Sicurezza per la produzione Sistemi di rilevazione ed estinzione scintille per l'industria realizzati in Finlandia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sicurezza per la produzione Sistemi di rilevazione ed estinzione scintille per l'industria realizzati in Finlandia"

Transcript

1 Sicurezza per la produzione Sistemi di rilevazione ed estinzione scintille per l'industria realizzati in Finlandia Gli incendi e le esplosioni di polveri possono essere prevenuti in modo affidabile usando il sistema automatico di rilevazione ed estinzione scintille Atexon. Funziona più velocemente di un'esplosione.

2 Pericolo di esplosione di polveri Vi sono spesso miscele esplosive polveri-aria all'interno dei sistemi di trasferimento di polveri e segatura. A causa dell'effetto di raffreddamento causato dalla velocità di un flusso d'aria e dalla bassa densità delle polveri, le esplosioni di polveri si verificano quasi sempre nei filtri e nei silos, piuttosto che nei tubi di abbattimento delle polveri. L'esplosione di polveri, tuttavia, può avanzare lungo i tubi per tornare velocemente verso i locali di produzione. L'esplosione di polveri può causare un'onda di pressione anche di 12 bar. Nel caso di esplosione di polveri, i filtri e i contenitori di polvere vengono frantumati, comportando un pericolo per i dipendenti. Tutte le polveri organiche, ad esempio quelle contenenti carbonio, sono esplosive se la particella ha dimensioni inferiori a 0,5 mm. Anche le polveri metalliche bruciano se le particelle sono abbastanza piccole. Elementi necessari per l'esplosione di polveri: Polvere combustibile mischiata con aria Ossigeno nell'ambiente Una fonte d'innesco (ad esempio una scintilla, del carbone incandescente, dell'elettricità statica) Caratteristiche dell'esplosione di polveri: Un fronte dell'incendio che avanza a una velocità di 1,2 km/s (cfr. polvere nera 0,4 km/s) Causa un'onda di pressione anche di 12 bar La pressione dell'esplosione solleva molta polvere nell'aria e l'incendio potrebbe raggiungere gli ambienti circostanti. Per quale motivo una polvere esplode? Legno tagliato Area dell'incendio 0,3 m 2 Legno tagliato a sega in cubetti di 1 cm Area dell'incendio 5,4 m 2 Legno tagliato triturato in polvere Area dell'incendio 1080 m 2 L'ossigeno che circonda le particelle di polvere crea un fronte dell'incendio in rapido avanzamento che aumenta la pressione atmosferica dell'ambiente. Un'esplosione di polveri avviene se la pressione atmosferica non può essere scaricata abbastanza rapidamente. Per questa ragione, le esplosioni di polveri si verificano spesso all'interno di sistemi di estrazione delle polveri.

3 Principio di funzionamento di un sistema di rilevazione ed estinzione scintille ll sistema di rilevazione ed estinzione scintille Atexon previene le esplosioni di polveri e gli incendi individuando le scintille ed estinguendole automaticamente. Una piccola quantità di acqua estinguente, circa cinque litri, non danneggerà i filtri delle altre macchine di produzione. L'estinzione viene arrestata dal sistema automatico pochi secondi dopo che il pericolo è stato rimosso, così da poter essere nuovamente utilizzato per prevenire un nuovo incendio. Funzionamento del sistema di rilevazione scintille Atexon 1. I rilevatori di scintille (VMR100 o VMR200EX), montati in posizione opposta tra loro, rilevano le scintille e gli elementi incandescenti all'interno dei tubi dando inizio al processo di estinzione in un millesimo di secondo. 2. Le unità estinguenti estinguono le scintille rilevate usando un'acqua nebulizzata. 3. Un'unità centrale di facile utilizzo controlla l'operazione dell'intero sistema. Essa riporta allarmi, guasti in linea, surriscaldamento dei motori elettrici e arresta gli aspiratori nel caso in cui ci fossero diverse scintille. 4. Un allarme acustico e visivo viene emesso dai dispositivi di segnalazione. 5. La pressione dell'acqua estinguente viene aumentata da una stazione di pompaggio fino a raggiungere il livello desiderato, impedendo la formazione di aria all'interno dei tubi dell'acqua. 6. Il surriscaldamento dei dispositivi elettrici viene rilevato mediante un cavo per la temperatura superficiale integrato all'interno dell'unità centrale. L'unità centrale disattiva l'alimentazione elettrica del dispositivo surriscaldato, ostacolando l'incendio. Le unità estinguenti possono anche essere montate per raffreddare i locali chiusi da porte per mezzo del sistema di tracciamento termico Atexon. I sistemi di rilevazione ed estinzione delle scintille Atexon sono approvati dalle compagnie assicurative e sono conformi alle norme CEA. Una protezione termica della superficie integrata all'interno dell'unità centrale arresta il motore della ventola se la temperatura superficiale supera i 100 gradi Celsius.

4 Il più avanzato sistema di rilevazione di scintille sul mercato L'unità centrale VR18Z 18-zone Atexon garantisce su vasta scala la protezione di stabilimenti aziendali VR18Z è il sistema di rilevazione ed estinzione scintille più versatile sul mercato. È facile e semplice da utilizzare, grazie a un'interfaccia utente chiara, un grande display LCD e un'interfaccia utente remota basata su Ethernet. Il sistema è dotato di uno spazio di archiviazione per i eventi più recenti. I costi di cablaggio e installazione del sistema VR18Z sono inferiori rispetto ai tradizionali sistemi di rilevazione ed estinzione degli incendi, in quanto la struttura a bus decentralizzata consente di posizionare i cavi d'ingresso e di controllo vicino ai pannelli di controllo. Controller stazione di pompaggio Protezione integrata contro il funzionamento a secco per una pompa dell'acqua Funzione di tracciamento termico Protezione automatica contro la perdita d'acqua (opzionale) Controllo Modbus (il sistema supporta sei controller) Controller della ventola 6 relè di allarme programmabili per arrestare le ventole e i dispositivi di produzione 6 protezioni contro il surriscaldamento (p.e. ventole, alimentatori, valvole rotanti, motori elettrici) Controllo Modbus (il sistema supporta tre controller)

5 Unità estinguenti AS181 e AS182 Sistema di rilevazione ed estinzione di scintille economico Tubi AS181 <500 mm Tubi AS182 > 500 mm Protezione del flusso e filtro anti-sporco integrati Controllo della temperatura in tempo reale (per installazioni all'esterno) Rilevazione della posizione della valvola di intercettazione Ugelli per acqua non soggetti a intasamento Rivelatore scintilla I rivelatori sensibili di scintille VMR100 e VMR200X reagiscono rapidamente ai raggi ultravioletti e infrarossi emessi da una scintilla o da una fiamma, anche attraverso strati di polvere densi e flussi di materiale. Sistema VR18Z: Rivelatori VMR200EX (max 54 pezzi/sistema) Sistema VR22: Rivelatori VMR100 (max 4 pezzi/sistema) Stazioni di pompaggio Le pompe dell'acqua e i serbatoi finlandesi realizzati in materiali inossidabili sono i migliori sul mercato, in quanto garantiscono un utilizzo senza problemi per diversi anni. L'unità centrale Atexon 2-zone VR2Z consente la protezione delle piccole aziende in modo conveniente Il sistema di rilevazione ed estinzione scintille Atexon 2-zone ha ricevuto diversi riconoscimenti perché facile da usare e affidabile. Oltre alla funzione di rilevazione ed estinzione delle scintille, il sistema è dotato di due circuiti di rilevamento della temperatura, che consentono la prevenzione di incendi dovuti al surriscaldamento delle ventole, delle valvole rotative e degli alimentatori. Il dispositivo danneggiato che presenta un rischio d'incendio viene arrestato dall'unità centrale che ne dà l'allarme. Per il sistema VR2Z è previsto un dispositivo di registrazione disponibile, con una memoria dei eventi più recenti. Il controller contiene uscite d'allarme per altri sistemi. Conforme alle disposizioni Tutte le funzioni previste dalla direttiva ATEX sono state integrate nell'unità centrale, che è stata concepita per essere conforme alle norme sui dispositivi di rilevazione ed estinzione delle scintille stabilite dalla CEA. Monitoraggio della temperatura superficiale Le protezioni termiche integrate all'interno del sistema rilevano il surriscaldamento delle ventole, delle valvole rotanti, degli alimentatori e degli altri motori elettrici. Guasti ai cuscinetti e ventole ostruite sono le cause più comuni d'incendio. Protezione antigelo Il sacchetto di isolamento Atexon previene il congelamento delle unità estinguenti installate in esterno a temperature al di sotto dello zero.

6 Protezione contro il ritorno di fiamma La protezione contro il ritorno di fiamma Atexon T2Z previene la generazione di incendi all'interno delle caldaie per combustibile solido (come cippato, segatura, pellet) La figura sulla pagina doppia mostra una situazione in cui il fuoco che cova sotto la cenere inizia a procedere lungo la coclea verso un silo. La protezione contro il ritorno di fiamma Atexon individua otticamente il bagliore del carbone e controlla che l'unità estinguente sia accesa. Solo una piccola quantità di acqua viene utilizzata e il periodo di estinzione viene esteso solo se necessario. Il sistema è dotato di batteria di riserva, pertanto funziona anche durante le interruzioni di alimentazione. In alternativa, il sistema T2Z può essere provvisto di due sensori di temperatura per rilevare un incendio a lento avanzamento che parte dalle ceneri. Quando la temperatura limite viene superata, l'unità centrale comanda l'accensione dell'unità estinguente. La protezione contro il ritorno di fiamma Atexon è molto rapida. Rileva le scintille fatte rimbalzare dalla camera di incendio all'interno dell'alimentatore in un millesimo di secondo. I comuni dispositivi di prevenzione incendi, come le valvole AVTA, i fusibili a cera o sensori di temperatura non sono in grado di reagire abbastanza rapidamente alle scintille o ai gas di combustione caldi che vi passano attraverso. Di conseguenza, la fonte d'innesco può attraversarli e proseguire il passaggio verso il deposito di combustibile. La protezione contro il ritorno di fiamma Atexon estingue queste scintille trasportate dall'aria sia prima che durante il loro volo nell'aria, impedendo che l'incendio avanzi dall'alimentatore verso il deposito di combustibile.

7 1. Unità centrale T2Z La protezione contro il ritorno di fiamma T2Z è un ottimo miglioramento tecnico di prevenzione rispetto ai metodi tradizionali. Può essere usato per sostituire il vecchio sistema di estinzione e per favorire una migliore prevenzione degli incendi. Una piccola quantità di acqua estinguente di circa cinque litri non causerà un aumento consistente del combustibile né danneggerà il funzionamento della caldaia. L'estinzione viene arrestata dal sistema automatico pochi secondi dopo che il rischio è stato rimosso, così da poter essere nuovamente utilizzato per prevenire un nuovo incendio. Caratteristiche del sistema: 2 connettori per il rivelatore di ritorno di fiamma 2 connettori per l'unità di estinzione 2 ingressi per il sensore di temperatura Alimentazione elettrica con batteria di riserva Relè di controllo a vite (un piccolo focolare residuo può essere spinto all'interno della camera d'incendio ruotando la vite) Relè di allarme e di guasto (può controllare ad esempio un modem GSM) Uscita sirena Sono disponibili anche sistemi più piccoli, dotati ad esempio di: 1 ingresso rivelatore scintille 1 unità estinguente Alimentazione elettrica con batteria di riserva 2. Rilevatore di ritorno di fiamma I rilevatori di scintilla reagiscono rapidamente ai raggi ultravioletti e infrarossi emessi da una scintilla o da una fiamma, anche attraverso densi strati di polveri e flussi di materiale. Il rilevatore reagisce in un millesimo di secondo. 3. Unità estinguente Le unità estinguenti Atexon vaporizzano una nebbia d'acqua fine che estingue le scintille e i pezzi incandescenti in modo rapido e sicuro. Un singolo evento estinguente dura 5-10 secondi e corrisponde a una quantità d'acqua di circa cinque litri. L'installazione e la manutenzione sono rapide e facili, grazie a manicotti e raccordi d'installazione realizzati appositamente per i tubi. Abitazioni Aziende agricole Impianti di riscaldamento municipali

8 Lummintie Oulunsalo, Finland Tel.: +358 (0) Sicurezza per la produzione Sistemi di rilevazione ed estinzione delle scintille realizzati in Finlandia per proteggere la sicurezza e la produzione industriale

Presentazione. Impianti di aspirazione centralizzati a bassa pressione ATEX per polveri potenzialmente esplosive KOMSAITALIASRL

Presentazione. Impianti di aspirazione centralizzati a bassa pressione ATEX per polveri potenzialmente esplosive KOMSAITALIASRL 1 Presentazione Impianti di aspirazione centralizzati a bassa pressione ATEX per polveri potenzialmente esplosive ARCH. PIER GIORGIO AMATI KOMSA ITALIA SRL www.komsa.it Unindustria Pordenone, 18/11/2010

Dettagli

Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo

Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo ing. Nicola Mazzei Laboratorio Infiammabilità ed Esplosioni Innovhub - Stazioni Sperimentali per l Industria Tel: 02-51604.256 Fax: 02-514286 mazzei@ssc.it 1

Dettagli

Le informazioni qui contenute non possono intendersi come garanzie riguardanti i prodotti mostrati.

Le informazioni qui contenute non possono intendersi come garanzie riguardanti i prodotti mostrati. Soluzioni per la lavorazione del legno COME PROTEGGERE LE LINEE DI PRODUZIONE DAL RISCHIO DI FUOCO E DALLE POLVERI ESPLOSIVE Layout: Alexandra Németh www.grundform.se Le informazioni qui contenute non

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO

RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO RISPARMIO ENERGETICO: UN GRANDE VALORE CON UN PICCOLO INVESTIMENTO Contributi fino al 65% destinati alle imprese trentine che decidono di investire nei settori dell efficienza energetica e dell energia

Dettagli

ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI. UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO - Mod. PWS 200/5 PWS200/10 AC030 5

ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI. UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO - Mod. PWS 200/5 PWS200/10 AC030 5 ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI NR. SHEET PAG. PANNELLI RIPETITORI ALLARMI mod. AP/1, AP/2, AP/3 e AP4 AC010 2 LAMPEGGIANTE, SIRENE, BUZZER AC020 4 UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO -

Dettagli

Affinché un incendio si sviluppi, è necessario che si verifichino tre condizioni indicate nel "cerchio del fuoco".

Affinché un incendio si sviluppi, è necessario che si verifichino tre condizioni indicate nel cerchio del fuoco. Via Tatti, 5 20029 Turbigo (MI) Ing. Marco Cagelli Teoria della combustione Nozioni base Il cerchio del fuoco Affinché un incendio si sviluppi, è necessario che si verifichino tre condizioni indicate nel

Dettagli

Industria agroalimentare Valdastico (VI) Impianto: 300 kw RRK-TSRF (griglia mobile cippato) Caratteristiche impianto: Sistema di accensione automatica: 1 ventilatori aria calda (3,4kW ) Estrazione automatica

Dettagli

Redazionale tecnico. La prova di sicurezza intrinseca per i trasmettitori di pressione

Redazionale tecnico. La prova di sicurezza intrinseca per i trasmettitori di pressione La prova di sicurezza intrinseca per i trasmettitori di pressione Nell industria dei costruttori di macchine, oltre alle macchine stesse, i produttori esportano verso i mercati globali anche gli standard

Dettagli

56331LFROD%$5,/( 2SXVFRORLQIRUPDWLYR SHULODYRUDWRULGHOODVFXROD ³3UHYHQ]LRQH,QFHQGL. $FXUDGHO6HUYL]LRGL3UHYHQ]LRQHH3URWH]LRQH Pagina 1 di 7

56331LFROD%$5,/( 2SXVFRORLQIRUPDWLYR SHULODYRUDWRULGHOODVFXROD ³3UHYHQ]LRQH,QFHQGL. $FXUDGHO6HUYL]LRGL3UHYHQ]LRQHH3URWH]LRQH Pagina 1 di 7 2SXVFRORLQIRUPDWLYR SHULODYRUDWRULGHOODVFXROD ³3UHYHQ]LRQH,QFHQGL $FXUDGHO6HUYL]LRGL3UHYHQ]LRQHH3URWH]LRQH Pagina 1 di 7 PREVENZIONE INCENDI e LOTTA ANTINCENDIO Mezzi di estinzione fissi o mobili e loro

Dettagli

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG).

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG). Meteo Meteo è una gamma completa di caldaie specifiche per esterni. Gli elevati contenuti tecnologici ne esaltano al massimo le caratteristiche specifiche: dimensioni, pannello comandi remoto di serie,

Dettagli

Opuscolo informativo per i lavoratori della scuola Prevenzione Incendi

Opuscolo informativo per i lavoratori della scuola Prevenzione Incendi Opuscolo informativo per i lavoratori della scuola Prevenzione Incendi A cura del Servizio di Prevenzione e Protezione Pagina 1 di 7 PREVENZIONE INCENDI e LOTTA ANTINCENDIO Mezzi di estinzione fissi o

Dettagli

Bruciatori a Pellet di legno

Bruciatori a Pellet di legno Next-generation Biomass Technology Bruciatori a Pellet di legno Linea domestica, di media potenza e per grandi impianti Da 25 a 1000 kw Pellet di legno SPL25 SPL50 Bruciatori a pellet da 25 a 1000 kw Bruciatori

Dettagli

Regtronic Centraline per energia solare termica

Regtronic Centraline per energia solare termica Regtronic Centraline per energia solare termica Informazione tecnica Campo d applicazione: Centralina multifunzione per fissaggio a muro con schemi commutabili supplementari preinstallati per il controllo

Dettagli

Multi Heat - Solo Innova

Multi Heat - Solo Innova Multi Heat - Solo Innova Caldaie per biocombustibili ad alta efficienza Indice Caldaie a biocombustibile 3 Multi Heat 4 Solo Innova 6 Dati tecnici 8 Consumi-Aspetti Economici 10 2 Multi Heat - Solo Innova

Dettagli

CONTRO LE ESPLOSIONI

CONTRO LE ESPLOSIONI DISPOSITIVI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE CONTRO LE ESPLOSIONI ETEA Sicurezza s.r.l. con S.U. CONTROLLO ELETTROSTATICO MESSA A TERRA DELLE AUTOCISTERNE MESSA A TERRA DEI FUSTI MESSA A TERRA DEI BIG-BAG MESSA

Dettagli

Peculiarità dei generatori di calore Viessmann Kob di piccola e media potenza

Peculiarità dei generatori di calore Viessmann Kob di piccola e media potenza TD-Frühjahrsschulung 2009 Vitoligno 100-S Chart 1 Peculiarità dei generatori di calore Viessmann Kob di piccola e media potenza Viessmann Italia - Divisione Biomassa TD-Frühjahrsschulung 2009 Vitoligno

Dettagli

IMPIANTI DI RIVELAZIONE E SEGNALAZIONE INCENDIO IN RELAZIONE ALLE AREE DA PROTEGGERE

IMPIANTI DI RIVELAZIONE E SEGNALAZIONE INCENDIO IN RELAZIONE ALLE AREE DA PROTEGGERE IMPIANTI DI RIVELAZIONE E SEGNALAZIONE INCENDIO IN RELAZIONE ALLE AREE DA PROTEGGERE LA RIVELAZIONE INCENDIO IN RELAZIONE ALLE AREE DA PROTEGGERE Lo scopo che si prefigge la rivelazione automatica degli

Dettagli

Caldaie a pellet. maxima14-24. con sistema

Caldaie a pellet. maxima14-24. con sistema Caldaie a pellet maxima14-24 con sistema LUNGA AUTONOMIA ANCHE DI MESI MAXIMA Innovativo sistema brevettato di pulizia del crogiolo LA CALDAIA A PELLET TECNO 1 NOVITÀ assoluta 2 Sistema automatico di pulizia

Dettagli

Misure tecniche per la prevenzione e la protezione contro le esplosioni da polveri

Misure tecniche per la prevenzione e la protezione contro le esplosioni da polveri Misure tecniche per la prevenzione e la protezione contro le esplosioni da polveri Barbara Basso Art. 289 - Prevenzione e protezione contro le esplosioni Il datore di lavoro adotta le misure tecniche e

Dettagli

Mezzi Soccorso Bremach Eex

Mezzi Soccorso Bremach Eex Mezzi Soccorso Bremach Eex Presidi DPI Eliminazione Innesco Cause Innesco Contatto Fiamma Libera Contatto Scariche Elettriche Contatto Superfici Calde Contatto Scintille Zona Avanzamento Eliminazione Innesco

Dettagli

Valutazione del rischio per la presenza di miscele esplosive aria/polveri: l approccio metodologico

Valutazione del rischio per la presenza di miscele esplosive aria/polveri: l approccio metodologico Valutazione del rischio per la presenza di miscele esplosive aria/polveri: l approccio metodologico Francesca Bellamino D.Lgs. 81/2008 TITOLO XI: protezione da atmosfere esplosive Capo II: obblighi del

Dettagli

(Pubblicazione di titoli e riferimenti di norme armonizzate ai sensi della direttiva)

(Pubblicazione di titoli e riferimenti di norme armonizzate ai sensi della direttiva) (Pubblicazione di titoli e riferimenti di norme armonizzate ai sensi della direttiva) OEN ( 1 ) CEN EN 1010-1:2004 Sicurezza del macchinario Requisiti di sicurezza per la progettazione e la costruzione

Dettagli

Per uso civile, industriale, agricolo per teleriscaldamento

Per uso civile, industriale, agricolo per teleriscaldamento CALDAIE CON BRUCIATORE A GASSIFICAZIONE Per uso civile, industriale, agricolo per teleriscaldamento Principio di funzionamento Le caldaie a gassificazione; sono particolarmente adatte per impianti di media

Dettagli

Futura Soluzione per il Riscaldamento Domestico. Da aria in acqua

Futura Soluzione per il Riscaldamento Domestico. Da aria in acqua Futura Soluzione per il Domestico Da aria in acqua TIPO SPLIT Modello Elevata potenza WSHK160DA9 NUOVO TIPO SPLIT Modello Confort WSHA050DA WSHA065DA WSHA080DA WSHA095DA WSHA128DA WSHA5DA WOHK112LAT NUOVO

Dettagli

PELLET 30 FD+ COMBI AUTOMATIC PLUS. CALDAIA A PELLET AUTOMATICA 30 kw CALDAIA COMBINATA A PELLET E LEGNA. 20 kw

PELLET 30 FD+ COMBI AUTOMATIC PLUS. CALDAIA A PELLET AUTOMATICA 30 kw CALDAIA COMBINATA A PELLET E LEGNA. 20 kw PELLET 30 AUTOMATIC PLUS CALDAIA A PELLET AUTOMATICA 30 kw FD+ COMBI CALDAIA COMBINATA A PELLET E LEGNA 20 kw PELLET 30 Automatic Plus Benvenuti nel mondo del riscaldamento a pellet La caldaia Pellet 30

Dettagli

CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP

CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP Caldaie in acciaio per la produzione di acqua calda ad inversione di fumi, funzionanti a scarti di legno, trucioli, pelet, segatura, cippati, bricchetti, gasolio,

Dettagli

(BO) T. - 40053-051/831147 - F.

(BO) T. - 40053-051/831147 - F. ENERGIA DA BIOMASSE ECONOMIC 000 * CALDAIA A LEGNA La serie ECONOMIC 000 è una rivisitazione della caldaia di tipo Cornovaglia a tiraggio naturale con tubi di ritorno orizzontali. La costruzione si avvale

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

sicurezza abbattimento scintille, rumore e insonorizzazione Sistemi di soppressione e controllo esplosioni...pag. 154 Indoor venting...pag.

sicurezza abbattimento scintille, rumore e insonorizzazione Sistemi di soppressione e controllo esplosioni...pag. 154 Indoor venting...pag. sicurezza 157 Sistemi di soppressione e controllo esplosioni, abbattimento scintille, rumore e insonorizzazione Sistemi di soppressione e controllo esplosioni...pag. 154 Sui nostri filtri siamo in grado

Dettagli

MASAJA - MASAJA INOX DESCRIZIONE PER CAPITOLATO DIMENSIONI MASAJA / MASAJA INOX 29 43 55 68 88 112

MASAJA - MASAJA INOX DESCRIZIONE PER CAPITOLATO DIMENSIONI MASAJA / MASAJA INOX 29 43 55 68 88 112 MASAJA - MASAJA INOX Le caldaie a legna MASAJA e MASAJA INOX possono essere alimentate con tronchetti di lunghezza massima, a seconda dei modelli, da 500 a 1.060 mm. Corpo caldaia costituito da due elementidi

Dettagli

Caldaie a legna ad alta efficienza. Solo Innova

Caldaie a legna ad alta efficienza. Solo Innova Caldaie a legna ad alta efficienza Solo Innova Caldaie a legna L ampia proposta di prodotto Baxi, accoglie un articolata scelta di caldaie a legna per il comfort ed il riscaldamento domestico. Baxi infatti

Dettagli

Impianti a biocombustibili solidi per la produzione di energia elettrica

Impianti a biocombustibili solidi per la produzione di energia elettrica Impianti a biocombustibili solidi per la produzione di energia elettrica TIPOLOGIA DI IMPIANTO Un impianto di produzione di energia elettrica da biocombustibili solidi si compone dei due seguenti principali

Dettagli

STRUMENTI PER LABORATORI AUTOCLAVI

STRUMENTI PER LABORATORI AUTOCLAVI STRUMENTI PER LABORATORI AUTOCLAVI AUTOCLAVI FUNZIONE DI ESSICCAMENTO AUTOMATICA Capacità: 60L/85L/110L CARATTERISTICHE PRINCIPALI Diametro della camera di sterilizzazione: la spessa camera di sterilizzazione

Dettagli

Guida rapida alla selezione Periferiche LSN per sistemi di rivelazione incendio

Guida rapida alla selezione Periferiche LSN per sistemi di rivelazione incendio Local SecurityNetwork Cablaggio semplice di autoconfigurazione (modalità di apprendimento automatico) Programmazione di tutte le configurazioni del dispositivo dalla centrale Struttura di rete flessibile

Dettagli

Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo

Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 2 Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 3 ESTINZIONE DI UN INCENDIO Ciò che spegne un incendio uccide anche l uomo 4 5 6 Come si spegne un incendio 7 8 9 ESTINZIONE DI UN INCENDIO Come si spegne

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI CALORE DAL LEGNO

NUOVE TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI CALORE DAL LEGNO NUOVE TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DI CALORE DAL LEGNO La combustione del legno E la reazione chimica di ossidazione del legno che cede la propria energia liberando rapidamente calore. Il processo di combustione

Dettagli

Istruzioni per l installazione. combinazione frigo-congelatore Pagina 18 7081 401-00. CNes 62 608

Istruzioni per l installazione. combinazione frigo-congelatore Pagina 18 7081 401-00. CNes 62 608 struzioni per l installazione combinazione frigo-congelatore Pagina 18 I 7081 401-00 CNes 62 608 Posizionamento Evitare la posizionatura dell'apparecchio in aree direttamente esposte ai raggi del sole,

Dettagli

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti e dispositivi di protezione antincendio

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti e dispositivi di protezione antincendio Impianti Meccanici 1 Danni provocati dagli incendi negli stabilimenti : - diretti : distruzione di macchinari, impianti, merci. - indiretti : mancata produzione Mezzi di prevenzione e Provvedimenti di

Dettagli

Sistemi di bonifica dell ambiente

Sistemi di bonifica dell ambiente Sistemi di bonifica dell ambiente Per definire il tipo di zona pericolosa generata dalla sorgente di emissione (per effetto della fuoriuscita della polvere dal sistema di contenimento) AtexPOLVERI chiede

Dettagli

S1 Turbo Caldaia a legna. S1 Turbo. www.froeling.com

S1 Turbo Caldaia a legna. S1 Turbo. www.froeling.com S1 Turbo Caldaia a legna S1 Turbo www.froeling.com Riscaldare con la legna Froling si occupa da oltre cinquant'anni dell'utilizzo efficiente del legno come fonte di energia. Oggi il marchio Froling è sinonimo

Dettagli

VR-250 ECH/B. Unità di trattamento aria GB GB 10-02 (16-11-2010)

VR-250 ECH/B. Unità di trattamento aria GB GB 10-02 (16-11-2010) VR-250 ECH/B Unità di trattamento aria GB GB 10-02 (16-11-2010) Introduzione Manuale di installazione, uso e manutenzione delle unità di trattamento d aria tipo prodotte da Systemair AB. Contiene le istruzioni

Dettagli

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti industriali 2-2012 1

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti industriali 2-2012 1 Impianti industriali 2-2012 1 RIFERIMENTI NORMATIVI D.M.10/03/98 Criteri generali di sicurezza e per la gestione dell emergenza nei luoghi di lavoro D.M.04/04/98 Elenco attività normate (soggette a CPI)

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea (2006/C 306/02)

Gazzetta ufficiale dell'unione europea (2006/C 306/02) C 306/2 Comunicazione della Commissione nell'ambito dell'applicazione della direttiva 94/9/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 marzo 1994, concernente il ravvicinamento delle legislazioni

Dettagli

Impianti automatici di combustione a legna

Impianti automatici di combustione a legna Vereinigung Kantonaler Feuerversicherungen Association des établissements cantonaux d assurance incendie Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO

Dettagli

Informazioni Prodotto

Informazioni Prodotto Energia. Calore. Innovazione. Informazioni Prodotto www.a-tron.de Informazioni generali Il VARMECO NOVA-TRON basato sul principio tecnico della cogenerazione, viene utilizzato per sistemi che necessitano

Dettagli

T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica

T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica Pompe di Calore Herz - Scheda Tecnica EnergyCenter SW WW Rev.713 T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica Salamoia/Acqua SW 3~ (3x4 VAC) 1~ (1x23 VAC) Commotherm SW,7 kw 4,8 kw Commotherm 7 SW 7,3

Dettagli

WFL. con bruciatore MIKRO P. Caldaia a legna abbinabile a un bruciatore di pellet MIKRO P

WFL. con bruciatore MIKRO P. Caldaia a legna abbinabile a un bruciatore di pellet MIKRO P WFL con bruciatore MIKRO P Caldaia a legna abbinabile a un bruciatore di pellet MIKRO P WFL - MIKRO P IL RISCALDAMENTO ALTERNATIVO FER ha sempre riservato particolare attenzione ai temi ecologici e alla

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione

Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione Sistema di alimentazione: TT, TN-S, Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore

Dettagli

Valvola di allarme ad umido

Valvola di allarme ad umido MANUALE VALVOLA UMIDO 1 Manuale di installazione e manutenzione Valvola di allarme ad umido MODELLO H da 3-4 4-6 6-8 MANUALE VALVOLA UMIDO 2 Valvole di allarme ad umido AG modello H Panoramica... 3 Dati

Dettagli

MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE

MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE Rev. 07 del 03/02/2015 Pag. 1 di 5 Impianto di produzione e distribuzione Acqua alta Qualità FONTANELLO ACQUA CR-ISTAL MANUALE DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE Rev. 07 del 03/02/2015 Pag. 2 di 5 1. INTRODUZIONE

Dettagli

ALLEGATO II. Calcolo della produzione da cogenerazione

ALLEGATO II. Calcolo della produzione da cogenerazione ALLEGATO II Calcolo della produzione da cogenerazione I - Calcolo dell energia elettrica da cogenerazione 1. Per calcolare il risparmio di energia primaria di una unità di cogenerazione, occorre anzitutto

Dettagli

Lista di controllo per la messa in servizio

Lista di controllo per la messa in servizio Sempre al tuo fianco Lista di controllo per la messa in servizio Thesi R Condensing 45 kw - 65 kw Tecnico abilitato Sede dell impianto Tecnico del Servizio di Assistenza Clienti Nome Nome Nome Via/n.

Dettagli

SB&SBA. pompe sommerse ad uso domestico. grundfos submersible pressure pumps

SB&SBA. pompe sommerse ad uso domestico. grundfos submersible pressure pumps SB&SBA pompe sommerse ad uso domestico grundfos submersible pressure pumps soluzioni Di pompaggio grundfos Le soluzioni di pompaggio sommerse di Grundfos spaziano da piccole pompe sommerse di pressurizzazione

Dettagli

Caldaia a legna a gassificazione con combustione a fiamma rovesciata ECOBiovent Serie C

Caldaia a legna a gassificazione con combustione a fiamma rovesciata ECOBiovent Serie C Tecnologia Abitativa Avanzata ECOTRIBE Tecnologia Abitativa Avanzata di Giancarlo Avataneo - Str. Miravalle 24/4-10024 Moncalieri (TO) P. IVA 09183030015 - Codice fiscale VTNGCR52R08L219B - Cell. 0039

Dettagli

MEZZI DI ESTINZIONE FISSI. norma UNI 11292/2008

MEZZI DI ESTINZIONE FISSI. norma UNI 11292/2008 MEZZI DI ESTINZIONE FISSI SISTEMI AUTOMATICI SPRINKLER norma UNI 12845/2009 Specifica i requisiti e fornisce i criteri per la progettazione l installazione e la manutenzione di impianti fissi antincendio

Dettagli

Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 2500

Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 2500 Macchina Lavatrice per Vegetali MLV 2500 La lavatrice MLV-2500 è adatta alle aziende di medie dimensioni dedite alla lavorazione dei vegetali e si attaglia perfettamente alle taglierine MTN 1650 e MTN

Dettagli

IMPIANTI TERMICI. Gli impianti termici o di riscaldamento sono i sistemi più diffusi per modificare le condizioni di benessere

IMPIANTI TERMICI. Gli impianti termici o di riscaldamento sono i sistemi più diffusi per modificare le condizioni di benessere IMPIANTI TERMICI Gli impianti termici o di riscaldamento sono i sistemi più diffusi per modificare le condizioni di benessere Secondo lutenza da servire gli impianti di riscaldamento si dividono in: IMPIANTI

Dettagli

o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua";

o Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua; Distributori di GPL per autotrazione Sistema di alimentazione: TT, TN-S, Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata

Dettagli

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST La regolazione è il cuore efficiente del sistema NEST di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Il sistema permette in primo luogo di tenere sotto controllo continuamente

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO La presente guida mette in risalto solo alcuni punti salienti estrapolati dalla specifica norma UNI 9795 con l

Dettagli

Soluzioni Antincendio Wireless

Soluzioni Antincendio Wireless Soluzioni Antincendio Wireless La rilevazione incendio piu avanzata al mondo. Il sistema antincendio wireless più affidabile Teledata ha sviluppato un sistema di rilevazione wireless certificato secondo

Dettagli

Misuratore di umidità senza contatto + IR

Misuratore di umidità senza contatto + IR Manuale utente Misuratore di umidità senza contatto + IR Modello MO290 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il misuratore di umidità senza contatto Extech MO290 con termometro IR integrato

Dettagli

Le Guide Pratiche di Lavori Edili Roma

Le Guide Pratiche di Lavori Edili Roma Le Guide Pratiche di Lavori Edili Roma Cemento, Legno, Elettricità, Pittura... Tutto quello che vuoi imparare è nelle nostre Guide LE GUIDE PRATICHE DI LavoriediliRoma.it Come scegliere la Caldaia: I Vantaggi

Dettagli

Corso di Assistenza Tecnica Generatori d aria calda a gas

Corso di Assistenza Tecnica Generatori d aria calda a gas Corso di Assistenza Tecnica Generatori d aria calda a gas 1 Rev. No. 0 July 21 st, 2010 Gamma KID KID 10 ME KID 15 ME KID 30 ME/AE KID 40 ME/AE KID 60 ME/AE KID 80 ME/AE 2 ARG ARG 100 ME/AE 3 AR AR 55

Dettagli

SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO Le vie di esodo costituiscono il primo problema da affrontare quando si progetta la sicurezza di un edificio. Infatti, la sicurezza delle persone

Dettagli

Prevenzione incendi nei condomini

Prevenzione incendi nei condomini Prevenzione incendi nei condomini Perché la prevenzione incendi nei condomini? per la nostra incolumità, dei nostri familiari e dei nostri beni perché lo prevede la legge D.P.R. 151/11 - Attività soggette

Dettagli

706292 / 00 11 / 2012

706292 / 00 11 / 2012 Istruzioni per l uso (parte rilevante per la protezione antideflagrante) per sensori di temperatura ai sensi della direttiva europea 94/9/CE Appendice VIII (ATEX) gruppo II, categoria di apparecchi 3D/3G

Dettagli

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104 XON Electronics Manuale Utente EA104 Centrale d allarme monozona Mod. EA104! Attenzione prodotto alimentato a 220V prima di utilizzare, leggere attentamente il manuale e particolarmente le Avvertenze a

Dettagli

FIRE Detection System. Sistemi automatici per l avvistamento incendi basati su telecamere a raggi infrarossi

FIRE Detection System. Sistemi automatici per l avvistamento incendi basati su telecamere a raggi infrarossi FIRE Detection System Sistemi automatici per l avvistamento incendi basati su telecamere a raggi infrarossi Il FIRE Detection System Un sistema automatico per l avvistamento di incendi pronto per essere

Dettagli

Generatori a Condensazione. Caldaie pensili e a basamento da 34 a 1100 kw

Generatori a Condensazione. Caldaie pensili e a basamento da 34 a 1100 kw Generatori a Condensazione Caldaie pensili e a basamento da 34 a 1100 kw Wallcon Grazie al controllo integrato di Siemens è possibile gestire una cascata termica fino a 16 generatori Bassi costi per implementare

Dettagli

Stick e dalla relativa unità di controllo. Il Command mette a disposizione in ogni momento. Vantaggi della tecnologia FAFNIR

Stick e dalla relativa unità di controllo. Il Command mette a disposizione in ogni momento. Vantaggi della tecnologia FAFNIR L'unità di controllo L'unità di controllo è composto da un'alimentazione a sicurezza intrinseca per i sensori VISY- Possibilità di collegare a un singolo collegamento fino a 3 sensori VISY differenti mediante

Dettagli

ixtech condens 28/IT (M) (cod. 00914671)

ixtech condens 28/IT (M) (cod. 00914671) ixtech condens 28/IT (M) (cod. 00914671) Caldaia a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatta per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria. Funzionamento in luoghi

Dettagli

PREVENZIONE INCENDI. Celsino Govoni

PREVENZIONE INCENDI. Celsino Govoni PREVENZIONE INCENDI Celsino Govoni Che cos è un ESPLOSIONE? Cosa c era dentro a quell ambulatorio? Cosa è rimasto di quel centro medico posto in quel paesino!! La causa, a volte, è di piccole dimensioni

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 230:1997 31/10/1997 Bruciatori monoblocco di olio combustibile a polverizzazione. Dispositivi di sicurezza, di comando e di regolazione. Tempi di sicurezza. UNI EN 247:2001 31/05/2001 Scambiatori

Dettagli

Antincendio. Corso per Volontari Operativi Generici di Protezione Civile

Antincendio. Corso per Volontari Operativi Generici di Protezione Civile Antincendio Corso per Volontari Operativi Generici di Protezione Civile realizzato secondo gli Standard Regionali in materia di Formazione per la Protezione Civile D.G.R. 4036/2007 - Scuola Superiore di

Dettagli

SEMINARIO ATI IL SISTEMA FIACCOLA: esigenza operativa, sicurezza ed impatto ambientale. MEMORIA

SEMINARIO ATI IL SISTEMA FIACCOLA: esigenza operativa, sicurezza ed impatto ambientale. MEMORIA MEMORIA Relatore: Vincenzo Di Giovine Societa Combustion and Energy srl 1. Sommario L articolo contiene una panoramica sulla evoluzione dei sistemi di accensione piloti di torce. Si fa riferimento ai vari

Dettagli

Monitor automatico Spiratec R16C per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore

Monitor automatico Spiratec R16C per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore ...0 IM-P0- MI Ed. IT - 00 Monitor automatico Spiratec RC per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore RC 0. Introduzione. Descrizione. Descrizione della tastiera. Funzionamento normale. Modo

Dettagli

Impianti di rilevamento fumi (Norme di installazione)

Impianti di rilevamento fumi (Norme di installazione) Norme di installazione Protezione contro i contatti diretti e indiretti: La protezione contro i contatti diretti ed indiretti degli apparecchi elettrici ed elettronici presenti nell impianto e dei rispettivi

Dettagli

LA REFRIGERAZIONE PFANNENBERG. Soluzioni complete per il raffreddamento dei fluidi di processo in tutte le applicazioni industriali

LA REFRIGERAZIONE PFANNENBERG. Soluzioni complete per il raffreddamento dei fluidi di processo in tutte le applicazioni industriali LA REFRIGERAZIONE PFANNENBERG Soluzioni complete per il raffreddamento dei fluidi di processo in tutte le applicazioni industriali SEI SERIE PER OGNI APPLICAZIONE Garantiscono l erogazione e il raffreddamento

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE MACCHINE TEMA E TEMA FIX

INTRODUZIONE ALLE MACCHINE TEMA E TEMA FIX INTRODUZIONE ALLE MACCHINE TEMA E TEMA FIX Faenza, 26/03/2015 07/04/2015 www.energifera.com 1 Attività di Energifera Vendita macchine e accessori Fornitura delle istruzioni per l installazione Supporto

Dettagli

Istruzioni per l'uso

Istruzioni per l'uso Istruzioni per l'uso (parte rilevante per la protezione antideflagrante) per trasmettitori di pressione Profibus PA ai sensi della direttiva europea 94/9/CE Appendice VIII (ATEX) Gruppo II, categoria di

Dettagli

SMART 150 500 kw. Orange is the new green. Purezza naturale Risparmio al cliente Comfort per l utente

SMART 150 500 kw. Orange is the new green. Purezza naturale Risparmio al cliente Comfort per l utente Orange is the new green Purezza naturale Risparmio al cliente Comfort per l utente CALDAIE AUTOMATICHE A BIOMASSA SMART 0 00 kw Caldaie completamente automatiche con eccellenti prestazioni Soluzioni tecniche

Dettagli

IMPIANTI SOLARI. Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata

IMPIANTI SOLARI. Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata IMPIANTI SOLARI Manuale installazione impianti solari a Circolazione forzata 1 IMPIANTI SOLARI 1. Schema Generale combinazioni impiantistiche per Sistemi Solari Tecnosolar Pannelli Solari Energia Solare

Dettagli

CALDAIE A CIPPATO HPK-RA 15-160

CALDAIE A CIPPATO HPK-RA 15-160 CALDAIE A CIPPATO HPK-RA -60 CALDAIE A CIPPATO HPK-RA -9 8 Certificazione TÜ 0 9 7 Grado d efficienza di tutti gli impianti a pieno carico e a carico parziale maggior > 9,7%!! 6 CALDAIA PER CIPPATO HPK-RA

Dettagli

Gamma Caldaie Murali

Gamma Caldaie Murali Gamma Caldaie Murali Caldaia a condensazione Ultra compatta Rapporto di modulazione 1:9 Interfaccia utente con LCD Regolazione della temperatura ambiente da caldaia con sonda esterna Relè supplementare

Dettagli

I VANTAGGI. La caldaia elettrica! RISCALDAMENTO BASSA E ALTA TEMPERATURA ACQUA CALDA SANITARIA CLIMATIZZAZIONE PISCINE

I VANTAGGI. La caldaia elettrica! RISCALDAMENTO BASSA E ALTA TEMPERATURA ACQUA CALDA SANITARIA CLIMATIZZAZIONE PISCINE La caldaia elettrica! COME FUNZIONA Il funzionamento del sistema di riscaldamento elettrico, della caldaia M03-1 è una soluzione pulita, efficiente e flessibile nell ambiente urbano. Il sistema di riscaldamento

Dettagli

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE

Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE Facoltà di Ingegneria Master in Sicurezza e Protezione Modulo DISPOSITIVI DI SICUREZZA E RIVELAZIONE IMPIANTI DI RIVELAZIONE INCENDI Docente Fabio Garzia Ingegneria della Sicurezza w3.uniroma1.it/sicurezza

Dettagli

Le applicazioni della Dome Valve originale

Le applicazioni della Dome Valve originale Le applicazioni della Dome Valve originale Valvole d intercettazione per i sistemi di trasporto pneumatico e di trattamento dei prodotti solidi Il Gruppo Schenck Process Tuo partner nel mondo Il Gruppo

Dettagli

Riscaldamento con cippato e pellet

Riscaldamento con cippato e pellet www.froeling.com Riscaldamento con cippato e pellet Sin dall inizio della sua attività Froling si è specializzata nell utilizzo efficiente del legno come fonte di energia. Oggi il marchio Froling è sinonimo

Dettagli

Istruzioni per l'installazione della batteria di riscaldamento TBLF/TCLF per l'acqua GOLD

Istruzioni per l'installazione della batteria di riscaldamento TBLF/TCLF per l'acqua GOLD Istruzioni per l'installazione della batteria di riscaldamento TBLF/TCLF per l'acqua GOLD 1. Generalità Per il preriscaldamento dell'aria di mandata, la batteria di riscaldamento TBLF/TCLF utilizza acqua

Dettagli

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI LINEE GUIDA PER IL MONTAGGIO GPL INIEZIONE SEQUENZIALE IN FASE GASSOSA AUTOMOBILI TRASFORMABILI AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE ASPIRATO AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE TURBO AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

Dettagli

HIGH PERFORMANCE INNOVATION IN FIREFIGHTING

HIGH PERFORMANCE INNOVATION IN FIREFIGHTING HIGH PERFORMANCE INNOVATION IN FIREFIGHTING Efficace fino a -30 C La tecnologia wetting agent di nuova generazione progettata per proteggere persone, proprietà ed ambiente. CINQUE PRODOTTI IN UNO 1 2 3

Dettagli

GENERATORI DI CALORE A BIOMASSE - www.semsystem.it

GENERATORI DI CALORE A BIOMASSE - www.semsystem.it GENERATORI DI CALORE A BIOMASSE - www.semsystem.it Si definisce biomassa qualsiasi sostanza di matrice organica, vegetale o animale, destinata a fini energetici o alla produzione di ammendante agricolo,

Dettagli

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A modello AIRCENTER 12 10 bar - 400 V / 50 Hz - SIGMA CONTROL BASIC unità completa compressore - essiccatore - serbatoio completamente automatico, monostadio,

Dettagli

Università degli Studi di Bologna. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale

Università degli Studi di Bologna. FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale Università degli Studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale STUDIO DI MASSIMA DI UNA PIATTAFORMA ELEVATRICE AD IDROGENO Tesi di Laurea di:

Dettagli

Impianto di essiccazione. Dorset Tomo

Impianto di essiccazione. Dorset Tomo Impianto di essiccazione Dorset Tomo Per cippato, erba, compostato e frazioni solide separate Dorset Green machines b.v. Wevery 26 7122 ms aalten Netherlands T: +31 (0) 543 472103 F: +31 (0) 543 475355

Dettagli

SFL. caldaia a legna abbinabile a un bruciatore di pellet SUN P

SFL. caldaia a legna abbinabile a un bruciatore di pellet SUN P SFL caldaia a legna abbinabile a un bruciatore di pellet SUN P SFL - SUN P IL RISCALDAMENTO ALTERNATIVO FERROLI ha sempre riservato particolare attenzione ai temi ecologici e alla tutela dell ambiente,

Dettagli

CRITERI DI PROGETTAZIONE PER CENTRALI A BIOMASSA CON RETI DI TELERISCALDAMENTO. Loris Meneghini perito industriale in Vicenza

CRITERI DI PROGETTAZIONE PER CENTRALI A BIOMASSA CON RETI DI TELERISCALDAMENTO. Loris Meneghini perito industriale in Vicenza CRITERI DI PROGETTAZIONE PER CENTRALI A BIOMASSA CON RETI DI TELERISCALDAMENTO Loris Meneghini perito industriale in Vicenza ENERGIA CHIMICA COMBUSTIONE CAMBIAMENTO DI STATO ENERGIA TERMICA FORME (COMBUSTIBILI)

Dettagli

2. PRECAUZIONI DI SICUREZZA

2. PRECAUZIONI DI SICUREZZA INDICE 1. Prefazione 2 2. Precauzioni di sicurezza 3 3. Struttura.. 4 4. Modo d uso. 5 a) Controllo ausiliario e display LED... 5 b) Telecomando.. 6 c) Modo d uso 7 5. Manuale operativo.. 11 6. Manutenzione.

Dettagli