1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA"

Transcript

1 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Pagina 1 / 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA O DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1 Identificatore del prodotto Nome commerciale 1.2 Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Uso della sostanza/preparato Agente pulente 1.3 Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza Fornitore Taerosol Oy Indirizzo Hampuntie 21 Codice postale e ufficio postale Codice postale e ufficio postale Kangasala Finland Telefon Numero telefonico di emergenza 2. IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI 2.1 Classificazione della sostanza o della miscela 1272/2008 (CLP) Flam. Aerosol 1, H222 Eye Irrit. 2, H319 STOT SE 3, H336 67/548/EEC 1999/45/EC Xi, F+; R Elementi dell etichetta 1272/2008 (CLP) GHS07 GHS02 Avvertenza Pericolo Definizioni di rischio H222 Aerosol altamente infiammabile. H319 Provoca grave irritazione oculare. H336 Può provocare sonnolenza o vertigini. Definizioni di avvertimento P102 Tenere fuori dalla portata dei bambini. P210 Tenere lontano da fonti di calore/scintille/fiamme libere/superfici riscaldate. Non fumare. P211 Non vaporizzare su una fiamma libera o altra fonte di accensione. P251 Recipiente sotto pressione: non perforare né bruciare, neppure dopo l uso. P262 Evitare il contatto con gli occhi, la pelle o gli indumenti. P410+P412 Proteggere dai raggi solari. Non esporre a temperature superiori a 50 C/ 122 F. 2.3 Altri pericoli 3. COMPOSIZIONE/INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI 3.2 Miscele Componenti pericolosi CAS/EINECS & No. di registrazione Nome chimico della sostanza Concentrazion Classificazione e

2 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Pagina 2 / Propan2oli 4060% F; R11; Xi; R36; R67 ;Flam. Liq. 2, H225; Eye Irrit. 2, H319; STOT SE 3, H Butan 2030% F+; R12 ;Flam. Gas 1, H220; Press. Gas propan 2030% F+; R12 ;Flam. Gas 1, H220; Press. Gas MISURE DI PRIMO SOCCORSO 4.1 Descrizione delle misure di primo soccorso In caso di inalazione dell'aerosol o nebbia se necessario consultare un medico. In caso di contatto con gli occhi, rimuovere le lenti a contatto e sciacquare immediatamente con molta acqua anche sotto le palpebre, per almeno 15 minuti Inalazione In caso di inalazione dell'aerosol o nebbia se necessario consultare un medico Contatto con la pelle Consultare un medico se si presentano sintomi Contatto con gli occhi Sciacquare immediatamente con molta acqua, anche sotto le palpebre, per almeno 5 minuti Ingestione Se ingerito, consultare immediatamente un centro di controllo per i veleni o un medico. 4.2 Principali sintomi ed effetti, sia acuti e che ritardati 4.3 Indicazione dell eventuale necessità di consultare immediatamente un medico e trattamenti speciali 5. MISURE ANTINCENDIO 5.1 Mezzi di estinzione Mezzi di estinzione appropriati Agente schiumogeno Mezzi di estinzione che non devono essere usati per ragioni di sicurezza NON usare getti d'acqua. 5.2 Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela Si può sviluppare una reazione esplosiva per riscaldamento o combustione. 5.3 Raccomandazioni per gli addetti all'estinzione degli incendi Agente schiumogeno 5.4 Metodi specifici Allontanare immediatamente il personale verso zone sicure. 6. MISURE IN CASO DI RILASCIO ACCIDENTALE 6.1 Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure in caso di emergenza Impedire alle persone non autorizzate di entrare nella zona. Impedire alle persone non autorizzate di entrare nella zona. Stare attenti alla nebulizzazione di gas, in particolar modo al livello del suolo (gas più pesante dell'aria) e in direzione del vento. 6.2 Precauzioni ambientali Non scaricare il prodotto nelle fogne.

3 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Pagina 3 / Metodi e materiali per il contenimento e per la bonifica 6.4 Riferimenti ad altre sezioni 7. MANIPOLAZIONE E IMMAGAZZINAMENTO 7.1 Precauzioni per la manipolazione sicura Non adoperare in zone prive di ventilazione adeguata. Impiegare utensili antiscintilla. Non assaggiare o ingerire. Non vaporizzare su una fiamma o su un corpo incandescente. Divieto di fumare. Non gettare i residui nelle fognature. Non stoccare vicino a materiali combustibili. Prendere le dovute precauzioni contro scariche di energia statica. Evitare l'accumulo di vapori applicando sufficiente ventilazione durante e dopo l'uso. 7.2 Condizioni per l immagazzinamento sicuro, comprese eventuali incompatibilità Non stoccare vicino a materiali combustibili. Stoccaggio di liquidi infiammabili 7.3 Usi finali particolari 8. CONTROLLO DELL'ESPOSIZIONE/PROTEZIONE INDIVIDUALE 8.1 Parametri di controllo Soglia limite Butaani 800 ppm (8 h) 1000 ppm (15 min) 1900 mg/m 3 (8 h) 2350 mg/m 3 (15 min) propan 800 ppm (8 h) 1100 ppm (15 min) 1500 mg/m 3 (8 h) 2000 mg/m 3 (15 min) Propan2oli; 250 ppm (15 min) 500 mg/m 3 (8 h) isopropyylialkoholi; isopropanoli 620 mg/m 3 (15 min) Altre informazioni sugli valori limite Valori limite in altri paesi DNEL PNEC 8.2 Controlli dell'esposizione Controlli tecnici idonei Misure di protezione individuali Protezione respiratoria Fornire areazione adeguata. Non inalare l'aerosol. Considerando la piccola quantità di sostanza utilizzata, si suppone che i limiti di esposizione non vengano raggiunti Protezione della mani È buona pratica di igiene industriale evitare il contatto con i solventi usando le appropriate misure protettive qualora sia possibile Protezioni per gli occhi/il volto Evitare il contatto con la pelle e gli occhi Protezione della pelle Evitare il contatto con la pelle e gli occhi.

4 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Pagina 4 / Controlli dell esposizione ambientale 9. PROPRIETÀ FISICHE E CHIMICHE 9.1 Informazioni importanti relative alla salute, alla sicurezza e all'ambiente Aspetto aerosol Odore alcolico Soglia olfattiva ph Punto di fusione/punto di congelamento 10 C Punto di ebollizione iniziale e intervallo di ebollizione 20 ºC Punto di infiammabilità < 0 ºC Velocità di evaporazione Infiammabilità (solidi, gas) Estremamente infiammabile Proprietà esplosive Limite di esplosione, inferiore 2,3 til% Limite di esplosione, superiore 9,5 til% Tensione di vapore Densità di vapore Densità relativa La solubilità/le solubilità Solubilità nell'acqua solubile Liposolubilità (solvente grasso da specificare) Coefficiente di ripartizione: nottanolo/ acqua Temperatura di autoaccensione Temperatura di decomposizione Viscosità Proprietà esplosive Proprietà ossidanti 9.2 Altre informazioni Solubile in idrocarburi 10. STABILITÀ E REATTIVITÀ 10.1 Reattività Esposizione alla luce del sole Stabilità chimica Stabile 10.3 Possibilità di reazioni pericolose 10.4 Condizioni da evitare Recipiente sotto pressione. Proteggere contro i raggi solari e non esporre ad una temperatura superiore a 50 C Materiali incompatibili

5 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Pagina 5 / Prodotti di decomposizione pericolosi 11. INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE 11.1 Informazioni sugli effetti tossicologici Tossicità acuta DL50/orale/su ratto =16750 OECD TG 401 CL50/inalazione/ 4 ore/su ratto =259000mg/m3OECD TG 403 DL50/cutanea/su coniglio =3350mg/kgOECD TG Irritazione e corrosione I solventi possono sgrassare la pelle. Il contatto prolungato con la pelle può causarne l'irritazione Sensibilizzazione Tossicità subacuta, subcronica e a lungo termine Tossicità specifica per organi bersaglio (STOT) esposizione singola Pericolo in caso di aspirazione Altre informazioni sulla tossicità acuta 12. INFORMAZIONI ECOLOGICHE 12.1 Tossicità Tossicità in acqua Tossico per gli altri organismi Persistenza e degradabilità Biodegradazione La bioaccumulazione è improbabile Degradazione chimica Rapidamente biodegradabile, in accordo con il test specifico OECD Potenziale di bioaccumulazione La bioaccumulazione è improbabile Mobilità nel suolo 12.5 Risultati della valutazione PBT e vpvb 12.6 Altri effetti avversi 13. CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO 13.1 Metodi di trattamento dei rifiuti Non bruciare o trattare con fiamma ossidrica il contenitore vuoto. Eliminare nel rispetto della normativa vigente in materia Rifiuti dagli scarti / prodotti inutilizzati

6 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Pagina 6 / INFORMAZIONI SUL TRASPORTO 14.1 Numero ONU Nome di spedizione dell ONU Aerosols 14.3 Classi di pericolo connesso al trasporto Gruppo d'imballaggio Pericoli per l'ambiente 14.6 Precauzioni speciali per gli utilizzatori 14.7 Trasporto di rinfuse secondo l allegato II di MARPOL 73/78 ed il codice IBC 15. INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE 15.1 Norme e legislazione su salute, sicurezza e ambiente specifiche per la sostanza o la miscela 2B Aerosol 15.2 Valutazione della sicurezza chimica 16. ALTRE INFORMAZIONI 16.1 Appendice, Soppressioni, Revisioni REGOLAMENTO (CE) N. 453/ Spiegazione o legenda delle abbreviazioni e degli acronimi utilizzati nella scheda dati di sicurezza 16.3 Principali riferimenti bibliografici e fonti per i dati 16.5 Elenco delle frasi R pertinenti, delle indicazioni di pericolo, delle avvertenze di sicurezza e/o consigli di prudenza (frasi S) R12 Estremamente infiammabile. R36 Irritante per gli occhi. R67 L'inalazione dei vapori può provocare sonnolenza e vertigini Indicazioni sull'addestramento 16.7 Restrizioni raccomandate 16.8 Informazioni supplementari disponibili da: