Gianni Lupotto. COME OTTIMIZZARE FISCALMENTE (e non solo) I PROPRI INVESTIMENTI: LE POLIZZE DI PRIVATE INSURANCE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gianni Lupotto. COME OTTIMIZZARE FISCALMENTE (e non solo) I PROPRI INVESTIMENTI: LE POLIZZE DI PRIVATE INSURANCE"

Transcript

1 Gianni Lupotto COME OTTIMIZZARE FISCALMENTE (e non solo) I PROPRI INVESTIMENTI: LE POLIZZE DI PRIVATE INSURANCE

2 Torino Milano Roma 2

3 Sono con noi oggi Ugo De Grenet Executive Director continental Europe Generali Pan Europe Umberto Venturini Responsabile Commerciale mercato Italia La Mondiale Europartner 3

4 Quattro domande 1. Che cosa sono le polizze di Private Insurance di diritto estero? 2. Quali sono i principali vantaggi, rischi e differenze rispetto alle tradizionali polizze unit-linked o a un normale investimento in titoli? 3. Quali sono i principali bisogni soddisfatti dalle polizze di Private Insurance? (casi pratici) 4. Quanto costano? Quali verifiche fare e a chi rivolgersi per sottoscrivere? 4

5 La polizza di Private Insurance Veicolo di investimento Contenitore di investimenti di tipo mobiliare con alcune caratteristiche contrattuali e normative specifiche. Deposito Titoli o Gestione Patrimoniale Polizza Private Insurance 5

6 La polizza di Private Insurance A livello contrattuale e fiscale, si configura come una polizza a vita intera di ramo III «unit linked». Esistono quindi uno o più contraenti, uno o più assicurati, ed uno o più beneficiari. Il contraente può versare in polizza liquidità e/o trasferire i suoi attuali investimenti finanziari, e può suggerire un consulente o un gestore di fiducia Il contratto non ha scadenza fissa, si mantiene attivo fino ad un eventuale riscatto anticipato o al termine della vita/e assicurata/e. E possibile effettuare riscatti parziali in qualsiasi momento. Al termine naturale del contratto, la polizza si estingue e viene liquidata ai beneficiari in esenzione da tasse di successione e sulle rendite finanziarie Riscatto parziale o totale Beneficiari 6

7 I benefici della polizza di Private Insurance Benefici fiscali Pianificazione successoria efficiente ed efficace Importanti livelli di riservatezza Protezione del patrimonio (impignorabilità ed insequestrabilità) Mantenimento del controllo del patrimonio: reversibilità della scelta (es. rispetto ai trust) Possibilità di ottenere rimborsi parziali ed anche totali senza particolari vincoli e senza penali Possibilità di suggerire come il premio versato in polizza debba essere investito (consulente e/o gestore) 7

8 FISCALITA FINANZIARIA Benefici Fiscali Differimento del momento della tassazione: Per quanto riguarda i redditi di capitale e diversi generati dagli strumenti all interno della polizza (es. cedole, dividendi, plusvalenze da vendita titoli) la polizza viene considerata «lordista». La tassazione avviene solo al momento dell eventuale riscatto (20% sulla plusvalenza o quota parte della stessa in caso di riscatti parziali, sulla quota di plusvalenza derivante da titoli di stato 12,50%) Esenzione totale in caso morte: In caso di morte dell assicurato/i la plusvalenza maturata non viene tassata: i beneficiari incassano il capitale lordo. FISCALITA SUCCESSORIA Il capitale liquidato ai beneficiari è fuori dall asse ereditario, non si applica la tassa di successione 8

9 Benefici Fiscali FASE TASSE Al versamento del premio Nessuna tassazione Durante la giacenza in polizza Nessuna tassazione (*) Eventuale riscatto parziale o totale Tassata la plusvalenza parziale o totale (**) Caso morte dell assicurato Nessuna tassazione (*) Dal punto di vista del trattamento fiscale la compagnia e considerata lordista quindi non è soggetta ad alcuna ritenuta su cedole obbligazionarie. Nel caso di dividendi di azioni si applica quanto previsto dai trattati contro le doppie imposizioni. Ad esempio nel caso di dividendi di azioni italiane la tassazione è pari all 1,375% (**) L aliquota è il 20% salvo che per la parte investita in titoli governativi, rimasta al 12,50% 9

10 Benefici di Pianificazione Successoria La polizza non rientra nell asse ereditario. Grazie a ciò, oltre al beneficio fiscale già citato, garantisce: Flessibilità, sia nella nomina dei beneficiari sia nella destinazione delle quote di patrimonio Riservatezza, nessuna dichiarazione da parte della Compagnia sia sui nominativi dei beneficiari sia sugli importi della polizza in ambito successorio Semplicità nella nomina, modifica e revoca dei beneficiari (sufficiente una documentazione scritta firmata dal contraente) in qualsiasi momento nella vita del contratto Assenza di blocchi dei c/c e deposito titoli in attesa della conclusione della successione: la polizza viene liquidata in tempi brevi in caso morte Soluzione sempre reversibile sia relativamente agli importi sia per quanto riguarda i beneficiari e mantenimento del pieno controllo sul patrimonio (assenza di effetto segregativo tipo Trust) 10

11 Altri benefici Importanti livelli di riservatezza, legati alla giurisdizione lussemburghese e irlandese Nessun monitoraggio né dichiarazione fiscale: il contraente è esonerato dalla dichiarazione nel quadro RW né deve effettuare alcuna dichiarazione fiscale in caso di rimborso parziale o totale se le compagnie agiscono da sostituto di imposta. Parimenti, le polizze non sono soggette all IVAFE ma all imposta di bollo sulle attività finanziarie (1,5 per mille) prelevata non annualmente ma al momento del riscatto o della morte Protezione del patrimonio (impignorabilità ed insequestrabilità purchè la polizza non sia stata costituita allo scopo di ledere diritti di terzi) Mantenimento del controllo del patrimonio: reversibilità della scelta con possibilità di ottenere rimborsi parziali ed anche totali senza particolari vincoli e senza penali Personalizzazione della strategia d investimento in funzione delle esigenze del cliente e sua variazione nel tempo (possibilità di suggerire un proprio consulente o gestore) Possibilità di ottenere facilmente finanziamenti a bassi tassi di interesse mettendo la polizza a garanzia del finanziamento (nota erogante e venditore di polizza) 11

12 Come viene tutelato il contraente dal rischio controparte? Organismo di Supervisione Protezione dei contraenti: Segregazione degli asset Protezione dei contraenti: Priorità dei crediti Banca depositaria Irlanda Retail and Wholesale Insurance Supervision Departments of the Central Bank of Ireland La legge irlandese richiede alle compagnie vita di mantenere un fondo separato (il Life Assurance Fund) per gli asset assicurativi e di segregarli dal resto dei beni della compagnia (ring-fencing) La compagnia è tenuta a identificare il patrimonio del fondo in un registro soggetto a controllo da parte della Banca Centrale. In nessun caso le attività di questo fondo possono essere trasferite alla compagnia. L'Irlanda ha scelto di adottare l'opzione (a) dell'art. 10 della direttiva UE 2001/17 la quale afferma che i crediti dei contraenti e i beneficiari di polizza godono di una priorità assoluta su ogni altro creditore nei confronti della compagnia, compresi quelli preferenzialmente trattati sotto l'irish Companies Act 1963 (vale a dire i creditori fiscali, dipendenti, ecc) Non vi sono limitazioni o condizione per la selezione della banca depositaria, che è quindi soggetta solo alla due diligence dell'assicuratore e al processo di approvazione. Lussemburgo The Commissariat aux Assurances (CAA), organismo autonomo del Ministero del Tesoro La legge lussemburghese richiede che le compagnie mantengano un inventario permanente degli attivi e lo segnalino trimestralmente al CAA. Gli attivi sono detenuti da una banca depositaria indipendente dalla compagnia e approvato dalla CAA. Questo è noto come il triangolo della sicurezza (compagnia banca depositaria CAA). La banca depositaria è tenuta a segregare gli asset e a bloccarli su richiesta del CAA. Il Lussemburgo ha scelto di adottare l'opzione (b) dell'art. 10 della direttiva UE 2001/17 la quale afferma che i crediti dei contraenti e i beneficiari di polizza godono di priorità su ogni altro creditore nei confronti della compagnia, con alcune eccezioni. La compagnia deve selezionare una banca depositaria approvata dal CAA. La banca deve essere un istituto di credito con sede in Lussemburgo oppure in un Paese dello spazio economico europeo. 12

13 Quattro domande 1. Che cosa sono le polizze di Private Insurance di diritto estero? 2. Quali sono i principali vantaggi, rischi e differenze rispetto alle tradizionali polizze unit-linked o a un investimento in titoli? 3.Quali sono i principali bisogni soddisfatti dalle polizze di Private Insurance? (casi pratici) 4. Quanto costano? Quali verifiche fare e a chi rivolgersi per sottoscrivere? 13

14 Caso 1: flusso reddituale senza intaccare il capitale La situazione Giuseppe, 65 anni, è appena andato in pensione. Sposato, moglie casalinga, 1 figlio di 35 con lavoro precario, sposato e figlio in arrivo. Casa di proprietà e seconda casa al mare ricevuta in eredità. Patrimonio finanziario di euro derivante dai risparmi di una vita, eredità e una discreta liquidazione. L esigenza Giuseppe desidera assicurarsi una integrazione ai redditi di pensione perché insufficienti al tenore di vita della famiglia e per poter aiutare il figlio che ha redditi non costanti. Non desidera in alcun modo intaccare il patrimonio accumulato. Il suo consulente finanziario gli ha costruito nel tempo un portafoglio obbligazionario che genera buone cedole e plusvalenze dell ordine del 4% lordo annuo, pari a circa , che però sono gravati dalle tasse sulle rendite finanziarie e dell imposta di bollo dello 0,15% sul patrimonio pertanto generano un flusso netto di Giuseppe chiede al suo consulente se si può ottenere di più senza modificare il profilo di rischio per poter aiutare la famiglia del figlio che si sta allargando. 14

15 Caso 1: flusso reddituale senza intaccare il capitale La soluzione Giuseppe stipula una polizza di private insurance con lui come contraente e assicurato. Come beneficiari vengono designati la moglie e il figlio in parti uguali. Giuseppe conferisce in polizza il suo attuale portafoglio titoli senza necessità di disinvestirlo quindi senza sottoporsi a costi di disinvestimento. Il consulente viene nominato da Giuseppe advisor e continua a seguire gli investimenti con gli stessi criteri adottati in precedenza. I proventi al termine del primo anno sono del 4%, interamente maturati in polizza senza prelievi fiscali e quindi la polizza a fine anno ha un controvalore lordo di , ai quali vanno sottratti i costi di polizza pari a 5.000, per un controvalore finale di euro. Giuseppe non vuole intaccare il capitale, quindi a fine anno chiede il riscatto parziale di La compagnia calcola la plusvalenza realizzata (dei riscattati, sono capitale e 1488 la plusvalenza). La compagnia pertanto preleva 298 euro di ritenuta e rimborsa a Giuseppe, euro in più rispetto alla situazione senza polizza. Il capitale residuo in polizza è nuovamente In aggiunta, in caso di morte, la compagnia liquiderebbe il capitale maturato ai beneficiari l applicazione né di tasse di successione né di tasse sul capital gain. 15

16 La situazione Caso 2: generare un capitale addizionale senza ledere i diritti dei figli Annamaria, 68 anni, 3 figli ormai autonomi, è rimasta vedova e ha venduto l azienda di famiglia che gestiva con il marito, mantenendone una quota di minoranza i cui dividendi sono sufficienti per il suo tenore di vita. Ha ricavato dalla vendita circa , svolge attività di volontariato presso una ONLUS. L esigenza Annamaria vorrebbe destinare alla ONLUS alla sua morte una parte del patrimonio, ma senza che i figli si sentano defraudati di una parte dell eredità. Si rivolge al suo consulente indipendente che le illustra le due strade possibili. La prima, tradizionale, prevede che la ONLUS sia citata nel testamento. La quota di legittima disponibile è 1/3 del patrimonio. Annamaria potrebbe quindi destinare per esempio il 10% alla Onlus e il resto ai tre figli in parti uguali. Il consulente calcola la sua speranza di vita statistica secondo le tabelle ISTAT in 20 anni. Impiegando il capitale in maniera molto prudente, con un rendimento atteso del 3% lordo annuo, tenuto conto delle tasse sulle rendite finanziarie e dell imposta di bollo, il capitale alla morte diventa La quota alla ONLUS è quindi di , gravata di imposta di successione dell 8%. La ONLUS riceve al netto di tasse. Ciascun figlio riceve al netto della tassa di successione del 4% sopra la franchigia di per erede. Senza la Onlus ciascun figlio riceverebbe Ma c è una soluzione molto più efficiente, che il consulente propone a Annamaria 16

17 La soluzione Caso 2: generare un capitale addizionale senza ledere i diritti dei figli Annamaria stipula una polizza di private insurance con lei come contraente e assicurata. Nei beneficiari inserisce la ONLUS all 8,5% e per il resto i tre figli in parti uguali. Il capitale matura un rendimento del 3% senza ritenute fiscali (2,65% al netto dei costi di polizza) e il capitale alla morte è L imposta di bollo viene applicata al momento del pagamento e il netto disponibile è La ONLUS riceve senza addebito di tasse successione, cioè la stessa cifra che avrebbe ricevuto per testamento. Ciascuno dei figli riceve , cioè euro in più rispetto alla versione con testamento, ma soprattutto riceve più o meno la stessa cifra che avrebbe ricevuto per testamento in assenza della ONLUS. Ricorderanno la mamma non solo per il suo amore, ma anche per la sua lungimiranza. I figli hanno fatto del bene senza subire alcuna decurtazione dell eredità. 17

18 La situazione Caso 3: tutelare i figli avuti da due matrimoni Alberto, 45 anni, divorziato, 2 figli che vivono con la ex moglie. Attualmente convive con Anna dalla quale ha avuto un terzo figlio. E manager di una multinazionale, viaggia moltissimo in tutto il mondo per lavoro, ha un buon reddito e un buon patrimonio, anche frutto dell eredità paterna. I rapporti con l ex coniuge non sono buoni. L esigenza Alberto sente l esigenza di disporre in maniera adeguata del suo patrimonio in caso di morte prematura. Nella situazione attuale, con la presenza di tre figli minori, in caso di morte il patrimonio rimarrebbe vincolato dal giudice tutelare fino alla loro maggiore età. Inoltre vuole riconoscere un beneficio anche all attuale compagna. D altra parte, nel caso in cui l evento morte non avvenga, Alberto desidera continuare a disporre del proprio patrimonio incrementandolo come sempre ha fatto costruendo con il suo consulente finanziario una strategia di investimento molto dinamica. 18

19 La soluzione Caso 3: tutelare i figli avuti da due matrimoni Alberto sottoscrive una polizza di private insurance in cui conferisce il suo attuale patrimonio gestito in maniera dinamica. Si rivolge ad una fiduciaria italiana, che operi da contraente della polizza. L assicurato è lo stesso Alberto e i beneficiari caso morte sono per il 25% l attuale compagna e per il 75% un trust dormiente. Il trust dormiente si attiva solo in caso di morte e permette il trasferimento del patrimonio sulla base delle regole fissate nel momento della sua costituzione. In questo modo, Alberto può fissare le linee guida della gestione del patrimonio post mortem, i tempi e i modi di attribuzione ai figli (per esempio una parte al 18 anno di età e una parte dopo la laurea, e inserire eventuali figure (per esempio il fratello) a vigilare sull operato del trustee prescelto. Alberto può modificare in qualsiasi momento sia le quote dei beneficiari (per esempio cancellando l attuale compagna in caso di conclusione della convivenza) sia le istruzioni al trust dormiente (per es. disponendo la suddivisione della prestazione in quattro parti anziché in tre in caso di arrivo di un quarto figlio). Il grande vantaggio di questa soluzione è che, nel caso probabile in cui i figli diventino maggiorenni con lui in vita, Alberto può chiudere il trust dormiente e inserire direttamente i figli come beneficiari. Se invece avesse costituito fin da subito un trust operativo, avrebbe dovuto immediatamente spossessarsi irrevocabilmente del patrimonio 19

20 Caso 4: protezione dinamica da rischi professionali La situazione Mauro, 40 anni, sposato, 1 figlio. Svolge la professione di commercialista in un avviato studio con altri due soci, ha rilevato l attività già svolta dal padre. Approccio finanziario evoluto, profilo di rischio medio-alto con buona capacità di sopportare perdite nel breve periodo. E sindaco di alcune grandi società non quotate e di una quotata nei settori meccanico e farmaceutico. L esigenza Mauro intende tutelare il proprio patrimonio personale, costituito da un portafoglio finanziario diversificato gestito in accordo con il proprio consulente finanziario e anche da partecipazioni non qualificate in società non quotate. Intende proteggerlo da possibili aggressioni esterne o cause di risarcimento danni non coperte dall assicurazione RC che ha comunque sottoscritto personalmente. Desidera che il suo patrimonio venga valorizzato nel tempo accettando un rischio più elevato a fronte di rendimenti più interessanti. 20

21 Caso 4: protezione dinamica dai rischi professionali La soluzione Il consulente di Mario gli consiglia la sottoscrizione di una polizza di private insurance con lui come contraente e assicurato e con beneficiari caso morte la moglie e la figlia. Il premio può essere versato in gran parte con liquidità e con titoli quotati ma anche in parte minore con una componente illiquida costituita dalle partecipazioni non quotate. La polizza fornisce quindi al cliente la risposta al duplice obiettivo di segregazione del patrimonio personale e pianificazione della successione a favore degli eredi designati con la flessibilità nella tipologia di investimenti ammissibili. Sotto il profilo fiscale tutti i redditi maturati all interno della polizza dopo il momento del conferimento vedono la loro tassazione differita nel tempo (differimento che può diventare definitivo in caso di morte di Mauro). Al momento del conferimento delle partecipazioni non qualificate in polizza, va applicata l imposta sostitutiva del 20% sulla eventuale plusvalenza emergente nel momento del conferimento, ma da quel momento in avanti nessuna ulteriore imposta viene applicata, neanche sui dividendi eventualmente distribuiti. 21

22 La situazione Caso 5: ottenere credito a condizioni imbattibili Rita, 36 anni, single, vive in casa con i genitori pensionati. Lavora come arredatrice di interni e come mediatrice immobiliare, i redditi sono saltuari e precari, anche se a volte di importo rilevante quando va in porto la vendita di immobili di pregio. I genitori hanno un patrimonio di circa che il consulente finanziario ha suggerito di investire in obbligazioni ruotate con regolarità con un flusso cedolare e da trading di circa euro netti annui, che servono per integrare la pensione. L esigenza Rita vorrebbe andare a vivere da sola. Ha identificato l appartamento che fa per lei, il costo è di euro. Potrebbe chiederli ai genitori, ma in questo modo il patrimonio si dimezzerebbe e con esso il flusso di reddito dei genitori, rendendo il tenore di vita dei genitori insufficiente. La situazione di lavoro precario non le consente di ottenere un mutuo con facilità e soprattutto le condizioni economiche sono proibitive. Il consulente propone una soluzione che risolve il problema e migliora anche la redditività del patrimonio. 22

23 La soluzione Caso 5: ottenere credito a condizioni imbattibili Il padre di Rita sottoscrive una polizza di Private Insurance inserendo lui e la moglie come assicurati, e Rita come beneficiaria in caso morte di entrambi i genitori. Il patrimonio attuale di viene conferito in polizza. L attuale consulente è nominato come advisor di polizza e prosegue la politica di investimenti già concordata con il cliente. Una volta costituita, la polizza viene depositata a garanzia presso una banca con la quale il consulente ha negoziato delle buone condizioni di concessione del credito. La banca concede un finanziamento di euro per l acquisto della casa direttamente a Rita ad un tasso pari a Euribor 3 mesi + 1,00%. E un tasso molto più basso di quello ottenibile con un mutuo ed è sostenibile da Rita con i suoi redditi. Nel contempo gli investimenti all interno della polizza maturano redditi fiscalmente esenti, e solo quando i genitori effettuano prelievi parziali per sostenere il proprio tenore di vita viene applicata la tassa sulle plusvalenze. A parità di condizioni i genitori possono contare su un ammontare netto prelevabile di euro circa rispetto ai precedenti. Di trimestre in trimestre, Rita paga gli interessi passivi e decide quale quota di capitale liberamente restituire. Non è vincolata ad un rimborso fisso e questo le consente di graduare i rimborsi con il flusso irregolare dei suoi redditi 23

24 Quattro domande 1. Che cosa sono le polizze di Private Insurance di diritto estero? 2. Quali sono i principali vantaggi, rischi e differenze rispetto alle tradizionali polizze unit-linked o a un investimento in titoli? 3. Quali sono i principali bisogni soddisfatti dalle polizze di Private Insurance? (casi pratici) 4.Quanto costano? Quali verifiche fare e a chi rivolgersi per sottoscrivere? 24

25 Riassumendo: a chi si rivolgono le polizze di private insurance? Investitori interessati a sfruttare quanto più possibile i vantaggi fiscali (a partire dal differimento dell imposta) previsti dalla normativa italiana relativamente all attività di gestione; Clienti con situazioni familiari complesse o difficili che vedono nella polizza uno strumento flessibile e riservato per gestire le proprie volontà al momento della successione Clienti nella terza età che ricercano l ottimizzazione fiscale in materia di successione Clienti alla ricerca di una combinazione che garantisca la gestione del patrimonio post mortem a favore di beneficiari minori o disabili in modo fiscalmente efficiente (Polizza + Trust) Imprenditori o professionisti che ricercano protezione del proprio patrimonio senza vincoli eccessivi e soprattutto senza ricorrere allo spossessamento anticipato Clienti alla ricerca di soluzioni semplici per ottenere prestiti a tasso estremamente competitivo (polizza come garanzia) Imprese che intendono tutelarsi di fronte alla perdita/allontanamento di alcune figure chiave (soluzione Key Man) Clienti consapevoli delle problematiche amministrativo-fiscali al momento della successione, in cerca di un veicolo che semplifichi il processo successorio (no blocco dei beni) 25

26 Quali sono le verifiche da fare? A chi rivolgersi per sottoscrivere? Le polizza di private insurance sono strumenti duttili e versatili, semplici nella struttura di base ma molto sfaccettati nelle possibilità di utilizzo Sconsigliato il fai-da-te Affidarsi a un consulente indipendente o a un broker Attenzione al premio minimo Calcolare bene i benefici fiscali e gestionali vs/ costi di polizza che dipendono da numerosi fattori: Età degli assicurati Numero e gradi di parentela dei beneficiari Presenza di eventuali franchigie Composizione dell investimento e ipotesi di rendimento dello stesso Ammontare dei riscatti parziali previsti, se presenti Costi di polizza Calcolo assistito Gratuito e senza impegno 26

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

LE VOSTRE AMBIZIONI LA NOSTRA FONTE DI ISPIRAZIONE ITALIA 2015

LE VOSTRE AMBIZIONI LA NOSTRA FONTE DI ISPIRAZIONE ITALIA 2015 LE VOSTRE AMBIZIONI LA NOSTRA FONTE DI ISPIRAZIONE ITALIA 2015 2 www.vitislife.com Vitis Life INDICE Vitis Life l'assicurazione vita di alta gamma made in Luxembourg...p.6 La vita quotidiana è fonte di

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili

BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili BNP Paribas CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Mod. T915 Ed. 07/2014 BNL Risparmio Prodotto EVPH Il presente

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali ED. LUGLIO 2013 Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

PIÙ VALORE PRIVATE EDITION

PIÙ VALORE PRIVATE EDITION Linea Investimento Garantito PIÙ VALORE PRIVATE EDITION Assicurazione in caso di morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa, Condizioni

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it

Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it Maria Monteleone Anche i figli maggiorenni hanno diritto a essere mantenuti dai propri genitori fino a quando non siano completante

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato

VALORE 2.0. Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato VALORE 2.0 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili e a premio annuo indicizzato Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni di

Dettagli

DSU ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE. Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.P.C.M. 159/2013)

DSU ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE. Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.P.C.M. 159/2013) DSU Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.P.C.M. 159/2013) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE PARTE 1 INTRODUZIONE... 2 1. Cos è e a cosa serve la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU)... 2 2. La DSU modulare

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Fascicolo Informativo

Fascicolo Informativo Contratto di Assicurazione di Rendita Vitalizia in parte immediata e in parte differita Rend & Cap Tasso Tecnico 0% Fascicolo Informativo Il presente Fascicolo Informativo contenente: a) la Scheda Sintetica

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE Società appartenente al Gruppo Allianz SE Offerta al pubblico di Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked La Scheda Sintetica del Prospetto d offerta deve essere consegnata all Investitore-Contraente,

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese.

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. È a tutti noto che ormai da alcuni anni sono in aumento, anche in materia di diritto di famiglia,

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti IL NUOVO ISEE Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti Consorzio MIPA 2 Indice IL NUOVO ISEE: UN QUADRO D'INSIEME Riferimenti del nuovo Isee e ambiti di applicazione

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Quadro RW e obblighi dichiarativi ai fini IVIE e IVAFE

Quadro RW e obblighi dichiarativi ai fini IVIE e IVAFE Circolare Monografica 12 giugno 2014 n. 1990 DICHIARAZIONI Quadro RW e obblighi dichiarativi ai fini IVIE e IVAFE Soggetti obbligati, modalità di compilazione e di calcolo ed esemplificazioni di Armando

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione.

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione. INA ASSITALIA S.p.A. Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Scheda Sintetica e la Nota Informativa

Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Scheda Sintetica e la Nota Informativa Certezza 10 Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CNA) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

La polizza Capital 5 con Bonus

La polizza Capital 5 con Bonus Risparmio & Sicurezza La polizza Capital 5 con Bonus Codice F001001 - Edizione dicembre 2014 Contratto di assicurazione sulla vita a capitale differito, con premio annuo costante e capitale rivalutabile

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009:

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009: NOTA BENE L articolo 34 della legge 183/10 ha introdotto nuove componenti del reddito da dichiarare, oltre quelle previste dall art. 3, comma 1, delle norme integrate dai D.P.C.M. n. 221/99 e n. 242/01.

Dettagli

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 LISTINO BASE 3 mesi Tasso nominale partita 0,25% lordo annuo 6 mesi

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Linea Investimento NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Contratto di Assicurazione caso morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa,

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

FIN+A Vita. Aviva S.p.A. Gruppo Aviva

FIN+A Vita. Aviva S.p.A. Gruppo Aviva Aviva S.p.A. Gruppo Aviva FIN+A Vita Creditor Protection a Premio Unico ed a Premio Annuo Limitato abbinata a Finanziamenti - Contratto di Assicurazione in forma Collettiva ad Adesione Facoltativa. Il

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI CONSORZIO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI (Approvato con Deliberazione dell Assemblea Consortile n. 04 del 28/04/2014)

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni

Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Le Guide per il Cittadino Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Consiglio Nazionale del Notariato Adiconsum Adoc Altroconsumo Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva

Dettagli

Successioni tutelate

Successioni tutelate Le Guide per il Cittadino Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Consiglio Nazionale del Notariato Adiconsum Adoc Altroconsumo Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

Investire con successo anche nella terza età. Guida Swiss Life In collaborazione con l editore Beobachter

Investire con successo anche nella terza età. Guida Swiss Life In collaborazione con l editore Beobachter Investire con successo anche nella terza età. Guida Swiss Life In collaborazione con l editore Beobachter SOMMARIO Sommario 3 La giusta strategia d investimento Ora che sapete a quanto deve ammontare il

Dettagli

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 02 FASCICOLO 2 Quadro RH Quadro RL Quadro RM Quadro RT Quadro RR Redditi di partecipazione in

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli