Ipotesi di implementazione. riskart Collateral Management (rcm) e. riskart Smart Tools (rst) Aggiornamento offerta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ipotesi di implementazione. riskart Collateral Management (rcm) e. riskart Smart Tools (rst) Aggiornamento offerta"

Transcript

1 Ipotesi di implementazione riskart Collateral Management (rcm) e riskart Smart Tools (rst) Aggiornamento offerta Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 1 di 10

2 Sommario 1. Introduzione Ipotesi rcm Funzionalità attualmente supportate Funzionalità in fase di sviluppo Processo autorizzativo margin call Processo autorizzativo nuovo agreement Calcolo del margine iniziale Gestione collaterale verso entità multibranch Riconciliazione Ipotesi rst Funzionalità in fase di completamento Calcolo del margine iniziale da modello Modelli di calcolo costi in collateral selection Gestione dinamica del portafoglio in essere (Collateral Substitution) Ipotesi piattaforma integrata rcm + rst Reportistica Reports in corso di completamento Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 2 di 10

3 1. Introduzione Scopo del presente documento è la descrizione aggiornata di diverse ipotesi di implementazione della suite di applicazioni riskart in ambito gestione del collaterale. Le recenti evoluzioni normative, costituite principalmente dalle normative EMIR e Dodd-Frank, hanno orientato il mercato finanziario verso una maggiore standardizzazione dei contratti derivati rendendo obbligatorio il rapporto con le controparti centrali per una parte consistente degli strumenti scambiati, con conseguente collateralizzazione dei contratti e versamento del margine iniziale 1. Conseguenza di tale evoluzione sarà nei prossimi anni la progressiva riduzione dell ammontare del derivati OTC scambiati sui mercati mediante rapporti bilaterali e il progressivo ampliamento dei deals stipulati con le casse di compensazione. D altra parte le citate evoluzioni normative tendono sempre più a regolare anche i rapporti bilaterali in maniera analoga ai rapporti centralizzati, cioè mediante versamento del margine di variazione e in molti casi anche del margine iniziale. Il mutato quadro normativo e l aumento degli obblighi regolamentari impongono alle banche e alle istituzioni finanziarie di dotarsi di strumenti adeguati per la gestione ordinaria delle operazioni e dei flussi generati dal back e dal middle office. Emergono inoltre sempre maggiori esigenze di integrazioni informative, a cui i nuovi strumenti informatici devono fare fronte, tra il back/middle office e il front office/risk management al fine di incorporare, per esempio, nei modelli di pricing le informazioni relative al collaterale e il suo costo. La piattaforma riskart si è pertanto evoluta nell ottica di anticipare le citate evoluzioni normative mediante la funzionalità riskart Collateral Management (rcm) e riskart Smart Tools (rst). Sono di seguito specificate tre diverse ipotesi di implementazione dalle seguenti caratteristiche: 1. ipotesi riskart Collateral Management (rcm) Si tratta dell implementazione delle funzionalità di gestione amministrativa del collaterale oggi supportata da riskart (paragrafo 2). 2. proposta riskart Smart Tools (rst) Si tratta dell implementazione di tools avanzati per ottimizzare la gestione mediante strumenti di simulazione di scenari e calcolo dell allocazione ottima di collaterale (paragrafo 3). 3. proposta rcm e rst Si tratta dell implementazione in una piattaforma integrata delle funzionalità rcm e rst (paragrafo 4). 1 Ci si riferisce al margine iniziale come al collaterale scambiato all apertura della posizione con la controparte centrale (analogamente all Independent Amount del rapporto bilaterale) e al margine di variazione come al collaterale scambiato nel corso della vita della posizione per coprire il mark to market della stessa. Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 3 di 10

4 2. Ipotesi rcm L ipotesi in questione consiste nell adozione di rcm per la gestione del processo di collaterale sia per i deals già attualmente gestiti in riskart back office che per i deals attualmente gestiti in altri applicativi. Tale ipotesi non contempla l implementazione degli strumenti avanzati di ottimizzazione del collaterale denominati Smart Tools o rst ma è orientata alla ordinaria gestione anagrafica e ammistrativa del processo di collaterale con particolare riguardo alla fase della margin call. 2.1 Funzionalità attualmente supportate rcm gestisce l intero ciclo di vita del collaterale dal punto di vista del back office sia per i deals presenti in riskart back office sia per i deals gestiti in applicativi esterni. Le funzionalità ad oggi supportate in rcm sono le seguenti: Gestione delle anagrafiche o Dati anagrafici di base (contratti, controparti, strumenti) o Soglie (threshold, independent amount/margine iniziale, minimum transfer amount) o Valuation (call activity frequency, valuation frequency e notification) o Rounding methods Gestione dei collaterali eligibili per agreement o Titoli e cash o Valuation percentage Gestione interessi sul collaterale cash o Interest Frequency o Modalità di calcolo degli interessi (fisso o variabile) sul collaterale cash o Calcolo interessi dovuti dalle parti o Report interessi (dovuti, notificati) Acquisizione delle esposizioni da fonti esterne Riconciliazione transazioni Gestione della fase call activity: o Fasi Notify, Dispute, Calculation confirm, Instruct o Gestione regolamento e messaggistica (istruzioni di pagamento e altro) verso la controparte o Produzione lettere o Contabilizzazione movimenti Reportistica Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 4 di 10

5 2.2 Funzionalità in fase di sviluppo In seguito alle recenti evoluzioni normative cui si accennava sopra si è ritenuto di dover completare rcm con l aggiunta di alcune funzionalità, delineate di seguito, richieste dai processi che è necessario implementare Processo autorizzativo margin call E stata rilevata l esigenza di dotare il sistema di un processo autorizzativo con particolare riferimento alla gestione operativa della margin call. Il processo in fase di implementazione è strutturato nella maniera sotto riportata. 1. La call activity, consistente nei passi sotto elencati: - Notify (notifica alla controparte della margin call) - Dispute (avvio del processo di disputa con la controparte) - Calculation Confirm (conferma del dovuto con la controparte) - Instruct (istruzione di pagamento) - Status Back (per qualsiasi step possibilità di farne lo storno) viene ampliata mediante la creazione di una sezione di customizing in cui il cliente personalizza il processo soggetto ad autorizzazione (es. istruzione di pagamento per la margin call, attivata nella maschera Call Activity col bottone Instruct) con indicazione dell utente approvatore e dell utente approvato. 2. Al momento dell esecuzione dello step (es. Instruct) l azione rimane sospesa e lo stato diventa Pending (Approval). 3. L utente approvatore visualizza le fasi da approvare in un apposito report e mediante la ricezione di una . Il report consente di dare l approvazione a cui può seguire l invio di una all utente approvato. E possibile allegare un testo all azione di approvazione/non approvazione che permetta all utente approvatore di spiegare il perché della mancata approvazione. 4. In caso di mancata approvazione lo stato diventa Reject e l utente deve nuovamente eseguire la fase. 5. Si crea inoltre l anagrafica dei gruppi a cui ciascun utente approvatore/approvato appartiene. Il sistema controlla che gli utenti approvatore e approvato siano diversi e che appartengano a due gruppi diversi Processo autorizzativo nuovo agreement In rcm è attualmente in fase di sviluppo un processo di approvazione nella fase di inserimento di un nuovo agreement. Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 5 di 10

6 Si ritiene necessario dotare il sistema di tale processo autorizzativo al fine di una corretta gestione del processo di collaterale. La modalità di funzionamento del processo approvativo può essere suggerita dal cliente o sviluppata mediante richiesta di approvazione al salvataggio delle varie anagrafiche e alla modifiche delle stesse. Pertanto in fase di inserimento di un nuovo agreement è necessaria l approvazione al salvataggio delle seguenti sezioni anagrafiche: maschera principale dell agreeement, Valuation&Timing, Interest Management. Il processo approvativo si applica anche a modifiche successive al salvataggio dell agreement. Per un agreement inserito pertanto l utente è soggetto ad approvazione per la modifica di ciascun singolo campo Calcolo del margine iniziale Ad oggi la proposta IOSCO 2 prevede che il margine iniziale venga calcolato con modelli sviluppati internamente o mediante il modello semplificato come percentuale del nozionale. Si è ritenuto pertanto di optare per l adozione della modalità semplificata di calcolo del margine iniziale in ambito rcm e per la modalità da modello in ambito rst Gestione collaterale verso entità multibranch In rcm la gestione della margin call è funzione della controparte considerata come soggetto unico. E tuttavia possibile che il rapporto di gestione del collaterale avvenga verso più filiali o verso soggetti appartenenti allo gruppo. Pertanto si è decisa l estensione della funzionalità attuale mediante l implementazione della gerarchia delle controparti. La gerarchia delle controparti è un attributo anagrafico oltre che intervenire nella gestione della margin call Riconciliazione In aggiunta alle funzionalità sopra indicate occorre analizzare il processo di riconciliazione di cui il cliente necessita. riskart attualmente dispone di un motore aperto e customizzabile per la riconciliazione basato su flussi in formato XML. Si richiede quindi un analisi del processo di riconciliazione che è necessario implementare (tenendo conto che la normativa 575/2013 dell Unione Europea CRD IV richiede una riconciliazione precedente alla call activity) e una disanima del relativo gap funzionale, solitamente inevitabile nei processi di riconciliazione. Si consideri inoltre, in aggiunta alla normativa citata, i requisiti posti da ulteriori normative EMIR di riconciliazione delle posizioni anche successivamente alla call activity. riskart dispone inoltre del layer di trascodifica RIF (Riskart Integration Framework) per la trascodifica dei vari formati verso il formato XML. 2 ved. Margin requirements for non-centrally cleared derivatives, Basel Committeeon Banking Supervision & Board of the International Organization of Securities Commissions, Settembre Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 6 di 10

7 3. Ipotesi rst La proposta consiste nell ottimizzare la gestione del collaterale mediante l implementazione della suite rst. I tools si inseriscono in maniera flessibile nell architettura del cliente, il quale potrebbe anche non possedere un prodotto di gestione amministrativa del collaterale. E pertanto possibile adattare i tools ad una piattaforma esistente, oppure implementarli in modalità stand alone. rst consta attualmente dei seguenti due tools: Tool Collateral Scenario Il tool supporta le seguenti funzionalità: o Calcolo del margine iniziale dal modello (es. modelli delle casse o modello standardizzato ISDA). o Calcolo del margine di variazione secondo simulazioni Tool Collateral Selection Il tool consente di allocare il collaterale, mediante un modello di ottimizzazione, al fine di determinare il cheapest-to-deliver. Il tool produce in output una allocazione del collaterale tra le controparti in base ad un modello matematico sottostante che può essere affinato in maniera evolutiva seguendo eventuali specifiche del cliente. I dati in input sono i seguenti: o o o o Margin Call Margin Call (effettive) acquisite dal tool Scenario Margin Call acquisito da fonti esterne (attraverso file CSV) Anagrafica dei costi associati a ciascun eligible collateral Costi attribuiti come percentuale Costi attribuiti importo fisso Portafoglio di strumenti eligibili Haircut dei titoli Le seguenti anagrafiche sono comuni ad entrambi i tools: Agreements Controparti Paesi Divise Strumenti finanziari Collaterale in portafoglio Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 7 di 10

8 Per ciascuna anagrafica vengono archiviati i dati minimi necessari alle funzionalità di simulazione dei tools. E stata riscontrata presso i clienti la necessità di perfezionare le tecniche di simulazione attualmente implementate al fine di rendere il tool più aderente alle necessità operative delle banche. Sono quindi riportate nel successivo paragrafo le funzionalità da svilupare in questo ambito. 3.1 Funzionalità in fase di completamento A seguito delle rapide evoluzioni normative in ambito finanziario sono stati individuati degli aggiornamenti, già in fase avanzata di sviluppo, da apportare alle funzionalità esistenti. Di seguito sono indicati gli aggiornamenti in oggetto Calcolo del margine iniziale da modello E necessario lo sviluppo in ambito collateral Smart Tools di un motore di calcolo del margine iniziale, attualmente mancante. Considerando che il cliente avrà rapporti presumibilmente con n controparti, che possono essere sia controparti centrali che bilaterali, si ritiene utile implementare un motore adattabile a qualunque modello di calcolo del margine iniziale (modello multilaterale nel caso ISDA), una volta fornito il modello stesso. Si intende che nei rapporti centralizzati il motore ha una funzione di verifica del calcolo fatto dalla cassa e nei rapporti bilaterali il motore ha finalità sia di controllo che di calcolo. Occorre pertanto analizzare con il cliente i vari modelli di calcolo del margine in funzione del numero di controparti esistenti per poter procedere all implementazione degli stessi Modelli di calcolo costi in collateral selection E stata individuata quale debolezza del tool Collateral Selection la necessità di un modello di assegnazione del costo agli strumenti eligibili (al momento tale costo viene assegnato liberamente). Tale modello può essere sviluppato secondo le logiche di cui il cliente necessita. Si tratta presumibilmente di recuperare il funding cost fronteggiato dal cliente a livello di ogni strumento rilevante e di implementarlo all interno del modello. Il ranking del collaterale da consumare dovrebbe derivare automaticamente da tale valutazione di costo. Si ritiene utile la possibilità di customizzare i criteri costituenti i vincoli del modello. Precisamente dati n vincoli del modello l utente vuole disporre di una sezione in cui poter indicare quali vincoli il modello deve considerare per l elaborazione Gestione dinamica del portafoglio in essere (Collateral Substitution) La tendenza del mercato finanziario a fornire sempre più collaterale non-cash rende necessaria una funzionalità di collateral substitution al momento non prevista nel tool Collateral Selection. La funzionalità di collateral substitution deve consentire di testare, mediante un algoritmo, l ottimizzazione delle allocazioni di collaterale verso le controparti. Nel caso in cui il tool Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 8 di 10

9 restituisce una allocazione diversa da quella esistente si dispone il richiamo dei titoli già forniti e la loro sostituzione con i nuovi titoli. 4. Ipotesi piattaforma integrata rcm + rst La proposta in oggetto riguarda l implementazione di una piattaforma unica integrata che comprende sia le funzionalità rcm che rst. Tale soluzione è particolarmente indicata per le organizzazioni che non dispongono di alcuna piattaforma per la gestione del collaterale (o che intendono sostituire piattaforme esistenti) e che richiedono sia strumenti di gestione amministrativa del collaterale, sia strumenti di ottimizzazione dello stesso (simulazioni, calcolo del cheap-to-delivery, substitution). Le due componenti della suite (rcm e rst) rimangono tecnologicamente separate ma implementate in una infrastruttura unica che renda agevole la comunicazione informatica tra le componenti e le presenti all utente con lo stesso look and feel, cioè con lo stesso aspetto grafico e le stesse maschere di accesso. Dal punto di vista dell application management rimangono due componenti separate della medesima piattaforma tecnologica. Il perimetro più ampio possibile dell implementazione in oggetto consiste nell insieme delle funzionalità descritte ai paragrafi 2 e 3, rimanendo d altra parte sempre possibile una implementazione selettiva di tali funzionalità. Occorre pertanto definire con il potenziale cliente il modello di gestione del collaterale che si intende implementare. 5. Reportistica Le necessità di reportistica sono attualmente coperte dal software open source Jasper Report integrato in maniera invisibile all utente. Il tool consente di creare reports leggendo sia i dati di rcm che rst. L implementazione minima standard di rcm prevede attualmente la consegna di un numero di reports atti a soddisfare le esigenze minime di reportistica. Di seguito i reports forniti al momento: Counterparty Collateral Position Situazione collaterale scambiato alla data verso la controparte. Counterparty Exposure Esposizione verso la singola controparte. Counterparty Interest Payment Situazione interessi attivi e passivi, per periodo, maturati verso la controparte. Currency Exposure Esposizione per divisa, alla data, verso le diverse controparti. Currency Agreement Exposure Esposizione per agreement e per divisa verso le diverse controparti. Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 9 di 10

10 In fase progettuale occorre analizzare eventuali gap esistenti tra le esigenze di reportistica del cliente e i report forniti dallo standard, al fine di definire e implementare i reports richiesti. 5.1 Reports in corso di completamento Si è ritenuto necessario ampliare il novero dei reports forniti dalla attuale consegna standard di rcm mediante l aggiunta dei seguenti report, attualmente in fase di preparazione: Report margin call e chiamate da fare Il report espone i dati della funzionalità di margin call estraendo in particolare le margin call da fare e tutte le attività di richiesta e sollecito alle controparte. Report movimenti collateral del giorno Il report espone la movimentazione del collaterale alla data di interrogazione dei movimenti. Report call fatte ma di cui non si è avuta risposta Il report espone le chiamate aperte ma per le quali la controparte non ha ancora fornito il collaterale richiesto. Dispute del giorno Il report espone le chiamate per le quali esiste uno stato di disputa. Modello riskart Copyright riskart srl All rights reserved Pagina 10 di 10

I regolamenti europei EMIR e REMIT

I regolamenti europei EMIR e REMIT I regolamenti europei EMIR e REMIT Implementazione pratica per un azienda NFC- Sommario I. L EMIR ed i suoi obblighi II. REMIT e i suoi obblighi III. EMIR: l implementazione pratica in azienda Che cos

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Regolamento EMIR e strumenti di mitigazione. Elementi tecnici di base

Regolamento EMIR e strumenti di mitigazione. Elementi tecnici di base Alessandra Carleo, Carlo Mottura Università degli Studi Roma Tre - Dipartimento di Studi Aziendali Regolamento EMIR e strumenti di mitigazione del rischio di credito di derivati OTC. Elementi tecnici di

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Board of the International Organization of Securities Commissions

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Board of the International Organization of Securities Commissions Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Board of the International Organization of Securities Commissions Requisiti di margine per i derivati non compensati centralmente Settembre 2013 Il presente

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo

white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo White paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo Pagina 2 Sintesi

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Trattamento prudenziale delle esposizioni delle banche nei confronti di controparti centrali

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Trattamento prudenziale delle esposizioni delle banche nei confronti di controparti centrali Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Trattamento prudenziale delle esposizioni delle banche nei confronti di controparti centrali Luglio 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing I servizi di Business Process Outsourcing rappresentano uno strumento sempre più diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

EMC Documentum xcp for Business Process Management

EMC Documentum xcp for Business Process Management Analisi dettagliata Abstract Oggi le aziende devono affrontare una sfida comune: ottimizzare i processi di business e la loro efficienza operativa. Per vincere questa sfida, EMC Documentum xcelerated Composition

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente

ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente DTCC Product Ma na gement ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente DTCC GTR Collateral e Valuation Guida per l utente M a ggio 2 0 1 4 L Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM

ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM FINALITA DEL DOCUMENTO A partire dal 24 Settembre 2012, Monte Titoli (CSD) ha implementato una nuova funzionalità

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli