Relazionarsi con gli attori del sistema pubblico e privato del settore; Caratteristiche del sistema turistico domanda- offerta prodotto;

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazionarsi con gli attori del sistema pubblico e privato del settore; Caratteristiche del sistema turistico domanda- offerta prodotto;"

Transcript

1 ANNO 1 I SEMESTRE TITOLO UNITA FORMATIVA ABILITA OGGETTO DI SVILUPPO Modulo introduttivo al percorso: Costruzione del gruppo e presentazione strumenti di auto sviluppo Il modulo ha l'obiettivo di avviare un processo di integrazione tra i componenti del gruppo come necessario presupposto all apprendimento collaborativo; all'interno del modulo una parte significativa è attribuita alla illustrazione degli obiettivi e modalità di utilizzo degli strumenti proposti dal percorso quali relazione, piattaforma, diari,allo scopo di far percepire il loro significato funzionale alla crescita individuale,ed alla presentazione dei ruoli organizzativi. 35 ore ( 20 doc.; 10 a.;5 couns.) UF 11 Il prodotto turistico: il rapporto tra ambiente e mercato Correlare le principali caratteristiche geografiche, storico-culturali, artistiche e logistiche del territorio di riferimento alla proposta del prodotto/servizio di benessere; Relazionarsi con gli attori del sistema pubblico e privato del settore; Caratteristiche del sistema turistico domanda- offerta prodotto; Organizzazione del sistema turistico a livello europeo, nazionale locale; La ricerca delle peculiarità del territorio per sviluppare la proposta di benessere; Attori della filiera turistica: definizione e modelli di business; 100( 24 doc.;12 doc. ; 40 uscita visite; 16 sistematizzazione esperienza.;8 studio) Mod Il target del benessere Correlare le principali caratteristiche geografiche, storico-culturali, artistiche e logistiche del territorio di riferimento alla proposta del prodotto/servizio di benessere; Scenari economici politici, sociali e geografici che hanno impatto sulla domanda di benessere; 25 ore( 16 doc.; 1 a.; 8 studio) UF 12 Legislazione del turismo Conoscere generale il quadro normativo di riferimento europeo, italiano e della provincia di Trento per svolgere le attività operative e gestionali oggetto di studio in altre unità formative Legislazione turistica Turismo sostenibile 25 ( 16 doc.;8 a.;1 studio) UF1 Principi organizzativi Disegnare le mansioni lavorative e predisporre la ripartizione dei carichi di lavoro Definire ruoli ed incarichi del personale Fornire informazioni funzionali al coordinamento dei diversi reparti della struttura Organigrammi e funzioni grammi

2 Le principali forme di flessibilità organizzativa Divisione e coordinamento del lavoro Ruoli competenze 25 ( 13 doc.; 10 a.; 2 studio) UF 16 Qualità e sicurezza nel Centro benessere Stabilire parametri di qualità e applicare i criteri di sicurezza Tipologie e caratteristiche dei servizi offerti nel centro benessere Normativa vigente delle SPA in materia di igiene sicurezza e salvaguardia ambientale Fattori esogeni ed endogeni che determinano la qualità totale 25 ( doc.; 9 aut.) Mod. D Diagnosticare problemi individuare soluzioni Rilevare di dati relativi allo svolgimento di processi lavorativi e delle tecnologie impiegate; Rilevare e risolvere anomalie che si manifestano nei processi lavorativi; Utilizzare strumenti di laboratorio per la diagnosi di guasti e anomalie; Utilizzare modelli logici, algoritmi matematici e tecniche statistiche per la diagnosi di guasti e anomalie; Individuare criticità dei processi di produzione di beni e servizi in rapporto ai diversi profili di attenzione; Prospettare soluzioni e proposte di miglioramento Principi scientifici e tecnologie dell area di riferimento; Calcolo di indicatori relativi ai processi ed al funzionamento delle tecnologie impiegate; Elementi di statistica descrittiva; Strumenti statistici per la Qualità (diagrammi causa effetto, diagrammi di Pareto, ecc) 30 (20 doc; 5 a.; 5 counseling) UF 2 Il prodotto ed i processi di base del Centro benessere Definire i protocolli relativi alle modalità, tempi, luoghi di produzione ed erogazione del servizio Processi, attività, carichi di lavoro Il funzionamento del front e del back office 35 ( 25 doc.; 5 a.; 5 counseling) UF 3 Processi del servizio ricettivo collegati al Centro benessere Definire i protocolli relativi alle modalità, tempi, luoghi di produzione ed erogazione del servizio

3 Processi, attività, carichi di lavoro Il funzionamento del front e del back office 38 (25 doc; 5 a.;5 couns.) UF 4 Prodotti e processi del servizio termale Definire i protocolli relativi alle modalità, tempi, luoghi di produzione ed erogazione del servizio Processi, attività, carichi di lavoro Il funzionamento del front e del back office 50 ( 30 d.; 10 a.; 10 studio) Mod. B Stili di relazione e comunicazione con clienti e collaboratori Comprendere le esigenze ed i punti di vista dei propri interlocutori; Gestire le relazioni in modo assertivo nella chiarezza degli impegni reciproci; Gestire le relazioni con interlocutori problematici e in situazioni conflittuali; Condurre trattative negoziali e stabilire accordi Concetti base e tecniche relative alla comunicazione assertiva; Concetti base e tecniche relative alla gestione dei conflitti Tecniche di negoziazione 25 (20 doc.; 3 a. ; 2 studio) UF 28 Praticantato: il prodotto ed i processi di base del Centro benessere (150 ore) L unità formativa ha l obiettivo di portare i partecipanti ad individuare modalità, tempi e luoghi di produzione del servizio nei centri benessere al fine di comprendere i processi operativi e le connessioni tra i servizi come presupposti per la loro organizzazione e gestione 138 in azienda ; 10 sistematizzazione in aula ; 2 counseling) UF 29 Praticantato: processi del servizio ricettivo collegati al Centro benessere ( 150 ore) Il praticantato ha l obiettivo di portare i partecipanti a conoscere e sperimentare le modalità di funzionamento del front office (per la conoscenza delle presenze, delle caratteristiche della clientela; il coordinamento della gestione delle promozioni di prodotti e servizi del centro benessere e dei rapporti con il cliente), dell housekeeping (per i rifornimenti necessari, per rispondere a particolari esigenze della clientela per allestimento delle camere), della cucina(per la conoscenza dei tempi e modalità di produzione di menu dietetici), dell economato (per la gestione degli ordini e la fatturazione dei servizi), della manutenzione(per le esigenze e segnalazioni di intervento su attrezzature e problematiche del centro benessere) 138 in azienda ; 10 sistematizzazione in aula ; 2 counseling)

4 ANNO 1 II SEMESTRE UF 303 Praticantato: prodotti e processi del servizio termale (150 ore) Mod. 2.1 Meccanismi di integrazione Il praticantato ha l'obiettivo di far identificare i protocolli relativi alle modalità di erogazione dei servizi termali a partire da una corretta comunicazione delle offerte al front-office, ai criteri di organizzazione del servizio stesso con il controllo della qualità inerente l applicazione del mezzo termale, per arrivare ad una pianificazione del lavoro giornaliero. 138 in azienda ; 10 sistematizzazione in aula ; 2 counseling) Il modulo ha l'obiettivo di mettere in evidenza i processi di integrazione tra il Centro benessere e le organizzazioni cui fa riferimento, ovvero centro termale o unità ricettiva. Processi, attività, carichi di lavoro Il funzionamento del front e del back office 25 ( 16 doc. ; 8 a.; 1 couns.) UF 26 Inglese 1 Redigere comunicazioni tecniche, commerciali e promozionali in lingua inglese Utilizzare la lingua inglese nelle conversazioni con i diversi interlocutori 75 ( 60 doc.; 10 a.; 5 couns.) UF 7 Principi di gestione economica Analizzare costi e ricavi Individuare i fattori critici e di successo Gestire il budget aziendale di competenza Predisporre rapporti, tabulati e bilanci di previsione Rilevare e analizzare i dati relativi alla situazione economico/finanziaria Elementi di economia aziendale Parametri di efficienza produttiva e vantaggio economico Indicatori per analisi di bilancio 75 ( 50 doc.; 15 a.; 10 counseling ) Mod. 7.1 Il sistema informatico per la gestione Il modulo ha l obiettivo di far acquisire abilità nell utilizzo di programmi e pacchetti applicativi informatici in uso nel settore. 50 ( 30 doc; 15 a.; 5 counseling) Mod. 6.1 Elementi di resource management Analizzare i fabbisogni professionali del Centro benessere e individuare le caratteristiche qualitative e quantitative delle risorse umane necessarie Individuare ruolo e posizionamento del dipendente all interno del team Elementi di re source management

5 25 ( 16 doc.; 5 a.; 4 couns.) Mod. 6.2 Selezione Effettuare colloqui di selezione e la scelta del personale da inquadrare Canali di ricerca per il reclutamento Criteri di lettura e valutazione dei curricula Nozioni di metodologie e tecniche di selezione del personale La gestione del colloquio 35 ( 16 doc.+4 test.;10 a.;5couns.) Mod 6.3 Formazione e sviluppo Elaborare le linee guida del piano di formazione continua Effettuare azioni di addestramento on the job del personale operativo Monitorare la qualità delle relazioni interne all azienda al fine di risolvere le criticità Motivare ed incentivare il personale valutando fabbisogni formativi Metodiche di analisi delle organizzazioni come sistemi socio-tecnici Tecniche di rappresentazione di processi e procedure di lavoro Tecniche per la valutazione dei processi e la formulazione di proposte di miglioramento Metodologie per il disegno delle procedure in materia di sicurezza del lavoro Metodologie per gestire l addestramento del personale operativo Tecniche di gestione del team 25 (16 doc.; 8 a.; 1couns.) Mod. 6.4 Principi e norme contrattuali Curare l esercizio del potere disciplinare Le norme che disciplinano il contratto di lavoro del settore di riferimento 25 (16 doc.; 8 a.;1 couns.) UF 5 Organizzazione del lavoro Creare piani di lavoro Organizzare i turni di lavoro in un ottica di massima performance nella distribuzione degli stessi Monitorare e valutare le prestazioni degli addetti Individuare gli elementi che influiscono su un efficace organizzazione del lavoro Criteri di progettazione dell organizzazione del lavoro e delle risorse umane in un unità/servizio ricettivo La micro organizzazione del lavoro L organizzazione del lavoro e la sua valutazione La S.W.O.T. analisys

6 25 (16 doc. ;8 a. ; 1 couns.) Mod. C Leadership e gestione del gruppo Partecipare alla realizzazione di progetti assumendo la responsabilità di specifiche attività nell ambito del gruppo di lavoro incaricato (team di progetto); Comprendere i propri punti di forza e debolezza rispetto a situazioni di lavoro in team; Assumere su delega il coordinamento di personale operativo facente parte del gruppo di lavoro; Contribuire alla soluzioni di problemi relazionali che possono intervenire nei gruppi di lavoro Le dinamiche psico-sociali nei gruppi di lavoro La gestione delle riunioni e la valutazione dei risultati; La leadership nei gruppi di lavoro Team building 25 (16 doc.;8 a.;1 couns.) UF 31 Praticantato: organizzazione del lavoro (150 ore) Il praticantato ha l'obiettivo di far sperimentare criteri e modalità di definizione dell'organizzazione del lavoro, attraverso la pianificazione dei turni, la verifica della qualità del servizio erogato, la produttività delle risorse impiegate 132 in azienda; 16 sistematizzazione esp.; 2 couns.) UF 13 Marketing come modalità di acquisizione dati Individuare le fonti documentali e relazionali utili a disporre di dati aggiornati Utilizzare criteri e metodi di analisi delle informazioni, delle norme, dei dati finalizzate ad individuare opportunità offerte dal territorio Adottare un metodo di raccolta dati significativo rispetto al fenomeno da valutare Utilizzare software ed archivi dedicati Marketing come processo di informazione,raccolta, trattamento ed interpretazione dei dati Marketing come processo di informazione,raccolta, trattamento ed interpretazione dei dati; Principali fonti di raccolta dati a livello europeo /locale; Elementi di statistica; 25 (16 doc.;8 a.;1 couns.) UF 14 Analisi e interpretazione dei dati di marketing Esaminare i dati relativi all andamento dei consumi turistici, dei target di interesse Rilevare il grado di competitività della struttura Utilizzare strategie di lettura ed analisi delle informazioni e dei dati, finalizzate a ideare, posizionare, riposizionare il servizio richiesto e ad individuare possibilità di sviluppo Utilizzare software ed archivi dedicati

7 I principali metodi di rilevazione ed analisi statistica Segmentazione, targeting, posizionamento 30 ( 16 doc.;10 a.; 4 couns.) UF 15 Costruzione del prodotto /servizio Scegliere linee cosmetiche adeguate ad un servizio di qualità ed in linea con il posizionamento dell azienda Attuare politiche di prezzo, di promozione e lancio, di distribuzione dell offerta Definire la struttura tariffaria dei servizi Predisporre uno SPA menu Analisi di fattibilità di un prodotto/servizio relativo al settore benessere Elementi di economia aziendale Politiche di pricing 50 ( 40 doc.; 10 a.) ANNO 2 III SEMESTRE UF 9 Criteri e tecniche di approvvigionamento Scegliere le aziende fornitrici secondo parametri di convenienza, efficienza e qualità Interagire con gli operatori di settore per avviare contratti di acquisto, manutenzione, assistenza e formazione Strumenti di diagnosi aziendale di base Tecniche di problem solving, decision taking, di controllo della conversazione e di superamento delle obiezioni Gli accordi commerciali I contratti di compravendita La redazione degli ordini di servizio e relazioni a carattere tecnico Sistemi di controllo del budget Tecniche di segmentazione e monitoraggio dei fornitori Normativa e tecniche relative alla vendita e contrattualizzazione con gli interlocutori della filiera 25 (16 doc.; 9 a.) UF 32 Praticantato: criteri e tecniche di approvvigionamento (100 ore) Il praticantato ha l obiettivo di far sperimentare criteri e tecniche di approvvigionamento secondo le procedure richieste in merito a capitolati, preventivi, ordinativi e contratti. 88 in azienda; 10 sistematizzazione; 2 couns.)

8 UF 17 Influenza del territorio sulle scelte di design Scegliere infrastrutture, arredamenti tecnici, attrezzature,forniture varie e prodotti cosmetici al fine di ottimizzare il processo operativo e la valorizzazione delle filiere produttive territoriali. Valutare il rispetto delle sequenze di percorsi di trattamento diversificati Caratteristiche standard, strumentali e di funzionalità delle principali infrastrutture della SPA Nuovi trend emergenti Ecosostenibilità La ricerca delle filiere produttive di settore presenti sul territorio locale e nazionale 25 ( 16 doc. + 4 test. ; 5 a.) UF 18 Utilizzo degli spazi come elemento di efficienza organizzativa e di comunicazione al cliente Organizzare e controllare l allestimento degli spazi di lavoro Ottimizzare il processo operativo in accordo con elevati standard qualitativi L ambiente come strumento di comunicazione Layout espositivo e visual merchandising Metodologie e sistemi di controllo della qualità 25 ( 20 doc.; 5 a. ) UF 25 Project management Contribuire ad impostare e gestire un progetto nelle sue varie fasi (avvio, pianificazione, attuazione, controllo e chiusura); Valutare i costi e i tempi di attuazione; Valutare i fattori di rischio (fattori critici di successo); Impostare il Piano di Qualità di un progetto; Monitorare e documentare lo svolgimento di un progetto Metodologie e tecniche di Project Management; Tecniche di Reporting (Dossier di progetto, verbali delle riunioni di progetto, ecc) Ruolo del Project Manager 25 ( 16 doc.; 8 a.; 1 couns.) UF 33 Praticantato: costruzione del prodotto/servizio (150 ore Il praticantato ha l obiettivo di consentire l analisi delle variabili che hanno determinato il prodotto/servizio.della realtà in cui i partecipanti sono inseriti. Ha inoltre l obiettivo di far sperimentare, in affiancamento al responsabile dell unità, modalità e criteri per innovare il prodotto/servizio in rapporto alle specificità del target. 132 in azienda; 16 sistematizzazione; 2 couns.) UF 21 Interpretare i dati quali-quantitativi relativi all andamento dei consumi turistici (occupazione presenze, tariffe, consumi dei prodotti e servizi offerti) del target di Marketing strategico e

9 operativo interesse Confrontare i dati di performances della propria struttura con quelli della concorrenza per individuare azioni correttive Individuare le leve del marketing mix utili a posizionare il prodotto Documentare le fasi del processo di valorizzazione delle risorse del territorio Utilizzare forum e social network per dialogare con le comunità professionali di riferimento Definire fonti e modalità utili per il proprio aggiornamento continuo Impostare e gestire programmi di autoaggiornamento Tecniche di analisi della concorrenza Tecniche di marketing strategico ed operativo in ambito turistico Marketing di destinazione turistica S.W.O.T analysis Problem solving come modalità per perseguire la soddisfazione del cliente Tecniche di benchmarking 25 ( 20 doc.; 4 a.; 1 couns.) UF 22 La commercializzazione del prodotto/servizio Individuare strategie competitive del valore per il cliente Individuare le specifiche azioni di vendita differenziate in base al target Promuovere strategie di incentivazione per i collaboratori volte a favorire la vendita di servizi e prodotti Valutare i risultati del processo di vendita e la redemption Criteri di individuazione ed analisi del cliente potenziale Sales marketing plan Strategie di pricing Canali di vendita dei pacchetti e servizi wellness Tecniche di gestione del portafoglio clienti 50 (40 doc.; 8 a.; 2 couns.) Mod L uso del web nella commercializzazione Utilizzare software ed archivi dedicati al settore Informatica applicata all elaborazione dei dati statistici; 25 ( 16 doc.; 9 a.) Mod Identificare modalità di vendita del servizio

10 Tecniche di vendita Le fasi del processo di vendita Le tecniche di vendita Le regole per essere un consulente di successo 25 (16 doc.;9 a.) Mod. A Tecniche di comunicazione promozionale e public speaking Preparare e gestire una esposizione orale (illustrazione di un prodotto / servizio; spiegazione ad un collaboratore, ecc) Verificare la comprensione di una comunicazione da parte dei destinatari; Preparare e stendere un documento scritto (relazione tecnica, procedura di lavoro, ecc) Linguaggio tecnico delle discipline di riferimento Public Speaking; Metodologie di Technical Writing; Strumenti Office a supporto della preparazione/di un testo 25 ( 16 doc.; 8 a.; 1 couns.) UF 23.1 Criteri e strumenti di promo comunicazione Identificare il processo e gli strumenti della comunicazione promozionale Ideare e valutare modalità di visibilità sul web del prodotto / servizio Identificare gli elementi descrittivi del prodotto servizio da inserire nella comunicazione promozionale istituzionale e specifica Valutare l efficacia dei canali di social networking per la comunicazione del proprio prodotto e servizio Sviluppare i rapporti con gli attori della filiera turistica Processo e strumenti della comunicazione promozionale: analisi del pubblico, organizzazione e stesura del messaggio gestione del feed back, valutazione della redemption Criteri che definiscono il posizionamento / visibilità dell informazione sul sito web Tecniche di analisi della concorrenza 30 ( 20 doc lab.) UF 23.2 Customer relationship management Elaborare e promuovere piani di azione volti alla fidelizzazione della clientela Utilizzare il data base di marketing per promuovere azioni di fidelizzazione del cliente Nozioni di customer care e customer satisfaction Definizione del customer profyling Strumenti di fidelizzazione della clientela Costruzione di un piano di social marketing

11 Criteri e strumenti per la fidelizzazione del cliente 25 ( 20 doc.; 5 a.) UF 34 Praticantato: marketing e commercializzazione (150 ore) Il praticantato ha l obiettivo di far analizzare i criteri e le politiche utilizzate per la commercializzazione del prodotto nelle specifiche realtà attraverso l analisi del piano di vendite, degli strumenti di comunicazione utilizzati in rapporto al target e di valutazione della redemption. 132 in azienda; 16 sist.; 2 couns.) ANNO 2 IV SEMESTRE UF 24 Costruzione delle reti Individuare i modelli di business che caratterizzano gli attori, o potenziali operatori, della filiera turistica ed i presidi organizzativi dell unità Individuare le figure funzionali allo sviluppo del progetto Criteri di lettura delle imprese e del loro business 20 (12 doc.; 8 a.) UF 27 Inglese 2 Redigere comunicazioni tecniche, commerciali e promozionali in lingua inglese Utilizzare la lingua inglese nelle conversazioni con i diversi interlocutori 75 (50 doc.; 20 a.; 5 couns.) UF 8 Pianificazione e controllo dei costi di gestione Interpretare i dati aziendali in funzione dell elaborazione di un bilancio relativo a indici e flussi Analizzare i dati relativi all andamento economico passato, presente e alle tendenze del breve/ medio periodo Applicare i sistemi di misurazione aziendale e tecniche di calcolo della produttività Applicare criteri di controllo di gestione Effettuare analisi relative al costo del servizio (direct cost, full cost) e loro implicazioni in termini di marketing Valutare possibili azioni di cost improvement Elementi di statistica Elementi di economia (calcolo dei costi ) Il sistema dei costi

12 Fondamenti di gestione economica dell impresa (l equilibrio economico e la remunerazione dei fattori produttivi, lettura del bilancio, ecc. ) Concetti base relativi al controllo di gestione Tecniche di valutazione del costo del prodotto / servizio Tecniche di valutazione costi /benefici tra alternative decisionali Concetti base relativi all analisi degli investimenti La competizione commerciale (elementi base di marketing) Le risorse soft di una azienda (immagine, reputazione e fiducia degli stakehoder, rapporti con il territorio Docenza frontale,esercitazioni sull'utilizzo di pacchetti applicativi per la gestione individuali ed in sottogruppi. 75 (50 doc.; 20 a.; 5 couns.) UF 19 Management della sicurezza Docente individuato Sovrintendere all applicazione di metodiche e tecniche di igiene e pulizia degli spazi, degli strumenti e delle attrezzature Promuovere comportamenti di prevenzione corretti e consapevoli di prevenzione Sovrintendere all applicazione di metodiche di manutenzione ordinaria degli strumenti e delle attrezzature attinenti alla produzione dei servizi Normative e dispositivi igienico-sanitari a tutela della sicurezza della persona e del ambiente D.LSG.81/2008 La manutenzione delle infrastrutture SPA: metodologie e sistemi di controllo Metodi per la rielaborazione delle situazioni di rischio Normativa ambientale e fattori di inquinamento Tecniche di rilevazione delle situazioni di rischio 25 ( 12 doc + 4 test.+ 1 couns.) UF 20 Indicatori per la pianificazione e il controllo del servizio Monitorare la qualità dei servizi erogati nel percorso benessere Rilevare le best practices e le aree critiche suscettibili di intervento e di sviluppo Monitorare statisticamente il grado di soddisfazione della clientela del centro benessere rispetto al servizio erogato Elaborare report di valutazione Identificare correttivi e possibili azioni di miglioramento Metodologie di analisi e monitoraggio dei processi produttivi dei servizi Tecniche di intervista Analisi statistica della qualità del servizio

13 Indici di produttività e redditività Il sistema qualità applicato al settore Il report di valutazione: criteri e caratteristiche compositive 25 (16 doc.; 8 a.; 1 couns.) UF 35 Praticantato: indicatori per la pianificazione e il controllo del servizio (150 ore) Il praticantato ha l'obiettivo di far sperimentare un attività di supervisione complessa prendendo in esame tutte le variabili che consentono di verificare l'efficacia /efficienza del servizio, sia dal punto di vista dei parametri economici che di soddisfazione del cliente 132 in azienda 16 sistematizzazione 2 couns. UF 10 Controllo dell efficacia/efficienza organizzativa Analizzare l organizzazione in funzione della politica di servizio e dei costi Rilevare elementi critici di funzionamento dell organizzazione interna rispetto agli obiettivi e alle strategie aziendali Valutare la produttività di ogni collaboratore in funzione del target mensile/annuale Applicare il sistema di misurazione della qualità riferita al cliente interno ed esterno Effettuare analisi costi/benefici rispetto ad alternative di organizzazione dei processo lavorativi e decisioni di investimento Individuare strategie per lo sviluppo della competitività dell impresa Metodologie di analisi e diagnosi organizzativa Fondamenti di gestione economica dell impresa (equilibrio economico e la remunerazione dei fattori produttivi, lettura del bilancio, ecc. ) Concetti base relativi al controllo di gestione Tecniche di valutazione del costo del prodotto / servizio Tecniche di valutazione costi /benefici tra alternative decisionali Concetti base relativi all analisi degli investimenti La competizione commerciale (elementi base di marketing) Le risorse soft di una azienda (immagine, reputazione e fiducia degli stakehoder, rapporti con il territorio) 25 (16 doc.; 6 a.;3 couns.) UF 36 PRATICANTATO FINALE: progettazione, organizzazione e gestione del servizio/prodotto benessere (400 ore) Il praticantato ha lo scopo di far sperimentare agli allievi il presidio gestionale/manageriale di processi di costruzione/gestione/controllo di servizi, individuati con l azienda ospite e coerenti con il profilo professionale in uscita. 380 in azienda; 16 sistematizzazione; 4 couns.)

14 LEGENDA Doc. = ore destinate alla docenza frontale in aula A. = ore destinate all autoformazione assistita ( ore studio a casa con eventuale guida a distanza del docente) Couns.= ore destinate a studio o colloquio con un tutor dell apprendimento

Tecnico commerciale delle vendite. Standard della Figura nazionale

Tecnico commerciale delle vendite. Standard della Figura nazionale Tecnico commerciale delle vendite Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE 1 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente

Dettagli

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte. CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Referenziazioni della Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Referenziazioni della Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 13. TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 5. Professioni qualificate

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

Istituto Tecnico AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING. Profilo di uscita

Istituto Tecnico AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING. Profilo di uscita Istituto Tecnico AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Profilo di uscita Il Perito in Amministrazione, finanza e marketing ha competenze specifiche nel campo dei macrofenomeni economico aziendali nazionali

Dettagli

CATALOGO CORSI INTERAZIENDALI 2013

CATALOGO CORSI INTERAZIENDALI 2013 CATALOGO CORSI INTERAZIENDALI 2013 1 Il coaching nella gestione delle risorse umane 2 L iniziativa personale in azienda 3 La comunicazione telefonica nel recupero crediti 4 Team Working 5 Team Building

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE

TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER LA RISTORAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TERRITORIALI E DELLE PRODUZIONI TIPICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE

Dettagli

FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA. Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI

FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA. Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI Analisi di settore e internazionalizzazione (Mip) 2 Formazione

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY TECNICO SUPERIORE RETAIL E MARKET INTELLIGENCE SETTORE MODA-CALZATURA OBIETTIVO DEL PERCORSO Il progetto intende formare una figura

Dettagli

Aree di specializzazione della MAVECO consulting e tematiche oggetto di programmi formativi

Aree di specializzazione della MAVECO consulting e tematiche oggetto di programmi formativi MA.VE.CO. Consulting Aree di specializzazione della MAVECO consulting e tematiche oggetto di programmi formativi Marketing Vendita Comunicazione Marketing Operativo e Strategico (Analisi delle Risorse,

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato Le relazioni con il mercato 1 IL SISTEMA CLIENTE E IL PRESIDIO DELLA RELAZIONE CONSULENZIALE Nella situazione attuale, il venditore deve fornire un servizio sempre più di qualità, trasformandosi nel gestore

Dettagli

Tecnico dei servizi di promozione e accoglienza. Standard della Figura nazionale

Tecnico dei servizi di promozione e accoglienza. Standard della Figura nazionale Tecnico dei servizi di promozione e accoglienza Standard della Figura nazionale Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento:

Dettagli

OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA

OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO SERVIZI COMMERCIALI Denominazione della figura OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 5.1. Professioni

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - IMPIEGATO SERVIZI COMMERCIALI

Dettagli

Tecnico dei servizi di promozione e accoglienza. Standard formativo minimo regionale

Tecnico dei servizi di promozione e accoglienza. Standard formativo minimo regionale Tecnico dei servizi di promozione e accoglienza Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento:

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Operatore ai servizi di vendita. Standard formativo minimo regionale

Operatore ai servizi di vendita. Standard formativo minimo regionale Operatore ai servizi di vendita Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

Operatore ai servizi di vendita. Standard della Figura nazionale

Operatore ai servizi di vendita. Standard della Figura nazionale Operatore ai servizi di vendita Standard della Figura nazionale 115 Denominazione della figura OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

MACRO ARGOMENTO MODULO ABSTRACT DEL PROGRAMMA ORE L' EVOLUZIONE DEL TERMALISMO DAGLI ALBORI ALLA STRADA DELLE TERME

MACRO ARGOMENTO MODULO ABSTRACT DEL PROGRAMMA ORE L' EVOLUZIONE DEL TERMALISMO DAGLI ALBORI ALLA STRADA DELLE TERME PRIMO WEEKEND TOTALE ORE : 0 L' EVOLUZIONE DEL TERMALISMO DAGLI ALBORI ALLA STRADA DELLE TERME Il valore delle Terme per un'offerta turistica integrata di qualità DEFINIZIONI E CONTENUTI DI UNA SPA SALUS

Dettagli

CORSI PER INSERIMENTO NEL MERCATO LAVORO DURATA 350 600 ORE

CORSI PER INSERIMENTO NEL MERCATO LAVORO DURATA 350 600 ORE 1 La Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni, ente di formazione collegato all Unione CTSP di Milano e provincia, propone la seguente offerta formativa: CORSI PER INSERIMENTO

Dettagli

Master Management dell Industria Turistica e Alberghiera #IOHOSCELTO

Master Management dell Industria Turistica e Alberghiera #IOHOSCELTO Master Management dell Industria Turistica e Alberghiera #IOHOSCELTO di accogliere al meglio i miei ospiti nel futuro che ho in mente. CONTESTO ATTUALE Il settore turistico è sempre più importante nel

Dettagli

Tecnico delle lavorazioni artistiche Standard della Figura nazionale (*)

Tecnico delle lavorazioni artistiche Standard della Figura nazionale (*) Tecnico delle lavorazioni artistiche Standard della Figura nazionale (*) (*) L insieme di competenze della presente figura costituisce elemento vincolante, ma non sufficiente dello standard nazionale,

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

Tecnico di cucina. Standard della Figura nazionale

Tecnico di cucina. Standard della Figura nazionale Tecnico di cucina Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO DI CUCINA Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento: ATECO 2007/ISTAT

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 20. TECNICO DEI SERVIZI DI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 20. TECNICO DEI SERVIZI DI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 20. TECNICO DEI SERVIZI DI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 3.4.1.1.0

Dettagli

MARKETING Il piano di marketing

MARKETING Il piano di marketing Università degli studi di Macerata Facoltà di Scienze della comunicazione MARKETING Il piano di marketing Prof. Laura Gavinelli laura.gavinelli@unimc.it Blythe, Fondamenti di marketing, cap. 10 1 Cos è,

Dettagli

A. Gestione d impresa B. Gestione organizzativa del lavoro C. Rapporto con i clienti D. Rapporto con i fornitori

A. Gestione d impresa B. Gestione organizzativa del lavoro C. Rapporto con i clienti D. Rapporto con i fornitori AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 5. TECNICO DELLE LAVORAZIONI ARTISTICHE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6.1.1.3 Tagliatori

Dettagli

MODULO Sistema azienda, organizzazione e strategie nelle imprese

MODULO Sistema azienda, organizzazione e strategie nelle imprese MODULO Sistema azienda, organizzazione e strategie nelle imprese L impresa albergo L organizzazione aziendale e le funzioni operative Corporate internazionali e organizzazioni alberghiere Organizzazione

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - IMPIEGATO SERVIZI MARKETING E COMUNICAZIONE - DESCRIZIONE

Dettagli

per l Azienda Turistica

per l Azienda Turistica Marketing Comunicazione e Internet per l Azienda Turistica Rurale GATEWAY TO LEARNING Il corso è inserito nel Catalogo Interregionale di Alta Formazione www.altaformazioneinrete.it Titolo del corso: Marketing,

Dettagli

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 SENSIBILIZZAZIONE DEI GRUPPI DI INTERESSE ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI, SEMINARI, MEETING, CONVENTION,

Dettagli

Aree di specializzazione e tematiche oggetto di programmi formativi:

Aree di specializzazione e tematiche oggetto di programmi formativi: MA.VE.CO. Consulting www.maveco-consulting.it Tel. 0746-578699 e-mail : info@maveco-consulting.it Cianca Fabrizio : Specializzato in strategie di Marketing, Vendita e Comunicazione. Ha maturato una significativa

Dettagli

ENGLISH STUDIONLINE. INGLESE E GIAPPONESE prezzo. lingua di erogazione del corso. durata abbonamen to. durata corso. azienda erogatrice

ENGLISH STUDIONLINE. INGLESE E GIAPPONESE prezzo. lingua di erogazione del corso. durata abbonamen to. durata corso. azienda erogatrice ENGLISH STUDIONLINE INGLESE E GIAPPONESE prezzo durata corso lingua di erogazione del corso durata abbonamen to azienda erogatrice Corso preparazione al TOEFL 60,00 20 ore inglese English Studio Corso

Dettagli

Percorso di alta formazione TECNICO SUPERIORE MARKETING E WEB STRATEGY PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE NEL SETTORE MODA

Percorso di alta formazione TECNICO SUPERIORE MARKETING E WEB STRATEGY PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE NEL SETTORE MODA 1 Percorso di alta formazione TECNICO SUPERIORE MARKETING E WEB STRATEGY PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE NEL SETTORE MODA OBIETTIVO DEL PERCORSO Il progetto intende formare una figura professionale tecnica,

Dettagli

Master per Food & BEVERAGE MANAGER. Online

Master per Food & BEVERAGE MANAGER. Online Online Istituti Professionali ti aiuta a trovare il percorso giusto per te con la formazione online. Ovunque tu sia. Master per Food & BEVERAGE MANAGER Master per FOOD & BEVERAGE MANAGER Una figura chiave

Dettagli

Corso in Store Management

Corso in Store Management in collaborazione con presenta Corso in Store Management EDIZIONE SICILIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO Gestire la relazione di vendita con efficacia 1 Corso base in commercio estero 2 L efficacia commerciale: corso per operatori al servizio vendita 3

Dettagli

MASTER BREVE HOTEL MANAGEMENT

MASTER BREVE HOTEL MANAGEMENT MASTER BREVE IN HOTEL MANAGEMENT Il Master breve in Hotel Management organizzato dal Centro Studi CTS risponde all esigenze delle imprese alberghiere di inserire personale altamente specializzato e qualificato

Dettagli

EFFICIENZA COMMERCIALE

EFFICIENZA COMMERCIALE EFFICIENZA COMMERCIALE Strumenti e tecniche per l analisi e la gestione dei processi commerciali - 8 ore OBIETTIVI DEL CORSO: La formalizzazione di un piano commerciale per la propria impresa è da sempre

Dettagli

Corsi E-Learning a catalogo

Corsi E-Learning a catalogo E-Learning a catalogo Indice documento gratuiti (12 titoli)... "compliance" (7 titoli)... software & IT (16 titoli)... di lingua (36 titoli)... (136 titoli)... Caratteristiche e modalità di acquisto...

Dettagli

TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA

TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO TURISMO E SPORT Denominazione della figura TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche

L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche Facoltà ECONOMIA (Sede di Rimini) Corso ECONOMIA DELL IMPRESA Classe L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015. I.P.S.A.0.R. di SASSARI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015. I.P.S.A.0.R. di SASSARI PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015 DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA I.P.S.A.0.R. di SASSARI Il docente di Diritto e Tecniche amministrative della struttura ricettiva

Dettagli

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

TECNICO SUPERIORE COMMERCIALE, PER IL MARKETING E PER L ORGANIZZAZIONE DELLE VENDITE

TECNICO SUPERIORE COMMERCIALE, PER IL MARKETING E PER L ORGANIZZAZIONE DELLE VENDITE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE COMMERCIALE, PER IL MARKETING E PER L ORGANIZZAZIONE DELLE VENDITE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Tecnico/a vendite. Ordinamento formativo dell apprendistato di II livello

Tecnico/a vendite. Ordinamento formativo dell apprendistato di II livello Tecnico/a vendite Ordinamento formativo dell apprendistato di II livello 1. Descrizione del profilo professionale 2. Requisiti di accesso 3. Durata dell apprendistato 4. Formazione formale 5. Quadro formativo

Dettagli

per le organizzazioni sanitarie Come migliorare le performance

per le organizzazioni sanitarie Come migliorare le performance per le organizzazioni sanitarie Come migliorare le performance Servizi per le organizzazioni sanitarie Sanitanova ha sviluppato una specifica area dedicata alla consulenza organizzativa, marketing, comunicazione

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 AREA 2 FORMAZIONE TECNICO-MANAGERIALE IRECOOP UMBRIA Ente di formazione professionale di CONFCOOPERATIVE UMBRIA 0 INDICE DEI CORSI A CATALOGO COMUNICAZIONE EFFICACE.....

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione DALLA SCUOLA AL LAVORO (ALTERNANZA) Compito prodotto Realizzare una relazione tecnica sulla ALTERNANZA Competenze mirate assi culturali cittadinanza professionali Asse dei linguaggi -Individuare

Dettagli

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Direttori e Commerciali; Tutti coloro che devono gestire un gruppo

Dettagli

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia Analizzare e gestire il CAMBIAMENTO tramite lo strumento e la metodologia LA GESTIONE DEL CAMBIAMENTO Le aziende sono sempre più di frequente poste di fronte al cambiamento. Oggi ai manager si richiede

Dettagli

Tecnico dei servizi di sala e bar. Standard della Figura nazionale

Tecnico dei servizi di sala e bar. Standard della Figura nazionale Tecnico dei servizi di sala e bar Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO DEI SERVIZI DI SALA E BAR Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD

MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD 1 LIVELLO BASE (prima annualità) 2 Competenze relazionali - Esprimersi in lingua italiana in forma corretta ed adeguata rispetto al contesto di riferimento e nelle situazioni

Dettagli

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

2015 CATALOGO FORMATIVO

2015 CATALOGO FORMATIVO 2015 CATALOGO FORMATIVO AREA MARKETING Il marketing del pdv Dipendenti di attività commerciali. 40 ore. -Conoscere i principi di base del marketing e della comunicazione per essere veri professionisti

Dettagli

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing

Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Organizzazione e pianificazione delle attività di marketing Il continuum delle strutture tra efficienza ed efficacia Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura a matrice Struttura orizzontale

Dettagli

Figura Professionale codice FP205 AGENTE DI COMMERCIO

Figura Professionale codice FP205 AGENTE DI COMMERCIO settore Comparto descrizione COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI, MOTOCICLI E DI BENI PERSONALI E PER LA CASA COMMERCIO ALL'INGROSSO E INTERMEDIARI DEL COMMERCIO, AUTOVEICOLI

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di ricettività Sequenza di processo Gestione e coordinamento dei

Dettagli

V01. Marketing e Vendite

V01. Marketing e Vendite Marketing e Vendite V01 La gestione del coraggio: aumentare impegno e risultati della rete di vendita rompendo le regole Come garantire all azienda maggiori risultati commerciali agendo sui punti di forza

Dettagli

Materia: Economia Aziendale Classi: Turismo / Relazioni Internazionali e Marketing /Amministrazione e Finanza PRIMO BIENNIO

Materia: Economia Aziendale Classi: Turismo / Relazioni Internazionali e Marketing /Amministrazione e Finanza PRIMO BIENNIO IIS Algarotti Venezia Anno Scolastico 2014/2015 Risultati di Apprendimento Materia: Economia Aziendale Classi: Turismo / Relazioni Internazionali e Marketing /Amministrazione e Finanza Strumenti di lavoro

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Tecnico dei trattamenti estetici. Standard della Figura nazionale

Tecnico dei trattamenti estetici. Standard della Figura nazionale Tecnico dei trattamenti estetici Standard della Figura nazionale 1 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento: ATECO 2007/ISTAT

Dettagli

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia Grazia Batarra, Monica Mainardi Imprese ricettive & ristorative oggi per il quinto anno Edizione mista Tramontana Programmazione modulare per la classe quarta : Accoglienza turistica Servizi di sala e

Dettagli

Driver di competitività nel settore Autonoleggio. Report di ricerca sui fattori di successo Workshop 26 febbraio 2014

Driver di competitività nel settore Autonoleggio. Report di ricerca sui fattori di successo Workshop 26 febbraio 2014 Driver di competitività nel settore Autonoleggio Report di ricerca sui fattori di successo Workshop 26 febbraio 2014 Il workshop e la ricerca: gli obiettivi operatori del settore autonoleggio, coinvolgendo

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

TECNICO DI SALA E BAR

TECNICO DI SALA E BAR PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DI SALA E BAR 113 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente in grado

Dettagli

DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI DOCENTE : MADEO NATALE MASSIMO

DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI DOCENTE : MADEO NATALE MASSIMO DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI DOCENTE : MADEO NATALE MASSIMO 1. ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA Ho conosciuto la classe nell anno scolastico 2011-2012 quando frequentavano la classe 2bt per poi

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di ristorazione Sequenza di processo Definizione dell'offerta e

Dettagli

Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE

Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE Marketing Strategico L'analisi attenta del mercato di riferimento può aprire nuove prospettive al business alberghiero:

Dettagli

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience.

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience. LOGISTIC MANAGER. CONTESTO: La figura professionale Logistic Manager trova la sua collocazione in aziende operanti nell ambito del trasporto/logistica, di media/piccola o grande dimensione, in cui v è

Dettagli

Approccio alla logica della finanza aziendale

Approccio alla logica della finanza aziendale Corso Formazione Approccio alla logica della finanza aziendale OBIETTIVI Capire il contenuto del bilancio per creare valore. A CHI SI RIVOLGE Tutti i manager. IMPARERETE A Capire il contenuto del bilancio

Dettagli

In collaborazione con We Sport S.s.d.r.l. e Ferretti Consulenze S.r.l. WE SPORT CONSULTING

In collaborazione con We Sport S.s.d.r.l. e Ferretti Consulenze S.r.l. WE SPORT CONSULTING In collaborazione con We Sport S.s.d.r.l. e Ferretti Consulenze S.r.l. WE SPORT CONSULTING IL NETWORK DI CONSULENZE PER SOCIETA SPORTIVE E CENTRI FITNESS IMPRESA MODERNA OPPURE PALESTRA TRADIZIONALE? CHI

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento OBIETTIVI, STRATEGIE E TATTICHE DI MARKETING ON-LINE: L INTERNET MARKETING PLAN ORGANISMO BILATERALE

Dettagli

Corso di Formazione. Titolo operazione TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE DI SERVIZI. Obiettivo formare: RESPONSABILE ATTIVITA ASSISTENZIALI (RAA)

Corso di Formazione. Titolo operazione TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE DI SERVIZI. Obiettivo formare: RESPONSABILE ATTIVITA ASSISTENZIALI (RAA) Corso di Formazione Titolo operazione TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE DI SERVIZI Obiettivo formare: RESPONSABILE ATTIVITA ASSISTENZIALI (RAA) Ente di formazione Rif. PA 2013-2337/BO - Approvato con det.

Dettagli

prima della gestione.

prima della gestione. 1 Il Business Plan per l impresa alberghiera è uno strumento fondamentale per programmare e controllare la gestione delle attività alberghiere volto ad esplicitare, esaminare e motivare in modo completo

Dettagli

Corso di Alta Formazione RETAIL AND STORE MANAGEMENT: strumenti e metodologie operative orientate alla gestione e sviluppo della rete di punti vendita Obiettivi Il corso di Alta Formazione in Retail e

Dettagli

PROFILI DELLA FORMAZIONE

PROFILI DELLA FORMAZIONE Allegato 1d.2 PROFILI DELLA FORMAZIONE Nota Bene: Fermo restando i profili di formazione già sanciti da specifiche regolamentazioni (ad esempio i profili presenti nell ambito della formazione in medicina

Dettagli

Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero. Standard formativo minimo regionale

Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero. Standard formativo minimo regionale Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero Standard formativo minimo regionale Denominazione della TECNICO DEI SERVIZI DI ANIMAZIONE TURISTICO-SPORTIVA E DEL TEMPO LIBERO Referenziazioni

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di ricettività Sequenza di processo Gestione e coordinamento dei

Dettagli

FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW)

FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW) FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW) 1. TESORERIA 1 a) Sviluppo della capacità di pianificare i flussi finanziari Il modulo formativo consente di acquisire le competenze per costruire un prospetto di programmazione

Dettagli

CONSULTING. Trend, Strategy & Marketing in Tourism

CONSULTING. Trend, Strategy & Marketing in Tourism CONSULTING Trend, Strategy & Marketing in Tourism TSM Consulting vuole dare un contributo sostanziale al settore del turismo, migliorando la comprensione e la soddisfazione della domanda e aumentando la

Dettagli

Alunni classi quarte Servizi Commerciali

Alunni classi quarte Servizi Commerciali UNITA DI APPRENDIMENTO 1bis Istruzione professionale: Indirizzo Servizi Commerciali Denominazione Gestione informatica dell Azienda, marketing on line e web marketing Utenti destinatari Alunni classi quarte

Dettagli

CORSO PER LA CERTIFICAZIONE DI COMPETENZE ADA "ALLESTIMENTO E RIFORNIMENTO DEGLI SCAFFALI E DELLE ISOLE PROMOZIONALI

CORSO PER LA CERTIFICAZIONE DI COMPETENZE ADA ALLESTIMENTO E RIFORNIMENTO DEGLI SCAFFALI E DELLE ISOLE PROMOZIONALI CORSO PER LA CERTIFICAZIONE DI COMPETENZE ADA "ALLESTIMENTO E RIFORNIMENTO DEGLI SCAFFALI E DELLE ISOLE PROMOZIONALI Corso di formazione professionale inserito nel catalogo provinciale dell offerta formativa

Dettagli

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE In un mondo del lavoro altamente competitivo, nel quale l offerta turistica è molto vasta e i clienti possono scegliere tra

Dettagli

Tecnico elettrico. Standard formativo minimo regionale

Tecnico elettrico. Standard formativo minimo regionale Tecnico elettrico Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura TECNICO ELETTRICO Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6 Artigiani e operai specializzati e agricoltori

Dettagli

Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero. Standard formativo minimo regionale

Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero. Standard formativo minimo regionale Tecnico dei servizi di animazione turistico-sportiva e del tempo libero Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura TECNICO DEI SERVIZI DI ANIMAZIONE TURISTICO-SPORTIVA E DEL TEMPO LIBERO

Dettagli

OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA

OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO SERVIZI COMMERCIALI Denominazione della figura OPERATORE AI SERVIZI DI IMPRESA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 4. Impiegati

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A.

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 434/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. La struttura organizzativa DIREZIONE è confermata al dr. Paolo GAGLIARDO, con le specificazioni di seguito riportate. Alle dirette

Dettagli

MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE

MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE 1 LIVELLO BASE (prima annualità) 2 Competenze relazionali - Esprimersi in lingua italiana in forma corretta ed adeguata rispetto al contesto di

Dettagli

HOTEL REVENUE MANAGEMENT percorso base EDIZIONI CONTROLLO DEI COSTI NEL BUSINESS DELL OSPITALITÀ - LA TECNICA ACTIVITY BASED COSTING (ABC) EDIZIONI

HOTEL REVENUE MANAGEMENT percorso base EDIZIONI CONTROLLO DEI COSTI NEL BUSINESS DELL OSPITALITÀ - LA TECNICA ACTIVITY BASED COSTING (ABC) EDIZIONI HOTEL REVENUE MANAGEMENT percorso base Principi, processo & metodi 12 ore di formazione 1^ giornata 2^ giornata h. 9-13 12-13 gennaio 2016 1-2 marzo 2016 CONTROLLO DEI COSTI NEL BUSINESS DELL OSPITALITÀ

Dettagli