SERVIZI DI APPLICATION MANAGEMENT PER I SISTEMI SAP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZI DI APPLICATION MANAGEMENT PER I SISTEMI SAP"

Transcript

1 CODIICA 1 DI 44 SERVIZI DI APPLICATION MANAGEMENT PER I SISTEMI SAP 14/09/2009 Emissione esecutiva V. Della Rocca V. Della Rocca. Sablone DATA DESCRIZIONE REDAZIONE VERIICA APPROVAZIONE

2 CODIICA 2 DI 44 INDICE SEZIONE A INTRODUZIONE... 4 A.1 SCOPO... 4 A.2 GLOSSARIO...4 A.3 PROILO SOCIETARIO... 4 A.4 ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO E PASSAGGIO INIZIALE DELLE CONOSCENZE... 5 A.5 GRADIMENTO DEI CURRICULA E DELLE RISORSE... 5 A.6 MODALITÀ DEL TRATTAMENTO DATI... 6 A.7 PROPRIETÀ DEL SOTWARE SVILUPPATO E DELLA DOCUMENTAZIONE... 6 A.8 LOGISTICA E LINGUA DA UTILIZZARE... 6 SEZIONE B SISTEMI SAP IN ESERCIZIO... 7 B.1 PREMESSA...7 B.2 SISTEMA EUROSAP... 8 B.2.1 Descrizione sintetica...8 B.2.2 Macro funzionalità... 8 B.2.3 Landscape Tecnologico... 9 B.2.4 Utenti finali B.3 SISTEMA PDM B.3.1 Descrizione sintetica B.3.2 Macro funzionalità B.3.3 Landscape Tecnologico B.3.4 Utenti finali B.4 SISTEMA IBEX B.4.1 Descrizione sintetica B.4.2 Macro funzionalità B.4.3 Landscape Tecnologico B.4.4 Utenti finali SEZIONE C PROILI PROESSIONALI C.1 CARATTERISTICHE GENERALI C.2 PROILI MANAGERIALI C.2.1 Program Manager (M6 - livello L6) C.2.2 Project Manager (M5 - livello L5) C.3 PROILI UNZIONALI C.3.1 Consulente unzionale Senior (4 - livello L4) C.3.2 Consulente unzionale Expert (3 - livello L3) C.3.3 Consulente unzionale (2 - livello L2) C.3.4 Consulente unzionale Junior (1 - livello L1) C.4 PROILI TECNICI C.4.1 Consulente Tecnico Senior (T4 - livello L4) C.4.2 Consulente Tecnico Expert (T3 - livello L3) C.4.3 Consulente Tecnico (T2 - livello L2)... 21

3 CODIICA 3 DI 44 C.4.4 Consulente Tecnico Junior (T1 - livello L1) C.5 PROILI SISTEMISTI C.5.1 Consulente Sistemista Senior (A4 - livello L4) C.5.2 Consulente Sistemista Expert (A3 - livello L3) C.5.3 Consulente Sistemista (A2 - livello L2) C.5.4 Consulente Sistemista Junior (A1 - livello L1) SEZIONE D PROGETTO IMPLEMENTAZIONE ASE 3 PDM D.1 DESCRIZIONE SINTETICA D.1.1 La gestione della Conoscenza: il modello per l approccio in italferr D.1.2 Il sistema PDM oggi (fase 1 fase 2 fase 2B) D.1.3 PDM ase 3: dalla Conoscenza Implicita a quella Esplicita D.2 MODALITA OPERATIVE D.3 LOGISTICA...27 D.4 AVVICENDAMENTO DELLE RISORSE SEZIONE E SERVIZIO DI MANUTENZIONE CORRETTIVA/PICCOLA EVOLUTIVA 28 E.1 DESCRIZIONE E.2 MODALITA OPERATIVE E.2.1 Manutenzione correttiva E.2.2 Manutenzione piccola evolutiva E.2.3 Elenco attività ricorrenti (E.A.R.) E.3 RIERIMENTI PER IL DIMENSIONAMENTO DELLE RISORSE E.4 ASSENZA COMPONENTI DEL TEAM E.5 AVVICENDAMENTO DELLE RISORSE SEZIONE SERVIZIO DI MANUTENZIONE EVOLUTIVA DESCRIZIONE MODALITÀ OPERATIVE Realizzazione di nuove funzionalità di sistemi SAP precedentemente implementati Implementazione di nuove soluzioni in ambito SAP AVVICENDAMENTO DELLE RISORSE SEZIONE G SERVIZIO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA G.1 DESCRIZIONE G.2 MODALITÀ OPERATIVE G.3 ASSENZA...40 G.4 AVVICENDAMENTO DELLE RISORSE SEZIONE H ALLEGATI... 42

4 CODIICA 4 DI 44 SEZIONE A INTRODUZIONE A.1 SCOPO Scopo del presente documento è definire le attività ed i relativi livelli di servizio dell Application Management per i sistemi SAP di Italferr, fornendo al contempo tutte le informazioni ed i riferimenti tecnici necessari per il dimensionamento dei servizi richiesti. Si precisa che la conduzione sistemistica dei sistemi SAP di Italferr non costituisce oggetto dei servizi richiesti. A.2 GLOSSARIO Affidatario: la società o associazione o consorzio o G.E.I.E. con cui verrà stipulato l Accordo Quadro dei servizi richiesti. Referente Tecnico (di Italferr e dell Affidatario): sono i rappresentanti nominati rispettivamente da Italferr e dall Affidatario, con gli idonei poteri di gestione dei servizi richiesti. E.A.R.: Elenco delle attività ricorrenti necessarie per garantire l esercizio funzionale dei sistemi. Tale elenco viene revisionato periodicamente. U.O. Sistemi Informativi: è l Unità Operativa di Italferr responsabile di pianificare, sviluppare e gestire i sistemi informativi, garantendo un adeguato supporto procedurale, nonché di introdurre strumenti e tecnologie informatiche nell area tecnica, gestionale e dei servizi, assicurando, la massima integrazione tra gli strumenti informativi a supporto dei processi aziendali. ASAP: Accelerated SAP, metodologia per la realizzazione di progetti di implementazione di soluzioni SAP. Utente di Riferimento: è la risorsa Italferr operativa sui sistemi SAP, esperta di una attività aziendale e fonte primaria di informazioni sulle problematiche e sulle modalità di svolgimento della stessa; scelta come riferimento per lo strumento informatico riguardante tale attività. In particolare ha il compito di: partecipare attivamente ed in modo propositivo alle fasi di analisi dei processi e di disegno della nuova configurazione applicativa, valutare le soluzioni proposte, effettuare i test di funzionamento ed infine validare la soluzione realizzata; effettuare, su indicazione del Responsabile di Processo, le attività di raccolta e predisposizione delle informazioni; partecipare ai corsi di formazione previsti e svolgere il ruolo di tutor e formatore interno nei confronti degli utenti finali. Responsabile di Processo: è la risorsa di Italferr cui spetta il compito di: definire le fasi principali del processo di cui è responsabile e validarne l implementazione; nominare uno o più Utenti di Riferimento, specialisti delle attività in cui è suddiviso il processo di cui è responsabile; proporre, nell ambito del processo di cui è responsabile, eventuali cambiamenti da far recepire nel sistema informatico aziendale. A.3 PROILO SOCIETARIO La Italferr S.p.A. è la società di Ingegneria delle S - errovie dello Stato S.p.A. Le attività di cui si occupa sono studi, progettazione, direzione e supervisione lavori per investimenti infrastrutturali a guida vincolata (ferrovie, metropolitane, ecc.). Tali attività sono svolte prevalentemente su commesse pluriennali.

5 CODIICA 5 DI 44 Le risorse occupate sono circa Italferr ha 22 sedi operative, 53 cantieri diffusi su tutto il territorio nazionale e filiali in America Latina, Romania, Serbia, rancia, Algeria e Arabia. Gli uffici centrali sono siti in Roma, via Marsala 53. A.4 ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO E PASSAGGIO INIZIALE DELLE CONOSCENZE L attività di passaggio iniziale delle conoscenze relative alle peculiarità dei sistemi e dell ambiente tecnologico di Italferr (parametrizzazione e sviluppi) è totalmente a carico dell'affidatario, il quale, a valle della stipula dell Accordo Quadro, avrà a disposizione l accesso ai sistemi e alla documentazione esistente. Premesso che, per lo svolgimento delle attività delle sezioni D, E,, G di seguito descritte, dovrà essere completato il passaggio iniziale delle conoscenze necessarie alla loro esecuzione, l Affidatario dovrà fornire entro 24 ore dalla stipula dell Accordo Quadro: nomina del Referente Tecnico (Nominativo, n.ro telefono, n.ro fax, indirizzo di posta elettronica); elenco delle risorse (nominativo e codice numerico del curriculum) identificate per lo svolgimento delle attività descritte nella sezione E. Tali risorse saranno definite Team di manutenzione correttiva/piccola evolutiva. indicazione dell indirizzo per le comunicazioni relative ai servizi; indicazione dell indirizzo di posta elettronica certificata per le comunicazioni di carattere contrattuale; La comunicazione delle suddette informazioni è vincolante per l inizio delle attività di passaggio iniziale delle conoscenze. Le attività di passaggio iniziale delle conoscenze dovranno essere svolte secondo i termini offerti, di cui all Allegato 2 dell Accordo Quadro Offerta Tecnica, e comunque dovranno iniziare entro due giorni lavorativi successivi alla stipula dell Accordo Quadro, e durare 20 giorni lavorativi consecutivi. In questo periodo Italferr metterà a disposizione dell Affidatario un unica risorsa. Il passaggio iniziale delle conoscenze sarà svolto secondo quanto dichiarato in offerta in merito a: approccio metodologico adottato per raggiungere un passaggio efficace delle conoscenze; definizione delle attività necessarie, la relativa pianificazione, l impegno di risorse proprie che dovrà essere qualificato in termini di giornate-uomo per profilo professionale. L Affidatario dovrà assicurare la presenza del Team manutenzione correttiva/piccola evolutiva presso Italferr nei giorni lavorativi necessari per il passaggio iniziale delle conoscenze. L Affidatario dovrà sottoscrivere, mediante apposita dichiarazione, la positiva conclusione del passaggio di conoscenze, nella quale sia esplicitata la partecipazione all attività almeno di tutte le risorse del Team di manutenzione correttiva/piccola evolutiva. Sulla base di quanto riportato nel presente paragrafo, Il tempo di attivazione del servizio coincide con il tempo necessario al passaggio iniziale delle conoscenze. A.5 GRADIMENTO DEI CURRICULA E DELLE RISORSE Tutte le risorse messe a disposizione dall Affidatario per i servizi di sezione D, E,, G dovranno essere selezionate fra quelle i cui curricula sono compresi nella lista offerta ad Italferr. Tale lista, composta dai curricula indicati dall Affidatario nell Allegato 2 dell Accordo Quadro Offerta Tecnica, potrà essere aggiornata al più ogni 3 mesi, mantenendo costante il numero di curricula proposti

6 CODIICA 6 DI 44 nell Allegato 2 dell Accordo Quadro Offerta Tecnica dall Affidatario. Ciascun aggiornamento potrà riguardare al massimo il 10% dei curricula della lista. I curricula proposti che contengono informazioni incomplete o incongruenti in riferimento al profilo professionale per il quale l Affidatario propone la risorsa rispetto ai requisiti descritti in sezione C, non verranno ritenuti validi e l Affidatario sarà tenuto a integrare la lista entro 5 giorni naturali dalla richiesta della U.O. Sistemi Informativi, che potrà essere effettuata solo a valle della stipula dell Accordo Quadro. Anche nel caso di accettazione dei curricula, Italferr si riserva di esprimere il mancato gradimento delle risorse messe a disposizione dell Affidatario. Uno dei criteri per il gradimento sarà la coerenza tra il profilo professionale e gli anni di esperienza nella specifica soluzione SAP sulla quale la risorsa dovrà operare. Il profilo professionale dichiarato nel curriculum non potrà essere modificato per tutta la durata dell Accordo Quadro. A.6 MODALITÀ DEL TRATTAMENTO DATI Il trattamento dei dati verrà effettuato in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza, nel rispetto della normativa vigente. A valle della sottoscrizione dell Accordo Quadro verrà consegnato all Affidatario lo schema di incarico per il trattamento dei dati riservati, che dovrà essere sottoscritto da ciascuna risorsa dell Affidatario impiegata durante il periodo di validità dell Accordo Quadro. L Affidatario è comunque tenuto ad attenersi, durante lo svolgimento dei servizi a quanto previsto nel Documento Programmatico della sicurezza di Italferr (Allegato 01). A.7 PROPRIETÀ DEL SOTWARE SVILUPPATO E DELLA DOCUMENTAZIONE Si precisa che il software sviluppato e la documentazione prodotta nell ambito dell Accordo Quadro di servizi cui si riferisce questa specifica tecnica è di totale ed esclusiva proprietà di Italferr. A.8 LOGISTICA E LINGUA DA UTILIZZARE Salvo diversamente indicato, i servizi di sezione D, E, e G devono essere svolti in lingua italiana presso le sedi ITALERR S.p.A. di Roma e la documentazione prodotta deve essere in lingua italiana.

7 CODIICA 7 DI 44 SEZIONE B SISTEMI SAP IN ESERCIZIO B.1 PREMESSA Italferr è dotata, ad oggi, dei seguenti sistemi SAP: Sistema Eurosap Sistema PDM Sistema IBEx Si riporta, nei paragrafi seguenti, una descrizione sintetica dei sistemi sopra elencati; le informazioni di dettaglio sono contenute negli allegati a questo documento, di volta in volta referenziati nel corso della descrizione. I sistemi sono disponibili agli utenti tutti i giorni dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi ed i giorni di chiusura aziendale), con le seguenti modalità: 08:00-09:00 Sistemi disponibili (*) 09:00-18:00 Sistemi a disponibilità garantita 18:00-20:00 Sistemi disponibili (*) 20:00-08:00 Sistemi indisponibili (**) Gli orari sopra elencati si intendono (GMT+1). (*) Sistemi disponibili: in tale fascia oraria potrebbero essere effettuate attività di manutenzione. (**) Sistemi indisponibili: il sistema non è disponibile agli utenti. In questa fascia oraria vengono svolte le attività di sistema (processi batch, back-up, altro); tutte le attività utente eventualmente ancora in corso potranno essere interrotte senza preavviso agli utenti. Il presidio e la conduzione sistemistica dei sistemi è garantita dalla U.O. Sistemi Informativi tutti i giorni dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi ed i giorni di chiusura aziendale) nella fascia oraria 08:00-18:00.

8 CODIICA 8 DI 44 B.2 SISTEMA EUROSAP B.2.1 Descrizione sintetica Il sistema Eurosap è il sistema informativo gestionale societario (ERP) realizzato su soluzione SAP R/3. Il sistema è in esercizio dal E in corso il progetto di aggiornamento del sistema Eurosap alla soluzione SAP ECC 6.0. Le soluzioni SAP implementate nel sistema Eurosap sono: MM SD I CO PS HR Il linguaggio di programmazione utilizzato è ABAP. Il sistema Eurosap è integrato, tramite interfacce, con diversi sistemi SAP di Italferr e del Gruppo S, con applicazioni WEB di Italferr e con il sistema Acquisizione automatica delle fatture passive. Per le informazioni di dettaglio si rimanda ai seguenti allegati: Allegato 02 - BBP Eurosap (R/3 e BW); Allegato 03 - Procedure Utente Eurosap; Allegato 26 - Elenco interventi manutenzione evolutiva sistema Eurosap; Allegato 12 - Specifiche funzionalità evolutive del sistema Eurosap e IBEx; Allegato 09 - Linee guida dell'integrazione Eurosap/RUN; Allegato 10 - BBP Integrazione Eurosap S.in.Ge; Allegato 13 - BBP unzionale Upgrade Eurosap R3; Allegato 14 - BBP Tecnologico Upgrade Eurosap R3; Allegato 15 - Censimento tecnico Eurosap ; Allegato 04 - Manuale Network acilitata; Allegato 05 - Specifica Benestare; Allegato 06 - Specifica Budget del Personale; Allegato 07 - Specifiche One Operation; Allegato 08 - Specifiche Predisposizione Riprogrammazione; Allegato 36 - Procedura Amministrazione; Allegato 37 - Procedura Budget e Controllo di Gestione; Allegato 38 - Procedura Vendite; Allegato 39 - Procedura Gestione Commesse Esecutive; Allegato 57 - Procedura Approvvigionamenti. B.2.2 Macro funzionalità Il sistema Eurosap supporta i seguenti processi/sottoprocessi societari:

9 CODIICA 9 DI Approvvigionamenti Gestione anagrafiche Gestione acquisti Processi end- to-end Reportistica 2. Vendite Gestione anagrafiche Gestione pre-vendita Gestione vendita atturazione Reportistica 3. Amministrazione Contabilità clienti Contabilità fornitori Contabilità generale Contabilità cespiti Tesoreria 4. Controllo di gestione Budget Contabilità industriale 5. Gestione commesse operative Strutture commesse operative Pianificazione commesse operative Consuntivazione commesse operative Chiusura commesse 6. Risorse umane Anagrafica del personale e Struttura organizzativa B.2.3 Landscape Tecnologico Il sistema Eurosap è realizzato su soluzione SAP ERP versione ECC 6.0.

10 CODIICA 10 DI 44 Il landscape tecnologico del Sistema Eurosap, descritto nel documento Allegato 11 - "AS-IS" Tecnologico Sistemi SAP, si articola nei seguenti sistemi: SI: sistema di sviluppo, TI: sistema di test, PI: sistema di produzione. L hardware a supporto del sistema Eurosap si basa su architettura Intel 64bit con sistema operativo è Microsoft Windows 2003 Enterprise x64 Edition e Data Base Oracle B.2.4 Utenti finali Gli utenti del sistema Eurosap sono circa 350 di cui 340 distribuiti nelle sedi Italiane e 10 nelle filiali estere. La profilatura degli utenti viene gestita in base a ruoli aziendali predefiniti.

11 CODIICA 11 DI 44 B.3 SISTEMA PDM B.3.1 Descrizione sintetica Il PDM è il sistema informativo per la gestione del patrimonio della conoscenza tecnica di Italferr che favorisce lo svolgimento e il miglioramento dei processi core di Progettazione e di Controllo della Costruzione; con il consolidamento della fase 2 è stato esteso l ambito anche a tutta la documentazione di carattere gestionale (lettere, documenti contrattuali, ecc.) e societaria (procedure, documenti organizzativi, documenti d acquisto, ecc.). Il PDM, oggi utilizzato sia da Italferr che dai Soggetti Esterni (ornitori, Appaltatori, General Contractor) è un supporto innovativo alla produzione e fornisce un importante contributo al miglioramento continuo del processo di produzione dei documenti, permettendo di minimizzare, ovunque sia possibile, l'utilizzo e la distribuzione della documentazione cartacea. I componenti del modello di funzionamento sono il sistema PDM e il Service di Plottaggio e Consegna. Sistema PDM. Dal punto di vista dell'utente è un'area Web disponibile 24h/365, protetta e condivisa, secondo precise regole, in cui avviene l'inserimento, lo scambio, la classificazione e l'archiviazione dei documenti, favorendo la collaborazione tra le funzioni interne di Italferr e tra Italferr e i Soggetti Esterni. L'accesso avviene tramite il Portale aziendale per gli utenti Italferr, e tramite il sito istituzionale di Italferr per i Soggetti Esterni. Service di Plottaggio e Consegna. È un servizio disponibile per tutte le sedi Italferr. Ha il compito di prelevare i file, opportunamente contrassegnati, dei documenti presenti sul PDM, stampare e consegnare la copia cartacea ai relativi destinatari. Per effettuare tale realizzazione è stato utilizzato lo strumento mysap PLM. La soluzione SAP implementata nel sistema PDM è: SAP cproject- colders I linguaggio di programmazione utilizzati sono ABAP, JAVA, BSP. Il sistema PDM è integrato, tramite interfacce, con gli altri sistemi SAP di Italferr, con applicazioni WEB di Italferr. Per le informazioni di dettaglio si rimanda alla seguente documentazione: Allegato 40 Ordine di Servizio Progetto PDM Allegato 41 Business Blue Print Document PDM ase1 Allegato 42 Presentazione Sistema PDM Allegato 43 Procedura di Codifica della documentazione Allegato 44 Schema Codifica Documentazione Allegato 45 Procedura per il controllo e la gestione della documentazione Allegato 46 Manuale della Qualità Allegato 47 Prescrizioni Contrattuali PDM Allegato 48 Network PDM Allegato 49 AQ PDM Allegato 50 Tabella Documentazione Gestionale Allegato 51 Tabella Documentazione Societaria

12 CODIICA 12 DI 44 Allegato 52 Censimento Programmi PDM Allegato 53 Animazioni utilizzo PDM Allegato 54 Manuali PDM Allegato 55 Specifiche funzionalità evolutive PDM Allegato 62 Il PDM Italferr B.3.2 Macro funzionalità La configurazione attuale delle macro funzionalità del PDM è riepilogata nel seguente prospetto: 1. Gestione Documentazione di Commessa Gestione Documentazione Tecnica (elaborati di progetto, relazioni di calcolo, ) Gestione Documentazione Gestionale (OdS, verbali, certificazioni, contratti applicativi, ) Gestione del Processo di Richiesta di Modifica Tecnica delle tratte AV Gestione Transmittal Gestione Rapporti di Verifica (Istruttorie) Gestione del Service di Plottaggio Redlining degli elaborati tecnici 2. Gestione Documentazione non di Commessa Gestione Corrispondenza Gestione Documentazione Societaria (procedure, istruzioni operative, ) Gestione del Presidio Normativo del Monitoraggio Ambientale Gestione Documentazione del Ciclo passivo/attivo Gestione della atturazione del Service di Plottaggio 3. Attività trasversali Gestione Referenzazione e Correlazione dei Documenti Attività di Check-in/Check out dei Documenti Attività di upload/download dei Documenti Gestione del Servizio di Reperimento Documentale B.3.3 Landscape Tecnologico Il sistema PDM è realizzato su soluzione SAP cproject-colders. Il landscape tecnologico del Sistema PDM è descritto nel documento Allegato 11 - "AS-IS" Tecnologico Sistemi SAP. Il landscape è articolato come di seguito:

13 CODIICA 13 DI 44 SC: sistema di sviluppo, TC: sistema di test, PC: sistema di produzione. L hardware a supporto del sistema PDM si basa su architettura Intel e AMD 32bit con Sistema Operativo Microsoft Windows 2003 Enterprise Server e Database Oracle 9.2 e MAX DB 7.5. B.3.4 Utenti finali Complessivamente il PDM viene utilizzato da circa 1600 utenti interni ad Italferr e da circa 700 utenti esterni ad Italferr (di cui circa 60 sono utenti di sedi estere). La profilatura degli utenti viene gestita in base a ruoli aziendali predefiniti.

14 CODIICA 14 DI 44 B.4 SISTEMA IBEX B.4.1 Descrizione sintetica Il sistema IBEx è il data warehouse aziendale ed il sistema informativo societario di reporting. Il sistema è andato in esercizio il , contestualmente al sistema Eurosap, su soluzione SAP BW 2.1C. A giugno 2007 è stato aggiornato alla soluzione SAP BI versione 7.0. Dal 2002 fornisce la reportistica del sistema Eurosap. Dal 2008 fornisce anche la reportistica del sistema PDM. Il sistema contiene una replica dei dati anagrafici e transazionali, estratti dai sistemi sorgente Eurosap e PDM, strutturati ai fini del reporting e dell analisi. Tale replica dei dati viene aggiornata con frequenza giornaliera. Parte dei report è fruibile tramite interfaccia Bex Analyzer (SAPGUI) e parte tramite interfaccia WEB accessibile da un portale SAP NetWeaver Portal. Le soluzioni SAP implementate nel sistema IBEx sono: Business Intelligence NetWeaver Portal I linguaggi di programmazione utilizzati sono ABAP, JAVA, BSP e Visual Basic. Per le informazioni di dettaglio si rimanda ai seguenti allegati: Allegato 02 - BBP Eurosap (R/3 e BW); Allegato 29 - Elenco interventi manutenzione evolutiva sistema IBEx; Allegato 12 - Specifiche funzionalità evolutive del sistema Eurosap e IBEx; Allegato 17 - BBP Upgrade sistema BW; Allegato 18 - BEx Reporting; Allegato 19 - Process Chain Eurosap; Allegato 20 - Process Chain PDM; Allegato 60 - Reportistica PDM; Allegato 61 - Manutenzione IBEX. B.4.2 Macro funzionalità Il sistema IBEx supporta: Report personalizzabili dall utente in ambiente MS excel tramite Bex Analyzer; Report personalizzabili dall utente in ambiente NetWeaver Portal; Storicizzazione di dati del Sistema Eurosap; Rielaborazione di dati del Controllo di Gestione.

15 CODIICA 15 DI 44 B.4.3 Landscape Tecnologico Il sistema IBEx è realizzato su soluzione Business Intelligence versione 7.0 e SAP NetWeaver Portal 7.0. Il landscape tecnologico del Sistema IBEx, descritto nel documento Allegato 11 - "AS-IS" Tecnologico Sistemi SAP, si articola nei seguenti sistemi: SBW: sistema di sviluppo, TBW: sistema di test, PBW: sistema di produzione. L hardware a supporto del sistema IBEx si basa su architettura Intel 64bit con sistema operativo Microsoft Windows 2003 Advanced Server e Data Base Oracle B.4.4 Utenti finali Gli utenti del sistema IBEx sono tutte le 1600 risorse di italferr. La profilatura degli utenti viene gestita in base a ruoli aziendali predefiniti.

16 CODIICA 16 DI 44 SEZIONE C PROILI PROESSIONALI C.1 CARATTERISTICHE GENERALI Caratteristiche comuni a tutte le risorse impegnate nell erogazione dei servizi richiesti sono: esperienza di lavoro in progetti di implementazione e in progetti di assistenza e manutenzione di soluzioni SAP con focus particolare su ERP R/3 e ECC, BI, Portale, cproject-colders, PLM; conoscenza ed applicazione della metodologia ASAP o equivalente. C.2 PROILI MANAGERIALI C.2.1 Program Manager (M6 - livello L6) Requisiti almeno 13 anni di provata esperienza lavorativa in ambito ICT; almeno 10 anni di provata esperienza lavorativa in ambito SAP. Conoscenze conoscenza approfondita di SAP, maturata attraverso varie esperienze di progetto; conoscenza delle diverse piattaforme e architetture hardware e software; ottima conoscenza della lingua inglese; conoscenza approfondita di metodologie di misura progetti; stima di tempi e risorse per la realizzazione di un progetto. Responsabilità concorre a fornire gli indirizzi generali al fine di ottenere il risultato desiderato in termini di soluzione ed impegni sottoscritti; è responsabile del coordinamento dei team impegnati in diversi servizi/progetti; assicura la composizione quali-quantitativa dei team di risorse impegnati nei servizi/progetti; è responsabile delle problematiche sollevate e non risolte dal Project Manager. C.2.2 Project Manager (M5 - livello L5) Requisiti almeno 9 anni di provata esperienza lavorativa in ambito SAP. Conoscenze conoscenza approfondita di SAP, maturata attraverso varie esperienze di progetto; conoscenza delle diverse piattaforme e architetture hardware e software;

17 CODIICA 17 DI 44 ottima conoscenza della lingua inglese; conoscenza approfondita di metodologie di misura progetti; conoscenza approfondita di redazione di specifiche di progetto; stima di tempi e risorse per la realizzazione di un progetto; conoscenza approfondita di metodologie di analisi dei processi. Responsabilità è il diretto responsabile del progetto, fornisce gli indirizzi generali al fine di ottenere il risultato desiderato in termini di soluzione ed impegni sottoscritti; deve fornire indicazioni alle strutture aziendali sull'andamento del progetto; deve predisporre i piani generali di progetto sulla base dei piani tecnici di dettaglio, verificandone la coerenza e l'aggiornamento per la durata dell'intero progetto; deve controllare l'andamento del progetto mediante il monitoraggio di risorse e scadenze in modo da: produrre report sullo stato di avanzamento del progetto, evidenziare eventuali deviazioni dal piano, individuare iniziative per risolvere carenze e/o deviazioni, è tenuto ad adempiere alle attività previste in ambito aziendale per rendere disponibili servizi e risorse necessarie per la realizzazione del progetto nei tempi e nelle modalità previsti dai piani; è tenuto a risolvere eventuali problematiche che emergessero in corso d'opera e ad effettuare azioni di escalation qualora non riuscisse a risolvere il problema; coordina e gestisce i gruppi di lavoro per lo svolgimento delle attività previste; è responsabile, per le attività di competenza, del rispetto degli standard qualitativi definiti da Italferr. C.3 PROILI UNZIONALI C.3.1 Consulente unzionale Senior (4 - livello L4) Requisiti almeno 7 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale sulle soluzioni SAP; almeno 5 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze profonda conoscenza applicativa delle soluzioni SAP; buona conoscenza della lingua inglese. Nell ambito della soluzione SAP sulla quale deve operare:

18 CODIICA 18 DI 44 ha acquisito complete conoscenze sia dal punto di vista applicativo sia dal punto vista di utilizzo delle funzionalità, sia dal punto di vista del customizing; ha partecipato alla fase di analisi, implementazione e test dei processi in diversi progetti di implementazione, anche con funzioni di responsabilità nei team di implementazione (team leader); è in grado di affiancare la U.O. Sistemi Informativi in tutte le attività di coordinamento, analisi di problemi complessi, relazione con gli Utenti di Riferimento e i Responsabili di Processo dell area di competenza; è in grado di sviluppare analisi funzionali complesse per la realizzazione di nuove funzionalità; è in condizione di interpretare e risolvere le segnalazioni degli utenti, documentandone l esito e la soluzione applicata. è in grado di apportare le modifiche al customizing e di segnalare, in maniera adeguatamente documentata, eventuali carenze e difetti di altro tipo per l opportuna correzione. Responsabilità è il diretto responsabile del team di implementazione della soluzione SAP sul quale deve operare; è tenuto a risolvere eventuali problematiche che emergessero in corso d'opera e ad effettuare azioni di escalation qualora non riuscisse a risolvere il problema. C.3.2 Consulente unzionale Expert (3 - livello L3) Requisiti almeno 5 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale sulle soluzioni SAP; almeno 4 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze buona conoscenza applicativa delle soluzioni SAP; buona conoscenza della lingua inglese. Nell ambito della soluzione SAP sulla quale deve operare: ha acquisito profonde conoscenze sia dal punto di vista applicativo sia dal punto vista di utilizzo delle funzionalità, sia dal punto di vista del customizing; ha partecipato alla fase di analisi, implementazione e test dei processi inerenti la soluzione SAP in diversi progetti di implementazione; è in grado di affiancare la U.O. Sistemi Informativi in tutte le attività di analisi di problemi complessi, relazione con gli Utenti di Riferimento e i Responsabili di Processo dell area di competenza;

19 CODIICA 19 DI 44 è in grado di sviluppare analisi funzionali complesse per la realizzazione di nuove funzionalità; è in condizione di interpretare e risolvere le segnalazioni degli utenti, documentandone l esito e la soluzione applicata; è in grado di apportare le modifiche al customizing e di segnalare, in maniera adeguatamente documentata, eventuali carenze e difetti di altro tipo per l opportuna correzione. Responsabilità è tenuto a risolvere eventuali problematiche che emergessero in corso d'opera e ad effettuare azioni di escalation qualora non riuscisse a risolvere il problema. C.3.3 Consulente unzionale (2 - livello L2) Requisiti almeno 3 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale sulle soluzioni SAP; almeno 2 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze Nell ambito della soluzione SAP sulla quale deve operare: ha acquisito conoscenze sia dal punto di vista applicativo sia dal punto vista di utilizzo delle funzionalità, sia dal punto di vista del customizing. ha partecipato alla fase di analisi, implementazione e test in almeno un progetto; è in grado di sviluppare analisi funzionali per la realizzazione di nuove funzionalità; si affianca alle sue figure di riferimento nelle attività di analisi di problemi; è in condizione di supportare le sue figure di riferimento nelle attività di interpretazione e risoluzione delle segnalazioni degli utenti, documentandone l esito e la soluzione applicata; è in grado di apportare le modifiche al customizing, e di segnalare in maniera adeguatamente documentata, eventuali carenze e difetti di altro tipo per l opportuna correzione. C.3.4 Consulente unzionale Junior (1 - livello L1) Requisiti almeno 2 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale sulle soluzioni SAP; almeno 1 anni di provata esperienza lavorativa come consulente funzionale nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze Nell ambito della soluzione SAP sulla quale deve operare:

20 CODIICA 20 DI 44 ha acquisito conoscenze dal punto di vista applicativo: ha partecipato alla fase di analisi, implementazione e test dei processi; è in grado di sviluppare semplici analisi funzionali per la realizzazione di nuove funzionalità. è in condizione di interpretare e risolvere le segnalazioni degli utenti, documentandone l esito e la soluzione applicata; è in grado di apportare semplici modifiche al customizing. C.4 PROILI TECNICI C.4.1 Consulente Tecnico Senior (T4 - livello L4) Requisiti almeno 8 anni di provata esperienza lavorativa come consulente tecnico in progetti di sviluppo in ambito SAP; almeno 6 anni di provata esperienza lavorativa come consulente tecnico nell ambito di una specifica soluzione SAP. Conoscenze buona conoscenza dei linguaggi di programmazione con cui sono sviluppate le soluzioni SAP; conoscenza di diverse piattaforme e architetture hardware e software; ottima conoscenza della lingua inglese. Nell ambito della soluzione SAP e del linguaggio di programmazione sul quale deve operare: ha acquisito completa conoscenza del linguaggio di programmazione; ha acquisito complete conoscenze dal punto di vista tecnico; ha partecipato alla fase di analisi e implementazione in diversi progetti di sviluppo, anche con funzioni di responsabilità di diversi team di implementazione (project leader); è in grado di affiancare la U.O. Sistemi Informativi in tutte le attività di coordinamento, e di analisi di problemi complessi; è in grado di sviluppare analisi tecniche complesse. Responsabilità è il diretto responsabile del team di implementazione dell ambito SAP sul quale deve operare; è tenuto a risolvere eventuali problematiche che emergessero in corso d'opera e ad effettuare azioni di escalation qualora non riuscisse a risolvere il problema. C.4.2 Consulente Tecnico Expert (T3 - livello L3) Requisiti

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Partecipazione alle Gare Smaterializzate

Partecipazione alle Gare Smaterializzate Modulo 2 Partecipazione alle Gare Smaterializzate Pagina 1 di 26 INDICE 1. PREMESSA... 3 1. DIAGRAMMA DI FLUSSO... 6 3. PROCEDURA - DESCRIZIONE DI DETTAGLIO... 7 Pagina 2 di 26 1. PREMESSA Se sei un utente

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli