C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E"

Transcript

1 C R O C E R O S S A I T A L I A N A C O M I T A T O C E N T R A L E ORDINANZA COMMISSARIALE N 528/04 DEL IL COMMISSARIO STRAORDINARIO VISTO lo Statuto della Croce Rossa Italiana approvato con D.P.C.M. del 5 luglio 2002, n. 208, pubblicato in G.U. del 24 settembre 2002, n. 224; VISTO, in particolare, l art. 57 del summenzionato Statuto CRI, che prevede la nomina di un Commissario Straordinario con poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione in caso di impossibilità di funzionamento dell Ente; VISTO il D.P.C.M. del 18 aprile 2003, registrato alla Corte dei Conti il successivo 29 maggio, concernente la nomina del Commissario Straordinario della CRI per un periodo di sei mesi decorrenti dalla data del medesimo decreto; VISTO il D.P.C.M. del 3 ottobre 2003 che ha modificato il sopraccitato art. 57, comma 2, dello Statuto nel senso di consentire in sede di prima attuazione, un periodo massimo di commissariamento fino a 24 mesi; VISTO il D.P.C.M. del 15 ottobre 2003 concernente la conferma del Commissario Straordinario dell Associazione Italiana della Croce Rossa; VISTO il D.lgs. 626 del e successive modificazioni in materia di miglioramenti della sicurezza e della salute dei lavoratori; VISTA la delibera del Consiglio Direttivo Nazionale CRI n. 83 del recante il regolamento che disciplina i corsi di educazione socio-sanitaria e la formazione dei monitori e capomonitori della CRI, ivi compresi i corsi di Primo Soccorso, prevenzione infortuni e Protezione Civile per monitori, popolazione adulta e scuole medie inferiori; VISTO il Regolamento di applicazione, riferito alla suddetta delibera n. 83/99, approvato con delibera della Giunta Esecutiva Nazionale CRI n. 296/01 del ; VISTA la delibera della Giunta Esecutiva Nazionale CRI n. 382/00 del in materia di quota di iscrizione ai Corsi di Educazione Sanitaria, ivi compresa la quota di = 77,47

2 pro capite per i corsi relativi al D.lgs. 626/94 per un minimo di 5 partecipanti ed un massimo di 20 (minimo 12 ore di corso), fermo restando il rimborso spese al personale volontario che svolge attività didattica pari alla tariffa unica di = 12, 91 a lezione (di 2 ore ciascuna); CONSIDERATO il D.M. 15 luglio 2003 n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell art. 15, comma 3 del decreto legislativo , n. 626 e successive modificazioni, la cui entrata in vigore è fissata a far data dal ; PRESO ATTO che la CRI svolge da tempo un ruolo attivo nella formazione di specie e intende proseguire nell erogazione del servizio richiesto da datori di lavoro esterni, in conformità alla normativa di riferimento; ATTESO che occorre adeguare l offerta formativa alle prescrizioni di cui all art. 3 del suddetto decreto n. 388/03 avente ad oggetto i requisiti e la formazione degli addetti al pronto soccorso con riferimento agli allegati 3 e 4 dello stesso decreto; RITENUTO che a tal fine la formazione ai sensi dell art. 3 del citato Decreto 388/03 deve essere svolto da personale medico che può avvalersi per la parte pratica della collaborazione di personale infermieristico e di altro personale specializzato, potendosi intendere per quest ultimo, nel silenzio della norma, anche il Monitore CRI di primo soccorso addestrato alle tecniche del BLS; CONSIDERATI l esigenza di aggiornamento della disciplina interna avanti esposta, l esito dell indagine conoscitiva su piano nazionale in ordine alle disponibilità di risorse umane e costi relativi che rende difficoltosa la rideterminazione della quota di iscrizione pro capite, valevole su piano nazionale, sul rilievo della diversità della spesa per le professionalità interne e/o esterne coinvolte sul territorio per la conformità dei corsi al dettato della normativa ex Decreto 388/03; RITENUTO comunque di procedere all adozione di un provvedimento che, nel rispetto della normativa recentemente introdotta, modifichi la disciplina interna CRI per la parte relativa ai corsi ex D.lgs 626/94, assicurando l omogeneità della scelta didattica attraverso l allegato programma (all. 1) nonché l uniformità della offerta formativa su piano nazionale e ridefinendo anche la quota pro capite di partecipazione ai corsi, come da dispositivo che segue, per classi costituite da un massimo di numero 20 elementi - o minor numero tale da assicurare, comunque, la copertura dei costi - richiesti dai datori di lavoro esterni alla CRI, anche di aziende diverse, ma appartenenti allo stesso gruppo;

3 VISTO il Promemoria della Direzione Sanitaria in data 8 giugno 2004, condiviso dal Direttore Generale; CON RISERVA di provvedere al riordino complessivo della disciplina del settore dell Educazione Sanitaria; DETERMINA per quanto espresso in premessa - a modifica della disciplina interna CRI per la parte relativa ai corsi ex D.lgs n. 626/94 - ai fini dell adeguamento alla normativa ex Decreto n. 388/03: la formazione dei lavoratori designati ai sensi dell art. 3 del Decreto n.388/03 è svolta da personale medico che può avvalersi, per la parte pratica, in alternativa alla collaborazione di personale infermieristico, di altro personale specializzato individuabile nel personale in possesso della qualifica di Monitore CRI di Primo Soccorso, addestrato alle tecniche del BLS; l adozione dell allegato programma (all.1) per i corsi di formazione per i lavoratori designati delle aziende di gruppo A/BC e per la relativa ripetizione; la definizione delle quote pro capite - oltre al testo di supporto - nel modo seguente: 133, 33 per corsi di formazione per lavoratori designati di aziende di gruppo A 83,12 per corsi di ripetizione triennale per lavoratori designati di aziende di gruppo A 100,00 per corsi di formazione di lavoratori designati di aziende di gruppo B e C 66,66 per corsi di ripetizione triennale per lavoratori designati di aziende di gruppo B e C. Tali quote sono correlate alla costituzione di classi di un massimo di venti partecipanti - o minor numero tale da assicurare, comunque, la copertura dei costi - anche di aziende diverse, ma appartenenti allo stesso gruppo. IL COMMISSARIO STRAORDINARIO FIRMATO Avv. Maurizio Scelli

4 TITOLO Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.388) OBIETTIVI GENERALI Saper riconoscere tempestivamente le situazioni di emergenza sanitaria Acquisire capacità tecniche per intervenire in modo appropriato nelle situazioni di emergenza sanitaria Acquisire conoscenze e capacità tecniche di intervenire nelle emergenze associate a rischi specifici dell attività lavorativa OBIETTIVI SPECIFICI Il comportamento del soccorritore: Osservare lo scenario dell infortunio (cause e circostanze) Valutare gli interventi più idonei da attuare Agire con tempestività e adeguatezza Mantenere la calma per gestire al meglio il tempo. Il tempo è vita. Rispettare la sequenza: sicurezza del soccorritore della vittima (malore infortunio) dello scenario allarme allertare il sistema di emergenza (118) comunicare in maniera chiara e precisa le circostanze dell infortunio intervento accertare le condizioni psico-fisiche della/e vittima sostenere le funzioni vitali (rianimazione cardiopolmonare) gestire le diverse emergenze (il problema principale relativo alla vittima) I Modulo (teoria - 6 ore) Presentazione del corso Illustrazione del programma Somministrazione del test di ingresso CONTENUTI Il Primo Soccorso: definizione normativa relativa al Primo Soccorso numeri utili Il comportamento del soccorritore: osservazione e valutazione dell infortunio sicurezza dello scenario valutazione condizioni psico-fisiche dell infortunato/i classificazione delle urgenze triage norme di autoprotezione del soccorritore 1

5 Allertamento del Sistema Urgenza Emergenza (118): comunicare in maniera chiara e precisa le circostanze dell infortunio numero degli infortunati condizione dell infortunato/i riferimenti sul luogo dell infortunio La catena della sopravvivenza di Cummins: Allarme precoce Rianimazione cardiopolmonare precoce Defibrillazione precoce Soccorso sanitario qualificato precoce Cenni di anatomia e fisiologia dell apparato respiratorio e cardiocircolatorio Sostenimento delle funzioni vitali: il Basic Life Support (BLS) Valutazione dello stato di coscienza Valutazione A B C (l ABC del soccorso) o A (airways) pervietà delle vie aeree o B (breathing) attività respiratoria GAS: Guardare, Ascoltare, Sentire o C (circulation) attività cardiocircolatoria Azione o Disostruzione vie aeree o Respirazione artificiale o Massaggio cardiaco esterno Fase di controllo: C B A (CBA) Posizione Laterale di Sicurezza (PLS) L urgenza respiratoria ostruzione delle vie aeree - Manovra di Heimlich folgorazione annegamento gas tossici composizione alterata dell aria sostanze deprimenti la respirazione (farmaci, alcool, ecc) L urgenza cardiocircolatoria morte improvvisa (fibrillazione ventricolare) il dolore toracico : angina pectoris infarto del miocardio Emorragie: classificazione e tamponamento emorragico Altre emergenze sanitarie: lipotimia, sincope shock posizione anti shock crisi allergiche, ipoglicemiche, convulsive edema polmonare acuto ferite, ustioni 2

6 Cenni di anatomia dell apparato muscolo-scheletrico contusioni, distorsioni, lussazioni, fratture (tecniche di immobilizzazione) traumi cranici, traumi della colonna vertebrale e traumi toraco-addominali (mobilizzazione dell infortunato) Trattazione teorica dei rischi specifici dell attività lavorativa e delle tecniche di intervento II Modulo (dimostrazioni, esercitazioni, richiami teorici - 4 ore) Riepilogo della sequenza Basic Life Support (BLS) Posizionamento della vittima BLS a 1 soccorritore BLS a 2 soccorritori Posizione Laterale di Sicurezza (PLS) Manovra di Heimlich III Modulo (dimostrazioni, esercitazioni, richiami teorici 6 ore) Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza (118) Principali tecniche di primo soccorso in altre emergenze: o tamponamento emorragico o immobilizzazione fratture o sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato o esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici o interventi in infortuni derivanti da rischi specifici dell attività lavorativa Riepilogo del BLS Test di autovalutazione Correzione test Consegna attestati di frequenza METODI lezione frontale integrata da metodologie attive: discussioni dimostrazioni esercitazioni MEZZI manuale sistemi audiovisivi manichino simulatore materiale vario per esercitazioni VERIFICHE INTERMEDIE: valutazione durante le esercitazioni individuali TEST DI AUTOVALUTAZIONE: quiz a scelta multipla RIPETIZIONE TRIENNALE FORMAZIONE Per la ripetizione della formazione dei lavoratori designati all incarico di addetti al primo soccorso aziendale prevista con cadenza triennale dall art. 3, comma 5 del D.M. 15 luglio 2003 n. 388 il datore di lavoro può optare per la: ripetizione integrale del corso teorico pratico: moduli I -II - III (16 ore) ripetizione delle esercitazioni e richiami teorici: moduli II - III (10 ore) 3

7 TITOLO Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo B e C (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.388) OBIETTIVI GENERALI Saper riconoscere tempestivamente le situazioni di emergenza sanitaria Acquisire capacità tecniche per intervenire in modo appropriato nelle situazioni di emergenza sanitaria Acquisire conoscenze e capacità tecniche di intervenire nelle emergenze associate a rischi specifici dell attività lavorativa OBIETTIVI SPECIFICI Il comportamento del soccorritore: Osservare lo scenario dell infortunio (cause e circostanze) Valutare gli interventi più idonei da attuare Agire con tempestività e adeguatezza Mantenere la calma per gestire al meglio il tempo. Il tempo è vita. Rispettare la sequenza: sicurezza del soccorritore della vittima (malore infortunio) dello scenario allarme allertare il sistema di emergenza (118) comunicare in maniera chiara e precisa le circostanze dell infortunio intervento accertare le condizioni psico-fisiche della/e vittima sostenere le funzioni vitali (rianimazione cardiopolmonare) gestire le diverse emergenze (il problema principale relativo alla vittima) I Modulo (teoria - 4 ore) Presentazione del corso Illustrazione del programma Somministrazione del test di ingresso CONTENUTI Il Primo Soccorso: definizione normativa relativa al Primo Soccorso numeri utili Il comportamento del soccorritore: osservazione e valutazione dell infortunio sicurezza dello scenario valutazione condizioni psico-fisiche dell infortunato/i classificazione delle urgenze triage norme di autoprotezione del soccorritore 1

8 Allertamento del Sistema Urgenza Emergenza (118): comunicare in maniera chiara e precisa le circostanze dell infortunio numero degli infortunati condizione dell infortunato/i riferimenti sul luogo dell infortunio La catena della sopravvivenza di Cummins: Allarme precoce Rianimazione cardiopolmonare precoce Defibrillazione precoce Soccorso sanitario qualificato precoce Cenni di anatomia e fisiologia dell apparato respiratorio e cardiocircolatorio Sostenimento delle funzioni vitali: il Basic Life Support (BLS) Valutazione dello stato di coscienza Valutazione A B C (l ABC del soccorso) o A (airways) pervietà delle vie aeree o B (breathing) attività respiratoria GAS: Guardare, Ascoltare, Sentire o C (circulation) attività cardiocircolatoria Azione o Disostruzione vie aeree o Respirazione artificiale o Massaggio cardiaco esterno Fase di controllo: C B A (CBA) Posizione Laterale di Sicurezza (PLS) L urgenza respiratoria ostruzione delle vie aeree - Manovra di Heimlich folgorazione annegamento gas tossici composizione alterata dell aria sostanze deprimenti la respirazione (farmaci, alcool, ecc) L urgenza cardiocircolatoria morte improvvisa (fibrillazione ventricolare) il dolore toracico : angina pectoris infarto del miocardio Emorragie: classificazione e tamponamento emorragico Altre emergenze sanitarie: lipotimia, sincope shock posizione anti shock crisi allergiche, ipoglicemiche, convulsive edema polmonare acuto ferite, ustioni 2

9 Cenni di anatomia dell apparato muscolo-scheletrico contusioni, distorsioni, lussazioni, fratture (tecniche di immobilizzazione) traumi cranici, traumi della colonna vertebrale e traumi toraco-addominali (mobilizzazione dell infortunato) Trattazione teorica dei rischi specifici dell attività lavorativa e delle tecniche di intervento II Modulo (dimostrazioni, esercitazioni, richiami teorici - 4 ore) Riepilogo della sequenza Basic Life Support (BLS) Posizionamento della vittima BLS a 1 soccorritore BLS a 2 soccorritori Posizione Laterale di Sicurezza (PLS) Manovra di Heimlich III Modulo (dimostrazioni, esercitazioni, richiami teorici 4 ore) Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza (118) Principali tecniche di primo soccorso in altre emergenze: o tamponamento emorragico o immobilizzazione fratture o sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato o esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici o interventi in infortuni derivanti da rischi specifici dell attività lavorativa Riepilogo del BLS Test di autovalutazione Correzione test Consegna attestati di frequenza METODI lezione frontale integrata da metodologie attive: discussioni dimostrazioni esercitazioni MEZZI manuale sistemi audiovisivi manichino simulatore materiale vario per esercitazioni VERIFICHE INTERMEDIE: valutazione durante le esercitazioni individuali TEST DI AUTOVALUTAZIONE: quiz a scelta multipla RIPETIZIONE TRIENNALE FORMAZIONE Per la ripetizione della formazione dei lavoratori designati all incarico di addetti al primo soccorso aziendale prevista con cadenza triennale dall art. 3, comma 5 del D.M. 15 luglio 2003 n. 388 il datore di lavoro può optare per la: ripetizione integrale del corso teorico pratico: moduli I -II - III (12 ore) ripetizione delle esercitazioni e richiami teorici: moduli II - III ( 8 ore) 3

Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.

Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n. TITOLO Corso teorico pratico per i lavoratori addetti al Pronto Soccorso Aziendale Aziende di gruppo A (D.Lgs. 626/94 D.M. 15 luglio 2003 n.388) OBIETTIVI GENERALI Saper riconoscere tempestivamente le

Dettagli

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE. PREISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE PER A Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 190 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato

Dettagli

Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl

Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl Sommario Addetto lotta agli incendi - Luogo di lavoro a rischio di incendio basso - DM 10/03/1998... 2 Addetto lotta agli incendi - Luogo di lavoro a rischio

Dettagli

CORSO DI PRIMO SOCCORSO. AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08

CORSO DI PRIMO SOCCORSO. AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08 CORSO DI PRIMO SOCCORSO AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08 ARGOMENTI CORSO AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO per aziende di gruppo B e C (4 ore), ex D.M. 388/2003 e D.Lgs. 81/2008 UNICA

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A

PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009 art. 45 e DM 15/07/03, n.388) Durata del corso Date e orari del corso Sede del corso

Dettagli

MILANO antinfortunistica SRL

MILANO antinfortunistica SRL Milano 07/09/2015 Spett.le Cliente, con la presente comunichiamo che nei prossimi giorni inizieranno, a nostra cura, una nuova serie di corsi di formazione "antinfortunistica D.Lgs. 81/08 e s.m.i." tra

Dettagli

PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA. Egregio Associato,

PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA. Egregio Associato, PRONTO SOCCORSO Milano, 27 gennaio 2005 S008/05 PRONTO SOCCORSO IN AZIENDA Associazione Nazionale Aziende distributrici Prodotti e servizi per l ufficio, l informatica e la telematica Fondata nel 1945

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Caltagirone Il Commissario

Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Caltagirone Il Commissario Protocollo n.189 Al Presidente del Comitato Provinciale di Catania Oggetto : Ordinanza commissariale n.8 del 23/03/2015 Si trasmette per seguito di competenza la Ordinanza commissariale in oggetto. Cordiali

Dettagli

EVENTO FORMATIVO RESIDENZIALE:

EVENTO FORMATIVO RESIDENZIALE: EVENTO FORMATIVO RESIDENZIALE: SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO - IL PRIMO SOCCORSO IN FARMACIA Informazione di dettaglio sul programma formativo DATA E LOCATION Dal 31-01-2014 al 01-02-2014 Farmacia Servizi-

Dettagli

Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica

Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU ID. 784 CORSO DI FORMAZIONE Primo Soccorso e gestione dell emergenza sanitaria aziendale: aspetti normativi, organizzativi e istruzione teorica e pratica Destinatari Il

Dettagli

U.A.L. (Unione Amici di Lourdes) U.A.L. PIA UNIONE AMICI DI LOURDES - FOGGIA - DOSSIER

U.A.L. (Unione Amici di Lourdes) U.A.L. PIA UNIONE AMICI DI LOURDES - FOGGIA - DOSSIER U.A.L. PIA UNIONE AMICI DI LOURDES - FOGGIA - DOSSIER PROPOSTE PROGETTUALI INTEGRATIVE CON RELAZIONI SUPPLEMENTARI ALLA SCHEDA PROGETTO SCELTA D AMORE RELATIVA AL BANDO VOLONTARI 2013 PER IL SERVIZIO CIVILE

Dettagli

ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI

ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI 01.CORSO R.L.S.. 02.CORSO INFORMAZIONE/FORMAZIONE. 03.CORSO PREPOSTI. 04.CORSO ANTINCENDIO.

Dettagli

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI INTRODUZIONE Il Club Alpino Italiano Regione Lombardia (CAI-Lombardia) è impegnato come

Dettagli

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI INTRODUZIONE Il Club Alpino Italiano Regione Lombardia (CAI-Lombardia) è impegnato come

Dettagli

CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE CORSI ANTINCENDIO MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 1 DELLA LEGGE 3 AGOSTO 2007, N. 123, IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA

Dettagli

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE

CATALOGO CORSI di FORMAZIONE Con l entrata in vigore del nuovo Accordo Stato-Regioni avvenuta il 26 gennaio 2012, i contenuti formativi legati alla Sicurezza sul Lavoro hanno subito degli adeguamenti sostanziali, sia nei CONTENUTI,

Dettagli

CORSI DI EMERGENZA SANITARIA

CORSI DI EMERGENZA SANITARIA CORSI DI EMERGENZA SANITARIA BLS- d esecutore cat. A (per laici) Finalità: Scopo del corso è trasmettere agli allievi un metodo che consenta di gestire il soccorso in caso di arresto cardiaco, con il supporto

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO. CORSO DI FORMAZIONE ADDETTO PRIMO SOCCORSO Aziende Gruppo A D.Lgs. 81/2008 s.m.i., art. 46 e D.M. 15 luglio 2003, n 388

SICUREZZA SUL LAVORO. CORSO DI FORMAZIONE ADDETTO PRIMO SOCCORSO Aziende Gruppo A D.Lgs. 81/2008 s.m.i., art. 46 e D.M. 15 luglio 2003, n 388 SICUREZZA SUL LAVORO CORSO DI FORMAZIONE ADDETTO PRIMO SOCCORSO Aziende Gruppo A D.Lgs. 81/2008 s.m.i., art. 46 e D.M. 15 luglio 2003, n 388 16 ore PER TUTTI I SETTORI DI ATTIVITA Il corso di formazione

Dettagli

Titolo rilasciato: Il rilascio dell attestato di partecipazione avverrà solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste.

Titolo rilasciato: Il rilascio dell attestato di partecipazione avverrà solo dopo aver effettuato almeno il 70% delle ore previste. CORSI DI AGGIORNAMENTO FORMAZIONE DATORE DI LAVORO-RSPP secondo artt. 34 e 37 del D.Lgs. 81/08 ACCREDITATO 16 ECM (SETTORE SANITA : rischio ALTO 14 ore) Conforme alle indicazioni degli Accordi Stato-Regioni

Dettagli

PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO

PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PROCEDURA DI FORMAZIONE INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PREMESSA Tale si compone delle seguenti macro-aree: - procedura di formazione informazione e addestramento riportante campo di applicazione e destinatari,

Dettagli

DIREZIONE Il Direttore del corso è un Medico o un Infermiere, designato dall Associazione promotrice del corso.

DIREZIONE Il Direttore del corso è un Medico o un Infermiere, designato dall Associazione promotrice del corso. PROTOCOLLO FORMATIVO DEI SOCCORRITORI VOLONTARI DI LIVELLO AVANZATO MODALITA ORGANIZZATIVE DEL CORSO ORGANIZZAZIONE I corsi di formazione sono organizzati dalle Associazioni iscritte nel Registro Regionale

Dettagli

CONOSCERE PER CRESCERE

CONOSCERE PER CRESCERE CONOSCERE PER CRESCERE FORMAZIONE / RICERCA / CONSULENZA IRES FVG PER LE AZIENDE Formazione su misura IRES FVG Impresa sociale progetta e realizza interventi formativi destinati al personale delle aziende.

Dettagli

Club Alpino Italiano Commissione Regionale Lombarda Rifugi e Opere Alpine

Club Alpino Italiano Commissione Regionale Lombarda Rifugi e Opere Alpine Club Alpino Italiano Commissione Regionale Lombarda Rifugi e Opere Alpine Assorifugi Associazione Gestori Rifugi Alpini ed Escursionisitci della Lombardia CNSAS VIIa Delegazione Valtellina e Valchiavenna

Dettagli

pubblicato su: Gazzetta Ufficiale Italiana n 27 del 03/02/2004 TESTO VIGENTE SOMMARIO

pubblicato su: Gazzetta Ufficiale Italiana n 27 del 03/02/2004 TESTO VIGENTE SOMMARIO D.M. n 388 del 15/07/2003 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.

Dettagli

AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO

AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO SICUREZZA AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI RISCHIO BASSO OBIETTIVI Il corso di aggiornamento antincendio rischio basso è destinato agli addetti antincendio che dovranno svolgere tale compito presso aziende

Dettagli

09 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO MEDIO 10 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO ELEVATO

09 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO MEDIO 10 AGGIORNAMENTO ADDETTI ALL EMERGENZA RISCHIO ELEVATO ID CATALOGO FORMATIVO CORSO 01 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO BASSO 02 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO MEDIO 03 FORMAZIONE PER LAVORATORI - RISCHIO ELEVATO 04 AGGIORNAMENTO PER LAVORATORI 05 FORMAZIONE

Dettagli

Destinatari Il corso è rivolto a tutti i lavoratori. Requisiti: Nessun requisito minimo.

Destinatari Il corso è rivolto a tutti i lavoratori. Requisiti: Nessun requisito minimo. Il Corso di Formazione ed Informazione per Lavoratori (tutti i livelli di rischio) assolve gli obblighi indicati nel D.lgs 81/08, T.U. Sicurezza e s.m.i. del D.Lgs. 106/09 e gli aggiornamenti dell'ultimo

Dettagli

Decreto 15 Luglio 2003, n. 388

Decreto 15 Luglio 2003, n. 388 Decreto 15 Luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.

Dettagli

BLS. Rianimazione cardiopolmonare di base B L S. corso esecutori per personale laico. (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005)

BLS. Rianimazione cardiopolmonare di base B L S. corso esecutori per personale laico. (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) Croce Rossa Italiana BLS Rianimazione cardiopolmonare di base corso esecutori per personale laico (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) Obiettivi del corso Conoscenze teoriche Le cause di arresto cardiaco

Dettagli

http://bd01.leggiditalia.it/cgi-bin/fulshow

http://bd01.leggiditalia.it/cgi-bin/fulshow Pagina 1 di 11 Leggi d'italia D.M. 15-7-2003 n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626, e successive

Dettagli

Decreto del Ministero della Salute 15 luglio 2003, n. 388

Decreto del Ministero della Salute 15 luglio 2003, n. 388 Decreto del Ministero della Salute 15 luglio 2003, n. 388 Normativa - Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19

Dettagli

Corso Base di primo. Il Corso Base è suddiviso in otto lezioni frontali sulle materie riguardanti il primo soccorso.

Corso Base di primo. Il Corso Base è suddiviso in otto lezioni frontali sulle materie riguardanti il primo soccorso. Informazioni generali Corso Base di primo soccorso Il corso è articolato in 8 lezioni della durata di 90 minuti ciascuna, per un totale di 10 ore di lezione. Gli otto incontri saranno tenuti da personale

Dettagli

PROPOSTA FORMATIVA ASSOCIAZIONI SPORTIVE ASSOCIAZIONE O.I.S.I.

PROPOSTA FORMATIVA ASSOCIAZIONI SPORTIVE ASSOCIAZIONE O.I.S.I. PROPOSTA FORMATIVA ASSOCIAZIONI SPORTIVE ASSOCIAZIONE O.I.S.I. Centro accreditato http://www.ircouncil.it/ Associazione Organizzazione Italiana Sviluppo Innovativo O.I.S.I. Attività di organizzazioni per

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Tecnico per l Educazione Sanitaria. Lezioni di PRIMO SOCCORSO

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Tecnico per l Educazione Sanitaria. Lezioni di PRIMO SOCCORSO «Un certo tipo di rischio dà sapore alle cose ed è certamente una componente dell avventura; è però un cavallo di cui bisogna saper tenere ben salde le briglie».. CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Tecnico

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 15 luglio 2003, n. 388

MINISTERO DELLA SALUTE. DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994,

Dettagli

REGOLAMENTO APPLICATIVO PROGETTO BLSD CRI

REGOLAMENTO APPLICATIVO PROGETTO BLSD CRI REGOLAMENTO APPLICATIVO PROGETTO BLSD CRI Il progetto BLSD CRI si pone come finalità la diffusione della cultura della rianimazione cardiopolmonare e delle competenze necessarie ad intervenire su persone

Dettagli

Italian Resuscitation Council BLS. Basic Life Support BLS IRC 2005. Rianimazione Cardiopolmonare Precoce. Secondo linee guida ERC/IRC 2005

Italian Resuscitation Council BLS. Basic Life Support BLS IRC 2005. Rianimazione Cardiopolmonare Precoce. Secondo linee guida ERC/IRC 2005 Italian Resuscitation Council BLS Basic Life Support Rianimazione Cardiopolmonare Precoce Secondo linee guida ERC/IRC 2005 Corso BLS OBIETTIVO E STRUTTURA OBIETTIVO DEL CORSO È ACQUISIRE Conoscenze teoriche

Dettagli

CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING -

CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING - CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING - (F.GEN-00-F) Destinatari: Tutto il personale dipendente, escluso il legale rappresentante Obiettivi del corso: Fornire i concetti di rischio, danno, prevenzione,

Dettagli

FEBBRAIO 2015. Informazioni ed Iscrizioni: Antonella Moi amoi@confindustriaravenna.it Tel.0544/210499 Fax 0544/34565

FEBBRAIO 2015. Informazioni ed Iscrizioni: Antonella Moi amoi@confindustriaravenna.it Tel.0544/210499 Fax 0544/34565 FEBBRAIO 2015 : Aggiornamento di Primo Soccorso per aziende appartenenti al Gruppo A (D.M. n.388 del 15/07/03) 03/02/2015 ore 11.00-18.00 Aggiornamento della formazione degli Addetti al Primo Soccorso,

Dettagli

Eni Corporate University

Eni Corporate University I fondamenti delle professionalità Health, Safety, Environment & Quality Eni Corporate University E n i ' s k n owledge company SALUTE Il nostro impegno per la persona Internet www.enicorporateuniversity.it

Dettagli

Rianimazione Cardio Polmonare

Rianimazione Cardio Polmonare Rianimazione Cardio Polmonare Arresto cardiaco Arresto respiratorio Arresto respiratorio DARE INIZIO ALLA R.C.P.! TECNICA DELLA RESPIRAZIONE ARTIFICIALE Metodo: - Bocca-Bocca - Bocca-Naso - Bocca-Bocca

Dettagli

Nozioni di Primo Soccorso

Nozioni di Primo Soccorso Corso RLS Nozioni di Primo Soccorso Roberto Volpe CNR-SPP, Roma Roma, 10 Aprile 2008 Regolamento sul pronto soccorso aziendale Ogni azienda, a prescindere dal numero di dipendenti che vi sono impiegati,

Dettagli

PRIMO SOCCORSO. nei luoghi di lavoro PRIMO SOCCORSO NEI LUOGHI DI LAVORO TITOLO

PRIMO SOCCORSO. nei luoghi di lavoro PRIMO SOCCORSO NEI LUOGHI DI LAVORO TITOLO nei luoghi di lavoro TITOLO PRIMO SOCCORSO PROGETTAZIONE E PRODUZIONE PROVIDER ECM CREDITI FORMATIVI MODALITÀ DI FRUIZIONE CURATORI E RESPONSABILI SCIENTIFICI ESPERTI DEI CONTENUTI E COLLABORAZIONI Oriente

Dettagli

Corso di formazione per Addetto al Servizio di Primo Soccorso (corso di aggiornamento)

Corso di formazione per Addetto al Servizio di Primo Soccorso (corso di aggiornamento) Corso di formazione per Addetto al Servizio di Primo Soccorso (corso di aggiornamento) - AZIENDE GRUPPO A - B - C - Studio di Consulenza e Formazione Consulting Professional Napoli - Corso Arnaldo Lucci

Dettagli

EMERGENZE MEDICHE E PRIMO SOCCORSO IN MARE

EMERGENZE MEDICHE E PRIMO SOCCORSO IN MARE CORSO DI FORMAZIONE CERTIFICATA PER NAVIGANTI EMERGENZE MEDICHE E PRIMO SOCCORSO IN MARE Roma, 2011 Il Centro Internazionale Radio Medico (CIRM), la Fondazione senza finalità di lucro che fornisce assistenza

Dettagli

PRIMO SOCCORSO IN AZIENDA

PRIMO SOCCORSO IN AZIENDA Angelo Sacco Matteo Ciavarella Collana A B C INFORMAZIONE ESSENZIALE PRIMO SOCCORSO IN AZIENDA Manuale ad uso dei lavoratori Ai sensi dell art. 36 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e del Decreto n. 388 del

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015

DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015 DECRETO DEL DIRETTORE DEL 09/11/2015 VISTO il vigente Regolamento per l affidamento di incarichi di lavoro autonomo; VISTO l avviso pubblico emanato in data 19/10/2015 rif. SL/2015 e pubblicato all Albo

Dettagli

Il B.L.S. (Basic Life Support)

Il B.L.S. (Basic Life Support) Il B.L.S. (Basic Life Support) Cos è: Sequenza di verifiche ed azioni da effettuare sulla Vittima quando A NON E COSCIENTE B NON RESPIRA C NON HA CIRCOLO Scopo: Prevenire o Limitare i danni dovuti alla

Dettagli

CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA

CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA DIP.TO DI URGENZA EMEGENZA - U.O.C. DI PRONTO SOCCORSO CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA 1^ ed. 26-27-28 FEBBRAIO 2015 2^ ed. 08-09-10 MAGGIO 2015 Premessa: La lotta alla morte improvvisa cardiaca (MIC) richiede,

Dettagli

CORSI TECNICI Anno scolastico 2015-2016

CORSI TECNICI Anno scolastico 2015-2016 CORSI TECNICI Anno scolastico 2015-2016 e della responsabilità 1 P R E M E S S A La FISM di Venezia, in collaborazione con l Organizzazione di Volontariato Mons Odino Spolaor, organizza i corsi che trovate

Dettagli

Croce Rossa Italiana BLSD. Rianimazione Cardiopolmonare di base e Defibrillazione precoce. Corso Esecutori per personale sanitario

Croce Rossa Italiana BLSD. Rianimazione Cardiopolmonare di base e Defibrillazione precoce. Corso Esecutori per personale sanitario Croce Rossa Italiana BLSD Rianimazione Cardiopolmonare di base e Defibrillazione precoce Corso Esecutori per personale sanitario (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2010) A cura del Gruppo Formatori..

Dettagli

Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna

Croce Rossa Italiana - Emilia Romagna Corso Base per Aspiranti Volontari della CROCE ROSSA ITALIANA ARRESTO CARDIACO B.L.S. OBIETTIVO DELLA LEZIONE conoscere il protocollo di intervento in caso di arresto cardiaco Saper effettuare le manovre

Dettagli

ARRESTO CARDIACO B.L.S.

ARRESTO CARDIACO B.L.S. Corso Base per Aspiranti Volontari del Soccorso della CROCE ROSSA ITALIANA ARRESTO CARDIACO B.L.S. OBIETTIVO DELLA LEZIONE conoscere il protocollo di intervento in caso di arresto cardiaco Saper effettuare

Dettagli

CORSO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO 1 (ex D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 integrato dal D. Lgs. n. 106 del 3 agosto 2009 ed ex D.M.

CORSO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO 1 (ex D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 integrato dal D. Lgs. n. 106 del 3 agosto 2009 ed ex D.M. CORSO PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO 1 (ex D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 integrato dal D. Lgs. n. 106 del 3 agosto 2009 ed ex D.M. 388/03) ORGANIZZAZIONE: Responsabile del progetto formativo Ing. Giacinto

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. IL Primo Soccorso. La catena della sopravivenza, il B.L.S. «laico»

CROCE ROSSA ITALIANA. IL Primo Soccorso. La catena della sopravivenza, il B.L.S. «laico» IL Primo Soccorso La catena della sopravivenza, il B.L.S. «laico» Cavaion, 15 dicembre 2012 La catena della sopravvivenza Allarme Precoce B.L.S. Precoce Defibrillazione Precoce A.C.L.S. Precoce Il BLS

Dettagli

NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE

NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE NOVACONSULT CORSI DI FORMAZIONE Per informazioni, contattare Novaconsult Via Gaggia n 1/a - 20139 MILANO Tel. +39 02.57408940 - Fax +39 02.57407100 e-mail: info@novaconsult.it www.novaconsult.it INDICE

Dettagli

CORSO Basic Life Support con l aggiunta della procedura di defibrillazione (B.L.S. - D.)

CORSO Basic Life Support con l aggiunta della procedura di defibrillazione (B.L.S. - D.) Progetto formativo: CORSO Basic Life Support con l aggiunta della procedura di defibrillazione (B.L.S. - D.) in conformità alla Legge 03 aprile 2001, n. 120 e s.m. HSA ITALIA Handicapped Scuba Association

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI - N 14/2015

CIRCOLARE CLIENTI - N 14/2015 CIRCOLARE CLIENTI - N 14/2015 DATA: 01/04/2015 A/TO CA: Titolare dell attività / Responsabile Sicurezza-Ambiente DA/FROM: TECNOLARIO S.r.l. TEL N : 0341/494210 FAX N 0341/250007 N PAG.: 6 Oggetto: Corso

Dettagli

Anpas - Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze SERVIZIO CIVILE NAZIONALE SOCIO C.N.E.S.C. CONFERENZA NAZIONALE ENTI SERVIZIO CIVILE

Anpas - Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze SERVIZIO CIVILE NAZIONALE SOCIO C.N.E.S.C. CONFERENZA NAZIONALE ENTI SERVIZIO CIVILE (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: A.N.P.AS. (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) 2) Codice di accreditamento:

Dettagli

BLS E PRIMO SOCCORSO. M.E Della Marta C. Piluso- A. Montecalvo Azienda Ospedaliera della Provincia di Pavia

BLS E PRIMO SOCCORSO. M.E Della Marta C. Piluso- A. Montecalvo Azienda Ospedaliera della Provincia di Pavia BLS E PRIMO SOCCORSO M.E Della Marta C. Piluso- A. Montecalvo Azienda Ospedaliera della Provincia di Pavia DEFINIZIONE Il Bls (Basic Life Support) è una sequenza coordinata di azioni da intraprendere immediatamente

Dettagli

PRIMO SOCCORSO. Dott.ssa Elvezia Fumagalli

PRIMO SOCCORSO. Dott.ssa Elvezia Fumagalli PRIMO SOCCORSO Dott.ssa Elvezia Fumagalli PRIMO SOCCORSO Il primo soccorso è l aiuto che si presta alla persona o alle persone che sono state vittime di un incidente o di un malore, in attesa che intervengano

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE

REGOLAMENTO SUL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE REGOLAMENTO SUL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE SuIla Gazzetta Ufficiale n.27 del 3 febbraio 2004 è stato pubblicato il Decreto Ministeriale n.388 del 15 luglio 2003 Regolamento recante disposizioni sul pronto

Dettagli

Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11

Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11 Formazione Particolare Aggiuntiva dei Preposti Accordo Stato Regioni 21/12/11 MODULO 2 - Relazioni tra i vari soggetti DATORE DI LAVORO: RSPP: Designa: Art.17 D.Lgs. 81/08 - Obblighi del datore di lavoro

Dettagli

PSS-D CORSO DI PRIMO SOCCORSO SPORTIVO DEFIBRILLATO PROGRAMMA EDINFORMAZIONIORGANIZZATIVE PSS DELLA FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA

PSS-D CORSO DI PRIMO SOCCORSO SPORTIVO DEFIBRILLATO PROGRAMMA EDINFORMAZIONIORGANIZZATIVE PSS DELLA FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA -D CORSO DI DEFIBRILLATO DELLA PROGRAMMA EDINFORMAZIONIORGANIZZATIVE DM Balduzzi (decreto del Ministro della Salute del 24/04/2013, GU n.169 del 20/07/2013) Art. 5 - Linee guida sulla dotazione e l'utilizzo

Dettagli

SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA PEDIATRICA E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE. Pediatric i Basic Life Support - Early Defibrillation

SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA PEDIATRICA E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE. Pediatric i Basic Life Support - Early Defibrillation SIMEUP SOCIETA ITALIANA DI MEDICINA D EMERGENZA E D URGENZA PEDIATRICA SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA PEDIATRICA E DEFIBRILLAZIONE PRECOCE Pediatric i Basic Life Support - Early Defibrillation

Dettagli

Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario 2014): PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO

Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario 2014): PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO I Corsi di Bioikos Ambiente Antincendio e Primo Soccorso anno 2014 Circolare n. BA/4077/13/LE Bologna, 11 dicembre 2013 Spett. le Azienda, Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario

Dettagli

DOTT.MASSIMO NICCOLAI MEDICO FIDUCIARIO FEDERAZIONE NUOTO SALVAMENTO SEZIONE DI PISTOIA

DOTT.MASSIMO NICCOLAI MEDICO FIDUCIARIO FEDERAZIONE NUOTO SALVAMENTO SEZIONE DI PISTOIA CORSO DI RIANIMAZIONE E PRONTO SOCCORSO PER ASSISTENTE BAGNANTI DOTT.MASSIMO NICCOLAI MEDICO FIDUCIARIO FEDERAZIONE NUOTO SALVAMENTO SEZIONE DI PISTOIA PRIMO SOCCORSO E QUELLO CHE LA PRIMA PERSONA CHE

Dettagli

CORSO PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO

CORSO PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO CORSO PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO Corso 2013 Gestione dell emergenza sanitaria CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA La catena è formata da quattro anelli che sono nell'ordine: -Accesso precoce al sistema di emergenza

Dettagli

Indice. Pagina 1 di 73. Sede legale: Viale Brigata Bisagno, 2/27-16129 Genova Tel./Fax 010 098.07.90/1

Indice. Pagina 1 di 73. Sede legale: Viale Brigata Bisagno, 2/27-16129 Genova Tel./Fax 010 098.07.90/1 Indice ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO 4 ORE 2 ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO MEDIO 8 ORE 4 AGGIORNAMENTO ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8

ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8 REQUISITI FORMATIVI E PROFESSIONALI PER IL PERSONALE ADDETTO ALL ATTIVITA DI SOCCORSO E TRASPORTO SANITARIO ALLEGATOB

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO. Percorsi di formazione trasversale. STUDIO BINI ENGINEERING srl DIVISIONE CONSULENZA DIREZIONALE ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

CATALOGO FORMATIVO. Percorsi di formazione trasversale. STUDIO BINI ENGINEERING srl DIVISIONE CONSULENZA DIREZIONALE ED ORGANIZZAZIONE AZIENDALE CATALOGO FORMATIVO Percorsi di formazione trasversale pag. 1 INDICE: PAGINA ORE COSTO (IVA esclusa) PERCORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN 3 MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Addetto antincendio - rischio

Dettagli

Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze. A cura del Gruppo Formazione

Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze. A cura del Gruppo Formazione 3 2 1 disostruiamoci A cura del Gruppo Formazione Prima di tutto valutare la sicurezza della scena dove dobbiamo intervenire PREMESSA Il paziente pediatrico può essere suddiviso in medicina d urgenza schematicamente

Dettagli

Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE

Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE Obiettivi del corso: Fornire i concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti, doveri

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 463 del 31/05/2014. Oggetto: Corsi di emergenza sanitaria - quote di iscrizione per partecipanti esterni.

Delibera del Direttore Generale n. 463 del 31/05/2014. Oggetto: Corsi di emergenza sanitaria - quote di iscrizione per partecipanti esterni. Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

Corso di B.L.S. Adulti. Basic Life Support

Corso di B.L.S. Adulti. Basic Life Support Corso di B.L.S. Adulti Basic Life Support Corso B.L.S. esecutore Lezioni teoriche Addestramento pratico su manichino Valutazione finale con skill test e quiz a risposta multipla Obiettivo corso B.L.S.

Dettagli

BLS (Basic Life Support)

BLS (Basic Life Support) BLS (Basic Life Support) EVENTO MANTENERE LA CALMA AUTOPROTEZIONE: Guardarsi intorno e verificare l esistenza di pericoli; gestire il rischio mettendo l ambiente in sicurezza; mantenere sotto controllo

Dettagli

TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE. Ambulanza di trasporto ordinario

TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE. Ambulanza di trasporto ordinario 1 TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE Ambulanza di trasporto ordinario In caso di trasporto ordinario è obbligatoria la presenza a bordo di: - un autista, con patente di guida

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO REGIONALE V.d.S. PIEMONTE

CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO REGIONALE V.d.S. PIEMONTE CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO REGIONALE V.d.S. PIEMONTE COMMISSIONE REGIONALE FORMAZIONE V.d.S. ed EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMA DEL CORSO PER ASPIRANTI VOLONTARI DEL SOCCORSO C.R.I. Argomenti B1.

Dettagli

Scheda descrittiva percorso formativo

Scheda descrittiva percorso formativo Sezione 1 - Scheda Introduttiva Scheda descrittiva percorso formativo Parte 1.1 Identificativo del corso (Dati Libra) Denominazione del corso Codice: 48781 Denominazione: ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO NEI

Dettagli

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it

Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it NOVACONSULT TEAM CORSI DI FORMAZIONE Via Gaetano Strambio n.5-20133 MILANO Tel. 02.57408940 - Fax 02.99989424 mail: ncteam@pec.it www.novaconsult.it INDICE Premessa Corso base per lavoratori Corso di formazione

Dettagli

Croce Rossa Italiana BLSD. Rianimazione cardiopolmonare di base e. (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005)

Croce Rossa Italiana BLSD. Rianimazione cardiopolmonare di base e. (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) Croce Rossa Italiana BLSD Rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce corso esecutori per personale sanitario (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) in collaborazione e condivisione

Dettagli

ARRESTO CARDIACO B.L.S.

ARRESTO CARDIACO B.L.S. Corso per Operatori P.S.T.I. della CROCE ROSSA ITALIANA ARRESTO CARDIACO B.L.S. OBIETTIVO DELLA LEZIONE Acquisire le conoscenze teoriche del comportamento in caso di arresto cardiaco e respiratorio Conoscere

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE. Primo Soccorso in Azienda. Durata: 12 ore Per addetti di aziende dei gruppi B - C PRESENTAZIONE

CORSO DI FORMAZIONE. Primo Soccorso in Azienda. Durata: 12 ore Per addetti di aziende dei gruppi B - C PRESENTAZIONE CORSO DI FORMAZIONE Primo Soccorso in Azienda (Artt. 34, comma 2-bis e 37, comma 9 del D. Lgs. n. 81/08; D.M. n. 388/03) Durata: 12 ore Per addetti di aziende dei gruppi B - C PRESENTAZIONE Il corso che

Dettagli

Organismo di Formazione Accreditato dalla Regione Veneto Per la Formazione Continua (1409/A0001)

Organismo di Formazione Accreditato dalla Regione Veneto Per la Formazione Continua (1409/A0001) CATALOGO FORMATIVO A&A CONSULENZA srl Viale della Repubblica, 19/B 31020 Villorba (TV) Italy tel. +39/0422.421742 - +39/0422.421644 www.aeaconsulenza.it - info@aeaconsulenza.it R.E.A. n 199447 C.F. P.IVA

Dettagli

Basic Life Support Secondo Linee Guida 2010 UNA CORSA CONTRO IL TEMPO

Basic Life Support Secondo Linee Guida 2010 UNA CORSA CONTRO IL TEMPO UNA CORSA CONTRO IL TEMPO Partnership Basic Life Support Rianimazione cardiopolmonare di base (linee-guida scientifiche ILCOR 2010) Scopo del corso Conoscenze teoriche Le cause di arresto cardiaco Le manifestazioni

Dettagli

CORSO 26 B DI PRIMO SOCCORSO per Allievi Volontari

CORSO 26 B DI PRIMO SOCCORSO per Allievi Volontari CORSO 26 B DI PRIMO SOCCORSO per Allievi L1 L3 L4 L5 L7 L8 ARGOMENTO DATA Sede del corso Via del Taglio 6 Orario Corso 20.50-23.00 Inizio corso Giovedi 16 Ottobre 2014 21 Ottobre 2014 28 Ottobre 2014 Venerdi

Dettagli

Acquisire le conoscenze teoriche del comportamento in caso di

Acquisire le conoscenze teoriche del comportamento in caso di Corso per Operatori P.S.T.I. della CROCE ROSSA ITALIANA ARRESTO CARDIACO B.L.S. OBIETTIVO DELLA LEZIONE Acquisire le conoscenze teoriche del comportamento in caso di arresto cardiaco e respiratorio Conoscere

Dettagli

B.L.S. Basic Life Support Supporto Vitale di Base Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana

B.L.S. Basic Life Support Supporto Vitale di Base Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana B.L.S. Basic Life Support Supporto Vitale di Base Secondo le linee guida 2007 della Regione Toscana 1 LA MORTE CARDIACA IMPROVVISA Ogni anno colpisce 1 persona su 1000 Le malattie cardiovascolari sono

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 150 EUR Location : Viterbo - Largo F. Nagni, 15 Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 150 EUR Location : Viterbo - Largo F. Nagni, 15 Livello : Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 150 EUR Location : Viterbo - Largo F. Nagni, 15 Livello : "Corso Primo Soccorso (durata 12 ore)" Il corso obbligatorio per addetto

Dettagli

Emergenza Urgenza Soccorso

Emergenza Urgenza Soccorso Emergenza Urgenza Soccorso I corsi di formazione...poche ore della tua vita possono salvare una vita... Premessa Una serie di anelli può formare una catena, dove la forza della catena è costituita dalla

Dettagli

Basic Life Support. Rianimazione CardioPolmonare per. soccorritori laici. Croce Rossa Italiana

Basic Life Support. Rianimazione CardioPolmonare per. soccorritori laici. Croce Rossa Italiana Croce Rossa Italiana Volontari del Soccorso Gruppo Terme Euganee Basic Life Support Rianimazione CardioPolmonare per soccorritori laici Secondo le linee guida dello European Resuscitation Council - 2010

Dettagli

3. Competenze a. COMPETENZE TECNICHE b. COMPETENZE COGNITIVE

3. Competenze a. COMPETENZE TECNICHE b. COMPETENZE COGNITIVE 3. Competenze Nel rispetto delle proprie competenze e in collaborazione con le altre figure professionali, l Addetto al trasporto sanitario e il Soccorritore sono in grado di attuare i piani di lavoro

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO (art. 46 DLgs. 81/2008 e decreto n.388/2003)

PIANO DI PRIMO SOCCORSO (art. 46 DLgs. 81/2008 e decreto n.388/2003) ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SCIALOIA 21 PIANO DI PRIMO SOCCORSO (art. 46 DLgs. 81/2008 e decreto n.388/2003) DELLA SCUOLA PRIMARIA CALVINO via Scialoia 19 Milano DELLA SCUOLA SECONDARIA I BUONARROTI via Scialoia

Dettagli

primo soccorso nel settore delle costruzioni

primo soccorso nel settore delle costruzioni 2 I MANUALI DEL COMITATO PARITETICO TERRITORIALE DI TORINO primo soccorso nel settore delle costruzioni manuale informativo per imprese, lavoratori e figure della sicurezza sul primo soccorso nel settore

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA DI PRONTO SOCCORSO

STRUTTURA COMPLESSA DI PRONTO SOCCORSO Servizio Qualità e Formazione STRUTTURA COMPLESSA DI PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO Basic Life Support Defibrillation tipo B Retraining a) Corso di addestramento 1. TIPOLOGIA DI CORSO 2.

Dettagli

Programma Corso di Primo Soccorso per aspiranti soccorritori Modulo Base e Modulo Avanzato. Modulo Base

Programma Corso di Primo Soccorso per aspiranti soccorritori Modulo Base e Modulo Avanzato. Modulo Base Associazione di Volontariato ONLUS Strada di Recentino, 11 05100 Terni Tel. 0744-59241 Fax 0744-1921298 http://www.ambulaife.it/-info@ambulaife.it Programma Corso di Primo Soccorso per aspiranti soccorritori

Dettagli

CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015

CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015 CALENDARIO CORSI DI FORMAZIONE NIER INGEGNERIA PRIMO SEMESTRE 2015 ID TITOLO DESTINATARI DATE DURATA QUOTA (IVA esclusa) SICUREZZA S1 CORSO FORMAZIONE SPECIFICA RISCHIO BASSO Lavoratori 4 ore 90,00 03/03/2015

Dettagli

RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro

RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro proposta formativa RandstadforSafety sicurezza sul luogo di lavoro a cura di Randstad Hr Solutions Randstad Hr Solutions sviluppo e professionalità con le soluzioni Randstad monitoraggio e check di sviluppo

Dettagli

Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003

Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003 Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003 Oggetto: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante:

Dettagli

CORSO di FORMAZIONE per ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO in attività classificate nei Gruppi A, B o C (D.M. 388/2003)

CORSO di FORMAZIONE per ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO in attività classificate nei Gruppi A, B o C (D.M. 388/2003) CORSO di FORMAZIONE per ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO in attività classificate nei Gruppi A, B o C (D.M. 388/2003) Corso di Formazione conforme ai criteri prescritti dal D.M. 388/2003 1/21 INQUADRAMENTO NORMATIVO

Dettagli