Anno 2012 PIANO MARKETING e COMUNICAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno 2012 PIANO MARKETING e COMUNICAZIONE"

Transcript

1 Anno 2012 PIANO MARKETING e COMUNICAZIONE 1

2 Il piano di comunicazione aziendale 2012 rappresenta la continuità dei precedenti. Conserva l articolazione in: attori, progetti, target, finalità e strumenti. Comprende azioni di comunicazione riguardanti le aree di: promozione d immagine, sviluppo della competitività e senso dell appartenenza; comunicazione istituzionale; conoscenze per la fruizione e l accesso ai servizi; promozione di nuovi servizi; comunicazione sociale; comunicazione interna; azioni comunicative in partnership con Associazioni, Enti, e/o con sponsor. E stato predisposto come strumento che consenta di programmare e gestire le azioni di comunicazione per il raggiungimento di specifici obiettivi strategici e di comunicazione dell organizzazione aziendale, per gestire le relazioni tra organizzazione e pubblici di riferimento, per coordinare i soggetti coinvolti e condividere strategie e azioni. La complessità intrinseca del piano è conferita anche dalla particolare natura delle politiche di comunicazione, normalmente a supporto di altre iniziative, presupposto che consente il coinvolgimento fattivo dei promotori stessi con altri operatori interni dell Azienda e esterni. Infatti la strategia scelta è stata quella di attribuire al piano di comunicazione funzioni di coordinamento di tutti i soggetti, delle strategie e delle azioni che l'amministrazione ha messo in campo per favorire il raggiungimento dei propri obiettivi di comunicazione. Al piano di comunicazione sono attribuite tre finalità, di concerto con la Direzione Generale, coerenti con le linee strategiche dell Azienda e significative per i destinatari: - in primo luogo, quella strategica, quale contributo all implementazione delle politiche dell organizzazione; - in secondo luogo, la facilitazione della convergenza tra le logiche della comunicazione interna e quelle della comunicazione esterna dell Azienda, favorendo quella che si può definire come comunicazione organizzativa integrata; - in terzo luogo, quella di incentivare la costruzione di relazioni bidirezionali tra l Azienda e i suoi pubblici di riferimento. Si tratta di relazioni consapevoli e costanti nel tempo, non casuali o episodiche, finalizzate alla co-produzione di senso e significati nello scambio comunicativo tra l organizzazione e i suoi destinatari. Il processo organizzativo che lo caratterizza è articolato in tre fasi distinte: 1. pianificazione e redazione, fase in cui si è arrivati alla stesura del piano; 2. implementazione, fase della concreta realizzazione e gestione dello stesso; 3. valutazione, fase di verifica dei risultati ottenuti, dell impatto e degli effetti generati sul contesto interno ed esterno all Azienda e delle eventuali discrepanze tra questi e gli obiettivi prefissati. Questa dimensione processuale consente di non ridurlo ad un semplice documento con l elenco delle azioni comunicative dell'azienda, ma di sentirlo come un processo che attraversava l'amministrazione, coinvolge direttamente aree specialistiche, tecniche e amministrative, contribuendo alla modifica di alcune loro modalità organizzative. Le azioni previste nel piano di comunicazione sono tutte da realizzarsi e devono essere testimoniate da planning di attività redatto a completamento del piano. Le stesse, dall ideazione alla realizzazione, sono derivate da strategie di marketing communication mix e altresì rispondono ai criteri della Pubblica. Gli strumenti, individuati nel piano e utilizzati sono scelti di volta in volta in funzione del target, delle risorse, degli obiettivi sottesi, proprio per attribuire maggior efficacia alla promozione di eventi, alla partecipazione a fiere, convegni, congressi e alla realizzazione di pubblicazioni, newsletter, volumi, brochure, canali informativi delle attività aziendali. 2

3 Per la valutazione si è fatto ricorso al modello promosso dall Istituto Italiano di Valutazione, sotto schematizzato, che ben rappresenta la molteplicità degli elementi che guidano e contraddistinguono l attività valutativa, nonché la complessità dell orizzonte all interno del quale ci si muove nel contesto della valutazione, caratterizzato tanto da soggetti, quanto da fattori di contesto, attività e relazioni tra le parti. Il modello consente di applicare una valutazione applicabile ai vari steps del processo organizzativo che culmina nel piano di comunicazione. Il disegno della ricerca valutativa Generalità Problemi Decisore Conflitti Vincoli Opportunità Mandato Contesto Valutazione Dati Discipline di riferimento Istituto Italiano di Valutazione, via M. Macchi 27, Milano, Diretto da Claudio Bezzi Attori sociali Bisogni, interessi, valori Competenze Etica, Deontologia Metodologia ricerca Risorse 3

4 All interno di questo processo organizzativo, la valutazione rappresenta infatti lo stadio seguente alla pianificazione ed all implementazione del Piano di ed è quella fase che permette di capire se la strada che si sta percorrendo è proprio quella che era stata programmata. La valutazione ci dà infatti la possibilità di capire non solo il ''dove'' si sta andando, ma anche il ''come'' lo si sta facendo, oltre che di tenere d occhio sia l attività dell amministrazione che le dinamiche che interessano il contesto, i cambiamenti dell ambiente esterno, in modo quindi da calibrare e adattare in continuazione il rapporto di relazione, ovvero di comunicazione. Le azioni di valutazione vengono quindi realizzate sia in itinere, sia al termine del progetto. Sono previsti vari livelli di misurazione dell efficacia del piano: 1. raggiungimento degli obiettivi di comunicazione (impatto della comunicazione): verifica a valle del processo del livello di diffusione, comprensione ed accettazione dei messaggi. In particolare, si prevedono delle indagini di tipo qualitativo per misurare il grado di soddisfazione dell intervento, e, se la comunicazione ha agito anche in termini di modifiche nei comportamenti e nelle opinioni dei pubblici target; 2. efficienza ed efficacia delle singole azioni di comunicazione (congruenza tra obiettivi e strumenti): a questo livello vanno verificati i funzionamenti dei flussi informativi, dei diversi canali/azioni implementati anche per quel che attiene alla comunicazione interna. La rilevazione ed analisi è da effettuarsi in itinere durante tutto il periodo di implementazione del Piano di e verrà realizzata attraverso l osservazione diretta e la consultazione delle parti coinvolte; 3. verifiche dei costi (rispetto del budget): il monitoraggio dei costi avviene in itinere ed in coincidenza con le milestone e gli assessment di progetto stabiliti nella programmazione; 4. impatto organizzativo (verifica di processo): questa verifica attiene in particolare alla coerenza tra le azioni messe in atto e la loro ricaduta sull andamento complessivo del progetto. La verifica di processo è un attività continuativa del responsabile MKT e comunicazione e consiste principalmente nel tenere traccia di tutta la comunicazione, compresa quella realizzata direttamente dai partner, per garantire l unitarietà, la coerenza e la coralità dei messaggi e delle azioni. Direttore Generale ufficio marketing e comunicazione ufficio relazioni con il pubblico ufficio stampa 4

5 Budget anno 2012 attività importo Tipologia Conto economico Quota Associativa Rete HPH 300,00 contratto spese amministrative generali Spese amministrative 1.700,00 Pubblicità materiale informativo 5.000,00 contratto istituzionale (eventi; prodotti cartacei) spese rappresentanza // TOTALE 7.000,00 Strumentazione e tecnologia (beni sup. a 250,22) gestiti dal SIA 5.500,00 contratto

6 FINALITÀ/AREE * 1) Promozione dei servizi erogati, 2) Accesso ai servizi; 3) Accompagnamento nella fruizione del servizio; 4) (comprende / far conoscere i risultati); 5) Sviluppo della competitività e senso di appartenenza; 6) verso soggetti esterni; 7) sociale 8) Partnership sponsor e/o associazioni e/o Enti e/o club di servizio; 9) interna attori emittenti locali ufficio stampa ufficio stampa mkt-comunicaz ufficio stampa Gruppo interaziendale HPH (AAOO e ASL) e dipartimento Promozione Salute ASL Associazioni Volontariato Direzione aziendale PROGETTO TARGET FINALITÀ/AREE * STRUMENTI Lo specialista ospedaliero ospite programmi emittenti locali Pianificazione, progettazione e realizzazione informative rivolte all esterno e interno Implementazione internet Realizzazione canale aziendale su YouTube Rassegna stampa quotidiana Guida ai servizi on line aggiornata in tempi reali Promozione di stili di vita sani Realizzazione e cogestione sito web interaziendale HPH Stesura programma triennale rete territoriale HPH Collaborazione con Associazioni Volontariato per promuovere corsi, eventi e per far conoscere il ruolo del volontariato in Azienda Popolazione Dipendenti Enti Pubblici Medici del territorio Associazioni Volontariato Popolazione Enti Pubblici Direzione aziendale Dipendenti, Enti e Istituzioni, Enti e Istituzioni e operatori sanitari e del volontariato sociale Promozione dei servizi Partnership Promozione d immagine interna istituzionale istituzionale Promozione d immagine interna Accesso ai servizi Accompagnamento Promozione servizi istituzionale sociale Pubblicazione on line Trasmissione televisiva News aziendali intranet e internet Trasparenza, e integrità; piano delle performance; albo pretorio digitale Canale dedicato su YOUTUBE rassegna cartacea per la Direzione e on line intranet Pubblicazione Sito Web aziendale integrata on line su informazioni sicure sulla salute; prevenzione cadute; alimentazione; movimento; accoglienza paziente straniero; soccorso violenza Corsi di formazione Eventi Registro aziendale associazioni volontariato 6

7 mkt-comunicaz Collaborazione con dipartimento Salute Mentale Promozione dei servizi erogati Accesso ai servizi Accompagnamento nella fruizione del servizio Carta dei servizi di psichiatria e neuropsichiatria infantile e dell adolescenza Direzione aziendale Polo Culturale Assessorato Politiche Sociali Comune Garbagnate Settimana dei beni culturali / evento annuale, degenti Partnership Pubblicazione Siti Web aziendali - Pubblicizzazione sui media - Mostra interna - Conferenze - Concerti - Incontri con specialisti, associazioni, cittadini sul territorio Oculistica Bollate Lions Prevenzione Glaucoma / evento annuale Promozione dei servizi Partnership Club di Servizio Pubblicazione Siti Web aziendali - Pubblicizzazione sui media - Giornata di screening cittadini Oculistica Rho Rotary Screening oculistico nelle scuole/ campagna annuale Scuole elementari territorio di Rho Promozione dei servizi Partnership Club di Servizio Pubblicazione Siti Web aziendali - Pubblicizzazione sui media - Giornate di screening studenti - pubblicazioni cartacee uff. stampa UU.OO. Direzione Aziendale Collaborazione organizzazione e realizzazione eventi interni Medici ospedalieri infermieri e altri operatori sanitari, medici di base e altri operatori sanitari Partnership sponsor Pubblicazione Siti Web aziendali Pubblicizzazione sui media Seminario/Convegno/incontri Diffusione campagne sociali promosse dal Ministero della Salute e Ministero dell Interno (media 3/4 campagne /anno) Target particolari Operatori sanitari sociale Communication mix Diffusione opuscoli Servizio informazioni Ufficio Accoglienza Pubblicazione Sito Web aziendale Diffusione campagne sociali promosse dalla Regione Lombardia e Target particolari Operatori sanitari sociale Communication mix Diffusione opuscoli Servizio informazioni Ufficio Accoglienza Pubblicazione Sito Web aziendale 7

8 Monitoraggio diffusione Newsletter on line NoiSanità per l aggiornamento e l informazione su eventi, progetti ecc. in ambito sociosanitario, Istituzioni Operatori sanitari verso soggetti intermedi/tecnici/interni Pubblicazione Siti Web aziendali Uffico stampa Pubblicizzazione attraverso i media di eventi e convegni, in sinergia con la formazione e/o altre UO coinvolte, Istituzioni Operatori sanitari Opinion leaders Com. a soggetti intermedi/tecnici Promozione dei servizi - Articoli giornali - Lanci TG circuito Odeon - Leaflet, manifesti Sviluppo del Piano di comunicazione CRS SISS anche in collaborazione con il SII Enti Accompagnamento Media Pubblicazione Siti Web aziendali formazione Promozione/collaborazione di percorsi sulla comunicazione/relazione inseriti in corsi di formazione Dipendenti settore amministrativo, tecnico, sanitario interna Relazione tra operatori e operati e utenti Corsi di formazione Promozione e sviluppo della comunicazione interna on line Referenti della comunicazione dipendenti aziendali verso soggetti interni Intranet UU.OO. Regoione Lombardia Promozione della salute (HPH)/ partecipazione annuale alla rete lombarda Utenti Dipendenti Aspetti relazionali Pubblicazione Siti Web aziendali - Pubblicizzazione sui media - Giornate di incontri con i cittadini - Partecipazione a convegno nazionale Diffusione informazioni sui nuovi servizi aziendali ai medici del territorio Medici di base Pediatri di libera scelta ASL istituzionale Promozione di servizi Comunicazioni scritte ai medici del territorio -ASL Restiling e aggiornamento siti web aziendali Disabili Promozione dei servizi verso soggetti intermedi/tecnici/interni Intranet Internet Applicazione di strumenti di marketing alla nuova progettualità dei Servizi Istituzioni Promozione dei servizi - Strumenti di mkt - Communication mix servizio di fisiatria Garbagnate Valutazione della efficienza ed efficacia dei servizi e delle iniziative di comunicazione attraverso indagine dei requisiti di qualità Operatori sanitari Utenti (target finale) Sviluppo competitività e senso di appartenenza - Ricerche sulla percezione dei cittadini su vari aspetti del servizio fisiatrico UO Ortopedia 8

9 Elaborazione annuale questionari Customer Satisfaction ; invio debito flusso informativo ASL e DG Sanità Utenti cittadini Dipendenti ASL- Regione Lombardia interna Data base Pubblicazione Siti Web aziendali Divulgazione dei risultati di rilevazione della soddisfazione dell utenza ASL Regione Lombardia Associazioni Volontariato Dipendenti aziendali (target finale) interna e esterna Pubblicazione Siti Web aziendali Relazioni Gestione degli esposti e produzione di report mensili Pubblicazione risultanze; invio debito flusso informativo ASL e DG Sanità Regione Lombardia ASL Direzione Generale Azienda utenti Associazioni Volontariato Accompagnamento verso soggetti intermedi/interni Front office; data base - Consulenza telefonica e risposte agli esposti - Ufficio accoglienza - Relazioni - Pubblicazione Siti Web aziendali 9

10 Planning rendicontazione attività realizzate nel 2012 in funzione del Piano Marketing e Calendario Campagna/evento Promotori Attività seguite dal marketing e comunicazione gennaio 2012 gennaio 2012 febbraio 2012 settembre 2012 novembre dicembre 2012 anno 2012 anno 2012 anno 2012 COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Attività di comunicazione esterna e pubblicazioni Elaborazione data base degli esposti e encomi anno 2011 Elaborazione questionari Customer Satisfaction anno 2011 Nuova cartellonistica parcheggi PS Garbagnate Realizzazione percorso facilitato su internet attraverso sezione ascolto del cittadino Aggiornamento opuscoli di reparto Cartelli di chiusura per il periodo estivo e natalizio dei centri prelievo territoriali Cartellonistica e materiale informativo sui servizi ambulatoriali ai MMG apertura nuovi ambulatori ospedalieri Direzione Amministrativa Presidi USC qualità e accreditamento UO Medicina di Laboratorio aziendale Direzione aziendale UUOO aziendali Rielaborazione, relazione, diffusione e invio ASL e DG Sanità RL; Associazioni Volontariato e UPT Pubblicazione intranet e internet Rielaborazione, relazione, diffusione e invio ASL e DG Sanità RL; Associazioni Volontariato e UPT Pubblicazione intranet e internet Predisposizione cartellonistica Realizzazione di pagine di navigazione contenenti informazioni utili per facilitare l accesso del cittadino ai servizi; la partecipazione dei processi URP; la conoscenza dei percorsi di qualità in Azienda Revisione e riedizione opuscoli informativi personalizzati di tutti i reparti Predisposizione e diffusione cartellonistica sul territorio Predisposizione e distribuzione supporti informativi Invio comunicazione ai mmg del Distretto1 e del Distretto 2 e presentazione dei nuovi servizi anno 2012 Ulteriore diffusione delle Linee guida regionali per Regione Lombardia Monitoraggio utilizzo logo sistema 10

11 anno 2012 l applicazione dei nuovi marchi negli strumenti di comunicazione degli Enti del sistema sanitario Realizzazione sezione internet programma trasparenza, valutazione e merito Direzione Generale USC Controllo di Gestione sanitario regionale su cartellonistica, modulistica e carta intestata Pubblicati on line: Piano della performance ; Dati sull'organizzazione e i procedimenti; Dati relativi al personale; Dati relativi a incarichi e consulenze; Dati sulla gestione economico-finanziaria dei servizi pubblici; Dati sulla gestione dei pagamenti; Dati relativi alle buone prassi; Dati sul public procurement; Dispositivi medici; Piano triennale sulla razionalizzazione CONVEGNI/EVENTI: ORGANIZZAZIONE SUPPORTO COMUNICAZIONE 18 gennaio 2012 conferenza presentazione Associazione DANI e apertura Ambulatorio nei Direzione Generale Organizzazione, gestione, diffusione 10 febbraio 2011 Cerimonia 1 pietra del nuovo ospedale di Garbagnate Milanese Direzione Generale Organizzazione, gestione, diffusione febbraio 2012 Giornata delle Cardiologie aperte Cardiologie aziendali 25 febbraio 2012 spettacolo di Carnevale Pediatria H Garbagnate UO Pediatria 3 marzo 2012 Obesity Day UO Pediatria Bollate 10 marzo 2012 Incontri cardiologici rhodensi aggiornamenti in cardiologia UO Cardiologia Rho 15 aprile 2012 Conferenza ILA Associazione Angiodisplasie Associazione ILA 19 aprile 2012 I mondi della violenza fenomeno culturale o problema sanitario? Qualità e Accreditamento Formazione permanente Psicologia Clinica Pianificazione, organizzazione e supporto alle cardiologie di Rho, Garbagnate e Passirana Diffusione locandina e pubblicazione on line Supporto alla giornata con produzione locandine e pubblicazione on line dell evento Predisposizione locandina e diffusione evento Supporto all evento e diffusione informativa Organizzazione; partecipazione e gestione dell evento 11

12 22 aprile 2012 Una settimana fra le Groane: Concerto delle Orchestre degli Allievi con l Associazione La Città Sonora; visita al cantiere del nuovo ospedale Comuni insieme 23 aprile 2012 Conferenza Presenza Amica Onlus Presenza Amica 2-4-maggio 2012 Cure Sub acute: l esperienza presso il P.O. di Passirana dell A.O. G Salvini di Garbagnate Milanese 38 congresso ANMDO L archivio clinico: l esperienza di una gestione esternalizzata 38 congresso ANMDO DSA DMP Bollate DSA DMP Rho 12 maggio 2012 Cerimonia Associazione Salute Donna Associazione Salute Donna maggio giugno ottobre 2012 Conferenza AVO 6 novembre 2012 Heart Failure Congress: Self-efficacy and patient s knowledge of disease in a population with chronic heart failure Partecipazione convegno Guadagnare Salute Venezia Il percorso della check-list peri-operatoria nella AO Salvini di Garbagnate M.se 12 novembre 2012 Inaugurazione nuova area degenza Hospice UO Riabilitazione Cardiologica Passirana Qualità e Accreditamento Associazione AVO di Garbagnate DSA DEA Direzione Generale UO Terapia del Dolore Hospice Organizzazione e supporto all evento Supporto eventi e diffusione informativa Predisposizione poster Predisposizione poster Collaborazione organizzazione e realizzazione evento Predisposizione poster Presentazione di 2 lavori sulla promozione della salute Supporto all evento e diffusione informativa Predisposizione poster Organizzazione, gestione, diffusione PREVENZIONE E PROMOZIONE SALUTE: incontri con la popolazione - organizzazione evento 14 gennaio 2012 Incontro con la popolazione:dalla promozione dell'allattamento al seno alla prevenzione dell'obesità in età pediatrica UO Pediatria Bollate Supporto all evento e diffusione informativa febbraio marzo marzo 2012 Giornate delle Cardiologie aperte Dammi il tuo cuore. Ne avrò cura Distribuzione opuscolo ASL sull allattamento al seno hub2hub Ospedale di Garbagnate UU.OO Cardiologie UO Ostetricie UO Pediatrie UO Terapia del Dolore e Cure Palliative Organizzazione e diffusione all evento Supporto evento e diffusione opuscolo Collaborazione realizzazione evento 12

13 3 maggio maggio 2012 Associazione vivere senza dolore Serate in biblioteca: le malattie chirurgiche del grosso intestino e le fragilità dell età avanzata Caccia al tesoro: i beni artistici dell Azienda Ospedaliera di Garbagnate Milanese 28 maggio 2012 Giornata del Sollievo 31 maggio 2012 Serate in biblioteca: I tumori del colon retto 21 giugno e 26 settembre ; 3 e 10 ottobre 10 ottobre 2012 Festa aperta per i 10 anni di storia, di vita, di crescita della CRA ciclo di incontri sulla salute per favorire la conoscenza di alcune patologie e promuovere stili di vita corretti Obesity day: merenda con chiacchere con bambini e genitori ottobre 2012 Giornata dell osteoporosi 28 ottobre 2012 ottobre-maggio 2012 Camminata AVO con visita al cantiere nuovo ospedale Screening oculistico nelle scuole DMP Bollate UO Chirurgia Bollate Liceo scientifico Garbagnate Area Tecnico Patrimoniale UO Terapia del Dolore e Cure Palliative ONDA DMP Bollate UO Chirurgia Bollate DSM UOP 62 Comune di Pogliano Direzione Generale UO Pediatria Rho DAS UUOO medicina; Ginecologia; Ortopedia Direzione Generale Associazione AVO di Garbagnate UO Oculistica Rho Rotary Club di Rho Organizzazione, diffusione e partecipazione evento Collaborazione realizzazione evento Collaborazione organizzazione e realizzazione evento Organizzazione, diffusione e partecipazione evento Realizzazione locandine, diffusione informativa e supporto alla giornata Supporto, partecipazione, diffusione e pubblicizzazione Diffusione, pubblicizzazione evento Realizzazione locandine, diffusione informativa e supporto alla giornata Organizzazione, gestione, diffusione Supporto e divulgazione screening oculistico nelle scuole elementari del Distretto Scolastico di Rho 24 novembre 2012 La giornata del Parkinson UO Neurologia Supporto, partecipazione, diffusione e pubblicizzazione 13

14 dicembre 2012 Baby Pit Stop nell ospedale di Garbagnate DMP Garbagnate SITRA Allestimento di un corner dedicato alle mamme che allattano COMUNICAZIONE: media; internet 10 gennaio Buone pratiche di promozione della salute negli ospedali della Regione Lombardia Link 15 febbraio 2012 Nuovo canale YOUTUBE dell Azienda Direzione Generale Apertura canale nuovi media 20 marzo 2012 aprile 2012 Sezione dedicata al nuovo ospedale : galleria di immagine; filmati; avanzamento lavori aggiornamento sito internet Linee Guida siti WEB PA Ufficio Stampa Pubblicazione pagine dedicate Sito internet con ulteriori caratteristiche rispondenti alla normativa sull accessibilità maggio 2012 Prevenzione cadute a casa Prevenzione cadute in ospedale e RSA Risk Management Pubblicazione opuscolo PROGRAMMA TRASPARENZA, VALUTAZIONE E MERITO: Programma triennale per la trasparenza e integrità e relativo stato di attuazione; Piano della performance ; giugno 2012 Dati sull'organizzazione e i procedimenti; Dati relativi al personale; Controllo di gestione Dati relativi a incarichi e consulenze; Pubblicazione pagine dedicate Dati sulla gestione economico-finanziaria dei servizi pubblici; Dati sulla gestione dei pagamenti; Dati relativi alle buone prassi; Dati sul public procurement ottobre 2012 Sistema qualità aziendale Qualità e accreditamento Pubblicazione pagine dedicate 25 novembre 2012 Giornata contro la violenza sulle donne Realizzazione filmato su You Tube 3 dicembre 2012 Link nella sezione dedicata alle Campagna del Ministero della salute Uniti contro INFORMAZIONI SALUTE per il l AIDS cittadino 6 dicembre 2012 Campagna del Ministero della salute Sai Link 14

15 febbraio 2012 proteggere il tuo bambini dall influenza? Campagna di comunicazione per la prevenzione del tumore al seno CAMPAGNE SALUTE Ministero Diffusione opuscoli all utenza e pubblicizzazione febbraio 2012 Campagna per il Tuo cuore Associazione Cardiologie Predisposizione materiale divulgativo e Italiane supporto all evento 10 marzo 2012 Giornata nazionale del polline Ministero Diffusione informativa anno 2012 Progetto Pet Therapy Supporto al progetto e organizzazione UONPIA della giornata dimostrativa del 17 ottobre aprile 2012 rilancio campagna "proteggi la tua bellezza. Usa i Regione Lombardia Ulteriore diffusione opuscoli, cosmetici in sicurezza" ASL Milano 1 pubblicizzazione campagna maggio 2011 Campagna di comunicazione per la Giornata Ministero nazionale donazione e trapianto di organi e Direzione aziendale tessuti - indetta con DM per il 27 maggio 2012 Diffusione informativa Campagna di comunicazione per la donazione e il anno 2012 trapianto di organi, tessuti e cellule Un donatore Ministero Salute Diffusione e presentazione opuscolo moltiplica la vita giugno-luglio-agosto 2012 Campagna solo il bello del caldo Regione Lombardia e ASL Diffusione opuscoli all utenza e Provincia Milano 1 pubblicizzazione agosto 2012 Campagna centro micologico ASL ASL Provincia Milano 1 Pubblicizzazione campagna ottobre 2012 Divulgazione della campagna antinfluenzale ASL Provincia Milano 1 e Regione Lombardia Diffusione e pubblicizzazione campagna novembre 2011 Giornata mondiale del diabete UO Medicina Garbagnate Supporto all evento anno 2012 Consulta on line i tuoi referti medici con la CRS- SISS Regione Lombardia Diffusione campagna e presentazione opuscolo; link regione CRS SISS anno 2011 "La vita è una carta meravigliosa" Carta Regionale dei servizi Regione Lombardia Regione Lombardia Diffusione opuscoli all utenza e pubblicizzazione campagna INIZIATVE VARIE customer OBI pediatria Bollate messa a punto Realizzazione questionario e giugno 2012 UO Pediatria questionario rielaborazione dati giugno 2012 Schede di rilevazione e monitoraggio dolore e Dipaneste Partecipazione al progetto; definizione 15

16 settembre 2012 ottobre novembre 2012 novembre 2012 novembre 2012 dolorimetri Protocollo di invio delle vittime di violenza sessuale al Centro regionale SVSeD Milano Cartella Clinica del Dipartimento di Medicina Calendario 2013 ospiti e operatori della Comunità di psichiatria di via Cilea Libretto Informazioni sull anestesia per un consenso informato e consapevole Terapia del Dolore Qualità e Accreditamento COSD DEA DMP Qualità e accreditamento UUOO Pediatrie e Ginecologia Psicologia Clinica SITRA Dipartimento Medicina Qualità e accreditamento DSM Comunità Media Protezione UOP 62 DEA Qualità e Accreditamento lay out Partecipazione al progetto e diffusione Lay out e know out; predisposizione stampa Lay out e know out; predisposizione stampa Lay out e revisione testi, stampa dicembre 2012 Dichiarazione di avvenuta informazione e consenso all anestesia DEA Qualità e Accreditamento Lay out 2 novembre 2011 dicembre 2012 anno 2012 partenza campagna "Consultazione referti on line" Percorso di miglioramento del CAL di Passirana: Questionario customer paziente; libretto informativo sugli stili di vita del paziente in dialisi Incontri di mediazione relazionale con l utenza Direzione aziendale Dipartimento di Medicina CAL Qualità e Accreditamento SITRA Qualità e Accreditamento Pubblicizzazione campagna Messa a punto del questionario e impostazione know out libretto Analisi dei casi; messa a punto dei correttivi organizzativi e relazionali; produzione di relazioni conclusive 16

Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016

Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho ALLEGATO 2 Delibera n.47 del 30 gennaio 2014 Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 INDICE pagina Premessa 2 Introduzione:

Dettagli

Azienda Ospedaliera Istituto Ortopedico Gaetano Pini

Azienda Ospedaliera Istituto Ortopedico Gaetano Pini Allegato alla deliberazione n. 269, atti n. 110/90 Azienda Ospedaliera Istituto Ortopedico Gaetano Pini PIANO DI COMUNICAZIONE INDICE Premessa pag. 3 La strategia di comunicazione dell Azienda pag. 4 Attività

Dettagli

Qualità percepita dagli utenti dell Azienda Ospedaliera Guido Salvini nell anno 2013 AREA DEGENZA

Qualità percepita dagli utenti dell Azienda Ospedaliera Guido Salvini nell anno 2013 AREA DEGENZA AZIENDA OSPEDALIERA GUIDO SALVINI GARBAGNATE MILANESE Direzione Generale Ufficio Marketing e Comunicazione Relazioni con il Pubblico Tel. 2/994326 Fax 2/9943278 E-mail: marketing@aogarbagnate.lombardia.it

Dettagli

Il Progetto di sviluppo del Sistema di Gestione per la

Il Progetto di sviluppo del Sistema di Gestione per la Il Progetto di sviluppo del Sistema di Gestione per la Qualità dell ASL 2 Savonese Presentazione Convegno Regionale 30 marzo 2006 Gli strumenti del governo clinico: l auditl clinico, il risk management,

Dettagli

PIANO COMUNICAZIONE 2014

PIANO COMUNICAZIONE 2014 PIANO COMUNICAZIONE 2014 SEZIONE 1 INFORMAZIONI GENERALI A cura di Davide Archi, Pasquale Esposito, Silvia Madonini, Giuseppe Rivolta. AZIENDA [ Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi ] SPECIFICITÀ

Dettagli

Sezione 5. Sistemi di relazione e strumenti di comunicazione

Sezione 5. Sistemi di relazione e strumenti di comunicazione Sezione 5 Sistemi di relazione e strumenti di comunicazione SISTEMA DELLE RELAZIONI E STRUMENTI DI COMUNICAZIONE Questa sezione del documento illustra gli interventi e le azioni intraprese dall azienda

Dettagli

Piano Aziendale Comunicazione Anno 2016

Piano Aziendale Comunicazione Anno 2016 Piano Aziendale Comunicazione Anno 2016 A cura di Comunicazione- URP Indice 1 Parte I Analisi dello scenario: il contesto normativo e l organizzazione della funzione comunicazione istituzionale nell Azienda

Dettagli

Dott. Giuseppe Taratufolo Dirigente medico Cure Primarie dell Azienda Sanitaria di Matera - ASM

Dott. Giuseppe Taratufolo Dirigente medico Cure Primarie dell Azienda Sanitaria di Matera - ASM SCHEDA DI SINTESI PER IL MONITORAGGIO DEI PROGETTI REGIONALI Linea operativa: Assistenza primaria, assistenza h 24 e riduzione degli accessi impropri al Pronto Soccorso Regione BASILICATA Titolo del progetto

