Ipotesi di implementazione. riskart Collateral Management (rcm) e. riskart Smart Tools (rst) Aggiornamento offerta

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ipotesi di implementazione. riskart Collateral Management (rcm) e. riskart Smart Tools (rst) Aggiornamento offerta"

Transcript

1 Ipotesi di implementazione riskart Collateral Management (rcm) e riskart Smart Tools (rst) Aggiornamento offerta Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 1 di 10

2 Sommario 1. Introduzione Ipotesi rcm Funzionalità attualmente supportate Funzionalità in fase di sviluppo Processo autorizzativo margin call Processo autorizzativo nuovo agreement Calcolo del margine iniziale Gestione collaterale verso entità multibranch Riconciliazione Ipotesi rst Funzionalità in fase di completamento Calcolo del margine iniziale da modello Modelli di calcolo costi in collateral selection Gestione dinamica del portafoglio in essere (Collateral Substitution) Ipotesi piattaforma integrata rcm + rst Reportistica Reports in corso di completamento Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 2 di 10

3 1. Introduzione Scopo del presente documento è la descrizione aggiornata di diverse ipotesi di implementazione della suite di applicazioni riskart in ambito gestione del collaterale. Le recenti evoluzioni normative, costituite principalmente dalle normative EMIR e Dodd-Frank, hanno orientato il mercato finanziario verso una maggiore standardizzazione dei contratti derivati rendendo obbligatorio il rapporto con le controparti centrali per una parte consistente degli strumenti scambiati, con conseguente collateralizzazione dei contratti e versamento del margine iniziale 1. Conseguenza di tale evoluzione sarà nei prossimi anni la progressiva riduzione dell ammontare del derivati OTC scambiati sui mercati mediante rapporti bilaterali e il progressivo ampliamento dei deals stipulati con le casse di compensazione. D altra parte le citate evoluzioni normative tendono sempre più a regolare anche i rapporti bilaterali in maniera analoga ai rapporti centralizzati, cioè mediante versamento del margine di variazione e in molti casi anche del margine iniziale. Il mutato quadro normativo e l aumento degli obblighi regolamentari impongono alle banche e alle istituzioni finanziarie di dotarsi di strumenti adeguati per la gestione ordinaria delle operazioni e dei flussi generati dal back e dal middle office. Emergono inoltre sempre maggiori esigenze di integrazioni informative, a cui i nuovi strumenti informatici devono fare fronte, tra il back/middle office e il front office/risk management al fine di incorporare, per esempio, nei modelli di pricing le informazioni relative al collaterale e il suo costo. La piattaforma riskart si è pertanto evoluta nell ottica di anticipare le citate evoluzioni normative mediante la funzionalità riskart Collateral Management (rcm) e riskart Smart Tools (rst). Sono di seguito specificate tre diverse ipotesi di implementazione dalle seguenti caratteristiche: 1. ipotesi riskart Collateral Management (rcm) Si tratta dell implementazione delle funzionalità di gestione amministrativa del collaterale oggi supportata da riskart (paragrafo 2). 2. proposta riskart Smart Tools (rst) Si tratta dell implementazione di tools avanzati per ottimizzare la gestione mediante strumenti di simulazione di scenari e calcolo dell allocazione ottima di collaterale (paragrafo 3). 3. proposta rcm e rst Si tratta dell implementazione in una piattaforma integrata delle funzionalità rcm e rst (paragrafo 4). 1 Ci si riferisce al margine iniziale come al collaterale scambiato all apertura della posizione con la controparte centrale (analogamente all Independent Amount del rapporto bilaterale) e al margine di variazione come al collaterale scambiato nel corso della vita della posizione per coprire il mark to market della stessa. Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 3 di 10

4 2. Ipotesi rcm L ipotesi in questione consiste nell adozione di rcm per la gestione del processo di collaterale sia per i deals già attualmente gestiti in riskart back office che per i deals attualmente gestiti in altri applicativi. Tale ipotesi non contempla l implementazione degli strumenti avanzati di ottimizzazione del collaterale denominati Smart Tools o rst ma è orientata alla ordinaria gestione anagrafica e ammistrativa del processo di collaterale con particolare riguardo alla fase della margin call. 2.1 Funzionalità attualmente supportate rcm gestisce l intero ciclo di vita del collaterale dal punto di vista del back office sia per i deals presenti in riskart back office sia per i deals gestiti in applicativi esterni. Le funzionalità ad oggi supportate in rcm sono le seguenti: Gestione delle anagrafiche o Dati anagrafici di base (contratti, controparti, strumenti) o Soglie (threshold, independent amount/margine iniziale, minimum transfer amount) o Valuation (call activity frequency, valuation frequency e notification) o Rounding methods Gestione dei collaterali eligibili per agreement o Titoli e cash o Valuation percentage Gestione interessi sul collaterale cash o Interest Frequency o Modalità di calcolo degli interessi (fisso o variabile) sul collaterale cash o Calcolo interessi dovuti dalle parti o Report interessi (dovuti, notificati) Acquisizione delle esposizioni da fonti esterne Riconciliazione transazioni Gestione della fase call activity: o Fasi Notify, Dispute, Calculation confirm, Instruct o Gestione regolamento e messaggistica (istruzioni di pagamento e altro) verso la controparte o Produzione lettere o Contabilizzazione movimenti Reportistica Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 4 di 10

5 2.2 Funzionalità in fase di sviluppo In seguito alle recenti evoluzioni normative cui si accennava sopra si è ritenuto di dover completare rcm con l aggiunta di alcune funzionalità, delineate di seguito, richieste dai processi che è necessario implementare Processo autorizzativo margin call E stata rilevata l esigenza di dotare il sistema di un processo autorizzativo con particolare riferimento alla gestione operativa della margin call. Il processo in fase di implementazione è strutturato nella maniera sotto riportata. 1. La call activity, consistente nei passi sotto elencati: - Notify (notifica alla controparte della margin call) - Dispute (avvio del processo di disputa con la controparte) - Calculation Confirm (conferma del dovuto con la controparte) - Instruct (istruzione di pagamento) - Status Back (per qualsiasi step possibilità di farne lo storno) viene ampliata mediante la creazione di una sezione di customizing in cui il cliente personalizza il processo soggetto ad autorizzazione (es. istruzione di pagamento per la margin call, attivata nella maschera Call Activity col bottone Instruct) con indicazione dell utente approvatore e dell utente approvato. 2. Al momento dell esecuzione dello step (es. Instruct) l azione rimane sospesa e lo stato diventa Pending (Approval). 3. L utente approvatore visualizza le fasi da approvare in un apposito report e mediante la ricezione di una . Il report consente di dare l approvazione a cui può seguire l invio di una all utente approvato. E possibile allegare un testo all azione di approvazione/non approvazione che permetta all utente approvatore di spiegare il perché della mancata approvazione. 4. In caso di mancata approvazione lo stato diventa Reject e l utente deve nuovamente eseguire la fase. 5. Si crea inoltre l anagrafica dei gruppi a cui ciascun utente approvatore/approvato appartiene. Il sistema controlla che gli utenti approvatore e approvato siano diversi e che appartengano a due gruppi diversi Processo autorizzativo nuovo agreement In rcm è attualmente in fase di sviluppo un processo di approvazione nella fase di inserimento di un nuovo agreement. Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 5 di 10

6 Si ritiene necessario dotare il sistema di tale processo autorizzativo al fine di una corretta gestione del processo di collaterale. La modalità di funzionamento del processo approvativo può essere suggerita dal cliente o sviluppata mediante richiesta di approvazione al salvataggio delle varie anagrafiche e alla modifiche delle stesse. Pertanto in fase di inserimento di un nuovo agreement è necessaria l approvazione al salvataggio delle seguenti sezioni anagrafiche: maschera principale dell agreeement, Valuation&Timing, Interest Management. Il processo approvativo si applica anche a modifiche successive al salvataggio dell agreement. Per un agreement inserito pertanto l utente è soggetto ad approvazione per la modifica di ciascun singolo campo Calcolo del margine iniziale Ad oggi la proposta IOSCO 2 prevede che il margine iniziale venga calcolato con modelli sviluppati internamente o mediante il modello semplificato come percentuale del nozionale. Si è ritenuto pertanto di optare per l adozione della modalità semplificata di calcolo del margine iniziale in ambito rcm e per la modalità da modello in ambito rst Gestione collaterale verso entità multibranch In rcm la gestione della margin call è funzione della controparte considerata come soggetto unico. E tuttavia possibile che il rapporto di gestione del collaterale avvenga verso più filiali o verso soggetti appartenenti allo gruppo. Pertanto si è decisa l estensione della funzionalità attuale mediante l implementazione della gerarchia delle controparti. La gerarchia delle controparti è un attributo anagrafico oltre che intervenire nella gestione della margin call Riconciliazione In aggiunta alle funzionalità sopra indicate occorre analizzare il processo di riconciliazione di cui il cliente necessita. riskart attualmente dispone di un motore aperto e customizzabile per la riconciliazione basato su flussi in formato XML. Si richiede quindi un analisi del processo di riconciliazione che è necessario implementare (tenendo conto che la normativa 575/2013 dell Unione Europea CRD IV richiede una riconciliazione precedente alla call activity) e una disanima del relativo gap funzionale, solitamente inevitabile nei processi di riconciliazione. Si consideri inoltre, in aggiunta alla normativa citata, i requisiti posti da ulteriori normative EMIR di riconciliazione delle posizioni anche successivamente alla call activity. riskart dispone inoltre del layer di trascodifica RIF (Riskart Integration Framework) per la trascodifica dei vari formati verso il formato XML. 2 ved. Margin requirements for non-centrally cleared derivatives, Basel Committeeon Banking Supervision & Board of the International Organization of Securities Commissions, Settembre Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 6 di 10

7 3. Ipotesi rst La proposta consiste nell ottimizzare la gestione del collaterale mediante l implementazione della suite rst. I tools si inseriscono in maniera flessibile nell architettura del cliente, il quale potrebbe anche non possedere un prodotto di gestione amministrativa del collaterale. E pertanto possibile adattare i tools ad una piattaforma esistente, oppure implementarli in modalità stand alone. rst consta attualmente dei seguenti due tools: Tool Collateral Scenario Il tool supporta le seguenti funzionalità: o Calcolo del margine iniziale dal modello (es. modelli delle casse o modello standardizzato ISDA). o Calcolo del margine di variazione secondo simulazioni Tool Collateral Selection Il tool consente di allocare il collaterale, mediante un modello di ottimizzazione, al fine di determinare il cheapest-to-deliver. Il tool produce in output una allocazione del collaterale tra le controparti in base ad un modello matematico sottostante che può essere affinato in maniera evolutiva seguendo eventuali specifiche del cliente. I dati in input sono i seguenti: o o o o Margin Call Margin Call (effettive) acquisite dal tool Scenario Margin Call acquisito da fonti esterne (attraverso file CSV) Anagrafica dei costi associati a ciascun eligible collateral Costi attribuiti come percentuale Costi attribuiti importo fisso Portafoglio di strumenti eligibili Haircut dei titoli Le seguenti anagrafiche sono comuni ad entrambi i tools: Agreements Controparti Paesi Divise Strumenti finanziari Collaterale in portafoglio Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 7 di 10

8 Per ciascuna anagrafica vengono archiviati i dati minimi necessari alle funzionalità di simulazione dei tools. E stata riscontrata presso i clienti la necessità di perfezionare le tecniche di simulazione attualmente implementate al fine di rendere il tool più aderente alle necessità operative delle banche. Sono quindi riportate nel successivo paragrafo le funzionalità da svilupare in questo ambito. 3.1 Funzionalità in fase di completamento A seguito delle rapide evoluzioni normative in ambito finanziario sono stati individuati degli aggiornamenti, già in fase avanzata di sviluppo, da apportare alle funzionalità esistenti. Di seguito sono indicati gli aggiornamenti in oggetto Calcolo del margine iniziale da modello E necessario lo sviluppo in ambito collateral Smart Tools di un motore di calcolo del margine iniziale, attualmente mancante. Considerando che il cliente avrà rapporti presumibilmente con n controparti, che possono essere sia controparti centrali che bilaterali, si ritiene utile implementare un motore adattabile a qualunque modello di calcolo del margine iniziale (modello multilaterale nel caso ISDA), una volta fornito il modello stesso. Si intende che nei rapporti centralizzati il motore ha una funzione di verifica del calcolo fatto dalla cassa e nei rapporti bilaterali il motore ha finalità sia di controllo che di calcolo. Occorre pertanto analizzare con il cliente i vari modelli di calcolo del margine in funzione del numero di controparti esistenti per poter procedere all implementazione degli stessi Modelli di calcolo costi in collateral selection E stata individuata quale debolezza del tool Collateral Selection la necessità di un modello di assegnazione del costo agli strumenti eligibili (al momento tale costo viene assegnato liberamente). Tale modello può essere sviluppato secondo le logiche di cui il cliente necessita. Si tratta presumibilmente di recuperare il funding cost fronteggiato dal cliente a livello di ogni strumento rilevante e di implementarlo all interno del modello. Il ranking del collaterale da consumare dovrebbe derivare automaticamente da tale valutazione di costo. Si ritiene utile la possibilità di customizzare i criteri costituenti i vincoli del modello. Precisamente dati n vincoli del modello l utente vuole disporre di una sezione in cui poter indicare quali vincoli il modello deve considerare per l elaborazione Gestione dinamica del portafoglio in essere (Collateral Substitution) La tendenza del mercato finanziario a fornire sempre più collaterale non-cash rende necessaria una funzionalità di collateral substitution al momento non prevista nel tool Collateral Selection. La funzionalità di collateral substitution deve consentire di testare, mediante un algoritmo, l ottimizzazione delle allocazioni di collaterale verso le controparti. Nel caso in cui il tool Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 8 di 10

9 restituisce una allocazione diversa da quella esistente si dispone il richiamo dei titoli già forniti e la loro sostituzione con i nuovi titoli. 4. Ipotesi piattaforma integrata rcm + rst La proposta in oggetto riguarda l implementazione di una piattaforma unica integrata che comprende sia le funzionalità rcm che rst. Tale soluzione è particolarmente indicata per le organizzazioni che non dispongono di alcuna piattaforma per la gestione del collaterale (o che intendono sostituire piattaforme esistenti) e che richiedono sia strumenti di gestione amministrativa del collaterale, sia strumenti di ottimizzazione dello stesso (simulazioni, calcolo del cheap-to-delivery, substitution). Le due componenti della suite (rcm e rst) rimangono tecnologicamente separate ma implementate in una infrastruttura unica che renda agevole la comunicazione informatica tra le componenti e le presenti all utente con lo stesso look and feel, cioè con lo stesso aspetto grafico e le stesse maschere di accesso. Dal punto di vista dell application management rimangono due componenti separate della medesima piattaforma tecnologica. Il perimetro più ampio possibile dell implementazione in oggetto consiste nell insieme delle funzionalità descritte ai paragrafi 2 e 3, rimanendo d altra parte sempre possibile una implementazione selettiva di tali funzionalità. Occorre pertanto definire con il potenziale cliente il modello di gestione del collaterale che si intende implementare. 5. Reportistica Le necessità di reportistica sono attualmente coperte dal software open source Jasper Report integrato in maniera invisibile all utente. Il tool consente di creare reports leggendo sia i dati di rcm che rst. L implementazione minima standard di rcm prevede attualmente la consegna di un numero di reports atti a soddisfare le esigenze minime di reportistica. Di seguito i reports forniti al momento: Counterparty Collateral Position Situazione collaterale scambiato alla data verso la controparte. Counterparty Exposure Esposizione verso la singola controparte. Counterparty Interest Payment Situazione interessi attivi e passivi, per periodo, maturati verso la controparte. Currency Exposure Esposizione per divisa, alla data, verso le diverse controparti. Currency Agreement Exposure Esposizione per agreement e per divisa verso le diverse controparti. Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 9 di 10

10 In fase progettuale occorre analizzare eventuali gap esistenti tra le esigenze di reportistica del cliente e i report forniti dallo standard, al fine di definire e implementare i reports richiesti. 5.1 Reports in corso di completamento Si è ritenuto necessario ampliare il novero dei reports forniti dalla attuale consegna standard di rcm mediante l aggiunta dei seguenti report, attualmente in fase di preparazione: Report margin call e chiamate da fare Il report espone i dati della funzionalità di margin call estraendo in particolare le margin call da fare e tutte le attività di richiesta e sollecito alle controparte. Report movimenti collateral del giorno Il report espone la movimentazione del collaterale alla data di interrogazione dei movimenti. Report call fatte ma di cui non si è avuta risposta Il report espone le chiamate aperte ma per le quali la controparte non ha ancora fornito il collaterale richiesto. Dispute del giorno Il report espone le chiamate per le quali esiste uno stato di disputa. Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 10 di 10

La Società S.R. Infotech s.r.l., nasce nell aprile del 2004 dalla. scissione di una precedente società operante nel settore finanziario dal 1995.

La Società S.R. Infotech s.r.l., nasce nell aprile del 2004 dalla. scissione di una precedente società operante nel settore finanziario dal 1995. Il gruppo La Società S.R. Infotech s.r.l., nasce nell aprile del 2004 dalla scissione di una precedente società operante nel settore finanziario dal 1995. Attualmente conta di 2 soci e di una rete di professionisti

Dettagli

DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options)

DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options) DIAMANTE software per la gestione dei prodotti derivati (Futures & Options). Brochure Info DerIvAties MANagement suite Gestione Prodotti Derivati (Futures e Options) Premessa In risposta all evoluzione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

SOFTWARE A SUPPORTO DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DELLO SPORTELLO UNICO SPECIFICA DEI REQUISITI UTENTE

SOFTWARE A SUPPORTO DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DELLO SPORTELLO UNICO SPECIFICA DEI REQUISITI UTENTE Pag. 1 di 16 SOFTWARE A SUPPORTO DELLA (VERS. 3.1) Specifica dei Requisiti Utente Funzionalità di associazione di più Richiedenti ad un procedimento Codice Identificativo VERIFICHE ED APPROVAZIONI CONTROLLO

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

FORTINVESTIMENTI SIM S.P.A. BASILEA 2 III PILASTRO - INFORMATIVA AL PUBBLICO. In ottemperanza al Regolamento Banca d Italia del 24 ottobre 2007

FORTINVESTIMENTI SIM S.P.A. BASILEA 2 III PILASTRO - INFORMATIVA AL PUBBLICO. In ottemperanza al Regolamento Banca d Italia del 24 ottobre 2007 FORTINVESTIMENTI SIM S.P.A. BASILEA 2 III PILASTRO - INFORMATIVA AL PUBBLICO In ottemperanza al Regolamento Banca d Italia del 24 ottobre 2007 Al 31 dicembre 2008 INTRODUZIONE 3 TAVOLA 1 - REQUISITO INFORMATIVO

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM

DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM Definio Reply è una piattaforma tecnologica in grado di indirizzare le esigenze di gestione, analisi e reporting su portafogli di strumenti finanziari (gestiti, amministrati,

Dettagli

TESORERIA D IMPRESA ON LINE LA SOLUZIONE WEB PER LA GESTIONE FINANZIARIA

TESORERIA D IMPRESA ON LINE LA SOLUZIONE WEB PER LA GESTIONE FINANZIARIA TESORERIA D IMPRESA ON LINE LA SOLUZIONE WEB PER LA GESTIONE FINANZIARIA TESORERIA D IMPRESA ON LINE UNA SOLUZIONE INNOVATIVA E COMPLETA Tesoreria on line è l ambiente di lavoro che permette di convogliare

Dettagli

MODULO PER LA GESTIONE DEI RESI

MODULO PER LA GESTIONE DEI RESI MODULO PER LA GESTIONE DEI RESI Clienti, prodotti, categorie merceologiche e stabilimenti di produzione. Difetti, tipologia difetti, test ed esiti finali di verifica. Raggruppamento dei test loro in schede

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

checkonly4you - Progetto D.Lgs. 231/2007 per SIM di Consulenza

checkonly4you - Progetto D.Lgs. 231/2007 per SIM di Consulenza L imminente applicazione del provvedimento definitivo recante disposizioni attuative per la tenuta dell Archivio Unico Informatico, conseguente all adozione del Decreto Legislativo n. 231 del 21 novembre

Dettagli

4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT

4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT 4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT La suite di prodotti 4 Trade & Finance I-Efficient copre tutta l operatività relativa all importazione ed all esportazione di merci ed alle relative forme di pagamenti. I-Efficient

Dettagli

M46 GDS documentazione Verticale R0

M46 GDS documentazione Verticale R0 1. Introduzione 2. Soluzione proposta 1. Inserimento e/o modifica dei contratti 2. Inserimento e/o modifica dati anagrafici degli articoli 3. Avanzamento flusso documentale ordine di acquisto 3. Personalizzazione

Dettagli

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING Allegato B DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING 1. INTRODUZIONE Il presente allegato ha lo scopo di descrivere gli aspetti del collegamento telematico tra Istituto Cassiere ed Automobile

Dettagli

SUITE PER LA GESTIONE DEI RAPPORTI INTERBANCARI ITALIA ED ESTERO. RESIBAN spa - Strada Schiocchi 42 - MODENA 1

SUITE PER LA GESTIONE DEI RAPPORTI INTERBANCARI ITALIA ED ESTERO. RESIBAN spa - Strada Schiocchi 42 - MODENA 1 SUITE PER LA GESTIONE DEI RAPPORTI INTERBANCARI ITALIA ED ESTERO RESIBAN spa - Strada Schiocchi 42 - MODENA 1 INTRODUZIONE La suite di prodotti per la gestione dei Rapporti Interbancari di RESIBAN risponde

Dettagli

Credito al consumo: come cambia l offerta commerciale delle banche? ABI Roma 23/06/09 Gianpiero Martin

Credito al consumo: come cambia l offerta commerciale delle banche? ABI Roma 23/06/09 Gianpiero Martin Credito al consumo: come cambia l offerta commerciale delle banche? ABI Roma 23/06/09 Gianpiero Martin Principi della nuova Direttiva Europea 1) Creare un unico mercato del credito : applicazione delle

Dettagli

I REQUISITI PROGETTUALI di CMDBuild

I REQUISITI PROGETTUALI di CMDBuild ITIL at Work L AMBIENTE OPEN SOURCE A SUPPORTO DELLE BEST PRACTICE DI ITIL I REQUISITI PROGETTUALI di CMDBuild Giampaolo Rizzi Cogitek s.r.l. MILANO, 18 aprile 2008 18/04/2008 1 Requisiti funzionali del

Dettagli

- C vantaggi competitivi Risparmio dei costi di gestione Ottimizzazione Più risorse validata

- C vantaggi competitivi Risparmio dei costi di gestione Ottimizzazione Più risorse validata - Concerto è un Gestionale nato e sviluppato in stretta collaborazione con una azienda dolciaria toscana. L osservazione costante di tutti i suoi processi produttivi, l affiancamento con le risorse umane

Dettagli

Estratto dell Informativa sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini.

Estratto dell Informativa sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini. Estratto dell Informativa sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini. 1. Introduzione - La Direttiva 2004/39/CE (MIFID) e le relative misure di attuazione emanate dalla Commissione europea

Dettagli

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014

La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience. ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 La centralità del Pricing per una gestione evoluta della Customer Experience ABI Dimensione Cliente 2014 Roma, 8 Aprile 2014 Agenda Il contesto di mercato La centralità del Pricing Come sfruttare le potenzialità

Dettagli

Pannelli per Gestione Avanzata Ordini

Pannelli per Gestione Avanzata Ordini Linea Verticali Pannelli per Gestione Avanzata Ordini pag.1 Software personalizzato Linea Verticali Pannelli per Gestione Avanzata Ordini Linea Verticali Pannelli per Gestione Avanzata Ordini pag.2 Gestione

Dettagli

Richiesta online ANTICIPAZIONI Procedura di prenotazione e validazione delle richieste di anticipazione via WEB. User guide Versione 2010.

Richiesta online ANTICIPAZIONI Procedura di prenotazione e validazione delle richieste di anticipazione via WEB. User guide Versione 2010. Richiesta online ANTICIPAZIONI Procedura di prenotazione e validazione delle richieste di anticipazione via WEB User guide Versione 2010.02 1 Premessa Si illustrano di seguito le funzionalità dell applicativo

Dettagli

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Caso di successo Microsoft Integration SACE BT SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Informazioni generali Settore Istituzioni finanziarie Il Cliente Il Gruppo

Dettagli

LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO

LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO LA SUITE ARCHIMEDE PER LA GESTIONE E L IMPIEGO DEL PERSONALE IN TURNAZIONE Di cosa si tratta? La Suite Archimede è uno strumento scalabile, pratico ed efficiente, per la pianificazione e la gestione strategica

Dettagli

GOW GESTIONE ORDINI WEB

GOW GESTIONE ORDINI WEB OW GOW GESTIONE ORDINI WEB OWUn'azienda moderna necessita di strumenti informatici efficienti ed efficaci, in GESTIONE CLIENTI, ORDINI E STATISTICHE TRAMITE BROWSER WEB grado di fornire architetture informative

Dettagli

Punto 4.d all ordine del giorno del IV Comitato di Sorveglianza

Punto 4.d all ordine del giorno del IV Comitato di Sorveglianza UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Informativa SIURP - Sistema Informativo Unitario Regionale per la Programmazione e Attuazione degli Investimenti Pubblici Punto 4.d all ordine del giorno

Dettagli

Allegato 4 Manuale di Progetto

Allegato 4 Manuale di Progetto Telematica per la gestione integrata delle chiamate di emergenza Progetto Pilota Elemento di rilascio D1.1 Allegato 4 Manuale di Progetto Confidenzialità : Interna Partecipanti : TTS-Italia Autori : O.

Dettagli

Settembre 2015. MiFID II. I servizi di comunicazione dati: APA, ARM e CTP

Settembre 2015. MiFID II. I servizi di comunicazione dati: APA, ARM e CTP Settembre 2015 MiFID II. I servizi di comunicazione dati: APA, ARM e CTP Francesca Scacchi e Giuseppe Zaghini, Vigilanza su mercati e Servizi di Investimento, Federcasse La Direttiva 2014/65/UE (di seguito

Dettagli

Sistema Banca dati e Repertorio dei dispositivi medici Notifiche multiple di DM simili

Sistema Banca dati e Repertorio dei dispositivi medici Notifiche multiple di DM simili Sistema Banca dati e Repertorio dei dispositivi medici Notifiche multiple di DM simili Questa presentazione intende illustrare brevemente la nuova funzionalità (Notifiche multiple di DM simili) predisposta

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLA PIATTAFORMA CLEXi

AGGIORNAMENTO DELLA PIATTAFORMA CLEXi AGGIORNAMENTO DELLA PIATTAFORMA CLEXi Aggiornamento del 1.12.2015, versione 1.9.1 Sommario In breve, cosa cambia...2 L aggiornamento per gli account CLEXi già attivi...2 L aggiornamento per chi attiva

Dettagli

DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT

DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT DEFINIO REPLY WEALTH MANAGEMENT Definio Reply dà una risposta concreta ed efficiente alle richieste sempre più pressanti provenienti dal mercato del risparmio gestito, in termini di strumenti di analisi

Dettagli

Software per la Gestione Integrata degli Uffici Legali

Software per la Gestione Integrata degli Uffici Legali Software per la Gestione Integrata degli Uffici Legali Premessa EQUALex, software per la Gestione Integrata di Uffici Legali nasce dall'incontro tra un'importante Compagnia Assicurativa internazionale

Dettagli

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Laura Castellani

Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile di P.O. delegato: Laura Castellani REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO AREA DI COORDINAMENTO RETI DI GOVERNANCE DEL SISTEMA REGIONALE E INGEGNERIA DEI SISTEMI INFORMATIVI E DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Indice 1 - INTRODUZIONE... 3 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...3 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...3 1.3 - RIFERIMENTI...3 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...3 2 - PREMESSA... 4 3 -

Dettagli

CC&G e T2S. Modalità di adeguamento alla nuova piattaforma europea di settlement

CC&G e T2S. Modalità di adeguamento alla nuova piattaforma europea di settlement CC&G e T2S Modalità di adeguamento alla nuova piattaforma europea di settlement Page 1 Target 2 Securities GAP analysis operativa GAP analysis messaggistica Page 2 T2S La piattaforma Target2-Securities

Dettagli

Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it. pag. 1 di 5

Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it. pag. 1 di 5 Software a cura della FinWin S.r.l. www.finwin.it pag. 1 di 5 INDICE Introduzione Pag. 3 Erogazioni proprie Pag. 4 Erogazioni plafonate Pag. 4 Vantaggi Pag. 5 pag. 2 di 5 1. INTRODUZIONE La Suite FinWin

Dettagli

RiscoComuni 3T. (Time To Tares) Postetributi. Caratteristiche del servizio 17/04/2013

RiscoComuni 3T. (Time To Tares) Postetributi. Caratteristiche del servizio 17/04/2013 RiscoComuni 3T (Time To Tares) Caratteristiche del servizio 17/04/2013 Postetributi Contesto di riferimento La normativa 2 Con l art. 10 comma 2 del Decreto Legge n 35 del 8/4/2013, il Consiglio dei Ministri,

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Il modello di analisi dei mercati GME. Ottobre 2012

Il modello di analisi dei mercati GME. Ottobre 2012 Il modello di analisi dei mercati GME Ottobre 2012 AGENDA La sinergia fra REF-E e MBI L approccio del modello emi 2 Le caratteristiche di emi 2 Esempi di utilizzo di emi 2 Sviluppi e servizi 2 AGENDA La

Dettagli

REGOLAMENTO aprile 2014 1

REGOLAMENTO aprile 2014 1 REGOLAMENTO 1 Sommario 1. Strumenti negoziabili... 3 2. Struttura del Sistema... 3 3. Unità Operative e personale addetto... 3 4. Criteri di formazione dei prezzi... 4 5. Regime di trasparenza pre-negoziazione...

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

Corso di Formazione. Aggiornamenti Normativi Antiriciclaggio e Adeguata Verifica. Padova, 04 Novembre 2014. L informatica per i Confidi

Corso di Formazione. Aggiornamenti Normativi Antiriciclaggio e Adeguata Verifica. Padova, 04 Novembre 2014. L informatica per i Confidi Corso di Formazione Aggiornamenti Normativi Antiriciclaggio e Adeguata Verifica Padova, 04 Novembre 2014 Ore 09.30 11.00 Antiriciclaggio Antiterrorismo Monitoraggio fiscale Privacy La normativa primaria,

Dettagli

La velocità di un applicazione nativa unita alla condivisione dei dati in tempo reale via web

La velocità di un applicazione nativa unita alla condivisione dei dati in tempo reale via web BusinessLab easy management solution Non si contano più gli applicativi gestionali in commercio. L esperienza mostra, però, come nessun gestionale soddisfi perfettamente le esigenze dell azienda che lo

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA CON IBM Security Identity Governance

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA CON IBM Security Identity Governance LA GESTIONE DELLA SICUREZZA CON IBM Security Identity Governance IDENTITY & ACCESS MANAGEMENT L approccio Engineering ai progetti Fa parte del contesto più ampio delle tematiche legate alla sicurezza (secure

Dettagli

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni A.A. 2008-2009 20 maggio 2009 Agenda I contratti Swap Definizione Gli Interest Rate Swap Il mercato degli Swap Convenienza economica e finalità Le opzioni

Dettagli

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Mystic Pizza Gestione Pizzeria Scheda di Progetto Version 1.0 Data 19/03/2007 Indice degli argomenti 1. Introduzione 3 a. Scenario

Dettagli

ILMS. Integrated Learning Management System

ILMS. Integrated Learning Management System ILMS Integrated Learning Management System ILMS ILMS è una piattaforma applicativa web che integra tutte funzionalità, gli strumenti e i controlli necessari alla gestione di tutti i processi legati alla

Dettagli

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza.

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Conservazione Sostitutiva Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Paperless office Recenti ricerche hanno stimato che ogni euro investito nella migrazione di sistemi tradizionali verso tecnologie

Dettagli

Presentazione e dimostrazione di utilizzo

Presentazione e dimostrazione di utilizzo L AMBIENTE OPEN SOURCE A SUPPORTO DELLE BEST PRACTICE DI ITIL un progetto open source per la gestione dei processi ICT Presentazione e dimostrazione di utilizzo Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.it MILANO,

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione Il è finalizzato a elevare il livello di competenza nell utilizzo del computer, del pacchetto Office e delle principali funzionalità di Internet. Il percorso formativo si struttura in 7 moduli Concetti

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICATION FRAMEWORK Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework

Dettagli

RISOLUZIONE N. 58/E. OGGETTO: Operazioni di asset swap su Obbligazioni Generali 6,5% 2010. Interpello art. 11 legge 27-7-2000, n. 212 XY S.p.A.

RISOLUZIONE N. 58/E. OGGETTO: Operazioni di asset swap su Obbligazioni Generali 6,5% 2010. Interpello art. 11 legge 27-7-2000, n. 212 XY S.p.A. RISOLUZIONE N. 58/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 06 marzo 2003 OGGETTO: Operazioni di asset swap su Obbligazioni Generali 6,5% 2010. Interpello art. 11 legge 27-7-2000, n. 212 XY S.p.A.

Dettagli

TOOL PSCL FUNZIONALITÀ E PROCEDURE DI UTILIZZO

TOOL PSCL FUNZIONALITÀ E PROCEDURE DI UTILIZZO TOOL PSCL FUNZIONALITÀ E PROCEDURE DI UTILIZZO 2014 INDICE 1. FINALITÀ DEL TOOL PSCL 3 2. UTILIZZATORI DEL TOOL PSCL. 5 3. PROCEDURA STANDARD DI UTILIZZO DEL TOOL PSCL..7 4. MODALITÀ OPERATIVE DI UTILIZZO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Individuazione degli elementi informativi e definizione delle modalità tecniche e dei termini relativi alla trasmissione degli elenchi di cui all articolo 37, commi 8 e 9, del decreto legge 4 luglio 2006,

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

La soluzione che pianifica, gestisce e rendiconta in tempo reale la nostra attività di servizio

La soluzione che pianifica, gestisce e rendiconta in tempo reale la nostra attività di servizio Picture Credit SAP. Used with permission. La soluzione che pianifica, gestisce e rendiconta in tempo reale la nostra attività di servizio Partner Nome dell azienda CISA Service Srl Settore Vendita installazione

Dettagli

Innovare. i vostri bisogni. la soluzione. i vantaggi

Innovare. i vostri bisogni. la soluzione. i vantaggi IERI OGGI Innovare il processo di reclutamento e selezione del personale i vostri bisogni ---> gestire in autonomia il processo di reclutamento del personale ---> creare e gestire un area Lavora con noi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM

La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM Agenda 1. Dematerializzazione dei flussi amministrativi 2. Gli elementi

Dettagli

COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO

COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO Energia Elettrica Traffico Telefonico Carburanti Gas COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO COME NASCE ELETTRAWEB è un programma interamente progettato e implementato da Uno Informatica in grado di acquisire

Dettagli

Semplificare e centralizzare la gestione delle informazioni e dei documenti

Semplificare e centralizzare la gestione delle informazioni e dei documenti Semplificare e centralizzare la gestione delle informazioni e dei documenti ActiveInfo è un evoluto sistema di Enterprise Content Management specializzato nella gestione delle informazioni disperse negli

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM PER FONDACO SGR

DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM PER FONDACO SGR DEFINIO REPLY FINANCIAL PLATFORM PER FONDACO SGR Definio Reply è la piattaforma che Fondaco SGR utilizza per la raccolta, il calcolo e la verifica di dati e misure finanziarie sui fondi gestiti e sui mandati

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD...1 MODALITA DI AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 09_2013 DI LINEA AZIENDA...2 COLLEGAMENTO AL CONTENITORE UNICO PER LA GESTIONE

Dettagli

P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree

P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree DOKMAWEB P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree BBL Technology Srl Via Bruno Buozzi 8 Lissone (MI) Tel 039 2454013 Fax 039 2451959 www.bbl.it www.dokmaweb.it BBL Technology srl (WWW.BBL.IT)

Dettagli

SiStema dam e Stampa. automatizzata

SiStema dam e Stampa. automatizzata 0100101010010 0100101010 010101111101010101010010 1001010101010100100001010 111010 01001010100 10101 111101010101010010100101 0 1 0 1 0 1 0 1 0 0 1 0 0 0 0 1 0 1 0 1 1 1 0 1 0 010010101001010 1111101010101

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE Clausola tipo 1 Definizioni L Assistenza telefonica e/o online ha ad oggetto un servizio di call center di helpline via telefonica e/o telematica (via email o web

Dettagli

Premessa Uso dello strumento

Premessa Uso dello strumento Manuale d uso Sommario Premessa Introduzione Nota Metodologica Uso dello strumento Anagrafica Home screen Tool Bar (funzionalità) Progetti Personalizzati Protezione Previdenza Investimento garantito Investimento

Dettagli

GOW GESTIONE ORDINI WEB

GOW GESTIONE ORDINI WEB OW GOW GESTIONE ORDINI WEB NOTE CARATTERISTICHE GESTIONE ORDINI WEB è un applicazione specificatamente progettata per soddisfare le esigenze di chi vuol realizzare una soluzione per il commercio elettronico

Dettagli

LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE

LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE LA SOLUZIONE SME.UP PER LE AZIENDE METALLURGICHE E SIDERURGICHE SCEGLIERE PER COMPETERE : Soluzione Sme.UP per i processi metallurgici e siderurgici La logica Bringing Light per il governo dell azienda

Dettagli

SpeedUp. «Un approccio integrato alla gestione del credito» dicembre 2013. M&GF Project S.r.l Via Magellano,6 20049 Concorezzo (MI)

SpeedUp. «Un approccio integrato alla gestione del credito» dicembre 2013. M&GF Project S.r.l Via Magellano,6 20049 Concorezzo (MI) SpeedUp «Un approccio integrato alla gestione del credito» M&GF Project S.r.l Via Magellano,6 20049 Concorezzo (MI) Tel: 039 6886163 Fax: 039 6886021 www.mgfproject.com info@mgfproject.com dicembre 2013

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

Galileo Factory Control

Galileo Factory Control Galileo Factory Control SOMMARIO PRESENTAZIONE... 2 MODULI... 3 GESTIONE RISORSE... 3 DIALOGO OPERATORE... 3 CONFIGURAZIONE E MANUTENZIONE... 4 MONITORAGGIO E ANALISI DEI CONSUNTIVI... 5 MODULO COLLEGAMENTO

Dettagli

Archiviazione Documentale

Archiviazione Documentale Archiviazione Documentale Il Progetto OPEN SOURCE tutto Italiano per la Gestione Elettronica della documentazione, firma digitale, conservazione sostitutiva, fatturazione elettronica e protocollo informatico.

Dettagli

Gestione dei rifiuti

Gestione dei rifiuti IL SOFTWARE PER LA SICUREZZA E L AMBIENTE STRUMENTO Gestione dei rifiuti Gestione dei rifiuti La finalità dello strumento Rifiuti di Risolvo è una rapida registrazione delle operazioni di carico e scarico,

Dettagli

Caratteristiche Software Gestionale

Caratteristiche Software Gestionale Analisi, progettazione e sviluppo di Applicazioni Gestionali personalizzate per qualsiasi esigenza aziendale. Ottimizzazione dei processi produttivi e amministrativi. Analisi e statistiche. Consulenza

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000)

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Ricerca veloce degli atti, archiviazione, fascicolazione ed inventario semplice e funzionale Collegamento tra protocolli tramite la gestione dei fascicoli e visualizzazione

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

INDICE del documento. Contact Center

INDICE del documento. Contact Center INDICE del documento 1 Descrizione del servizio di... 2 1.1 Obiettivi del... 2 1.2 Servizi del in Fase Transitoria... 2 1.3 Supporti informativi per il... 3 2 Modello Organizzativo del servizio di... 4

Dettagli

Il Gruppo di lavoro ha articolato l operazione in fasi:

Il Gruppo di lavoro ha articolato l operazione in fasi: La Camera dei deputati è stata tra le prime istituzioni italiane a realizzare, nella seconda metà degli anni novanta, una versione del proprio sito che, riferita ai tempi, poteva definirsi accessibile.

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE

ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE INDICE Direttore di Filiale... 3 Modulo Famiglie... 4 Coordinatore Famiglie... 4 Assistente alla Clientela... 5 Gestore Famiglie... 6 Ausiliario... 7 Modulo Personal

Dettagli

Addition, tutto in un unica soluzione

Addition, tutto in un unica soluzione Addition, tutto in un unica soluzione Addition è un applicativo Web progettato e costruito per adattarsi alle esigenze delle imprese. Non prevede un organizzazione in moduli, mette a disposizione delle

Dettagli

C è aria di cambiamento nel mondo dell assistenza sanitaria integrativa!

C è aria di cambiamento nel mondo dell assistenza sanitaria integrativa! C è aria di cambiamento nel mondo dell assistenza sanitaria integrativa! EC CONSULTING Via A. Grandi, 21 20090 Vimodrone (MI) TEL.: 02.27408094 FAX: 02.27409150 e-mail info@ecconsulting.it web www.ecconsulting.it

Dettagli

Pag. 1 /9 MANUALE SISTEMA DI GESTIONE. Sezione 6 Gestione delle risorse Ed.0 Rev.0 del 13/12/14 Red. RSG App. DS

Pag. 1 /9 MANUALE SISTEMA DI GESTIONE. Sezione 6 Gestione delle risorse Ed.0 Rev.0 del 13/12/14 Red. RSG App. DS Pag. 1 /9 6. Gestione delle risorse 6.1 Messa a disposizione delle risorse L Istituto rende disponibili le risorse necessarie, per attuare e tenere aggiornato il SG ed i processi che ne fanno parte compatibilmente

Dettagli

idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE

idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE NOTE CARATTERISTICHE Il modulo idw Amministrazione Finanza e Controllo si occupa di effettuare analisi sugli andamenti dell azienda. In questo caso sono reperite informazioni

Dettagli

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI (ERP) Le soluzioni Axioma per l'industria Le soluzioni di Axioma per l'industria rispondono alle esigenze di tutte le aree funzionali dell azienda industriale.

Dettagli

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5 Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

Controllo Insoluto Controllo fido e impegno finanziario Importazione dei cambi aggiornati dal sito ufficiale della Banca Centrale Europea (BCE)

Controllo Insoluto Controllo fido e impegno finanziario Importazione dei cambi aggiornati dal sito ufficiale della Banca Centrale Europea (BCE) Contenuti dell add on di INTECNA che è parte integrante del Verticale B1 INTECNA. Stampa dei principali documenti commerciali di B1 in formato Crystal Report. L add on, oltre ai layout rivisti e testati,

Dettagli

Amministrazione Patrimonio Fondi

Amministrazione Patrimonio Fondi Amministrazione Patrimonio Fondi Un esperienza progettuale italiana in ottica europea Funds management back office. An Italian approach in the European context Salvatore Casolaro, Responsabile Sistemi

Dettagli

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da PROCEDURA PR.07/03 Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE NUMERO REVISIONE DATA Emesso da DT Fabio 0 15/07/03 Matteucci 1 22/12/03 Fabio Matteucci 2 Verificato da Rappresentante della Direzione

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD... 1 MODALITA DI AGGIORNAMENTO... 2 AVVERTENZE... 2 Adeguamento archivi... 2 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 01_2015 DI LINEA AZIENDA... 2 Archiviazione fattura

Dettagli

Allegati al documento: Politiche per la Gestione della Liquidità e Contingency Funding Plan (CFP)

Allegati al documento: Politiche per la Gestione della Liquidità e Contingency Funding Plan (CFP) Versione 2 Allegati al documento: Politiche per la Gestione della Liquidità e Contingency Funding Plan (CFP) Banca di Credito Cooperativo dei Comuni Cilentani Approvate con delibera del C.d.A. del 21 aprile

Dettagli

IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA

IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA GIUGNO 2014 IfinConsulting News - FOCUS FATTURA ELETTRONICA Stop alle fatture su carta! A decorrere dal 6 giugno scatta l obbligo per i fornitori della PA Centrale di fatturare con modalità elettroniche.

Dettagli