1. INTRODUZIONE Indicatori di qualità: definizione ed uso IL PROCESSO: VISIONE D'INSIEME INTRODUZIONE DEL PROGETTO...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. INTRODUZIONE...2. 1.1. Indicatori di qualità: definizione ed uso... 2 2. IL PROCESSO: VISIONE D'INSIEME... 3 3. INTRODUZIONE DEL PROGETTO..."

Transcript

1 Indice 1. INTRODUZIONE Indicatori di qualità: definizione ed uso IL PROCESSO: VISIONE D'INSIEME INTRODUZIONE DEL PROGETTO Identificazione di un coordinatore di progetto Identificazione di un team principale VALUTAZIONE DEL SERVIZIO Primo incontro: valutazione del servizio Questionario principale Questionario cartelle cliniche Analisi dei risultati IDENTIFICAZIONE DEGLI OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO Secondo incontro: formulare gli obiettivi di miglioramento IMPLEMENTAZIONE DELLE STRATEGIE Terzo incontro: identificazione delle azioni Monitoraggio del processo Post test VALUTAZIONE DELL'INTERVENTO Discussione dei risultati ottenuti ISTRUZIONI PER L'ACCESSO AI QUESTIONARI APPENDICI E CHECKLISTS (MATERIALE OPZIONALE)

2 1. INTRODUZIONE Questo manuale è stato sviluppato per i professionisti che si occupano di cure palliative e che sono interessati all implementazione di Indicatori di Qualità (IQ) per migliorare l organizzazione delle cure. Questo manuale intende supportare i professionisti nell : acquisire conoscenze sugli Indicatori di Qualità europei; usare gli Indicatori di Qualità per fare una valutazione dell organizzazione del servizio in cui lavorano; scegliere obiettivi di miglioramento e implementare questi obiettivi nella pratica quotidiana. Il presente manuale è basato sull esperienza del settimo programma quadro europeo IMPACT Project (IMplementation of quality indicators in PAlliative Care study), il cui scopo è duplice: sviluppare strategie ottimali per migliorare l organizzazione delle cure palliative rivolte a pazienti oncologici e con demenza in Europa; indagare i fattori che possono influenzare l efficacia di tali strategie. Il gruppo di ricerca, con sede in cinque stati europei (Inghilterra, Germania, Italia, Norvegia ed Olanda), ha reclutato per questo progetto diversi servizi che forniscono cure palliative per pazienti oncologici e con demenza (ospedali, hospices, case di cura e servizi di cure primarie). Ogni servizio ha valutato la propria organizzazione interna usando gli Indicatori di Qualità selezionati ed ha lavorato per innalzare la qualità delle cure in aree specifiche, dove cioè gli Indicatori di Qualità avevano evidenziato delle carenze che necessitavano di un miglioramento. I questionari descritti nel presente manuale sono anche disponibili on-line sul sito: Indicatori di qualità: definizione ed uso Data l importanza che a livello europeo viene riservata al controllo della qualità ed al miglioramento dei sistemi sanitari, diviene sempre più necessario adottare e conformarsi a standard sanitari condivisi nonché a misurare e confrontare i risultati sulle cure fornite. Tutto ciò è possibile mediante l uso degli Indicatori di Qualità. Gli Indicatori di Qualità sono elementi chiaramente definiti e misurabili relativi a strutture, processi e risultati della cura che possono essere utilizzati per individuare le aree che necessitano di un miglioramento. 1 1 Campbell SM, Braspenning J, Hutchinson A, Marshall MN: Research methods used in developing and applying quality indicators in primary care. BMJ 2003, 326: Pagina 2

3 Gli Indicatori di Qualità rappresentano perciò un concetto chiave per il controllo della qualità in quanto dalla loro applicazione possiamo valutare la bassa o alta qualità di ogni processo, in questo caso relativo alle cure palliative. Sono stati sviluppati diversi Indicatori di Qualità per valutare and implementare le cure palliative dedicate a pazienti oncologici e con demenza. Per identificare gli indicatori che erano rilevanti per il progetto IMPACT, i ricercatori hanno inizialmente svolto una revisione della letteratura sui gruppi di indicatori esistenti nell organizzazione delle cure palliative: il risultato è stato di oltre 600 Indicatori di Qualità identificati. Questo numero è stato ridotto da un ampio gruppo di esperti internazionali che hanno selezionato 23 Indicatori di Qualità finali considerati i più utili nel valutare l organizzazione delle cure palliative. 2. IL PROCESSO: VISIONE D INSIEME Valutare l organizzazione delle cure palliative del servizio è il primo passo per il miglioramento: compilando due questionari digitali, basati sui 23 Indicatori di Qualità selezionati, verrà creato un profilo del servizio. Sulla base dei risultati emersi, il servizio deciderà quali aspetti possono essere migliorati. La figura 1 illustra il processo di miglioramento. I passaggi del processo e le loro modalità di realizzazione saranno descritti nel dettaglio nei paragrafi seguenti. Figura 1 Pagina 3

4 3. INTRODUZIONE DEL PROGETTO Per iniziare il progetto, è bene individuare le persone che più di tutte saranno attive nell implementare il processo di miglioramento. Per questo è utile identificare un coordinatore ed un gruppo di lavoro principale che prevalentemente porterà avanti le attività Identificazione di un coordinatore di progetto Prima di iniziare il progetto, è auspicabile eleggere una persona che assumerà il ruolo di coordinatore. Dato che il progetto richiede un lavoro di gruppo, è importante identificare una persona che possa coordinare i membri del team. Il coordinatore sarà il responsabile di varie mansioni: organizzazione delle riunioni monitoraggio delle fasi e dei risultati dei progetti assegnazione dei compiti legati alle fasi del progetto divulgazione delle informazioni tra i membri del team principale e degli altri professionisti del vostro servizio Identificazione del team principale Sebbene l uso e l implementazione degli Indicatori di Qualità dovrebbe coinvolgere l intero servizio e tutti i membri dell equipe, è consigliabile identificare un team principale che gestirà il progetto e parteciperà regolarmente alle riunioni. Il team principale dovrebbe essere un gruppo multidisciplinare composto da professionisti con differenti ruoli che abitualmente provvedono alla cura diretta dei pazienti (medico, infermiere, operatore socio sanitario, psicologo, fisioterapista, etc. ). Anche i responsabili e/o dirigenti del servizio (direttore sanitario, responsabile delle risorse umane, etc.) dovrebbero essere invitati a partecipare. 4. VALUTAZIONE DEL SERVIZIO Scopo della fase di valutazione è quella di ottenere una descrizione reale dell organizzazione del servizio. Pagina 4

5 A questo scopo saranno utilizzati due questionari: un Questionario principale relativo ai processi ed alle prestazioni di cura fornite ed un Questionario cartelle cliniche relativo alla documentazione contenuta nelle cartelle dei pazienti Primo incontro: valutazione del servizio Durante la prima riunione, i due questionari sopra menzionati dovranno essere usati per valutare l organizzazione delle cure. Preparazione precedente alla prima riunione: Identificare una persona che leggerà ad alta voce le domande a tutto il gruppo ed inserirà in tempo reale le risposte date Organizzare una tavola rotonda in una stanza tranquilla per facilitare una discussione aperta tra i partecipanti. I. E importante considerare che non ci sono risposte giuste o sbagliate. Al fine di migliorare gli aspetti deboli del vostro servizio, è fondamentale descrivere la situazione reale, non quella auspicabile Questionario principale Tempo stimato: 30 minuti Il responsabile del gruppo di lavoro leggerà le domande ad alta voce e tutti i membri del team dovranno partecipare alla discussione ed esprimere le loro opinioni. La discussione tra i partecipanti dovrebbe continuare fino a quando non venga raggiunto il consenso. Il Questionario è diviso in sei sezioni: a) Accesso alle cure palliative: questa sezione analizza la reperibilità di professionisti o di un team specializzato nel servizio; accesso del personale agli strumenti; presenza di un servizio di supporto al lutto, disponibilità di medicinali e procedure di trasferimento durante il passaggio di pazienti tra un servizio e l altro. b) Infrastrutture: questa sezione esplora le dotazioni e le facilitazioni presenti all interno del servizio per i pazienti e le loro famiglie. Pagina 5

6 c) Strumenti di valutazione: questa sezione indaga i test validati ed i metodi che sono usati dal servizio per valutare i sintomi ed i bisogni fisici, sociali, mentali e spirituali. d) Team: questa sezione valuta l equipe multidisciplinare presente nella struttura/organizzazione e) Qualità: questa sezione analizza le linee guida utilizzate per le persone che necessitano di cure palliative e per la valutazione della qualità dei servizi forniti f) Formazione: questa sezione si focalizza sui percorsi formativi accreditati in cure palliative frequentati dal professionisti. Ora puoi andare al Questionario principale (contenuto in Programme X folder- Main Questionnaire ) ed inserire le risposte Questionario cartelle cliniche Tempo stimato: 20 minuti Uno o due membri del team dovranno compilare il Questionario cartelle cliniche. Per rispondere alle domande le persone incaricate dovranno selezionare dieci cartelle cliniche di pazienti che di recente hanno avuto bisogno di cure palliative. Il Questionario cartelle cliniche è diviso in due sessioni: a) Informazioni condivise: questa sezione esplora la documentazione che attesta la discussione e condivisione tra il servizio, il paziente e/o i suoi famigliari delle decisioni cliniche e dei bisogni del paziente. b) Documentazione delle tempistiche: questa sezione si focalizza sui tempi delle valutazioni dei sintomi e dei bisogni fisici, sociali, psicologici e spirituali del paziente. Ora puoi andare al Questionario cartelle cliniche (contenuto in Programme X folder- Medical record Questionnaire ) ed inserire le risposte Analisi dei risultati Per i dettagli su come compilare i questionari usando il proprio computer, si prega di fare riferimento al paragrafo Istruzioni per accedere ai questionari del presente manuale IMPACT. I risultati verranno mostrati in due modi: Pagina 6

7 TABELLA. La tabella contiene una lista numerata di tutti gli Indicatori di Qualità dei questionari e le risposte date dal servizio. Vengono utilizzati colori ed immagini diverse per indicare quando l Indicatore è stato raggiunto, non raggiunto oppure raggiunto solo parzialmente: - Quando l Indicatore è verde ed è accompagnato da questa immagine [felice], significa che l Indicatore è stato raggiunto. Ciò indica che il servizio ha risposto si alle relative domande. Quindi non necessita di migliorare questi aspetti nell organizzazione delle cure. - Quando l Indicatore è rosso ed è accompagnato da questa immagine [triste], significa che l Indicatore non è stato raggiunto. Ciò indica che il servizio ha risposto no alle relative domande. Quindi necessita di migliorare questi aspetti nella sua organizzazione. - Quando l Indicatore è giallo ed è accompagnato da questa immagine [neutro], significa che l Indicatore è stato raggiunto solo parzialmente. Ciò indica che il servizio ha risposto si solo ad alcune delle relative domande o che la prestazione di cura indicata nella domanda è fornita solo ad alcuni pazienti/familiari/professionisti, ma non a tutti loro. Quindi il servizio potrebbe necessitare un miglioramento di alcuni aspetti nell organizzazione. ISTOGRAMMA (GRAFICO A BARRE) L istogramma permette di ottenere una panoramica generale del numero di Indicatori di Qualità raggiunti, non raggiunti o raggiunti solo parzialmente. - La barra verde indica il numero totale degli Indicatori raggiunti. - La barra rossa indica il numero totale degli Indicatori non raggiunti. - La barra gialla indica il numero totale degli Indicatori raggiunti solo parzialmente. Pagina 7

8 5. IDENTIFICAZIONE DEGLI OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO Nella seguente sezione viene descritto come il servizio, partendo dagli aspetti dell organizzazione che appaiono carenti alla fase di valutazione, possa impostare degli obiettivi di miglioramento. Sulla base dei risultati della valutazione, sarà quindi necessario identificare tra gli Indicatori non raggiunti o solo parzialmente raggiunti quelli che realisticamente possono essere migliorati all interno del servizio Seconda incontro: formulare gli obiettivi di miglioramento Tempo stimato: 1 ora e 30 minuti Dopo l analisi, possono essere utilizzate le Appendici 1 e 2 e la correlata Checklist 2 per fare una lista di priorità degli Indicatori considerati più importanti e fattibili da migliorare. Il progetto IMPACT consiglia di iniziare lavorando su di un obbiettivo che sia relativamente facile da modificare: tenete presente questo quando fate una lista di priorità. Si comincia quindi dall Indicatore che ha la massima priorità per proseguire con gli altri lungo la lista. Se il servizio decide di lavorare su più obiettivi contemporaneamente, consigliamo di non affrontare più di tre obiettivi contemporaneamente. Per impostare un obiettivo di miglioramento si consiglia di: Valutare la situazione corrente Determinare la situazione auspicabile/desiderabile Determinare se la situazione auspicabile/desiderabile è una soluzione al problema Determinare in quali tempi il problema può essere risolto Formulare l obiettivo di miglioramento in una maniera specifica, misurabile, appropriata, realistica e con tempi ragionevoli (SMART) Controllare la fattibilità dell obiettivo di miglioramento Considerare possibili barriere o facilitatori al miglioramento dell obiettivo Questo può essere documentato nell Appendice 3 e 4 e le correlate Checklist 3 e 4. Pagina 8

9 Dopo aver impostato l obiettivo di miglioramento, dovrebbero essere seguiti i seguenti espedienti durante le riunioni: Eleggere un responsabile per ogni obiettivo: il responsabile assegna ai suoi colleghi i compiti necessari per raggiungere l obiettivo. Eleggere un coordinatore di progetto: deve monitorare i progressi dell obiettivo da implementare e tenere traccia delle fasi del processo. Es: scrivere i tempi e/o documentare la progressione del progetto. 6. IMPLEMENTAZIONE DELLE STRATEGIE Per raggiungere gli obiettivi di miglioramento, il servizio svilupperà strategie specifiche per permettere il raggiungimento degli Indicatori di Qualità. E necessario progettare ed implementare strategie che si adattino al meglio al vostro servizio e che siano adeguate al raggiungimento degli obiettivi individuati. Qui un elenco di strategie che potrebbero essere usate dal servizio, tenendo conto che ogni servizio può adattare le strategie in base alle proprie caratteristiche o ne può sviluppare di nuove. Elenco di strategie possibili: Metodi educativi, materiali e strategie: Lezioni frontali Giornate di studio Giochi di ruolo Educazione interattiva Carte informative Video educativi Visita ad altre strutture Mentoring Educazione informatica/on-line training Osservazione clinica pratica Supervisioni e monitoraggio: Monitoraggio della performance Pagina 9

10 Supervisione giornaliera Riunioni di gruppo: Video-conferenze Incontri multidisciplinari dello staff Cinque minuti di aggiornamento al termine/inizio di ogni riunione Qualità della gestione: Implementazione di nuovi servizi di assistenza medica Registrazione dei sintomi in cartella digitale Sviluppo di documentazione appropriata (es. fogli informativi) Sviluppo di linee guida e standard da seguire Programmi di supporto psico-sociale Collaborazione multiprofessionale: Lavoro interprofessionale Assegnazione di responsabilità 6.1. Terzo incontro: identificazione delle azioni Tempo stimato: 1 ora e 30 minuti Durante questo meeting, i membri del team principale identificheranno tutti i passaggi richiesti per realizzare l obiettivo di implementazione specifico. Poiché è molto probabile che le strategie utilizzate per raggiungere gli obiettivi implichino diverse azioni, ogni azione identificata dovrebbe essere descritta secondo la modalità SMART: specifica, misurabile appropriata, realistica e temporalmente definita. I passaggi possono essere documentati nell Appendice 5 e nella correlata Checklist 5: per ogni passaggio occorre stabilire una scadenza ed affidarne l esecuzione ad un responsabile. Va tenuto in considerazione che nel processo di implementazione non è necessario seguire un ordine rigido prestabilito, ma i passaggi possono variare ed essere modificati lungo il percorso se si ravvisa la necessità. Tuttavia, è bene essere il più dettagliati possibile nei passaggi specificandone Pagina 10

11 lo stato di avanzamento, quando l azione dovrebbe essere completata e da chi. Questo aiuterà il servizio ad essere più efficace nel raggiungimento dei vostri obiettivi Monitoraggio del processo Il team principale che sta lavorando al raggiungimento degli obiettivi di miglioramento dovrebbe organizzare regolarmente delle riunioni per monitorare i progressi del processo di implementazione. Questo dovrebbe dare ai professionisti l opportunità di condividere le attività ed i compiti su cui stanno lavorando o i relativi cambiamenti: tale passaggio è fondamentale per la buona riuscita del progetto. I verbali delle riunioni, le difficoltà riscontate durante il percorso, eventuali modifiche o adattamenti alla strategia di implementazione, dovrebbero essere documentate dal coordinatore di progetto così che ogni informazione rilevante venga resa disponibile e se necessario possa essere recuperata. Esempio Se il servizio ha scelto il seguente obiettivo di miglioramento Valutare il grado di soddisfazione dei familiari dei pazienti bisognosi di cure palliative verso il servizio, deve formularlo secondo il metodo SMART sopra indicato. In base alle caratteristiche del servizio, un esempio di tale formulazione può essere il seguente: Sviluppare un questionario di soddisfazione entro Aprile e proporlo ai familiari di tutti i pazienti ricoverati da almeno 20 giorni. Dopo avere considerato eventuali barriere e facilitatori per raggiungere gli obiettivi di miglioramento (Appendice 4: Barriere e facilitatori individuati), il gruppo discute ed identifica quali compiti devono essere completati per raggiungere gli obiettivi: sviluppo del questionario, formulazione della procedura di raccolta ed analisi dei dati, organizzazione di una riunione formativa rivolta ai colleghi sull uso del questionario. A questo punto, può essere compilata l Appendice 5 (Implementazione delle strategie) in cui vengono indicati i compiti da svolgere e chi ne è il principale responsabile. Il coordinatore di progetto dovrà quindi organizzare le riunioni tra i Pagina 11

12 membri del team principale, scrivere i verbali e tenere traccia dei progressi compiuti rispetto ai compiti individuati Post test Al termine del progetto, ovvero quando i risultati saranno stati raggiunti, raccomandiamo di rivalutare il servizio completando nuovamente i due questionari utilizzati nella fase iniziale di valutazione. Questo vi permetterà di apprezzare i cambiamenti e miglioramenti realizzati durante il progetto attraverso l implementazione degli Indicatori di Qualità. 7. RIUNIONE FINALE E DISSEMINAZIONE DEI RISULTATI OTTENUTI Una volta raggiunti gli obiettivi di miglioramento, il team principale potrà organizzare una riunione finale invitando tutti i colleghi dell equipe, anche quelli che non sono stati direttamente coinvolti nel processo di implementazione, al fine di discutere ed informare in merito ai risultati ottenuti Discussione dei risultati Durante la riunione finale, i risultati emersi al post test dovrebbero essere riassunti ed analizzati dai professionisti. In particolare, i seguenti punti dovrebbero essere discussi: In che misura l obiettivo di implementazione è stato raggiunto? In che misura i risultati raggiunti corrispondono alla situazione desiderabile attesa? I professionisti come hanno sperimentato i processi e le strategie di miglioramento? Se gli obiettivi non sono stati raggiunti: per quale motivo? Se gli obiettivi sono stati raggiunti: come lo staff può mantenerli nella pratica clinica quotidiana all interno del servizio? Per documentare questi passaggi, può essere utilizzata l Appendice 6. Pagina 12

13 8. ISTRUZIONI PER ACCEDERE AI QUESTIONARI Per accedere al Questionario principale e al Questionario cartelle cliniche, aprire la cartella Programma X, che contiene due sottocartelle Win e Mac. I materiali contenuti nella chiavetta USB di IMPACT (il presente manuale, il questionario compilabile ed il video informativo sul progetto) sono anche disponibili on-line al sito 1. Per iniziare il questionario, in base al sistema operativo del pc, cliccare su ImpactQuestionaries (.exe/.app) e apparirà la pagina qui sotto. Cliccare sulla bandiera corrispondente alla lingua (italiano, inglese, francese, olandese, polacco, spagnolo, tedesco). 2. Per iniziare il questionario occorre creare un nuovo utente: cliccare sul bottone Nuovo gruppo ed inserire uno username ed una password. Si possono creare diversi utenti. In questo modo, se per esempio il servizio è composto da diversi reparti, ognuno di questi può compilare il proprio questionario. 3. Per accedere al questionario, cliccare sul bottone Enter. Per uscire, premere il tasto Esci. Pagina 13

14 4. All interno si trova trovi una lista di Questionari ( Questionario principale e Questionario cartelle cliniche) divisi in PRE e POST. PRE significa che questi questionari dovrebbero essere compilati prima del processo di implementazione, allo scopo di valutare il servizio; POST solo una volta che il processo è terminato, allo scopo di valutare i cambiamenti apportati. Sulla barra del menu, il bottone Login permette di tornare alla pagina precedente, mentre Esci di chiudere il programma. Sul lato destro dello schermo sono visibili diverse icone: la prima icona serve per stampare la versione in carta bianca del questionario, nel caso durante gli incontri si desideri distribuire la versione su carta ai membri del team la seconda icona è da utilizzare solo quando la versione digitale del questionario è già stata compilata e si vogliono stampare i risultati la terza icona si utilizza per iniziare o continuare la versione digitale del questionario, ciò significa che si può compilare il questionario direttamente mediante il proprio computer la quarta icona è da utilizzare per controllare i risultati del questionario già compilato, ma non per stamparli Pagina 14

15 5. Per aprire il Questionario Principale, clicca su Questionario Principale PRE o POST. Per rispondere alla domanda che appare sullo schermo, occorre selezionare una delle risposte disponibili. Per continuare e passare alla domanda successiva, premi il tasto Freccia sulla destra. Ricorda: per continuare è richiesta la selezione di una risposta. Se vuoi conoscere il numero di domande rimaste per completare il questionario, puoi trovare questa informazione sul lato sinistro dello schermo. Se necessiti di una pausa, puoi interrompere il questionario in qualsiasi momento cliccando sul tasto Home. Le tue risposte verranno salvate e potrai proseguire in seguito. 6. Per aprire il Questionario cartelle cliniche, clicca su Questionario Cartelle Cliniche PRE o POST. Si apre una tabella: per ogni aspetto, occorre selezionare la risposta giusta (si/no/non disponibile). Ciò deve essere ripetuto per ognuno dei pazienti identificati. Per continuare, premi il tasto Freccia sulla destra. Ricorda: per continuare è sempre richiesta la selezione di una risposta. Se necessiti di una pausa, puoi interrompere il questionario in qualsiasi momento cliccando sul tasto Home. Le tue risposte verranno salvate e potrai proseguire in seguito. Pagina 15

16 Pagina 16

17 9. APPENDICI AND CHECKLISTS (MATERIALE OPZIONALE) APPENDICE 1: ASPETTI CHE SONO RISULTATI CARENTI # Aspetto I. II. III. IV. V. APPENDICE 2: LISTA DI PRIORITÀ E DESCRIZIONE DETTAGLIATA DEGLI ASPETTI CHE DEVONO ESSERE IMPLEMENTATI Aspetto Priorità Descrizione dell aspetto Pagina 17

18 CHECKLIST-APPENDICE 2 Discutere i risultati tra professionisti Fare un inventario di tutti gli obiettivi di miglioramento Determinare quali obiettivi riceveranno attenzione Lista di priorità degli obiettivi (usare l appendice 2) APPENDICE 3: FORMULAZIONE DEGLI OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO Data: Aspetto: Descrivere la situazione corrente: Descrivere la situazione futura auspicabile. Ricordare che questa descrizione dovrebbe essere Specifica, Misurabile, Appropriata, Realistica, Temporalmente misurabile e comprensibile a tutti: Obiettivi che derivano dalla situazione futura auspicata: Descrivere in quali termini e misure si vuole raggiungere l implementazione dell obiettivo Pagina 18

19 Descrivere quando si vuole raggiungere l implementazione dell obiettivo. Specificare la data: Descrivere perchè il raggiungimento dell implementazione dell obbiettivo potrebbe migliorare la situazione corrente: Commenti: CHECKLIST-APPENDIX 3 Raggiungere l obiettivo è la massima priorità per ogni professionista coinvolto L obiettivo è realistico Raggiungere l obiettivo risolve il problema o è un importante step attraverso cui risolvere il problema Non è una via semplice per risolvere il problema Non è troppo complicato affrontare l obiettivo di miglioramento Se la situazione preferibile non incontra le preferenze di tutti, è possibile tornare alla situazione corrente Non è complicate mantenere la situazione preferibile La situazione preferibile è chiara a tutti i partecipanti Pagina 19

20 La situazione preferibile è percepita come un importante contributo alla qualità delle cure APPENDICE 4: BARRIERE E FACILITATORI Aspetti Barriere efacilitatori CHECKLIST-APPENDICE 4 Determinare perchè la situazione preferable non è stata raggiunta Tutti hanno avuto la possibilità di segnalare le barriere e i facilitatori su cui hanno riflettuto Identificare barriere e facilitators Barriere e facilitatori sono stati inseriti nell appendix 4 Se sono state identificate solo barriere immodificabili o la totale carenza di facilitatori dovrà essere formulato un altro obiettivo di miglioramento. APPENDICE 5: STRATEGIA DI MIGLIORAMENTO Data: Obiettivo da implementare: Principale intervento (es: training delle abilità comunicative,implementazione di strumenti di valutazione Pagina 20

21 del dolore, etc.): Azioni(più dettagliate possibili:cosa deve essere fatto,quanto,chi lo deve fare,usando quali strumenti?) Fatto da Data Programmata Data completamento Stima dell investimento in materiali che viene richiesto al servizio: (Cosa? Quanto?) Stima dell investimento temporale richiesto al servizio: APPENDICE 6: VALUTAZIONE Obiettivo di miglioramento: In quale misura l obiettivo di implementazione è stato raggiunto? In quale misura i risultati raggiunti corrispondono alla situazione preferibile attesa? Come i professionisti hanno sperimentato i processi e le strategie di miglioramento (quanto ogni professionista è stato coinvolto nel processo, ognuno ha portato a termine i compiti assegnati, quale e come è stata la partecipazione dei partecipanti alle riunioni, quanto tempo è stato investito nella realizzazione, cosa avreste fatto ad oggi in maniera differente)? Se l obiettivo non è stato realizzato: perché non sono stato raggiunto? Pagina 21

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

GiADA. Piattaforma multimediale per la valutazione e la Gestione Interattiva Abilità Di Apprendimento. Guida pratica per l'insegnante

GiADA. Piattaforma multimediale per la valutazione e la Gestione Interattiva Abilità Di Apprendimento. Guida pratica per l'insegnante GiADA Piattaforma multimediale per la valutazione e la Gestione Interattiva Abilità Di Apprendimento Guida pratica per l'insegnante Indice Introduzione Cos'è Giada? 4 Progetti di valutazione - Intervento

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente E.C.M. Educazione Continua in Medicina MyEcm Manuale utente Versione 1.0 giugno 2013 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 3 1. Introduzione 4 2. Registrazione 5 3. Accesso a myecm 8 4. Home

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. MyEcm. Manuale utente E.C.M. Educazione Continua in Medicina MyEcm Manuale utente Versione 1.3.3 Ottobre 2014 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 3 1. Introduzione 4 2. Registrazione 5 3. Accesso a myecm 8 3.1

Dettagli

Monitor Orientamento. Manuale Utente

Monitor Orientamento. Manuale Utente Monitor Orientamento Manuale Utente 1 Indice 1 Accesso al portale... 3 2 Trattamento dei dati personali... 4 3 Home Page... 5 4 Monitor... 5 4.1 Raggruppamento e ordinamento dati... 6 4.2 Esportazione...

Dettagli

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2 Manuale Utente Indice 1. Introduzione 2 2. Installazione di Geosat Suite 2 3. Prima connessione 2 4. Operazioni Base 3 4.1 Come avviare la Suite 3 4.2 Come chiudere la Suite 4 4.3 Come cambiare la lingua

Dettagli

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE GUIDA ALLA NAVIGAZIONE Benvenuti nel corso on-line PRIMAeT per l'educazione e la formazione professionale nella gestione del rischio psicosociale in ambiente di lavoro. PRIMAeT si propone di aumentare

Dettagli

GUIDA RAPIDA ABCD SW. Progetto Finanziato da:

GUIDA RAPIDA ABCD SW. Progetto Finanziato da: ABCD SW GUIDA RAPIDA Il manuale ha lo scopo di guidare il tutor e/o il genitore nell utilizzo del software didattico ABCD disegnato secondo le specifiche ABA. Progetto Finanziato da: NOTA 1: Il software

Dettagli

Come iniziare a usare Google Drive

Come iniziare a usare Google Drive Come iniziare a usare Google Drive Per registrarsi: occorre avere già o aprirsi un account su GMAIL (la posta elettronica di Google) Per aprire un account su gmail https://accounts.google.com/signup?hl=it

Dettagli

Manuale utente. Manuale utente per la fruizione del corso. (Aggiornato agosto 2011) Page 1 of 20

Manuale utente. Manuale utente per la fruizione del corso. (Aggiornato agosto 2011) Page 1 of 20 Manuale utente Manuale utente per la fruizione del corso (Aggiornato agosto 2011) Page 1 of 20 INDICE Introduzione... 3 Accesso alla piattaforma... 3 Ritornare alla Home... 4 Eseguire Logout... 4 Modificare

Dettagli

WINDOWS XP. Aprire la finestra che contiene tutte le connessioni di rete in uno dei seguenti modi:

WINDOWS XP. Aprire la finestra che contiene tutte le connessioni di rete in uno dei seguenti modi: Introduzione: VPN (virtual Private Network) è una tecnologia informatica che permette, agli utenti autorizzati, di collegare i PC personali alla rete del nostro Ateneo, tramite la connessione modem o ADSL

Dettagli

Guida all uso. Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet).

Guida all uso. Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet). Guida all uso Guida all uso Questa Guida contiene le istruzioni per agevolarti nell uso del tuo ME book in tutte le sue versioni (computer e tablet). La Guida è sempre disponibile all interno della tua

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Guida iscrizione Community. istruzione.social.marche.it

Guida iscrizione Community. istruzione.social.marche.it Guida iscrizione Community istruzione.social.marche.it 1. Collegarsi con un browser all indirizzo : http://istruzione.social.marche.it 2. Viene visualizzata la seguente schermata di cohesion : 3. Se siete

Dettagli

Guida Moderatori e Conduttori

Guida Moderatori e Conduttori STEP ONE: Login to OnSync Guida Moderatori e Conduttori Guida Moderat ori e Condutt ori pag. Ultimo aggiornamento 10/2012 STEP ONE: Login to OnSync Cap. I - Quick Start Guide Guida Moderat ori e Condutt

Dettagli

Guida al sito del CSV

Guida al sito del CSV www.csv.vda.it Guida al sito del CSV Come è strutturato, come si aggiorna Il CSV, da sempre attento alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie, ha ritenuto necessario dotarsi di un nuovo sito internet.

Dettagli

http://arezzo.motouristoffice.it

http://arezzo.motouristoffice.it Istruzioni l invio telematico della DICHIARAZIONE PREZZI E SERVIZI, per l installazione del lettore Smart Card, e l installazione di DIKE http://arezzo.motouristoffice.it 1 Vi sarà sufficiente inserire

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Manuale di istruzioni

Manuale di istruzioni Manuale di istruzioni GESTIRE IL MERCATO ONLINE Pagina La Pagina Centrale...1 L Area di Lavoro...1 Inserimento dei vostri prodotti...2 Trovare offerte e richieste...3 Fare e ricevere proposte...4 Accettare

Dettagli

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini,

Dettagli

ESERCIZI BASE SU MOODLE

ESERCIZI BASE SU MOODLE ESERCIZI BASE SU MOODLE ORGANIZZARE IL PROPRIO PROFILO ACCEDERE A MOODLE www.itisrossiformazione.it inserire username e password personale e premere il pulsante Login DESCRIZIONE DELL AMBIENTE Dopo il

Dettagli

Tutorial sulla funzione Scan & Ship

Tutorial sulla funzione Scan & Ship Tutorial sulla funzione Scan & Ship 2012 Amazon o società affiliate. Tutti i diritti riservati. INTRODUZIONE Benvenuto, in questo tutorial ti mostreremo come è facile per i venditori creare le spedizioni

Dettagli

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE Sommario 1. Introduzione... 3 2. Registrazione... 3 3. Accesso alla piattaforma (login)... 4 4. Uscita dalla piattaforma (logout)... 5 5. Iscriversi a

Dettagli

GUIDA VELOCE PER TRAINER

GUIDA VELOCE PER TRAINER GUIDA VELOCE ~ 6 ~ GUIDA VELOCE PER TRAINER Perché usare il toolkit di EMPLOY? In quanto membro del personale docente, consulente di carriera, addetto al servizio per l impiego o chiunque interessato ad

Dettagli

Moodle per docenti. Indice:

Moodle per docenti. Indice: Abc Moodle per docenti Indice: 1. 2. 3. 4. ACCEDERE ALL INTERNO DELLA PIATTAFORMA MOODLE. pag 1 INSERIRE UN FILE (es. Piano di lavoro e Programmi finali)... pag 4 ORGANIZZARE UN CORSO DISCIPLINARE (inserire

Dettagli

Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015]

Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015] Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Introduzione... 2 Guida all installazione... 2 Login...

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2014 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Manuale Helpdesk per utenti

Manuale Helpdesk per utenti Manuale Helpdesk per utenti Il giorno 1 Agosto 2009 partirà il nuovo sistema per l helpdesk on-line, ovvero uno strumento che permetterà agli utenti di sapere in ogni momento 1) quale tecnico CED ha in

Dettagli

Nota informativa ISO/IEC 27001 Il processo di valutazione

Nota informativa ISO/IEC 27001 Il processo di valutazione Nota informativa ISO/IEC 27001 Il processo di valutazione Introduzione Questa nota informativa ha lo scopo di introdurre le fasi principali del processo di valutazione LRQA riferito al Sistema di Gestione

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

Manuale Utente MyFastPage

Manuale Utente MyFastPage Manuale MyFastPage Utente Elenco dei contenuti 1. Cosa è MyVoice Home?... 4 1.1. Introduzione... 5 2. Utilizzo del servizio... 6 2.1. Accesso... 6 2.2. Disconnessione... 7 2.3. Configurazione base Profilo

Dettagli

L inserimento dati con il software OKKIO

L inserimento dati con il software OKKIO L inserimento dati con il software OKKIO Corso di Avvio Okkio alla salute 2012 I Modulo 16-29 Febbraio 2012 Federica Pascali Luciano Dabove Antonella Carpi Di cosa parleremo: Note iniziali Installazione

Dettagli

Sotto trovi gli aggiornamenti al programma d indicizzazione in relazione al processo di accesso a FamilySearch e al conto LDS.

Sotto trovi gli aggiornamenti al programma d indicizzazione in relazione al processo di accesso a FamilySearch e al conto LDS. NOVITÀ DI INDEXING FAMILYSEARCH INDEXING VERSIONE 3.4 PROGRAMMA FAMILYSEARCH INDEXING NUOVE FUNZIONI CONTO FAMILY SEARCH Apprezza la convenienza di avere soltanto una registrazione per diversi siti Internet

Dettagli

COS È VidZone? COME INSTALLARE VidZone

COS È VidZone? COME INSTALLARE VidZone COS È VidZone? VidZone è l esaltante servizio video musicale che ti dà accesso a migliaia di video musicali. È possibile scaricare VidZone GRATUITAMENTE da PlayStation Network e questo manuale contiene

Dettagli

NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE

NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE Informazioni generali Il questionario cartaceo relativo alla rilevazione dati delle associazioni e dei relativi progetti è stato informatizzato ed è stata realizzata

Dettagli

1 Riconoscimento del soggetto richiedente da parte del sistema

1 Riconoscimento del soggetto richiedente da parte del sistema Guida alla compilazione on-line della domanda per il bando Servizi per l accesso all istruzione (Trasporto scolastico, assistenza disabili e servizio pre-scuola e post-scuola) INDICE 1 Riconoscimento del

Dettagli

MANUALE D USO MANUALE D USO

MANUALE D USO MANUALE D USO MANUALE D USO MANUALE D USO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 COMPONENTE WEB 4SALES... 5 2.1 LOGIN UTENTE AMMINISTRATORE... 5 2.2.1 HOME PAGE FUNZIONALITA DI GESTIONE... 6 2.2.2 CLIENTI... 7 2.2.3 PIANO VISITE...

Dettagli

Manuale del portale internet e del servizio FaD di Clinical Forum Sommario

Manuale del portale internet e del servizio FaD di Clinical Forum Sommario Manuale del portale internet e del servizio FaD di Clinical Forum Sommario Note su questo documento... 2 Introduzione al portale di Clinical Forum... 3 La home page: www.clinicalforum.eu... 3 La sezione

Dettagli

RE Registro Elettronico

RE Registro Elettronico RE Registro Elettronico Premessa Il RE Registro Elettronico è la sezione della piattaforma WEB che consente, ai Docenti, di utilizzare le funzionalità di Registro di classe e di Registro del professore.

Dettagli

Guida alla presentazione della domanda di contributo sul bando MODA DESIGN sostegno alle imprese del settore con particolare riferimento all

Guida alla presentazione della domanda di contributo sul bando MODA DESIGN sostegno alle imprese del settore con particolare riferimento all Guida alla presentazione della domanda di contributo sul bando MODA DESIGN sostegno alle imprese del settore con particolare riferimento all imprenditoria femminile Indice 1. Introduzione... 3 2. Accesso

Dettagli

CTVClient. Dopo aver inserito correttamente i dati, verrà visualizzata la schermata del tabellone con i giorni e le ore.

CTVClient. Dopo aver inserito correttamente i dati, verrà visualizzata la schermata del tabellone con i giorni e le ore. CTVClient Il CTVClient è un programma per sistemi operativi Windows che permette la consultazione e la prenotazione delle ore dal tabellone elettronico del Circolo Tennis Valbisenzio. Per utilizzarlo è

Dettagli

Manuale LiveBox APPLICAZIONE ANDROID. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox APPLICAZIONE ANDROID. http://www.liveboxcloud.com 2014 Manuale LiveBox APPLICAZIONE ANDROID http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia

Dettagli

ACCESSO A COMUNITÀ ON LINE

ACCESSO A COMUNITÀ ON LINE Comunità On Line Manuale Utente rapido a cura del Laboratorio di Maieutiche Università degli Studi di Trento Sommario ACCESSO A COMUNITÀ ON LINE 2 MODALITÀ DI ACCESSO: 2 REGISTRAZIONE A COMUNITÀ ON LINE

Dettagli

INDICE INDICE...1. 1. Introduzione...2 1.1. Cos è l app Listini...2 1.2. Cosa occorre per averlo...2 1.3. Come funziona...2

INDICE INDICE...1. 1. Introduzione...2 1.1. Cos è l app Listini...2 1.2. Cosa occorre per averlo...2 1.3. Come funziona...2 INDICE INDICE...1 1. Introduzione...2 1.1. Cos è l app Listini...2 1.2. Cosa occorre per averlo...2 1.3. Come funziona...2 2. Installazione del Liveupdater sul computer...3 2.1. Su di un computer in cui

Dettagli

Indicazione Operative PIATTAFORMA E-LEARNING. Indice

Indicazione Operative PIATTAFORMA E-LEARNING. Indice 1 Indice INDICE Indirizzo internet pag. 2 Inserimento dati di accesso pag. 3 Accesso ai corsi da effettuare pag. 4 Scheda del corso pag. 5 Materiali del corso pag. 6 Forum pag. 9 Chat pag. 11 Wiki pag.

Dettagli

filrbox Guida all uso dell interfaccia WEB Pag. 1 di 44

filrbox Guida all uso dell interfaccia WEB Pag. 1 di 44 filrbox Guida all uso dell interfaccia WEB Pag. 1 di 44 Sommario Introduzione... 4 Caratteristiche del filrbox... 5 La barra principale del filrbox... 7 Elenco degli utenti... 8 Il profilo... 9 Le novità...

Dettagli

Gate Manager. 1 Indice. Table of Contents. your partner

Gate Manager. 1 Indice. Table of Contents. your partner 1 Indice Table of Contents 1Indice...1 2Introduzione...2 3Cosa vi serve per cominciare...2 4La console di amministrazione...3 4.1Installazione della console di amministrazione...3 4.2Avviare la console

Dettagli

USARE JOOMLA 1.7/2.5 per gestire il vostro sito.

USARE JOOMLA 1.7/2.5 per gestire il vostro sito. 1 USARE JOOMLA 1.7/2.5 per gestire il vostro sito. 1. Per accedere al pannello di controllo: www.vostrosito.it/administrator 2. Inserire utente e password 3. Il vostro pannello di controllo si presenterà

Dettagli

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI COMABBIO E PALUDE BRABBIA

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI COMABBIO E PALUDE BRABBIA IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI ALLEGATO 1 ALLA RELAZIONE GENERALE MANUALE D USO DEL MODELLO CONDIVISO GIUGNO 2007 GRAIA srl

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2015 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Manuale LiveBox APPLICAZIONE IOS V. 3.0.3 (465) http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox APPLICAZIONE IOS V. 3.0.3 (465) http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox APPLICAZIONE IOS V. 3.0.3 (465) http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi

Dettagli

IFInet Secure Webmail

IFInet Secure Webmail IFInet Secure Webmail Questo documento contiene le semplici istruzioni per l uso della nuova interfaccia Web di IFInet alle caselle di posta elettronica dei clienti. IFInet, al fine di offrire ai propri

Dettagli

Presentazione piattaforma Csv

Presentazione piattaforma Csv Presentazione piattaforma Csv Il Csv di Rovigo ha preparato una piattaforma web con l obiettivo di fornire alle associazioni che lo richiedono la possibilità di creare e mantenere in modo semplice un sito

Dettagli

SINTESI. Modulo Applicativo. Comunicazioni Obbligatorie (COB)

SINTESI. Modulo Applicativo. Comunicazioni Obbligatorie (COB) SINTESI Modulo Applicativo Comunicazioni Obbligatorie (COB) 1 Versione 3.14 del 18/06/2008 INDICE 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti Client necessari per l utilizzo

Dettagli

Manuale LiveBox APPLICAZIONE ANDROID. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox APPLICAZIONE ANDROID. http://www.liveboxcloud.com 2014 Manuale LiveBox APPLICAZIONE ANDROID http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia

Dettagli

GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT

GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT GUIDA ALLE FUNZIONI DELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.ADUTEI.IT Lo scopo di questa guida è di indicare ai Soci di Adutei le funzioni presenti nell area riservata. Alcune indicazioni possono sembrare ovvie,

Dettagli

Manuale Backoffice. 1 Introduzione. 2 Attivazione del Backoffice

Manuale Backoffice. 1 Introduzione. 2 Attivazione del Backoffice Manuale Backoffice Indice 1 Introduzione... 1 2 Attivazione del Backoffice... 1 3 Impostazione di un agenda... 3 3.1 Modificare o creare un agenda... 3 3.2 Associare prestazioni a un agenda... 4 3.3 Abilitare

Dettagli

LINEE GUIDE PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA WWW.FISMICFORM.IT

LINEE GUIDE PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA WWW.FISMICFORM.IT LINEE GUIDE PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA WWW.FISMICFORM.IT Nella home page del portale www.fismicform.it inserire il proprio codice convenzione e la relativa password nell apposito form e

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

Sistema di Booking on line Manuale d uso

Sistema di Booking on line Manuale d uso Sistema di Booking on line Manuale d uso Indice 1 Introduzione 2 Accesso 3 Home Page 4 Prenotazioni on line 4.1 Prenotazione Hotel 4.2 Prenotazione escursione 4.3 Prenotazione Transfer 5 Catalogo 6 Gestione

Dettagli

Anagrafe della Ricerca. Guida rapida

Anagrafe della Ricerca. Guida rapida Anagrafe della Ricerca Guida rapida di Roberto Gordani con la collaborazione di David Bianchi e Emilia Tommasi 1/2008 1 Accedere al portale E' possibile accedere al portale dell'anagrafe della Ricerca

Dettagli

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Sistema inoltro telematico domande di nulla osta, ricongiungimento e conversioni Manuale utente Versione 2 Data creazione 02/11/2007 12.14.00

Dettagli

Manuale LiveBox APPLICAZIONE IOS. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox APPLICAZIONE IOS. http://www.liveboxcloud.com 2014 Manuale LiveBox APPLICAZIONE IOS http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa

Dettagli

Manuale per l uso delle postazioni remote di EMMAWEB

Manuale per l uso delle postazioni remote di EMMAWEB Premessa della AAT 118 di Lecco: Questo manuale è stato realizzato e gentilmente reso disponibile dalla Croce Bianca Milano sez. di Biassono; la revisione nel 2012 è stata seguita dalla AAT 118 di Lecco.

Dettagli

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili

Manuale Operativo FER CEL-PAS. Lato Compilatore. Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Manuale Operativo FER CEL-PAS Lato Compilatore Servizio FER - Fonti Energetiche Rinnovabili Revisione del Documento: 06 Data revisione: 13-01-2013 INDICE DEI CONTENUTI Indice 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE LICENZE MULTIPLE

PROCEDURA GESTIONE LICENZE MULTIPLE GIUFFRÈ EDITORE PROCEDURA GESTIONE LICENZE MULTIPLE Manuale Gestione Licenze Assistenza Tecnica 1. Accesso al sistema di Provisioning Nel caso di abbonamenti con più di una utenza è necessario creare e

Dettagli

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni

Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Manuale delle funzioni client per lo scambio dei dati tra cassa ed enti esterni Edilnet Soldo Edilnet Web Sistema On Line Denunce Operai Sportello virtuale per gli utenti aperto h24 Cfp Informatica Srl

Dettagli

REMOTE ACCESS24. Note di installazione

REMOTE ACCESS24. Note di installazione REMOTE ACCESS24 Note di installazione . 2011 Il Sole 24 ORE S.p.A. Sede legale: via Monte Rosa, 91 20149 Milano Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale e con qualsiasi

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 22 luglio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Piccola guida per la creazione di un album digitale di foto

Piccola guida per la creazione di un album digitale di foto Piccola guida per la creazione di un album digitale di foto Luglio 2008 Autore: Sibylle Moebius Contributo: Mario Mazzocchi Il progetto Fotomemoria è finanziato con il contributo della Commissione europea.

Dettagli

Manuale Utente. Contents. Your journey, Our technology. 6. Come aggiornare le mappe 6. 1. Introduzione 2. 2. Installazione di Geosat Suite 2

Manuale Utente. Contents. Your journey, Our technology. 6. Come aggiornare le mappe 6. 1. Introduzione 2. 2. Installazione di Geosat Suite 2 Manuale Utente Contents 1. Introduzione 2 2. Installazione di Geosat Suite 2 3. Prima connessione 2 4. Operazioni Base 3 4.1 Come avviare la Suite 3 4.2 Come chiudere la Suite 4 4.3 Come cambiare la lingua

Dettagli

Sistema GEFO. Guida all utilizzo Presentazione delle domande

Sistema GEFO. Guida all utilizzo Presentazione delle domande Sistema GEFO Guida all utilizzo Presentazione delle domande INDICE 1 LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO...3 1.1 L AREA BANDI: INSERIMENTO DI UN NUOVO PROGETTO...3 1.1.1 Il modulo progetto...12

Dettagli

Il tutor è a disposizione per ogni chiarimento

Il tutor è a disposizione per ogni chiarimento INDICAZIONI PER ESSERE OPERATIVI Alcune istruzioni per rendervi la vita più facile e accedere alle risorse del percorso online di Sociologia intuitivamente Il tutor è a disposizione per ogni chiarimento

Dettagli

OASIS è una fabbrica per il bene comune dei dati attraverso l uso delle applicazioni proposte.

OASIS è una fabbrica per il bene comune dei dati attraverso l uso delle applicazioni proposte. 1 Guida Utente 1.1 Panoramica di OASIS OASIS è una fabbrica per il bene comune dei dati attraverso l uso delle applicazioni proposte. Grazie a OASIS, sarai in grado di acquistare o selezionare, dallo store,

Dettagli

Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti!

Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti! Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti! 1. ACCEDI Utilizzando Microsoft Internet Explorer (è necessario questo browser) vai all indirizzo http://demo.ewebtest.com e inserisci il tuo nome

Dettagli

BACHI SPAZIALI. Adatto a sviluppare le capacità di lettura e scrittura

BACHI SPAZIALI. Adatto a sviluppare le capacità di lettura e scrittura BACHI SPAZIALI Adatto a sviluppare le capacità di lettura e scrittura Collana di programmi educativi su personal computer per facilitare l'apprendimento AZIENDA USL Città di Bologna Centro regionale per

Dettagli

DM-Learning MOO. Manuale del Docente

DM-Learning MOO. Manuale del Docente DM-Learning MOO Manuale del Docente DM-Learning MOO è un ambiente virtuale di supporto alle attività didattiche svolte in presenza, ed è gestita da DidatticaMente.net per l I.T.I.S. Zuccante di Venezia

Dettagli

FtpZone Guida all uso Versione 2.1

FtpZone Guida all uso Versione 2.1 FtpZone Guida all uso Versione 2.1 La presente guida ha l obiettivo di spiegare le modalità di utilizzo del servizio FtpZone fornito da E-Mind Srl. All attivazione del servizio E-Mind fornirà solamente

Dettagli

REGISTRO DELLE MODIFICHE

REGISTRO DELLE MODIFICHE TITOLO DOCUMENTO: - TIPO DOCUMENTO: Documento di supporto ai servizi Manuale WebMail EMESSO DA: I.T. Telecom S.r.l. DATA EMISSIONE N. ALLEGATI: STATO: 03/11/2010 0 REDATTO: M. Amato VERIFICATO: F. Galetta

Dettagli

Provincia di Siena UFFICIO TURISMO. Invio telematico delle comunicazioni relative alle Agenzie di Viaggio

Provincia di Siena UFFICIO TURISMO. Invio telematico delle comunicazioni relative alle Agenzie di Viaggio Provincia di Siena UFFICIO TURISMO Invio telematico delle comunicazioni relative alle Agenzie di Viaggio Per informazioni contattare: - Annalisa Pannini 0577.241.263 pannini@provincia.siena.it - Alessandra

Dettagli

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente.

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. ESERCITAZIONE PER L UTILIZZO DELLA WEB-INTRANET DI COLLABORAZIONE ASINCRONA SU RETE INTERNET Ing.

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE

OSSERVATORIO REGIONALE CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE REGIONE LOMBARDIA DIREZIONE GENERALE INFRASTRUTTURE E MOBILITA U.O. INFRASTRUTTURE VIARIE E AEROPORTUALI OSSERVATORIO REGIONALE CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE PROGRAMMI TRIENNALI Manuale

Dettagli

PROMEMORIA PER LA PRIMA REVISONE DINAMICA

PROMEMORIA PER LA PRIMA REVISONE DINAMICA PROMEMORIA PER LA PRIMA REVISONE DINAMICA 1. STAMPARE LE COMUNICAZIONI ALL UFFICIO ELETTORALE Stampa tutte le variazioni apportate in anagrafe Anagrafe/Stampe/Comunicazioni/Ufficio Elettorale Il programma

Dettagli

Portale per i soci Anief Quick Reference Helpdesk

Portale per i soci Anief Quick Reference Helpdesk Portale per i soci Anief Quick Reference Helpdesk Introduzione Questo documento ha lo scopo di illustrare in maniera sintetica le funzionalità del portale per un iscritto Anief. Le operazioni di base possibili

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI APPLICATIVO PRICA

MANUALE DI ISTRUZIONI APPLICATIVO PRICA MANUALE DI ISTRUZIONI APPLICATIVO PRICA Ver. 1.0 A cura di: Claudia Cimaglia Alessandro Agresta Pierluca Piselli Pag. 1 MANUALE DI ISTRUZIONI PRICA Avvertenza e spirito del software L applicativo PRICA

Dettagli

Manuale Amministratore bloodmanagement.it

Manuale Amministratore bloodmanagement.it 1 Sommario Primo accesso al portale bloodmanagement.it... 2 Richiesta account... 2 Login... 2 Sezione generale... 4 Informazioni sede... 4 Inserimento... 5 Destinazioni... 5 Luogo donazioni... 5 Inserisci

Dettagli

La creazione e l apertura dei disegni

La creazione e l apertura dei disegni Capitolo 3 La creazione e l apertura dei disegni Per lavorare con efficienza è importante memorizzare i documenti in modo da poterli ritrovare facilmente. È indispensabile, inoltre, disporre di modelli

Dettagli

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE

GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI BARI GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE ONLINE ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE aprile 2013 RIPARTIZIONE SVILUPPO ECONOMICO SUAP Sportello Unico per le Attività Produttive SOMMARIO

Dettagli

MetaTrader 4 Builder

MetaTrader 4 Builder X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A. MetaTrader 4 Builder Tutorial 2010-08-05 1/24 Indice Installazione...3 Notifica Legale...8 Impostazioni iniziali/preferenze...8 Lingua...9 Cartella piattaforma...9 Problemi

Dettagli

UTILIZZO PIATTAFORMA E-LEARNING

UTILIZZO PIATTAFORMA E-LEARNING UTILIZZO PIATTAFORMA E-LEARNING All apertura del sistema, ci si ritrova sulla pagina di login, come mostrata in Figura 1: Figura 1 Login Figura 2 Home-Page personale Qui è sufficiente inserire le proprie

Dettagli

Provincia di Livorno

Provincia di Livorno Provincia di Livorno UFFICIO TURISMO Invio telematico della comunicazione dei prezzi e dei servizi: istruzioni per l uso Per informazioni contattare l Ufficio Turismo http://livorno.motouristoffice.it

Dettagli

Come servirsi del Mercato

Come servirsi del Mercato Come servirsi del Mercato www.fordaq.com Allenati fin dall inizio e fai il miglior uso possibile di FORDAQ per i tuoi affari OTTOBRE/200 Il network del legname Come servirsi del Mercato Prefazione Introduzione

Dettagli

MOFING KIDs. 19.1- Come Avviare MoFing KIDS. Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori

MOFING KIDs. 19.1- Come Avviare MoFing KIDS. Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori MOFING KIDs 19.1- Come Avviare MoFing KIDS Connesione WiFi: scegliere Controllo Genitori ->cliccare su impostazioni ->cliccare Wifi e cliccare, a fianco di OFF, nella parte scura per accendere il Wifi

Dettagli

AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale

AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale 1 - Come Accedere a Nuvola 2 - Home Page Area Docente 3 - Come Modificare il proprio Profilo 4 - Come Modificare la propria Password 5 -

Dettagli

Scadenziario e Rubrica

Scadenziario e Rubrica Scadenziario e Rubrica Breve panoramica Lo Scadenziario è un software creato con lo scopo di avere sempre sotto controllo i propri impegni e le proprie attività da svolgere. Quante volte ci si dimentica

Dettagli

Netclouding Cloud Workspace/Virtual Desktop Attivazione e Configurazione consentire sempre i plug-in su nclouding.it non

Netclouding Cloud Workspace/Virtual Desktop Attivazione e Configurazione consentire sempre i plug-in su nclouding.it non Netclouding Cloud Workspace/Virtual Desktop Attivazione e Configurazione Per avviare il servizio è necessario installare il programma Citrix Receiver. Citrix Receiver è disponibile all'indirizzo http://receiver.citrix.com/downloading.html:

Dettagli

Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2. A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com

Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2. A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com Moodle 1.5.3+ Breve Guida per il Docente versione 1.2 A cura di Federico Barattini federicobarattini@gmail.com Indice 1.0 Primo accesso in piattaforma...3 1.1 Partecipanti, Login come corsista (per vedere

Dettagli

XTOTEM FREESTYLE Pagina 1 ASSISTENZA REMOTA ASSISTENZA REMOTA

XTOTEM FREESTYLE Pagina 1 ASSISTENZA REMOTA ASSISTENZA REMOTA Pagina 1 ASSISTENZA REMOTA Sommario ASSISTENZA REMOTA...1 Introduzione...2 Skype...3 Uso di Skype per condividere lo schermo...3 Aero Admin...4 Come ottenere il programma...4 Uso di Aero Admin...4 Team

Dettagli

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER.

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. Windows 7 e 8 strumenti per l ipovisione. Windows Seven/8 offrono ottimi strumenti per personalizzare la visualizzazione in caso di ipovisione: - una lente di

Dettagli