CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING SECONDO IL METODO FINANZIARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING SECONDO IL METODO FINANZIARIO"

Transcript

1 CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING SECONDO IL METODO FINANZIARIO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI CLASSIFICAZIONE DELLE OPERAZIO- NI TRATTAMENTO DEL LEASING FI- NANZIARIO SECONDO I PRINCIPI INTERNAZIONALI TRATTAMENTO CONTABILE DEL LEASING FINANZIARIO DEL BILAN- CIO ORDINARIO ESEMPIO Art Codice Civile - D. Lgs , n. 6 - IAS n Delibera C.I.C.R Istruzioni Banca Italia Documento Oic , n. 1 La riforma del diritto societario impone la conoscenza del principio contabile internazionale IAS 17, relativo alla contabilizzazione delle operazioni di leasing con il metodo finanziario. Anche chi deciderà di non seguire le regole internazionali, continuando a rilevare i contratti di leasing con il consueto metodo patrimoniale, dovrà indicare in nota integrativa (dai bilanci chiusi dopo il ) tutti i dati richiesti dalla contabilizzazione dei contratti di leasing finanziario secondo il metodo IAS. METODI DI SCHEMA DI SINTESI Metodo finanziario Metodo patrimoniale Concedente Utilizzatore Concedente Utilizzatore Non iscrive il bene tra le immobilizzazioni. Non ammortizza il bene. Iscrive il bene tra le immobilizzazioni materiali. Iscrive il credito rela- Rileva il debito per la CONTABILIZZAZIONE tivo alla parte del canone ricevuto, relativa al capitale. Iscrive, per competenza, la parte relativa agli interessi e agli oneri accessori, tra i ricavi. Ammortizza il bene utilizzato. parte del canone che corrisponde al capitale. Registra tra i costi, per competenza, la parte finanziaria del canone e gli oneri accessori. Contabilizza i beni tra le immobilizazioni materiali. Ammortizza il bene utilizzato. Iscrive i canoni ricevuti a conto economico. Non iscrive il bene tra le immobilizzazioni. Non ammortizza il bene. Contabilizza i canoni versati come costi di esercizio, per competenza. Iscrizione nei conti d ordine dei canoni residui e del prezzo di riscatto del bene. Iscrizione in bilancio con il metodo patrimoniale Sulla base della normativa introdotta a seguito della riforma del diritto societario, si continuerà a contabilizzare la locazione finanziaria, in bilancio, come contratto atipico di godimento, in ottemperanza alla forma contrattuale, applicando il precedente metodo patrimoniale. Nel contempo, tramite la nota integrativa, il lettore del bilancio sarà informato degli effetti derivanti dalla (mancata) contabilizzazione secondo il metodo finanziario delle operazioni di leasing. Stato patrimoniale del concedente Nello stato patrimoniale delle società di leasing (soggetto concedente) le immobilizzazioni concesse in locazione finanziaria dovranno essere distinte dalle immobilizzazioni adibite ad uso proprio. RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO Nota integrativa dell utilizzatore (punto 22) In nota integrativa devono essere illustrate le operazioni di locazione finanziaria che comportano il trasferimento, al locatario, della parte prevalente dei rischi e dei benefici inerenti ai beni che ne costituiscono oggetto, sulla base di un apposito prospetto dal quale risulti:.. il valore attuale delle rate di canone non scadute, determinato utilizzando tassi di interesse pari all onere finanziario effettivo inerenti i singoli contratti;.. l onere finanziario effettivo attribuibile ad essi e riferibile all esercizio;.. l ammontare complessivo al quale i beni oggetto di locazione sarebbero stati iscritti alla data di chiusura dell esercizio qualora fossero stati considerati immobilizzazioni, con separata indicazione di ammortamenti, rettifiche e riprese di valore che sarebbero stati inerenti all esercizio. 1

2 CLASSIFICAZIONE DELLE OPERAZIONI CLASSIFICAZIONE GENERALE Principio contabile IAS n. 17 Leasing finanziario Leasing operativo Un leasing è classificato come finanziario se trasferisce, sostanzialmente, tutti i rischi e i benefici connessi alla proprietà. Un leasing è classificato come operativo se non trasferisce, sostanzialmente, tutti i rischi e i benefici derivanti dalla proprietà. CARATTERISTICHE DEL LEASING FINANZIARIO In altri termini, un leasing può essere classificato come finanziario quando:.. trasferimento di proprietà Il leasing trasferisce la proprietà del bene al locatario al termine del contratto di leasing... opzioni di acquisto Il locatario ha l opzione di acquisto del bene a un prezzo che ci si attende sia sufficientemente inferiore al fair value (valore equo) alla data alla quale sarà possibile esercitare l opzione cosicché, all inizio del leasing, è ragionevolmente certo che essa sarà esercitata... durata La durata del leasing copre la maggior parte della vita economica del bene, anche se la proprietà non è trasferita... valore attuale dei pagamenti All inizio del leasing il valore attuale dei pagamenti minimi dovuti per il leasing equivale almeno al fair value (equo) del bene locato. La classificazione di un leasing come finanziario od operativo dipende dalla sostanza dell operazione, piuttosto che dalla forma del contratto... natura dei beni I beni locati sono di natura così particolare che solo il locatario può utilizzarli senza dover apportare loro importanti modifiche. METODI INTERNAZIONALI DI CONTABILIZZAZIONE Metodo patrimoniale Per leasing operativo Regola Soggetto concedente Secondo il metodo contabile patrimoniale, i contratti di locazione sono contabilizzati in base alla forma giuridica negoziale. I beni oggetto di locazione sono rilevati come attività patrimoniali da parte del concedente e dallo stesso ammortizzati, mentre i canoni percepiti sono contabilizzati a conto economico. Soggetto utilizzatore L utilizzatore contabilizza periodicamente, in funzione della loro competenza economica, come costi d esercizio, i canoni contrattualmente dovuti. Metodo finanziario Per leasing finanziario Regola Spesso i contratti di locazione finanziaria non rappresentano un puro e semplice contratto di locazione, specie nei casi in cui i contratti contengono una clausola di riscatto che consente all utilizzatore, al termine del contratto, di acquisire la proprietà del bene locato ad un prezzo particolarmente vantaggioso. In pratica, l utilizzatore ottiene, fin dall inizio, l effettiva disponibilità economica del bene sopportandone tutti i rischi (es.: deperimento fisico ed economico). Soggetto utilizzatore Secondo il c.d. metodo finanziario, nel bilancio dell utilizzatore il bene locato è iscritto fra le proprie immobilizzazioni ed assoggettato ad ammortamento in funzione della sua vita utile economica, rilevando il debito per la parte relativa al capitale e registrando per competenza la componente finanziaria del canone e gli oneri accessori. Soggetto concedente Specularmente, il concedente iscrive in bilancio un credito per la parte relativa al capitale, registrando, per competenza, la parte finanziaria del canone e gli oneri accessori. 2

3 TRATTAMENTO DEL LEASING FINANZIARIO SECONDO I PRINCIPI INTERNAZIONALI Tavola riepilogativa Alcune definizioni preliminari tratte dal principio contabile internazionale n. 17 (in G.U.C.E. del ) Leasing Leasing finanziario Leasing operativo Durata del leasing Pagamenti minimi Fair value Valore residuo Tasso di interesse implicito Tasso marginale di interesse del prestito Nota 1 Il leasing è un contratto per mezzo del quale il locatore trasferisce al locatario, in cambio di un pagamento o di una serie di pagamenti, il diritto all utilizzo di un bene per un periodo di tempo stabilito. Il leasing finanziario è un leasing che trasferisce sostanzialmente tutti i rischi e i benefici derivanti dalla proprietà del bene. Al termine del contratto il diritto di proprietà può essere trasferito oppure no. Il leasing operativo è un leasing differente dal leasing finanziario. La durata del leasing è il periodo (non annullabile) per il quale il locatario ha preso in leasing il bene, insieme a eventuali ulteriori periodi per i quali il locatario ha il diritto di opzione per continuare nel leasing del bene, con o senza ulteriori pagamenti, e la cui opzione è ragionevolmente certa (all inizio del contratto) che sarà esercitata dal locatario. I pagamenti minimi dovuti per il leasing sono i pagamenti richiesti o che possono essere richiesti al locatario, nel corso della durata del leasing, esclusi i canoni di locazione sottoposti a condizione, i costi per servizi e le imposte che devono essere pagati dal locatore ed essere a lui rimborsati. Tuttavia, se il locatario ha un opzione di acquisto del bene a un prezzo che si ritiene sarà, alla data di esercizio dell opzione, sufficientemente inferiore al fair value, cosicché all inizio del leasing è ragionevolmente certo che essa sarà esercitata, i pagamenti minimi dovuti per il leasing comprendono i canoni minimi pagabili nel corso del leasing e il pagamento richiesto per esercitare l opzione di acquisto (valore di riscatto). Il fair value è il corrispettivo al quale un attività può essere scambiata, o una passività estinta, in una libera transazione fra parti consapevoli e indipendenti. Garantito Non garantito Il valore residuo garantito è:.. con riferimento al locatario.. con riferimento al locatore La porzione del valore residuo garantita dal locatario o da un terzo collegato al locatario (il valore della garanzia corrisponde all ammontare massimo che può, in qualsiasi situazione, divenire pagabile). La parte del valore residuo garantita dal locatario o da una terza parte non collegata al locatore che sia finanziariamente in grado di estinguere l obbligazione. Il valore residuo non garantito è la parte del valore residuo del bene locato la cui realizzazione, da parte del locatore, non è certa o è garantita unicamente da un terzo collegato con il locatore. Il tasso di interesse implicito del leasing è il tasso di attualizzazione che, all inizio del leasing, fa sì che il valore attuale dei pagamenti minimi derivanti dal leasing e del valore residuo non garantito sia uguale al fair value del bene locato 1. Il tasso marginale di interesse del prestito per il locatario è il tasso di interesse che il locatario dovrebbe pagare per un leasing analogo o, se questo non è determinabile, il tasso che, all inizio del leasing, il locatario dovrebbe pagare per un prestito con una durata e con garanzie simili, necessario per acquistare il bene. Trasparenza delle condizioni contrattuali delle operazioni e dei servizi bancari finanziari: gli obblighi in materia di pubblicità devono essere osservati anche in relazione alle operazioni di leasing finanziario. Le condizioni economiche dovranno essere espresse non più soltanto in relazione al canone, ma anche in termini di tasso. Pertanto, dall , per le operazioni di leasing finanziario, è indicato, fra l altro, il tasso interno di attualizzazione per il quale si verifica l uguaglianza fra costo di acquisto del bene locato (al netto di imposte) e valore attuale dei canoni e del prezzo dell opzione di acquisto finale (al netto di imposte) contrattualmente previsti. Per i canoni comprensivi dei corrispettivi per servizi accessori, di natura non finanziaria o assicurativa, dovrà essere considerata solo la parte di canone riferita alla restituzione del capitale investito per l acquisto del bene e dei relativi interessi. 3

4 - Bilancio del locatario (utilizzatore) - ISCRIZIONE IN STATO PATRIMONIALE Attività e passività I locatari devono rilevare le operazioni di leasing finanziario come attività e passività nei loro stati patrimoniali a valori (all inizio del leasing) uguali al fair value del bene locato o, se minore, al valore attuale dei pagamenti minimi dovuti per il leasing. All inizio del leasing, l attività e la passività per i futuri pagamenti devono essere rilevate nello stato patrimoniale allo stesso ammontare. Costi iniziali In relazione a specifiche operazioni di leasing, sono spesso sostenuti costi diretti iniziali, come i costi di negoziazione e di stipulazione del contratto di leasing. I costi identificati come direttamente attribuibili alle attività svolte dal locatario per un leasing finanziario sono capitalizzati come parte del valore dell attività. Principio contabile internazionale n. 17 Valore attuale dei pagamenti minimi Prevalenza della sostanza sulla forma Nel determinare il valore attuale dei pagamenti minimi dovuti per il leasing, il tasso di attualizzazione da utilizzare è il tasso di interesse implicito del leasing, se è possibile determinarlo; se non è possibile, deve essere utilizzato il tasso marginale di interesse del prestito per il locatario. Le operazioni e gli altri fatti devono essere contabilizzati ed esposti tenendo conto della loro natura sostanziale e finanziaria e non semplicemente della loro forma giuridica. Mentre la forma giuridica di un contratto di leasing stabilisce che il locatario non acquisisce la proprietà del bene locato, nel caso di leasing finanziario la realtà sostanziale e finanziaria è tale che il locatario acquisisce i benefici economici derivanti dall uso del bene locato per la maggior parte della sua vita economica, in cambio dell impegno a pagare un corrispettivo che approssima il fair value del bene e i relativi costi finanziari. CANONI AMMORTAMENTO Oneri finanziari e riduzione di passività Forme di approssimazione Criterio di ammortamento Periodo di ammortamento I canoni di leasing pagati devono essere ripartiti tra:.. costi finanziari;.. riduzione delle passività residue. I costi finanziari devono essere ripartiti tra gli esercizi nel corso del leasing, in modo da ottenere un tasso d interesse costante sulla passività residua per ciascun esercizio. Nella pratica, al fine di ripartire il costo finanziario sulla durata del leasing, per semplificare il calcolo, si possono utilizzare alcune forme di approssimazione. Un leasing finanziario comporta una quota di ammortamento delle attività ammortizzabili e oneri finanziari per ciascun esercizio. Il valore ammortizzabile di un bene in locazione deve essere imputato a ciascun esercizio durante il periodo amministrativo nel quale ci si attende di utilizzarlo, con un criterio sistematico coerente con il criterio di ammortamento che il locatario impiega per i beni di proprietà. Se esiste una ragionevole certezza che il locatario acquisirà la proprietà al termine del leasing, il periodo atteso di utilizzo coincide con la vita utile del bene. In caso contrario, il bene deve essere ammortizzato nel tempo più breve fra la durata del leasing e la sua vita utile. 4

