GUERRILLA MARKETING MASSIMIZZARE I RISULTATI CON BASSI INVESTIMENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUERRILLA MARKETING MASSIMIZZARE I RISULTATI CON BASSI INVESTIMENTI"

Transcript

1 GUERRILLA MARKETING MASSIMIZZARE I RISULTATI CON BASSI INVESTIMENTI di Valeria Tonella In collaborazione con Destinazione >>...

2 Tavola dei contenuti Premessa Una definizione di guerrilla marketing (GM) I principi del GM I vantaggi del GM Le armi a disposizione Le strategie di GM Al centro del marketing ci sono le persone I confini della legalità Altre 4 P Alcuni esempi recenti M: come ottenere l attenzione dei media e dei consumatori, spendendo 6000 Dollari (canadesi)! Ferrero Happy Hippo, ovvero l ippopotamo Pat e il cane Stanley Riccione Conclusioni Glossario Indice delle figure Figura 1 RIN: l immagine del rinoceronte... 7 Figura 2 La pensilina 3M Figura 3 L ippopotamo Pat e Happy Hippo Figura 4 Riccione Pagina 2 di 18

3 Premessa Il presente dossier vuole dare una panoramica sul guerrilla marketing, vale a dire il marketing fatto di tante piccole azioni, coordinate tra di loro, che con un investimento relativamente basso raggiungono risultati straordinariamente importanti. Azioni non convenzionali, che utilizzano canali diversi dai tradizionali media presenti nel mix di comunicazione delle aziende di grandi dimensioni (o per lo meno di aziende con consistenti budget promo-pubblicitari disponibili). Aziende più grandi oppure ormai consolidate sembrano nel gergo di battaglia utilizzato dall ideatore del guerrilla marketing 1 - nemici imbattibili, almeno con i mezzi tradizionali. Da qui l idea della guerriglia: tante piccole azioni coordinate (e quindi coerenti), assolutamente non convenzionali, che partono da una perfetta conoscenza delle teorie del marketing tradizionale, ma che cercano nicchie e nuovi canali per quella comunicazione che deve convincere il potenziale cliente ad acquistare il prodotto dell azienda, a visitarne il sito, a consigliarlo a un amico. E due sono le armi vincenti del marketing tradizionale, forse un po troppo dimenticate nella pratica, che il GM inserisce nel proprio arsenale : il passaparola e la gestione della relazione con il cliente. L idea, infatti, è di trovare testimoni e mettere in moto un processo per cui altri (e non voi) parlino bene della vostra azienda e vendano per voi il vostro prodotto/servizio. Con il web non è solamente emerso un nuovo canale di comunicazione e di vendita, ma molte delle regole base dei media tradizionali sono state sovvertite. Alle 4P tradizionali del marketing se ne sono aggiunte 4 nuove: penetrazione, permesso (permission), personalizzazione e profittabilità. Quattro P che vanno integrate e rese coerenti con le 4P del marketing tradizionale. I tempi del Web e la possibilità di interazione offrono numerose possibilità che non sono applicabili attraverso i mezzi tradizionali. E tutto questo ha un impatto forte per la PMI, che molto spesso non ha grossi budget da dedicare alla pubblicità e alla promozione dei propri prodotti, soprattutto se si tratta di una nuova azienda. 1 Jai Conrad Levinson, cui si farà riferimento per i principali aspetti teorici. Pagina 3 di 18

4 Ma non è solamente la PMI ad usare strategie di GM. Infatti, la crisi che alcuni osservatori attribuiscono ai mezzi di comunicazione 2 sta spingendo il mondo dell advertising tradizionale (dalle agenzie di pubblicità ai grandi spender) a ricercare modalità alternative di promozione e comunicazione verso i propri target. 1. Una definizione di guerrilla marketing (GM) Prima di entrare nel vivo del guerrilla marketing, ricordiamo la definizione di Marketing, come sancita dall American Marketing Association 3 : il marketing è il processo di pianificazione e attuazione delle attività di sviluppo di un nuovo prodotto o servizio, di definizione del prezzo, delle azioni promozionali e delle strategie distributive, finalizzate a creare scambi che soddisfino gli obiettivi delle organizzazioni e degli individui. Secondo Jay Conrad Levinson, autore di Guerrilla Marketing, il marketing è QUALUNQUE COSA l azienda faccia per promuovere il proprio business dal momento in cui questo viene concepito fino a quando i clienti acquistano regolarmente i prodotti o servizi dell azienda e diventano sponsor dell azienda; qualunque cosa FATTA REGOLARMENTE. Mentre il GM è quell insieme di attività miranti a raggiungere obiettivi convenzionali, quali i volumi, la profittabilità, il successo realizzate con metodi non convenzionali, investendo energie anziché denaro. Il GM si è dimostrato efficace per la PMI, perché è semplice da capire, facile da attuare e in generale poco costoso. Per Philip Kotler, uno dei principali autori di testi sul Marketing management, guerrilla marketing è sinonimo di Word-of-mouth marketing, il vecchio passaparola. 2 3 Secondo quanto riportato da P. Kotler in una conferenza nel 2004, il prime time in televisione raggiunge solo il 15% della popolazione, contro il 40% degli anni Ottanta. E le reazioni già si vedono: Coca Cola ha ridotto il budget pubblicitario da 268 milioni di dollari del 2001 a circa 188 nel 2003 e sta ora investendo in media interattivi, in grado di valorizzare la customer experience. Dictionary of Marketing Terms, 2a edizione, 1995, pubblicato dall American Marketing Association. Pagina 4 di 18

5 1.1. I principi del GM Cinque sono i principi su cui si basa il GM: Presenza. È importante operare per essere sempre presenti nel maggior numero di media disponibili, perché il messaggio raggiunga il potenziale cliente il maggior numero di volte possibile. Chat, forum, , radio, periodici, directory: nulla va tralasciato, per massimizzare l esposizione al messaggio del target selezionato. Attività. È necessario essere consapevoli delle opportunità per far conoscere il proprio prodotto e agire per coglierne il maggior numero. Pertanto è necessario mantenere una costante attività di monitoraggio degli strumenti disponibili, per l individuazione di nuovi strumenti e per la revisione delle azioni da mettere in campo. Energia. Si tratta infatti di un marketing basato non su investimenti in denaro, ma in tempo ed energia, un marketing continuo, a 360 gradi. Network. La relazione è fondamentale. Bisogna pertanto dedicare tempo allo sviluppo e mantenimento di un network. Rispettoso e intelligente. Mai offendere il cliente e mai esagerare con azioni troppo trasgressive (di seguito se ne darà dettaglio con esempi). A questo si deve aggiungere la regolarità e costanza con cui vengono intraprese le azioni: il successo spesso dipende dall ultima volta in cui il consumatore è stato esposto al messaggio, per cui abbandonare prima significa aver vanificato ogni sforzo 4. Inoltre l attività di GM inizia nel momento in cui si crea l azienda e almeno a livello teorico non si deve arrestare finché l azienda esiste I vantaggi del GM A fronte di questi principi base, il GM presenta una serie di vantaggi: Flessibilità. Poiché si tratta per lo più di attività in scala ridotta e gestite direttamente, è agevole e rapido riorientarle, per tener conto dei cambiamenti e dei diversi tassi di risposta delle singole azioni intraprese. Bassi costi. È il principio fondante del GM, che lo rende particolarmente adatto per aziende che non dispongono di massicci budget promo-pubblicitari. 4 A questo proposito sul sito J.C. Levinson propone la metafora dello spaccapietre: è l ultimo colpo di mazza a far dividere in due la pietra, ma quelli prima sono stati necessari per raggiungere l obiettivo. Pagina 5 di 18

6 Mirato. L identificazione del target è una parola chiave: riduce sprechi e aumenta l efficacia. Ma anche questa è una vecchia storia! Semplice. Molti dei metodi e delle azioni da intraprendere sono di facile comprensione e attuazione, pertanto ideali per la PMI Le armi a disposizione L ultimo aspetto riguarda le armi non convenzionali che il GM utilizza, armi che sono in realtà infinite, sempre restando nell ambito del legale. La prima e forse più importante è Internet, per il quale deve essere sviluppata una strategia coerente e di presenza a 360. Dal posizionamento nei motori di ricerca ai banner nei siti adeguati (e fin qui siamo nell ormai tradizionale) al controllo degli accessi (attraverso registrazione: così profilo meglio il target) per avere piena visibilità dei contenuti del sito web, alla cura dei contenuti presenti nel sito. Blog e newsletter sono altri strumenti da utilizzare con attenzione. Per quanto riguarda i blog, ricordiamo sia quelli aziendali sia quelli di terzi, all interno dei quali ci si deve muovere con grande circospezione, per non rivelare la propria identità, pena la perdita di efficacia del messaggio. Quindi un applicazione del one-to-one marketing, parlando ai singoli individui dei quali si conosce quanto più possibile, oppure a gruppi omogenei di individui, prevalentemente attraverso il Web, utilizzando le tecnologie disponibili. Al di fuori del mondo internet, altri sono gli strumenti utilizzati dal GM: adesivi, loghi disegnati, affissioni biodegradabili (un occhio per l ambiente fa parte dell etica del GM), omaggi e prove del prodotto. Offrire una prova omaggio, di un prodotto o un servizio, trovare un modo di generare curiosità creando un mistero intrigante per coinvolgere i consumatori è un altra arma per attirare attenzione, fare brand awareness e quindi rendere più probabile l acquisto. La bottom-up communication, la comunicazione che parte "dal basso" e utilizza stili e codici presi direttamente dal mondo dei graffiti e della street art è un altro strumento: anche le città si trasformano in un immenso tazebao. La Nike assolda giovani gruppi di graffitari e writer e commissiona loro disegni murali ispirati alla celebre virgola, Radio Italia Network (RIN), emittente del gruppo Rizzoli-RCS, invade strade e spazi urbani con gli adesivi con il rinoceronte logo della RIN (contagiando numerosi ascoltatori, che hanno posto in massa l adesivo anche sul proprio mezzo di trasporto, moto o auto che sia, sulla cartella, sul portapenne ecc.) e contestualmente lancia una campagna pubblicitaria del sito acquistando spazi dalle emittenti concorrenti. Pagina 6 di 18

7 Figura 1 RIN: l immagine del rinoceronte Più il messaggio è ermetico, più genera curiosità, maggiore è la probabilità che si scateni il passaparola, quel circolo virtuoso che, se veicolato negli ambienti giusti, riesce a creare un effetto moltiplicatore del messaggio pubblicitario e che talvolta si può rivelare più efficace di costosi investimento in tv a sei zeri. Un altro metodo utilizzato è il peer marketing, vale a dire l aggregazione di gruppi di persone simili per età e interessi culturali intorno ad un evento: un esempio è l offerta di download di musica gratis per creare interesse per nuove tendenze musicali con l obiettivo di commercializzare poi il prodotto. L arma più importante è però sempre il passaparola. Cosa c è di più convincente del consiglio di un amico? Ma come fare perché altri diventino sponsor inconsapevoli del nostro prodotto? Utilizzare attori che si fingono consumatori e influenzano onestamente i potenziali clienti nell atto di acquisto? Il passaparola che nell era del web è diventato viral marketing, il marketing virale, che si propaga con la velocità di un virus, sulla base di una strategia che incoraggia dei singoli a passare ad altri un messaggio pubblicitario, creando il potenziale per la crescita esponenziale del messaggio stesso 5. Se il caso di Hotmail è entrato nei libri di testo 6, la strategia è applicabile anche in altri casi. Due sono infatti i cardini: la gratuità porta traffico sul sito e pertanto traffico significa audience da vendere per i propri spazi 5 6 Secondo Ralph Wilson, considerato uno dei guru del viral marketing. Hotmail.com è stato uno dei primi siti a offrire gratuitamente un servizio di posta elettronica, e ha potuto conquistare una leadership incontrastata grazie al marketing virale, che ha adottato da subito, inserendo in calce all un messaggio (non invasivo) Ottieni la tua casella privata e gratis con La diffusione del messaggio è stata affidata agli utilizzatori del servizio gratuito, diventati testimonial credibili, in quanto utilizzatori del servizio. Pagina 7 di 18

8 pubblicitari. In secondo luogo, molto spesso (ormai sempre!) ad un offerta base gratuita si affianca un offerta più evoluta a pagamento, per lo più connessa con la gratuità. La creatività è uno dei componenti essenziali del GM: pensare azioni che non ha fatto nessuno, ma senza per questo sovvertire le regole del marketing. Un negozio di abbigliamento ha destinato 200 ombrelli al prestito ai passanti nei giorni di pioggia. Unico onere: compilare un file con i propri dati per iscriversi alla mailing list del negozio. Solo un ombrello danneggiato e due non restituiti il costo dell operazione: il vantaggio sono stati 25 nuovi clienti! Anche la creazione di eventi è un arma. L evento genera attenzione dei media oltre che coinvolgimento delle persone, è un argomento di comunicazione. Un esempio efficace è la campagna pubblicitaria Riccione 2001, che verrà descritta in seguito Le strategie di GM Se il principio è raggiungere risultati convenzionali con un paniere di armi creative e innovative (non convenzionali), alcuni punti chiave della strategia per avere successo vanno messi in evidenza. Anche qui, il marketing tradizionale non è stato dimenticato, ma integrato da concetti che sono parzialmente nuovi e che hanno assunto maggior rilevanza al cambiare delle aspettative del consumatore. Il primo punto è di identificare una nicchia e occuparla. Rivisitazione della matrice di posizionamento di Porter (per cui posso o competere sul prezzo nell ambito del mercato complessivo o differenziarmi occupando una nicchia ben definita), questo punto ha importanti conseguenze sul tipo di offerta che l azienda offrirà alla popolazione che compone la nicchia selezionata. E infatti, il secondo focus strategico è ingegnarsi per essere unico, rafforzando i propri caratteri distintivi, lavorando sulle proprie forze ma anche creando componenti dell offerta che contraddistinguano l azienda dalla concorrenza (es. livello di servizio, orari di apertura, attenzione al cliente, ), con l obiettivo di occupare saldamente la nicchia, differenziandomi! Il terzo punto è non solo vendere, ma intrattenere. Sembra facile, ma richiede un enorme contenuto di creatività e una conoscenza straordinaria del proprio target. Che cosa vuol sentirsi dire? Quali argomenti lo inducono a tornare e frequentare con maggior intensità il mio sito (reale o virtuale)? La creazione di una community e di un blog aziendale rispondono a queste esigenze. Pagina 8 di 18

9 Ma tutto quello che si fa deve essere coerente: per evitare errori è necessario creare un identità del proprio business, definendo chiaramente valori e missione, per disegnare azioni che diano il senso di unitarietà, che si rafforzino l una con l altra per sottolineare l unicità del business dell azienda e mantenere vivo l interesse del cliente. L ultimo aspetto, che parte dal CRM la tanto discussa gestione della relazione con il cliente fa un passo più in là: creare una relazione su base emozionale, che leghi maggiormente il proprio cliente/simpatizzante e più facilmente lo trasformi in cliente prima e in uno sponsor spontaneo del nostro prodotto poi. Un esempio è il caso Happy Hippo, presentato più avanti) Al centro del marketing ci sono le persone Molto spesso lo si dimentica, ma la persona con le proprie aspettative, i propri bisogni, una determinata capacità di spesa è al centro di tutte le attività di marketing. Se quando si parla di segmenti, di medie e varianze dei risultati di ricerche di mercato si tende a spersonalizzare il cliente, rendendolo un numero, il GM si interroga più da vicino su cosa si aspetta quello specifico cliente e come fare per incontrarne l aspettativa aumentando l efficacia del messaggio. Dalla creazione del messaggio (cosa vuole sentirsi dire il cliente), alla scelta dei media (dove ci vorrebbe trovare) è necessaria una sensibilità unita alla capacità di interpretare i dati delle ricerche socio-demografiche, ma non solo: una capacità di monitorare i nuovi fenomeni del Web, in continuo e rapido mutamento, per trovare il target in un universo sempre più ampio. Ma cosa vuol sentirsi dire il cliente? Anche qui entra in gioco una vecchia triade delle tecniche di vendita: Caratteristiche, Vantaggi, Benefici (CVB, o CAV, all americana: A= Advanteges). Bisogna dire al cliente quello che vuole sentirsi dire, vale a dire quali sono per lui i benefici nell utilizzare i prodotti. E anche qui, occorre o tanta sensibilità/creatività unita ad un po di fortuna, oppure un attenta analisi dei risultati di ricerche di mercato I confini della legalità È insito nel GM che venga utilizzato qualsiasi mezzo per ottenere attenzione dei media, ma l etica impone di restare nell ambito della legalità ed evitare azioni che siano border line. Un approccio estremista e sensazionalista può essere controproducente, anche se in Pagina 9 di 18

10 alcuni casi l attenzione dei media diminuisce di fronte alla contestazione di aspetti meno leciti rispetto all evento che ha fatto notizia. Tra i fornitori di GM estremo vale la pena di ricordare espropriproletari.com, un azione di esproprio operata in alcuni supermercati, che ha avuto risonanza sulle tv nazionali e, come si può vedere sul sito, è inquadrata in un offerta che vanta un opportunità unica per far conoscere l azienda su tutto il territorio nazionale. Una delle agenzie che offre servizi di marketing estremo è fondata da Andrea Natella, uno dei fautori di un GM molto aggressivo, proveniente, come dichiara lui stesso da dieci anni di militanza nelle controculture comunicative (cyberpunk, rave party, ufologia radicale). Il focus dell agenzia è nel manifesto che si trova nella home page del sito: 1. Guerriglia Marketing è un insieme di tecniche di comunicazione non convenzionale che consente di ottenere il massimo della visibilità con il minimo degli investimenti 2. Guerriglia Marketing concorre allo sviluppo delle strategie di mercato attraverso la messa in scena di pseudo-eventi concepiti in integrazione all'immagine dell'azienda 3. Guerriglia Marketing sfrutta il bisogno di novità dei mezzi comunicazione e la permeabilità dei suoi meccanismi per promuovere idee, marchi o prodotti 4. Guerriglia Marketing programma e inocula nel sistema media virus memetici in grado di autoreplicarsi nelle menti dei consumatori. 5. Guerriglia Marketing è un processo di dissipazione della fiducia che il consumatore ancora ripone nell'economia nel suo complesso a vantaggio del successo di una singola impresa: la tua. Ma, come si vedrà nell esempio di seguito, non tutte le azioni sono senza conseguenze. 2. Altre 4 P Un aspetto importante da tenere in considerazione nella pianificazione e progettazione di azioni in cui il Web fa parte del media mix (e anche del mix dei canali distributivi) è l emergenza di quattro nuovi fattori che determinano le nuove regole della comunicazione online: Penetrazione. Sempre più numerosi sono i siti da cui gli utenti traggono informazioni: non solo i grandi portali generalisti, ma sempre più siti di nicchia, blog, Pagina 10 di 18

11 chat. Un universo di punti di contatto con il target che impongono una strategia a 360. Permesso (permission). Il permission marketing produce generalmente risultati migliori del marketing tradizionale in quanto opera due strategie fondamentali: da un lato qualifica i propri interlocutori, per poter inviare il messaggio giusto al cliente giusto; dall altro lato il permesso che l azienda ha ottenuto dal potenziale cliente a inviare una determinata comunicazione rappresenta una maggior garanzia di attenzione da parte di quest ultimo rispetto al messaggio che riceverà e ragionevolmente leggerà. Personalizzazione. Internet (come pure la TV interattiva, quando avrà una diffusione sufficiente) permette elevati livelli di customizzazione dei messaggi, per incontrare gli utenti più qualificati e predisposti a riceverli. Questo vale per i generici messaggi e banner promozionali (si pensi alla selezione automatica del messaggio in funzione delle parole chiave selezionate su un motore), come per i messaggi one-toone, dove la tecnologia permette un livello di personalizzazione a costi estremamente contenuti. Il cliente, oggi, è più esigente, si aspetta attenzioni che tengano conto delle sue preferenze e aspettative e non un trattamento standard, che lo fa sentire un numero e pertanto perdere interesse per l interlocutore. Profittabilità. Nell era del web, dopo la scottante esperienza della bolla, gli investitori (e di conseguenza le aziende) sono più attente a produrre un risultato economico positivo, sviluppando modelli di business sostenibili nel lungo periodo e profittevoli per gli stakeholder (e questa è solo una sana contaminazione delle regole del business del mondo reale). Le 4P del web si aggiungono alle P tradizionali, con le quali devono mantenere un elevato grado di integrazione e coerenza, per permettere alle aziende di operare efficientemente sui due fronti, dell online e dell offline, fronti che come più volte ricordato sono ormai strettamente legati e interdipendenti, tanto da non poter più prescindere l uno dall altro. Pagina 11 di 18

12 3. Alcuni esempi recenti M: come ottenere l attenzione dei media e dei consumatori, spendendo 6000 Dollari (canadesi)! L esperimento di 3M è molto azzeccato: le pensiline dei mezzi pubblici sono un veicolo classico e da sempre sfruttate come spazio pubblicitario. Attorno alle pensiline si è fatto molto, fino a farle diventare simili agli spogliatoi della squadra di calcio locale 7. Ma il caso più degno di nota anche grazie al prodotto pubblicizzato è quello di 3M. Per lanciare il nuovo prodotto di 3M Scotchshield (una pellicola che rende corazzata la superficie su cui viene applicata), la pensilina di una fermata dell autobus di Vancouver è stata trasformata in una cassaforte a cielo aperto. L intercapedine di vetro trattata con Scotchshield contiene infatti un bel malloppo di banconote 8 tale da incuriosire i passanti, che vengono espressamente invitati a provare a prenderli. Numerosi sono stati i tentativi di sfondare i vetri, tutti filmati: la pensilina era infatti sotto sorveglianza per evitare il rischio di tafferugli in strada. La pensilina è stata rimossa dopo un giorno (questo era il tempo per il quale è stata affittata la pensilina), ma l attenzione guadagnata presso i media è stata straordinaria, sia a livello locale, sia nazionale, soprattutto se si pensa all investimento dell operazione: circa dollari canadesi (circa Euro). Non da ultimo poi, i tentativi di attacco al vetro così blindato hanno dimostrato la veridicità della promessa del prodotto più di una pubblicità classica, in cui tutto, ormai, ha l aspetto artefatto e sempre meno genuino. Spot simili, con somme inferiori (100 dollari), sono stati fatti all interno dei bagni di alcuni locali pubblici nei giorni successivi ponendo le banconote negli specchi. 7 8 Adidas ad Amsterdam ha trasformato la pensilina in un vero e proprio spogliatoio dell Ajax. 3 milioni di dollari canadesi falsi coperti da una fila di banconote vere per un valore di 500 dollari canadesi. Pagina 12 di 18

13 Figura 2 La pensilina 3M 9 Immagine della pensilina 3M, realizzata da CHUCO, JWT Cool Hunting Community, Alternative Approaches for Contemporary Brands 3.2. Ferrero Happy Hippo, ovvero l ippopotamo Pat e il cane Stanley Nel 2003 la Ferrero lancia un nuovo prodotto (Happy Hippo), prodotto che trova consensi sia presso i bambini, target elettivo della linea Kinder, sia presso un pubblico adulto. 9 La case history 3M è disponibile su alla sezione Marketing alternativo. Pagina 13 di 18

14 La comunicazione intorno al prodotto, al momento del lancio, è assolutamente tradizionale, centrata sulla spiegazione dello stesso in chiave tradizionale. Poi, a inizio 2005, si pensa ad una campagna ludica, basata su empatia e intrattenimento. Figura 3 L ippopotamo Pat e Happy Hippo Grazie all incontro con l ippopotamo Pat, creato dal francese Pierre Coffin 10, che presenta un elevato brand link con il prodotto 11, nasce l idea di innestare Pat nella comunicazione di Happy Hippo. Il successo è immediato, scatenando un tormentone mediatico e un tam tam virale in Rete. I risultati per Ferrero sono stati un notevole incremento delle vendite e il raddoppio di visite sul proprio sito. Con un investimento limitato, sono state superate le aspettative sia in termini di brand awareness, sia di vendite. E ha portato uno dei principali spender in Italia a riconoscere e apprezzare le potenzialità di Internet come fonte di materiali da innestare nella promozione tradizionale Riccione 2001 Questo è un esempio di utilizzo congiunto di comunicazione sui mezzi tradizionali e creazione di un evento a supporto. Nell estate 2001 la Regione Emilia Romagna ha incentrato la propria campagna sul messaggio Vacanze a Ufo, con il claim siamo in grado di accogliere qualsiasi tipo di turista, campagna che è apparsa su carta stampata, tv e radio Si tratta di minifilmati della MacGuff della durata di 30, basati sui due personaggi Pat & Stanley, per i programmi TF1 Jeunesse, dedicati ai più giovani. Da un intervista con dichiara Cremona, direttore marketing dell area Kinder Ferrero. Pagina 14 di 18

15 Il Comune di Riccione è andato oltre, sviluppando una comunicazione incentrata sugli extraterrestri: dalla mappa della città disegnata per gli extraterrestri a tutta una serie di eventi incentrati sul tema dell alieno, gadget, pieghevoli, Ma il clou è stato l atterraggio (falso) di un Ufo nei pressi dell Acquafan, affidandosi a professionisti del GM 12. Al di là dell evento in sé, il punto chiave è rappresentato dalla tempistica dalla modalità di comunicazione ai media. È fondamentale costruire un contesto motivazionale che spieghi il contatto con la stampa. La copertura e la conseguente visibilità sono state altissime: quotidiani locali, radio e tv locali, stampa nazionale e persino un servizio sul telegiornale nazionale. Figura 4 Riccione 2001 Il comune di Riccione, una volta svelato che si trattava di una creazione ad hoc, ha potuto rilanciare la campagna di promozione turistica, confermando il proprio carattere distintivo: innovazione, trasgressione e tendenza! La vicenda ha peraltro avuto ripercussioni di natura giudiziaria, assolutamente impreviste al momento della pianificazione dell atto di guerriglia: gli esponenti del CUN (il Centro Ufologico Nazionale) si sono sentiti strumentalizzati dall operazione, temendo di perdere di credibilità e per tutelare la propria immagine hanno presentato un esposto alla magistratura. Ma di questo, i media tradizionali, hanno parlato meno! 12 A mettere in scena l evento è l agenzia Pagina 15 di 18

16 4. Conclusioni Chi scrive ritiene che il guerrilla marketing avrà una vita limitata, tanto più lunga quanto più la creatività permetterà di mantenere alto l interesse nei confronti di azioni non convenzionali e quanto meno il consumatore si abituerà ad essere esposto a messaggi che in un primo tempo stupivano e quindi ne catturavano l attenzione. Ma alcuni tratti resteranno: in primo luogo il riaver attirato l attenzione su alcuni tratti fondamentali dei vecchi testi di marketing (il cliente è re, gestione della relazione, ascolto dei bisogni del cliente). In secondo luogo l integrazione del Web (in tutti i suoi aspetti di comunicazione e di aggregazione) a pieno titolo tra gli strumenti di comunicazione. Quello che oggi è considerato guerrilla, in quanto composto da piccole azioni, costanti, si integrerà (se confermato da successi evidenti) nelle principali strategie di marketing anche di grandi aziende. Il terzo aspetto è forse quello più importante: l aver reso accessibile la comunicazione anche alla PMI, riproponendo in chiave innovativa e aggiornata (per tener conto del Web e dei nuovi canali di comunicazione che sono nati e stanno nascendo) i concetti base del marketing, con una lettura semplificata e un applicabilità immediata e a basso costo (almeno di denaro, anche se non di tempo disponibile). La centralità del cliente è fortemente ribadita ed enfatizzata, e la capacità di curare la relazione non è appannaggio della grande azienda, laddove invece la piccola ha maggior flessibilità e reattività. La customer conversation e il passaparola (o viral marketing, che dir si voglia) devono rimanere ed essere parte integrante della cultura di marketing di ogni azienda, pena la disaffezione di un cliente sempre più esigente e bombardato da ogni parte da messaggi che si faranno sempre più empatici, per informare e divertire un target identificato con precisione e attenzione. Quindi, anche se di guerrilla non si parlerà più, i temi che ha riportato all attenzione la centralità del cliente e un azione di comunicazione a 360 ci auguriamo abbiano una lunga vita nelle priorità del marekting di aziende grandi e piccole. Pagina 16 di 18

17 5. Glossario Guerrilla marketing Un insieme di azioni non convenzionali per raggiungere obiettivi convenzionali. Permission marketing Insieme di azioni volte ad ottenere il permesso del destinatario a inviargli messaggi. Aumenta l efficacia della comunicazione, in quanto il target così selezionato è interessato a conoscere le informazioni che l azienda trasmetterà e pertanto più predisposto all ascolto ed eventualmente all acquisto del prodotto. Viral marketing Una strategia che incoraggia dei singoli a passare ad altri un messaggio pubblicitario, creando il potenziale per la crescita esponenziale del messaggio stesso. Questo permette la diffusione rapida, come per un virus, di un messaggio ad un audience molto numerosa.. Pagina 17 di 18

18 Documento reperibile, assieme ad altre monografie, nella sezione Dossier del sito Documento pubblicato su licenza MATE - IT RESEARCH AND CONSULTING Copyright MATE - IT RESEARCH AND CONSULTING Pagina 18 di 18

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA Siti web e motori di ricerca Avere un

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time NOVITÀ 2013! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM 7 Aziende: Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time > Nicola Aliperti Global It Project Manager Marketing

Dettagli

FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA.

FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA. MUSICA PER IL PUNTO VENDITA FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA. DALL'EUROPA ARRIVA SOUNDREEF. EVOLUTA, CONVENIENTE, TUA. www.soundreef.com Finalmente sei libero di scegliere. Soundreef rivoluziona il settore

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte;

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte; CAUTELE NELLE TRATTATIVE CON OPERATORI CINESI La Cina rappresenta in genere un partner commerciale ottimo ed affidabile come dimostrato dagli straordinari dati di interscambio di questo Paese con il resto

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

La valutazione della formula imprenditoriale

La valutazione della formula imprenditoriale La valutazione della formula imprenditoriale Come si apprezza e si analizza il grado di successo di un impresa A cura di : Ddr Fabio Forlani Premessa Nel governo strategico delle imprese la valutazione

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Ecco come farsi ascoltare dai clienti

Ecco come farsi ascoltare dai clienti Ecco come farsi ascoltare dai clienti L 80% dei clienti non guarda la pubblicità, il 70% rifiuta le chiamate di vendita, il 44% non apre le email: il cliente ha chiuso la porta. La soluzione al problema

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

professionisti nel far crescere le aziende

professionisti nel far crescere le aziende professionisti nel far crescere le aziende web / information technology marketing strategico direct marketing social media marketing marketing non convenzionale strategie mobile eventi e ufficio stampa

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE TESI DI LAUREA LA PUBBLICITA E LA SUA EFFICACIA: UNA RASSEGNA. RELATORE: PROF.SSA

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari REAL ESTATE Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari è un sistema progettato per garantire la semplice gestione della presenza online per le agenzie immobiliari. Il

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE. 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano

GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE. 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano GUIDA ELETTRONICA ALLA VITA DIGITALE 5 motivi per cui gli stratagemmi del social engineering funzionano Che cos è il social engineering? Il social engineering è l arte di raggirare le persone. Si tratta

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA SOMMARIO PREMESSA... 5 PRINCIPI E FASI DEL MARKETING... 6 BISOGNI, DESIDERI, DOMANDA... 6 VALORE, COSTO E SODDISFAZIONE...

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

L email marketing per negozi e negozianti

L email marketing per negozi e negozianti EMAIL MARKETING GURU 13 L email marketing per negozi e negozianti Attrezzi e consigli per entrare nel digitale dal bancone Prefazione a cura di Gianluca Diegoli di www.minimarketing.it Cosa c è nell ebook?

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi.

una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi. la forza di un idea una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi. una forza creativa Comer Group, da gruppo di aziende operanti nel settore della trasmissione di potenza,

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli