Anno 2012 PIANO MARKETING e COMUNICAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno 2012 PIANO MARKETING e COMUNICAZIONE"

Transcript

1 Anno 2012 PIANO MARKETING e COMUNICAZIONE 1

2 Il piano di comunicazione aziendale 2012 rappresenta la continuità dei precedenti. Conserva l articolazione in: attori, progetti, target, finalità e strumenti. Comprende azioni di comunicazione riguardanti le aree di: promozione d immagine, sviluppo della competitività e senso dell appartenenza; comunicazione istituzionale; conoscenze per la fruizione e l accesso ai servizi; promozione di nuovi servizi; comunicazione sociale; comunicazione interna; azioni comunicative in partnership con Associazioni, Enti, e/o con sponsor. E stato predisposto come strumento che consenta di programmare e gestire le azioni di comunicazione per il raggiungimento di specifici obiettivi strategici e di comunicazione dell organizzazione aziendale, per gestire le relazioni tra organizzazione e pubblici di riferimento, per coordinare i soggetti coinvolti e condividere strategie e azioni. La complessità intrinseca del piano è conferita anche dalla particolare natura delle politiche di comunicazione, normalmente a supporto di altre iniziative, presupposto che consente il coinvolgimento fattivo dei promotori stessi con altri operatori interni dell Azienda e esterni. Infatti la strategia scelta è stata quella di attribuire al piano di comunicazione funzioni di coordinamento di tutti i soggetti, delle strategie e delle azioni che l'amministrazione ha messo in campo per favorire il raggiungimento dei propri obiettivi di comunicazione. Al piano di comunicazione sono attribuite tre finalità, di concerto con la Direzione Generale, coerenti con le linee strategiche dell Azienda e significative per i destinatari: - in primo luogo, quella strategica, quale contributo all implementazione delle politiche dell organizzazione; - in secondo luogo, la facilitazione della convergenza tra le logiche della comunicazione interna e quelle della comunicazione esterna dell Azienda, favorendo quella che si può definire come comunicazione organizzativa integrata; - in terzo luogo, quella di incentivare la costruzione di relazioni bidirezionali tra l Azienda e i suoi pubblici di riferimento. Si tratta di relazioni consapevoli e costanti nel tempo, non casuali o episodiche, finalizzate alla co-produzione di senso e significati nello scambio comunicativo tra l organizzazione e i suoi destinatari. Il processo organizzativo che lo caratterizza è articolato in tre fasi distinte: 1. pianificazione e redazione, fase in cui si è arrivati alla stesura del piano; 2. implementazione, fase della concreta realizzazione e gestione dello stesso; 3. valutazione, fase di verifica dei risultati ottenuti, dell impatto e degli effetti generati sul contesto interno ed esterno all Azienda e delle eventuali discrepanze tra questi e gli obiettivi prefissati. Questa dimensione processuale consente di non ridurlo ad un semplice documento con l elenco delle azioni comunicative dell'azienda, ma di sentirlo come un processo che attraversava l'amministrazione, coinvolge direttamente aree specialistiche, tecniche e amministrative, contribuendo alla modifica di alcune loro modalità organizzative. Le azioni previste nel piano di comunicazione sono tutte da realizzarsi e devono essere testimoniate da planning di attività redatto a completamento del piano. Le stesse, dall ideazione alla realizzazione, sono derivate da strategie di marketing communication mix e altresì rispondono ai criteri della Pubblica. Gli strumenti, individuati nel piano e utilizzati sono scelti di volta in volta in funzione del target, delle risorse, degli obiettivi sottesi, proprio per attribuire maggior efficacia alla promozione di eventi, alla partecipazione a fiere, convegni, congressi e alla realizzazione di pubblicazioni, newsletter, volumi, brochure, canali informativi delle attività aziendali. 2

3 Per la valutazione si è fatto ricorso al modello promosso dall Istituto Italiano di Valutazione, sotto schematizzato, che ben rappresenta la molteplicità degli elementi che guidano e contraddistinguono l attività valutativa, nonché la complessità dell orizzonte all interno del quale ci si muove nel contesto della valutazione, caratterizzato tanto da soggetti, quanto da fattori di contesto, attività e relazioni tra le parti. Il modello consente di applicare una valutazione applicabile ai vari steps del processo organizzativo che culmina nel piano di comunicazione. Il disegno della ricerca valutativa Generalità Problemi Decisore Conflitti Vincoli Opportunità Mandato Contesto Valutazione Dati Discipline di riferimento Istituto Italiano di Valutazione, via M. Macchi 27, Milano, Diretto da Claudio Bezzi Attori sociali Bisogni, interessi, valori Competenze Etica, Deontologia Metodologia ricerca Risorse 3

4 All interno di questo processo organizzativo, la valutazione rappresenta infatti lo stadio seguente alla pianificazione ed all implementazione del Piano di ed è quella fase che permette di capire se la strada che si sta percorrendo è proprio quella che era stata programmata. La valutazione ci dà infatti la possibilità di capire non solo il ''dove'' si sta andando, ma anche il ''come'' lo si sta facendo, oltre che di tenere d occhio sia l attività dell amministrazione che le dinamiche che interessano il contesto, i cambiamenti dell ambiente esterno, in modo quindi da calibrare e adattare in continuazione il rapporto di relazione, ovvero di comunicazione. Le azioni di valutazione vengono quindi realizzate sia in itinere, sia al termine del progetto. Sono previsti vari livelli di misurazione dell efficacia del piano: 1. raggiungimento degli obiettivi di comunicazione (impatto della comunicazione): verifica a valle del processo del livello di diffusione, comprensione ed accettazione dei messaggi. In particolare, si prevedono delle indagini di tipo qualitativo per misurare il grado di soddisfazione dell intervento, e, se la comunicazione ha agito anche in termini di modifiche nei comportamenti e nelle opinioni dei pubblici target; 2. efficienza ed efficacia delle singole azioni di comunicazione (congruenza tra obiettivi e strumenti): a questo livello vanno verificati i funzionamenti dei flussi informativi, dei diversi canali/azioni implementati anche per quel che attiene alla comunicazione interna. La rilevazione ed analisi è da effettuarsi in itinere durante tutto il periodo di implementazione del Piano di e verrà realizzata attraverso l osservazione diretta e la consultazione delle parti coinvolte; 3. verifiche dei costi (rispetto del budget): il monitoraggio dei costi avviene in itinere ed in coincidenza con le milestone e gli assessment di progetto stabiliti nella programmazione; 4. impatto organizzativo (verifica di processo): questa verifica attiene in particolare alla coerenza tra le azioni messe in atto e la loro ricaduta sull andamento complessivo del progetto. La verifica di processo è un attività continuativa del responsabile MKT e comunicazione e consiste principalmente nel tenere traccia di tutta la comunicazione, compresa quella realizzata direttamente dai partner, per garantire l unitarietà, la coerenza e la coralità dei messaggi e delle azioni. Direttore Generale ufficio marketing e comunicazione ufficio relazioni con il pubblico ufficio stampa 4

5 Budget anno 2012 attività importo Tipologia Conto economico Quota Associativa Rete HPH 300,00 contratto spese amministrative generali Spese amministrative 1.700,00 Pubblicità materiale informativo 5.000,00 contratto istituzionale (eventi; prodotti cartacei) spese rappresentanza // TOTALE 7.000,00 Strumentazione e tecnologia (beni sup. a 250,22) gestiti dal SIA 5.500,00 contratto

6 FINALITÀ/AREE * 1) Promozione dei servizi erogati, 2) Accesso ai servizi; 3) Accompagnamento nella fruizione del servizio; 4) (comprende / far conoscere i risultati); 5) Sviluppo della competitività e senso di appartenenza; 6) verso soggetti esterni; 7) sociale 8) Partnership sponsor e/o associazioni e/o Enti e/o club di servizio; 9) interna attori emittenti locali ufficio stampa ufficio stampa mkt-comunicaz ufficio stampa Gruppo interaziendale HPH (AAOO e ASL) e dipartimento Promozione Salute ASL Associazioni Volontariato Direzione aziendale PROGETTO TARGET FINALITÀ/AREE * STRUMENTI Lo specialista ospedaliero ospite programmi emittenti locali Pianificazione, progettazione e realizzazione informative rivolte all esterno e interno Implementazione internet Realizzazione canale aziendale su YouTube Rassegna stampa quotidiana Guida ai servizi on line aggiornata in tempi reali Promozione di stili di vita sani Realizzazione e cogestione sito web interaziendale HPH Stesura programma triennale rete territoriale HPH Collaborazione con Associazioni Volontariato per promuovere corsi, eventi e per far conoscere il ruolo del volontariato in Azienda Popolazione Dipendenti Enti Pubblici Medici del territorio Associazioni Volontariato Popolazione Enti Pubblici Direzione aziendale Dipendenti, Enti e Istituzioni, Enti e Istituzioni e operatori sanitari e del volontariato sociale Promozione dei servizi Partnership Promozione d immagine interna istituzionale istituzionale Promozione d immagine interna Accesso ai servizi Accompagnamento Promozione servizi istituzionale sociale Pubblicazione on line Trasmissione televisiva News aziendali intranet e internet Trasparenza, e integrità; piano delle performance; albo pretorio digitale Canale dedicato su YOUTUBE rassegna cartacea per la Direzione e on line intranet Pubblicazione Sito Web aziendale integrata on line su informazioni sicure sulla salute; prevenzione cadute; alimentazione; movimento; accoglienza paziente straniero; soccorso violenza Corsi di formazione Eventi Registro aziendale associazioni volontariato 6

7 mkt-comunicaz Collaborazione con dipartimento Salute Mentale Promozione dei servizi erogati Accesso ai servizi Accompagnamento nella fruizione del servizio Carta dei servizi di psichiatria e neuropsichiatria infantile e dell adolescenza Direzione aziendale Polo Culturale Assessorato Politiche Sociali Comune Garbagnate Settimana dei beni culturali / evento annuale, degenti Partnership Pubblicazione Siti Web aziendali - Pubblicizzazione sui media - Mostra interna - Conferenze - Concerti - Incontri con specialisti, associazioni, cittadini sul territorio Oculistica Bollate Lions Prevenzione Glaucoma / evento annuale Promozione dei servizi Partnership Club di Servizio Pubblicazione Siti Web aziendali - Pubblicizzazione sui media - Giornata di screening cittadini Oculistica Rho Rotary Screening oculistico nelle scuole/ campagna annuale Scuole elementari territorio di Rho Promozione dei servizi Partnership Club di Servizio Pubblicazione Siti Web aziendali - Pubblicizzazione sui media - Giornate di screening studenti - pubblicazioni cartacee uff. stampa UU.OO. Direzione Aziendale Collaborazione organizzazione e realizzazione eventi interni Medici ospedalieri infermieri e altri operatori sanitari, medici di base e altri operatori sanitari Partnership sponsor Pubblicazione Siti Web aziendali Pubblicizzazione sui media Seminario/Convegno/incontri Diffusione campagne sociali promosse dal Ministero della Salute e Ministero dell Interno (media 3/4 campagne /anno) Target particolari Operatori sanitari sociale Communication mix Diffusione opuscoli Servizio informazioni Ufficio Accoglienza Pubblicazione Sito Web aziendale Diffusione campagne sociali promosse dalla Regione Lombardia e Target particolari Operatori sanitari sociale Communication mix Diffusione opuscoli Servizio informazioni Ufficio Accoglienza Pubblicazione Sito Web aziendale 7

8 Monitoraggio diffusione Newsletter on line NoiSanità per l aggiornamento e l informazione su eventi, progetti ecc. in ambito sociosanitario, Istituzioni Operatori sanitari verso soggetti intermedi/tecnici/interni Pubblicazione Siti Web aziendali Uffico stampa Pubblicizzazione attraverso i media di eventi e convegni, in sinergia con la formazione e/o altre UO coinvolte, Istituzioni Operatori sanitari Opinion leaders Com. a soggetti intermedi/tecnici Promozione dei servizi - Articoli giornali - Lanci TG circuito Odeon - Leaflet, manifesti Sviluppo del Piano di comunicazione CRS SISS anche in collaborazione con il SII Enti Accompagnamento Media Pubblicazione Siti Web aziendali formazione Promozione/collaborazione di percorsi sulla comunicazione/relazione inseriti in corsi di formazione Dipendenti settore amministrativo, tecnico, sanitario interna Relazione tra operatori e operati e utenti Corsi di formazione Promozione e sviluppo della comunicazione interna on line Referenti della comunicazione dipendenti aziendali verso soggetti interni Intranet UU.OO. Regoione Lombardia Promozione della salute (HPH)/ partecipazione annuale alla rete lombarda Utenti Dipendenti Aspetti relazionali Pubblicazione Siti Web aziendali - Pubblicizzazione sui media - Giornate di incontri con i cittadini - Partecipazione a convegno nazionale Diffusione informazioni sui nuovi servizi aziendali ai medici del territorio Medici di base Pediatri di libera scelta ASL istituzionale Promozione di servizi Comunicazioni scritte ai medici del territorio -ASL Restiling e aggiornamento siti web aziendali Disabili Promozione dei servizi verso soggetti intermedi/tecnici/interni Intranet Internet Applicazione di strumenti di marketing alla nuova progettualità dei Servizi Istituzioni Promozione dei servizi - Strumenti di mkt - Communication mix servizio di fisiatria Garbagnate Valutazione della efficienza ed efficacia dei servizi e delle iniziative di comunicazione attraverso indagine dei requisiti di qualità Operatori sanitari Utenti (target finale) Sviluppo competitività e senso di appartenenza - Ricerche sulla percezione dei cittadini su vari aspetti del servizio fisiatrico UO Ortopedia 8

9 Elaborazione annuale questionari Customer Satisfaction ; invio debito flusso informativo ASL e DG Sanità Utenti cittadini Dipendenti ASL- Regione Lombardia interna Data base Pubblicazione Siti Web aziendali Divulgazione dei risultati di rilevazione della soddisfazione dell utenza ASL Regione Lombardia Associazioni Volontariato Dipendenti aziendali (target finale) interna e esterna Pubblicazione Siti Web aziendali Relazioni Gestione degli esposti e produzione di report mensili Pubblicazione risultanze; invio debito flusso informativo ASL e DG Sanità Regione Lombardia ASL Direzione Generale Azienda utenti Associazioni Volontariato Accompagnamento verso soggetti intermedi/interni Front office; data base - Consulenza telefonica e risposte agli esposti - Ufficio accoglienza - Relazioni - Pubblicazione Siti Web aziendali 9

10 Planning rendicontazione attività realizzate nel 2012 in funzione del Piano Marketing e Calendario Campagna/evento Promotori Attività seguite dal marketing e comunicazione gennaio 2012 gennaio 2012 febbraio 2012 settembre 2012 novembre dicembre 2012 anno 2012 anno 2012 anno 2012 COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Attività di comunicazione esterna e pubblicazioni Elaborazione data base degli esposti e encomi anno 2011 Elaborazione questionari Customer Satisfaction anno 2011 Nuova cartellonistica parcheggi PS Garbagnate Realizzazione percorso facilitato su internet attraverso sezione ascolto del cittadino Aggiornamento opuscoli di reparto Cartelli di chiusura per il periodo estivo e natalizio dei centri prelievo territoriali Cartellonistica e materiale informativo sui servizi ambulatoriali ai MMG apertura nuovi ambulatori ospedalieri Direzione Amministrativa Presidi USC qualità e accreditamento UO Medicina di Laboratorio aziendale Direzione aziendale UUOO aziendali Rielaborazione, relazione, diffusione e invio ASL e DG Sanità RL; Associazioni Volontariato e UPT Pubblicazione intranet e internet Rielaborazione, relazione, diffusione e invio ASL e DG Sanità RL; Associazioni Volontariato e UPT Pubblicazione intranet e internet Predisposizione cartellonistica Realizzazione di pagine di navigazione contenenti informazioni utili per facilitare l accesso del cittadino ai servizi; la partecipazione dei processi URP; la conoscenza dei percorsi di qualità in Azienda Revisione e riedizione opuscoli informativi personalizzati di tutti i reparti Predisposizione e diffusione cartellonistica sul territorio Predisposizione e distribuzione supporti informativi Invio comunicazione ai mmg del Distretto1 e del Distretto 2 e presentazione dei nuovi servizi anno 2012 Ulteriore diffusione delle Linee guida regionali per Regione Lombardia Monitoraggio utilizzo logo sistema 10

11 anno 2012 l applicazione dei nuovi marchi negli strumenti di comunicazione degli Enti del sistema sanitario Realizzazione sezione internet programma trasparenza, valutazione e merito Direzione Generale USC Controllo di Gestione sanitario regionale su cartellonistica, modulistica e carta intestata Pubblicati on line: Piano della performance ; Dati sull'organizzazione e i procedimenti; Dati relativi al personale; Dati relativi a incarichi e consulenze; Dati sulla gestione economico-finanziaria dei servizi pubblici; Dati sulla gestione dei pagamenti; Dati relativi alle buone prassi; Dati sul public procurement; Dispositivi medici; Piano triennale sulla razionalizzazione CONVEGNI/EVENTI: ORGANIZZAZIONE SUPPORTO COMUNICAZIONE 18 gennaio 2012 conferenza presentazione Associazione DANI e apertura Ambulatorio nei Direzione Generale Organizzazione, gestione, diffusione 10 febbraio 2011 Cerimonia 1 pietra del nuovo ospedale di Garbagnate Milanese Direzione Generale Organizzazione, gestione, diffusione febbraio 2012 Giornata delle Cardiologie aperte Cardiologie aziendali 25 febbraio 2012 spettacolo di Carnevale Pediatria H Garbagnate UO Pediatria 3 marzo 2012 Obesity Day UO Pediatria Bollate 10 marzo 2012 Incontri cardiologici rhodensi aggiornamenti in cardiologia UO Cardiologia Rho 15 aprile 2012 Conferenza ILA Associazione Angiodisplasie Associazione ILA 19 aprile 2012 I mondi della violenza fenomeno culturale o problema sanitario? Qualità e Accreditamento Formazione permanente Psicologia Clinica Pianificazione, organizzazione e supporto alle cardiologie di Rho, Garbagnate e Passirana Diffusione locandina e pubblicazione on line Supporto alla giornata con produzione locandine e pubblicazione on line dell evento Predisposizione locandina e diffusione evento Supporto all evento e diffusione informativa Organizzazione; partecipazione e gestione dell evento 11

12 22 aprile 2012 Una settimana fra le Groane: Concerto delle Orchestre degli Allievi con l Associazione La Città Sonora; visita al cantiere del nuovo ospedale Comuni insieme 23 aprile 2012 Conferenza Presenza Amica Onlus Presenza Amica 2-4-maggio 2012 Cure Sub acute: l esperienza presso il P.O. di Passirana dell A.O. G Salvini di Garbagnate Milanese 38 congresso ANMDO L archivio clinico: l esperienza di una gestione esternalizzata 38 congresso ANMDO DSA DMP Bollate DSA DMP Rho 12 maggio 2012 Cerimonia Associazione Salute Donna Associazione Salute Donna maggio giugno ottobre 2012 Conferenza AVO 6 novembre 2012 Heart Failure Congress: Self-efficacy and patient s knowledge of disease in a population with chronic heart failure Partecipazione convegno Guadagnare Salute Venezia Il percorso della check-list peri-operatoria nella AO Salvini di Garbagnate M.se 12 novembre 2012 Inaugurazione nuova area degenza Hospice UO Riabilitazione Cardiologica Passirana Qualità e Accreditamento Associazione AVO di Garbagnate DSA DEA Direzione Generale UO Terapia del Dolore Hospice Organizzazione e supporto all evento Supporto eventi e diffusione informativa Predisposizione poster Predisposizione poster Collaborazione organizzazione e realizzazione evento Predisposizione poster Presentazione di 2 lavori sulla promozione della salute Supporto all evento e diffusione informativa Predisposizione poster Organizzazione, gestione, diffusione PREVENZIONE E PROMOZIONE SALUTE: incontri con la popolazione - organizzazione evento 14 gennaio 2012 Incontro con la popolazione:dalla promozione dell'allattamento al seno alla prevenzione dell'obesità in età pediatrica UO Pediatria Bollate Supporto all evento e diffusione informativa febbraio marzo marzo 2012 Giornate delle Cardiologie aperte Dammi il tuo cuore. Ne avrò cura Distribuzione opuscolo ASL sull allattamento al seno hub2hub Ospedale di Garbagnate UU.OO Cardiologie UO Ostetricie UO Pediatrie UO Terapia del Dolore e Cure Palliative Organizzazione e diffusione all evento Supporto evento e diffusione opuscolo Collaborazione realizzazione evento 12

13 3 maggio maggio 2012 Associazione vivere senza dolore Serate in biblioteca: le malattie chirurgiche del grosso intestino e le fragilità dell età avanzata Caccia al tesoro: i beni artistici dell Azienda Ospedaliera di Garbagnate Milanese 28 maggio 2012 Giornata del Sollievo 31 maggio 2012 Serate in biblioteca: I tumori del colon retto 21 giugno e 26 settembre ; 3 e 10 ottobre 10 ottobre 2012 Festa aperta per i 10 anni di storia, di vita, di crescita della CRA ciclo di incontri sulla salute per favorire la conoscenza di alcune patologie e promuovere stili di vita corretti Obesity day: merenda con chiacchere con bambini e genitori ottobre 2012 Giornata dell osteoporosi 28 ottobre 2012 ottobre-maggio 2012 Camminata AVO con visita al cantiere nuovo ospedale Screening oculistico nelle scuole DMP Bollate UO Chirurgia Bollate Liceo scientifico Garbagnate Area Tecnico Patrimoniale UO Terapia del Dolore e Cure Palliative ONDA DMP Bollate UO Chirurgia Bollate DSM UOP 62 Comune di Pogliano Direzione Generale UO Pediatria Rho DAS UUOO medicina; Ginecologia; Ortopedia Direzione Generale Associazione AVO di Garbagnate UO Oculistica Rho Rotary Club di Rho Organizzazione, diffusione e partecipazione evento Collaborazione realizzazione evento Collaborazione organizzazione e realizzazione evento Organizzazione, diffusione e partecipazione evento Realizzazione locandine, diffusione informativa e supporto alla giornata Supporto, partecipazione, diffusione e pubblicizzazione Diffusione, pubblicizzazione evento Realizzazione locandine, diffusione informativa e supporto alla giornata Organizzazione, gestione, diffusione Supporto e divulgazione screening oculistico nelle scuole elementari del Distretto Scolastico di Rho 24 novembre 2012 La giornata del Parkinson UO Neurologia Supporto, partecipazione, diffusione e pubblicizzazione 13

14 dicembre 2012 Baby Pit Stop nell ospedale di Garbagnate DMP Garbagnate SITRA Allestimento di un corner dedicato alle mamme che allattano COMUNICAZIONE: media; internet 10 gennaio Buone pratiche di promozione della salute negli ospedali della Regione Lombardia Link 15 febbraio 2012 Nuovo canale YOUTUBE dell Azienda Direzione Generale Apertura canale nuovi media 20 marzo 2012 aprile 2012 Sezione dedicata al nuovo ospedale : galleria di immagine; filmati; avanzamento lavori aggiornamento sito internet Linee Guida siti WEB PA Ufficio Stampa Pubblicazione pagine dedicate Sito internet con ulteriori caratteristiche rispondenti alla normativa sull accessibilità maggio 2012 Prevenzione cadute a casa Prevenzione cadute in ospedale e RSA Risk Management Pubblicazione opuscolo PROGRAMMA TRASPARENZA, VALUTAZIONE E MERITO: Programma triennale per la trasparenza e integrità e relativo stato di attuazione; Piano della performance ; giugno 2012 Dati sull'organizzazione e i procedimenti; Dati relativi al personale; Controllo di gestione Dati relativi a incarichi e consulenze; Pubblicazione pagine dedicate Dati sulla gestione economico-finanziaria dei servizi pubblici; Dati sulla gestione dei pagamenti; Dati relativi alle buone prassi; Dati sul public procurement ottobre 2012 Sistema qualità aziendale Qualità e accreditamento Pubblicazione pagine dedicate 25 novembre 2012 Giornata contro la violenza sulle donne Realizzazione filmato su You Tube 3 dicembre 2012 Link nella sezione dedicata alle Campagna del Ministero della salute Uniti contro INFORMAZIONI SALUTE per il l AIDS cittadino 6 dicembre 2012 Campagna del Ministero della salute Sai Link 14

15 febbraio 2012 proteggere il tuo bambini dall influenza? Campagna di comunicazione per la prevenzione del tumore al seno CAMPAGNE SALUTE Ministero Diffusione opuscoli all utenza e pubblicizzazione febbraio 2012 Campagna per il Tuo cuore Associazione Cardiologie Predisposizione materiale divulgativo e Italiane supporto all evento 10 marzo 2012 Giornata nazionale del polline Ministero Diffusione informativa anno 2012 Progetto Pet Therapy Supporto al progetto e organizzazione UONPIA della giornata dimostrativa del 17 ottobre aprile 2012 rilancio campagna "proteggi la tua bellezza. Usa i Regione Lombardia Ulteriore diffusione opuscoli, cosmetici in sicurezza" ASL Milano 1 pubblicizzazione campagna maggio 2011 Campagna di comunicazione per la Giornata Ministero nazionale donazione e trapianto di organi e Direzione aziendale tessuti - indetta con DM per il 27 maggio 2012 Diffusione informativa Campagna di comunicazione per la donazione e il anno 2012 trapianto di organi, tessuti e cellule Un donatore Ministero Salute Diffusione e presentazione opuscolo moltiplica la vita giugno-luglio-agosto 2012 Campagna solo il bello del caldo Regione Lombardia e ASL Diffusione opuscoli all utenza e Provincia Milano 1 pubblicizzazione agosto 2012 Campagna centro micologico ASL ASL Provincia Milano 1 Pubblicizzazione campagna ottobre 2012 Divulgazione della campagna antinfluenzale ASL Provincia Milano 1 e Regione Lombardia Diffusione e pubblicizzazione campagna novembre 2011 Giornata mondiale del diabete UO Medicina Garbagnate Supporto all evento anno 2012 Consulta on line i tuoi referti medici con la CRS- SISS Regione Lombardia Diffusione campagna e presentazione opuscolo; link regione CRS SISS anno 2011 "La vita è una carta meravigliosa" Carta Regionale dei servizi Regione Lombardia Regione Lombardia Diffusione opuscoli all utenza e pubblicizzazione campagna INIZIATVE VARIE customer OBI pediatria Bollate messa a punto Realizzazione questionario e giugno 2012 UO Pediatria questionario rielaborazione dati giugno 2012 Schede di rilevazione e monitoraggio dolore e Dipaneste Partecipazione al progetto; definizione 15

16 settembre 2012 ottobre novembre 2012 novembre 2012 novembre 2012 dolorimetri Protocollo di invio delle vittime di violenza sessuale al Centro regionale SVSeD Milano Cartella Clinica del Dipartimento di Medicina Calendario 2013 ospiti e operatori della Comunità di psichiatria di via Cilea Libretto Informazioni sull anestesia per un consenso informato e consapevole Terapia del Dolore Qualità e Accreditamento COSD DEA DMP Qualità e accreditamento UUOO Pediatrie e Ginecologia Psicologia Clinica SITRA Dipartimento Medicina Qualità e accreditamento DSM Comunità Media Protezione UOP 62 DEA Qualità e Accreditamento lay out Partecipazione al progetto e diffusione Lay out e know out; predisposizione stampa Lay out e know out; predisposizione stampa Lay out e revisione testi, stampa dicembre 2012 Dichiarazione di avvenuta informazione e consenso all anestesia DEA Qualità e Accreditamento Lay out 2 novembre 2011 dicembre 2012 anno 2012 partenza campagna "Consultazione referti on line" Percorso di miglioramento del CAL di Passirana: Questionario customer paziente; libretto informativo sugli stili di vita del paziente in dialisi Incontri di mediazione relazionale con l utenza Direzione aziendale Dipartimento di Medicina CAL Qualità e Accreditamento SITRA Qualità e Accreditamento Pubblicizzazione campagna Messa a punto del questionario e impostazione know out libretto Analisi dei casi; messa a punto dei correttivi organizzativi e relazionali; produzione di relazioni conclusive 16

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

MAMME LIBERE DAL FUMO

MAMME LIBERE DAL FUMO MAMME LIBERE DAL FUMO Il razionale Il fumo di tabacco è un problema di sanità pubblica rilevante per la donna, per la mamma, per il bambino; esistono evidenze scientifiche di azioni preventive efficaci;

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA

3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA Regione Siciliana Azienda Ospedaliera 17 3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA 3.3 18 Le attività da svolgere per soddisfare i requisiti relativi alla politica, obiettivi ed attività consistono nella definizione:

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito

- MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito Pagina 1 di 13 - MZ GROUP - Standard di prodotto e servizio fornito SOMMARIO MZ GROUP pag. 3 MZ CONGRESSI S.RL. pag. 4 PIANIFICAZIONE 1. Scelta della sede congressuale pag. 5 2. Gestione pratica ECM (Educazione

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Pronto Soccorso e Sistema 118

Pronto Soccorso e Sistema 118 PROGETTO PRONTO SOCCORSO E SISTEMA 118 Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Pronto Soccorso e Sistema 118 Ricognizione della normativa, delle esperienze, delle sperimentazioni, relativamente a emergenza

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

REGIONE LIGURIA MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE

REGIONE LIGURIA MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE Versione 2.0 Aprile 2002 INDICE I.1 PREMESSA...5 I.1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO...5 I.2 DEFINIZIONI PRELIMINARI...6 II. IL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Le Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE 2013-2015

PIANO DI COMUNICAZIONE 2013-2015 S.C. COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE Dirigente Responsabile Dr. Mauro DEIDIER PIANO DI COMUNICAZIONE 2013-2015 SOMMARIO 1) Introduzione e strategie di riferimento 2) Principi fondamentali 3) Obiettivi

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO CIRCOLARE REGIONALE del 15/01/2014 - N 1 OGGETTO: PRIME INDICAZIONI ATTUATIVE DELLA DGR N. 1185/2013 CON SPECIFICO RIFERIMENTO ALLE DGR

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Milano, 8 Maggio 2014 Sala Pirelli Palazzo Pirelli Esperienze di telemedicina in Regione Lombardia e sanità elettronica

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti A.S.L. TO4 Piano della performance ed obiettivi - S.C. Affari Generali Direttore: Dott.ssa Carla CIAMPORCERO FOR Sviluppare le attività di formazione su appropriatez prescrittiva farmaci e prestazioni

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli