Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano"

Transcript

1 Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO PER VIVERE LA COMUNITÀ. Il baseball è come una famiglia numerosa, un gruppo di fratelli che lavorano insieme per raggiungere la stessa meta. Il baseball è uno sport di squadra poco conosciuto, ma chi vi si avvicina ne resta spesso affascinato; ci sono momenti in cui tutto può dipendere dalle scelte e dalle abilità del singolo, ma il risultato finale è sempre frutto dell intesa, della fiducia nei propri compagni e nel rispetto degli avversari.

2 In una società sempre più individualista e concentrata sui valori esteriori, il baseball, e chi lo pratica, si afferma ancora oggi come situazione di comunità, come situazione aggregante e aggregata, in evidente controtendenza. Si potrebbe pensare che tutto questo sia un passo all indietro. Noi crediamo che sia una corsa in avanti. Una corsa al mantenimento di valori quali l importanza dello stare insieme, del crescere dando un contributo, l importanza del praticare uno sport guidato non dalla tensione, ma dall attenzione. Un attenzione particolare per le persone che lo praticano e che lo seguono, l attenzione per le regole, l attenzione per il gruppo e per il singolo. Cosa pensiamo: i ragazzi di oggi non sono diversi da quelli di ieri. Si dice sempre che i giovani non sono più quelli di una volta. I giovani di oggi, a nostro avviso, non sono poi così diversi da quelli delle generazioni che li hanno preceduti. Quello che è cambiato è il contesto sociale che li cresce. Sono cambiati gli stimoli esterni: i valori, e gli esempi che gli adulti trasmettono loro. Negli anni 70, il tempo dei ragazzi era scandito in modo molto diverso. Dopo la scuola c era il cortile. A Castenaso la zona dedicata era quella corrispondente all attuale Parco della Chiusa. Moltissimi ragazzi vi si ritrovavano per trascorrere il pomeriggio. Il cortile insegnava a rapportarsi con gli altri senza la mediazione degli adulti. Oggi questi momenti relazionali, a volte anche conflittuali, comunque funzionali alla crescita, vengono molto più mediati dai genitori che tendono a difendere il proprio figlio spostando lo scontro sugli adulti, andando alla ricerca di colpe e responsabilità reciproche, a volte

3 sostituendosi ai giovani e negando loro la possibilità di sviluppare le giuste competenze relazionali. In questo modo i ragazzi sono deresponsabilizzati e non sollecitati alla risoluzione dei problemi. Castenaso è stata una realtà prevalentemente rurale. Spesso dopo la scuola i ragazzi andavano a lavorare in campagna con i propri genitori. I ragazzi si trovavano prima di adesso proiettati nel mondo degli adulti e del lavoro, imparavano prima ad assumersi responsabilità e a maturare. Questa forse, è una differenza tra i giovani di oggi e quelli di un tempo, il momento della maturità nelle relazioni, il passaggio dall essere bambini a piccoli uomini si è spostato in avanti di qualche anno. Il nostro progetto: Baseball per tutti Il nostro progetto è presentato dalla A.S.D. B.C. Castenaso che opera principalmente sui territori di Castenaso e limitrofi. Con il progetto Baseball per tutti, l A.S.D. B.C. Castenaso intende riconoscere e formalizzare una situazione di fatto che, già da alcuni anni, registra un impegno crescente e fortemente motivato, da parte di allenatori, educatori, ex giocatori e genitori volontari. Come scrive Clay Shirky, saggista americano: oggi possiamo trarre più valore dalla partecipazione volontaria di quanto si sarebbe mai potuto immaginare, grazie alla maggior possibilità di connessione e al miglioramento delle nostre capacità d immaginare cosa questa partecipazione potrebbe permettere. L impegno quotidiano è quello di offrire un cortile a tutti i ragazzi, di ogni età e di ogni ceto, con la possibilità di sperimentare l accoglienza di una associazione che crede fortemente nei principi etici dello sport, dove gli aspetti educativi possano essere anteposti ai risultati sportivi, la gioia di partecipare e lo spirito di aggregazione rappresentino le priorità.

4 In passato, grazie alla volontà, all impegno e alle capacità di alcune persone, amici, la pratica di questo sport ha fatto crescere intere generazioni di giovani di Castenaso rendendolo per così dire sport nazionale ; negli anni 70 la prima squadra ha raggiunto i massimi livelli dei campionati, poi sono seguiti periodi meno esaltanti, ma l attenzione verso la base, le squadre giovanili, è sempre stata fortissima e motivata. Ora, grazie ad un rinnovato impegno che coinvolge anche genitori ed ex giocatori, questa realtà sta rifiorendo, ma con un impronta diversa, più attenta al sociale, in un contesto in rapida e delicata evoluzione. In pochi anni il numero degli iscritti è cresciuto notevolmente e chi entra nella nuova famiglia si accorge subito di essere arrivato in una realtà sportiva diversa dal panorama circostante, dove non necessariamente il risultato e le finanze sono gli obiettivi e i bisogni primari (ad esempio è stato allestito, in occasione della Festa dell Uva, tradizionale festa locale annuale, uno stand gastronomico totalmente gestito da genitori volontari per dare un sostegno finanziario al progetto) Chi partecipa al progetto, crede moltissimo nel valore sociale di questo approccio allo sport e della sua capacità di aggregare le persone tra loro; ne sono una prova i molti genitori che, volontariamente e in amicizia, contribuiscono nei modi più diversi affinché le difficoltà economiche delle famiglie non precludano l accesso a nessuno dei ragazzi che lo desidera. Vogliamo offrire ai ragazzi un alternativa concreta per impegnare il loro tempo libero, ogni giorno, senza alcun tipo di barriera o pregiudizio. Stimoliamo la socializzazione insegnando loro a risolvere gli eventuali conflitti in autonomia, nel rispetto reciproco; alle volte è molto difficile, ma accettiamo questa sfida perché crediamo nell importanza di investire nei giovani, in tutti i giovani. E bello stare insieme a loro ed è bello pensare che saranno loro, il nostro futuro.

5 Cosa vorremmo Vorremmo offrire ai ragazzi spazi nuovi e adeguare quelli esistenti, per rispondere alla crescente partecipazione di cui siamo felici e orgogliosi testimoni. Vorremmo offrire equipaggiamenti sportivi a tutti quei giovani che desiderano praticare il baseball, con particolare attenzione verso le famiglie meno facoltose. Vorremmo consentire agli allenatori-educatori impegnati su questo progetto di operare sempre meglio, alleggerendoli almeno un pò dalle problematiche economiche. Le persone in prima linea: valore vero Vi presentiamo le persone che da diversi anni contribuiscono quotidianamente e con passione a questo progetto: tutti: adulti e ragazzi. Giovanni Zibordi (Zibbo) Il professor Zibordi, affettuosamente Zibbo per tutti quelli che lo conoscono, insegna dal lontano 1969; ha cominciato a Castenaso e da allora non si è più spostato. L anno scorso (2014 per chi scrive), il Sindaco gli ha conferito l attestato di cittadino onorario a riprova del suo grande e costante impegno, prima come insegnate ed ora come educatore. Nessuno conosce Castenaso da dentro meglio di lui: dagli anni 70, tutti i ragazzi di Castenaso tra gli 11 e i 13 anni hanno preso in mano una mazza e "ci hanno provato.oggi Zibbo è un istituzione, un punto di riferimento per

6 Nerattini Mario (Mario) Mario, classe 67, dopo una breve carriera agonistica ha cominciato a giocare nel campionato amatoriale bolognese PigLeague, nella squadra dei Bandigas, e dopo 22 anni di partecipazione non ha ancora smesso di divertirsi. E Allenatore dal 1999, prima nella Polisportiva Progresso di Castelmaggiore, poi nel CUS Bologna e dalla fine del 2002 nel Castenaso Baseball. Si è principalmente dedicato ad allenare la categoria ragazzi (9-12 anni), da due anni si occupa anche degli esordienti (6-8 anni). Se gli chiediamo come svolge la sua attività, ci risponde: - Considero la fase ludica del gioco quella più importante: credo che una volta che si sia appassionato, il bambino tenda naturalmente ad interessarsi, ad imparare e ad essere competitivo, quindi non forzo l insegnamento e non perseguo la vittoria ad ogni costo. Ho sempre incoraggiato l amicizia all interno della squadra, ponendo il Noi e non l Io al centro dell attenzione: nessuno vince da solo ma ognuno da un contributo secondo le sue possibilità. Credo che allenare un bambino sia un attività complessa e difficile, ma dà grandissime soddisfazioni che ripagano ampiamente gli sforzi. Nel tempo, ho cercato il coinvolgimento dei bambini ed anche delle famiglie nelle attività della squadra perché credo molto nel senso di appartenenza e di comunanza. Alzo la voce il meno possibile e non sgrido nessuno per l errore commesso giocando, cercando di calmarlo e farlo ragionare su quanto successo, al fine di insegnargli come fare in futuro. L unico punto fermo, su cui non transigo, è il comportamento, che deve essere sempre rispettoso nei confronti di tutti.

7 Henry Mella (Henry) Nato a Santo Domingo, lì ha iniziato a giocare a baseball e ha fatto parte della squadra dei Tigueres del Licey, il maggiore campione di tutte le serie caraibiche. In Italia dal 2008, dopo i primi 6 mesi vissuti a Rieti, trasferitosi a Bologna è passato nella formazione dei Redskins di Imola, quindi al Castenaso, infine al Minerbio. In seguito ha giocato tre anni con la Fortitudo e il successivo ritorno al Castenaso. Ha avuto la fortuna di giocare in tre continenti, allenato da ottimi allenatori e per questo adesso allena con entusiasmo i ragazzi cercando di trasmettere loro la passione per questo bellissimo sport. Frank Balbuena (Frank) Frank, classe 75, è nato nella Repubblica Domenicana e li ha cominciato a giocare a baseball sin da giovanissimo. In seguito si è trasferito a New York con la famiglia dove, frequentando l High School, ha avuto modo di continuare nella sua passione per il baseball raggiungendo così il livello AA Amatore. Dopo questo periodo negli Stati Uniti ha preferito l Italia e qui si è sposato e, naturalmente, ha continuato a giocare a baseball. Ha giocato prima nel Pianoro in serie C, poi nel 2003 nel Castenaso e infine nella Fortitudo. Attualmente è tornato a giocare per il Pianoro in serie B.

8 Dal 2006, Frank, dedica buona parte del suo tempo ad allenare il livello giovanili del Castenaso. Chiede ai ragazzi impegno e passione instaurando con loro un rapporto incentrato sull amicizia e il rispetto. Visentini Nello (Willy) Ha cominciato a giocare a baseball a Castenaso nel lontano 1970 sotto la guida del prof. Zibordi. La neo squadra, di cui è stato appassionato interprete, si è poi laureata Campione d Italia serie D nel 1973 e Campione d Italia serie C, nell anno successivo. Dopo un intensa esperienza come giocatore, ha rivestito il ruolo di allenatore nella categoria Ragazzi, per 3 anni a Castenaso e altri 8 alla Ponticella. Per circa vent anni ha contribuito ad allenare squadre giovanili, fino al 1998, anno in cui è tornato a Castenaso per occuparsi della categoria Allievi. Dal 2000 il suo ruolo non è più formalmente quello di allenare, ma il suo impegno è tutt altro che diminuito: affiancando il prof. Zibordi continua nella sua attività di formatore tecnico ed educatore, per tutti quei giovani che desiderano avvicinarsi al Baseball. Lo fa con dedizione, senza clamore, come può solo chi crede veramente nel valore di ciò che viene proposto.

9 INSIEME VOGLIAMO: CRESCERE COME SOCIETA E COMUNITA SPORTIVA COINVOLGERE UN NUMERO SEMPRE MAGGIORE DI RAGAZZI E GENITORI CHE SPOSINO IL VALORE DEL CORTILE CREARE PER I RAGAZZI UN LUOGO DI RITROVO SEMPLICE E SANO, CAPACE DI CRESCERLI OLTRE IL SOLO MOMENTO SPORTIVO

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi!

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi! A.S.D. Pallacanestro Piovese A.S.D. PALLACANESTRO P I O V E S E Fai canestro con Noi! La nostra storia La pallacanestro a Piove di Sacco conta oramai quasi 80 anni di presenza, essendosi avventurati i

Dettagli

F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI

F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI In tutti gli atti relativi ai bambini, siano essi compiuti da autorità pubbliche o da istituzioni private,

Dettagli

Io tifo positivo nel segno di Candido

Io tifo positivo nel segno di Candido BRUGHERIO Io tifo positivo nel segno di Candido La PROPOSTA parte da un lavoro che ha visto in questi anni coinvolti circa 10000 ragazzi delle scuole primarie e secondarie di molti comuni della provincia

Dettagli

Codice di Comportamento Sportivo del TREVIGLIO RUGBY

Codice di Comportamento Sportivo del TREVIGLIO RUGBY PREMESSA TREVIGLIO A.S.D. la quale opera, in conformità al relativo Statuto, nel settoro sportivo, ricreativo e culturale, con lo scopo di sviluppare e diffondere il rugby inteso come mezzo di formazione

Dettagli

Codice di Comportamento 2015

Codice di Comportamento 2015 Codice di Comportamento 2015 Raccolta di modi di agire ai quali tendere, frutto di una ricerca e del confronto con altre società sportive, non solo nel settore pallavolo. Polisportiva D. Borgo Virgilio

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte)

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) 1 QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) (ALLEGATO N 2) Sono pervenuti 90 questionari compilati ma non tutti completi. Non è stata prevista una differenziazione per categorie

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO Aprile 2013 1 La Polisportiva San Marco è una realtà presente all interno dell Oratorio San Marco dal 1970 e si propone di educare ai valori cristiani attraverso la pratica

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO L ASD RUGBY CERNUSCO è una associazione sportiva dilettantistica che opera, come da Statuto, nei settori sportivo, ricreativo e culturale, con lo scopo di sviluppare e diffondere

Dettagli

I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI

I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI I DIRITTI DEI BAMBINI Il Table Soccer Club Black Rose 98 Roma regola l attività giovanile per quanto attiene il Subbuteo - Calcio

Dettagli

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice?

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice? INTRODUZIONE Perché abbiamo stilato questo Codice? Con questo insieme di regole la società GSD MontecatiniMurialdo vuole avvicinarsi ai propri giovani calciatori, cercando di insegnare loro le fondamentali

Dettagli

L evoluzione del gioco del calcio in Italia

L evoluzione del gioco del calcio in Italia S E T T O R E T E C N I C O F. I. G. C. C o r s o M a s t e r per allenatori professionisti di 1 categoria UEFA - PRO Licence TESI L evoluzione del gioco del calcio in Italia Studio sui modelli sociali

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee

Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee PROGETTO VOLARE VOLLEY 2013/2014 INSIEME per VOLARE 1983-2013: 30 anni di Pallavolo

Dettagli

IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ;

IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ; IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ; IL CALCIO È SEMPLICITÀ; IL CALCIO DEVE ESSERE SVOLTO

Dettagli

Codice Etico e Norme di Comportamento

Codice Etico e Norme di Comportamento Codice Etico e Norme di Comportamento PREMESSA Il Codice Etico comportamentale dell ASD D.L.F. Civitavecchia esprime le linee guida di condotta che devono ispirare i comportamenti di tutti coloro che frequentano

Dettagli

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 PAROLE E IMMAGINI PER RACCONTARE GLI SPAZI PER BAMBINI E ADULTI. Gruppo di coordinamento

Dettagli

Riprendendo il discorso iniziale, stando a quanto affermato da alcuni autori, si assiste, nelle fasce puberali e adolescenziali, al cosiddetto

Riprendendo il discorso iniziale, stando a quanto affermato da alcuni autori, si assiste, nelle fasce puberali e adolescenziali, al cosiddetto INTRODUZIONE L attività sportiva in età adolescenziale, soprattutto se praticata a livello agonistico, si innesta su un terreno ricco di capovolgimenti interpersonali e problematiche esistenziali, andando

Dettagli

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà Progetto/azione Il tifoso protagonista della sicurezza Responsabilità Gabinetto del Sindaco Politiche per la Sicurezza Urbana Soggetti coinvolti Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società

Dettagli

APPORT ASSOCIAZIONE ITALIANA PREPARATORI PORTIERI. L importanza del preparatore dei portieri nell aspetto psicologico nelle scuole calcio

APPORT ASSOCIAZIONE ITALIANA PREPARATORI PORTIERI. L importanza del preparatore dei portieri nell aspetto psicologico nelle scuole calcio ASSOCIAZIONE ITALIANA PREPARATORI PORTIERI L importanza del preparatore dei portieri nell aspetto psicologico nelle scuole calcio di Matteo Bonavolontà preparatore portieri scuola calcio S.S. Lazio L aspetto

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

Davide Uzzo LA COSTANZA PREMIA

Davide Uzzo LA COSTANZA PREMIA La costanza premia Davide Uzzo LA COSTANZA PREMIA INDICE La costanza premia PAG. 07 PAG. 11 PAG. 17 PAG. 26 PAG. 39 PAG. 44 PAG. 47 INTRODUZIONE SIETE PRONTI? SI COMINCIA! VARIE TECNICHE DI SCOMMESSA

Dettagli

Servizio di Psicologia dello sport

Servizio di Psicologia dello sport Servizio di Psicologia dello sport SCUOLE CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Ente Comitato Regionale Puglia, Federazione Italiana Giuoco Calcio, Lega Nazionale Dilettanti (Bari). Chi siamo Sportivamente

Dettagli

BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti

BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti #Ondemand: cosa desideriamo come oratorio? A partire da una riflessione sulla pastorale giovanile a Scandiano, iniziata

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Manuale Azzurro allegato D FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Modello per la creazione e gestione di un Club dei Giovani Il modello, tratto dall esperienza maturata nei Circoli che hanno svolto con successo l Attività

Dettagli

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso Visti i positivi riscontri avuti, nella corrente stagione sportiva le gare della categoria Pulcini dovranno essere arbitrate con il metodo dell autoarbitraggio [

Dettagli

Il giro del mondo in 40 giorni

Il giro del mondo in 40 giorni Centro Ricreativo Estivo Qiqajon 2015 Dall 8 giugno al 17 luglio Il giro del mondo in 40 giorni Introduzione Il Progetto Qiqajon è una realtà dinamica, in continua crescita, che si occupa nello specifico

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

Come allenare la Categoria Pulcini con giochi tratti dalla tradizione popolare.

Come allenare la Categoria Pulcini con giochi tratti dalla tradizione popolare. articolo N.37 GENNAIO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI

Dettagli

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA 1 INTRODUZIONE Carissimo, la Festa Diocesana degli Incontri, prevista per il 17 maggio 2015 presso il Palazzetto dello Sport Palachicoli di Terlizzi, costituisce per i piccoli di Ac un occasione per sperimentare

Dettagli

U.S. VIRTUS BINASCO. Stagione Sportiva

U.S. VIRTUS BINASCO. Stagione Sportiva U.S. VIRTUS BINASCO Stagione Sportiva 2014-2015 CONSIGLIO DIRETTIVO Presidente 1.PACCALINI MASSIMO Vice Presidente 2.MALATERRA DAVIDE 3.CARENINI STEFANO Consiglieri 4.ARIOLI LUIGI 5.CICERONE SERGIO 6.CARERA

Dettagli

WWW.VOLAREVOLLEY.COM. «Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee»

WWW.VOLAREVOLLEY.COM. «Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee» WWW.VOLAREVOLLEY.COM «Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee» PROGETTO VOLARE VOLLEY 2014/2015 INSIEME per VOLARE

Dettagli

IL bello di crescere

IL bello di crescere IL bello di crescere Zeta6a 8-11-2004 10:54 Pagina 1 L Associazione In.Famigliaia Costituita nel 1997 da un gruppo di genitori e di professionisti dell educazione, si propone di offrire un aiuto concreto

Dettagli

L EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ E ALLA SESSUALITÀ Un progetto formativo per alunni, docenti, genitori delle classi quarte, quinte della scuola primaria

L EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ E ALLA SESSUALITÀ Un progetto formativo per alunni, docenti, genitori delle classi quarte, quinte della scuola primaria Centro Studi Hänsel e Gretel onlus con il contributo della L EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ E ALLA SESSUALITÀ Un progetto formativo per alunni, docenti, genitori delle classi quarte, quinte della scuola primaria

Dettagli

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di "gradualità" e "continuità".

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di gradualità e continuità. 1 Accogliere un bambino in un servizio educativo per la prima infanzia, significa accogliere tutta la sua famiglia, individuando tutta una serie di strategie di rapporto fra nido/centro gioco e casa, volte

Dettagli

Diritto di essere un campione, diritto di non esserlo. I valori del C.A.S.

Diritto di essere un campione, diritto di non esserlo. I valori del C.A.S. Diritto di essere un campione, diritto di non esserlo Questa frase richiama il decimo articolo della carta dei diritti del bambino nello sport e riassume gli obbiettivi del nostro operare. Ogni bambino

Dettagli

IN ITALIA ESTATE 2013 3 PROGETTI DI ACCOGLIENZA IN FAMIGLIE RAVENNATI

IN ITALIA ESTATE 2013 3 PROGETTI DI ACCOGLIENZA IN FAMIGLIE RAVENNATI Associazione di volontariato O N L U S RAVENNA - BELARUS Codice Fiscale: 92072570390 Presidente: GIUSEPPINA TORRICELLI Sede legale: Via Canalazzo n 26-48123 RAVENNA Tel-Fax 0544 461364 e.mail: ravenna-belarus@libero.it

Dettagli

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive

Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Progetto per la Scuola Primaria Attività motorie e sportive Premessa La Scuola Primaria di Casamicciola Terme è una realtà educativa che da sempre pone l alunno al centro del processo di apprendimento

Dettagli

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici Dott.ssa Monica Dacomo Attività per la scuola secondaria di I grado Chi o cosa provoca le nostre emozioni? Molti pensano che siano le altre

Dettagli

Programmazione Scuola Calcio USD BARCANOVASALUS stagione 2013 / 2014 attività di base

Programmazione Scuola Calcio USD BARCANOVASALUS stagione 2013 / 2014 attività di base PICCOLI AMICI Obiettivi: Il lavoro svolto con i bambini dei Piccoli Amici (5, 6 e 7 anni) è prevalentemente basato sul gioco in generale, ed evidenzia l aspetto ludico motorio della attività. Si lavorerà

Dettagli

A.S.D. BOLOGNA ATHLETICS VIA PIRANDELLO N. 6 40127 BOLOGNA. Aiutaci a fare strike!

A.S.D. BOLOGNA ATHLETICS VIA PIRANDELLO N. 6 40127 BOLOGNA. Aiutaci a fare strike! A.S.D. BOLOGNA ATHLETICS VIA PIRANDELLO N. 6 40127 BOLOGNA Aiutaci a fare strike! IL PROGETTO AIUTACI A FARE STRIKE! Il progetto offre ai bambini l opportunità di crescita, un gioco stimolante e socializzante.

Dettagli

Adulti e bambini intorno al pallone. Settore Giovanile e Scolastico Regione Toscana

Adulti e bambini intorno al pallone. Settore Giovanile e Scolastico Regione Toscana METTIAMOCI in gioco Adulti e bambini intorno al pallone Settore Giovanile e Scolastico Regione Toscana Negli ultimi anni è emersa con sempre maggiore urgenza la questione delle relazioni tra i diversi

Dettagli

L'INCREDIBILE STORIA DELLO ZEROSEI!!!

L'INCREDIBILE STORIA DELLO ZEROSEI!!! L'INCREDIBILE STORIA DELLO ZEROSEI!!! NUOTO RAGAZZI - 1976 NUOTO RAGAZZI E NUOTO PICCOLISSIMI - 1978 NUOTO PICCOLISSIMI SU FILODIRETTO 1978 NUOTO PICCOLISSIMI SU FILODIRETTO - 1979 VOLANTINO

Dettagli

PROGETTO SCUOLA CALCIO A.S.D. TERME VIGLIATORE

PROGETTO SCUOLA CALCIO A.S.D. TERME VIGLIATORE Premessa Prima di parlare di un progetto concreto di scuola calcio, riteniamo opportuno analizzare alcuni comportamenti fondamentali che ci vengono propinati dalla società. I bambini d oggi non hanno a

Dettagli

EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME

EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME SETTORE GIOVANILE E MINIBASKET EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME 1 CI RICORDIAMO I PRINCIPI FONDANTI DELL EASY BASKET. IL GIOCO CRITERI BASE PARTECIPAZIONE

Dettagli

Il valore della diversità. La performance non codificata

Il valore della diversità. La performance non codificata I Il valore della diversità La performance non codificata Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo guardare le cose sempre da angolazioni diverse" Robin Williams in "L'attimo fuggente"

Dettagli

Calcoli... in gioco. Il Progetto. Crescere in competenze: Italiano

Calcoli... in gioco. Il Progetto. Crescere in competenze: Italiano 1 Il Progetto La bassa scolarizzazione e la crescente disoccupazione giovanile sono tra i maggiori impedimenti alla crescita del nostro Paese. Nelle regioni dell Obiettivo Convergenza (Campania, Calabria,

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Numero 4 Giugno 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 4 Giugno 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 4 Giugno 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Un bovolonese di serie A Matteo Gianello nazionalità: Italia nato a: Bovolone (VR) il: 7 Maggio 1976 ruolo: Portiere altezza: 189 cm peso: 85 kg Società

Dettagli

SEI ANNI DI EMOZIONI, ALLENAMENTI E VITTORIE. 1 settembre 2008 nasce ufficialmente la Scuola Calcio Emanuele Belardi.

SEI ANNI DI EMOZIONI, ALLENAMENTI E VITTORIE. 1 settembre 2008 nasce ufficialmente la Scuola Calcio Emanuele Belardi. SEI ANNI DI EMOZIONI, ALLENAMENTI E VITTORIE 1 settembre 2008 nasce ufficialmente la Scuola Calcio Emanuele Belardi. Emanuele che in quel periodo era di proprietà della Juventus ma dato in prestito all'udinese,

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO GRUPPI SPORTIVI ORATORIANI

PROGETTO EDUCATIVO GRUPPI SPORTIVI ORATORIANI PROGETTO EDUCATIVO GRUPPI SPORTIVI ORATORIANI PROGETTO EDUCATIVO LO SPORT LO SPORT come tempo di crescita personale, come mezzo per educare, come scoperta di valori, come proposta ludica, come attività

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI

REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI ALLEGATO E DGR 535/2015 (estratto) REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI LINEE DI INDIRIZZO IN MATERIA DI PARTECIPAZIONE E ASCOLTO DEI MINORENNI Servizio Famiglia, Minori e Pari Opportunità

Dettagli

SETTORE GIOVANILE GIOCA E CRESCI CON NOI Unisciti anche tu alla Tribù Gialloblu!

SETTORE GIOVANILE GIOCA E CRESCI CON NOI Unisciti anche tu alla Tribù Gialloblu! SETTORE GIOVANILE GIOCA E CRESCI CON NOI Unisciti anche tu alla Tribù Gialloblu! Modena rappresenta la culla della pallavolo italiana e Pallavolo Modena vuole programmare il suo prossimo futuro partendo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI. Direzione per il Personale. La gestione del colloquio di valutazione

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI. Direzione per il Personale. La gestione del colloquio di valutazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Direzione per il Personale - Settore Sviluppo Risorse Umane - SISTEMA DI VALUTAZIONE PERFORMANCE INDIVIDUALE La gestione del colloquio di valutazione INDICE INTRODUZIONE

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. .01.02

CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. .01.02 dal 1976 CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. Situato a due passi dal mare, tra la vegetazione tipica dell isola e gli

Dettagli

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT

CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT Osservatorio sui Diritti dei Minori CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLO SPORT Per i giovani e con i giovani Presentazione Il Codice di autoregolamentazione dello Sport è una dichiarazione di intenti,

Dettagli

PROGETTO CONTINUITA E ACCOGLIENZA

PROGETTO CONTINUITA E ACCOGLIENZA Direzione Didattica 3 Circolo Gubbio SCUOLA DELL INFANZIA DI BRANCA E TORRE CALZOLARI PROGETTO CONTINUITA E ACCOGLIENZA A.S. 2012/13 PROGETTO CONTINUITÀ - ACCOGLIENZA RITROVARSI INSIEME PER FARE E GIOCARE

Dettagli

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione Fare sport: tra tradizione e innovazione Lo sai papa, che quasi mi mettevo a piangere dalla rabbia, quando ti sei arrampicato alla rete di recinzione, urlando contro l arbitro? Io non ti avevo mai visto

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

POLISPORTIVA CALISIO SCUOLA CALCIO ISCRIZIONE STAGIONE SPORTIVA 2014-15 Pulcini ed Piccoli Amici

POLISPORTIVA CALISIO SCUOLA CALCIO ISCRIZIONE STAGIONE SPORTIVA 2014-15 Pulcini ed Piccoli Amici POLISPORTIVA CALISIO SCUOLA CALCIO ISCRIZIONE STAGIONE SPORTIVA 2014-15 Pulcini ed Piccoli Amici Alla Scuola Calcio della Polisportiva Calisio si possono iscrivere i bambini nati dagli anni 2004 al 2009.

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li Il Coaching nei Giochi Sportivi Perché un atleta si allena? Per far in modo che nell organismo avvengano dei cambiamenti tali da determinare un miglioramento della prestazione. Dr. Fabrizio Perroni, Ph.D.

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Formazione. Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004

Formazione. Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004 Formazione Mediatore culturale ISTITUTO: PERIODO E VOTO: PRINCIPALI MATERIE: COSA MI HA LASCIATO: Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004 Front office di orientamento (ascolto attivo, comprensione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino LA SCUOLA PRIMARIA Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino 1 Istituto Comprensivo Savignano sul Panaro PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. della PALLAVOLO VALGANDINO. associazione sportiva dilettantistica

PROGETTO EDUCATIVO. della PALLAVOLO VALGANDINO. associazione sportiva dilettantistica PROGETTO EDUCATIVO della PALLAVOLO VALGANDINO associazione sportiva dilettantistica Premessa Il Progetto educativo è nato dalla volontà del Gruppo Sportivo Oratorio Gandino che da 20 anni si occupa di

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Tutto questo può andare bene a patto che, nel contempo, abbiamo inserito nella nostra vita una doppia velocità, la Linea della Vita appunto.

Tutto questo può andare bene a patto che, nel contempo, abbiamo inserito nella nostra vita una doppia velocità, la Linea della Vita appunto. PROGRAMMARE IL 2011 Come ben sappiamo gli ultimi giorni dell anno sono giorni di bilancio: di fronte al conto economico della vita dovremmo valutare gli Attivi e i Passivi e quindi comprendere se l annata

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma

Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma Via Orrea, 23 00123 Roma Tel. 063037022 - fax o630436063 Staffetta 4 x 100 misti tutti in gara per la Cittadinanza, Costituzione, Salute e Sicurezza! L importante non

Dettagli

«Покори Воробьевы Горы» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 11 класса Очный этап, г. Москва 2010-2011 учебный год

«Покори Воробьевы Горы» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 11 класса Очный этап, г. Москва 2010-2011 учебный год «Покори Воробьевы Горы» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 11 класса Очный этап, г. Москва 2010-2011 учебный год БЛОК I. ЛЕКСИКО-ГРАММАТИЧЕСКИЙ ТЕСТ. Scegliere la variante giusta, scrivere la

Dettagli

SCUOLA CALCIO STAGIONE 2015 2016

SCUOLA CALCIO STAGIONE 2015 2016 SCUOLA CALCIO STAGIONE 2015 2016 Introduzione Carissimi Genitori, l' obiettivo principale della nostra Scuola Calcio è la formazione sportiva globale dell' allievo/a attraverso un percorso per tappe e

Dettagli

IO E GLI ALTRI. Vorremmo quindi aiutare i bambini a:

IO E GLI ALTRI. Vorremmo quindi aiutare i bambini a: IO E GLI ALTRI Con questa denominazione intendiamo comprendere tutta quella serie di relazioni che ogni bambino si trova a dover affrontare e gestire quando viene ad inserirsi nell asilo nido, comunità

Dettagli

300 futuri piloti provano gratuitamente un vero go-kart

300 futuri piloti provano gratuitamente un vero go-kart Jesolo Karting School si trasferisce in centro commerciale, ed è un successo di pubblico FUTURO PILOTA CERCASI 300 futuri piloti provano gratuitamente un vero go-kart La pista fuori dalla pista per avvicinare

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA La Cooperativa Koinè nasce nel luglio 1989, quando due socie dell originaria cooperativa Abacus, società di ricerche

PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA La Cooperativa Koinè nasce nel luglio 1989, quando due socie dell originaria cooperativa Abacus, società di ricerche PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA La Cooperativa Koinè nasce nel luglio 1989, quando due socie dell originaria cooperativa Abacus, società di ricerche di mercato e sondaggi d opinione, ceduta a una neo costituita

Dettagli

MEDIAZIONE FAMILIARE INCONTRI PROTETTI SOSTEGNO NELL AFFIDO

MEDIAZIONE FAMILIARE INCONTRI PROTETTI SOSTEGNO NELL AFFIDO Il servizio di mediazione e sostegno SMS, nei suoi diversi ambiti di applicazione ha come caratteristica la restituzione di responsabilità e di autodeterminazione alle parti del sistema famiglia che si

Dettagli

LA MEDIAZIONE FAMILIARE

LA MEDIAZIONE FAMILIARE LA MEDIAZIONE FAMILIARE Nel corso dell ultimo decennio, in Italia, si è organizzato un movimento di opinione con lo scopo di promuovere con un approccio conciliativo e sull esempio di esperienze internazionali

Dettagli

Danze Caraibiche VIVI.AMA.RIDI.BALLA! PERCHÉ DIVERTIRSI È TERAPEUTICO PIÙ DI UNA MEDICINA

Danze Caraibiche VIVI.AMA.RIDI.BALLA! PERCHÉ DIVERTIRSI È TERAPEUTICO PIÙ DI UNA MEDICINA Danze Caraibiche VIVI.AMA.RIDI.BALLA! PERCHÉ DIVERTIRSI È TERAPEUTICO PIÙ DI UNA MEDICINA Indice 04 Cosa c è in un movimento? 06 Benefici del ballo 10 Chi siamo, cosa facciamo 13 Perchè lo facciamo 13

Dettagli

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis - Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis Il Tennis e la preparazione mentale Progetto per la Stagione sportiva 2011/2012 Agosto 2011 Project Leader: Chiara Valdata Obiettivi del Progetto: Il progetto

Dettagli

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 La Scuola Calcio della SSD UP CASTELFRETTESE Una ScuolaCalcio che vada ad integrarsi alla Famiglia e alla Scuola per favorire la crescita

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA DI CASALGRASSO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MAMME E PAPÀ, questa è la prima SCUOLA che incontrate da genitori e sarà un esperienza nuova, per voi e per i vostri bambini. NON

Dettagli

IMPARARE AD IMPARARE

IMPARARE AD IMPARARE Istituto Comprensivo "E. Q. Visconti" Roma via della Palombella 4, tel 066833114, fax 0668803438 mail: rmic818005@istruzione.it IMPARARE AD IMPARARE Il laboratorio come metodo di studio: competenze, strategie,

Dettagli

Premessa. Ente organizzatore

Premessa. Ente organizzatore Premessa Il Progetto Multisport nasce dalla volontà ed esigenza di aumentare autostima e sicurezza nei bambini che si affacciano al mondo dello sport, fornendo una combinazione di benefici fisici ed emotivi

Dettagli

Progetto TRAMPOLINO ANIMAZIONE DI STRADA A POLIN

Progetto TRAMPOLINO ANIMAZIONE DI STRADA A POLIN Progetto TRAMPOLINO ANIMAZIONE DI STRADA A POLIN Il progetto è nato nel 2005 dopo un confronto tra Servizio Sociale, l Amministrazione Comunale di Tione in collaborazione con la Cooperativa Sociale L Ancora.

Dettagli

L ESPERIENZA del GRUPPO ADOLESCENTI. Con i nostri occhi. Adolescenti adottivi - Milano 24 ottobre 2011

L ESPERIENZA del GRUPPO ADOLESCENTI. Con i nostri occhi. Adolescenti adottivi - Milano 24 ottobre 2011 L ESPERIENZA del GRUPPO ADOLESCENTI Origine Risposta ad una richiesta dei ragazzi Occasione di aggancio aggancio, coinvolgimento attivo ed eventuale intercettazione di bisogni Con i nostri occhi. Adolescenti

Dettagli

lunedì 20 luglio alle ore 18:30 INFO Chiara Ivone 3315995249 timesportgarbatella@libero.it - chiaraivon@libero.it

lunedì 20 luglio alle ore 18:30 INFO Chiara Ivone 3315995249 timesportgarbatella@libero.it - chiaraivon@libero.it I N V I T O Roma, 15/07/2015 La Time Sport Roma Garbatella, informa che in data 02/07/2015 è stato raggiunto l accordo con il Signor Fabio Petruzzi, che assumerà l incarico di responsabile della scuola

Dettagli

la vela che fa crescere

la vela che fa crescere I CORSI PER UNDER 18 la vela che fa crescere Settimane veliche Skiffsailing per bambini e adolescenti SKIFFSAILING scuola di vela sali a bordo del divertimento! In barca a vela. Perché non si vive di soli

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE

SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE Documento di sintesi del Progetto Pilota AttivaMente Questo documento rappresenta un punto di arrivo di un progetto pilota interreg chiamato AttivaMente. AttivaMente è una delle

Dettagli