2. Credi sia possibile introdurre ulteriori miglior? 47 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2. Credi sia possibile introdurre ulteriori miglior? 47 1"

Transcript

1 1. E passato qualche tempo dall avvio dei processi di innovazione nel Comune di Spinea, che ha visto l introduzione di strumenti quali il protocollo informatico, la gestione informatizzata dei flussi documentali, la firma digitale, la PEC, etc. Come valuti l apporto degli strumenti tecnologici in uso presso il nostro Ente sul tuo lavoro quotidiano? Positiva; molto valido; molto utili; postivo anche se gli strumenti in dotazione sono troppo lenti; positivo, quando funzionano e non sono lenti; all'utilità degli strumenti si contrappongono lentezza e problemi di trasmissione che sarebbero da migliorare; molto utile; bene anche se non tutti i nuovi strumenti vengono utilizzati quotidianamente e la loro quantità e complessità rendono a volte difficile ricordarsi tutte le procedure; Arxivar risulta poco chiaro nell'archiviazione consegna e accettazione; ritengo siano di fonda,mentale importanza; direi molto buono anche se necessita una maggiore attenzione alle specificità dei settori (vedi questionario); suffciente e migliorabile; positivamente; apporto positivo ma ancora non completamente funzionale; maggiore efficienza in generale ma poca efficienza per la scarsa conoscenza applicativa dii alcuni strumenti da parte degli interessati (es. firma digitale); positivamente; Arxivar caotico i documenti vanno avanti e indietro; Arxivar non è intuitivo e molto lento, i documenti si prendono in mano tante volte, caotico; Arxivar caotico impiega molto tempo nell'archiviazione consegna accettazone ed i documenti transitano più volte; sufficiente; strumenti tecnologici buoni ma utilizzo non sempre adeguato; utile ma a volte complicato; per chi è abilitato all'uso sicuramente è un arricchimento professionale; utile ma a volte troppo complesso; buono per la parte che conosco ed utilizzo, riscontro alcuni limiti; l'informatica deve semplificare il lavoro e non appesantirlo, i flussi documentali non consentono di seguire agilmente un percorso guidato e obbligatori che semplifichi oggettivamente i passaggi, i campi da compilare dovrebbero essere impostati come obbligatori fin dalla fase di inserimento /compilazione; utile ma a volte complicato con appesantimento della procedura; l'apporto è relativo rispetto agli obiettivi; positivo; all'avanguardia ma forse un pò complicato; lo trovo buono ma alle volte complicato; positivo; SI quando si ha padronanza degli strumenti, NO per perdita contatti umani con la sensazione (appositamente voluta) che la persona rimanga per tutto il tempo lavorativo incollata alla propria sedia nel proprio ufficio; senza dubbio molto innovativo ma troppo spesso troppo macchinoso nelle procedure ordinarie; positivo quando si ha padronanza degli strumenti incremente l'efficienza, negativo quando c'è scarsa formazione incrementa l'inefficienza, riduce le relazioni sociali con i colleghi e a volte non si sa di che cosa si occupano; ha migliorato le tempistiche nei rapporti col cittadino ma reso macchinosa le gestione dei procedimenti, mancanza di dialgo tra i software; macchinosi, poco flessibili; molto utile e di abbastanza facile comprensione; non utilizzo molto gli strumenti citati ma lavoro con alcuni programmi che ritengo indispensabili per il buon funzionamento; essenziale; positivo, dopo qualche tempo di utilizzo Arxivar mi ritengo abbastanza in gradio di utilizzarla correttamente; molto utili e di accelerazione dei tempi oltre che di riduzione delle ridondanze; partenza lenta ma nel complesso è utile, eccessiva rigidità del sistema di gestione dei flussi che rende necessario trovare "soluzioni alternative"; maggiore possibilità di risposta a enti esterni, allineamento con la normativa vignete, nel lungo termine c'è la prospettiva di semplificare i procedimenti ma nel breve termine sono complicati per la portata delle novità e per lo sdoppiamento delle procedure; non sufficientemente in grado di soddisfare le esigenze di servizio che richiedono strumenti molto evoluti efficaci ed efficienti; necessario; aiutano e facilitano un rapporto efficace diretto e costante con il cittadino; Arxivar è difficoltoso e non intuitivo, impiegando troppo tempo per accettazione consegna risposta e archiviazione, i documenti transitano più volte. 2. Credi sia possibile introdurre ulteriori miglior? SI NO 47 1

2 3. In caso di risposta positiva, quali? 4. In caso di risposta negativa, perché? 5. In relazione agli strumenti indicati riguardanti i processi di innovazione ritieni opportuno un approfondimento? 6. In caso di risposta positiva, quali? Velocizzazione linee e collegamenti, dispositivi stampa bar code protocollo per tutti; assicurare meglio assistenza e tempi di intervento; avere momenti cadenzati per confronto su leggi e normative; fardware adeguati e adeguata formazione anche con affiacamento finchè non si acquisiscono bene le procedure; hardware adeguati e adeguata formazione anche con affiacamento finchè non si acquisiscono bene le La modalità e la tempistica sono idonee SI NO 43 5 Corsi di formazione a seguito aggiornamento programmi, formazione su PEC; organizzare corsi "di richiamo" o aggiornamento successivi alla prima formazione; estendere l'approfondimento a tutti gli strumenti tecnologici; formazione pratica e non solo teorica; formazione pratica e non solo teorica; migliore formazione del personale sui programmi; PEC; incontri di aggiornamento condivisi; sul ns. lavoro di sportello; approfondimento su piattaforma informatiche Arxivar, Sicraweb e sito internet; formazone costante su sui vari strumenti e programmazone attività settoriale per soluzione di specifiche criticità e connessione tra le banche dati; firma digitale e PEC; PEC e sua protocollazione in entrata; come è cambiato il concetto di archiviazione in quaetsa nuova architettura tecnologica; esame casistiche concrete e criticità di utilizzo emerse; formazione meno frettolosa più attenta alle diverse comprensioni dei lavoratori e più costante nel tempo; sui casi che si presentano lavorando; su casi quotidiani e particolari al nostro servizio; sulle pratiche di tutti i giorni; approfondimento con esame pratico di casi particolari dubbi e criticità; protocollo informatico firma digitale PEC; protocollo informatico; nelle parti del programma che non uso; utilizzo di Arxivar: per ogni programma informatico potrebbe essere utile nominare un dipendente o Responsabile specializzato cui fare riferimento per informazioni; protocollo informatico PEC e firma digitale; iter coordinato di formazione a seconda delle innovazioni di volta in volta introdotte; specifici rispetto all'uso quotidiano; PEC; PEC; specifici rispetto all'uso quotidiano; protocollo informatico, Arxivar è macchinoso non intuitivo; aggiornamenti periodici in corsi che coinvolgano

3 periodici in corsi che coinvolgano l'intera struttura organizzativa e non solo il singolo settore, per poter confrontare problematiche diverse ed avere una formazione più completa; protocollo informatico (archivio digitale?) e gestione informatizzata dei flussi; necessari incontri formativi quando ci sono novità, soprattutto se rilevanti, non limitandosi alla semplice comunicazione di spiegazione; schematizzare i processi alle procedure operative; firma digitale e PEC; nel caso li utilizzassi maggiormente; fare formazione a gruppi più piccoli, anche con affiancamento sul campo per rendere la formazione più efficace; ripetere le procedure mano a mano che le precedenti si sono sedimentate e contestualizzarle; maggiore formazione soprattutto sulla metodologia tecnica ma anche sulle responsabilità cui si va in contro con l'uso della nuove tecnologie; riuscire a gestire meglio il programma della gestione delle pratiche e quello della protocollazione; aggiornamento continuo; approfondire i sistemi informatici sul mercato per poter integrare al meglio le banche dati utilizzate dall'ufficio; sui casi pratici di uso quotidiano. 7. In caso di risposta negativa, perché? Formazione sufficiente per la parte tecnologica; in questa fase è opportuno un periodo utile a testare ed ottimizzare gli strumenti a disposizione; sono già stati fatti incontri formativi e di approfondimento, sarebbe utile il manuale; 8. Su quali tipologie di tematiche pensi che sarebbe opportuno svolgere la formazione del personale: (è possibile indicare tutte e tre le risposte) Di carattere generale Di carattere molto specifico Di carattere trasversale

4 6.1 In merito alle tematiche di carattere generale segnala quali ritieni maggiormente interessanti e necessari per il tuo lavoro: Aggiornamenti su nuova legislazione; nuove normative; riforme sul lavoro e cambiamenti organizzativi con regolamenti comunali; approfondimenti sul ruolo del ns. ente nell'attuale contesto; novità legislative e interpretazioni giurisprudenziali; responsabilità civile e penale responsabililtà dei dipendenti pubblici e codice di comportamento; innovazione normative dell'ultimo anno; tematiche generali com la città metropolitana e l'evoluzione degli enti locali nell'ottica del servizio ai cittadini; spending review; tutte le novità legislative; capire il ruolo del nostro ente nell'attuale contesto; nuove disposizion e leggi relative anche ad altri settori; tematiche riguardanti la P.A.; diritto pubblico e diritto privato; ultime novità legislative; ultime novità legislative; codice appalti e contratti, vari decreti Monti; accesso agli atti, comunicazione e raporto con iil cittadino; aggiornamento normativo confronto con altre realtà territoriali; conoscere le "tegole" che piovono sugli altri uffici oltre che allo sportello aiuterebbe a capire il "sistema comune di spinea"; grandi riforme, specie su documentazione amministrativa; tutte le novità introdotte; trasparenza amministrativa; docenti di diritto pubblico che illustrino tematiche contemporanee per capire meglio il ruolo dell'ente nell'attuale contesto nazionale e internazionale; aggiornamenti normativi su norme generali e speciali (quali diritto di famiglia, procedimento penale minori, diritto internazionale, etc.). 6.2 In merito alle tematiche di carattere specifico segnala quali ritieni maggiormente interessanti e necessari per il tuo lavoro: Programma, materie specifiche p.l., per la bilbioteca la formazione è svolta da corsi della regione e della provincia; nuove normative e casi pratici; tutto l'uffico dovrebbe conoscere la normativa e le procedure da svolgere all'interno del suo settore per essere trasversale e non fossilizzato su quello che gli compete solamente; continui aggiornamenti su materie specifiche; normativa e aspetti tecnico-procedurali su efficienza e rispormio energetico valutazione della stabilità degli alberi e normativa ambientale anche attraverso abbonamenti a siti internet; seminari specifici; tutti gli ultimi decreti salva Italia, cresci Italia e altro che hanno avuto notevoli ricadute dal punto di vista del commercio; corsi regionali o AIB per confronto con altre realtà bilbiotecarie; formalità di stipula atti immobiliari e trascrizione; PEC; aggiornamento sulle materie di ufficio; cambiamenti normativi da seguire con aggiornamenti costanti e non dover essere autididatti; costanti aggiornamenti su materie specifiche; supervisione clinica sulle situazioni n carico alla tutela minor e formazione di carattere legale su diritto di famiglia in ambito minori; materia anagrafica e di stato civile anche interna per capire meglio l'iter di tutto un procedimento che generalmente si divide tra front e back office; approfondimenti su aggiornamenti normativi e loro applicazioni specifiche; approfondimento delle leggi; approfondimenti normativi; economato ed attività connesse, forniture beni e servizi; fare incontri specifici sulle novità; aggiornamenti normativi e loro applicazioni; urbanistica - lavori pubblici - edilizia privata; approfondimenti normativi; approfondimenti amministrativi; approfondimenti amministrativi; approfondimenti normativi; normativa tecnica di riferimento in materia di fonti di energia rinnovabile terre e rocce da scavo, utilizzo software GPE per un utilizzo più completo possibile; richiesta DURC, CIG, terre e rocce da scavo; fonti di energia rinnovabile e autorizzaionie all'installazione degli impianti; aggiornamento normativo confronto con altre realtà territoriali; estione completa delle pratiche di pensione; strumenti aggiornati ed omogenei; supervisione clinica e formazione giuridica nel campo della tutela dei minori; anagrafe, decertificazione, consegna atti giudizionali e altro tipo; gestire meglio il programma della gestione delle pratiche e quello della protocollazione; utilizzo più approfondito sicraweb (anagrafe); costanti aggiornamenti professionali per materie specifiche di servizio; supervisione costante continua ed altamente professionalizzante per gli operatori dei servizi sociali, formazione per gli operatori di front-office, governance mediazione e reti sociali, progettazione (sociale).

5 6.3 In merito alle tematiche di carattere trasversale segnala quali ritieni maggiormente interessanti e necessari per il tuo lavoro: Procedimento amministrativo, utilizzo piattaforme informatiche, privacy e procedimento amministrativo; sicurezza e riservatezza; sicurezza sul lavoro pryvacy e responsabilità; contratti convenzioni e scurezza delle manifestazioni; competenze sui vari procedimenti e su a chi potersi rivolgere per avere chiarimenti certi su un procedimento; sicurezza sul lavoro privacy organizzazione obiettivi generali; consip privacy e codice degli appalti; procedimento e atti amministrativi diverse forme di responsabilità motivi di ricorso ed elementi di bilancio; innovazioni normative dalla 241 e seguenti; sicurezza e privacy; IVa e riservatezzadei dati; flussi documentali; su tutto ciò che riguarda l'ente; organizzazione e sicurezza sui luoghi di lavoro; sicureeza sui luoghi di lavoro privacy organizzazione obiettivi generali; procedimento amministrativo relativo ai servizi del proprio lavoro; procedimento amministrativo - privacy; procedimento amministrativo; procedimento amministrativo riservatezza sicurezza etc; procedimenti amministrativi; procedimento amministrativo e privacy; diritto pubblico e diritto privato; procedimenti amministrativi; procedimenti amministrativi; procedimenti amministrativi; procedimenti amministrativi; normativa sulla privacy e riforma sul procedimento amministrativo;tutela della privacy e Legge n. 241/1990; privacy, riforme procedimento amministrativo, comunicazione e rapproto con la cittadinanza; privacy; aggiornamenti su vari argomenti di carattere generale; dati sensibili e privacy; riservatezza privacy sicurezza; sicurezza sul luogo di lavoro, privacy, organizzazione e obiettivi generali dell'ente, elementi di teoria dell'organizzazione. 9. Come valuti l opportunità di prevedere dei meccanismi di valutazione dell arricchimento ottenuto attraverso la formazione? Negativamente Non mi interessa Positivamente Molto stimolante

6 10. Se hai risposto a) o b) - Spiega il motivo della tua risposta Non è equa tra Settori e/o personale; la valutazione non può essere legata alla partecipazione a corsi in quanto questo dipende dalle risorse del singolo ente; non riesco a capirne l'utilità; mancata aprtecipazione dovuta a scelta dei capisettori provoca discriminazione; se la formazione è a discrezione del Responsabile di Settore i meccanismi di valutazione non sarebbero paritari; se la formazione è a discrezione del Responsabile di Settore si possono creare disparità; solo se a tutti i dipendenti viene data la possibilità di partecipare; la formazione è uno strumento di lavoro e tutti dovrebbero potervi partecipare ma non può essere strumento di valutazione a meno che non si preveda partecipazione obbligatoria di tutti e non discrezione, per evitare disuguaglianze; tutti dovrebbero partecipare ai corsi di formazione; bisogna garantire uguali spazi ed opportunità, senza creare differenze; preferisco non ci siano confronti tra i colleghi; preferisco non ci siano disparità di trattamento tra i colleghi; bisogna garantire uguali spazi ed opportunità, senza creare differenze; negativamente perchè non partecipano direttamente ai corsi ma apprendono indirettamente da chi vi ha partecipato; può essere discriminante per chi non fa formazione; la formazione è uno strumento finalizzato a migliorare le procedure lavorative per cui la valutazione deve essere calibrata sul risultato; che cosa significa? 11. Se hai risposto c) o d) - Quali sono i risultati positivi che, secondo te, si potrebbero ottenere Formazione deve coinvolgere tutto il personale senza esclusioni discrezionali; la formazione è indispensabile per il lavoratore; serve a mettersi in gioco ed a verificare se si è compreso bene; si dovrebbe incentivare il cambiamento nelle persone permettendo loro di crescere professionalmente; un risultato minimale potrebbe essere quello di riuscire a realizzare quanto appreso durante la formazione che non dovrebbe limitarsi ad essere un incontro molto stimolante ma privo di ricadute sull'operatività; mi pare ovvio che qualsiasi tipo di formazione debba essere considerato un arricchimento e che quindi sia valutabile; migliorare la professionalità; maggiore impegno per l'assimilazone delle informazioni ricevute; potrebbe costituire incentivo al miglioramento delle proprie capacità professinoali e quindi della struttura nel suo complesso; non credo che meccanismi di valutazione possano tout-court portare risultati positivi potrebbe essere comunque uno strumento di misura per verificare l'efficacia della formazione; più che una valutazione dei risultati (riferita alle persone) potrebbe essere utile un momento di confronto seminariale a piccoli gruppi che faccia seguito alle lezioni frontali; stimolo alla valorizzazione delle conoscenze/competenze e maggiore efficienza in termini di servizi; maggiore consapevolezza del proprio ruolo; miglioramento continuoe costante della professionalità; migliorare la professionalità; positivo se finalizzto a stimolare le persone alla partecipazione alla formazione per dare servizi migliori al cittadino; non so; arricchimento del proprio bagaglio culturale - apertura al cambiamento - mettersi in gioco e rispondere con maggiore competenza; arricchimento del proprio bagaglio culturale - apertura al cambiamento - mettersi in gioco e rispondere con maggioer competenza; avere una presa di coscienza

7 dell'apprendimento, purchè questo non influisca sulla produttuvità; verifica dell'apprendimento e stimolo al ripasso/riflessione su quanto appreso; momento importante per capire se la formazione si è conclusa con l'effettivo trasferimento delle competenze, fatta salva l'analisi per capire i motivi di un eventuale risultato negativo; agevolare lo svolgimento delle funzioni operative; positivamente perchè è molto utile aggiornarsi e quindi sapere di essere valutati è ancora più importante; potrebbe essere un incentivo a svolgere meglio il proprio lavoro; il dipendente sarebbe più stimolato e motivato all'aggiornamento costante per ottenere una valutazione positiva; verifica della pertinenza e dell'utilità della formazione, anche in ottica di futura programmazione; aumento delle performance, maggiore comunicabilità al pubblico e maggiore soddisfazione personale; gli strumenti messi a disposizione dal servizio mi hanno aiutato a svolgere il mio compito con una certa agevolezza; maggior impegno individuale e di gruppo con possibilità di vedere le aree dove necessita un ulteriore approfondimento; migliorare la performance individuale, come mezzo per aumentare la performance organizzativa; miglioramento continuo della professionalità e conseguentemente dei servizi offerti, purchè sia accessibile a tutti i dipendenti. 12. Hai altri suggerimenti e/o richieste da sottoporre al Amministrazione sul tema della formazione? Budget più consono per formazione p.l.; qualità e competeza dei formatori e aggiornamento alle nuove normative; valutare meglio il proprio personale ed essere più rigidi dove necessario e permettere qualche cambiamento generazionale; verificare la possibilità di affrontare argomenti come l'accessibilità il rapporto con i cittadini/utenti ed il front office; avviare persorso formativo intersettoriale su SIT GIS che coinvolga tutti i settori e l'amministrazione in modo da creare una sistema informativo territoriale da aggiornare costantemente; corsi di inglese per tutti i dipendenti che trattano con utenza straniera corsi di comunicazione per dipendenti che hanno rapporto con il pubblico e corsi sulle novità normative che nel caso del commercio sono molte; possibilità di incontri sull'organizzazione teorica e concreta della macchina comunale; maggiore attenzione alla formazione ed alla capacità dei formatori di verificare la comprensione di ciò che si trasmette - investire in innovazione tecnologia è importante ma è necessario comprendere il modo in cui le persone vivono e rappresentano l'organizzazione; opportuno un tempo e luogo destinati costantemente alla formazione per far fronte alle circolari che arrivano quotidianamente; frequenti momenti formativi di tipo specifico per la propria attività (almeno una volta l'anno) all'interno dell'ente anche tenuti dai responsabili che ne abbiamo le competenze; incontri formativi con cadenza almeno annuale; necessario maggiore passaggio di informazioni sulle novità normative anche con semplici riunioni da parte dei responsabili o formatori interni; maggiori incontri; fare maggiore formazione; dare importanza alla formazione professionale personale per offrire un buon

8 servizio, potrebbero essere utili incontri formativi periodi con cadenza prefissata (es annuale o semestrale) e comunque tempestivamente quando ci sono aggiornamenti; ogniqualvolta si presenti la necessità; ri-definire il ruolo di formatore interno; prevedere formazioni periodiche non solo per l'apprendimento di nuove procedure ma anche per un confronto, per l'utilizzo degli strumenti tecnologici e per la conoscenza normativa di settore e non; ri-definire il ruolo dei formatori interni, spazio per la consultazione del materiale di TUTTI i corsi di formazione (intranet); valutazione della formazione non come indicatore della produttività ma come momento di riflessione per che ha organizzato la formazione, buona preparazione come veicolo di entusiasmo; continuità rispetto all'oggetto della tematica; formiamoci su quello che facciamo in conume, sapere chi fa che cosa non sarebbe male; non proporre più processi di cambiamento come l'ultimo corso sul benessere organizzativo che non tengano conto della struttura gerarchica dell'ente, i veri cambiamenti partono prima di tutto da proposte fatte prima di tutto ai responsabili la cui iniziativa deve precedere quella degli altri e dare l'esempio; disporre di un programma cartografico più evoluto di Mapwin ed utilizzare meglio GPE, anche per l'archiviazione delle pratiche, che non viene sfruttato in tutte le sue potenzialità; incontri mirati tra uffici che svolgono attività tra esse correlate;

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

2) comprare il dominio www.nomescuola.gov.it. il link è il seguente: http://hosting.aruba.it/fullorder/registrazione_gov_it.asp

2) comprare il dominio www.nomescuola.gov.it. il link è il seguente: http://hosting.aruba.it/fullorder/registrazione_gov_it.asp Come specificato dalla Direttiva N.8/2009 del Ministero della Pubblica Amministrazione e Innovazione, la registrazione di nomi a dominio.gov.it è richiesta a tutte le Pubbliche Amministrazioni, al fine

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

1. Anagrafica. 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? 2. In quale territorio è situata la sua organizzazione?

1. Anagrafica. 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? 2. In quale territorio è situata la sua organizzazione? 1. Anagrafica 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? Cooperativa Sociale Comune Consorzio Sociale ASL Azienda Servizi alla persona Organizzazione di volontariato Azienda Speciale Comunità

Dettagli

Come faccio esercitare l acquisizione dei contenuti della mia disciplina

Come faccio esercitare l acquisizione dei contenuti della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 6 formatori dei CFP di cui 47 del CIOFS FP e 6 del CNOS - FAP Dall analisi dei dati emerge che l 8 % dei formatori conosce abbastanza

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO -

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - (Art.5 c.1 e All.A del "Regolamento per l aggiornamento della competenza professionale"

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

DOMANDA 1.1 * Nella tua vita professionale ti é capitato di essere incolpato/a di errori o malfunzionamenti di strumenti senza motivo?

DOMANDA 1.1 * Nella tua vita professionale ti é capitato di essere incolpato/a di errori o malfunzionamenti di strumenti senza motivo? QUESTIONARIO CUG *Campo obbligatorio INFORMAZIONI ANAGRAFICHE GENERE * MASCHIO FEMMINA CATEGORIA DI INQUADRAMENTO * RELAZIONE E ORGANIZZAZIONE DOMANDA 1.1 * Nella tua vita professionale ti é capitato di

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Abbiamo creato questo questionario per aiutarti a prepararti per il workshop e per farti pensare ai diversi aspetti delle collezioni digitali

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

Business Process Reengineering

Business Process Reengineering Business Process Reengineering AMMISSIONE ALL'ESAME DI LAUREA Barbagallo Valerio Da Lozzo Giordano Mellini Giampiero Introduzione L'oggetto di questo lavoro riguarda la procedura di iscrizione all'esame

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE VALUTARE GLI APPRENDIMENTI: UN PERCORSO A TRE STADI SIS Torino a.a. 2006/07 1 STADIO: LA VALUTAZIONE

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

BAKEDIADE. Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste. BakeDiade, un idea buona come il pane

BAKEDIADE. Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste. BakeDiade, un idea buona come il pane BAKEDIADE Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste BakeDiade, un idea buona come il pane ATTIVITà AMMINISTRATIVA Grazie all utilizzo di semplici

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi:

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi: I costi della crisi In Italia, dall inizio della crisi: Licia Mattioli abbiamo perso 9 punti di PIL abbiamo perso il 25% della produzione industriale il reddito disponibile è calato dell 11% in termini

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e delle Prestazioni

Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e delle Prestazioni HUMANWARE S.A.S. Via Tino Buazzelli, 51 00137 - Roma Tel.: +39 06 823861 Fax.:+39 06 233214866 Web: www.humanware.it Email: humanware@humanware.it Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Livello di. Indice. 1. Premessa ... 6. Pag. 1 a 8

Livello di. Indice. 1. Premessa ... 6. Pag. 1 a 8 Livello di benessere organizzativo, grado di condivisione del sistema di valutazionee e valutazione del superiore gerarchico g Sintesii dei risultati dell indagine 2013 svolta sul s personale ASI ai sensi

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro Lo smart working è una modalità di lavoro innovativa basata su un forte elemento di flessibilità, in modo particolare di orari e di sede. Il futuro dell organizzazione del lavoro passa necessariamente

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli