I CONTENUTI OBBLIGATORI DEI SITI WEB ISTITUZIONALI SUI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I CONTENUTI OBBLIGATORI DEI SITI WEB ISTITUZIONALI SUI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI"

Transcript

1 I CONTENUTI OBBLIGATORI DEI SITI WEB ISTITUZIONALI SUI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Dalle LINEE GUIDA DEI SITI WEB DELLA PA 2011 al VADEMECUM Dalla legge anticorruzione al Dlgs 33/2013 Amministrazione Trasparente Avv. Marco Giuri

2 LINEE GUIDA SITI WEB 29 LUGLIO 2011 INDICA CRITERI E STRUMENTI PER RIDUZIONE SITI WEB OBSOLETI E MIGLIORAMENTO DEGLI ATTIVI PER TUTTA LA PA REVISIONE ANNUALE CONSULTAZIONE CONCLUSA FORMATO DA 6 CAPITOLI

3 Primo Capitolo Definisce i destinatari delle Linee guida e illustra sinteticamente i riferimenti normativi più rilevanti. Questa sezione richiama i principi generali ai quali devono attenersi le amministrazioni pubbliche nella attuazione degli indirizzi contenuti nella Direttiva n. 8/2009;

4 II III Capitolo il II capitolo identifica i possibili interventi da realizzare, sulla base delle diverse tipologie di siti web pubblici (istituzionali o tematici); il terzo Capitolo è dedicato a descrivere i passi essenziali del processo di razionalizzazione dei contenuti e di riduzione dei siti web obsoleti, con lo scopo di fornire uno schema logico di partenza attraverso cui ogni pubblica amministrazione può pianificare le attività necessarie;

5 IV V Capitolo il quarto Capitolo propone criteri di indirizzo per accompagnare le pubbliche amministrazioni nel percorso di miglioramento costante della qualità dei propri siti web, richiamando principi chiave, requisiti essenziali (aggiornati rispetto alle novità introdotte dalla Delibera CiVIT n. 105/2010) e processi fondamentali, con particolare attenzione all'iscrizione al dominio ".gov.it", ai temi dell'accessibilità e alla gestione dei contenuti tramite Content Management System (CMS); il quinto Capitolo indica criteri e strumenti per il trattamento dei dati e della documentazione pubblica, offrendo esempi di sperimentazioni (es. Italian Open Data Licence - IODL);

6 VI Capitolo il sesto Capitolo illustra orientamenti e principi generali utili a offrire elementi di indirizzo per le pubbliche amministrazioni interessate a confrontarsi su temi innovativi come la valutazione da parte degli utenti, il benchmark tra amministrazioni, il confronto e l'interazione dei cittadini. Il testo, aggiorna circa la funzione di "accessibile.gov.it", specifica alcuni aspetti metodologici di valutazione dei siti web delle PA, dà conto dei principi sanciti nel testo del "nuovo CAD", richiamando inoltre gli elementi di novità introdotti in tema di partecipazione con le Delibere CiVIT n. 89/2010 e n. 105/2010.

7 STRUTTURA LINEE GUIDA

8 VADEMECUM Modalità di pubblicazione dei documenti nell albo on line Direttiva 8 del 26 novembre 2009 Elaborate da DigitPA

9 SCOPO VADEMECUM INDIVIDUA STANDARD UNICO A LIVELLO NAZIONALE FORNISCE ELEMENTI OPERATIVI FORNISCE SUGGERIMENTI

10 STATO DI ATTUAZIONE ALBO ON LINE STATISTICA INIZIO 2011: COMUNI (PARI AL 66,80% DEL TOTALE) HANNO PREDISPOSTO SEZIONE ON LINE DELL ALBO 100% CITTA METROPOLITANE TOSCANA: 72% DEI COMUNI

11

12 LE ORIGINI DELL ALBO PRETORIO L ALBO PRETORIO TRAE LE SUE ORIGINI GIA DALL ALBUM DEI ROMANI: - All albo si pubblicavano, infatti, gli editti e gli altri provvedimenti dell autorità giudiziaria, i nomi delle persone appartenenti a certe classi o corporazioni, le liste dei proscritti, ect

13 L EVOLUZIONE L evoluzione rivoluzione in materia di albo pretorio: - inizia nei primi anni 90, con la legge 241/1990, (trasparenza amministrativa) - prosegue con le leggi 127/97 e 191/09 (cd. Bassanini- bis e ter), (autodichiarazione ed autocertificazione) - poi ancora con D.Lgs 82/2005 (digitalizzazione della P.A.)

14 L EVOLUZIONE Legge cd. anticrisi (l. 2/2009) ha apportato alcune significative modifiche alla legge 82/2005, in tema di sostituzione dei documenti su supporto informatico rispetto agli originali cartacei (cfr. art. 16 rubricato Riduzione dei costi a carico delle imprese ) ed in tema di posta elettronica certificata.

15 L EVOLUZIONE art. 32 LA LEGGE 18 GIUGNO 2009 n Art. 32: 1. A far data dal 1 gennaio 2010, gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati. 2. Dalla stessa data del 1 gennaio 2010, al fine di promuovere il progressivo superamento della pubblicazione in forma cartacea, le amministrazioni e gli enti pubblici tenuti a pubblicare sulla stampa quotidiana atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o i propri bilanci, oltre all'adempimento di tale obbligo con le stesse modalità previste dalla legislazione vigente alla data di entrata in vigore della presente legge, ivi compreso il richiamo all'indirizzo elettronico, provvedono altresì alla pubblicazione nei siti informatici, secondo modalità stabilite con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti per le materie di propria competenza.

16 L EVOLUZIONE art Gli adempimenti di cui ai commi 1 e 2 possono essere attuati mediante utilizzo di siti informatici di altre amministrazioni ed enti pubblici obbligati, ovvero di loro associazioni. 4. Al fine di garantire e di facilitare l'accesso alle pubblicazioni di cui ai commi 1 e 2 il CNIPA realizza e gestisce un portale di accesso ai siti di cui al medesimo comma A decorrere dal 1 gennaio 2011 e, nei casi di cui al comma 2, dal 1 gennaio 2013, le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale, ferma restando la possibilità per le amministrazioni e gli enti pubblici, in via integrativa, di effettuare la pubblicità sui quotidiani a scopo di maggiore diffusione, nei limiti degli ordinari stanziamenti di bilancio.

17 L EVOLUZIONE art Agli oneri derivanti dalla realizzazione delle attività di cui al presente articolo si provvede a valere sulle risorse finanziarie assegnate ai sensi dell'articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, e successive modificazioni, con decreto del Ministro per l'innovazione e le tecnologie 22 luglio 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 226 del 28 settembre 2005, al progetto "PC alle famiglie", non ancora impegnate alla data di entrata in vigore della presente legge. Il comma 5 risulta così modificato dall art 2 D.L n. 194 così come modificato dall allegato alla legge di conversione, L n. 25 con decorrenza dal

18 L EVOLUZIONE E' fatta salva la pubblicità nella Gazzetta Ufficiale dell'unione europea, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e i relativi effetti giuridici, nonché nel sito informatico del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti di cui al decreto del Ministro dei lavori pubblici 6 aprile 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 100 del 2 maggio 2001, e nel sito informatico presso l'osservatorio dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, prevista dal codice di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.

19 L EVOLUZIONE e le nuove problematiche Come è il nuovo albo? Che fine fanno le vecchie delibere cartacee? Che cautele deve utilizzare l ente? Come è disciplinata la pubblicazione? Quale è il significato di conoscenza legale?

20 L EVOLUZIONE e le nuove problematiche Che rapporto esiste tra la pubblicazione ai fini legali e l informazione dell attività amministrativa? Quali cautele occorre utilizzare per effettuare una corretta redazione del documento informatico e che misure bisogna utilizzare per conservarlo e porlo a riparo dai richi informatici?

21 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA La pubblicazione si inserisce nell ultima fase del procedimento amministrativo ed è quell attività con cui l Amministrazione manifesta alla collettività la propria volontà o, comunque, un proprio atto. Con la pubblicità giuridica si rende agevole la conoscenza di determinati fatti ed atti giuridici in modo da assicurare la certezza dei rapporti

22 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA La pubblicità giuridica non ha solo la funzione di informare, ma in alcuni casi da anche la conoscenza legale degli atti e dei fatti così attestati. Su tali atti e fatti, si potrà fare completo affidamento, essendo irrilevante l eventualità che quanto è attestato non corrisponda a realtà.

23 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA La pubblicità notizia serve a dare semplice notizia di determinati fatti, ma la sua omissione non influisce né sulla validità né sull efficacia dei fatti stessi. In caso di omissione è prevista solo una sanzione. Non incide su efficacia, legittimità, esistenza. Un esempio di pubblicità notizia: -le pubblicazioni matrimoniali-

24 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA La pubblicità dichiarativa serve a rendere opponibili ai terzi gli atti per cui è prevista. La sua omissione non tocca la validità dell atto, ma la sua efficacia, in quanto rende impossibile far valere l atto stesso verso i terzi. Un esempio: trascrizione degli atti di acquisto di immobili nei registri immobiliari

25 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA La pubblicità costitutiva condiziona sia la validità che l efficacia dell atto e, in mancanza di essa, non si produrranno effetti tra le parti: è quindi un requisito del venire in essere del diritto. Un esempio: l iscrizione dell ipoteca

26 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA Secondo parte della dottrina la pubblicazione all albo pretorio assolve la funzione di pubblicità notizia; Non costituirebbe dunque conoscenza legale ma strumento divulgativo. Tuttavia la mancata pubblicazione di un atto all Albo Pretorio priverebbe di efficacia lo stesso, lo renderebbe inopponibile ai terzi, Le conseguenze sono in realtà paragonabili alla pubblicità dichiarativa.

27 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA In base al disposto dell art. 124 del Tuel (D. Lgs. 267/2000) Tutte le deliberazioni del comune e della provincia sono pubblicate mediante affissione all Albo pretorio, nella sede dell ente, per quindici giorni consecutivi, salvo specifiche disposizioni di legge. Tutte le deliberazioni degli enti locali sono pubblicate mediante affissione all Albo pretorio del comune ove ha sede l ente, per quindici giorni consecutivi, salvo specifiche disposizioni.

28 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA La pubblicazione importa la piena conoscenza dell atto, idonea a far decorrere il termine per la sua impugnativa, ma nel contempo esige che siano noti non solo l esistenza dell atto, ma anche il relativo contenuto nei termini essenziali ( Cons. Giust. Amm. Reg. Sic., 28 marzo 1991, n. 123)

29 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA L adozione di forme di pubblicità diverse da quelle espressamente previste non è idonea a creare una presunzione legale di conoscenza dell atto (T.A.R. Puglia, Lecce, 26 novembre 1990, n. 1008).

30 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA Nel momento in cui la formalità della pubblicazione nell albo pretorio viene posta in essere, viene a determinarsi una presunzione di conoscenza legale dell atto, ragion per cui da quel momento decorrerà il dies a quo per l impugnazione dell atto pubblico.

31 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA Per dare attuazione alle deliberazioni dichiarate immediatamente eseguibili, non occorre la pubblicazione all Albo pretorio. ( T.A.R. Piemonte n. 2584/07 la dichiarazione di immediata eseguibilità, prevista dall art. 134, comma 4, del D. Lgs 267/2000, anticipa la possibilità di dare esecuzione alla deliberazione rispetto ad ogni ulteriore adempimento)

32 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA TALE PRINCIPIO DI CONOSCENZA LEGALE SI APPLICA AGLI ATTI CHE NON NECESSITANO DI NOTIFICAZIONE INDIVIDUALE O DI ALTRA FORMA DI PUBBLICITA FINALIZZATA ALL EFFETTIVA CONOSCENZA DEGLI STESSI

33 LA FUNZIONE DELLA PUBBLICITA La pubblicazione all Albo pretorio del comune è prescritta dall art. 124 T.U. n. 267/2000 per tutte le deliberazioni del comune e della provincia, essa concerne anche le determinazioni dirigenziali. (Consiglio di stato 15 marzo 2006 n. 1370)

34 LA FUNZIONE DI PUBBLICITA - Nonostante l opinione di larga parte della dottrina la decisione 1370/2006 è ormai ius receptum. Anche il Garante Privacy con deliberazione n. 17 del 19 aprile 2007 equipara la pubblicazione all albo pretorio di delibere e determine

35 LA FUNZIONE DI PUBBLICITA L art. 32 della legge 69 del 2009 come modificato dal dall art.2 del D.Lgs 194/2009 prevede al 5 comma che: A decorrere dal 1 gennaio 2011 e, nei casi di cui al comma 2, dal 1 gennaio 2013, le pubblicazioni effettuate in forma cartacea non hanno effetto di pubblicità legale Ma quale è il significato di conoscenza legale della pubblicazione informatica? Su questo punto negli anni si sono create molte incertezze

36 LA FUNZIONE DI PUBBLICITA Secondo il T.A.R. Puglia, Lecce 6 giugno 2008 n. 1668, la prova dell inserzione in un sito informatico di un determinato documento e la sua conformità all originale può essere fornita mediante l attestazione scritta dell impiegato preposto a tale incombenza o del dirigente che abbia ordinato l affissione

37 LA FUNZIONE DI PUBBLICITA Secondo il T.A.R. Lazio n /2007,, la pubblicazione on line di un documento non puo essere episodica e pertanto un ente pubblico che faccia uso episodico del proprio sito non può pretendere che i suoi interlocutori debbano onerarsi della consultazione dello stesso e quindi non può ritenere di aver adeguatamente divulgato un atto mediante inserimento sul sito

38 LA FUNZIONE DI PUBBLICITA Secondo il Consiglio di Stato n. 1949/2007 la difformità tra il bando pubblicato sulla G.U.C.E. e quello apparso sul sito web dell amministrazione, concretizzatesi nella previsione, in seno alla sola versione web, di taluni requisiti a pena di esclusione, comporta l illegittimità della procedura.

39 LA FUNZIONE DI PUBBLICITA T.A.R. Sardegna n. 2241/2007 la pubblicazione sul sito internet della regione delle cartografie allegate al P.P.R. non è idonea a far decorrere i termini per l impugnazione, non essendo con tale mezzo garantita l autenticità del documento

40 LA FUNZIONE DI PUBBLICITA La disposizione dell art. 32 della legge 69 del 2009 ha ovviamente eliminato tutte le incertezze sul punto. Dunque dal 1 gennaio 2011 (proroga prevista da decreto milleproroghe 2010) solo la pubblicazione on-line avrà valore di pubblicità legale

41 LA FUNZIONE DI PUBBLICITA Per gli atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica, in ordine ai quali vige l obbligo di pubblicazione sulla stampa quotidiana, dal 1 gennaio 2010 vi sarà obbligo di pubblicazione anche sui siti istituzionali. Tuttavia solo dal 1 gennaio 2013 la pubblicazione cartacea di tali atti non avrà più valore legale.

42 LA TRASPARENZA E LA RESPONSABILITA DEI DIRIGENTI E stato introdotto un nuovo elemento di valutazione della capacità manageriale e della responsabilità dirigenziale che si affianca a quella, sempre introdotta dall art. 7 comma 2, della legge 69/2009, in tema di ritardo nella conclusione del procedimento amministrativo. Anche la trasparenza, pertanto, assurge a L.E.P. (livello essenziale delle prestazioni erogate dalle P.A.) ed è intesa oggi come accessibilità totale.

43 TRASPARENZA, DIRITTO DI ACCESSO E DIRITTO ALLA RISERVATEZZA L art 32 della legge 69/2009 deve necessariamente essere coordinato con i principi esistenti in materia di Privacy ed in particolare con la decisione 19 aprile 2007 n. 17 del Garante Privacy. Adesso l amministrazione comunale deve infatti rispettare la riservatezza nella redazione degli atti attraverso tutta una serie di accorgimenti che mirano a tutelare la riservatezza, ma che impediscono una divulgazione totale e una pubblicità indiscriminata.

44 TRASPARENZA, DIRITTO DI ACCESSO E DIRITTO ALLA RISERVATEZZA Nella sostanza non tutto è pubblicabile ed è necessario un vaglio attento dei dati contenuti in atti e delibere, il tutto al fine di verificare la compatibilità dei contenuti divulgati con la normativa sulla riservatezza.

45 TRASPARENZA, DIRITTO DI ACCESSO E DIRITTO ALLA RISERVATEZZA Esempi di atti dal contenuto censurabile: - atti adottati nel quadro di assistenza e beneficienza; - procedure concorsuali. In questi casi è possibile non pubblicare integralmente gli atti, ma indicare sezioni del sito con accesso selezionato per la verifica di interessati e controinteressati.

46 I MEZZI PER LA PUBBLICAZIONE L art. 32 viene rubricato: Eliminazione degli sprechi Tuttavia il contenuto dell articolo si riferisce alla pubblicità legale, e l eliminazione dello spreco né è solo un effetto. O almeno dovrebbe esserlo

47 MEZZI PER LA PUBBLICAZIONE In realtà solo nel breve periodo vi sarà un reale risparmio in termini economici Ma nel medio lungo periodo la conservazione di un documento digitale impone una continua attività di migrazione, di sostituzione di supporti obsoleti, di verifica e di aggiornamento di formati idonei alla conservazione, con conseguente impiego crescente di risorse economiche.

48 MEZZI PER LA PUBBLICAZIONE Ai fini della c.d. pubblicità notizia non si pongono problemi di sorta. Invece per una corretta equiparazione con l albo tradizionale cartaceo dovranno essere rispettate la sicurezza, autenticità ed immodificabilità del documento informatico.

49 MEZZI PER LA PUBBLICAZIONE La pubblicazione di un documento informatico importa ad esempio, la sottoscrizione con firma digitale ed anche un riferimento temporale. In attesa di regole tecniche da emanarsi in merito, la conformità all originale sarà in primis assicurata dal funzionario a ciò delegato.

REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALBO PRETORIO ONLINE

REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALBO PRETORIO ONLINE REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALBO PRETORIO ONLINE ART.1 - CONTESTO NORMATIVO 1.Il presente Regolamento disciplina le modalità di pubblicazione sul sito informatico dell Istituto Comprensivo Statale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI GALLICANO (Provincia di Lucca) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE 1 INDICE 1. Oggetto.3 2. Accesso al servizio...3 3. Finalità della pubblicazione...3 4. Atti da pubblicare....3

Dettagli

COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con delibera di Giunta Municipale n. 9 del 10.01.2011 INDICE 1. Premessa 2. Accesso al servizio 3. Finalità della

Dettagli

Regolamento per la disciplina dell Albo Pretorio on line

Regolamento per la disciplina dell Albo Pretorio on line COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA Provincia di Reggio Emilia Regolamento per la disciplina dell Albo Pretorio on line Approvato con Delibera di Giunta Comunale n.26 del 19.03.2015 Indice Articolo 1 - Oggetto

Dettagli

COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE

COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 24 marzo 2014 1 INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento... 3 Art. 2

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI ALL ALBO INFORMATICO. Approvato dal Consiglio d Istituto in data

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI ALL ALBO INFORMATICO. Approvato dal Consiglio d Istituto in data REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI ALL ALBO INFORMATICO Approvato dal Consiglio d Istituto in data Articolo 1 Oggetto del Regolamento 1. In attuazione dei principi di pubblicità e di trasparenza

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online Raccolta Regolamenti ARPAV n. 35 Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Regolamento per la gestione delle procedure di pubblicazione all albo online Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ATRANI PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON - LINE

COMUNE DI ATRANI PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON - LINE COMUNE DI ATRANI PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON - LINE Approvato con D.G. N.54 DEL 01/07/2013 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE

Dettagli

REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE

REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE Articolo 1:Contesto normativo 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di pubblicazione sul sito informatico dell'istituto Comprensivo di Castellucchio di

Dettagli

SINTESI. News. Obiettivi. Le novità 2011

SINTESI. News. Obiettivi. Le novità 2011 SINTESI News Obiettivi Le novità 2011 È online sul sito web del Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione l aggiornamento 2011 delle "Linee guida per i siti web delle PA. Il documento, sottoposto

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012

PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012 PROVINCIA DI LECCE SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012 INDICE 1. PREMESSA 2. STRUMENTI 3. INDIVIDUAZIONE DATI DA PUBBLICARE 4. INDIVIDUAZIONE

Dettagli

COMMUNE DE QUART COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA VALLÉE D AOSTE

COMMUNE DE QUART COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA VALLÉE D AOSTE COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA COMMUNE DE QUART VALLÉE D AOSTE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE Approvato con deliberazione della Giunta comunale n.16 del 2 marzo 2012 avente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE (Integrazione al Regolamento di Organizzazione degli uffici e dei servizi)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE (Integrazione al Regolamento di Organizzazione degli uffici e dei servizi) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE (Integrazione al Regolamento di Organizzazione degli uffici e dei servizi) Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina le competenze,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO DIGITALE Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 34 del 14/4/2011 Depositato

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON- LINE Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n.ro 154 del 28/10/2010

Dettagli

Albo Pretorio on line

Albo Pretorio on line Pag.: 1 di 10 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DELLA BASILICATA Rionero in Vulture (PZ) Albo Pretorio on line Regolamento per la disciplina dell'albo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO ON LINE A.T.E.R. AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI LATINA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO ON LINE Testo approvato con determinazione del Direttore Generale n. 15

Dettagli

DECRETO n. 281 del 28/05/2015

DECRETO n. 281 del 28/05/2015 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 81 DEL 04 MARZO 2013 REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEI DOCUMENTI SUL PORTALE WEB AZIENDALE

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 81 DEL 04 MARZO 2013 REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEI DOCUMENTI SUL PORTALE WEB AZIENDALE ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 81 DEL 04 MARZO 2013 REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEI DOCUMENTI SUL PORTALE WEB AZIENDALE Approvato con deliberazione n. 081 del 04 Marzo 2013 INDICE Art.1 Oggetto del

Dettagli

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile L. 18 giugno 2009, n. 69 1 e 2 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile (Estratto relativo all Amministrazione digitale) Art. 24

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO ON-LINE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO ON-LINE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO ON-LINE Approvato con deliberazione n. 5 del 15.06.2011 INDICE Art. 1 ) Oggetto del Regolamento Art. 2 ) Istituzione e finalità dell Albo on line Art. 3 ) Finalità

Dettagli

Comune di AVELLA. Relazione del 18 novembre 2010. Il Responsabile dell Area Amministrativa Dr Pellegrino Gaglione

Comune di AVELLA. Relazione del 18 novembre 2010. Il Responsabile dell Area Amministrativa Dr Pellegrino Gaglione Provincia di Avellino Relazione del 18 novembre 2010 Il Responsabile dell Area Amministrativa Dr Pellegrino Gaglione 1 1. Contesto normativo e strategico 2. La progettazione dell albo pretorio elettronico

Dettagli

COMUNE DI NUVOLENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI NUVOLENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI NUVOLENTO ORIGINALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE N. 26 DEL 28.09.2010 GIUGNO 2009, N. 69, RIGUARDANTE L'ALBO PRETORIO INFORMATICO. ESAME ED APPROVAZIONE. L anno DUEMILADIECI

Dettagli

Segnalazione ai sensi dell art. 6, comma 7, lettera f), del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Atto di segnalazione n. 1 del 27 marzo 2013

Segnalazione ai sensi dell art. 6, comma 7, lettera f), del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Atto di segnalazione n. 1 del 27 marzo 2013 Segnalazione ai sensi dell art. 6, comma 7, lettera f), del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Atto di segnalazione n. 1 del 27 marzo 2013 Pubblicazione cartacea degli avvisi e dei bandi ex art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ONLINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ONLINE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ONLINE (appendice al regolamento sull ordinamento degli uffici e dei servizi) Approvato con delibera di G.C. n. 6 del 27.01.2011

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Giunta Comunale n. 32 del 10.02.2011 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni:

Dettagli

Regolamento Pubblicazione su Area Pubblicità Legale

Regolamento Pubblicazione su Area Pubblicità Legale Regolamento Pubblicazione su Area Pubblicità Legale Il presente Regolamento disciplina le modalità di pubblicazione sul sito informatico del 1 Circolo Didattico Carmine di Nicosia di atti e provvedimenti

Dettagli

Scuole e Pubblicità Legale

Scuole e Pubblicità Legale Scuole e Pubblicità Legale Le fonti normative L. n. 69 del 18-6- 2009 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile art. 32 1. A far

Dettagli

PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 329 OGGETTO ISTITUZIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO DELLA PROVINCIA DI ASTI

PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 329 OGGETTO ISTITUZIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO DELLA PROVINCIA DI ASTI Proposta di deliberazione prot. N 111112 del 02/12/2010 IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 329 OGGETTO ISTITUZIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO

Dettagli

Dalla trasparenza all accessibilità totale delle informazioni nella PA. E nella scuola? Modalità e limiti applicativi. Anna Armone

Dalla trasparenza all accessibilità totale delle informazioni nella PA. E nella scuola? Modalità e limiti applicativi. Anna Armone Dalla trasparenza all accessibilità totale delle informazioni nella PA. E nella scuola? Modalità e limiti applicativi Anna Armone Le case della trasparenza Art. 1 l. 241/1990 L attività amministrativa

Dettagli

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015 2016 2017 1 allegato a) deliberazione del Consiglio di Amministrazione. n. /2015 PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

ALBO PRETORIO ON-LINE REGOLAMENTO

ALBO PRETORIO ON-LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON-LINE REGOLAMENTO Albo Pretorio on-line L art. 32 della Legge n. 69 del 18 giugno 2009 così come modificato dal D.L. 30.12.2009 n. 194 art. 2, c. 5, stabilisce il termine del 1 gennaio

Dettagli

REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE DEI DATI NEL SITO WEB ISTITUZIONALE

REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE DEI DATI NEL SITO WEB ISTITUZIONALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Istituto Comprensivo Statale "Don Lorenzo Milani" 37066 Sommacampagna (Verona) - Via Bassa n. 6 Tel.

Dettagli

COMUNE DI TICINETO. (Provincia di Alessandria) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. PERIODO 2014-2016

COMUNE DI TICINETO. (Provincia di Alessandria) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. PERIODO 2014-2016 COMUNE DI TICINETO (Provincia di Alessandria) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. PERIODO 2014-2016 Approvato con D.G.C. n. 10 del 31/01/2014 1. PREMESSA Il Decreto legislativo 14 marzo

Dettagli

CITTÀ DI AGROPOLI. Regolamento per la pubblicazione delle Determinazioni sul sito internet istituzionale dell Ente

CITTÀ DI AGROPOLI. Regolamento per la pubblicazione delle Determinazioni sul sito internet istituzionale dell Ente CITTÀ DI AGROPOLI Regolamento per la pubblicazione delle Determinazioni sul sito internet istituzionale dell Ente Approvato con deliberazione della Giunta comunale n 358 del 06.12.2012 Regolamento per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE COMUNE DI FENIS REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D'AOSTA Località Chez Croiset, 22 11020 FENIS (AO) C.f. 00096180070 0165/764635 COMMUNE DE FENIS REGION AUTONOME DE LA VALLEE D'AOSTE http://www.comune.fenis.ao.it

Dettagli

PA online evoluzione normativa

PA online evoluzione normativa PA online evoluzione normativa WEB PA Evoluzione normativa della PA nel web Albo online (legge 69/2009, art. 32) Dal 1 gennaio 2011 è entrato in vigore, dopo un anno di proroga, l art. 32 della L. 69/2009

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO COMUNE DI ROVIGO REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO Approvato dalla Giunta Comunale con Deliberazione n. 201 in data 22.12.2011 Entrato in vigore dal 13.01.2012

Dettagli

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino R E G O L A M E N T O. Stralcio al Regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino R E G O L A M E N T O. Stralcio al Regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino R E G O L A M E N T O PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE D I PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON-LINE Stralcio al Regolamento di Organizzazione degli Uffici e

Dettagli

Prot. N. Vairano P., 16.09.2014

Prot. N. Vairano P., 16.09.2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE "G. MARCONI" IPSIA I.T.E. - I.T.T. - I.P.S.E.O.A.

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE INDICE GENERALE Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Istituzione dell Albo Pretorio on-line Art. 3 - Finalità della pubblicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZI A RESIDENZI ALE DI POTENZA Via Manhes, 33 85100 POTENZA tel. 0971413111 fax. 0971410493 www.aterpotenza.it U.R.P. - Numero Verde 800291622 fax 0971 413227 REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO

COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO Approvato con delibera del Consiglio n. 14 del 29/04/2015 IL SEGRETARIO COMUNALE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 24.05.2012 Capitolato tecnico. Capitolato tecnico Versione 1.0 del 24 maggio 2012 pag.

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 24.05.2012 Capitolato tecnico. Capitolato tecnico Versione 1.0 del 24 maggio 2012 pag. CAPITOLATO TECNICO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DELLA FORNITURA AVENTE AD OGGETTO IL MODULO DI APPRENDIMENTO E DISCOVERY POL DEL PROGETTO PORTALE DELLA PUBBLICITÀ LEGALE, ESTENSIONE DEL PROGETTO ITALIA.GOV.IT

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA Anni 2011-2013 (approvato con deliberazione di giunta provinciale n. 440 del 22/11/2011) 1 SOMMARIO ART. 1- PRINCIPI 3 ART.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE

REGOLAMENTO PER LA ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE REGOLAMENTO PER LA ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE (ART. 32 L. 69/2009) Adottato con Deliberazione di Consiglio Direttivo n 9 del 07.07.2011 Approvato dal M.A.T.T.M. con nota prot.

Dettagli

PREMESSA AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE. Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

PREMESSA AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE. Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE Circolare n. 61/2013 AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE A tutte le pubbliche amministrazioni di cui all articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 Oggetto:

Dettagli

PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO D ISTITUTO REGOLAMENTO

PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO D ISTITUTO REGOLAMENTO I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E DON LORENZO MILANI Scuola dell Infanzia Quartesana -Scuole Primarie D. Milani Ferrara-Pontegradella-Baura- Villanova-Cocomaro di Cona-Quartesana -Scuole

Dettagli

REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014

REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014 REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014 Art 1. Sito Web Il sito dell Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Aulla (MS), www.alighieriaulla.it, è curato da responsabili incaricati

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con delibera di G.P. n. 252 del 21/12/2010 1 INDICE Art. 1 - Oggetto 3 Art. 2 - Istituzione dell Albo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON - LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON - LINE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON - LINE INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Modalità di accesso al servizio on-line Art. 3 Atti soggetti alla pubblicazione Art. 4 Modalità di pubblicazione Art.

Dettagli

Regolamento per il funzionamento dell Albo pretorio on-line dell Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Basilicata

Regolamento per il funzionamento dell Albo pretorio on-line dell Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Basilicata Regolamento per il funzionamento dell Albo pretorio on-line dell Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Basilicata Articolo 1 Oggetto del Regolamento In ossequio ai principi di pubblicità,

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2013/2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2013/2015 www.comune.bottanuco.bg.it mail: comune.bottanuco@tin.it p.e.c. : comune.bottanuco@postecert.it PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2013/2015 (Art. 11, comma 2, del D.Lgs 27.10.2009,

Dettagli

Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line.

Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line. Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line. INDICE Articolo 1 Oggetto del Regolamento Articolo 2 Istituzione e finalità dell Albo Pretorio Informatico Articolo 3 - Atti da pubblicare all Albo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE ENTE-PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI TENUTA SAN ROSSORE Località CASCINE VECCHIE 56122 PISA tel. (050) 539111 fax (050) 533650 cod. fisc. 93000640503 p. iva 00986640506 SERVIZIO SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL'ALBO- PRETORI O ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL'ALBO- PRETORI O ON LINE Allegato "A" alla delibera commissariale con i poteri del CC n. ;2 : del ~ { -03-o20H.... :. REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL'ALBO- PRETORI O ON LINE INDICE l.premessa 2.Accesso al servizio 3:Finalità

Dettagli

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia. Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2014-2016

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia. Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2014-2016 COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2014-2016 rev 1/2014 1 PREMESSA Il presente Programma Triennale per la Trasparenza e l'integrità, di seguito P.T.T.I.,

Dettagli

Oggetto: Regolamento per la pubblicazione degli atti nel sito web della Camera di Commercio di Campobasso approvazione

Oggetto: Regolamento per la pubblicazione degli atti nel sito web della Camera di Commercio di Campobasso approvazione Oggetto: Regolamento per la pubblicazione degli atti nel sito web della Camera di Commercio di Campobasso approvazione Il Presidente aggiorna il Consiglio che la Giunta camerale con deliberazione n. 4

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci n. 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: soic814008@istruzione.it

Dettagli

COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA

COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI NELL ALBO INFORMATICO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE

REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI NELL ALBO INFORMATICO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI NELL ALBO INFORMATICO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE Rev. 0 giugno 2012 Preparato: AA. GG. Verificato: Segretario Generale Approvato: Deliberazione di

Dettagli

Le tappe 2010. Realizzazione della versione preliminare delle Linee guida, elaborata da un gruppo di lavoro composto da DigitPA, Formez PA, DFP e DDI

Le tappe 2010. Realizzazione della versione preliminare delle Linee guida, elaborata da un gruppo di lavoro composto da DigitPA, Formez PA, DFP e DDI Le Linee guida siti web PA, previste dalla Direttiva del 26 novembre 2009 n. 8 del Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione e rivolte a tutte le amministrazioni pubbliche, hanno l obiettivo

Dettagli

Regolamento per la gestione dell albo pretorio on-line

Regolamento per la gestione dell albo pretorio on-line Istituto comprensivo di Rivignano Regolamento per la gestione dell albo pretorio on-line Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina la tenuta, il funzionamento e le competenze di pubblicazione

Dettagli

Determinazione n. 564 del 31/03/2014

Determinazione n. 564 del 31/03/2014 Anno Prop. : 2014 Num. Prop. : 649 Determinazione n. 564 del 31/03/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEGLI OBIETTIVI DI ACCESSIBILITA' INFORMATICA DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PER L'ANNO 2014 IL DIRIGENTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO ON LINE ENTE PARCO DEL BEIGUA parco naturale regionale Sede amministrativa: Via G. Marconi 165 16011 Arenzano (GE) tel. 010 8590300 fax 010 8590064 e-mail e-mail: info@parcobeigua.it www.parcobeigua.it European

Dettagli

ALBO PRETORIO REGOLAMENTO E PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE

ALBO PRETORIO REGOLAMENTO E PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DON MILANI Via Solferino, 45 25038 Rovato (Bs) Tel: 030 7721457 C.F. 80051780171 email: bsic843007@istruzione.it bsic843007@pec.istruzione.it

Dettagli

COMUNE DI CASTROREALE Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE

COMUNE DI CASTROREALE Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI CASTROREALE Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.ro 41 del 27.12.2010

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE C I T T À D I L E N D I N A R A P r o v i n c i a d i R o v i g o Area Amministrativa 1 Settore / 1 Servizio SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE, ATTI DELIBERATIVI, PROTOCOLLO, SUPPORTO ORGANI ISTITUZIONALI,

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO - PUBBLICITA LEGALE

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO - PUBBLICITA LEGALE REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO - PUBBLICITA LEGALE Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto del 5 Novembre 2013 Il presente regolamento entra in vigore il

Dettagli

Albo pretorio on line Regolamento

Albo pretorio on line Regolamento AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS Direzione amministrativa Servizio affari generali Albo pretorio on line Regolamento Allegato alla Determinazione del Direttore del

Dettagli

Benvenuti alla SESSIONE INFORMATIVA SULLA VERIFICA ALBO ON LINE

Benvenuti alla SESSIONE INFORMATIVA SULLA VERIFICA ALBO ON LINE Benvenuti alla SESSIONE INFORMATIVA SULLA VERIFICA ALBO ON LINE 1 Programma dell incontro: Saluti Aspetti normativi La soluzione tecnologica La procedura di avviamento Il diritto all oblio 2 Legge n. 69/2009

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DELLE PUBBLICAZIONI ALL ALBO PRETORIO ON LINE

COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DELLE PUBBLICAZIONI ALL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DELLE PUBBLICAZIONI ALL ALBO PRETORIO ON LINE INDICE Articolo 1 - Oggetto Articolo 2 - Modalità di accesso al servizio on-line Articolo 3 Responsabile

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto del 27/01/2012 Il presente regolamento entra in vigore il 28/01/2012

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 16.06.94, n. 18 D.G.R. Lazio 30.06.94, n.

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 16.06.94, n. 18 D.G.R. Lazio 30.06.94, n. REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 16.06.94, n. 18 D.G.R. Lazio 30.06.94, n. 5163 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE - ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (art. 10 del D.Lgs 14 marzo 2013 n. 33) Finalità del Piano Con il presente programma triennale per la trasparenza e l integrità, l ATC di

Dettagli

TRASPARENZA AMMINISTRATIVA: GLI OBBLIGHI NORMATIVI PER LE SCUOLE DOPO IL D.LGS. n. 33/2013

TRASPARENZA AMMINISTRATIVA: GLI OBBLIGHI NORMATIVI PER LE SCUOLE DOPO IL D.LGS. n. 33/2013 FAQ TRASPARENZA AMMINISTRATIVA: GLI OBBLIGHI NORMATIVI PER LE SCUOLE DOPO IL D.LGS. n. 33/2013 IDENTIFICATIVO VERSIONE Ed. 1 Rev. 0/04-01-2013 RTI : HP Enterprise Services Italia S.r.l. Selex ES S.p.A.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE Viale Gramsci,3 FANO (Pu) tel.0721801416 tel. e fax 0721803345 Cod.meccanografico:PSEE015007 Cod.Fiscale:81004170411 e-mail: psee015007@istruzione.it - P.E.C.: psee015007@pec.istruzione.it www.direzionedidatticafano.gov.it

Dettagli

COMUNE DI MONASTEROLO DI SAVIGLIANO P r o v i n c i a d i C u n e o. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONASTEROLO DI SAVIGLIANO P r o v i n c i a d i C u n e o. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONASTEROLO DI SAVIGLIANO P r o v i n c i a d i C u n e o C O P I A DELIBERAZIONE Verbale di deliberazione della Giunta Comunale N. 71 O G G E T T O : N o m i n a d e l r e s p o n s a b i l

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE D ISTITUTO INFORMATICO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE D ISTITUTO INFORMATICO Prot. nr. AOOIISCASSATA-0006475-C17 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE D ISTITUTO INFORMATICO Articolo 1 Oggetto del regolamento. Il presente regolamento disciplina le modalità di svolgimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DI ATTI E PROVVEDIMENTI ALL ALBO CAMERALE. (Adottato con delibera della Giunta Camerale n.72, del 17 ottobre 2014)

REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DI ATTI E PROVVEDIMENTI ALL ALBO CAMERALE. (Adottato con delibera della Giunta Camerale n.72, del 17 ottobre 2014) REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DI ATTI E PROVVEDIMENTI ALL ALBO CAMERALE. (Adottato con delibera della Giunta Camerale n.72, del 17 ottobre 2014) Art.1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina, ai

Dettagli

23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI

23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI 23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI E248 Il sistema di protocollo informatico nella gestione degli archivi delle P.A.... pag. 2 E344 Le regole tecniche in materia

Dettagli

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Adozione del Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni on line. IL SEGRETARIO COMUNALE Visto

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario

Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015 2017 1 1 Approvato con deliberazione della Giunta

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE e-mail vric857007@istruzione.it PEC vric857007@pec.itruzione.it Sito: www.icnogara.gov.it REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto n. 6 del

Dettagli

Regolamento per l'organizzazione del servizio relativo alla tenuta dell'albo pretorio on line

Regolamento per l'organizzazione del servizio relativo alla tenuta dell'albo pretorio on line COMUNE DI CELLAMARE (Prov. di Bari) Regolamento per l'organizzazione del servizio relativo alla tenuta dell'albo pretorio on line Approvato con Deliberazione di G.C. N. 54 del 22/12/2011 1 INDICE Articolo

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 2015/00501 del 12/10/2015 al Collegio Sindacale

Dettagli

REGOLAMENTO SITO WEB

REGOLAMENTO SITO WEB REGOLAMENTO SITO WEB Art 1. Sito Web Il sito dell Istituto Comprensivo di Montecorvino Pugliano, www.icpugliano.gov.it, è curato da responsabili incaricati dal dirigente scolastico. Per le caratteristiche

Dettagli

COMUNE DI CASTELLAR (Provincia di Cuneo) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2014/2016.

COMUNE DI CASTELLAR (Provincia di Cuneo) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2014/2016. COMUNE DI CASTELLAR (Provincia di Cuneo) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2014/2016. Indice: Premessa 1. FONTI NORMATIVE 2. STRUMENTI 3. DATI DA PUBBLICARE 4. INIZIATIVE DI

Dettagli

CITTA DI STRESA. (Provincia del Verbano-Cusio-Ossola) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE

CITTA DI STRESA. (Provincia del Verbano-Cusio-Ossola) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE CITTA DI STRESA (Provincia del Verbano-Cusio-Ossola) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con D.C.C. n. 2 del 02.03.2011 e n. 68 del

Dettagli

COMUNE DI BALLAO PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI BALLAO PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI BALLAO PROVINCIA DI CAGLIARI Deliberazione n. 28 del 31/08/2012 Copia Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto:ADEMPIMENTI DI CUI ALL'ART. 32 DELLA LEGGE 69/2009. APPROVAZIONE DEL

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017)

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017) Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017) Premessa Il Programma Triennale per la Trasparenza e l integrità 2015-2017 integra e aggiorna il precedente Programma Triennale 2014-2016

Dettagli

Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013

Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 MODULO DIDATTICO 7 I siti web delle scuole dopo il D. Lgs. n. 33/2013 1 of 20 Nel corso degli anni i siti web

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO P.O.Olivieri 47864- PENNABILLI (RN) Scuole dell infanzia Primarie Scuola secondaria di I grado Tel. 0541928417 FAX 928435 Cod. Meccanografico RNIC812004 Cod. Fiscale 92027380416

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena

COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena Originale COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Numero: 116 Data: 11/12/2012 OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di I GRADO Via Roma 98061 BROLO (ME) C. F. 94007200838 C.M. MEIC83900A Fax 0941/562689, Tel. 0941/561503 e-mail: MEIC83900A@istruzione.it

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI Circolare informativa per la clientela Settembre Nr. 2 DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI In questa Circolare 1. Codice dell amministrazione digitale 2. Modifiche

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli TENUTA E CONSERVAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI CON MODALITA INFORMATICHE Documento n. 27 del 24 ottobre 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma tel.: 06/85.440.1 (fax 06/85.440.223)

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO ON LINE

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA IN MATERIA DI GESTIONE DELL ALBO ON LINE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA CIRCOLO DIDATTICO MORBEGNO Via Prati Grassi, 76 23017 MORBEGNO Tel. 0342/610837 Fax 342/600315 C. F. 82001750148 C.M. SOEE01100V E-Mail soee01100v@istruzione.it

Dettagli