La qualità applicativa aiuta l impresa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La qualità applicativa aiuta l impresa"

Transcript

1 APPLICATION QUALITY - 1 La qualità applicativa aiuta l impresa d i G i a m p i e r o C a r l i B a l l o l a Migliorare la qualità intrinseca del software abbatte i costi di gestione e manutenzione delle applicazioni, accelera la delivery dei nuovi prodotti e dei cambiamenti a quelli esistenti e, potenziando l efficienza e sicurezza dei processi aziendali, contribuisce a ridurre il rischio operativo dell impresa. Nel corso di un Executive Dinner organizzato da ZeroUno in collaborazione con Cast si sono approfondite queste tematiche La qualità strutturale del software applicativo, quella cioè che riguarda gli aspetti interni, architetturali e di codifica, ha grande importanza nell esecuzione dei processi aziendali, così come influisce parecchio sulla facilità con la quale il software può essere mantenuto e modificato in funzione di nuove esigenze. Sebbene questi concetti siano ben compresi dai responsabili It, la qualità strutturale delle applicazioni è però spesso trascurata per colpa di tre cause concomitanti: la prima è, banalmente, la mancanza del tempo e del denaro per occuparsene (tempo e denaro che, paradossalmente, mancano proprio perché assorbiti dalla manutenzione del software stesso); la seconda è la scarsità di persone capaci di farlo (e ciò vale soprat- 52 ZEROUNO MAGGIO 2011

2 executive dinner tutto per le applicazioni legacy, sulle quali poggiano tuttora molti processi vitali per l impresa); la terza è il fatto che non esistono né regole standardizzate di valutazione della qualità strutturale né metodologie di intervento alle quali attenersi. Di questi problemi, complessi per il coinvolgimento di fattori tecnologici, economici e umani, si è ampiamente discusso in occasione dell Executive Dinner Application Quality Analysis e performance aziendali, svoltosi recentemente a Milano e organizzato da ZeroUno in collaborazione con Cast (vedi riquadro a pag. 55). L indubbio interesse del tema proposto, che riguarda problemi relativamente poco indagati, ha contribuito a creare un evento ricco di partecipanti (più di venti tra Cio, It Manager e altri professionisti aventi diverse aree di competenza e responsabilità) che hanno dato vita a uno stimolante dibattito. Come di regola, l incontro è stato aperto da Stefano Uberti Foppa, direttore di ZeroUno e moderatore della serata, che ha focalizzato il punto d interesse dell Application Analysis nei confronti delle imprese. Questo nasce dalla complessità competitiva che le aziende si trovano a dover gestire nel momento in cui, passata la fase acuta della crisi economica, ci si deve preparare a un recupero che, comunque si evolva, si svolgerà in un quadro che non sarà più quello di prima. Basti pensare, per dire, a quelli che ancora si chiamano paesi emergenti, ma che già condizionano l economia globale. In questa fase l It ha il ruolo chiave di strumento abilitante della flessibilità strategica e operativa richiesta dalla situazione. È quindi importante che tale strumento sia a sua volta flessibile e snello, facile da adeguare a improvvise necessità. Migliorare la qualità del software avvantaggia l It come il business: la prima nell accelerare la delivery delle applicazioni e ridurre i costi di sviluppo e manutenzione; il secondo nel garantire un alto livello di servizio ai processi aziendali e quindi, in ultima analisi, nel ridurre il rischio operativo. Come è cambiata la qualità del software Ruolo e importanza della qualità del software sono stati esposti in dettaglio da Eugenio Capra, docente di Sistemi Informativi presso il Politecnico di Milano. Dopo aver osservato come la proletarizzazione, così l ha definita, del ruolo dei programmatori (dovuta anche a una grossolana concezione della riduzione dei costi a seguito della compressione dei budget) abbia portato a uno scadimento della qualità intrinseca dei prodotti, Capra ha esposto i dati emersi da due ricerche svolte dal Politecnico sul tema. Una prima ricerca, interessante ai fini appunto della considerazione del fattore umano e organizzativo, è stata svolta su applicazioni scritte in codice Open Source (prevalentemente Java). Ne è emerso che quanto più il software viene sviluppato da persone agenti sul modello della comunità, con processi di comunicazione e collaborazione non formalizzati, tanto più è alta la qualità intrinseca del prodotto, Hp ha sviluppato il proprio portafoglio di soluzioni Application Transformation includendo sette nuovi prodotti, studiati per consentire ai clienti di modernizzare le applicazioni che guidano le loro imprese. Una soluzione che comprende i servizi Application Modernization di Hp è stata implementata dal Miur-Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca che gestisce il personale di scuole. Cast Application Intelligence Platform, sviluppata da Cast, è una soluzione nata per misurare la Software Quality & l Application Management Productivity ma con una vista specifica per il business. È una piattaforma che nasce con l obiettivo di dare visibilità ai top e ai business manager di quella che è effettivamente e oggettivamente la qualità del software su cui si basa la propria organizzazione. ZEROUNO MAGGIO

3 Ibm presenta una serie di nuove offerte di software e servizi Smarter Commerce, studiati per aiutare le imprese ad adattarsi rapidamente all aumento della domanda dei clienti in ambito sia B2B sia B2C. Si tratta infatti di un mercato che, secondo le stime, è destinato a crescere fino a 20 miliardi di dollari, solo per quanto riguarda il software, entro il Alberto Alberini Fabrizio Albini Riccardo Amidei dovuta al fatto che per poter lavorare in modo distribuito e non coordinato il codice deve essere ben descritto, strutturato e commentato. La contropartita è la bassa efficienza del modello, con costi elevati in termini di giornate/uomo, che lo rende poco applicabile a realtà dove il time-to-market è determinante. Occorre quindi che l efficienza produttiva del modello formalizzato e per così dire industrializzato, sia sostenuta da metodologie di sviluppo che ne limitino gli errori senza però burocratizzare il processo. La seconda ricerca, più tecnologica, ha studiato l efficienza energetica, cioè il peso dell applicazione sul server in termini di consumo di risorse di calcolo e quindi di energia (vedi a questo proposito gli articoli pubblicati nell area Green Economy del sito ). È dimostrato come vi sia un rapporto diretto tra la qualità del software e la sua performance energetica e, altresì, come vi sia un forte divario a favore dei prodotti scritti ad hoc rispetto a quelli costruiti assemblando elementi forniti da framework applicativi, divario che cresce con la dimensione dell applicazione stessa. I protagonisti dell evento ZeroUno Questi i nominativi dei manager che hanno partecipato all Executive Dinner di ZeroUno: Alberto Alberini, It manager di Aviva Italia Fabrizio Albini, It manager di The Walt Disney Company Italia Riccardo Amidei, direttore Quality Informatica di Fiat Group Automobiles Marco Andolfi, Direzione Generale di Disignum Bruno Annunziata, responsabile Monitoraggio e controllo qualità di Insiel Stefano Brambilla, Technical Manager Direzione Risk Management di Banca Intesa Sanpaolo Alessandro Campanini, Cio di Banca Fideuram Eugenio Capra, docente Sistemi Informativi del Politecnico di Milano Massimo Crubellati, Country manager di Cast Bill Curtis, Cisq Director, Co-author of Cmm, Cast Senior Vice President and Chief Scientist di Cast Guido Di Dario, al momento dell evento Cio di De Agostini Editore Mario Giovanni Ferrario, responsabile Sviluppo applicazioni gestionali di Fiditalia Fabio Furgiuele, Technical Manager di Cast Marco Geraci, Senior Consultant di Cast Carlo Grimoldi, It manager di Dussmann Service Barry Groenewald, It International Projects & Special Initiatives di Sky Italia Ferruccio Maccarini, responsabile Processi Interni di Ubi Sistemi e Servizi Sergio Martina, consulente di Martina Team Giuseppe Omodei Salè, direttore Sistemi Informativi di Messaggerie Libri Farhad Sabzevari, Cio di Directline Giuseppe Salomoni, Head of Architectures, Innovation & Strategic Projects - Eurosig CB, Global Business & Ges di Ugis Marco Tacchetti, Head of IT Innovation di Ugis Alessandro Volpato, direttore Sistemi Informativi di Bennet Eugenio Capra Guido Di Dario Mario Giovanni Ferrario L intervento di Capra si è concluso con la proposta di un approccio sistemico allo sviluppo che ne consideri cinque dimensioni: il numero di persone coinvolte; la loro cultura e attitudine al lavoro di gruppo; il numero di cambiamenti atteso per il prodotto; la sua criticità per il business; le competenze tecnologiche disponibili. Lo scopo è trovare un bilanciamento tra rigidità e agilità del modello di sviluppo che consenta un governo adeguato al singolo progetto e introduca metriche di Fabio Furgiuele Marco Geraci Carlo Grimoldi Barry Groenewald controllo riferibili a tre tipi di qualità: interna, o strutturale; esterna, che impatta sull utente, e d uso, che Capra definisce come il bilanciamento di qualità interna ed esterna in rapporto al contesto nel quale l applicazione viene utilizzata. Attenzione alle caratteristiche interne La serata è proseguita quindi con l intervento probabilmente più atteso e stimolante in agenda, e cioè quello di Bill Cur- 54 ZEROUNO MAGGIO 2011

4 Marco Andolfi Bruno Annunziata Stefano Brambilla Alessandro Campanini Cast: analisi, controllo e misura della qualità del software tis, che oltre ad essere Senior Vp e Chief Scientist di Cast è anche direttore del Cisq (Consortium for It Software Quality) e coautore del Capability Maturity Model (Cmm), un vero guru, quindi, del settore. Con il supporto dei risultati di uno studio realizzato ad hoc, Curtis ha dimostrato come la crescente complessità delle applicazioni faccia sì che l anello debole della catena non sia tanto la correttezza del codice quanto la funzionalità delle interazioni tra i diversi livelli applicativi (dal nucleo logico all interfaccia ) e tra le componenti funzionali. Occorre quindi un analisi qualitativa che valuti in che misura i singoli componenti collaborino nella delivery delle funzioni di business. Ciò comporta il superamento del concetto classico di qualità misurata sulla risposta alle specifiche per dare più attenzione alle caratteristiche interne, non funzionali, del prodotto, anche perché, ha osservato Curtis, una scarsa qualità strutturale rende più difficile apportare miglioramenti e modifiche alle applicazioni limitando di fatto le esigenze di agilità dell impresa. Questo concetto inizia a diffondersi e ci si sta quindi avviando verso quella che Curtis chiama la quarta ondata del software engineering, che dopo l evoluzione dei linguaggi, dei metodi e dei processi incomincia a concentrarsi sul prodotto: L ingegnerizzazione della qualità strutturale (Software Quality Enginnering Sqe) supplementa il Cmmi (Capabily Maturity Model Integration) nell estrarre dalle applicazioni maggior valore per il business. Il Cmmi ha proseguito Curtis sta al miglioramento dei processi come la Sqe sta al miglioramento del prodotto e fa dello stesso Cmmi una solida base per la costruzione di un programma di application quality. Curtis ha quindi brevemente tratteggiato la metodologia Cast per la misura della qualità strutturale che parte dall analisi dei linguaggi per giungere, attraverso la costruzione di una vasta base informativa (Application Knowledge Base), a metriche in grado di dare un indice di salute del prodotto in oggetto. Queste indicazioni sono utilizzabili sia dai Project Manager e dagli sviluppatori sia, nei loro valori di sintesi, dagli It executive, mancando Bill Curtis Cisq Director, Co-author of Cmm, Cast Senior Vice President and Chief Scientist di Cast Fondata in Francia nel 1995 e presente in Italia, con sede a Milano e uffici a Roma, dal 1998, Cast (www.castsoftware.com) è una società a dimensione multinazionale specializzata nell analisi scientifica del software applicativo e nella realizzazione di strumenti tecnologici per misurarne caratteristiche e prestazioni e migliorarne la qualità. Cast fornisce strumenti di benchmark agli sviluppatori e alle comunità accademiche e scientifiche interessate agli aspetti che possono migliorare la qualità strutturale delle applicazioni. La sua Application Intelligence Platform è una piattaforma tecnologica, concepita a uso dei responsabili dell It come del business, che analizza, controlla e misura i parametri che determinano la qualità di un applicazione in modo da ottimizzarne le prestazioni all utente finale. Nel 2007 ha avviato un programma di raccolta e studio delle caratteristiche strutturali relative ad applicazioni custom implementate da organizzazioni in Nord America, Europa e India, realizzando un data-set che forma la base di conoscenza delle sue analisi. (G.C.B.) Massimo Crubellati Country manager di Cast oggi - ha sottolineato Curtis - dei benchmark standardizzati e riconosciuti sulla qualità del prodotto. Il lungo intervento del direttore del Cisp e chief scientist di Cast (circa 40 minuti) si è infine concluso con la presentazione e il commento dello studio internazionale sulla qualità del software svolto dalla sua società, del quale ZeroUno pubblicherà prossimamente un ampio estratto. ZEROUNO APRILE

5 APPLICATION QUALITY - 1 Ferruccio Maccarini Sergio Martina Giuseppe Omodei Salè Farhad Sabzevari Giuseppe Salomoni Progress Software lancia Progress Responsive business integration, una suite completa per l integrazione che estende la prontezza di risposta delle Service oriented architecture (Soa). Le aziende potranno così aggiungere nuove risorse alle proprie infrastrutture e avranno la possibilità di apportare continui miglioramenti alle proprie soluzioni in maniera semplice. Il confronto Il dibattito tra gli intervenuti è stato introdotto da Giuseppe Salomoni, Head of Architecture, Innovation & Strategic Projects di Ugis, il quale ha esposto la propria esperienza sull uso di strumenti di analisi e misura della qualità del software, il cui impiego era finalizzato a quattro obiettivi: Il primo era capire con quali metodologie si potessero modernizzare le applicazioni per aumentarne la flessibilità. Il secondo punto era quello dei consumi ( i Mips di un mainframe costano cari, se abbiamo controlli puntuali sulla qualità possiamo ridurre la spesa ); seguiva quindi il controllo degli asset applicativi e dei relativi costi e, infine, la valutazione del dimensionamento della stessa struttura It. Si tratta, pertanto, di problemi che investivano aspetti sia tecnologici sia organizzativi e le analisi di qualità condotte periodicamente sul lavoro svolto e in corso di svolgimento hanno fornito un importante supporto alla gestione operativa della funzione It. L esperienza descritta ha stimolato una serie d interventi che hanno dato vita a un dibattito molto vivace, con un continuo coinvolgimento degli speaker (Capra e Curtis), ai quali si è aggiunto Massimo Crubellati, Country Manager di Cast. Per dare una sintesi, sia pure incompleta, di quanto si è detto citeremo gli argomenti che sono stati più discussi, riportandoli nell ordine con il quale sono emersi nel corso del dibattito. Un primo punto introdotto da Alessandro Campanini, Cio di Banca Fideuram, è stato l utilità, anzi la necessità, di disporre di strumenti di misura ex-ante, tali da poter inserire precise clausole sulla qualità del software sviluppato in outsourcing. La cosa più importante dice Campanini è pagare Marco Tacchetti STEFANO UBERTI FOPPA Alessandro Volpato il giusto prezzo per la qualità che si ha, ma in difetto di benchmark riconosciuti è difficile inserire nei contratti, come sarebbe auspicabile, dei vincoli sulla qualità del prodotto realizzato. La problematica toccata da Campanini ha innescato un discorso sul ritorno dell investimento in strumenti di qualità. Se uso questi tool si è chiesto Riccardo Amidei, Direttore Quality Informatica di Fiat Group Automobiles di quanto si può ridurre il costo del contratto di manutenzione?. Per Amidei non si sa. Ma, aggiunge, è una valutazione che spetterebbe ai fornitori di Maintenance Service, in modo da calibrare costo e qualità della propria offerta. Sul problema costo/qualità intervengono Crubellati, per il quale la questione va ribaltata stimando il danno economico che il rischio dato dalla scarsa qualità del software può infliggere all impresa, e Mario Giovanni Ferrario, responsabile sviluppo applicazioni gestionali di Fiditalia, che osserva come esista e sia calcolabile un technical debt dato dal costo del lavoro necessario per rimediare ai difetti di un applicazione rilasciata e operativa. Si è poi discusso della metodologia Agile, della quale Capra, nel suo intervento, aveva mostrato i vantaggi ma anche i limiti, specie nell applicazione a gruppi di sviluppo numerosi. Nel caso di Alberto Alberini, It manager di Aviva Italia, che ne ha fatto esperienza diretta, questo metodo ha dato eccellenti risultati e il suo uso ha mostrato un rapporto diretto con la qualità del prodotto, ma ammette che esistano casi in cui convenga un approccio più strutturato, tesi condivisa, in nome della solidità di applicazioni critiche, da Barry Groenewald, It Internal Projects & Special Initiatives di Sky Italia. Un problema delicato viene infine sollevato da Fabrizio Albini, It Manager di The Walt Disney Company Italia, e cioè la difficoltà che s incontra talvolta nel presentare e negoziare gli aspetti di qualità con gli utenti interni e con responsabili del business che non siano già sensibilizzati al problema. È come sempre una questione di cultura, che va creata e stimolata anche da parte dei fornitori. Come conclude Bill Curtis: Dobbiamo far capire che la qualità è un modo per semplificare il business e condurlo in modo più efficiente. 56 ZEROUNO MAGGIO 2011

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito di valutare /

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Governo dei sistemi informativi

Governo dei sistemi informativi Executive Master Governo dei sistemi informativi > II edizione CONFINDUSTRIA VENEZIA CONFINDUSTRIA PADOVA CONFINDUSTRIA VENEZIA gennaio/luglio 2011 Obiettivi Un numero crescente di organizzazioni appartenenti

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Chi siamo. SIA Milano, 11 Giugno 2015 2

Chi siamo. SIA Milano, 11 Giugno 2015 2 Prevenzione dei rischi software in ambito finanziario. L esperienza del Gruppo SIA Armando Bolzoni, direttore Software Factory SIA SpA SIA Chi siamo SIA è leader europeo nella progettazione, realizzazione

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

Ricognizione di alcune Best Practice

Ricognizione di alcune Best Practice Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale di riferimento Ricognizione di alcune Best Practice applicabili

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli