPACITÀ DI TRATTARE CON LE PERSONE Avviamento, sviluppo e potenziamento della competenza comunicativa, la chiave di volta del

Dettagli

AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente. Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana

AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente. Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana PERCHÉ PENSIAMO CHE AVERE AUTOSTIMA SIA IMPORTANTE? AUTOSTIMA E' la considerazione

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza.

E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza. E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza. Per definizione la Prosocialità è l insieme di quei comportamenti che, senza la ricerca di

Dettagli

PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA

PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA Secondo la terapia cognitiva, l uomo possiede la chiave della comprensione e soluzione del suo disturbo psicologico entro il campo della sua coscienza. I problemi dell individuo

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

L educazione razionale emotiva per la prevenzione e il superamento del disagio psicologico dei bambini. (Mario Di Pietro)

L educazione razionale emotiva per la prevenzione e il superamento del disagio psicologico dei bambini. (Mario Di Pietro) L educazione razionale emotiva per la prevenzione e il superamento del disagio psicologico dei bambini (Mario Di Pietro) 1 Cominciamo da noi stessi. Qualsiasi programma educativo, sul versante affettivo,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

AUTOSTIMA QUESTA CHIMERA SCONOSCIUTA LUCIA TODARO, PSICOPEDAGOGISTA

AUTOSTIMA QUESTA CHIMERA SCONOSCIUTA LUCIA TODARO, PSICOPEDAGOGISTA AUTOSTIMA QUESTA CHIMERA SCONOSCIUTA Autostima = giudizio che ognuno dà del proprio valore ( dipende sia da fattori interni che esterni ) EricKson: la stima di sé deve venire da dentro, dal nocciolo di

Dettagli

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed.

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed. Cristiano Carli BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com I ed. marzo 2014 Copertina: Giulia Tessari about me giulia.tessari@gmail.com DISCLAIMER

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

CORSO FIDANZATI IL COPIONE DI VITA INCONTRI PER COPPIE. PRIMO PERCORSO settembre dicembre 2012

CORSO FIDANZATI IL COPIONE DI VITA INCONTRI PER COPPIE. PRIMO PERCORSO settembre dicembre 2012 INDICE PROPOSTE SPIRITUALI DELLA COMUNITÀ DI FRATTINA CELEBRAZIONE EUCARISTICA ore 8.00 (Domenica ore 7.30 e 10.00; Giovedì ore 20.00) ALCUNE INFORMAZIONI SUI CORSI IL COPIONE DI VITA L ARTE DI COMUNICARE

Dettagli

Autostima Amica-Nemica

Autostima Amica-Nemica Autostima Amica-Nemica come influenza le nostre scelte Dott.ssa Gioia Negri Psicologa, Psicoterapeuta Dottore di Ricerca in Neuroscienze Cognitive cos è l Autostima? Definizione «psicologica» «il processo

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

AGGIORNAMENTO INSEGNANTI

AGGIORNAMENTO INSEGNANTI AGGIORNAMENTO INSEGNANTI Vengono proposti moduli di aggiornamento destinati a insegnanti, dalla scuola per l infanzia alla scuola secondaria. Questi corsi possono essere realizzati all interno di una singola

Dettagli

Attività per la scuola secondaria di II grado

Attività per la scuola secondaria di II grado Attività per la scuola secondaria di II grado Il punto di esplosione Gli adolescenti sperimentano ed esprimono la rabbia in diversi modi. Alcuni esplodono da un momento all altro, apparentemente senza

Dettagli

Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012

Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012 Lo scenario economico pro attività e atteggiamento 8 Ottobre 2012 CORSO DATE OBIETTIVO DESCRIZIONE INTRODUZIONE Lunedì 8 Ottobre 9,30-13,30 Dare avvio al programma formativo, descrivendo il percorso e

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011)

ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011) 1 ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011) Per favore, rispondi a tutte le domande. Totale Questionari pervenuti 128 1. Le informazioni che hai ricevuto nella giornata di oggi ti hanno permesso di

Dettagli

Copyright@2015 Alessandro Pedrazzoli

Copyright@2015 Alessandro Pedrazzoli Chi sono? Mi chiamo Alessandro Pedrazzoli. Non lavoro nelle HR (risorse umane), non mi occupo di assumere direttamente dei candidati: mi occupo di Marketing, e in questo ebook ti spiegherò come sfruttarne

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

Distorsioni Cognitive e Pretese Disfunzionali Liberamente tratto da: Morosini et al., La depressione che cosa è?

Distorsioni Cognitive e Pretese Disfunzionali Liberamente tratto da: Morosini et al., La depressione che cosa è? Distorsioni Cognitive e Pretese Disfunzionali Liberamente tratto da: Morosini et al., La depressione che cosa è? Distorsioni cognitive Le convinzioni negative su di sé, sul mondo e sul futuro spesso dipendono

Dettagli

SEMPLICI INDICAZIONI PER CAPIRE MEGLIO LA REALTÀ AZIENDALE

SEMPLICI INDICAZIONI PER CAPIRE MEGLIO LA REALTÀ AZIENDALE Nome........ Classe. SEMPLICI INDICAZIONI PER CAPIRE MEGLIO LA REALTÀ AZIENDALE Perché perché Ci sono tanti buoni motivi per impegnarsi nello stage? Individua 3 buoni motivi per cui ritieni che valga la

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016

GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016 GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016 L ASCOLTO Primo passo dell Accoglienza Padre GHERARDO ARMANI C. M. 1. La relazione di aiuto La relazione si fonda su un rapporto umano centrato sull incontro di

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

IO VOGLIO VEDERE, SENTIRE, PARLARE Progetto di educazione alla legalità Scuola Secondaria di Primo Grado Leonardo da Vinci - Nerviano Febbraio -

IO VOGLIO VEDERE, SENTIRE, PARLARE Progetto di educazione alla legalità Scuola Secondaria di Primo Grado Leonardo da Vinci - Nerviano Febbraio - IO VOGLIO VEDERE, SENTIRE, PARLARE Progetto di educazione alla legalità Scuola Secondaria di Primo Grado Leonardo da Vinci - Nerviano Febbraio - Marzo 2016 LINEE GUIDA REGIONALI SULLA PREVENZIONE (DGR

Dettagli

Come vivi il rapporto con il tuo corpo?

Come vivi il rapporto con il tuo corpo? Come vivi il rapporto con il tuo corpo? Come vivi il tuo corpo? Per alcuni è fonte di disaggio altri invece lo ostentano senza problemi. Questo test ci svela una parte intima di noi stessi, e ci fa capire

Dettagli

Le componenti dell'assertività

Le componenti dell'assertività ASSERTIVITA Il comportamento assertivo è quel comportamento attraverso il quale si affermano i propri punti di vista, senza prevaricare né essere prevaricati. Si esprime attraverso la capacità di utilizzare

Dettagli

E TU, CHE DRAGO SEI? Formazione & Coach-Counselling PER BAMBINI, RAGAZZI, GIOVANI E GENITORI PRESENTA IL PROGETTO

E TU, CHE DRAGO SEI? Formazione & Coach-Counselling PER BAMBINI, RAGAZZI, GIOVANI E GENITORI PRESENTA IL PROGETTO Formazione & Coach-Counselling di Fabio Preti - Savignano sul Panaro (MO) Cell. 339 2822359 E mail: fabio.preti60@gmail.com Website: www.formazioneecoachcounselling.it PRESENTA IL PROGETTO E TU, CHE DRAGO

Dettagli

Il metodo ABC e le distorsioni cognitive. Marco Vicentini, Psy.D.

Il metodo ABC e le distorsioni cognitive. Marco Vicentini, Psy.D. Il metodo ABC e le distorsioni cognitive Marco Vicentini, Psy.D. Centro Camilliano di Formazione Febbraio marzo 2013 E notte e due persone sono a letto in attesa di prendere sonno, quando improvvisamente

Dettagli

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici Dott.ssa Monica Dacomo Attività per la scuola secondaria di I grado Chi o cosa provoca le nostre emozioni? Molti pensano che siano le altre

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Gestisci Ansia e Panico in 5 semplici Passi

Gestisci Ansia e Panico in 5 semplici Passi Gestisci Ansia e Panico in 5 semplici Passi Tecniche di Gestione Attiva WWW.ANNALAPROVA.IT 2011 Autore: Anna La Prova Gestisci Ansia e Panico in 5 semplici Passi Tecniche di Gestione Attiva Come gestire

Dettagli

L autostima. A cura di Graziella Priulla

L autostima. A cura di Graziella Priulla L autostima A cura di Graziella Priulla E vero che in media le donne hanno meno autostima degli uomini? Che hanno debole percezione del proprio valore? Sono soprattutto le donne a soffrire di bassa autostima,

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA

Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA Tornare a «danzare la vita» dopo un intervento al seno Micaela Bianco I passaggi Coinvolgimento medici e fisioterapiste

Dettagli

VENDERE BENE LA TUA CASA,

VENDERE BENE LA TUA CASA, 1 SCOPRI I SEGRETI PER VENDERE BENE LA TUA CASA, E LE AZIONI COMMERCIALI SBAGLIATE DA NON COMMETTERE. 2 Oggi il nostro compito è quello di proteggerti da tutto ciò che potrebbe trasformare Vendita di casa

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI" NOVI DI MODENA

ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI NOVI DI MODENA ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI" NOVI DI MODENA E UNIONE DELLE TERRE D ARGINE I FATTORI DI PROTEZIONE SAPER VALORIZZARE E CREDERE NEI PROPRI FIGLI AUMENTARE LA FIDUCIA NEI FIGLI FAVORIRE LO DI RESILIENZA

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

La necessità del sostegno territoriale alle famiglie

La necessità del sostegno territoriale alle famiglie CONVEGNO NAZIONALE SULL AUTISMO 20-21 maggio 2011 La necessità del sostegno territoriale alle famiglie Dr.ssa Alessandra Bianchi Psicoterapeuta A.G.S.A.T. CHE COS E IL DISTURBO AUTISTICO? L'Autismo è un

Dettagli

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Crescere nella Fede alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Due mentalità, due logiche Un cammino di fede Un corso di dottrina Due approcci educativi Strada La Rivelazione cristiana incontrare la

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta La Comunicazione Cosa significa Comunicare? Trasmettere informazioni,conoscenze,pensieri tra due o piú soggetti. La comunicazione contiene elementi non

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO

MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO Ricostruire la Propria Identità attraverso la Determinazione e la Libertà di Scelta 2 Titolo MOTIVATORE DI ME STESSO Autore Marco Antuzi Editore Bruno Editore Sito

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 18 Voler avere ragione Spesso le coppie incontrano delle barriere insormontabili

Dettagli

METTERSI IN GIOCO : ESPERIENZE DI LABORATORIO NEL GRUPPO DI LAVORO CON I DOCENTI PER ACQUISIRE UNA MAGGIORE EFFICACIA RELAZIONALE NEL GRUPPO CLASSE

METTERSI IN GIOCO : ESPERIENZE DI LABORATORIO NEL GRUPPO DI LAVORO CON I DOCENTI PER ACQUISIRE UNA MAGGIORE EFFICACIA RELAZIONALE NEL GRUPPO CLASSE METTERSI IN GIOCO : ESPERIENZE DI LABORATORIO NEL GRUPPO DI LAVORO CON I DOCENTI PER ACQUISIRE UNA MAGGIORE EFFICACIA RELAZIONALE NEL GRUPPO CLASSE Dr.ssa Arianna Pomero Aspetto centrale dell essere essere

Dettagli

LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Cosa fa un bullo? Sai cos è il BULLISMO?

LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Cosa fa un bullo? Sai cos è il BULLISMO? LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Ehi, ti è mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza? Cosa fa un bullo? Prende a calci e

Dettagli