CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM"

Transcript

1 CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM

2

3 CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI, ITALY AMERICAN UNIVERSITY IN CAIRO, EGYPT Professors Stefano Guidarini - Politecnico di Milano, Italy Camillo Magni - Operastudio Cherubino Gambardella - Seconda Università degli Studi di Napoli, Italy Lorenzo Capobianco - Seconda Università degli Studi di Napoli, Italy Amr Ezzeldin Mohamed Abdel Kawi - American University in Cairo, Egypt Tutors Marcello Bondavalli - Politecnico di Milano, Italy Nicola Brenna - Politecnico di Milano, Italy Simona Ottieri - Seconda Università degli Studi di Napoli, Italy Carlo Alberto Tagliabue - Politecnico di Milano, Italy Luca Varvello - Politecnico di Milano, Italy

4 Workshop Curators Luisa Collina Matteo Gatto Scientific consultant Luca Molinari Contents Expo 2015 S.p.A. Thematic Spaces Department International Affairs Department Scientific Committee Filippo Ciantia Luisa Collina Matteo Gatto Luca Molinari Project management Milena Careri Technical coordinator Marco Chiodi Scientific coordinator Davide Fassi Visiting critics Raffaello Cecchi Emilio Pizzi Angelo Torricelli Maurizio Vogliazzo Universities Involved Politecnico di Milano, Italy Aalto University, Helsinki, Finland Birzeit University, Palestinian National Authority Cape Peninsula University of Technology, Cape Town, South Africa Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Madrid, Spain Instituto Tecnológico y de Estudios Superiores de Monterrey, Mexico Università IUAV, Venice, Italy Moscow Architectural Institute, Moscow, Russia National Institute of Design, Ahmedabad, India National University of Civil Engineering, Hanoi, Vietnam Parsons School of Design, New York, USA Seconda Università degli Studi di Napoli, Italy SUPSI - Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana, Switzerland The American University in Cairo, Egypt The Bezalel Academy of Arts and Design, Jerusalem, Israel Tongji University, Shanghai, China Universidade de São Paulo, Brazil University of Tokyo, Japan

5 Expo 2015 Official Global Partners In collaboration with

6 THE CLUSTERS: AN INNOVATIVE MODEL OF PARTICIPATION Expo Milano 2015 has been conceptualized with the ambition to bring the evolution of Universal Exhibitions one step further: an Expo where every program and project is developed putting the visitor experience at the center of the stage, and where the Theme is perceivable in every element of the Exposition, experienced from the very first step inside the site and in every interaction. This radical change of paradigm is particularly evident in the Cluster project. Traditionally the Countries unwilling or unable to participate in the Expositions building their own pavilion were grouped by the organizers under common structures, the joint pavilions, where the single Countries maintained inside an individual space to showcase themselves. Moreover the criteria for grouping Countries under the same joint pavilion have so far been geographical. Continental joint pavilions for Africa, Asia and South America were put in place, or others for significant regional territories and identities. However the idea behind Expo Milano 2015 is to address the theme in every element and in every project. Why not grouping Countries on a thematic basis, rather than geographical, then? Expo Milano 2015 has developed a participation model that allows Countries to select the solution that best suits their needs and projects. While maintaining the successful key elements of the tradition of Universal Expos, allowing many Countries to participate TITOLO PROGETTO

7 with their own sensibility and contribution, Expo Milano 2015 will introduce a significant innovation to the type of exhibition spaces and their placement. Countries will not be grouped according to a geographic principle but according to elements of the Expo theme Feeding the Planet, Energy for Life. Working together with the Organizer in developing a common thematic exhibition area, Countries will also retain their identity by creating their own unique exhibition space. Furthermore this solution will allow Countries from different regions and continents to collaborate together, overcoming the traditional geographical divisions of the Exhibition Areas of Expos and therefore enhancing the Universal character of Expo Milano The Clusters area will be located across the whole site, enhancing the potential dialogue with other elements like thematic areas and other Countries autonomous pavilions. Corporate organizations, local authorities, international organizations and civil society can all offer their contribution in terms of events, exhibitions, funding and supporting, catering and commercial activities. Local authorities are already collaborating in the Clusters development with their interest in developing offsite touristic itineraries in the territories that have a strong connection with the theme of the Cluster. Also the private sector will be asked to come on board and support the development of Cluster project, both financially, as well as in terms of content. Lastly International organisations are being involved by participating in the Clusters development and by contributing to the thematic elaboration, offering scientific contributions and contents. CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 4/5

8 SPICES RICE ISLANDS FRUITS AND LEGUMES ARID ZONES CEREALS AND TUBERS COFFEE COCOA BIO-MEDITERRANEUM INTRODUCTION

9 CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 6/7

10 GENERAL INTRODUCTION What is the Mediterranean? Thousand things together. Not a landscape, but uncountable landscapes. Not a sea, but a succession of seas. Not one civilization, but a series of civilizations stacked one upon the other. (...) In the physical landscape as in the human, the Mediterranean presents itself as a coherent image, a system in which all melts and comes together in an original unity. How to explain the deep essence of the Mediterranean? (F. Braudel, La Mediterranee, 1985) 1. The White Dream. 2. The outdoor living. 3. A crossroad of flavours. The three projects want to interpret the Mediterranean life which takes place in the streets, squares and markets, where the cultures of their differences meet and interact. The themes of hospitality, cultural contamination, educative experience, theatrical daily life, climate and food are then used as the common characteristics of the Mediterranean:» the visitor is involved in a physical experience, perceptual, sensory intense and complex, calling for the sight, smell, taste, touch and hearing;» the pavilions overlook a common area of shared collective activities, sales, and daily events, where we eat, we laugh, we entertain;» the common theme of food, in addition to the main products such as olives, grapes, wheat and tomatoes, there stand the street food that is cooked, sold and consumed in the common public space;» the three projects take the visitors between the typical forms of the settlements and the irrepressible nature of the Mediterranean and its climate, which favours the outdoor activities;» the Mediterranean market is a crossroads of paths, a crossing place but also a place to rest, with the overlap and contemporaneity of many activities;» beyond the common features of the Mediterranean, the three projects also want to emphasize the specificity and diversity of the individual cultures of the Mediterranean, each pavilion, in fact, will be easily recognizable with its characters as well as easily accessible, in full respect of each national identity. INTRODUCTION

11 Che cos è il Mediterraneo? Mille cose insieme. Non un paesaggio, ma innumerevoli paesaggi. Non un mare, ma un susseguirsi di mari. Non una civiltà, ma una serie di civiltà accatastate le une sulle altre. (...) Nel paesaggio fisico come in quello umano, il Mediterraneo si presenta come un immagine coerente, un sistema in cui tutto si fonde e si ricompone in un unità originale. Come spiegare l essenza profonda del Mediterraneo? (F. Braudel, La Mediterranee, 1985) INTRODUZIONE GENERALE 1. Il sogno bianco / The White Dream. 2. La vita all aperto / La Vie en Plein Air. 3. Crocevia di sapori / A crossroad of flavours. I tre progetti vogliono interpretare la vita del Mediterraneo che si svolge nelle strade, nelle piazze e nei mercati, dove s incontrano e interagiscono culture tra loro differenti. I temi dell ospitalità, della contaminazione culturale, della quotidianità teatrale, del clima e dell alimentazione sono stati quindi assunti come caratteri comuni della mediterraneità:» il visitatore è coinvolto in un esperienza fisica, percettiva e sensoriale intensa e complessa, che sollecita la vista, l olfatto, il gusto, il tatto e l udito;» i padiglioni si affacciano su uno spazio comune e condiviso, luogo delle attività collettive, della vendita, degli accadimenti quotidiani, dove si mangia, si ride, ci si diverte;» il tema alimentare comune, oltre a quello dei principali prodotti come l olivo, l uva, il grano e i pomodori, è quello del cibo di strada che viene cucinato, venduto e consumato nello spazio pubblico;» i tre progetti portano i visitatori tra le forme tipiche degli abitati e la prorompente natura del mediterraneo e del suo clima, che ne favorisce la vita all aperto;» il mercato mediterraneo è crocevia di percorsi, luogo di attraversamento ma anche luogo di sosta, con la sovrapposizione e la contemporaneità di molte attività diverse.» al di là dei caratteri comuni, i tre progetti vogliono anche sottolineare le specificità e le diversità delle single culture del mediterraneo: ogni padiglione sarà infatti chiaramente riconoscibile con i suoi caratteri e facilmente accessibile, nel pieno rispetto di ciascuna identità nazionale. CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 8/9

12 LA VIE EN PLEIN AIR Students Stefano D Armento - Politecnico di Milano Amr Farouk Fouad - Politecnico di Milano Luca Maccarinelli - Politecnico di Milano Mahy Ahmed Noureldin Mohamed Sedky - American University of Cairo LA VIE EN PLEN AIR

13 CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 10/11

14 The design is inspired by the Mediterranean market in its energy and life. The visitors get overwhelmed by the openness of the middle space and the various activities happening inside, which uplift the whole Mediterranean mood. Each pavilion stands for its own identity by a patterned screen that distinguishes clearly it from the other. The shading structure, a high porch, is strengthened by a strong void in the middle, which embraces more the idea of the Mediterranean open market. Il progetto interpreta l idea del mercato mediterraneo come luogo di vita all aperto, di commercio e di scambio. La disposizione dei padiglioni lungo il perimetro libera la maggior superficie possibile per lo spazio pubblico. Protetto da un alto portico dal profilo curvilineo, lo spazio centrale è pavimentato a calcestre e ha un andamento concavo, in modo da accentuare il senso di accoglienza. I padiglioni hanno le facciate interne caratterizzate da disegni decorativi scelti dai singoli paesi. LA VIE EN PLEN AIR

15 The project replicates the essence of the Mediterranean market in its energy, experience and life. With a very subtle and plain exterior frame, the project gives a strong impression and stimulates eagerness for the guests by its narrow colored entrance alleys, that attracts them into the inside, and the skyline of the shading structure. Once guests enter the cluster, they get overwhelmed by the openness of the middle space and the various activities happening inside, which uplift the whole Mediterranean mood. Each pavilion of the different countries stands for its own identity by a patterned screen that distinguishes clearly one pavilion from the other. The shading structure is very artistic in its shape and is strengthened by a strong void in the middle, which embraces more the idea of the Mediterranean open market. Furthermore, it has a base of a reflective mirror, which engages the users, and reflects the different cultures and identities. A series of interactive columns are placed within the space to accentuate the users experience and stresses on a common identity for the place. The open space is very flexible in its shape and usage, and could be easily transformed depending on the activity performed. Il progetto mira ad evocare le spazialità, l energia e gli stili di vita del mercato come simbolo della cultura mediterranea. I padiglioni si dispongono sul perimetro del lotto a formare un contorno definito, neutro, di colore bianco interroto da stretti vicoli che consentono l accesso all interno, attirando il visitatore attraverso l uso di vivaci colori, ombreggiature e suoni. Una volta entrati i visitatori si ritrovano immersi in un grande spazio centrale, nel quale cui incontrano odori e sapori provenienti da tutti i paesi del Mediterraneo. Ogni padiglione si distingue per un particolare trattamento della facciata che rienterpreta, secondo l identità nazionale, il tema degli schermi frangisole traforati. Lo spazio centrale è caratterizzato da un leggero declivio verso il centro e da una grande copertura sagomata in forma libera. L intradosso della pensilina presenta una superficie specchiata, che riflette le immagini della vita e delle culture che si svolgono nella piazza. Una serie di colonne interrattive si alternano ai pilastri strutturali in modo da creare un paesaggio interno diversificato da distinte intensità spaziali. Lo spazio centrale presenta un alto grado di flessibilità, consentendo diversi allestimenti secondo le attività che vi si svolgono- Tutti i padiglioni nazionali hanno lo stesso accesso diretto allo spazio centrale. CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 12/13

16 PLANIMETRY OF THE CLUSTER PLANIMETRIA DEL CLUSTER LA VIE EN PLEN AIR

17 EGYPT MALTA beef cuts CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 14/15

18 MEDITERREAN WHITE AND NARROW STREETS BIANCO DEL MEDITERRANEO E VICOLI LA VIE EN PLEN AIR

19 MARKET LIFE AND TENTS OF MARKET MARKET LIFE VITA DEL MERCATO E COPERTURA DEL MERCATO CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 16/17

20 VIEW OF OUTSIDE VISTA DALL ESTERNO VIEW OF NARROW STREETS VISTA DEGLI ACCESSI LA VIE EN PLEN AIR

21 VIEW OF MARKET VISTA DEL MERCATO VIEW OF ITERIOR VISTA DELL INTERNO CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 18/19

22 A CROSSROAD OF FLAVOURS Students Giulio Damiani - Politecnico di Milano Serena Leonardi - Politecnico di Milano Amna Ahmed Abdelhalim Mashhour - American University of Cairo Pietro Pizzi - Politecnico di Milano Alessandro Rossi - Politecnico di Milano A CROSSROAD OF FLAVOURS

23 CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 20/21

24 The project interprets the Mediterranean as a common meeting place, contamination of cultures and flavors. As a city, the arrangement of the pavilions creates a hierarchy of spaces: a large common space and narrow passages. The central area evokes the idea of the sea through an antishock flooring of blue rubber granulate. All the pavilions overlook the central space expressing the own identity by motifs. They have an open space reminiscent patios typical of the Mediterranean. Il progetto interpreta il Mediterraneo come luogo d incontro, di contaminazione di culture e sapori. Come in una città, la disposizione dei padiglioni crea una gerarchia di spazi: un grande luogo comune e stretti passaggi. Lo spazio centrale evoca il mare attraverso un pavimento in gomma colata azzurra. Tutti i padiglioni affacciano sullo spazio centrale esprimendo la loro identità con motivi decorativi. Verso l esterno dispongono di uno spazio aperto che ricorda i patii tipici del mediterraneo. A CROSSROAD OF FLAVOURS

25 The project interprets the Mediterranean as a common meeting place, contamination of cultures and flavors. The experience offered to the visitor is a landscape built over two different atmospheres: the vast central space evoques the idea of the sea through a blue melted rubber flooring system on which seating areas, pergolas and relax areas are located. In a very democratic way, all the pavillions face directly the common area. All the metallic cladded facades have the same height but the printed pattern differs from each pavillion, with images symbolizing all the unique national identities. The second atmosphere is felt within the narrow passages between the pavillions where sounds, smells, images and projections recreate the different mediterrenean landscapes such as: grape, olive, wheat, aromatic herbs and citrus. Towards the exterior of the plot, to each pavillion is granted a private patio where open air activities and queues can be located. From this patio, the visitor will be able to enter the pavillion, visit the exhibition and exit on the opposite side: in the vast, open, public space. Il progetto interpreta il Mediterraneo come luogo d incontro, di contaminazione di culture e sapori. L esperienza che si offre al visitatore è un paesaggio costruito su due atmosfere distinte: il grande spazio centrale, che attraversa l area in diagonale, evoca il mare attraverso un pavimento in gomma colata azzurra all interno del quale sono disposte sedute, coperture e aree ricreative. Su questo spazio centrale si affacciano i singoli paesi. Le facciate hanno dimensione costante e sono in metallo microforato in modo da ricreare le immagini più rappresentative delle identità nazionali. La seconda atmosfera è vissuta all interno degli stretti passaggi tra i padiglioni, nei quali sono ricreati artificialmente con immagini, suoni e odori i paesaggi del mediterraneo riconducibili ai cinque alimenti principali: vite, ulivo, grano, erbe aromatiche e agrumi. Verso l esterno del lotto ogni padiglione nazionale dispone di un patio privato nel quale svolgere attività all aperto ed accedere all interno del padiglione, attraversarlo ed uscire dal lato opposto: nel grande spazio centrale. CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 22/23

26 CONCEPT DIAGRAM Concept DIAGRAMMI CONCETTUALI DI PROGETTO Grid Units Main space Patios The Cluster arrangement breaks the grid of the Expo s plan All the pavilions overlook the common space expressing their identity The Cluster s main path runs across the common area within the pavillions The pavillions have an open space reminiscent the typical patios The ingredient s landscape Il paesaggio degli ingredienti A crossroad of flavours Un crocevia di sapori Pavilions Narrow paths Common space Umbrellas Each country organises a national exhibition Cluster exhibition shows common mediteranean landscapes The pavement recreates the idea of the sea, a common meeting space Some umbrellas define spaces for market and catering Te c GROUND FLOOR Eg yp M t oro cc Le o ba no nic al n ro om PLANIMETRIA PIANO Alb an c w w w c PLANIMETRY c ia C yp ru s w c w c TERRA Lib ya C ro ati w c w c a M alt a Alg eri w c w c a M on om c w c w c w ro gro ia e al ne is ec A CROSSROAD OF FLAVOURS nic te re n Tu G Te c

27 FIRST FLOOR UNIT PLAN PIANTA TIPO PIANO c w w c PRIMO DELLE UNITÀ CLUSTER SECTION AND PAVILION SECTION SEZIONE DEL PADIGLIOZNE E SEZIONE DEL CLUSTER CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 24/25

28 BIRD EYE VIEW VISTA A VOLO D UCCELLO A CROSSROAD OF FLAVOURS

29 COMMON CENTRAL SPACE VIEW VISTA SPAZIO PUBBLICO CENTRALE CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 26/27

30 PATIO VIEW VISTA DI UN PATIO A CROSSROAD OF FLAVOURS

31 NIGHT LIFE VIEW NIGHT LIFE VIEW CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 28/29

32 THE WHITE DREAM Students Bahaa El Awar Politecnico di Milano Gianluca Ferriero - Seconda Università di Napoli Maria Gelvi - Seconda Università di Napoli Antonela Saliaj - Politecnico di Milano Nada Mohamed Nageeb Ahmed Tarkhan - American University of Cairo Concetta Tavoletta - Seconda Università di Napoli Francesco Vozza - Seconda Università di Napoli THE WHITE DREAM

33 CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 30/31

34 The cluster is inspired from the image of the Mediterranean city. Colours, flavours and smells create a unique cultural experience capable of synthesizing, in few minutes, the emotions and the elements of the Mediterranean spirit and culture. The sea, a big common space in the project, keeps together the different cultural identities, and in the declination of the theme The Street Life, it hosts performances, market and events. Four kitchens, like islands in the sea, act like centres of attraction and enhance the food experience bio-mediterranean. Il cluster è ispirato dall immagine della città mediterranea. Colori, sapori e odori creano un esperienza culturale unica capace di sintetizzare, in pochi minuti, le emozioni e gli elementi della cultura e dello spirito mediterraneo. Il mare, grande spazio comune del progetto, tiene insieme le diverse identità culturali e, nella declinazione del tema della vita di strada, ospita spettacoli, mercato ed eventi. Quattro cucine, come isole nel mare, agiscono come poli di attrazione ed esaltano la food experience bio-mediterranea. THE WHITE DREAM

35 The design emphasizes on the elements of comfort and being at home where cultural boundaries are erased and reformed in the light of the newly merged cultural fabric. Four kitchen areas act as forces of attraction, here the user can experience all shades of diversity as well as viewing the process of food preparation. Acting as the main pillars of the common area, they start shaping a skyline synthesis of Mediterranean landscape. Concerning the layout, a geographical location base was overlaid on the units. This creates close proximity within countries that have similar characteristics and culture. As a result, three islands are created within the interior space of the cluster. This allows each group of countries to share a more intimate public space in which they are free to host smaller activities to attract the public. These sub-spaces created by the three enclosures all spill into the bigger common area which is metaphorical sea of interaction. Gli elementi del progetto, nel definire un ambiente confortevole e familiare, costruiscono un paesaggio in cui le identità culturali dei dodici paesi ospitati dal cluster divengono protagoniste di una fusione culturale. Quattro cucine, dalle forme evocative, sono poli di attrazione dove il visitatore, assistendo al processo di preparazione del cibo, può sperimentare tutte le diverse sfumature della cucina mediterranea. Le cucine sono anche i pilastri principali della copertura leggera della zona comune, sintesi formale dello skyline della città mediterranea. Le unità si dispongono lungo il perimetro dell area secondo un ordine geografico che disegna tre isole omogenee per caratteristiche morfologiche e culturali. Le isole consentono ad ogni gruppo di paesi di condividere uno spazio pubblico più intimo in cui è possibile ospitare le attività degli street performer. A loro volta, senza soluzione di continuità percettiva, questi luoghi confluiscono nel grande mare centrale, spazio metaforico di incontro e relazione. CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 32/33

36 PLANOVOLUMETRY OF THE CLUSTER PLANOVOLUMETRIA DEL CLUSTER GROUND PLAN OF THE CLUSTER PIANTA PIANO TERRA DEL CLUSTER THE WHITE DREAM

37 UPPER FLOOR TYPE PLAN TIPOLOGIE DEL PRIMO LIVELLO RENDERED VIEW VISTA RENDERIZZATA CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 34/35

38 RENDERED VIEW VISTA RENDERIZZATA RENDERED VIEW VISTA RENDERIZZATA THE WHITE DREAM

39 TRASVERSAL SECTION AND LONGITUDINAL SECTION SEZIONE TRASVERSALE E SEZIONE LONGITUDINALE UNIT TRASVERSAL SECTION SEZIONE TRASVERSALE DELL UNIT CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 36/37

40 RENDERED VIEW VISTA RENDERIZZATA RENDERED VIEW VISTA RENDERIZZATA THE WHITE DREAM

41 FIRST FLOOR UNIT PLAN PIANTA TIPO PIANO PRIMO DELLE UNITÀ CLUSTER INTERNATIONAL WORKSHOP BIO-MEDITERRANEUM 38/39

42 Contributors Anna Barbara (Politecnico di Milano), Elisa Bianco (Slow food), Stefano Bocchi (Università degli Studi di Milano), Antonella Bruzzese (A12), Carlo Cracco (Cracco Restaurant), Kengo Kuma (Kuma&Associates), Marti Guixé (Guixé), Stefano Mirti (Id Lab), Michael Radtke (MAR Architects), Davide Rampello (Triennale), Emanuele Rossetti (Nüssli), Andrea Sinigaglia (ALMA) New media communication viapiranesi Simona Galateo Claudia Saglimbeni Graphic Andrea Manciaracina Orsetta Mangiante Maria Tasca Umberto Tolino Special thanks to Movie Design Lab (INDACO Politecnico di Milano), The Producers S.A.S., Lab Photo (INDACO Politecnico di Milano), Laboratorio Modelli e Prototipi (INDACO Politecnico di Milano), Area comunicazione e relazione esterne, Area gestione infrastrutture e servizi, METID Metodi e Tecnologie Innovative per la Didattica (Politecnico di Milano)

43

44

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

Shanghai tip - Antibodi

Shanghai tip - Antibodi Shanghai tip - Antibodi InternoShangai210x240:Fjord Malmo_01_risg1 12-02-2008 11:43 Pagina 1 Shanghai tip - Antibodi InternoShangai210x240:Fjord Malmo_01_risg1 12-02-2008 11:43 Pagina 2 InternoShangai210x240:Fjord

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun ABRUZZO La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The sun 133 chilometri di costa, lungo la quale si alternano arenili di sabbia dorata

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Catering fieristico e Banqueting per ogni evento di business L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Credo che un buon cibo, preparato con ingredienti di qualità e un equilibrato

Dettagli

wood 8.1 Una collezione racconta il mondo. Passioni, impulsi e sogni di chi la disegna, di chi la possiede. Alcune durano una stagione, altre una vita intera. Ma una collezione di arredi inventa uno stile,

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO Poste ALL. 15 Informazioni relative a FDA (Food and Drug Administration) FDA: e un ente che regolamenta, esamina, e autorizza l importazione negli Stati Uniti d America d articoli che possono avere effetti

Dettagli

MOVE. Model: MOVE - SISTEM: UNIKO - Handle: 0IT1510025

MOVE. Model: MOVE - SISTEM: UNIKO - Handle: 0IT1510025 129129 MOVE Model: MOVE - SISTEM: UNIKO - Handle: 0IT1510025 La meraviglia è saper guardare il mondo con altri occhi. Wonder means looking at the world with different eyes. 132133 OASIS wonder & surprise

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

ITALTRONIC SUPPORT ONE

ITALTRONIC SUPPORT ONE SUPPORT ONE 273 CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 6071 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente Supporti modulari per schede elettroniche agganciabili su guide DIN (EN 6071) Materiale: Poliammide

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual.

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual. MANUALE CASALINI M10 A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even people who come from the same brand

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

company P R O F I L E

company P R O F I L E company P R O F I L E la nostra azienda about us PASSIONE E TRADIZIONE NEL NOSTRO PASSATO PASSION AND DEEP-ROOTED TRADITION Lavorwash nasce nel 1975 ed è da oltre 35 anni uno dei maggiori produttori al

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

S E A I S E C O N O M Y, S E A I S W O R K

S E A I S E C O N O M Y, S E A I S W O R K S E A I S E C O N O M Y, S E A I S W O R K E X P O & C O N F E R E N C E Venice, October 21st 23rd, 2015 www.workatseaworld.com AN EVENT BY CONTENT PARTNER OF THE COLLATERAL EVENT OF EXPO MILAN 2015 WORK

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

Guida per gli espositori How to participate

Guida per gli espositori How to participate FIERA MONDIALE DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 28-31 MAGGIO 2015 - FABBRICA DEL VAPORE - MILANO 2015, MAY 28-31 - FABBRICA DEL VAPORE - MILANO Guida per gli espositori How to participate Che cos è Milano

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori

Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori Scegliere la sostenibilità: decisioni e decisori Claudio Cecchi Lezioni di Ecoomia del Turismo Roma, 26 novembre 2012 Dall agire al governo delle azioni nella sostenibilità I soggetti che agiscono Individui

Dettagli

Che Cos'e'? Introduzione

Che Cos'e'? Introduzione Level 3 Che Cos'e'? Introduzione Un oggetto casuale e' disegnato sulla lavagna in modo distorto. Devi indovinare che cos'e' facendo click sull'immagine corretta sotto la lavagna. Piu' veloce sarai piu'

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli