analisi urbanistica dossier 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "analisi urbanistica dossier 2"

Transcript

1 Comune di Ancona Assessorato Urbanistica e Edilizia Area Urbanistica Edilizia e Ambiente analisi urbanistica dossier 2 Urbanistica Partecipata : MONTESICURO Questionario inviato a tutte le famiglie residenti settembre ottobre 2005 SINDACO : Fabio Sturani ASSESSORE: Marida Burattini DIRETTORE AREA URBANISTICA : Sauro Moglie GRUPPO DI LAVORO : Sauro Moglie _ Emilia Azzarello _ Riccardo Raccosta GENNAIO 2006

2 PREMESSA Perché un questionario a Montesicuro. Il territorio comunale di Ancona presenta un sistema di frazioni sparse caratterizzate da una tipologia insediativa dotata di identità storica riconoscibile sia dal punto di vista urbanisticoarchitettonico che storico-culturale, da valorizzare nel rispetto delle specificità locali. In una società dove i processi di trasformazione si susseguono con ritmi sempre più veloci e complessi, diventa indispensabile il coinvolgimento delle comunità, specialmente se piccole, già dalle fasi iniziali del processo di pianificazione e progettazione del proprio habitat. E opinione ormai diffusa di quanto sia importante, nel contesto dell urbanistica contemporanea, la partecipazione dei cittadini nella costruzione del progetto urbanistico ed architettonico, non solo come semplici spettatori, ma come veri co-progettisti capaci di indirizzare e coadiuvare il lavoro degli specialisti in un rapporto paritario di proposta e responsabilità. La consultazione di tutti gli abitanti residenti a Montesicuro, a mezzo di questionari, si pone come l inizio della fase di ascolto, volta alla definizione di obbiettivi, priorità e linee di azione per la riqualificazione di quel territorio; ne scaturiscono, infatti, contributi importanti anche per la definizione delle regole di trasformazione per gli ambiti da salvaguardare e da utilizzare per il tempo libero, per rendere meno isolata questa frazione favorendo attività nuove che consentano di migliorare le condizioni ambientali e sociali di una comunità viva. Emerge, inoltre, il senso di appartenenza della cittadinanza alla propria comunità che consente di sviluppare progetti utili e condivisi. L Assessore all Urbanistica Marida Burattini pag. 2

3 RISULTATI DEL QUESTIONARIO INVIATO NEI MESI DI SETTEMBRE OTTOBRE 2005 A TUTTE LE FAMIGLIE RESIDENTI A MONTESICURO HANNO RISPOSTO: 157 ADULTI (> 14 ANNI) 27 BAMBINI (< 14 ANNI) SOMMARIO DATI GENERALI...4 (A) QUESTIONARIO ADULTI...5 (B) QUESTIONARIO BAMBINI...9 DATI GENERALI...13 RISPOSTE AL QUESTIONARIO ADULTI (A)...14 MONTESICURO OGGI...14 (A1) Quanto è soddisfatto di ciascuno dei seguenti aspetti della frazione?...14 (A2) Quali sono le opportunità e le risorse di Montesicuro?...15 (A3) Come giudica la vivibilità della frazione di Montesicuro?...15 IL FUTURO DI MONTESICURO...16 (A4) Secondo lei come si dovrebbe caratterizzare in futuro la frazione di Montesicuro?.. 16 (A5) Cosa desidererebbe venisse realizzato nello specifico?...17 (A6) Cosa invece NON dovrebbe essere assolutamente realizzato?...18 (A7) Riflessioni finali: idee, sogni, ricordi, messaggi...19 RISPOSTE AL QUESTIONARIO BAMBINI (B)...21 MONTESICURO OGGI...21 (B1) Montesicuro con un voto da 1 a (B2) Ti piace vivere a Montesicuro?...22 IL FUTURO DI MONTESICURO...22 (B3) Cosa vorresti per la tua frazione?...22 (B4) SPAZIO LIBERO IDEE e SUGGERIMENTI Scrivi un tema su come vorresti Montesicuro in futuro...23 LUOGHI, ATTREZZATURE, COLLEGAMENTI - RIFERIMENTI FOTOGRAFICI...24 NOTE FINALI...30 pag. 3

4 DATI GENERALI I dati degli ultimi tre Censimenti Generali della Popolazione e delle Abitazioni, pubblicati dall ISTAT e relativi agli anni 1981, 1991 e 2001, consentono di verificare una netta inversione di tendenza della popolazione residente negli ultimi anni; infatti, a fronte di un forte aumento degli anziani, nello stesso tempo si sono registrati significativi aumenti della popolazione giovane e delle famiglie nel loro dato complessivo. popolazione, famiglie e abitazioni nucleo case sparse nucleo case sparse nucleo case sparse popolazione residente totale classi di età > famiglie residenti comp comp comp comp e + comp abitazioni occupate fonte: CENSIMENTI GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI ISTAT 1981, 1991, 2001 Un ulteriore dato di sintesi viene fornito dall estrazione dei dati dell Anagrafe comunale in cui emerge un ulteriore aumento della popolazione e del numero di famiglie negli ultimi quattro anni popolazione e famiglie residenti giugno 2005 nucleo case sparse popolazione residente totale 714 classi di età > famiglie residenti 1 comp comp comp comp e + comp fonte: ANAGRAFE COMUNALE GIUGNO 2005 pag. 4

5 QUESTIONARIO ADULTI (A) QUESTIONARIO PER I CITTADINI DELLA FRAZIONE DI MONTESICURO L Osservatorio per la frazione di Montesicuro è stato costituito dall Assessorato all Urbanistica del Comune di Ancona e dalla 3 a Circoscrizione, con l obiettivo di attivare un processo di riqualificazione urbana che parte con questo questionario, utile per conoscere i problemi esistenti percepiti dai cittadini e le loro idee per lo sviluppo della frazione. I risultati del questionario saranno discussi in un assemblea pubblica con la presenza degli amministratori per delineare le linee d indirizzo da sottoporre al Consiglio Comunale. Il Piano Urbanistico sarà lo strumento con il quale l Amministrazione Comunale intende poi dare attuazione al processo di riqualificazione della frazione. La Sua partecipazione è importante, La ringraziamo per la collaborazione. Il Sindaco Fabio Sturani Il Presidente della 3 a Circoscrizione Mara Ansevini Raccolta dei questionari La preghiamo di compilare il questionario e riconsegnarlo al più presto e comunque non oltre il 31 ottobre 2005 nei seguenti punti di raccolta: 1) parrocchia 2) scuola media 3) ufficio postale e presso la sede della 3 a circoscrizione in via dell Artigianato 26. Il questionario può essere inviato anche via fax al n LEGGERE LE MODALITÀ DI COMPILAZIONE SUL RETRO (PAG. 4) DATI Sesso maschio femmina Età fino a oltre 66 Da quanti anni vive nel quartiere? 0-5 anni 6-10 anni più di 10 anni da sempre Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 5

6 MONTESICURO OGGI Quanto è soddisfatto di ciascuno dei seguenti aspetti della frazione? (A1) (risponda a tutte le domande esprimendo la sua valutazione) Molto Abbastanza Poco Non so manutenzione dei luoghi pubblici (marciapiedi, strade, giardini, illuminazione) arredo urbano illuminazione pubblica sistema fognario percorsi (pedonali/ciclabili) e collegamenti agevoli e sicuri verde con attrezzature (panchine, giochi per bambini, ecc.) luoghi di ritrovo per anziani spazi per lo sport (attrezzature all aperto, palestre coperte) attrezzature di interesse comune (religiose, culturali, sociali, assistenziali, postali) negozi generi uso comune (alimentari, tabacchi, giornali, ecc) negozi di artigianato (parrucchiere, calzolaio, ecc.) parcheggi per uso pubblico e/o privato trasporti pubblici (numero corse, orari) raccolta rifiuti vigilanza (contro episodi di vandalismo, attività illecite, ecc.) sicurezza stradale altro, specificare: Quali sono le opportunità e le risorse di Montesicuro?(max. 4 risposte, apporre una X) dotazione di servizi (attrezzature pubbliche, scuole, attrezzature sportive, ) spazi verdi attrezzati presenza di manufatti storico-artistici presenza di attività artigianali tipiche relazioni di vicinato qualità estetica qualità della vita qualità delle relazioni sociali la vicinanza della campagna altro (specificare) (A2) Come giudica la vivibilità della frazione di Montesicuro? molto piacevole (A3) abbastanza piacevole vorrei vivere altrove non so Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 6

7 IL FUTURO DI MONTESICURO Secondo lei come si dovrebbe caratterizzare in futuro la frazione di Montesicuro? (A4) Nello specifico cosa desidererebbe venisse realizzato? (A5) (max. 5 risposte, apporre un numero di priorità) incremento delle abitazioni creazione centro pubblico per incontri e attività sociali dei residenti (biblioteca, sala proiezione film, ecc.) creazione di spazi per gli anziani nuove strutture per l istruzione dei bambini (asili, scuole materne) realizzazione aree giochi per bambini creazione di attrezzature sportive creazione di spazi sicuri per passeggiate e biciclette promozione dell artigianato legato al territorio agricolo incremento delle attrezzature turistiche e commerciali (alberghi, ristoranti) valorizzazione dei beni culturali (recupero monumenti ed edifici storici) recupero della chiesa del Santo Patrono San Pancrazio rete fognaria altro (specificare) Cosa invece non dovrebbe essere assolutamente realizzato? (A6) SPAZIO LIBERO Riflessioni finali: idee, sogni, ricordi, messaggi (A7) Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 7

8 MODALITÀ DI COMPILAZIONE Il questionario è individuale e anonimo e va compilato in ogni sua parte. Al fine di una lettura chiara, omogenea e reale, Le chiediamo di rispettare le indicazioni di compilazione del questionario, qui di seguito riportate: utilizzare una penna, evitare la matita; apporre una X oppure un numero di priorità nelle apposite caselle, secondo richiesta; limitarsi a specifiche solo dove richiesto; limitarsi a fornire più opzioni, per la stessa domanda, solo dove richiesto; qualora lo spazio previsto non sia sufficiente è possibile utilizzare fogli bianchi sui quali va riportato un numero di riferimento. Lo stesso numero va poi riportato nella sezione del questionario. Il questionario è costituito da quattro sezioni: a) DATI: sesso, età, da quanti anni vive nel quartiere; b) MONTESICURO OGGI: indagine sul grado di soddisfacimento rispetto ai servizi offerti e la vivibilità della frazione; c) IL FUTURO DI MONTESICURO: risposte libere e guidate per esprimere le sue idee su come vorrebbe il suo quartiere in futuro; d) SPAZIO LIBERO: un riquadro bianco che bambini e adulti possono riempire con parole e disegni, per descrivere quale immagine conservano del quartiere. Ai sensi dell art. 13 D.Lgs 196/03 si comunica che i dati raccolti con il questionario saranno trattati per le finalità connesse alla presente indagine conoscitiva. Grazie per la Sua collaborazione il Sindaco Fabio Sturani il Presidente 3 a Circoscrizione Mara Ansevini Per informazioni: Servizio Pianificazione Urbanistica Generale Tel Fax Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 8

9 QUESTIONARIO BAMBINI (B) QUESTIONARIO per le BAMBINE e i BAMBINI della FRAZIONE DI MONTESICURO Abbiamo bisogno anche di voi bambini per progettare il futuro della frazione di Montesicuro! Questo questionario è il primo passo dell iniziativa che prende il nome di Osservatorio per la frazione di Montesicuro ideato dall Assessorato all Urbanistica del Comune di Ancona e dalla 3 a Circoscrizione. Compila questo questionario rispondendo alle domande, ci aiuterai a migliorare Montesicuro. Il Sindaco Fabio Sturani Il Presidente della 3 a Circoscrizione Mara Ansevini Raccolta dei questionari Compila il questionario e riconsegnarlo insieme ai tuoi genitori al più presto e comunque non oltre il 31 ottobre 2005 nei seguenti punti di raccolta: 1) parrocchia 2) scuola media 3) ufficio postale e presso la sede della 3 a circoscrizione in via dell Artigianato 26. Il questionario può essere inviato anche via fax al n LEGGI LE ISTRUZIONI A PAGINA 4 DATI Sesso maschio femmina Età Da quanti anni vivi nel quartiere? 0-5 anni da sempre Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 9

10 MONTESICURO OGGI Montesicuro con un voto da 1 a 10: (B1) Voti i giardini e le aree gioco i servizi per bambine e bambini (biblioteca, teatrino, ecc.) i luoghi di ritrovo (oratorio, giardinetti, piazzetta, ecc.) l illuminazione serale l arredo urbano (le panchine, i cestini, i marciapiedi) la mia scuola (è bella, è pulita) le attrezzature sportive (campo di calcetto, palestra, ecc.) la mia frazione è bella la mia frazione è sicura, posso uscire da solo la mia frazione è pulita ci sono persone simpatiche altro,specificare: Ti piace vivere a Montesicuro? molto abbastanza vorrei vivere altrove non (B2) IL FUTUTO DI MONTESICURO Cosa vorresti per la tua frazione? (B3) più verde più attrezzature per bambini (aree gioco) spazi sicuri per passeggiate e biciclette più attrezzature sportive altro, specificare: Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 10

11 SPAZIO LIBERO Scrivi un tema oppure fai un disegno su come vorresti Montesicuro in futuro. (B4) Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 11

12 ISTRUZIONI Il questionario è anonimo e individuale, ogni bambina e bambino di Montesicuro può compilarne uno solo. Il questionario va compilato in sua parte. Chiedi l aiuto dei tuoi genitori, di una sorella o un fratello più grande oppure della tua maestra. Puoi utilizzare la penna o la matita; puoi colorare il tuo disegno con i pastelli oppure, se preferisci, puoi fare un collages con i ritagli di giornale. Se ti serve più spazio per il tuo tema o il tuo disegno puoi aggiungere un nuovo foglio, ma ricordati di consegnarlo insieme al questionario. Il questionario è costituito da quattro sezioni: e) DATI: sesso, età, da quanti anni vivi nel quartiere; f) MONTESICURO OGGI: dai i voti al tuo quartiere; g) IL FUTURO DI MONTESICURO: scrivi cosa vorresti a Montesicuro; h) SPAZIO LIBERO: un riquadro bianco da riempire con un tema, un disegno o un collages. Ai sensi dell art. 13 D.Lgs 196/03 si comunica che i dati raccolti con il questionario saranno trattati per le finalità connesse alla presente indagine conoscitiva. Grazie per la tua collaborazione il Sindaco Fabio Sturani il Presidente 3 a Circoscrizione Mara Ansevini Per informazioni: Servizio Pianificazione Urbanistica Generale Tel Fax Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 12

13 RISULTATI DEL QUESTIONARIO COMPILATO DAI CITTADINI DI MONTESICURO SETTEMBRE OTTOBRE 2005 In data 1 luglio 2005 è stato recapitato direttamente presso ogni abitazione della frazione di Montesicuro un questionario. Le informazioni raccolte consentiranno all Amministrazione di lavorare per un progetto urbanistico il più possibile vicino alle esigenze dei cittadini della frazione. Buono il risultato del questionario a cui hanno risposto ben 184 persone di cui 27 di età inferiore ai 14 anni. DATI GENERALI risposte % popolazione residente % maschi 88 48% femmine 96 52% popolazione < 14 anni 27 15% maschi 13 7% femmine 14 8% popolazione % maschi 52 28% femmine 63 34% popolazione > % maschi 23 13% femmine 19 10% ADULTI (> 14 anni) suddivisione per classi di età > 66 maschi femmine totale da quanti anni vive nel quartiere > 10 sempre maschi femmine totale BAMBINI (< 14 anni) suddivisione per classi di età maschi femmine totale da quanti anni vive nel quartiere 0-5 sempre maschi 1 12 femmine 3 11 totale 4 23 Frazione di Montesicuro Osservatorio Montesicuro di Ancona 13

14 RISPOSTE AL QUESTIONARIO ADULTI (A) MONTESICURO OGGI QUANTO È SODDISFATTO DI CIASCUNO DEI SEGUENTI ASPETTI DELLA FRAZIONE? (adulti > 14 anni) (A1) molto abbastanza poco non so non risponde totale manutenzione luoghi pubblici 1% 15% 82% 1% 1% 100% arredo urbano 1% 16% 78% 4% 1% 100% illuminazione pubblica 8% 43% 45% 1% 3% 100% sistema fognario 1% 22% 64% 11% 2% 100% percorsi e collegamenti 3% 15% 75% 4% 3% 100% verde attrezzato 4% 25% 68% 1% 3% 100% ritrovi per anziani 1% 8% 76% 13% 3% 100% spazi per lo sport 4% 29% 58% 6% 3% 100% attrezzature interesse comune 5% 31% 57% 4% 3% 100% negozi generi uso comune 4% 38% 54% 0% 3% 100% negozi di artigianato 0% 4% 81% 8% 8% 100% parcheggi uso pubblico 10% 46% 38% 2% 4% 100% trasporti pubblici 4% 43% 47% 2% 4% 100% raccolta rifiuti 10% 47% 39% 1% 4% 100% vigilanza 0% 11% 81% 4% 4% 100% sicurezza stradale 1% 22% 68% 4% 0% 100% altro alcuni cittadini (38) hanno ritenuto di indicare liberamente altri aspetti che vengono riportati di seguito raggruppati per argomento Manutenzione luoghi pubblici bidoni spazzatura in luogo non adeguato, troppo concentrati e sporchi manutenzione delle strade vicinali (asfaltatura e pulizia) scarsa pulizia alberi Vigilanza paese in balia dei drogati vigilanza notturna mancanza di un vigile di zona Sicurezza stradale pericolosità della zona Borgo Cavour per la velocità delle auto la rotatoria così grande non è sicura c è assoluto bisogno di sistemi per rallentare la velocità delle auto i marciapiedi sono rotti o inesistenti Arredo urbano pensilina e rotatoria insoddisfacenti assenza di arredo urbano trascuratezza del paese in generale Trasporti-parcheggi-negozi trasporti pubblici insufficienti nei giorni festivi vorremmo una nuova linea di autobus Montesicuro-Baraccola-Ancona mancano i negozi di artigianato manca una farmacia totale assenza di parcheggi pag. 14

15 Verde le attrezzature nel verde sono insoddisfacenti gli spazi per lo sport sono solo per pochi mancano spazi verdi per animali Spazi sociali e attività assenza di luoghi di ritrovo assenza spazi per anziani assenza di feste paesane assenza di attrattive come spettacoli, teatro, cinema Infrastrutture non arriva la linea ADSL per collegarsi a internet illuminazione insufficiente rete fognaria insuffic Tutela dell ambiente ci sono abitazioni soggette a inquinamento per elettrosmog QUALI SONO LE OPPORTUNITÀ E LE RISORSE DI MONTESICURO? (adulti > 14 anni il cittadino poteva fornire max. 4 risposte selezionate da un elenco) (A2) LA VICINANZA DELLA CAMPAGNA... 78% QUALITÀ DELLA VITA... 71% DOTAZIONE DI SERVIZI... 39% RELAZIONI DI VICINATO... 35% QUALITÀ ESTETICA... 20% QUALITÀ DELLE RELAZIONI SOCIALI... 20% PRESENZA DI ATTIVITÀ ARTIGIANALI TIPICHE... 7% PRESENZA DI MANUFATTI STORICO-ARTISTICI... 3% ALTRO... 15% la vicinanza alla città di Ancona la buona qualità dell'aria l assenza di traffico la tranquillità il silenzio COME GIUDICA LA VIVIBILITÀ DELLA FRAZIONE DI MONTESICURO? (adulti > 14 anni scelta alternativa) (A3) ABBASTANZA PIACEVOLE... 54% MOLTO PIACEVOLE... 34% VORREI VIVERE ALTROVE... 4% NON SO... 3% NON RISPONDE... 5% totale 100 % pag. 15

16 IL FUTURO DI MONTESICURO SECONDO LEI COME SI DOVREBBE CARATTERIZZARE IN FUTURO LA FRAZIONE DI MONTESICURO? (adulti > 14 anni - risposte liberamente espresse) richieste raggruppate per categorie e calcolo della percentuale sul totale di 129 cittadini che hanno ritenuto di indicare caratteristiche specifiche le risposte sono state raggruppate per una migliore lettura ATTREZZATURE E SERVIZI D INTERESSE PUBBLICO... (45%) - dotazione di servizi in generale - modernizzazione attrezzature scolastiche (mensa scolastica, palestra, ecc ) - incremento attrezzature commerciali e artigianali - sviluppo agrituristico con agevolazioni e incentivi e nuovi punti di ristorazione - centro sportivo (palestra, piscina, parco) e campo di calcio all'aperto - ampliamento attrezzature di interesse comune (cimiteo ufficio postale nuovi parcheggi) - potenziamento attrezzature culturali sociali ricreative - assistenziali NUOVA EDILIZIA RESIDENZIALE... (36%) - fuori dal centro del paese - per le nuove generazioni - per accrescere la popolazione - a prezzi accessibili - con la salvaguardia del verde RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE NEL CENTRO STORICO... (28%) - ristrutturazione abitazioni con incentivi economici e facilitazioni normative - Intrenventi specifici a favore degli gli anziani che non vogliono lasciare il paese - restauro del patrimonio storico-artistico (sede vecchio Comune; edificio parrocchiale di Santo Stefano; monumento all ingresso del nucleo storico; chiesa del patrono San Pancrazio; complesso Getsemani con annesso giardino) - recupero del borgo medievale - restauro delle facciate - idonea illuminazione SICUREZZA... (15%) - intensificazione della vigilanza, soprattutto nella zona del "Filetto" - vigilanza anche nelle ore notturne - interventi contro la micro-criminalità, soprattutto furti e atti di vandalismo - controlli nei locali pubblici - aumento dei controlli nel parco Getsemani - messa in sicurezza dell uscita dei plessi scolastici - verifica della regolarità degli extracomunitari presenti OPERE INFRASTRUTTURALI... (11%) - rete fognaria, rete idrica e rete gas-metano presso tutte le abitazioni - illuminazione pubblica nel centro storico - manutenzione delle strade, sia bianche che asfaltate - collegamenti pedonali tra periferia e centro della frazione - semafori dissuasori della velocità - ridimensionamento della rotatoria AREE VERDI E PERCORSI... (8%) - aumento delle aree verdi per il gioco e lo svago - maggiore pulizia e cura degli spazi verdi - incremento e miglioramento delle attrezzature del verde - creazione di aree verdi dove poter lasciare liberi gli animali domestici - recupero del parco pubblico del Getsemani - creazione di percorsi sicuri per passeggiate - pulizia e manutenzione della "stradina del Giro" - creazione di aiuole all interno della rotatoria (A4) pag. 16

17 ATTIVITÀ CULTURALI E SOCIALI... (8%) - promozione di iniziative di tipo socio-culturale (incontri, rassegne teatrali, feste, attività estive, mostre d arte), valorizzazione delle tradizioni popolari (sagre, presepe,..) - attività per anziani TUTELA DELL AMBIENTE... (6%) - salvaguardia e valorizzazione del verde - zone a divieto di caccia - provvedimenti contro l'inquinamento dell'acqua causato dalla rete fognaria inadeguata QUALITÀ DELLA VITA... (5%) - salvaguardia della tranquillità che da sempre contraddistingue la vita nella frazione - rendere il paese vivibile com era cinquant'anni fa - evitare l abbandono e l incuria del paese - fare in modo che Montesicuro sia abitato da italiani amanti del verde e della tranquillità TRASPORTI PUBBLICI E MOBILITÀ... (5%) - potenziamento dei collegamenti urbani ed extra-urbani, con il capoluogo e i paesi limitrofi - spostamento del capolinea dell autobus COSA DESIDEREREBBE VENISSE REALIZZATO NELLO SPECIFICO? (adulti > 14 anni il cittadino poteva fornire max. 5 risposte selezionate da un elenco) preferenze ordinate per percentuale sul totale dei 157 adulti (A5) INCREMENTO DELLE ABITAZIONI... (63%) RECUPERO DELLA CHIESA DEL SANTO PATRONO SAN PANCRAZIO... (51%) ADEGUAMENTO DELLA RETE FOGNARIA... (48%) CREAZIONE DI SPAZI SICURI PER PASSEGGIATE E BICICLETTE... (46%) REALIZZAZIONE AREE GIOCHI PER BAMBINI... (40%) CREAZIONE DI SPAZI PER GLI ANZIANI... (34%) CREAZIONE CENTRO PUBBLICO PER INCONTRI E ATTIVITÀ SOCIALI DEI RESIDENTI... (29%) INCREMENTO DELLE ATTREZZATURE TURISTICHE E COMMERCIALI... (29%) CREAZIONE DI ATTREZZATURE SPORTIVE... (27%) VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI... (20%) NUOVE STRUTTURE PER L ISTRUZIONE DEI BAMBINI (asili, scuole materne)... (17%) PROMOZIONE DELL ARTIGIANATO LEGATO AL TERRITORIO AGRICOLO... (16%) ALTRO (risposta facoltativa liberamente espressa)... (25%) - trasporti e mobilità (un'ulteriore corsa autobus per studenti al mattino, spostamento del capolinea dell'autobus a sud, spostamento del capolinea dell'autobus fino al cimitero, transito dell'autobus fino al "Filetto", potenziamento del trasporto pubblico con l'ospedale regionale) - infrastrutture (sostituzione dell asfalto con pavimentazione in pietra nel centro storico, sistemazione delle strade, in particolare nel Largo Leopardi, ridimensionamento della rotatoria, realizzazione di marciapiedi tra la rotatoria e la zona "Filetto" e tra il bar e la struttura geodetica del Pallone, potenziamento reti telefonica, elettrica, idrica, attivazione delle linee telefoniche tipo ADSL) - servizi ed attrezzature d interesse pubblico (creazione di sentieri naturalistici pedonali e ciclabili, ampliamento del cimitero, realizzazione di parcheggi, taglio dei prati e potatura degli alberi, ripristino della stazione carabinieri, vigilanza) - recupero del patrimonio storico-artistico (chiesa del patrono) pag. 17

18 COSA INVECE NON DOVREBBE ESSERE ASSOLUTAMENTE REALIZZATO? (adulti > 14 anni - risposte liberamente espresse) annotazioni scritte da 96 cittadini che hanno ritenuto di indicare caratteristiche specifiche per un tortale di 105 indicazioni le indicazioni sono state raggruppate per una migliore lettura (A6) TUTELA DELL AMBIENTE... (48%) NO A: discariche, inceneritori, attività industriali inquinanti, danni all'ambiente naturale e all'agricoltura, edifici che possono rovinare l'aspetto del paese, attività rumorose e inquinanti all'interno del centro storico EDILIZIA RESIDENZIALE,... (17%) NO A: nuove abitazioni e strutture legate alla residenza, nuove costruzioni prima dell recupero dell esistente, case popolari, nuove lottizzazioni, abitazioni a basso costo perché richiamino extracomunitari nel paese SERVIZI PUBBLICI... (11%) NO A: smantellamento e/o delocalizzazione di strutture scolastiche, luoghi di incontro al coperto (preferibili piazze e spazi aperti), moschea, centri di accoglienza per extracomunitari, carceri, comunità per tossicodipendenti lavori pubblici in periodi elettorali OPERE INFRASTRUTTURALI, NO A:... (10%) NO A: rotatoria pericolosa che condiziona il traffico pesante, scarsa manutenzione strade e segnaletica, nuove strade e parcheggi, nuovi cartelli pubblicitari SERVIZI PRIVATI... (5%) NO A: incremento delle attrezzature turistiche (alberghi e ristoranti) locali notturni perché rumorosi altri distributori di carburante, aumento delle attrezzature commerciali, SICUREZZA... (5%) NO A: numero eccessivo di extracomunitari, minori controlli, edifici dismessi occupati da zingari, albanesi e abusivi, ALTRO... (4%) NO A: nessuna ulteriore opera pubblica: le risorse vanno indirizzate altrove, lasciare andare via i giovani, abbandono della frazione pag. 18

19 RIFLESSIONI FINALI: IDEE, SOGNI, RICORDI, MESSAGGI (adulti > 14 anni - commenti liberamente espressi) commenti raggruppati per categorie e calcolo della percentuale sul totale di 85 cittadini che hanno espresso 155 commenti EDILIZIA RESIDENZIALE... (5%) - concessioni edilizie meno difficoltose per permettere ai giovani nati a Montesicuro di rimanervi piuttosto che trasferirsi - nuove abitazioni per le giovani coppie - individuazione di nuove aree edificabili RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE... (3%) - ristrutturazione degli edifici del centro storico dando priorità agli edifici pubblici (scuola media) - ristrutturazione delle abitazioni di proprietà del Comune trovando una sistemazione provvisoria in paese per gli anziani che ci abitano - realizzazione di almeno uno dei progetti di recupero del centro storico - possibilità di un cambio d uso del complesso di Villa Getsemani per rendere la struttura e il suo parco più fruibile SERVIZI... (15%) - maggiore dotazione di servizi (come quando esistevano farmacia, caserma, Comune, bar, sala per proiezioni di film e balli) - fronteggiare la crescita nulla dei servizi e la chiusura di quelli esistenti (caserma, farmacia) - miglioramento degli edifici scolastici con la demolizione della scuola materna prefabbricata - possibilità di uno spazio coperto a disposizione dei giovani almeno per l'inverno - riapertura del vecchio ristorante "La Gioconda" - bar aperto anche dopo cena - strutture sportive e ricreative - creazione di luoghi di ritrovo per gli anziani - ampliamento del cimitero - miglioramento della gestione del ricovero degli anziani Villa Getsemani AREE VERDI E SPAZI PUBBLICI... (17%) - maggiore manutenzione del verde e degli spazi pubblici e miglioramento dell'arredo urbano - aumento delle aree verdi per il tempo libero e il riposo - ampliamento del parco giochi utilizzando gli spazi adiacenti inutilizzati - rimboschimento degli alberi abbattuti per la costruzione delle nuove abitazioni - recupero della bella passeggiata lungo la cosiddetta strada "del giro", oggi sgradevole - creazione di una pista ciclabile OPERE INFRASTRUTTURALI... (17%) - sistemazione della rete fognaria - soppressione o riduzione delle dimensioni della rotatoria perché inutile e pericolosa - costruzione di marciapiedi e sistemazione di quelli delle vecchie abitazioni - potenziamento della linea elettrica per evitare la mancanza di corrente ad ogni temporale - miglioramento dell illuminazione pubblica nelle vie del centro storico TRASPORTI PUBBLICI E MOBILITÀ... (2%) - istituzione di un servizio di minibus tra le frazioni e il Pinocchio con corse frequenti - spostamento del capolinea dell'autobus all'altezza dell'incrocio per il cimitero TUTELA DELL AMBIENTE... (3%) - creazione di aziende agricole per prevenire l abbandono delle aree rurali - salvaguardia delle bellezze paesaggistiche e dell'ambiente naturale - controlli sull'acqua della rete idrica - controlli e provvedimenti per abbassare gli alti livelli di elettrosmog SICUREZZA E IMMIGRAZIONE... (6%) - ripristino del distaccamento dei carabinieri e maggiore controllo di polizia sul territorio - presenza di un vigile a cui denunciare i problemi del paese (A7) pag. 19

20 - riduzione della presenza di extracomunitari e stranieri irregolari favorita dagli affitti a basso costo delle abitazioni fatiscenti ATTIVITÀ CULTURALI E SOCIALI... (4%) - attivazione di corsi per gli anziani - organizzazione della festa del Patrono San Pancrazio e/o, almeno una volta l anno, di una sagra paesana o di un mercato dell'artigianato - promozione di spettacoli organizzati dalla Circoscrizione, soprattutto in estate - possibilità di valorizzare il centro storico con murales e dipinti (rif. Dozza in Emilia Romagna) - promozione di iniziative atte a far conoscere il paese QUALITÀ DELLA VITA... (8%) - Montesicuro NON deve diventiare un quartiere dormitorio - Montesicuro deve rimanere un borgo tranquillo, dotato dei servizi strettamente necessari, sottoposto a un maggiore controllo di polizia e lontano da manifestazioni sportive che possano creare disagi alla popolazione residente - Montesicuro deve rimanere un'oasi di tranquillità e verde per la città di Ancona, ben collegata ad essa ma mai unita - Montesicuro deve tornare ad essere quel bel paese fiorente che era tanti anni fa dove ci si conosceva e ci si aiutava tutti - possibilità per tutti di avere una casa in una frazione come Montesicuro, dove ci si conosce tutti, con un giardino dove far giocare i propri figli e un orto da coltivare ALTRO... (18%) - necessità di un adeguamento urbanistico della frazione - revisione della zona censuaria catastale - riduzione dell'imposta sulla casa - nuovi investimenti nella frazione - spese pubbliche più attente alle esigenze dei cittadini - maggiore attenzione al paese e ai suoi abitanti (non solo in periodo elettorale) - fare in modo che Montesicuro venga considerata una frazione di serie A - Montesicuro deve ritornare ad essere Comune Risulta pertanto evidente come la necessità di interventi sul sistema dei servizi, pubblici e privati, sulle reti infrastrutturali e sul complesso delle aree verdi e degli spazi pubblici costituiscano le problematiche maggiormente sentite dai cittadini della frazione. Significativo anche che il 18% dei commenti riguarda una serie di proposte legate ad interventi di natura amministrativo-fiscale. pag. 20

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli

Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli Bisi & Merkus Studio Associato Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli Comune di castelnovo ne monti \ Progettista

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 La sicurezza nelle stazioni. L impegno di RFI nel consolidamento della rete territoriale. Roma 27 giugno 2006 Disagio sociale 1. L altro ed il diverso 2. Aree di disagio sociale

Dettagli

Comune di TORINO DI SANGRO (CH) INDICE GENERALE INDICE GENERALE...1 1.0 PREMESSA...3

Comune di TORINO DI SANGRO (CH) INDICE GENERALE INDICE GENERALE...1 1.0 PREMESSA...3 INDICE GENERALE INDICE GENERALE...1 1.0 PREMESSA...3 1.1 Il QUADRO NORMATIVO...5 1.2 COSA E UN PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE...8 2.0 LA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE DELLA DGR n 896 del 24/06/2003 Pubblicata sul Bur n 62 del 11/07/2003 2 OGGETTO: Legge n.447/1995 Legge quadro sull inquinamento acustico e legge regionale 14 novembre 2001, n.28 Norme per

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008 T itolo 1 Spese correnti 01 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo 01. 04 Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali 01. 01. 04. 01 Personale 01. 01. 04. 03 Prestazioni

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE PER LA BELLEZZA

PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE PER LA BELLEZZA PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE PER LA BELLEZZA Premessa La proposta di un Disegno di Legge che abbia al centro il tema della bellezza trova le sue motivazioni in almeno due obiettivi principali che si vogliono

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

RENDICONTO DI FINE MANDATO

RENDICONTO DI FINE MANDATO MAGGIO 2014 RENDICONTO DI FINE MANDATO ASSESSORATO LL.PP. E VIABILITA ANNO 2009 Sistemazione aiuola via Zanchi per messa in sicurezza fermata ATB Manutenzione straordinaria spalcatura barriera verde Impianti

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Legge regionale 10 luglio 2008, n. 12. Il Consiglio regionale ha approvato. LA PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA. la seguente legge:

Legge regionale 10 luglio 2008, n. 12. Il Consiglio regionale ha approvato. LA PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA. la seguente legge: Legge regionale 10 luglio 2008, n. 12 Norme per i centri storici. Il Consiglio regionale ha approvato. LA PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA la seguente legge: TITOLO I FINALITÀ E AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

LISTA PROGETT I- Fonte di finanziamento: REGIONE

LISTA PROGETT I- Fonte di finanziamento: REGIONE N. Denominazione Livello di Progett Gen Set Cat Importo in migliaia di euro 1. Pavimentazione ed arredo urbano vie, piazze, centro storico, via Bixio, Cancellieri, Dei Mille, Esecutiva 1 1 1 959 VIA CAVOUR

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

Comune di Ostellato Provincia di Ferrara. Regolamento per la protezione dall esposizione al rumore degli ambienti abitativi e dell ambiente esterno

Comune di Ostellato Provincia di Ferrara. Regolamento per la protezione dall esposizione al rumore degli ambienti abitativi e dell ambiente esterno Comune di Ostellato Provincia di Ferrara Regolamento per la protezione dall esposizione al rumore degli ambienti abitativi e dell ambiente esterno TITOLO I - GENERALITA...3 Art. 1 - Ambito di applicazione...3

Dettagli

FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010

FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010 FAQ SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE - L.R. 38/2006 - DGR 85-13268/2010 D: Quale normativa occorre applicare nel caso di attività di somministrazione di alimenti e bevande all interno di una palestra

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI Il presente documento contiene la classificazione dei servizi pubblici adottata per l iniziativa Mettiamoci la faccia. Si tratta di una classificazione e non di una

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni)

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) S. BARTOLOMEO SP- 06 Progetto Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) All interno del perimetro del PAC devono essere realizzati/ceduti i seguenti servizi: a) S5g - Servizi per la balneazione

Dettagli

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO A.Romano*, C. Gaslini*, L.Fiorentini, S.M. Scalpellini^, Comune di Rho # * T R R S.r.l.,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Andare a scuola da soli

Andare a scuola da soli Bollettino a cura del Progetto di Ricerca "La città dei bambini", Reparto di Psicopedagogia, Istituto Psicologia del CNR di Roma via U. Aldrovandi, 18-00197 Roma, Tel. 06 3221198, Fax 06 3217090, cittbamb@kant.irmkant.rm.cnr.it

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

CITTA DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine SETTORE TECNICO E GESTIONE DEL TERRITORIO Servizio Lavori Pubblici e Manutenzioni

CITTA DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine SETTORE TECNICO E GESTIONE DEL TERRITORIO Servizio Lavori Pubblici e Manutenzioni LAVORO N. 01 CODICE C.U.P. F46D14000080002 OGGETTO INTERVENTO LAVORI DI COMPLETAMENTO EX SCUOLA ELEMENTARE DI VIA ROMA AD USO EDIFICIO PER SERVIZI SOCIO-SANITARI TIPOLOGIA INTERVENTO 07 Manutenzione Straordinaria

Dettagli

HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga. Minta. A vizsgázó példánya (20 perc)

HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga. Minta. A vizsgázó példánya (20 perc) Bemelegítő beszélgetés 1. Vita HARMADIK MINTAFELADATSOR Emelt szintű szóbeli vizsga A vizsgázó példánya (20 perc) E migliore vivere in una casa con giardino in una zona verde che in un appartamento in

Dettagli