Dettagli

Linee Guida Clinico-Organizzative per i Medici di Medicina Generale e per i Servizi delle Cure Primarie

Linee Guida Clinico-Organizzative per i Medici di Medicina Generale e per i Servizi delle Cure Primarie Linee Guida Clinico-Organizzative per i Medici di Medicina Generale e per i Servizi delle Cure Primarie 1 Descrizione dell Intervento Sulla base delle evidenze della letteratura è rilevante, ai fini dell

Dettagli

La firma digitale in Italia. Il Portale Sanitario Pediatrico dell Ospedale Bambino Gesù

La firma digitale in Italia. Il Portale Sanitario Pediatrico dell Ospedale Bambino Gesù Infosecurity 2004 La firma digitale in Italia Il Portale Sanitario Pediatrico dell Ospedale Bambino Gesù Massimiliano Manzetti Responsabile Area Informatica Virtuale Direzione Sistemi Informativi e Organizzazione

Dettagli

1SPP13 Corso di 4 ore 6 ed. Antincendio 1 semestre Esine 110 operatori Squadra antincendio D.Lgs 81/2008 e successive integrazioni

1SPP13 Corso di 4 ore 6 ed. Antincendio 1 semestre Esine 110 operatori Squadra antincendio D.Lgs 81/2008 e successive integrazioni Pag. 1 di 7 1.BREVE PREMESSA Il Piano di Formazione è lo strumento per la programmazione delle attività formative e pertanto definisce tutte le attività di formazione che verranno attuate nel 201 3 sia

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE Organigramma DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE AREA DI SUPPORTO DIREZIONALE PER L ORGANIZZAZIONE E LO SVILUPPO (ASDOS) INGEGNERIA CLINICA DIREZIONE

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO DEL GRADO DI UMANIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DI RICOVERO

PIANO DI MIGLIORAMENTO DEL GRADO DI UMANIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DI RICOVERO Area Dipartimentale Gestione e Sviluppo Risorse Umane UOSD Comunicazione Integrata aziendale tel 0773/6553404 - fax 0773/6553461 comunicazioneintegrata@ausl.latina.it PIANO DI MIGLIORAMENTO DEL GRADO DI

Dettagli

Qualità percepita nell ambulatorio della Terapia del Dolore dell Ospedale G. Salvini di Garbagnate M.se nell anno 2014

Qualità percepita nell ambulatorio della Terapia del Dolore dell Ospedale G. Salvini di Garbagnate M.se nell anno 2014 AZIENDA OSPEDALIERA GUIDO SALVINI GARBAGNATE MILANESE Direzione Generale Ufficio Marketing e Comunicazione Relazioni con il Pubblico Tel. 02/994302600 Fax 02/994302078 E-mail: marketing@aogarbagnate.lombardia.it

Dettagli

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 Allegato n 3 PROGRAMMA DI PRESA IN CARICO DELLE DONNE IN GRAVIDANZA E NEONATI A RISCHIO SOCIALE Dipartimento Programma

Dettagli

Il Dipartimento di Salute Mentale dell A.O. G. Salvini è composto dalle seguenti Unità Operative:

Il Dipartimento di Salute Mentale dell A.O. G. Salvini è composto dalle seguenti Unità Operative: Dipartimento di Salute Mentale. Integrazione dipartimentale per favorire l accessibilità ai servizi e l inserimento degli utenti nei percorsi di cura appropriati Organizzazione e offerta del DSM Il Dipartimento

Dettagli

Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR?

Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR? ORGANIZZAZIONE Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR? Lo stato dell arte della legislazione nazionale e regionale in materia. La necessità di raccordare le

Dettagli

Conferenza dei Sindaci ASL della provincia di Lecco

Conferenza dei Sindaci ASL della provincia di Lecco Conferenza dei Sindaci ASL della provincia di Lecco Documento di programmazione e coordinamento dei servizi iis Sanitari i e Socio Sanitari Sanitari anno 2014 Lecco, 28 gennaio 2014 1 Documento di programmazione

Dettagli

Piano annuale della comunicazione

Piano annuale della comunicazione Agenzia Formazione Orientamento Lavoro di Monza e Brianza Piano annuale della comunicazione 2014 Approvato con verbale di determinazione dell amministratore unico n. 30 del 15/11/2013 SOMMARIO Premessa

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE La legge regionale n. 5/2009 e il Piano Regionale della Salute 2011-2013 promuovono la centralità del cittadino e il suo coinvolgimento nei processi di miglioramento dei Servizi

Dettagli

Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale

Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale Indagine di soddisfazione rivolta agli utenti dei servizi di degenza INTRODUZIONE L applicazione di strumenti per la rilevazione della soddisfazione

Dettagli

Via Messina 829 95126 Catania

Via Messina 829 95126 Catania REGIONE SICILIANA Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Riferimento Regionale di III Livello per l Emergenza Ufficio Relazioni con il Pubblico - e di Pubblica Tutela dell Utente e-mail:urp@ospedale-cannizzaro.it

Dettagli

7 2005 7/20467 2002-2004 LA GIUNTA REGIONALE

7 2005 7/20467 2002-2004 LA GIUNTA REGIONALE D.g.r. 7 febbraio 2005 n. 7/20467 Progetto quadro per la sperimentazione di un modello organizzativo-gestionale per i Gruppi di Cure Primarie (GCP) in associazionismo evoluto ed integralo in attuazione

Dettagli

Attività condotte dall U.O Risk Management e Valorizzazione SDO dal 01 gennaio al 31 Dicembre 2013

Attività condotte dall U.O Risk Management e Valorizzazione SDO dal 01 gennaio al 31 Dicembre 2013 Direzione Sanitaria di Presidio U.O.S. Risk Management e valorizzazione SDO (Responsabile : Dott. Alberto Firenze) Attività condotte dall U.O Risk Management e Valorizzazione SDO dal 01 gennaio al 31 Dicembre

Dettagli

Allegato 1 Le strategie e le azioni di comunicazione dell Azienda USL 12 di Viareggio per l anno 2015

Allegato 1 Le strategie e le azioni di comunicazione dell Azienda USL 12 di Viareggio per l anno 2015 Allegato 1 Le strategie e le azioni di comunicazione dell Azienda USL 12 di Viareggio per l anno 2015 La programmazione della comunicazione per il 2015, anche a seguito della Valutazione del Piano precedente,

Dettagli

LINEA GUIDA MEDIAZIONE LINGUISTICO CULTURALE IN PRONTO SOCCORSO

LINEA GUIDA MEDIAZIONE LINGUISTICO CULTURALE IN PRONTO SOCCORSO INDICE 0. PREMESSA pag. 3 1. OGGETTO E SCOPO pag. 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE pag. 3 3. RESPONSABILITA pag. 4 4. CONTENUTI pag. 4 5. PROCEDURA pag. 5 Pag 2 di 6 0. PREMESSA Il presente documento è stato

Dettagli

23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1

23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1 23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1 23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento

Dettagli

Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese

Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese Descrizione specifica delle attività e della collocazione del 1

Dettagli

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di FORUMPA SANITA' 2001 A.S.L. della Provincia di Milano n 1 Dipartimento ASSI Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di Corsico e

Dettagli

ATTIVITA SPECIALISTICA

ATTIVITA SPECIALISTICA Allegato A) Profilo di Ruolo del Direttore di Struttura complessa ATTIVITA SPECIALISTICA DISTRETTO SOCIO-SANITARIO SUD Titolo dell incarico Direttore di struttura complessa di Attività Specialistica Luogo

Dettagli

ASL SALERNO VIA NIZZA 146-SALERNO Curriculum Formativo e Professionale di :

ASL SALERNO VIA NIZZA 146-SALERNO Curriculum Formativo e Professionale di : ASL SALERNO VIA NIZZA 146-SALERNO Curriculum Formativo e Professionale di : INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Marisa Caruana Telefono 089 693524 Fax 089 251629 E-mail marisa.caruana@aslsalerno2.it

Dettagli

ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA SPORTIVA

ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA SPORTIVA PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE PROMOZIONE DELLA SALUTE 2004-2005 (DD 466-29.11.04) BANDO REGIONALE 2004-2005 PROGETTI DI PROMOZIONE DELLA SALUTE (DD 500-20.12.04 BURP 51 23.12.04) ALIMENTAZIONE ED ATTIVITA

Dettagli

Curriculum Vitae Giovanni Rapisarda. 0952540736 telefono cellulare aziendale: nessuno giovanni.rapisarda@aspct.it

Curriculum Vitae Giovanni Rapisarda. 0952540736 telefono cellulare aziendale: nessuno giovanni.rapisarda@aspct.it INFORMAZIONI PERSONALI Giovanni Rapisarda 0952540736 telefono cellulare aziendale: nessuno giovanni.rapisarda@aspct.it Data di nascita 01/10/1962 Nazionalità Italiana POSIZIONE ATTUALE RICOPERTA Dirigente

Dettagli

IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA

IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA 3 Laboratorio formativo progettuale Reggio Emilia, 29-30 gennaio 2009 ANALISI DEL CONTESTO DATI STATISTICI Fonte: Dossier Caritas Migrantes

Dettagli

A L L E G A T O. Garanzie di Qualità per il cittadino. anno 2009 verifica

A L L E G A T O. Garanzie di Qualità per il cittadino. anno 2009 verifica A L L E G A T O 1 Garanzie di Qualità per il cittadino anno 2009 verifica GARANZIE DI QUALITÀ PER IL CITTADINO Garanzie di qualità per il cittadini anno 2009 L Azienda Usl di Piacenza promuove il miglioramento

Dettagli

AZIENDA USL DI IMOLA - MISSION - ORGANI - ASSETTO ORGANIZZATIVO

AZIENDA USL DI IMOLA - MISSION - ORGANI - ASSETTO ORGANIZZATIVO AZIENDA USL DI IMOLA - MISSION - ORGANI - ASSETTO ORGANIZZATIVO MISSION DELL AUSL DI IMOLA L Azienda Sanitaria di Imola è precipuamente impegnata nel governo della domanda di servizi e prestazioni sanitarie

Dettagli

MiMS. Master in Management Sanitario. Il territorio

MiMS. Master in Management Sanitario. Il territorio 1 Il territorio 2 Il territorio: tendenze evolutive Aumentata l aspettativa di vita: U = 76 anni D = 82,4 anni Patologie croniche prevalgono su quelle acute Possibilità di eseguire piccoli interventi chirurgici

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Salute e Servizi Sociali Comunicazione, Ricerca e Sistema Informativo Sanitario Regionale - Settore

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Salute e Servizi Sociali Comunicazione, Ricerca e Sistema Informativo Sanitario Regionale - Settore PIANO REGIONALE DI COMUNICAZIONE, EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE PRIORITA COMUNICAZIONE ANNO Il piano regionale di comunicazione, educazione e promozione della salute approvato con delibera 748 del

Dettagli

Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho

Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho DIREZIONE GENERALE Tel. 02/994302447 - Fax 02/994302979 E-mail: dirgen@aogarbagnate.lombardia.it La Unità Operativa di Cure Palliative con

Dettagli

CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO. Scopri un nuovo modo di stare bene

CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO. Scopri un nuovo modo di stare bene CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO Scopri un nuovo modo di stare bene Piazza Sant Agostino 1-20123 Milano www.cmsantagostino.it Pag. 1 di 7 INDICE 1. LA MISSION pag. 3 2. IL TARGET pag. 3 3. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

ASL CASERTA OSPEDALE DI COMUNITA. Guida ai Servizi SETTEMBRE 2015

ASL CASERTA OSPEDALE DI COMUNITA. Guida ai Servizi SETTEMBRE 2015 Regione Campania ASL CASERTA OSPEDALE DI COMUNITA di TEANO Guida ai Servizi SETTEMBRE 2015 GUIDA AI SERVIZI OSPEDALE DI COMUNITÀ DI TEANO (OdC) Premessa L Ospedale di Comunità di Teano è una struttura

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA CITTA DI ORBASSANO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 Indice Premessa pag. 3 1. Riferimenti normativi pag. 3 2. Finalità del Programma pag. 3 3 Il sito istituzionale del

Dettagli

INCENTIVARE L USO APPROPRIATO DEL RICETTARIO SSR DA PARTE DEGLI SPECIALISTI OSPEDALIERI

INCENTIVARE L USO APPROPRIATO DEL RICETTARIO SSR DA PARTE DEGLI SPECIALISTI OSPEDALIERI Modalità da seguire da parte dei Medici Specialisti per il corretto uso del ricettario SSR definite fra ASL Città di Milano e le seguenti strutture di ricovero e cura pubbliche e private accreditate: (versione

Dettagli

DIRETTORE SC PEDIATRIA

DIRETTORE SC PEDIATRIA DIRETTORE SC PEDIATRIA PROFILO OGGETTIVO Caratteristiche e attività dell Azienda L Azienda Ospedaliera Ospedale Maggiore di Crema è costituita dalle seguenti strutture: Presidio Ospedale Maggiore di Crema

Dettagli

i formazione 2009-2011

i formazione 2009-2011 Piano di formazione 2009-2011 per la formazione di base, professionale e manageriale del personale del Servizio Sanitario Regionale, e del Sistema regionale per l Educazione Continua in Medicina (ECM).

Dettagli

PIANO FORMATIVO STRATEGICO ANNO 2015

PIANO FORMATIVO STRATEGICO ANNO 2015 MANAGEMENT ORGANIZZAZIONE E NUOVA CULTURA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ARGOMENTO (TITOLO DEL PROGETTO FORMATIVO) IL MANAGEMENT ORGANIZZATIVO COME PROGETTARE E SOSTENERE IL CAMBIAMENTO: 1 11 TUTTE LE

Dettagli

PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV

PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV SONDALO SONDRIO MORBEGNO CHIAVENNA PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV DETERIMAZIONI IN ORDINE AGLI OBIETTIVI DI INTERESSE REGIONALE DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AZIENDE OSPEDALIERE PER L ANNO 2008,

Dettagli

Allegato B. Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA

Allegato B. Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA Allegato B Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA ORGANIGRAMMA GENERALE Direttore Generale SC Legale SC Servizio Prevenzione Protezione dei Percorsi cardio respiratori dei

Dettagli

Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo

Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo Convegno SItI CURE PRIMARIE TRA MITO E REALTA : IL RUOLO DEI PROFESSIONISTI 13 novembre 2009 Bergamo L esperienza dell Azienda Sanitaria Locale della provincia di Varese ALCUNE CONSIDERAZIONI La creazione

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. L ASL di Brescia presenta un progetto rivolto ai malati oncologici terminali con il sostegno della Fondazione Berlucchi.

CONFERENZA STAMPA. L ASL di Brescia presenta un progetto rivolto ai malati oncologici terminali con il sostegno della Fondazione Berlucchi. DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE Servizio Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: servizio.comunicazione@aslbrescia.it

Dettagli

... un area tematica non inserita nel suddetto elenco, è opportuno indicare una giustificazione della opportunità della introduzione )

... un area tematica non inserita nel suddetto elenco, è opportuno indicare una giustificazione della opportunità della introduzione ) Facsimile di scheda per la rilevazione dei progetti di promozione della salute (predisposta dalla Regione Lombardia nell anno 2004) PROGETTO n Anno di inizio 200_ 1) TITOLO DEL PROGETTO: 2) AREE TEMATICHE:

Dettagli

Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di Assistenza Individuale

Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di Assistenza Individuale Il distretto sociosanitario: esperienze a confronto Bari, 27 28 ottobre 2011 Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di

Dettagli

LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE

LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE LE SPECIALITA MEDICHE, PSICOLOGICHE E RIABILITATIVE Cardiologia Il servizio di Cardiologia si rivolge ai pazienti che presentano le principali forme di patologia cardiologica e cardiovascolare, attraverso

Dettagli

Via Venezian, 1 20133 Milano direttore.sanitario@istitutotumori.mi.it Recapito telefonico ore ufficio 02 23902676 fax 02 23902854

Via Venezian, 1 20133 Milano direttore.sanitario@istitutotumori.mi.it Recapito telefonico ore ufficio 02 23902676 fax 02 23902854 CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE DOTT. VITO CORRAO Informazioni personali Data di nascita 9 agosto 1955 Luogo di nascita Mazara del Vallo (TP) Codice fiscale CRR VTI 55M09 F061M Comune iscrizione liste

Dettagli

PIANO DEI CENTRI DI COSTO

PIANO DEI CENTRI DI COSTO REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI VIBO VALENTIA Via Dante Alighieri 89900 Vibo Valentia Partita IVA n 02866420793 Allegato A alla delibera n. 109/CS del 8.2.2012 PIANO DEI CENTRI DI COSTO

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Sala Francesca Chiara Via san Matteo, 21 20822 Seveso (MB) Telefono 0362-501187. francesca_sala@hotmail.

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Sala Francesca Chiara Via san Matteo, 21 20822 Seveso (MB) Telefono 0362-501187. francesca_sala@hotmail. F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sala Francesca Chiara Via san Matteo, 21 20822 Seveso (MB) Telefono Cellulare 340-9689717 Telefono 0362-501187 E-mail francesca_sala@hotmail.it

Dettagli

Regione Marche. Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano

Regione Marche. Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano Regione Marche Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano Argomento: Qualità e sicurezza del sistema 1 Inquadramento realtà regionale: Qualità

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016 Liceo Classico Statale M. Minghetti Via Nazario Sauro, 18 40121 Bologna Tel. 051.2757511 Fax 051.230145 www.liceominghetti.gov.it mail: bopc030001@istruzione.it PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE Servizio Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: servizio.comunicazione@aslbrescia.it

Dettagli

CUSTOMER SATISFACTION

CUSTOMER SATISFACTION PAGINA 1 DI 5 1 SCOPO 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3 RIFERIMENTI... 2 4 RESPONSABILITA... 3 5 DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI.. 3 6 MODALITÀ DI GESTIONE.. 3 6.1 STRUMENTO PER LA RILEVAZIONE DEL GRADO DI SODDISFAZIONE.

Dettagli

GESTIONE DEI RECLAMI - SEGNALAZIONI CLIENTE

GESTIONE DEI RECLAMI - SEGNALAZIONI CLIENTE Pag. 1 di 8 AZIENDA SANITARIA LOCALE DI VALLECAMONICA-SEBINO Via Nissolina, 2-25043 Breno (BS) - tel. 0364.3291 - fax 0364.329310 CF/P.IVA n.02072150986 www.aslvallecamonicasebino.it PEC: protocollo@pec.aslvallecamonicasebino.it

Dettagli

CASA DI CURA ULIVELLA E GLICINI Standard di qualità ed impegni verso i cittadini

CASA DI CURA ULIVELLA E GLICINI Standard di qualità ed impegni verso i cittadini E VERSO I CITTADINI RICONOSCERE IL PERSONALE ASPETTI RELAZIONALI UMANIZZAZIONE Garantire la riconoscibilità del personale che svolge servizio al pubblico Garantire il miglioramento dei rapporti tra gli

Dettagli

Legenda centri di responsabilità: CdR centri di costo: cdc centri di rilevazione per l'acquisto di prestazioni finali da terzi soggetti erogatori: cda

Legenda centri di responsabilità: CdR centri di costo: cdc centri di rilevazione per l'acquisto di prestazioni finali da terzi soggetti erogatori: cda REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI VIBO VALENTIA Via Dante Alighieri 89900 Vibo Partita IVA no 0286642079 PIANO AZIENDALE DEI CENTRI DI RILEVAZIONE (allegato delibera n. del ) Legenda centri

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 - Principi generali 1. Il Comune di Sarezzo, con il presente documento, disciplina le attività di informazione

Dettagli

La sanità d iniziativa e l attività fisica adattata

La sanità d iniziativa e l attività fisica adattata Ausl 8 Arezzo La sanità d iniziativa e l attività fisica adattata Riferimenti normativi La DGRT 595 /05 Percorso assistenziale per le prestazioni specialistiche di medicina fisica e riabilitazione. Percorso

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 Azienda Sanitaria Locale della provincia di Como Direzione Sanitaria, Dipartimento Attività Socio Sanitarie Integrate (A.S.S.I.) Dipartimento Servizi Sanitari di Base, Staff Educazione

Dettagli

Sezione n.1 Informazioni generali. AZIENDA [ Ospedale Sacco] SPECIFICITÀ DI COMUNICAZIONE IN RAPPORTO AL TERRITORIO E/O ALL UTENZA

Sezione n.1 Informazioni generali. AZIENDA [ Ospedale Sacco] SPECIFICITÀ DI COMUNICAZIONE IN RAPPORTO AL TERRITORIO E/O ALL UTENZA Sezione n.1 Informazioni generali AZIENDA [ Ospedale Sacco] SPECIFICITÀ DI COMUNICAZIONE IN RAPPORTO AL TERRITORIO E/O ALL UTENZA In relazione alle caratteristiche del territorio di riferimento e alla

Dettagli

PROGETTI FORMATIVI PER LE PROFESSIONI SANITARIE, 2015. Innovazione e cambiamento al servizio del management

PROGETTI FORMATIVI PER LE PROFESSIONI SANITARIE, 2015. Innovazione e cambiamento al servizio del management Innovazione e cambiamento al servizio del management PROGETTI FORMATIVI PER LE PROFESSIONI SANITARIE, 2015 Le nuove proposte per lo sviluppo del Dossier Formativo nell'area dell organizzazione, della qualità,

Dettagli

Esperienza lavorativa Collaboratore Professionale Sanitario Esperto Categoria DS3

Esperienza lavorativa Collaboratore Professionale Sanitario Esperto Categoria DS3 FORMATO EUROPEO CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome Tricanico Cesare Indirizzo Via macchia di mare 14, 87022 Cetraro ( CS) Telefono 3355397819 E-mail tricanico@tiscali.it Nazionalità Italiana

Dettagli

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il distretto sanitario di Cividale si presenta A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il Distretto è una struttura dell Azienda per i servizi sanitari territoriali

Dettagli

Un riconoscimento che dal 2007 viene conferito agli ospedali italiani per l attenzione alle specifiche esigenze dell utenza femminile

Un riconoscimento che dal 2007 viene conferito agli ospedali italiani per l attenzione alle specifiche esigenze dell utenza femminile Un riconoscimento che dal 2007 viene conferito agli ospedali italiani per l attenzione alle specifiche esigenze dell utenza femminile Obiettivo: individuare, collegare e premiare le strutture ospedaliere

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: IRCCS Fondazione Stella Maris - Pisa 2) Codice di accreditamento: NZ03552 3) Albo e classe di

Dettagli

A.G.C. 20 - Assistenza Sanitaria - Deliberazione n. 369 del 23 marzo 2010 LINEE GUIDA PER LA CARTA DEI SERVIZI SANITARI

A.G.C. 20 - Assistenza Sanitaria - Deliberazione n. 369 del 23 marzo 2010 LINEE GUIDA PER LA CARTA DEI SERVIZI SANITARI A.G.C. 20 - Assistenza Sanitaria - Deliberazione n. 369 del 23 marzo 2010 LINEE GUIDA PER LA CARTA DEI SERVIZI SANITARI PREMESSO che il D Lgs 502/1992 all art. 14 stabilisce il principio del costante adeguamento

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ANTONIO NAVA Data di nascita 17/11/1955 Dirigente Amministrativo

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ANTONIO NAVA Data di nascita 17/11/1955 Dirigente Amministrativo CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONIO NAVA Data di nascita 17/11/1955 Qualifica Dirigente Amministrativo Amministrazione ASL Lodi Incarico attuale Direttore Dipartimento PAC Responsabile

Dettagli

PA SQ-09 Rev. 6 del 29.04.2015

PA SQ-09 Rev. 6 del 29.04.2015 Rev. 6 del 29.04.2015 Certificato N 9122 AOLS Data applicazione Redazione Verifica Approvazione 29.04.2015 Dr.ssa E. Redolfi Curp M. De Filippis Dr.ssa G. Saporetti Dr.ssa L. Di Palo Dr. P. Cannatelli

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 (ai sensi dell art. 11 del decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150/2009) Premessa Il Liceo M. Gioia di Piacenza realizza le proprie finalità

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Anna Bisesti Data di nascita 02/04/1957 Qualifica Dirigente Sociologo Amministrazione ASL BN1 Incarico attuale Dirigente Responsabile U.O.C.

Dettagli

CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO

CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO È un mondo difficile vita intensa felicità a momenti futuro incerto Tonino Carotone 18 maggio 2011, SDA Bocconi Perché esistiamo: il low cost del Centro Medico Santagostino Coprire

Dettagli

LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE

LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE Massimo Fabi (Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma) Innanzitutto grazie agli organizzatori di questo convegno: è davvero molto utile confrontare

Dettagli

La rete per la promozione della salute in Lombardia

La rete per la promozione della salute in Lombardia La differenza che vale Gli ospedali di ANDREA: amici del bambino e della sua famiglia Bosisio Parini (LC) - 12-14 Novembre 2009 - IRCCS E. MEDEA La rete per la promozione della salute in Lombardia Giancarlo

Dettagli

EMERGENZA PRENOTAZIONI DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI BASE SERVIZI SOCIO SANITARI TERRITORIALI OSPEDALI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AMMINISTRAZIONE

EMERGENZA PRENOTAZIONI DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI BASE SERVIZI SOCIO SANITARI TERRITORIALI OSPEDALI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AMMINISTRAZIONE l EMERGENZA PRENOTAZIONI DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI BASE SOCIO SANITARI TERRITORIALI OSPEDALI @ By Renzo Girelli numeri utili DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AMMINISTRAZIONE EMERGENZA TELEFONARE AL 118 RECARSI

Dettagli

COMUNE DI VIGONZA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

COMUNE DI VIGONZA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE COMUNE DI VIGONZA Provincia di Padova REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Approvato con delibera di C.C. n. 22 del 12.03.2012 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

DOCUMENTO DI INTESA a cura del TAVOLO SALUTE MENTALE. del PIANO DI ZONA DELL AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE - AGGIORNAMENTO 2010 -

DOCUMENTO DI INTESA a cura del TAVOLO SALUTE MENTALE. del PIANO DI ZONA DELL AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE - AGGIORNAMENTO 2010 - DOCUMENTO DI INTESA a cura del TAVOLO SALUTE MENTALE del PIANO DI ZONA DELL AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE - AGGIORNAMENTO 2010 - COMPOSIZIONE DEL TAVOLO Coordinatore del Tavolo Sara Ambivero (Comune di

Dettagli

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia.

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Unità Operativa di Oncologia Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese Area territoriale: Distretto di Varese,

Dettagli

Punto di contatto nazionale: strumenti di accesso, informazioni disponibili e punti di attenzione

Punto di contatto nazionale: strumenti di accesso, informazioni disponibili e punti di attenzione Punto di contatto nazionale: strumenti di accesso, informazioni disponibili e punti di attenzione Il patrimonio informativo delle strutture della rete sanitaria Dott.ssa Cristina Tamburini Direzione Generale

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 UO RISK MANAGEMENT PROCEDURA PER LA CORRETTA IDENTIFICAZIONE DEL PAZIENTE NEI PRESIDI OSPEDALIERI DELLA

Dettagli

ASSESSORATO PER LA SANITA'

ASSESSORATO PER LA SANITA' R E P U B B L I C A I T A L I A N A REGIONE SICILIANA ASSESSORATO PER LA SANITA' DIPARTIMENTO OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO PREVENZIONE E FORMAZIONE PERMANENTE Allegato al punto 4B del Cronoprogramma anno

Dettagli

L esperienza AO L.Sacco di Milano Quale valore aggiunto. Quali errori nei percorsi

L esperienza AO L.Sacco di Milano Quale valore aggiunto. Quali errori nei percorsi Sistemi di Gestione per la Qualità in strutture sanitarie complesse Esperienze a confronto Milano 27 gennaio 2004 L esperienza AO L.Sacco di Milano Quale valore aggiunto. Quali errori nei percorsi Dott.ssa

Dettagli

ALLEGATO N. 2. L'organizzazione aziendale

ALLEGATO N. 2. L'organizzazione aziendale Azienda ULSS n. 8 - Piano triennale di prevenzione della corruzione 2014-2016 ALLEGATO N. 2 L'organizzazione aziendale Organigrammi: - struttura organizzativa dell'azienda - unità operative in staff alla

Dettagli

REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO

REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO REGOLAMENTO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO Roma, 20 gennaio 2011 Articolo 1: Caratteristiche Generali 1. Il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico (di seguito Policlinico Universitario)

Dettagli

VIVERE MEGLIO A MILANO. La carta dei diritti dei cittadini malati

VIVERE MEGLIO A MILANO. La carta dei diritti dei cittadini malati Le giornate della salute per VIVERE MEGLIO A MILANO La carta dei diritti dei cittadini malati Milano, Sala Alessi - Palazzo Marino 19 maggio 2012, 9.00-12.30 Walter Locatelli Direttore Generale ASL Milano

Dettagli

Centro Regionale Trapianti

Centro Regionale Trapianti PROTOCOLLO DI SEGNALAZIONE DI EVENTI AVVERSI Processo di donazione-trapianto (Incident reporting) Redazione AUTORIZZAZIONI Redazione / Aggiornamento Verifica Approvazione 20/07/10 Il Coordinatore del Centro

Dettagli

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA Sommario Introduzione Le finalità del progetto CRS-SISS e il ruolo di Regione Lombardia Aspetti tecnico-organizzativi del Progetto Servizi

Dettagli

UOS. Relazioni Pubbliche

UOS. Relazioni Pubbliche Allegato 1 Le strategie e le azioni di comunicazione dell Azienda USL 12 di Viareggio per l anno 2013 Premessa La programmazione della comunicazione aziendale per il 2013 prende le mosse dalle più recenti

Dettagli

CASE STUDY Il sito web dell Istituto Clinico Humanitas

CASE STUDY Il sito web dell Istituto Clinico Humanitas Seminario Marketing sociale e Comunicazione per la salute Torino, 27 28 febbraio 2008 CASE STUDY Il sito web dell Istituto Clinico Humanitas Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute

Dettagli

CURE PALLIATIVE MODELLI APPLICATIVI E LINEE DI SVILUPPO IN ITALIA. Furio Zucco

CURE PALLIATIVE MODELLI APPLICATIVI E LINEE DI SVILUPPO IN ITALIA. Furio Zucco CURE PALLIATIVE MODELLI APPLICATIVI E LINEE DI SVILUPPO IN ITALIA Furio Zucco Past President SICP Direttore Dipartimento Gestionale Anestesia Rianimazione Terapia del dolore e Cure palliative AO G.Salvini

Dettagli

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MILANO 3 AL S 3 MONZA Organismo di coordinamento per la salute mentale Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE

Dettagli

Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi

Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi 3 per Toscana: la Salute Il controllo e la cura del dolore Evitare il dolore è un diritto universale. Richiamandosi a questo fondamentale principio etico, il Progetto speciale Il controllo e la cura del

Dettagli

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base Questa guida vuol rendere più facile l accesso ai Servizi che vengono erogati nel Quartiere 3 di Firenze dall Azienda sanitaria a cui fanno capo in convenzione i medici di famiglia, i pediatri con i loro

Dettagli