SERVIZI DI APPLICATION MANAGEMENT PER I SISTEMI SAP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZI DI APPLICATION MANAGEMENT PER I SISTEMI SAP"

Transcript

1 CODIICA 1 DI 44 SERVIZI DI APPLICATION MANAGEMENT PER I SISTEMI SAP 14/09/2009 Emissione esecutiva V. Della Rocca V. Della Rocca. Sablone DATA DESCRIZIONE REDAZIONE VERIICA APPROVAZIONE

2 CODIICA 2 DI 44 INDICE SEZIONE A INTRODUZIONE... 4 A.1 SCOPO... 4 A.2 GLOSSARIO...4 A.3 PROILO SOCIETARIO... 4 A.4 ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO E PASSAGGIO INIZIALE DELLE CONOSCENZE... 5 A.5 GRADIMENTO DEI CURRICULA E DELLE RISORSE... 5 A.6 MODALITÀ DEL TRATTAMENTO DATI... 6 A.7 PROPRIETÀ DEL SOTWARE SVILUPPATO E DELLA DOCUMENTAZIONE... 6 A.8 LOGISTICA E LINGUA DA UTILIZZARE... 6 SEZIONE B SISTEMI SAP IN ESERCIZIO... 7 B.1 PREMESSA...7 B.2 SISTEMA EUROSAP... 8 B.2.1 Descrizione sintetica...8 B.2.2 Macro funzionalità... 8 B.2.3 Landscape Tecnologico... 9 B.2.4 Utenti finali B.3 SISTEMA PDM B.3.1 Descrizione sintetica B.3.2 Macro funzionalità B.3.3 Landscape Tecnologico B.3.4 Utenti finali B.4 SISTEMA IBEX B.4.1 Descrizione sintetica B.4.2 Macro funzionalità B.4.3 Landscape Tecnologico B.4.4 Utenti finali SEZIONE C PROILI PROESSIONALI C.1 CARATTERISTICHE GENERALI C.2 PROILI MANAGERIALI C.2.1 Program Manager (M6 - livello L6) C.2.2 Project Manager (M5 - livello L5) C.3 PROILI UNZIONALI C.3.1 Consulente unzionale Senior (4 - livello L4) C.3.2 Consulente unzionale Expert (3 - livello L3) C.3.3 Consulente unzionale (2 - livello L2) C.3.4 Consulente unzionale Junior (1 - livello L1) C.4 PROILI TECNICI C.4.1 Consulente Tecnico Senior (T4 - livello L4) C.4.2 Consulente Tecnico Expert (T3 - livello L3) C.4.3 Consulente Tecnico (T2 - livello L2)... 21

3 CODIICA 3 DI 44 C.4.4 Consulente Tecnico Junior (T1 - livello L1) C.5 PROILI SISTEMISTI C.5.1 Consulente Sistemista Senior (A4 - livello L4) C.5.2 Consulente Sistemista Expert (A3 - livello L3) C.5.3 Consulente Sistemista (A2 - livello L2) C.5.4 Consulente Sistemista Junior (A1 - livello L1) SEZIONE D PROGETTO IMPLEMENTAZIONE ASE 3 PDM D.1 DESCRIZIONE SINTETICA D.1.1 La gestione della Conoscenza: il modello per l approccio in italferr D.1.2 Il sistema PDM oggi (fase 1 fase 2 fase 2B) D.1.3 PDM ase 3: dalla Conoscenza Implicita a quella Esplicita D.2 MODALITA OPERATIVE D.3 LOGISTICA...27 D.4 AVVICENDAMENTO DELLE RISORSE SEZIONE E SERVIZIO DI MANUTENZIONE CORRETTIVA/PICCOLA EVOLUTIVA 28 E.1 DESCRIZIONE E.2 MODALITA OPERATIVE E.2.1 Manutenzione correttiva E.2.2 Manutenzione piccola evolutiva E.2.3 Elenco attività ricorrenti (E.A.R.) E.3 RIERIMENTI PER IL DIMENSIONAMENTO DELLE RISORSE E.4 ASSENZA COMPONENTI DEL TEAM E.5 AVVICENDAMENTO DELLE RISORSE SEZIONE SERVIZIO DI MANUTENZIONE EVOLUTIVA DESCRIZIONE MODALITÀ OPERATIVE Realizzazione di nuove funzionalità di sistemi SAP precedentemente implementati Implementazione di nuove soluzioni in ambito SAP AVVICENDAMENTO DELLE RISORSE SEZIONE G SERVIZIO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA G.1 DESCRIZIONE G.2 MODALITÀ OPERATIVE G.3 ASSENZA...40 G.4 AVVICENDAMENTO DELLE RISORSE SEZIONE H ALLEGATI... 42

4 CODIICA 4 DI 44 SEZIONE A INTRODUZIONE A.1 SCOPO Scopo del presente documento è definire le attività ed i relativi livelli di servizio dell Application Management per i sistemi SAP di Italferr, fornendo al contempo tutte le informazioni ed i riferimenti tecnici necessari per il dimensionamento dei servizi richiesti. Si precisa che la conduzione sistemistica dei sistemi SAP di Italferr non costituisce oggetto dei servizi richiesti. A.2 GLOSSARIO Affidatario: la società o associazione o consorzio o G.E.I.E. con cui verrà stipulato l Accordo Quadro dei servizi richiesti. Referente Tecnico (di Italferr e dell Affidatario): sono i rappresentanti nominati rispettivamente da Italferr e dall Affidatario, con gli idonei poteri di gestione dei servizi richiesti. E.A.R.: Elenco delle attività ricorrenti necessarie per garantire l esercizio funzionale dei sistemi. Tale elenco viene revisionato periodicamente. U.O. Sistemi Informativi: è l Unità Operativa di Italferr responsabile di pianificare, sviluppare e gestire i sistemi informativi, garantendo un adeguato supporto procedurale, nonché di introdurre strumenti e tecnologie informatiche nell area tecnica, gestionale e dei servizi, assicurando, la massima integrazione tra gli strumenti informativi a supporto dei processi aziendali. ASAP: Accelerated SAP, metodologia per la realizzazione di progetti di implementazione di soluzioni SAP. Utente di Riferimento: è la risorsa Italferr operativa sui sistemi SAP, esperta di una attività aziendale e fonte primaria di informazioni sulle problematiche e sulle modalità di svolgimento della stessa; scelta come riferimento per lo strumento informatico riguardante tale attività. In particolare ha il compito di: partecipare attivamente ed in modo propositivo alle fasi di analisi dei processi e di disegno della nuova configurazione applicativa, valutare le soluzioni proposte, effettuare i test di funzionamento ed infine validare la soluzione realizzata; effettuare, su indicazione del Responsabile di Processo, le attività di raccolta e predisposizione delle informazioni; partecipare ai corsi di formazione previsti e svolgere il ruolo di tutor e formatore interno nei confronti degli utenti finali. Responsabile di Processo: è la risorsa di Italferr cui spetta il compito di: definire le fasi principali del processo di cui è responsabile e validarne l implementazione; nominare uno o più Utenti di Riferimento, specialisti delle attività in cui è suddiviso il processo di cui è responsabile; proporre, nell ambito del processo di cui è responsabile, eventuali cambiamenti da far recepire nel sistema informatico aziendale. A.3 PROILO SOCIETARIO La Italferr S.p.A. è la società di Ingegneria delle S - errovie dello Stato S.p.A. Le attività di cui si occupa sono studi, progettazione, direzione e supervisione lavori per investimenti infrastrutturali a guida vincolata (ferrovie, metropolitane, ecc.). Tali attività sono svolte prevalentemente su commesse pluriennali.

5 CODIICA 5 DI 44 Le risorse occupate sono circa Italferr ha 22 sedi operative, 53 cantieri diffusi su tutto il territorio nazionale e filiali in America Latina, Romania, Serbia, rancia, Algeria e Arabia. Gli uffici centrali sono siti in Roma, via Marsala 53. A.4 ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO E PASSAGGIO INIZIALE DELLE CONOSCENZE L attività di passaggio iniziale delle conoscenze relative alle peculiarità dei sistemi e dell ambiente tecnologico di Italferr (parametrizzazione e sviluppi) è totalmente a carico dell'affidatario, il quale, a valle della stipula dell Accordo Quadro, avrà a disposizione l accesso ai sistemi e alla documentazione esistente. Premesso che, per lo svolgimento delle attività delle sezioni D, E,, G di seguito descritte, dovrà essere completato il passaggio iniziale delle conoscenze necessarie alla loro esecuzione, l Affidatario dovrà fornire entro 24 ore dalla stipula dell Accordo Quadro: nomina del Referente Tecnico (Nominativo, n.ro telefono, n.ro fax, indirizzo di posta elettronica); elenco delle risorse (nominativo e codice numerico del curriculum) identificate per lo svolgimento delle attività descritte nella sezione E. Tali risorse saranno definite Team di manutenzione correttiva/piccola evolutiva. indicazione dell indirizzo per le comunicazioni relative ai servizi; indicazione dell indirizzo di posta elettronica certificata per le comunicazioni di carattere contrattuale; La comunicazione delle suddette informazioni è vincolante per l inizio delle attività di passaggio iniziale delle conoscenze. Le attività di passaggio iniziale delle conoscenze dovranno essere svolte secondo i termini offerti, di cui all Allegato 2 dell Accordo Quadro Offerta Tecnica, e comunque dovranno iniziare entro due giorni lavorativi successivi alla stipula dell Accordo Quadro, e durare 20 giorni lavorativi consecutivi. In questo periodo Italferr metterà a disposizione dell Affidatario un unica risorsa. Il passaggio iniziale delle conoscenze sarà svolto secondo quanto dichiarato in offerta in merito a: approccio metodologico adottato per raggiungere un passaggio efficace delle conoscenze; definizione delle attività necessarie, la relativa pianificazione, l impegno di risorse proprie che dovrà essere qualificato in termini di giornate-uomo per profilo professionale. L Affidatario dovrà assicurare la presenza del Team manutenzione correttiva/piccola evolutiva presso Italferr nei giorni lavorativi necessari per il passaggio iniziale delle conoscenze. L Affidatario dovrà sottoscrivere, mediante apposita dichiarazione, la positiva conclusione del passaggio di conoscenze, nella quale sia esplicitata la partecipazione all attività almeno di tutte le risorse del Team di manutenzione correttiva/piccola evolutiva. Sulla base di quanto riportato nel presente paragrafo, Il tempo di attivazione del servizio coincide con il tempo necessario al passaggio iniziale delle conoscenze. A.5 GRADIMENTO DEI CURRICULA E DELLE RISORSE Tutte le risorse messe a disposizione dall Affidatario per i servizi di sezione D, E,, G dovranno essere selezionate fra quelle i cui curricula sono compresi nella lista offerta ad Italferr. Tale lista, composta dai curricula indicati dall Affidatario nell Allegato 2 dell Accordo Quadro Offerta Tecnica, potrà essere aggiornata al più ogni 3 mesi, mantenendo costante il numero di curricula proposti

6 CODIICA 6 DI 44 nell Allegato 2 dell Accordo Quadro Offerta Tecnica dall Affidatario. Ciascun aggiornamento potrà riguardare al massimo il 10% dei curricula della lista. I curricula proposti che contengono informazioni incomplete o incongruenti in riferimento al profilo professionale per il quale l Affidatario propone la risorsa rispetto ai requisiti descritti in sezione C, non verranno ritenuti validi e l Affidatario sarà tenuto a integrare la lista entro 5 giorni naturali dalla richiesta della U.O. Sistemi Informativi, che potrà essere effettuata solo a valle della stipula dell Accordo Quadro. Anche nel caso di accettazione dei curricula, Italferr si riserva di esprimere il mancato gradimento delle risorse messe a disposizione dell Affidatario. Uno dei criteri per il gradimento sarà la coerenza tra il profilo professionale e gli anni di esperienza nella specifica soluzione SAP sulla quale la risorsa dovrà operare. Il profilo professionale dichiarato nel curriculum non potrà essere modificato per tutta la durata dell Accordo Quadro. A.6 MODALITÀ DEL TRATTAMENTO DATI Il trattamento dei dati verrà effettuato in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza, nel rispetto della normativa vigente. A valle della sottoscrizione dell Accordo Quadro verrà consegnato all Affidatario lo schema di incarico per il trattamento dei dati riservati, che dovrà essere sottoscritto da ciascuna risorsa dell Affidatario impiegata durante il periodo di validità dell Accordo Quadro. L Affidatario è comunque tenuto ad attenersi, durante lo svolgimento dei servizi a quanto previsto nel Documento Programmatico della sicurezza di Italferr (Allegato 01). A.7 PROPRIETÀ DEL SOTWARE SVILUPPATO E DELLA DOCUMENTAZIONE Si precisa che il software sviluppato e la documentazione prodotta nell ambito dell Accordo Quadro di servizi cui si riferisce questa specifica tecnica è di totale ed esclusiva proprietà di Italferr. A.8 LOGISTICA E LINGUA DA UTILIZZARE Salvo diversamente indicato, i servizi di sezione D, E, e G devono essere svolti in lingua italiana presso le sedi ITALERR S.p.A. di Roma e la documentazione prodotta deve essere in lingua italiana.

7 CODIICA 7 DI 44 SEZIONE B SISTEMI SAP IN ESERCIZIO B.1 PREMESSA Italferr è dotata, ad oggi, dei seguenti sistemi SAP: Sistema Eurosap Sistema PDM Sistema IBEx Si riporta, nei paragrafi seguenti, una descrizione sintetica dei sistemi sopra elencati; le informazioni di dettaglio sono contenute negli allegati a questo documento, di volta in volta referenziati nel corso della descrizione. I sistemi sono disponibili agli utenti tutti i giorni dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi ed i giorni di chiusura aziendale), con le seguenti modalità: 08:00-09:00 Sistemi disponibili (*) 09:00-18:00 Sistemi a disponibilità garantita 18:00-20:00 Sistemi disponibili (*) 20:00-08:00 Sistemi indisponibili (**) Gli orari sopra elencati si intendono (GMT+1). (*) Sistemi disponibili: in tale fascia oraria potrebbero essere effettuate attività di manutenzione. (**) Sistemi indisponibili: il sistema non è disponibile agli utenti. In questa fascia oraria vengono svolte le attività di sistema (processi batch, back-up, altro); tutte le attività utente eventualmente ancora in corso potranno essere interrotte senza preavviso agli utenti. Il presidio e la conduzione sistemistica dei sistemi è garantita dalla U.O. Sistemi Informativi tutti i giorni dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi ed i giorni di chiusura aziendale) nella fascia oraria 08:00-18:00.

8 CODIICA 8 DI 44 B.2 SISTEMA EUROSAP B.2.1 Descrizione sintetica Il sistema Eurosap è il sistema informativo gestionale societario (ERP) realizzato su soluzione SAP R/3. Il sistema è in esercizio dal E in corso il progetto di aggiornamento del sistema Eurosap alla soluzione SAP ECC 6.0. Le soluzioni SAP implementate nel sistema Eurosap sono: MM SD I CO PS HR Il linguaggio di programmazione utilizzato è ABAP. Il sistema Eurosap è integrato, tramite interfacce, con diversi sistemi SAP di Italferr e del Gruppo S, con applicazioni WEB di Italferr e con il sistema Acquisizione automatica delle fatture passive. Per le informazioni di dettaglio si rimanda ai seguenti allegati: Allegato 02 - BBP Eurosap (R/3 e BW); Allegato 03 - Procedure Utente Eurosap; Allegato 26 - Elenco interventi manutenzione evolutiva sistema Eurosap; Allegato 12 - Specifiche funzionalità evolutive del sistema Eurosap e IBEx; Allegato 09 - Linee guida dell'integrazione Eurosap/RUN; Allegato 10 - BBP Integrazione Eurosap S.in.Ge; Allegato 13 - BBP unzionale Upgrade Eurosap R3; Allegato 14 - BBP Tecnologico Upgrade Eurosap R3; Allegato 15 - Censimento tecnico Eurosap ; Allegato 04 - Manuale Network acilitata; Allegato 05 - Specifica Benestare; Allegato 06 - Specifica Budget del Personale; Allegato 07 - Specifiche One Operation; Allegato 08 - Specifiche Predisposizione Riprogrammazione; Allegato 36 - Procedura Amministrazione; Allegato 37 - Procedura Budget e Controllo di Gestione; Allegato 38 - Procedura Vendite; Allegato 39 - Procedura Gestione Commesse Esecutive; Allegato 57 - Procedura Approvvigionamenti. B.2.2 Macro funzionalità Il sistema Eurosap supporta i seguenti processi/sottoprocessi societari:

9 CODIICA 9 DI Approvvigionamenti Gestione anagrafiche Gestione acquisti Processi end- to-end Reportistica 2. Vendite Gestione anagrafiche Gestione pre-vendita Gestione vendita atturazione Reportistica 3. Amministrazione Contabilità clienti Contabilità fornitori Contabilità generale Contabilità cespiti Tesoreria 4. Controllo di gestione Budget Contabilità industriale 5. Gestione commesse operative Strutture commesse operative Pianificazione commesse operative Consuntivazione commesse operative Chiusura commesse 6. Risorse umane Anagrafica del personale e Struttura organizzativa B.2.3 Landscape Tecnologico Il sistema Eurosap è realizzato su soluzione SAP ERP versione ECC 6.0.

10 CODIICA 10 DI 44 Il landscape tecnologico del Sistema Eurosap, descritto nel documento Allegato 11 - "AS-IS" Tecnologico Sistemi SAP, si articola nei seguenti sistemi: SI: sistema di sviluppo, TI: sistema di test, PI: sistema di produzione. L hardware a supporto del sistema Eurosap si basa su architettura Intel 64bit con sistema operativo è Microsoft Windows 2003 Enterprise x64 Edition e Data Base Oracle B.2.4 Utenti finali Gli utenti del sistema Eurosap sono circa 350 di cui 340 distribuiti nelle sedi Italiane e 10 nelle filiali estere. La profilatura degli utenti viene gestita in base a ruoli aziendali predefiniti.

11 CODIICA 11 DI 44 B.3 SISTEMA PDM B.3.1 Descrizione sintetica Il PDM è il sistema informativo per la gestione del patrimonio della conoscenza tecnica di Italferr che favorisce lo svolgimento e il miglioramento dei processi core di Progettazione e di Controllo della Costruzione; con il consolidamento della fase 2 è stato esteso l ambito anche a tutta la documentazione di carattere gestionale (lettere, documenti contrattuali, ecc.) e societaria (procedure, documenti organizzativi, documenti d acquisto, ecc.). Il PDM, oggi utilizzato sia da Italferr che dai Soggetti Esterni (ornitori, Appaltatori, General Contractor) è un supporto innovativo alla produzione e fornisce un importante contributo al miglioramento continuo del processo di produzione dei documenti, permettendo di minimizzare, ovunque sia possibile, l'utilizzo e la distribuzione della documentazione cartacea. I componenti del modello di funzionamento sono il sistema PDM e il Service di Plottaggio e Consegna. Sistema PDM. Dal punto di vista dell'utente è un'area Web disponibile 24h/365, protetta e condivisa, secondo precise regole, in cui avviene l'inserimento, lo scambio, la classificazione e l'archiviazione dei documenti, favorendo la collaborazione tra le funzioni interne di Italferr e tra Italferr e i Soggetti Esterni. L'accesso avviene tramite il Portale aziendale per gli utenti Italferr, e tramite il sito istituzionale di Italferr per i Soggetti Esterni. Service di Plottaggio e Consegna. È un servizio disponibile per tutte le sedi Italferr. Ha il compito di prelevare i file, opportunamente contrassegnati, dei documenti presenti sul PDM, stampare e consegnare la copia cartacea ai relativi destinatari. Per effettuare tale realizzazione è stato utilizzato lo strumento mysap PLM. La soluzione SAP implementata nel sistema PDM è: SAP cproject- colders I linguaggio di programmazione utilizzati sono ABAP, JAVA, BSP. Il sistema PDM è integrato, tramite interfacce, con gli altri sistemi SAP di Italferr, con applicazioni WEB di Italferr. Per le informazioni di dettaglio si rimanda alla seguente documentazione: Allegato 40 Ordine di Servizio Progetto PDM Allegato 41 Business Blue Print Document PDM ase1 Allegato 42 Presentazione Sistema PDM Allegato 43 Procedura di Codifica della documentazione Allegato 44 Schema Codifica Documentazione Allegato 45 Procedura per il controllo e la gestione della documentazione Allegato 46 Manuale della Qualità Allegato 47 Prescrizioni Contrattuali PDM Allegato 48 Network PDM Allegato 49 AQ PDM Allegato 50 Tabella Documentazione Gestionale Allegato 51 Tabella Documentazione Societaria

12 CODIICA 12 DI 44 Allegato 52 Censimento Programmi PDM Allegato 53 Animazioni utilizzo PDM Allegato 54 Manuali PDM Allegato 55 Specifiche funzionalità evolutive PDM Allegato 62 Il PDM Italferr B.3.2 Macro funzionalità La configurazione attuale delle macro funzionalità del PDM è riepilogata nel seguente prospetto: 1. Gestione Documentazione di Commessa Gestione Documentazione Tecnica (elaborati di progetto, relazioni di calcolo, ) Gestione Documentazione Gestionale (OdS, verbali, certificazioni, contratti applicativi, ) Gestione del Processo di Richiesta di Modifica Tecnica delle tratte AV Gestione Transmittal Gestione Rapporti di Verifica (Istruttorie) Gestione del Service di Plottaggio Redlining degli elaborati tecnici 2. Gestione Documentazione non di Commessa Gestione Corrispondenza Gestione Documentazione Societaria (procedure, istruzioni operative, ) Gestione del Presidio Normativo del Monitoraggio Ambientale Gestione Documentazione del Ciclo passivo/attivo Gestione della atturazione del Service di Plottaggio 3. Attività trasversali Gestione Referenzazione e Correlazione dei Documenti Attività di Check-in/Check out dei Documenti Attività di upload/download dei Documenti Gestione del Servizio di Reperimento Documentale B.3.3 Landscape Tecnologico Il sistema PDM è realizzato su soluzione SAP cproject-colders. Il landscape tecnologico del Sistema PDM è descritto nel documento Allegato 11 - "AS-IS" Tecnologico Sistemi SAP. Il landscape è articolato come di seguito:

13 CODIICA 13 DI 44 SC: sistema di sviluppo, TC: sistema di test, PC: sistema di produzione. L hardware a supporto del sistema PDM si basa su architettura Intel e AMD 32bit con Sistema Operativo Microsoft Windows 2003 Enterprise Server e Database Oracle 9.2 e MAX DB 7.5. B.3.4 Utenti finali Complessivamente il PDM viene utilizzato da circa 1600 utenti interni ad Italferr e da circa 700 utenti esterni ad Italferr (di cui circa 60 sono utenti di sedi estere). La profilatura degli utenti viene gestita in base a ruoli aziendali predefiniti.

14 CODIICA 14 DI 44 B.4 SISTEMA IBEX B.4.1 Descrizione sintetica Il sistema IBEx è il data warehouse aziendale ed il sistema informativo societario di reporting. Il sistema è andato in esercizio il , contestualmente al sistema Eurosap, su soluzione SAP BW 2.1C. A giugno 2007 è stato aggiornato alla soluzione SAP BI versione 7.0. Dal 2002 fornisce la reportistica del sistema Eurosap. Dal 2008 fornisce anche la reportistica del sistema PDM. Il sistema contiene una replica dei dati anagrafici e transazionali, estratti dai sistemi sorgente Eurosap e PDM, strutturati ai fini del reporting e dell analisi. Tale replica dei dati viene aggiornata con frequenza giornaliera. Parte dei report è fruibile tramite interfaccia Bex Analyzer (SAPGUI) e parte tramite interfaccia WEB accessibile da un portale SAP NetWeaver Portal. Le soluzioni SAP implementate nel sistema IBEx sono: Business Intelligence NetWeaver Portal I linguaggi di programmazione utilizzati sono ABAP, JAVA, BSP e Visual Basic. Per le informazioni di dettaglio si rimanda ai seguenti allegati: Allegato 02 - BBP Eurosap (R/3 e BW); Allegato 29 - Elenco interventi manutenzione evolutiva sistema IBEx; Allegato 12 - Specifiche funzionalità evolutive del sistema Eurosap e IBEx; Allegato 17 - BBP Upgrade sistema BW; Allegato 18 - BEx Reporting; Allegato 19 - Process Chain Eurosap; Allegato 20 - Process Chain PDM; Allegato 60 - Reportistica PDM; Allegato 61 - Manutenzione IBEX. B.4.2 Macro funzionalità Il sistema IBEx supporta: Report personalizzabili dall utente in ambiente MS excel tramite Bex Analyzer; Report personalizzabili dall utente in ambiente NetWeaver Portal; Storicizzazione di dati del Sistema Eurosap; Rielaborazione di dati del Controllo di Gestione.

15 CODIICA 15 DI 44 B.4.3 Landscape Tecnologico Il sistema IBEx è realizzato su soluzione Business Intelligence versione 7.0 e SAP NetWeaver Portal 7.0. Il landscape tecnologico del Sistema IBEx, descritto nel documento Allegato 11 - "AS-IS" Tecnologico Sistemi SAP, si articola nei seguenti sistemi: SBW: sistema di sviluppo, TBW: sistema di test, PBW: sistema di produzione. L hardware a supporto del sistema IBEx si basa su architettura Intel 64bit con sistema operativo Microsoft Windows 2003 Advanced Server e Data Base Oracle B.4.4 Utenti finali Gli utenti del sistema IBEx sono tutte le 1600 risorse di italferr. La profilatura degli utenti viene gestita in base a ruoli aziendali predefiniti.

16 CODIICA 16 DI 44 SEZIONE C PROILI PROESSIONALI C.1 CARATTERISTICHE GENERALI Caratteristiche comuni a tutte le risorse impegnate nell erogazione dei servizi richiesti sono: esperienza di lavoro in progetti di implementazione e in progetti di assistenza e manutenzione di soluzioni SAP con focus particolare su ERP R/3 e ECC, BI, Portale, cproject-colders, PLM; conoscenza ed applicazione della metodologia ASAP o equivalente. C.2 PROILI MANAGERIALI C.2.1 Program Manager (M6 - livello L6) Requisiti almeno 13 anni di provata esperienza lavorativa in ambito ICT; almeno 10 anni di provata esperienza lavorativa in ambito SAP. Conoscenze conoscenza approfondita di SAP, maturata attraverso varie esperienze di progetto; conoscenza delle diverse piattaforme e architetture hardware e software; ottima conoscenza della lingua inglese; conoscenza approfondita di metodologie di misura progetti; stima di tempi e risorse per la realizzazione di un progetto. Responsabilità concorre a fornire gli indirizzi generali al fine di ottenere il risultato desiderato in termini di soluzione ed impegni sottoscritti; è responsabile del coordinamento dei team impegnati in diversi servizi/progetti; assicura la composizione quali-quantitativa dei team di risorse impegnati nei servizi/progetti; è responsabile delle problematiche sollevate e non risolte dal Project Manager. C.2.2 Project Manager (M5 - livello L5) Requisiti almeno 9 anni di provata esperienza lavorativa in ambito SAP. Conoscenze conoscenza approfondita di SAP, maturata attraverso varie esperienze di progetto; conoscenza delle diverse piattaforme e architetture hardware e software;

17 CODIICA 17 DI 44 ottima conoscenza della lingua inglese; conoscenza approfondita di metodologie di misura progetti; conoscenza approfondita di redazione di specifiche di progetto; stima di tempi e risorse per la realizzazione di un progetto; conoscenza approfondita di metodologie di analisi dei processi. Responsabilità è il diretto responsabile del progetto, fornisce gli indirizzi generali al fine di ottenere il risultato desiderato in termini di soluzione ed impegni sottoscritti; deve fornire indicazioni alle strutture aziendali sull'andamento del progetto; deve predisporre i piani generali di progetto sulla base dei piani tecnici di dettaglio, verificandone la coerenza e l'aggiornamento per la durata dell'intero progetto; deve controllare l'andamento del progetto mediante il monitoraggio di risorse e scadenze in modo da: produrre report sullo stato di avanzamento del progetto, evidenziare eventuali deviazioni dal piano, individuare iniziative per risolvere carenze e/o deviazioni, è tenuto ad adempiere alle attività previste in ambito aziendale per rendere disponibili servizi e risorse necessarie per la realizzazione del progetto nei tempi e nelle modalità previsti dai piani; è tenuto a risolvere eventuali problematiche che emergessero in corso d'opera e ad effettuare azioni di escalation qualora non riuscisse a risolvere il problema; coordina e gestisce i gruppi di lavoro per lo svolgimento delle attività previste; è responsabile, per le attività di competenza, del rispetto degli standard qualitativi definiti da Italferr. C.3 PROILI UNZIONALI C.3.1 Consulente unzionale Senior (4 - livello L4) Requisiti almeno 7 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale sulle soluzioni SAP; almeno 5 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze profonda conoscenza applicativa delle soluzioni SAP; buona conoscenza della lingua inglese. Nell ambito della soluzione SAP sulla quale deve operare:

18 CODIICA 18 DI 44 ha acquisito complete conoscenze sia dal punto di vista applicativo sia dal punto vista di utilizzo delle funzionalità, sia dal punto di vista del customizing; ha partecipato alla fase di analisi, implementazione e test dei processi in diversi progetti di implementazione, anche con funzioni di responsabilità nei team di implementazione (team leader); è in grado di affiancare la U.O. Sistemi Informativi in tutte le attività di coordinamento, analisi di problemi complessi, relazione con gli Utenti di Riferimento e i Responsabili di Processo dell area di competenza; è in grado di sviluppare analisi funzionali complesse per la realizzazione di nuove funzionalità; è in condizione di interpretare e risolvere le segnalazioni degli utenti, documentandone l esito e la soluzione applicata. è in grado di apportare le modifiche al customizing e di segnalare, in maniera adeguatamente documentata, eventuali carenze e difetti di altro tipo per l opportuna correzione. Responsabilità è il diretto responsabile del team di implementazione della soluzione SAP sul quale deve operare; è tenuto a risolvere eventuali problematiche che emergessero in corso d'opera e ad effettuare azioni di escalation qualora non riuscisse a risolvere il problema. C.3.2 Consulente unzionale Expert (3 - livello L3) Requisiti almeno 5 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale sulle soluzioni SAP; almeno 4 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze buona conoscenza applicativa delle soluzioni SAP; buona conoscenza della lingua inglese. Nell ambito della soluzione SAP sulla quale deve operare: ha acquisito profonde conoscenze sia dal punto di vista applicativo sia dal punto vista di utilizzo delle funzionalità, sia dal punto di vista del customizing; ha partecipato alla fase di analisi, implementazione e test dei processi inerenti la soluzione SAP in diversi progetti di implementazione; è in grado di affiancare la U.O. Sistemi Informativi in tutte le attività di analisi di problemi complessi, relazione con gli Utenti di Riferimento e i Responsabili di Processo dell area di competenza;

19 CODIICA 19 DI 44 è in grado di sviluppare analisi funzionali complesse per la realizzazione di nuove funzionalità; è in condizione di interpretare e risolvere le segnalazioni degli utenti, documentandone l esito e la soluzione applicata; è in grado di apportare le modifiche al customizing e di segnalare, in maniera adeguatamente documentata, eventuali carenze e difetti di altro tipo per l opportuna correzione. Responsabilità è tenuto a risolvere eventuali problematiche che emergessero in corso d'opera e ad effettuare azioni di escalation qualora non riuscisse a risolvere il problema. C.3.3 Consulente unzionale (2 - livello L2) Requisiti almeno 3 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale sulle soluzioni SAP; almeno 2 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze Nell ambito della soluzione SAP sulla quale deve operare: ha acquisito conoscenze sia dal punto di vista applicativo sia dal punto vista di utilizzo delle funzionalità, sia dal punto di vista del customizing. ha partecipato alla fase di analisi, implementazione e test in almeno un progetto; è in grado di sviluppare analisi funzionali per la realizzazione di nuove funzionalità; si affianca alle sue figure di riferimento nelle attività di analisi di problemi; è in condizione di supportare le sue figure di riferimento nelle attività di interpretazione e risoluzione delle segnalazioni degli utenti, documentandone l esito e la soluzione applicata; è in grado di apportare le modifiche al customizing, e di segnalare in maniera adeguatamente documentata, eventuali carenze e difetti di altro tipo per l opportuna correzione. C.3.4 Consulente unzionale Junior (1 - livello L1) Requisiti almeno 2 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale sulle soluzioni SAP; almeno 1 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze Nell ambito della soluzione SAP sulla quale deve operare:

20 CODIICA 20 DI 44 ha acquisito conoscenze dal punto di vista applicativo: ha partecipato alla fase di analisi, implementazione e test dei processi; è in grado di sviluppare semplici analisi funzionali per la realizzazione di nuove funzionalità. è in condizione di interpretare e risolvere le segnalazioni degli utenti, documentandone l esito e la soluzione applicata; è in grado di apportare semplici modifiche al customizing. C.4 PROILI TECNICI C.4.1 Consulente Tecnico Senior (T4 - livello L4) Requisiti almeno 8 anni di provata esperienza lavorativa come consulente tecnico in progetti di sviluppo in ambito SAP; almeno 6 anni di provata esperienza lavorativa come consulente tecnico nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze buona conoscenza dei linguaggi di programmazione con cui sono sviluppate le soluzioni SAP; conoscenza di diverse piattaforme e architetture hardware e software; ottima conoscenza della lingua inglese. Nell ambito della soluzione SAP e del linguaggio di programmazione sul quale deve operare: ha acquisito completa conoscenza del linguaggio di programmazione; ha acquisito complete conoscenze dal punto di vista tecnico; ha partecipato alla fase di analisi e implementazione in diversi progetti di sviluppo, anche con funzioni di responsabilità di diversi team di implementazione (project leader); è in grado di affiancare la U.O. Sistemi Informativi in tutte le attività di coordinamento, e di analisi di problemi complessi; è in grado di sviluppare analisi tecniche complesse. Responsabilità è il diretto responsabile del team di implementazione dell ambito SAP sul quale deve operare; è tenuto a risolvere eventuali problematiche che emergessero in corso d'opera e ad effettuare azioni di escalation qualora non riuscisse a risolvere il problema. C.4.2 Consulente Tecnico Expert (T3 - livello L3) Requisiti

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA 1 di 8 1 PRESCRIZIONI PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI PROGETTAZIONE SULLA BASE DI DOCUMENTI DI 2 Parte Titolo 3 PARTE I I.1 PREMESSA I.2 SCOPI I.3 PRESCRIZIONI RELATIVE ALL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE DELLA

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica CAPITOLATO TECNICO PER UN SERVIZIO DI MANUTENZIONE, GESTIONE ED EVOLUZIONE DELLA COMPONENTE AUTOGOVERNO DEL SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da PROCEDURA PR.07/03 Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE NUMERO REVISIONE DATA Emesso da DT Fabio 0 15/07/03 Matteucci 1 22/12/03 Fabio Matteucci 2 Verificato da Rappresentante della Direzione

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE 1 Introduzione 1.1 Premessa 1. Il presente Allegato A2

Dettagli

Sistema ERP Dynamics AX

Sistema ERP Dynamics AX Equitalia S.p.A. Servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate Sistema ERP Dynamics AX Allegato 6 Figure professionali Sommario 1. Caratteri generali... 3 2. Account

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag. 1 di 10 ALLEGATO 2 - OFFERTA TECNICA La busta B - Gara a procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i per l affidamento dei servizi per

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Allegato 5 CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 1 INDICE 1 Introduzione... 3 2 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

ACI Informatica S.p.A. Direzione Sviluppo Software. Capitolato tecnico per l affidamento di servizi professionali per sviluppo CRM ACI

ACI Informatica S.p.A. Direzione Sviluppo Software. Capitolato tecnico per l affidamento di servizi professionali per sviluppo CRM ACI CONTROLLO DELLE COPIE Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile della Documentazione,

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag. 1 di 9 ALLEGATO 2 - OFFERTA TECNICA La busta B - Gara a procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i per l affidamento dei servizi per

Dettagli

COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO

COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO Energia Elettrica Traffico Telefonico Carburanti Gas COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO COME NASCE ELETTRAWEB è un programma interamente progettato e implementato da Uno Informatica in grado di acquisire

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

Progetto SAP. Analisi preliminare processi e base dati

Progetto SAP. Analisi preliminare processi e base dati Progetto SAP Analisi preliminare processi e base dati Progetto SAP Agenda Obiettivo dell intervento Condivisione fasi progettuali Analisi base dati sistema legacy Schema dei processi aziendali Descrizione

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Pagina 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B Gara Europea a Procedura aperta per la fornitura di servizi di supporto Offerta Tecnica, dovrà contenere un indice completo di

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE Pag. I INDICE 1. INTRODUZIONE...1 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO...1 1.2 AREA DI APPLICAZIONE...1

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO)

GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO) GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO) Pagina 1 di 5 INDICE 1. I SERVIZI RICHIESTI...3 2. AGGIORNAMENTO

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH55 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

SVILUPPO SOFTWARE. dai una nuova energia ai tuoi piani di sviluppo software SVILUPPO SOFTWARE

SVILUPPO SOFTWARE. dai una nuova energia ai tuoi piani di sviluppo software SVILUPPO SOFTWARE SVILUPPO SOFTWARE dai una nuova energia ai tuoi piani di sviluppo software SVILUPPO SOFTWARE Affianchiamo i nostri clienti nella progettazione e sviluppo di applicazioni software basate sulle principali

Dettagli

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE

D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO, CRITERI E MODALITÀ DI VALUTAZIONE PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DEL GIOCO DEL LOTTO AUTOMATIZZATO E DEGLI ALTRI GIOCHI NUMERICI A QUOTA FISSA Allegato D ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE

Dettagli

Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo. Il processo di budget

Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo. Il processo di budget Servizio Controllo di Gestione Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo Il processo di budget Il processo ho la scopo di garantire il raggiungimento dei risultati annuali previsti dalla Direzione

Dettagli

4. GESTIONE DELLE RISORSE

4. GESTIONE DELLE RISORSE Pagina 1 di 6 Manuale Qualità Gestione delle Risorse INDICE DELLE EDIZIONI.REVISIONI N DATA DESCRIZIONE Paragraf i variati Pagine variate 1.0 Prima emissione Tutti Tutte ELABORAZIONE VERIFICA E APPROVAZIONE

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Engineering Agenda Scenario nel quale matura la necessità di esternalizzare Modalità conrattuali, ambito, livelli di servizio Modalità di governo del contratto e di erogazione dei servizi Metodologia

Dettagli

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ

PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 - SC MEDICINA LEGALE TO1 - OBITORIO CIVICO PROCEDURA PR03 - Documentazione e Registrazioni del SGQ Edizione 2 Approvata dal Direttore della SC Medicina Legale Emessa dal Referente

Dettagli

e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione.

e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione. Sistemi di monitoraggio e controllo dei processi Sistemi di monitoraggio e controllo dei processi e dei costi della logistica, su sportelli, filiali e uffici di direzione. Interventi di Business Value

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO LA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLE DINAMICHE ASSOCIATIVE La piattaforma SmartPlanner è una piattaforma software multitasking erogata in modalità SaaS,

Dettagli

MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI

MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI Pagina:1 di 6 MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI INDICE 1. INTRODUZIONE...1 2. ATTIVITÀ PRELIMINARI ALL INIZIO DELLE VERIFICHE...2 3. PIANO OPERATIVO DELLE ATTIVITÀ...2

Dettagli

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV

APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Descrizione dei profili professionali e template del CV APPENDICE 4 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali e template del CV INDICE INTRODUZIONE... 3 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI... 4 1.1 CAPO PROGETTO DI SISTEMI INFORMATIVI (CPI)...

Dettagli

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing 1 Premessa Nel processo di armonizzazione dell Ingegneria Europea, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri,

Dettagli

La soluzione che pianifica, gestisce e rendiconta in tempo reale la nostra attività di servizio

La soluzione che pianifica, gestisce e rendiconta in tempo reale la nostra attività di servizio Picture Credit SAP. Used with permission. La soluzione che pianifica, gestisce e rendiconta in tempo reale la nostra attività di servizio Partner Nome dell azienda CISA Service Srl Settore Vendita installazione

Dettagli

Approfondimento. Controllo Interno

Approfondimento. Controllo Interno Consegnato OO.SS. 20 maggio 2013 Approfondimento Controllo Interno Maggio 2013 Assetto Organizzativo Controllo Interno CONTROLLO INTERNO ASSICURAZIONE QUALITA DI AUDIT E SISTEMI ETICA DEL GOVERNO AZIENDALE

Dettagli

figure professionali software

figure professionali software Responsabilità del Program Manager Valuta la fattibilità tecnica delle opportunità di mercato connesse al programma; organizza la realizzazione del software in forma di progetti ed accorpa più progetti

Dettagli

La Fatturazione Elettronica nella Pubblica Amministrazione Locale

La Fatturazione Elettronica nella Pubblica Amministrazione Locale La Fatturazione Elettronica nella Pubblica Amministrazione Locale L offerta di EasyGov Solutions 2014 EasyGov Solutions Srl Start-up del Politecnico di Milano Chi siamo EasyGov Solutions Team di lavoro

Dettagli

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AVVISO n. 07/2013 Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo specialistico di Esperto nei processi

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

Modello dei controlli di secondo e terzo livello

Modello dei controlli di secondo e terzo livello Modello dei controlli di secondo e terzo livello Vers def 24/4/2012_CLEN INDICE PREMESSA... 2 STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 3 DEFINIZIONE DEI LIVELLI DI CONTROLLO... 3 RUOLI E RESPONSABILITA DELLE FUNZIONI

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH84 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 23.12.2104 ORDINE DI SERVIZIO n. 33/14 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO Con riferimento all Ordine di Servizio n. 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione AMMINISTRAZIONE,

Dettagli

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.)

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) REGIONE BASILICATA PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO EVOLUTIVO E DI ASSISTENZA SPECIALISTICA DEL SISTEMA INFORMATIVO LAVORO BASIL DELLA REGIONE BASILICATA

Dettagli

www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA

www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA informa www.fastferrovie.it SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE E VALLE D AOSTA FOGLIO INFORMATIVO STAMPATO IN PROPRIO - ANNO 3, N. 048 - FEBBRAIO 2010 CARGO DIISPOSIIZIIONE ORGANIIZZATIIVA 952//10 FAST FerroVie

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it; www.consip.it www.sogei.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it; www.consip.it www.sogei.it *** Oggetto: Gara per l affidamento di servizi per lo sviluppo, la manutenzione e l assistenza del sistema informativo di gestione iniziative (SIGI) e del portale di governance della convenzione IT tra Sogei/Mef/Cdc

Dettagli

Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile

Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile Obiettivi specifici Per il generale, si individuano

Dettagli

Servizi di supporto specialistico alla progettazione e allo sviluppo del portale di Gruppo, alla comunicazione sui canali digitali.

Servizi di supporto specialistico alla progettazione e allo sviluppo del portale di Gruppo, alla comunicazione sui canali digitali. CAPITOLATO TECNICO Servizi di supporto specialistico alla progettazione e allo sviluppo del portale di Gruppo, alla comunicazione sui canali digitali. Nel 2011 il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane intende

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DI SISTEMA TITOLO DOCUMENTO

SPECIFICHE TECNICHE DI SISTEMA TITOLO DOCUMENTO DIREZIONE EMITTENTE CONTROLLO DELLE COPIE Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Ediz. MQ 00 Pag. 1 di 8 REVISIONI N REV. DATA APPROV DESCRIZIONE RIFERIMENTO PARAGRAFO RIFERIMENTO PAGINA 00 10-01-06 1A EMISSIONE TUTTI TUTTE 01 25-09-09 ADEGUAMENTO ALLA NORMA UN EN ISO 9001:2008 TUTTI

Dettagli

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA Allegato 2 Modello di offerta tecnica Pagina 1 di 23 Premessa Nella redazione dell Offerta tecnica il concorrente deve seguire lo schema del modello proposto in questo

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Contratto. assistenza software. anno 2015. Comune di TESERO (TN)

Contratto. assistenza software. anno 2015. Comune di TESERO (TN) info@icasystems.it A LESSANDRIA - BERGAMO - VERONA CREMONA - CAGLIA R I - FOGGIA - NAPOLI - PALMI (RC) CATANIA Contratto di assistenza software anno 2015 Comune di TESERO (TN) 62//2015 ICA SYSTEMS Srl

Dettagli

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior, di Esperto di servizi e tecnologie per l egovernment

Dettagli

INDICE. SERAM S.p.A Ispezioni ed Audit PR SGSL 12 Rev. 4

INDICE. SERAM S.p.A Ispezioni ed Audit PR SGSL 12 Rev. 4 INDICE INDICE... 2 1. SCOPO... 4 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 3. RIFERIMENTI... 5 4. DEFINIZIONI... 5 5. RESPONSABILITA'... 6 6. 1 AUDIT INTERNI... 7 6.1.1 Audit effettuati da RSGSL sul controllo operativo

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER LA RICERCA DI PERSONALE TECNICO INFORMATICO A TEMPO DETERMINATO IN AMBITO SANITARIO

AVVISO DI SELEZIONE PER LA RICERCA DI PERSONALE TECNICO INFORMATICO A TEMPO DETERMINATO IN AMBITO SANITARIO AVVISO DI SELEZIONE PER LA RICERCA DI PERSONALE TECNICO INFORMATICO A TEMPO DETERMINATO IN AMBITO SANITARIO IN.VA. S.p.A., Società in house della Regione Autonoma Valle d'aosta, del Comune di Aosta e dell'azienda

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 Il Direttore Generale, nella sede dell Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Via Castiglione, 29 nella data sopra indicata, alla presenza del Direttore Amministrativo

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Indice 1 - INTRODUZIONE... 3 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...3 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...3 1.3 - RIFERIMENTI...3 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...3 2 - PREMESSA... 4 3 -

Dettagli

Al tuo fianco. nella sfida di ogni giorno. risk management www.cheopeweb.com

Al tuo fianco. nella sfida di ogni giorno. risk management www.cheopeweb.com Al tuo fianco nella sfida di ogni giorno risk management www.cheopeweb.com risk management Servizi e informazioni per il mondo del credito. Dal 1988 assistiamo le imprese nella gestione dei processi di

Dettagli

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici La nostra azienda, oltre a produrre, distribuire e installare i propri software presso la clientela, eroga a favore di quest ultima una serie di servizi

Dettagli

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI (ERP) Le soluzioni Axioma per l'industria Le soluzioni di Axioma per l'industria rispondono alle esigenze di tutte le aree funzionali dell azienda industriale.

Dettagli

Direttore Operativo. Compiti e responsabilità :

Direttore Operativo. Compiti e responsabilità : Direttore Operativo Il Direttore Operativo ha la responsabilità di assicurare lo sviluppo e la continuità dei servizi ambientali di raccolta e smaltimento rifiuti nel contesto territoriale di competenza,

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD... 2 MODALITA DI AGGIORNAMENTO... 2 AVVERTENZE... 2 Adeguamento archivi... 2 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 004_2012 DI LINEA AZIENDA... 3 GESTIONE E-COMMERCE...

Dettagli

AVVISI PROFILI RICERCATI/CRITERI DI SELEZIONE ESITI 2015

AVVISI PROFILI RICERCATI/CRITERI DI SELEZIONE ESITI 2015 05 PROFILO ICT (RIF. 0/05) BENI E SERVIZI (RIF. 0/05) ANALISTA MERCATO BENI MOBILI (RIF. 03/05) ANALISTA MARKETING (RIF. 04/05) DESCRIZIONE La posizione ha la responsabilità di assicurare l acquisizione

Dettagli

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE Elisabetta Borello SISTEMA RIS-PACS Il sistema RIS-PACS costituisce, attraverso la sua integrazione

Dettagli

Professionista nella Posizione Organizzativa: Presidio processi complessi a rilievo finanziario e verifica sostenibilità atti amministrativi

Professionista nella Posizione Organizzativa: Presidio processi complessi a rilievo finanziario e verifica sostenibilità atti amministrativi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Amministrazione di appartenenza Indirizzo sede lavorativa GIORDANO GIUSEPPE ARPA Lombardia Via Ippolito Rosellini,

Dettagli

Offerta tecnica ed economica

Offerta tecnica ed economica Offerta tecnica ed economica cliente Comune di Monza oggetto Servizio di manutenzione sezione concorsi versione 1.0 data 04 febbraio 2014 autori Cinzia Romano alla cortese attenzione Alessia Tronchi codice

Dettagli

4.5 CONTROLLO DEI DOCUMENTI E DEI DATI

4.5 CONTROLLO DEI DOCUMENTI E DEI DATI Unione Industriale 35 di 94 4.5 CONTROLLO DEI DOCUMENTI E DEI DATI 4.5.1 Generalità La documentazione, per una filatura conto terzi che opera nell ambito di un Sistema qualità, rappresenta l evidenza oggettiva

Dettagli

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni:

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni: copertina pg. 1 immagine pg. 2 Easytech è un gruppo di giovani professionisti uniti da un obiettivo comune: proporre le migliori soluzioni per rendere le imprese leggere e pronte a sostenere la competizione

Dettagli

JOB - Amministrazione del personale. La soluzione Sistemi per il professionista delle paghe.

JOB - Amministrazione del personale. La soluzione Sistemi per il professionista delle paghe. JOB - Amministrazione del personale La soluzione Sistemi per il professionista delle paghe. 1 La soluzione Sistemi per il professionista delle paghe JOB è il risultato delle competenze maturate da Sistemi

Dettagli

(in riferimento al Capitolato Speciale d Appalto paragrafo 7.1. pag. 10)

(in riferimento al Capitolato Speciale d Appalto paragrafo 7.1. pag. 10) Quesito 1 Si richiede di sapere se in caso di ATI o RTI queste stesse devono risultare già costituite all'atto della presentazione delle offerte, oppure è sufficiente, come di solito richiesto, l'impegno

Dettagli

ASP POVERI VERGOGNOSI

ASP POVERI VERGOGNOSI ASP POVERI VERGOGNOSI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI CONSULENZA SPECIALISTICA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE ASSICURAZIONI E DIRITTO AMMINISTRATIVO ai sensi del Regolamento dei lavori,

Dettagli

Collaboration aziendale in Cloud Computing

Collaboration aziendale in Cloud Computing Collaboration aziendale in Cloud Computing sviluppate con la tecnologia La soluzione che non c era Rel. 2.0 Gennaio 2013 Come Funziona Prima File Server Server di Backup ERP e gestionali Software in azienda

Dettagli

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT.

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. Cod. Figure professionali q.tà gg.uu. Riepilogo di Progetto 1.092 SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. 001 Comitato

Dettagli

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica 1 di 7 INDICE 1 Pianificazione della realizzazione del prodotto... 2 2 Processi relativi al cliente... 2 2.1 Analisi dei bisogni, determinazione dei requisiti

Dettagli

ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Requisiti di qualità specifici della fornitura

ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Requisiti di qualità specifici della fornitura CONSIP S.p.A. ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO Requisiti di qualità specifici della fornitura Capitolato relativo all affidamento dei servizi di Sviluppo, Manutenzione, Assistenza e Servizi intellettivi

Dettagli

SISTEMA DI LOG MANAGEMENT

SISTEMA DI LOG MANAGEMENT SIA SISTEMA DI LOG MANAGEMENT Controllo degli accessi, monitoring delle situazioni anomale, alerting e reporting Milano Hacking Team S.r.l. http://www.hackingteam.it Via della Moscova, 13 info@hackingteam.it

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B Gara per procedure e alle conseguenti proposte operative a supporto delle Funzioni e direzioni Aziendali

Dettagli

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI Con riferimento all Ordine di Servizio n 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI e ad attribuire

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE rev. 0 Data: 01-03-2006 pag. 1 10 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

PROGETTO GIPSE. Presentazione e Piano Esecutivo

PROGETTO GIPSE. Presentazione e Piano Esecutivo PROGETTO GIPSE Presentazione e Piano Esecutivo Prima emissione: Aprile 1999 I N D I C E 1. PRESENTAZIONE GENERALE DEL PROGETTO GIPSE...2 1.1 Obiettivi... 2 1.2 Partner... 2 1.3 Il ruolo dei partner...

Dettagli

Piattaforma Informatica di Knowledge Risk

Piattaforma Informatica di Knowledge Risk Piattaforma Informatica di Knowledge Risk La guida sicura per la certificazione e la conformità 2012 1 IL CONCETTO INNOVATIVO PI-KR E UNA SOLUZIONE INTEGRATA PER I SISTEMI DI GESTIONE E DI GOVERNO AZIENDALE

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

AVVISO n. 05/2011: Procedura comparativa per il conferimento di un inca- rico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior

AVVISO n. 05/2011: Procedura comparativa per il conferimento di un inca- rico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior AVVISO n. 05/2011: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior di Esperto in attività di ricerca e sviluppo nel settore dell

Dettagli

AVVISO n. 08/2012: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior

AVVISO n. 08/2012: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior AVVISO n. 08/2012: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior di Esperto di servizi e tecnologie cloud, nell ambito del progetto

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE PER L UTILIZZO DELL ALBO FORNITORI E DELLE GARE ON-LINE

PROCEDURE OPERATIVE PER L UTILIZZO DELL ALBO FORNITORI E DELLE GARE ON-LINE Direzione Acquisti e Contratti Il Direttore PROCEDURE OPERATIVE PER L UTILIZZO DELL ALBO FORNITORI E DELLE GARE ON-LINE 1 PROCEDURA OPERATIVA ALBO FORNITORI 1.1 ALBO FORNITORI L Albo Fornitori contiene

Dettagli

MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE Linee guida per lo svolgimento del Tirocinio formativo obbligatorio di 500 ore Il tirocinio in Management per il Coordinamento delle Professioni

Dettagli

AMMINISTRARE I PROCESSI

AMMINISTRARE I PROCESSI LE SOLUZIONI AXIOMA PER LE AZIENDE DI SERVIZI AMMINISTRARE I PROCESSI (ERP) Axioma Value Application Servizi Axioma, che dal 1979 offre prodotti software e servizi per le azienda italiane, presenta Axioma

Dettagli

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza.

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Conservazione Sostitutiva Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Paperless office Recenti ricerche hanno stimato che ogni euro investito nella migrazione di sistemi tradizionali verso tecnologie

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Lo Studio di Fattibilità

Lo Studio di Fattibilità Lo Studio di Fattibilità Massimo Mecella Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Definizione Insieme di informazioni considerate necessarie alla decisione sull investimento

Dettagli