Stima della size- Esercitazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stima della size- Esercitazioni"

Transcript

1 IT Project Management Lezione 5 Software Sizing Estimation - Esercitazione Federica Spiga A.A Elementi Base Il metodo dei Function Point consiste nell identificare e contare le funzionalità che l applicazione deve fornire: Funzioni tipo Dati: Internal Logical File (ILF) Users External Interface File (EIF) Input Output Inquiry Funzioni tipo Transazione: External Input (EI) Logical Files Input Output Logical Files External Output (EO) Measured Application Inquiry External Application External Inquiry (EQ) Interface 2 2 1

2 Conteggio delle Funzioni di tipo Dati Le funzioni di Tipo Dati rappresentano le funzionalità fornite all utente per soddisfare i requisiti informativi da lui espressi. ILF: Internal Logical File Gruppo di dati logicamente collegati o di informazioni di controllo, riconoscibili dall utente, mantenuti all interno dell applicazione almeno da un processo elementare EIF: External Interface File Gruppo di dati logicamente collegati o di informazioni di controllo, riconoscibili dall utente, referenziati dall applicazione ma mantenuti all interno del confine di applicazione di un altra applicazione 3 3 Conteggio delle Funzioni di tipo Transazione EI: External Input Processo elementare che elabora i dati o le informazioni di controllo provenienti dall esterno del confine dell applicazione. Deve aggiornare i dati di almeno un ILF dell applicazione.e univoco nell ambito dell applicazione: Per il tipo di trattamento logico dei dati Per il tipo di ILF o EIF trattati Per il tipo di dati elementari trattati EO: External Output Processo elementare che genera dati o informazioni di controllo che vengono inviati all esterno del confine dell applicazione attraverso una logica elaborativa piu complessa di un semplice reperimento dati. Deve aggiornare i dati di almeno un ILF dell applicazione E univoco nell ambito dell applicazione: Per il tipo di trattamento logico dei dati Per il tipo di ILF o EIF trattati Per il tipo di dati elementari trattati L EO deve inoltre soddisfare almeno uno dei seguenti requisiti: Nel trattamento dei dati deve includere almeno una formula di calcolo matematico Nel trattamento logico dei dati vengono creati dei dati derivati Nel trattamento logico dei dati viene aggiornato almeno un ILF Nel trattamento logico dei dati deve modificare il comportamento del sistema 4 4 2

3 Conteggio delle Funzioni di tipo Transazione EQ: External Inquiry Processo elementare che genera dati o informazioni di controllo che vengono inviati all esterno del confine dell applicazione attraverso un semplice reperimento dati. E univoco nell ambito dell applicazione: Per il tipo di trattamento logico dei dati Per il tipo di ILF o EIF trattati Per il tipo di dati elementari trattati L EQ deve inoltre soddisfare almeno uno dei seguenti requisiti: Nel trattamento dei dati N deve includere almeno una formula di calcolo matematico Nel trattamento logico dei dati N vengono creati dei dati derivati Nel trattamento logico dei dati N viene aggiornato almeno un ILF Nel trattamento logico dei dati N deve modificare il comportamento del sistema 5 5 Determinare i FP non pesati Metodo ACE Nella pratica, soprattutto quando si stima nelle fasi iniziali non è sempre semplice individuare tutti i RET, DET e FTR. Si utilizza allora la tecnica ACE: Average Complexity Estimation,che associa ai processi elementari all interno delle stessa categoria lo stesso peso medio I pesi medi sono standard e sono calcolati facendo la media tra i 7200 progetti dell ISBSG UFPACE = #ILF*7.4+#EIF*5.5+#EI*4.3+#EO*5.4+#EQ*

4 Esempio Applicazione Gestione Esami Tesi Applicazione Gestione Corsi Docenti Titolo Data Voto Studente Piano di Studi Corsi Nome Dipartimento Esami effettuati Matricola Indirizzo Nome Data Voto Applicazione Gestione Esami Codice Descrizione L'applicazione Gestione Esami deve eseguire le seguenti operazioni: Gestione dei dati sui Docenti 1.Inserisci Docente: inserisci i dati di un nuovo docente. I dati comprendono il Nome e il Dipartimento di afferenza. 2.InterrogaDocenti: richiedi i dati di un Docente dato il suo Nome. 3.Elenca Docenti: mostra la lista di tutti i docenti. Gestione dei dati sugli Studenti 1.Inserisci Studente: inserisci i dati di un nuovo studente. I dati comprendono il Nome, la Matricola, l Indirizzo e i codici dei corsi (28 in totale) inseriti nel piano di studi. Gestione degli Esami e delle Tesi 1.Inserisci Esame: inserisci i dati di un esame effettuato. I dati comprendono il Nome del docente, la Matricola dello studente, la Data e il Voto assegnato. 2.Inserisci Tesi: inserisci i dati di una tesi sostenuta. I dati comprendono il Titolo della tesi, il Nome del docente relatore, la Matricola dello studente, la Data e il Voto assegnato. 3.Interroga Tesi: dato il Nome di un docente, stampa un elenco con Titolo, Data e Voto di tutte le tesi che hanno quel docente come relatore. 7 7 Esempio Applicazione Gestione Esami ILF /EIF E' Mantenuto all'interno? E' un gruppo di dati E' mantenuto da almeno logicamente collegati un processo riconoscibili dall utente? Docenti Si- da Inserisci Docente No, il processo Inserisci Studente inserisce anche i dati Studente riguardanti il piano di studi Si No, il processo Inserisci Studente inserisce anche i dati Piano di Studi riguardanti lo studente Tesi Sì, dal processo Inserisci Tesi Esami effettuati Si Si- da Inserisci Esame Studente+Piano Si - dal processo Inserisci di Studi Studente Corsi No No, i dati sono mantenuti dall'applicazione Gestione Corsi ILF EIF 8 4

5 Esempio Applicazione Gestione Esami EI/EQ/EO Processo Il processo è I dati o le informazioni di controllo sono ricevuti dall'esterno del confine EI E' mantenuto almeno un ILF è unica rispetto alle logiche di processo eseguite da altri EI Almeno una deve essere valida L'insieme di elementi di tipo dati identificati è differente dagli insiemi identificati per altri EI Gli ILFs o EIFs referenziati sono differenti da quelli referenziati da altri EI Inserisci Docente - Docente Si - Piano Di Studi + Inserisci Studente Studente Si Inserisci Esame - Esami Si Inserisci Test - Tesi Si Processo Il processo è I dati o le informazioni di controllo sono ricevuti dall'esterno del confine EQ/EO del processo elementare non contiene una formula matematica o un calcolo, o non produce dati derivati è unica rispetto alle logiche di processo eseguite da altri EO o EQ L'insieme di elementi di tipo dati identificati è differente dagli insiemi identificati per altri EO ed EQ Gli ILFs o EIFs referenziati sono differenti da quelli referenziati da altri EO ed EQ Elenca Docenti Interroga docenti Interroga Tesi Interroga Docenti Elenca Docenti Almeno una deve essere valida Elenca Docenti EQ EI 9 Esempio Applicazione Gestione Esami UFP ACE Numero Punteggio FP ACE UFP Total ILF 4 7,4 29,6 EIF 1 5,5 5,5 EI 4 4,3 17,2 EO 0 5,4 0 EQ 3 UFP TOTALI 3,8 11,4 63,7 10 5

6 Commerciali Gestione di una anagrafica di attività commerciali, sia di tipo privato che di tipo ditta, con differenziazione delle due tipologie. Si vogliono gestire le informazioni relative a: indicazione se privato o ditta codice fiscale (privato) / partita IVA (ditta) cognome / denominazione indirizzo completo (via, numero, città, provincia) descrizione attività data decorrenza attività Per quel che riguarda le informazioni di residenza, si utilizzeranno dati di decodifica preesistenti ed esterni al sistema. Le funzionalità da attivare sono: inserimento in anagrafica (con controllo sull esistenza del dato) modifica anagrafica cancellazione anagrafica inserimento attività commerciale modifica attività cancellazione attività associare anagrafica/ attività visualizzazione dati complessivi con conteggio anagrafiche visualizzazione singola scheda stampa dati complessivi con conteggio anagrafiche stampa singola scheda. 11 Commerciali Codice Fiscali/Partita IVA Privato/Ditta Devìnominazione Codice Via Numero Civico Città Provincia Commerciali Codice Fiscali/Partita IVA Tipo Decorrenza Sigle Provincie Stradario Codice Provincia Descrizione Provincia Codice Via Descrizione Via Elenco Tipo attività Descrizione Applicazione Gestione Commerciali 12 6

7 Commerciali ILF /EIF E' Mantenuto all'interno? E' un gruppo di dati logicamente collegati riconoscibili dall utente? E' mantenuto da almeno un processo - da inserisci anagrafica, update anagrafica,cancella - da inserisci attività,update Commerciali attività,cancella Elenco Si - File di decodifica No Stradario Sì, dal processo Inserisci Tesi Sigle Provincie Si- da Inserisci Esame ILF EIF 13 Commerciali EI Processo Il processo è I dati o le informazioni di controllo sono ricevuti dall'esterno del confine EI E' mantenuto almeno un ILF è unica rispetto alle logiche di processo eseguite da altri EI Almeno una deve essere valida L'insieme di elementi di tipo dati identificati è differente dagli insiemi identificati per altri EI Gli ILFs o EIFs referenziati sono differenti da quelli referenziati da altri EI Inserimento - Si Update - Si Cancella - Si Inserisci - Si Update - Si Cancella - Si Associare Utenti Si - e Si EI 14 7

8 Commerciali EQ/EO Processo Il processo è I dati o le informazioni di controllo sono ricevuti dall'esterno del confine EQ/EO del processo elementare non contiene una formula matematica o un calcolo, o non produce dati derivati è unica rispetto alle logiche di processo eseguite da altri EO o EQ Visualizza dati con conteggio Stampa dati con conteggio Visualizza scheda Stampa scheda Almeno una deve essere valida L'insieme di elementi di tipo dati identificati è differente dagli insiemi identificati per altri EO ed EQ Stampa dati con conteggio Visualizza dati con conteggio Stampa Scheda No sono le stesse si Visualizza Scheda Gli ILFs o EIFs referenziati sono differenti da quelli referenziati da altri EO ed EQ 15 Commerciali UFP ACE Numero Punteggio FP ACE UFP Total ILF 2 7,4 14,8 EIF 2 5,5 11 EI 7 4,3 30,1 EO 2 5,4 10,8 EQ 2 UFP TOTALI 3,8 7,6 74,3 16 8

IT Project Management

IT Project Management IT Project Management Lezione 5 Software Sizing Estimation - Esercitazione Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it A.A. 2010-2011 1 Elementi Base Il metodo dei Function Point consiste nell identificare

Dettagli

Sistemi Informativi I Function Point Analisys

Sistemi Informativi I Function Point Analisys 7. Stima dei costi. Nelle diverse fasi del progetto di sviluppo del software si possono individuare quattro principali voci di costo, corrispondenti alle fasi del ciclo posteriori allo studio di fattibilità:

Dettagli

Software Size Estimation

Software Size Estimation IT Project Management Lezione 4 Software Sizing Estimation Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Stima del software Concezione Analisi & Design Implementazione Test Rilascio Prima Stima Raffinamento della Stima

Dettagli

Ingegneria del Software MINR Giuseppe Santucci. 05 - Il metodo dei FP

Ingegneria del Software MINR Giuseppe Santucci. 05 - Il metodo dei FP Ingegneria del Software MINR Giuseppe Santucci 05 - Il metodo dei FP 05fp.1 Metriche relative al sw Dirette misure effettuabili direttamente sul codice LOC (Line Of Code) Indice di McCabe... misure effettuabili

Dettagli

STIMA DEI COSTI DI SVILUPPO DEL SOFTWARE

STIMA DEI COSTI DI SVILUPPO DEL SOFTWARE STIMA DEI COSTI DI SVILUPPO DEL SOFTWARE Classificazione dei costi per tipo di risorsa Hardware Mainframe Sistemi intermedi Personal computer Altre componenti Cablaggi Classificazione dei costi per tipo

Dettagli

IT Project Management

IT Project Management 1 IT Project Management Lezione 10 Ciclo vita del progetto & deliverables Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it A.A. 2010-2011 2 Ciclo di vita del progetto Initiating Analisi dei requisiti Riunione di

Dettagli

Corso di Ingegneria del Software. Metriche Parte I

Corso di Ingegneria del Software. Metriche Parte I Corso di Ingegneria del Software a.a. 2009/2010 Mario Vacca mario.vacca1@istruzione.it Concetti di base Metriche Sommario 1. Concetti di base 2. METRICHE DIMENSIONALI 3. 4. METRICHE STRUTTURALI 5. Bibliografia

Dettagli

Calcolo della Dimensione Funzionale e della Produttività con il metodo IFPUG (CPM 4.3.1) L esperienza DDway con WebRatio

Calcolo della Dimensione Funzionale e della Produttività con il metodo IFPUG (CPM 4.3.1) L esperienza DDway con WebRatio Calcolo della Dimensione Funzionale e della Produttività con il metodo IFPUG (CPM 4.3.1) Questo documento contiene materiale estratto dal manuale IFPUG sulle Regole di Conteggio. È stato riprodotto in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà Di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Sede di Como Laurea Triennale in Scienze e Tecnologie dell Informazione I FUNCTION POINT E LE METRICHE FUNZIONALI:

Dettagli

ITIS A. Volta Flavia Lollis pag. 1

ITIS A. Volta Flavia Lollis pag. 1 Il Function Point è una delle metriche più antiche e tuttora diffuse nell ambito della valutazione di progetti software. Ciò che lo rende insostituibile e superiore ad altri metodi può essere riassunto

Dettagli

Ingegneria del Software MINR. Esercitazione: esempi di esercizi di esame

Ingegneria del Software MINR. Esercitazione: esempi di esercizi di esame Ingegneria del Software MINR Esercitazione: esempi di esercizi di esame EserciziEsame.1 Struttura del compito 2/3 ore di tempo esercizi su Function point Test scatola nera Test scatola bianca Pianificazione

Dettagli

Analisi a Function Points Ing. Thimoty Barbieri, thimoty@thimoty.it 1/1

Analisi a Function Points Ing. Thimoty Barbieri, thimoty@thimoty.it 1/1 Function Point Analysis (IFPUG 4.1.1) Ing. Thimoty Barbieri settembre 2002 Ing. Thimoty Barbieri, thimoty@thimoty.it 1/1 Indice INTRODUZIONE... 5 I FUNCTION POINT... 6 OBIETTIVI E PRINCIPI CARDINE DELLA

Dettagli

Ricerca e Sviluppo. Simple Function Point. Metrica funzionale del software completamente. Data Processing Organization Srl

Ricerca e Sviluppo. Simple Function Point. Metrica funzionale del software completamente. Data Processing Organization Srl 2011 Ricerca e Sviluppo Simple Function Point Metrica funzionale del software completamente compatibile con IFPUG FP Data Processing Organization Srl INDICE DEI CONTENUTI STORIA DELLE MODIFICHE... 3 ACRONIMI

Dettagli

Introduzione. La misurazione dei sistemi di Data Warehouse. Definizioni & Modelli. Sommario. Data Warehousing. Introduzione. Luca Santillo (CFPS)

Introduzione. La misurazione dei sistemi di Data Warehouse. Definizioni & Modelli. Sommario. Data Warehousing. Introduzione. Luca Santillo (CFPS) Introduzione La misurazione dei sistemi di Data Warehouse Luca Santillo (CFPS) AIPA, 17/5/01 In pratica I concetti generali, le definizioni e le regole di conteggio possono essere difficili da applicare

Dettagli

Sistemi Informativi I

Sistemi Informativi I Sistemi Informativi I Modalità di Esame L esame consta in una prova orale, durante la quale viene discusso un progetto approntato individualmente dallo studente. Il progetto consiste nella elaborazione

Dettagli

Analisi dei punti funzione

Analisi dei punti funzione Analisi dei punti funzione FPA è un metodo per suddividere i sistemi in componenti più piccole in modo che questi possano essere capiti e analizzati meglio I punti funzione sono un tipo di misura funzionale,

Dettagli

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti:

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti: PRINCIPI DI INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE Gennaro Cordasco e Rosario De Chiara {cordasco,dechiara}@dia.unisa.it Dipartimento di Informatica ed Applicazioni R.M. Capocelli Laboratorio

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Metrica: Function Point Engineering Contenuti Misurazione del software Metriche basate sulla funzionalità Punto Funzione (Function Point) Esempio di calcolo di FP Rieferimenti: 1. Roger S. Pressman

Dettagli

Software Project Management Plan 1.0

Software Project Management Plan 1.0 Software Project Management Plan 1.0 17 maggio 2010 Gruppo CiDeFaRo Progetto di Laboratorio Sistemi e Processi Organizzativi 2010 ALMA MATER STUDIORUM - Universitá di Bologna Facolt di Scienze Matematiche

Dettagli

ALLEGATO 1.2 METODOLOGIE E LINEE GUIDA DI MISURA DEI FUNCTION POINT

ALLEGATO 1.2 METODOLOGIE E LINEE GUIDA DI MISURA DEI FUNCTION POINT ALLEGATO 1.2 METODOLOGIE E LINEE GUIDA DI MISURA DEI FUNCTION POINT Pagina 1 di 64 Sommario 1 INTRODUZIONE... 4 1.1 Obiettivo e ambito di applicazione del documento... 4 1.2 Terminologia specifica e abbreviazioni...

Dettagli

GUFPI-ISMA. Evoluzione delle Linee Guida: l utilizzo contrattuale dei Function Points. Roberto Meli

GUFPI-ISMA. Evoluzione delle Linee Guida: l utilizzo contrattuale dei Function Points. Roberto Meli GUFPI-ISMA Evoluzione delle Linee Guida: l utilizzo contrattuale dei Function Points Roberto Meli Coordinatore Consiglio Direttivo GUFPI-ISMA 2 Perché era necessario intervenire? I contratti per il software

Dettagli

Linee Guida "Conteggio Function Point Analisys per Sistemi GUI e Web" JDBGM02 ver. 1

Linee Guida Conteggio Function Point Analisys per Sistemi GUI e Web JDBGM02 ver. 1 CONTROLLO DELLE COPIE Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile della Qualità,

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara Facoltà di Ingegneria Corso di Ingegneria del Software (IIa parte) - Prova scritta

Università degli Studi di Ferrara Facoltà di Ingegneria Corso di Ingegneria del Software (IIa parte) - Prova scritta Università degli Studi di Ferrara Facoltà di Ingegneria Corso di Ingegneria del Software (IIa parte) - Prova scritta Esercizio 1 (8 punti) 9 settembre 2008 Tempo: 2h30m Si modelli con una rete di Petri

Dettagli

FUNCTION POINT, SIMPLE FUNCTION POINT E SIFPA LEADERSHIP& LM MANAGEMENT

FUNCTION POINT, SIMPLE FUNCTION POINT E SIFPA LEADERSHIP& LM MANAGEMENT LEADERSHIP& LM MANAGEMENT FUNCTION POINT, SIMPLE FUNCTION POINT E SIFPA Uno dei temi più interessanti nel cambiamento aziendale nell area ICT riguarda le metriche funzionali del software, meglio note come

Dettagli

Facoltà di Farmacia - Corso di Informatica

Facoltà di Farmacia - Corso di Informatica Basi di dati Riferimenti: Curtin cap. 8 Versione: 13/03/2007 1 Basi di dati (Database, DB) Una delle applicazioni informatiche più utilizzate, ma meno conosciute dai non informatici Avete già interagito

Dettagli

ALLEGATO 1.2 METODOLOGIA E LINEE GUIDA DI MISURA DEI FUNCTION POINT

ALLEGATO 1.2 METODOLOGIA E LINEE GUIDA DI MISURA DEI FUNCTION POINT ALLEGATO 1.2 METODOLOGIA E LINEE GUIDA DI MISURA DEI FUNCTION POINT Allegato 1.2 Metodologia e linee guida di misura dei Function Point Pagina 1 di 73 Indice 1 Introduzione... 4 1.1 Obiettivo e ambito

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni I Anno 2005/2006. Esercizi entità relazione risolti. a cura di Angela Campagnaro 802749

Corso di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni I Anno 2005/2006. Esercizi entità relazione risolti. a cura di Angela Campagnaro 802749 Corso di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni I Anno 2005/2006 Esercizi entità relazione risolti a cura di Angela Campagnaro 802749 Indice: Esercizio 1: Un insieme di officine 1.1 Testo esercizio.3

Dettagli

Dipartimento ICEM. Corso di Studio LM33 Ingegneria Meccanica. 2 dicembre 2014

Dipartimento ICEM. Corso di Studio LM33 Ingegneria Meccanica. 2 dicembre 2014 Dipartimento ICEM Corso di Studio LM33 Ingegneria Meccanica 2 dicembre 2014 Documento generato automaticamente dal software statistico STATAR per L A TEX Fonte dati: GOMP - Anno Accademico 2013/14 Indice

Dettagli

Metriche del Software

Metriche del Software Il controllo di qualità del software deve classificare i programmi a riguardo di caratteristiche quali leggibilità, modificabilità, affidabilità etc. Obiettivi: - Confrontare vari programmi che realizzano

Dettagli

Organizzazione delle informazioni: Database

Organizzazione delle informazioni: Database Organizzazione delle informazioni: Database Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Software project management. www.vincenzocalabro.it

Software project management. www.vincenzocalabro.it Software project management Software project management Sono le attività necessarie per assicurare che un prodotto software sia sviluppato rispettando le scadenze fissate rispondendo a determinati standard

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA Art. 1 - Finalità, durata, e modalità di assegnazione 1. La

Dettagli

Prenotazione / Gestione on-line dei verbali d esame

Prenotazione / Gestione on-line dei verbali d esame Prenotazione / Gestione on-line dei verbali d esame PREMESSA Il documento ha lo scopo di definire e regolamentare le procedure connesse con la prenotazione degli esami on line in fase di prima applicazione.

Dettagli

Creatori di software. Prodotti. Profilo

Creatori di software. Prodotti. Profilo Segreteria Studenti Creatori di software Profilo Tinn è un importante realtà nel settore dell ICT con una posizione di leadership nell offerta di soluzioni software per la Pubblica Amministrazione. Tinn

Dettagli

Progettazione di un Database

Progettazione di un Database Progettazione di un Database Per comprendere il processo di progettazione di un Database deve essere chiaro il modo con cui vengono organizzati e quindi memorizzati i dati in un sistema di gestione di

Dettagli

E&QFP Early & Quick Function Points

E&QFP Early & Quick Function Points E&QFP Early & Quick Function Points per il metodo IFPUG Versione 3.1 Manuale di Riferimento 1.0 Riferimenti: Manuale di Riferimento ver. 1.0 per il metodo E&QFP-IFPUG ver. 3.1 EQ&FP-IFPUG-30-RM-10, Ottobre

Dettagli

Analisi e sviluppo di un componente per un ESB open source

Analisi e sviluppo di un componente per un ESB open source tesi di laurea Anno Accademico 2010/2011 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana correlatore Ing. Ciro Romano candidato Rosario Celotto Matr. 534/1459 Introduzione L attività svolta è stata l analisi

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Laboratorio di Basi di Dati

Università degli Studi di Verona. Laboratorio di Basi di Dati Università degli Studi di Verona Laboratorio di Basi di Dati Introduzione ad OOo Base: Creazione Tabelle Gabriele Pozzani: gabriele.pozzani@univr.it Materiale prodotto da: Dott.ssa Barbara Oliboni Database:

Dettagli

CONTRATTO di E-LEARNING. Corso EL-SM02 DISPOSIZIONI GENERALI

CONTRATTO di E-LEARNING. Corso EL-SM02 DISPOSIZIONI GENERALI CONTRATTO di E-LEARNING Corso EL-SM02 DISPOSIZIONI GENERALI Sommario 1. DEFINIZIONI... 2 2. FORNITORE DEI SERVIZI... 2 3. OGGETTO DEL CONTRATTO... 2 4. OBBLIGHI DEL FORNITORE... 3 5. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA

Dettagli

Ciclo di Vita Evolutivo

Ciclo di Vita Evolutivo Ciclo di Vita Evolutivo Prof.ssa Enrica Gentile a.a. 2011-2012 Modello del ciclo di vita Stabiliti gli obiettivi ed i requisiti Si procede: All analisi del sistema nella sua interezza Alla progettazione

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 B1 - Progettazione dei DB 1 Prerequisiti Ciclo di vita del software file system Metodologia di progettazione razionale del software 2 1 Introduzione Per la realizzazione

Dettagli

Basi di dati. (Sistemi Informativi) teoria e pratica con Microsoft Access. Basi di dati. Basi di dati. Basi di dati e DBMS DBMS DBMS

Basi di dati. (Sistemi Informativi) teoria e pratica con Microsoft Access. Basi di dati. Basi di dati. Basi di dati e DBMS DBMS DBMS Basi di Basi di (Sistemi Informativi) Sono una delle applicazioni informatiche che hanno avuto il maggiore utilizzo in uffici, aziende, servizi (e oggi anche sul web) Avete già interagito (magari inconsapevolmente)

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica Corso di Laurea Interfacoltà in Biotecnologie Lezione 3: Basi di Dati Lucido 1 Scopo della lezione Definire cos è una base di dati e un sistema di gestione della base di dati

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2008/2009 I lucidi del corso sono stati prodotti sulla base del

Dettagli

Telerilevamento e GIS Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci

Telerilevamento e GIS Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio A.A. 2014-2015 Telerilevamento e GIS Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Strutture di dati: DB e DBMS DATO E INFORMAZIONE Dato: insieme

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2010/2011 I lucidi del corso sono stati prodotti

Dettagli

INFORMATICA PER LE APPLICAZIONI ECONOMICHE PROF.SSA BICE CAVALLO

INFORMATICA PER LE APPLICAZIONI ECONOMICHE PROF.SSA BICE CAVALLO Basi di dati: Microsoft Access INFORMATICA PER LE APPLICAZIONI ECONOMICHE PROF.SSA BICE CAVALLO Database e DBMS Il termine database (banca dati, base di dati) indica un archivio, strutturato in modo tale

Dettagli

ESTARWEB ISTRUZIONI SEZIONE DOCUMENTALE

ESTARWEB ISTRUZIONI SEZIONE DOCUMENTALE ESTARWEB ISTRUZIONI SEZIONE DOCUMENTALE Il servizio per l invio di circolari alle aziende clienti è stato attivato automaticamente nel menù configurazione. Questo modulo permette di inviare documenti in

Dettagli

Qualità del software. Tecniche di Programmazione 2009/10. Giovanni A. Cignoni - http://www.di.unipi.it/~giovanni/ 1. contenuti. definizione di qualità

Qualità del software. Tecniche di Programmazione 2009/10. Giovanni A. Cignoni - http://www.di.unipi.it/~giovanni/ 1. contenuti. definizione di qualità Qualità del software Tecniche di Programmazione Lez. 05 Università di Firenze a.a. 2009/10, I semestre 1/33 contenuti Qualità? Definizioni Il prodotto software Modelli della qualità per il sw: ISO/IEC

Dettagli

Informatica per l'impresa. Sistemi per la gestione di basi di Dati

Informatica per l'impresa. Sistemi per la gestione di basi di Dati Informatica per l'impresa Sistemi per la gestione di basi di Dati Prof. Mauro Gaspari gaspari@cs.unibo.it 1 1 Sistema Informativo Insieme degli strumenti, risorse e procedure che consentono la gestione

Dettagli

MODULO 5 DATA BASE PROGRAMMA. Progettazione rapida introduzione alla progettazione di DB

MODULO 5 DATA BASE PROGRAMMA. Progettazione rapida introduzione alla progettazione di DB MODULO 5 DATA BASE MODULO 5 - DATA BASE 1 PROGRAMMA Introduzione: concetti generali di teoria Progettazione rapida introduzione alla progettazione di DB Utilizzo di Access pratica sulla creazione e l utilizzo

Dettagli

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE A.A. 2014/2015 Anno Accademico 2014/2015 I ANNO II ANNO III ANNO E2401P - Scienze e tecniche psicologiche (Classe L-24 D.M. 270/2004) Attivato Attivato

Dettagli

Elena Baralis 2013 Politecnico di Torino 1

Elena Baralis 2013 Politecnico di Torino 1 Modello relazionale Docente M2170 Fondamenti di informatica Verdi M4880 Sistemi di elaborazione Bianchi F0410 Basi di dati Neri Docenti Nome Dipartimento Telefono Verdi Informatica 123456 Bianchi Elettronica

Dettagli

Introduzione al Project Management. AIPA Area Monitoraggio e Verifiche

Introduzione al Project Management. AIPA Area Monitoraggio e Verifiche Introduzione al Project Management AIPA Area Monitoraggio e Verifiche Contenuti del corso Impostazione del progetto; Pianificazione delle attività, risorse e costi; Coordinamento e controllo durante le

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche (studenti immatricolati negli

Dettagli

BASI DI DATI - : I modelli di database

BASI DI DATI - : I modelli di database BASI DI DATI - : I modelli di database DAL 1960 ci si e' orientati verso 3 direzioni: 1 MODELLO GERARCHICO Se i dati si presentano naturalmente in una struttura ad albero (ES. File System) Limiti: rigidità

Dettagli

Ingegneria del Software 5. Esercizi sui casi d uso. Dipartimento di Informatica Università di Pisa A.A. 2014/15

Ingegneria del Software 5. Esercizi sui casi d uso. Dipartimento di Informatica Università di Pisa A.A. 2014/15 Ingegneria del Software 5. Esercizi sui casi d uso Dipartimento di Informatica Università di Pisa A.A. 2014/15 formulazione Per motivi di sicurezza, un organizzazione ha deciso di realizzare un sistema

Dettagli

Progettazione di un DB....in breve

Progettazione di un DB....in breve Progettazione di un DB...in breve Cosa significa progettare un DB Definirne struttura,caratteristiche e contenuto. Per farlo è opportuno seguire delle metodologie che permettono di ottenere prodotti di

Dettagli

Basi di Dati Prof. L. Tanca e F. A. Schreiber APPELLO 20 SETTEMBRE 2012 Tempo a disposizione: 2 ore 30 minuti

Basi di Dati Prof. L. Tanca e F. A. Schreiber APPELLO 20 SETTEMBRE 2012 Tempo a disposizione: 2 ore 30 minuti Prof. L. Tanca e F. A. Schreiber APPELLO 20 SETTEMBRE 2012 Progettare la base di dati relativa alla situazione descritta nel seguito. Svolgere il progetto concettuale usando il modello ER, e il progetto

Dettagli

DATABASE. Progettare una base di dati. Database fisico e database logico

DATABASE. Progettare una base di dati. Database fisico e database logico DATABASE Progettare una base di dati Database fisico e database logico Un DB è una collezione di tabelle, le cui proprietà sono specificate dai metadati Attraverso le operazioni sulle tabelle è possibile

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA LETTURA DEI REPORTS

ISTRUZIONI PER LA LETTURA DEI REPORTS ISTRUZIONI PER LA LETTURA DEI REPORTS in merito ai questionari sull opinione degli studenti frequentanti e non frequentanti Aspetti generali: I report vengono visualizzati sia dal Docente coordinatore

Dettagli

Documentazione illustrativa

Documentazione illustrativa Documentazione illustrativa 1 DESCRIZIONE SOMMARIA DEL SOFTWARE... 3 1.1 Gestione anagrafiche clienti... 3 1.2 Voci di fatturazione... 3 1.3 Tariffe clienti... 4 2 FATTURAZIONE AUTOMATICA... 5 2.1 Fatturazione

Dettagli

PROGETTAZIONE CONCETTUALE

PROGETTAZIONE CONCETTUALE Fasi della progettazione di basi di dati PROGETTAZIONE CONCETTUALE Parte V Progettazione concettuale Input: specifiche utente Output: schema concettuale (astrazione della realtà) PROGETTAZIONE LOGICA Input:

Dettagli

SOMMARIO. 2003 Gruppo 4 - All right reserved 1

SOMMARIO. 2003 Gruppo 4 - All right reserved 1 SOMMARIO STUDIO DEL DOMINIO DI APPLICAZIONE...2 Introduzione...2 Overview del sistema...2 Specificità del progetto 2...2 Utente generico...3 Studente...3 Docente...3 Amministratore di sistema...3 GLOSSARIO...4

Dettagli

Corso di Basi di Dati e Conoscenza

Corso di Basi di Dati e Conoscenza Corso di Basi di Dati e Conoscenza Gestione dei Dati e della Conoscenza Primo Emicorso - Basi di Dati Roberto Basili a.a. 2012/13 1 Obbiettivi Formativi Scenario Le grandi quantità di dati accumulate nelle

Dettagli

disponibili nel pacchetto software.

disponibili nel pacchetto software. Modulo syllabus 4 00 000 00 0 000 000 0 Modulo syllabus 4 DATABASE 00 000 00 0 000 000 0 Richiede che il candidato dimostri di possedere la conoscenza relativa ad alcuni concetti fondamentali sui database

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Informatica 3. Informatica 3. LEZIONE 10: Introduzione agli algoritmi e alle strutture dati. Lezione 10 - Modulo 1. Importanza delle strutture dati

Informatica 3. Informatica 3. LEZIONE 10: Introduzione agli algoritmi e alle strutture dati. Lezione 10 - Modulo 1. Importanza delle strutture dati Informatica 3 Informatica 3 LEZIONE 10: Introduzione agli algoritmi e alle strutture dati Modulo 1: Perchè studiare algoritmi e strutture dati Modulo 2: Definizioni di base Lezione 10 - Modulo 1 Perchè

Dettagli

Gestione di progetto: pianificazione. Introduzione: dove siamo? Introduzione: pianificazione. Simona Bernardi

Gestione di progetto: pianificazione. Introduzione: dove siamo? Introduzione: pianificazione. Simona Bernardi Gestione di progetto: pianificazione Simona Bernardi Corso di Ingegneria del Software 04/ 05 Prof.Susanna Donatelli Introduzione: dove siamo? Gestione di progetto: Pianificazione Monitoraggio e controllo

Dettagli

Verbalizzazione on line Flusso on line con pubblicazione esiti

Verbalizzazione on line Flusso on line con pubblicazione esiti La procedura si utilizza per prove scritte cui non seguono prove orali; permette agli studenti di iscriversi ad un appello di scritto attivato dal docente e di essere informati sull esito della prova dalla

Dettagli

I SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO

I SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO I SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO Il corso che si propone ha come obiettivo principale quello di fornire ai partecipanti competenze avanzate relativamente all impiego dei

Dettagli

PRENOTAZIONI APPELLI ON LINE tramite SOL-SegreteriaOnLine

PRENOTAZIONI APPELLI ON LINE tramite SOL-SegreteriaOnLine PRENOTAZIONI APPELLI ON LINE tramite SOL-SegreteriaOnLine Guida all uso per i DOCENTI Pag. 1 di 16 AVVISI IMPORTANTI La procedura di formazione del calendario didattico nelle facoltà e nei corsi di laurea

Dettagli

Data Base. Prof. Filippo TROTTA

Data Base. Prof. Filippo TROTTA Data Base Definizione di DataBase Un Database può essere definito come un insieme di informazioni strettamente correlate, memorizzate su un supporto di memoria di massa, costituenti un tutt uno, che possono

Dettagli

Anno di corso: 2004/2005. Istruzioni. Istruzioni per lo svolgimento dei progetti didattici. versione 1.1

Anno di corso: 2004/2005. Istruzioni. Istruzioni per lo svolgimento dei progetti didattici. versione 1.1 versione 1.1 per lo svolgimento dei progetti didattici Corso di Laboratorio di Programmazione II Prof. Luca Forlizzi Anno Accademico 2004-2005 GENERALITÀ...3 Scopo del documento...3 Struttura del documento...3

Dettagli

Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con XML

Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con XML Università degli Studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Estensione di un sistema per la gestione semi-automatica di siti didattici con

Dettagli

I controlli generali IT riguardano l organizzazione della funzione IT, le attività di acquisizione e manutenzione del software, le procedure di sicurezza logica e fisica, i controlli sul funzionamento

Dettagli

Capitolo 8. Esercizio 8.1

Capitolo 8. Esercizio 8.1 Capitolo 8 Esercizio 8.1 Si consideri lo schema Entità-Relazione ottenuto come soluzione dell esercizio 7.4. Fare delle ipotesi sul volume dei dati e sulle operazioni possibili su questi dati e, sulla

Dettagli

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Roccatello Ing. Eduard L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Agenda Presentazione docente Definizione calendario Questionario pre corso

Dettagli

Analisi dei Requisiti

Analisi dei Requisiti Analisi dei Requisiti Pagina 1 di 16 Analisi dei Requisiti Indice 1 - INTRODUZIONE... 4 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...4 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...4 1.3 - RIFERIMENTI...4 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...4

Dettagli

UNIWEB - GUIDA STUDENTE GLI APPELLI DI ESAME

UNIWEB - GUIDA STUDENTE GLI APPELLI DI ESAME UNIWEB - GUIDA STUDENTE GLI APPELLI DI ESAME ISCRIZIONE AGLI APPELLI: COSA CONTROLLARE Per iscriversi agli appelli è necessario: 1. essere iscritti all anno accademico corrente 2. aver pagato tutte le

Dettagli

Di seguito vengono elencati i passi logici che verranno affrontati dalla procedura Comunicazione Unica:

Di seguito vengono elencati i passi logici che verranno affrontati dalla procedura Comunicazione Unica: Fino ad oggi le imprese ed i loro intermediari evadevano gli obblighi riguardanti il Registro delle Imprese, l Agenzia delle Entrate, l INAIL e l INPS con procedure diverse per ogni Ente e, soprattutto,

Dettagli

EasyThesis Principali funzionalità

EasyThesis Principali funzionalità EasyThesis Principali funzionalità EasyThesis è il modulo della suite EasyAcademy per la gestione delle sedute di laurea. Il sistema nasce dall accurata analisi svolta su un campione molto vasto di Strutture

Dettagli

DATABASE RELAZIONALI

DATABASE RELAZIONALI 1 di 54 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE STORICHE ETTORE LEPORE DATABASE RELAZIONALI Dott. Simone Sammartino Istituto per l Ambiente l Marino Costiero I.A.M.C. C.N.R.

Dettagli

11 - Progettazione Logica

11 - Progettazione Logica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale SAPIENZA Università di Roma Esercitazioni del corso di Basi di Dati Prof.ssa Catarci e Prof.ssa Scannapieco Anno Accademico 2011/2012 11 - Progettazione Logica

Dettagli

MANUALE PER LO STUDENTE: VISUALIZZAZIONE e ACCETTAZIONE/RIFIUTO DEL VOTO

MANUALE PER LO STUDENTE: VISUALIZZAZIONE e ACCETTAZIONE/RIFIUTO DEL VOTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO MANUALE PER LO STUDENTE: PRENOTAZIONE APPELLI CON VERBALIZZAZIONE ONLINE VISUALIZZAZIONE e ACCETTAZIONE/RIFIUTO DEL VOTO A - PRENOTAZIONE APPELLI 1) Collegarsi al Portale

Dettagli

Principi di analisi causale Lezione 2

Principi di analisi causale Lezione 2 Anno accademico 2007/08 Principi di analisi causale Lezione 2 Docente: prof. Maurizio Pisati Logica della regressione Nella sua semplicità, l espressione precedente racchiude interamente la logica della

Dettagli

Function Point: Il conteggio, la stima, l'introduzione in azienda. Marino Quirico

Function Point: Il conteggio, la stima, l'introduzione in azienda. Marino Quirico Function Point: Il conteggio, la stima, l'introduzione in azienda Marino Quirico 2 Che cosa sono i Function Point I Function Point sono oggi la metrica del software di riferimento in molte aziende. In

Dettagli

Manuale operativo - Procedura per la costruzione, la pubblicazione di questionari

Manuale operativo - Procedura per la costruzione, la pubblicazione di questionari Questionari online Questionari online... 1 Ambienti dedicati... 2 Costruzione questionario... 4 Creazione struttura... 4 Gestione del questionario... 15 Condivisione (fase facoltativa)... 16 Autorizzazione

Dettagli

DOCUMENTO DI SPECIFICA DEI REQUISITI SOFTWARE

DOCUMENTO DI SPECIFICA DEI REQUISITI SOFTWARE DOCUMENTO DI SPECIFICA DEI REQUISITI SOFTWARE Tabella dei contenuti 1. Introduzione 1.1 Propositi 1.2 Obiettivi 1.3 Definizioni, acronimi ed abbreviazioni 1.4 Riferimenti 1.5 Panoramica 2. Descrizione

Dettagli

Guida alla consultazione del registro elettronico Spaggiari

Guida alla consultazione del registro elettronico Spaggiari Ai genitori: Guida alla consultazione del registro elettronico Spaggiari ℵ La scuola consegnerà al genitore un documento nel quale saranno indicate le credenziali d accesso (nome utente e password) per

Dettagli

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE Materiale di supporto alla didattica Tecnologie dell informazione e della comunicazione per le aziende CAPITOLO 3: Progettazione e sviluppo

Dettagli

Programmazione 2013/2014

Programmazione 2013/2014 Programmazione 2013/2014 materia Tecnologie dell'informazione e della comunicazione classe docente testi in adozione metodi 1A PROFESSIONALE Roncoroni Marco ECDL Syllabus 5.0 Guida all esame per la patente

Dettagli

Monitoraggio della rete d assistenza Fase1 Anagrafica ASL Comuni - Assistibili

Monitoraggio della rete d assistenza Fase1 Anagrafica ASL Comuni - Assistibili Monitoraggio della rete d assistenza Fase1 Anagrafica ASL Comuni - Assistibili Versione 1.1 30 Novembre 2004 Manuale_Utente_MRA.doc Pagina 1 di 97 Versione 1.1 Indice 1. Introduzione... 5 1.1 Definizioni...

Dettagli

Programmazione A.A. 2002-03. Programmazione Orientata agli Oggetti: Lavorare con gli oggetti ( Lezione XXVII)

Programmazione A.A. 2002-03. Programmazione Orientata agli Oggetti: Lavorare con gli oggetti ( Lezione XXVII) Programmazione A.A. 2002-03 I Programmazione Orientata agli Oggetti: Lavorare con gli oggetti ( Lezione XXVII) Prof. Giovanni Gallo Dr. Gianluca Cincotti Dipartimento di Matematica e Informatica Università

Dettagli

Le Basi di Dati. Le Basi di Dati

Le Basi di Dati. Le Basi di Dati Le Basi di Dati 20/05/02 Prof. Carlo Blundo 1 Le Basi di Dati Le Base di Dati (database) sono un insieme di tabelle di dati strutturate in maniera da favorire la ricerca di informazioni specializzate per

Dettagli

DIPARTIMENTO IMPIEGATO PROGETTO SEDE. (0,1) (1,1) DIREZIONE Cognome. Codice. Telefono (0,1) (1,N) AFFERENZA. Stipendio (0,N) Nome (1,1) Età

DIPARTIMENTO IMPIEGATO PROGETTO SEDE. (0,1) (1,1) DIREZIONE Cognome. Codice. Telefono (0,1) (1,N) AFFERENZA. Stipendio (0,N) Nome (1,1) Età PROGETTAZIONE LOGICA 7í0 Progettazione logica Obiettivo: ëtradurre" lo schema concettuale in uno schema logico che rappresenti gli stessi dati in maniera corretta ed eæciente Input: Output: æ schema concettuale

Dettagli

Rappresentazione grafica di entità e attributi

Rappresentazione grafica di entità e attributi PROGETTAZIONE CONCETTUALE La progettazione concettuale, ha il compito di costruire e definire una rappresentazione corretta e completa della realtà di interesse, e il prodotto di tale attività, è lo schema

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI CONNESSI ALLA SOPPRESSIONE DEL RUOLO AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI CONNESSI ALLA SOPPRESSIONE DEL RUOLO AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI CONNESSI ALLA SOPPRESSIONE DEL RUOLO AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO VADEMECUM SUGLI ADEMPIMENTI DA EFFETTUARE ENTRO IL 30/09/2013 AGGIORNATO AL 03/05/2013 A cura delle U.O.

Dettagli

Servizi online per le Aziende e i Consulenti. Avvio sperimentazione della procedura di Iscrizione Azienda con dipendenti su web INTERNET

Servizi online per le Aziende e i Consulenti. Avvio sperimentazione della procedura di Iscrizione Azienda con dipendenti su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Servizi online per le Aziende

Dettagli

Alessandra Raffaetà. Basi di Dati

Alessandra Raffaetà. Basi di Dati Lezione 2 S.I.T. PER LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO Corso di Laurea Magistrale in Scienze Ambientali Alessandra Raffaetà Dipartimento di Informatica Università Ca Foscari Venezia Basi di Dati

Dettagli