LEMANIK SICAV Société d Investissement à Capital Variable RC Luxembourg B , Boulevard Royal L-2449 Luxebourg COMUNICAZIONE AGLI AZIONISTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LEMANIK SICAV Société d Investissement à Capital Variable RC Luxembourg B 44 893. 4, Boulevard Royal L-2449 Luxebourg COMUNICAZIONE AGLI AZIONISTI"

Transcript

1 LEMANIK SICAV Société d Investissement à Capital Variable RC Luxembourg B , Boulevard Royal L-2449 Luxebourg COMUNICAZIONE AGLI AZIONISTI Con questa comunicazione si notifica agli Azionisti della Società LEMANIK SICAV (la Società ) che il Consiglio di Amministrazione della Società (il Consiglio di Amministrazione ) ha deciso di modificare il prospetto della Società (il Prospetto ). PARTE I: MODIFICHE GENERALI ALLA SOCIETA A. Nuova presentazione del Prospetto Per facilitare la lettura del Prospetto, il Consiglio di Amministrazione ha deciso (i) di cambiare l ordine dell elenco dei comparti e (ii) di spostare in Appendice tutte le informazioni relative ai comparti. B. Modifiche al Consiglio di Amministrazione Alla data corrente i membri del Consiglio di Amministrazione sono i seguenti: Cesare SAGRAMOSO (Presidente) Michele ZORZI Carlo SAGRAMOSO Pietro TASCA Alessandra DEGIUGNO C. Nomina di LEMANIK ASSET MANAGEMENT LUXEMBOURG S.A. a Società di Gestione Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di nominare LEMANIK ASSET MANAGEMENT LUXEMBOURG S.A. Società di Gestione per la Società. Di conseguenza la Commissione di Consulenza sarà sostituita da una Commissione di Gestione nel Prospetto. La Commissione di Gestione è liquidata mensilmente. D. Descrizione della Società di Gestione Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di aggiungere nel Prospetto un paragrafo riguardo al ruolo e ai servizi della Società di Gestione. E. Nomina di LEMANIK S.A. a Gestore degli Investimenti Il Consiglio di Amministrazione della Società di Gestione ha deciso di nominare LEMANIK S.A. Gestore degli Investimenti della Società. F. Descrizione del Gestore degli Investimenti Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di aggiungere nel Prospetto un paragrafo riguardo al ruolo e ai servizi del Gestore degli Investimenti. G. Nuova definizione e denominazione delle Classi di Azioni Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di ridefinire e rinominare le classi di azioni esistenti come segue: Classe Capitalisation Retail USD ; Classe Capitalisation Retail EUR ; Classe Distribution Retail EUR ; Classe Capitalisation Retail EUR A ; Classe Capitalisation Retail EUR B ; Classe Capitalisation Retail EUR C ; Classe Capitalisation Institutional EUR ; Classe Capitalisation Retail USD. La ri-denominazione di ogni classe è illustrata nel seguito. H. Nuovi casi di Sospensione temporanea del Calcolo del VNI Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di aggiungere i due casi seguenti di Sospensione temporanea del Calcolo del VNI: - quando circostanze politiche, economiche, militari, monetarie o fiscali che non sono sotto il controllo, responsabilità e influenza della Società impediscono alla Società di liquidare gli attivi o di determinarne il valore netto per uno o più comparti della Società in modo normale e ragionevole; - come conseguenza della decisione di liquidare o sciogliere la Società o uno o più comparti o classi. I. Aggiunta di INDICAZIONI PER LA SVIZZERA Al fine di organizzare la distribuzione delle azioni in Svizzera, il Consiglio di Amministrazione ha deciso di aggiungere in Appendice le indicazioni per gli azionisti svizzeri.

2 J. Contribuzione in natura Il Consiglio di Amministrazione ha deciso che la SICAV potrà decidere di emettere azioni in pagamento per una contribuzione in natura con il conferimento di titoli, come nel caso di fusione con un comparto esterno. La Società renderà effettivi tutti i cambiamenti sopra menzionati a partire dalla data in cui questa comunicazione viene inviata agli azionisti, per quanto consentito dalla legge, se riguardanti lo Statuto, o al più tardi il giorno di entrata in vigore delle modifiche dello Statuto della Società. PARTE II: MODIFICHE AI COMPARTI A. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV ACTIVE GROWTH LEMANIK SICAV ACTIVE GROWTH come segue: Questo comparto investe principalmente su mercati e in aziende che presentano tassi di crescita particolarmente elevati, soprattutto in settori innovativi come l informatica, le telecomunicazioni, le tecnologie mediche e biotecnologia. - Gli investimenti in titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari rappresentano almeno il 51% dell attivo netto. - Gli investimenti in titoli obbligazionari o strumenti assimilati rappresentano al massimo il 49% dell attivo netto. è autorizzato a utilizzare tali tecniche e strumenti finanziari 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di denominare le classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV ACTIVE GROWTH, il cui VNI è calcolato in USD, e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail USD. B. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV ASIAN OPPORTUNITY LEMANIK SICAV ASIAN OPPORTUNITY come segue: Questo comparto investe almeno i 2/3 dell attivo netto in emittenti o aziende che hanno sede legale o che svolgono la loro attività principale in un paese asiatico (Estremo Oriente e Medio Oriente). - Gli investimenti in titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari rappresentano almeno il 51% dell attivo netto. - Un massimo del 49% dell attivo netto può essere investito in titoli obbligazionari a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati. è autorizzato a utilizzare tali tecniche e strumenti finanziari. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di denominare le classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV ASIAN OPPORTUNITY il cui VNI è calcolato in USD, e aperto a due differenti categorie di investitori: - Classe A Retail Investor è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail USD ; - Classe B Institutional Investor è stata ridenominata Classe Capitalisation Institutional USD. C. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV ITALY LEMANIK SICAV ITALY come segue: Questo comparto investe principalmente in titoli negoziabili di emittenti italiani quotati su un mercato italiano. - Gli investimenti in titoli negoziabili di emittenti italiani rappresentano almeno i 2/3 dell attivo netto. - Gli investimenti in titoli negoziabili di emittenti non italiani non possono rappresentare più di 1/3 dell attivo netto. Per questo comparto, titoli negoziabili indica: titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari e titoli obbligazionari a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati. Gli investimenti in titoli obbligazionari a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati non avranno limite di durata (ma sempre una scadenza residua superiore ai dodici (12) mesi) e di rating, come ad esempio Euro-obbligazioni, obbligazioni convertibili, obbligazioni cum warrant, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, strips. L investimento in warrants su titoli negoziabili non può rappresentare più del 10% dell attivo netto.

3 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di denominare le classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV ITALY il cui VNI è calcolato in EUR e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR. D. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV WORLD PORTFOLIO EQUITIES LEMANIK SICAV WORLD PORTFOLIO EQUITIES come segue: Obiettivo del comparto è di realizzare una crescita di capitale a lungo termine investendo sui maggiori mercati azionari (con l esclusione dei mercati emergenti, dell Est Europa e Russia). - Gli investimenti in titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari rappresentano almeno 2/3 dell attivo netto. Almeno il 90% dei titoli azionari negoziabili e dei diritti legati al possesso di titoli azionari devono essere investiti in società che hanno sede legale o che svolgono la loro attività principale non in paesi emergenti o in via di sviluppo, senza riferimento a mercati specifici, denominati in diverse valute, il cui peso in portafoglio sarà determinato in base alla forza economica relativa dei paesi. Fino a un massimo del 10% dei titoli azionari negoziabili e dei diritti legati al possesso di titoli azionari saranno investiti in aziende che hanno sede legale o che svolgono la loro attività principale in paesi emergenti. - Gli investimenti in altri titoli negoziabili o obbligazionari o strumenti assimilati rappresentano un massimo di 1/3 dell attivo netto. Il comparto potrà ricorrere a prodotti derivati, a condizione che il loro uso sia finalizzato alla copertura di rischi valutari nell ambito della gestione degli attivi. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di ri-denominare entrambe le Classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV WORLD PORTFOLIO EQUITIES il cui VNI è calcolato in EUR, e aperto a tutti gli investitori, ma con commissioni differenti per le diverse classi: Capitalisation Retail EUR e Capitalisation Institutional EUR. E. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV CONVERTIBLE BOND 1. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di cambiare il nome del comparto LEMANIK SICAV CONVERTIBLE BOND in LEMANIK SICAV CONVERTIBLE BOND AND EQUITY. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di modificare la strategia e la politica di investimento del comparto LEMANIK SICAV CONVERTIBLE BOND come segue: Questo comparto investirà principalmente in obbligazioni convertibili e in titoli azionari negoziabili, senza restrizioni geografiche ed economiche. - Gli investimenti aggregati in obbligazioni convertibili e titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari rappresentano almeno 2/3 dell attivo netto. Nel caso di obbligazioni convertibili statunitensi, questi titoli non quotati saranno trattati come titoli negoziabili ordinari solo se rientrano nella norma 144 A sui titoli e se sono accompagnati da diritti di registrazione (promessa di scambio) forniti nel rispetto del Securities Act del Tale legge prescrive un diritto di scambio con valori analoghi, registrati e liberamente negoziabili sul mercato ristretto americano. Lo scambio, come spiegato in precedenza, deve avere luogo entro dodici mesi dall acquisizione dell obbligazione. Le obbligazioni convertibili statunitensi rientranti nella norma 144A sui titoli devono rispettare i limiti di investimento applicati a ogni altro valore mobiliare e menzionati più avanti in questo stesso documento. - Le obbligazioni convertibili devono essere quotate su mercati regolarmente aperti al pubblico. - Gli investimenti in altri strumenti consentiti rappresentano al massimo 1/3 dell attivo netto. Avvertenza per il comparto Convertible Bond: Gli investimenti in obbligazioni convertibili statunitensi potrebbero aumentare i rischi del comparto poiché tale mercato non dispone di commissioni regolamentatrici né di associazioni del calibro della ISMA. Tuttavia, le azioni di tutti gli operatori di mercato sono rette dalle norme della SEC, della NASC e del Controller of Currency. L investitore deve essere consapevole del fatto che, non esistendo prezzi ufficiali per il mercato statunitense delle obbligazioni convertibili, la stima si baserà sui prezzi forniti dai market maker. Questi titoli sono tuttavia scambiati attivamente ogni giorno e, pertanto, determinano numerose fonti

4 tramite le quali ottenere informazioni sul prezzo e verificare che la stima nel portafoglio corrisponda alla realtà. Rischio di illiquidità: nonostante il rischio di illiquidità provvisoria della classe, il Consiglio di Amministrazione o la Società di Gestione faranno in modo di garantire la liquidità necessaria per far fronte a potenziali riscatti. 3. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di denominare la classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV CONVERTIBLE BOND il cui VNI è calcolato in EUR, e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR. F. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV GLOBAL BOND LEMANIK SICAV GLOBAL BOND come segue: Questo comparto investe in titoli negoziabili di emittenti internazionali, emessi in valute internazionali senza limiti di durata e di rating, in obbligazioni a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati e euro-obbligazioni, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, «strips». - Gli investimenti in obbligazioni a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati rappresentano almeno i 2/3 dell attivo netto. - Il restante 1/3 può essere investito in: Obbligazioni convertibili e cum warrant, fino a un massimo del 25% dell attivo netto; Titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari fino a un massimo del 10% dell attivo netto; Strumenti monetari a breve termine; Inoltre, gli investimenti aggregati in obbligazioni convertibili e titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari non possono eccedere il 25% dell attivo netto. è autorizzato a utilizzare tali tecniche e strumenti finanziari. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di ri-denominare entrambe le classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV GLOBAL BOND il cui VNI è calcolato in EUR, e aperto a tutti gli investitori, ma con una diversa politica di distribuzione per ciascuna classe : - Classe C per la capitalizzazione è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR ; - Classe D per la distribuzione è stata ridenominata Classe Distribution Retail EUR. G. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV EUROPEAN BOND LEMANIK SICAV EUROPEAN BOND come segue: Questo comparto investe principalmente in titoli negoziabili di emittenti europei, quotati su Borse europee, emessi in valute internazionali senza limiti di durata (ma sempre una scadenza residua superiore ai dodici (12) mesi) e di rating, come per esempio in obbligazioni a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati o euroobbligazioni, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, «strips». - Gli investimenti in obbligazioni a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati di emittenti europei rappresentano almeno i 2/3 dell attivo netto. - Il restante 1/3 può essere investito in: Obbligazioni a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati di emittenti internazionali; Obbligazioni convertibili e cum warrant, fino a un massimo del 25% dell attivo netto; Titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari fino a un massimo del 10% dell attivo netto; Strumenti monetari a breve termine con scadenza residua superiore ai dodici (12) mesi; Inoltre, gli investimenti aggregati in obbligazioni convertibili e titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari non possono eccedere il 25% dell attivo netto. è autorizzato a utilizzare tali tecniche e strumenti finanziari. LEMANIK SICAV EUROPEAN BOND il cui VNI è calcolato in EUR, e aperto a tutti gli investitori: classe Capitalisation Retail EUR. H. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV WORLD BONDS 1. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di cambiare il nome del comparto LEMANIK SICAV WORLD BONDS in LEMANIK SICAV FLEX DURATION. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di modificare la strategia e la politica di investimento del comparto LEMANIK SICAV WORLD BOND come segue:

5 1) L obiettivo di questo comparto è di ottenere un ritorno elevato e costante con bassa volatilità, mantenendo un rischio adeguato tramite l investimento in obbligazioni o strumenti simili di emittenti con sede in un paese OCSE e denominati in Euro o in un altra valuta liberamente scambiata. Gli investimenti saranno da un lato prevalentemente effettuati in strumenti di debito investment grade (Investimenti FOCUS ) e d altro lato in strumenti possibilmente a bassa correlazione con i precedenti (Investimenti WIDE ). Un approccio particolare sarà tenuto nella gestione attiva della duration degli investimenti FOCUS, tramite la vendita di futures sui tassi di interesse e le opzioni call sui tassi di interesse, o tramite l acquisto di opzioni put sui tassi di interesse, oppure contratti swap sui tassi di interesse, contratti forward sui tassi di interesse e opzioni swap sul mercato aperto con controparti istituzioni finanziarie di primaria importanza specializzate in questo tipo di transazioni. La somma delle obbligazioni risultanti non deve eccedere il valore degli attivi che devono essere coperti nella valuta dei contratti corrispondenti. 2) Per ottenere questo risultato, gli attivi del comparto saranno investiti per il 70% o più in investimenti FOCUS, come obbligazioni (incluse zero-coupon e obbligazioni a tasso variabile) o titoli simili il cui rating sia investment grade, secondo Moody s o S&P, o un rating equivalente da parte di un altra agenzia o senza rating ma considerate di qualità equivalente, denominate in Euro o in un altra valuta liberamente scambiata, emesse da emittenti sovrani o aziende private residenti in uno dei paesi OCSE. 3) Il comparto potrà effettuare i seguenti investimenti WIDE: a) investire fino al 25% dell attivo netto in obbligazioni convertibili o obbligazioni con warrant emesse da aziende private, residenti in qualsiasi paese, denominate in Euro o un altra valuta liberamente scambiata. b) investire fino al 5% dell attivo netto in quote o azioni di fondi aperti armonizzati che siano conformi ai requisiti stabiliti dalla Autorità di Vigilanza lussemburghese (CSSF) o in ETF (Exchange Traded Fund) denominati in Euro o in un altra valuta liberamente scambiata. 4) Gli investimenti effettuati in base al punto 3 sopra non potranno in aggregato eccedere il 30% dell attivo netto del comparto. Almeno due terzi dell attivo netto del comparto sarà denominato in Euro (il limite, a chiarimento di eventuali dubbi, non include gli investimenti il cui rischio è coperto in Euro). 3. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di denominare la classe di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV WORLD BONDS il cui VNI è calcolato in EUR, e aperto a tutti gli investitori, ma con una struttura di costo diversa per ogni classe: - classe A è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR A; - classe B è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR B. 4. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di cambiare l indice di riferimento. Il nuovo indice che verrà preso in considerazione è Citigroup Emu Eur 3 Month e non più Salomon Smith Barney World Government Bond Index Euro All, come precedentemente stabilito. I. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV GLOBAL INVESTMENT LEMANIK SICAV GLOBAL INVESTMENT come segue: Questo comparto investe principalmente in valori mobiliari, azioni ed obbligazioni o strumenti assimilati, denominati in valute internazionali. Gli investimenti in azioni e diritti legati al possesso di azioni rappresenteranno al massimo il 70% del valore dell attivo netto del comparto. Gli investimenti in obbligazioni o strumenti assimilati sono realizzati senza limite di durata (ma sempre una scadenza residua superiore ai dodici (12) mesi) e di rating come per esempio le obbligazioni a tasso fisso o variabile ed euro-obbligazioni, obbligazioni convertibili, obbligazioni cum warrant, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, «strips». Gli investimenti sono realizzati senza restrizione geografica od economica. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di ri-denominare le tre classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV GLOBAL INVESTMENT il cui VNI è calcolato in EUR, e aperto a tutti gli investitori, ma per i quali la commissione della Società di Gestione differisce per ogni classe: - classe A è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR A; - classe B è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR B ; - classe C è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR C. 3. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di modificare la base di calcolo della performance per il comparto LEMANIK SICAV GLOBAL INVESTMENT.

6 J. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV EUROPEAN SPECIAL SITUATIONS LEMANIK SICAV EUROPEAN SPECIAL SITUATIONS come segue: Questo comparto investe principalmente in valori mobiliari di emittenti europei quotati su un mercato europeo. Questi emittenti sono considerati influenti sugli indici europei e sulle azioni le cui quotazioni dipendono da situazioni di mercato, come quelle create in caso di riorganizzazioni industriali, fusioni di società, svalutazione di società finanziarie, miglioramento del giudizio riguardo le emissioni obbligazionarie. - Gli investimenti in titoli negoziabili di emittenti europei rappresentano almeno i 2/3 dell attivo netto (escludendo l Europa dell Est e Russia). - Gli investimenti in titoli negoziabili di emittenti dell OCSE non europei non possono rappresentare più di 1/3 dell attivo netto. Per questo comparto, titoli negoziabili indica: titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari e titoli obbligazionari a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati. Gli investimenti in titoli obbligazionari a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati non avranno limite di durata (ma sempre una scadenza residua superiore ai dodici (12) mesi) e di rating, come ad esempio Euro-obbligazioni, obbligazioni convertibili, obbligazioni cum warrant, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, strips. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di denominare le classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV EUROPEAN SPECIAL SITUATIONS il cui VNI è calcolato in EUR e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR. K. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV GLOBAL INCOME LEMANIK SICAV GLOBAL INCOME come segue: Questo comparto investe principalmente in valori mobiliari emessi in valute internazionali. - Gli investimenti in titoli obbligazionari a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati, come ad esempio in obbligazioni a tasso fisso o variabile o Euro-obbligazioni, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, strips rappresentano almeno il 51% dell attivo netto. Questi si realizzano senza limite di durata e rating; - Gli investimenti in titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari, inclusi ai fini di questo paragrafo, le obbligazioni convertibili e obbligazioni cum warrant, rappresentano al massimo il 49% dell attivo netto. Il VNI è espresso in Euro. Si informano gli investitori che l effetto leva degli investimenti in warrants e la volatilità dei prezzi degli stessi aumentano il rischio dell investimento nelle azioni della SICAV ad un livello più elevato rispetto ai fondi azionari tradizionali. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di ri-denominare entrambe le classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV GLOBAL INCOME aperto a tutti gli investitori, ma il cui VNI è calcolato in valute diverse per ogni classe di azioni come segue: - classe A denominata in USD è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail USD ; - classe B denominata in EUR è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR. L. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV BLUE 1. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di cambiare il nome del comparto LEMANIK SICAV BLUE in LEMANIK SICAV FLEXIBLE BLUE. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di modificare la strategia e la politica di investimento del comparto LEMANIK SICAV BLUE come segue: Questo comparto investe principalmente in titoli negoziabili, sia azionari che obbligazionari o strumenti assimilati, denominati in valute internazionali. Gli investimenti in titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari rappresenteranno al massimo il 70% dell attivo netto del comparto, con particolare attenzione alle blue chips, cioè azioni ad elevata capitalizzazione dei mercati europei e statunitense. Gli investimenti in titoli obbligazionari o strumenti assimilati si realizzano senza limite di durata (ma sempre una scadenza residua superiore ai dodici (12) mesi) e rating, come ad esempio in obbligazioni o Euroobbligazioni a tasso fisso o variabile, obbligazioni convertibili, obbligazioni cum warrant, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, strips. Gli investimenti sono realizzati senza restrizione geografica od economica.

7 3. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di ri-denominare entrambe le classi di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV BLUE il cui VNI è calcolato in Euro e aperto a tutti gli investitori, ma per i quali la commissione della Società di Gestione differisce per ogni classe, come segue: - classe A è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR A ; - classe B è stata ridenominata Classe Capitalisation Retail EUR B. 4. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso cha la commissione della Società di Gestione sarà ridotta all 1,70% (precedentemente 2%) annuo per la classe Capitalisation Retail EUR B. 5. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di ridurre la commissione di performance al 15% dell incremento netto risultato delle operazioni di ogni trimestre (invece del 30% precedentemente menzionato) e di cambiare il calcolo della performance fee. M. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV GLOBAL BALANCED LEMANIK SICAV GLOBAL BALANCED come segue: Questo comparto investe principalmente in titoli negoziabili denominati in valute internazionali. - Gli investimenti in titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari, incluse le obbligazioni convertibili e obbligazioni cum warrant, rappresentano almeno il 30% e fino a un massimo del 60% dell attivo netto del comparto. - Gli investimenti in titoli obbligazionari a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati, come ad esempio in obbligazioni e Euro-obbligazioni a tasso fisso o variabile, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, strips rappresentano almeno il 40% e fino a un massimo del 70% dell attivo netto. Questi si realizzano senza limite di durata (ma sempre una scadenza residua superiore ai dodici (12) mesi) e rating. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di cambiare la valuta di riferimento del comparto LEMANIK SICAV GLOBAL BALANCED in EUR. 3. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di denominare la classe di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV GLOBAL BALANCED il cui VNI sarà calcolato in Euro e aperto a tutti gli investitori: classe Capitalisation Retail EUR. 4. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di cambiare l indice di riferimento. Il nuovo indice che verrà preso in considerazione è Morgan Stanley Capital International MSCI WORLD INDEX per il 50% e BBA LIBOR EUR 12 mesi per il restante 50% e non più Morgan Stanley Capital International MSCI WORLD INDEX per il 50% e Libor USD BBAM fixing 1 year, come precedentemente stabilito. N. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV EUROIMPULSE PORTFOLIO LEMANIK SICAV EUROIMPULSE PORTFOLIO come segue: L obiettivo del comparto è di investire in titoli negoziabili, sia azionari che obbligazionari o strumenti assimilati di emittenti di primaria importanza. - Gli investimenti in titoli negoziabili azionari ed obbligazionari emessi in Euro rappresentano almeno i 2/3 dell attivo netto. - Gli investimenti in titoli azionari negoziabili e diritti legati al possesso di titoli azionari rappresentano al massimo il 70% dell attivo netto. - Gli investimenti in titoli obbligazionari o strumenti assimilati non avranno limite di durata e di rating, come ad esempio in obbligazioni a tasso fisso o variabile o Euro-obbligazioni, obbligazioni convertibili, obbligazioni cum warrant, certificati di deposito, titoli di stato, zero coupon, strips. - Gli investimenti in titoli negoziabili e strumenti del mercato monetario con scadenza residua superiore ai dodici (12) mesi emessi in altre valute possono rappresentare fino a un massimo di 1/3 dell attivo netto. Si informano gli investitori che l effetto leva degli investimenti in warrants e la volatilità dei prezzi degli stessi aumentano il rischio dell investimento nelle azioni della SICAV ad un livello più elevato rispetto ai fondi azionari tradizionali. è autorizzato a utilizzare tali tecniche e strumenti finanziari. LEMANIK SICAV EUROIMPULSE PORTFOLIO il cui VNI è calcolato in EUR e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR.

8 O. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV - SPRING LEMANIK SICAV SPRING come segue: Questo comparto investe principalmente in valori mobiliari o strumenti assimilati emessi in valute internazionali senza limiti di durata e di rating come per esempio le obbligazioni o euro-obbligazioni a tasso fisso o variabile, obbligazioni convertibili, obbligazioni cum warrant, certificati di deposito, buoni del tesoro, zero coupon, «strips». Questo comparto potrà ricorrere a prodotti derivati a condizione che ciò sia destinato a coprire i rischi di cambio nell ambito della gestione del comparto. Nell ambito dei limiti applicabili e come descritto nel Capitolo Tecniche e strumenti finanziari, il comparto è autorizzato a utilizzare tali tecniche e strumenti finanziari. LEMANIK SICAV SPRING il cui VNI è calcolato in EUR e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR. P. Modifiche al comparto LEMANIK CALCIO MANAGER 1. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di cambiare il nome del comparto LEMANIK SICAV CALCIO MANAGER in LEMANIK SICAV FLEX IDEA. 2. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di modificare la strategia e la politica di investimento del comparto LEMANIK SICAV CALCIO MANAGER come segue: L obiettivo di questo comparto è di preservare il VNI degli investitori, cercando di ottimizzare la performance con l investimento in valori mobiliari azionari e obbligazionari o strumenti assimilati, come segue: - Gli investimenti avranno come oggetto valori mobiliari quotati sulle principali borse dell Europa occidentale, dell America e dell Asia (esclusi gli investimenti in mercati emergenti). - Gli investimenti azionari saranno decisi analizzando i fondamentali delle società quotate (price/earnings, valore d impresa/utile prima delle imposte, ecc.), monitorando il grado di rating del debito della società e considerando anche la loro inclusione nei principali indici azionari internazionali. - Il rating per le obbligazioni o gli strumenti assimilati non sarà inferiore a Baa3 (o simili) secondo la classifica di Moody s. - Soltanto in un ottica di trading, il comparto potrà investire non oltre il 5% dei suoi attivi in obbligazioni o strumenti assimilati senza rating o con un rating inferiore a Baa3 (o equivalente) di Moody s. In un contesto di copertura del rischio il comparto potrà usare strumenti derivati (opzioni, futures, forward, ecc) su azioni ed indici in accordo con i limiti descritti nel capitolo Tecniche e strumenti finanziari al punto I.2.1 Oltre ai futures sugli indici di Borsa il comparto utilizzerà anche, nell ottica di una gestione di portafoglio efficiente, i CBOE Volatilità Index (VIX) Futures, trattati sul Chicago Board of Trade (Tiker Symbols - CBOE Volatility Index: VIX; - VIX Futures: VX). 3. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di denominare la classe di azioni in emissione per il comparto LEMANIK SICAV CALCIO MANAGER il cui VNI è calcolato in EUR e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR. 4. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso cha la commissione della Società di Gestione sarà ridotta all 1,25% (precedentemente 2%) annuo. 5. Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di ridurre la commissione di performance al 10% dell incremento netto risultato delle operazioni di ogni trimestre (invece del 20% precedentemente menzionato) e di cambiare il calcolo della performance fee. Q. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV FLEX STRATEGY LEMANIK SICAV FLEX STRATEGY come segue: L obiettivo di questo comparto è quello di massimizzare il ritorno degli investimenti nel seguente modo. Questo comparto potrà investire in obbligazioni a tasso fisso o variabile o strumenti assimilati, emessi da governi, agenzie internazionali, enti sovranazionali o società private, con rating investment grade, come da classifica Moody s e Standard and Poors. Allo stesso tempo, il comparto potrà investire, con lo scopo di ottimizzare la gestione del portafoglio e nei limiti descritti nel capitolo TECNICHE E STRUMENTI FINANZIARI al punto I.2.3., in futures su indici di Borsa (per esempio futures su S&P500, DJ Eurostoxx 50, Cac 40, Mib 30, Nasdaq 100, ecc), limitando l esposizione solamente ai maggiori indici azionari. AVVISO: Nell ambito dei limiti applicabili e come descritto nel Capitolo Tecniche e strumenti finanziari, il comparto In particolare ciascuna Classe di azioni potrà investire in futures su indici azionari. L attenzione degli azionisti è inoltre portata sull alto

9 rischio relativo alla contrattazione di futures su indici azionari. La volatilità dei prezzi dei futures porta ad un rischio elevato, essendo il movimento dei prezzi dei contratti futures influenzati tra le altre cose da: politiche governative, di mercato, fiscali, monetarie e programmi di controllo di cambi; eventi nazionali, internazionali, politici ed economici; e modifiche nei tassi di cambio. I Governi di volta in volta intervengono nei mercati dei futures con l intento specifico di influenzare direttamente i prezzi. Il Comparto puo, quindi, subire perdite che riducono il suo Valore Netto d Inventario per azione. LEMANIK SICAV FLEX STRATEGY il cui VNI è calcolato in EUR e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR. R. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV EURO OPPORTUNITIES CP LEMANIK SICAV EURO OPPORTUNITIES CP come segue: L obiettivo di questo comparto è quello di avere un esposizione in azioni e diritti legati al possesso di titoli azionari denominati in EURO proteggendo il capitale sottoscritto durante il periodo di riferimento di 5 anni. La quota residua sarà investita in obbligazioni o strumenti assimilati emessi in EURO, USD e JPY. L aggregato di titoli negoziabili azionari e obbligazionari denominati in Euro rappresenta almeno 2/3 dell attivo netto. Al fine di realizzare, al termine del periodo di riferimento (2 luglio 2006), gli obiettivi sotto descritti ai punti 1 e 2, la Società di Gestione, seguendo una metodologia quantitativa, valuterà costantemente le aspettative di performance dei mercati azionari. Se l evoluzione dei rischi sarà negativa, la Società di Gestione potrà ridurre (o eventualmente azzerare) l esposizione azionaria rispettando la metodologia quantitativa e investire una maggior o anche l intera porzione degli attivi in obbligazioni. Tale situazione potrà essere mantenuta fino alla fine del periodo di riferimento in relazione all obiettivo seguito da questo comparto e in relazione agli interessi dei sottoscrittori. Questo comparto, con l utilizzo di una copertura del rischio (gestione G.A.P. una metodologia che ha, sulla base di una formula matematica algoritmica, l obiettivo del controllo giornaliero della allocazione ottimale fra investimenti obbligazionari e investimenti in titoli azionari negoziabili allo scopo di ottenere la protezione del capitale e se necessario un ritorno minimo) si pone l obiettivo di fornire all azionista alla fine dei cinque anni (2 luglio 2006): 1. il 100% del capitale investito nel comparto al 2 Luglio 2001; e 2. il 90% del VNI massimo, per i 5 anni successivi a partire dal 2 Luglio Non c è alcuna garanzia formale del raggiungimento degli obiettivi. In questo contesto di copertura del rischio, il comparto potrà, in via subordinata, investire in opzioni OTC con controparti primarie (regolamento ISDA). Alla fine dei 5 anni e cioè entro il 2 Luglio 2006, il Consiglio di Amministrazione avrà la facoltà di rinnovare la struttura di copertura del rischio per i successivi 5 anni. Al termine del suddetto periodo di 5 anni il prospetto verrà aggiornato con la specifica dei termini di rinnovo delle opzioni in oggetto. è autorizzato a utilizzare tali tecniche e strumenti finanziari. LEMANIK SICAV EURO OPPORTUNITIES CP il cui VNI è calcolato in EUR e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR. S. Modifiche al comparto LEMANIK SICAV EURO OPPORTUNITIES CP II LEMANIK SICAV EURO OPPORTUNITIES CP II come segue: L obiettivo di questo comparto è quello di avere un esposizione in titoli azionari negoziabili denominati in EUR proteggendo il capitale sottoscritto durante un periodo di riferimento di 7 anni. La parte restante sarà investita in obbligazioni o strumenti assimilati denominati in EURO, USD O JPY. Al fine di realizzare, alla fine del periodo di riferimento (14 marzo 2010), gli obiettivi descritti al paragrafo seguente, la Società di Gestione valuterà costantemente, rispettando una metodologia quantitativa, le aspettative di rendimento del mercato azionario. Se l evoluzione rischia di essere negativa, la Società di Gestione potrà ridurre (o anche annullare completamente), l esposizione azionaria rispettando la metodologia quantitativa. Tale situazione potrebbe perdurare fino alla fine del periodo di riferimento in accordo con gli obiettivi seguiti da questo comparto e con gli interessi degli azionisti. Questo comparto, utilizzando una strategia di copertura del rischio (gestione G.A.P. una metodologia che ha, sulla base di una formula matematica algoritmica, l obiettivo del controllo giornaliero della allocazione ottimale fra investimenti obbligazionari e investimenti in titoli azionari negoziabili allo scopo di ottenere la

10 protezione del capitale e se necessario un ritorno minimo), si pone l obiettivo di fornire all azionista alla fine del periodo di riferimento (14 marzo 2010) almeno il VNI iniziale determinato il 17 marzo Non c è alcuna garanzia formale del raggiungimento di questo obiettivo di protezione. In questo contesto di copertura del rischio, il comparto potrà investire, in via subordinata, in opzioni OTC con controparti primarie (regolamento ISDA). Alla fine dei 7 anni dalla fine del periodo di sottoscrizione (14 marzo 2003), il Consiglio di Amministrazione avrà la facoltà di rinnovare la struttura di copertura del rischio per i successivi 7 anni. Al termine del suddetto periodo di 7 anni, questo prospetto verrà aggiornato con la nuova specifica dei termini di rinnovo delle opzioni in oggetto. Nell ambito dei limiti applicabili e come descritto nel Capitolo Tecniche e strumenti finanziari, il comparto è autorizzato a utilizzare tali tecniche e strumenti finanziari. LEMANIK SICAV EURO OPPORTUNITIES CP II il cui VNI è calcolato in EUR e aperto a tutti gli investitori: Classe Capitalisation Retail EUR. Gli azionisti che non desiderano continuare a partecipare al Fondo in conseguenza dei cambiamenti che vi vengono apportati, potranno chiedere il rimborso delle azioni senza l addebito di alcun costo entro il 10 maggio Da tale data tutti i cambiamenti diventeranno effettivi. Ulteriori informazioni riguardo ai cambiamenti sopra elencati sono contenuti nel nuovo Prospetto datato marzo 2005 che sostituisce il Prospetto in circolazione e che sarà disponibile presso la sede legale della Società. I nuovi accordi con la Società di Gestione e con il Gestore degli Investimenti sono a disposizione su richiesta, presso la sede legale della Società. 4 aprile 2005 Il Consiglio di Amministrazione

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Schroder International Selection Fund Prospetto informativo

Schroder International Selection Fund Prospetto informativo Schroder International Selection Fund Prospetto informativo (Società di investimento a capitale variabile (SICAV) di diritto lussemburghese) Febbraio 2015 Italia Schroder International Selection Fund

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Informazioni importanti

Informazioni importanti 0515 Informazioni importanti Sul presente Prospetto - Il Prospetto fornisce informazioni sul Fondo e sui Comparti e contiene informazioni che i potenziali investitori devono conoscere prima di procedere

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG

MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG Indice absichern anlegen ausleihen bewegen Edizione: ottobre 2013 I. Informazioni generali sulla Banca ed i suoi servizi

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli