Rete Sindacale per i diritti dei migranti nel Mediterraneo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rete Sindacale per i diritti dei migranti nel Mediterraneo"

Transcript

1 Rete Sindacale per i diritti dei migranti nel Mediterraneo proposta di percorso 2014; Il contributo che, in quanto sistema CGIL possiamo dare alla costruzione della Rete Sindacale per i diritti dei Migranti nel Mediterraneo, è riassunto in questa proposta, frutto della discussione e tenendo in considerazione le seguenti valutazioni: le esperienze maturate in questo campo; la presenza del sistema CGIL con le sedi INCA già presenti nel bacino del Mediterraneo; le priorità e le necessità individuate, a partire dalla esigenza di formazione per gli operatori e per i sindacalisti impegnati in questo fronte; la complessità di un lavoro coordinato in un'area tanto complessa come quella mediterranea, che coinvolge almeno 10 diverse realtà nazionali; la difficoltà di un lavoro coordinato in sede di CES ed a livello unitario, per le comprovate difficoltà di collaborazione con le strutture territoriali di CISL e UIL; le risorse finanziarie ed umane a nostra disposizione, limitate e che debbono essere utilizzate in modo razionale ed orientate a risultati concreti; la diversa visione di impostazione della fase di avvio tra noi e la UGTT, quest'ultima più orientata al finanziamento del progetto piuttosto che progettare sulla base di proprie risorse (alle quali si possono aggiungere e ricercare contributi esterni e pubblici); Il nostro contributo alla Rete e la nostra azione per il suo avvio è quindi orientata a 3 risultati concreti: I Costruzione di una proposta per Protocolli bilaterali da introdurre nei Curricula scolastici; II Costruzione di una proposta e realizzazione della formazione e della messa in rete degli operatori sindacali nelle zone critiche del Mediterraneo; III Costruzione di un sistema di comunicazione della Rete Sindacale Migranti mediterraneo; I risultato: Costruzione di una proposta per Protocolli bilaterali da introdurre nei Curricula scolastici; Individuare i referenti dei Sindacati Scuola all'interno della rete dei sindacati del Mediterraneo e condividere l'idea progettuale. Organizzare un incontro per definire l organizzazione e i contenuti dell evento; (data e luogo proposti: 24 marzo 2014 a Catania in occasione del congresso regionale della CGIL siciliana); partecipanti previsti, rappresentanti delle federazioni dell'educazione di Spagna, Francia, Tunisia, Marocco, Italia; Realizzare un seminario per la elaborazione delle proposte curriculari da realizzarsi nel periodo metà maggio-meta giugno 2014; Presentazione dei risultati nell'evento internazionale che si terrà a Lampedusa 3 6 Ottobre Partecipanti: Sindacati di categoria della Conoscenza/Scuola/Educazione dei paesi del Mediterraneo. FLC Sicilia coordina il percorso,in collaborazione con FLC Nazionale, CGIL Sicilia e resto delle strutture CGIL ocinvolte nel percorso. II Risultato: Costruzione di una proposta e realizzazione della formazione e della messa in

2 rete degli operatori sindacali nelle zone critiche del Mediterraneo; Condividere la proposta con le OOSS presenti a Torino; Richiedere i nominativi e gli indirizzi mail dei funzionari/operatori delle OOSS attivit nell'azione di assistenza ai migranti e quindi destinatari dell'azione di formazione e dimessa in rete; Costruire un questionario per raccogliere i bisogni formativi degli operatori sindacali; il questionario, nelle diverse lingue (IT, FR, SP, AR), potrà essere compilato on line; Compilazione del questionario e, successivamente, analisi dei contenuti; Elaborazione del progetto di formazione per la messa in rete degli operatori sindacali; finalità, Contenuti,Strumenti, Tempi, Risorse; Tempi: Prima possibilità: portare i risultati del questionario e la proposta di progetto di formazione già al Forum di Monastir (Aprile); quindi utilizzare Lampedusa (Ottobre) come momento di formazione e dimessa in rete degli operatori; Seconda possibilità: si presenta il progetto a Lampedusa (Ottobre) e si realizza la formazione nel periodo successivo; Asso. Trentin potrebbe seguire tutta la fase di progettazione; Questionario, Analisi, Progetto; III Risultato: Costruzione di un sistema di comunicazione della Rete Sindacale Migranti La Rete dovrebbe avere una sua vitalità attraverso il flusso di informazioni e di comunicazioni che ogni nodo della rete invia e riceve, rispondendo così a bisogni informativi e migliorando le conoscenze su aspetti normativi, su specifici quesiti, su situazioni emergenziali o di richiesta di cooperazione bilaterale o per intraprendere azioni di denuncia e di allarme. Per affrontare questi bisogni, non potendo contare con apparati tecnici, strumentazioni, competenze e risorse finanziarie adeguate a tale complessità, la proposta è quella di dar vita ad un primo e semplice sistema di comunicazione tra i sindacati dei 10 paesi presenti a Torino: Italia: CGIL Portogallo: CGTP Spagna: CCOO, UGT, USO Francia: CGT, CFDT, FO Belgio: FGTB Tunisia: UGTT Egitto: EDLC, EFITU Mauritania: CLTM Marocco: UMT Algeria: SANAP Libano: FENASOL Turchia TÜRK-IŞ. Raccogliere nominativi e indirizzario mail di ogni referente di OOSS; Creare uno strumento informatico adeguato a questa necessità comunicativa; multilingue, documenti,notizie, report provenienti da paesi e con lingue diverse; Attivare un Comitato di redazione per la raccolta e la messa in circolazione dei materiali informativi; Attivare un sistema di comunicazione rapida per la segnalazione di emergenze e richieste di aiuto; INCA e Ufficio Immigrati CGIL studieranno quale miglior strumento per avviare il progetto di comunicazione della Rete;

3 Sostenibilità del percorso 2014 Per verificare la sostenibilità o la criticità finanziaria del Piano di Lavoro sopra proposto, abbiamo iniziato a costruire un piano di spesa, che dovrà essere oggetto di una comune verifica. Nel piano di spesa sono riportati i costi vivi, non coperti da servizi o da risorse umane già disponibili nelle nostre strutture. Alcune verifiche sono indispensabili, come: disponibilità della Ass. Bruno Trentin a farsi carico del lavoro di progettazione; disponibilità o meno del supporto tecnico per la parte relativa all'informatica; ed altre verifiche da parte di ogni struttura interessata; Inoltre, occorrerà verificare: quanto potranno apportare al percorso ed al Piano di Lavoro le altre OOSS coinvolte nella rete; il contributo della FES per la realizzazione dei seminari (vedi Monastir e Lampedusa); la possibilità di intercettare contributi pubblici (bandi, donazini, contributi,cofinanziamenti,..);

4 (Traccia di lavoro proposta da INCA) Obiettivo: Messa a regime di strumenti informatici necessari per rendere operativa l'attività di coordinamento tra sindacati coinvolti e nel monitoraggio della Rete sindacale per i diritti dei migranti nel Mediterraneo. 1 - Individuazione dei ruoli e delle funzioni Si individuano tre diversi insieme di attori con ruoli e responsabilità differenti nell'ambito della comunicazione nella Rete. 1.1 Primo insieme: direzione-coordinamento Vi fanno parte i principali responsabili per paese che presiedono le attività sul progetto di Rete e le attivita di monitoraggio. Sono il nucleo principale di governo del sistema di monitoraggio, saranno coinvolti nella sessione di formazione prevista per il mese di ottobre a Lampedusa. A loro fa riferimento l'ulteriore gruppo di operatori da considerare terminali operativi della rete. E necessario provvedere al preventivo recupero dei contatti. Questo insieme di persone e soggetto a basso turn-over, legame forte ed e perno nella costruzione del resto della rete. 1.2 Secondo insieme: operatori della rete di monitoraggio Si tratta di un insieme di operatori dei sindacati di tutti i paesi coinvolti. Rappresentano i terminali del sistema di monitoraggio e di allarme sui temi dei diritti dei migranti nel Mediterraneo. Persone che sono a contatto con la realtà territoriale e che quindi possono percepire immediatamente fenomeni o azioni che coinvolgono immigranti e le situazioni di sfruttamento o di pericolo che li riguardano. 1.3 Terzo insieme: pubblico, istituzioni, societa civile Ne fanno parte tutte le persone, funzionari, operatori di sindacato, dei servizi, delle istituzioni, operatori del sociale, cittadini che intendono tenersi aggiornati sulle informazioni gestite e rese pubbliche dalla rete sindacale per i diritti dei migranti del Mediterraneo. 2 - Strumenti informatici previsti per favorire la comunicazione all'interno e tra i tre insiemi. Nella definizione degli strumenti informatici da utilizzare si e tenuto in considerazione: - la necessita di garantire un accesso rapido e semplice ai partecipanti, - il basso costo per l organizzazione, - la dotazione implicita di strumenti di traduzione on-line per il superamento delle barriere linguistiche 2.1 Direzione-coordinamento (Posta elettronica)

5 Individuati i destinatari paese per paese si prevede siano mantenuti informati e coinvolti attraverso lo strumento della mailing-list e delle newsletter. Stabilito un capofila o una segreteria tecnica con il compito di mantenere il contatto informativo eventualmente impostato su una periodicità da definire. Si esaurisce nello strumento della posta elettronica il bisogno comunicativo che deve per forza di cose basarsi su un legame forte tra le persone coinvolte. 2.2 Direzione-coordinamento + operatori (Gruppo chiuso di Facebook) Condiviso dall insieme di operatori e dall insieme direzione-coordinamento Un gruppo chiuso di Facebook al quale sono iscritti, previa accettazione tramite segnalazione, i componenti della direzione-coordinamento e tutti gli operatori individuati paese per paese consentirà di condividere con il necessario grado di accuratezza e di attenzione le informazioni fondamentali che riguardano i diritti dei migranti del Mediterraneo che trovano origine da ogni paese coinvolto. Si prevede che ci sia un capofila che abbia funzioni di moderatore o che questa funzione possa essere condivisa da più moderatori (uno per ogni paese). Il gruppo chiuso di Facebook è lo strumento principe di monitoraggio perché coinvolge le persone con un alto livello di interesse sul tema dei migranti ed il loro particolare legame col territorio. 2.3 Pubblico-individui sensibili al tema (Gruppo aperto/pagina di Facebook) L'anello esterno del sistema di comunicazione alla base della Rete sindacale per i diritti dei migranti coinvolge, oltre attori considerati in precedenza, la vasta platea delle persone interessate al tema dell'immigrazione o gli operatori non necessariamente coinvolti in prima persona nella fase di monitoraggio. Questa Pagina o Gruppo aperto di Facebook ha funzioni di divulgazione e di discussione pubblica sui temi che sorgono dall'attività di protezione. Altri temi/argomenti possono messi in campo della rete sindacale per i diritti dei migranti o da spunti e stimoli che possono nascere dai partecipanti al gruppo esterno-pubblico. A questo gruppo pubblico è opportuno associare una utenza Twitter ufficiale della Rete in almeno due forme: - in occasione di eventi e convegni in modo da notificare in diretta a chi non partecipa sul posto eventuali temi di discussione sollevati durante queste occasioni. - nei confronti degli organi di stampa per potere dare notizia in tempo reale di situazioni di emergenza che richiedono eventualmente un'attenzione mediatica. 3 - Website Si prevede la costruzione di un sito Internet che espliciti i contenuti della rete sindacale per i diritti dei migranti del Mediterraneo, le finalità, i partecipanti, le attività compresa la funzione di monitoraggio e che quindi sia di supporto per chi vuole informazioni riguardo al Progetto di Rete sindacale. È un sito privo degli strumenti di comunicazione, aggiornamento, scambio che sono delegati al gruppo pubblico di Facebook citato in precedenza ed opportunamente linkato. Le informazioni sono disponibili nelle principali lingue in uso nella Rete.

26 e 27 novembre 2012. Centro congressi Stelline - Sala Manzoni C. so Magenta 61 Milano

26 e 27 novembre 2012. Centro congressi Stelline - Sala Manzoni C. so Magenta 61 Milano I.C.A.R.U.S. Europa sociale, Contrattazione, Dialogo sociale, Rappresentanza transnazionale delle lavoratrici e dei lavoratori 26 e 27 novembre 2012 Centro congressi Stelline - Sala Manzoni C. so Magenta

Dettagli

Data di avvio Data di conclusione. Durata (in mesi) 31/1/2010

Data di avvio Data di conclusione. Durata (in mesi) 31/1/2010 WP n.1 Titolo: Analisi dei bisogni e fattibilità Obiettivi: - Collegare le diverse analisi dei bisogni del gruppo target per individuare, definire e condividere le principali criticità registrate nei diversi

Dettagli

Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo

Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo Situazione produttiva e commercio estero dei Paesi del Bacino del Mediterraneo Tomas Bosi Cesena, 22 settembre 2015 Melone, superfici e produzione Francia Superficie: meno di 15.000 ha Produzione: 280.000

Dettagli

Guida all uso di Innovatori PA

Guida all uso di Innovatori PA Guida all uso di Innovatori PA Innovatori PA La rete per l innovazione nella Pubblica Amministrazione Italiana Sommario Sommario... 2 Cos è una comunità di pratica... 3 Creazione della comunità... 3 Gestione

Dettagli

PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte

PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte Premessa Le politiche delle Amministrazioni locali, ed in particolare le politiche di bilancio,

Dettagli

Responsabile scientifico: prof.a Caterina Arcidiacono

Responsabile scientifico: prof.a Caterina Arcidiacono Beldì è un progetto realizzato con il cofinanziamento dell Unione Europea, finalizzato alla diffusione del P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse II Obiettivo Operativo: f2) Promuovere azioni di supporto,

Dettagli

Progetto Leonardo ARGO. Promozione del progetto

Progetto Leonardo ARGO. Promozione del progetto Progetto Leonardo ARGO Promozione del progetto Obiettivi di Progetto Il progetto Leonardo ARGO si pone i seguenti obiettivi: Garantire il diritto all apprendimento quale condizione dell occupabilità; Favorire

Dettagli

Cooperazione e sviluppo nel Mediterraneo

Cooperazione e sviluppo nel Mediterraneo OpenMed Cooperazione e sviluppo nel Mediterraneo Indice Chi siamo... 4 Le fasi del progetto... 5 Attività completate... 5 1. Analisi degli strumenti informativi esistenti...5 2. Definizione di criteri

Dettagli

Speciale Congresso CES Formazione, Progettazione, Ricerca Sindacale Europea. Newsletter di segnalazioni e aggiornamento. N 20

Speciale Congresso CES Formazione, Progettazione, Ricerca Sindacale Europea. Newsletter di segnalazioni e aggiornamento. N 20 Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Speciale Congresso CES Formazione, Progettazione, Ricerca Sindacale Europea Newsletter di segnalazioni e aggiornamento. N 20 Si trasmette il ventesimo numero

Dettagli

Sergio Tasso e Elia Buono La democratizzazione digitale per il territorio

Sergio Tasso e Elia Buono La democratizzazione digitale per il territorio Un Patto per i nostri fiumi: dalla politica dell emergenza alla prevenzione Venezia Mestre, 19 Novembre 2014 Sergio Tasso e Elia Buono La democratizzazione digitale per il territorio Democrazia digitale

Dettagli

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE La sfida di un progetto operativo interistituzionale CHI SIAMO Il Centro Interculturale Millevoci è una risorsa che opera

Dettagli

Responsabile - 5 Settore Programmazione Finanziamenti

Responsabile - 5 Settore Programmazione Finanziamenti INFORMAZIONI PERSONALI Nome Catania Giovanni Data di nascita 07/08/1965 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia PROVINCIA REGIONALE DI Responsabile - 5 Settore

Dettagli

Piano di Comunicazione Progetto DIVIN

Piano di Comunicazione Progetto DIVIN Piano di Comunicazione Progetto DIVIN 1 3. IL PIANO DI COMUNICAZIONE: UN QUADRO DI RIFERIMENTO 1. 2. Il presente Piano di Comunicazione costituisce uno degli outputs del progetto DIVIN, nello specifico

Dettagli

La Governance partenariale

La Governance partenariale La Governance partenariale Sommario Introduzione... 1 1. Modello di governance del partenariato per il Programma di cooperazione MED 2014-2020... 2 1.1. Introduzione... 2 1.2. Codice europeo di condotta

Dettagli

www.ors.regione.lombardia.it Criteri di progettazione Argonet, 17 Novembre 2009 Relatore: Massimiliano Paleari

www.ors.regione.lombardia.it Criteri di progettazione Argonet, 17 Novembre 2009 Relatore: Massimiliano Paleari www.ors.regione.lombardia.it Criteri di progettazione Argonet, 17 Novembre 2009 Relatore: Massimiliano Paleari Criteri di progettazione - Premessa Il portale servizi nasce come ambiente di lavoro per operatori

Dettagli

Fim-Cisl e Formazione Professionale

Fim-Cisl e Formazione Professionale January 2015 FIM CISL nazionale Formazione Professionale 06 85262402 [Volume 1, Numero 1] Fim-Cisl e Formazione Professionale Si è svolto ad Amelia il primo corso specialistico per componenti di Commissioni

Dettagli

Le azioni vengono descritte più dettagliatamente dopo il riepilogo dei costi e del contributo dei partner.

Le azioni vengono descritte più dettagliatamente dopo il riepilogo dei costi e del contributo dei partner. Invito a presentare progetti per la valorizzazione di biblioteche e archivi storici di enti locali o di interesse locale (l.r. 81/1985 anno 2015) Scheda del progetto Soggetto presentatore: Consorzio Sistema

Dettagli

La prima edizione di MEETmeTONIGHT si è svolta nel 2012.

La prima edizione di MEETmeTONIGHT si è svolta nel 2012. COS E MEETmeTONIGHT >< MEETmeTONIGHT è la Notte dei Ricercatori in Lombardia, nasce all interno dell iniziativa Researchers Night promossa dalla Commissione Europea, che coinvolge ogni anno ricercatori

Dettagli

L Unione fa la Forza

L Unione fa la Forza L Unione fa la Forza La Selezione dei migliori Ristoranti Etnici di Milano ARGENTINA - ARMENIA - AUSTRALIA - BELGIO - BRASILE - CINA - COREA - CUBA - EGITTO - ERITREA - ETIOPIA FRANCIA - GERMANIA - GIAPPONE

Dettagli

Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A.

Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A. Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A. L anno 2004, il giorno 20 del mese di luglio, presso il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito indicato Miur), ai sensi

Dettagli

Bando start up Concorso di idee per la promozione di nuove imprese femminili PREMESSO CHE

Bando start up Concorso di idee per la promozione di nuove imprese femminili PREMESSO CHE FIDAPA- BPW ITALY FEDERAZIONE ITALIANA DONNE -ARTI - PROFESSIONI-AFFARI DISTRETTO SICILIA SEZIONE DI PARTANNA Distretto Sicilia Presidente Dott.ssa Eleonora Caserta Sezione di Partanna Presidente Dott.ssa

Dettagli

Rappresentanza Sindacale Unitaria CA FOSCARI. Lo sciopero. Istruzioni per lo sciopero. Marzo 2009. RSU rsu@unive.it www.unive.

Rappresentanza Sindacale Unitaria CA FOSCARI. Lo sciopero. Istruzioni per lo sciopero. Marzo 2009. RSU rsu@unive.it www.unive. Rappresentanza Sindacale Unitaria CA FOSCARI Lo sciopero Istruzioni per lo sciopero. Marzo 009 RSU rsu@unive.it www.unive.it/rsu Società Indice Lo sciopero Quando posso fare sciopero? I principali sindacati

Dettagli

IV CONGRESSO NAZIONALE FEDERSANITÀ ANCI ROMA 15 16 OTTOBRE 2014 RASSEGNA STAMPA

IV CONGRESSO NAZIONALE FEDERSANITÀ ANCI ROMA 15 16 OTTOBRE 2014 RASSEGNA STAMPA IV CONGRESSO NAZIONALE FEDERSANITÀ ANCI ROMA 15 16 OTTOBRE 2014 RASSEGNA STAMPA ARTICOLO SOLE 14 OTTOBRE 2014 ARTICOLO SOLE ONLINE 15 OTTOBRE 2014: per leggere la notizia completa vai su http://www.sanita.ilsole24ore.com/art/regioni

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE La legge regionale n. 5/2009 e il Piano Regionale della Salute 2011-2013 promuovono la centralità del cittadino e il suo coinvolgimento nei processi di miglioramento dei Servizi

Dettagli

Regolamenti REACH e CLP I riflessi sul settore produttivo

Regolamenti REACH e CLP I riflessi sul settore produttivo Regolamenti REACH e CLP I riflessi sul settore produttivo Un modello di sportello informativo delle Regioni per le imprese, i lavoratori ed il consumatore Paolo PAGLIAI (Regione Emilia-Romagna - Coordinamento

Dettagli

Idea progettuale - infografica GLU

Idea progettuale - infografica GLU Idea progettuale - infografica GLU Introduzione Il presente documento vuole essere uno strumento di condivisione propedeutico allo sviluppo dell infografica da associare al protocollo sull usabilità del

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CREAZIONE DI UN GRUPPO TERRITORIALE

LINEE GUIDA PER LA CREAZIONE DI UN GRUPPO TERRITORIALE DI UN GRUPPO TERRITORIALE Associazione a sostegno dell'economia del Bene Comune Questa guida deve servire come aiuto iniziale alle persone, che vogliono costruire un gruppo territoriale nella propria regione.

Dettagli

Corso di Formazione per Giovani Amministratori della Sardegna. Progettazione europea e politiche comunitarie per gli enti locali.

Corso di Formazione per Giovani Amministratori della Sardegna. Progettazione europea e politiche comunitarie per gli enti locali. Corso di Formazione per Giovani Amministratori della Sardegna Progettazione europea e politiche comunitarie per gli enti locali Report finale 1. Premessa Il Corso di formazione, voluto e promosso dal Consiglio

Dettagli

PROGETTO REWIND. Padova, 4 ottobre 2013. Rewind

PROGETTO REWIND. Padova, 4 ottobre 2013. Rewind PROGETTO REWIND Padova, 4 ottobre 03 UNA COMUNITA DI PRATICHE (SINDACALE E NON) AL SERVIZIO DEL CICLO DI VITA DI UN ATTIVITA FORMATIVA (DALL ANALISI DEL FABBISOGNO ALLA PROGETTAZIONE, DALLA CONDIVISIONE

Dettagli

Centro Nazionale del Volontariato. Ideare - IDEare, Agire, Riflettere e capire, cambiare Progetto n. LLP-LDV-PLM-11-IT-301

Centro Nazionale del Volontariato. Ideare - IDEare, Agire, Riflettere e capire, cambiare Progetto n. LLP-LDV-PLM-11-IT-301 Centro Nazionale del Volontariato nell ambito del Lifelong Learning Programme - Leonardo da Vinci promuove Ideare - IDEare, Agire, Riflettere e capire, cambiare Progetto n. LLP-LDV-PLM-11-IT-301 Il percorso

Dettagli

PROGETTO TAVOLO GIOVANI

PROGETTO TAVOLO GIOVANI PROGETTO TAVOLO GIOVANI Costituzione di un Tavolo di coordinamento con le associazioni di giovani di Cinisello Balsamo e le organizzazioni sociali che compongono il mondo delle realtà giovanili locali

Dettagli

La rete di tecnologie La circolazione dei contenuti attraverso diversi mezzi di comunicazione anche a partire dalle attività degli utenti

La rete di tecnologie La circolazione dei contenuti attraverso diversi mezzi di comunicazione anche a partire dalle attività degli utenti Nicoletta Vittadini La rete di contenuti Il sito web tradizionale La rete di tecnologie La circolazione dei contenuti attraverso diversi mezzi di comunicazione anche a partire dalle attività degli utenti

Dettagli

CITTA DI BIELLA AGENDA 21 LOCALE REGOLAMENTO DEL FORUM PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

CITTA DI BIELLA AGENDA 21 LOCALE REGOLAMENTO DEL FORUM PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE CITTA DI BIELLA AGENDA 21 LOCALE REGOLAMENTO DEL FORUM PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE 1. Disposizioni generali Il Forum Agenda 21 di Biella è promosso dal Comune di Biella nell ambito della valorizzazione

Dettagli

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI Provincia di Livorno REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 7 del

Dettagli

Formazione Immigrazione

Formazione Immigrazione Formazione Immigrazione Programma di Formazione Integrata per l innovazione dei processi organizzativi di accoglienza e integrazione dei cittadini stranieri e comunitari I edizione Workshop conclusivo

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE BIENNIO 2015/2016 PREMESSA

PIANO DI COMUNICAZIONE BIENNIO 2015/2016 PREMESSA PIANO DI COMUNICAZIONE BIENNIO 2015/2016 PREMESSA Il Piano di comunicazione 2015/2016 riassume i principali impegni comunicativi che l Ente prevede di attuare con riferimento agli indirizzi programmatici

Dettagli

Pane e denti. Progetto Comunitario Equal

Pane e denti. Progetto Comunitario Equal Progetto Comunitario Equal Pane e denti Problema di riferimento Nonostante il carattere strutturale assunto dalla presenza immigrata in Italia, l immigrazione viene percepita ancora come un problema piuttosto

Dettagli

Lavorare in sicurezza

Lavorare in sicurezza Lavorare in sicurezza Schede informative e formative su Alcol e alimentazione Lavoratrici gestanti e madri Lavori in quota Rumore Vibrazioni Prefazione Dall entrata in vigore del Decreto Legislativo 626/94,

Dettagli

Verso il Piano di gestione del rischio di alluvioni:il processo di partecipazione

Verso il Piano di gestione del rischio di alluvioni:il processo di partecipazione 03/12/2013 Verso il Piano di gestione del rischio di alluvioni:il processo di partecipazione Sabrina Franceschini Servizio Comunicazione, Educazione alla sostenibilità, strumenti di partecipazione sfranceschini@regione.emilia-romagna.it

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE PROGETTO Agro-Med Quality Plateforme Méditerranéenne pour la Qualité dans l Agriculture et l Agroalimentaire 1 INDICE 1.INTRODUZIONE..3 1.1 SINTESI DEL PROGETTO AGRO-MED QUALITY

Dettagli

Modello formativo DIDATEC avanzato

Modello formativo DIDATEC avanzato Pagina1 Modello formativo DIDATEC avanzato La formazione DIDATEC livello avanzato consiste in 90 ore di formazione, articolate in 20 ore da svolgersi in aula presso le scuole presidio e 70 ore da svolgersi

Dettagli

Sintetica descrizione del progetto: azioni previste, strumenti, metodologie e destinatari

Sintetica descrizione del progetto: azioni previste, strumenti, metodologie e destinatari Scheda riepilogativa del programma finalizzato Centri per l adattamento dell ambiente domestico per anziani e disabili - Anno 2004 in attuazione della Delibera del Consiglio regionale n. 615/2004 Riferimenti:

Dettagli

Progetto. Un Sito per la Scuola

Progetto. Un Sito per la Scuola Progetto Un Sito per la Scuola Anni scolastici 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2009-2010 www.comprensivogereschi.sangiulianoterme.scuolaeservizi.it In collaborazione con scuolaeservizi.it I progettisti

Dettagli

Il secondo rapporto annuale ForAge

Il secondo rapporto annuale ForAge Il secondo rapporto annuale ForAge Cos'é ForAge? Il progetto é una rete multilaterale europea che ha lo scopo di comunicare le esperienze di apprendimento nella fase avanzata della vita per favorire alti

Dettagli

AIC. La comunicazione. 1. Il sito www.celiachia.it

AIC. La comunicazione. 1. Il sito www.celiachia.it La comunicazione AIC 1. Il sito www.celiachia.it Il primo sito dell Associazione Italiana Celiachia risale alla metà degli anni 90. Da allora l espansione di Internet è stata un crescendo continuo, e anche

Dettagli

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015

BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 Comune di Pontecagnano Faiano Ufficio di Gabinetto BOZZA PIANO COMUNICAZIONE 2015 QUADRO NORMATIVO In relazione alla legge 150 del 7 giugno 2000, Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione

Dettagli

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 REPORT Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 Mestre, 28 giugno 2012 Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi Settore Primario Autorità di Gestione PSR Veneto 2007-2013 Il

Dettagli

The real estate event The real Community. VII EDIZIONE. www.italiarealestate.it. 7-9 giugno 2011 Expo Italia Real Estate GEFI

The real estate event The real Community. VII EDIZIONE. www.italiarealestate.it. 7-9 giugno 2011 Expo Italia Real Estate GEFI VII EDIZIONE. www.italiarealestate.it The real estate event The real Community 7-9 giugno 2011 Expo Italia Real Estate GEFI The real estate event - The real Community - VII EDIZIONE T h e r e a l e s t

Dettagli

Strategie di informazione e comunicazione nazionale e locale sul Ritorno Volontario Assistito

Strategie di informazione e comunicazione nazionale e locale sul Ritorno Volontario Assistito Progetto RIRVA VI Rete Italiana per il Rimpatrio Volontario Assistito, Fondo europeo per i Rimpatri AP 2013 az..6 Soggetto attuatore Consorzio nazionale Idee in Rete con CIR, OXFAM, GEA, CNOAS ed ISMU

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CATANIA. Spazio Euromediterraneo dell Istruzione, Alta Formazione e Ricerca

DICHIARAZIONE DI CATANIA. Spazio Euromediterraneo dell Istruzione, Alta Formazione e Ricerca DICHIARAZIONE DI CATANIA Spazio Euromediterraneo dell Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Desiderando dare seguito agli orientamenti espressi nella Dichiarazione di Barcellona del 1995 che mira a trasformare

Dettagli

L'idea da cui è nata l iniziativa/progetto. Descrizione dell iniziativa/progetto:

L'idea da cui è nata l iniziativa/progetto. Descrizione dell iniziativa/progetto: Chi è dentro è dentro. Chi è fuori è fuori Indagine relativa agli effetti delle trasformazioni nella gestione dei servizi pubblici e del welfare locale sulle pari opportunità e sulle fasce deboli della

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE

REPORT DI VALUTAZIONE Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 Le opportunità non hanno confini. Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione REPORT DI VALUTAZIONE Unione europea Fondo Europeo Sviluppo

Dettagli

Assemblea Generale e rinnovo del direttivo AGCT

Assemblea Generale e rinnovo del direttivo AGCT newsletter nr. 1 - marzo 2009 E20 20 & Iniziative Assemblea Generale e rinnovo del direttivo AGCT Cara socia e caro socio, ci stiamo ormai avvicinando all Assemblea, un appuntamento particolarmente importante

Dettagli

Linee guida per l'attivazione dei moduli di formazione (a cura di Maria Pia Magliokeen, Referente regionale per le lingue)

Linee guida per l'attivazione dei moduli di formazione (a cura di Maria Pia Magliokeen, Referente regionale per le lingue) UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SICILIA Progetto di formazione di docenti e studenti dei tecnici e professionali del settore turisticoalberghiero in Sicilia Sicily is a Treasure Island for tourism

Dettagli

PROGETTO PETRARCA 2 CODICE PROGETTO: PROG-101927

PROGETTO PETRARCA 2 CODICE PROGETTO: PROG-101927 PROGETTO PETRARCA 2 CODICE PROGETTO: PROG-101927 FINANZIATO SUL FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DEI CITTADINI DI PAESI TERZI AVVISI REGIONALI 2007-2013 INFORMAZIONI GENERALI Soggetto capofila: Regione

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 51 DEL 24 SETTEMBRE 2007

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 51 DEL 24 SETTEMBRE 2007 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 3 agosto 2007 - Deliberazione N. 1449 - Area Generale di Coordinamento N. 17 - Istruzione - Educazione - Formazione Professionale - Politica Giovanile e

Dettagli

Progetto YouthLab : strutture e servizi per la promozione dell innovazione nelle politiche giovanili e di accompagnamento allo stiluppo

Progetto YouthLab : strutture e servizi per la promozione dell innovazione nelle politiche giovanili e di accompagnamento allo stiluppo Progetto YouthLab : strutture e servizi per la promozione dell innovazione nelle politiche giovanili e di accompagnamento allo stiluppo Progetto YouthLab: azioni e strumenti per la promozione dell innovazione

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 INFORMATIVA SUL PIANO DELLA COMUNICAZIONE. Punto 13 all ordine del giorno del IX Comitato di Sorveglianza

POR CALABRIA FESR 2007/2013 INFORMATIVA SUL PIANO DELLA COMUNICAZIONE. Punto 13 all ordine del giorno del IX Comitato di Sorveglianza UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007/2013 INFORMATIVA SUL PIANO DELLA COMUNICAZIONE Punto 13 all ordine del giorno del IX Comitato di Sorveglianza (Catanzaro, 31 luglio

Dettagli

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Legge Regione Umbria n. 21 del 20/08/2001 Disposizioni in materia di coltivazione, allevamento, sperimentazione, commercializzazione e consumo di organismi

Dettagli

MISURE DI WELFARE ABITATIVO

MISURE DI WELFARE ABITATIVO MISURE DI WELFARE ABITATIVO Il SUNIA CGIL sede di Mantova, si rende disponibile per fornire informazioni e ricevere domande per tutti gli inquilini ed i proprietari di immobili sul territorio del Comune

Dettagli

PROMETEUS PROmoting Mobility Expertise of Teachers of EU Students. WORKPLAN Primo incontro transnazionale Sassari, 12-13 Aprile 2012

PROMETEUS PROmoting Mobility Expertise of Teachers of EU Students. WORKPLAN Primo incontro transnazionale Sassari, 12-13 Aprile 2012 PROMETEUS PROmoting Mobility Expertise of Teachers of EU Students LLP-LDV-TOI-11-IT-743 1 PROMETEUS PROmoting Mobility Expertise of Teachers of EU Students WORKPLAN Primo incontro transnazionale Sassari,

Dettagli

Legge 633 del 1941 e ss.mm.ii.

Legge 633 del 1941 e ss.mm.ii. Il Piano di Miglioramento (PdM) Il presente documento è protetto ai sensi della vigente normativa sul diritto d'autore Legge 633 del 1941 e ss.mm.ii. 1 Indice Introduzione SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi

Dettagli

COMITATO CONSULTIVO AZIENDALE AZIENDA SANITARIA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO PIEMONTE MESSINA

COMITATO CONSULTIVO AZIENDALE AZIENDA SANITARIA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO PIEMONTE MESSINA COMITATO CONSULTIVO AZIENDALE AZIENDA SANITARIA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO PIEMONTE MESSINA Anno 2013 Indice: Sezione 1 - Istituzione e composizione del CCA 1.a Informazioni generali sul CCA 1.b La composizione

Dettagli

!"" #""$%&! #'$ " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$

! #$%&! #'$  # &%!$! ' &! &$)#$*!!# + $!# &'$!$!#$$ !"" #""$%&! #'$ % ( " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$ L anno duemilasette il giorno trenta del mese di maggio nella sala Informalavoro del Comune di Busalla, TRA Il Presidente in rappresentanza

Dettagli

UNIMED servizi SRL (Capo Fila) Presentazione CERISDI Autore: dr. Alessandro Pernice (UNIMED project specialist) a.pernice@uni-med.net 27 Giugno 2006.

UNIMED servizi SRL (Capo Fila) Presentazione CERISDI Autore: dr. Alessandro Pernice (UNIMED project specialist) a.pernice@uni-med.net 27 Giugno 2006. UNIMED servizi SRL (Capo Fila) Presentazione CERISDI Autore: dr. Alessandro Pernice (UNIMED project specialist) a.pernice@uni-med.net 27 Giugno 2006. 1 UNIMED Servizi SRL Sotto gli auspici dell UNIMED

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE. 14 novembre 2013

PIANO DI COMUNICAZIONE. 14 novembre 2013 Presidio della Qualità di Ateneo Rilevazione della Opinione degli Studenti PIANO DI COMUNICAZIONE 14 novembre a cura di Area Percorsi di Qualità PIANO DI COMUNICAZIONE PER LA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013

PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013 ASSEMBLEA 26 OTTOBRE 2012 PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013 PROGRAMMA GENERALE ALSOB 1. Start-up a) Tesseramento soci Con l evento Laureati Eccellenti si apre l opportunità per i soci

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Assistenza tecnica alle Regioni dell obiettivo convergenza per il Assistenza tecnica alle rafforzamento delle capacità

Dettagli

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007 Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni UO MONITORAGGIO E ANALISI REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della

Dettagli

Programmi efficaci per la prevenzione dell obesità: sito web EBP e obesità

Programmi efficaci per la prevenzione dell obesità: sito web EBP e obesità Programmi efficaci per la prevenzione dell obesità: sito web EBP e obesità Nadia Olimpi Agenzia Regionale di Sanità della Toscana Modena, 27 Maggio 2009 www.arsanita.toscana.it Il progetto Programmi efficaci

Dettagli

Alleanza contro la povertà

Alleanza contro la povertà Documento costitutivo della Alleanza contro la povertà - Tavolo regionale della Sardegna Le articolazioni regionali della Sardegna delle organizzazioni nazionali che aderiscono all Alleanza contro la povertà

Dettagli

Mappatura Eco-sportelli Scheda di rilevazione

Mappatura Eco-sportelli Scheda di rilevazione Provincia di Ferrara Mappatura Eco-sportelli Scheda di rilevazione Eco-sportello Sportello InfoSmog Ente Titolare Comune di Cremona gestione Diretta ( diretta, indiretta, convenzione ) Indirizzo Vicolo

Dettagli

4 Meeting internazionale Mezzogiorni d Europa e Mediterraneo transizioni sostenibili e visioni rovesciate Sorrento 7-8 Novembre 2014

4 Meeting internazionale Mezzogiorni d Europa e Mediterraneo transizioni sostenibili e visioni rovesciate Sorrento 7-8 Novembre 2014 4 Meeting internazionale Mezzogiorni d Europa e Mediterraneo transizioni sostenibili e visioni rovesciate Sorrento 7-8 Novembre 2014 L Osservatorio Banche-Imprese di Economia e Finanza (OBI) organizza

Dettagli

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Dove Siamo Cooperazione allo Sviluppo Centro Studi e Formazione Adozione Internazionale Emissione Gennaio 2013 Sez.III - 1 /9 Indice Indice...

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE WOMEN (Women of Mediterranean, east and south European Network)

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE WOMEN (Women of Mediterranean, east and south European Network) STATUTO DELL ASSOCIAZIONE WOMEN (Women of Mediterranean, east and south European Network) PREMESSA Il 26 marzo 1999 veniva sottoscritto a Forlì il protocollo d intesa per la realizzazione di una rete delle

Dettagli

Report Assemblea Regionale Forum Siciliano Movimenti per L'Acqua. Catania, 29 Gennaio 2012

Report Assemblea Regionale Forum Siciliano Movimenti per L'Acqua. Catania, 29 Gennaio 2012 Report Assemblea Regionale Forum Siciliano Movimenti per L'Acqua Catania, 29 Gennaio 2012 Il giorno ventinove si è riunita l'assemblea Regionale del Forum Regionale Siciliano per l'acqua a Catania presso

Dettagli

ALCE 4 a Newsletter. Settembre 2014

ALCE 4 a Newsletter. Settembre 2014 ALCE 4 a Newsletter Settembre 2014 Seminario di divulgazione del progetto ALCE: il manuale pedagogico e l innovazione nelle metodologie educative (Kaunas, Lituania) Il seminario di divulgazione sul progetto

Dettagli

IL MEDITERRANEO TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO

IL MEDITERRANEO TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO IL MEDITERRANEO TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO 17 novembre 2011 DIVENTIAMO CITTADINI EUROPEI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI XV EDIZIONE TORINO Silvia Colombo Istituto Affari Internazionali (IAI) -

Dettagli

Strumento per il dialogo Euromed e scambio delle migliori pratiche

Strumento per il dialogo Euromed e scambio delle migliori pratiche 2015/S 040-067755 Strumento per il dialogo Euromed e scambio delle migliori pratiche Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione partner mediterranei Algeria, Egitto, Giordania, Israele,

Dettagli

Partecipate nel caos, il metodo Crocetta non convince i sindacati

Partecipate nel caos, il metodo Crocetta non convince i sindacati Partecipate nel caos, il metodo Crocetta non convince i sindacati Quot... http://palermo.blogsicilia.it/partecipate-nel-caos-il-metodo-crocetta-no... 1 di 1 10/04/2013 09:46 "NO A SOLUZIONI UNILATERALI

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

INDICATORI NEL R.A.V. - FOCUS PER IL MIGLIORAMENTO

INDICATORI NEL R.A.V. - FOCUS PER IL MIGLIORAMENTO Scolastica - Tavolo Interdipartimentale di supporto all'attuazione del 1 INDICATORI NEL R.A.V. - FOCUS PER IL MIGLIORAMENTO Prospettive per l applicazione del DPR n. 80/2013 Legame tra Autonomia e Valutazione

Dettagli

[31] 1. Servizio / Ufficio Politiche territoriali e di piano. 2. Dirigente Fabio Tomasetti. 3. Account Andrea Guermandi

[31] 1. Servizio / Ufficio Politiche territoriali e di piano. 2. Dirigente Fabio Tomasetti. 3. Account Andrea Guermandi [31] 1. Servizio / Ufficio Politiche territoriali e di piano 2. Dirigente Fabio Tomasetti 3. Account Andrea Guermandi 4. Referente per la comunicazione Giancarlo Pasi Giorgia Mussoni 5. Referente sito

Dettagli

INTEGRAZIONE. Tante diversità. Uguali diritti. Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale

INTEGRAZIONE. Tante diversità. Uguali diritti. Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Tante diversità. Uguali diritti INTEGRAZIONE Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale MIUR MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO

Dettagli

IL LABORATORIO CIVICO

IL LABORATORIO CIVICO IL LABORATORIO CIVICO UNO STRUMENTO MODERNO E FUNZIONALE PER LA PARTECIPAZIONE DELLA CITTADINANZA ALLA GOVERNANCE LOCALE PRESENTAZIONE PROGETTO LABORATORIO CIVICO Mission Il Laboratorio civico è uno strumento

Dettagli

Progetto e_demps E-democracy con il Piano Strategico. Sintesi del processo e prodotti realizzati: la Piattaforma e_demps e le applicazioni istallate

Progetto e_demps E-democracy con il Piano Strategico. Sintesi del processo e prodotti realizzati: la Piattaforma e_demps e le applicazioni istallate Progetto e_demps E-democracy con il Piano Strategico Sintesi del processo e prodotti realizzati: la Piattaforma e_demps e le applicazioni istallate Il progetto Obiettivi: progettare, realizzare e utilizzare

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio

PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio VISTO l accordo regionale (delibera della Giunta Regionale n. 1789/2006) stipulato

Dettagli

Sono oggetto di finanziamento, secondo le modalità e le procedure descritte nel presente Avviso, le seguenti tipologie di Piano Formativo:

Sono oggetto di finanziamento, secondo le modalità e le procedure descritte nel presente Avviso, le seguenti tipologie di Piano Formativo: AVVISO 01/2014 Indice 1. Premessa... 3 2. Attività finanziabili... 3 3. Risorse e Finanziamenti... 4 4. Destinatari... 5 5. Presentatori e Attuatori... 5 6. Durata delle attività... 6 7. Accordo sindacale...

Dettagli

Edifici a energia quasi zero Case passive, sostenibili, in classe A

Edifici a energia quasi zero Case passive, sostenibili, in classe A Dagli organizzatori del Piano Casa Tour 2010 e del Tour Edifici a Energia Quasi Zero 2011 Edifici a energia quasi zero Case passive, sostenibili, in classe A 1. Premessa 2. I patrocini 3. Il format 4.

Dettagli

TUNISIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

TUNISIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 TUNISIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 Tunisia 1 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2.

Dettagli

Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata

Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata Premio per la P ubblica A mministrazione lucana che comunica e condivide M I G L I O R E P R O G E T T O I N T E R N E T Bando del Consiglio Regionale della Basilicata Il sito web della Autorità di Bacino

Dettagli

La qualità nella gestione dei partenariati scolastici Comenius 2012-2014

La qualità nella gestione dei partenariati scolastici Comenius 2012-2014 La qualità nella gestione dei partenariati scolastici Comenius 2012-2014 Ufficio Partenariati Comenius Agenzia LLP, Firenze novembre-dicembre 2012 Valutazione finale Ciclo di vita del progetto VALUTAZIONE

Dettagli

ACCORDO DI SOSPENSIONE ACCORDO AZIENDALE PER SOSPENSIONE

ACCORDO DI SOSPENSIONE ACCORDO AZIENDALE PER SOSPENSIONE IN DATA ODIERNA, TRA: ACCORDO DI SOSPENSIONE ACCORDO AZIENDALE PER SOSPENSIONE DELL ATTIVITÀ LAVORATIVA PER CRISI CONGIUNTURALE E PER EVENTI DI FORZA MAGGIORE PRIMO ACCORDO ACCORDO SUCCESSIVO - L'IMPRESA

Dettagli

Coordinamento Territoriale in materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro

Coordinamento Territoriale in materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Coordinamento Territoriale in materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Autorità Portuale della Spezia ARPAL La Spezia ASL 5 Spezzino S.C. PSAL Direzione Territoriale del Lavoro INAIL Sede della

Dettagli

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress Bando di Concorso per le scuole superiori Concorso Social Innovation...in Progress 1. Presentazione La Fondazione ÈBBENE, in collaborazione con l Incubatore Certificato Consorzio Sol.CO Rete di imprese

Dettagli

Il Questionario Insegnante e il Questionario Scuola: La comunicazione con le scuole, privacy e riservatezza dei dati

Il Questionario Insegnante e il Questionario Scuola: La comunicazione con le scuole, privacy e riservatezza dei dati Seminario i Il Questionario Insegnante e il Questionario Scuola: teorie, strumenti e risultati La comunicazione con le scuole, privacy e riservatezza dei dati Veronica Riccardi INVALSI Formia, 28-29 ottobre

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PREMIO GIORNALISTICO FINANZA PER IL SOCIALE. II Edizione Anno 2015

BANDO DI CONCORSO PREMIO GIORNALISTICO FINANZA PER IL SOCIALE. II Edizione Anno 2015 BANDO DI CONCORSO PREMIO GIORNALISTICO FINANZA PER IL SOCIALE II Edizione Anno 2015 Nell ambito della XIII edizione del FIABADAY Giornata Nazionale per l Abbattimento delle Barriere Architettoniche, FIABA,

Dettagli

Prefettura di Torino

Prefettura di Torino PROTOCOLLO D INTESA SUL RAFFORZAMENTO DELLA COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE PER L ANALISI, LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO AL FENOMENO DELLA TRATTA DEGLI ESSERI UMANI AI FINI DELLO SFRUTTAMENTO E INTERMEDIAZIONE

Dettagli

PROGETTO MATTONE INTERNAZIONALE WORKSHOP LABORATORI DI PROGETTAZIONE Firenze, 28 settembre 2015

PROGETTO MATTONE INTERNAZIONALE WORKSHOP LABORATORI DI PROGETTAZIONE Firenze, 28 settembre 2015 PROGETTO MATTONE INTERNAZIONALE WORKSHOP LABORATORI DI PROGETTAZIONE Firenze, 28 settembre 2015 14.00 15.30 I processi di riforma e i nuovi approcci Le autorità locali nel quadro della nuova legge sulla

Dettagli