INDAGINE SULLE COMPETENZE CHIAVE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDAGINE SULLE COMPETENZE CHIAVE"

Transcript

1 INDAGINE SULLE COMPETENZE CHIAVE INTRODUZIONE Siamo tutti cittadini di una grande Europa. Non è solo un idea, un concetto. Significa vivere, muoversi, lavorare in un contesto, in un mercato ed una società multi-culturali e fondati sulle pari opportunità per tutti, a prescindere dal paese di provenienza. Noi crediamo che una serie di competenze chiave ci permettano di essere realmente cittadini dell Europa, poiché rappresentano un insieme di conoscenze, capacità ed attitudini che tutti gli individui dovrebbero possedere per il proprio sviluppo e realizzazione personale, l'inclusione sociale e il lavoro. Queste competenze dovrebbero essere normalmente acquisite durante la scuola dell obbligo e rappresentare la base per l apprendimento continuo lungo tutto l arco della vita. Alcune di esse (ad esempio comunicare nella propria lingua madre, matematica e scienze) sono ampiamente studiate e possedute, altre possono essere considerate in qualche modo nuove e legate ai cambiamenti recenti della società, del mercato, della tecnologia. Ogni paese europeo ha identificato e definito queste competenze chiave autonomamente. Con il sostegno della Commissione Europea, stiamo sviluppando un progetto denominato K-Competencies: le nuove competenze chiave per l integrazione dell apprendimento lungo tutto l arco della vita nell Europa allargata 1, il cui scopo è cercare di costruire un quadro condiviso di competenze chiave, valido e riconoscibile a livello europeo, che permetta lo sviluppo di percorsi formativi comuni che promuovano saperi, capacità e attitudini per la mobilità, la flessibilità e l occupabilità in Europa. Certamente questo è un processo complesso e dinamico, che richiede tempo, sforzi ed impegno. IL QUESTIONARIO Il questionario ha l obiettivo di registrare il punto di vista concreto delle persone coinvolte in questo processo, coloro che studiano e lavorano in Europa. E nostra intenzione verificare se ciò che è deciso a livello istituzionale corrisponde a quello che voi pensate, sentite sul tema delle competenze chiave. Stiamo conducendo questa indagine in Europa, su un campione qualificato di studenti, lavoratori, disoccupati che hanno terminato almeno la scuola dell obbligo. Nelle pagine seguenti trovate le definizioni delle 8 aree delle competenze chiave: questo è ciò che l Unione Europea e i Paesi coinvolti nel progetto considerano come fondamentale per la piena cittadinanza nella società e nel mondo del lavoro. Vi chiediamo di leggerle attentamente in quanto sono un importante punto di partenza. Nella Sezione 1 vi è richiesto un parere su questo insieme di competenze, in relazione alle vostre esperienze e bisogni. La Sezione 2 tratterà nel dettaglio ogni singola area di competenza, gli elementi che la definiscono, quanto la si possiede, in che modo e dove è stata acquisita, in quale contesto viene utilizzata e quanto avresti necessità di possederla per soddisfare il tuo potenziale ed i tuoi fabbisogni. Rispondi liberamente e sinceramente. Non c è limite di tempo, né risposte giuste o sbagliate. Ciò che è veramente importante per noi è il tuo parere sincero. Per qualsiasi chiarimento ed informazione non esitare a rivolgerti all intervistatore. I tuoi dati personali saranno registrati su un foglio separato solo per propositi statistici. Una volta consegnato il questionario, i dati verranno separati da esso e non sarà in nessun modo possibile ricollegarli alle tue risposte. Un grazie sincero per la collaborazione. Il Team di Progetto K-Competencies 1 Per maggiori informazioni sul Progetto si invita a visitare il sito ufficiale Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

2 LE COMPETENZE CHIAVE LINGUA INGLESE (per non anglofoni) L Inglese è ormai considerata la lingua della globalizzazione. La competenza implica la capacità di comprendere, esprimere e interpretare pensieri, sentimenti e fatti sia in forma scritta che orale (ascoltare, parlare, leggere, scrivere) in un adeguata varietà di contesti sociali sul lavoro, a casa, nel tempo libero, a scuola, nella formazione secondo le necessità e le aspettative personali. SECONDA LINGUA EUROPEA Capacità di comprendere, esprimere e interpretare pensieri, sentimenti e fatti sia in forma scritta che orale (ascoltare, parlare, leggere, scrivere) in un adeguata varietà di contesti sociali a casa, sul lavoro, nel tempo libero, a scuola, nella formazione secondo le necessità e le aspettative personali, le caratteristiche culturali, socio-economiche e i confini del territorio in cui risiede il cittadino. TECNOLOGIE DELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE/COMPETENZA DIGITALE Capacità di utilizzare efficacemente e consapevolmente strumenti elettronici per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione in generale. Dall utilizzo di strumenti multimediali per cercare, valutare, memorizzare, generare, presentare, scambiare informazioni anche attraverso Internet, alla gestione dell informazione e della comunicazione. COMPETENZE INTERPERSONALI E INTERCULTURALI Comportamenti che permettono agli individui di interagire in maniera efficiente e costruttiva, singolarmente o in gruppo, nella sfera privata, familiare e pubblica. Essi sono necessari per lavorare e cooperare con gruppi, anche di diversa estrazione culturale, sociale ed etnica e divenire soggetto attivo di una società democratica multi-culturale. COMPETENZE CIVILI E SOCIALI Le competenze civili e sociali sono quelle che permettono ai singoli individui di partecipare attivamente alla vita della comunità, della società e del mondo del lavoro in cui sono inseriti. Esse contribuiscono a fornire agli individui la consapevolezza di essere parte di una società fondata su regole, diritti e doveri che necessitano di essere conosciuti, rispettati e protetti per promuovere una cittadinanza attiva ed una condizione lavorativa soddisfacenti. ESPRESSIONE CULTURALE Capacità di esprimere in modo personale e creativo idee, esperienze ed emozioni attraverso un ampia varietà di mezzi, inclusi: la musica, l espressione corporea, la letteratura e le arti figurative, ecc.. IMPARARE AD APPRENDERE Predisposizione a, e capacità di organizzare e indirizzare i propri percorsi di apprendimento, sia individualmente che in gruppo. Include la gestione del tempo, la risoluzione dei problemi, l acquisizione, elaborazione, valutazione e assimilazione di nuove conoscenze, la capacità di trasferire quanto appreso a un ampia gamma di contesti a casa, sul lavoro, nel tempo libero, a scuola, nella formazione. Coincide in sostanza con la capacità di costruire e gestire il proprio percorso di crescita personale e professionale. IMPRENDITORIALITÀ Propensione a produrre e ad accettare il cambiamento (l innovazione) indotto da fattori esterni, favorendolo e adattandosi ad esso. Include la capacità di assumere e gestire la responsabilità delle proprie azioni, di sviluppare una visione strategica, di fissare e raggiungere obiettivi, di essere motivati al loro raggiungimento. Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

3 SEZIONE 1 GRUPPO DI COMPETENZE 1.1. Indichi per favore quanto pensa che le competenze in elenco siano importanti rispettivamente per il suo lavoro e per la sua vita quotidiana in genere (famiglia, amicizie, tempo libero, ecc.). (1 = per niente, 2 = poco, 3= abbastanza, 4 = molto) Se lo ritiene opportuno può aggiungere un massimo di altre due competenze di sua scelta. Competenze Lingua Inglese (per non anglofoni) Quanto pensa siano importanti per il suo lavoro? E per la sua vita quotidiana in genere? Seconda Lingua Europea IST/Competenza digitale Competenze interpersonali e interculturali Competenze civili e sociali Espressione culturale Imparare ad apprendere Imprenditorialità Disponga per favore le competenze in ordine di importanza, comprese quelle eventualmente aggiunte nella domanda precedente. Numeri con 1 la competenza che ritiene più importante, con 2 la seconda più importante, e così via. Competenze Lingua Inglese (per non anglofoni) Seconda Lingua Europea IST/Competenza digitale Competenze interpersonali e interculturali Competenze civili e sociali Espressione culturale Imparare ad apprendere Imprenditorialità Ordine di importanza per la crescita professionale Ordine di importanza per la crescita personale Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

4 SEZIONE 2 COMPETENZE SINGOLE 2.1. LINGUA INGLESE (per non anglofoni) Definizione L Inglese è ormai considerata la lingua della globalizzazione. La competenza implica la capacità di comprendere, esprimere e interpretare pensieri, sentimenti e fatti sia in forma scritta che orale (ascoltare, parlare, leggere, scrivere) in un adeguata varietà di contesti sociali sul lavoro, a casa, nel tempo libero, a scuola, nella formazione secondo le necessità e le aspettative personali. a. Si ritrova in questa definizione? si no b. Ha qualcosa da dire? Cambiare? Aggiungere? c. Questa competenza è caratterizzata da una serie di aspetti. Indichi, per ciascuno, quanto ritiene di possederli. Se lo ritiene opportuno può aggiungere un massimo di altri due aspetti a scelta. (1=per niente, 2=poco, 3=abbastanza, 4=molto) Se non possiedi la competenza (es. indichi 1 in tutte le caselle) passi direttamente alla domanda j. Conoscenza del vocabolario, punteggiatura, ortografia, grammatica, intonazione e pronuncia. Consapevolezza dei diversi aspetti di interazione verbale (es. conversazione telefonica, faccia a faccia, interviste, ecc. ). Conoscenza appropriata dell esistenza di diversi testi letterari e non (racconti, poemi, articoli di quotidiani e periodici, pagine web, istruzioni, lettere, report, ecc.). Conoscere le principali caratteristiche di differenti stili e registri nella lingua scritta e parlata ( formale, informale, giornalistico, colloquiale, ecc.). Consapevolezza delle convenzioni sociali e culturali, e della variabilità del linguaggio in differenti contesti geografici, sociali e della comunicazione. Capacità di ascoltare e comprendere messaggi parlati in differenti situazioni comunicative (argomenti familiari, di interesse personale e della vita quotidiana). Capacità di iniziare, sostenere e concludere conversazioni su argomenti familiari, di interesse personale e della vita quotidiana. Inclusi la capacità di capire se l interlocutore ha compreso il messaggio e la capacità di parlare in pubblico senza timori. Capacità di leggere e capire testi scritti non specialistici su vari soggetti e, in alcuni casi, capacità di scrivere tipi diversi di testi per differenti scopi e in diversi contesti. Utilizzo appropriato di strumenti (note, grafici, schemi ecc.) per comprendere e produrre testi scritti e parlati (es. conversazioni, istruzioni, interviste, discorsi, sommari, ecc.). Capacità di iniziare e portare avanti attività autonome per l apprendimento della lingua. Capacità di produrre testi scritti semplici su materie di interesse personale e professionale. Capacità di compilare questionari, schede, ecc.. Capacità di scrivere il proprio curriculum vitae. Sensibilità verso le differenze culturali e resistenza agli stereotipi. Interesse e curiosità per le lingue e la comunicazione interculturale (es. minoranze regionali, idiomi locali, linguaggio dei segni e del corpo, ecc.). Iniziativa ed autonomia nel cercare, raccogliere, utilizzare le informazioni. Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

5 d. Attraverso quali di questi canali pensa di avere acquisito la competenza? (numeri progressivamente I canali pertinenti: 1 per il più importante, 2 per il secondo, ecc.) Canale Con la preparazione scolastica/universitaria Con corsi di formazione specifici Con percorsi di formazione adulti Con l esperienza nel luogo di lavoro Con forme di affiancamento sul luogo di lavoro (tutoraggio, corsi aziendali, consulenza sindacale ecc.) In altro modo (es. nella vita privata, hobbies, volontariato, nello sport, ecc.)... Ordine di importanza e. In quanto tempo ha acquisito questa competenza? (barrare la casella che interessa) giorni settimane mesi 1 anno più anni f. In che ambiti la utilizza? (è possibile dare più di una risposta) nessuno sul lavoro, nei rapporti interni all azienda sul lavoro, nei rapporti esterni (con clienti, concorrenti) nella vita privata, nelle relazioni sociali, interpersonali in genere altro (specificare)... g. E soddisfatto di quanto possiede la competenza? per niente poco abbastanza completamente Se ha risposto completamente, passi direttamente alla competenza successiva, altrimenti continui con le domande qui sotto h. A che livello vorrebbe possederla? (1= per niente, 2= poco, 3= abbastanza, 4= molto) Conoscenza del vocabolario, punteggiatura, ortografia, grammatica, intonazione e pronuncia. Consapevolezza dei diversi aspetti di interazione verbale (es. conversazione telefonica, faccia a faccia, interviste, ecc. ). Conoscenza appropriata dell esistenza di diversi testi letterari e non (racconti, poemi, articoli di quotidiani e periodici, pagine web, istruzioni, lettere, report, ecc.). Conoscere le principali caratteristiche di differenti stili e registri nella lingua scritta e parlata ( formale, informale, giornalistico, colloquiale, ecc.). Consapevolezza delle convenzioni sociali e culturali, e della variabilità del linguaggio in differenti contesti geografici, sociali e della comunicazione. Capacità di ascoltare e comprendere messaggi parlati in differenti situazioni comunicative (argomenti familiari, di interesse personale e della vita quotidiana). Capacità di iniziare, sostenere e concludere conversazioni su argomenti familiari, di interesse personale e della vita quotidiana. Inclusi la capacità di capire se l interlocutore ha compreso il messaggio e la capacità di parlare in pubblico senza timori. Capacità di leggere e capire testi scritti non specialistici su vari soggetti e, in alcuni casi, capacità di scrivere tipi diversi di testi per differenti scopi e in diversi contesti. Utilizzo appropriato di strumenti (note, grafici, schemi ecc.) per comprendere e produrre testi scritti e parlati (es. conversazioni, istruzioni, interviste, discorsi, sommari, ecc.). Capacità di iniziare e portare avanti attività autonome per l apprendimento della lingua. Capacità di produrre testi scritti semplici su materie di interesse personale e professionale. Capacità di compilare questionari, schede, ecc.. Capacità di scrivere il proprio curriculum vitae. Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

6 Sensibilità verso le differenze culturali e resistenza agli stereotipi. Interesse e curiosità per le lingue e la comunicazione interculturale (es. minoranze regionali, idiomi locali, linguaggio dei segni e del corpo, ecc.). Iniziativa ed autonomia nel cercare, raccogliere, utilizzare le informazioni. i. Per quale motivo vorrebbe possederla e/o aggiornarla? (es. per lo sviluppo professionale, per avanzamenti di carriera, per la crescita personale e culturale, per migliorare le relazioni con gli altri, per hobby, viaggiare, ecc.) j. Quali sono gli ostacoli maggiori per l acquisizione e/o miglioramento della competenza? Tempo Denaro Scarsa motivazione personale Opportunità Accesso ad internet Pochi enti di formazione vicini e disponibili Altro (specificare)... Altro (specificare)... k. Quali sono le modalità migliori per acquisire/migliorare questa competenza? Studio, ricerca personale di testi, letture, ecc. Corsi di auto-formazione su computer (internet, formazione a distanza fad, ecc.) Corsi di formazione in aula Mix di formazione in aula e a distanza Affiancamento sul posto di lavoro Altro (specificare)... Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

7 2.2. SECONDA LINGUA EUROPEA (diversa dall Inglese) Definizione Capacità di comprendere, esprimere e interpretare pensieri, sentimenti e fatti sia in forma scritta che orale (ascoltare, parlare, leggere, scrivere) in un adeguata varietà di contesti sociali a casa, sul lavoro, nel tempo libero, a scuola, nella formazione secondo le necessità e le aspettative personali, le caratteristiche culturali, socio-economiche e i confini del territorio in cui risiede il cittadino. a. Si ritrova in questa definizione? si no b. Ha qualcosa da dire? Cambiare? Aggiungere? c. Questa competenza è caratterizzata da una serie di aspetti. Indichi, per ciascuno, quanto ritiene di possederli. Se lo ritiene opportuno può aggiungere un massimo di altri due aspetti a scelta. (1=per niente, 2=poco, 3=abbastanza, 4=molto) Se non possiedi la competenza (es. indichi 1 in tutte le caselle) passi direttamente alla domanda j. Conoscenza del vocabolario, punteggiatura, ortografia, grammatica, intonazione e pronuncia. Consapevolezza dei diversi aspetti di interazione verbale (es. conversazione telefonica, faccia a faccia, interviste, ecc.). Conoscenza appropriata dell esistenza di diversi testi letterari e non (racconti, poemi, articoli di quotidiani e periodici, pagine web, istruzioni, lettere, report, ecc.). Conoscere le principali caratteristiche di differenti stili e registri nella lingua scritta e parlata ( formale, informale, giornalistico, colloquiale, ecc.). Consapevolezza delle convenzioni sociali e culturali, e della variabilità del linguaggio in differenti contesti geografici, sociali e della comunicazione. Capacità di ascoltare e comprendere messaggi parlati in differenti situazioni comunicative (argomenti familiari, di interesse personale e della vita quotidiana). Capacità di iniziare, sostenere e concludere conversazioni su argomenti familiari, di interesse personale e della vita quotidiana. Inclusi la capacità di capire se l interlocutore ha compreso il messaggio e la capacità di parlare in pubblico senza timori. Capacità di leggere e capire testi scritti non specialistici su vari soggetti e, in alcuni casi, capacità di scrivere tipi diversi di testi per differenti scopi e in diversi contesti. Utilizzo appropriato di strumenti (note, grafici, schemi ecc.) per comprendere e produrre testi scritti e parlati (es. conversazioni, istruzioni, interviste, discorsi, sommari, ecc.). Capacità di iniziare e portare avanti attività autonome per l apprendimento della lingua. Capacità di produrre testi scritti semplici su materie di interesse personale e professionale. Capacità di compilare questionari, schede, ecc.. Capacità di scrivere il proprio curriculum vitae. Sensibilità verso le differenze culturali e resistenza agli stereotipi. Interesse e curiosità per le lingue e la comunicazione interculturale (es. minoranze regionali, idiomi locali, linguaggio dei segni e del corpo, ecc.). Iniziativa ed autonomia nel cercare, raccogliere, utilizzare le informazioni. Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

8 d. Attraverso quali di questi canali pensa di avere acquisito la competenza? (numeri progressivamente I canali pertinenti: 1 per il più importante, 2 per il secondo, ecc.) Canale Con la preparazione scolastica/universitaria Con corsi di formazione specifici Con percorsi di formazione adulti Con l esperienza nel luogo di lavoro Con forme di affiancamento sul luogo di lavoro (tutoraggio, corsi aziendali, consulenza sindacale ecc.) In altro modo (es. nella vita privata, hobbies, volontariato, nello sport, ecc.)... Ordine di importanza e. In quanto tempo ha acquisito questa competenza? (barrare la casella che interessa) giorni settimane mesi 1 anno più anni f. In che ambiti la utilizza? (è possibile dare più di una risposta) nessuno sul lavoro, nei rapporti interni all azienda sul lavoro, nei rapporti esterni (con clienti, concorrenti) nella vita privata, nelle relazioni sociali, interpersonali in genere altro (specificare)... g. E soddisfatto di quanto possiede la competenza? per niente poco abbastanza completamente Se ha risposto completamente, passi direttamente alla competenza successiva, altrimenti continui con le domande qui sotto h. A che livello vorrebbe possederla? (1= per niente, 2= poco, 3= abbastanza, 4= molto) Conoscenza del vocabolario, punteggiatura, ortografia, grammatica, intonazione e pronuncia. Consapevolezza dei diversi aspetti di interazione verbale (es. conversazione telefonica, faccia a faccia, interviste, ecc.). Conoscenza appropriata dell esistenza di diversi testi letterari e non (racconti, poemi, articoli di quotidiani e periodici, pagine web, istruzioni, lettere, report, ecc.). Conoscere le principali caratteristiche di differenti stili e registri nella lingua scritta e parlata ( formale, informale, giornalistico, colloquiale, ecc.). Consapevolezza delle convenzioni sociali e culturali, e della variabilità del linguaggio in differenti contesti geografici, sociali e della comunicazione. Capacità di ascoltare e comprendere messaggi parlati in differenti situazioni comunicative (argomenti familiari, di interesse personale e della vita quotidiana). Capacità di iniziare, sostenere e concludere conversazioni su argomenti familiari, di interesse personale e della vita quotidiana. Inclusi la capacità di capire se l interlocutore ha compreso il messaggio e la capacità di parlare in pubblico senza timori. Capacità di leggere e capire testi scritti non specialistici su vari soggetti e, in alcuni casi, capacità di scrivere tipi diversi di testi per differenti scopi e in diversi contesti. Utilizzo appropriato di strumenti (note, grafici, schemi ecc.) per comprendere e produrre testi scritti e parlati (es. conversazioni, istruzioni, interviste, discorsi, sommari, ecc.). Capacità di iniziare e portare avanti attività autonome per l apprendimento della lingua. Capacità di produrre testi scritti semplici su materie di interesse personale e professionale. Capacità di compilare questionari, schede, ecc.. Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

9 Capacità di scrivere il proprio curriculum vitae. Sensibilità verso le differenze culturali e resistenza agli stereotipi. Interesse e curiosità per le lingue e la comunicazione interculturale (es. minoranze regionali, idiomi locali, linguaggio dei segni e del corpo, ecc.). Iniziativa ed autonomia nel cercare, raccogliere, utilizzare le informazioni. i. Per quale motivo vorrebbe possederla e/o aggiornarla? (es. per lo sviluppo professionale, per avanzamenti di carriera, per la crescita personale e culturale, per migliorare le relazioni con gli altri, per hobby, viaggiare, ecc.) j. Quali sono gli ostacoli maggiori per l acquisizione e/o miglioramento della competenza? Tempo Denaro Scarsa motivazione personale Opportunità Accesso ad internet Pochi enti di formazione vicini e disponibili Altro (specificare)... Altro (specificare)... k. Quali sono le modalità migliori per acquisire/migliorare questa competenza? Studio, ricerca personale di testi, letture, ecc. Corsi di auto-formazione su computer (internet, formazione a distanza fad, ecc.) Corsi di formazione in aula Mix di formazione in aula e a distanza Affiancamento sul posto di lavoro Altro (specificare)... Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

10 2.3. IST/COMPETENZA DIGITALE Definizione Capacità di utilizzare efficacemente e consapevolmente strumenti elettronici per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione in generale. Dall utilizzo di strumenti multimediali per cercare, valutare, memorizzare, generare, presentare, scambiare informazioni anche attraverso Internet, alla gestione dell informazione e della comunicazione. a. Si ritrova in questa definizione? si no b. Ha qualcosa da dire? Cambiare? Aggiungere? c. Ha mai sentito parlare della Patente Europea del Computer - ECDL? si no d. Possiede una certificazione ECDL? si, livello start si, una certificazione completa no e. Questa competenza è caratterizzata da una serie di aspetti. Indichi, per ciascuno, quanto ritiene di possederli. Se lo ritiene opportuno può aggiungere un massimo di altri due aspetti a scelta. (1=per niente, 2=poco, 3=abbastanza, 4=molto) Se non possiedi la competenza (es. indichi 1 in tutte le caselle) passi direttamente alla domanda l. Buona comprensione della natura, ruolo ed opportunità delle Tecnologie dell Informazione nella vita quotidiana Comprensione delle principali applicazioni del computer: word, fogli di lavoro, presentazioni, database, archiviazione e gestione delle informazioni. Consapevolezza delle opportunità offerte da internet e dalla comunicazione elettronica ( , chat, video conferenze, altri strumenti di rete, ecc.); nonché delle differenze tra mondo reale e virtuale. Conoscenza delle potenzialità delle tecnologie dell informazione per promuovere la creatività e l innovazione nella sfera individuale, sociale e sul lavoro. Conoscenza di base delle aspetti della sicurezza (politiche, legislazioni, firma elettronica, virus, ecc.); della validità ed affidabilità delle informazioni disponibili (accessibilità/accettabilità) e del rispetto dei principi etici nell uso degli strumenti informatici. Conoscenza di base degli aspetti relativi alla salute (es. ergonomia). Capacità di cercare, raccogliere e processare le informazioni elettroniche, dati, e concetti ed utilizzarli in maniera sistematica. Capacità di utilizzare supporti adeguati (presentazioni, grafici, schemi, ecc.) per produrre, presentare e conoscere informazioni complesse. Capacità di accedere a, cercare siti web ed utilizzare servizi internet, come forum di discussione, panel ed . Leggere, creare, comporre e stampare testi utilizzando word processor. Creare, comporre e gestire fogli di lavoro per le principali operazioni di calcolo logiche, matematiche e formule. Propensione ad utilizzare le tecnologie dell informazione per lavorare autonomamente o in team. Attitudine critica e riflessiva nella valutazione delle informazioni disponibili sugli effetti delle tecnologie dell informazione sulla società, la comunicazione, la vita quotidiana, ecc., tramite: a. chiarimento sugli scopi dell uso delle tecnologie; b. scelta delle tecnologie adatte ad un determinato scopo e loro utilizzo effettivo, responsabile e sicuro; c. applicazione e adeguamento della tecnologia scelta a situazioni differenti; d. valutazione del processo e dei risultati in termini di efficienza e sostenibilità. Attitudine positiva e sensibilità per un uso sicuro e responsabile di internet, inclusi gli aspetti della privacy, le differenze culturali, ecc.. Interesse nell uso delle tecnologie dell informazione per allargare gli orizzonti prendendo parte a comunità e reti per scopi culturali, sociali, professionali, ecc. Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

11 f. Attraverso quali di questi canali pensa di avere acquisito la competenza? (numeri progressivamente I canali pertinenti: 1 per il più importante, 2 per il secondo, ecc.) Canale Con la preparazione scolastica/universitaria Con corsi di formazione specifici Con percorsi di formazione adulti Con l esperienza nel luogo di lavoro Con forme di affiancamento sul luogo di lavoro (tutoraggio, corsi aziendali, consulenza sindacale ecc.) In altro modo (es. nella vita privata, hobbies, volontariato, nello sport, ecc.)... Ordine di importanza g. In quanto tempo ha acquisito questa competenza? (barrare la casella che interessa) giorni settimane mesi 1 anno più anni h. In che ambiti la utilizza? (è possibile dare più di una risposta) nessuno sul lavoro, nei rapporti interni all azienda sul lavoro, nei rapporti esterni (con clienti, concorrenti) nella vita privata, nelle relazioni sociali, interpersonali in genere altro (specificare)... i. E soddisfatto di quanto possiede la competenza? per niente poco abbastanza completamente Se ha risposto completamente, passi direttamente alla competenza successiva, altrimenti continui con le domande qui sotto j. A che livello vorrebbe possederla? (1= per niente, 2= poco, 3= abbastanza, 4= molto) Buona comprensione della natura, ruolo ed opportunità delle Tecnologie dell Informazione nella vita quotidiana Comprensione delle principali applicazioni del computer: word, fogli di lavoro, presentazioni, database, archiviazione e gestione delle informazioni. Consapevolezza delle opportunità offerte da internet e dalla comunicazione elettronica ( , chat, video conferenze, altri strumenti di rete, ecc.); nonché delle differenze tra mondo reale e virtuale. Conoscenza delle potenzialità delle tecnologie dell informazione per promuovere la creatività e l innovazione nella sfera individuale, sociale e sul lavoro. Conoscenza di base delle aspetti della sicurezza (politiche, legislazioni, firma elettronica, virus, ecc.); della validità ed affidabilità delle informazioni disponibili (accessibilità/accettabilità) e del rispetto dei principi etici nell uso degli strumenti informatici. Conoscenza di base degli aspetti relativi alla salute (es. ergonomia). Capacità di cercare, raccogliere e processare le informazioni elettroniche, dati, e concetti ed utilizzarli in maniera sistematica. Capacità di utilizzare supporti adeguati (presentazioni, grafici, schemi, ecc.) per produrre, presentare e conoscere informazioni complesse. Capacità di accedere a, cercare siti web ed utilizzare servizi internet, come forum di discussione, panel ed . Leggere, creare, comporre e stampare testi utilizzando word processor. Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

12 Creare, comporre e gestire fogli di lavoro per le principali operazioni di calcolo logiche, matematiche e formule. Propensione ad utilizzare le tecnologie dell informazione per lavorare autonomamente o in team. Attitudine critica e riflessiva nella valutazione delle informazioni disponibili sugli effetti delle tecnologie dell informazione sulla società, la comunicazione, la vita quotidiana, ecc., tramite: e. chiarimento sugli scopi dell uso delle tecnologie; f. scelta delle tecnologie adatte ad un determinato scopo e loro utilizzo effettivo, responsabile e sicuro; g. applicazione e adeguamento della tecnologia scelta a situazioni differenti; h. valutazione del processo e dei risultati in termini di efficienza e sostenibilità. Attitudine positiva e sensibilità per un uso sicuro e responsabile di internet, inclusi gli aspetti della privacy, le differenze culturali, ecc.. Interesse nell uso delle tecnologie dell informazione per allargare gli orizzonti prendendo parte a comunità e reti per scopi culturali, sociali, professionali, ecc. k. Per quale motivo vorrebbe possederla e/o aggiornarla? (es. per lo sviluppo professionale, per avanzamenti di carriera, per la crescita personale e culturale, per migliorare le relazioni con gli altri, per hobby, viaggiare, ecc.) l. Quali sono gli ostacoli maggiori per l acquisizione e/o miglioramento della competenza? Tempo Denaro Scarsa motivazione personale Opportunità Accesso ad internet Pochi enti di formazione vicini e disponibili Altro (specificare)... Altro (specificare)... m. Quali sono le modalità migliori per acquisire/migliorare questa competenza? Studio, ricerca personale di testi, letture, ecc. Corsi di auto-formazione su computer (internet, formazione a distanza fad, ecc.) Corsi di formazione in aula Mix di formazione in aula e a distanza Affiancamento sul posto di lavoro Altro (specificare)... Questionario K-Competencies I-04-B-F-PP

Competenze chiave per l apprendimento permanente

Competenze chiave per l apprendimento permanente per l apprendimento permanente Un quadro di riferimento europeo * Contesto ed obiettivi Che cosa c è di nuovo nei piani di studio Dato che la globalizzazione europea continua a porre l Unione europea di

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati.

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati. ISTITUTO COMPRENSIVO 3 VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUA STRANIERA CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazione in lingua straniera Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE La comunicazione nelle lingue straniere condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua:

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA

LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA 1 RICEZIONE ORALE 1. Familiarizzare coi primi suoni della lingua inglese 2. Comprendere semplici espressioni di uso quotidiano, pronunciate chiaramente. 3. Comprendere,

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE

ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE La scuola del primo ciclo, avviando il pieno sviluppo della persona, concorre

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^ ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

Discipline e competenze

Discipline e competenze Discipline e competenze Per assistenza è possibile contattare lo staff Pearson scrivendo al seguente indirizzo e-mail: helpdesk@pearson.it oppure chiamando il numero : 0332.802251 La didattica per competenze

Dettagli

PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI DI IMPRESA

PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI DI IMPRESA PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI DI IMPRESA 137 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15. Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna

Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15. Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15 Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna Scuola primaria e Scuola secondaria di primo grado Maria Cassani

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: Storia, Cittadinanza e Costituzione DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte Le competenze

Dettagli

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno: Ascolta e comprende parole e semplici espressioni, istruzioni,

Dettagli

POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE

POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE FINALITA Acquisire una competenza plurilingue e pluriculturale. Esercitare

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE ISTITUTO COMPRENSIVO PIETRO VANNUCCI SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 06062 Città della Pieve (PG) Via Marconi, 18 Tel. 0578/298018 Fax 0578/2987 E-mail: pgic82100x@istruzione.it

Dettagli

IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione)

IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) COMPETENZE DI BASE A CONCLUSIONE DELL OBBLIGO DI Utilizzare

Dettagli

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO (1) ITALIANO L allievo interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità dialogiche sempre rispettose delle idee degli altri; con ciò

Dettagli

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: 1. CONSOLIDAMENTO DELL IDENTITA : Imparare a sentirsi bene e a sentirsi sicuri nell affrontare nuove esperienze in un ambiente

Dettagli

5. CARATTERISTICHE DEI CORSI

5. CARATTERISTICHE DEI CORSI 5. CARATTERISTICHE DEI CORSI Area informatica Corso base (30 ore) Alfabetizzazione informatica comprendere i concetti fondamentali delle tecnologie dell'informazione; utilizzare le normali funzioni di

Dettagli

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI L apprendimento della lingua inglese e di una seconda lingua comunitaria, oltre alla lingua materna e di scolarizzazione, permette all alunno di sviluppare una

Dettagli

Standard minimi formativi nazionali delle competenze di base del terzo e quarto anno della Istruzione e Formazione Professionale

Standard minimi formativi nazionali delle competenze di base del terzo e quarto anno della Istruzione e Formazione Professionale Allegato 4 Standard minimi formativi nazionali delle competenze di base del terzo e quarto anno della Istruzione e Formazione Professionale L articolo 18, comma 2 del D.lgs. n. 226/2005 prevede, quale

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

FRANCESE CLASSE PRIMA

FRANCESE CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA L allievo/a comprende semplici espressioni e frasi di uso quotidiano e identifica il tema generale di un discorso in cui si parla di argomenti conosciuti, se il messaggio è pronunciato chiaramente

Dettagli

Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE

Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Consapevolezza ed espressione culturale riguarda l importanza dell espressione creativa di idee, esperienze ed emozioni in un ampia varietà di mezzi di comunicazione,

Dettagli

Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia

Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia Allegato 2 Standard Formativi Minimi dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale della Regione Lombardia Obiettivi Specifici di Apprendimento delle competenze di base INDICE PREMESSA COMPETENZA

Dettagli

Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE

Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE Allegato 2 COMPETENZE DI CITTADINANZA CONTINUITA PROGRESSIONE DELLE COMPETENZE IMPARARE AD IMPARARE Acquisire un proprio metodo di studio e di lavoro. Scoperta e riconoscimento di regole generali per:

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CERTIFICAZIONE E VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE. RELATORE: Prof.ssa VERONICO ANTONIA OLIMPIA

CERTIFICAZIONE E VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE. RELATORE: Prof.ssa VERONICO ANTONIA OLIMPIA CERTIFICAZIONE E VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE RELATORE: Prof.ssa VERONICO ANTONIA OLIMPIA PREMESSA La certificazione delle competenze, che accompagna il documento di valutazione degli apprendimenti, va

Dettagli

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V MACRO INDICATORI ASCOLTO (comprensivo ne Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V vocaboli, canzoncine, filastrocche narrazioni ed espressioni

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA Indirizzo Produzioni industriali e artigianali Articolazione Artigianato ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA CARATTERI E FINALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA I percorsi degli Istituti professionali si caratterizzano

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015

CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA a.s. 2014.2015 Coordinatrice Luana Masci Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni

Dettagli

DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE. OBIETTIVI MINIMI Inglese - I ANNO A1-A2

DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE. OBIETTIVI MINIMI Inglese - I ANNO A1-A2 Comprensione della lingua orale DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE OBIETTIVI MINIMI Inglese - I ANNO A1-A2 - Comprende brevi messaggi contenenti lunghe pause che gli permettono di coglierne il senso. - Comprende

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale

TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale avanzato intermedio elementare C2 C1 B2 B1 A2 A1 È in grado di comprendere senza sforzo praticamente tutto ciò che ascolta o legge. Sa riassumere

Dettagli

LE COMPETENZE-CHIAVE POF 2012

LE COMPETENZE-CHIAVE POF 2012 1 LE COMPETENZE-CHIAVE In ragione delle scelte etiche e pedagogiche operate dal collegio e dai consigli di classe, il Buonarroti ha individuato le competenze chiave necessarie allo sviluppo globale della

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA SCUOLA DELL INFANZIA - I DISCORSI E LE PAROLE SCUOLA PRIMARIA - LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA I GRADO - LINGUE COMUNITARIE - LINGUA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E L apprendimento di due lingue comunitarie permette

Dettagli

L ARTE DI EMOZIONARSI

L ARTE DI EMOZIONARSI ISTITUTO COMPRENSIVO "PIERO FORNARA" DI CARPIGNANO SESIA Via Ettore Piazza, 5-28064 Carpignano Sesia (Novara) C.F.80015590039 Tel. 0321 825185 / 824520 - Fax. 0321 824586 website: http://share.dschola.it/carpignanosesia

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

Italiano Lingua Seconda. A s c o l t o. Verifica (Indicatori) Abilità Capacità Conoscenze Competenze parziali e indicazioni didatticometodologiche

Italiano Lingua Seconda. A s c o l t o. Verifica (Indicatori) Abilità Capacità Conoscenze Competenze parziali e indicazioni didatticometodologiche Italiano Lingua Seconda Competenze al termine del 1 biennio L alunna, l alunno è in grado di comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in lingua standard, anche trasmesso attraverso canali

Dettagli

LINGUA E CULTURA STRANIERA

LINGUA E CULTURA STRANIERA LINGUA E CULTURA STRANIERA LICEO CLASSICO LINEE GENERALI E COMPETENZE Lo studio della lingua e della cultura straniera deve procedere lungo due assi fondamentali tra loro interrelati: lo sviluppo di competenze

Dettagli

COMPETENZE E INSEGNAMENTO. Dott.ssa Franca Da Re

COMPETENZE E INSEGNAMENTO. Dott.ssa Franca Da Re COMPETENZE E INSEGNAMENTO Dott.ssa Franca Da Re UN TENTATIVO DI DEFINIZIONE INTEGRATO INTEGRAZIONE DI CONOSCENZE E ABILITA DI TIPO COGNITIVO, PERSONALE, SOCIALE, RELAZIONALE PER SVOLGERE UN ATTIVITA E

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale Tecnico per l automazione industriale Standard formativo minimo regionale 1 Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate

Dettagli

COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 )

COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 ) COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 ) Funzioni comunicative previste. Per il lessico si fa riferimento alla metodologia del docente Funzioni comunicative per: salutare, congedarsi,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

ATTERRAGGIO IN CLASSE PRIMA Diventiamo amici

ATTERRAGGIO IN CLASSE PRIMA Diventiamo amici Unita di apprendimento ATTERRAGGIO IN CLASSE PRIMA Diventiamo amici Comprendente UdA PIANO DI LAVORO CONSEGNA AGLI STUDENTI I.C. Gramsci Camponogara Autori: - Plesso A. Manzoni : Abet Luisa, Menin Loredana,

Dettagli

Percorso Apprendisti Minori (Diritto/Dovere ) ATTIVITA DA SVOLGERE ORE: 240

Percorso Apprendisti Minori (Diritto/Dovere ) ATTIVITA DA SVOLGERE ORE: 240 All. 3 Percorso Apprendisti Minori (Diritto/Dovere ) ATTIVITA DA SVOLGERE ORE: 240 CONTENUTI: ACCOGLIENZA 2 ore Presentazione del percorso formativo: caratteristiche, finalità, obiettivi, contenuti e conoscenza

Dettagli

La valutazione del percorso formativo

La valutazione del percorso formativo La valutazione del percorso formativo L esperienza del biennio di Padova 1999-2000 Maria Carla Acler Premessa Il presente lavoro nasce dal desiderio di diffondere tra i colleghi l esperienza maturata all

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni

Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni Istituto Tecnico Industriale Minerario Giorgio Asproni Programmazione Italiano, storia e geografia. Classe IV Costruzioni, ambiente e territorio Anno 2014/2015 Professoressa Pili Francesca Situazione di

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PIANO DI LAVORO DI LINGUA INGLESE Riferito al Piano dell'offerta Formativa al Curricolo Verticale d'istituto al Curricolo delle Competenze Trasversali anno scolastico 2015/2016

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Note per una prima riflessione condivisa nel Liceo Classico Giulio Cesare di Roma. A cura di Antonella Jori

GLI ASSI CULTURALI. Note per una prima riflessione condivisa nel Liceo Classico Giulio Cesare di Roma. A cura di Antonella Jori GLI ASSI CULTURALI Note per una prima riflessione condivisa nel Liceo Classico Giulio Cesare di Roma A cura di Antonella Jori Documento sugli Assi Culturali Si inserisce nel percorso di riflessione educativo-didattica

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE referente ins. MASCI LUANA 1 Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola

Dettagli

ITALIANO. Indicazioni nazionali

ITALIANO. Indicazioni nazionali ITALIANO L alunno è capace di interagire in modo efficace in diverse situazioni comunicative, sostenendo le proprie idee con testi orali e scritti, che siano sempre rispettosi delle idee degli altri. Egli

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - VICENZA DIPARTIMENTO DI ITALIANO CURRICOLO DI LINGUA ITALIANA SCUOLA SECONDARIA Fine classe terza COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE

Dettagli

anno scolastico 2009-10 Istituto Comprensivo N. Scarano di Trivento CB Classe II A PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE Classe II A

anno scolastico 2009-10 Istituto Comprensivo N. Scarano di Trivento CB Classe II A PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE Classe II A Classe II A PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE PREMESSA Il presente documento illustra la programmazione del complesso delle attività educative e didattiche che il consiglio della classe II A della

Dettagli

Liceo Classico E. Cairoli Varese

Liceo Classico E. Cairoli Varese ESA BAC Esame di Stato = Baccalauréat Liceo Classico E. Cairoli Varese Accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese relativo al doppio rilascio del diploma d

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Attestato competenze professionali PERCORSO FORMATIVO. Nome e Cognome

Attestato competenze professionali PERCORSO FORMATIVO. Nome e Cognome AGEFORMA Agenzia Provinciale per l Istruzione e la Formazione professionale, l Orientamento e l Impiego Azienda Speciale della Provincia di Matera Programma di Promozione della Cittadinanza Solidale Legge

Dettagli

PROGETTARE, INSEGNARE E VALUTARE PER COMPETENZE IL CONTRIBUTO DEI PROGETTI EUROPEI DI COLLABORAZIONE ON LINE. Dino Cristanini

PROGETTARE, INSEGNARE E VALUTARE PER COMPETENZE IL CONTRIBUTO DEI PROGETTI EUROPEI DI COLLABORAZIONE ON LINE. Dino Cristanini PROGETTARE, INSEGNARE E VALUTARE PER COMPETENZE IL CONTRIBUTO DEI PROGETTI EUROPEI DI COLLABORAZIONE ON LINE Dino Cristanini Indicazioni nazionali k per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo

Dettagli

DAL PROGETTO AL SISTEMA

DAL PROGETTO AL SISTEMA Provincia di Piacenza Assessorato all Istruzione, Formazione e Lavoro Percorsi integrati di istruzione e formazione professionale nella provincia di Piacenza DAL PROGETTO AL SISTEMA PROGETTAZIONI ESECUTIVE

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE

COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006 La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

Italiano Primo biennio

Italiano Primo biennio PROFILO IN USCITA DELLO STUDENTE IN TERMINI DI COMPETENZE E ABILITÀ TECNICO-ECONOMICO Italiano Primo biennio Competenze Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi di base indispensabili per

Dettagli

CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI

CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI Raccomandazione Rec(2001)1 del Comitato dei Ministri (degli Esteri) agli Stati membri sul Servizio Sociale (adottato dal Comitato dei Ministri (degli Esteri)0il

Dettagli

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA COMPETENZE EDUCATIVE AMBITO INDICATORI COMPETENZE IDENTITÀ Conoscenza di sé Relazione con gli altri Rispetta il proprio ruolo. Esprime

Dettagli

Ente Pisano Scuola Edile Via XXIV maggio 8 56123 Pisa Tel. 050 564316 Fax 050 561807 MODULO BASE

Ente Pisano Scuola Edile Via XXIV maggio 8 56123 Pisa Tel. 050 564316 Fax 050 561807 MODULO BASE Ente Pisano Scuola Edile Via XXIV maggio 8 5613 Pisa Tel. 050 56316 Fax 050 561807 Percorso Apprendisti MODULO BASE ORE: 0 DESCRIZIONE CONTENUTI DEI MODULI Orientamento al linguaggio di cantiere N ORE

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE

CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE CAMPO DI ESPERIENZA: I DISCORSI E LE PAROLE I. Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati. II. Sa esprimere e comunicare

Dettagli

Lettera/Bolletino di Informazione per i genitori

Lettera/Bolletino di Informazione per i genitori ITALIAN/ITALIANO Lettera/Bolletino di Informazione per i genitori Un insieme di 18 brevi articoli su vari argomenti del SACSA, in merito all insegnamento essenziale, le aree di insegnamento, i livelli

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER GLI ALUNNI CON DISTURBI DA DEFICIT DELL ATTENZIONE (ADHD) E COMPORTAMENTALI

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER GLI ALUNNI CON DISTURBI DA DEFICIT DELL ATTENZIONE (ADHD) E COMPORTAMENTALI PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER GLI ALUNNI CON DISTURBI DA DEFICIT DELL ATTENZIONE (ADHD) E COMPORTAMENTALI Art.5 D.M. n 5669 del 12.7.2011; Linee guida per il diritto allo studio degli studenti con

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Allegato E (Art. 25 comma 1 lett. c)) Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati Obiettivi specifici di apprendimento per l inglese

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

LINGUE STRANIERE. Presentazione

LINGUE STRANIERE. Presentazione LINGUE STRANIERE Presentazione La conoscenza di almeno due lingue comunitarie oltre alla lingua materna è obiettivo strategico dell istruzione obbligatoria in ambito europeo. L esercizio della cittadinanza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

PROGETTARE PER COMPETENZE NEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI

PROGETTARE PER COMPETENZE NEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI CORSO DI FORMAZIONE PROGETTARE PER COMPETENZE NEGLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI Progettare Nella scuola, il termine competenza è ambiguo, perché è mutuato dall ambito della formazione professionale

Dettagli

ORIENTAMENTO E RI-ORIENTAMENTO

ORIENTAMENTO E RI-ORIENTAMENTO ORIENTAMENTO E RI-ORIENTAMENTO PREMESSA L elevamento dell obbligo scolastico e la consapevolezza del superamento di un modello formativo unico e rigido che valga per tutti, impone un ripensamento delle

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE AL TERMINE DELLA

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE

PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE Titolo: TURISTA CURIOSO TRA I TRULLI! Destinatari: bambini di 5 anni della scuola dell infanzia. Risorse professionali: docenti dell ordine di scuola Compito unitario:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 2013-14. SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno

ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 2013-14. SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 013-14 SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE madrelingua COMPETENZE DISCIPLINARI Interagisce oralmente nella lingua italiana

Dettagli

Via Remo Pannain 15, 00165 Rome (Italia) +39 339 825 1594 jacopo.averardi@gmail.com. Sesso Data di nascita 07/06/1992 Nazionalità Italiana

Via Remo Pannain 15, 00165 Rome (Italia) +39 339 825 1594 jacopo.averardi@gmail.com. Sesso Data di nascita 07/06/1992 Nazionalità Italiana Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Via Remo Pannain 15, 00165 Rome (Italia) +39 339 825 1594 jacopo.averardi@gmail.com Sesso Data di nascita 07/06/1992 Nazionalità Italiana OCCUPAZIONE DESIDERATA

Dettagli

CARTA ICOMOS DI ENAME

CARTA ICOMOS DI ENAME TERZA VERSIONE RIVEDUTA 5 Luglio 2005 CARTA ICOMOS DI ENAME PER L INTERPRETAZIONE DEI SITI DEL PATRIMONIO CULTURALE Preambolo Obiettivi Principi PREAMBOLO Cosi come la Carta di Venezia ha stabilito il

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

Programmazione di INGLESE Indicazioni Nazionali 2012

Programmazione di INGLESE Indicazioni Nazionali 2012 ISTITUTO COMPRENSIVO "Dante Alighieri" di COLOGNA VENETA (Vr) Via Rinascimento, 45-37044 Cologna Veneta - tel. 0442 85170 - fax 0442 419294 www.iccolognaveneta.it - e-mail: vric89300a@istruzione.it - vric89300a@pec.istruzione.it

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CAVAION CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CAVAION CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA LINGUA INGLESE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA PER LA messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni Interagisce

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli