SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE"

Transcript

1 SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE Dati progettuali NOMINATIVO ENTE OPERATORE LOCALE PROGETTO SEDE DI SERVIZIO ANCI Lombardia / Comune di Cologno Monzese Mariagrazia Targa Biblioteca Civica di Cologno Monzese CODICE IDENTIFICATIVO SEDE Telefono / fax Tel fax DURATA PROGETTO 2 ottobre ottobre 2007 TIPOLOGIA / AREA PROGETTO TITOLO PROGETTO Biblioteche musei / cultura Descrizione progetto Le caratteristiche principali della descrizione del progetto sono indicate nel progetto di ANCI Lombardia qui di seguito sono indicate le peculiarità relative alla sede di servizio della Biblioteca Civica di Cologno Monzese. CONTESTO IN CUI SI REALIZZA IL PROGETTO Comune di Cologno Monzese La città di Cologno Monzese si trova a Nord-Est di Milano, ha una superficie territoriale di Km 8,46 con un totale di N abitanti al 31/12/2005. La Biblioteca Civica è inserita nel Dipartimento che si occupa di Servizi Culturali, Bibliotecari e Multimediali. Al Dipartimento fanno capo gli uffici: Cultura, Pace, Sport e Tempo libero, Biblioteca, Educazione Ambientale, Comunicazione e stampa, Ufficio Relazioni con il Pubblico, Informagiovani. La Biblioteca Civica di Cologno Monzese inaugurata nel 1975, nasce nel 1974 con l adesione al Sistema Bibliotecario Nord-Est Milano di cui tutt ora fa parte. Il Sistema Bibliotecario Nord-Est comprende 7 Comuni: Brugherio, Bussero, Carugate, Cassina de Pecchi, Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese, Vimodrone. Dal 2004 il Sistema Nord-Est è collegato per il prestito intersistemico con il Sistema Bibliotecario Vimercatese che comprende n. 31 biblioteche ed il Sistema Bibiotecario Milano Est che ne comprende n. 33. Gravitano sui tre Sistemi Bibliotecari n. 71 biblioteche che possiedono un totale di documenti e si rivolgono a abitanti. OBIETTIVI DEL PROGETTO Obiettivi generali Il progetto intende attuare interventi di servizio civile innovativi e qualificati finalizzati al raggiungimento dei seguenti obiettivi: - che fornisca ai giovani che svolgeranno il Servizio Civile, un opportunità formativa che non si limiti all apprendimento di strumenti spendibili successivamente nel mondo del lavoro, ma che si offra come momento di educazione alla cittadinanza attiva, alla solidarietà e al volontariato; - che sia un occasione di conoscere il territorio, la città e i suoi servizi, come fornitore e non solo fruitore;

2 - che garantisca, con l utilizzo di risorse umane giovani,motivate e formate il miglioramento della qualità e quantità dei servizi resi; - che favorisca e veicoli le scelte dei giovani attraverso un Servizio Civile strutturato sui principi di gratuità, impegno civile, solidarietà e sussidiarietà; - che permetta a quelle fasce di giovani che si trovano in situazione di disabilità, disagio e bassa scolarità, di svolgere un servizio fortemente motivato e stimolato a: conoscere, approfondire e apprendere, valutare il proseguimento degli studi e/o consolidare le conoscenze già acquisite. Obiettivi specifici e aree di intervento del progetto L affiancamento dei volontari nell attività della biblioteca, garantisce una qualità maggiore dei servizi offerti e permette contemporaneamente al volontario di acquisire una serie di competenze più sotto specificate, previste nel modulo 1 (relativo alle attività ordinarie) e nel modulo 4 (relativo alle altre attività): - Conoscenza dei sistemi informativi e dei modi e delle forme delle produzioni culturali sistemi e dei contesti culturali economici e sociali nelle quali le informazioni si creano e si distribuiscono; - Conoscenza delle caratteristiche degli utenti finali, anche con attività di monitoraggio dei servizi; - Conoscenza dei sistemi informatici, tecnici, amministrativi che permettono l incontro delle prime due forme di conoscenza; - Conoscenza di un nuovo contesto informativo non più basato sulla tradizionale centralità del libro, ma sulle forme di una biblioteca ibrida, interattiva, personalizzata e orientata all utenza; - Programmazione e attuazione di iniziative e progetti finalizzati alla user education; - Conoscenza delle associazioni e organizzazioni L intervento dei volontari previsto nel modulo 2 relativo alla promozione degli eventi culturali, corsi ecc., potrà essere di supporto e incrementare le opportunità già offerte agli utenti e/o attuarne altre ex novo. Per il raggiungimento dei propri obiettivi la Biblioteca di Cologno Monzese promuove: progetti di promozione della lettura attraverso la presentazione di vetrine e bibliografie tematiche, incontri con autori, visite guidate alle scolaresche finalizzate alla conoscenza dei servizi offerti dalla biblioteca differenziati per le alle varie fasce d età, interventi di letture a vocealta, la promozione di eventi culturali e corsi di diverso genere, iniziative e servizi personalizzati rivolti all utenza disabile. L Ufficio Pace prevede che con la presenza del volontario si amplierà l orario di apertura al pubblico e si predisporrà un database per i contatti dell ufficio con scuole associazioni ecc. Le attività previste nel modulo 3 permetteranno la ricerca, l archiviazione e la valorizzazione del patrimonio storico/culturale esistente sul territorio. Nel modulo 4 altre attività sono indicati: Monitoraggio servizi, implementazione Archivio fotografico di Storia Locale, apertura nuovo servizio Archivio della Memoria, attività educative e culturali promosse dall Ufficio Pace finalizzate alla conoscenza delle tematiche connesse alla convivenza pacifica e al rispetto dei diritti umani. L obiettivo finale auspicabile verterà alla creazione di competenze professionali nel campo della biblioteconomia di base, della promozione della lettura e alla valorizzazione e conoscenza del patrimonio locale, in un ottica di protagonisti attivi in ambito culturale. In concreto tutto questo percorso può essere verificato con una serie di indicatori misurabili, partendo dall esistente e precisando l incremento in percentuale di alcuni di indicatori attesi differenziati per ogni volontario:

3 Indicatori del progetto Iscritti Un quinto degli abitanti di Cologno è iscritto alla biblioteca, gli iscritti che hanno rinnovato la tessera nel 2005 sono n suddivisi in: 7726 adulti, 1354 ragazzi, 144 enti. Di questi 7832 sono attivi ovvero hanno effettuato almeno un operazione di prestito nell anno Patrimonio La Biblioteca può definirsi ibrida ovvero è una biblioteca che ospita, accanto ai libri e ai documenti cartacei, anche quelli in formato elettronico, creando mescolanza tra la biblioteca tradizionale e quella compiutamente digitale. L orario di apertura al pubblico è di n. 42,30 ore settimanali - Il totale del patrimonio della biblioteca corrisponde a n così suddivisi: n documenti multimediali n libri, il 17,6 % sono libri per ragazzi (n ) n. 250 periodici Prestito - consultazione Biblioteca Principali indicatori del servizio nel 2005 Totale prestiti n di cui: librari e multimediali n prestiti periodici I prestiti sono così suddivisi: 74,1 % adulti e 25,8% ragazzi La media dei prestiti effettuati all ora è di n.98 Sala macchine SMAC Fonoteca Prestito interbibliotecario Il prestito intrasistemico con le biblioteche del Sistema Nord-Est nel 2005: Cologno prestiti ad altre biblioteche n Cologno riceve da altre biblioteche n utenti n sessioni di lavoro e/o connessioni n sessioni consultazione in sede n prestito CD e LP musicali n prestito VHS e DVD musicali n Per quanto riguarda ulteriori indicatori attuali e indicatori attesi relativi agli obiettivi del progetto, si rimanda alla Scheda analitica di rilevazione dati Servizio Civile predisposta da ANCI Lombardia. FORMAZIONE LOCALE VOLONTARI Nel primo mese di servizio il volontari fruiranno di una formazione d'aula generale condotta da ANCI e una specifica relativa al rapporto con l utenza e al servizio assegnato. Al termine di questa fase i volontari sono affidati all OLP - operatore locale di progetto e sperimentano le prime forme di intervento attraverso momenti di affiancamento strutturato a operatori locali di progetto e altre figure professionali operanti nella sede. Per ogni intervento è previsto un momento di presentazione del caso e delle modalità d intervento attuate e un feedback di verifica con l o.p.l. per valutare reazioni, impressioni, problemi e ulteriori richieste formative. A conclusione dell iniziale percorso formativo gli operatori locali di progetto, con la supervisione di ANCI definiscono l inserimento definitivo in uno dei moduli di intervento previsti nella singola sede di servizio. Per raggiungere gli scopi prefissati per la formazione locale dei volontari si seguiranno i seguenti criteri: - utilizzare e coinvolgere le risorse umane più adeguate e disponibili quali educatori, tutor, selettori, formatori, favorendo principalmente il personale interno ed offrendo a quest ultimo l opportunità di condividere e mettere a frutto le conoscenze e capacità acquisite; - favorire l apprendimento naturale dei volontari per tutta la durata del progetto anziché limitare l intervento alle ore previste per il percorso formativo;

4 - favorire la partecipazione dei volontari a corsi di aggiornamento previsti per il personale; - attuare e promuovere incontri formativi in collaborazione con altre Biblioteche che hanno richiesto l assegnazione di volontari aderendo al progetto di ANCI Lombardia; - attuare forme di sinergia tra Biblioteche che permettano la realizzazione di progetti di qualità anche a quelle biblioteche che prevedono l utilizzo di un solo volontario e che riscontrino difficoltà per carenza di risorse umane o finanziarie; - favorire lo sviluppo e la conoscenza dei servizi e delle reti bibliotecarie, promuovendo anche la nascita di nuovi interventi; - predisporre apposito progetto formativo a selezione avvenuta, che tenga conto anche delle peculiarità dei volontari selezionati. PRINCIPALI COMPITI/ATTIVITA DEL VOLONTARIO Per quanto riguarda le attività relative agli obiettivi specifici del progetto suddivise per volontario, si rimanda alla Scheda analitica di rilevazione dati Servizio Civile predisposta da ANCI Lombardia. Nella scheda, dopo la fase formativa iniziale e fino al termine del servizio, le attività previste sono suddivise per singola area di intervento, con una suddivisione in termini di attività specifiche e modalità di impiego dei volontari, in ordine al ruolo assegnato nel progetto. Viene infine specificata una percentuale media di impiego rispetto alle attività indicate in base al monte ore settimanale. Tale valore è puramente indicativo e non vincolante, dato che il piano di lavoro effettivo verrà concordato dopo la fase di selezione con l effettivo bilancio delle competenze dei volontari candidati idonei selezionati. Settori di intervento dei volontari: Volontario 1 Banco prestito sezione adulti Volontario 2 Biblioteca ragazzi Volontario 3 Archivio di Storia locale Volontario 4 Attività culturali suddivise a metà tempo tra biblioteca e ufficio pace in cui è prevista anche la presenza per l apertura Il monte ore annuo per ogni volontario è di 1400 ore corrispondenti a 30 ore settimanali. L orario di servizio settimanale coprirà la fascia di apertura dei singoli servizi e si svolgerà su 5 o 6 giorni settimanali in base alle esigenze del servizio. I volontari sono tenuti, ove richiesto, a prestare servizio in orario serale e in giorni festivi in occasione di organizzazione di eventi culturali. MODULO 1: Attività ordinarie Tabella delle attività indicata nella Scheda Rilevazione Dati. Rapporto con l utente in biblioteca durante le aperture settimanali Tipologia attività Volontario 1 Volontario 2 Volontario 3 Volontario 4 Consulenza al prestito e consultazione 10% 10% Consulenza all'emeroteca 5% 2% Operazioni di prestito 60% 30% Tenuta e riordino della sezione 20% 10% 8% Visite guidate alla biblioteca 10% 7% Accompagnamento alla lettura per 15% 7% 5% minori Accompagnamento alla lettura per 8% anziani Attività di costruzione dei percorsi 10% 8% bibliografici Supporto all internet Point Totale percentuale monte ore 95% 87% 38% 5% L impegno richiesto in questo modulo è di affiancamento alle operazioni di prestito, in un rapporto diretto di front-office con l utenza, oltre al disbrigo di operazioni quotidiane di back

5 office legate al servizio. Il volontario per svolgere la sua attività utilizzerà tutti gli strumenti in dotazione legati al servizio bibliotecario o interbibliotecario. Altre attività competono il servizio di accompagnamento alla lettura, di animazione culturale all interno della sede di servizio e le visite guidate alla struttura bibliotecaria. Il modulo prevede quindi una serie di attività che sviluppino nel giovane volontario capacità di reference : questo principalmente per assistere l utenza in attività di user education nell'uso della biblioteca e dei suoi servizi, egli può arrivare ad indicare le metodologie di ricerca per poter utilizzare nel modo migliore le risorse possedute dalla biblioteca e rispondere alle richieste informative dei propri utenti. L attività del modulo 1 è coordinata e gestita dall Operatore Locale di Progetto con la collaborazione del personale della biblioteca. Gli strumenti utilizzati in questo modulo sono i PC in dotazione alle biblioteche e i sistemi informativi in dotazione a ogni sede che verranno utilizzati dai volontari dopo un periodo di addestramento. MODULO 2: promozione di eventi culturali corsi in biblioteca Tabella delle attività indicata nella Scheda Rilevazione Dati. Tipologia attività Volontario 1 Volontario 2 Volontario 3 Volontario 4 Attività Supporto 2% 5% culturali all organizzazione e svolta realizzazione di eventi durante culturali e/o musicali l anno dalla Collaborazione alla 2% 5% biblioteca comunicazione esterna delle attività culturali e/o musicali Attività legate Apertura e presidio della alle biblioteca sale ragazzi Animazione 10% ludico/culturale per bambini Attività Apertura 20% legate alla Consulenza alla scelta e sala all utilizzo degli multimediale strumenti e dei supporti e/o fonoteca Attività musicali Supporto 2% 5% legate ai all organizzazione e corsi della realizzazione di corsi biblioteca culturali Collaborazione alla 2% 5% comunicazione esterna dei corsi culturali Totale percentuale monte ore 10% 8% 40% Il secondo modulo vedrà un impegno occasionale legato ad attività non ordinarie ma dal carattere innovativo per il coinvolgimento dell utenza a vari livelli nella crescita culturale, oltre alla creazione di momenti di aggregazione culturale e sociale per i suoi partecipanti. Il compito principale del volontario verterà nell attività di supporto all animazione e promozione delle varie sezioni e collaborerà all organizzazione di eventi culturali e/o musicali programmati durante l anno dalla biblioteca e dall Ufficio Pace. L attività è coordinata e gestita dall Operatore Locale di Progetto in collaborazione con il Capo Settore responsabile delle attività culturali. L attività può comportare: - la collaborazione con associazioni di volontariato quali amici della biblioteca o con singoli volontari, data l importanza che questi possono assumere nei confronti di situazioni specifiche; - la guida di automezzi di servizio previa apposita assicurazione;

6 - la trasferta in altre sedi diverse da quella di servizio e anche sempre nell ambito delle attività richieste dal servizio assegnato a ciascuno. Gli strumenti utilizzati in questo modulo sono: i PC in dotazione alle biblioteche e i sistemi informativi in dotazione ad ogni sezione. Il volontario imparerà ad utilizzare tutte le strumentazioni tecnologiche in dotazione quali: videoproiettore, videoregistratore, lettore CD/DVD, impianto stereofonia, proiettore diapositive, lavagna luminosa ed episcopio, videocamera e macchina fotografica digitale. Modulo 3: Valorizzazione del patrimonio culturale esistente Mostre e itinerari culturali - visite guidate ai musei Tabella delle attività indicata nella Scheda Rilevazione Dati. Valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del territorio Tipologia attività Volontario 1 Volontario 2 Volontario 3 Volontario 4 Assistenza visite guidate ai musei del territorio Supporto alla gestione dei musei Incontri con le scuole per la 10% valorizzazione del patrimonio artistico Supporto alla gestione e apertura delle 2% mostre e itinerari culturali Animazione culturale con minori 2% 5% Totale percentuale monte ore 14% 5% Il modulo 3 prevede la valorizzazione e promozione principalmente in ambito scolastico, degli Archivi che verranno implementati con l attuazione delle attività del modulo 4. Tali attività si svolgeranno con percorsi e visite guidate appositamente studiate per la conoscenza degli Archivi a carattere storico/museale e dei beni architettonici e artistici presenti sul territorio. Nei percorsi si favorirà anche la conoscenza di figure illustri colognesi. L attività sarà coordinata e gestita dall Operatore Locale di Progetto che è responsabile della Sezione di Storia Locale, in collaborazione anche con esperti esterni che verranno individuati nel corso dell attuazione del progetto. Modulo 4: Altre attività Tabella delle attività indicata nella Scheda Rilevazione Dati. Tipologia attività Volontario 1 Volontario 2 Volontario 3 Volontario 4 Monitoraggio Servizi 5% 3% Archivio fotografico sezione di Storia 20% locale Apertura Archivio della Memoria 20% Attività educative Ufficio Pace 40% Apertura Ufficio Pace 10% Totale percentuale monte ore 5% 3% 40% 50% Le attività principali relative a questo modulo riguardano il volontario 3 (Storia Locale) e il volontario 4 (Ufficio Pace) e si riferiscono a due nuovi servizi: - l Ufficio Pace già attivo e in funzione da due anni aperto al pubblico 9 ore alla settimana - e un nuovo sviluppo della Sezione di Storia Locale della Biblioteca che prevede la nascita dell Archivio della Memoria ove è compreso anche l Archivio Fotografico. Le attività del volontario n.4 saranno equamente divise al 50% tra l apertura e l attività educativa dell Ufficio Pace con le attività di supporto e organizzazione delle iniziative culturali della biblioteca. L attività del volontario n.3 si rivolgerà esclusivamente all implementazione dell Archivio fotografico di Storia Locale e all apertura di 4 ore settimanali per le scuole del costituendo Archivio della Memoria.

7 Essendo quest ultimo un servizio di nuova istituzione, le attività avranno diverse fasi di attuazione e più ambiti di sviluppo come più sotto sintetizzato, precisando che la completa realizzazione richiederà l intervento su più anni: - la prima fase verterà al riordino, sistemazione e selezione del materiale già esistente - successivamente seguirà la scansione digitale e l archiviazione di parte del materiale selezionato - si visiteranno altri archivi storici e biblioteche di storia locale valutando anche possibili forme di scambio e collaborazione in sinergia - si introdurranno i criteri di archiviazione del materiale selezionato raccolto - si studierà la progettazione di materiali multimediali per favorire una conoscenza di base del patrimonio non prestabile - si contatteranno gli ex studenti universitari relatori di tesi di interesse locale al fine ottenere una copia della stessa - si contatteranno docenti universitari per promuovere l assegnazione di tesi di laurea di interesse locale - si effettueranno appositi corsi per conoscere le procedure di catalogazione del materiale iconografico utilizzando la scheda F Totale percentuale complessiva monte ore singolo volontario 100% 100% 100% 100% Procedure selezione volontari La procedura di selezione verrà attuata seguendo i criteri di assegnazione punteggi indicati nella determinazione del 30/5/2002. La Commissione di selezione, indicata con apposita determina, individuerà degli ulteriori criteri locali per la selezione comunicati ad ANCI prima dell espletamento delle procedure di selezione. Entro la data stabilita da ANCI per la conclusione delle procedure di selezione la Commissione predisporrà la graduatoria dei candidati, idonei e selezionati e dei candidati idonei e non selezionati. Entro la stessa data verrà data comunicazione dei risultati della selezione ai candidati e la graduatoria verrà pubblicata sul sito internet. Procedure monitoraggio volontari Fase di Monitoraggio e Verifica In Biblioteca durante tutto l arco del progetto i volontari avranno dei brevi incontri settimanali con l Operatore Locale di Progetto al fine di offrire uno spazio di confronto per verificare l andamento dei singoli obiettivi di ciascuno, recepirne e risolvere le eventuali problematiche o suggerimenti. Il Piano di monitoraggio per la valutazione dei risultati del progetto prevede due modalità di verifica che verranno svolte da ANCI Lombardia: una serie di azioni di verifica in itinere che definiamo con il termine MONITORAGGIO e una VERIFICA FINALE complessiva del progetto. Con il monitoraggio ANCI osserverà e valuterà l'esperienza in relazione al progetto di servizio civile nelle sue diverse fasi di realizzazione. Sono previste delle verifiche generali in itinere tra tutor, responsabile del monitoraggio e operatori locali di progetto per verificare lo stato di avanzamento del progetto e il raggiungimento degli obiettivi previsti, identificando e rimuovendo le cause di eventuali discostamenti. Predisporrà anche schede di valutazione e questionari chiusi compilati periodicamente dagli operatori locali di progetto e da tutti coloro che incontrano nel loro lavoro la figura dei volontari. I risultati degli incontri e le valutazioni sui questionari statistici saranno utili per le successive progettazioni. Per quanto riguarda il raggiungimento degli obiettivi, la valutazione avviene per lettura dei questionari e confronto tra risultati previsti e risultati realizzati. CARATTERISTICHE DELLE CONOSCENZE ACQUISITE Competenze e professionalità acquisibili dai volontari durante l espletamento del servizio, certificabili e validi ai fini del curriculum vitae.

8 La Biblioteca rilascerà, al termine del periodo di servizio un attestato di partecipazione che elencherà nel dettaglio le competenze formative e professionali acquisite. Tali competenze verranno rilevate nell ultimo mese di servizio anche attraverso un apposito momento di formazione condotto da ANCI per la verifica del bilancio delle competenze acquisite. L attestato costituirà credito formativo per la partecipazione a concorsi pubblici, e dove previsto, anche per i crediti scolastici nella scuola superiore e universitaria. Strumenti e modalità di pubblicizzazione del progetto Il Comune utilizza per la pubblicizzazione del progetto e la pubblicazione dei bandi il sito internet comunale all indirizzo e il sito internet della Biblioteca all indirizzo Altri strumenti di pubblicizzazione sul teritorio sono: - il periodico mensile Qui Cologno - la newsletter agli iscritti alla biblioteca selezionando la fascia d età compresa tra 18 e 27 anni - volantini e manifesti da affiggere nelle varie sedi comunali, all URP, all informagiovani, in biblioteca e nelle biblioteche del Sistema. Risorse finanziarie e tecnico strumentali destinate in modo specifico alla realizzazione del progetto 1. Contributo ad ANCI per la presentazione del progetto, la formazione generale dei volontari, attività di monitoraggio e verifica: 2. Promozione e comunicazione del progetto: pubblicità sul portale web comunale e sul sito della biblioteca locandine formato A3 esposte nelle varie sedi comunali e in biblioteca volantini formato A4 esposti e distribuiti nelle varie sedi comunali e in biblioteca newsletter agli iscritti della biblioteca Totale complessivo promozione 3. Formazione Formazione generale e monitoraggio volontari a cura di ANCI Spese trasporto per incontri ANCI (5 volontari per n. incontri) Formazione specifica ai volontari a cura della biblioteca Docenti materiali e dispense Totale complessivo formazione TOTALE RISORSE FINANZIARIE DESTINATE AL PROGETTO Eventuali partners del progetto: Le biblioteche del Sistema che partecipano al bando con il progetto Risorse tecniche e strumentali necessarie per l attuazione del progetto: Utilizzo di PC e software e apparecchiature tecnologiche in dotazione alle biblioteche Utilizzo di mezzi comunali (autovetture) per gli spostamenti Attestazione presa visione progetto Firma selettore Firma candidato Luogo e data Cologno Monzese giugno 2006

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) TITOLO DEL PROGETTO: Storiche biblioteche crescono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) OBIETTIVI DEL

Dettagli

Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia

Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia Sala Manzoni Palazzo delle Stelline Milano aprile ore 14.30.30 ATTI DEL SEMINARIO Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia L Ufficio Servizio

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 Denominazione Ente: MART MUSEO D ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA DI TRENTO E ROVERETO Indirizzo: CORSO BETTINI, 43 38068 ROVERETO (TN) Recapito telefonico: 0464/454119

Dettagli

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 Scheda progetto Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: PIÙ BIBLIOTECA Obiettivi del progetto:

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: Bibliotechiamo ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: Patrimonio artistico e culturale Area di intervento: Cura e conservazione biblioteche

Dettagli

CRESCE LA VOGLIA DI BIBLIOTECA. L'utente cliente e le sue esigenze al primo posto.

CRESCE LA VOGLIA DI BIBLIOTECA. L'utente cliente e le sue esigenze al primo posto. (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE: COMUNE DI TERRACINA 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI TERRACINA 2) Codice di accreditamento: NZ00094 3)

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste La terra ci insegna Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Singoli cittadini e famiglie residenti nei

Dettagli

Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015

Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015 Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015 Modulo B Duplicare e compilare il Modulo B per ogni Plesso che possiede una Biblioteca Sezione 1 Dati Plesso Denominazione Codice Comune CAP Prov. Indirizzo

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504 Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste Vita di casa Ambito/settore di intervento

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste Vita di casa Ambito/settore di intervento UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste Vita di casa Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari N. giovani in servizio civile richiesti Descrizione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Amministrazione Provinciale di Vercelli 2) Codice di accreditamento: NZ00384 3)

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: SANT AGATA: LE PIETRE CI RACCONTANO SETTORE e Area di Intervento: PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE OBIETTIVI DEL PROGETTO Incrementare negli

Dettagli

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi D. Lgs. 33/2013 Art. 32 - costi dei servizi di Reference prestito promozione della lettura Biblioteca per Ragazzi reference, iscrizione, consultazione e prestito

Dettagli

VIVERE LA CULTURA IN PROVINCIA DI PAVIA 2011

VIVERE LA CULTURA IN PROVINCIA DI PAVIA 2011 SCHEDA PROGETTO VIVERE LA CULTURA IN PROVINCIA DI PAVIA 2011 PREMESSA ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Venezia interculturale: percorsi per diventare cittadini del mondo SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale attività interculturali

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Cooperativa Nuovi Sviluppi Via J. Kennedy n. 24 90019 Trabia (PA) P.IVA 04654320821

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE 2) Codice di accreditamento: NZ00526 3) Classe di

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: La rosa dei venti SETTORE e Area di Intervento: SETTORE: Educazione e Promozione culturale Area di Intervento: Sportelli Informa OBIETTIVI

Dettagli

SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA

SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA CARATTERISTICHE PROGETTO 1) Titolo del progetto: FATTI NON FOSTE 5 Prov. Ancona 2) Descrizione dell area di intervento: Il progetto nasce da un accordo di partnerariato

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Il volontario con gli anziani e le persone fragili

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Il volontario con gli anziani e le persone fragili ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Il volontario con gli anziani e le persone fragili SETTORE e Area di Intervento: Assistenza - Anziani OBIETTIVI DEL PROGETTO Obiettivi generali:

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI Comune di Trento Servizio biblioteca e archivio storico Via Roma, 55 Trento 0461-889521 Rif: Michele Zamboni michele.zamboni@biblio.infotn.it

Dettagli

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA NELLE ATTIVITA PREVISTE DELL ART.1, DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2002, N. 288 E DALL ART.0, DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2003, N. 289. ENTE

Dettagli

Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico. 1. Oggetto

Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico. 1. Oggetto Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico 1. Oggetto Con il presente atto si definiscono le linee di indirizzo per l affidamento, mediante procedimento ad evidenza

Dettagli

FUNZIONE STRUMENTALE PORTALE BOSELLI ECDL Patente Europea del Computer

FUNZIONE STRUMENTALE PORTALE BOSELLI ECDL Patente Europea del Computer Anno scolastico 2014/2015 FUNZIONE STRUMENTALE PORTALE BOSELLI ECDL Patente Europea del Computer Marco Paolini - Anna Tarello Portale Boselli Parametri Descrizione Note 1.1 OBIETTIVI FINALITÀ E OBIETTIVI

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Rioccupiamoci di noi: le fragilità dell'età adulta SETTORE e Area di Intervento: Assistenza A 12 disagio adulto OBIETTIVI DEL PROGETTO SERVIZIO SOCIALE

Dettagli

ASSOCIAZIONE MANI TESE ONG ONLUS SEDE NAZIONALE: PIAZZA V.GAMBARA 7/9 MILANO

ASSOCIAZIONE MANI TESE ONG ONLUS SEDE NAZIONALE: PIAZZA V.GAMBARA 7/9 MILANO Ente: ASSOCIAZIONE MANI TESE ONG ONLUS SEDE NAZIONALE: PIAZZA V.GAMBARA 7/9 MILANO serviziocivile@manitese.it www.manitese.it tel. 02 4075165 Titolo del Progetto: LA NUOVA SFIDA DEGLI OBIETTIVI DELLO SVILUPPO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo operativo del 18 settembre 2012, tra il Ministero

Dettagli

BIBLioTECA Civica LINO PENATI

BIBLioTECA Civica LINO PENATI BIBLioTECA Civica LINO PENATI Banco Centrale 029278300 biblioteca Sala Ragazzi 029278299 magolibero Medi@teca 029278306 mediateca Direzione 029278305 direzione.biblioteca Chiedi alla tua biblioteca chiedi.biblioteca

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo ai sensi dell art. 9 del decreto legislativo 28 agosto

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1) Ente proponente il progetto: Cooperativa Sociale Studio e Progetto 2 2) Codice di accreditamento: NZ03328, 3) Albo e classe di

Dettagli

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto:

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto: 1) Titolo del progetto: Pronto Intervento Sociale 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Area: Assistenza Settori: Anziani (A01) Assistenza Disabili (A06)

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: A MAGLIE FITTE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale Area di Intervento: Attività di tutoraggio scolastico

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Partecipi e solidali voce 4 SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5 OBIETTIVI DEL PROGETTO voce7 Obiettivi

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna Assessorato della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del Territorio $%'&(

Regione Autonoma della Sardegna Assessorato della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del Territorio $%'&( Regione Autonoma della Sardegna Assessorato della Programmazione, Bilancio,!! " # " Credito e Assetto del Territorio $%'&( 3URJHWWR 6DUGHJQDµ,QIRUPDWL]]D]LRQHGLIIXVDH DO IDE HWL]]D]LRQHLQIRUPDWLF ) HO

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia PROGETTO S.I.R.S. Strategie Innovative di Rete dei Servizi Sociali Linee guida per la predisposizione dei progetti: Orientamenti applicativi ARAN 1 Aumento

Dettagli

Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca

Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca Allegato al PTOF dell I.C. Giuseppe Scelsa Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca Premessa L Animatore Digitale individuato in ogni scuola sarà (rif. Prot. n 17791 del 19/11/2015) destinatario di un

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto APERILIBRO Settore ed area di intervento del progetto Area D - Settore : Patrimonio Artistico e Culturale

Dettagli

Centro per la Salute del Bambino / ONLUS

Centro per la Salute del Bambino / ONLUS Progetto In Vitro Progetto formativo Formazione degli operatori dei servizi sanitari, socio-educativi, bibliotecari e dei lettori volontari per la promozione della lettura da 6 mesi a 6 anni di vita Quadro

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale GUGLIELMO OBERDAN. 2. Competenze - Abilità - Conoscenze da acquisire in classe 3^

Istituto Tecnico Commerciale GUGLIELMO OBERDAN. 2. Competenze - Abilità - Conoscenze da acquisire in classe 3^ Format progetto Alternanza Scuola Lavoro Anno Scolastico 2011-12 Attività previste per il percorso da realizzare nella fase di sensibilizzazione per le classi 2^ L attività di alternanza è prevista su

Dettagli

Il questionario è articolato su domande aperte, semi-aperte e chiuse che permetteranno di elaborare i dati abbastanza rapidamente.

Il questionario è articolato su domande aperte, semi-aperte e chiuse che permetteranno di elaborare i dati abbastanza rapidamente. ANALISI DEI BISOGNI FORMATIVI Questo documento è uno strumento di indagine che verrà utilizzato per progettare il piano di formazione per l anno 2007, affinché esso sia più rispondente agli effettivi bisogni

Dettagli

Vivere il museo 2013

Vivere il museo 2013 OBIETTIVI DEL PROGETTO: 1. ACQUARIO CIVICO (Sede 91334) Scheda progetto Vivere il museo 2013 apporre migliorie alle vasche espositive del percorso interno supportando il lavoro dei biologi acquaristi nella

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI TORTONA 2) Codice di accreditamento: NZ01098 3) Albo e classe di iscrizione: ALBO

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE : ISTITUTO DEI CIECHI DI MILANO 1) Ente proponente il progetto: ISTITUTO DEI CIECHI di MILANO Via Vivaio, 7 20122

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

Educando nelle Province di Cremona e Mantova

Educando nelle Province di Cremona e Mantova Scheda progetto Educando nelle Province di Cremona e Mantova Il progetto si sviluppa in cinque comuni delle province di Cremona e Mantova. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia) ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia) SETTORE e Area di Intervento: Codifica: A12 Settore: ASSISTENZA

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

Si ricorda che: PROGETTO PUNTI DI RIFERIMENTO CENTRO DI ORIENTAMENTO E FORMAZIONE

Si ricorda che: PROGETTO PUNTI DI RIFERIMENTO CENTRO DI ORIENTAMENTO E FORMAZIONE (Allegato 1) Si ricorda che: - LA DOMANDA DI SERVIZIO CIVILE VA INVIATA A : ALLE SINGOLE SEDI DI ATTUAZIONE PROGETTO - LE DOMANDE VANNO INVIATE ENTRO IL 27 LUGLIO 2009 ENTRO LE ORE 14.00 (NON FA FEDE IL

Dettagli

Università degli Studi di Milano-Bicocca Servizio Assistenza Disabili

Università degli Studi di Milano-Bicocca Servizio Assistenza Disabili SCHEDA DI PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE PRESSO L UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Ente PARTE I 1. Ente proponente il progetto: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA

Dettagli

regolamento scuola primaria e secondaria

regolamento scuola primaria e secondaria regolamento scuola primaria e secondaria La mia biblioteca FINALITÀ ED OBIETTIVI GENERALI Sostenere e valorizzare gli obiettivi delineati nel progetto educativo e nel curriculo; Sviluppare e sostenere

Dettagli

Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi

Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi La Carta dei servizi La Carta dei servizi precisa ciò che gli utenti possono attendersi dai Servizi bibliotecari dell Università di Bergamo e le attese

Dettagli

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO INTEGRATO DELLE BIBLIOTECHE C. GENTILI DELL ISTITUTO DI PSICHIATRIA, P. OTTONELLO DELL UNIVERSITÀ DI BOLOGNA E G.

Dettagli

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo:

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: Roma Capitale - Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici,

Dettagli

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Scheda progetto Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Il progetto si sviluppa in otto comuni delle province di Bergamo e Brescia. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE CULTURALE SCUOLA DI MUSICA I MINIPOLIFONICI TRENTO VILLAZZANO-POVO RAVINA-ROMAGNANO COGNOLA SOPRAMONTE BESENELLO SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE Ente proponente il progetto: Arca Cooperativa Sociale a r.l. 1) Codice regionale: RT 1S00297 2bis) Responsabile del

Dettagli

SETTORE e Area di Intervento: Protezione civile: settore B area 02 Interventi emergenze ambientali

SETTORE e Area di Intervento: Protezione civile: settore B area 02 Interventi emergenze ambientali ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: TOTUS IMPARI PO SA NATURA ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Protezione civile: settore B area 02 Interventi emergenze ambientali OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO Premessa In base all art. 45 del CCNL del 9/08/2000 la formazione professionale costituisce

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto AXIA FAMIGLIA - RETE INFORMATIVA Ambito/settore di intervento Settore E: Educazione e promozione culturale Area d intervento:

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Educare al territorio NaturalMente Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Principale: Bambini e ragazzi tra

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: SETTORE A ASSISTENZA AREA 02 MINORI 06 DISABILI

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: SETTORE A ASSISTENZA AREA 02 MINORI 06 DISABILI ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: INTER_ AZIONE SETTORE e Area di Intervento: SETTORE A ASSISTENZA AREA 02 MINORI 06 DISABILI OBIETTIVI DEL PROGETTO Con il presente progetto

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: LEGA NAZIONALE DELLE COOPERATIVE E MUTUE Via A. Guattani, 9 00161 Roma Tel. 06/84439386-327

Dettagli

1. TITOLO DEL PROGETTO TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (STAGE/ALTERNANZA SCUOLA LAVORO)

1. TITOLO DEL PROGETTO TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (STAGE/ALTERNANZA SCUOLA LAVORO) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. SACCO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE AD INDIRIZZO IGEA E PROGRAMMATORI I S T I T U T O P R O F E S S I O N A L E PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE S A N T

Dettagli

Pag. 1 /9 MANUALE SISTEMA DI GESTIONE. Sezione 6 Gestione delle risorse Ed.0 Rev.0 del 13/12/14 Red. RSG App. DS

Pag. 1 /9 MANUALE SISTEMA DI GESTIONE. Sezione 6 Gestione delle risorse Ed.0 Rev.0 del 13/12/14 Red. RSG App. DS Pag. 1 /9 6. Gestione delle risorse 6.1 Messa a disposizione delle risorse L Istituto rende disponibili le risorse necessarie, per attuare e tenere aggiornato il SG ed i processi che ne fanno parte compatibilmente

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: LEGA NAZIONALE DELLE COOPERATIVE E MUTUE Via A. Guattani, 9 00161 Roma Tel. 06/84439386-327

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Provincia di Pisa U.O. Politiche Giovanili e Sport 2) Codice regionale: RT S00171 2bis)

Dettagli

IL CAF DELLA CISL. Il posto giusto

IL CAF DELLA CISL. Il posto giusto Carta dei Servizi IL CAF DELLA CISL Il Caf Cisl opera per fornire ad iscritti, lavoratori e pensionati assistenza e consulenza completa e qualificata nel campo fiscale e delle agevolazioni sociali. Nato

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE SEDE DI Biblioteca Civica Via Padre Reginaldo Giuliani, 1 Tel.039.386984 TITOLO PROGETTO Dal centro alla periferia: i confini della lettura 4 OPERATORE LOCALE DI PROGETTO PRESSO SEDE DI Giustino Pasciuti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI RANZANICO PROVINCIA DI BERGAMO SEDE: PIAZZA DEI CADUTI, 1 - C.A.P. 24060 - CODICE FISCALE E PARTITA I.V.A. 00579520164 TEL. (035) 829022 - FAX (035) 829268 - E-MAIL: info@comune.ranzanico.bg.it

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera PROVINCIA DI MATERA Regolamento per il funzionamento dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni dell Ufficio Relazioni

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE VOLONTARI PER LA BIBLIOTECA COMUNALE

BANDO DI SELEZIONE VOLONTARI PER LA BIBLIOTECA COMUNALE Assessorato alla Cultura Commissione Biblioteca Comunicano BANDO DI SELEZIONE VOLONTARI PER LA BIBLIOTECA COMUNALE Il Gruppo dei Volontari della Biblioteca di Bottanuco è impegnato da circa un anno e mette

Dettagli

Relazione finale del progetto

Relazione finale del progetto Relazione finale del progetto Un percorso nella Cappella Palatina DOL 2009 classe E_13 tutor Domenico Franzetti Corsista: Vincenza Saia Il progetto Un percorso nella cappella Palatina nasce dall esperienza

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Azienda ASL RMB 2) Codice di accreditamento: NZ00156 3) Classe di iscrizione all

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO 3 Istruzione Professionale Indirizzo Servizi Commerciali. Restituzione dell esperienza di stage

UNITA DI APPRENDIMENTO 3 Istruzione Professionale Indirizzo Servizi Commerciali. Restituzione dell esperienza di stage UNITA DI APPRENDIMENTO 3 Istruzione Professionale Indirizzo Servizi Commerciali Denominazione Utenti destinatari Restituzione dell esperienza di stage Studenti classi quinte Servizi Commerciali Discipline

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI LICEO Antonio Rosmini - TRENTO Liceo delle scienze umane Liceo linguistico Liceo socio-psico-pedagogico Liceo delle scienze sociali

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Le Nuvole Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari N. giovani in servizio civile richiesti IMMIGRATI, Giorni

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto PARLA CON NOI Settore ed area di intervento del progetto Settore E) EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Sub 1

AVVISO PUBBLICO Sub 1 AVVISO PUBBLICO Sub 1 Per l'assegnazione di un contributo agli Istituti di Istruzione Secondaria di 2 grado della provincia di Pordenone per la realizzazione di progetti al supporto di giovani studenti

Dettagli

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO BANDO SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO ANNO 2009 42 1. I progetti 1. L idea nasce dalla consapevolezza che il Servizio Civile Nazionale rappresenta per molti giovani una significativa opportunità di crescita

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA PARTE I

SCHEDA DI PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA PARTE I Allegato 1 SCHEDA DI PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA PARTE I Ente. 1. Ente proponente il progetto: Federsolidarietà Confcooperative 2. Indirizzo, numero telefonico, sito

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

Marketing / Orientamento (Processo Principale) INDICE

Marketing / Orientamento (Processo Principale) INDICE INDICE 1 di 1 Istituto di Istruzione Superiore J.C. Maxwell Marketing / Orientamento (Processo Principale) Codice PQ 010 MARKETING / ORIENTAMENTO INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE 1.3 RESPONSABILITÀ

Dettagli

CATASTO AREE PUBBLICHE DISCARICHE ABUSIVE E TERRENI PRIVATI ABBANDONATI AL DEGRADO

CATASTO AREE PUBBLICHE DISCARICHE ABUSIVE E TERRENI PRIVATI ABBANDONATI AL DEGRADO (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE: COMUNE DI TERRACINA 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI TERRACINA 2) Codice di accreditamento: NZ00094 3)

Dettagli

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37).

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37). Carta di qualità dell offerta formativa La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che SINTESI SpA assume nei suoi confronti a garanzia

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Cooperativa Sociale Lo Spazio delle idee scsarl 2) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli