Curriculum sintetico. Associazione Rimettere le Ali Onlus. Dati di riferimento. Natura dell organizzazione. Attività ed esperienze

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum sintetico. Associazione Rimettere le Ali Onlus. Dati di riferimento. Natura dell organizzazione. Attività ed esperienze"

Transcript

1 Dati di riferimento Denominazione: Associazione rimettere le ali onlus Tipologia: Associazione non Profit Onlus Riconoscimenti: Iscritta all anagrafe delle Onlus regionale del Lazio al protocollo Iscritta all Albo regionale delle associazioni di Promozione Sociale del Lazio n 1494 Sede Legale: Via Prenestina Roma Sede operativa: Via Prenestina 468 e Via dei Larici Roma Tel. - Fax: Presidente: Alessandro Iannini Sito internet: Codice Fiscale: P.Iva: Natura dell organizzazione L associazione Rimettere le ali Onlus si costituisce il 14 aprile del 2011 per avviare una stretta collaborazione con l Opera Salesiana Borgo Ragazzi Don Bosco. L associazione non persegue fini di lucro e trova ispirazione nei valori cristiani e nella dottrina sociale della chiesa volta alla: accoglienza, educazione, formazione e inserimento nella società di giovani che versino in stato di disagio ed emarginazione ispirandosi al sistema preventivo di Don Bosco. Le finalità che l associazione intende perseguire sono le seguenti: Assistenza sociale e sociosanitaria Beneficienza Istruzione Formazione Tutela dei diritti civili. Tutte le attività verranno espletate a favore di persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari. Attività ed esperienze Anno 2011: Nel primo anno di fondazione l Associazione si è occupata soprattutto della raccolta fondi per poter avviare progetti nell anno 2012 e strutturarsi. In particolare l associazione ha: Promosso itinerari educativo-didattici personalizzati per quanti vivono l esperienza dell abbandono scolastico, realizzati in collaborazione con le scuole pubbliche e presso il Centro Diurno Polifunzionale (Centro Accoglienza Minori). Tutti i pomeriggi vengono accolti circa 30 ragazzi 1

2 dai 10 ai 16 anni e sostenuti nello studio e/o nel recupero delle materie scolastiche con il supporto di circa 10 volontari. Monitorato l inserimento progressivo nel mondo del lavoro (tirocini formativi, stages e borse lavoro). Sono stati inseriti 3 ragazzi in tirocini formativi. Dato supporto educativo a proposte del tempo libero (sport, musica, teatro, ludoteca, ) presenti nel territorio in particolare al Borgo Ragazzi Don Bosco. Sono stati seguiti circa 40 ragazzi attraverso volontari ed un educatore coordinatore. Avviato campagne di raccolta fondi con donazioni da privati e aziende. Avviato la sua prima campagna 5x1000 Anno Nel secondo anno vengono strutturate attività più concrete e viene posto l attenzione sul curare la formazione integrale non solo dei ragazzi, ma anche dei soci, dei volontari e di tutti gli operatori che si rendono disponibili per partecipare alle realtà educative precedentemente elencate e in altre che nascono per dare risposte adeguate alle situazione di disagio ed emarginazione degli adolescenti e dei giovani. Per questo vengono previste le seguenti attività divise per obiettivi: Formazione per operatori e volontari Incontri formativi per operatori e volontari, 5 in un anno Sostegno all inclusione dei giovani in difficoltà Avvio di Laboratori formativi per giovani in difficoltà. Vengono attivati i corsi base di aiuto-cuoco, aiuto estetista, cameriere di un anno in cui circa 18 ragazzi frequentano il corso con un approccio personalizzato ed a fine anno scolastico sostengono l esame da privatista presso la scuola Vespucci. Avvio di corsi brevi per barman e pasticceria in cui partecipano circa 20 ragazzi. Avvio di corsi di prima alfabetizzazione con la partecipazione di circa 8 minori stranieri non accompagnati provenienti da case famiglia o Centri di prima accoglienza Avvio di Laboratori ricreativi, teatrali, musicali, sportivi, ludici, per i ragazzi dei laboratori formativi, dei corsi brevi, dei corsi di alfabetizzazione Sostegno nella ricerca e nell inserimento lavorativo dei giovani in difficoltà con il progetto dello Sportello Aperto finanziato dal Municipio V e dal CGm in cui circa 15 ragazzi sono stati accompagnati in tutto il percorso fino all inserimento lavorativo tramite tirocini formativi o Borse lavoro. Supporto educativo a proposte del tempo libero (sport, musica, teatro, ludoteca, ) presenti nel territorio in particolare al Borgo Ragazzi Don Bosco. Sono stati seguiti circa 35 ragazzi. 2

3 Apertura alla mondialità Accoglienza estiva di circa 15 bambini nell ambito del progetto Bambini Sarahawi ambasciatori di pace con il coinvolgimento di 20 volontari e 15 famiglie. Relazioni esterne e concertazione Partecipazione ai tavoli di concertazione sociale ai vari livelli: Scuole, Associazioni, parrocchie, Municipi. Gemellaggi (temporanei o prolungati) con altre realtà, specie italiane ed europee, impegnate sul fronte della emarginazione e disagio, in particolare confronti con il CNCM Coordinamento Nazionale Comunità Minori e con l Scs Salesiani per il sociale. Anno In questo anno il Consiglio stabilisce di implementare e mandare a regime le attività avviate dando risalto soprattutto al territorio. Per questo motivo viene stabilito di interrompere il progetto di accoglienza dei bambini Saharawi e concentrarsi sui laboratori formativi e di avvio al lavoro. Nel corso dell anno i corsi vengono orientati verso attività sostenute; vengono sviluppate le capacità produttive dei ragazzi in maniera da farli sperimentare un ambiente lavorativo e allo stesso tempo sostenere le attività. Formazione per operatori e volontari Incontri formativi per operatori e volontari, 5 in un anno Incontri formativi specifici per famiglie disponibili all affido e alla solidarietà familiare, 2 in un anno Sostegno all inclusione dei giovani in difficoltà Prosecuzione dei Laboratori formativi per giovani in difficoltà. Proseguono i corsi base di aiuto-cuoco, aiuto estetista e cameriere di un anno in cui circa 35 ragazzi frequentano il corso Avvio di corsi brevi: 1 corso barman; 1 corsi pasticceria; 1 corsi di Pizzaiolo di primo livello in cui partecipano circa 40 persone. Prosecuzione di nuovi corsi di prima alfabetizzazione con la partecipazione di circa 12 minori stranieri non accompagnati provenienti da case famiglia o Centri di prima accoglienza. Avvio di Laboratori ricreativi, teatrali, musicali, sportivi, ludici, per i ragazzi dei laboratori formativi, dei corsi brevi, dei corsi di alfabetizzazione Supporto educativo a proposte del tempo libero (sport, musica, teatro, ludoteca, ) presenti nel territorio in particolare al Borgo Ragazzi Don Bosco. Vengono seguiti circa 35 ragazzi. Sostegno nella ricerca e nell inserimento lavorativo dei giovani in difficoltà con il progetto dello Sportello Aperto finanziato dal Municipio V e dal CGm in cui circa 15 ragazzi sono stati accompagnati in tutto il percorso fino all inserimento lavorativo tramite tirocini formativi o Borse lavoro. Avvio nella gestione della Mensa del Municipio V tramite incarico diretto in cui i ragazzi dei corsi di ristorazione svolgono tirocinio, borse lavoro e/o vengono assunti per brevi periodi. La mensa serve circa 60 dipendenti del Municipio V e dà la possibilità ai ragazzi di sperimentarsi 3

4 in maniera graduale e protetta nel mondo del lavoro. L inserimento di questi ragazzi varia dai 6 mesi ad 1 anno alla fine del quale vengono sostenuti nella ricerca di un lavoro esterno forti dell esperienza maturata. Parallelamente all attività della mensa è stata avviata l Attività di catering solidale e bomboniere solidali finalizzata oltre che all inserimento lavorativo dei ragazzi anche alla raccolta fondi per le attività proprie dell associazione. Relazioni esterne e concertazioni Partecipazione ai tavoli di concertazione sociale ai vari livelli: Scuole, Associazioni, parrocchie, Municipi. Gemellaggi (temporanei o prolungati) con altre realtà, specie italiane ed europee, impegnate sul fronte della emarginazione e disagio, in particolare confronti con il CNCM Coordinamento Nazionale Comunità Minori e con l Scs Salesiani per il sociale. Anno In riferimento a questo anno sociale il Consiglio ha deciso di rinnovare le attività laboratoriali e di avvio al lavoro, di continuare a sviluppare le attività di inserimento lavorativo e di implementare l aspetto del lavoro con le famiglie dei ragazzi in difficoltà. Inoltre viene stabilito di avviare una serie di azioni relative alla raccolta fondi ma soprattutto alla comunicazione con le istituzioni e i privati. Formazione per operatori e volontari Incontri formativi per operatori e volontari, 4 in un anno Incontri formativi specifici per famiglie disponibili all affido e alla solidarietà familiare, 1 in un anno Incontri formativi di sostegno alla genitorialità Sostegno all inclusione dei giovani in difficoltà Prosecuzione dei Laboratori formativi per giovani in difficoltà. Proseguono i corsi base di aiuto-cuoco, aiuto estetista, aiuto cameriere e si aggiunge il corso di aiuto meccanico e giardinaggio di un anno in cui circa 50 ragazzi frequentano il corso Avvio di corsi brevi: 1 corso barman; 2 corsi pasticceria; 2 corsi di Cake design, 2 corsi di Pizzaiolo di primo livello in cui partecipano circa 60 persone. Prosecuzione di nuovi corsi di prima alfabetizzazione con la partecipazione di circa 10 minori stranieri non accompagnati provenienti da case famiglia o Centri di prima accoglienza. Avvio di Laboratori ricreativi, teatrali, musicali, sportivi, ludici, per i ragazzi dei laboratori formativi, dei corsi brevi, dei corsi di alfabetizzazione Supporto educativo a proposte del tempo libero (sport, musica, teatro, ludoteca, ) presenti nel territorio in particolare al Borgo Ragazzi Don Bosco. Vengono seguiti circa 40 ragazzi attraverso volontari. Sostegno nella ricerca e nell inserimento lavorativo dei giovani in difficoltà con il progetto dello Sportello Aperto finanziato dal Municipio V e dal CGm in cui circa 20 ragazzi sono stati accompagnati in tutto il percorso fino all inserimento lavorativo tramite tirocini formativi o Borse lavoro. 4

5 Prosecuzione nella gestione della Mensa del Municipio V tramite incarico diretto in cui i ragazzi dei corsi di ristorazione svolgono tirocinio, borse lavoro e/o vengono assunti per brevi periodi. La mensa serve circa 60 dipendenti del Municipio V e da la possibilità ai ragazzi di sperimentarsi in maniera graduale e protetta nel mondo del lavoro. L inserimento di questi ragazzi varia dai 6 mesi ad 1 anno alla fine del quale vengono sostenuti nella ricerca di un lavoro esterno forti dell esperienza maturata. Prosecuzione dell attività di catering solidale e bomboniere solidali finalizzata oltre che all inserimento lavorativo dei ragazzi anche alla raccolta fondi per le attività proprie dell associazione. Centro di ascolto e consulenza psicopedagogica. Relazioni esterne e concertazione Partecipazione ai tavoli di concertazione sociale ai vari livelli: Scuole, Associazioni, parrocchie, Municipi. Partecipazione ai tavoli di concertazione sociale e familiare Percorsi di formazione e supervisione per centri diurni e case famiglia del territorio Gemellaggi con altre realtà, specie italiane ed europee, impegnate sul fronte della emarginazione e disagio. Realizzazione di Cene solidali, 5 all anno, per la raccolta fondi con la partecipazione dei ragazzi del corso di cucina e camerieri. Realizzazione di una Charity Dinner di alto profilo presso i musei vaticani di Roma con la presenza delle istituzioni (Sindaco Marino, Presidente Zingaretti), delle imprese (Dott. Moretti e dott. Cardia di Ferrovie), del mondo Ecclesiastico (Mons. Marciante e Don Attard) e delle aziende e Fondazioni che ci hanno accompagnato nell ultimo anno. Realizzazione di una conferenza stampa presso il Campidoglio per illustrare il lavoro svolto dall Associazione e dal Borgo Ragazzi Don Bosco negli ultimi anni. 5

6 Cod. Fisc.: P.Iva Via Prenestina Roma 06/ Fax 06/

Formulario Allegato 2. 1. Dati sul soggetto richiedente

Formulario Allegato 2. 1. Dati sul soggetto richiedente Formulario Allegato 2 1. Dati sul soggetto richiedente - Denominazione Associazione Rimettere le ali Onlus - Data costituzione 14 Aprile 2011 - Codice Fiscale 97650020585 - P.IVA _12112461004 (se in possesso)

Dettagli

AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA FAMILIARE

AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA FAMILIARE BORGO RAGAZZI DON BOSCO MOVIMENTO FAMIGLIE AFFIDATARIE e SOLIDALI PROGETTO AFFIDAMENTO FAMILIARE PROPOSTA DI PROSECUZIONE PROGETTO AZIONI DI PROMOZIONE, FORMAZIONE E SOSTEGNO PER L AFFIDAMENTO e LA SOLIDARIETA

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA

ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA PROGETTO FAMIGLIE SOLIDALI 2012 S ommario Premessa 1. Il contesto 2. Finalità 3. Obiettivi specifici 4. Attività 5. Destinatari 6. Durata del progetto 7. Cronogramma 8.

Dettagli

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste Soggetti finanziatori Progetto Scadenza ALLEANZA ASSICURAZIONI Iniziative che hanno come scopo: 1. progetti di formazione e/o inserimento professionale dei giovani finalizzati all'uscita da situazioni

Dettagli

Progetto di solidarietà sociale AFFIDAMENTO FAMILIARE: UNA FAMIGLIA PER OGNI BAMBINO

Progetto di solidarietà sociale AFFIDAMENTO FAMILIARE: UNA FAMIGLIA PER OGNI BAMBINO Progetto di solidarietà sociale AFFIDAMENTO FAMILIARE: UNA FAMIGLIA PER OGNI BAMBINO Ente proponente: Associazione Rimettere le Ali ONLUS Via di Prenestina 468 00171 Roma Indirizzato all attenzione di:

Dettagli

UNO SGUARDO REALE SUL DISAGIO GIOVANILE A ROMA

UNO SGUARDO REALE SUL DISAGIO GIOVANILE A ROMA Evento di solidarietà a sostegno dei giovani e delle famiglie in difficoltà MUSEI PROPOSTA RISERVATA UNO SGUARDO REALE SUL DISAGIO GIOVANILE A ROMA L evento, organizzato nella prestigiosa cornice dei Musei

Dettagli

Formulario Allegato 2. 1. Dati sul soggetto richiedente

Formulario Allegato 2. 1. Dati sul soggetto richiedente Formulario Allegato 2 1. Dati sul soggetto richiedente - Denominazione Borgo Ragazzi Don Bosco - Data costituzione 30 giugno 1959 - Codice Fiscale 02230700581 - P.IVA (se in possesso) - Indirizzo Sede

Dettagli

Deliberazione Giunta Esecutiva n. 42 del 3 dicembre 2010

Deliberazione Giunta Esecutiva n. 42 del 3 dicembre 2010 Deliberazione Giunta Esecutiva n. 42 del 3 dicembre 2010 Oggetto: Approvazione Protocollo di Intesa tra Centro Affidi Comune di Firenze e Forum Toscano delle Associazioni per i diritti della Famiglia -

Dettagli

Una nuova IMPRONTA da realizzare

Una nuova IMPRONTA da realizzare Sintesi del progetto di finanziato dalla Regione Lombardia da realizzarsi in 2 mesi (5 ottobre 2009 4 ottobre 200) Scadenza presentazione domande: 27 luglio 2009 L IMPRONTA Associazione Onlus Ente accreditato

Dettagli

PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE

PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE PROGETTO PERCORSI EDUCATIVI DALLA MARGINALITA ALL INCLUSIONE Orientamento e avviamento verso il lavoro per minori e giovani in misura alternativa al carcere dai sedici ai ventuno anni. 1. Finalità generali

Dettagli

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi Fondazione Opera Madonna del Lavoro Bilancio di missione 2013 sintesi Missione FOMAL è un Ente Diocesano che opera senza finalità di lucro per la promozione della persona nella società, realizzando attività

Dettagli

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale p.za S. M. Ausiliatrice, 60 Roma INTEGRAZIONE P.O.F. ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Premessa Il presente documento è una integrazione al POF valido per il triennio 2013-2015. Di seguito sono presentati i dati

Dettagli

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale p.za S. M. Ausiliatrice, 60 Roma INTEGRAZIONE P.O.F. ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Premessa Il presente documento è una integrazione al POF valido per il triennio 2013-2015. Di seguito sono presentati i dati

Dettagli

Città di Enna AREA 5 G.R.I.T.

Città di Enna AREA 5 G.R.I.T. Città di Enna AREA 5 G.R.I.T. SEZIONE 1. DATI ANAGRAFICI DELL ORGANIZZAZIONE Denominazione dell Organizzazione Acronimo (Sigla) Indirizzo della sede Presso¹ CAP Telefono Comune Fax E-mail PEC Sito web

Dettagli

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi;

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi; ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO per le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado della Regione Lazio, per la presentazione di progetti rispondenti alle priorità di cui al punto 6.1 dell Allegato alla

Dettagli

SEDE DOVE INDIRIZZARE LA DOMANDA: Legacoop Umbria Ufficio Servizio Civile Str. S. Lucia, 8 06125 PERUGIA

SEDE DOVE INDIRIZZARE LA DOMANDA: Legacoop Umbria Ufficio Servizio Civile Str. S. Lucia, 8 06125 PERUGIA SEDE DOVE INDIRIZZARE LA DOMANDA: Legacoop Umbria Ufficio Servizio Civile Str. S. Lucia, 8 06125 PERUGIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA LEGA REGIONALE COOP. E MUTUE

Dettagli

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA Associazione Dives in Misericordia ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA CARTA DEI SERVIZI La seguente CARTA DEI SERVIZI è stata redatta facendo riferimento alla delibera della Giunta Regionale della Campania

Dettagli

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE Proposta di azione sociale Breve descrizione dell Idea / Progetto /Proposta Il Centro Socio Culturale Il Palazzone nasce in una zona della città legata a doppio filo

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma -------------------------------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679

Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma -------------------------------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679 1 Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma ----------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679 Oltre l affido L Associazione Ain Karim opera ormai da circa sette anni a sostegno di

Dettagli

piccola comunità madre.bambino vanessa

piccola comunità madre.bambino vanessa piccola comunità madre.bambino vanessa Obiettivi > favorire la ricongiunzione di nuclei familiari disgregati dalla tossicodipendenza, da disturbi psichici e da svantaggio sociale in genere, in un contesto

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

Missionarie della Fanciullezza

Missionarie della Fanciullezza Missionarie della Fanciullezza Nutriamo un grande amore per i fanciulli, che occupano un posto centrale nel cuore e nei progetti di ogni suora della Congregazione. Cost. Missionarie della Fanciullezza

Dettagli

La Cooperativa Gnosis si sta impegnando in questi ultimi anni nella sperimentazione di un modello virtuoso di collaborazione con i Servizi di Salute

La Cooperativa Gnosis si sta impegnando in questi ultimi anni nella sperimentazione di un modello virtuoso di collaborazione con i Servizi di Salute La Cooperativa Gnosis si sta impegnando in questi ultimi anni nella sperimentazione di un modello virtuoso di collaborazione con i Servizi di Salute Mentale, gli Enti locali, le Associazioni dei Familiari

Dettagli

accogliamo... verso nuove storie ALBATROS Cooperativa Sociale PLANO Comunità di Pronto Intervento per minori

accogliamo... verso nuove storie ALBATROS Cooperativa Sociale PLANO Comunità di Pronto Intervento per minori ALBATROS Cooperativa Sociale accogliamo... verso nuove storie PLANO Comunità di Pronto Intervento per minori La Cooperativa Albatros progetta e gestisce, in proprio o in collaborazione con le Amministrazioni

Dettagli

Curriculum Cisef. Cooperativa sociale

Curriculum Cisef. Cooperativa sociale Curriculum Cisef Cooperativa sociale Cooperativa Intervento Socio Educativo Formativo C.so C. Battisti 73r 16019 Ronco Scrivia (Ge) Tel. 347 3816248 op 349 2353113 Fax 010 7268050 Sito internet: www.cisef.net

Dettagli

ORGANIZZAZIONI di VOLONTARIATO

ORGANIZZAZIONI di VOLONTARIATO ALLEGATO B Direzione Generale Famiglia e Solidarietà Sociale Bandi 2006/2007 ORGANIZZAZIONI di VOLONTARIATO (Legge regionale n. 22/93) SCHEMA DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI N progetto (spazio riservato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI AFFIDAMENTO E SOLIDARIETÀ FAMILIARE

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI AFFIDAMENTO E SOLIDARIETÀ FAMILIARE PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI AFFIDAMENTO E SOLIDARIETÀ FAMILIARE tra L Ambito N5 L Associazione Progetto Famiglia-Affido Aversa Onlus _ L anno 2012, nel giorno 12.01.2012 presso la sede dell Ufficio

Dettagli

Ente: CARITAS DIOCESANA DI CARPI Titolo del Progetto 1 : PERCORSI D'INCLUSIONE. Obiettivi del progetto

Ente: CARITAS DIOCESANA DI CARPI Titolo del Progetto 1 : PERCORSI D'INCLUSIONE. Obiettivi del progetto Ente: CARITAS DIOCESANA DI CARPI Titolo del Progetto 1 : PERCORSI D'INCLUSIONE Obiettivi del Produrre un miglioramento nella condizione di vita delle famiglie in situazione di difficoltà che abitano il

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO PER MINORI LA TARTARUGA INDICE CAP 1 - Principi generali Art. 1 Definizione del servizio Art. 2 Finalità e obiettivi

Dettagli

PROFILO PROFESSIONALE

PROFILO PROFESSIONALE PROFILO PROFESSIONALE IL SOGNO Società Cooperativa Sociale a.r.l. 1 STORIA La Cooperativa Il Sogno agisce con finalità preventiva e di recupero a favore di minori in situazioni di disagio. Nasce come naturale

Dettagli

Deliberazione Giunta Esecutiva n. 34 del 24/09/2012

Deliberazione Giunta Esecutiva n. 34 del 24/09/2012 Deliberazione Giunta Esecutiva n. 34 del 24/09/2012 Oggetto: Approvazione Protocollo di Intesa tra Centro Affidi Comune di Firenze e il Coordinamento UBI MINOR Coordinamento Associativo per la tutela e

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA AVIS REGIONALE SICILIA. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI PEDAGOGISTI ITALIANI (di seguito denominata ANPE- SICILIA)

PROTOCOLLO D'INTESA TRA AVIS REGIONALE SICILIA. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI PEDAGOGISTI ITALIANI (di seguito denominata ANPE- SICILIA) PROTOCOLLO D'INTESA TRA AVIS REGIONALE SICILIA E ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI PEDAGOGISTI ITALIANI (di seguito denominata ANPE- SICILIA) Avis Regionale Sicilia con sede a Palermo, Viale Regione Siciliana

Dettagli

N. procedimenti per i quali non sono stati rispettati i tempi di conclusione

N. procedimenti per i quali non sono stati rispettati i tempi di conclusione CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI AREA Processi Tipologia di N. tot dei N. per i quali non sono stati rispettati gli standard procedimentali/

Dettagli

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come:

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come: AREA MINORI PREMESSA Nel Piano Regionale Socio Assistenziale l area dei minori viene definita anche Area dell età evolutiva e del disadattamento, dove l obiettivo primario è quello di fornire elementi

Dettagli

ACCORDO PIANI TRIENNALI DI AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 2010-2012

ACCORDO PIANI TRIENNALI DI AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 2010-2012 ACCORDO PIANI TRIENNALI DI AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 2010-2012 In vista della predisposizione e dell approvazione dei Piani triennali di Ambito territoriale sociale 2010-2012, le Segreterie provinciali

Dettagli

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO PUNTO DI INCONTRO E SPAZIO DI ASCOLTO 1. Premessa 1.1 - Il percorso fatto nella scuola e nel rione Esquilino L Associazione Genitori Scuola Di Donato nasce

Dettagli

CENTRO LA TENDA - Napoli

CENTRO LA TENDA - Napoli OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE CENTRO LA TENDA - Napoli STAZIONE DI NAPOLI CENTRALE SCHEDA DI PRESENTAZIONE DEL CENTRO E DEL PROGETTO HELP CENTER Referente

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA

ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA AI MINORI E ALLE LORO FAMIGLIE 2. Progetto già avviato Sì No 3. Tipologia di servizio Istituzionale Servizi Essenziali Altro 4. Area tematica Minori e Famiglia 5. Macrotipologia

Dettagli

SERVIZIO CIVILE REGIONALE VOLONTARIO

SERVIZIO CIVILE REGIONALE VOLONTARIO SERVIZIO CIVILE REGIONALE VOLONTARIO SOGGETTO PROPONENTE: PROGETTO ZATTERA BLU SOC. COOP. SOC. ONLUS Indirizzo: Via Divisione Julia 42 Cap: 36030, Comune: Calvene, Prov. Vicenza, Telefono: 0445/325393

Dettagli

E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori. Anno 2001

E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori. Anno 2001 E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori Anno 2001 Il Forum degli oratori italiani è un organo di coordinamento nazionale degli organismi ecclesiali che dedicano speciale cura all

Dettagli

Il progetto di vita: qualità oltre la scuola

Il progetto di vita: qualità oltre la scuola Il progetto di vita: qualità oltre la scuola Maria Grosso Associazione Italiana Persone Down 30 anni di cambiamenti nell integrazione! Dalla istituzionalizzazione/separazione all inclusione ( all inclusione

Dettagli

CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI

CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI Catalogo processi, tipologia dei procedimenti e valutazione del rischio area: CONTRIBUTI AREA DI RISCHIO Processi Tipologia di procedimenti Valutazione del Rischio Contributi economici per soggetti disagiati,

Dettagli

CONVENZIONE. TRA L Amministrazione Provinciale di Pesaro Servizio Politiche Sociali E

CONVENZIONE. TRA L Amministrazione Provinciale di Pesaro Servizio Politiche Sociali E COORDINAMENTO E SOSTEGNO DELLE ATTIVITA TRASVERSALI: ATTIVITA DI PREVENZIONE PRESSO GLI ISTITUTI SCOLASTICI E PERCORSI INTEGRATIVI AL SERVIZIO DI SOLLIEVO TERRITORIALE( MODULI PROGETTUALI DI FANO, PESARO,

Dettagli

Cascina Casottello. isola di incontro e di dialogo

Cascina Casottello. isola di incontro e di dialogo Cascina Casottello isola di incontro e di dialogo Coerentemente con volontà più allargata di costruire una Milano policentrica e sana la finalità del progetto è di realizzare coesione e rigenerazione del

Dettagli

L Associazione. Sos Bambini, attiva dal 2004, si propone di migliorare le condizioni di vita dei bambini dalla nascita all'adolescenza.

L Associazione. Sos Bambini, attiva dal 2004, si propone di migliorare le condizioni di vita dei bambini dalla nascita all'adolescenza. PROGETTI 2015-16 L Associazione Sos Bambini, attiva dal 2004, si propone di migliorare le condizioni di vita dei bambini dalla nascita all'adolescenza. Le nostre attività si svolgono principalmente in

Dettagli

Prove Esame di Stato

Prove Esame di Stato Prove Esame di Stato 2012 SEZ. A 1 Prova L Assistente Sociale specialista responsabile di un servizio sociale riceve dal proprio riferimento politico (Assessore alle politiche sociali) l incarico di redigere

Dettagli

Ecco il tuo campo. Una Chiesa tutta oratoriana. a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani

Ecco il tuo campo. Una Chiesa tutta oratoriana. a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani Ecco il tuo campo Una Chiesa tutta oratoriana a cura di Emanuele Fonzo FOI Forum Oratori Italiani L Oratorio oggi Oggi sono circa 6000 gli Oratori in Italia, promossi da parrocchie, associazioni, movimenti,

Dettagli

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA ORGANIZZAZIONE OPERA DI PADRE MARELLA Fondo straordinario di solidarietà da destinare al servizio mensa ANTONIANO DEI FRATI MINORI Fondo straordinario di solidarietà

Dettagli

Carta Dei Servizi. Servizio Assistenza Domiciliare Educativa In favore di minori e delle loro famiglie. Emessa il 14 Febbraio 2013 Versione 2.

Carta Dei Servizi. Servizio Assistenza Domiciliare Educativa In favore di minori e delle loro famiglie. Emessa il 14 Febbraio 2013 Versione 2. Carta Dei Servizi Servizio Assistenza Domiciliare Educativa In favore di minori e delle loro famiglie Emessa il 14 Febbraio 2013 Versione 2.0 Pagina 1 Premessa Il presente documento, denominato Carta dei

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA (PERCORSI PARALLELI E PROGETTI MIRATI DI TERRITORIO

SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA (PERCORSI PARALLELI E PROGETTI MIRATI DI TERRITORIO SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA (PERCORSI PARALLELI E PROGETTI MIRATI DI TERRITORIO Cenni storici Il Servizio S.F.A. nasce nel giugno del 2001 in conformità con quanto stabilito nel Capitolato speciale

Dettagli

SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO

SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO BANDO PER L ASSEGNAZINE DI UNA BORSA DI STUDIO anno pastorale 2013-2014 Presentazione Nell ambito della formazione degli educatori per l animazione oratoriale

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 SERVIZIO/UFFICIO Servizi alla Persona RESPONSABILE dott.ssa Silvana Casamassima OBIETTIVO N. 1 PESO 20 SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 4.3.1- Investimento: - avvio della Comunità socio- educativa per persone

Dettagli

Brochure Informativa. CIOFS-FP Emilia-Romagna Progetti formativi per un futuro concreto

Brochure Informativa. CIOFS-FP Emilia-Romagna Progetti formativi per un futuro concreto Centro Italiano Opere Femminili Salesiane Formazione Professionale CIOFS-FP E/R: Via Jacopo della Quercia, 4 40128 Bologna Tel. 051 361654 6316280 Fax 051 372123 ciofsbo@tin.it www.ciofsbo.org C.F. 92028510375

Dettagli

PIANO CONTRO LA POVERTÀ

PIANO CONTRO LA POVERTÀ PIANO CONTRO LA POVERTÀ LE AZIONI DELLA REGIONE LAZIO PER CONTRASTARE ARE VECCHIE E NUOVE FORME DI VULNERABILITÀ ASSESSORATO POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ Finanziamento del progetto

Dettagli

PIANO DI ZONA I triennio allegato n. 4

PIANO DI ZONA I triennio allegato n. 4 Scheda per la progettazione di dettaglio degli Interventi e dei Servizi PIANO DI ZONA I triennio allegato n. 4 Annualità: II ann. X Progetto di durata triennale AMBITO COMUNE DI BARI PROV Ba AUSL BA 1.1

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. IL GRANELLO COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Via Amalteo, 74-33078 San Vito al Tagliamento

Dettagli

Bilancio dei Bambini

Bilancio dei Bambini Asili nido comunali: n iscritti 2009 2010 2011 Var. % anno 2011-2010 Numero di strutture Asili nido Capienza dei posti disponibili Numero posti attivati Numero iscritti 27 28 28-1.214 1.254 1.258 0,32%

Dettagli

Area tematica: Sviluppo di un welfare comunitario e solidale

Area tematica: Sviluppo di un welfare comunitario e solidale Area tematica: Sviluppo di un welfare comunitario e solidale o Tutelare quantità e qualità delle prestazioni sociali di fronte alle trasformazioni del contesto politico e finanziario, e della struttura

Dettagli

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Proposta di accoglienza 1 Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Condizione necessaria L attuazione del presente progetto

Dettagli

visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dipendente del comparto Scuola sottoscritto il 26 maggio 1999;

visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale dipendente del comparto Scuola sottoscritto il 26 maggio 1999; Protocollo d intesa tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato Ministero) e Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (di seguito

Dettagli

Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive

Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive Nuove forme per l accoglienza familiare Firenze, 6 marzo 2013 Centro affidi e Centro adozioni: esperienze e prospettive Dott.ssa Sandra Di Rocco Responsabile P.O. Interventi per Minori e Famiglia del Comune

Dettagli

Arcidiocesi di Napoli, A.O.U. Federico II, Fondazione In Nome della Vita O.n.l.u.s.,

Arcidiocesi di Napoli, A.O.U. Federico II, Fondazione In Nome della Vita O.n.l.u.s., ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 063 DEL 11 FEBBRAIO 2014 PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO AL PROGETTO CONVERGENZE DI MEDICINA SOLIDALE tra Arcidiocesi di Napoli, A.O.U. Federico II, Fondazione In Nome della

Dettagli

Protocollo di Intesa per la realizzazione di una casa per la semiautonomia per donne e minori

Protocollo di Intesa per la realizzazione di una casa per la semiautonomia per donne e minori In data 26 Settembre 2008 è stato firmato il seguente protocollo: Protocollo di Intesa per la realizzazione di una casa per la semiautonomia per donne e minori Tra Solidea, Istituzione di genere femminile

Dettagli

Essere fratelli di. Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012

Essere fratelli di. Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012 Essere fratelli di Supporto psicologico ai fratelli di persone con gravi disabilità EDIZIONE 2012 Contesto di riferimento e obiettivi generali La famiglia è senza dubbio il luogo più importante per la

Dettagli

(Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE

(Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE (Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.35 del 28/09/2011 Art. 1 Oggetto L affido familiare

Dettagli

A. PROGETTO. A.1. Descrizione dettagliata

A. PROGETTO. A.1. Descrizione dettagliata A. PROGETTO A.1. Descrizione dettagliata Analisi dei bisogni: a quale bisogno risponde il progetto, e come questo bisogno è stato individuato Il progetto denominato Rimettere le ali alla formazione nasce

Dettagli

-Dipartimento Scuole-

-Dipartimento Scuole- CONSULTORIO AUGUSTA PINI -Dipartimento Scuole- 1 SERVIZI e PROGETTI ATTIVATI NELL ANNO 2012/2013 NELLE SCUOLE D INFANZIA DI BOLOGNA. RELAZIONE PER L ISTRUTTORIA PUBBLICA SUL TEMA I servizi educativi e

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale per l Inclusione) a.s. 2013/2014

P.A.I. (Piano Annuale per l Inclusione) a.s. 2013/2014 ISTITUTO SECONDARIO DI I GRADO ITALO CALVINO 29121 PIACENZA Sede Don Lorenzo Milani Via Boscarelli 23 tel. 0523 711562 fa 0523 460918 Sede Angelo Genocchi Via Stradella 51 tel. 0523 480496 fa 0523 498537

Dettagli

PUNTI LUCE Settembre 2015

PUNTI LUCE Settembre 2015 PUNTI LUCE Settembre 2015 ILLUMINIAMO IL FUTURO DEI BAMBINI CHI SIAMO Save the Children è la più importante organizzazione internazionale indipendente, dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo

Dettagli

UNA FAMIGLIA X UNA FAMIGLIA trasformare una buona prassi in una buona politica

UNA FAMIGLIA X UNA FAMIGLIA trasformare una buona prassi in una buona politica UNA FAMIGLIA X UNA FAMIGLIA trasformare una buona prassi in una buona politica Roma, 17/01/2013 Fondazione PAIDEIA onlus www.fondazionepaideia.it; info@fondazionepaideia.it Verso una nuova forma di affido

Dettagli

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l.

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. onlus IL PUNTO DI PARTENZA Società Cooperativa sociale a.r.l. ONLUS

Dettagli

I SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI IN PROVINCIA DI TRENTO

I SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI IN PROVINCIA DI TRENTO I SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI IN PROVINCIA DI TRENTO SERVIZI RESIDENZIALI I SERVIZI DI PRONTA ACCOGLIENZA: IL CENTRO PER L INFANZIA IL CENTRO DI PRONTA ACCOGLIENZA Il Centro per l Infanzia accoglie bambini

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola COMUNE DI ROMA MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola Protocollo D Intesa 2002-2005 1 Visto l art.21 della Legge 15 Marzo 1997

Dettagli

S uo u l o a l M e M di d a M T A E T R E IA I I I I R ligi g on o e n catt t o t l o ica Ita t liano

S uo u l o a l M e M di d a M T A E T R E IA I I I I R ligi g on o e n catt t o t l o ica Ita t liano SALESIANI DON BOSCO LA STORIA Una tradizione più che centenaria I SALESIANI OGGI A FIRENZE La Scuola Media Il Liceo Scientifico Residenza universitaria ParrocchiaOratorio Casa per ferie Sala Esse STILE

Dettagli

PROTOCOLLO ORIENTAMENTO per alunni con Bisogni Educativi Speciali Associazioni e Cooperative

PROTOCOLLO ORIENTAMENTO per alunni con Bisogni Educativi Speciali Associazioni e Cooperative AMBITO TERRITORIALE 9: CORSICO E RETE TERRITORIALE PER L INCLUSIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI CTI - Centro Territoriale Risorse per l Inclusione Gruppo di Progetto ORIZZONTI a.s. 2013-2014

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora.

Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora. Fondazione «L Ancora ONLUS» Via Marin Faliero, 97-37138 Verona - Tel. e Fax 045565988 - C.F. 93103260233 Sito web: www.fondazionelancora.org - E-mail: segreteria@fondazionelancora.org PREMESSA La Fondazione

Dettagli

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova solidar Chi siamo La mission Sol.Co. Mantova (Solidarietà e Cooperazione) è un consorzio di cooperative sociali impegnate nella

Dettagli

Riti di passaggio. Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere.

Riti di passaggio. Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere. Riti di passaggio Descrizione sintetica del bisogno territoriale a cui il progetto intende rispondere. L'associazione CIGD e gli enti partner del presente progetto individuano nei preadolescenti la fascia

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

SCHEDA PROGETTO FAMIGLIA DONNE E MINORI PROVINCIA DI CAGLIARI (05/05/2015)

SCHEDA PROGETTO FAMIGLIA DONNE E MINORI PROVINCIA DI CAGLIARI (05/05/2015) SCHEDA PROGETTO FAMIGLIA DONNE E MINORI PROVINCIA DI CAGLIARI (05/05/2015) Settore di intervento 1. Sistema dei servizi 2. Occupazione e formazione x 3. Scuola e Istruzione x 4. Casa/Alloggio 5. Salute

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROPOSTE DA PARTE DEGLI ORATORI ROMANI NELL AMBITO DEL PROGETTO AMBIENTI EDUCANTI

AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROPOSTE DA PARTE DEGLI ORATORI ROMANI NELL AMBITO DEL PROGETTO AMBIENTI EDUCANTI Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici Direzione Promozione Servizi per la Famiglia e la Gioventù U.O. Promozione di Attività Extrascolastiche di Progetti a sostegno dell infanzia, dell adolescenza

Dettagli

LE PROPOSTE DEL FORUM A.S. ALLA XIII COMMISSIONE AGRICOLTURA DELLA CAMERA

LE PROPOSTE DEL FORUM A.S. ALLA XIII COMMISSIONE AGRICOLTURA DELLA CAMERA LE PROPOSTE DEL FORUM A.S. ALLA XIII COMMISSIONE AGRICOLTURA DELLA CAMERA Consegnate alla Commissione agricoltura della Camera dei deputati il 26 aprile 2012 1. Il Forum per una legge nazionale Il Forum

Dettagli

Unione europea Fondo sociale europeo REGIONE LIGURIA Provincia di Genova. il progetto

Unione europea Fondo sociale europeo REGIONE LIGURIA Provincia di Genova. il progetto Unione europea Fondo sociale europeo REGIONE LIGURIA Provincia di Genova il progetto l origine del progetto Il progetto MENTEALLAVORO Laboratorialmente nasce dalla volontà di mettere in Rete esperienze,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Comune di Firenze CARATTERISTICHE PROGETTO 2) Titolo del progetto: EOS Interventi di

Dettagli

Si ricorda che: SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

Si ricorda che: SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Si ricorda che: - LA DOMANDA DI SERVIZIO CIVILE VA INVIATA A : PER LA SEDE DI SASSARI: COSPES SALESIANI SARDEGNA VIA DE MARTINI N. 18 07040 SASSARI (SS) PER LA SEDE DI CAGLIARI: PARROCCHIA S. PAOLO, PIAZZA

Dettagli

LINEE GUIDA. Premessa

LINEE GUIDA. Premessa LINEE GUIDA Premessa Poste Insieme Onlus nasce il 16 aprile 2015 dalla volontà di Poste Italiane SpA di promuovere e sviluppare una organica presenza istituzionale di ambito nazionale e territoriale a

Dettagli

Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015

Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015 Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015 INDICE CHI SIAMO E COSA FACCIAMO 3 CONTESTO E SITUAZIONE PROBLEMATICA 5 IL NOSTRO PROGETTO 5 2 CHI SIAMO E COSA FACCIAMO Siamo una rete di organizzazioni per l

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI.

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI. PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI. Denominazione Ente: Fondazione famiglia materna Indirizzo: via Saibanti 6 Recapito telefonico: 0464435200 Referente per i contatti con i giovani:

Dettagli

Natale Solidale 2014

Natale Solidale 2014 Natale Solidale 2014 Natale Solidale 2014 Un regalo natalizio per i vostri collaboratori e per i vostri clienti è un gesto che rinsalda un legame e può anche essere l occasione di trasmettere l impegno

Dettagli

PROGETTO INFORMAGIOVANI

PROGETTO INFORMAGIOVANI IL BORGO Società Cooperativa Via Quinzani, 9-26029 SONCINO CR Tel. e fax 0374 83675 E-mail: ilborgo@libero.it CF e P.I. 01137010193 PROGETTO INFORMAGIOVANI CCIAA Cremona n. 20508/1977 - iscritta al nr.

Dettagli