5 - Bilancio del locatore (società di leasing) - ISCRIZIONE DEL CREDITO IN STATO PATRIMONIALE I locatori devono rilevare nel loro stato patrimoniale i beni posseduti, oggetto di operazioni di leasing finanziario, ed esporli come credito a un valore uguale all investimento netto nel leasing. PROVENTI FINANZIARI Rimborso del capitale e proventi finanziari Tasso di rendimento Criterio di ripartizione Costi iniziali In un leasing finanziario tutti i rischi e i benefici derivanti dalla proprietà sono, sostanzialmente, trasferiti al locatario. Di conseguenza, i canoni derivanti dal leasing devono essere trattati dal locatore come rimborso del capitale e come provento finanziario, atti, rispettivamente, a rimborsare e remunerare il locatore per il suo investimento e per i servizi prestati. Con riferimento al leasing finanziario, la rilevazione dei proventi finanziari deve essere basata su modalità che riflettano un tasso di rendimento periodico costante sull investimento netto residuo del locatore. Un locatore deve tendere a ripartire i proventi finanziari sulla durata del leasing con un criterio sistematico e razionale. Questa ripartizione dei proventi si deve basare su modalità che riflettano un rendimento periodico costante sull investimento netto residuo del locatore. I canoni di operazioni di leasing relativi al periodo amministrativo, esclusi i costi per servizi, devono essere ricondotti all investimento lordo del leasing per ridurre sia l importo capitale, sia l utile finanziario non realizzato. Nella negoziazione e nella finalizzazione di un leasing, il locatore spesso sostiene costi diretti iniziali, quali commissioni e compensi legali. Per le operazioni di leasing finanziario, questi costi diretti iniziali sono sostenuti per produrre proventi finanziari e devono essere imputati immediatamente al conto economico, oppure ripartiti a rettifica di questi proventi nel corso del leasing. Tale rettifica può essere ottenuta imputando il costo quando esso è sostenuto e rilevando come provento, nello stesso esercizio, per un corrispondente importo, l utile finanziario non realizzato. 5

6 TRATTAMENTO CONTABILE DEL LEASING FINANZIARIO DEL BILAN- CIO ORDINARIO CONTRATTI FINANZIARIO Documento Oic n. 1 Nella prassi nazionale la definizione di locazione finanziaria non è coincidente con quella prevista dal citato IAS 17. INDICAZIONE IN BILANCIO Condizione Metodo patrimoniale Si ritiene ragionevole rispettare, quale condizione preliminare per l applicazione dell obbligo informativo riportato nel nuovo punto 22 dell art del Codice Civile, la formale presenza nel contratto di leasing dell opzione finale di acquisto. Tuttavia, l informativa richiesta al n. 22 dell art deve essere fornita anche qualora le condizioni che contraddistinguono l operazione, indipendentemente dalla presenza dell opzione di riscatto, determinino, nella sostanza, il trasferimento al locatario della parte prevalente dei rischi e dei benefici inerenti ai beni. Per i locatari, il legislatore ha confermato la rappresentazione di tali operazioni secondo il metodo patrimoniale, in linea con l attuale prassi, ed ha ritenuto opportuno integrare l informativa complementare da fornire nella Nota Integrativa, aggiungendo all art Codice Civile il n. 22 relativo alla rappresentazione dei contratti di leasing finanziario secondo il metodo finanziario. ELEMENTI DA FORNIRE IN NOTA INTEGRATIVA Valore attuale delle rate di canone non scadute Valore del bene locato Debito implicito verso il locatore Oneri finanziari di competenza dell esercizio Quote di ammortamento É necessaria l identificazione di un saggio di interesse effettivo. Nei contratti di locazione finanziaria, ancorché il saggio di interesse applicato possa essere esplicitamente indicato (e normalmente così avviene), non necessariamente tale valore rappresenta il tasso d interesse effettivo, che invece è calcolato in funzione dei complessivi oneri finanziari che gravano sulla locazione e della durata del contratto in base ai diversi periodi di tempo intercorrenti dalla data di entrata in vigore del contratto sino a ciascuna scadenza periodica. Tale valore corrisponde al minore tra il teorico prezzo del bene per il suo acquisto in contanti e il valore attuale dei canoni di locazione comprensivo del valore attuale del prezzo di riscatto pattuito. Il valore del bene locato è esposto al netto degli ammortamenti che sarebbero stati stanziati applicando aliquote di ammortamento rappresentative della stimata vita utile del bene e di eventuali rettifiche e riprese di valore. Il debito che sarebbe stato iscritto tra le passività originariamente pari al valore del bene e progressivamente ridotto in base al piano di rimborso delle quote di capitale incluse nei canoni contrattuali Onere finanziario di competenza dell esercizio, ottenuto attraverso la scomposizione dei canoni di locazione tra interessi passivi e quota capitale in base al tasso di interesse implicito nei contratti. Relative ai beni in locazione, di competenza dell esercizio. 6 Effetti teorici sul patrimonio netto e conto economico Sebbene la norma non lo richieda espressamente, appare tuttavia opportuno che nel bilancio del locatario siano fornite in Nota Integrativa, se d importo apprezzabile, informazioni circa gli effetti che si sarebbero prodotti sul Patrimonio Netto e sul Conto Economico rilevando le operazioni di locazione finanziaria con il metodo finanziario. e relativi effetti fiscali.

7 ESEMPIO DATI ESEMPIO RELATIVO AD UN AUTOCARRO Valore iniziale del bene Maxicanone , ,13 Costo storico teorico. Durata del contratto Prezzo di riscatto 48 mesi dall n ,26 Canone contrattuale mensile 320,20 (IVA esclusa) per 47 rate mensili. Tavola n. 1 Ipotesi di sviluppo del piano finanziario di leasing Rata Debito residuo Quota capitale Quota interessi Canone contrattuale Debito residuo ,15 222,27 97,93 320, , ,88 223,67 96,53 320, , ,21 225,08 95,12 320, , ,13 226,49 93,71 320, , ,64 227,92 92,28 320, , ,72 229,35 90,85 320, , ,37 230,79 89,41 320, , ,58 232,24 87,96 320, , ,34 233,70 86,50 320, , ,63 235,17 85,03 320, , ,46 236,65 83,55 320, , ,81 238,14 82,06 320, , ,66 239,64 80,56 320, , ,02 241,15 79,05 320, , ,88 242,66 77,54 320, , ,22 244,19 76,01 320, , ,03 245,72 74,48 320, , ,30 247,27 72,93 320, , ,03 248,83 71,38 320, , ,21 250,39 69,81 320, , ,81 251,97 68,24 320, , ,85 253,55 66,65 320, , ,30 255,14 65,06 320, , ,16 256,75 63,45 320, , ,41 258,36 61,84 320, , ,04 259,99 60,21 320, , ,05 261,62 58,58 320, , ,43 263,27 56,93 320, , ,16 264,92 55,28 320, , ,24 266,59 53,61 320, , ,64 268,27 51,93 320, , ,38 269,95 50,25 320, , ,42 271,65 48,55 320, , ,77 273,36 46,84 320, , ,41 275,08 45,12 320, ,33 Scadenze n n n+2 7

8 Segue tavola n. 1 Sviluppo del piano finanziario di leasing Rata Debito residuo Quota capitale Quota interessi Canone contrattuale Debito residuo ,33 276,81 43,39 320, , ,52 278,55 41,65 320, , ,97 280,30 39,90 320, , ,66 282,07 38,14 320, , ,60 283,84 36,36 320, , ,76 285,63 34,58 320, , ,13 287,42 32,78 320, , ,71 269,23 30,97 320, , ,48 291,05 29,15 320, , ,43 292,88 27,32 320, , ,55 294,72 25,48 320, , ,83 296,57 23,63 320, ,26 Scadenza n n+4 Nota bene Nello scorporo della componente finanziaria, i principi contabili internazionali tendono a ripartire i costi finanziari lungo la durata del contratto, in modo da ottenere un tasso d interesse costante sulla passività residua. RIEPILOGO DATI FINANZIARI DEL LEASING Descrizione Valore in % Valore Valore del bene ,28 Anticipo 10, ,13 N canoni 47 Periodicità Mensile Tasso quotazione 7,547% Riscatto 20, ,26 Esempio n. 1 Ipotesi di prospetto di raccolta dati per nota integrativa (esercizio n ) Descrizione del bene Data stipula del contratto Durata mesi Costo storico teorico F.do amm.to teorico al n Amm.to teorico esercizio Valore netto Debito implicito al n Oneri finanziari esercizio Autocarro n ,28 576,70 576, , , ,93 2 Esempio n. 2 Ipotesi di prospetto di raccolta dati per nota integrativa (esercizio n+1 ) Descrizione del bene Data stipula del contratto Durata mesi Costo storico teorico F.do amm.to teorico al n+1 Amm.to teorico esercizio Valore netto Debito implicito al n+1 Oneri finanziari esercizio Autocarro n , , , , , ,56 2 Note 1 Desumibile dal piano finanziario di leasing (colonna debito residuo ). 2 Si ottengono dal piano finanziario di leasing, attraverso la sommatoria della colonna quota interessi, relativamente alle rate scadenti nell esercizio. 8

9 Esempio Beni con IVA detraibile e con costi deducibili per intero Impresa Bene strumentale Tipologia: Rossi S.p.A. Autocarro Bilancio al "n" Coefficiente Anni Durata minima ord. ammortamento ammortamento contratto (anni) 20% 5 x = 2,5 A Data consegna del bene Data prevista per riscatto "n" "n+4" Durata del contratto (anni) 4 B Nota bene Il valore B non deve mai essere inferiore al valore A Costo complessivo del contratto Maxicanone... Spese pratica e accessorie... N. 47 rate mensili da 320,20 (dall 1.12."n" al "n+4")... N.B. Non si considera nel calcolo il prezzo di riscatto Totale C ,13??? , ,53 = + Costo sostenuto dal concedente, desumibile dal contratto al netto del prezzo di riscatto e dell IVA ,28 Ripartizione costi secondo il criterio della competenza e deducibilità ai fini Irap Costo complessivo contratto (Totale C) Numero giorni durata contratto x Giorni di competenza dell'esercizio = , x 61 = 700,58 Canoni di competenza anno n Costo sostenuto dal concedente Numero giorni durata contratto x Giorni di competenza dell'esercizio = , x 61 = 722,37 Quota ded. ai fini Irap per l anno n Esercizio Importi di competenza (A) Importi contabilizzati Risconti attivi Importi deducibili ai fini Irap (B) Variazioni Irap (A-B) n n+1 n+2 n+3 n+4 700, , ,75 722,37 (-) (-) (-) (-) zero Totale ,53 9

10 Tavola riepilogativa B... Contratti in corso ATTIVITÀ Beni riscattati PASSIVITÀ Debiti impliciti Beni in leasing finanziario alla fine dell esercizio precedente, al netto degli ammortamenti complessivi pari a... alla fine dell esercizio precedente + Beni acquisiti in leasing finanziario nel corso dell esercizio ,28 + Beni in leasing finanziario riscattati nel corso dell esercizio - Quote di ammortamento di competenza dell esercizio 576,76 - Rettifiche o riprese si valore su beni in leasing finanziario +/- Totale beni in leasing finanziario al termine dell esercizio, al netto degli ammortamenti complessivi pari a.. (a) ,58 = Maggior valore complessivo dei beni riscattati, determinato secondo la metodologia finanziaria, rispetto al loro valore netto contabile alla fine dell esercizio (b) = Debiti impliciti per operazioni di leasing finanziario, alla fine dell esercizio precedente + Scadenti nell esercizio successivo:... Scadenti da 1 a 5 anni:... Scadenti oltre 5 anni: Debiti impliciti sorti nell esercizio ,15 + Rimborso delle quote capitale e riscatti nel corso dell esercizio 222,27 - Debiti impliciti per operazioni di leasing finanziario al termine dell esercizio (c) ,88 = Scadenti nell esercizio successivo:... Scadenti da 1 a 5 anni:... Scadenti oltre 5 anni: Effetto complessivo lordo alla fine dell esercizio (d) Effetto fiscale (e) Effetto sul patrimonio netto alla fine dell esercizio (f) (a+b-c) (d-e) 1.375,70 16, ,42 Effetti sul conto economico Storno di canoni su operazioni di leasing finanziario 700,58 + Rilevazione degli oneri finanziari su operazioni di leasing finanziario 97,93 - Quote di ammortamento Su contratti in essere 576,70 - Su beni riscattati - Rettifiche o riprese di valore su beni in leasing finanziario +/- Effetti sul risultato prima delle imposte 25,95 = Rilevazione dell effetto fiscale (33% + 4,25% = 37,25%) 9,67 - Effetto sul risultato d esercizio delle rilevazioni delle operazioni di leasing con il metodo finanziario 16,28 = 10

11 Scritture contabili Scritture contabili teoriche del locatario (utilizzatore) A Stipulazione del contratto P B II 4 P D n a AUTOCARRI IN LEASING DEBITI VERSO SOCIETÀ Iscrizione in bilancio dei canoni, oneri accessori, e del prezzo di riscatto, depurati degli oneri finanziari ,86 B Pagamento maxicanone e spese di istruttoria n a P C IV 1 DIVERSI BANCA C/C 2.324,052 P D 6 DEBITI VERSO SOCIETÀ 1.730,13 P D 6 DEBITI VERSO SOCIETÀ 206,58 P C II 5 IVA C/ACQUISTI 387,34 Pagamento maxicanone e oneri accessori. C Liquidazione periodica dei canoni di leasing n a P C IV 1 DIVERSI BANCA C/C 384,24 P D 6 DEBITI VERSO SOCIETÀ 222,27 E C 17 INTERESSI PASSIVI SU LEASING 97,93 P C II 5 IVA C/ACQUISTI 64,04 Pagamento 1ª rata canone di leasing n+1 P C IV 1 DIVERSI a BANCA C/C 384,24 P D 6 DEBITI VERSO SOCIETÀ 223,67 E C 17 INTERESSI PASSIVI SU LEASING 96,53 P C II 5 IVA C/ACQUISTI 64,04 Pagamento 2ª rata canone di leasing. D Ammortamento del bene strumentale E B 10 b P B II n a AMMORTAMENTO FONDO AMMORTAMENTO AUTOCARRI IN LEASING AUTOCARRI IN LEASING Quota annuale di ammortamento (2/12 al 20% su ,86). 583,60 E Pagamento ultima rata e riscatto del bene in leasing n+4 a P C IV 1 DIVERSI BANCA C/C 4.536,55 P D 6 DEBITI VERSO SOCIETÀ 296,57 P D 6 DEBITI VERSO SOCIETÀ 3.460,26 E C 17 INTERESSI PASSIVI SU LEASING 23,63 P C II 5 IVA C/ACQUISTI 756,09 Pagamento ultima rata e riscatto. Nota bene La Cassazione, Sezione Tributaria, con sentenza / , n. 8292, ha affermato che l iscrizione in bilancio del leasing con il metodo finanziario deve ritenersi legittima dal punto di vista civilistico; rimane comunque ferma l indeducibilità fiscale delle quote di ammortamento, poiché il bene non è giuridicamente di proprietà dell utilizzatore. Ne deriva che, per ottenere la deducibilità fiscale dei canoni, le imprese continueranno ad utilizzare il metodo patrimoniale. 11

12

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

IL PROBLEMA DELLA CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING NELLO IAS 17

IL PROBLEMA DELLA CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING NELLO IAS 17 IL PROBLEMA DELLA CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING NELLO IAS 17 Il leasing è un contratto per mezzo del quale il locatore (lessor) trasferisce al locatario (lessee), in cambio di un pagamento o di una serie

Dettagli

OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario

OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario OPERAZIONE DI LOCAZIONE FINANZIARIA Leasing Finanziario Le operazione di locazione finanziaria, nonostante la loro ampia diffusione, non hanno mai ricevuto una organica disciplina giuridica, consentendo

Dettagli

Il leasing in Nota integrativa

Il leasing in Nota integrativa Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 18 19.05.2014 Il leasing in Nota integrativa Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Nota integrativa Le operazioni di leasing

Dettagli

Il trattamento civilistico e contabile del leasing

Il trattamento civilistico e contabile del leasing ? INQUADRAMEN TEMA 9 - IL TRATTAMENTO CIVILISTICO E CONTABILE DEL LEASING TEMA 9 Il trattamento civilistico e contabile del leasing Dopo aver illustrato le diverse finalità del leasing finanziario rispetto

Dettagli

BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA

BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA Lezione 4 IAS 17: Leasing Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2012 2013 11 marzo 2013 Il PERCORSO BILANCIO

Dettagli

IAS 17 : LEASING. Schemi di analisi. Roma, 20 maggio 2011 Prof. Dott. Ubaldo Cacciamani

IAS 17 : LEASING. Schemi di analisi. Roma, 20 maggio 2011 Prof. Dott. Ubaldo Cacciamani IAS 17 : LEASING Schemi di analisi Roma, 20 maggio 2011 Prof. Dott. Ubaldo Cacciamani INDICE SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE CLASSIFICAZIONE CONTABILIZZAZIONE VENDITA E RETROLOCAZIONE PRINCIPI CONTABILI

Dettagli

Principi Contabili Internazionali Laurea Magistrale in Consulenza Professionale per le Aziende. IAS 17 Leasing. by Marco Papa

Principi Contabili Internazionali Laurea Magistrale in Consulenza Professionale per le Aziende. IAS 17 Leasing. by Marco Papa Principi Contabili Internazionali Laurea Magistrale in Consulenza Professionale per le Aziende IAS 17 Leasing by Marco Papa Outline o Definizioni o Classificazione del contratto di leasing o Contabilizzazione

Dettagli

INFORMAZIONI SUL LEASING

INFORMAZIONI SUL LEASING INFORMAZIONI SUL LEASING CHE COS'È IL LEASING Il leasing, o locazione finanziaria, è un contratto con il quale un soggetto (Utilizzatore) richiede ad una società finanziaria (Concedente) di acquistare

Dettagli

Il leasing operativo. in pratica. Antonina Giordano FISCO

Il leasing operativo. in pratica. Antonina Giordano FISCO in pratica FISCO Antonina Giordano Il leasing operativo I edizione Definizione e caratteristiche distintive Profili civilistici e fiscali Profili contabili e di rappresentazione in bilancio Riferimenti

Dettagli

MOVIMENTAZIONE DEI CONTI INTERESSATI DALLE OPERAZIONI IN VALUTA ESTERA

MOVIMENTAZIONE DEI CONTI INTERESSATI DALLE OPERAZIONI IN VALUTA ESTERA MOVIMENTAZIONE DEI CONTI INTERESSATI DALLE OPERAZIONI IN VALUTA ESTERA CREDITO VS CLIENTE INGLESE @ MERCI C/TO VENDITA 161,29 161,29 MATERIE PRIME C/ACQUISTO @ DEBITI VS FORNITORE USA 212,77 212,77 Università

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Il trattamento contabile della cessione dei contratti di leasing finanziario

Il trattamento contabile della cessione dei contratti di leasing finanziario Pratica di bilancio Il caso del mese di Fabio Giommoni * Il trattamento contabile della cessione dei contratti di leasing finanziario Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili

Dettagli

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati PROGRAMMA DEL CORSO CESPITI - TERZA PARTE Gestione dei cespiti Le immobilizzazioni materiali

Dettagli

La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili

La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili Dott. Alex Casasola 1 La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo Attendibilità della valutazione Di conseguenza.

Dettagli

Camozzi & Bonissoni. L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili. Francesco Assegnati. Camozzi & Bonissoni

Camozzi & Bonissoni. L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili. Francesco Assegnati. Camozzi & Bonissoni L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili Francesco Assegnati Camozzi & Bonissoni Studio Legale e Tributario Galleria San Carlo 6 20122 Milano www.camozzibonissoni.it Iter normativo

Dettagli

LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI

LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI Acquisto Il contratto di leasing è uno degli strumenti che viene comunemente utilizzato dalle imprese per procedere all acquisto di beni strumentali. Sono previste due possibili

Dettagli

Provvedimenti 2008 di avvicinamento IAS

Provvedimenti 2008 di avvicinamento IAS Immobilizzazioni materiali Codice civile e PC nazionali Art. 2426 C.C. Immobilizzazioni Immateriali Materiali Finanziarie Circolante Scorte Crediti Attività finanziarie Liquidità valutazione Costo storico

Dettagli

SCHEMA DI SVOLGIMENTO

SCHEMA DI SVOLGIMENTO TEMA N. 2 Il candidato, con riferimento ai lavori in corso su ordinazione, ma non ancora ultimati alla fine dell esercizio, illustri i principi generali di valutazione e rappresentazione contabile (TRACCIA

Dettagli

LA NOTA INTEGRATIVA. a cura di Norberto Villa

LA NOTA INTEGRATIVA. a cura di Norberto Villa LA NOTA INTEGRATIVA a cura di Norberto Villa Vecchio Codice 4 mesi 6 mesi se 2364-2 Nuovo Codice 120 giorni 180 giorni se Previsto da statuto Esigenze particolari Previsto da statuto Nel caso di... Nel

Dettagli

La contabilizzazione del leasing: disciplina attuale e prospettive future

La contabilizzazione del leasing: disciplina attuale e prospettive future Principi contabili internazionali La contabilizzazione del leasing: disciplina attuale e prospettive future Marco Venuti Università Roma 3 2014 Agenda Caratteristiche dell operazione di leasing Il mercato

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata a.a. 2010-2011. Esercitazione: La valutazione delle immobilizzazioni materiali

Ragioneria Generale e Applicata a.a. 2010-2011. Esercitazione: La valutazione delle immobilizzazioni materiali a.a. 2010-2011 Esercitazione: La valutazione delle immobilizzazioni materiali 1 IL COSTO DI ACQUISTO E DI PRODUZIONE DELLE IMMOBILIZZAZIONI Art. 2426, comma 1: Le immobilizzazioni sono iscritte al costo

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 17 (rivisto nella sostanza nei 1997) Leasing

Principio contabile internazionale n. 17 (rivisto nella sostanza nei 1997) Leasing Principio contabile internazionale n. 17 (rivisto nella sostanza nei 1997) Leasing Il presente Principio contabile internazionale rivisto nella sostanza sostituisce lo IAS 17, Contabilizzazione del leasing,

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CAVA DE' TIRRENI viale GUGLIELMO MARCONI, 52 Capitale Sociale versato e 100.000,00 C.C.I.A.A. SALERNO n. R.E.A317123 Partita IVA: 03734100658 Codice Fiscale: 03734100658 Nota Integrativa al bilancio

Dettagli

Fiscal Approfondimento

Fiscal Approfondimento Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N. 07 11.02.2014 Il leasing per le auto A cura di Devis Nucibella Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette La disposizione di riferimento per l individuazione

Dettagli

IAS 17 - Le operazioni di leasing nei bilanci IAS/IFRS Differenze con la prassi nazionale Aspetti di transizione, contabili e fiscali

IAS 17 - Le operazioni di leasing nei bilanci IAS/IFRS Differenze con la prassi nazionale Aspetti di transizione, contabili e fiscali Rivista IASIFRS IAS 17 - Le operazioni di leasing nei bilanci IAS/IFRS Differenze con la prassi nazionale Aspetti di transizione, contabili e fiscali A cura del dott. Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista

Dettagli

Immobili strumentali da reddito in leasing e Ias 40 Problematiche contabili, fiscali e di prima applicazione

Immobili strumentali da reddito in leasing e Ias 40 Problematiche contabili, fiscali e di prima applicazione Il Sole 24 ORE Immobili civili e strumentali in leasing Immobili strumentali da reddito in leasing e Ias 40 Problematiche contabili, fiscali e di prima applicazione Giuseppe Rebecca, Studio Rebecca & Associati

Dettagli

L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE

L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE L ADEGUAMENTO DEL BILANCIO 2004 AL NUOVO CODICE CIVILE Raffaele Rizzardi Bologna 14 dicembre 2004 FONTI NORMATIVE - RIFORMA DEL CODICE CIVILE - D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (applicazione facoltativa per

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

LEASING. È un contratto mediante il quale una parte (locatore), cede ad

LEASING. È un contratto mediante il quale una parte (locatore), cede ad LEASING Il codice civile non menziona esplicitamente fra i singoli contratti la locazione finanziaria per cui quest ultima si configura come un contratto atipico È un contratto mediante il quale una parte

Dettagli

LEASING, LEASE-BACK E FACTORING

LEASING, LEASE-BACK E FACTORING ESERCIZIO 1 MAXICANONE DI LEASING LEASING, LEASE-BACK E FACTORING Il contratto di leasing può prevedere, oltre ai canoni mensili, il pagamento di un maxicanone iniziale. In tale ipotesi la quota del canone

Dettagli

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI 1 L AMMORTAMENTO (NOZIONE GIURIDICA) il costo delle immobilizzazioni, materiali ed immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo

Dettagli

IL LEASING FINANZIARIO E GLI ALTRI FINANZIAMENTI: CONFRONTO AI FINI DELLA RAPPRESENTAZIONE IN BILANCIO E DEI RISVOLTI SUL RATING

IL LEASING FINANZIARIO E GLI ALTRI FINANZIAMENTI: CONFRONTO AI FINI DELLA RAPPRESENTAZIONE IN BILANCIO E DEI RISVOLTI SUL RATING IL LEASING FINANZIARIO E GLI ALTRI FINANZIAMENTI: CONFRONTO AI FINI DELLA RAPPRESENTAZIONE IN BILANCIO E DEI RISVOLTI SUL RATING 1. Introduzione L imprenditore intenzionato ad acquisire un nuovo bene per

Dettagli

Immobili, impianti e macchinari Ias n.16

Immobili, impianti e macchinari Ias n.16 Immobili, impianti e macchinari Ias n.16 Corso di Principi Contabili e Informativa Finanziaria Prof.ssa Sabrina Pucci Facoltà di Economia Università degli Studi Roma Tre a.a. 2005-2006 prof.ssa Sabrina

Dettagli

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL

Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Finanziamento Immobiliare Finanziamenti strutturati, leasing, mezzanine e NPL Giacomo Morri Antonio Mazza Capitolo 8 IL LEASING IMMOBILIARE Introduzione al leasing Modalità per ottenere l utilizzo di un

Dettagli

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani 1 Profili fiscali e opportunità in vista di Basilea 2 Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani Scuola Superiore Economia e

Dettagli

Le operazioni di leasing

Le operazioni di leasing www.contabilitanternazionale.eu Corso di: Contabilità Internazionale Corso di Laurea Magistrale in: Amministrazione e Controllo Le operazioni di leasing Oggetto della lezione framework Fair value disclosure

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

ESAME DI MATURITA Sessione ordinaria 2007 SECONDA PROVA SCRITTA - Economia aziendale SVILUPPO DEL PUNTO OPZIONALE N. 3

ESAME DI MATURITA Sessione ordinaria 2007 SECONDA PROVA SCRITTA - Economia aziendale SVILUPPO DEL PUNTO OPZIONALE N. 3 ESAME DI MATURITA Sessione ordinaria 2007 SECONDA PROVA SCRITTA - Economia aziendale di Gian Carlo Bondi SVILUPPO DEL PUNTO OPZIONALE N. 3 RELAZIONE CONTENENTE I RISULTATI DELL ANALISI ECONOMICO- FINANZIARIA

Dettagli

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards IAS 40 Investimenti immobiliari SCHEMA DI SINTESI DEL PRINCIPIO CONTABILE SINTESI ILLUSTRAZIONE DEL PRINCIPIO CONTABILE FINALITA TRATTAMENTO CONTABILE DEGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI VALUTAZIONE INIZIALE

Dettagli

Scheda operativa Versione 11.04.0c00. Leasing

Scheda operativa Versione 11.04.0c00. Leasing 1 Normativa... 2 Operatività... 3 Gestione leasing... 3 1 Condizioni contrattuali... 4 2 Piano di ammortamento... 6 3 Ratei e risconti... 7 4 Studi di settore/parametri... 8 5 Prospetto leasing per nota

Dettagli

3. Il reddito imponibile fiscale

3. Il reddito imponibile fiscale 3. Il reddito imponibile fiscale 3.1 Principi di determinazione del reddito d impresa 3.1.1 Il principio della dipendenza del reddito imponibile dal risultato di bilancio In ogni sistema tributario, al

Dettagli

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Trattamento contabile dell'imposta sostitutiva su Leasing Immobiliare Ancona Sede Confindustria, giovedì 15 marzo 2012 Relatore: Dott. Fabiano Falasconi GENERALITA

Dettagli

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 CIRCOLARE N.17/E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 maggio 2013 OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 INDICE Premessa... 3 1 La nuova disciplina fiscale dei

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO Le immobilizzazioni materiali Definizione e riferimenti Definizione: Le immobilizzazioni sono gli elementi patrimoniali destinati ad essere

Dettagli

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA 1 ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Le modifiche della Finanziaria 2008 Il regime IRES per l impresa utilizzatrice

Dettagli

IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari

IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari Roma, marzo/maggio 2015 Finalità e ambito di applicazione Un investimento immobiliare è una proprietà immobiliare posseduta per: Percepire canoni d affitto Ottenere

Dettagli

L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 i requisiti di contabilizzazione e valutazione per i rimborsi nei paragrafi 104A, 128 e 129 e le relative informazioni integrative nei paragrafi

Dettagli

MASTER DI I E II LIVELLO IN MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE

MASTER DI I E II LIVELLO IN MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE MASTER DI I E II LIVELLO IN MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE MILANO 13, 14, 27 e 28 MAGGIO 2011 FINANZA PUBBLICA FINANZA PUBBLICA E PROGRAMMAZIONE Il leasing pubblico Michelangelo Nigro mnigro@liuc.it 1 L

Dettagli

Moratoria leasing, le implicazioni contabili nel bilancio del locatario

Moratoria leasing, le implicazioni contabili nel bilancio del locatario Per sostenere le PMI in difficoltà 3 Marzo 2011, ore 08:56 Moratoria leasing, le implicazioni contabili nel bilancio del locatario Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A.

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A. TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006 Marcolin S.p.A. Transizione ai Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Premessa In ottemperanza al Regolamento Europeo n. 1606 del 19

Dettagli

Le immobilizzazioni materiali. internazionali: 16: Immobili, impianti e macchinari 17: Leasing 36: Perdite di valore 40: Investimenti immobiliari

Le immobilizzazioni materiali. internazionali: 16: Immobili, impianti e macchinari 17: Leasing 36: Perdite di valore 40: Investimenti immobiliari Documento OIC n. 16 Principi Contabili internazionali: 16: Immobili, impianti e macchinari 17: Leasing 36: Perdite di valore 40: Investimenti immobiliari 1 Sono beni destinati a permanere durevolmente

Dettagli

Anno accademico 2015/2016

Anno accademico 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di laurea magistrale Economia Aziendale, Direzione Amministrativa e Professione Corso di Bilanci secondo i principi

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE Sede in CAVA DE' TIRRENI - CORSO UMBERTO I, 395 Capitale Sociale versato Euro 100.000,00 Iscritta alla C.C.I.A.A. di SALERNO Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese

Dettagli

Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing

Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing Disciplina fiscale e relativi effetti contabili Ambito temporale di applicazione della nuova disciplina Art. 1, comma 163, della

Dettagli

LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI

LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI Il leasing finanziario a cura di Roberto Protani IL LEASING FINANZIARIO Il leasing finanziario è un contratto atipico non disciplinato dal Codice civile che consente all'impresa

Dettagli

Il Leasing Finanziario.

Il Leasing Finanziario. Leasing Finanziario e Leasing Operativo: elementi distintivi e principali differenze. di Pietro Bottani e Massimiliano Meoni Dottori Commercialisti in Prato Premessa. La formula del finanziamento in leasing,

Dettagli

ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING

ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING Temi in preparazione alla maturità ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Materie: Economia aziendale (Classe 5 a Istituto Tecnico e Istituto

Dettagli

Clienti a ==/== Ricavi quota rimborso c.e. A.1 Ricavi quota compenso c.e. A.1 Erario c/ Iva

Clienti a ==/== Ricavi quota rimborso c.e. A.1 Ricavi quota compenso c.e. A.1 Erario c/ Iva indeducibile tra i costi e intassabile tra i ricavi) restando soggetto ad Irap il solo ricarico. Impresa utilizzatrice: - il costo corrispondente al rimborso del costo dei dipendenti interinali è indeducibile;

Dettagli

CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE

CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE SOMMARIO TRATTAMENTO FISCALE E CONTA- BILE Art. 88 D.P.R. 22.12.1986, n. 917 - Principio contabile n. 16 - R.M. 29.03.2002, n. 100/E Costituiscono sopravvenienze attive i proventi

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 39 Strumenti finanziari: Rilevazione e valutazione

Principio contabile internazionale n. 39 Strumenti finanziari: Rilevazione e valutazione IAS 39 Principio contabile internazionale n. 39 Strumenti finanziari: Rilevazione e valutazione Finalità 1 La finalità del presente Principio è stabilire i principi per rilevare e valutare le attività

Dettagli

Le operazioni di leasing

Le operazioni di leasing www.contabilitanternazionale.eu Corso di: Contabilità Internazionale Corso di Laurea Magistrale in: Amministrazione e Controllo Le operazioni di leasing Oggetto della lezione framework Fair value disclosure

Dettagli

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 6 Giurisprudenza... 13 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Dipartimento Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di Bilanci secondo i principi contabili internazionali 90001 91070 Ricavi Prof. Daniele Gervasio

Dettagli

Contabilizzazione delle riduzioni di canoni di locazione per impegni del conduttore all'esecuzione di lavori e migliorie

Contabilizzazione delle riduzioni di canoni di locazione per impegni del conduttore all'esecuzione di lavori e migliorie Pratica di bilancio Il caso del mese di Fabio Giommoni * Contabilizzazione delle riduzioni di canoni di locazione per impegni del conduttore all'esecuzione di lavori e migliorie Si illustra il trattamento

Dettagli

Approfondimenti. Gli investimenti immobiliari secondo lo IAS 40. di Paolo Moretti

Approfondimenti. Gli investimenti immobiliari secondo lo IAS 40. di Paolo Moretti Gli investimenti immobiliari secondo lo IAS 40 di Paolo Moretti L «International Accounting Standards Board» (IASB), nell ambito del progetto di revisione («Improvement») dei princìpi contabili internazionali,

Dettagli

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175 Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 5 Giurisprudenza... 9 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

1) L acquisizione dei beni strumentali

1) L acquisizione dei beni strumentali Parte Seconda: Processi e rilevazioni della gestione caratteristica 1) L acquisizione dei beni strumentali Classificazione. Le immobilizzazioni sono costituite da tutti gli elementi del patrimonio di funzionamento

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre soggetti ognuno con un diverso interesse economico, ossia

Dettagli

ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE

ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE INVESTIMENTI: LEASING E FINANZIAMENTI A CONFRONTO Dott. Aldo Canal e Dott. Gianluca Giacomello Mestre (VE), 30 Ottobre 2015 Agenda Parte 1 Parte 2 SCELTE DI INVESTIMENTO

Dettagli

E.S.CO. BERICA SRL Bilancio al 31/12/2013

E.S.CO. BERICA SRL Bilancio al 31/12/2013 E.S.CO. BERICA SRL Sede legale: VIA CASTELGIUNCOLI, 5 LONIGO (VI) Iscritta al Registro Imprese di VICENZA C.F. e numero iscrizione 03510890241 Iscritta al R.E.A. di Vicenza n. 221382 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Filodiritto.it Premessa La disciplina fiscale del leasing finanziario ha visto, nel tempo, importanti variazioni

Dettagli

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO Roma, 10 dicembre 2009 TRA

Dettagli

CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014

CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014 Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 26 Del 13 novembre 2014 CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 10.400,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: C.E.A.M. CULTURA E ATTIVITA' MISSIONARIA SRL VIA

Dettagli

BILANCIO. NB il materiale non recepisce le novità di cui al recente intervento. normativo ex d.lgs. 139/2015

BILANCIO. NB il materiale non recepisce le novità di cui al recente intervento. normativo ex d.lgs. 139/2015 BILANCIO NB il materiale non recepisce le novità di cui al recente intervento normativo ex d.lgs. 139/2015 Disciplina del bilancio d esercizio Ø Codice Civile (D.Lgs. 127/1991 e successive modifiche in

Dettagli

UR0804083010. Leasing. Manuale Operativo

UR0804083010. Leasing. Manuale Operativo UR0804083010 Leasing Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico,

Dettagli

IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali

IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali 1 1 Le immobilizzazioni materiali Le immobilizzazioni materiali sono disciplinate da due IAS di riferimento

Dettagli

- Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i

- Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i LE NOVITÀ DEL LEASING - Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i professionisti e per le imprese - Sale & lease back: opportunità e cautele -Analisi comparativa e di convenienza dei

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E AZIENDALI M. FANNO CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E MANAGEMENT PROVA FINALE LA STIPULAZIONE DEL CONTRATTO DI LEASING NEI BENI MOBILI:

Dettagli

FIARC. FIARC FEDERAZIONE ITALIANA ARCIERI DI CAMPAGNA 20142 MILANO (MI) Codice Fiscale 08888610154. Bilancio al 31/12/2012

FIARC. FIARC FEDERAZIONE ITALIANA ARCIERI DI CAMPAGNA 20142 MILANO (MI) Codice Fiscale 08888610154. Bilancio al 31/12/2012 FIARC FIARC FEDERAZIONE ITALIANA ARCIERI DI CAMPAGNA 20142 MILANO (MI) Codice Fiscale 08888610154 Bilancio al 31/12/2012 Stato patrimoniale attivo 31/12/2012 31/12/2011 A) Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

INTERESSI PASSIVI. Rol x 30% = = soglia massima di deducibilità interessi passivi netti. Interessi passivi + Voce C17) conto economico

INTERESSI PASSIVI. Rol x 30% = = soglia massima di deducibilità interessi passivi netti. Interessi passivi + Voce C17) conto economico INTERESSI PASSIVI Gli interessi passivi di qualsiasi natura vanno imputati al conto economico per competenza. Si considerano assimilati agli interessi passivi: - le commissioni passive su finanziamenti

Dettagli

FISCALITA DIFFERITA E ANTICIPATA OIC 25

FISCALITA DIFFERITA E ANTICIPATA OIC 25 FISCALITA DIFFERITA E ANTICIPATA OIC 25 PREVALENZA DELLA SOSTANZA SULLA FORMA Compravendita con obbligo di retrocessione Il lavoro interinale Operazioni di retrolocazione (Lease Back) 1 FISCALITA DIFFERITA

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio DICEMBRE 2015 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Note Note Le tabelle con le

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: ATM Spa Capitale sociale: 696.800,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: Via Leonardo da Vinci 13 PIOMBINO LI sì

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE

IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre parti ognuna con un diverso interesse economico,

Dettagli

Documento PROFILI CONTABILI DELLA CESSIONE DEI CONTRATTI DI LEASING FINANZIARIO

Documento PROFILI CONTABILI DELLA CESSIONE DEI CONTRATTI DI LEASING FINANZIARIO Documento PROFILI CONTABILI DELLA CESSIONE DEI CONTRATTI DI LEASING FINANZIARIO 23 novembre 2011 Con il contributo della Commissione Norme e principi contabili Presidente Gianfranco Capodaglio Componenti

Dettagli

Manuale di istruzioni BSNESS LEASING 2008 Versione 1.1 del 25/11/07

Manuale di istruzioni BSNESS LEASING 2008 Versione 1.1 del 25/11/07 Versione 1.1 del 25/11/2007 - gestione 20 annualità Manuale di istruzioni BSNESS LEASING 2008 Versione 1.1 del 25/11/07 AVVERTENZE: 2007 - Bsness Leasing 2008 è un software registrato presso la S.I.A.E.

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

Rivalutazione beni d impresa

Rivalutazione beni d impresa Legge di stabilità 2014 art. 1, commi 140-146 2 PUÒ ESSERE ANCHE SOLO CIVILISTICA? Ossia il maggior valore può essere iscritto in bilancio senza assolvere l imposta sostitutiva, e quindi senza rilevare

Dettagli

Le tecniche di finanziamento: il confronto di convenienza tra mutuo e leasing

Le tecniche di finanziamento: il confronto di convenienza tra mutuo e leasing Le tecniche di finanziamento: il confronto di convenienza tra mutuo e leasing Metodologie di tipo finanziario per la valutazione di convenienza Requisiti base di una metodologia finanziaria di valutazione:

Dettagli

Esempi scritture contabili Costituzione Spa

Esempi scritture contabili Costituzione Spa Esempi scritture contabili Costituzione Spa 1 Esempi scritture contabili Vincolo 25% 2 Esempi scritture contabili Versamento restante parte del capitale sociale 3 Esempi scritture contabili Registrazione

Dettagli

La gestione dei beni strumentali

La gestione dei beni strumentali Albez edutainment production La gestione dei beni strumentali Classe IV ITC 1 In questo modulo: Le modalità di acquisizione dei beni strumentali; Beni strumentali e bilancio; Ammortamento dei beni strumentali

Dettagli

Strumenti finanziari Ias n.32 e Ias n.39

Strumenti finanziari Ias n.32 e Ias n.39 Strumenti finanziari Ias n.32 e Ias n.39 Corso di Principi Contabili e Informativa Finanziaria Prof.ssa Sabrina Pucci Facoltà di Economia Università degli Studi Roma Tre a.a. 2004-2005 prof.ssa Sabrina

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 15 23.04.2014 Moratoria in bilancio Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il 1 luglio 2013, l'abi e le Associazioni di rappresentanza

Dettagli

delle operazioni di gestione e di a stati comparati, prospetti della

delle operazioni di gestione e di a stati comparati, prospetti della Temi in preparazione alla maturità Ammortamento, contabilizzazione delle operazioni di gestione e di assestamento, bilancio sintetico a stati comparati, prospetti della Nota integrativa, calcolo delle

Dettagli

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini OIC 19: Debiti Novara, 27 gennaio 2015 Lorenzo Gelmini Introduzione: gli obiettivi e l ambito del nuovo principio contabile o Riordino generale della tematica o Miglior coordinamento con gli altri principi

Dettagli

Alla fine dell anno considerato, lo Stato patrimoniale della società risulta il seguente:

Alla fine dell anno considerato, lo Stato patrimoniale della società risulta il seguente: CASO AZIENDALE 1 Costituzione di una spa, apporto di un azienda funzionante, contabilizzazione dell avviamento secondo i principi contabili nazionali e internazionali (IAS 36) di Manuel SALVAGGIO MateriA:

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO. I crediti, i debiti e i fondi per rischi e oneri. Università degli Studi di Parma

Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO. I crediti, i debiti e i fondi per rischi e oneri. Università degli Studi di Parma Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO I crediti, i debiti e i fondi per rischi e oneri Università degli Studi di Parma I crediti 1 I crediti Definizione e riferimenti Definizione:

Dettagli