QUESTIONARIO RIVOLTO ALLE ASSOCIAZIONI DEI MIGRANTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUESTIONARIO RIVOLTO ALLE ASSOCIAZIONI DEI MIGRANTI"

Transcript

1 QUESTIONARIO RIVOLTO ALLE ASSOCIAZIONI DEI MIGRANTI codice intervista: Sezione A) DATI RELATIVI ALL ASSOCIAZIONE E A CHI RISPONDE AL QUESTIONARIO.A00 Denominazione Associazione Nome e Cognome Numero di telefono .A01 La persona che risponde al questionario è: - Presidente.1 - Consigliere Altro.4 Se altro, specificare:...a02 Da quanto tempo opera all interno dell Associazione? - Mese: - Anno:.A03 Genere - Maschio 1 - Femmina..2.A04 Età

2 .A05 Titolo di studio - Nessuno 1 - Scuola dell obbligo..2 - Scuola secondaria superiore.3 - Diploma universitario, laurea o altri titoli post-laurea.4 - Non dichiara.99.a06 Anno di arrivo in Italia.A07 Con chi vive in Italia? - Da solo 1 - Con moglie/convivente Con moglie/convivente e figli 3 - Solo con figli..4 - Altro...5.A08 Complessivamente, come si trova in Italia? (da 1-molto male a 10-molto bene) non so/ non voglio rispondere.a09 Come giudica l atteggiamento della popolazione locale nei suoi confronti? (da 1-molto negativo/ostile a 10-molto positivo) non so/ non voglio rispondere.a10 Come giudica l atteggiamento delle istituzioni locali (Governo, Prefettura, Polizia) nei suoi confronti? (da 1-molto negativo/ostile a 10-molto positivo) non so/ non voglio rispondere.a11 Pensa di rimanere in Italia in futuro? (da 1-sicuramente no a 10-sicuramente sì) non so/ non voglio rispondere

3 Sezione B) INFORMAZIONI GENERALI SULL ASSOCIAZIONE.B01 Qual è l'anno di fondazione dell'associazione? (Della sede locale se l Associazione è nazionale):.b02 L Associazione è costituita formalmente (esiste un atto costitutivo)? - Sì.1 - No...2 (vai direttamente alla domanda B04) Se sì, indichi in quale anno è stata costituita:.b03 Se sì, al momento della costituzione quanti soci aveva l Associazione?.B04 L assemblea è riconosciuta giuridicamente (presenza di riconoscimento giuridico, ad esempio, da parte della Prefettura o della Regione)? - Sì 1 - No..2 Se sì, può indicare da quali enti: B05 L Associazione è iscritta a registri istituzionali (quali, ad esempio, quelli dei comuni, delle province, delle ASL, dei ministeri )? - Sì 1 - No..2 Se sì, può indicare da quali enti:

4 .B06 Quali sono i motivi e gli obiettivi principali che ispirano l azione della sua Associazione? (indicare al massimo 2 risposte) - Motivi religiosi 1 - Diritti sociali e integrazione dei migranti (ricongiungimento famigliare, aiuto per l accesso ai servizi, lingua italiana, etc )..2 - Contrasto alla povertà, emergenze sociali Tutela e promozione dei diritti politici, partecipazione, asilo politico, rifugiati.4 - Promozione e realizzazione di attività culturali e sociali 5 - Tutela dell identità, delle tradizioni e della cultura delle etnie di riferimento dei soci..6 - Altro 7 Se altro, specificare: Sezione C) INFORMAZIONI SUI SOCI DELL ASSOCIAZIONE.C01 Al momento della compilazione, quanti soci sono regolarmente iscritti all Associazione?.C02 Prevalentemente quanti anni hanno? - Meno di 35 anni.1 - Tra i 35 e i 50 anni.2 - Più di 50 anni.3.c03 In percentuale, quante sono donne? - Meno del 25% - Tra il 25% e il 50% - Tra il 50% e il 75% - Più del 75%.C04 Quali sono le 4 nazionalità maggiormente rappresentate nell Associazione? (possibile risposta anche nazionalità Italiana)

5 .C05 Negli ultimi 2 anni ( ) quante volte si è riunita l Assemblea dei soci?.c06 Negli ultimi due anni (2011 e 2012) la sua Associazione si è finanziata mediante: Sottoscrizione di una quota da parte dei soci Finanziamento di enti locali (Comuni, Province) Finanziamenti di altri enti pubblici Finanziamento di Fondazioni Finanziamento di altri enti privati Donazioni di privati Altro.C07 Nel 2011 e 2012 la sua Associazione ha fatto richiesta di finanziamenti pubblici e privati? (Stato, Regione, Province, Comuni, Comunità montane, Fondazioni bancarie, private, Imprese) - Sì, in numerose occasioni - Sì, qualche volta - Sì, una volta - Mai Sezione D) INFORMAZIONI SU FINALITA E ATTIVITA DELL ASSOCIAZIONE.D01 Indichi le attività effettivamente realizzate dall'associazione negli ultimi due anni ( Specificare con quale frequenza vengono realizzate le attività SE realizzate:

6 2012) Spesso (almeno ogni 2 settimane) Abbastanza spesso (almeno 1 volta al mese) Talvolta (ogni 3-4 mesi) Quasi mai (1 volta l anno) Mantenimento e promozione della cultura d origine, feste etniche, rapporto con famiglie Corsi di Lingua madre Esigenze connesse alla pratica religiosa Laboratori di intercultura, sensibilizzazione ed animazione e mediazione interculturale Alfabetizzazione e corsi di lingua italiana Disbrigo pratiche (accompagnamento ai servizi) Assistenza e orientamento al lavoro autonomo e/o dipendente Formazione (corsi brevi o non riconosciuti) Attività sportive per immigrati Assistenza sanitaria e tutela della salute Gestione di strutture di accoglienza Assistenza nell inserimento abitativo ed incontro domanda offerta alloggi Gestione casa famiglia per minori immigrati e gestione asili Educazione, sostegno scolastico, sostegno all integrazione dei minori Assistenza legale e fiscale Informazioni sulla tutela dei diritti e campagne sulla promozione dei diritti Attività politica e sindacale Assistenza e protezione delle fasce deboli (minori, persone a rischio di tratta, rifugiati e richiedenti asilo) Attività di redazione e collaborazione editorialista alla stampa locale, radio e televisione, rivista e giornali Altro (specificare):......

7 .D02 Le attività sono aperte anche ai non soci? - Sì 1 - No..2.D03 Gli interventi attivati sono rivolti esclusivamente a migranti? - Sì 1 - No..2.D04 Dove si svolgono le attività dell Associazione? - Nel comune di residenza dell associazione - A livello provinciale - A livello regionale - In diverse zone d Italia - A livello internazionale Sezione E) PROFILO DEI DESTINATARI DELLE ATTIVITA DELL ASSOCIAZIONE.E01 I destinatari delle attività dell Associazione sono: - Prevalentemente uomini..1 - Prevalentemente donne Uguale presenza di uomini e donne 3.E02 Quali sono le 4 nazionalità maggiormente rappresentate tra i destinatari delle attività dell Associazione? (possibile risposta anche nazionalità italiana) E03 Qual è lo status giuridico dei destinatari delle attività dell Associazione? (E possibile inserire più di una risposta) - Regolari 1 - Regolari residenti.2 - Irregolari..3 - Clandestini Richiedenti asilo - rifugiati..5

8 Sezione F) VALUTAZIONE DEI PROCESSI DI INTEGRAZIONE SOCIALE DEI MIGRANTI.F01 Come valuta con una scala da 1 a 10 la condizione dei migranti nella sua città circa i seguenti temi? (1 indica un giudizio molto negativo e 10 indica un giudizio molto positivi) Livello di conoscenza della lingua italiana. Lettura di giornali e riviste in lingua italiana. Interesse verso gli eventi che accadono a livello locale/provinciale. Interesse verso gli eventi che accadono a livello regionale/nazionale. Accesso a scuola/livello istruzione dei figli degli immigrati. Atteggiamento delle autorità politiche locali verso gli immigrati. Atteggiamento delle autorità politiche provinciali/regionali verso gli immigrati. Atteggiamento della polizia verso gli immigrati. Atteggiamento della stampa e della televisione verso gli immigrati. Atteggiamento della scuola verso gli immigrati. Situazione abitativa. Livello di benessere economico. Condizione di salute. Possibilità di accesso ai servizi sociali

9 Presenza/Partecipazione nei partiti politici Presenza/Partecipazione nelle associazioni sindacali Presenza/Partecipazione in associazioni composte prevalentemente da italiani Presenza/Partecipazione in associazioni composte prevalentemente da stranieri Attività/Presenza nel mondo del lavoro (uomini) Attività/Presenza nel mondo del lavoro (donne) Livello della disoccupazione Coerenza tra livello educativo/qualifica (ottenuta anche all'estero) e tipo di lavoro svolto Possibilità di creare una propria impresa o di svolgere una libera professione Discriminazione sul lavoro percepita dagli immigrati.f02 Complessivamente, quale è il suo giudizio relativo a: Condizione di vita degli immigrati che vivono in Italia Livello di integrazione degli immigrati con la popolazione italiana Senso di appartenenza all Italia

10 .F03 In base alla sua esperienza, indichi liberamente quali sono le principali richieste (aiuti, informazioni, servizi, ecc.) che giungono alla sua Associazione da parte dei soci e di altre persone Indichi fino a cinque richieste: Sezione G) RETE.G01 Negli ultimi due anni la sua Associazione è entrata in contatto con: Ambasciate e consolati in Italia dei paesi di origine degli associati SI NO ONG nazionali e internazionali (organizzazioni che si occupano di cooperazione internazionale) Altre associazioni presenti sul territorio Enti privati locali e nazionali (cooperative, banche, fondazioni) Enti pubblici locali o nazionali Centro Servizi per il volontariato

11 Partiti Sindacati.G02a Negli ultimi due anni (2011 e 2012) L associazione ha collaborato con altre associazioni costituite prevalentemente da STRANIERI? - Mai.1 - Sì, qualche volta Sì, frequentemente.3.g02b I vostri rapporti con queste associazioni sono - Molto soddisfacenti 1 - Abbastanza soddisfacenti Poco soddisfacenti..3 - Per nulla soddisfacenti 4.G03a Negli ultimi due anni (2011 e 2012) L associazione ha collaborato con altre associazioni costituite prevalentemente da ITALIANI? - Mai.1 - Sì, qualche volta Sì, frequentemente.3.g03b I vostri rapporti con queste associazioni sono - Molto soddisfacenti 1 - Abbastanza soddisfacenti Poco soddisfacenti..3 - Per nulla soddisfacenti 4 Sezione H) RAPPORTO CON LE ISTITUZIONI.H01 Da 1 a 10, quanto è importante per lei e la sua Associazione avere una collaborazione o comunque contatti o scambi di informazioni con il Comune e le altre istituzioni pubbliche Perché?

12 H02 Negli ultimi 2 anni ha avuto rapporti con enti locali (Prefettura, Comune, uffici, etc)? - Sì..1 - No...2 (vai alla domanda H04) Se sì, con quali? H03 Che tipo di collaborazione avete con gli enti pubblici? (possibili più risposte) Progettiamo insieme SI NO Realizziamo progetti dell ente Utilizziamo spazi e attrezzature Gestiamo servizi Riceviamo e diamo informazioni Siamo coinvolti in organismi di consultazione e rappresentanza Altro....H04 Negli ultimi due anni ( ) l Associazione ha preso parte a tavoli e consulte istituzionali? - Sì 1 - No..2 (vai direttamente alla domanda H05)

13 Se sì, quali? Se sì, quanti mesi (o giorni) fa si è riunito l ultima volta questo organismo? In una scala da 1 a 10 come ne valuta l operato? (da 1-molto male a 10-molto bene) H05 I vostri rapporti con l ente pubblico sono: - Non abbiamo rapporti con gli enti pubblici Molto soddisfacenti 2 - Abbastanza soddisfacenti Poco soddisfacenti..4 - Per nulla soddisfacenti 5 Perché.H06 Indichi fino a 3 proposte per migliorare la collaborazione tra la sua Associazione e le istituzioni, allo scopo di favorire l integrazione sociale dei migranti.:

14 .H07 Da 1 a 10 come valuta le politiche per l integrazione sociale dei migranti attivate da: (1 indica un giudizio molto negativo e 10 un giudizio molto positivo) Comune dove opera la sua Associazione Provincia Regione Stato.H08 Vuole indicare le strategie di intervento che le istituzioni dovrebbero attuare per agevolare l integrazione dei migranti in Piemonte: Sezione I) RAPPORTI CON I SINDACATI.I01 Attualmente l Associazione ha rapporti e contatti con associazioni sindacali? - Sì 1 - No..2 (vai direttamente alla domanda I02) Se sì, con quali? - CGIL CISL 2 - UIL..3 - Altro...4 Se altro, specificare:...

15 .I02 Attualmente l Associazione ha rapporti e contatti con associazioni datoriali? - Sì 1 - No..2 (vai direttamente alla domanda I03) Se sì, con quali? - Confartigianato CNA Confcommercio..3 - Altro...4 Se altro, specificare:....i03 La sua Associazione ha mai stretto relazioni con la CGIL? - Sì 1 - No..2 (vai direttamente alla domanda I04) Se sì, da 1 a 10 come ne giudica l operato? (dove 1 indica un giudizio molto negativo e 10 un giudizio molto positivo) I04 Cosa potrebbe fare la CGIL per migliorare la situazione dei migranti in Piemonte?

16 Sezione L) PROSPETTIVE PER IL FUTURO.L01 Quali aspetti/problematiche pensa potrebbero sorgere in futuro per quanto riguarda le tematiche affrontate nel questionario (integrazione, rapporti con le istituzioni, rapporti con il sindacato, etc)?

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE CURRICULUM VITAE DI MOHAMED ABDALLA TAILMOUN

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE CURRICULUM VITAE DI MOHAMED ABDALLA TAILMOUN CURRICULUM VITAE DI MOHAMED ABDALLA TAILMOUN INFORMAZIONI PERSONALI Nome TAILMOUN, Mohamed Abdalla Indirizzo Telefono E-mail Nazionalità Libica Data di nascita 04.04.1973 ESPERIENZE LAVORATIVE Datore di

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 ASL Frosinone Dipartimento Disagio, Devianza, Dipendenza - U.O. Extracomunitari e Minoranze Etniche Consultorio Multietnico Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: Consultorio

Dettagli

Questionario per i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)

Questionario per i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) Questionario per i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) Struttura del questionario Sezione I - Caratteristiche degli RLS - soggettive e professionali - e delle imprese Sezione II Risorse,

Dettagli

ASSOCIAZIONE PROGETTO ACCOGLIENZA Onlus. www.progettoaccoglienza.org

ASSOCIAZIONE PROGETTO ACCOGLIENZA Onlus. www.progettoaccoglienza.org Onlus www.progettoaccoglienza.org La Associazione Progetto Accoglienza opera a Borgo San Lorenzo (FI) dal 1992 e offre risposte alle problematiche legate al fenomeno migratorio attraverso l accompagnamento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. sulla comunicazione interculturale

PROTOCOLLO D INTESA. sulla comunicazione interculturale PROTOCOLLO D INTESA sulla comunicazione interculturale tra Regione Emilia-Romagna, Ordine dei Giornalisti dell Emilia-Romagna, Co.Re.Com dell Emilia-Romagna, Consulta regionale per l integrazione sociale

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 Ente: ASSOCIAZIONE PROVINCIALE PER I MINORI Indirizzo: via Valentina Zambra 11 - TRENTO Recapito telefonico: 0461829896 Indirizzo e-.mail: associazioneminori@appm.it

Dettagli

SCHEDA DI ISCRIZIONE

SCHEDA DI ISCRIZIONE (Si prega di compilare il questionario in stampatello) 1. DATI ANAGRAFICI SCHEDA DI ISCRIZIONE Denominazione (riportare per esteso la denominazione prevista nello Statuto societario)...... (sigla)......

Dettagli

L Asp Catania - Distretto Sanitario - Caltagirone nella persona del direttore di distretto dott.ssa Giovanna Pellegrino;

L Asp Catania - Distretto Sanitario - Caltagirone nella persona del direttore di distretto dott.ssa Giovanna Pellegrino; COOPERATIVA SOCIALE S.GIOVANNI BOSCO a r. l. ONLUS- VIA S. CARNEVALE, 5 95041 CALTAGIRONE C.F. 03725630879 REG PREFETTIZIO DI CATANIA n.2075 REA n 253657 Email: coop.sgiovannibosco@gmail.com TEL/FAX 0933/27941

Dettagli

CV Associazione DATI ANAGRAFICI ATTIVITA' REALIZZATE ANNO 2011

CV Associazione DATI ANAGRAFICI ATTIVITA' REALIZZATE ANNO 2011 CV Associazione DATI ANAGRAFICI Associazione di promozione sociale ALTREMENTI. CANTIERI INTERCULTURALI Sede legale: Vicolo Ceretti n. 3 15067 Novi Ligure (AL) Tel: +39 3403419150 +39 3498313521 E-mail:

Dettagli

CAMPUS FORMATIVO Bisimila ROSARNO dal 13/07 al 20/07

CAMPUS FORMATIVO Bisimila ROSARNO dal 13/07 al 20/07 Fondazione integra/azione in collaborazione con la Cooperativa Sociale Abitus promuovono IL CAMPUS FORMATIVO BISIMILA ACCOGLIERE PER VALORIZZARE LA DIVERSITA E L INCONTRO CON L ALTRO Il campus si svolgerà

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO

PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO Progetto di ricerca La sicurezza costruiamola insieme Ricerca sull opinione dei cittadini della Provincia di Padova -Rapporto di ricerca - Gennaio 2012 Indice

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CASA/ALLOGGIO PROVINCIA DI SASSARI (14/05/2015)

SCHEDA PROGETTO CASA/ALLOGGIO PROVINCIA DI SASSARI (14/05/2015) SCHEDA PROGETTO CASA/ALLOGGIO PROVINCIA DI SASSARI (14/05/2015) Settore di intervento Area territoriale Attori da coinvolgere Nome del progetto Target di riferimento 1. Sistema dei servizi 2. Occupazione

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Prefettura di Ancona AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N. 8 COMUNE SENIGALLIA COMUNE ARCEVIA COMUNE BARBARA COMUNE CASTELLEONE DI SUASA COMUNE CORINALDO

Prefettura di Ancona AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N. 8 COMUNE SENIGALLIA COMUNE ARCEVIA COMUNE BARBARA COMUNE CASTELLEONE DI SUASA COMUNE CORINALDO PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA' DI VOLONTARIATO PER I MIGRANTI RICHIEDENTI LO STATUS DI PROTEZIONE INTERNAZIONALE OSPITI NELLE STRUTTURE DI ACCOGLIENZA DEL TERRITORIO DELL AMBITO

Dettagli

Guida pratica ai diritti degli stranieri in Italia

Guida pratica ai diritti degli stranieri in Italia Guida pratica ai diritti degli stranieri in Italia Benvenuto! Edizione di: Luglio 2011 Normoweb - Roma Adattamento grafico: Alessandro Casanova Illustrazioni: Art Attack Adv. - Roma Progetto editoriale:

Dettagli

Rete per il Lavoro. Piano esecutivo. Modello Sperimentale di Collaborazione Pubblico-Privato per la Gestione delle Politiche del Lavoro

Rete per il Lavoro. Piano esecutivo. Modello Sperimentale di Collaborazione Pubblico-Privato per la Gestione delle Politiche del Lavoro Convenzione Italia Lavoro S.p.A. Agenzia per l Inclusione Sociale per la sperimentazione di modelli di collaborazione pubblico-privato nelle politiche attive del lavoro e la costituzione della Rete Locale

Dettagli

L ambulatorio Senza Confini

L ambulatorio Senza Confini L ambulatorio Senza Confini novembre 1996 dicembre 2004 L ambulatorio medico dell Associazione L Associazione Senza Confini di Ancona è un associazione di volontariato che opera a favore dell uguaglianza

Dettagli

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE La sfida di un progetto operativo interistituzionale CHI SIAMO Il Centro Interculturale Millevoci è una risorsa che opera

Dettagli

PROGRAMMA N. 14: CITTÀ MULTIETNICA

PROGRAMMA N. 14: CITTÀ MULTIETNICA PROGRAMMA N. 14: CITTÀ MULTIETNICA 14. CITTA MULTIETNICA SUPPORTARE INSERIMENTO IMMIGRATI Confermando il ruolo che il Centro Servizi per Stranieri ha assunto all interno delle politiche per l immigrazione,

Dettagli

ITINERARI DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE A BRESCIA SCHEDA SVI-BRESCIA. Volontari richiesti: 2

ITINERARI DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE A BRESCIA SCHEDA SVI-BRESCIA. Volontari richiesti: 2 ITINERARI DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE A BRESCIA SCHEDA SVI-BRESCIA Volontari richiesti: 2 SEDE DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: Brescia Descrizione del contesto territoriale:

Dettagli

SCHEDE INTERVENTI ANNO 2011

SCHEDE INTERVENTI ANNO 2011 Pablo Picasso Donna allo specchio Piano di zona AREA IMMIGRAZIONE SCHEDE INTERVENTI ANNO 2011 Triage Multimediale Potenziamento Immigrazione - Altro intervento Il triade multimediale è un collegamento

Dettagli

Linee giuda per l accoglienza l alunni stranieri e nozioni legislative sulla condizione giuridica dei cittadini stranieri

Linee giuda per l accoglienza l alunni stranieri e nozioni legislative sulla condizione giuridica dei cittadini stranieri Linee giuda per l accoglienza l degli alunni stranieri e nozioni legislative sulla condizione giuridica dei cittadini stranieri Chiara Dinucci Poggibonsi, 11 marzo 2009 1 Sommario Linee guida per l accoglienza

Dettagli

Allegato 6. SERVIZIO CIVILE REGIONALE per STRANIERI Schema Permessi/carte di soggiorno, modalità di rilascio o rinnovo

Allegato 6. SERVIZIO CIVILE REGIONALE per STRANIERI Schema Permessi/carte di soggiorno, modalità di rilascio o rinnovo Allegato 6 SERVIZIO CIVILE REGIONALE per STRANIERI Schema Permessi/carte di soggiorno, modalità di rilascio o rinnovo NO MOTIVI DI LAVORO SUBORDINATO (non stagionale) durata come prevista dal contratto

Dettagli

DOMANDA DI CERTIFICAZIONE DI QUALITA DELLE UNIVERSITA POPOLARI

DOMANDA DI CERTIFICAZIONE DI QUALITA DELLE UNIVERSITA POPOLARI Al Comitato Scientifico per la certificazione di qualità delle Università Popolari e dei Circoli culturali - Alla Presidenza dell AUSER nazionale Via Nizza 154 00198 Roma e p.c. Al Presidente Regionale

Dettagli

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010

Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010 Ministero Lavoro e le Politiche sociali Conferenza le Regioni e le Province Autonome Indagine sugli interventi e i servizi sociali dei Comuni singoli o associati Anno 2010 SEGRETO STATISTICO, OBBLIGO DI

Dettagli

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia

Proposta di accoglienza 1. Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Proposta di accoglienza 1 Accoglienza, orientamento e integrazione in favore di richiedenti la protezione internazionale appena arrivati in Italia Condizione necessaria L attuazione del presente progetto

Dettagli

FONDAZIONE CASA DI INDUSTRIA ONLUS VIA VERONICA GAMBARA, 6 25121 BRESCIA - TEL. 030-3772713 - FAX 030-3770177

FONDAZIONE CASA DI INDUSTRIA ONLUS VIA VERONICA GAMBARA, 6 25121 BRESCIA - TEL. 030-3772713 - FAX 030-3770177 Mod.01/ADI/Rev.00 FONDAZIONE CASA DI INDUSTRIA ONLUS VIA VERONICA GAMBARA, 6 25121 BRESCIA - TEL. 030-3772713 - FAX 030-3770177 QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE

Dettagli

EDUCAZIONE ISTRUZIONE PUBBLICA

EDUCAZIONE ISTRUZIONE PUBBLICA FEI/2013/Prog-104998 - RefER PA Rete per l'empowerment e la formazione in Emilia-Romagna per la PA QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE CRITICITÁ E DELLE PRIORITÁ FORMATIVE EDUCAZIONE ISTRUZIONE PUBBLICA

Dettagli

Le associazioni di volontariato in provincia di Lucca

Le associazioni di volontariato in provincia di Lucca PROVINCIA DI LUCCA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI, SOCIALI E SPORTIVE Le associazioni di volontariato in provincia di Lucca Primi risultati della rilevazione online Alcune statistiche Sezione Volontariato

Dettagli

PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi)

PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi) PROGETTO AIEP Brescia (Accoglienza Integrazione Emergenza Profughi) Sperimentare percorsi di accoglienza e integrazione per profughi-richiedenti asilo in provincia di Brescia. Premessa e inquadramento

Dettagli

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI Giunta Regionale Allegato 1) DIREZIONE GENERALE POLITICHE FORMATIVE, BENI E ATTIVITA CULTURALI SETTORE ISTRUZIONE E EDUCAZIONE SISTEMA REGIONALE DI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI 2009-2010 1 1. Obiettivi generali

Dettagli

70 risposte. Riepilogo. Scuola frequentata dai figli. Quanti sono i componenti della famiglia? Età di chi sta compilando il questionario

70 risposte. Riepilogo. Scuola frequentata dai figli. Quanti sono i componenti della famiglia? Età di chi sta compilando il questionario comprensivo.gonzaga@gmail.com Modifica questo modulo 70 risposte Vedi tutte le risposte Pubblica i dati di analisi Riepilogo Scuola frequentata dai figli scuola secondaria 23 32.9% scuola primaria 40 57.1%

Dettagli

Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014

Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014 Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione Divisione II Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014 A cura della

Dettagli

La rete Emilia-Romagna terra d asilo

La rete Emilia-Romagna terra d asilo La rete Emilia-Romagna terra d asilo La Regione Emilia-Romagna è stata la prima Regione italiana a dotarsi di una legge sull immigrazione (legge regionale 24 marzo 2004, n.5, Norme per l integrazione sociale

Dettagli

Curriculum Vitae Europass. Informazioni personali. Esperienza professionale

Curriculum Vitae Europass. Informazioni personali. Esperienza professionale Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome/ Cognome Indirizzo Via Lucio Lombardo Radice, 26 00134 - Roma Telefono 065015934 Cellulare: 3391188376 E-mail cla.notari@gmail.com Cittadinanza Italiana

Dettagli

OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE, ASSOCIAZIONI, MEDIATORI CULTURALI: SINERGIE PER L ACCESSO AI SERVIZI E PER L INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI

OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE, ASSOCIAZIONI, MEDIATORI CULTURALI: SINERGIE PER L ACCESSO AI SERVIZI E PER L INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI Conoscere il Servizio Sanitario Nazionale Progetto OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE, ASSOCIAZIONI, MEDIATORI CULTURALI: SINERGIE PER L ACCESSO AI SERVIZI E PER L INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI Co-finanziato

Dettagli

PUNTO LAVORO CIELI APERTI. Gennaio dicembre 2012

PUNTO LAVORO CIELI APERTI. Gennaio dicembre 2012 Associazione Cieli Aperti ONLUS - Via Lazzerini n 1-59100 Prato Sede operativa: Via Marengo n 51 Cod. Fiscale: 92062880486 - P. Iva: 01939060974 Telefono: 0574 607226 3280809395 - Fax: 0574 607226 E-mail:

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito

in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito Nel confermare il loro impegno di sviluppo e promozione sociale, la Fondazione aiutare i bambini Onlus ( Aiutare i Bambini ) e la

Dettagli

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Pagina 1 di 14 Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Il presente questionario intende promuovere un indagine finalizzata a rilevare le informazioni necessarie per la redazione del bilancio sociale

Dettagli

ABITATIVA EMERGENZA. Dal disagio abitativo all accompagnamento all abitare

ABITATIVA EMERGENZA. Dal disagio abitativo all accompagnamento all abitare Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI Dire fare abitare Fondo Fei 2013, Azione 6, prog. 105060 - CUP D18D14000570008 EMERGENZA ABITATIVA Dal

Dettagli

cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé Provincia di Vicenza Comune di Rovigo

cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé Provincia di Vicenza Comune di Rovigo PROTOCOLLO D INTESA PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE E ALLA PERICOLOSITÀ DEI PRODOTTI A TUTELA DELLA CONCORRENZA LEALE E DELLA SICUREZZA E SALUTE DEI CONSUMATORI TRA GLI ENTI cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto

Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto La Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto è impegnata dal 2000 sul territorio della provincia di Pavia per promuovere e sostenere interventi educativi e culturali,

Dettagli

Professione psicologo: quali prospettive in Sicilia? Dr. Paolo Bozzaro Presidente Ordine degli Psicologi Regione Sicilia

Professione psicologo: quali prospettive in Sicilia? Dr. Paolo Bozzaro Presidente Ordine degli Psicologi Regione Sicilia Professione psicologo: quali prospettive in Sicilia? Dr. Paolo Bozzaro Presidente Ordine degli Psicologi Regione Sicilia 2010 Psicologi iscritti agli Ordini Regionali e Provinciali in Italia 75.000 In

Dettagli

Borsa continua nazionale del lavoro pag. 16

Borsa continua nazionale del lavoro pag. 16 RICERCA ATTIVA DEL LAVORO 2 sommario Introduzione pag. 4 Centri per l impiego pag. 6 Agenzie per il lavoro pag. 12 Informagiovani pag. 14 Altri operatori pag. 15 Borsa continua nazionale del lavoro pag.

Dettagli

SOGGETTI CHE POSSONO INOLTRARE LA RICHIESTA DI RICONGIUNGIMENTO

SOGGETTI CHE POSSONO INOLTRARE LA RICHIESTA DI RICONGIUNGIMENTO RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE L ingresso per ricongiungimento familiare è possibile previo rilascio del visto per ricongiungimento familiare che consente l ingresso in Italia, ai fini di un soggiorno di lunga

Dettagli

Master MEDIATORE INTERCULTURALE. Edizione 2013/2014. INTEGRA onlus. Accreditato. Main partner

Master MEDIATORE INTERCULTURALE. Edizione 2013/2014. INTEGRA onlus. Accreditato. Main partner Accreditato Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca DM 5/7/2013 Regione Puglia Master MEDIATORE INTERCULTURALE Edizione 2013/2014 Main partner INTEGRA onlus Master MEDIATORE INTERCULTURALE

Dettagli

Immigrazione, come dove e quando

Immigrazione, come dove e quando Immigrazione, come dove e quando Manuale d uso per l integrazione Edizione 2008 a cura del Ministero del lavoro, della Salute e Politiche Sociali Settore Politiche Sociali www.solidarietasociale.gov.it

Dettagli

Migliori pratiche nei servizi sanitari per gli immigrati in Europa Analisi delle leggi e le politiche nei paesi europei partecipanti

Migliori pratiche nei servizi sanitari per gli immigrati in Europa Analisi delle leggi e le politiche nei paesi europei partecipanti Migliori pratiche nei servizi sanitari per gli immigrati in Europa L'obiettivo generale di EUGATE (Best Practice in Health Services for Inmigrants in Europe) è stato quello di individuare le buone pratiche

Dettagli

Linee-Guida per l implementazione e la valutazione di una Campagna informativa sul corretto uso dei servizi di Emergenza-Urgenza

Linee-Guida per l implementazione e la valutazione di una Campagna informativa sul corretto uso dei servizi di Emergenza-Urgenza Linee-Guida per l implementazione e la valutazione di una Campagna informativa sul corretto uso dei servizi di Emergenza-Urgenza Luigi Palestini Maria Augusta Nicoli Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale

Dettagli

World Social Work Day 2013. «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto di vista. Laboratorio interuniversitario

World Social Work Day 2013. «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto di vista. Laboratorio interuniversitario Universita LUMSA -Roma Roma- Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale e del No Profit A.A. 2012-2013 2013 World Social Work Day 2013 «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE FROSINONE

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE FROSINONE PROMOZIONE DELL INTEGRAZIONE CULTURALE NELL AMBITO DEL DIRITTO ALLA SALUTE NELLA POPOLAZIONE IMMIGRATA Premessa il Servizio Multienico della ASL Frosinone mira ad avvicinare alla Sanità pubblica quella

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Centro Territoriale Permanente per l Istruzione e la Formazione in Età Adulta presso ISTITUTO COMPRENSIVO SONDRIO PAESI OROBICI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2012/2013 Approvato dal Collegio

Dettagli

Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia di Novara.

Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia di Novara. Convegno Regione Piemonte Le buone pratiche sanitarie e la gestione del territorio Relazione presentata a Torino il 29.9.2007 Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia

Dettagli

PROGETTO FINESTRE FOCUS

PROGETTO FINESTRE FOCUS Obiettivo Fornire, alle classi che hanno già realizzato negli anni precedenti il progetto Finestre, la possibilità di approfondire il tema del diritto d asilo attraverso specifici percorsi. La musica,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 32. Norme per l accoglienza, la convivenza civile e l integrazione degli immigrati in Puglia.

LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 32. Norme per l accoglienza, la convivenza civile e l integrazione degli immigrati in Puglia. 25637 LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 32 Norme per l accoglienza, la convivenza civile e l integrazione degli immigrati in Puglia. La seguente legge: IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE

Dettagli

Nuove regole per il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo

Nuove regole per il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo Nuove regole per il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo [ex Carta di soggiorno] Vademecum per gli operatori la conoscenza della lingua italiana il test ministeriale i documenti validi

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA

LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA Disciplina del sistema integrato dei servizi sociali per la dignità e il benessere delle donne e degli uomini in Puglia Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA

Dettagli

L'Accordo di Integrazione

L'Accordo di Integrazione di Guida introduttiva all'accordo di Integrazione L'Accordo di Integrazione In per cittadini extra-comunitari Testo elaborato da Cidis Onlus Grafica e illustrazioni Stella Basile Giugno 2013 Integrarsi

Dettagli

Oltre la crisi, insieme

Oltre la crisi, insieme Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 21 Rapporto 2011 Edizioni Idos, Roma Oltre la crisi, insieme Stranieri residenti a 150 anni dall Unità d Italia 1861 2010 incidenza 0,4% incidenza 7,5%

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAVAGNINI CHIARA Indirizzo VIA DISCIPLINA, 22 25086 REZZATO (BRESCIA) Telefono +39348-8009775 Fax E-mail

Dettagli

Prefettura di Torino

Prefettura di Torino PROTOCOLLO D INTESA SUL RAFFORZAMENTO DELLA COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE PER L ANALISI, LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO AL FENOMENO DELLA TRATTA DEGLI ESSERI UMANI AI FINI DELLO SFRUTTAMENTO E INTERMEDIAZIONE

Dettagli

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario Linee guida per la compilazione del questionario Maggio 2014 Introduzione Gli indicatori e le relative linee guida riportati in questo breve documento sono stati elaborati da Fondazione Fitzcarraldo attraverso

Dettagli

Master di I livello MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (MA 102) 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012

Master di I livello MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (MA 102) 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012 Master di I livello MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (MA 102) 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012 TITOLO MANAGEMENT E COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE OBIETTIVI FORMATIVI Con

Dettagli

APPROFONDIMENTI. Out of the shadow Sortir de l ombre Emergere dall ombra. Aprile 2005. Il lavoro domestico in Europa

APPROFONDIMENTI. Out of the shadow Sortir de l ombre Emergere dall ombra. Aprile 2005. Il lavoro domestico in Europa Avenue des Arts, 20/4 B1000 Bruxelles Telefono +32 2 2335432 osservatorio@osservatorioinca.org www.osservatorioinca.org APPROFONDIMENTI Out of the shadow Sortir de l ombre Emergere dall ombra La presenza

Dettagli

Rete Europea di Microfinanza Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europea 2010 2011

Rete Europea di Microfinanza Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europea 2010 2011 Rete Europea di Microfinanza Studio del Settore del Microcredito nell Unione Europea 2010 2011 Questionario per l indagine sulle istituzioni di microfinanza Sommario: I. Caratteristiche istituzionali chiave

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA AREA FUNZIONALE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SETTORE POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO

PROVINCIA DI VERONA AREA FUNZIONALE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SETTORE POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO SPAZIO RISERVATO ALL'UFFICIO Rep. n. del PROVINCIA DI VERONA AREA FUNZIONALE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' SETTORE POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO

Dettagli

PREFETTURA e QUESTURA

PREFETTURA e QUESTURA PREFETTURA e QUESTURA Presentazione a cura di Donatella Giunti e Loredana Arena Assistente Sociale della Ispettore Capo della Prefettura di Torino Polizia di Stato Area IV Diritti Civili, Cittadinanza,

Dettagli

Relatore: Paula Eleta

Relatore: Paula Eleta A scuola nessuno è straniero Firenze, 30 settembre 2011 Sessione: L integrazione comincia dai più piccoli Una scuola aperta che guarda al futuro Percorsi interculturali e di integrazione presso le Scuole

Dettagli

RELIGIONI E CULTURE DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA REALTÀ E MODELLI A CONFRONTO. Programma di dettaglio

RELIGIONI E CULTURE DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA REALTÀ E MODELLI A CONFRONTO. Programma di dettaglio Fondo Europeo per l integrazione di cittadini di Paesi terzi CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE RELIGIONI E CULTURE DELL IMMIGRAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA REALTÀ E MODELLI A CONFRONTO Programma di dettaglio

Dettagli

LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E LA SOSTENIBILITÀ

LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E LA SOSTENIBILITÀ L SSOIZIONI I VOLONTRITO L SOSTNIILITÀ lle ssociazioni di volontariato del riuli Venezia iulia lle ssociazioni di promozione sociale del riuli Venezia iulia La sostenibilità, che viene declinata nella

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l'integrazione di Cittadini di Paesi Terzi

UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l'integrazione di Cittadini di Paesi Terzi progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi Fondo Europeo per l'integrazione di Cittadini di Paesi Terzi 2007-2013 Annualità 2011 Ministero dell'istruzione

Dettagli

MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI

MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI N questionario (non compilare) MIGRANTI E SERVIZI FINANZIARI Con questo questionario le chiediamo di aiutarci a capire i suoi rapporti con il sistema bancario italiano: modalità, livello di soddisfazione,

Dettagli

Guida alla compilazione del questionario per la richiesta di finanziamenti per le associazioni studentesche

Guida alla compilazione del questionario per la richiesta di finanziamenti per le associazioni studentesche Guida alla compilazione del questionario per la richiesta di finanziamenti per le associazioni studentesche v 2.0 Descrizione della procedura Andate all indirizzo https://webstudenti.unica.it, cliccate

Dettagli

AREA IMMIGRATI. Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture)

AREA IMMIGRATI. Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture) AREA IMMIGRATI Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture) A - DESCRIZIONE SINTETICA DELL AZIONE Le finalità principali che il Centro Servizi Immigrati

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Centro Servizi Stranieri

Centro Servizi Stranieri Centro Servizi Stranieri Cittadini stranieri e italiani Servizi, enti, istituzioni, associazioni, gruppi che operano nell ambito dell immigrazione Informazione sulla normativa in tema di immigrazione Supporto

Dettagli

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati Ministero della Pubblica Istruzione Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze

Dettagli

IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE È LA PROCEDURA NECESSARIA PER FAR ARRIVARE IN ITALIA I FAMILIARI I FAMILIARI DA RICONGIUNGERE Coniuge, non legalmente separato maggiore di anni

Dettagli

VADEMECUM KNOW YOU RIGHTS

VADEMECUM KNOW YOU RIGHTS VADEMECUM KNOW YOU RIGHTS Siamo la Rete Campagne in Lotta, e con questo opuscolo vogliamo diffondere il più possibile tra i lavoratori stranieri informazioni utili sul lavoro in agricoltura, con o senza

Dettagli

Corso Immigrazione Operatori Sindacali. La legislazione

Corso Immigrazione Operatori Sindacali. La legislazione Corso Immigrazione Operatori Sindacali La legislazione Ingresso in Italia Ingresso per brevi periodi Ingresso per soggiorno di lunga durata. Ingresso per Ricongiungimento familiare Ingresso per breve durata

Dettagli

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO IN QUESTA GUIDA TROVERAI INFORMAZIONI SUI DIVERSI TIPI DI PERMESSO DI SOGGIORNO, SU COME PRESENTARE DOMANDA E RINNOVARE, SUGLI ALTRI DOCUMENTI NECESSARI (RESIDENZA, CARTA

Dettagli

Guida alla compilazione del questionario per la richiesta di finanziamenti per le associazioni studentesche

Guida alla compilazione del questionario per la richiesta di finanziamenti per le associazioni studentesche Guida alla compilazione del questionario per la richiesta di finanziamenti per le associazioni studentesche v 2.0 Descrizione della procedura Andate all indirizzo https://webstudenti.unica.it, cliccate

Dettagli

Le condizioni di salute degli immigrati irregolari, tra diritti esistenti e diritti negati

Le condizioni di salute degli immigrati irregolari, tra diritti esistenti e diritti negati Le condizioni di salute degli immigrati irregolari, tra diritti esistenti e diritti negati di Veronica Merotta Università degli Studi di Milano 16 giugno 2015 Una riflessione Una riflessione Quali sono

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TOMMASO GROSSI MILANO L Istituto Comprensivo Statale Tommaso Grossi realizza, sin dall anno scolastico 1990/1991, interventi specifici tesi all alfabetizzazione e all integrazione

Dettagli

Allegato parte integrante ALLEGATO A)

Allegato parte integrante ALLEGATO A) Allegato parte integrante ALLEGATO A) Bando per la partecipazione ai corsi formativi, per l anno scolastico 2012-2013, concernente la formazione specifica sulla mediazione interculturale in ambito scolastico

Dettagli

QUESTIONARIO LAUREATI (versione del 1/6/2012) Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA - Fondazione Sussidiarietà

QUESTIONARIO LAUREATI (versione del 1/6/2012) Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA - Fondazione Sussidiarietà QUESTIONARIO LAUREATI (versione del 1/6/2012) Consorzio Interuniversitario ALMALAUREA - Fondazione Sussidiarietà Gruppo 1, formato da lavoratori non in conto proprio: approfondimento su iniziative orientamento,

Dettagli

Approfondimento: l assistenza sanitaria

Approfondimento: l assistenza sanitaria Approfondimento: l assistenza sanitaria 1) L'assistenza sanitaria per i cittadini extracomunitari I cittadini stranieri extracomunitari che soggiornano in Italia possono usufruire dell assistenza sanitaria

Dettagli

Composizione per genere (%) Maschio 40.0 Femmina 60.0 Totale 100.0. Età alla laurea (%) <25 10.0 25-27 70.0 28-32 20.0 Totale 100.

Composizione per genere (%) Maschio 40.0 Femmina 60.0 Totale 100.0. Età alla laurea (%) <25 10.0 25-27 70.0 28-32 20.0 Totale 100. POPOLAZIONE OBIETTIVO Numero di laureati Numero di intervistati 19 10 Composizione per genere (%) Maschio 40.0 Femmina 60.0 Età alla laurea (%)

Dettagli

Alleanza contro la povertà

Alleanza contro la povertà Documento costitutivo della Alleanza contro la povertà - Tavolo regionale della Sardegna Le articolazioni regionali della Sardegna delle organizzazioni nazionali che aderiscono all Alleanza contro la povertà

Dettagli

DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO

DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO PROPONENTE 2014 Associazioni di promozione sociale, L.R. 34/02 (ad es: Centri Sociali, Associazioni Culturali, ecc.) DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO Denominazione dell'organizzazione:

Dettagli

FLUSSI MIGRATORI BINOMIO MIGRAZIONE/ACCOGLIENZA. Regione Umbria - Giunta Regionale

FLUSSI MIGRATORI BINOMIO MIGRAZIONE/ACCOGLIENZA. Regione Umbria - Giunta Regionale FLUSSI MIGRATORI BINOMIO MIGRAZIONE/ACCOGLIENZA Regione Umbria - Giunta Regionale 232 milioni i migranti nel mondo, il 3,2% della popolazione del pianeta, di cui 17,9 milioni rifugiati e richiedenti asilo

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo Z2 : Domanda di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e dell'art. 39, comma 9, del D.P.R. n. 394/99 e successive modifiche

Dettagli

Date 10/2010 presente ( Saltuariamente a chiamata ) Nome e indirizzo del datore di lavoro

Date 10/2010 presente ( Saltuariamente a chiamata ) Nome e indirizzo del datore di lavoro C U R R I C U L U M V I T A E E U R O P E O Helen Sibhatu Tesfaselassie ESPERIENZA LAVORATIVA Date 10/2010 presente ( Saltuariamente a chiamata ) Consorzio ITC - ROMA presso Prefettura di Foggia Commissione

Dettagli

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Deborah Erminio Synesis Ricerca sociale, monitoraggio e valutazione E-mail: synesis@fastwebnet.it I migranti: chi dovremmo contare? Come conteggiamo

Dettagli

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto 20 SCHEDE riguardanti i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto aggiornate al CCNL 2006-2009 Le 20 schede che seguono riguardano i compiti e i diritti delle RSU, le competenze degli Organi collegiali,

Dettagli

Rosario Montalbano. Assessore all istruzione, personale e servizi al cittadino IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Rosario Montalbano. Assessore all istruzione, personale e servizi al cittadino IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Rosario Montalbano Assessore all istruzione, 7 NIDI COMUNALI totale iscritti 450 11 NIDI PRIVATI ACCREDITATI (convenzionati per un numero limitato di posti) totale posti 63 1 Sezione Primavera Comunale

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: LA CASA DELLE GENTI SETTORE e Area di Intervento: A12 Assistenza ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO FINALITA GENERALE Finalità generale del progetto

Dettagli