possiamo con orgoglio dire che siamo ancora in campo e che stiamo facendo il bene della nostra comunità con serietà e ottenendo risultati.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "possiamo con orgoglio dire che siamo ancora in campo e che stiamo facendo il bene della nostra comunità con serietà e ottenendo risultati."

Transcript

1

2

3 Signor Presidente del Consiglio, Signore Consigliere e Signori Consiglieri, possiamo con orgoglio dire che siamo ancora in campo e che stiamo facendo il bene della nostra comunità con serietà e ottenendo risultati. Quest anno in Italia ci sono pochissime Province che presentano un bilancio in pareggio; noi siamo tra queste e credo che ne dobbiamo andare fieri. Questo risultato, che peraltro non solo è eccezionale nel panorama italiano delle Province, ma anche rispetto a molti Comuni e Regioni italiane, deriva da due fattori fondamentali: il primo: va dato atto alla Regione FVG che, pur riducendo l ammontare dei trasferimenti, ha però continuato a garantire il funzionamento degli Enti locali, Province incluse. Il che vuol dire anche che il maggiore peso della nostra Regione a livello nazionale si fa sentire e che il percorso avviato di riforme istituzionali, pur con tutti i distinguo che ben conosciamo, è sicuramente più virtuoso del resto d Italia; il secondo: una gestione accorta ed equilibrata del nostro bilancio, che è merito di tutti noi e dei nostri dipendenti, che ci ha permesso nel 2014 di vincere l ambito Oscar del Bilancio, dopo essere stati per quattro anni finalisti. Il risultato è, come già detto, un bilancio in pareggio, che ha le sue sofferenze ma che potrà solo migliorare dopo i maggiori trasferimenti promessi nell assestamento di bilancio regionale e dopo l implementazione delle risorse della legge regionale 24/06. Dal punto di vista delle entrate le voci più significative di minori entrate sono la legge 24/06 e i trasferimenti regionali correnti. A queste si sommano i minori interessi bancari, frutto soprattutto dell abbassamento dei tassi, e minori introiti vari. In totale rispetto al consolidato 2014, abbiamo una riduzione consistente che in parte compensiamo con risparmi di spesa, in parte con una drastica riduzione del costo del personale, in parte con maggiori entrate da IPT, in parte con maggiori entrate da società partecipate e in parte con il congelamento di molte quote associative. Il costo del personale si riduce in particolare di oltre , a seguito dei pensionamenti e delle mobilità verso altri enti: non è ancora considerato il trasferimento di competenze dalla Provincia alla Regione e ai Comuni. Per quanto riguarda il congelamento della maggior parte delle quote associative, per circa , va detto che comunque pensiamo di sistemarne in corso d anno alcune mentre da altre pensiamo proprio di uscire. I

4 In questo senso, e in linea con quanto approvato dal Consiglio Provinciale il 30 marzo sulle società partecipate, pensiamo di uscire nel corso del 2015 dalle seguenti quote associative: Consorzio turistico Gorizia Isontino Teatro Stabile Rossetti ERT Ente Regionale Teatrale Lega Autonomie Campagna equosolidale Rete europea paesaggio Associazione regionale Comuni d Europa Associazione nazionale Comuni d Europa Castelli FVG Non si tratta di disimpegno dell ente, ma di una normale razionalizzazione rispetto a quote associative di scarso interesse per la Provincia di Gorizia. Manteniamo altresì la presenza in altre 14 associazioni utili alle nostre finalità istituzionali e ad altre 11 associazioni legate agli abbonamenti della biblioteca. Sempre sul fronte della razionalizzazione, non sono previsti nuovi mutui, mentre è prevista una riduzione del debito con l avanzo per circa da approvare dopo la ridefinizione dei residui, anche in virtù della norma della Finanziaria Regionale 2015 che va a compensare parte degli indennizzi per estinzione anticipata dei mutui. Sempre sul fronte del bilancio va ricordato che quest anno avremo anche la nuova contabilità e che l appuntamento di maggio per la ridefinizione dei residui diventerà un importante momento di verifica della situazione economica dell ente. È scontato che il riaccertamento porterà a un consistente avanzo di bilancio, dovuto al semplice fatto che abbiamo fatto molto bene il nostro mestiere nel passato, progettando il territorio e reperendo le risorse, che di colpo sono state bloccate dal patto di stabilità. Ma già adesso possiamo dire che lasciamo un ente in ottima salute e con le casse piene di soldi e di progetti, oltre che con un patrimonio cospicuo sotto ogni punto di vista: il vero tesoretto dell Isontino è la Provincia. Soldi e progetti che avremmo voluto spendere se fossimo stati nella possibilità di farlo, ma come tutti sanno, il Patto di stabilità non perdona, e penalizza le amministrazioni più dinamiche e con voglia di fare. Se avessimo gli spazi potremmo pagare entro l anno quasi di lavori alle ditte, per non parlare di quelli che potremmo pagare l anno prossimo. L importante è che questi soldi restino nel territorio e non vadano dispersi nel resto della Regione o nelle sue mille burocrazie e questo è un discorso che vale anche per il Fondo Gorizia. Quando parliamo di spazi finanziari parliamo ovviamente di opere pubbliche, e pur con i lacci del Patto di stabilità, non staremo fermi. II

5 I lavori per la messa in sicurezza delle scuole procedono e li porteremo a compimento, così come i lavori di Carso finanziati dal Fondo Gorizia. Pensiamo inoltre di andare in gara, se pur vincolata agli spazi finanziari, con una decina di opere pubbliche, in modo da essere pronti con lavori cantierabili. Un discorso a parte per le piste ciclabili, dove stiamo cercando un accordo con i Comuni. Infine va ricordato che questo è l anno della riapertura del Palazzo della Provincia e dello spostamento di molte sedi periferiche, con un ulteriore razionalizzazione che servirà ad offrire un servizio più puntuale ai cittadini, con minori costi di gestione e in previsione anche del trasferimento delle competenze. Un Palazzo che, tengo a precisare, è una ricchezza patrimoniale per chiunque ne diventerà proprietario, e quindi per la comunità isontina. Questo ci riporta all altro grande tema del momento, che sarà parte della nostra mission nel 2015: la riforma degli enti locali. Le Province, dopo una lunga battaglia condotta sempre in modo corretto e nell interesse del cittadino e dei nostri dipendenti, sono passate dal concetto di resistenza a quello di resilienza. In questo senso stiamo collaborando per un percorso condiviso con la Regione ad incominciare dalle funzioni del lavoro. Non sarà un percorso facile e proprio la competenza del lavoro servirà a tutti per capire e aggiustare il tiro. In questo senso ci muoviamo di concerto con le altre tre Province che vedono in noi un punto di riferimento che ci rende orgogliosi. Ma non basta fermarsi qui: con l approvazione della legge Panontin tutto cambia ed è giusto chiederci quale sarà il nuovo assetto istituzionale ottimale del territorio isontino. È un dato di fatto che la legge Panontin declassa i Comuni e i Consigli comunali, così come è un dato di fatto che le UTI nascono solo per ottimizzare i servizi e hanno come punto debole di fondo la capacità di programmazione e di indirizzo del modello di sviluppo. Questo il motivo per cui preferisco l UTI provinciale, ma non ne faccio una malattia, perché importante è il sistema e non il recinto. In ogni caso la cosa più saggia è una modifica dell articolo 24 della legge regionale, prevedendo uffici unici e rafforzandone la programmazione. A quel punto le UTI diventeranno soggetti pianificatori e quindi politici, nel senso che diamo alla parola politica, ovvero la capacità e il ruolo di sognare il futuro. Noi siamo quindi quelli delle riforme, guardiamo al sistema e non al recinto, e oggi il sistema ottimale è quello delle fusioni. Due UTI e pochi grandi Comuni: il vero e logico sviluppo della riforma Panontin con un territorio che diventerebbe più forte. III

6 Comprendiamo che la sfida di far funzionare le UTI è una sfida reale, e sottovalutarla potrebbe essere letale, soprattutto per i servizi da erogare ai cittadini. Ecco perché sarà molto importante stabilire i tempi. Adesso si facciano partire le UTI, che sono vitali per l erogazione dei servizi erogati ai cittadini, e si creino convenzioni tra loro. In parallelo si stabilisca il percorso delle fusioni. In questo percorso saremo a fianco dei nostri Comuni. Vorrei infine ricordare che la legge Panontin ha, tra le altre cose, anche il limite di fondo della tutela della minoranza slovena, che per essere tale non può ridursi a sola sensibilità politica, per quanto importante. Gli aspetti di questa garanzia sono ovviamente di natura politica, ma dovrebbero diventare anche di natura tecnica. In questo senso la forza della proposta di fusione dei Comuni ha tutte le possibilità di condizionare il legislatore regionale e gli statuti delle maxi città. Si aprono quindi nuovi scenari di area vasta e l esperienza della Provincia di Gorizia può servire a tutti nel fare le scelte più giuste. Non voglio ricordare tutto quello che ho scritto nel Il tempo sospeso, ma credo sia sufficiente citare la nuova area vasta o Cisi o Ater o Consorzi industriali o Centri per l Impiego o Centro Amianto di Monfalcone più cultura di impresa la nostra green economy vivere l Europa diritti per tutti un territorio da Unesco per ritrovare un nuovo progetto veramente erede del nostro lavoro, della nostra storia, del nostro immenso patrimonio di umanità e solidarietà. Un nuovo progetto per il futuro, incardinato su un idea più moderna e attuale di area vasta e su un idea di Regione leggera, che peraltro doveva essere un cardine dell attuale governo regionale, infatti tutto questo lo stiamo facendo per mettere al centro il cittadino e non la Regione. Dobbiamo andare decisi verso questa strada, senza paura, perché non abbiamo alcuna ragione per avere paura. Cosa significa del resto affermare che non abbiamo un territorio da difendere ma un territorio da aprire? Significa tante cose: cogliere le occasioni che arrivano dall apertura europea, una nuova economia che sostituisca quella vecchia, di confine; abbandonare i piagnistei di un territorio troppo abituato ai soldi pubblici e che cronicamente ha difficoltà a far crescere un sistema di imprese solido; IV

7 uscire dal localismo conformista e asfittico e costruire una società libera e aperta, con nuovi diritti di cittadinanza e di impresa; attrarre capitali, attrarre capitali e ancora attrarre capitali. Infatti, l economia di confine, l assistenzialismo economico e il localismo conformista sono tre palle al piede del nostro territorio e dei suoi cittadini. Molte volte vengono messe da parte, ma nei momenti di maggiore stress economico del sistema, emergono come fattori atavici di cui sembra impossibile liberarsi. Tutto questo non aiuta a far crescere nuove imprese né tanto meno ad attrarre capitali. Quindi non aiuta l occupazione, perché l unico sistema per avere più occupazione è avere più imprese. E il concetto stesso di difesa che va rottamato. Dobbiamo entrare nell ottica che se perdiamo un ufficio, un servizio o un impresa, è anche per colpa nostra e non perché gli altri ci vogliono male. Perché non siamo stati bravi a costruire alternative moderne, capaci di attrarre e non di perdere, ribaltando a nostro favore i limiti della finanza pubblica. Perché a fianco dei nostri vantaggi, che derivano dalla centralità geografica, non abbiamo saputo costruire servizi moderni e attrarre innovazione produttiva. Anzi molte volte li abbiamo respinti. Ossessionati dal recinto abbiamo perso di vista il sistema e ha vinto la paura, quella spicciola, quella del facile consenso, quella del conformismo. Non sempre è così, altre volte siamo forti, coraggiosi, visionari, innovativi, e abbiamo capito che il territorio è tanto ma non è tutto. È il nostro maledetto tempo sospeso. Per fare questo bisogna pensare diverso. Passare dalla difesa alla conquista. Chi pensa a difendersi ha già perso. Chi manda la palla avanti finché dura, ha già perso. Il mondo cambia velocemente e non aspetta nè rispetta i nostri conservatorismi e i nostri equilibri. Pensiamo ad esempio ai Consorzi industriali, in questi giorni si fanno le scelte: la Provincia assieme al Comune di Monfalcone e di Gorizia e assieme alla CCIAA hanno dato mandato ai rispettivi CDA dei Consorzi industriali di Gorizia e di Monfalcone di aderire alla proposta di cui all articolo 62, comma 5, lettera b), punto 2 che cita: V

8 un consorzio operante negli agglomerati industriali di competenza del Consorzio per lo sviluppo industriale della zona dell'aussa - Corno, del Consorzio per lo sviluppo industriale del comune di Monfalcone e del Consorzio di sviluppo industriale e artigianale di Gorizia ; condizionando tale scelta alla definizione con la Regione di un piano finanziario di rientro del debito del Consorzio Aussa Corno, sostenuto dalla Regione e sostenibile per il nuovo Consorzio di sviluppo Economico Locale, e inoltre all allargamento anche all Interporto Ferroviario di Cervignano e alla Sdag di Gorizia; In questo senso peraltro lavoreremo per trovare intese e accordi con la vicina area industriale e produttiva slovena dei Comuni di Nova Gorica, Šempeter Vrtojba e Merna. Un grande passo in avanti, del territorio unito, che non ragiona più in termini di difesa ma di conquista. Ma stesso discorso vale per la fusione del CISI con il CAMPP e per le altre opportunità in corso. Quindi siamo in corsa e abbiamo davanti a noi mesi decisivi per le scelte del futuro di questo territorio e dei suoi abitanti, una vera e propria stagione costituente si è aperta. Il destino degli abitanti, così come quello dei dipendenti, è l obiettivo centrale. Così come non vi può essere un assetto istituzionale che li penalizzi, così non può esistere uno sviluppo economico senza il loro bene. Non possiamo infatti ridurre il tutto a mera austerità né a mero profitto, il lavoro è e rimane la nostra prima priorità, perché la crisi c è ancora e si vede, anche se segnali di ripresa si vedono pur in presenza di crisi aziendali feroci. Alcuni dati oggettivi per sapere di cosa parliamo: i dati Istat ci dicono che in Provincia di Gorizia nel 2014 il tasso di disoccupazione era del 8,7%, con circa disoccupati. Nel 2013 era di 7,9%. Nel 2009, anno in cui è scoppiata la crisi, era del 5,8%. Il dato nazionale nel 2014 era del 12,7%. Statisticamente siamo al 30 posto su 110 in Italia tra le province, partendo da quella con tasso di disoccupazione più basso. Parallelamente in Provincia di Gorizia il numero degli inattivi tra 15 e 64 anni è il più basso dal Nel 2014 erano Nel 2013 erano Nel 2004 erano Solo dal 2013 al 2014 sono diminuiti gli inattivi di ben 2000 unità, un dato significativo. Questi dati apparentemente contraddittori ci dicono che nell Isontino è aumentato in questi anni il numero degli occupati e anche quello dei disoccupati. Continuiamo a essere terra di lavoro, ma facciamo i conti con crisi spesso legate alla scarsa capitalizzazione delle nostre imprese e alla loro difficoltà di modernizzarsi. È il caso della Detroit e della De Franceschi. VI

9 Il dato fondante, con tutte le problematiche sociali che ben conosciamo, rimane comunque la tenuta del settore industriale legato alla Fincantieri e le ottime performance del settore turistico, Grado in primis, ma anche il Collio, l enogastronomia, la Grande Guerra, Gorizia. Siamo felici che la Fincantieri mantenga primati e commesse. È un bene per tutti. Ma se uno è primo in economia non avrà difficoltà a esserlo anche nel mercato del lavoro e degli appalti, è proprio il caso di dire che si può fare di più. Un ripensamento degli strumenti di sostegno all economia è però quanto mai necessario anche a fronte della riduzione delle risorse pubbliche. La legge rilancia impresa della Regione si muove su questa strada, ma resta comunque basso il tasso di modernizzazione dell apparato produttivo, che non sempre coglie le opportunità di mercato legate ad esempio all efficientamento energetico. La definizione del Piano Energetico Regionale servirà in questo senso a dare una scossa decisiva al sistema, passando dalla logica dell aiuto finanziario a quella della opportunità di efficientamento. Ciò che sorprende è la reticenza alle regole, come il non utilizzo degli ammortizzatori sociali a disposizione degli imprenditori sia il caso della Prefettura, che non applica la clausola sociale nel nuovo appalto Cara, sia il caso dei nuovi acquirenti nella De Franceschi, che non vogliono usare la CIG. Per non parlare dei mancati pagamenti nella costruzione del Tiare. Un salto di qualità è richiesto un po da tutti, dalla Fincantieri ai centri commerciali. Non si tratta di tornare agli anni 70, ma deve essere chiaro che c è una visione distorta di fondo, la quale pensa che lo sviluppo possa prescindere dal bene delle persone: è come se mancasse una visione etica del lavoro e dello sviluppo ed è ancor più grave che ciò alberghi in parti importanti dello Stato, perché a tutti deve essere chiaro che il contratto sociale di un Paese moderno si può solo basare sul rispetto reciproco e sul rispetto delle regole senza i quali non c è coesione sociale e neppure c è Paese. È evidente a tutti che ciò oggi si misura con i limiti finanziari e con la perdita di competitività del sistema. Ma il rispetto non costa niente e aiuta tutti a vivere meglio e a sentirsi parte di qualcosa. La coesione sociale, in due parole, non è uno slogan ma la base di ogni convivenza civile. La precarietà non nasce dalla flessibilità del lavoro ma dalla sensazione di essere lasciati soli. Il welfare di community in questo senso è una grande risorsa e una grande risposta. Andiamo avanti con fiducia verso questa riforma sanitaria che finalmente lo ha compreso. Finché la Provincia ci sarà noi saremo vicini a queste persone, non le lasceremo mai sole, non è una promessa, è un impegno. Le battaglie che facciamo per una scuola più efficiente, per i diritti degli immigrati, per la difesa del lavoro, per l assistenza agli anziani, per l inserimento delle persone disabili e per la parità di genere, anche se non costano niente, si muovono su questa strada. La solidarietà e i diritti sono il dna di questa amministrazione e rendono VII

10 più forte il nostro territorio, perché è la solidarietà la vera eccellenza dell Isontino. Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza. Lo disse Dante, lo dice la nostra Costituzione. La nostra attività è sempre ricca e complessa ed è un grande patrimonio che portiamo in dote al territorio. Ringrazio i dipendenti, la Segretaria generale, i Dirigenti, l Avvocatura e tutte le PO per il grande senso di responsabilità e di preparazione che stanno dimostrando. Ringrazio la Giunta Provinciale per l impegno, la capacità di proposta, il coraggio e la collegialità che caratterizza ognuno di loro. Ringrazio i Presidenti di Commissione, che pur gratis sono sempre presenti a questo fantastico esperimento che è la Giunta allargata, in un clima solidale e positivo che fa nascere idee e proposte. Ringrazio infine il Consiglio provinciale che, posso dire, è all altezza del proprio ruolo e delle proprie capacità. Non sono ringraziamenti formali, noi siamo in scadenza ma stiamo lavorando come se non lo fossimo, e questo può fare solo bene ai nostri cittadini e al nostro territorio. Può essere banale, ma ne sono orgoglioso. Ecco alcuni flash del 2015, sapendo che servirebbe un libro per dire cosa faremo. Di certo colpisce il grande livello di interdisciplinarietà dei progetti a conferma della collegialità citata: ambiente: o anche quest anno prevediamo un nuovo bando per microraccolta amianto, che si muove in linea con la nostra proposta di centro amianto a Monfalcone e con l impegno profuso in questi anni; o sul fronte delle autorizzazioni, continua la logica di Ambiente facile Autorizzazione Unica Ambientale (AUA): imprese, lavoro, meno burocrazia, con più di 50 pratiche di AUA nel solo 2014; o politiche di sostegno all agricoltura km0, valorizzazione degli agricoltori e rispetto dell'ambiente, anche attraverso la valorizzazione dei prodotti tipici locali, attraverso fiere e progetti europei: Piccole Italie, Solum Enjoy Tour, Heritaste; o rinnovo della campagna Facciamolo con amore - riduzione produzione totale dei rifiuti o Mobilità sostenibile: progetti europei Tradomo,Tisar, Poly 5; o Energia: progetti europei Remida e Future Lights, oltre al sostegno a un nuovo progetto per la centrale A2A senza il carbone; o mini gassificatore; turismo: o nuovo accordo di programma su Carso 2014+, abbiamo reperito nuove risorse dalla CCIAA, dallo Stato e dalla Regione. Se tutto va bene entro il 2016 sarà fatto moltissimo; o piste ciclabili Litorale e Isonzo, abbiamo accordi con i Comuni e con Irisacqua per andare via veloci; o Unesco, Collio, Grado, Isonzo, Carso sostegno alle proposte; o GAL Carso, l avventura continua e speriamo di portare molti soldi nell Isontino; o Grande sostegno alle iniziative turistiche in campo; VIII

11 o Infopoint al Tiare shopping con più di 9000 visitatori, 102 newsletter, oltre pezzi di materiali distribuiti, spot radiofonici gratuiti al Tiare: 18 spot (circa ripetizioni al centro per tematica: GG, enogastronomia, facciamolo con amore, mostre ), numero eventi realizzati: 55 giornate di eventi a tema (nr. 35 degustazioni guidate gratuite, promozione progetti ambiente, fauna del Carso, bookcrossing, mostre e fiere ); lavori pubblici: o Intendiamo consolidare due linee principali d'intervento, che hanno sempre contraddistinto la nostra azione ed hanno costituito priorità assolute di scelta: o la SICUREZZA, tanto nelle scuole che sulle strade,con la verifica strutturale degli edifici e gli interventi di consolidamento dei controsoffitti in tutti gli istituti provinciali da una parte, i lavori di messa in sicurezza dei punti neri della viabilità e di abbattimento della velocità dall'altra. Senza dimenticare la diffusione di una cultura adeguata, quella che ci ha fatto aprire e sviluppare il Campo di Educazione Stradale, frequentato ormai da scolaresche di altre province; o e poi la linea del BENESSERE, inteso come equilibrio, rispetto e cura dell'ambiente. Il che significa edifici accoglienti, ambienti sani e per questo belli, rispettosi della loro storia (basti pensare al recupero architettonico del Palazzo della Provincia e dei suoi affreschi) e sostenibili (con misure di efficientamento energetico da cui l'acquisizione dei Certificati Bianchi). Sempre nella direzione di un rapporto equilibrato con l'ambiente va lo sviluppo della rete provinciale delle piste ciclabili e la promozione, attraverso il prossimo Progetto Obiettivo Risparmio per le scuole, di buone pratiche e della mobilità dolce; o infine il FUTURO: lo studio per una palestra ecosostenibile, che impieghi i materiali con rendimento più elevato, costo minore e impatto ambientale più limitato, che sia autosufficiente energeticamente e che contribuisca al benessere fisico e psichico dei giovani cui è destinata. trasporti: o è l anno della gara per il TPL, e noi diamo alla nostra società APT piena fiducia nel lavoro svolto; lavoro ed economia: o la dote che portiamo alla Regione FVG è enorme; o la collaborazione con il Dott. Cantalupi dell'osservatorio Regionale per il Lavoro ci sta permettendo di strutturare alcune importanti azioni per migliorare il matching tra domanda ed offerta in particolare le azioni sono rivolte a : 1) Individuare le 50 top aziende dell'isontino al fine di cogliere in modo significativo quelli che sono i fabbisogni formativi ed utilizzare così in modo ottimale le risorse a disposizione sulla formazione e riqualificazione professionale; IX

12 2) Ricostruire l'indotto di Fincantieri che, come noto, rappresenta buona parte del PIL provinciale; 3) Valutare l'efficacia nel tempo della legge 18; 4) Approfondire l'effettiva utilità di Garanzia Giovani nel medio periodo; o I protocolli firmati, in particolare quello con il Consorzio per lo sviluppo industriale di Monfalcone, consentiranno nel tempo di modificare la percezione dei Cpi che devono essere considerati uno strumento per le aziende, svincolandosi dal ruolo di sportello welfare e diventando così strumento a servizio dell'impresa oltre che a servizio del lavoratore. In questo senso è in atto un interessante intervento di formazione legato all indotto Fincantieri; o Importante sarà il Protocollo da firmare con l'ispettorato del Lavoro, che avrà lo scopo di monitorare attentamente lo strumento, spesso abusato, del distacco del personale straniero negli appalti; o Progetto- Buon Lavoro con Interikea : è iniziato un costruttivo dialogo con Interikea al fine di promuovere la qualità del lavoro al centro commerciale Tiare Shopping. Attualmente sono solo 206 i contratti a tempo indeterminato su un totale di 510 rapporti di lavoro. Il numero di badge rilasciati, più di 1000, fa supporre che vi sia un eccessivo utilizzo dei voucher. La direzione Lavoro in sinergia e con la collaborazione di Interikea promuoverà presso i diversi esercizi commerciali tutti gli strumenti volti a stabilizzare il personale, fornendo consulenze personalizzate ad ogni esercizio; o Purtroppo spiace rilevare che gli strumenti messi a disposizione per la ricollocazione del personale dall'amministrazione regionale sono assolutamente insufficienti per fronteggiare la crisi occupazionale; sociale: o Nel Welfare l'impegno, anche economico, sarà rivolto alla promozione del Sistema What's Up, sistema che si propone la promozione delle abilità di vita intesa come strumento principale per la prevenzione del disagio giovanile con particolare riferimento al tema della salute mentale che, come noto, emerge durante l'adolescenza; o Tavolo dell immigrazione; o Sostegno al CISI e indirizzo per una sua fusione con il Campp; o Tavolo volontariato; istruzione e innovazione: o Due grandi progetti figli del percorso partecipativo sul riordino scolastico: o PIU IMPRESA, collaborazione con Area Science Park di Trieste per una SCUOLA DI IMPRESA basata sull alternanza scuolalavoro, creazione di start up e innovazione in rete con il sistema dei centri di ricerca; X

13 o PIU EUROPA, collaborazione con l ISIG di Gorizia per capire come funziona l Unione Europea e insegnare agli studenti a realizzare e a vincere progetti europei; cultura e giovani: o nelle Politiche Giovanili si proseguirà la riuscita sperimentazione di innovazione sociale mirata ad avviare start-up di impresa con GO LABOR. Accompagnare i giovani nella concreta attuazione anche lavorativa delle loro idee e dei loro sogni, dar loro competenze da spendere nel loro percorso di vita e di possibili giovani imprenditori, mobilitare la comunità e sostenere i migliori business plan elaborati nei laboratori organizzati dal Forum Giovani della Provincia di Gorizia; o nei Musei Provinciali si manterrà l eccellente qualità delle iniziative di studio e di allestimento, in particolare in tema di centenario della Grande Guerra. Un punto di riferimento di valenza internazionale, che dovrà essere salvaguardato anche nel percorso di riforma degli enti locali: non solo per i loro 150 anni di storia, ma per il valore culturale e sociale che anche in futuro sapranno esprimere. Per le attività culturali consegnare un patrimonio decennale di idee e progetti a rete a chi verrà dopo di noi; o la priorità per la cooperazione decentrata è concludere i progetti che hanno visto la Provincia protagonista riconosciuta in particolare nei Balcani ed in Africa. Per la pace, dare un senso compiuto al Centenario. Che non sia l ennesima occasione persa per poter guardare avanti con occhi diversi al futuro di questo territorio; sport: o si continuerà con il progetto Educare con lo sport organizzando incontri con gruppi di allenatori, dirigenti e genitori delle associazioni sportive del territorio dando una risposta concreta ai bisogni e alle richieste del mondo sportivo isontino; o La Provincia, da sempre sensibile all'attività motoria nelle scuole, si vedrà impegnata a sostenere due progetti: Diamoci una mossa fin dai primi passi (attività per le scuole materne) e Attività motorio-cognitiva (per le scuole primarie del territorio). Sostenendo questi progetti l'amministrazione provinciale garantisce a tutti i bambini di fare un'attività motoria che altrimenti non avrebbero la possibilità di fare; o Attività promozionali sportive come Gruppi di cammino e gruppi di Nordic walking in collaborazione con associazioni sportive isontine, l'università della terza età e l Azienda per i Servizi Sanitari verranno estese a tutto il territorio provinciale. Progetti che favoriscono l'attività motoria dei cittadini, scoprendo le bellezze delle nostre piccole e grandi città; o il progetto Fundraising - raccolta fondi per attivare corsi per il corretto uso dei defibrillatori vedrà una rete di soggetti attivarsi per promuovere la sana attività motoria come prevenzione ai problemi cardiovascolari. Provincia, enti locali, ristoratori, XI

14 banche, associazioni sportive insieme per salvaguardare la salute dei nostri sportivi. Eventi serali a base di "cene sane", con prodotti a km0 e di stagione, e di campioni sportivi isontini che ci delizieranno con i racconti delle loro esperienze vissute nell'ambito sportivo. Campioni testimonial per incentivare i ragazzi a praticare una disciplina sportiva. o sostegno al progetto Triangolo dell'amicizia organizzato insieme alle associazioni di speleologia provinciali che vedrà il nostro territorio protagonista dell'incontro tra 3 paesi: Italia, Slovenia e Austria. o L'Assessorato allo sport é impegnato insieme all'ufficio della progettazione europea alla costruzione di progetti su vari bandi europei. Sono in questo senso già presentati 3 progetti sullo sport. o Si andrà avanti con il piano provinciale di impiantistica sportiva, il sostegno allo sport disabile; o Buono il successo del Liceo sportivo di Monfalcone, una scommessa vinta da far crescere; programmazione europea: o avanti con una programmazione che fa invidia. Confermiamo la richiesta di presenza al Gect; cooperazione internazionale e pace: o pur non essendoci più nuovi progetti finanziati dall ATO acqua in giro per il mondo, ne rimangono ancora molti da chiudere nel segno di un impegno ormai decennale che ha fatto onore a questa Provincia, sia per la mole degli interventi sia per aver portato i soldi dove servivano anziché averli dispersi in convegni o workshop; o per la pace, dare un senso compiuto al Centenario. Che non sia l ennesima occasione persa per poter guardare avanti con occhi diversi al futuro di questo territorio. La pace è la chiave di lettura che noi abbiamo dato al centenario, ne fa fede il nostro impegno per la visita del Papa e l apertura del percorso Pot miru; o la priorità per la cooperazione decentrata: concludere i progetti che hanno visto la Provincia protagonista riconosciuta in particolare nei Balcani ed in Africa. multilinguismo: o minoranze linguistiche e dialetti finanziati con fondi vincolati regionali, cronache isontine, ruolo consulte, perché non c è niente di più bello che poter parlare la lingua di tuo padre e di tua madre; fauna: o centro di recupero a Fossalon della fauna autoctona, con punte di reintroduzione dell 80%, 1800 ricoverati: 2 gufi reali, il falco pellegrino; o accordo con tutti i Comuni per la gestione dei canili nello Sportello 4 zampe. XII

15 Lo dico ogni anno, questi progetti nascono dalle idee forti di questa amministrazione che ripeto anche oggi: Cambiare significa impostare un nuovo modello di welfare incardinato sulla persona e i suoi diritti e non sull appartenenza sociale o etnica, ridurre il divario tra persone ricche e persone povere, aumentare la mobilità sociale, premiare il merito, distruggere le corporazioni, coniugare flessibilità e garanzie. Cambiare significa estendere ed investire sulla green economy per rendere sostenibile e reale il modello di crescita. Investire sull innovazione, la ricerca applicata, il sapere, l università, la conoscenza, la competenza. E non certo la via del nucleare. Cambiare significa costruire istanze democratiche sostanziali e non più solo formali, combattere la privatizzazione della democrazia, il predominio delle oligarchie e dei clan. Attuare veramente il federalismo. Anche se oggi parlare di federalismo sembra una parolaccia. Ecco perché il Bilancio 2015 è semplicemente un bel bilancio, un bilancio in corsa. Signor Presidente del Consiglio, Signore Consigliere e Signori Consiglieri, il concerto di Muti, la visita del Papa a Redipuglia, l inaugurazione di Pot miru a Gorizia, oltre all apertura delle cannoniere sul San Michele e a mille iniziative presenti nel territorio, ci dicono che stiamo onorando il centenario con emozioni vere, emozioni di pace. Possiamo dire con orgoglio che non ha vinto la retorica, ma il sentimento vero delle nostre comunità che vivono da secoli in questo lembo di terra tanto martoriato. È questo il messaggio che il confine orientale dà all Europa e al Mondo. Un messaggio di speranza e di pace in un futuro migliore, dove tutti possano chiamarsi fratelli, circolare liberamente, rispettarsi ed essere liberi. Nel 2015 parleremo di questo e del 70 della Resistenza, della nostra Costituzione e delle nostre lingue, dialetti e parlate, dei nostri emigrati di ieri e degli ormai nostri immigrati di oggi, perché questo siamo noi. Perché tanta strada abbiamo fatto e tanta ne faremo e, anche se non ci sarà più l ente Provincia, rimarrà lo spessore democratico e tollerante di questa terra. Di quello che i nostri padri e le nostre madri ci hanno insegnato. Non dimentichiamolo, per il bene dell Italia, per il bene dell Isontino. La canzone di Pot miru Pozdravljena, soseda, a ni prekrasen dan ciao, vicina cara, ciao, come va XIII

16 okna svoja jutru na stežaj odpri in naj tvoja kava ez deželo zadiši... vonj po tvoji kavi naj ozraje odišavi. Il sole dal mio tetto fa un salto fino a te Dalla finestra aperta profumo di caffè Mi arriva il tuo sorriso, e tu ricevi il mio Che sia sempre un saluto e non diventi (sia) mai un addio Oba razumeva reko, pa eprav ne govori njeno zeleno lepoto, ki v kanjonu se bleši, veseliva se sonca, pa eprav se ne smeji, od gora pa do morja nama srca otopli Il fiume canta per noi due Puoi sentirlo anche da lì E se non usa le parole Si fa comprendere così Noi faremo come lui Parleremo tra di noi Con le mani e con il cuore E va benissimo così Na trgu živžav tvojih in mojih otrok naj jutrišnji smeh ne spolzi jim iz rok na starih podstrešjih nabira se prah in stare plotove prekriva zdaj/že mah! I passi dei bambini, li sento intorno a me Non conoscono (hanno) confini e poi un confine che cos è Che nascano speranze e muoiano bugie In queste nuove stanze fioriscano le idee Oba razumeva reko, pa eprav ne govori njeno zeleno lepoto, ki v kanjonu se bleši, veseliva se sonca, pa eprav se ne smeji, od gora pa do morja nama srca otopli Il vento canta per noi due Io lo sento anche da qui Lui non usa le parole Lo capisci anche così Noi faremo come lui Parleremo tra di noi Col sorriso e con amore Andrà benissimo così La Giunta Provinciale allargata Gorizia, 10 aprile 2015 XIV

17 Siôr President dal Consei, Sioris Conseiris e Siôrs Conseîrs, o podìn dî cun braure che o sin ancjemò in vore e che o sin daûr a fâ il ben de nestre comunitât cun serietât e otignint risultâts. Chest an in Italie a nd è une vore pocjis Provinciis che a presentin un belanç in paritât; nô o sin fra chestis e o crôt che o nt vin di jessi braurôs. Chest risultât, che par altri nol è dome ecezionâl tal panorame talian des Provinciis, ma ancje denant di tancj Comuns e Regjons talianis, al rive in graciis di doi fatôrs di fonde: il prin: i va dât at ae Regjon FVJ che, cun dut che a son stâts sbassâts i trasferiments, e je lade indenant a garantî il funzionament dai Ents locâi, cjapant dentri ancje lis Provinciis. Chest al vûl dî ancje che il pês plui grant de nestre Regjon a nivel nazionâl si fâs sintî e che il percors di riformis istituzionâls inviât, cun dutis lis notazions che o cognossìn ben, al è par sigûr plui virtuôs dal rest de Italie; il secont: une gjestion atente e in ecuilibri dal nestri belanç, che e je merit di ducj noaltris e dai nestris dipendents e che nus à permetût di vinci il premi, cirût, dal Oscar dal Belanç dopo jessi stâts par cuatri agns finaliscj. Il risultât al è, come che o vin za dit, un belanç in paritât, che al à i siei problemis ma che al podarà dome che lâ in miôr dopo i trasferiments plui grancj che a son stâts prometûts tal assestament dal belanç regjonâl e dopo la implementazion des risorsis de leç regjonâl 24/06. Dal pont di viste des jentradis lis vôs plui significativis tant che jentradis plui bassis a son la leç 24/06 e i trasferiments regjonâi corints. A chestis si sumin i interès bancjaris plui bas, frut soredut de diminuzion dai tas, e di introits varis ancje lôr plui bas. In totâl rispiet al consolidât dal 2014 o vin une riduzion fuarte che in part o compensìn cun sparagns di spese, in part cuntune riduzion drastiche dal cost dal personâl, in part cun jentradis plui grandis de IPT, in part cun jentradis plui grandis di societâts partecipadis e in part cul bloc di tantis cuotis associativis. Il cost dal personâl si sbasse in particolâr di passe par efiet dai pensionaments e des mobilitâts viers altris ents: nol è inmò considerât il trasferiment di competencis de Provincie ae Regjon e ai Comuns. Par chel che al inten il bloc de plui part des cuotis associativis, par cirche, si à di zontâ che dut câs o pensìn di sestâ uns pocjis vie pe anade, ma che o pensìn propit di jessî di altris. In chest sens, e in linie cun chel che al è stât fat bon dal Consei Provinciâl ai 30 di Març in mert aes societâts partecipadis, o pensìn di jessî di chestis cuotis associativis vie pal 2015: XV

18 Consorzio turistico Gorizia Isontino Teatro Stabile Rossetti ERT Ente Regionale Teatrale Lega Autonomie Campagna equosolidale Rete europea paesaggio Associazione regionale Comuni d Europa Associazione nazionale Comuni d Europa Castelli FVG No si trate di disimpegn dal ent, ma di une razionalizazion normâl rispiet a cuote associativis di interès scjars pe Provincie di Gurize. O mantignìn invezit la presince in altris 14 associazions utilis aes nestris finalitâts istituzionâls e a altris 11 associazions peadis ai abonaments de biblioteche. Simpri in merit de razionalizazion, no son previodûts mutuis gnûfs, invezit e je previodude une riduzion dal debit cul avanç di sù par jù di fâ bogns dopo la ridefinizion dai residuis, ancje in gracie de norme de Finanziarie Regjonâl dal 2015 che e compense une part des indenizazions par estinzion anticipade dai mutuis. Discorint simpri dal belanç, si à di ricuardâ che chest an e sarà doprade la contabilitât gnove e che l apontament di Mai pe ridefinizion dai residuis e deventarà un moment impuartant pe verifiche de situazion economiche dal ent. Al è scontât che cheste verifiche e puartarà un avanç di belanç consistent, che al è il risultât dal fat che tal passât o vin fat il nestri mistîr une vore ben, fasint progjets pal teritori e cjatant lis risorsis che po dopo a son stadis blocadis di bot dal Pat di stabilitât. Ma za cumò o podìn dî che o lassin un ent in salût pardabon buine e cu lis cassis plenis di bêçs e di progjets, compagnât di un patrimoni notabil sot di ogni pont di viste: il vêr tesaur dal Gurizan e je la Provincie. Bêçs e progjets che o varessin volût spindi se o fossin stâts tes pussibilitâts di fâlu, ma come che ducj a san, il Pat di stabilitât nol perdone, e al penalize lis aministrazions plui dinamichis e che a àn voie di lavorâ. Se o podessin, o paiaressin dentri dal an cuasi di lavôrs aes ditis, par no fevelâ di chei che o podaressin paiâ l an che al ven. L impuartant al è che chescj bêçs a restedin tal teritori e che no vadin dispierdûts tal rest de Regjon o tes sôs mil burocraziis, e chest al è un discors che al vâl ancje pal Fondo Gorizia. Cuant che o fevelìn di spazis finanziaris, al è clâr che o fevelìn di oparis publichis, e ancje se o sin peâts dal Pat di stabilitât, no starìn fers. Lis voris par meti in sigurece lis scuelis a van indenant e lis puartarìn insom, cussì ancje lis voris di Cjars finanziadis cul Fondo Gorizia. Cun di plui o pensìn di inmaneâ la gare, cun dut che e sarà obleade dome ai spazis finanziaris, che e ten dentri une desene di oparis publichis, in maniere di jessi pronts cun voris cantierabilis. XVI

19 Si à di fâ un discors di pueste pes pistis ciclabilis, là che o sin daûr a cirî un acuardi cui Comuns. Si ricuarde ancje che chest an si torne a vierzi il Palaç de Provincie e che si movaran une vore di sedis periferichis, chest al puartarà a une altre razionalizazion che e coventarà par ufrî un servizi plui puntuâl ai citadins, cun coscj di gjestion plui piçui e ancje in prevision dal trasferiment des competencis. Un Palaç che, i ten a marcâlu, al è une ricjece patrimoniâl par cualsisei che al deventarà il so proprietari e in sumis pe comunitât dal Gurizan. Chest nus puarte a fevelâ di chel altri teme impuartant dal moment, che al tocje la nestre mission dal 2015: la riforme dai ents locâi. Lis Provinciis, dopo une bataie lungje puartade indenant simpri in maniere corete e tal interès dal citadin e dai nestris dipendents, a son passadis dal concet di resistence a chel di resilience. In chest sens o sin daûr a colaborâ par un percors condividût cu la Regjon tacant cu lis funzions dal lavôr. Nol sarà un percors facil e propite la competence dal lavôr e coventarà par ducj cussì di rivâ a capî e a justâ la smire. In chest sens si stin movint adun cu lis altris trê Provinciis che nus viodin tant che un pont di riferiment, un fat che nus jemple di braure. Ma chest nol sarà avonde: cu la aprovazion de leç Panontin dut al cambie e al è just domandâsi cuale che e sarà la gnove struture istituzionâl miôr pal Gurizan. Al è un fat che la leç Panontin e declasse i Comuns e i Conseis comunâi, cussì come che al è un fat che lis UTI a nassin dome par otimizâ i servizis e a àn tant che pont debil di fonde la capacitât di programazion e di indreçament dal model di disvilup. Par chest o ai miôr la UTI provinciâl, ma no vuei che chest al deventi une malatie, chel che al è impuartant al è il sisteme e no il sierai. Dut câs la robe miôr e je une modifiche dal articul 24 de leç regjonâl, che e previodi uficis unics e che e infuartissi la programazion. A chel pont lis UTI a deventaran sogjets planificadôrs e duncje politics, tal sens che ur din la peraule politiche, ven a stâi la capacitât e il compit di pensâ al avignî. No sin duncje chei des riformis, o tignìn cont dal sisteme e no dal sierai, e vuê il sisteme otimâl al è chel des fusions. Dôs UTI e pôcs Comuns grancj: il disvilup vêr e logjic de riforme Panontin cuntun teritori che al deventarès plui fuart. O capìn che la sfide di fâ funzionâ lis UTI e je une sfide reâl e che sotvalutâle e podarès jessi letâl, soredut pai servizis di furnî ai citadins. Par chest al sarà cetant impuartant stabilî i timps. Cumò che si fasedin partî lis UTI, che a son vitâls par furnî i servizis ai citadins, e che si metedin in pîts convenzions fra di lôr. Tal stes timp che si stabilissi il percors des fusions. In chest percors o sarìn dongje dai nestris Comuns. XVII

20 O volarès infin ricuardâ che la leç Panontin e à, framieç di altris robis, ancje il limit di fonde de tutele de minorance slovene, che par che e sedi vere no pues ridusisi dome ae sensibilitât politiche, cun dut che e je cetant impuartante. I aspiets di cheste garanzie a son sigûr di nature politiche, ma a varessin di deventâ ancje di nature tecniche. Par chest la fuarce de propueste di fusion dai Comuns e à dutis lis pussibilitâts di condizionâ il legjislatôr regjonâl e i statûts des maxi citâts. Si vierzin duncje senaris gnûfs di aree vaste e la esperience de Provincie di Gurize e pues coventâ a ducj par fâ lis sieltis plui justis. Non vuei ricuardâ dut chel che o ai scrit in Il tempo sospeso, ma o crôt che al sedi avonde citâ la gnove aree vaste Cisi Ater Consorzis industriâi Centris pal Implei Centri Amiant di Monfalcon plui culture di imprese la nestre green economy vivi la Europe dirits par ducj un teritori di Unesco par cjatâ un progjet gnûf che al sedi pardabon erêt dal nestri lavôr, de nestre storie, dal nestri patrimoni grant di umanitât e solidarietât. Un progjet gnûf pal avignî, su la fonde di une idee plui moderne e atuâl di aree vaste e di une idee di Regjon lizere, che par altri al varès vût di jessi une des fondis dal program di chest guvier regjonâl, di fat dut chest lu stin fasint par meti al centri il citadin e no la Regjon. O vin di lâ indenant sigûrs par cheste strade, cence pôre, parcè che no vin scusis par vê pôre. Ce si intindial cuant che o disìn che no vin un teritori di difindi ma un teritori di vierzi? Al vûl dî tantis robis: disfrutâ lis ocasions che a rivin dal vierzisi de Europe, une economie gnove che e cjape il puest di chê vecje di confin; bandonâ lis lagnancis di un teritori masse usât ai bêçs publics e che al à dificoltâts cronichis a fâ cressi un sisteme di impresis salt; jessî dal localisim conformist e che al scjafoie par fâ sù une societât libare e vierte, con dirits gnûfs di citadinance e di imprese; tirâ dongje capitâi, tirâ dongje capitâi e inmò tirâ dongje capitâi. Di fat, la economie di confin, l assistenzialisim economic e il localisim conformist a son trê berdeis dal nestri teritori e dai siei citadins. XVIII

21 Tantis voltis a son metûts in bande, ma tai moments di stress economic plui fuart a tornin fûr come fatôrs atavics che di lôr no si rive a diliberâsi. Dut chest nol jude a fâ cressi gnovis impresis e ancjemò mancul a tirâ dongje capitâi. La ocupazion e je scjafoiade, stant che l unic sisteme par vê plui ocupazion al è vê plui impresis. Al è il stes concet di difese che si à di bandonâ. O vin di capî che se o pierdìn un ufici, un servizi o une imprese, al è ancje colpe nestre e nol è parcè che chei altris nus vuelin mâl. Parcè che no sin stâts bogns di meti in pîts alternativis modernis, buinis di tirâ dongje e di no pierdi, voltant a nestri pro i limits de finance publiche. Parcè che in bande dai nestris vantaçs, che a vegnin de centralitât gjeografiche, no vin savût fâ sù servizis modernis e tirâ dongje une inovazion produtive. Al contrari, tantis voltis lis vin mandadis indaûr. Jessint fissâts dal sierai no vin tignût di voli il sisteme e la pôre e à vinçût, chê piçule, chê dal consens facil, chê dal conformisim. Non simpri al è cussì, altris voltis o sin stâts fuarts, braurôs, visionaris, inovatîfs, e o vin capît che il teritori al è tant ma nol è dut. Al è il nestri maledet timp sospindût. Par fâ chest si à di pensâ diferent. Passâ de difese ae concuiste. Cui che al pense a difindisi al à za pierdût. Cui che al mande la bale indenant fin tant che e dure, al à za pierdût. Il mont al cambie di corse, nol spiete e nol rispiete i nestris conservatorisims e i nestris ecuilibris. O pensìn par esempli ai Consorzis industriâi, in chestis zornadis si fasin lis sieltis: la Provincie adun cui Comuns di Monfalcon e di Gurize e adun cu la CCIAA a àn dât il mandât ai CDA dai Consorzis industriâi di Gurize e di Monfalcon di aderî ae propueste dal articul 62, come 5, letare b), pont 2 che e dîs: un consorzi che al opere tai centris industriâi di competence dal Consorzi pal disvilup industriâl de zone de Ausse - Cuar, dal Consorzi pal disvilup industriâl dal comun di Monfalcon e dal Consorzi di disvilup industriâl e artesanâl di Gurize ; condizionant cheste sielte ae definizion cu la Regjon di un plan finanziari di rientri dal debit dal Consorzi Aussa Corno, sostignût de Regjon e sostignibile pal gnûf Consorzi di svilup Economic Locâl, e ancje al slargjament dal Interpuart Feroviari di Çarvignan cu la Sdag di Gurize; XIX

22 Ta chest sens o lavorarin par cjatâ intesis e acuardis cu la aree industriâl e produtive confinante slovene dai Comuns di Gnove Gurize, San Pieri di Gurize - Vertoibe e Merin. Un grant pas indenant, dal teritori unît, che nol resone plui in tiermins di difese ma di concuiste. cors. Il stes discors al vâl pe fusion dal CISI cul CAMPP e aes altris oportunitâts in Duncje o sin in corse e o vin denant di nô mês decisîfs pes sieltis dal futûr di chest teritori e dai siei abitants, une vere stagjon costituente si è vierte. Il destin dai abitants, cussì come chel dai dipendents, al è l obietîf centrâl. Cussì come nol pues jessi un asset istituzionâl che ju penalizi, cussì nol pues esisti un svilup economic cence il lôr ben. No podìn in efiets ridusi il dut a une banâl austeritât ni a un banâl profit, il lavôr al è e al reste la nestre prime prioritât, parcè che la crisi e je ancjemò e si le viôt, ancje se i segnâi di riprese si viodin ancje in presince di crisis aziendâls teribilis. Cualchi dâts obietîf per savê di ce che o stin fevelant: i dâts Istat nus disin che in Provincie di Gurize tal 2014 il tas di disocupazion al jere dal 8,7%, cun disocupâts cirche. Tal 2013 al jere dal 7,9%. Tal 2009, an de comparse de crisi, al jere dal 5,8%. Il dât nazionâl tal 2014 al jere dal 12,7%. Dal pont di viste statistic o sin al 30 m puest su 110 in Italie tra lis provinciis, a partî di chê cul tas di disocupazion plui bas. Tal stes moment in Provincie di Gurize il numar dai inatîfs tra i 15 e i 64 agns al è il plui bas dal Tal 2014 a jerin Tal 2013 a jerin Tal 2004 a jerin Dome dal 2013 al 2014 a son diminuîts i inatîfs di ben 2000 unitâts, un dât significatîf. Chescj dâts, che a somein in contradizion, nus disin che tal Gurizan al è aumentât in chescj agns il numar dai ocupâts e ancje chel dai disocupâts. O lin indenant a jessi tiere di lavôr, ma o fasìn i conts cun crisis spes leadis ae scjarse capitalizazion des nestris impresis e ae lôr dificoltât di modernizâsi. Al è il câs de Detroit e de De Franceschi. Il dât di fonde, cun dutis lis problematichis sociâls che o cognossìn ben, al reste simpri la tignude dal setôr industriâl leât ae Fincantieri e lis plui che buinis prestazions dal setôr turistic, Grau in primis, ma ancje il Cuei, la enogastronomie, la prime vuere mondiâl, Gurize. O sin contents che la Fincantieri e mantegni primâts e comessis. Al è un ben par ducj. Ma se un al è prin in economie nol varà dificoltât a jessi ancje tal marcjât dal lavôr e dai apalts, al è propri il câs di dî che si pues fâ di plui. Un tornâ a pensâ ai struments di poie ae economie al è però une vore necessari, ancje a front de riduzion des risorsis publichis. La leç par promovi la imprese de XX

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli - Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli Roma 04 Dicembre 2012 1 Signor Ministro Passera, a nome mio e

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

(15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti

(15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti (15) Le nostre idee per un programma per l Europa. Leader, candidati e programma vincenti 61 I. L Europa che vogliamo II. III. IV. I valori del Partito popolare europeo L Europa delle libertà L Europa

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI)

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Purtroppo noi scontiamo, in Italia, il fatto che l odontoiatria come branca autonoma rispetto alla medicina si sia affermata solo in anni recenti, e nel passato l odontoiatria

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene

Ciao, avevo bisogno di una mano per stare bene Cooperativa Sociale Mission. Promuovere e perseguire lo sviluppo d autonomie di persone con svantaggi psicofisici, favorendo l integrazione e la cultura dell accoglienza nella comunità locale, attraverso

Dettagli

Ideaturismo è una rete di esperti e specialisti, con lunghi anni di esperienza nel settore management e consulenza del turismo privato e pubblico,

Ideaturismo è una rete di esperti e specialisti, con lunghi anni di esperienza nel settore management e consulenza del turismo privato e pubblico, Ideaturismo è una rete di esperti e specialisti, con lunghi anni di esperienza nel settore management e consulenza del turismo privato e pubblico, nel commercio e nella consulenza strategica per enti pubblici.

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

VENDERE BENE LA TUA CASA,

VENDERE BENE LA TUA CASA, 1 SCOPRI I SEGRETI PER VENDERE BENE LA TUA CASA, E LE AZIONI COMMERCIALI SBAGLIATE DA NON COMMETTERE. 2 Oggi il nostro compito è quello di proteggerti da tutto ciò che potrebbe trasformare Vendita di casa

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Convegno LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Finanziamenti alle Imprese: nuove politiche di prezzo e nuove strategie commerciali delle Banche Perché la disciplina sul capitale di vigilanza delle banche

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese

Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese E 1. IL RUOLO DELLE PMI E DELLE MICROIMPRESE MARIO BACCINI PRESIDENTE DELL ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO E NOTO COME IL SISTEMA PRODUTTIVO

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO)

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) Votazioni del giorno 31/05/2015

Dettagli

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl Grazie a tutti Voi per essere qui dalle fabbriche del Legno, del Cemento, dei materiali

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché

Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché Assemblea Associazione Arché Venerdì 13 aprile 2012 Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché Si inizia con la video presentazione della mission e dello spot 5xmille Cari Soci, Volontari,

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura!

Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura! Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura! Guida per la realizzazione dei laboratori Introduzione 7 operazioni

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Dal financial al social verso nuovi modelli di Economia

Dal financial al social verso nuovi modelli di Economia Dal financial al social verso nuovi modelli di Economia Vedano Olona 20 3 2012 "Quando una persona viene al mondo è un albero di possibilità, di tante possibili vite; tanti rami, tanti bivi: di questo

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

Educazione di genere: impossibile non farla

Educazione di genere: impossibile non farla Educazione di genere: impossibile non farla Inizia prima della nascita Riguarda loro, ma innanzitutto noi Riguarda la soggettività individuale ma anche la struttura sociale E la struttura sociale a sua

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA

FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA FORMARE, CONNETTERE, INNOVARE COME CONSOLIDARE IL CLUSTER ICT PRATESE RAPPORTO DI RICERCA Marco Betti @marcobetti_ Alberto Gherardini @albgherardini IL RAPPORTO 2013 Obiettivo: Raccogliere e sistematizzare

Dettagli

dagli enti locali, dai comuni, dalle province e dalle regioni,

dagli enti locali, dai comuni, dalle province e dalle regioni, i a relazione tra fondazioni e territorio è com- plessa e intima. E non solo per ragioni storiche.! Ma qual è oggi il rapporto tra comuni e fon- _ w dazioni? Abbiamo girato il tema a Giuseppe Guzzetti,

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria

dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Progetto Approvato dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Cassa dele Ammende Il marchio Sigillo E possibile accompagnare un Ministero ad abbandonare le logiche del

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO per l innovazione della città CHANGE MILANO è un iniziativa del Partito Democratico: un piano di progetti d innovazione per il governo della Città AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO Per aprire la

Dettagli

STILI DI VITA COSA SONO?

STILI DI VITA COSA SONO? STILI DI VITA COSA SONO? PICCOLE AZIONI PER GRANDI CAMBIAMENTI guardare le cose da un altro punto di vista incentivare una economia pensare a cosa solidale ci rende veramente felici rispettare l ambiente

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane Dichiarazione di Atene sulle Città Sane (Athens Declaration for Healthy Cities) Atene, Grecia, 23 giugno 1998 Mondiale della Sanità possono sostenere le azioni su cui si fonda la salute per tutti a livello

Dettagli

Linee guida per la progettazione didattica

Linee guida per la progettazione didattica Pace, fraternità e dialogo Sui passi di Francesco Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2013-2014 Il Programma Pace, fraternità e dialogo. Sui passi di Francesco

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

Quale migliore occasione del 1 maggio

Quale migliore occasione del 1 maggio Lavoro FACCIAMO FESTA al nuovo LAVORO Quale miglior modo per festeggiare la giornata mondiale dei lavoratori con una iniziativa volta a migliorare il lavoro di tutti: Produttività&Benessere si fa conoscere

Dettagli

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di:

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di: 4 Consigli per una gita in fattoria La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica Una guida a cura della Redazione di: PERCHÉ UNA GITA IN FATTORIA? I motivi per fare una gita in

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

Comunità Papa Giovanni XXIII associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org

Comunità Papa Giovanni XXIII associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio www.apg23.org Progetto CEC Comunità Educante con i Carcerati La Comunità APGXXIII opera nel mondo carcerario sin dai primi anni 90. in Italia oggi: 290 detenuti ed ex detenuti comuni seguono un percorso educativo personalizzato

Dettagli

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA Un nuovo modello di sviluppo e di governo del territorio per uscire dalla crisi Proposte di Laboratorio urbano Bologna, 13 gennaio 2012 LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014.

Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Presentazione XIX Magnalonga dell Alta Vallagarina Castel Pietra 5 settembre 2014. Foto: https://plus.google.com/photos/105970845897404373370/albums/6 056614842153513505?authkey=COqw_8yx9tCgDA Cordiale

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Lo SPORT tra COMUNE. e SOCIETÀ

Lo SPORT tra COMUNE. e SOCIETÀ Lo SPORT tra COMUNE e SOCIETÀ Grazie della partecipazione I Consiglieri Comunali SINDACO La Giunta Comunale Presidenti società sportive Tecnici sportivi Assessori Sport di altri Comuni Persone importanti

Dettagli

APPENDICE 2 Proposta di creazione di un fondo condiviso interest-free interno a Banca Etica di Giorgio Simonetti

APPENDICE 2 Proposta di creazione di un fondo condiviso interest-free interno a Banca Etica di Giorgio Simonetti APPENDICE 2 Proposta di creazione di un fondo condiviso interest-free interno a Banca Etica di Giorgio Simonetti In qualità di socio di Banca Etica vorrei lanciare la proposta di offrire un servizio simile

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

All Assessore alle Autonomie Locali Paolo Panontin

All Assessore alle Autonomie Locali Paolo Panontin Trasmesso via mail Udine, 4 novembre 2014 Sede e Segreteria: presso Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Udine via Paolo Canciani n. 19, 33100 UDINE Al

Dettagli

MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA

MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA GRUPPO DI LAVORO CULTURA D IMPRESA MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA GRUPPO DI LAVORO CULTURA D IMPRESA Manifesto della Cultura d Impresa MANIFESTO DELLACULTURA D IMPRESA

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

Buone idee per Bologna

Buone idee per Bologna Buone idee per Bologna RILANCIAR IL NOSTRO SISTMA PRODUTTIVO IN MODO SOSTNIBIL, PROMUOVNDO L OCCUPAZION Il LAVORO DI QUALITA, VALORIZZANDO I SAPRI LA CRATIVITA 1. Come riformare il nostro sistema di sviluppo

Dettagli

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1 GRUPPO SCOUT MELNANO 1 PROGETTO EDUCATIVO 2011 2014 Cos è il Progetto Educativo Il progetto educativo è uno strumento per la comunità capi utile a produrre dei cambiamenti nel gruppo scout. E stato pensato

Dettagli

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 A cura di Alessandro Giuliani 1 1 AGOSTO 2015 TECNICA DELLA SCUOLA IL PROVVEDIMENTO IN SINTESI Un offerta formativa più ricca e flessibile per gli studenti

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli